Ambasciata d Italia ad Ankara Ufficio Economico e Commerciale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ambasciata d Italia ad Ankara Ufficio Economico e Commerciale"

Transcript

1 Ambasciata d Italia ad Ankara Ufficio Economico e Commerciale Ultimi Sviluppi Negoziati bilaterali nel settore dell aviazione civile tra la Turchia e l Italia Ferrero acquisisce il più grande esportatore turco di nocciole La Banca Mondiale stanzia un nuovo finanziamento per le energie rinnovabili in Turchia Record di presenze negli aeroporti turchi nel mese di giugno Istanbul terza meta di viaggi in Europa L interesse degli istituti stranieri nel mercato bancario turco continuerà Economia e Politica Economica Bilancia commerciale della Turchia (maggio 2014) La Turchia taglia i tassi di interesse per la terza volta consecutiva OCSE: la Turchia ha bisogno di riforme per crescere La produzione industriale segna la crescita più bassa degli ultimi 7 mesi Il Ministro dello Sviluppo turco rivela la mappa territoriale della povertà Gare e Annunci Vai direttamente alla pagina Indicatori Macroeconomici Vai direttamente alla pagina N.17 09/07 18/07/2014 Prot. Nr Ambasciata d Italia in Ankara, Ufficio Commerciale, Atatürk Bulvarı 118, 06680, Ankara, ; ; tel ; fax Responsabile: Dott. Francesco Varriale

2 Ultimi sviluppi Negoziati bilaterali nel settore dell aviazione civile tra la Turchia e l Italia Il 7 e l 8 luglio si è tenuta una riunione tra la Direzione generale dell aviazione civile (SHMG) e l'ente nazionale per l'aviazione civile (ENAC) a Istanbul. Il tema principale della riunione tra il direttore generale dell aviazione civile Bilal Ekşi e la sua controparte italiana Alessio Quaranta è stato l aggiornamento degli accordi sul trasporto aereo. Il nuovo accordo prevede un incremento del numero dei voli operati dalle compagnie aeree turche, da 151 voli settimanali a 196, oltre ad essere aggiunte due nuove destinazioni italiane, portando a 11 il numero totale delle destinazioni. TOP Ferrero acquisisce il più grande esportatore turco di nocciole Ferrero ha acquistato la più grande società di nocciole della Turchia, Oltan Gıda che rappresenta circa un terzo della produzione di nocciole del Paese. Con un fatturato annuo di oltre 500 milioni di dollari nel 2013, Oltan Gıda è stata annoverata al 55 posto nell elenco delle top 500 imprese industriali della Camera di Commercio di Istanbul. Il gruppo dispone di cinque stabilimenti cracking in Turchia, uno per la selezione ed uno per la lavorazione delle nocciole. Il più grande esportatore turco di nocciole ha come principali mercati Italia, Regno Unito, Francia e Germania ed è presente anche negli Stati Uniti, in Cina, Giappone e in Australia. Nel 2013 Ferrero ha inaugurato il suo 19 impianto nel mondo con un investimento di circa 140 milioni di euro nella zona industriale di Manisa, nella parte ovest della Turchia. TOP La Banca Mondiale stanzia un nuovo finanziamento per le energie rinnovabili in Turchia Secondo fonti del Ministero del Tesoro, la Banca mondiale avrebbe deciso di prestare 350 milioni di dollari alla Turchia per il Progetto di Integrazione sulle Energie Rinnovabili. Il prestito avrebbe lo scopo di aiutare la Turchia a soddisfare la sua crescente domanda di energia, incrementando la produzione su larga scala di energia da fonti rinnovabili, e il progetto dovrebbe essere attuato dalla TEİAŞ, la società che gestisce il sistema di trasmissione elettrico del Paese e sarà garantito dal Tesoro Turco. Per la Banca Mondiale, dal punto di vista ambientale globale, il progetto mira a ridurre le emissioni di gas serra derivanti dalla produzione di energia elettrica con combustibili fossili attraverso una maggiore integrazione della generazione basata su sorgenti di energia rinnovabili in Turchia. Al riguardo, Martin Raiser, il Direttore nazionale della Banca Mondiale per la Turchia ha dichiarato che "la Turchia ha un notevole potenziale di energia rinnovabile, tuttavia, sono necessari investimenti pubblici e privati sostanziali per sfruttare pienamente tali risorse. Come Banca Mondiale, abbiamo sostenuto riforme nel settore energetico della Turchia per oltre un decennio, con l'obiettivo di rendere il settore più pulito, sicuro e meno dipendente dalle importazioni. Questo progetto è un altro passo importante in questa direzione. La Turchia produce il 43% del suo fabbisogno energetico dal gas naturale, il 25% dal carbone, il 25% da fonti idroelettriche e il 7% per cento da fonti rinnovabili. Le riserve nazionali di petrolio e gas sono in grado di soddisfare solo il 10% dell'attuale consumo annuale della Turchia e il Paese si basa su costose importazioni di energia per alimentare la sua economia in crescita. Le importazioni sono una delle principali cause del deficit commerciale del Paese e, pertanto, la Turchia è costantemente impegnata nella ricerca di fonti di energia. La Turchia è il secondo Paese al mondo dopo la Cina per aumento della domanda energetica, e di conseguenza il Paese mira ad aumentare la quota di energia prodotta da fonti rinnovabili al 30% entro il Fra gli altri progetti finanziati dalla Banca Mondiale, si ricorda l annuncio fatto dalla Banca stessa di 2

3 voler stanziare un finanziamento supplementare di 400 milioni di dollari per la costruzione dell impianto di stoccaggio sotto le formazioni saline del lago Tuz Gölü (Lago Salato), uno dei più grandi del mondo. La Banca Mondiale ha inoltre fornito un finanziamento per l oleodotto BTC (Baku-Ceyhan-Tblisi) che porta il petrolio azero al porto turco e ha contribuito ad altri progetti energetici legati al Caucaso meridionale e di stoccaggio di energia nella Turchia centrale. TOP Record di presenze negli aeroporti turchi nel mese di giugno Secondo i dati diffusi lo scorso 5 luglio dalla Direzione Generale degli Aeroporti di Stato (DHMİ), gli aeroporti della Turchia hanno segnato nel mese di giugno il record assoluto di presenze, con 16.7 milioni di passeggeri e un incremento del 10,6% rispetto allo stesso periodo dell anno precedente. Il numero dei passeggeri dei voli domestici è salito a 7.8 milioni, con un incremento del 10,7% rispetto al mese di giugno dello scorso anno, mentre quello dei voli internazionali ha visto una crescita del 10,5% per un totale di 8.9 milioni di passeggeri. L aeroporto in cui si è registrato il maggiore aumento di presenze è l Aeroporto Atatürk di Istanbul, che gestisce il 35% del traffico aereo della Turchia. Il 27 giugno è stato il giorno di massima affluenza, con aerei atterrati e decollati da questo aeroporto. TOP Istanbul terza meta di viaggi in Europa Secondo il Target Cities Index di MasterCard, Istanbul è la terza meta preferita dai viaggiatori in Europa, dopo Londra e Parigi, con 11,6 milioni di visitatori attesi entro la fine del La città sul Bosforo, inoltre, ha conquistato la settima posizione nella lista delle città più visitate nel mondo per la terza volta in quattro anni. Nel 2013, il numero dei visitatori è stato di 9,87 milioni e per il 2014 si attende un incremento record del 17,5%. Con questo ritmo di crescita si prevede che entro il 2016 Istanbul conquisterà la seconda posizione nella lista delle mete più visitate d Europa, superando la capitale francese. Secondo le statistiche ufficiali della Direzione Provinciale della Cultura e del Turismo, nei primi sei mesi del 2014, la vecchia capitale dell Impero Ottomano ha già ospitato 5,38 milioni di turisti, con un incremento del 9% rispetto allo stesso periodo dell anno precedente. La città si è poi posizionata al quarto posto per le spese dei visitatori che, in base alle previsioni, quest anno dovrebbero raggiungere la somma di 9,38 miliardi di dollari Usa, con un guadagno di dollari Usa pro capite da parte dei residenti. TOP L interesse degli istituti stranieri nel mercato bancario turco continuerà Secondo l'amministratore delegato di UniCredit, Federico Ghizzoni, crescerà il numero degli istituti di credito stranieri nel mercato bancario turco. In un intervista rilasciata a CNBC, durante una visita istituzionale a Istanbul e Ankara, Ghizzoni ha dichiarato che la Turchia è tra i 3-4 mercati in cui UniCredit vorrebbe crescere. Altre banche straniere verranno a bussare alla porta della Turchia. L ingresso di Intesa Sanpaolo nel mercato turco è uno sviluppo positivo ha aggiunto Ghizzoni, riferendosi all apertura recente di una filiale di Intesa Sanpaolo. UniCredit, insieme con Koç Group, è uno dei principali azionisti della quarta banca privata più grande della Turchia, Yapı Kredi. Negli ultimi anni il sistema finanziario sopravvissuto alla crisi economica con un settore bancario robusto ha accolto molti nuovi finanziatori in Turchia. L anno scorso, la banca giapponese Tokyo-Mitsubishi UFJ (BTMU) ha iniziato le operazioni bancarie nel Paese, mentre a Intesa Sanpaolo è stata concessa una licenza bancaria dall Agenzia di regolamento e vigilanza bancaria di Turchia (BDDK). Rabobank, la più grande banca al dettaglio dei Paesi Bassi, ha anche ricevuto il via libera dall ente di controllo turco per le sue operazioni nel Paese nel TOP 3

4 Economia e Politica Economica Bilancia commerciale della Turchia (maggio 2014) I dati della bilancia commerciale annuale relativa al periodo maggio maggio 2014, resi noti dall Istituto di statistica turco (TurkStat), confermano la tendenza in atto da molti mesi alla diminuzione del deficit (calato del 24,9%, da 47 a 31,6 miliardi di dollari) ed all aumento dell export del 7,4% (da 62,7 a 67,4 miliardi di dollari). L interscambio globale della Turchia è diminuito dello 0,7% e le importazioni hanno registrato un calo (del 5,6%, da 104,8 a 99,0 miliardi di dollari). Anche il deficit commerciale verso l Unione, che continua a rappresentare il 39,5% degli scambi turchi con l estero è diminuito fortemente (-34,6%), passando da 12 a 7,8 miliardi di dollari. L interscambio con la UE è aumentato del 4,65% (da 62,8 a 65,7 miliardi di dollari), le esportazioni verso la UE sono aumentate del 13,9% (da 25,4 a 28,9 miliardi di dollari), le importazioni sono diminuite dello 1,6% (da 37,3 a 36,7 miliardi di dollari). Nella graduatoria mondiale dei primi partner di interscambio, al quarto posto si colloca l Italia con 8,1 miliardi di dollari (+2,6%) ed un saldo negativo per la Turchia di 1,8 miliardi di dollari. Le importazioni turche dall Italia hanno un valore di 5,0 miliardi di dollari (-0,6%) e le esportazioni di 3,1 miliardi di dollari (+8,2%). I prodotti più esportati nel mondo dalla Turchia nel periodo sono stati: autoveicoli, trattori e parti di ricambio (7,7 miliardi di dollari, +12,6%), macchinari di precisione ed attrezzature elettriche ed elettroniche (5,7 miliardi di dollari, +8,9%), pietre preziose e semipreziose, metalli preziosi, perle, bigiotteria (4,2 miliardi di dollari, +17,7%), ferro ed acciaio (4,2 miliardi di dollari, -9,5%), abbigliamento ed accessori (4,1 miliardi di dollari, +14,1%), macchinari ed apparecchiature meccaniche (4,0 miliardi di dollari, +10,2%), articoli in ferro ed acciaio (2,7 miliardi di dollari, +8,9%), abbigliamento, non a maglia ed accessori (2,6 miliardi di dollari, +10,9%), materie plastiche e lavori di tali materie (2,5 miliardi di dollari, +15,3%), combustibili minerali, oli minerali (2,3 miliardi di dollari, -13,7%). I prodotti più importati dalla Turchia sono stati: combustibili, minerali, oli minerali (22,8 miliardi di dollari, - 0,5%), macchinari ed apparecchiature meccaniche (11,7 miliardi di dollari, -4,8%), ferro ed acciaio (7,3 miliardi di dollari, -3,6%), macchinari di precisione ed attrezzature elettriche ed elettroniche (7,3 miliardi di dollari, +6,6%), materie plastiche e lavori di tali materie (5,9 miliardi di dollari, +2,4%), autoveicoli, trattori e parti di ricambio (5,7 miliardi di dollari, -11,2%), prodotti chimici organici (2,4 miliardi di dollari, +7,2%), pietre preziose e semi preziose (2,2 miliardi di dollari, -70,7%), apparecchi medicali, ottici, per fotografia e cinematografia (1,9 miliardi, +4,0%), prodotti farmaceutici (1,7 miliardi di dollari, +2,4%). Per i dati completi sull interscambio clicca qui (Fonte: Ufficio ICE di Istanbul, elaborazione dati TurkStat) TOP La Turchia taglia i tassi di interesse per la terza volta consecutiva La Banca Centrale turca ha abbassato i tassi di interesse repo (pronti contro termine) a una settimana di 0.5 punti base, portando il rate a 8.25% dopo il taglio complessivo di 1.25 punti effettuato nei due mesi precedenti. Stessa riduzione per il tasso debitore overnight sceso a 7.5% da 8%, mentre il tasso di rifinanziamento overnight rimane fermo al 12%. Il calo dei tassi per la terza volta consecutiva non soddisfa ancora il premier Erdoğan che ha chiesto misure più spinte ed ha accusato la Banca Centrale di non voler aiutare abbastanza l economia del Paese. Secondo un sondaggio di Reuters fra 16 economisti, la politica monetaria della BCE e l atteggiamento favorevole della Federal Reserve permetterebbero alla Banca Centrale turca ulteriori tagli, anche se resta il rischio di un ulteriore crescita dell inflazione e dell instabilità della lira. Secondo uno studio della Banca, il tasso di inflazione si attesterà a 8.3% per la fine dell anno. TOP 4

5 OCSE: la Turchia ha bisogno di riforme per crescere L Organizzazione per la Cooperazione Economica e lo Sviluppo (OCSE) ha pubblicato recentemente il suo ultimo rapporto sulla Turchia, nel quale invita il governo ad introdurre al più presto riforme relative alle politiche fiscali per favorire la crescita. Secondo il rapporto, la crescita della Turchia è ancora troppo dipendente dalla domanda interna e dai flussi finanziari in provenienza dall estero. Si legge, infatti, che la domanda estera si sta rafforzando, soprattutto nel contesto della ripresa da parte dell Unione Europa, ma permangono l alto livello di inflazione, la volatilità del tasso di cambio e la debole crescita della produttività. La competitività resta fragile e la dipendenza dal risparmio estero è molto elevata. L OCSE ha lodato la crescita ad ampia base ed inclusiva della Turchia, che è continuata anche durante e dopo la crisi economica globale, ma allo stesso tempo evidenzia i potenziali rischi di una crescita troppo incentrata sui consumi interni, essendo questi finanziati dai risparmi esteri. Altra fonte di preoccupazione è l ingente disavanzo delle partite correnti, che pone la maggiore pressione sull economia del Paese e ha reso necessaria l introduzione di misure per frenare la domanda interna. Sempre secondo il rapporto, l inflazione intorno al 9% è ben al di sopra il target del 5% fissato dal governo e richiede anch essa un provvedimento restrittivo nella politica monetaria. Per ridurre questi squilibri l OCSE suggerisce di spostare l attenzione dalla domanda interna a fonti estere e di ridurre la dipendenza dal debito estero attraverso il risparmio nazionale e attirando investimenti diretti esteri (IDE). Inoltre, il governo dovrebbe attuare misure per rafforzare la competitività delle aziende turche nei mercati internazionali, introdurre riforme strutturali e promuovere l aumento della produttività. Nel frattempo, l OCSE ha modificato le aspettative di crescita per la Turchia dal 2.2% al 3.3% poiché indicatori come la fiducia degli imprenditori e dei consumatori così come la produzione industriale lasciano presumere una ripresa della domanda interna. Si evidenzia, infine, che la buona performance delle esportazioni, dovuta alla debolezza della lira e alle migliori condizioni economiche esterne, aiuterà il Paese a ridurre il disavanzo delle partite correnti. TOP La produzione industriale segna la crescita più bassa degli ultimi 7 mesi La produzione industriale della Turchia nel mese di maggio è aumentata meno del previsto, segnando il tasso di crescita più basso degli ultimi sette mesi. Secondo i dati diffusi l 8 luglio dall Istituto turco di statistica (TurkStat), la produzione industriale, che rappresenta il principale indicatore della crescita economica, è aumentata del 3.3% rispetto allo stesso mese dell anno precedente; nonostante ciò, essa non soddisfa le aspettative degli analisti, che avevano predetto una crescita del 4.6%. Le nuove cifre sulla produzione industriale, che ha segnato l incremento più basso dal mese di Ottobre del 2013, hanno fatto sollevare domande riguardo la crescita del secondo trimestre. La buona performance registrata nei primi quattro mesi dell anno, infatti, aveva alimentato le speranze di una crescita robusta, malgrado il crollo della spesa nel mercato nazionale avesse inciso negativamente sul settore manifatturiero. L annuncio dei dati sulla produzione industriale del mese di Maggio, dunque, hanno complicato ulteriormente i messaggi contrastanti relativi alla crescita. Secondo i dati di TurkStat, il maggiore incremento dell ultimo anno è stato quello della produzione di tabacco, aumentata del 9.8% rispetto al mese di maggio del Al contrario, i prodotti del settore dei trasporti hanno registrato un significativo declino (-21.2%). TOP Il Ministro dello Sviluppo turco rivela la mappa territoriale della povertà Partendo dai dati del 2012 forniti dall Istituto di statistica turco (TurkStat), uno studio del Ministro dello Sviluppo turco evidenza che circa il 16,3% della popolazione del Paese vive al di sotto della soglia di povertà, calcolata ad un reddito mensile totale di lire turche per una 5

6 famiglia di quattro persone. Nello studio, si legge che le differenze tra le regioni, in particolare le province di Şanlıurfa, Ağrı, Muş e Şırnak della Turchia orientale, richiedono delle azioni urgenti e programmi intensivi e multi-dimensionali per la lotta contro la povertà. Lo studio ha inoltre mostrato che l accesso alla tecnologia è notevolmente basso tra la popolazione che vive al di sotto della soglia di povertà al di fuori Istanbul: mentre il 41,8% dei poveri di Istanbul possiede un computer, solo il 3,94% dei poveri nel sud-est dell Anatolia ha un computer. Meno dell 1% dei più poveri nel sud-est dell Anatolia hanno connessioni Internet a casa. TOP Gare e Annunci TEİAŞ, Bozyaka S/S-Karabağlar S/S Underground Power Cable Connection Project Electricity Transmission Corporation (TEİAŞ) made a tender announcement for the realization of the 154 kv Bozyaka S/S-Karabağlar S/S Insulated Underground Power Cable Connection Installation. The announcement has been published in the public procurement bulletin on 7 July Companies interested can obtain the tender documents from TEİAŞ General Directorate, Trade Department, Nasuh Akar Mah. Türkocağı Cad. No. 2 Çankaya Ankara in return for 200 TL. The deadline for bids is set as 5 August TOP TEİAŞ, ITM.124 Erenköy and ITM.125 Esenyurt Sub-Stations Construction Works Electricity Transmission Corporation (TEİAŞ) announced the tender for the realization of the 154 kv Erenköy Gas Insulated Sub-Station and 154 kv Esenyurt Gas Insulated Sub-Station. The announcements have been published in the public procurement bulletin on 9 July Companies interested can obtain the tender documents from TEİAŞ General Directorate, Trade Department, Nasuh Akar Mah. Türkocağı Cad. No. 2 Çankaya Ankara in return for 300 TL per project. Last bidding dates are 6 August and 8 August TOP TCDD, Konya Karaman Ulukişla Mersin Railway Project 1 General Directorate of Turkish Railways (TCDD) made the awaited tender announcement for the construction works of the electrification facilities of Konya Karaman section of Konya Karaman Ulukışla Mersin railway line project. The tender announcement has been published in the Public Procurement Bulletin on 1st of July Interested companies can obtain tender documents from TCDD General Directorate, Talatpaşa Bulvarı No Gar Ankara, in return for 500 TL. Deadline for bids is set as 15 August TOP KGM, Zigana Tunnel Construction Project General Directorate of State Highways (KGM) is planning to announce a tender for the construction of a new tunnel in the Zigana Mountain. The tunnel is planned to be meters long. The project has been included in the investment schedule of 2014, as a priority project. KGM is working on the specification studies and will arrive to the completion soon. The tender is aimed to be announced possibly by the 3rd quarter of the year. TOP Mersin Aydincik Marina Project The Ministry of Transportation, Maritime Affairs and Communication is planning to tender the construction works of Mersin Aydıncık Marina. The EIA (Environmental Impact Assessment) Report for the Marina has recently been approved and the tender is expected to be announced within the year. Aydıncık Marina will be composed of a main pier, a secondary pier, 3 piled jetties, 1 lag window and 3 docks. The marina has an estimated investment cost of 50 Million TL and an economic life of 50 years. TOP 6

7 Indicatori Macroeconomici PIL Nel primo trimestre del 2014 il tasso di crescita del PIL è stato pari al 4,3%. Nel 2013, il tasso di crescita del PIL è stato pari al 4% (nei 4 trimestri: 2,9%, 4,5%, 4,3% e 4,4%). Dopo la crescita tumultuosa del 2010 (+9,2%) e del 2011 (+8,5%), che ha proiettato la Turchia ai primi posti al mondo fra i Paesi con la più alta crescita del PIL, nel 2012 il ritmo di crescita del PIL turco, in rallentamento per effetto delle politiche governative di contenimento e della congiuntura internazionale, si è attestato al 2,2%. TOP Inflazione Nel mese di giugno 2014, l inflazione relativa ai beni al consumo in Turchia ha raggiunto il valore più alto negli ultimi sei mesi: il tasso d inflazione è infatti cresciuto del 9,16% rispetto allo stesso mese dell anno precedente, e dello 0,31% rispetto a marzo Nel 2013, l inflazione relativa ai beni al consumo in Turchia è stata pari al 7,4%. Nel 2012 l inflazione aveva mostrato una tendenza in calo, con un dato finale pari al 6,16%. TOP Interscambio con l Italia Nel mese di maggio 2014, l Italia si è collocata al quarto posto fra i partner commerciali della Turchia, con un interscambio di 8,1 miliardi di dollari. Le importazioni dall Italia hanno un valore di 5,0 miliardi di dollari (-0,6%), mentre le esportazioni hanno raggiunto un volume di 3,1 miliardi (+8,2%), per un saldo negativo per la Turchia pari a 1,8 miliardi di dollari. Nel 2013 l Italia si era posizionata al quarto posto nella graduatoria dei Paesi partner della Turchia, dopo Germania, Russia e Cina, con un interscambio pari a 19,6 miliardi di dollari. TOP Borsa di Istanbul Borsa di Istanbul (BIST-100) al 21 luglio 2014 Cambio al 21 luglio Euro = 2,8620 TL 1 Dollaro = 2,1150 TL Cronache Economiche A cura di: Redazione: In collaborazione con: Francesco Varriale Duygu Toprak ICE Agenzia Ufficio Istanbul Per info: 7

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO AMBASCIATA D ITALIA BERLINO ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO PRINCIPALI DATI MACROECONOMICI (Fonti: Istat, Destatis, Ministero federale delle Finanze, Ministero Economia e Finanze, Ministero

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan

Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan Gian Angelo Bellati Segretario Generale Unioncamere Veneto Inaugurazione Consolato Onorario della Repubblica del Kazakhstan 29 gennaio 2013 Venezia www.unioncamereveneto.it

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Positive anche le previsioni degli imprenditori per il futuro. Unico elemento negativo l occupazione che da gennaio alla

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 2014

2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 2014 Indice 1 2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 214 RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI EDIZIONE 214 ISBN 978-88-458-1784-7 214 Istituto nazionale di statistica

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte IMPORT & EXPORT DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA 1 semestre 2013 A cura di: Vania Corazza Ufficio Statistica e Studi Piazza Mercanzia, 4 40125 - Bologna Tel. 051/6093421 Fax 051/6093467 E-mail: statistica@bo.camcom.it

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 74/ 24 febbraio 2014 GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI L Istituto nazionale di statistica avvia la pubblicazione, con cadenza mensile, delle nuove serie degli indici dei prezzi

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Progetto IMPORT STRATEGICO 2015 Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Milano, 10 febbraio 2015 IRAN - dati macroeconomici 2013 2014

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

RAPPORTI ECONOMICI E COMMERCIALI

RAPPORTI ECONOMICI E COMMERCIALI RAPPORTI ECONOMICI E COMMERCIALI TRA L ITALIA E I PAESI DEL NORD AFRICA MAROCCO TUNISIA ALGERIA LIBIA EGITTO L Italia, grazie anche alla prossimità geografica ed a storici rapporti politici e culturali,

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Convegno Associazione Italiana di Economia Sanitaria La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Giampaolo Vitali Ceris-CNR, Moncalieri Torino, 30 Settembre 2010 1 Agenda Caratteristiche

Dettagli

Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI

Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI Roberta Mosca (settembre 2008) 1 - L impennata dei prezzi delle materie prime La stabilità e la crescita dell economia globale è stata di recente

Dettagli

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO. La situazione del mercato europeo del carbonio nel 2012

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO. La situazione del mercato europeo del carbonio nel 2012 COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 14.11.2012 COM(2012) 652 final RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO La situazione del mercato europeo del carbonio nel 2012 (Testo rilevante ai

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

QUELL INUTILE GUERRA A PUTIN CHE PUÒ COSTARCI 3 MILIARDI

QUELL INUTILE GUERRA A PUTIN CHE PUÒ COSTARCI 3 MILIARDI 934 QUELL INUTILE GUERRA A PUTIN CHE PUÒ COSTARCI 3 MILIARDI R. Brunetta per Il Giornale 14 giugno 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà -

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

ZHEJIANG YUEJIN IMPORT & EXPORT CO. LTD - Cina. Data evasione. Rev. 1 Marzo 2010 FAC_COR098

ZHEJIANG YUEJIN IMPORT & EXPORT CO. LTD - Cina. Data evasione. Rev. 1 Marzo 2010 FAC_COR098 Vs. richiesta su ZHEJIANG YUEJIN IMPORT CO LTD - Cina Recte ZHEJIANG YUEJIN IMPORT & EXPORT CO. LTD - Cina Cliente ALFA SPA Data evasione Redattore E.L./FC Rev. 1 Marzo 2010 FAC_COR098 Zhejiang Yuejin

Dettagli

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Università degli Studi di Perugia, Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE2014. La situazione del Paese

RAPPORTO ANNUALE2014. La situazione del Paese RAPPORTO ANNUALE2014 La situazione del Paese Rapporto annuale 2014. La situazione del Paese. Presentato mercoledì 28 maggio 2014 a Roma presso la Sala della Regina di Palazzo Montecitorio RAPPORTO ANNUALE2014

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo

Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo Il presidente della Bundesbank a La Stampa: nei trattati va previsto il crac di uno Stato TONIA MASTROBUONI INVIATA A FRANCOFORTE

Dettagli

USO DELLE RISORSE E FLUSSI DI MATERIA

USO DELLE RISORSE E FLUSSI DI MATERIA CAPITOLO 11 USO DELLE RISORSE E FLUSSI DI MATERIA Introduzione La conoscenza delle quantità di risorse utilizzate in un dato sistema socio-economico e più in generale di quelle necessarie al suo funzionamento

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y QATAR DISCIPLINA IMPORT EXPORT IN QATAR di Avv. Francesco Misuraca Regole dell import-export in Qatar Licenza d importazione, iscrizione nel Registro Importatori, altre regole La legge doganale del Qatar,

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

L apertura di una economia ha 3 dimensioni

L apertura di una economia ha 3 dimensioni Lezione 19 (BAG cap. 6.1 e 6.3 e 18.1-18.4) Il mercato dei beni in economia aperta: moltiplicatore politica fiscale e deprezzamento Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia Economia

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVORO 01 Tendenze generali riguardanti l orario

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

I dati Import-Export. 1 semestre 2014

I dati Import-Export. 1 semestre 2014 I dati Import-Export 1 semestre 2014 Import, Export e bilancia commerciale (valori in euro) Provincia di Mantova, Lombardia e Italia, 1 semestre 2014 (dati provvisori) import 2014 provvisorio export saldo

Dettagli

Stima degli impatti sull economia italiana derivanti dall accordo di libero scambio USA-UE

Stima degli impatti sull economia italiana derivanti dall accordo di libero scambio USA-UE Stima degli impatti sull economia italiana derivanti dall accordo di libero scambio USA-UE giugno 2013 Il presente rapporto è stato elaborato con le informazioni disponibili al 14 giugno 2013 da: Giulia

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

IMPORTARE IN AUSTRALIA

IMPORTARE IN AUSTRALIA IMPORTARE IN AUSTRALIA Superficie Popolazione Densità di Popolaz. Lingua Ufficiale Religione Unità Monetaria Forma Istituzionale Capitale 7,617,930 kmq 23,530,708 (luglio 2014)) 2.9 ab/kmq Inglese Cristiani

Dettagli

Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione.

Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione. 1 Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione. Il ruolo della finanza nell economia. La finanza svolge un ruolo essenziale nell economia. Questo ruolo

Dettagli

è la manovra del bilancio dello Stato che ha per obiettivo una variazione del reddito e dell occupazione nel breve periodo

è la manovra del bilancio dello Stato che ha per obiettivo una variazione del reddito e dell occupazione nel breve periodo Politica fiscale Politica fiscale è la manovra del bilancio dello Stato che ha per obiettivo una variazione del reddito e dell occupazione nel breve periodo polit fiscale 2 Saldo complessivo B s Entrate

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

Nel 1980 l Italia conta per l 1,27 per cento della popolazione mondiale. Due

Nel 1980 l Italia conta per l 1,27 per cento della popolazione mondiale. Due Nel 1980 l Italia conta per l 1,27 per cento della popolazione mondiale. Due decenni più tardi, nel 2001, solo lo 0,98 per cento della popolazione del pianeta risiede ancora nel nostro Paese. La perdita

Dettagli

Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale?

Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale? Growing Unequal? : Income Distribution and Poverty in OECD Countries Summary in Italian Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale? Riassunto in italiano La disuguaglianza

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili «Pas du pétrole mais des idées..» Lucio IPPOLITO Fisciano, 12 maggio 2011 L. IPPOLITO 2011

Dettagli

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico COMUNICATO Energia: da aprile ancora in calo la bolletta elettricità, -1,1%, e forte riduzione per il gas -4,0% sull anno risparmi per 75 euro

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 Sezione A: Che cosa sappiamo delle risorse energetiche? Sono risorse energetiche non

Dettagli

Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020

Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020 6 luglio 2010 Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020 L Istat presenta un quadro sintetico del sistema energetico italiano nel 2009 e con riferimento all ultimo decennio. L analisi

Dettagli

Raccomandazione di RACCOMANDAZIONE DEL CONSIGLIO. sul programma nazionale di riforma 2015 dell'italia

Raccomandazione di RACCOMANDAZIONE DEL CONSIGLIO. sul programma nazionale di riforma 2015 dell'italia COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 13.5.2015 COM(2015) 262 final Raccomandazione di RACCOMANDAZIONE DEL CONSIGLIO sul programma nazionale di riforma 2015 dell'italia e che formula un parere del Consiglio sul

Dettagli

POLITICHE PER LA BILANCIA DEI PAGAMENTI

POLITICHE PER LA BILANCIA DEI PAGAMENTI capitolo 15-1 POLITICHE PER LA BILANCIA DEI PAGAMENTI OBIETTIVO: EQUILIBRIO (ANCHE SE NEL LUNGO PERIODO) DISAVANZI: IMPLICANO PERDITE DI RISERVE VALUTARIE AVANZI: DANNEGGIANO ALTRI PAESI E CONDUCONO A

Dettagli

Lo scenario economico provinciale 2011-2014: il bilancio della crisi

Lo scenario economico provinciale 2011-2014: il bilancio della crisi 2011-2014: iill biillanciio delllla criisii 2011-2014: iill biillanciio delllla criisii . 2011-2014: il bilancio della crisi Il volume è stato realizzato a cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio

Dettagli

Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della Sardegna e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile

Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della Sardegna e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile Fonti: Eurostat - Regional statistic; Istat - Politiche di Sviluppo e

Dettagli

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia Nel corso degli ultimi trent anni il sistema previdenziale italiano è stato interessato da riforme strutturali finalizzate: al progressivo controllo della spesa pubblica per pensioni, che stava assumendo

Dettagli

I costi per mantenere e crescere un figlio/a da 0 a 18 anni

I costi per mantenere e crescere un figlio/a da 0 a 18 anni I costi per mantenere e crescere un figlio/a da 0 a 18 anni Premessa Il senso comune suggerisce che i figli non hanno prezzo ma l esperienza insegna che per farli diventare grandi e sperabilmente autonomi,

Dettagli

6.10 Compensazione import/export

6.10 Compensazione import/export 6.10 Compensazione import/export Da inviare a: CONAI Consorzio Nazionale Imballaggi Via posta (raccomandata A.R.): Via P. Litta 5, 20122 Milano Via fax: 02.54122656 / 02.54122680 On line: https://dichiarazioni.conai.org

Dettagli

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a Già negli anni precedenti, la nostra scuola si è dimostrata t sensibile alle problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a stage in aziende e in centri di ricerca

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

Import / Export. LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE IV Trimestre 2014

Import / Export. LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE IV Trimestre 2014 TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE Chiusura editoriale: 16 marzo 2015 Per informazioni: germana.dellepiane@liguriaricerche.it LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE IV Trimestre 2014 LIGURIA RICERCHE SpA Via XX Settembre,

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

La crisi finanziaria e il suo impatto sull economia globale

La crisi finanziaria e il suo impatto sull economia globale La crisi finanziaria e il suo impatto sull economia globale n. 30 - febbraio 2012 a cura di Franco Bruni e Antonio Villafranca 1 ABSTRACT: La Nota fornisce una breve analisi e delle indicazioni di policy

Dettagli

COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO E ALL'EUROGRUPPO

COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO E ALL'EUROGRUPPO COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 5.3.2014 COM(2014) 150 final COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO E ALL'EUROGRUPPO Risultati degli esami approfonditi ai sensi del regolamento

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

Rassegna OCSE Sviluppo sostenibile: Interazione tra Economia, Società, Ambiente

Rassegna OCSE Sviluppo sostenibile: Interazione tra Economia, Società, Ambiente OECD Insights Sustainable Development: Linking Economy, Society, environment Summary in Italian Rassegna OCSE Sviluppo sostenibile: Interazione tra Economia, Società, Ambiente Sintesi in italiano L espressione

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio.

La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio. Un complesso avvio delle policy di sostegno alle rinnovabili La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio. Inefficace

Dettagli

Politica economica in economia aperta

Politica economica in economia aperta Politica economica in economia aperta Economia aperta L economia di ciascun paese ha relazioni con il Resto del Mondo La bilancia dei pagamenti (BP) è il documento contabile che registra gli scambi commerciali

Dettagli

Agenda per uno sviluppo industriale sostenibile

Agenda per uno sviluppo industriale sostenibile Agenda per uno sviluppo industriale sostenibile Aprile 2015 Indice 1. Un nuovo approccio al tema della sostenibilità 1.1. Il Ruolo della manifattura per la crescita sostenibile 1.2. Politiche industriali

Dettagli

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile Approccio al Mercato - Brasile A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile 1 Brasile 6ª economia mondiale, previsione di 2,1% di crescita nel 2012. Mercato consumatore in crescita: 30 millioni sono entrati nella

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

Class CNBC Intervista al Group CEO, Mario Greco

Class CNBC Intervista al Group CEO, Mario Greco 12/03/2015 Class CNBC Intervista al Group CEO, Mario Greco Giornalista: Dott.Greco questo bilancio chiude la prima fase del suo impegno sulla società. Qual è il messaggio che arriva al mercato da questi

Dettagli

Capitolo 17. Commercio con l estero e internazionalizzazione

Capitolo 17. Commercio con l estero e internazionalizzazione Capitolo 17 Commercio con l estero e internazionalizzazione 17. Commercio con l estero e internazionalizzazione Le statistiche sul commercio con l estero e sulle attività internazionali delle imprese

Dettagli

Evoluzione della fattura elettronica a livello internazionale e sua utilità

Evoluzione della fattura elettronica a livello internazionale e sua utilità Evoluzione della fattura elettronica a livello internazionale e sua utilità 6 settembre 2012 Bruno Koch Situazione iniziale tipica in una città campione Numero di abitanti: 100 000 Volume di fatture: ricevute

Dettagli

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche BTP Italia: settimana emissione Dal 20 al 23 ottobre 2014 si tiene il collocamento del settimo BTP Italia, titolo di stato indicizzato all inflazione italiana (ex tabacco) e pensato prevalentemente per

Dettagli

L Italia nell economia internazionale

L Italia nell economia internazionale Sistema Statistico Nazionale L Italia nell economia internazionale Rapporto ICE 2012-2013 ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Sistema Statistico

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio )

CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio ) 944 CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio ) 8 luglio 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi

Dettagli

RAPPORTO 2014 SULL ECONOMIA REGIONALE

RAPPORTO 2014 SULL ECONOMIA REGIONALE RAPPORTO 2014 SULL ECONOMIA REGIONALE A Ugo che ci ha insegnato con competenza e passione ad apprezzare ogni riga del Rapporto RAPPORTO 2014 SULL ECONOMIA REGIONALE Il presente rapporto è stato redatto

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

LA SPESA DELLO STATO DALL UNITÀ D ITALIA

LA SPESA DELLO STATO DALL UNITÀ D ITALIA MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO Servizio Studi Dipartimentale LA SPESA DELLO STATO DALL UNITÀ D ITALIA Anni 1862-2009 Gennaio 2011 INDICE PREMESSA...

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli