Templeton Mercati Emergenti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Templeton Mercati Emergenti"

Transcript

1 A FRANKLIN TEMPLETON INVESTMENTS NEWSLETTER Templeton Mercati Emergenti - Relazione mensile: Febbraio 2015 Mark Mobius, Executive Chairman, Templeton Emerging Markets Group Panoramica I mercati emergenti hanno beneficiato di un contesto globale favorevole dal momento che un solido flusso di dati negli USA ed a metà anno una dichiarazione ben accolta della Presidente della Federal Reserve Janet Yellen hanno rassicurato gli investitori, al tempo stesso l imminente quantitative easing ed una risoluzione, sebbene temporanea, della disputa fiscale greca con l Eurozona hanno spinto le azioni europee più in alto. Dati promettenti sulla produzione industriale provenienti dal Giappone, un rimbalzo nei prezzi del petrolio e prezzi in stabilizzazione per altre materie prime hanno anch essi sostenuto il sentiment di mercato. L MSCI Emerging Markets Index ha reso il 3,1% in dollari USA a febbraio, e i mercati europei sono stati tra quelli meglio performanti. I titoli russi e il rublo sono entrambi saliti bruscamente, aiutati dal prezzo del petrolio in ripresa e ad un nuovo accordo di cessate il fuoco in Ucraina. In Grecia, il nuovo governo ha prorogato di quattro mesi gli accordi sui finanziamenti con le autorità dell Unione Europea, concedendo tempo ai fini di negoziare un accordo più permanente, portando le azioni a salire rispetto ai minimi generati da timori di espulsione dall eurozona. Anche l Ungheria ha fatto progressi, spinta da solide cifre sulla crescita economica e da un taglio nei tassi bancari. L America Latina si è ripresa dalla recente debolezza, con Messico e Cile in particolare sostenuti da un migliore flusso di dati economici, mentre l Argentina ha assistito ad un drastico rimbalzo grazie alla speranza di un cambiamento nel governo in seguito alle elezioni previste più avanti nel corso dell anno. L Asia ha fatto progressi più modesti dopo la sua performance relativamente forte di gennaio, con la Cina tra i più forti soggetti regionali performanti dopo che la Banca Centrale ha annunciato ulteriori misure di allentamento. Tra i mercati più deboli vi sono stati Turchia ed Egitto, due mercati che si sono ripresi fortemente durante il periodo di grave debolezza del prezzo del petrolio. Anche il mercato colombiano è sceso più in basso. Aggiornamento Regionale Asia La People s Bank of China (PBOC) ha continuato ad allentare la sua politica monetaria abbassando i suoi tassi di interesse di finanziamento e di deposito di riferimento di 25 punti base (0,25%) al 5,35% e 2,5% rispettivamente alla fine di febbraio. All inizio del mese la PBOC ha ridotto il rapporto sulle richieste di riserva per tutte le banche commerciali di 50 punti base (0,5%) al 19,5%. I nuovi prestiti estesi dalle banche della Cina sono più che raddoppiati a 240 miliardi di dollari a gennaio, secondo dati preliminari pubblicati, dal momento che hanno iniziato a dare i loro frutti gli sforzi da parte della PBOC di incrementare la liquidità per sostenere la crescita economica. Le esportazioni sono scese del 3,3% anno su anno a gennaio, mentre le importazioni sono calate del 19,9% anno su anno perlopiù a causa di più bassi prezzi e volumi di importazione di materie prime. Allo scopo di approfondire i rapporti politici Sino-Pakistani, il Ministro degli Esteri Wang Yi ha visitato il Pakistan. L incontro tra il Presidente Xi Jinping ed il Ministro degli Affari Esteri indiano Sushma Swaraj tenutosi in Cina a inizio febbraio ha messo in evidenza la forte importanza che la Cina attribuisce ai rapporti con l India. Si prevede che la visita pianificata in Cina a maggio del Primo Ministro indiano Narendra Modi consoliderà ulteriormente i rapporti tra le due principali economie dell Asia. La Bank of Korea ha mantenuto il suo tasso di interesse di riferimento ad un livello minimo record del 2,0% per il quarto mese consecutivo a febbraio. Preoccupazioni che tassi di interesse più bassi potessero ulteriormente accelerare la crescita nel debito delle famiglie hanno portato la Banca Centrale a lasciare il tasso di interesse invariato. L indice dei prezzi al consumo è aumentato dello 0,8% anno su anno a gennaio, invariato da dicembre 2014, rimanendo ad un minimo di 15 mesi, e ben sotto il tasso target della Bank of Korea del 2,5%. Le esportazioni sono scese dello 0,4% su base annua a 45,4 miliardi di dollari USA a gennaio, rispetto ad una crescita rivista del 3,6% su base annua a dicembre.

2 Le importazioni sono scese dell 11,0% anno su anno a 39,8 miliardi di dollari USA a gennaio, perlopiù a causa di più bassi prezzi del petrolio. Questo rispetto ad un calo dello 0,9% anno su anno a dicembre. Questo ha determinato un surplus commerciale di 5,5 miliardi di dollari USA per il mese di gennaio. Il parlamento ha approvato il candidato della Presidente Park Geun-hye, Lee Wan Koo, come nuovo ministro del paese. L economia dell India è cresciuta del 7,5% su base annua nell ultimo trimestre del Questo rispetto a tassi di crescita aggiornati dell 8,2% su base annua e del 6,5% su base annua, rispettivamente, nel terzo e nel secondo trimestre del 2014, successivamente alla revisione nella metodologia utilizzata per calcolare i dati sui conti dello stato. Il settore agricolo si è contratto dello 0,4% anno su anno nel quarto trimestre, la produzione manifatturiera è aumentata del 4,2% anno su anno, i servizi di elettricità, gas, approvvigionamento idrico e altri servizi primari sono cresciuti del 10,1% anno su anno, e i servizi di commerci, alberghi, trasporti, comunicazioni e trasmissioni sono cresciuti del 7,2% anno su anno. Il governo ha innalzato la sua stima di crescita del PIL al 7,4% per l anno fiscale 2014/15, da un incremento rivisto del 6,9% anno su anno nel 2013/14. La Reserve Bank of India ha mantenuto il suo tasso di interesse chiave invariato al 7,75% a febbraio. Tuttavia, in uno sforzo di incrementare la liquidità nel sistema bancario, la Reserve Bank ha ridotto il rapporto di liquidità statutaria di 50 punti base (0,5%) al 21,5%. L indice dei prezzi al consumo è salito al 5,1% anno su anno a gennaio, dal 5,0% anno su anno a dicembre. America Latina L inflazione in Brasile all inizio del 2015 è cresciuta al suo livello più alto in oltre tre anni. L indice dei prezzi al consumo è aumentato al 7,1% anno su anno a gennaio, dal 6,4% anno su anno a dicembre. Parzialmente responsabili dell accresciuta inflazione sono stati più alti prezzi di elettricità e beni alimentari. Il tasso di disoccupazione è sceso al 6,5% nel quarto trimestre del 2014, dal 6,8% nel terzo trimestre. Le esportazioni si sono contratte del 10,4% su base annua a gennaio principalmente a causa di più bassi prezzi delle materie prime, mentre le importazioni sono scese del 12,0% su base annua. Sebbene il deficit commerciale di gennaio sia stato maggiore del previsto, a 3,2 miliardi di dollari USA, si è comunque trattato di un deficit più piccolo rispetto a quello da 4,1 miliardi di dollari USA riportato un anno prima. Il rating di approvazione della Presidente Dilma Rousseff è sceso al 23% dal 42% all inizio di dicembre secondo una statistica pubblicata all inizio di febbraio dal sondaggista Datafolha. Tra i motivi chiave del declino vi sono lo scandalo di corruzione scoppiato nell azienda petrolifera di proprietà statale, Petróleo Brasileiro e il debole contesto economico del paese. Africa La crescita del PIL in Sudafrica è accelerata al 4,1% su base trimestrale nell ultimo trimestre del 2014, da un rivisto 2,1% su base trimestrale nel terzo trimestre, spinta da una ripresa nell attività manifatturiera e mineraria. La produzione manifatturiera è cresciuta del 9,5% trimestre su trimestre, mentre l attività mineraria è salita del 15,2% trimestre su trimestre nel quarto trimestre. Su una base di anno su anno, il PIL è cresciuto dell 1,3% nel quarto trimestre. Per il 2014 nel suo complesso, la crescita economica è diminuita all 1,5% anno su anno, dal 2,2% anno su anno nel 2013, crescendo al suo ritmo più lento dal 2009, secondo dati preliminari. Contrazioni nei settori minerario e dell elettricità spinte da scioperi dei lavoratori e da carenza di energia, e la debole domanda al consumo sono stati i motivi principali della flessione. I settori di agricoltura e servizi governativi, tuttavia, sono cresciuti. L inflazione è scesa al suo livello più basso in quasi quattro anni perlopiù in virtù di più bassi costi di trasporto e beni alimentari. L indice dei prezzi al consumo è sceso al 4,4% anno su anno a gennaio, dal 5,3% anno su anno a dicembre. Le esportazioni sono aumentate del 6,6% su base annua nel 2014, mentre le importazioni sono aumentate dell 8,6% su base annua, determinando un deficit commerciale di 8,8 miliardi di dollari USA. Europa dell Est L inflazione in Russia è cresciuta al suo livello più alto dalla metà del 2008 in gran parte a causa di una brusca svalutazione nel Rublo e di più alti costi del cibo. L indice dei prezzi al consumo è salito al 15,0% anno su anno a gennaio, dall 11,4% anno su anno a dicembre. La produzione industriale è aumentata dello 0,9% anno su anno a gennaio, rispetto ad un incremento del 3,9% anno su anno a dicembre. L indice dei direttori degli acquisti (PMI) per l attività manifatturiera è sceso a 47.6 a gennaio, il suo livello più basso in oltre cinque anni, da 48.9 a dicembre. Le esportazioni sono diminuite del 5,1% su base annua nel 2014, in parte a causa dei più bassi prezzi del petrolio, mentre la FRANKLIN TEMPLETON INVESTMENTS Documento ad uso esclusivo di investitori professionali. Non destinato al pubblico. 2

3 debole domanda domestica e la svalutazione del Rublo hanno portato le importazioni a scendere del 9,8% su base annua. Di conseguenza, il surplus commerciale è salito a 188,7 miliardi di dollari USA nel 2014, da 181,9 miliardi di dollari USA nel Al fine di incrementare i rapporti commerciali bilaterali, il Presidente Vladimir Putin ha incontrato quello egiziano, Abdul Fattah al-sisi, durante un viaggio al Cairo a febbraio. La Banca Centrale della Turchia a febbraio ha ridotto il suo tasso di interesse di riferimento chiave di 25 punti base (0,25%) al 7,5%, dal momento che le pressioni inflazionistiche hanno continuato a diminuire successivamente ad un calo nei prezzi del petrolio. Il tasso di interesse di finanziamento overnight è stato ridotto di 25 punti base (0,25%) al 7,25%, mentre il tasso sui prestiti overnight concessi è stato tagliato di 50 punti base (0,5%) al 10,75%. L indice dei prezzi al consumo a gennaio è sceso al 7,2% anno su anno, il livello più basso in oltre 12 mesi, dall 8,2% anno su anno a dicembre. In una visita in Pakistan a febbraio, il Primo Ministro turco Ahmet Davutoglu e il presidente pachistano Muhammad Nawaz Sharif hanno annunciato piani per espandere i rapporti commerciali e di investimento, e lavorare verso l implementazione di un accordo di libero scambio bilaterale. Al fine di rafforzare i rapporti con l America Latina, nel corso del mese il Presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha visitato Colombia, Cuba e Mexico. Notizie del mese: I Mercati Emergenti: Q&A sui Mercati Emergenti con Mark Mobius La Federal Reserve USA probabilmente quest anno innalzerà i tassi di interesse. Qual è la vostra view in merito? Rimane da vedere se si verificherà realmente in modo significativo un aumento nei tassi di interesse. Con il rischio della deflazione sarà difficile per le banche centrali giustificare aumenti nei tassi di interesse. Ciononostante, se i tassi di interesse aumenteranno, l impatto dipenderà dall inflazione. I tassi di interesse reali sono la chiave (tassi di interesse meno inflazione). Se i tassi di interesse sono alti dove il tasso di interesse è sostanzialmente più alto dell inflazione, allora pensiamo che i mercati in tutto il mondo, inclusi i mercati emergenti, ne saranno impattati. La Federal Reserve USA probabilmente cercherà di innalzare i tassi di interesse, ma molto gradualmente, e se noterà una flessione economica, farà marcia indietro velocemente. L estesa offerta di denaro in Europa e Giappone alimenterà i mercati non solo in quelle aree ma anche in tutto il mondo. Dobbiamo ricordare che il denaro viaggia in tutto il mondo, quindi ad esempio grosse quantità di Yen probabilmente confluiranno nel Sudest Asiatico e in altre parti del mondo. Quali sono le vostre prospettive sul prezzo del petrolio? Come il declino ha impattato i mercati emergenti e di frontiera? Naturalmente la maggior parte dei consumatori accoglie favorevolmente prezzi dell energia più bassi, ma guardando l impatto economico generale, prezzi del petrolio più bassi possono rappresentare un arma a doppio taglio. In paesi che sono fortemente dipendenti dalle esportazioni di petrolio, un prolungato calo dei prezzi del petrolio potrebbe essere dannoso. Il governo della Nigeria, per esempio, dipende dal petrolio per una grossa parte del suo budget; il settore del petrolio e del gas rappresenta circa il 35% del PIL, e le entrate dalle esportazioni di petrolio rappresentano oltre il 90% delle entrate dalle esportazioni totali. Tuttavia, la privatizzazione e gli investimenti in settori quali estrazione, agricoltura, finanza e settore manifatturiero, per diversificare la propria dipendenza dal settore petrolifero, dovrebbero portare frutti nel più lungo periodo. Tra i principali esportatori al mondo, la Russia rimane altamente dipendente dalle entrate dell energia, e sembra probabile che il paese sarà impattato fortemente se i prezzi non rimbalzeranno abbastanza velocemente. Insieme alle sanzioni legate all Ucraina, le autorità del governo russo hanno previsto una possibile recessione nel Tuttavia, sembra probabile che l Arabia Saudita sia in una posizione migliore per contrastare una flessione dei prezzi, dal momento che l Arabia Saudita è tra i produttori a più basso costo di petrolio e gas a livello globale ed ha consistenti riserve in valuta estera che potrebbero sostenere il budget del governo di fronte ad ammanchi dalle entrate del petrolio per una serie di anni. D altro canto è probabile che Cina e India, in qualità di importatori netti, beneficeranno di prezzi del petrolio più bassi. Parte dell accresciuta offerta di petrolio è provenuta dalla maggiore produzione di scisto negli USA. A livelli sotto i 60 dollari USA al barile, estrarre petrolio diventa meno redditizio per i produttori di scisto. Poiché diventa non redditizio, parte della produzione probabilmente chiuderà, sebbene potrebbe volerci del tempo perché i giacimenti vengano abbandonati. Nel frattempo, la domanda di petrolio nei due paesi più popolosi al mondo, Cina e India, sta aumentando in conseguenza FRANKLIN TEMPLETON INVESTMENTS Documento ad uso esclusivo di investitori professionali. Non destinato al pubblico. 3

4 di più automobili, autobus e camion sulle strade. Inoltre, la plastica e molti altri prodotti diffusamente utilizzati sono derivati dal petrolio. Il costo del reperimento e della produzione di petrolio non è sceso in generale. Quindi, nel più lungo periodo, pensiamo che i prezzi del petrolio si riprenderanno. Se consideriamo la vicenda da un altro lato, i prezzi del petrolio più bassi vengono visti come potenzialmente positivi per alcune economie emergenti che hanno finanziato e finanziano l energia. Questi finanziamenti sono stati un freno per i budget governativi, e prezzi del mercato più bassi rendono meno doloroso eliminare tali finanziamenti per i consumatori che risiedono in quei paesi. L Indonesia ha eliminato alcuni finanziamenti, e vediamo segnali del fatto che anche India e Cina si stanno muovendo in quella direzione. Un contesto di prezzi dell energia più bassi ha aiutato alcuni mercati emergenti ad intraprendere riforme fortemente necessarie con effetti meno dolorosi. In vista della continua crescita mondiale di lungo periodo, riteniamo sia improbabile che i prezzi del petrolio risentano di una prolungata flessione dei prezzi. Inoltre, durante questo periodo di debolezza dei prezzi, molti produttori hanno sospeso progetti di espansione di più lunga scadenza, che riteniamo portino in ultima analisi ad una rinnovata pressione della domanda sui prezzi nel corso del tempo. È probabile che questo assicuri un ritorno all equilibrio nel mercato nel medio periodo. In questo momento pensiamo che forse la maggiore preoccupazione da un punto di vista degli investimenti sia la volatilità, non solo nel prezzo del petrolio ma nei titoli correlati nel settore e nei mercati azionari in generale. Abbiamo assistito ad alcune incredibili oscillazioni. Cerchiamo di utilizzare le flessioni per trovare potenziali occasioni per i nostri portafogli, ma molti investitori si spaventano e perdono opportunità. Noi, certamente, guarderemo a quei paesi, settori ed aziende che pensiamo potrebbero beneficiare di prezzi del petrolio più bassi. Tuttavia, non stiamo neanche evitando completamente le società petrolifere. Dal momento che molte di tali aziende sono diversificate, esse potrebbero risentire della loro attività di esplorazione e produzione, ma potrebbero potenzialmente beneficiare delle loro attività al dettaglio. I mercati emergenti sono un opportunità di investimento interessante? Se sì, perché? Sì, pensiamo decisamente di sì. Gli alti tassi di crescita economica rimangono un attrazione chiave dei mercati emergenti. Anche con importanti economie quali Brasile e Russia che rallentano, si prevede che la crescita dei mercati emergenti nel 2015 sia tranquillamente superiore a quella raggiunta dai mercati sviluppati, con Cina e India che guidano l Asia verso una crescita particolarmente forte. Inoltre, quello che rende i mercati emergenti interessanti per noi è il fatto che essi abbiano molto meno debito e significative riserve estere rispetto ai mercati sviluppati. Molti grossi mercati emergenti si stanno anche impegnando in importanti programmi mirati per eliminare le barriere alla crescita economica, incoraggiando al tempo stesso l imprenditorialità. Inoltre, è anche probabile che i mercati emergenti beneficino dell implementazione di misure tese a riequilibrare le loro economie allontanandole da una focalizzazione sulle esportazioni e sugli investimenti per diventare più orientate verso la domanda al consumo. È anche probabile che l evoluzione dei mercati emergenti sia influenzata dalle politiche regionali quali il recente programma di quantitative easing della Banca Centrale Europea. È probabile che la politica di quantitative easing del Giappone abbia anch essa effetti significativi più vicino a casa, specialmente nei mercati del Sudest asiatico. I mercati emergenti in Asia nel 2015 dovrebbero anche ricevere vantaggi dalla comunità economica dell Associazione delle Nazioni del Sudest Asiatico (ASEAN), che riunirà insieme economie emergenti più tecnologicamente avanzate con nazioni meno sviluppate nel Sudest asiatico che hanno lavoro e materie prime più economici. È anche importante ricordare che i mercati emergenti rappresentano una grossa quota dell attività economica mondiale e della capitalizzazione del mercato azionario. Pertanto, riteniamo che gli investitori non si possano permettere di ignorare questa asset class. Prevedete accresciuta volatilità nei mercati globali quest anno? Sì. La volatilità continua ad aumentare a livello globale a causa degli alti livelli di denaro da investire così come a causa della crescita dei derivati. I derivati accresciuti dalla leva finanziaria generano infatti una volatilità molto elevata. Come abbiamo visto dagli eventi dello scorso anno, ci saranno sempre fattori e circostanze non previsti che potrebbero divenire catalizzatori per cambiamenti più ampi nel panorama globale. Non possiamo prevedere esattamente quando la FRANKLIN TEMPLETON INVESTMENTS Documento ad uso esclusivo di investitori professionali. Non destinato al pubblico. 4

5 nuova correzione del mercato ci colpirà né quanto sarà grande o piccola, ma prevediamo che la volatilità di mercato rimarrà. Tuttavia, con ogni crisi, cambiamento politico o sconvolgimento politico, si presentano anche potenziali opportunità. Pertanto, continuiamo ad investire con un orizzonte di lungo periodo in aziende che riteniamo siano sottovalutate, forti e in crescita dal punto di vista dei fondamentali, e quelle che pensiamo sappiano contrastare momenti difficili e di cambiamento. Come gestite il controllo del rischio e come vi assicurate che le vostre posizioni possano sostenere una flessione? La gestione del rischio è integrata in ogni aspetto del processo di investimento Franklin Templeton. Cerchiamo di ridurre il rischio specifico dei titoli attraverso l analisi dettagliata e dei fondamentali. Nel processo di ricerca, il nostro obiettivo è selezionare titoli che riteniamo siano i più interessanti sulla base dell analisi accurata dei fondamentali che incorpora una valutazione dei rischi qualitativi e il potenziale di rendimento aggiustato per il rischio. Costruiamo anche il portafoglio sulla base dell analisi dei singoli titoli e di una focalizzazione volta a raggiungere diversificazione economica, correlazione bassa, e allineamento con la view macroeconomica, a seconda di come è di volta in volta più opportuno. Informazioni Importanti Questo documento è da intendersi unicamente di interesse generale e non costituisce alcun consiglio di tipo legale o fiscale, e nemmeno un offerta di azioni o un invito a richiedere azioni di alcuna delle SICAV di diritto lussemburghese Franklin Templeton Investment Funds. Nessuna parte di questo documento deve essere interpretata come consiglio all investimento. Le sottoscrizioni alle azioni di un Fondo possono essere effettuate solo sulla base del prospetto del Fondo, del relativo Documento Chiave per gli Investitori, accompagnato dall ultima relazione annuale rivista disponibile e dall ultima relazione semi-annuale se pubblicata successivamente. Il valore delle azioni in un Fondo ed i rendimenti che ne derivano possono scendere come salire, e gli investitori possono non riottenere l intero importo investito. Le performance passate non sono garanzia di rendimenti futuri. Le fluttuazioni valutarie possono influire sul valore degli investimenti effettuati in valuta straniera. Quando si investe in un fondo denominato in una valuta estera, anche la vostra performance può subire variazioni dovute alle oscillazioni valutarie. Un investimento in un Fondo comporta rischi che sono descritti nel prospetto completo e nel Documento Informativo Chiave per gli Investitori. Nei mercati emergenti i rischi possono essere maggiori rispetto a quelli nei paesi sviluppati. Gli investimenti in strumenti derivati comportano rischi specifici più ampiamente descritti nel prospetto del Fondo e nel Documento Chiave per gli Investitori. Nessuna azione dei Fondi può essere direttamente o indirettamente offerta o venduta a cittadini o residenti degli Stati Uniti d America ed ai cittadini o residenti in Canada. Le azioni di un Fondo non sono disponibili per la distribuzione in tutte le giurisdizioni e i potenziali investitori sono tenuti a confermare la disponibilità con il loro rappresentante locale Franklin Templeton Investments prima di assumere qualsiasi decisione di investimento. Qualsiasi ricerca ed analisi contenuta in questo documento è stata fornita da Franklin Templeton Investments per le sue finalità ed è a voi fornita solo per inciso. Riferimenti a particolari settori o aziende sono a scopo informativo generale e non sono necessariamente indicativi della posizione di un fondo in alcun momento. Siete pregati di consultarvi con il vostro consulente finanziario prima di decidere di investire. Una copia dell ultimo prospetto, del relativo Documento Chiave per gli Investitori e dell ultima relazione annuale e della relazione semi-annuale, se pubblicata successivamente, possono essere reperiti sul nostro sito web o reperiti senza alcun onere presso Franklin Templeton Italia Sim. Pubblicato da Franklin Templeton Italia SIM S.p.A. - Corso Italia, Milano - Tel: Fax: Franklin Templeton Investments. All rights reserved. FRANKLIN TEMPLETON INVESTMENTS Documento ad uso esclusivo di investitori professionali. Non destinato al pubblico. 5

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 La BRI, in collaborazione con le banche centrali e le autorità monetarie di tutto il mondo, raccoglie e diffonde varie serie di dati sull attività

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a Già negli anni precedenti, la nostra scuola si è dimostrata t sensibile alle problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a stage in aziende e in centri di ricerca

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Positive anche le previsioni degli imprenditori per il futuro. Unico elemento negativo l occupazione che da gennaio alla

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE2014. La situazione del Paese

RAPPORTO ANNUALE2014. La situazione del Paese RAPPORTO ANNUALE2014 La situazione del Paese Rapporto annuale 2014. La situazione del Paese. Presentato mercoledì 28 maggio 2014 a Roma presso la Sala della Regina di Palazzo Montecitorio RAPPORTO ANNUALE2014

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte IMPORT & EXPORT DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA 1 semestre 2013 A cura di: Vania Corazza Ufficio Statistica e Studi Piazza Mercanzia, 4 40125 - Bologna Tel. 051/6093421 Fax 051/6093467 E-mail: statistica@bo.camcom.it

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI

Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI Roberta Mosca (settembre 2008) 1 - L impennata dei prezzi delle materie prime La stabilità e la crescita dell economia globale è stata di recente

Dettagli

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Scenario di riferimento Lo studio WETO (World energy, technology and climate policy

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

Stima delle presenze irregolari. Vari anni

Stima delle presenze irregolari. Vari anni Stima delle presenze irregolari. Vari anni Diciottesimo Rapporto sulle migrazioni (FrancoAngeli). Fondazione Ismu. Dicembre 2012 Capitolo 1.1: Gli aspetti statistici Tab. 1 - La presenza straniera in Italia.

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione.

Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione. 1 Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione. Il ruolo della finanza nell economia. La finanza svolge un ruolo essenziale nell economia. Questo ruolo

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Jacob Gyntelberg Peter Hördahl jacob.gyntelberg@bis.org peter.hoerdahl@bis.org Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Fra inizio settembre e fine

Dettagli

PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA

PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA Il presente documento contiene le principali misure concrete a breve-medio termine proposte dalla Commissione per contribuire a stabilizzare

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Analisi Settimanale. 29 Giugno - 05 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch

Analisi Settimanale. 29 Giugno - 05 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch Analisi Settimanale TERMINI & CONDIZIONI - Sommario p3 p4 p5 p6 p7 p8 Economia Economia Economia Economia Mercato FX Termini Legali Svizzera: aggiornamenti - Arnaud Masset Difficoltà del Canada e bassi

Dettagli

Lo scenario economico provinciale 2011-2014: il bilancio della crisi

Lo scenario economico provinciale 2011-2014: il bilancio della crisi 2011-2014: iill biillanciio delllla criisii 2011-2014: iill biillanciio delllla criisii . 2011-2014: il bilancio della crisi Il volume è stato realizzato a cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

L Italia nell economia internazionale

L Italia nell economia internazionale Sistema Statistico Nazionale L Italia nell economia internazionale Rapporto ICE 2012-2013 ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Sistema Statistico

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977

OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977 24 aprile 2013 OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977 L Istat ha ricostruito le serie storiche trimestrali e di media annua dal 1977 ad oggi, dei principali aggregati del mercato del lavoro,

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria. Rapporto sullo stato di avanzamento nell attuazione degli standard di Basilea

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria. Rapporto sullo stato di avanzamento nell attuazione degli standard di Basilea Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Rapporto sullo stato di avanzamento nell attuazione degli standard di Basilea Aprile 2014 La presente pubblicazione è consultabile sul sito internet della

Dettagli

Analisi Settimanale. 6-12 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11

Analisi Settimanale. 6-12 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11 Analisi Settimanale TERMINI & CONDIZIONI - Sommario p3 p4 p5 p6 p7 p8 Economia Economia Economia Economia Mercati FX Termini Legali Fed: aspettative sul rialzo dei tassi a Settembre in stand-by- Yann Quelenn

Dettagli

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico COMUNICATO Energia: da aprile ancora in calo la bolletta elettricità, -1,1%, e forte riduzione per il gas -4,0% sull anno risparmi per 75 euro

Dettagli

10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese grande 4

10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese grande 4 I SUSSIDI ALLE ESPORTAZIONI NELL AGRICOLTURA E NEI SETTORI AD ALTA TECNOLOGIA 10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA CRESME RICERCHE SPA OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA Cantiermacchine-ASCOMAC Comamoter-FEDERUNACOMA Ucomesa-ANIMA NELL AMBITO DI FEDERCOSTRUZIONI

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Alfredo Fusetti, Partner Luca Barenco, Investment Consultant Zurigo, 30.06.2015 Situazione attuale (1) Secondo il comunicato stampa

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio )

CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio ) 944 CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio ) 8 luglio 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo

Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo Il presidente della Bundesbank a La Stampa: nei trattati va previsto il crac di uno Stato TONIA MASTROBUONI INVIATA A FRANCOFORTE

Dettagli

Considerazioni finali. Assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 26 maggio 2015. centoventunesimo esercizio. anno 2014.

Considerazioni finali. Assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 26 maggio 2015. centoventunesimo esercizio. anno 2014. Assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 26 maggio 2015 anno esercizio centoventunesimo esercizio CXXI Assemblea Ordinaria dei Partecipanti anno - centoventunesimo esercizio Roma, 26 maggio 2015 Signori

Dettagli

1.Produzione e costo dell energia in Italia

1.Produzione e costo dell energia in Italia 1.Produzione e costo dell energia in Italia L Italia é ai primi posti in Europa per consumo energetico annuo dopo Germania, Regno Unito e Francia. Il trend dal 2000 al 2008 mostra un aumento del consumo

Dettagli

Leimportazioni italianedimaterieprime

Leimportazioni italianedimaterieprime Leimportazioni italianedimaterieprime Questo rapporto è stato redatto da un gruppo di lavoro dell Area Studi, Ricerche e Statistiche dell Ex - ICE Coordinamento Gianpaolo Bruno Redazione Francesco Livi

Dettagli

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento MERCATI Andamento 2008 ASIA La linfa per ritornare a crescere NUOVE ASSET CLASS Opportunità di investimento NUOVI PAC Risparmiare in modo semplice NOVITÀ GAMMA FONDI Supplemento al prospetto informativo

Dettagli

Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale?

Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale? Growing Unequal? : Income Distribution and Poverty in OECD Countries Summary in Italian Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale? Riassunto in italiano La disuguaglianza

Dettagli

Forse non tutto si può misurare ma solo ciò che si può misurare si può migliorare

Forse non tutto si può misurare ma solo ciò che si può misurare si può migliorare Forse non tutto si può misurare ma solo ciò che si può misurare si può migliorare Se non siamo in grado di misurare non abbiamo alcuna possibilità di agire Obiettivo: Misurare in modo sistematico gli indicatori

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

I dati Import-Export. 1 semestre 2014

I dati Import-Export. 1 semestre 2014 I dati Import-Export 1 semestre 2014 Import, Export e bilancia commerciale (valori in euro) Provincia di Mantova, Lombardia e Italia, 1 semestre 2014 (dati provvisori) import 2014 provvisorio export saldo

Dettagli

RAPPORTO 2014 SULL ECONOMIA REGIONALE

RAPPORTO 2014 SULL ECONOMIA REGIONALE RAPPORTO 2014 SULL ECONOMIA REGIONALE A Ugo che ci ha insegnato con competenza e passione ad apprezzare ogni riga del Rapporto RAPPORTO 2014 SULL ECONOMIA REGIONALE Il presente rapporto è stato redatto

Dettagli

Adottare una prospettiva di più lungo periodo

Adottare una prospettiva di più lungo periodo Adottare una prospettiva di più lungo periodo Discorso di Jaime Caruana, Direttore generale della Banca dei Regolamenti Internazionali in occasione dell Assemblea generale ordinaria della Banca tenuta

Dettagli

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Capital Group Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Evento Citywire Montreux, maggio 2015 La tesi a favore delle azioni europee Richard Carlyle, Investment Specialist, Capital Group La ripresa

Dettagli

Studio di settore 03. Gas naturale. Marzo 2013. Il mercato del gas naturale. Cassa depositi e prestiti. in Italia: lo sviluppo. delle infrastrutture

Studio di settore 03. Gas naturale. Marzo 2013. Il mercato del gas naturale. Cassa depositi e prestiti. in Italia: lo sviluppo. delle infrastrutture Cassa depositi e prestiti Gas naturale Marzo 2013 Il mercato del gas naturale in Italia: lo sviluppo delle infrastrutture nel contesto europeo Studio di settore 03 Cassa depositi e prestiti Gas naturale

Dettagli

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA Da produttore/grossista a utente non domestico - Prezzo di mercato prevalente della componente energia e della commercializzazione al dettaglio

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

POLITICHE PER LA BILANCIA DEI PAGAMENTI

POLITICHE PER LA BILANCIA DEI PAGAMENTI capitolo 15-1 POLITICHE PER LA BILANCIA DEI PAGAMENTI OBIETTIVO: EQUILIBRIO (ANCHE SE NEL LUNGO PERIODO) DISAVANZI: IMPLICANO PERDITE DI RISERVE VALUTARIE AVANZI: DANNEGGIANO ALTRI PAESI E CONDUCONO A

Dettagli

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale SEB Asset Management Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale Fabio Agosta, Responsabile Commerciale Europa Meridionale & Medio Oriente SEB Stockholm Enskilda

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 3

Economia monetaria e creditizia. Slide 3 Economia monetaria e creditizia Slide 3 Ancora sul CDS Vincolo prestatore Vincolo debitore rendimenti rendimenti-costi (rendimenti-costi)/2 Ancora sul CDS dove fissare il limite? l investitore conosce

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità Il gruppo finanziario belga KBC ha chiuso i primi 9 mesi del 2012 con un utile netto

Dettagli

La valutazione implicita dei titoli azionari

La valutazione implicita dei titoli azionari La valutazione implicita dei titoli azionari Ma quanto vale un azione??? La domanda per chi si occupa di mercati finanziari è un interrogativo consueto, a cui cercano di rispondere i vari reports degli

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

D. Da quali paesi ed in che modo la normativa ISPM15 viene già applicata?

D. Da quali paesi ed in che modo la normativa ISPM15 viene già applicata? CON-TRA S.p.a. Tel. +39 089 253-110 Sede operativa Fax +39 089 253-575 Piazza Umberto I, 1 E-mail: contra@contra.it 84121 Salerno Italia Internet: www.contra.it D. Che cosa è la ISPM15? R. Le International

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Progetto IMPORT STRATEGICO 2015 Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Milano, 10 febbraio 2015 IRAN - dati macroeconomici 2013 2014

Dettagli