Questo strumento è la raccolta di tutte le regole fondamentali per l utilizzo del marchio PonY.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Questo strumento è la raccolta di tutte le regole fondamentali per l utilizzo del marchio PonY."

Transcript

1 Brnd mnul

2 Questo strumento è l rccolt di tutte le regole fondmentli per l utilizzo del mrchio PonY. il suo utilizzo contriuisce rendere coerenti tr di loro tutti gli strumenti di comuniczione, rfforzndo l immgine dell ziend in itli e nel mondo. l forz di un mrchio viene inftti percepit ttrverso gli strumenti di comuniczione interni ed esterni. tnto più sono omogenei, mggiore è l riconosciilità di PonY, dei suoi prodotti e dei suoi servizi. È quindi necessrio TTenersi lle linee guid indicte in questo mnule non modificndole in nessun modo e/o prte.

3 BRAND MANUAL: sommrio Brnd vlues Mission Py off Jo description Costruzione del logo Il pittogrmm Costruzione del logo con pittogrmm Colori istituzionli Utilizzo del pittogrmm Utilizzo del logo in negtivo in comuniczione Uso scorretto del logo 12 Utilizzo del logo in negtivo 13 Le font 14 Immgine coordint 16 Emil ziendle 19 Firm elettronic 20 Templte per PowerPoint 21 Costruzione mrchi ed etichette di prodotto 22 Appliczione su divise 23 Appliczione del logo su veicoli commercili PONY - VISUAL IDENTITY TAVOLA 1

4 rnd mnul: Brnd Vlues Trditionl vlues, dvnced equipments. Vlori trdizionli, sistemi vnzti. Un mrchio simolo del mde in Itly, perché in Europ e nel mondo è portvoce dei più noili vlori dell produzione industrile itlin come qulità dei mterili, design, ppel estetico, cretività. Un reltà di riferimento nel settore dell stirtur professionle, perché d più di 50 nni produce mcchine ffidili, sicure, tecnologicmente innovtive che rispondono ogni esigenz di impiego. Un esempio di successo imprenditorile perché fin dll su nscit nel 1958 l ziend non h mi smesso di crescere, umentndo volumi di ftturto e cquisendo nuovi spzi dedicti ll produzione, ll logistic, ll gestione e ll ricerc. Un prtner ffidile, perché crede nel rpporto diretto col cliente, costruisce relzioni stili e durture, offre risposte immedite, relizz prodotti personlizzti. Un ziend in costnte sviluppo perché impieg quotidinmente un tem dedicto ll ricerc tecnologic e llo studio del mercto di riferimento, con l oiettivo di nticiprne le esigenze. Un miente di lvoro stimolnte perché h un trdizione fmilire e l tempo stesso un pproccio l lvoro contemporneo e cosmopolit. Crede nel potenzile umno, nelle nuove idee e nei nuovi mezzi di comuniczione, nello scmio professionle e umno con i propri dipendenti e collortori, si ffcci i mercti internzionli con grnde pertur e spirito di collorzione. pony - visul identity tvol 2

5 rnd mnul: Mission Di seguito l mission ziendle e le Key words che sintetizzno i vlori fondnti dell ziend: MISSION AZIENDALE: fornire mcchine per stirtur professionle sicure, ffidili e innovtive, dll lto vlore qulittivo con ttenzione i costi di mercto. KEY WORDS: SOLIDITà, ESPERIENZA, QUALITà, INNOVAZIONE, TECNOLOGIA, AFFIDABILITà, SICUREZZA, FAMIGLIA, PERSONALIZZAZIONE, PARTNERSHIP, TRADIZIONE, SVILUPPO, RICERCA, MADE IN ITALY. pony - visul identity tvol 3

6 BRAND MANUAL: FINISHING FIRST è il py off istituzionle di Pony che h l oiettivo di sintetizzre i suoi vlori più importnti e consolidre il suo posizionmento nel mercto di riferimento. Il py off ndrà sempre in ccompgnmento l logo nei mterili pulicitri come le ADV su riviste di settore, nner we, le ffissioni e i poster fieristici. Attrverso l espressione FINISHING FIRST, Pony vuole sottolinere lo spirito competitivo dell ziend nell costnte ricerc dell eccellenz e delle performnce più lte nel comprto dell stirtur professionle. PONY - VISUAL IDENTITY TAVOLA 4

7 rnd mnul: Jo Description Pressing nd finishing mchinery è l jo description di Pony che h l oiettivo di esplicitre l re di ttività dell ziend, soprttutto chi ncor non l conosce. L jo description di Pony ndrà sempre in ccompgnmento l logo nei mterili di elow the line, immgine coordint, in copertin i ctloghi, nelle crtelline port documenti e nei mterili fieristici. pony - visul identity tvol 5

8 BRAND MANUAL: costruzione del logo Le proporzioni del logo sono regolte dl rpporto tr lo spessore delle lettere e l loro spzitur (kerning): esse sono immutili e fondmentli per l leggiilità del logo nche qundo riprodotto in piccole dimensioni. è l dimensione delle linee orizzontli dell letter P, N e Y, è l distnz tr le 3 linee verticli delle lettere N e Y. Il rpporto tr e è di 3:1. 60 PONY - VISUAL IDENTITY TAVOLA 6

9 rnd mnul: il pittogrmm Il pittogrmm Pony si ffinc llo storico logo per rfforzre livello visivo i vlori portti vnti dll ziend e per umentre l riconosciilità del mrchio: solidità, potenz, leggerezz, liertà e vitlità sono rppresentti d un cvllo l gloppo lncito in un cors veloce verso un futuro positivo e ricco di trgurdi. Questo pittogrmm potrà essere utilizzto sui vri strumenti di comuniczione e su tutt l gmm prodotti, si stmpto che pplicto. pony - visul identity tvol 7

10 BRAND MANUAL: costruzione del logo con pittogrmm Il logo Pony si ccompgn d un pitogrmm di form rotond in cui viene rppresentto un cvllo nel momento del slto. Questo pittogrmm deve essere posizionto sinistr dell scritt Pony con rpporto 1,5 rispetto ll ltezz del mrchio storico. Se corrisponde l ltezz del logo, srà 1/4 di : il rpporto tr e è di 4:1. Pressing nd Finishing Mchinery (jo description) e Finishing First (py off) vnno entrmi posizionti distnz c dl mrchio nei csi in cui è richiest l loro presenz (vedi tvole 4 e 5). = x 4 c = / 3 c PONY - VISUAL IDENTITY TAVOLA 8

11 BRAND MANUAL: colori istituzionli Il logo Pony si rppresent con il suo colore specifico, il pntone 186c e 425C. Ove non fosse possiile si consigli sempre l conversione in qudricromi CMYK con i seguenti vlori: 0/100/80/5. L versione in B/N invece utilizz il pntone Blck U o in CMYK i vlori 0/0/0/100 e 0/0/0/77. Qundo il logo Pony v posizionto su elorti destinti ll ultilizzo sul We si consigli sempre di convertire il logo nei colori RGB con i vlori 244/0/48. PAN TONE 186C CMYK 0/100/80/5 PANTONE BLACK U BLACK 100% PANTONE 425 C BLACK 77% RGB 244/0/48 RGB 0/0/0 RGB 95/94/94 PONY - VISUAL IDENTITY TAVOLA 9

12 rnd mnul: utilizzo del pittogrmm Il pittogrmm è stto progettto per vivere in ccostmento l logotipo Pony, m può nche essere impiegto singolrmente. In prticolre il pittogrmm verrà utilizzto nell mrchitur delle mcchine e dei prodotti, o in comuniczioni istituzionli ove l elemento visivo può essere immeditmente ricondotto dl ricevente l rnd Pony. Versione colore in positivo: Versione B/N in positivo: Versione colore in negtivo: Versione B/N in negtivo: pony - visul identity tvol 10

13 BRAND MANUAL: utilizzo del logo in negtivo in comuniczione In comuniczione (ADV, poster, nner we ecc.) il logo in negtivo verrà posizionto sempre sopr un nd ross che rispetterà le proporzioni descritte sotto. L distnz del logotipo dl ordo superiore, inferiore e sinistro deve essere ugule d (); l distnz dl mrgine destro deve essere equivlente ll ltezz del logotipo (). ADV =x2 NO! PONY - VISUAL IDENTITY NO! NO! TAVOLA 11

14 rnd mnul: uso scorretto del logo Il logo Pony deve sempre essere riprodotto fedelmente, senz lterrne le proporzioni e fvorendone l mssim visiilità e leggiilità. Il logo è stto progettto per essere durturo nel tempo e per rppresentre l meglio i vlori dell ziend, grntendone immedit riconosciilità. Il logo riprodotto seguendo i cnoni suggeriti comunic serietà e solidità ziendle. Per questo motivo non è consentito nessun gioco grfico che ne lteri colore originle, form e spzilità. NO! NO! NO! NO! NO! NO! NO! NO! pony - visul IDENtItY tvol 12

15 BRAND MANUAL: utilizzo del logo in negtivo Il logo in negtivo può essere pplicto su nd istituzionle ross (vedi templte power point, foglio letter e gli ltri mterili di immgine coordint) e su fondi tint pitt rispettndo i posizionmenti e le distnze di mrgini descritti sotto. Sull nd istituzionle ross l distnz del logo dl mrgine destro dovrà essere mggiore/ugule d. = x 2 Sfondo tint pitt opzione centrto Sfondo tint pitt opzione llinemento superiore Sfondo tint pitt opzione llinemento inferiore Bnd istituzionle PONY - VISUAL IDENTITY TAVOLA 13

16 rnd mnul: le Font Pony L font utilizzt è il DIN nell vrinte Medium, Bold, Blck per le scritte di grnde imptto e tutto il comprto ADVERTISING. Un font contemporne, dtt descrivere il crttere dei prodotti Pony: leggiilità, geometri e imptto sono le sue crtteristiche slienti. DIN Regulr: cdefghjkilmnopqrstuvwxyzäöü cdefghjkilmnopqrstuvwxyzäöü !? %&/()=.,;: DIN Bold: cdefghjkilmnopqrstuvwxyzäöü cdefghjkilmnopqrstuvwxyzäöü !? %&/()=.,;: DIN Blck: cdefghjkilmnopqrstuvwxyzäöü cdefghjkilmnopqrstuvwxyzäöü !? %&/()=.,;: pony - visul identity tvol 14

17 rnd mnul: le Font Pony L font secondri è il Gothm nell vrinte Book, Book Itlic, Medium, Medium Itlic, Bold e Bold Itlic per le scritte di piccole dimensioni. Un font dlle molteplici qulità: semplicità squdrt e geometric, solidità e modernità per grntire mssim leggiilità nche corpo molto ridotto. Gothm Book: cdefghjkilmnopqrstuvwxyzäöü cdefghjkilmnopqrstuvwxyzäöü !? %&/()=.,;: Gothm Medium: cdefghjkilmnopqrstuvwxyzäöü cdefghjkilmnopqrstuvwxyzäöü !? %&/()=.,;: Gothm Bold: cdefghjkilmnopqrstuvwxyzäöü cdefghjkilmnopqrstuvwxyzäöü !? %&/()=.,;: pony - visul identity tvol 15

18 B RAND MANUAL: immgine coordint - ust con finestr 4,5 cm 2 cm 11 cm 2 cm 7,5 cm 23 cm PONY - VISUAL IDENTITY TAVOLA 16

19 B RAND MANUAL: immgine coordint - ust 6 mm 10 mm Vi G. Di Vittorio Inzgo (MI) - Tel Fx cm 11 cm 2 cm PONY - VISUAL IDENTITY TAVOLA 17

20 BRAND MANUAL: immgine coordint - crt d lettere Nome desitntrio Indirizzo Dti vri Dti vri Dti vri Dti vri Città, Giorno/mese/nno Oggetto: esempio esempio esempio Gentile clente, sed ut perspicitis unde omnis iste ntus error sit volupttem ccusntium doloremque ludntium, totm rem perim, eque ips que illo inventore verittis et qusi rchitecto ete vite dict sunt explico. Nemo enim ipsm volupttem qui volupts sit sperntur ut odit ut fugit, sed qui consequuntur mgni dolores eos qui rtione volupttem sequi nesciunt. Neque porro quisqum est, qui dolorem ipsum qui dolor sit met, consectetur, dipisci velit, sed qui non numqum eius modi tempor incidunt ut lore et dolore mgnm liqum quert volupttem. Ut enim d minim venim, quis nostrum exercittionem ullm corporis suscipit loriosm, nisi ut liquid ex e commodi consequtur? Quis utem vel eum iure reprehenderit qui in e voluptte velit esse qum nihil molestie consequtur, vel illum qui dolorem eum fugit quo volupts null pritur? Cordili sluti Nome e Cognome QUALIFICA PONY S.p.A. Vi G. Di Vittorio Inzgo (MI) tel fx Cp. Soc i.v. R.e.. MI Posizione Export MI R.I. (MI), C.F. e P.IVA IT PONY S.p.A. Vi G. Di Vittorio Inzgo (MI) tel fx Cp. Soc i.v. R.e.. MI Posizione Export MI R.I. (MI), C.F. e P.IVA IT PONY - VISUAL IDENTITY TAVOLA 18

21 rnd mnul: emil ziendle Di seguito le indiczioni di Font e dimensione per l corrett composizione delle emil ziendli: le prti slienti delle comuniczioni possono essere evidenzite con il colore rosso istituzionle e, se necessrio, utilizzndo il grssetto. Si rccomnd di non utilizzre MAI l scrittur in miuscolo per indicre le prti importnti: secondo l Netiquette (insieme di regole che disciplinno il comportmento di un utente nell re We) nel linguggio digitle il testo miuscolo rppresent un frse urlt, quindi non conson l tono di comuniczione di Pony che si deve ttenere d uno stile formle ed elegnte. è uon norm inoltre non eccedere nell inserire spzi tr le prole e nelle interlinee (lo spzio tr un rig e l ltr) in modo d vere sempre un corpo di testo ordinto e comptto che ne fcilit l lettur. FONT: Verdn Regulr 12pt Gentile Sig. Mrio Rossi, lorem ipsum dolor sit met, consectetuer dipiscing elit, sed dim nonummy nih euismod tincidunt ut loreet dolore mgn liqum ert volutpt. Ut wisi enim d minim venim, quis nostrud exerci ttion ullmcorper suscipit loortis nisl ut liquip ex e commodo consequt. Duis utem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputte velit esse molestie consequt, vel illum dolore eu feugit null fcilisis t vero eros et ccumsn et iusto odio dignissim qui lndit present lupttum zzril delenit ugue duis dolore te feugit null fcilisi. Nero RGB 0/0/0 Rosso RGB 244/0/48 Nm lier tempor cum solut nois eleifend option congue nihil imperdiet doming id quod mzim plcert fcer possim ssum. Cordili Sluti Firm elettronic pony - visul identity tvol 19

22 BRAND MANUAL: firm elettronic Di seguito le indiczioni di Font e dimensione per l corrett visulizzzione dell firm digitle. NOME COGNOME Verdn Bold 12pt RGB 0/0/0 Verdn Itlic 10pt Verdn Bold Itlic 12pt Verdn Itlic 10pt Verdn Bold Itlic 12pt PONY indirizzo città - (provinci) tel RGB 244/0/48 Lrghezz 210 px PONY - VISUAL IDENTITY TAVOLA 20

23 rnd mnul: templte per PowerPoint Al fine di fcilitre ed incorggire l mssim coerenz visiv, di seguito viene riportt un tvol di PowerPoint con reltivo templte sul qule inserire, di volt in volt i diversi contenuti di testo e immgine. Lorem ipsum dolor sit met, consectetur dipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut lore et dolore mgn liqu. Ut enim d minim venim, quis nostrud exercittion ullmco loris nisi ut liquip ex e commodo consequt. Duis ute irure dolor in reprehenderit in voluptte velit esse cillum dolore eu fugit null pritur. Excepteur sint occect cupidtt non proident, sunt in culp qui offici deserunt mollit nim id est lorum. Sed ut perspicitis unde omnis iste ntus error sit volupttem ccusntium doloremque ludntium, totm rem perim, eque ips que illo inventore verittis et qusi rchitecto ete vite dict sunt explico. Nemo enim ipsm volupttem qui volupts sit sperntur ut odit ut fugit, sed qui consequuntur mgni dolores eos qui rtione volupttem sequi nesciunt. Neque porro quisqum est, qui dolorem ipsum qui dolor sit met, consectetur, dipisci velit, sed qui non numqum eius modi tempor incidunt ut lore et dolore mgnm liqum quert volupttem. Ut enim d minim venim, quis nostrum exercittionem ullm corporis suscipit loriosm, nisi ut liquid ex e commodi consequtur? Quis utem vel eum iure reprehenderit qui in e voluptte velit esse qum nihil molestie consequtur, vel illum qui dolorem eum fugit quo volupts null pritur? pony - NoME DEl DoCUMENto pony - NoME DEl DoCUMENto pony - visul IDENtItY tvol 21

24 rnd mnul: costruzione mrchi ed etichette di prodotto Le linee guid stilte in questo mnule sono pplicili nche per l relizzzione di tutti i loghi dell gmm prodotti Pony; vnno rispettti colori, posizioni e ccostmenti tipogrfici. Nell esempio che segue sono stti utilizzti due Font diverse: l scritt By è stt compost con un Font scelt d hoc per questo prodotto, l scritt Plus invece sfrutt l Font ziendle DIN. L inclinzione dell nd ross è l stess utilizzt per l costruzione del logotipo Pony: l suo interno il logo Pony è posizionto seguendo le regole già indicte nelle tvole precedenti. 60 pony - visul identity tvol 22

25 BRAND MANUAL: ppliczione su divise Il logo v pplicto sui cpi d lvoro con le stesse regole che si seguono per l comuniczione sui medi. Di seguito lcuni esempi di polo e T-shirt che en rppresentno lo stile consiglito per il lvortore Pony: questo tipo di pproccio d un lto consente l identificzione del lvortore nei vlori ziendli, dll ltro un mggiore veicolzione del mrchio. PONY - VISUAL IDENTITY TAVOLA 23

26 rnd mnul: ppliczione del logo su veicoli commercili Il logo Pony v pplicto sui mezzi dell flott ziendle centrndolo rispetto ll chiusur del portellone posteriore e quell del portellone scorrevole lterle. Il logo non deve mi vvicinrsi per più dell metà dell su ltezz i mrgini superiori o inferiori dell crrozzeri, esttmente come visto in precedenz. pony - visul IDENtItY tvol 24

colori istituzionali PANTONE 185 C PANTONE 295 C PANTONE 185 C

colori istituzionali PANTONE 185 C PANTONE 295 C PANTONE 185 C 2 Questo manuale presenta gli elementi del sistema di identità visiva di 50&PiùEnasco. Il presente documento è destinato agli utilizzatori al fine di riprodurre correttamente il simbolo di 50&PiùEnasco,

Dettagli

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n.

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n. AUTOVALORI ED AUTOVETTORI Si V uno spzio vettorile di dimensione finit n. Dicesi endomorfismo di V ogni ppliczione linere f : V V dello spzio vettorile in sé. Se f è un endomorfismo di V in V, considert

Dettagli

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x Appunti elorti dll prof.ss Biondin Gldi Funzione integrle Si y = f() un funzione continu in un intervllo [; ] e si 0 [; ]; l integrle 0 f()d si definisce Funzione Integrle; si chim funzione integrle in

Dettagli

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) =

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) = Note ed esercizi di Anlisi Mtemtic - (Fosci) Ingegneri dell Informzione - 28-29. Lezione del 7 novembre 28. Questi esercizi sono reperibili dll pgin web del corso ttp://utenti.unife.it/dmino.fosci/didttic/mii89.tml

Dettagli

07 GUIDA ALLA PROGETTAZIONE. Guida alla progettazione

07 GUIDA ALLA PROGETTAZIONE. Guida alla progettazione 07 Guid ll progettzione Scelt tubzioni e giunti 2 tubi di misur [mm] Dimetro tubzioni unità esterne (A) Giunti 12Hp 1Hp 1Hp Selezionre il dimetro delle unità esterne dll seguente tbell Giunto Y tr unità

Dettagli

Variazioni di sviluppo del lobo frontale nell'uomo

Variazioni di sviluppo del lobo frontale nell'uomo Istituto di Antropologi dell Regi Università di Rom Vrizioni di sviluppo del lobo frontle nell'uomo pel Dott. SERGIO SERGI Libero docente ed iuto ll cttedr di Antropologi. Il problem dei rpporti di sviluppo

Dettagli

Territorio. Cultura. il Modello. il Modello. il Marketing. le referenze. le referenze. Sistema Territorio e Passaparola. del.

Territorio. Cultura. il Modello. il Modello. il Marketing. le referenze. le referenze. Sistema Territorio e Passaparola. del. marketing, comunicazione 1979-2004 25 ANNI DI COMUNICAZIONE PUbbLICA il Marketing Territorio del PAR TECIPAZIONE INNOV AZIONE S VILUPPO DEL TERRITORIO Sistema Territorio e Passaparola Il territorio è un

Dettagli

3. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive (Ref p.14)

3. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive (Ref p.14) . Funzioni iniettive, suriettive e iiettive (Ref p.4) Dll definizione di funzione si ricv che, not un funzione y f( ), comunque preso un vlore di pprtenente l dominio di f( ) esiste un solo vlore di y

Dettagli

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio *

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio * www.solmp.it Le : gestione contbile ed iscrizione in bilncio * Piero Pisoni, Fbrizio Bv, Dontell Busso e Alin Devlle ** 1. Premess Le sono esminte nei seguenti spetti: Il presente elborto è trtto d: definizione

Dettagli

La scelta di equilibrio del consumatore. Integrazione del Cap. 21 del testo di Mankiw 1

La scelta di equilibrio del consumatore. Integrazione del Cap. 21 del testo di Mankiw 1 M.Blconi e R.Fontn, Disense di conomi: 3) quilirio del consumtore L scelt di equilirio del consumtore ntegrzione del C. 21 del testo di Mnkiw 1 Prte 1 l vincolo di ilncio Suonimo che il reddito di un consumtore

Dettagli

Titolazione Acido Debole Base Forte. La reazione che avviene nella titolazione di un acido debole HA con una base forte NaOH è:

Titolazione Acido Debole Base Forte. La reazione che avviene nella titolazione di un acido debole HA con una base forte NaOH è: Titolzione Acido Debole Bse Forte L rezione che vviene nell titolzione di un cido debole HA con un bse forte NOH è: HA(q) NOH(q) N (q) A (q) HO Per quest rezione l costnte di equilibrio è: 1 = = >>1 w

Dettagli

Ing. Alessandro Pochì

Ing. Alessandro Pochì Dispense di Mtemtic clsse quint -Gli integrli Quest oper è distriuit con: Licenz Cretive Commons Attriuzione - Non commercile - Non opere derivte. Itli Ing. Alessndro Pochì Appunti di lezione svolti ll

Dettagli

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito.

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito. Integrli de niti. Il problem di clcolre l re di un regione pin delimitt d gr ci di funzioni si può risolvere usndo l integrle de nito. L integrle de nito st l problem del clcolo di ree come l equzione

Dettagli

Cuscinetti ad una corona di sfere a contatto obliquo

Cuscinetti ad una corona di sfere a contatto obliquo Cuscinetti d un coron di sfere conttto obliquo Cuscinetti d un coron di sfere conttto obliquo 232 Definizione ed ttitudini 232 Serie 233 Vrinti 233 Tollernze e giochi 234 Elementi di clcolo 236 Crtteristiche

Dettagli

Macchine elettriche in corrente continua

Macchine elettriche in corrente continua cchine elettriche in corrente continu Generlità Può essere definit mcchin un dispositivo che convert energi d un form un ltr. Le mcchine elettriche in prticolre convertono energi elettric in energi meccnic

Dettagli

METODO VOLTAMPEROMETRICO

METODO VOLTAMPEROMETRICO METODO OLTAMPEOMETCO Tle etodo consente di isrre indirettente n resistenz elettric ed ipieg l definizione stess di resistenz : doe rppresent l tensione i cpi dell resistenz e l corrente che l ttrers coe

Dettagli

Il volume del cilindro è dato dal prodotto della superficie di base per l altezza, quindi

Il volume del cilindro è dato dal prodotto della superficie di base per l altezza, quindi Mtemtic per l nuov mturità scientific A. Bernrdo M. Pedone 3 Questionrio Quesito 1 Provre che un sfer è equivlente i /3 del cilindro circoscritto. r 4 3 Il volume dell sfer è 3 r Il volume del cilindro

Dettagli

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008 ANALISI REALE E COMPLESSA.. 2007-2008 1 Successioni e serie di funzioni 1.1 Introduzione In questo cpitolo studimo l convergenz di successioni del tipo n f n, dove le f n sono tutte funzioni vlori reli

Dettagli

Catalogo generale Process Heat 2014 /15. La soluzione giusta per ogni applicazione. We know how. Versione 4.0

Catalogo generale Process Heat 2014 /15. La soluzione giusta per ogni applicazione. We know how. Versione 4.0 Ctlogo generle Process Het 2014 /15 L soluzione giust per ogni ppliczione. Versione 4.0 We know how. Leister Technologies AG, Corporte Center, Kegiswil, Schweiz Leister Technologies AG, Stilimento di produzione,

Dettagli

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma INTEGRALI IMPROPRI. Integrli impropri su intervlli itti Dt un funzione f() continu in [, b), ponimo ε f() = f() ε + qundo il ite esiste. Se tle ite esiste finito, l integrle improprio si dice convergente

Dettagli

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni:

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni: Mod. RED Sede di Domnd n. del Pensione n. ct. nto il stto civile bitnte Prov. CAP vi n. DICHIARA, sotto l propri responsbilità, che per gli nni: A B (brrre l csell reltiv ll propri situzione) NON POSSIEDE

Dettagli

Corso di Analisi Matematica Calcolo integrale per funzioni di una variabile

Corso di Analisi Matematica Calcolo integrale per funzioni di una variabile Corso di Anlisi Mtemtic Clcolo integrle per funzioni di un vribile Lure in Informtic e Comuniczione Digitle A.A. 2013/2014 Università di Bri ICD (Bri) Anlisi Mtemtic 1 / 40 1 L integrle come limite di

Dettagli

Introduzione al L A TEX

Introduzione al L A TEX Università di Udine Dipartimento di Matematica e Informatica Introduzione al L A TEX Gianluca Gorni 25 febbraio 2015 Il corso 2 Qui si insegna: a usare il L A TEX, un sistema professionale; ad apprezzare

Dettagli

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE Soluzioni di quesiti e prolemi trtti dl Corso Bse Blu di Mtemti volume 5 [] (Es. n. 8 pg. 9 V) Dell prol f ( ) si hnno le seguenti informzioni, tutte

Dettagli

Comparazione delle performance di 6 cloni di Gamay ad altitudine elevata

Comparazione delle performance di 6 cloni di Gamay ad altitudine elevata Comprzione delle performnce di 6 cloni di Gmy d ltitudine elevt 1 / 46 Motivzioni Selezione clonle IAR-4 Lo IAR-4 è stto selezionto in mbiente montno d un prticolre popolzione di mterile stndrd, dll qule

Dettagli

Definizioni fondamentali

Definizioni fondamentali Definizioni fondmentli Sistem scisse su un rett 1 Un rett si ce orientt qundo su ess è fissto un verso percorrenz Dti due punti qulsisi A e B un rett orientt r, il segmento AB che può essere percorso d

Dettagli

10 Progetto con modelli tirante-puntone

10 Progetto con modelli tirante-puntone 0 Progetto con modelli tirnte-puntone 0. Introduzione I modelli tirnte-puntone (S&T Strut nd Tie) sono utilizzti per l progettzione delle membrture in c.. che non possono essere schemtizzte come solidi

Dettagli

YOGURT. Dosi per. 150 più secondo il. fermenti. eccezionalee. il nostroo lavorare. intestino. forma. Alla fine

YOGURT. Dosi per. 150 più secondo il. fermenti. eccezionalee. il nostroo lavorare. intestino. forma. Alla fine YOGURT FATTO IN CASAA CON YOGURTIERA Lo yogurt ftto in cs è senz ltro un modoo sno per crere un limento eccezionlee per l nostr slute. Ricco di ltticii iut intestino fermenti il nostroo lvorre meglioo

Dettagli

Appunti di Analisi matematica 1. Paolo Acquistapace

Appunti di Analisi matematica 1. Paolo Acquistapace Appunti di Anlisi mtemtic Polo Acquistpce 23 febbrio 205 Indice Numeri 4. Alfbeto greco................................. 4.2 Insiemi..................................... 4.3 Funzioni....................................

Dettagli

EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA

EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA Dispense CHIMICA GENERALE E ORGANICA (STAL) 010/11 Prof. P. Crloni EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA Qundo si prl di rezioni di equilirio dei composti inorgnici, un considerzione prticolre viene rivolt lle

Dettagli

11. Attività svolta dall Agenzia, risorse e aspetti organizzativi

11. Attività svolta dall Agenzia, risorse e aspetti organizzativi 11. Attività svolt dll Agenzi, risorse e spetti orgnizztivi 11.1 Attività istituzionle svolt i sensi dell Deliberzione istitutiv In un vlutzione complessiv delle ttività svolte dll Agenzi i sensi dell

Dettagli

Problemi di massimo e minimo in Geometria Solida Problemi su poliedri. Indice dei problemi risolti

Problemi di massimo e minimo in Geometria Solida Problemi su poliedri. Indice dei problemi risolti Problemi di mssimo e minimo in Geometri olid Problemi su poliedri Indice dei problemi risolti In generle, un problem si riferisce un figur con crtteristice specifice (p.es., il numero dei lti dell bse)

Dettagli

Esercizi sulle serie di Fourier

Esercizi sulle serie di Fourier Esercizi sulle serie di Fourier Corso di Fisic Mtemtic,.. 3- Diprtimento di Mtemtic, Università di Milno Novembre 3 Sviluppo in serie di Fourier (esponenzile) In questi esercizi, si richiede di sviluppre

Dettagli

INTERCONNESSIONE CONNETTIVITÀ

INTERCONNESSIONE CONNETTIVITÀ EMC VMA AX 10K EMC VMAX 10K fornisce e un'rchitettu ur scle-out multi-controlller Tier 1 rele e che nsolidmento ed efficienz. EMC VMAX 10 0K utilizz l stess s grntisce lle ziende con stemi VMAX 20 0K e

Dettagli

Esercizi della 8 lezione sulla Geomeria Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ERCIZI SULL' IPERBOLE

Esercizi della 8 lezione sulla Geomeria Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ERCIZI SULL' IPERBOLE Eserizi dell lezione sull Geomeri Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ES ERCIZI SULL' IPERBOLE ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA. Determinre l equzione dell ironferenz

Dettagli

Metodi d integrazione di Montecarlo

Metodi d integrazione di Montecarlo Metodi d itegrzioe di Motecrlo Simulzioe l termie simulzioe ell su ccezioe scietific h u sigificto diverso dll ccezioe correte. Nell uso ordirio è sioimo si fizioe; ell uso scietifico è sioimo di imitzioe,

Dettagli

MANUALE D USO Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Italiangas

MANUALE D USO Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Italiangas MANUALE D USO Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Italiangas Uso del Manuale Il nuovo Manuale fornisce ai vari settori le indicazioni riguardanti le applicazioni per un uso corretto

Dettagli

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione RELAZIONI E FUNZIONI Relzioni inrie Dti ue insiemi non vuoti e (he possono eventulmente oiniere), si ie relzione tr e un qulsisi legge he ssoi elementi elementi. L insieme A è etto insieme i prtenz. L

Dettagli

MANUALE DI CORRETTO UTILIZZO DEL MARCHIO BORMIO

MANUALE DI CORRETTO UTILIZZO DEL MARCHIO BORMIO MANUALE DI CORRETTO UTILIZZO DEL MARCHIO BORMIO IL MARCHIO COLORI ISTITUZIONALI PANT. COOL GRAY 6 CVP CMYK: 0-0-0-31 RGB: 196-197-198 PANTONE 485 CVP CMYK: 0-95-100-0 RGB: 227-34-25 MARCHIO IN BIANCO/NERO

Dettagli

Fatturiamo. Versione 5. Manuale per l utente. Active Software Corso Italia 149-34170 Gorizia email info@activeweb.it

Fatturiamo. Versione 5. Manuale per l utente. Active Software Corso Italia 149-34170 Gorizia email info@activeweb.it Ftturimo Versione 5 Mnule per l utente Active Softwre Corso Itli 149-34170 Gorizi emil info@ctiveweb.it Se questo documento ppre nell finestr del vostro browser Internet di defult, richimte il comndo Registr

Dettagli

Esempio Data la matrice E estraiamo due minori di ordine 3 differenti:

Esempio Data la matrice E estraiamo due minori di ordine 3 differenti: Minori di un mtrice Si A K m,n, si definisce minore di ordine p con p N, p

Dettagli

LE INTERSEZIONI Dispense didattiche di TOPOGRAFIA

LE INTERSEZIONI Dispense didattiche di TOPOGRAFIA lsse qurt Docente: In. Ntt MODULO I: IL RILIEVO TOOGRFIO UD I: L INQUDRMENTO ON LE RETI - INTERSEZIONI LE INTERSEZIONI Dispense didttiche di TOOGRFI r M unto di ollins O s θ 00 O d O d 00 θ θ ω ' ω θ c'

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010 Corso di ordinmnto - Sssion suppltiv -.s. 9- PROBLEMA ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO SESSIONE SUPPLETIA Tm di: MATEMATICA. s. 9- Dt un circonrnz di cntro O rggio unitrio, si prndno

Dettagli

Epigrafe. Premessa. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 (1).

Epigrafe. Premessa. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 (1). D.Lgs. 29-12-2006 n. 311 Disposizioni correttive ed integrtive l D.Lgs. 19 gosto 2005, n. 192, recnte ttuzione dell direttiv 2002/91/CE, reltiv l rendimento energetico nell'edilizi. Pubblicto nell Gzz.

Dettagli

NOME BUBBICO ROCCO LUIGI CODICE FISCALE

NOME BUBBICO ROCCO LUIGI CODICE FISCALE Riservto ll Poste itline Sp N. Protocollo t di presentzione UNI CONORME AL PROVVEIMENTO AGENZIA ELLE ENTRATE EL 000 E SUCCESSIVI PROVVEIMENTI Periodo d'impost 0 COGNOME COICE ISCALE Informtiv sul trttmento

Dettagli

13. EQUAZIONI ALGEBRICHE

13. EQUAZIONI ALGEBRICHE G. Smmito, A. Bernrdo, Formulrio di mtemti Equzioni lgerihe F. Cimolin, L. Brlett, L. Lussrdi. EQUAZIONI ALGEBRICHE. Prinipi di equivlenz Si die identità un'uguglinz tr due espressioni ontenenti un o più

Dettagli

VERIFICA DI UN CIRCUITO RESISTIVO CONTENENTE PIÙ GENERATORI CON UN TERMINALE COMUNE E SENZA TERMINALE COMUNE.

VERIFICA DI UN CIRCUITO RESISTIVO CONTENENTE PIÙ GENERATORI CON UN TERMINALE COMUNE E SENZA TERMINALE COMUNE. FCA D UN CCUTO SSTO CONTNNT PÙ GNATO CON UN TMNAL COMUN SNZA TMNAL COMUN. Si verifino quttro iruiti on due genertori: genertori on polrità onorde e un terminle omune genertori on polrità disorde e un terminle

Dettagli

GUIDA INCENTIVI all ASSUNZIONE e alla CREAZIONE d IMPRESA AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI

GUIDA INCENTIVI all ASSUNZIONE e alla CREAZIONE d IMPRESA AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI GUIDA ll ASSUNZIONE e ll CREAZIONE d IMPRESA AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI Aggiornt l 31 gennio 2015 PROGRAMMA POT Pinificzione Territorile Opertiv PROGRAMMA POT Pinificzione

Dettagli

Numeri razionali COGNOME... NOME... Classe... Data...

Numeri razionali COGNOME... NOME... Classe... Data... I numeri rzionli Cpitolo Numeri rzionli Verifi per l lsse prim COGNOME............................... NOME............................. Clsse.................................... Dt...............................

Dettagli

Codici bifissi ed insiemi Sturmiani

Codici bifissi ed insiemi Sturmiani Università degli Studi di Plermo Fcoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Lure Specilistic in Mtemtic Codici ifissi ed insiemi Sturmini Studente Frncesco Dolce Reltore Prof. Antonio Restivo Anno Accdemico

Dettagli

Vietata la pubblicazione, la riproduzione e la divulgazione a scopo di lucro.

Vietata la pubblicazione, la riproduzione e la divulgazione a scopo di lucro. Viett l pubbliczione, l riprouzione e l ivulgzione scopo i lucro. GA00001 Qul è l mpiezz ell ngolo che si ottiene ) 95 b) 275 c) 265 ) 5 b sottreno 85 un ngolo giro? GA00002 Due ngoli ll circonferenz che

Dettagli

Grazie. Normativa sulle emissioni dell'epa. Avviso relativo alla garanzia. Servizio "Mercury Premier"

Grazie. Normativa sulle emissioni dell'epa. Avviso relativo alla garanzia. Servizio Mercury Premier Grzie per vere cquistto uno dei migliori motori fuoribordo sul mercto che si rivelerà un ottimo investimento per l nutic d diporto. Il fuoribordo è stto fbbricto d Mercury Mrine, leder internzionle nel

Dettagli

STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW

STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW Cod. 1879.185M STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW Crtteristiche tecniche Corpo in lluminio pressofuso Portello di chiusur vno cblggio/btterie in termoindurente Riflettore in lluminio vernicito binco Diffusore

Dettagli

v999999999 Italià (més grans de 25 anys) Aferrau una etiqueta identificativa Convocatòri a 2015 de codi de barres Model 1

v999999999 Italià (més grans de 25 anys) Aferrau una etiqueta identificativa Convocatòri a 2015 de codi de barres Model 1 Aferru un etiquet identifictiv v999999999 de codi de brres Itlià (més grns de 25 nys) Model 1 Not 1ª Not 2ª Aferru l cpçler d exmen un cop cbt l exercici Puntució: preguntes vertder/fls: 1 punt; preguntes

Dettagli

Sommario GIOVANI... 5 DONNE... 7. iscritti nelle liste. di mobilità IRAP... 24. Basilicataa. Piemontee Sicilia Toscana.

Sommario GIOVANI... 5 DONNE... 7. iscritti nelle liste. di mobilità IRAP... 24. Basilicataa. Piemontee Sicilia Toscana. lle ASSUN ZIONI AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIO NI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALII Guid 2013 PROGRAMMAA POT Pinificzione territorile opertiv Aggiornt l 31 dicembre 20133 Sommrio PRINCIPI GENERALI... 4 GIOVANI...

Dettagli

Carta Regionale dei Servizi Linee guida per l identità visiva

Carta Regionale dei Servizi Linee guida per l identità visiva Carta Regionale dei Servizi Linee guida per l identità visiva Queste linee guida spiegano nel dettaglio con quali regole e modalità l identità visiva della Carta Regionale dei Servizi debba essere rigorosamente

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO IN EUROPA

IL DIRIGENTE SCOLASTICO IN EUROPA n u m e r o m o n o g r f i c o IL DIRIGENTE SCOLASTICO IN EUROPA PREMESSA Nell Comuniczione dell Commissione Europe del 3 luglio 2008, intitolt Migliorre le competenze per il 21 secolo: un ordine del

Dettagli

Come scrivere (correttamente) una tesina per l Esame di Stato sotto il profilo tipografico

Come scrivere (correttamente) una tesina per l Esame di Stato sotto il profilo tipografico Come scrivere (correttamente) una tesina per l Esame di Stato sotto il profilo tipografico Mauro Sacchetto 1 Premessa In via preliminare, sottolineiamo che non è affatto necessario presentare una tesina

Dettagli

4. Trasporto pubblico non di linea: taxi e noleggio con conducente (NCC)

4. Trasporto pubblico non di linea: taxi e noleggio con conducente (NCC) 4. Trsporto pubblico non di line: txi e noleggio con conducente (NCC) L domnd di mobilità dei cittdini incontr un corrispondente offert delle diverse modlità di trsporto, sull bse delle crtteristiche degli

Dettagli

a Crediamo nel concetto di cucina a chilometro zero e nei prodotti di stagione, crediamo nel rispetto dell ambiente e delle tradizioni.

a Crediamo nel concetto di cucina a chilometro zero e nei prodotti di stagione, crediamo nel rispetto dell ambiente e delle tradizioni. Credimo nel concetto di cucin chilometro zero e nei prodotti di stgione, credimo nel rispetto dell mbiente e delle trdizioni. L nostr propost enogstronomic è bst sull riscopert delle ricette più semplici

Dettagli

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI . L'INSIEME DEI NUMERI REALI. I pricipli isiemi di umeri Ripredimo i pricipli isiemi umerici N, l'isieme dei umeri turli 0; ; ; ; ;... L'ide ituitiv di umero turle è ssocit l prolem di cotre e ordire gli

Dettagli

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ, VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ AI FINI IVA

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ, VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ AI FINI IVA Modello 9/11 DIHIRZIONE DI INIZIO TTIVITÀ, VRIZIONE DTI O ESSZIONE TTIVITÀ I FINI IV (IMPRESE INDIVIDULI E LVORTORI UTONOMI) Informativa sul dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del

Dettagli

Il modello relazionale. Il Modello Relazionale. Il modello relazionale. Relazione. Dominio. Esempio

Il modello relazionale. Il Modello Relazionale. Il modello relazionale. Relazione. Dominio. Esempio Il Moello elzionle Proposto E. F. o nel 1970 per vorire l inipenenz ei ti e reso isponiile ome moello logio in DM reli nel 1981 si s sul onetto mtemtio i relzione, questo ornise l moello un se teori he

Dettagli

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso.

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso. I vettor B Un segmento orentto è un segmento su cu è stto fssto un verso B d percorrenz, d verso oppure d verso. A A Il segmento orentto d verso è ndcto con l smolo. Due segment orentt che hnno l stess

Dettagli

Le operazioni fondamentali in N Basic Arithmetic Operations in N

Le operazioni fondamentali in N Basic Arithmetic Operations in N Operzioi fodetli i - 1 Le operzioi fodetli i Bsic Arithetic Opertios i I geerle u operzioe è u procedieto che due o più ueri, dti i u certo ordie e detti terii dell'operzioe, e ssoci u ltro, detto risultto

Dettagli

CONOSCIAMO LE NORME SULLA SICUREZZA E SUL DIRITTO D AUTORE

CONOSCIAMO LE NORME SULLA SICUREZZA E SUL DIRITTO D AUTORE Conosimo le norme sull siurezz e sul iritto utore Unità 7 UNITÀ DIDATTICA 7 CONOSCIAMO LE NORME SULLA SICUREZZA E SUL DIRITTO D AUTORE IN QUESTA UNITÀ IMPAREREMO... onosere le norme he regolno il iritto

Dettagli

LA PREVISIONE DELLE TEMPERATURE MINIME IN TEMPO REALE:

LA PREVISIONE DELLE TEMPERATURE MINIME IN TEMPO REALE: LA PREVISIONE DELLE TEMPERATURE MINIME IN TEMPO REALE: DAI MODELLI TRADIZIONALI AI NUOVI APPROCCI REAL-TIME TEMPERATURE MINIMUM PREDICTION: FROM TRADITIONAL MODELS TO NEW APPROACHES Stefno Dll Nor 1, Emnuele

Dettagli

ESERCITAZIONI. I. 1)Una coppia ha già due figlie. Se pianificassero di avere 6 figli, con quale probabilità avranno una famiglia di tutte figlie?

ESERCITAZIONI. I. 1)Una coppia ha già due figlie. Se pianificassero di avere 6 figli, con quale probabilità avranno una famiglia di tutte figlie? ESERCITZIONI. I 1)Un coppi h già due figlie. Se pinificssero di vere 6 figli, con qule probbilità vrnno un fmigli di tutte figlie? ) 1/4 b)1/8 c)1/16 d)1/32 e)1/64 2)In un fmigli con 3 bmbini, qul e l

Dettagli

MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI

MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI DEFINIZIONE: Due mtici qudte A e B, dello stesso odine n, si dicono simili se esiste un mtice non singole S, tle che isulti: B S A S L mtice S si chim nche mtice

Dettagli

ALLA RICERCA DI UNA DIDATTICA ALTERNATIVA THE SQUARE VISUAL LEARNING PROGETTO VINCITORE LABEL EUROPEO 2009 SETTORE FORMAZIONE

ALLA RICERCA DI UNA DIDATTICA ALTERNATIVA THE SQUARE VISUAL LEARNING PROGETTO VINCITORE LABEL EUROPEO 2009 SETTORE FORMAZIONE LL RICERC DI UN DIDTTIC LTERNTIV THE SQURE VISUL LERNING PROGETTO VINCITORE LBEL EUROPEO 2009 SETTORE FORMZIONE L utilizzo di: mappe concettuali intelligenti evita la frammentazione, gli incastri illogici

Dettagli

Biblioteca Tecnica Knauf 05/2006. L acustica con Knauf. Soluzioni tecniche per l edilizia civile e industriale

Biblioteca Tecnica Knauf 05/2006. L acustica con Knauf. Soluzioni tecniche per l edilizia civile e industriale Biliotec Tecnic Knuf 05/2006 L cutic con Knuf Indice 1. Introduzione...4 2. Suoni e rumori...5 Glorio...5 Rumori erei...5 Rumori impttivi...6 Tempo di rivererzione (T60)...6 Fonoiolmento e fonoorimento...7

Dettagli

Domanda di pagamento dei ratei di pensione maturati e non riscossi - 1/7

Domanda di pagamento dei ratei di pensione maturati e non riscossi - 1/7 Istituto Nazionale Previdenza Sociale PR O TOC OL L O COD. P23 maturati e non riscossi - 1/7 Questi moduli vanno utilizzati da tutti gli eredi di un pensionato, in assenza del coniuge. Se esistono più

Dettagli

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE Le apparecchiature di questa serie, sono frutto di una lunga esperienza maturata nel settore dei gruppi di continuità oltre che in questo specifico. La tecnologia on-line doppia conversione, assicura la

Dettagli

PERDITE SU CREDITI E SVALUTAZIONE CREDITI

PERDITE SU CREDITI E SVALUTAZIONE CREDITI PERDITE SU CREDITI E SVALUTAZIONE CREDITI Codice civile: I crediti devono essere iscritti secondo il vlore presumibile di relizzzione; quindi già l netto dell svlutzione derivnte dl monitorggio di ciscun

Dettagli

Famiglie di font. roman ( normale ) corsivo o italic grassetto o bold grassetto corsivo o bold italic

Famiglie di font. roman ( normale ) corsivo o italic grassetto o bold grassetto corsivo o bold italic Famiglie di font Nella maggior parte dei casi, un font appartiene a una famiglia I font della stessa famiglia hanno lo stesso stile grafico, ma presentano varianti Le varianti più comuni sono: roman (

Dettagli

SCHEDA TECNICA PRODOTTO PUBBLICAZIONE INFORMATIVA NO PROFIT

SCHEDA TECNICA PRODOTTO PUBBLICAZIONE INFORMATIVA NO PROFIT SCHEDA TECNICA PRODOTTO PUBBLICAZIONE INFORMATIVA NO PROFIT APRILE 2011 INDICE INDICE... 2 DOCUMENTI CITATI... 3 1 CARATTERISTICHE GENERALI... 3 1.1 OBIETTIVI DI QUALITÀ... 3 1.2 PREREQUISITI DI AMMISSIBILITÀ...

Dettagli

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico-

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- PREMESSA... 3 1. CARATTERISTICHE FISICHE DELLE TS-CNS... 3 1.1. Fronte TS-CNS

Dettagli

I radicali 1. Claudio CANCELLI (www.claudiocancelli.it)

I radicali 1. Claudio CANCELLI (www.claudiocancelli.it) I rdicli Cludio CANCELLI (www.cludioccelli.it) Ed..0 www.cludioccelli.it Dec. 0 I rdicli INDICE DEI CONTENUTI. I RADICALI... INDICE DI RADICE PARI...4 INDICE DI RADICE DISPARI...5 RADICALI SIMILI...6 PROPRIETA

Dettagli

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' '

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' ' LINGUAGGICREATIVITA ESPRESSIONE 3 4ANNI 5ANNI Mniplrmtrilidivritipin finlizzt. Fmilirizzrindivrtntcnil cmputr Ricnsclmntidl mnd/rtificilcglindn diffrnzprfrmmtrili Distingugliggttinturlidqulli rtificili.

Dettagli

ELETTROMAGNETI IBK Elettromagneti per l automazione flessibile

ELETTROMAGNETI IBK Elettromagneti per l automazione flessibile INDUCTIVE COMPONENTS I 0 I 0 IBK ELETTROMAGNETI IBK Elettomneti e l utomzione flessibile Ctloo eli elettomneti IBK e l zionmento ei sistemi oscillnti Eizione Mio 2004 www.eoitli.it/ootti/feee.tml Elettomneti

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

Guida sull utilizzo del logo

Guida sull utilizzo del logo Centro di Servizio per il Volontariato della provincia di Vicenza http://www.csv-vicenza.org 2011 Perché questa Guida? La Guida fornisce indicazioni sull utilizzo del logo del CSV di Vicenza al fine di

Dettagli

SCHEDA TECNICA PRODOTTO PROMOZIONE NO PROFIT

SCHEDA TECNICA PRODOTTO PROMOZIONE NO PROFIT SCHEDA TECNICA PRODOTTO PROMOZIONE NO PROFIT LUGLIO 2012 INDICE DOCUMENTI CITATI... 3 1 CARATTERISTICHE GENERALI... 3 1.1 OBIETTIVI DI QUALITÀ... 3 1.2 PREREQUISITI DI AMMISSIBILITÀ... 3 1.3 REGIMI TARIFFARI...

Dettagli

ISTRUZIONI OPERATIVE PER GLI INTERVENTI SULLE TARIFFE INCENTIVANTI RELATIVE AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI ai sensi dell art. 26 della Legge 116/2014

ISTRUZIONI OPERATIVE PER GLI INTERVENTI SULLE TARIFFE INCENTIVANTI RELATIVE AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI ai sensi dell art. 26 della Legge 116/2014 ISTRUZIONI OPERATIVE PER GLI INTERVENTI SULLE TARIFFE INCENTIVANTI RELATIVE AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI i sensi dell rt. 26 dell Legge 116/2014 (c.d. Legge Copetitività ) Ro, 3 novebre 2014 Indice 1. Contesto

Dettagli

Scegli il Totem. La forza di Tòco sta nella continuità.

Scegli il Totem. La forza di Tòco sta nella continuità. Studio Le tue aspettative, il nostro Totem. Nella tradizione indigena il tucano rappresenta la guida per la comunicazione tra la realtà ed il mondo dei sogni. Per Tòco è il simbolo della comunicazione

Dettagli

Prodotti tecnicamente evoluti

Prodotti tecnicamente evoluti Tavoli&sedie Prodotti tecnicamente evoluti Tavoli & Sedie La collezione Point tavoli & sedie realizzata per Mondo Convenienza raggruppa una famiglia di prodotti adatti per la casa, spazi per l ufficio

Dettagli

Guida all'utilizzo del sito Umbriainfo.com

Guida all'utilizzo del sito Umbriainfo.com Pagina 1 di 7 Guida all'utilizzo del sito ha una nuova interfaccia grafica per semplificare la navigazione ed avere tutto a portata di mano. Innanzi tutto abbiamo diviso graficamente la Home Page in s

Dettagli

IL LIBRO DI MORMON UN ALTRO TESTAMENTO DI GESÙ CRISTO

IL LIBRO DI MORMON UN ALTRO TESTAMENTO DI GESÙ CRISTO IL LIBRO DI MORMON UN ALTRO TESTAMENTO DI GESÙ CRISTO IL LIBRO DI MORMON UN ALTRO TESTAMENTO DI GESÙ CRISTO IL Libro di Mormon RACCONTO SCRITTO SU TAVOLE PER MANO DI MORMON TRATTO DALLE TAVOLE DI NEFI

Dettagli

Lo spreco alimentare: cause, impatti e proposte

Lo spreco alimentare: cause, impatti e proposte Lo spreco alimentare: cause, impatti e proposte LA VISIONE DEL BARILLA CENTER FOR FOOD & NUTRITION Il Il Barilla Center for Food & Nutrition (BCFN) è un centro di di analisi e proposte dall approccio multidisciplinare

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

L ELLISSOIDE TERRESTRE

L ELLISSOIDE TERRESTRE L ELLISSOIDE TERRESTRE Fin dll scond mtà dl XVII scolo (su propost di Nwton) l suprfici più dtt ssr ssunt com suprfici di rifrimnto pr l Trr è stt individut in un ELLISSOIDE DI ROTAZIONE. E l suprfici

Dettagli

LA MISURAZIONE DEL CARATTERE

LA MISURAZIONE DEL CARATTERE TPO PROGETTAZIONE UD 03 GESTIONE DEL CARATTERE IL TIPOMETRO LA MISURAZIONE DEL CARATTERE A.F. 2011/2012 MASSIMO FRANCESCHINI - SILVIA CAVARZERE 1 IL TIPOMETRO: PARTI FONDAMENTALI Il tipometro è uno strumento

Dettagli

Momento di una forza rispettto ad un punto

Momento di una forza rispettto ad un punto Momento di un fo ispettto d un punto Rihimimo lune delle definiioni e popietà sui vettoi già disusse ll iniio del oso Podotto vettoile: ϑ ϑ sin sin θ Il vettoe è dietto lungo l pependiole l pino individuto

Dettagli

APPROFONDIMENTI SUI NUMERI

APPROFONDIMENTI SUI NUMERI APPROFONDIMENTI SUI NUMERI. Il sistem di umerzioe deimle Be presto, ll operzioe turle del otre, si è ggiut l esigez di «rppresetre» i umeri. I sistemi di umerzioe possiili soo molti; per or i limitimo

Dettagli

4. Qual è il requisito principale per la saldatura di acciai a basso contenuto di carbonio (acciai dolci)?

4. Qual è il requisito principale per la saldatura di acciai a basso contenuto di carbonio (acciai dolci)? 1. Qule ei metoi ell eleno è ppliile ll ossizione ell iio? Menio Iniezione Chimio A sintill 2. Qule elle seguenti frsi rigur l punzontur? È un lvorzione lo he non inue grne eformzione el pezzo È un lvorzione

Dettagli

5.2. Pipetta. 2: Lo strumento di luce/ombra

5.2. Pipetta. 2: Lo strumento di luce/ombra 2: Lo strumento di luce/ombra Scostamento Luce a «0%» e Ombra a «100%» Con lo strumento di luce/ombra possono essere fissati il punto più chiaro, il punto medio e quello più scuro dell immagine. Sotto

Dettagli

a) Dopo che avrò dormito starò meglio

a) Dopo che avrò dormito starò meglio SA00001 Qul è il complemento predictivo del soggetto nell frse: Mrio scoltv silenzioso, ffscinto dlle prole del professore? SA00002 Qule delle seguenti frsi contiene un predicto SA00003 Qul è l ttributo

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli