Disposizioni a tutela e sostegno della maternità e della paternità dei genitori lavoratori

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Disposizioni a tutela e sostegno della maternità e della paternità dei genitori lavoratori"

Transcript

1 02 isposizioni a tutela e sostegno della maternità e della paternità dei genitori lavoratori Introduzione Se il d.lgs.626/94 si occupa di regolare la tutela della salute e la sicurezza dei lavoratori e delle lavoratrici durante tutto l arco del tempo lavorativo, per il periodo della maternità e per la tutela della lavoratricemadre è stato redatto uno specifico testo normativo: il d.lgs.151/2001. L obiettivo del decreto è molto ampio (comprendendo anche i diritti della paternità) e si occupa, non solo della tutela della salute e sicurezza sul lavoro per le lavoratrici gestanti e puerpere, ma anche del loro sostegno, ovvero di tutta la regolazione dei congedi, anche per il tempo post-parto. Il recente ecreto del 12 luglio 2007 ha esteso tali tutele alle lavoratrici a progetto e categorie assimilate iscritte alla gestione separata. Obblighi del datore di lavoro Si prevedono precisi obblighi a carico del datore di lavoro al fine di tutelare la salute e la sicurezza della lavoratrice-madre per tutto il periodo relativo alla gravidanza e fino a 7 mesi di età del figlio. Tale tutela è prevista anche per le lavoratrici madri che hanno ricevuto bambini in adozione e affidamento, fino al compimento dei sette anni di età: non adibire al lavoro la lavoratrice-madre durante i due mesi precedenti la data (presunta) del parto e durante i tre mesi dopo il parto, salvo che su richiesta dell interessata il medico attesti che non ostino ragioni di salute tali da posticipare 1 mese prima della data presunta del parto; non adibire alle attività, come il trasporto, il sollevamento di pesi o i lavori pericolosi, faticosi ed insalubri la lavoratrice madre. Si precisa inoltre che riguardo al trasporto si intende sia a braccia e a spalle, sia con carretti a ruote su strada o su guida; mentre riguardo al sollevamento di pesi, tutti, compreso il carico e scarico e ogni altra operazione connessa. I lavori pericolosi, faticosi ed insalubri sono invece espressi puntualmente nell elenco esaustivo previsto dall llegato del d.lgs.151/2001; valutare i rischi (VdR) per la salute e sicurezza delle lavoratrici-madri e valutare in particolare i rischi di esposizione ad agenti fisici, chimici o biologici, processi o condizioni di lavoro previsti (rif. allegato d.lgs. 151/2001). Qualora i risultati della valutazione dei rischi rivelino un rischio per la sicurezza e la salute della lavoratrice, il datore di lavoro adotterà le misure necessarie affinchè l esposizione al rischio della lavoratrice sia evitata, modificandone temporaneamente le condizioni o l orario di lavoro. Nel caso motivi di natura organizzativa e produttiva impediscano di intervenire in tal senso, scatta per il datore di lavoro l obbligo di adibire la lavoratrice ad altre mansioni anche inferiori, mantenendo qualifica e retribuzione. Se anche questa soluzione non è praticabile si dovrà provvedere attivando la procedura di astensione anticipata del periodo di astensione obbligatoria; informare le lavoratrici sui risultati della valutazione dei rischi e sulle misure adottate per prevenzione e protezione. L informazione è prevista in forma obbligatoria anche nei riguardi del Rappresentate dei Lavoratori per la Sicurezza; ELENO EI LVORI FTIOSI, PERIOLOSI E INSLURI I UI LL RT. 7 d.lgs. 151/2001 (allegato ) ) quelli previsti dal d.lgs 4 agosto 1999, n. 345 e dal decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 262; ) quelli indicati nella tabella allegata al PR 19 marzo 1956, n. 303, per i quali vige l obbligo delle visite mediche preventive e periodiche: durante la gestazione e per 7 mesi dopo il parto; ) quelli che espongono alla silicosi e all asbestosi, nonché alle altre malattie professionali di cui agli allegati 4 e 5 al PR 30 giugno 1965, n. 1124, e successive modificazioni: durante la gestazione e fino a 7 mesi dopo il parto; ) i lavori che comportano l esposizione alle radiazioni ionizzanti: durante la gestazione e per 7 mesi dopo il parto; E) i lavori su scale ed impalcature mobili e fisse: durante la gestazione e fino al termine del periodo di interdizione dal lavoro; scheda 02 1/6

2 F) i lavori di manovalanza pesante: durante la gestazione e fino al termine del periodo di interdizione dal lavoro; G) i lavori che comportano una stazione in piedi per più di metà dell orario o che obbligano ad una posizione particolarmente affaticante, durante la gestazione e fino al termine del periodo di interdizione dal lavoro; H) i lavori con macchina mossa a pedale, o comandata a pedale, quando il ritmo del movimento sia frequente, o esiga un notevole sforzo: durante la gestazione e fino al termine del periodo di interdizione dal lavoro; 20 Kg i) i lavori con macchine scuotenti o con utensili che trasmettono intense vibrazioni: durante la gestazione e fino al termine del periodo di interdizione dal lavoro; L) i lavori di assistenza e cura degli infermi nei sanatori e nei reparti per malattie infettive e per malattie nervose e mentali: durante la gestazione e per 7 mesi dopo il parto; M) i lavori agricoli che implicano la manipolazione e l uso di sostanze tossiche o altrimenti nocive nella concimazione del terreno e nella cura del bestiame: durante la gestazione e per 7 mesi dopo il parto; N) i lavori di monda e trapianto del riso: durante la gestazione e fino al termine del periodo di interdizione dal lavoro; O) i lavori a bordo delle navi, degli aerei, dei treni, dei pullman e di ogni altro mezzo di comunicazione in moto: durante la gestazione e fino al termine del periodo di interdizione dal lavoro. ELENO NON ESURIENTE I GENTI E ONIZIONI I LVORO I UI LL RT. 7 d.lgs. 151/2001 (allegato ) ) Lavoratrici gestanti di cui all art. 6 del testo unico. 1. genti: a) agenti fisici: lavoro in atmosfera di sovrapressione elevata, ad esempio in camere sotto pressione, immersione subacquea; b) agenti biologici: toxoplasma; virus della rosolia, a meno che sussista la prova che la lavoratrice e sufficientemente protetta contro questi agenti dal suo stato di immunizzazione; c) agenti chimici: piombo e suoi derivati, nella misura in cui questi agenti possono essere assorbiti dall organismo umano. 2. ondizioni di lavoro: lavori sotterranei di carattere minerario. ) Lavoratrici in periodo successivo al parto di cui all art. 6 del testo unico. 1. genti: d) agenti chimici: piombo e suoi derivati, nella misura in cui tali agenti possono essere assorbiti dall organismo umano. 2. ondizioni di lavoro: lavori sotterranei di carattere minerario. non adibire a lavori pericolosi, faticosi ed insalubri che comportino per la lavoratrice-madre il rischio di esposizione ad agenti e a condizioni di lavoro previste; non far lavorare nella fascia oraria dalle ore 24 alle ore 6 (lavoro notturno), le lavoratrici in stato di gravidanza fino al compimento di un anno di età del figlio; la lavoratrice ha inoltre facoltà di chiedere di essere dispensata dal lavoro notturno 1. fino al compimento del 12 anno di età del figlio, se unico genitore affidatario e convivente 2. fino ai 3 anni di età Il datore di lavoro, inoltre, dopo aver esaminato le lavorazioni a totale esclusione, deve: rispettare l eventuale estensione del divieto al lavoro della lavoratrice madre decretato dagli Ispettori del lavoro su loro diretta valutazione in costanza di attività di vigilanza o a seguito di richiesta da parte della lavoratrice nel caso il lavoro svolto, per lo stato avanzato della gravidanza, risulti gravoso o pregiudizievole. L astensione è di tre mesi precedenti la data presunta del parto. Il servizio ispettivo del Ministero del lavoro può comunque disporre, sulla base di accertamento medico, l interdizione dal lavoro per uno o più periodi. scheda 02 2/6

3 overi delle lavoratrici gestanti e madri La lavoratrice è tenuta a: informare il datore di lavoro del proprio stato di gravidanza, appena ne abbia avuto certezza tramite certificato medico indicante la data presunta del parto ed il mese di gestazione; astenersi dal lavoro per la durata dei due mesi precedenti la data presunta del parto e durante i tre mesi dopo il parto (congedo di maternità); presentare istanza di astensione anticipata dal lavoro quando il lavoro che svolge, per lo stato avanzato della gravidanza, risulta gravoso o pregiudizievole (gravidanza a rischio). Vedasi al riguardo quanto descritto al corrispondente punto tra gli obblighi del datore di lavoro; presentare istanza di essere adibita ad altra mansione quando si accerti che l organizzazione, le condizioni di lavoro o ambientali del lavoro abituale sono pregiudizievoli alla sua salute di lavoratrice-madre. Tale decisione può anche essere promossa d ufficio in costanza di attività di vigilanza sul posto di lavoro da parte degli Ispettori del lavoro; comunicare all Inps, per le lavoratrici del settore privato, prima dell inizio del periodo di divieto di lavoro, la data presunta del parto, fornendo documentazione medica. Il certificato di nascita, o una dichiarazione sostitutiva, invece, dovrà essere presentato all istituto entro 30 gg. dalla data della nascita; presentare al datore di lavoro specifica domanda e successiva documentazione giustificativa al fine di poter fruire dei permessi retribuiti per i controlli sanitari prenatali. iritti delle lavoratrici gestanti e madri Una volta effettuato quanto in precedenza indicato, la lavoratrice avrà diritto a: permessi retribuiti per svolgere esami prenatali, accertamenti clinici, visite mediche specialistiche, che non sia possibile svolgere fuori dall orario di lavoro; assistenza sanitaria e ospedaliera garantita dal Servizio Sanitario Nazionale; è prevista per il tempo di gravidanza, la possibilità di utilizzare anche strutture sanitarie pubbliche o convenzionate non dovendo affrontare costi relativi alle prestazioni erogate; indennità giornaliera pari all 80% della retribuzione relativa a tutto il periodo del congedo di maternità; godere del congedo di maternità, previa richiesta, nel caso abbia adottato un figlio o lo abbia ricevuto in affidamento e questi abbia un età non superiore ai sei anni; a condizione che il medico dell SL e il medico competente attestino che tale posticipazione non comporti pregiudizio alla salute della madre e del nascituro, è possibile ridurre ad un mese il tempo di astensione dal lavoro precedente alla data presunta del parto per poi utilizzare, nel periodo post-parto, quattro mesi di congedo; periodi di riposo giornalieri, anche cumulabili (cosiddetto allattamento), tutto il primo anno di vita del bambino. I riposi sono: 2 di 1 ora ciascuno quando l orario giornaliero sia uguale o superiore a 6 ore; 1 di 1 ora quando l orario giornaliero sia inferiore a 6 ore. I suddetti riposi sono raddoppiati e le ore aggiuntive sono fruibili anche dal padre in caso di parto plurimo; scheda 02 3/6

4 conservare il posto di lavoro, rientrare nella stessa unità produttiva o in altra situata nello stesso comune e svolgere la stessa mansione o equivalente che svolgeva prima del periodo di gravidanza, salvo espressa rinuncia. Tale diritto si estende fino al compimento di un anno di età del figlio; non essere licenziata, salvo: giusta causa cessazione attività aziendale o di reparto fine contratto a termine mancato superamento del periodo di prova, dall inizio del periodo di gravidanza fino al termine dei periodi di interdizione dal lavoro, e comunque fino al compimento di un anno di età del figlio (o per sua malattia); scegliere se prestare lavoro notturno fino al compimento dei tre anni del figlio o nel caso di figlio in affidamento quando la lavoratrice madre sia l unico genitore affidatario di un figlio convivente di età inferiore ai dodici anni; rispettare l istanza della lavoratrice madre di essere adibita ad altra mansione quando si accerti che le condizioni di lavoro o ambientali nel quale è tenuta a svolgere il suo abituale lavoro sono pregiudizievoli alla sua salute di lavoratrice-madre ed a quella del figlio. Tale decisione può anche essere promossa d ufficio in costanza di attività di vigilanza sul posto di lavoro da parte degli Ispettori del lavoro. I congedi di paternità Nel caso il lavoratore padre si trovi in condizione in cui per causa di morte o di grave infermità della madre del figlio nascituro, abbandono, affidamento a lui esclusivo del bambino e intenda astenersi dal lavoro per tutta la durata del congedo di maternità o per la parte non goduta di questo dalla lavoratrice madre, deve: informare il datore di lavoro presentando la certificazione relativa alla propria specifica situazione; astenersi dal lavoro per una durata pari a tre mesi dopo la nascita del bambino. dempiute tutte le procedure previste a carico del padre-lavoratore, lui avrà diritto a: indennità giornaliera pari all 80% della retribuzione relativa a tutto il periodo del congedo di paternità. La retribuzione è intesa quella media globale giornaliera relativa al mese precedente a quello nel quale ha avuto inizio il congedo; godere del congedo di paternità, previa richiesta, nel caso abbia adottato un figlio o lo abbia ricevuto in affidamento e questi abbia un età non superiore ai sei anni, e che però non sia già stato chiesto dalla lavoratrice-madre; periodi di riposo giornalieri, anche cumulabili, della stessa durata di quelli previsti per la lavoratricemadre, durante tutto il primo anno di vita del bambino nel caso in cui il figlio/i siano stati affidati solamente al padre o in alternativa alla madre, ma che non ne intenda usufruire (nel qual caso occorre specifica dichiarazione del datore di lavoro), in caso di decesso o di grave infermità della madre. Tali disposizioni sono previste anche in caso di adozione. E previsto un prolungamento del periodo dei riposi fino al 3 anno di età del bambino quando sia affetto da handicap grave; scegliere se prestare lavoro notturno fino al compimento dei tre anni del figlio convivente o nel caso di figlio in affidamento di età inferiore ai dodici anni di unico genitore affidatario; non essere licenziato, durante il periodo di durata del congedo di paternità fino al compimento di un anno di età del figlio. Pari tutela è prevista per i casi di adozione e di affidamento fino ad un anno dall entrata nella famiglia. La tutela non si estende nei casi di: 1. colpa grave da parte del lavoratore; 2. cessazione dell attività dell azienda; 3. termine della prestazione per la quale è stato assunto o per la risoluzione del rapporto di lavoro per scadenza termini; 4. esito negativo della prova. scheda 02 4/6

5 Questionario di verifica Selezionare la risposta corretta fra le alternative presentate. La risposta corretta è una sola. 1) Quali sono gli obblighi del datore di lavoro in materia di tutela e di sostegno della maternità e della paternità? Tutelare la salute e sicurezza sul lavoro per le lavoratrici madri per tutto il periodo relativo alla gravidanza e fino a 7 mesi di età del figlio; inoltre non adibire al lavoro la lavoratrice madre durante i due mesi precedenti la data (presunta) del parto e durante i tre mesi dopo il parto. Rispettare l estensione del divieto al lavoro della lavoratrice madre decretato dagli Ispettori del lavoro su loro diretta valutazione in costanza di attività di vigilanza o a seguito di richiesta da parte della lavoratrice nel caso il lavoro svolto, per lo stato avanzato della gravidanza, risulti gravoso o pregiudizievole. Non far lavorare nella fascia oraria dalle ore 24 alle ore 6 (lavoro notturno). Non adibire alle attività, come il trasporto, il sollevamento di pesi o i lavori pericolosi, faticosi ed insalubri la lavoratrice madre; e/o comunque a lavori pericolosi. Effettuare tutto quanto indicato nelle risposte a) b) c) ed inoltre rispettare l istanza della lavoratrice madre di essere adibita ad altra mansione quando si accerti che le condizioni di lavoro o ambientali nel quale è tenuta a svolgere il suo abituale lavoro sono pregiudizievoli alla sua salute di lavoratrice madre. 2) Quali sono i principali doveri della lavoratrice gestante nei confronti del datore di lavoro? La lavoratrice madre è tenuta ad informare il datore di lavoro del proprio stato di gravidanza, appena ne abbia avuto certezza tramite certificato medico indicante la data presunta del parto, astenersi dal lavoro per la durata dei due mesi precedenti la data presunta del parto e durante i tre mesi dopo il parto. Presentare istanza di astensione anticipata dal lavoro quando il lavoro che svolge, per lo stato avanzato della gravidanza, risulta gravoso o pregiudizievole (gravidanza a rischio). Presentare istanza di essere adibita ad altra mansione quando si accerti che l organizzazione, le condizioni di lavoro o ambientali nel quale è tenuta a svolgere il suo abituale lavoro sono pregiudizievoli alla sua salute di lavoratrice madre ed infine presentare al datore di lavoro specifica domanda e successiva documentazione giustificativa al fine di poter fruire dei permessi retribuiti per i controlli sanitari prenatali. Non ha nessun obbligo. Ha solo l obbligo di comunicare al datore di lavoro il suo stato appena ne abbia avuto certezza tramite certificato medico indicante la data presunta del parto. Ha solo l obbligo di comunicare al datore di lavoro il suo stato appena ne abbia avuto certezza tramite certificato medico indicante la data presunta del parto e di conseguenza iniziare il periodo di astensione dal lavoro in ogni caso; in alternativa presentare istanza di essere adibita ad altra mansione quando si accerti che l organizzazione, le condizioni di lavoro o ambientali nel quale è tenuta a svolgere il suo abituale lavoro sono pregiudizievoli alla sua salute di lavoratrice madre. 3) In caso di adozione o affidamento una lavoratrice gestante ha diritto al congedo di maternità? Sì, in ogni caso. No, in quanto non si tratta di gravidanza che compromette la sicurezza della salute della madre o del figlio. Sì ma solo in casi di salute precaria del bambino adottato e/o in affidamento. Sì, previa richiesta, e comunque se il figlio adottato o avuto in affidamento abbia un età non superiore ai sei anni. scheda 02 5/6

6 4) È possibile ridurre ad un mese il tempo di astensione dal lavoro precedente alla data presunta del parto per poi utilizzare, nel periodo post-parto, quattro mesi di congedo? Mai. condizione che il medico dell SL e il medico competente attestino che tale anticipazione non comporti pregiudizio alla salute della madre e del nascituro. discrezione del datore di lavoro in base alle necessità del processo produttivo. Solo nei casi in cui il figlio sia adottato o avuto in affidamento ed abbia un età non superiore ai sei anni. 5) Una lavoratrice gestante può effettuare turni notturni? Sì a condizione che il medico dell SL e il medico competente attestino che questo non comporti pregiudizio alla salute della madre e del nascituro. No, il datore di lavoro non fa lavorare nella fascia oraria dalle ore 24 alle ore 6 (lavoro notturno), le lavoratrici in stato di gravidanza fino al compimento di un anno di età del figlio. Sì, ma solo nel periodo post parto. Sì, sentita la disponibilità della lavoratrice in stato di gravidanza. scheda 02 6/6

ISTITUTO COLOMBO LAVORATRICI IN STATO DI GRAVIDANZA TORRE DEL GRECO NA

ISTITUTO COLOMBO LAVORATRICI IN STATO DI GRAVIDANZA TORRE DEL GRECO NA ISTITUTO COLOMBO LAVORATRICI IN STATO DI GRAVIDANZA (redatto ai sensi del D.Lgs 81/2008 ) TORRE DEL GRECO NA Riferimenti normativi D. Lgs. n. 151 del 26 marzo 2001: Testo unico delle disposizioni legislative

Dettagli

Dal citato documento risulta che, relativamente alle mansioni svolte dalla Sig.ra e precisamente (dettagliare mansioni svolte e orario giornaliero)

Dal citato documento risulta che, relativamente alle mansioni svolte dalla Sig.ra e precisamente (dettagliare mansioni svolte e orario giornaliero) Dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà ai fini della richiesta di astensione anticipata di maternità o di post partum per mansioni e condizioni di lavoro a rischio ai sensi dell art. 17, lett.

Dettagli

WOMEN IN CHANGE Modena, 27 marzo 2010

WOMEN IN CHANGE Modena, 27 marzo 2010 WOMEN IN CHANGE Modena, 27 marzo 2010 LEGISLAZIONE E NORMATIVE IN MATERIA DI TUTELA E SOSTEGNO DELLA MATERNITA E DELLA PATERNITA IL PUNTO DI VISTA DEL MEDICO DEL LAVORO AUSL di Bologna e Imola Dipartimento

Dettagli

LAVORATRICI GESTANTI E PUERPERE

LAVORATRICI GESTANTI E PUERPERE LAVORATRICI GESTANTI E PUERPERE D I S P E N S A M O N O G R A F I C A Sommario 1. Fonti normative 2. Tutela delle lavoratrici madri in genere 3. Divieto di adibire le lavoratrici a lavori gravosi o pregiudizievoli

Dettagli

VALUTAZIONE DEI RISCHI DELLA MATERNITÀ E PROCEDURA PER LA GESTIONE IN SICUREZZA

VALUTAZIONE DEI RISCHI DELLA MATERNITÀ E PROCEDURA PER LA GESTIONE IN SICUREZZA VALUTAZIONE DEI RISCHI DELLA MATERNITÀ E PROCEDURA PER LA GESTIONE IN SICUREZZA INDICE 1 SCOPO 2 2 APPLICABILITA E DECORRENZA.. 2 3 ANALISI DEI RISCHI... 3 4 SINTESI DEI RISCHI 3 5 DOCUMENTAZIONE 7 Pagina

Dettagli

Oggetto: NOTA INFORMATIVA PER LA TUTELA DELLA LAVORATRICE MADRE

Oggetto: NOTA INFORMATIVA PER LA TUTELA DELLA LAVORATRICE MADRE Dott.ssa laura Marcellini Medico Chirurgo Specialista in Medicina del Lavoro Via Franco Becci 14, 00139-Roma Cel. 347886499 Alla cortese attenzione di: Datore di Lavoro Servizio di Prevenzione e Protezione

Dettagli

VALUTAZIONE DEI RISCHI DELLE LAVORATRICI MADRI

VALUTAZIONE DEI RISCHI DELLE LAVORATRICI MADRI ISTITUTO COMPRENSIVO PERUGIA 6 Via dell Armonia, 77 06132 PERUGIA Tel. 075 774129 Fa 075 774688 e mail: pgic867009@istruzione.it Codice Fiscale 94152400548 Codice Meccanografico: PGIC867009 VALUTAZIONE

Dettagli

Torino, 26/11/2014 Alle docenti al personale ATA al RLS

Torino, 26/11/2014 Alle docenti al personale ATA al RLS Circolare interna personale docente n. 92 Torino, 26/11/2014 Alle docenti al personale ATA al RLS OGGETTO: informativa relativa alla sicurezza delle lavoratrici gestanti, puerpere o in periodo di allattamento

Dettagli

Progetto Labor - Linea 4 Emersì Sicurezza nei luoghi di lavoro ed Emersione del lavoro irregolare

Progetto Labor - Linea 4 Emersì Sicurezza nei luoghi di lavoro ed Emersione del lavoro irregolare Progetto Labor - Linea 4 Emersì Sicurezza nei luoghi di lavoro ed Emersione del lavoro irregolare Prevenzione e promozione della sicurezza Tutela della maternità e della paternità 1 LA TUTELA DELLA MATERNITA

Dettagli

MATERNITA E PATERNITA. Le fonti del diritto: Leggi, circolari e contratto Disposizioni Modulistica

MATERNITA E PATERNITA. Le fonti del diritto: Leggi, circolari e contratto Disposizioni Modulistica MATERNITA E PATERNITA Le fonti del diritto: Leggi, circolari e contratto Disposizioni Modulistica LEGGI e CIRCOLARI D.lgs. 151/2001 http://www.slp-cisl.it/elementi/testo%20unico%20maternità%20e%20paternità.pdf

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA DIREZIONE AMMINISTRATIVA Servizio Statuto e Regolamenti DECRETO Rep. n. 3711-2010 - Prot. n. 75119 Anno 2010 Tit. I Cl. 3 Fasc. 7 Oggetto: Regolamento per la frequenza

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale di San Daniele del Friuli

Istituto Comprensivo Statale di San Daniele del Friuli Ist. Comprensivo di San Daniele" del Friuli VALUTAZIONE LAVORATRICI MADRI Rev 01 del 01/09/2012 Pagina 1 di 7 Istituto Comprensivo Statale di San Daniele del Friuli Sede Legale - Via Kennedy, 11-33038

Dettagli

MATERNITÀ E CONGEDI. A cura di Monica Lattanzi (Coordinatrice Uffici Vertenze CISL USR Emilia Romagna)

MATERNITÀ E CONGEDI. A cura di Monica Lattanzi (Coordinatrice Uffici Vertenze CISL USR Emilia Romagna) MATERNITÀ E CONGEDI A cura di Monica Lattanzi (Coordinatrice Uffici Vertenze CISL USR Emilia Romagna) Astensione Obbligatoria o Congedo di Maternità La tutela accordata dalla legge alle lavoratrici madri

Dettagli

Istituto Superiore di Sanità

Istituto Superiore di Sanità Istituto Superiore di Sanità DIREZIONE GENERALE Unità di Gestione Tecnica, Patrimonio Immobiliare, Tutela della Salute e Sicurezza dei Lavoratori Disposizione Operativa Generale N 2 PROCEDURA PER LA TUTELA

Dettagli

Congedi parentali Sostegno della maternità e della paternità

Congedi parentali Sostegno della maternità e della paternità Congedi parentali Sostegno della maternità e della paternità FILLEA ARTICOLI DI LEGGE CONTROLLI PRENATALI Art. 14 L.151/2001 Sono previsti permessi retribuiti per l effettuazione di esami prenatali, accertamenti

Dettagli

LA TUTELA DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE DELLA LAVORATRICE IN GRAVIDANZA E dopo il parto

LA TUTELA DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE DELLA LAVORATRICE IN GRAVIDANZA E dopo il parto PREVENZIONE E TUTELA LA TUTELA DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE DELLA LAVORATRICE IN GRAVIDANZA E dopo il parto TUTELA DELLA MATERNITà D.Lgs. 151/2001 VALUTAZIONE DEI RISCHI D.Lgs. 81/2008 3 Premessa IL

Dettagli

Introduzione PAG. 3. Permessi per esami prenatali PAG. 5. Astensione anticipata dal lavoro PAG. 6. Congedo di maternità PAG. 7

Introduzione PAG. 3. Permessi per esami prenatali PAG. 5. Astensione anticipata dal lavoro PAG. 6. Congedo di maternità PAG. 7 SOMMARIO Introduzione PAG. 3 DIRITTI DELLA MAMMA QUANDO E IN ATTESA Permessi per esami prenatali PAG. 5 Astensione anticipata dal lavoro PAG. 6 Congedo di maternità PAG. 7 DIRITTI DEI GENITORI FINO AL

Dettagli

Guida pratica. salute e sicurezza della lavoratrice in gravidanza e dopo il parto tutele per i genitori lavoratori

Guida pratica. salute e sicurezza della lavoratrice in gravidanza e dopo il parto tutele per i genitori lavoratori Guida pratica salute e sicurezza della lavoratrice in gravidanza e dopo il parto tutele per i genitori lavoratori GUIDA PRATICA La salute e la sicurezza della lavoratrice in gravidanza e dopo il parto

Dettagli

VALUTAZIONE DEL RISCHIO ai sensi dell art. 28 comma 1 del D. Lgs 81/08 ed in conformità al D.Lgs. 26 marzo 2001, n. 151

VALUTAZIONE DEL RISCHIO ai sensi dell art. 28 comma 1 del D. Lgs 81/08 ed in conformità al D.Lgs. 26 marzo 2001, n. 151 Rev. 0 Pag. 1 di 1 VALUTAZIONE DEL RISCHIO ai sensi dell art. 8 comma 1 del D. Lgs 81/08 ed in conformità al D.Lgs. 6 marzo 001, n. 151 TESTO UNICO DELLE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE IN MATERIA DI TUTELA E

Dettagli

LE GUIDE DELLA FABI Maternità e congedi parentali

LE GUIDE DELLA FABI Maternità e congedi parentali LE GUIDE DELLA FABI Maternità e congedi parentali 1 1. LA GRAVIDANZA 1.1. QUANDO COMUNICARE IL PROPRIO STATO La legge non stabilisce alcun obbligo di comunicare il proprio stato prima degli ultimi due

Dettagli

Diventerò genitore. Istruzioni per l uso

Diventerò genitore. Istruzioni per l uso Diventerò genitore Istruzioni per l uso 1 Diventare genitore Tutela della salute della donna e del bambino è un grande evento, e ti esprimiamo tutte le nostre più vive congratulazioni. La tutela riconosciuta

Dettagli

I DIRITTI A TUTELA DELLA GENITORIALITÀ

I DIRITTI A TUTELA DELLA GENITORIALITÀ I DIRITTI A TUTELA DELLA GENITORIALITÀ A cosa hanno diritto i lavoratori e le lavoratrici che diventano genitori 1 A chi è rivolta la brochure? Destinatari La presente brochure sui diritti a tutela della

Dettagli

TUTELA DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE DELLA LAVORATRICE MADRE

TUTELA DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE DELLA LAVORATRICE MADRE TUTELA DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE DELLA LAVORATRICE MADRE La tutela della sicurezza e della salute della lavoratrice madre è governata dal D. Lgs. n. 81/2008 (Testo Unico della sicurezza sul lavoro)

Dettagli

La tutela delle lavoratrici madri

La tutela delle lavoratrici madri angela cavallo* Molte donne al giorno d oggi non conoscono ancora tutti i diritti che la legge pone a loro favore al fine di proteggerle nella delicata fase della gravidanza e al fine di supportarle nel

Dettagli

Titolo XXIV Gravidanza e Puerperio

Titolo XXIV Gravidanza e Puerperio Titolo XXIV Gravidanza e Puerperio Le parti, visto la Legge n 53 dell 8 Marzo 2000, concernente i Congedi Parentali, hanno convenuto sull opportunità di aggiornare la disciplina contrattuale di tale Istituto

Dettagli

FAQ - Congedo maternità

FAQ - Congedo maternità FAQ - Congedo maternità 1 - Congedo di Maternità: Sono concessi permessi per visite mediche durante la gravidanza? Per gli accertamenti clinici, le visite mediche specialistiche o gli esami prenatali effettuati

Dettagli

ESSERE MAMMA E PAPÀ: QUALI DIRITTI, SERVIZI E AIUTI DAL TERRITORIO

ESSERE MAMMA E PAPÀ: QUALI DIRITTI, SERVIZI E AIUTI DAL TERRITORIO ESSERE MAMMA E PAPÀ: QUALI DIRITTI, SERVIZI E AIUTI DAL TERRITORIO BARBARA BUSI Consigliera di Parità della provincia di Bologna 13 Aprile 2010 Pieve di Cento Sala Dafni Carletti LAVORO E VITA FAMILIARE

Dettagli

DVR Appendice DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI. 1 ISTITUTO COMPRENSIVO V. Veneto Comune di Lentini Prov. di Siracusa

DVR Appendice DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI. 1 ISTITUTO COMPRENSIVO V. Veneto Comune di Lentini Prov. di Siracusa Rev. 01 27agosto 2014 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI 1 ISTITUTO COMPRENSIVO V. Veneto Comune di Lentini Prov. di Siracusa DVR Appendice Relazione sulla valutazione dei rischi per la salute e la sicurezza

Dettagli

I permessi per i genitori

I permessi per i genitori I permessi per i genitori Questa materia in questione é regolata dalla legge e dal contratto nazionale. Le normative che riassumiamo si applicano ai lavoratori metalmeccanici dell'industria e dell'artigianato

Dettagli

TUTELA E SOSTEGNO DELLA MATERNITA E DELLA PATERNITA

TUTELA E SOSTEGNO DELLA MATERNITA E DELLA PATERNITA Settore Risorse umane, salute e sicurezza TUTELA E SOSTEGNO DELLA MATERNITA E DELLA PATERNITA Riferimenti normativi: Legge 53/2000; D.Lgs. 151/2001 Ccnl 14.9.2000 Dpr 1026/76 - D.Lgs. 119/11 D.Lgs. 5/2012

Dettagli

400 TUTELA DELLA MATERNITA E DELLA PATERNITA

400 TUTELA DELLA MATERNITA E DELLA PATERNITA 400 TUTELA DELLA MATERNITA E DELLA PATERNITA Le norme in materia sono contenute nel d. lgs. 151/2001 e, per ciò che riguarda le disposizioni relative ai minori in adozione o affidamento, sono state introdotte

Dettagli

Maternitàe congedi parentali. Studio Legale Beraldo - Associazione Professionale Varese, Via Staurenghi n. 28 - Tel. 0332.289697

Maternitàe congedi parentali. Studio Legale Beraldo - Associazione Professionale Varese, Via Staurenghi n. 28 - Tel. 0332.289697 Maternitàe congedi parentali Studio Legale Beraldo - Associazione Professionale Varese, Via Staurenghi n. 28 - Tel. 0332.289697 La tutela della maternità è riconosciuta come principio fondamentale dalla

Dettagli

Guida alla maternità Per il personale dipendente da imprese di assicurazione

Guida alla maternità Per il personale dipendente da imprese di assicurazione Federazione Nazionale Assicuratori Guida alla maternità Per il personale dipendente da imprese di assicurazione A CURA DELLA COMMISSIONE FEMMINILE...hanno collaborato: Carla Prassoli Rita Mazzarella Armando

Dettagli

Interruzione della gravidanza L interruzione della gravidanza, spontanea o volontaria, verificatasi durante i primi 90 giorni di gravidanza e per

Interruzione della gravidanza L interruzione della gravidanza, spontanea o volontaria, verificatasi durante i primi 90 giorni di gravidanza e per Congedo di maternità Estensione del divieto, interruzione della gravidanza, flessibilità del congedo di maternità, documentazione, trattamento economico e normativo, mobilità, prolungamento del diritto

Dettagli

MATERNITÀ permessi, congedi, riposi e malattia del bambino

MATERNITÀ permessi, congedi, riposi e malattia del bambino MATERNITÀ permessi, congedi, riposi e malattia del bambino Il comma 14 dell art. 19 Ccnl 2003 finalmente sancisce quello che sosteniamo da tempo: al personale con contratto a tempo determinato si applica

Dettagli

Modifica delle norme di tutela della maternità. Flessibilità del l congedo di maternità

Modifica delle norme di tutela della maternità. Flessibilità del l congedo di maternità Modifica delle norme di tutela della maternità È stato pubblicato sulla G.U. n. 144 del 26 giugno 2015 Supplemento ordinario n. 34, il Decreto Legislativo 15 giugno 2015, n. 80 "Misure per la conciliazione

Dettagli

Genitori adottivi o affidatari

Genitori adottivi o affidatari Genitori adottivi o affidatari Congedo di maternità Il congedo di maternità spetta, per un periodo massimo di cinque mesi, anche alle lavoratrici che abbiano adottato un minore. In caso di adozione nazionale,

Dettagli

MATERNITA : MODIFICA DELLA PRASSI OPERATIVA Le modalità per la gestione delle pratiche di anticipo e proseguimento della assenza dal lavoro

MATERNITA : MODIFICA DELLA PRASSI OPERATIVA Le modalità per la gestione delle pratiche di anticipo e proseguimento della assenza dal lavoro NEWSLETTER 19 - N. 2 ANNO 2011 NUOVE MODALITA DI ADESIONE ALL ENTE DELL ARTIGIANATO Le regole in vigore da gennaio per l adesione alla bilateralità previste dal modello contrattuale dell artigianato DICHIARAZIONE

Dettagli

Guida per le future mamme ed i futuri papà dipendenti della ASL 4 Chiavarese

Guida per le future mamme ed i futuri papà dipendenti della ASL 4 Chiavarese REGIONE LIGURIA Azienda Sanitaria Locale 4 Guida per le future mamme ed i futuri papà dipendenti della ASL 4 Chiavarese Indice Premessa pag. 3 Parte Prima: i diritti dei genitori 1. Permessi per controlli

Dettagli

PREMESSA METODO E CRITERI UTILIZZATI NELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI

PREMESSA METODO E CRITERI UTILIZZATI NELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI PREMESSA In ottemperanza a quanto previsto dal D.Lgs. 151 del 26 Marzo 2001 testo unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno alla maternità e della paternità, a norma dell art.

Dettagli

A cura di Maria Dominique Feola Ultimo aggiornamento 14 aprile 2008

A cura di Maria Dominique Feola Ultimo aggiornamento 14 aprile 2008 I genitori che lavorano hanno diritto ad una serie di benefici atti a salvaguardare la loro salute a consentire loro di conciliare le esigenze lavorative con la cura dei figli ad impedire che, sul luogo

Dettagli

DISPOSIZIONI GENERALI SULLA MATERNITA

DISPOSIZIONI GENERALI SULLA MATERNITA Sommario SOMMARIO Presentazione... XIII Nota sull autore... XV Capitolo I DISPOSIZIONI GENERALI SULLA MATERNITA 1. Le fonti... 1 2. Le direttive comunitarie... 2 3. Soggetti tutelati, ambito di applicazione

Dettagli

I CONGEDI FAMILIARI PROGETTO BUON LAVORO MAMMA. La tutela della lavoratrice madre. Dipartimento di Prevenzione CENTRO DI DOCUMENTAZIONE E FORMAZIONE

I CONGEDI FAMILIARI PROGETTO BUON LAVORO MAMMA. La tutela della lavoratrice madre. Dipartimento di Prevenzione CENTRO DI DOCUMENTAZIONE E FORMAZIONE Dipartimento di Prevenzione CENTRO DI DOCUMENTAZIONE E FORMAZIONE PROGETTO BUON LAVORO MAMMA La tutela della lavoratrice madre I CONGEDI FAMILIARI CENTRO DI DOCUMENTAZIONE E FORMAZIONE Piazza Matteotti,

Dettagli

INFORMATIVA VALUTAZIONE DEI RISCHI NEI LUOGHI DI LAVORO TUTELA LAVORATRICI MADRI

INFORMATIVA VALUTAZIONE DEI RISCHI NEI LUOGHI DI LAVORO TUTELA LAVORATRICI MADRI INFORMATIVA VALUTAZIONE DEI RISCHI NEI LUOGHI DI LAVORO TUTELA LAVORATRICI MADRI ISTITUTO COMPRENSIVO GIORGIO GABER..VIA TRIESTE N.85 LIDO DI CAMAIORE (LU). DATA AGGIORNAMENTO: FEBBRAIO 2014 DIRIGENTE

Dettagli

Congedi per maternità paternità e parentali di Barbara Busi UIL PA Coordinamento Università Ricerca

Congedi per maternità paternità e parentali di Barbara Busi UIL PA Coordinamento Università Ricerca Congedi per maternità paternità e parentali di Barbara Busi UIL PA Coordinamento Università Ricerca Il Decreto Legislativo 26 marzo 2001, n. 151 è il Testo Unico che ha riunito e riordinato le leggi in

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE II CIRCOLO TREZZANO SUL NAVIGLIO SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE ALLEGATO 0. Data Per condivisione Elaborato da

DIREZIONE DIDATTICA STATALE II CIRCOLO TREZZANO SUL NAVIGLIO SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE ALLEGATO 0. Data Per condivisione Elaborato da DIREZIONE DIDATTICA STATALE II CIRCOLO TREZZANO SUL NAVIGLIO SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE ALLEGATO 0 Data Per condivisione Elaborato da R.L.S. REFERENTE SICUREZZA R.S.P.P. 29.09.2008 V. Verga Dirigente

Dettagli

Maternità e paternità. Decreto legislativo n. 80 del 15/06/2015

Maternità e paternità. Decreto legislativo n. 80 del 15/06/2015 Decreto legislativo n. 80 del 15/06/2015 aggiornato al 22 luglio 2015 (G.U. n. 144 del 24/06/2015) Misure per la conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro, in attuazione dell art. 1 comma

Dettagli

MATERNITA E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO

MATERNITA E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO MATERNITA E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO La tutela della salute delle lavoratici madri e del nascituro è un procedimento ampiamente applicato all interno delle Istituzioni scolastiche, frequentemente

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE DEL PERSONALE Servizio Ordinamento e Contenzioso Divisione 1^ C I R C O L A R E

DIREZIONE CENTRALE DEL PERSONALE Servizio Ordinamento e Contenzioso Divisione 1^ C I R C O L A R E DIREZIONE CENTRALE DEL PERSONALE Servizio Ordinamento e Contenzioso Divisione 1^ N. 333-A/9807.F.6.2 Roma, 6.8.2001 C I R C O L A R E OGGETTO: Legge 8 marzo 2000, n. 53 recante Disposizioni per il sostegno

Dettagli

AMBIENTE ECOLOGIA SICUREZZA & MEDICINA DEL LAVORO GRUPPO DI FALCO SRL VIA LAMBRO 5 20090 OPERA (MI)

AMBIENTE ECOLOGIA SICUREZZA & MEDICINA DEL LAVORO GRUPPO DI FALCO SRL VIA LAMBRO 5 20090 OPERA (MI) GRUPPO DI FALCO SRL VIA LAMBRO 5 20090 OPERA (MI) VALUTAZIONE RISCHI LAVORATRICI MADRI REV. 3.3 DEL 20 LUGLIO 2012 DOCUMENTO PREDISPOSTO AD INTEGRAZIONE DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI CUI ALL ART. 28

Dettagli

SINTESI SULLE NORME IN MATERIA DI CONGEDI DI MATERNITA, PATERNITA E PARENTALI

SINTESI SULLE NORME IN MATERIA DI CONGEDI DI MATERNITA, PATERNITA E PARENTALI Banca Fideuram S.p.A. SINTESI SULLE NORME IN MATERIA DI CONGEDI DI MATERNITA, PATERNITA E PARENTALI Il documento è stato realizzato in collaborazione con la Fisac Cgil di Banca Fideuram 1 CONGEDO DI MATERNITÀ/PATERNITÀ:

Dettagli

estesa a 7 mesi dopo il parto ).

estesa a 7 mesi dopo il parto ). 4.2 L ASTENSIONE DAL LAVORO PRIMA DEL PARTO O ESTESA A 7 MESI DOPO IL PARTO PER MANSIONI O CONDIZIONI DI LAVORO A RISCHIO (SPOSTAMENTO AD ALTRE MANSIONI: ADEMPIMENTI IN MATERIA DI TUTELA DELLA SALUTE E

Dettagli

Breve guida al congedo di paternità (aggiornata al 13 novembre 2010)

Breve guida al congedo di paternità (aggiornata al 13 novembre 2010) Breve guida al congedo di paternità (aggiornata al 13 novembre 2010) La legge riconosce al padre lavoratore dipendente il diritto al congedo parentale, anche nel caso in cui la madre non ne abbia diritto

Dettagli

CONTRATTO DI APPRENDISTATO CONTRATTO DI INSERIMENTO CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

CONTRATTO DI APPRENDISTATO CONTRATTO DI INSERIMENTO CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO CONTRATTO DI APPRENDISTATO CONTRATTO DI INSERIMENTO CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO NOTA: In linea di principio sono applicabili integralmente le norme del Testo Unico (D.Legs. 151/2001) su maternità e paternità

Dettagli

GUIDA RAPIDA DELLE NORME DI TUTELA DELLA MATERNITA E PATERNITA DEI MEDICI. MADRE e PADRE LAVORATORI DIPENDENTI

GUIDA RAPIDA DELLE NORME DI TUTELA DELLA MATERNITA E PATERNITA DEI MEDICI. MADRE e PADRE LAVORATORI DIPENDENTI GUIDA RAPIDA DELLE NORME DI TUTELA DELLA MATERNITA E PATERNITA DEI MEDICI 2007 Si riporta una breve traccia sui diritti della donna lavoratrice in caso di gravidanza e maternità (e dei conseguenti diritti

Dettagli

FALCRI. donna I NOSTRI CONGEDI. Bianca Desideri. a cura di. Rosaria Capodanno. a cura di DONNE E SALUTE. Coordinamento Nazionale FalcriDonna

FALCRI. donna I NOSTRI CONGEDI. Bianca Desideri. a cura di. Rosaria Capodanno. a cura di DONNE E SALUTE. Coordinamento Nazionale FalcriDonna FALCRI donna I NOSTRI CONGEDI a cura di Bianca Desideri Coordinamento Nazionale FalcriDonna DONNE E SALUTE a cura di Rosaria Capodanno Centro Studi La Fenice I NOSTRI CONGEDI 1. Permessi visita medica

Dettagli

L Articolo 28 del D.Lgs. 81/08 Graziano Frigeri Presidente Assoprev

L Articolo 28 del D.Lgs. 81/08 Graziano Frigeri Presidente Assoprev L Articolo 28 del D.Lgs. 81/08 Graziano Frigeri Presidente Assoprev Il Tour 2014 Nel Novembre 2013 Assoprev ha elaborato una organica proposta di modifica del D. Lgs. 81/08, inviata a tutti i soggetti

Dettagli

ALESSIO BERTAGNIN & ASSOCIATI s.a.s. Società tra Professionisti

ALESSIO BERTAGNIN & ASSOCIATI s.a.s. Società tra Professionisti Padova, 13 luglio 2015 Circolare n 12/2015 Alla Spett.le Clientela IMPORTANTE!!! Oggetto: Jobs Act pubblicato il decreto per la conciliazione dei tempi di cura, di vita e di lavoro È entrato in vigore

Dettagli

Congedodimaternità edipaternità: tutteleregole

Congedodimaternità edipaternità: tutteleregole Congedodimaternità edipaternità: tutteleregole La tutela della maternità e della paternità si applica a tutti i lavoratori del settore pubblico e privato sia subordinati (compresi apprendisti e soci lavoratori

Dettagli

CONGEDI PARENTALI UNA GUIDA A TUTTE LE AGEVOLAZIONI DELLA NUOVA LEGGE

CONGEDI PARENTALI UNA GUIDA A TUTTE LE AGEVOLAZIONI DELLA NUOVA LEGGE CONGEDI PARENTALI UNA GUIDA A TUTTE LE AGEVOLAZIONI DELLA NUOVA LEGGE * QUALI SONO I NUOVI DIRITTI E LE NUOVE OPPORTUNITA PER I NEO-GENITORI? ASPETTATIVA OBBLIGATORIA: - Resta l aspettativa obbligatoria

Dettagli

Cosa si intende con il termine congedo? congedo di maternità congedo di paternità

Cosa si intende con il termine congedo? congedo di maternità congedo di paternità 1 GUIDA AI CONGEDI PER LA CONCILIAZIONE Questo testo riscritto dal Comitato Unico di garanzia della Provincia di Varese raccoglie le principali informazioni utili per orientarsi nell ambito dei congedi

Dettagli

ASTENSIONE OBBLIGATORIA

ASTENSIONE OBBLIGATORIA ASTENSIONE OBBLIGATORIA - ASTENSIONE FACOLTATIVA - ASSENZA PER MALATTIA DEL BAMBINO ASTENSIONE OBBLIGATORIA QUADRO RIEPILOGATIVO DESCRIZIONE NORMA GENERALE RETRIBUZIONE NOTE Durata dell astensione prima

Dettagli

Questo congedo, qualora non venga richiesto dalla madre, è riconosciuto, alle stesse condizioni,

Questo congedo, qualora non venga richiesto dalla madre, è riconosciuto, alle stesse condizioni, La Legge 53 del 2000 è intitolata Disposizioni per il sostegno della maternità e della paternità, per il diritto alla cura e alla formazione e per il coordinamento dei tempi nelle città. E una legge che

Dettagli

Permessi retribuiti per motivi familiari /di carattere personale. giustificarsi al rientro in servizio con idonea documentazione:

Permessi retribuiti per motivi familiari /di carattere personale. giustificarsi al rientro in servizio con idonea documentazione: TUTTO SUI PERMESSI NEL GRUPPO INTESASANPAOLO- AGGIORNATO 2013 Permessi retribuiti per motivi familiari /di carattere personale 1) Al Personale possono essere concessi permessi retribuiti, da giustificarsi

Dettagli

Congedi per eventi e cause particolari 7 Congedo non retribuito per gravi motivi familiari e/o personali 7

Congedi per eventi e cause particolari 7 Congedo non retribuito per gravi motivi familiari e/o personali 7 SOMMARIO Sommario Presentazione Congedo di maternità Congedo di paternità Congedi parentali Riposi giornalieri Congedi per malattia del bambino Tutela del lavoratore in caso di lavoro notturno 2 3 4 4

Dettagli

maternità e paternità nel rapporto di lavoro

maternità e paternità nel rapporto di lavoro MERCATO DEL lavoro: tutela dei lavoratori e delle imprese 7 maternità e paternità nel rapporto di lavoro a cura di Paola Sanna, Luca Vichi e Alberto Bosco IN COLLABORAZIONE CON LA RIFORMA DEL LAVORO Maternità

Dettagli

Mamma & Papà al lavoro. Opportunità e diritti per un equilibrio tra tempo di lavoro e di cura dei figli

Mamma & Papà al lavoro. Opportunità e diritti per un equilibrio tra tempo di lavoro e di cura dei figli Mamma & Papà al lavoro Opportunità e diritti per un equilibrio tra tempo di lavoro e di cura dei figli Congedi per lavoratrici/lavoratori dipendenti Certificato di gravidanza Il certificato di gravidanza,

Dettagli

PRONTUARIO ALCUNE QUESTIONI DI CARATTERE GENERALE

PRONTUARIO ALCUNE QUESTIONI DI CARATTERE GENERALE CGIL FP CGIL FUNZIONE PUBBLICA FEDERAZIONE PROVINCIALE DI NUORO Via Oggiano, 15 08100 N U O R O - Tel. 0784/37639 Fax 0784/35853 CONGEDI PARENTALI FAMILIARI FORMATIVI PERMESSI PER LAVORATORI DISABILI GRAVI

Dettagli

VALUTAZIONE DEI RISCHI E TUTELA DELLE LAVORATRICI MADRI

VALUTAZIONE DEI RISCHI E TUTELA DELLE LAVORATRICI MADRI VALUTAZIONE DEI RISCHI E TUTELA DELLE LAVORATRICI MADRI AI SENSI DEL DLGS 151/2001 E DLGS 81/2008 ISTITUTO COMPRENSIVO PIERACCINI FIRENZE- SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE D ISTITUTO PREMESSA La gravidanza

Dettagli

Punto 1 Introduzione. Punto 2 Oggetto e definizioni

Punto 1 Introduzione. Punto 2 Oggetto e definizioni LINEE GUIDA PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI ED APPLICAZIONE DELLE PROCEDURE DI COMPORTAMENTO PER LA CORRETTA GESTIONE DELLA GRAVIDANZA, DEL PUERPERIO E DELL ALLATTAMENTO FINO A 7 MESI DOPO IL PARTO Punto

Dettagli

Mamme e papà al lavoro guida pratica ai diritti e ai congedi parentali nel pubblico impiego

Mamme e papà al lavoro guida pratica ai diritti e ai congedi parentali nel pubblico impiego Pubblicamente Suppl. n. 2 al n. 1/2007 di Pubblicamente - Periodico della Fp Cgil Fvg Registrazione Tribunale di Trieste n. 1116 del 29/7/2005 Direttore responsabile: Riccardo De Toma. Stampa: Compeditoriale

Dettagli

Circolare N. 126 del 17 Settembre 2015

Circolare N. 126 del 17 Settembre 2015 Circolare N. 126 del 17 Settembre 2015 Maternità, lavoro notturno e telelavoro: le novità del 2015 (D.Lgs. n. 80 del 15.06.2015) Gentile cliente, il legislatore con il D.Lgs. n. 80 del 15.06.2015 ha introdotto

Dettagli

Associazione Crescere

Associazione Crescere Associazione Crescere Congedi, Permessi, Riposi Legge 8 Marzo 2000 n 53 DPCM 27 Luglio 2000 n 278 Legge 5 Febbraio 1992 n 104 T.U. 26 Marzo 2001 n 151 Dr. Matteo Naldi Congedi (Capo III e Capo IV Dlgs

Dettagli

L'indennità di maternità

L'indennità di maternità Home Page Torna alle Informazioni Torna ai Servizi Torna Indietro Torna indietro Voi siete qui: Home > Informazioni > I contributi > Contributi fig.. L'indennità di maternità E' un'indennità sostitutiva

Dettagli

Liceo T. Mamiani. Viale delle Milizie, 30 Roma. Febbraio 2014

Liceo T. Mamiani. Viale delle Milizie, 30 Roma. Febbraio 2014 .. Arch. Cristina Maiolati Via U. Saba,72 Roma Via Ulisse 28 S. F. Circeo (LT) c. maiolati@tiscali.it DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI redatto ai sensi dell art. 26 C. 3 del D.Lgvo. 81/08 Febbraio 2014

Dettagli

CONGEDI PARENTALI: ISTRUZIONI PER L USO

CONGEDI PARENTALI: ISTRUZIONI PER L USO CONGEDI PARENTALI: ISTRUZIONI PER L USO di avvocato Erika Lievore 1 CONGEDO di MATERNITA (EX ASTENSIONE OBBLIGATORIA) DURATA ASTENSIONE OBBLIGATORIA DAL LAVORO: 5 MESI (2 MESI PRECEDENTI E 3 MESI SUCCESSIVI

Dettagli

RIFERIMENTI NORMATIVI:

RIFERIMENTI NORMATIVI: VADEMECUM MATERNITA' Testo unico n 151 del 26 Marzo 2001 due sono gli istituti che intervengono sulla materia Inail e Inps. La gravidanza è un evento del tutto normale nella vita di una donna e non comporta,

Dettagli

Guida pratica. A cura della Segreteria di Gruppo. Maternità e PATERNITA. I tuoi diritti all arrivo di un nuovo figlio, naturale o adottivo

Guida pratica. A cura della Segreteria di Gruppo. Maternità e PATERNITA. I tuoi diritti all arrivo di un nuovo figlio, naturale o adottivo Guida pratica A cura della Segreteria di Gruppo Maternità e PATERNITA I tuoi diritti all arrivo di un nuovo figlio, naturale o adottivo SOMMARIO GESTANTI: PERMESSI E DIRITTI... 4 Quando va comunicato lo

Dettagli

Guida ai diritti e ai Congedi Parentali

Guida ai diritti e ai Congedi Parentali Guida ai diritti e ai Congedi Parentali La presente guida è stata curata da Loretta Moroni. Hanno collaborato il dipartimento di Organizzazione e la Segreteria della Funzione Pubblica di Ravenna. Anno

Dettagli

Conciliazione tempi di vita e lavoro Nuove tutele per la maternità

Conciliazione tempi di vita e lavoro Nuove tutele per la maternità Conciliazione tempi di vita e lavoro Nuove tutele per la maternità Slides aggiornate al 4 marzo 2015 Schema di Decreto Legislativo approvato dal Consiglio dei Ministri del 20.2.2015 e attualmente in attesa

Dettagli

In caso di parto prematuro, è possibile recuperare dopo la nascita il periodo non fruito.

In caso di parto prematuro, è possibile recuperare dopo la nascita il periodo non fruito. CONGEDO DI MATERNITÀ/CONGEDO DI PATERNITÀ Contratto intercompartimentale 2001-2004 Alto Adige Congedo di maternità: astensione obbligatoria dal lavoro della madre lavoratrice. Congedo di paternità: astensione

Dettagli

- I PRIMI SETTE MESI 6 - PRIMA DEL PARTO 12 - DOPO IL PARTO 16 - FINO AL 1 COMPLEANNO 19 - CONGEDO PARENTALE 23

- I PRIMI SETTE MESI 6 - PRIMA DEL PARTO 12 - DOPO IL PARTO 16 - FINO AL 1 COMPLEANNO 19 - CONGEDO PARENTALE 23 Indice Premessa pag. 3 In attesa di un bambino - I PRIMI SETTE MESI 6 - PRIMA DEL PARTO 12 E nato un bambino - DOPO IL PARTO 16 - FINO AL 1 COMPLEANNO 19 - CONGEDO PARENTALE 23 Arriva un bambino: adozione

Dettagli

INSIEME PER I PROPRI FIGLI. Vademecum sul testo unico (D.Lgs. 151/2001) sulla maternità e sulla paternità

INSIEME PER I PROPRI FIGLI. Vademecum sul testo unico (D.Lgs. 151/2001) sulla maternità e sulla paternità INSIEME PER I PROPRI FIGLI Vademecum sul testo unico (D.Lgs. 151/2001) sulla maternità e sulla paternità 1 Dipartimento Pari Opportunità Testi: Flavia Castiglioni Illustrazioni: Andrea Sorice Impaginazione:

Dettagli

COMO. Prontuario Congedo Parentale LE NOVITA' DEL JOB ACT

COMO. Prontuario Congedo Parentale LE NOVITA' DEL JOB ACT COMO Prontuario Congedo Parentale LE NOVITA' DEL JOB ACT 2015 COMO Per Informazioni e delucidazioni contattare: Vincenzo Falanga - Segretario Generale UIL FPL COMO cell. 3208160615 e.mail : vincenzo.falanga@uilfplcomo.it

Dettagli

Essere Mamma. Italy. Working. Mothers. Una guida per la mamma e la sua famiglia. A cura di

Essere Mamma. Italy. Working. Mothers. Una guida per la mamma e la sua famiglia. A cura di Essere Mamma Una guida per la mamma e la sua famiglia A cura di Working Mothers Italy 1 Edizione marzo 2009 Realizzato da Working Mothers Italy Onlus via F. Marconi, 19B 00168 Roma workingmothers.italy@gmail.com

Dettagli

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice MATERNITA E CONGEDI PARENTALI Indice Interdizione.pag. 2 Interruzione della gravidanza.pag. 3 Astensione obbligatoria..pag. 4 Astensione obbligatoria della madre....pag. 4 Astensione obbligatoria del padre....pag.

Dettagli

Edizione n 03. Tutela della Maternita e della Paternita. Redatta Verificata Approvata Distribuita In vigore da

Edizione n 03. Tutela della Maternita e della Paternita. Redatta Verificata Approvata Distribuita In vigore da Edizione n 03 Tutela della Maternita e della Paternita Redatta Verificata Approvata Distribuita In vigore da HRO/ RI/ NS HRO/RI HRO HRO/ RI Maggio 2008 INDICE Elenco revisioni pag. 5 1. Acronimi pag. 8

Dettagli

37.ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

37.ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO 01. Il lavoro implica la realizzazione di mansioni brevi e ripetitive 01.01. La durata del ciclo di lavoro è superiore a 15 minuti 01.02. Le mansioni sono sufficientemente variegate e prevedono un ciclo

Dettagli

A - INDENNITÀ PER ASTENSIONE OBBLIGATORIA

A - INDENNITÀ PER ASTENSIONE OBBLIGATORIA L'INDENNITÀ DI MATERNITÀ CHE COS E E' un'indennità sostitutiva della retribuzione che viene pagata alle lavoratrici assenti dal servizio per gravidanza e puerperio. A CHI SPETTA A - INDENNITÀ PER ASTENSIONE

Dettagli

Introduce inoltre novità per ciò che riguarda i congedi per cura e per formazione.

Introduce inoltre novità per ciò che riguarda i congedi per cura e per formazione. Introduzione La legge 53/2000 (conosciuta con il titolo di Congedi Parentali) e altre norme ad essa collegata introducono rilevanti modifiche a importanti leggi dello Stato quali: La Legge 1204 del 30/12/1971

Dettagli

LA TUTELA DELLA MATERNITÀ E DELLA PATERNITÀ

LA TUTELA DELLA MATERNITÀ E DELLA PATERNITÀ LA TUTELA DELLA MATERNITÀ E DELLA PATERNITÀ EDIZIONE 2013 FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI COORDINAMENTO DONNE INDICE PARTE GENERALE Definizioni... 3 Divieto di discriminazione... 4 Divieto di licenziamento...

Dettagli

Misure per la conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro, in attuazione. dicembre 2014, n. 183

Misure per la conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro, in attuazione. dicembre 2014, n. 183 DECRETO LEGISLATIVO 15 giugno 2015, n. 80 Misure per la conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro, in attuazione dell'articolo 1, commi 8 e 9, della legge 10 dicembre 2014, n. 183 Oggetto

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI BELLAGIO OPUSCOLO INFORMATIVO PER LE LAVORATRICI IN STATO DI GRAVIDANZA, PUERPERIO OD ALLATTAMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO DI BELLAGIO OPUSCOLO INFORMATIVO PER LE LAVORATRICI IN STATO DI GRAVIDANZA, PUERPERIO OD ALLATTAMENTO ISTITUTO COMPRENSIVO DI BELLAGIO Via Vitali, 9 22021 Bellagio (CO) OPUSCOLO INFORMATIVO PER LE LAVORATRICI IN STATO DI GRAVIDANZA, PUERPERIO OD ALLATTAMENTO Ai Sensi del D. Lgs. 26 marzo 2001, n 151 Testo

Dettagli

VADEMECUM MATERNITA'

VADEMECUM MATERNITA' Brescia, 31 maggio 2013 VADEMECUM MATERNITA' Testo unico nー151 del 26 Marzo 2001 due sono gli istituti che intervengono sulla materia Inail e Inps. La gravidanza un evento del tutto normale nella vita

Dettagli

VADEMECUM MATERNITA'

VADEMECUM MATERNITA' Testo unico n 151 del 26 Marzo 2001. Brescia, 31 maggio 2013 VADEMECUM MATERNITA' INDICE 1. PRIMA DEL PARTO Esami prenatali Sicurezza e salute sul luogo di lavoro Anticipazione del congedo di maternità

Dettagli

TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA DELLE LAVORATRICI GESTANTI, PUERPERE E IN PERIODO DI ALLATTAMENTO

TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA DELLE LAVORATRICI GESTANTI, PUERPERE E IN PERIODO DI ALLATTAMENTO TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA DELLE LAVORATRICI GESTANTI, PUERPERE E IN PERIODO DI ALLATTAMENTO (ai sensi del D.Lgs 151/2001 e dell art. 28 del D.Lgs 81/08) PROCEDURA PER LE LAVORATRICI GESTANTI,

Dettagli

o Presentazione del modello di domanda previsto per la categoria lavorativa di appartenenza del richiedente e precisamente

o Presentazione del modello di domanda previsto per la categoria lavorativa di appartenenza del richiedente e precisamente Art. 1 comma 783 finanziaria 2007 Atti, documenti ed altri elementi necessari per l avvio dei procedimenti relativi all erogazione delle Indennità di malattia e maternità. CONGEDO PER MATERNITA /PATERNITA

Dettagli

IL D.LGS. N 80 DEL 15 GIUGNO 2015: LA CONCILIAZIONE DELLE ESIGENZE DI CURA, DI VITA E DI LAVORO.

IL D.LGS. N 80 DEL 15 GIUGNO 2015: LA CONCILIAZIONE DELLE ESIGENZE DI CURA, DI VITA E DI LAVORO. . Prot. n 2110/22 Circolare N 11/AGOSTO 2015 AGOSTO 2015 A tutti i colleghi (*) IL D.LGS. N 80 DEL 15 GIUGNO 2015: LA CONCILIAZIONE DELLE ESIGENZE DI CURA, DI VITA E DI LAVORO. È stato pubblicato sulla

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA / AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA Pagina 1 di 29 Premessa L Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata Verona, si impegna a garantire la più ampia salvaguardia della salute della madre e del

Dettagli

Indice... 1 Introduzione... 3 Per le mamme... 4

Indice... 1 Introduzione... 3 Per le mamme... 4 Indice Indice... 1 Introduzione... 3 Per le mamme... 4 Congedo di maternita... 4 Anticipazione del congedo di maternità... 4 Prolungamento del congedo di maternità... 5 Flessibilità del congedo di maternità...

Dettagli