PROGETTAZIONE DI UN MECCANISMO DI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGETTAZIONE DI UN MECCANISMO DI"

Transcript

1 POLITECNICO DI MILANO Facoltà di Ingegneria dei Sistemi Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale PROGETTAZIONE DI UN MECCANISMO DI REVENUE PER MOTORI DI RICERCA FEDERATI Relatore: Ing. Nicola GATTI Correlatore: Ing. Sofia CEPPI Elaborato di Laurea di: Laura BONETTI Matr Anno Accademico 2010/2011

2

3 Sommario Negli ultimi anni lo sviluppo del Web ha portato significativi cambiamenti nelle abitudini di acquisto della popolazione mondiale e oggi rappresenta uno strumento di marketing imprescindibile e strategico. Le possibilità che il Web marketing mette a disposizione degli inserzionisti per realizzare le loro campagne pubblicitarie sono molteplici, ma senza dubbio la forma più efficace e diffusa è rappresentata dal keyword advertising. I recenti progressi nel campo del search computing hanno portato però alla definizione di nuovi paradigmi di ricerca che generano nuove sfide e richiedono l estensione dei meccenismi d asta attualmente disponibili. Una tra le nuove tendenze è legata all integrazione di dati eterogenei. In accordo a questa esigenza si sta cercando di definire un nuovo motore di ricerca in grado di integrare i risultati provenienti da motori di ricerca mono-dominio. I lavori disponibili in letteratura sono relativi solo alle tecniche di ricerca, mentre è per ora trascurato il problema di disegnare un meccanismo di revenue per questo nuovo paradigma. Data la primaria importanza che il suo disegno riveste per il successo di un motore di ricerca integrato si è deciso di definire come obiettivo del lavoro la sua progettazione.

4 3

5 Ringraziamenti Desidero ringraziare in primo luogo la mia famiglia per aver sempre creduto in me e avermi permesso di raggiungere un obiettivo così importante. Ringrazio il relatore di questa tesi, Ing.Nicola Gatti, che si è mostrato sempre molto gentile e disponibile. Ringrazio Sofia Ceppi per il suo prezioso contributo nella realizzazione di questa tesi, non solo come ricercatrice, ma anche come amica. Ringrazio Niccolò per essermi stato vicino in questi anni e per tutti i bei momenti che è riuscito a regalarmi. Ringrazio Giovanni, Isabella, Laura e Riccardo che oltre a essere compagni di studi sono diventati negli anni amici e hanno contribuito a rendere le giornate universitarie piacevoli. 4

6 5

7 Indice Titolo 1 Sommario 2 Ringraziamenti 4 Indice 6 Indice delle figure 8 Indice delle tabelle 10 1 Introduzione 13 2 Stato dell arte La pubblicità online Formati per l internet advertising Modalità di pagamento Relazione formato-pagamento Aste per link sponsorizzati Mechanism design Modello senza esternalità Meccanismi base Modello con esternalità Modello dell utente Proprietà

8 2.8.3 Conversion Modello di un motore di ricerca federato Modello senza esternalità Modello con esternalità Meccanismo execution contingent Meccanismi di redistribuzione Meccanismo di Cavallo Meccanismo ottimo nel caso peggiore Meccanismi di redistribuzione non dominati Metodo per costruire un meccanismo non dominato Progettazione del modello di business per motori di ricerca federati Modelli di business per gli attuali motori di ricerca Modelli di business per motori di ricerca federati Scenario di riferimento Requisiti Progettazione del modello di business Esempi Progettazione di un modello microeconomico per FSE Requisito di redistribuzione Modello microeconomico per motori di ricerca federati Notazione Requisiti Modello Meccanismi di redistribuzione per un FSE Redistribuzione con meccanismo di Cavallo Redistribuzione con meccanismo non dominato Esempi Esempio turismo con adv= Esempio turismo con adv= Esempio real estate con adv=

9 4.4.4 Esempio real estate con adv= Simulazioni Risultati con K= Risultati con K= Risultati con K= Risultati con K= Considerazioni sui risultati ottenuti Andamento al variare del numero di posizioni disponibili109 5 Conclusioni e sviluppi futuri Allegati 120

10 Elenco delle figure 2.1 Crescita dell internet advertising nel corso degli anni Contributo dei diversi formati alla costituzione dei ricavi totali dell internet advertising Contributo delle diverse modalità di pagamento alla costituzione dei ricavi totali dell internet advertising Risultato di una ricerca in Google Studio eye-tracking condotto da Google Scomposizione C i Esemplificazione cascade model Slate in un motore di ricerca Funzionamento di un motore di ricerca federato Flussi di un motore di ricerca federato Scenario di riferimento per un FSE Esempio di interazione tra gli attori Esempio di interazione tra gli attori Frazione redistribuita al variare del numero di SE Frazione redistribuita al variare del numero di advertiser Frazione redistribuita al variare del numero di SE Frazione redistribuita al variare del numero di advertiser Frazione redistribuita al variare del numero di SE Frazione redistribuita al variare del numero di advertiser Frazione redistribuita al variare del numero di SE Frazione redistribuita al variare del numero di advertiser

11 4.9 Andamento della frazione redistribuita al variare del numero di posizioni disponibili

12 Elenco delle tabelle 3.1 Esempi di attori che utilizzano il modello di business Esempi di attori che utilizzano il modello di business Esempi di attori che utilizzano il modello di business Esempi di attori che utilizzano il modello di business Esempi di attori che utilizzano il modello di business Esempi di attori che utilizzano il modello di business Esempi di attori che utilizzano più modelli di business contemporaneamente Valutazioni e qualità Valori riassuntivi per i fornitori di servizi di advertising Valori riassuntivi per i fornitori di contenuti Valutazioni e qualità Valori riassuntivi per i fornitori di servizi di advertising Valori riassuntivi per i fornitori di contenuti Valutazioni e qualità Struttura dati Webscope A3 di Yahoo! Andamento della frazione redistribuita al variare del numero di fornitori di servizi di advertising e del numero di advertiser per K= Andamento della frazione redistribuita al variare del numero di fornitori di servizi di advertising e del numero di advertiser per K=

13 Andamento della frazione redistribuita al variare del numero di fornitori di servizi di advertising e del numero di advertiser per K= Andamento della frazione redistribuita al variare del numero di fornitori di servizi di advertising e del numero di advertiser per K= Andamento della frazione redistribuita al variare del numero di posizioni disponibili

14 Capitolo 1 Introduzione Negli ultimi anni lo sviluppo del Web ha portato significativi cambiamenti nelle abitudini di acquisto della popolazione mondiale. L intera economia ha subito forti condizionamenti da parte di Internet, che con i suoi milioni di utenti, è entrato velocemente nelle case e nelle aziende di tutto il mondo economicamente avanzato e oggi rappresenta senz altro uno strumento di marketing imprescindibile e strategico. Nel corso degli anni è stato in grado di rivoluzionare il rapporto tra consumatori e imprese, ma anche il concetto di marketing. Le sue grandi potenzialità di interazione hanno permesso di mettere in relazione diretta chi compra e chi produce a vantaggio dell uno e dell altro, in maniera completamente diversa da quanto accadeva in passato, molto più trasparente e veloce. Le possibilità che il Web marketing mette a disposizione degli inserzionisti per realizzare le loro campagne pubblicitarie sono molteplici, ma senza dubbio la forma più efficace e diffusa è rappresentata dal keyword advertising. Per keyword advertising, detto anche pay-per-click, si intende la possibilità di acquistare, all interno di motori di ricerca, alcuni spazi di visibilità (link sponsorizzati o riquadri sponsorizzati) per i quali si paga una cifra legata al numero di ingressi al proprio sito Web, ottenuti attraverso tale presenza. Il servizio di keyword advertising si basa su meccanismi d asta che permettono al motore di ricerca di allocare gli inserzionisti che si sono iscritti per una o più parole chiave e stabilire quanto questi dovranno pagare in relazione 13

15 14 alla posizione che occupano all interno della pagina Web. Le aste per i link sponsorizzati, cioè le aste che vengono effettuate per definire l allocazione e il pagamento degli advertiser sono oggetto di molti recenti studi, anche se diversi ambiti restano inesplorati e molti problemi sono tuttora aperti. Il funzionamento di un asta per i link sponsorizzati è semplice. Quando un utente inserisce una parola chiave all interno di un motore di ricerca, una serie di link sponsorizzati collegati alla keyword vengono impressi nella pagina. Il motore di ricerca sceglie i link da visualizzare e li ordina utilizzando un asta dove i giocatori sono gli advertiser e gli oggetti a disposizione le posizioni. Lo schema di pagamento è il pay-per-click cioè l advertiser paga solo se il suo link viene cliccato. I meccanismi d asta più utilizzati sono il GSP, cioè un estensione di un asta secondo prezzo dove l advertiser paga una cifra corrispondente alla più alta offerta dopo la propria, o il VCG. I recenti progressi nel campo del search computing hanno portato però alla definizione di nuovi paradigmi di ricerca che generano nuove sfide e richiedono l estensione dei meccenismi d asta attualmente disponibili. In particolare una tra le nuove tendenze è legata all integrazione di dati eterogenei. In accordo a questa esigenza si sta cercando di definire un nuovo motore di ricerca in grado di integrare i risultati provenienti da motori di ricerca mono-dominio. L idea alla base di questo progetto è la seguente: la query inserita dall utente è multi-dominio. Questa viene automaticamente decomposta dall integratore in query singole mono-dominio e ciascuna di queste viene indirizzata al motore di ricerca mono-dominio più appropriato. Una volta che l integratore ha ricevuto i risultati li aggrega in un unico risultato. E logico immaginarsi che anche l integratore, così come i motori di ricerca tradizionali, si serva di link sponsorizzati per finanziare il suo servizio. In letteratura è presente un modello per la gestione di questi link. Secondo questo modello l integratore riceve una lista di link sponsorizzati dai diversi fornitori di servizi di contenuti specifici e li aggrega in un unica lista. Per generare quest unica lista FSE (motore di ricerca federato) tiene in considerazione l offerta di un motore di ricerca mono-dominio e la probabilità che il link venga cliccato. L integrazione di più liste di link sponsorizzati presenta due vantaggi.

16 15 Il primo è legato al fatto che l integratore può targhettizzare al meglio la pubblicità da mostrare all utente, analizzando più liste di link, il secondo è relativo al fatto che anche i piccoli motori di ricerca mono-dominio possano, aggregandosi, competere con i grandi player attuali come Google e Yahoo!, facendo aumentare la competizione e di conseguenza la qualità del servizio. Questo lavoro è strutturato nel modo seguente: nel secondo Capito, dopo una descrizione formale del concetto di mechanism design, utilizzato in seguito per modellizzare i diversi problemi analizzati, sono state descritte le aste per i link sponsorizzati, cioè quelle aste che permettono agli attuali motori di ricerca di definire le regole di allocazione e pagamento per i link sponsorizzati. Due sono i modelli matematici proposti, il primo considera la probabilità di click dipendente solo dalla posizione occupata dal link, nel secondo invece è stata aggiunta anche la dipendenza dall advertiser. Tutti i modelli sono stati descritti in termini di formalismo matematico, meccanismi d asta utilizzati e proprietà garantite. Sempre nel secondo capitolo è stato presentato il nuovo paradigma di ricerca che prevede l integrazione di n motori di ricerca e è stato esteso il concetto di aste per link sponsorizzati a questo caso. Anche quest analisi è stata condotta proponendo un modello dipendente solo dalla posizione e uno che considera anche l advertiser. Entrambi sono stati definiti in termini di formalismo matematico, meccanismi d asta utilizzati e proprietà garantite. I meccanismi proposti nello stato dell arte per l allocazione dei link e il pagamento da parte dei motori di ricerca mono-dominio, nel caso questi partecipino alle attività di un motore di ricerca federato, vogliono essere una sintesi dei lavori attualmente disponibili in letteratura sul tema. Altri lavori si occupano delle tecniche di ricerca, mentre è per ora trascurato il problema di disegnare un meccansmo di revenue per questo nuovo paradigma. Data la primaria importanza che il suo disegno riveste per il successo di un FSE si è deciso di definire come obiettivo di questa tesi la sua progettazione. Due sono le componenti di un meccanismo di revenue: un modello di busines, che specifica chi paga e quando, e un modello microeconomico. La prima di queste due componenti è stata progettata nel terzo capitolo. Tra i requisiti inseriti all interno della sua formulazione figura la necessità di inserire un meccanismo di redistribuzione che garantisca a tutti gli attori un incentivo a

17 16 partecipare alle attività di un FSE. La seconda componete del meccanismo di revenue, il modello microeconomico, è stata progettata nel quarto capitolo, in maniera tale che il requisito di redistribuzione fosse rispettato. Sempre nel quarto capitolo sono presentati i risultati sperimentali, ricavati dai dati presenti nel dataset Webscope A3 di Yahoo!. L obiettivo dell analisi è valutare la frazione di pagamento VCG redistribuita mediamente e la sua variazione al crescere del numero di fornitori di servizi di advertising, del numero di advertiser e del numero di posizioni messe a disposizione da un FSE. L ultimo capitolo conclude il lavoro e presenta i problemi aperti da cui partire per futuri lavori. Le analisi condotte all interno di questa tesi e i risultati ottenuti sono stati pubblicati in un paper dal titolo Desinging a revenue mechanism for federated search engines all International Workshop on Very Large Data Search (VLDS 2011) nel Settembre 2011 a Seattle (USA) [50].

18 Capitolo 2 Stato dell arte Lo scopo di questo capitolo è fornire gli strumenti necessari per comprendere il lavoro svolto. Nelle prime Sezioni è fornita una descrizione del marketing online. Il loro obiettivo è quello di fornire un quadro di riferimento all interno del quale inserire il lavoro svolto nei capitoli successivi. In particolare nella Sezione 2.1 è mostrato il trend crescente che caratterizza questo nuovo strumento di marketing, nella Sezione 2.2 sono presentati i formati utilizzabili per una campagna pubblicitaria online. Nella Sezione 2.3 i metodi di pagamento disponibili, mentre nella Sezione 2.4 la relazione tra i formati descritti nella Sezione 2.3 e i metodi di pagamento nella Sezione 2.4. Nella Sezione 2.5 è fornita una descrizione dettagliata del formato utilizzato dagli attuali motori di ricerca e cioè il search. Nella Sezione 2.6 è presentato lo strumento utilizzato per condurre l analisi, cioè il mechanism design. Nelle Sezioni 2.7 e 2.8, ricorrendo all utilizzo del mechanism design, saranno descritte in maniera formale le aste che stanno alla base del funzionamento di un motore di ricerca. Nella Sezione 2.9 sarà presentata un estensione di questi modelli, pensata per potersi adattare a un nuovo paradigma per la ricerca sul Web. Questo nuovo paradigma si basa sull integrazione di motori di ricerca mono-dominio. Infine nella Sezione 2.10 sarà introdotto il concetto di redistribuzione che risulta indispensabile per la creazione di un modello di business per questa nuova classe di motori di ricerca. 17

19 2.1 La pubblicità online La pubblicità online Il web advertising, o pubblicità online, è un canale di comunicazione che molte aziende utilizzano per arrivare ai propri clienti e promuovere i propri prodotti o servizi, sfruttando le enormi potenzialità offerte dal media Internet. L importanza del marketing, e di conseguenza del messaggio pubblicitario, è da diverso tempo univocamente riconosciuta. Il fatto quindi che l attività di marketing si spinga verso un media relativamente giovane, dalle potenzialità enormi ed in rapidissima evoluzione come Internet non può che rappresentarne una naturale nuova fase di sviluppo. Il Web infatti è ormai a portata di chiunque e può riuscire ad arrivare dove le altre forme pubblicitarie non riescono ad essere efficaci. E difficile dire se sia preferibile una pubblicità definita, per così dire, classica o sul Web. Non esiste una risposta valida in assoluto dal momento che la campagna promozionale più efficace è sempre quella che si adatta maggiormente alle caratteristiche specifiche dell azienda promotrice e del prodotto o servizio pubblicizzato. Ogni azienda ha la propria realtà, da cui dipendono gli obiettivi commerciali e le strategie di marketing. A questo proposito la pubblicità classica, se ben sviluppata, è sempre efficace, proprio perché sfrutta i media tradizionali considerati degni di fiducia dal senso comune. La tendenza che la maggior parte delle aziende sembra aver deciso di seguire è quella di una giusta combinazione tra questi due modi di fare pubblicità; con il termine cross media si vuole indicare questa integrazione tra le due modalità. E indubbio che fare pubblicità online possa portare diversi vantaggi. Il vantaggio principale è l aumento di visibilità del proprio marchio: una campagna promozionale ben ideata e ben realizzata, abbinata ad un buon lavoro di posizionamento sui motori di ricerca, tramite le tecniche di SEO (Search Engine Optimization), può garantire un grande ritorno in termini di immagine, a livello nazionale ed internazionale. Dal punto di vista commerciale, a prescindere dai fattori esterni che possono influenzare ogni tipo di pubblicità, uno dei vantaggi maggiori è l alto tasso di accessibilità al media Internet. Il Web è certamente privo degli sbarramenti tipici di molti media tradizionali e

20 2.2 Formati per l internet advertising 19 questo non può che essere positivo. Una delle peculiarità del web advertising, che ne costituisce in questo senso uno dei punti di forza, è la misurabilità degli effetti e dei risultati della campagna. A differenza delle forme classiche infatti, nella pubblicità online, è possibile tenere sotto controllo il numero di volte in cui l inserzione viene vista dagli utenti (impression), quanto viene cliccata (click-through), le azioni che l utente compie dopo aver cliccato sull elemento pubblicitario, la fedeltà dei visitatori e calcolare il ROI (Return On Investment). La Figura 2.1, tratta dal rapporto Iab 2010 [24], mostra la crescita dell internet advertising nel corso degli anni Figura 2.1: Crescita dell internet advertising nel corso degli anni. 2.2 Formati per l internet advertising I metodi per fare pubblicità online sono molteplici e in questo senso la rete consente soluzioni adatte ad ogni esigenza. Tra le tipologie di advertising troviamo: ˆ Banner: il messaggio può essere presentato tramite un semplice banner, questo è definito come un inserzione pubblicitaria statica che può contenere il link al sito dell inserzionista.

21 2.2 Formati per l internet advertising 20 ˆ Rich media: se il budget a disposizione dell azienda è più elevato è possibile utilizzare tecniche pubblicitarie più sofisticate definite rich media, molto simili a dei banner, ma contenenti anche video e/o audio. ˆ Sponsorship: in alcuni casi è possibile ricorrere alla cosidetta sponsorship ovvero a un banner dalle dimensioni ridotte, definito bottone, collocato in un sito che, previo compenso, decida di ospitarlo. Questa a volte diventa una tecnica di co-branding ovvero rientra all interno di una partnership tra due siti web che si sponsorizzano a vicenda. ˆ l inserzionista può pagare per l invio di contenenti il proprio banner o rich media. La società incaricata, si presterà, previo compenso, per l invio di a una lista di propri clienti, contenenti un annuncio. Il numero e la frequenza con cui vengono inviate le dipende dal compenso versato alla società. ˆ Classifieds: l inserzionista può sfruttare società come le Pagine gialle [2] per essere messo in un elenco. ˆ Lead generation or referrals: se l inserzionista vuole essere sicuro che si rivolgano a lui soltanto clienti qualificati, cioè clienti che sono realmente intenzionati ad acquistare il prodotto o servizio allora può utilizzare questa tipologia di advertising, rivolgendosi a società che effettuano uno studio sui clienti e sull azienda e garantiscono questo risultato. ˆ Search: senza dubbio il formato che viene oggi maggiormente utilizzato e che porta il maggior ritorno in termini economici è il search. L inserzionista paga perché il link al suo sito appaia quando vengono inserite determinate parole chiave da lui scelte. La Figura 2.2, tratta dal rapporto Iab 2010 mostra il contributo dei diversi formati alla costituzione dei ricavi totali dell internet advertising.

22 2.3 Modalità di pagamento 21 Figura 2.2: Contributo dei diversi formati alla costituzione dei ricavi totali dell internet advertising. 2.3 Modalità di pagamento Ognuno dei formati precedentemente menzionati può utilizzare una o più modalità di pagamento: 1. Pay-per-impression (PPI/CPM): l inserzionista paga perchè il suo annuncio pubblicitario appaia sulla rete, indipendentemente dal fatto che l utente clicchi sul link o acquisti il prodotto o servizio da lui offerto. Generalmente si paga per un milione di impressioni(cpm) ed è possibile scegliere il tempo, per esempio un milione di impressioni al mese, o lasciare che il motore di ricerca faccia apparirre l annuncio per un tempo non definito a priori. Questa modalità di pagamento è senza dubbio vantaggiosa per la società che offre il servizio di advertising perché il pagamento avviene per il solo fatto che l annuncio sia apparso sul Web. 2. Pay-per-query (PPQ): l utente paga per avere accesso ai dati. Il motore di ricerca può richiedere all utente un pagamento per la visualizzazione dei contenuti richiesti oppure può consentire la visione di alcune informazioni di base e chiedere un pagamento per l accesso a informazioni di maggior dettaglio.

23 2.4 Relazione formato-pagamento Pay-per-conversion (PPC): l inserzionista paga solo se l utente che visiona il sito, a cui ha accesso tramite click su un annuncio sponsorizzato, acquisterà il bene o servizio da lui offerto o effettuarà una registrazione o una qualunque altra attività che vada oltre la semplice visione del sito. Questa modalità di pagamento va a vantaggio dell inserzionista che sarà sicuro di pagare solo per traffico di qualità. 4. Pay-per-click (PPC): questa è sicuramente la modalità oggi più utilizzata e rappresenta un compromesso tra CPM e PPC in quanto l inserzionista paga solo quando l utente clicca sul suo link. Questo modello fu introdotto da Overture nel 1997 e oggi è condiderato uno standard per le modalità di pagamento legate al search, infatti i maggiori motori di ricerca come Google [21] e Yahoo! [22] lo utilizzano abitualmente per regolare il meccanismo di link sponsorizzati. 5. Pay-per-action (PPC): questa modalità viene utilizzata quando la regola per il calcolo del pagamento tiene in considerazione anche le azioni compiute sui link di altri advertiser oltre a quello a cui si riferisce il pagamento. Uno studio realizzato da Iab [23] mostra quanto le diverse modalità di pagamento contribuiscano alla costituzione dei ricavi totali dell advertising online. In Figura 2.3 è indicata la percentuale di questi ricavi derivante da pay-per-impression, pay-per-performance e da un pagamento ibrido. Il pay-per-performance riunisce in un unica voce pay-per-conversion, pay-perclick e pay-per-action mentre per pagamento ibrido si intende un unione tra pay-per-impression e pay-per-performance. 2.4 Relazione formato-pagamento I formati di cui si è parlato nella Sezione 2.2 possono utilizzare una o più modalità di pagamento. Sicuramente il metodo più utilizzato per i formati banner e rich media rimane il pay-per-impression, anche se iniziano ad esserci casi di pay-per-click. Per avere un idea di massima dei prezzi applicati

24 2.5 Aste per link sponsorizzati 23 Figura 2.3: Contributo delle diverse modalità di pagamento alla costituzione dei ricavi totali dell internet advertising. possiamo dire che il costo per mille impressioni si aggira intorno agli 1/2 e a seconda delle dimensioni e del tempo di permanenza sul Web, mentre siamo intorno agli 0.15 e per il pay-per-click. Se ci riferiamo invece all invio di , ovviamente l unico modello applicabile è il pay-per-impression. Per l invio di newsletter contenenti il link a un sito si possono pagare 30 e per l invio di mail. Il pay-per-impression è utilizzato anche per il formato classified. In questo caso il costo indicativo è di 9.95 e per 30 giorni di impressione su un sito. Il pay-per-click è utilizzato per i referral, ma soprattutto per il search. Per le parole chiave più comuni la cifra è circa 0.5 e, mentre i valori minimi sono intorno a 0.05 e. 2.5 Aste per link sponsorizzati I formati disponibili per le campagne pubblicitarie sul Web sono molteplici (Sezione 2.2). Tra questi, come mostrato in Figura 2.2, quello che riveste la maggiore rilevanza all interno dell advertising online è il search. La sua importanza è dimostrata dal fatto che il 46% del fatturato globale dell Internet advertising è a lui dovuto. Si parla di 12 miliardi di dollari spesi nel 2010[23]. Come anticipato nella Sezione 2.2 il formato search è la pubblicazione di link sponsorizzati su motori di ricerca come Google e Yahoo!. Quando un utente

25 2.5 Aste per link sponsorizzati 24 Internet digita una o più parole chiave (keyword) nell apposito spazio della home page di un motore di ricerca (search engine) riceve come risultato una pagina, contenente sia link sponsorizzati che link non sponsorizzati. In particolare la pagina è costituita da due colonne, sulla sinistra abbiamo i link non sponsorizzati e a volte due o tre link sponsorizzati, ben separati dagli altri, mentre sulla destra solo quelli sponsorizzati. La schermata del principale motore di ricerca, Google, è presentate in Figura 2.4 Figura 2.4: Risultato di una ricerca in Google. Quando un utente clicca su un link sponsorizzato viene indirizzato al sito web dell inserzionista e questo paga per il click ricevuto. Il pagamento è quindi pay-per-click. Le decisioni relative a quali link sponsorizzati mostrare all utente e quale prezzo far pagare per ogni click ricevuto sono prese svolgendo un asta (sponsored search auction). Nella letteratura più recente sono presenti molti studi relativi alle aste per i link sponsorizzati, anche se molti ambiti restano ancora inesplorati. Nelle Sezioni 2.7 e 2.8 sarà fornita una descrizione dei meccanismi d asta per l allocazione e il pagamento dei link sponsorizzati.

26 2.6 Mechanism design Mechanism design Le aste per i link sponsorizzati possono essere modellate come un problema di mechanism design. In economia e in teoria dei giochi, si definisce mechanism design la progettazione di regole di un gioco o di sistemi che permettano di raggiungere uno specifico risultato. Questo viene realizzato costruendo una struttura che incentiva gli attori a comportarsi in maniera coerente alle regole. La formulazione matematica si basa sui seguenti assunti: Sia N il numero di partecipanti al gioco. Ognuno ha un segnale o tipo che gli permette di decidere quale sarà la sua azione, per esempio in un asta il tipo di un offerente è rappresentato dalla sua valutazione o dal suo prezzo di riserva. In base al suo tipo l attore compirà un azione, A rappresenta lo spazio delle possibili azioni. Continuando con l esempio precedente sarà un offerta. Ogni agente ha poi un utilità legata al prezzo pagato e al fatto o meno di ricevere il bene. Di conseguenza un meccanismo può essere descritto matematicamente nel modo seguente: M = (N, X, Θ, V, g, A) Dove N è l insieme dei giocatori, X l outcome, Θ è la distribuzione di probabilità di ciascun giocatore sul proprio tipo, V rappresenza la valutazione dei giocatori riguardo alle alternative, A è lo spazio delle alternative già discusso sopra, g è una funzione che dalle azioni A 1, A 2,..., A n porta all esito. Abbiamo due tipologie di meccanismo: 1. Meccanismo indiretto: M = ((A i ), g( )) con g : A X 2. Meccanismo diretto: D = ((θ i ) iɛn, f( )) con f : (θ 1x,..., θ nx ) X Grazie al revelation principle [1] è possibile focalizzarsi solo sui meccanismi diretti in quanto esso afferma che per ogni M esiste un D equivalente e per ogni D esiste almeno un M equivalente. Passiamo quindi a studiare la funzione f(.) che prende il nome di funzione di scelta sociale. Prima di andare a elencare le proprietà di cui gode la funzione di scelta sociale andiamo a specificare a che livello piò valere una proprietà:

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Nessuna parte di questo documento può essere usata o riprodotta in alcun modo anche parzialmente senza il permesso della

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Nessuna parte di questo documento può essere usata o riprodotta in alcun modo anche parzialmente senza il permesso della www.smartplus.it www.progettorchestra.com Per informazioni: info@smartplus.it info@progettorchestra.it Tel +39 0362 1857430 Fax+39 0362 1851534 Varedo (MI) - ITALIA Siti web e motori di ricerca Avere un

Dettagli

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 2014 Catalogo formativo Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 Internet Training Program Email Marketing Negli ultimi anni l email è diventata il principale strumento di comunicazione aziendale

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

Business Intelligence. Il data mining in

Business Intelligence. Il data mining in Business Intelligence Il data mining in L'analisi matematica per dedurre schemi e tendenze dai dati storici esistenti. Revenue Management. Previsioni di occupazione. Marketing. Mail diretto a clienti specifici.

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee

Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee Se a e b sono numeri interi, si dice che a divide b, in simboli: a b, se e solo se esiste c Z tale che b = ac. Si può subito notare che:

Dettagli

Bibione.com: Strategie webmarketing 2.0

Bibione.com: Strategie webmarketing 2.0 Bibione.com: Strategie webmarketing 2.0 La gestione del portale e la promozione on-line Nicola Grassetto Time2marketing Srl Bibione Online Cos è oggi Bibione.com Operatori presenti 5 Strutture open air

Dettagli

Parte 2. Determinante e matrice inversa

Parte 2. Determinante e matrice inversa Parte. Determinante e matrice inversa A. Savo Appunti del Corso di Geometria 013-14 Indice delle sezioni 1 Determinante di una matrice, 1 Teorema di Cramer (caso particolare), 3 3 Determinante di una matrice

Dettagli

Ricerca Operativa Esercizi sul metodo del simplesso. Luigi De Giovanni, Laura Brentegani

Ricerca Operativa Esercizi sul metodo del simplesso. Luigi De Giovanni, Laura Brentegani Ricerca Operativa Esercizi sul metodo del simplesso Luigi De Giovanni, Laura Brentegani 1 1) Risolvere il seguente problema di programmazione lineare. ma + + 3 s.t. 2 + + 2 + 2 + 3 5 2 + 2 + 6,, 0 Soluzione.

Dettagli

2 Formulazione dello shortest path come problema di flusso

2 Formulazione dello shortest path come problema di flusso Strumenti della Teoria dei Giochi per l Informatica A.A. 2009/10 Lecture 20: 28 Maggio 2010 Cycle Monotonicity Docente: Vincenzo Auletta Note redatte da: Annibale Panichella Abstract In questa lezione

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Capitolo 9: PROPAGAZIONE DEGLI ERRORI

Capitolo 9: PROPAGAZIONE DEGLI ERRORI Capitolo 9: PROPAGAZIOE DEGLI ERRORI 9.1 Propagazione degli errori massimi ella maggior parte dei casi le grandezze fisiche vengono misurate per via indiretta. Il valore della grandezza viene cioè dedotto

Dettagli

Flusso a costo minimo e simplesso su reti

Flusso a costo minimo e simplesso su reti Flusso a costo minimo e simplesso su reti La particolare struttura di alcuni problemi di PL può essere talvolta utilizzata per la progettazione di tecniche risolutive molto più efficienti dell algoritmo

Dettagli

ALGEBRA: LEZIONI DAL 13 OTTOBRE AL 3 NOVEMBRE

ALGEBRA: LEZIONI DAL 13 OTTOBRE AL 3 NOVEMBRE ALGEBRA: LEZIONI DAL 13 OTTOBRE AL 3 NOVEMBRE 1 DIPENDENZA E INDIPENDENZA LINEARE Se ho alcuni vettori v 1, v 2,, v n in uno spazio vettoriale V, il sottospazio 1 W = v 1,, v n di V da loro generato è

Dettagli

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com Il mobile e lo shopping on demand Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto tradedoubler.com I canali di performance marketing mobile stanno trasformando l esperienza di acquisto

Dettagli

L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI

L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI IL VOSTRO LAVORO E LA VOSTRA PASSIONE I VOSTRI CAVALLI La nostra iniziativa vuole essere un aiuto agli allevatori per raggiungere ogni potenziale cliente e trasformarlo

Dettagli

Come scrivere una Review

Come scrivere una Review Come scrivere una Review Federico Caobelli per AIMN Giovani Fondazione Poliambulanza - Brescia federico.caobelli@gmail.com SOMMARIO Nel precedente articolo, scritto da Laura Evangelista per AIMN Giovani,

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

ELASTICITÀ. Sarebbe conveniente per il produttore aumentare ulteriormente il prezzo nella stessa misura del caso

ELASTICITÀ. Sarebbe conveniente per il produttore aumentare ulteriormente il prezzo nella stessa misura del caso Esercizio 1 Data la funzione di domanda: ELASTICITÀ Dire se partendo da un livello di prezzo p 1 = 1.5, al produttore converrà aumentare il prezzo fino al livello p 2 = 2. Sarebbe conveniente per il produttore

Dettagli

Moto sul piano inclinato (senza attrito)

Moto sul piano inclinato (senza attrito) Moto sul piano inclinato (senza attrito) Per studiare il moto di un oggetto (assimilabile a punto materiale) lungo un piano inclinato bisogna innanzitutto analizzare le forze che agiscono sull oggetto

Dettagli

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12 Data ultima revisione del presente documento: domenica 8 maggio 2011 Indice Sommario Descrizione prodotto.... 3 Licenza e assunzione di responsabilità utente finale:... 4 Prerequisiti:... 5 Sistema Operativo:...

Dettagli

Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design

Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design Come si trovano oggi i clienti? Così! ristorante pizzeria sul mare bel Perchè è importante

Dettagli

Aste a valore privato, comune e affiliato

Aste a valore privato, comune e affiliato Aste a valore privato, comune e affiliato Siano: V i = il valore di mercato che il bidder i assegna al bene v i = la valutazione soggettiva del bene, da parte dell i-esimo bidder In un asta a valore privato,

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network Di cosa parliamo? La Borsa delle Idee è la soluzione per consentire alle aziende di coinvolgere attivamente le persone (dipendenti, clienti,

Dettagli

EQUAZIONI non LINEARI

EQUAZIONI non LINEARI EQUAZIONI non LINEARI Francesca Pelosi Dipartimento di Matematica, Università di Roma Tor Vergata CALCOLO NUMERICO e PROGRAMMAZIONE http://www.mat.uniroma2.it/ pelosi/ EQUAZIONI non LINEARI p.1/44 EQUAZIONI

Dettagli

MANUALE PER LO STUDENTE

MANUALE PER LO STUDENTE Università di Bologna Domanda di ammissione alla prova finale laurea MANUALE PER LO STUDENTE In caso di problemi informatici durante la compilazione della domanda on line, manda una mail a help.almawelcome@unibo.it

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

Gli uni e gli altri. Strategie in contesti di massa

Gli uni e gli altri. Strategie in contesti di massa Gli uni e gli altri. Strategie in contesti di massa Alessio Porretta Universita di Roma Tor Vergata Gli elementi tipici di un gioco: -un numero di agenti (o giocatori): 1,..., N -Un insieme di strategie

Dettagli

Da una a più variabili: derivate

Da una a più variabili: derivate Da una a più variabili: derivate ( ) 5 gennaio 2011 Scopo di questo articolo è di evidenziare le analogie e le differenze, relativamente al calcolo differenziale, fra le funzioni di una variabile reale

Dettagli

Numeri reali. Funzioni e loro grafici

Numeri reali. Funzioni e loro grafici Argomento Numeri reali. Funzioni e loro grafici Parte B - Funzioni e loro grafici Funzioni reali di variabile reale Definizioni. Supponiamo che A sia un sottoinsieme di R e che esista una legge che ad

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Esercizi per il corso di Algoritmi e Strutture Dati

Esercizi per il corso di Algoritmi e Strutture Dati 1 Esercizi per il corso di Algoritmi e Strutture Dati Esercizi sulla Tecnica Divide et Impera N.B. Tutti gli algoritmi vanno scritti in pseudocodice (non in Java, né in C++, etc. ). Di tutti gli algoritmi

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO Informazioni Societarie Fondazione Prada Largo Isarco 2 20139 Milano, Italia P.IVA e codice fiscale 08963760965 telefono +39.02.56662611 fax +39.02.56662601 email: amministrazione@fondazioneprada.org TERMINI

Dettagli

TEORIA DELL UTILITÀ E DECISION PROCESS

TEORIA DELL UTILITÀ E DECISION PROCESS TEORIA DELL UTILITÀ E DECISION PROCESS 1 UTILITÀ Classicamente sinonimo di Desiderabilità Fisher (1930):... uno degli elementi che contribuiscono ad identificare la natura economica di un bene e sorge

Dettagli

METODO DEI MINIMI QUADRATI. Quest articolo discende soprattutto dai lavori di Deming, Press et al. (Numerical Recipes) e Jefferys.

METODO DEI MINIMI QUADRATI. Quest articolo discende soprattutto dai lavori di Deming, Press et al. (Numerical Recipes) e Jefferys. METODO DEI MINIMI QUADRATI GIUSEPPE GIUDICE Sommario Il metodo dei minimi quadrati è trattato in tutti i testi di statistica e di elaborazione dei dati sperimentali, ma non sempre col rigore necessario

Dettagli

Matematica B - a.a 2006/07 p. 1

Matematica B - a.a 2006/07 p. 1 Matematica B - a.a 2006/07 p. 1 Definizione 1. Un sistema lineare di m equazioni in n incognite, in forma normale, è del tipo a 11 x 1 + + a 1n x n = b 1 a 21 x 1 + + a 2n x n = b 2 (1) = a m1 x 1 + +

Dettagli

COME MASSIMIZZARE UNA FUNZIONE DI UTILITÀ

COME MASSIMIZZARE UNA FUNZIONE DI UTILITÀ icroeconomia Douglas Bernheim, ichael Whinston Copyright 009 The cgraw-hill Companies srl COE ASSIIZZARE UNA FUNZIONE DI UTILITÀ Supponiamo che il reddito mensile di Elena sia pari a Y e sia interamente

Dettagli

pag. 2/9 INTERNET MARKETING (SYSCON SRL) Rev.1.2 Spett.le Ditta, giorno dopo giorno Internet sta modificando il

pag. 2/9 INTERNET MARKETING (SYSCON SRL) Rev.1.2 Spett.le Ditta, giorno dopo giorno Internet sta modificando il INTERNET MARKETING pag. 2/9 Spett.le Ditta, Rev.1.2 giorno dopo giorno Internet sta modificando il modo di essere azienda : la posta elettronica permette maggiore dinamicità nei rapporti con clienti e

Dettagli

razionali Figura 1. Rappresentazione degli insiemi numerici Numeri reali algebrici trascendenti frazionari decimali finiti

razionali Figura 1. Rappresentazione degli insiemi numerici Numeri reali algebrici trascendenti frazionari decimali finiti 4. Insiemi numerici 4.1 Insiemi numerici Insieme dei numeri naturali = {0,1,,3,,} Insieme dei numeri interi relativi = {..., 3,, 1,0, + 1, +, + 3, } Insieme dei numeri razionali n 1 1 1 1 = : n, m \{0}

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA LE FRAZIONI ALGEBRICHE ALESSANDRO BOCCONI

APPUNTI DI MATEMATICA LE FRAZIONI ALGEBRICHE ALESSANDRO BOCCONI APPUNTI DI MATEMATICA LE FRAZIONI ALGEBRICHE ALESSANDRO BOCCONI Indice 1 Le frazioni algebriche 1.1 Il minimo comune multiplo e il Massimo Comun Divisore fra polinomi........ 1. Le frazioni algebriche....................................

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

UNIVERSITA DI PISA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA ANNO ACCADEMICO 2004-2005 TESI DI LAUREA

UNIVERSITA DI PISA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA ANNO ACCADEMICO 2004-2005 TESI DI LAUREA UNIVERSITA DI PISA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA ANNO ACCADEMICO 2004-2005 TESI DI LAUREA SVILUPPO DI METODI DECONVOLUTIVI PER L INDIVIDUAZIONE DI SORGENTI INDIPENDENTI

Dettagli

General Linear Model. Esercizio

General Linear Model. Esercizio Esercizio General Linear Model Una delle molteplici applicazioni del General Linear Model è la Trend Surface Analysis. Questa tecnica cerca di individuare, in un modello di superficie, quale tendenza segue

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Circuiti Elettrici. Schema riassuntivo. Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante

Circuiti Elettrici. Schema riassuntivo. Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante Circuiti Elettrici Schema riassuntivo Leggi fondamentali dei circuiti elettrici lineari Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante La conseguenza

Dettagli

METODI ITERATIVI PER SISTEMI LINEARI

METODI ITERATIVI PER SISTEMI LINEARI METODI ITERATIVI PER SISTEMI LINEARI LUCIA GASTALDI 1. Metodi iterativi classici Sia A R n n una matrice non singolare e sia b R n. Consideriamo il sistema (1) Ax = b. Un metodo iterativo per la soluzione

Dettagli

10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese grande 4

10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese grande 4 I SUSSIDI ALLE ESPORTAZIONI NELL AGRICOLTURA E NEI SETTORI AD ALTA TECNOLOGIA 10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

PLAYBOOK EMAIL REMARKETING. Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI

PLAYBOOK EMAIL REMARKETING. Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI PLAYBOOK OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI EMAIL REMARKETING Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. EMAIL REMARKETING Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti

Dettagli

L apertura di una economia ha 3 dimensioni

L apertura di una economia ha 3 dimensioni Lezione 19 (BAG cap. 6.1 e 6.3 e 18.1-18.4) Il mercato dei beni in economia aperta: moltiplicatore politica fiscale e deprezzamento Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia Economia

Dettagli

CS. Cinematica dei sistemi

CS. Cinematica dei sistemi CS. Cinematica dei sistemi Dopo aver esaminato la cinematica del punto e del corpo rigido, che sono gli schemi più semplificati con cui si possa rappresentare un corpo, ci occupiamo ora dei sistemi vincolati.

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE 1 SOMMARIO 1 OBIETTIVI DEL DOCUMENTO...3 2 OFFERTA DEL FORNITORE...4 2.1 LOG ON...4 2.2 PAGINA INIZIALE...4 2.3 CREAZIONE OFFERTA...6 2.4 ACCESSO AL DOCUMENTALE...8

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente Guida ai Servizi Voce per l Utente Guida ai ai Servizi Voce per l Utente 1 Indice Introduzione... 3 1 Servizi Voce Base... 4 1.1 Gestione delle chiamate... 4 1.2 Gestione del Numero Fisso sul cellulare...

Dettagli

METODO DELLE FORZE 1. METODO DELLE FORZE PER LA SOLUZIONE DI STRUTTURE IPERSTATICHE. 1.1 Introduzione

METODO DELLE FORZE 1. METODO DELLE FORZE PER LA SOLUZIONE DI STRUTTURE IPERSTATICHE. 1.1 Introduzione METODO DELLE FORZE CORSO DI PROGETTZIONE STRUTTURLE a.a. 010/011 Prof. G. Salerno ppunti elaborati da rch. C. Provenzano 1. METODO DELLE FORZE PER L SOLUZIONE DI STRUTTURE IPERSTTICHE 1.1 Introduzione

Dettagli

Domini, una guida per capire come avviare un business nel web. Il dominio, lʼinizio di qualsiasi attività sul web

Domini, una guida per capire come avviare un business nel web. Il dominio, lʼinizio di qualsiasi attività sul web Domini, una guida per capire come avviare un business nel web HostingSolutions.it, ISP attivo da 10 anni nel mondo della registrazione domini, vuole fornire ai propri clienti e non una breve guida che

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

ALGEBRA I: CARDINALITÀ DI INSIEMI

ALGEBRA I: CARDINALITÀ DI INSIEMI ALGEBRA I: CARDINALITÀ DI INSIEMI 1. CONFRONTO DI CARDINALITÀ E chiaro a tutti che esistono insiemi finiti cioè con un numero finito di elementi) ed insiemi infiniti. E anche chiaro che ogni insieme infinito

Dettagli

UNA LEZIONE SUI NUMERI PRIMI: NASCE LA RITABELLA

UNA LEZIONE SUI NUMERI PRIMI: NASCE LA RITABELLA UNA LEZIONE SUI NUMERI PRIMI: NASCE LA RITABELLA Tutti gli anni, affrontando l argomento della divisibilità, trovavo utile far lavorare gli alunni sul Crivello di Eratostene. Presentavo ai ragazzi una

Dettagli

Mai più senza smartphone.

Mai più senza smartphone. Mai più senza smartphone. Il telefonino ha superato il pc come mezzo di consultazione del web: 14,5 milioni contro 12,5 milioni.* Sempre più presente, lo smartphone è ormai parte integrante delle nostre

Dettagli

Figura 1 - Schermata principale di Login

Figura 1 - Schermata principale di Login MONITOR ON LINE Infracom Italia ha realizzato uno strumento a disposizione dei Clienti che permette a questi di avere sotto controllo in maniera semplice e veloce tutti i dati relativi alla spesa del traffico

Dettagli

I Numeri Complessi. Si verifica facilmente che, per l operazione di somma in definita dalla (1), valgono le seguenti

I Numeri Complessi. Si verifica facilmente che, per l operazione di somma in definita dalla (1), valgono le seguenti Y T T I Numeri Complessi Operazioni di somma e prodotto su Consideriamo, insieme delle coppie ordinate di numeri reali, per cui si ha!"# $&% '( e )("+* Introduciamo in tale insieme una operazione di somma,/0"#123045"#

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

Travature reticolari piane : esercizi svolti De Domenico D., Fuschi P., Pisano A., Sofi A.

Travature reticolari piane : esercizi svolti De Domenico D., Fuschi P., Pisano A., Sofi A. Travature reticolari piane : esercizi svolti e omenico., Fuschi., isano., Sofi. SRZO n. ata la travatura reticolare piana triangolata semplice illustrata in Figura, determinare gli sforzi normali nelle

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Valutazione e valorizzazione di un sito web di una struttura alberghiera. Andrea Tiburzi Rimini, 9 marzo 2013

Valutazione e valorizzazione di un sito web di una struttura alberghiera. Andrea Tiburzi Rimini, 9 marzo 2013 Valutazione e valorizzazione di un sito web di una struttura alberghiera. Andrea Tiburzi Rimini, 9 marzo 2013 Introduzione Agenda La misura del valore: i fattori che influenzano il valore di un azienda

Dettagli

Parte 3. Rango e teorema di Rouché-Capelli

Parte 3. Rango e teorema di Rouché-Capelli Parte 3. Rango e teorema di Rouché-Capelli A. Savo Appunti del Corso di Geometria 203-4 Indice delle sezioni Rango di una matrice, 2 Teorema degli orlati, 3 3 Calcolo con l algoritmo di Gauss, 6 4 Matrici

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

WineCountry.IT - Italian Wine - Listino Prezzi Stampabile. Listino Prezzi

WineCountry.IT - Italian Wine - Listino Prezzi Stampabile. Listino Prezzi Listino Prezzi L.L.C. 20 Holstein Road, San Anselmo, CA 94960-1202, USA Tel.: 001 415 460 6455 E-mail: management@winecountry.it www.winecountry.it www.emporio-italkia.com www.italian-flavor.com www.italianwinehub.com

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Cristian Secchi Pag. 1

Cristian Secchi Pag. 1 CONTROLLI DIGITALI Laurea Magistrale in Ingegneria Meccatronica SISTEMI A TEMPO DISCRETO Ing. Tel. 0522 522235 e-mail: cristian.secchi@unimore.it http://www.dismi.unimo.it/members/csecchi Richiami di Controlli

Dettagli

Quando troncare uno sviluppo in serie di Taylor

Quando troncare uno sviluppo in serie di Taylor Quando troncare uno sviluppo in serie di Taylor Marco Robutti October 13, 2014 Lo sviluppo in serie di Taylor di una funzione è uno strumento matematico davvero molto utile, e viene spesso utilizzato in

Dettagli

GLI OGRIN. Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento!

GLI OGRIN. Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento! GLI OGRIN Il sistema di Punti scambiabili nei servizi ANKAMA Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento! Si tratta, in primo luogo, di un

Dettagli

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO:

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO: ASTA IN GRIGLIA PRO Asta in Griglia PRO è un software creato per aiutare il venditore Ebay nella fase di post-vendita, da quando l inserzione finisce con una vendita fino alla spedizione. Il programma

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Teoria dei giochi Gioco Interdipendenza strategica

Teoria dei giochi Gioco Interdipendenza strategica Teoria dei giochi Gioco Interdipendenza strategica soggetti decisionali autonomi con obiettivi (almeno parzialmente) contrapposti guadagno di ognuno dipende dalle scelte sue e degli altri Giocatori razionali

Dettagli

Procedura per la Pre-registrazione, registrazione e l iscrizione delle imprese nell Albo Fornitori della Società Aeroporto Toscano G. Galilei S.p.A.

Procedura per la Pre-registrazione, registrazione e l iscrizione delle imprese nell Albo Fornitori della Società Aeroporto Toscano G. Galilei S.p.A. Procedura per la Pre-registrazione, registrazione e l iscrizione delle imprese nell Albo Fornitori della Società Aeroporto Toscano G. Galilei S.p.A. I passi necessari per completare la procedura sono:

Dettagli

Descrizione tecnica Indice

Descrizione tecnica Indice Descrizione tecnica Indice 1. Vantaggi del sistema Vertical Booking... 2 2. SISTEMA DI PRENOTAZIONE ON LINE... 3 2.1. Caratteristiche... 3 I EXTRANET (Interfaccia per la gestione del programma)... 3 II

Dettagli

ALGEBRA I: NUMERI INTERI, DIVISIBILITÀ E IL TEOREMA FONDAMENTALE DELL ARITMETICA

ALGEBRA I: NUMERI INTERI, DIVISIBILITÀ E IL TEOREMA FONDAMENTALE DELL ARITMETICA ALGEBRA I: NUMERI INTERI, DIVISIBILITÀ E IL TEOREMA FONDAMENTALE DELL ARITMETICA 1. RICHIAMI SULLE PROPRIETÀ DEI NUMERI NATURALI Ho mostrato in un altra dispensa come ricavare a partire dagli assiomi di

Dettagli

Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com

Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com #TTTourism // 30 settembre 2014 - Erba Hootsuite Italia Social Media Management HootsuiteIT Diego Orzalesi Hootsuite Ambassador Programma

Dettagli

1. Intorni di un punto. Punti di accumulazione.

1. Intorni di un punto. Punti di accumulazione. 1. Intorni di un punto. Punti di accumulazione. 1.1. Intorni circolari. Assumiamo come distanza di due numeri reali x e y il numero non negativo x y (che, come sappiamo, esprime la distanza tra i punti

Dettagli

Guida all uso del portale dello studente

Guida all uso del portale dello studente Guida all uso del portale dello studente www.studente.unicas.it Versione 1.0 del 10/04/2010 Pagina 1 Sommario PREMESSA... 3 PROFILO... 7 AMICI... 9 POSTA... 10 IMPOSTAZIONI... 11 APPUNTI DI STUDIO... 12

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

Problema n. 1: CURVA NORD

Problema n. 1: CURVA NORD Problema n. 1: CURVA NORD Sei il responsabile della gestione del settore Curva Nord dell impianto sportivo della tua città e devi organizzare tutti i servizi relativi all ingresso e all uscita degli spettatori,

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management GESTIRE CON SUCCESSO UNA TRATTATIVA COMMERCIALE di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management OTTENERE FIDUCIA: I SEI LIVELLI DI RESISTENZA Che cosa comprano i clienti? Un prodotto? Un servizio?

Dettagli

LA FUNZIONE ESPONENZIALE E IL LOGARITMO

LA FUNZIONE ESPONENZIALE E IL LOGARITMO LA FUNZIONE ESPONENZIALE E IL LOGARITMO APPUNTI PER IL CORSO DI ANALISI MATEMATICA I G. MAUCERI Indice 1. Introduzione 1 2. La funzione esponenziale 2 3. Il numero e di Nepero 9 4. L irrazionalità di e

Dettagli

app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet

app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet 2 app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet L integrazione delle piattaforme è il concetto

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

GOOGLE, WIKIPEDIA E VALUTAZIONE SITI WEB. A cura delle biblioteche Umanistiche e Giuridiche

GOOGLE, WIKIPEDIA E VALUTAZIONE SITI WEB. A cura delle biblioteche Umanistiche e Giuridiche GOOGLE, WIKIPEDIA E VALUTAZIONE SITI WEB A cura delle biblioteche Umanistiche e Giuridiche ISTRUZIONI PER Usare in modo consapevole i motori di ricerca Valutare un sito web ed utilizzare: Siti istituzionali

Dettagli