ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE"

Transcript

1 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ISTRUZIONE PROFESSIONALE Servizi Commerciali e Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera ISTRUZIONE TECNICA Turismo Via Baden Powell, VICENZA tel fax Sede staccata - Strada Sant'Antonino 32 - tel C:\Users\bovolinc\Desktop\ ESAMI 2015\5BC bozza_2015.doc m. f o r n e r DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE 5^BC ISTITUTO PROFESSIONALE SETTORE SERVIZI INDIRIZZO SERVIZI COMMERCIALI a.s. 2014/2015

2 a) INFORMAZIONI_GENERALI 1) Elenco dei candidati pag. 3 2) Profilo Professionale pag. 3 3) Relazione sulla classe pag. 4 b) ALTERNANZA SCUOLA LAVORO 1) Attività svolte pag 7 2) Competenze mirate e Compiti-Prodotti pag 8 Valutazione e certificazione delle competenze c) SIMULAZIONI DI ESAMI 1) Prima Prova Scritta (criteri e griglia di valutazione) pag. 11 2) Seconda Prova Scritta (criteri e griglia di valutazione) pag. 14 3) Terza Prova Scritta (criteri, testi e griglia di valutazione) pag. 18 4) Colloquio (criteri e griglia di valutazione) pag. 28 5) Tabella conversione punti voto pag. 30 d) ARGOMENTI DI TIPO PLURIDISCIPLINARE 1) Argomenti, materie coinvolte e contenuti pag. 31 Allegati al Documento: e) Relazione e Programmazione del docente pag. 34 2

3 a) INFORMAZIONI GENERALI 1) ELENCO CANDIDATI 1 BARCHUK OKSANA V. 2 BERTEZZOLO CHIARA 3 CHIUMENTO LUCA 4 DONKOR GIUSEPPINA 5 FALIVA SILVIA 6 FISCATO KETTY 7 JOSIFOVA MARIJA 8 LEONARDI LUCIANA 9 MINATI ALICE 10 PINTUS ALESSIA 11 PIRAS MASSIMO 12 RIELLO FEDERICO 13 RIZZI MARCO 14 SPATARO SAMUELE 15 WARAHENA LIYANAGE APPUHAMI 2) PROFILO PROFESSIONALE DIPLOMA DI ISTITUTO PROFESSIONALE SETTORE SERVIZI INDIRIZZO SERVIZI COMMERCIALI Il Diplomato in Istruzione Professionale nell indirizzo SERVIZI COMMERCIALI ha competenze professionali che gli consentono di supportare operativamente le aziende del settore sia nella gestione dei processi amministrativi e commerciali sia nell attività di promozione delle vendite. Si orienta nell ambito socio-economico del proprio territorio e nella rete di interconnessioni che collega fenomeni e soggetti della propria regione con contesti nazionali ed internazionali. È in grado di: ricercare ed elaborare dati concernenti mercati nazionali e internazionali; contribuire alla realizzazione della gestione commerciale e degli adempimenti amministrativi ad essa connessi; contribuire alla realizzazione della gestione dell area amministrativo-contabile e delle risorse umane; contribuire alla realizzazione di attività nell area marketing; collaborare alla gestione degli adempimenti di natura civilistica e fiscale; utilizzare strumenti informatici e programmi applicativi di settore; organizzare eventi promozionali; utilizzare tecniche di relazione e comunicazione commerciale, secondo le esigenze del territorio e delle corrispondenti declinazioni; comunicare in almeno due lingue straniere con una corretta utilizzazione della terminologia di settore; collaborare alla gestione del sistema informativo aziendale. 3

4 3) RELAZIONE SULLA CLASSE La classe è composta da 15 alunni, di cui 10 ragazze e 5 ragazzi, provenienti tutti dalla 4BC dell anno scolastico 2013/2014, ad eccezione di un alunna, ripetente di 5BT. Nella classe è presente un alunna con obiettivi minimi, per la quale è stato predisposto un P.E.I., che prevede un sistema di valutazione riferito ad un percorso individualizzato, con obiettivi educativi e formativi non interamente riconducibili ai programmi ministeriali. Per un altro alunno, con diagnosi DSA, il C.d.C. ha approvato in data 25 nov un piano didattico personalizzato. La frequenza alle lezioni è stata regolare per quasi tutti gli alunni. Solo due alunne.hanno un numero maggiore di assenze, pur non superando i limiti stabiliti per eventuale non ammissione. Tutti gli alunni hanno mantenuto durante l anno scolastico un comportamento corretto nei confronti dei docenti e dei compagni. I rapporti umani all interno della classe sono stati improntati al rispetto reciproco, e la classe appare veramente unita e solidale. Per quanto riguarda il possesso dei prerequisiti, sebbene in modo diversificato e con la presenza di alcune mediocrità, il gruppo esprime attitudini e preparazione di base mediamente sufficiente a livello generale. La partecipazione degli studenti al lavoro didattico ed al dialogo educativo è stata generalmente positiva ma non sempre, per tutti, pienamente responsabile e consapevole dell importanza e delle difficoltà dei traguardi da raggiungere. E venuta a mancare, qualche volta, quella spinta propositiva tanto utile alla maturazione delle coscienze individuali e di gruppo. Questo comportamento ha prodotto un evidente flessione anche sul rendimento medio generale. Sul piano del rendimento scolastico, la classe appare divisa. Un gruppo ha dimostrato impegno costante ottenendo risultati nel complesso discreti; per l altro gruppo lo studio e l applicazione, evidenziati soprattutto nel pentamestre, sono valsi a colmare le fragilità iniziali nei confronti delle diverse discipline, riuscendo a raggiungere un profitto nel complesso sufficiente. Le difficoltà che ancora permangono in alcuni ragazzi sono imputabili sia ad un bagaglio di competenze poco solido, sia a un metodo di studio mnemonico e orientato prevalentemente ad una conoscenza essenziale degli argomenti. Nonostante ciò, in quest ultimo periodo, la classe ha acquisito un profilo complessivamente accettabile. Nel biennio post - qualifica la classe ha beneficiato della continuità didattica di tutti gli insegnanti ad eccezione del docente di tedesco, di matematica e scienze motorie. Pur nella diversità degli interventi, unico è stato l obiettivo del Consiglio di Classe da perseguire: fare acquisire agli alunni conoscenze, competenze e capacità nelle varie discipline che potessero, nel loro prossimo futuro, essere spendibili professionalmente e culturalmente. Si è cercato di accrescere l interesse e la partecipazione degli studenti mediante la trattazione di argomenti legati ai loro interessi personali e professionali. L esperienza dell alternanza scuola-lavoro, sotto meglio descritta, che ha contemplato una preparazione teorica, uno stage in azienda per 5 settimane ed una restituzione dell esperienza durante l anno in corso, ha certamente rappresentato per gli studenti un momento di crescita molto significativa. Due studenti di questa classe hanno partecipato al progetto internazionale Leonardo, svolgendo il loro stage in UK. 4

5 Al fine di consentire a ciascuno di essi di poter scegliere con maggior consapevolezza la propria attività di lavoro o la prosecuzione degli studi, coerentemente con le proprie capacità ed attitudini, sono state effettuate delle attività di orientamento, meglio specificate in seguito. Partecipazione a Job & Orienta, mostra convegno nazionale: orientamento, scuola, formazione, lavoro - presso la Fiera di Verona. Partecipazione ai moduli FSE in orario pomeridiano. Incontro approfondimento sulla Crisi del 29 e globalizzazione Incontro su: La crisi dell Europa, lo sterminio degli ebrei e la memoria del XX secolo Incontro sulle Foibe Incontro Sentieri di legalità - Un eroe borghese: Giorgio Ambrosoli Incontro sul razzismo Partecipazione ad incontri sulla bioetica Incontro sul volontariato in ospedale Incontro sulla donazione di organi, sangue e midollo con FIDAS, ADMO, AIDO Partecipazione al viaggio di istruzione a Praga 5

6 ELENCO DOCENTI CLASSE 4^ E 5^ MATERIE DOCENTI CLASSE 4^ DOCENTI CLASSE 5^ Italiano POLISTENA M.ROSA POLISTENA M.ROSARIA Storia POLISTENA M.ROSA POLISTENA M.ROSARIA Matematica PETRONE BARBARA CORDIANO MARCO Tedesco SESSA PAOLA GIGANTE ONOFRIO Tecniche professionali FIN CRISTINA FIN CRISTINA Diritto-Economia MUSACCHIO M.TERESA MUSACCHIO M.TERESA Lingua Inglese OMENETTO MANUELA OMENETTO EMANUELA Tecniche di comunicazione FISSOLO LAURA FISSOLO LAURA Educazione Fisica TRULLA GIANLUCA CARTA PATRIZIA Informatica e Laborat. VEZZARO RENATO VEZZARO RENATO Religione DADDELLI FRANCO DADDELLI FRANCO Sostegno PICCOLO CARMELA PICCOLO CARMELA 6

7 b) ALTERNANZA SCUOLA LAVORO Biennio L Attività di Alternanza Scuola Lavoro - Indirizzo Gestionale Il progetto biennale di Alternanza Scuola Lavoro nella classe 5^B commerciale è stato attuato attraverso le seguenti attività: un incontro per la presentazione dell attività ai genitori all inizio della classe quarta attività in classe: - Unità di Apprendimento 1 (classe quarta): Presentarsi in azienda discipline coinvolte : Economia d Azienda, Laboratorio trattamento testi, Inglese, Italiano, Comunicazione (esperto esterno) - Unità di Apprendimento 2 (classe quarta): attività preparatoria al periodo di formazione in situazione di lavoro nel periodo maggio/luglio - Unità di Apprendimento 3 (classe quinta): attività preparatoria alla restituzione dell esperienza di stage incontri con esperti esterni 1. Informazioni sulla normativa per la sicurezza (classe quarta) 2. Redazione del Curriculum Vitae (Europass) e della lettera di presentazione (cl. quarta) 3. Simulazione colloquio di lavoro (classe quarta) apprendimento in situazione lavorativa: - un incontro per conoscenza dell azienda - stage di 200 ore alla fine della classe quarta, dal 20 maggio al 27 giugno Gli alunni che hanno partecipato al Progetto ASL finanziato dal FSE hanno effettuato un secondo periodo di stage dal 01 settembre al 05 settembre 2014 presentazione formale dell esperienza di apprendimento in situazione lavorativa fatta dagli studenti di quinta davanti ad un pubblico formato da genitori, tutor aziendali, docenti e studenti certificazione delle competenze alla fine della classe quinta a cura del consiglio di classe Competenze Mirate e Compiti-Prodotti Gli obiettivi dell Alternanza Scuola lavoro sono stati definiti in termini di competenze che gli studenti dovevano acquisire. Le competenze scelte, promosse attraverso le attività e i compiti-prodotti specificati nelle tre Unità di Apprendimento, sono: per gli assi culturali: padroneggiare gli strumenti espressivi ed argomentativi indispensabili per gestire l interazione comunicativa verbale in vari contesti. Produrre testi scritti di vario tipo in relazione ai differenti scopi comunicativi professionali: interagire nel sistema azienda e riconoscere i diversi modelli di strutture organizzative aziendali, svolgendo attività connesse all attuazione di procedure riguardanti l area amministrativa e commerciale. Integrare le competenze professionali con quelle linguistiche. Intervenire nel sistema informativo aziendale attraverso l uso di strumenti tecnologici, con particolare attenzione alla sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro, alla tutela della persona, dell ambiente e del territorio 7

8 COGNOME NOME VALUTAZIONE EVENTO VALUTAZIONE LETTERA VALUTAZIONE CV VALUTAZIONE RELAZIONE MEDIA LETT. CV REL. VALUTAZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Media) VALUTAZIONE DEL TUTOR AZIENDALE Media Valutazione c.d.c./valutazione Tutor azienda Competenza professionali Competenze assi culturali Competenze di cittadinanza di cittadinanza: presentarsi in maniera adeguata al contesto e alla tipologia degli interlocutori e gestire le relazioni nel rispetto della chiarezza, affidabilità e responsabilità, nell osservanza delle regole. I compiti-prodotti richiesti sono: Curriculum Vitae e lettera di presentazione Copie di documenti redatti durante la permanenza in azienda Relazione sul periodo di apprendimento in situazione lavorativa, presentata con elaborato scritto e multimediale, articolata nei seguenti paragrafi: o presentazione dell azienda o descrizione dell esperienza, con particolare riferimento all area/funzione in cui è stata svolta l attività, ai compiti assegnati, ai rapporti con il tutor e le altri funzioni aziendali o considerazioni personali sul valore dell esperienza Valutazione e certificazione delle competenze Alla valutazione delle attività di Alternanza Scuola Lavoro hanno contribuito i docenti del Consiglio di Classe, gli esperti esterni e i tutor aziendali. Tutti i soggetti coinvolti nella valutazione hanno fatto uso di una griglia comune istanziata e seconda dei casi. In particolare i tutor aziendali hanno valutato l attività di apprendimento in situazione lavorativa (stage) mentre i docenti coinvolti nelle diverse Unità di Apprendimento hanno espresso una valutazione relativamente ai compiti-prodotti richiesti agli studenti. In base a tutti gli elementi raccolti il Consiglio di Classe ha provveduto alla certificazione delle competenze degli assi culturali, professionali e di cittadinanza. La schede che seguono riporta i dati significativi cui si è tenuto conto per procedere alla certificazione delle competenze Valutazione e certificazione delle competenze N. 1 GRADO DI PADRONANZA: BASILARE, per gli alunni con punteggio da 65 a 75 ADEGUATO, per gli alunni con punteggio da 76 a 89 ECCELLENTE, per gli alunni con punteggio da 90 a 100 BARCHUK OKSANA 97 90,37 91,11 82, , ,09 ECCELLENTE ADEGUATO ECCELLENTE 2 BERTEZZOLO CHIARA 92 88,15 88,89 80, , ,20 BASILARE ADEGUATO ECCELLENTE 3 CHIUMENTO LUCA 81 79,26 82,22 76, , ,89 ADEGUATO ADEGUATO ADEGUATO 4 DONKOR GIUSEPPINA 77 76,30 78,52 63, , ,39 BASILARE BASILARE ADEGUATO 5 FALIVA SILVIA 77 67,41 68,15 67, , ,54 ADEGUATO BASILARE ADEGUATO 6 FISCATO KETTY 70 68,15 68,15 66, , ,12 BASILARE BASILARE BASILARE 7 JOSIFOVA MARIA 70 65,00 65,00 65, , ,63 BASILARE BASILARE BASILARE 8 LEONARDI LUCIANA DESIREE 85 68,89 68,89 56, , ,43 ADEGUATO BASILARE ADEGUATO 9 MINATI ALICE 83 74,81 75,56 70, , ,49 BASILARE BASILARE ADEGUATO 10 PINTUS ALESSIA 84 92,59 91,85 78, , ,92 ADEGUATO ADEGUATO ADEGUATO 11 PIRAS MASSIMO 75 73,33 71,85 65, , ,22 ADEGUATO BASILARE BASILARE 12 RIELLO FEDERICO 79 74,07 72,59 64, , ,26 ECCELLENTE BASILARE ADEGUATO 13 RIZZI MARCO 80 75,56 74,07 69, , ,88 ADEGUATO BASILARE ADEGUATO 14 SPATARO SAMUELE 80 86,67 85,93 71, , ,96 BASILARE ADEGUATO ADEGUATO 15 WARAHENA TARUSHI 74 64,44 64,44 65, , ,91 ADEGUATO BASILARE BASILARE 8

9 Apprendimento in Situazione Lavorativa COGNOME NOME Azienda Località Azienda N. ore BARCHUK OKSANA BERTEZZOLO CHIARA INPS Vicenza NET 1 Vicenza CHIUMENTO LUCA FRIDLE sistemi di tenuta srl Costabissara 240 DONKOR GIUSEPPINA TORNERDA P.M.S. srl Montecchio Maggiore 239 FALIVA SILVIA COMUNE DI CALDOGNO ente locale Caldogno 175 FISCATO KETTY Pietro FIORENTINI spa Vicenza 232 JOSIFOVA MARIA PISCINE di Vicenza spa soc.sport Vicenza 160 LEONARDI LUCIANA DESIREE MINATI ALICE PINTUS ALESSIA SIMPA DUE srl Marola 198 Pietro FIORENTINI spa Vicenza 232 PISCINE di Vicenza spa soc.sport. Vicenza 235 PIRAS MASSIMO DEBENHAMS shopping centre Liechfield (UK) 120* RIELLO FEDERICO CONVETT srl Bressanvido 240 RIZZI MARCO DEBENHAMS shopping centre Liechfield (UK) 120* SPATARO SAMUELE WARAHENA TARUSHI Pietro FIORENTINI spa Vicenza 192 AIM Vicenza 196 *gli studenti Piras Massimo e Rizzi Marco hanno partecipato al progetto LEONARDO, finanziato dalla comunità europea, che prevedeva una settimana di preparazione linguistica e tre settimane di stage lavorativo in UK. Gli alunni di seguito elencati hanno partecipato al Progetto FSE: COGNOME CHIUMENTO DONKOR FISCATO MINATI PINTUS RIELLO SPATARO NOME LUCA GIUSEPPINA KETTY ALICE ALESSIA FEDERICO SAMUELE 9

10 Nell ambito del Progetto ASL finanziato dal FSE: FORMAZIONE PER ADDETTI COMMERCIO E MARKETING sono state realizzate n. 55 ore d aula in orario extrascolastico, di cui 20 ore nella classe quarta e 35 ore nella classe quinta. Gli alunni hanno partecipato ai seguenti incontri: PROGETTO ASL FSE: FORMAZIONE PER ADDETTI COMMERCIO E MARKETING FORMAZIONE IN AULA EXTRACURRICULARE Temi Comunicazione multimediale Modulistica commerciale Marketing dei servizi e prodotti Incontri Individuare il target del prodotto comunicativo (sito web, presentazione multimediale, brochure...) in base alle esigenze aziendali e in relazione alla concorrenza al fine di garantirne l'efficacia Principi di accessibilità e usabilità di un sito web. Caratteristiche generali di un sito CMS Caratteristiche generali di un sito HTML Applicativi di publishing e presentazioni multimediali Modalità di inserimento dati in un sito HTML Modalità di monitoraggio di un sito I fondamenti della comunicazione visiva Ricerca e raccolta di materiale da utilizzare in prodotto multimediale Realizzazione di una presentazione multimediale Gestione della modulistica relativa alle transazioni commerciali La modulistica commerciale nazionale e internazionale, normativa fiscale riferita alla modulistica commerciale, modalità e normativa dei trasporti nazionali e internazionali Analisi del microambiente (fornitori intermediari commerciali-clienti concorrenza) e del macro ambiente (studio del territorio) Il comportamento del cliente consumatore E-commerce Politiche di marketing e marketing mix 10

11 c) SIMULAZIONI DI ESAME 1) PRIMA PROVA SCRITTA (ITALIANO) CRITERI SEGUITI PER LA PROGETTAZIONE Il dipartimento di materia ha stabilito di somministrare a tutte le classi quinte una simulazione di prima prova del tutto simile a quella d esame, per cui sono state previste tutte e quattro le tipologie (tipologia A: analisi di un testo letterario; tipologia B: saggio breve o articolo di giornale di ambito artistico-letterario, socio-economico, storico e tecnico-scientifico; tipologia C: tema storico; tipologia D: tema di ordine generale); la durata è stata di 6 ore scolastiche; è stata usata la stessa griglia di valutazione che viene allegata. La simulazione si è svolta il giorno 6 maggio 11

12 PROVA SCRITTA DI ITALIANO: TIPOLOGIA A Alunno/a Classe INDICATORI DESCRITTORI PUNTI Molto scorretta e povera lessicalmente 0-1 Parzialmente corretta 2 Sufficientemente corretta 3 Corretta, scorrevole e ricca lessicalmente 4 Correttezza e proprietà Linguistica Comprensione e sintesi del testo Analisi del testo Capacità di interpretazione e di contestualizzazione Carente Sufficiente Corretto Incompleta e molto imprecisa Parzialmente sviluppata Sufficientemente sviluppata Articolata e approfondita Approssimativa Sufficiente Discreta Buona/Ottima Voto Totale punteggio L insegnante PROVA SCRITTA DI ITALIANO: TIPOLOGIA B Alunno/a Classe INDICATORI DESCRITTORI PUNTI Molto scorretta e povera lessicalmente 0-1 Parzialmente corretta 2 Sufficientemente corretta 3 Corretta, scorrevole e ricca lessicalmente 4 Correttezza e proprietà Linguistica Pertinenza alla traccia e ricchezza dei contenuti Capacità argomentativa e coerenza interna Rispondenza alla tipologia scelta Frammentaria Parziale Sufficiente Ampia Completa e approfondita Incompleta e molto imprecisa Parzialmente sviluppata Sufficientemente sviluppata Articolata e approfondita Parzialmente rispondente Pertinente e ben sviluppata Voto Totale punteggio L insegnante

13 PROVA SCRITTA DI ITALIANO: TIPOLOGIA C D Alunno/a Classe INDICATORI DESCRITTORI PUNTI Molto scorretta e povera lessicalmente 0-1 Parzialmente corretta 2 Sufficientemente corretta 3 Corretta, scorrevole e ricca lessicalmente 4 Correttezza e proprietà linguistica Pertinenza alla traccia e ricchezza dei contenuti Capacità argomentativa e coerenza interna Organicità delle opinioni e spirito critico Frammentaria Parziale Sufficiente Ampia Completa e approfondita Incompleta e molto imprecisa Parzialmente sviluppata Sufficientemente sviluppata Articolata e approfondita Parzialmente rispondente Pertinente e ben sviluppata Voto Totale punteggio L insegnante

14 2) SECONDA PROVA SCRITTA TECNICHE PROFESSIONALI SERVIZI COMMERCIALI CRITERI SEGUITI PER LA PROGETTAZIONE La simulazione è stata progettata in base ai programmi svolti e sulla base di esami ministeriali di anni precedenti e di tipologie di prove proposte, coerenti con le indicazioni contenute nella Circolare del MIUR n. 1, Prot. n. 758 del 29/01/2015. TESTO Data Tipologia Durata Strumenti 8/5/2015 Seconda Prova Scritta 6 h Codice Civile non commentato Calcolatrice scientifica Il bilancio di esercizio rappresenta una fonte di informazioni importante per numerosi stakeholder sia del passato ma, anche delle sue prospettive future. Dopo avere commentato l affermazione il candidato descriva l analisi di bilancio come evoluzione e integrazione dell informativa di bilancio, con particolare attenzione al ruolo prospettico. Proceda quindi, utilizzando i prospetti sotto riportati dello Stato Patrimoniale e del conto economico riclassificato a valore aggiunto ad effettuare l analisi di bilancio, applicando i principali indici finanziari ed economici. Esprima un giudizio sulla situazione della società in un report, sapendo che l utile è stato destinato a Riserva per la quota obbligatoria e che non sono stati rilevati ratei. ATTIVO PASSIV0 A) CREDITI VERSO SOCI A) PATRIMONIO NETTO B) IMMOBILIZZAZIONI I Capitale sociale I IMMOBILIZZ. IMMATERIALI IV Riserva legale Altre riserve (distintamente II IMMOBILIZZ. MATERIALI VII ind.) III IMMOBILIZZAZIONI FINANZ IX Utile o perdita esercizio TOTALE IMMOBILIZZ. (B) Totale C) ATTIVO CIRCOLANTE I RIMANENZE B) FONDI RISCHI E ONERI II CREDITI C) DEBITI PER TFR (di cui esigibili oltre l'es. successivo) III ATTIVITA' FINANZIARIE CHE NON COSTITUISCONO IMMOBILIZZAZIONI D) DEBITI (di cui esigibili oltre l'es. IV DISPONIBILITA' LIQUIDE successivo) TOTALE ATTIVO CIRC. (C) D) RATEI E RISCONTI ATTIVI E) (di cui disaggio ) 14 RATEI E RISCONTI PASSIVI TOTALE ATTIVITA' TOTALE PASS. e NETTO

15 Conto economico a valore aggiunto VALORE DELLA PRODUZIONE Ricavi delle vendite e delle prestazioni Variaz. riman. prodotti in lav., semil., finiti Costruzioni interne Rimb. spese di vendita Totale valore della produzione COSTO DEI BENI E SERVIZI ACQUISTATI Totale costo beni e servizi ACQUISTATI VALORE AGGIUNTO Costi del personale Totale costi del personale MARGINE OPERATIVO LORDO Ammortamenti e svalutazioni Totale ammortamenti e svalutazioni Margine operativo netto PROVENTI E ONERI FINANZIARI Proventi finanziari Oneri finanziari RISULTATO DELLA GESTIONE FINANZIARIA GESTIONE ACCESSORIA Fitti attivi Oneri della gest. extra RISULTATO DELLA GESTIONE EXTRACARATTERISTICA Risultato della gestione ordinaria GESTIONE STRAORDINARIA RISULTATO DELLA GESTIONE STRAORDINARIA RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE(A-B+/-C+/-D+/-E) imposte sul reddito di esercizio, correnti, differite e anticipate UTILE o PERDITA di Esercizio Successivamente il candidato svolga uno dei seguenti punti a scelta: A) Caso Sigma spa La Sigma spa è un impresa industriale mono prodotto. La capacità produttiva annua è di unità di prodotto MK01, i costi fissi ammontano a euro, i cv a 25,00 euro. Considerando che il prodotto si vende al prezzo di euro 55,00, calcolare: la quantità da produrre e vendere per raggiungere il pareggio economico, esprimendola anche in termini di percentuale di sfruttamento della capacità produttiva; la quantità da produrre e vendere per ottenere un risultato economico positivo di euro. Proceda, quindi, alla redazione di un report supportato da esemplificazioni numeriche e da adeguate rappresentazioni grafiche, che consenta alla direzione di verificare: le conseguenze di un eventuale azione promozionale che riduca il prezzo del prodotto a euro 50, suggerendo alla direzione quali modifiche strutturali si renderebbero necessarie; la possibilità di acquisire un nuovo cliente interessato a 500 unità di prodotto disposto a pagare il prezzo unitario di 50,00, sapendo che attualmente produce e vende unità all anno. Proceda anche ad effettuare il calcolo del risultato economico nell ipotesi di acquisizione dell ordinativo. 15

16 B) Caso Omicron spa La direzione commerciale dell impresa industriale Omicron spa si prefigge di conseguire nell esercizio successivo vendite per unità al prezzo di 45,00 euro dell unico prodotto realizzato (X730). I fattori produttivi da impiegare e i relativi costi unitari per la realizzazione di un unità del prodotto sono i seguenti: materia A: kg 4,20; costo unitario std 45,00 euro. Manodopera: 33 minuti, costo orario 22,00 euro. Si prevedono le seguenti scorte di magazzino: prodotto X730: esistenze iniziali 5.200, rimanenze finali 6.500; materia A: esistenze iniziali , rimanenze finali Il candidato utilizzando i dati a disposizione rediga i budget settoriali (possono redigere solo: vendite, produzione, fabbisogno, approvvigionamenti, manodopera), quello economico e quello patrimoniale sintetico, sapendo che l azienda ha formulato i seguenti indici previsionali: ROE 9,50%; ROI 12%; ROS 14%; leverage 2,3 (dati mancanti a scelta). 16

17 INDICATORI DESCRITTORI PUNTI Non pertinente 0 Pertinenza Conoscenza dei contenuti e uso appropriato di terminologia specifica Parte applicativa Presenta molte parti non pertinenti Tutte le parti sono pertinenti o solo alcune non lo sono Le conoscenze sono carenti e/o errate. Non usa il linguaggio specifico Le conoscenze sono superficiali o incomplete o errate. L esposizione è poco curata Conosce gli argomenti nei caratteri essenziali ma commette qualche lieve errore. Utilizza termini specifici in modo corretto La conoscenza è complessivamente esauriente pur in presenza di qualche imperfezione. Sa utilizzare il linguaggio specifico Conosce gli argomenti in maniera pienamente esauriente. Il linguaggio è corretto anche se sono presenti alcune imperfezioni La conoscenza degli argomenti è approfondita. Il linguaggio è corretto Conoscenza ottima e padronanza nel linguaggio settoriale Non svolta Parzialmente svolta e con gravi errori Parzialmente svolta e con errori Parzialmente svolta ma corretta Svolta in ogni sua parte ma con qualche errore Corretta con qualche imperfezione Corretta e completa TOTALE /15 17

18 TERZA PROVA SCRITTA CRITERI SEGUITI PER LA PROGETTAZIONE Le prove somministrate si sono basate su argomenti del programma delle discipline coinvolte, sottoponendo agli alunni 3 domande tipologia B. Si sono privilegiate materie specifiche dell indirizzo. Data Tipologia Durata Strumenti 07 febbraio 2015 B 3 ore dizionario bilingue, calcolatrice scientifica MATEMATICA 1. Scrivere l equazione della retta tangente al grafico di una funzione in un suo punto e calcolarla per la seguente funzione: 2. Determinare gli asintoti della seguente funzione: 3. Determinare massimi e minimi relativi della seguente funzione: 18

19 INGLESE Read the document carefully and develop the tasks beside: 1 -Summarize the content of the letter stating who the parties involved are and giving details about the reason for writing.( 3-5 lines) 2- Write the body of a letter of reply giving the following details (Ci deve essere stata una svista nel reparto imballaggi; si è già provveduto alla sostituzione della merce danneggiata; arriverà entro dieci giorni). (5-7 lines) 3- What kind of events make companies complain about things? (3-5 lines) 19

20 DIRITTO 1) Descrivi brevemente i vari strumenti finanziari spiegando i vari gradi di rischio di ciascun investimento. 2) Spiega cos'è un fondo comune d'investimento, quali vantaggi dà ai risparmiatori e come si distinguono i vari tipi di fondi. 3) Spiega gli obiettivi e i conseguenti strumenti della politica monetaria e creditizia SCIENZE MOTORIE 1 il candidato descriva brevemente le fasi del massaggio (5 righe) 2 Un valido contributo per il raggiungimento dell equilibrio fisico e mentale della persona può essere ottenuto dalla pratica dello Yoga (termine sanscrito che significa unione). Lo yoga è un antichissima forma di autodisciplina nata in India, che permette a colui che lo pratica di rendere consapevole la propria persona. Qual è la sequenza più indicata per iniziare la pratica? 3 nello sport il training autogeno rappresenta un ottimo ausilio per contrastare l ansia e la tensione, facilitando l accesso dell atleta nella condizione ottimale per la performance agonistica. Quali sono le fasi di questo esercizio? Data Tipologia Durata Strumenti 01 aprile 2015 B 3 ore dizionario bilingue, calcolatrice scientifica INGLESE READ THE LETTER AND ANSWER THE QUESTIONS: Dear Mr Clayton, Further to our telephone conversation of last Monday, in which we discussed our overdue invoice (no.268, dated 31 st July), I am writing to confirm the details of the repayment plan we agreed on. The first instalment of 280 is to be paid by the 15 th of this month; the balance is to be paid in 12 monthly instalments of 200 by the last working day of each month, starting from the end of the current month. I trust that this will make your cash-flow situation easier and that there will be no more delays in making these payments. Should there be any further difficulties, however, please contact me immediately. I look forward to receiving your settlement. Yours sincerely, Lynne Roberts 20

21 1 Which type of letter is it and why has the plan been necessary? (5-7- lines) When did Mr Clayton and Lynne Roberts decide on the plan? 2 What is the total to be repaid? How many separate payments does Mr Clayton have to make to pay the invoice in full? (3-5 lines) 3 Now write Lynne Roberts original letter, using the information in the letter above. (5-7 lines) 21

22 MATEMATICA 1- Leggere il grafico seguente deducendo dominio, codominio, caratteristiche, intersezioni con gli assi cartesiani, segno, andamento, punti di discontinuità, asintoti, monotonia, massimi e minimi relativi, massimi e minimi assoluti, punti di non derivabilità, concavità e flessi della funzione corrispondente 2- Determinare gli asintoti della seguente funzione: 3- Determinare concavità e flessi della seguente funzione: 22

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE 5 PASTICCERIA MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO Inquadramento storico culturale: la crisi del Positivismo La poesia simbolista in Francia. C. Baudelaire Da I Fiori

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio ISTITUTO COMPRENSIVO ALBANO - RMICGB00T via Virgilio n. 2-0001 Albano Laziale (Roma) Centralino: 0/320.12 Fax: 0/321.2 @: RMICGB00T@istruzione.it, RMICGB00T@pec.istruzione.it C.F.: 000 GRIGLIE E TABELLE

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO Voti RAGGIUNGIMENTO OBIETTIVI DESCRITTORI Fino a 3 Del tutto insufficiente Assenza di conoscenze. Errori ortografici e morfo-sintattici numerosi e gravi. 4

Dettagli

DISCIPLINA TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI DOCENTI MARCO TEODORO

DISCIPLINA TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI DOCENTI MARCO TEODORO http://suite.sogiscuola.com/documenti_web/vris017001/documenti/9.. 1 di 6 21/11/2013 10.58 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO PROFESSIONALE SERVIZI COMMERCIALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO LINGUISTICO

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO LINGUISTICO http://suite.sogiscuola.com/documenti_web/vris017001/documenti/9.. 1 di 9 09/12/2013 10.06 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO LINGUISTICO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PRIMO BIENNIO

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino Anno Scolastico PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino 2012-2013 Classe: V D Sezione TURISTIC O Docente: Disciplina: Pericolosi Walter Italiano e storia Descrizione: PROGRAMMA DI ITALIANO Modulo 1 L età del

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO SCUOLA: ISTITUTO TECNICO ECONOMICO L. RAVEGGI

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO SCUOLA: ISTITUTO TECNICO ECONOMICO L. RAVEGGI ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO SCUOLA: ISTITUTO TECNICO ECONOMICO L. RAVEGGI INDIRIZZO :AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING ARTICOLAZIONE SISTEMI INFORMATIVI

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: 5FSC Indirizzo:

Dettagli

ALLEGATO 1 ANNO SCOLASTICO 20013/14 F.S. AREA 1 GRIGLIE DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO :

ALLEGATO 1 ANNO SCOLASTICO 20013/14 F.S. AREA 1 GRIGLIE DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO : ALLEGATO 1 ANNO SCOLASTICO 20013/1 F.S. AREA 1 GRIGLIE DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO : GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE DEL COMPORTAMENTO GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE DELLE PROVE ORALI

Dettagli

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Inglese, francese, tedesco, spagnolo

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Inglese, francese, tedesco, spagnolo LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Inglese, francese, tedesco, spagnolo Indirizzi Classico e Linguistico BIENNIO (Li, L2), (L3 l a e 2 a liceo) OBIETTIVI GENERALI (L1, L2, L3 e sezioni classiche) Obiettivo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING http://suite.sogiscuola.com/documenti_web/vris017001/documenti/9.. 1 di 7 04/12/2013 118 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING ANNO SCOLASTICO2013/2014

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... SERVIZI SOCIO-SANITARI

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... SERVIZI SOCIO-SANITARI 1 di 5 23/01/2015 12.36 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINTO ANNO PROFESSIONALE SERVIZI SOCIO-SANITARI 1. QUINTO ANNO DISCIPLINA: Matematica DOCENTI : Provoli, Silva, Vassallo MODULI CONOSCENZE

Dettagli

CRITERI ESSENZIALI PER LE PROVE SCRITTE E PER IL COLLOQUIO ORALE PER L ESAME DI STATO CONCLUSIVO DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE

CRITERI ESSENZIALI PER LE PROVE SCRITTE E PER IL COLLOQUIO ORALE PER L ESAME DI STATO CONCLUSIVO DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO IC CS V D. MILANI - DE MATERA Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado ad Indirizzo Musicale Via De Rada - 87100 Cosenza tel. 0984 71856 fax 0984-71856 - cod.mecc. CSIC8AL008

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE PER IL COMMERCIO

ISTITUTO PROFESSIONALE PER IL COMMERCIO ISTITUTO PROFESSIONALE PER IL COMMERCIO OPERATORE DELLA GESTIONE AZIENDALE TECNICO DELLA GESTIONE AZIENDALE INDIRIZZO INFORMATICO Il docente di Tecniche professionali dei servizi commerciali concorre a

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING 1 di 6 26/01/2015 10.43 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING ANNO SCOLASTICO: 2014/2015 1. PRIMO BIENNIO DISCIPLINA: Diritto/Economia DOCENTI:Giuliano

Dettagli

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997) ALLEGATO B RELAZIONE SULLE ATTIVITA PLURIDISCIPLINARI

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997) ALLEGATO B RELAZIONE SULLE ATTIVITA PLURIDISCIPLINARI ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LEON BATTISTA ALBERTI Via A. Pillon 4-35031 ABANO T. (PD) - Tel 049 812424 - Fax. 049 810554 Distretto n. 45 Padova ovest - C. F. 80016340285 Sito: www.lbalberti.it - E-Mail:

Dettagli

FUNZIONE FIRMA FUNZIONE FIRMA. RdQ Prof.ssa Exarchacu Paraskevi DS DATA. Autore Codice Titolo e Percorso Pagina

FUNZIONE FIRMA FUNZIONE FIRMA. RdQ Prof.ssa Exarchacu Paraskevi DS DATA. Autore Codice Titolo e Percorso Pagina I.I.S. Istituto Istruzione Superiore A.Volta LIBRETTO delle GRIGLIE di VALUTAZIONE PROPOSTO APPROVATO FUNZIONE FIRMA FUNZIONE FIRMA RdQ Prof.ssa Exarchacu Paraskevi DS DATA Il presente documento è stato

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING 1 di 9 04/12/2013 105 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING ANNO SCOLASTICO2013/2014 SECONDO BIENNIO DISCIPLINA: RELAZIONI INTERNAZIONALI MODINA DOCENTI:

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE del DIPARTIMENTO DISCIPLINARE di LETTERE PICO MATERIA: ITALIANO SEDE/I ASSOCIATA/E: LICEO PICO ISTITUTO TECNICO ECONOMICO LUOSI

PROGETTAZIONE ANNUALE del DIPARTIMENTO DISCIPLINARE di LETTERE PICO MATERIA: ITALIANO SEDE/I ASSOCIATA/E: LICEO PICO ISTITUTO TECNICO ECONOMICO LUOSI PROGETTAZIONE ANNUALE del DIPARTIMENTO DISCIPLINARE di LETTERE PICO MATERIA: ITALIANO SEDE/I ASSOCIATA/E: LICEO PICO PRIMO BIENNIO SECONDO BIENNIO QUINTO ANNO ISTITUTO TECNICO ECONOMICO LUOSI PRIMO BIENNIO

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE «Ranieri Mario COSSAR - Leonardo da VINCI» Settori: Servizi - Industria e Artigianato Istruzione e Formazione Professionale 34170 GORIZIA sede legale Viale Virgilio,

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO F. LUSSANA - BERGAMO. PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DI DIPARTIMENTO ITALIANO TRIENNIO a.s. 2013-2014

LICEO SCIENTIFICO F. LUSSANA - BERGAMO. PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DI DIPARTIMENTO ITALIANO TRIENNIO a.s. 2013-2014 LICEO SCIENTIFICO F. LUSSANA - BERGAMO PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DI DIPARTIMENTO ITALIANO TRIENNIO a.s. 2013-2014 Nulla di sé e del mondo sa la generalità degli uomini se la letteratura non glielo

Dettagli

GRIGLIA DI CORREZIONE

GRIGLIA DI CORREZIONE ISTITUTO D ISTRUZIONE SECONDARIA ITCG-LC San Marco Argentano a.s. 0/5 GRIGLIA DI CORREZIONE TIOLOGIA A (Analisi del testo) Candidato/a: Classe: Indicatori Comprensione Sintesi Analisi Commento Interpretazione

Dettagli

Istituto Statale di Istruzione Superiore «Pio Paschini» Tolmezzo A.S. 2014/15. CLASSE 5 a B. Liceo Scientifico Documento del 15 maggio

Istituto Statale di Istruzione Superiore «Pio Paschini» Tolmezzo A.S. 2014/15. CLASSE 5 a B. Liceo Scientifico Documento del 15 maggio Istituto Statale di Istruzione Superiore «Pio Paschini» Tolmezzo A.S. 2014/15 CLASSE 5 a B Liceo Scientifico Documento del 15 maggio Liceo Scientifico - Piano di studi Discipline 1 Biennio 2 Biennio 5

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE

PROGRAMMAZIONE ANNUALE PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2010/11 Docente: Antonio Gottardo Materia: Matematica Classe: 5BSo Liceo delle Scienze Sociali 1. Nel primo consiglio di classe sono stati definiti gli obiettivi

Dettagli

Indicatori Livello 1 (9-10) Livello 2 (7-8) Livello 3 (5-6) Livello 4 (4-5) Livello 5 (2-4) lessico

Indicatori Livello 1 (9-10) Livello 2 (7-8) Livello 3 (5-6) Livello 4 (4-5) Livello 5 (2-4) lessico ALLEGATO 1 Griglia di valutazione per lo scritto - biennio Indicatori Livello 1 (9-10) Livello 2 (7-8) Livello (5-6) Livello (-5) Livello 5 (2-) Lessico Ottimo Buono Uso essenziale del Difficoltà nel Uso

Dettagli

Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per la classe quinta Discipline turistiche e aziendali

Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per la classe quinta Discipline turistiche e aziendali Grazia Batarra, Carla Sabatini Turismo: prodotti, imprese e professioni per il quinto anno Edizione mista Tramontana Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per

Dettagli

COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA

COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA SOMMARIO Laboratori Tecnologici ed Esercitazioni... 2 Lingua e Letteratura Italiana...

Dettagli

Classe 3^ Tecnico Amministrazione Finanza e Marketing

Classe 3^ Tecnico Amministrazione Finanza e Marketing Classe 3^ Tecnico Amministrazione Finanza e Marketing Lo studio dell'economia Aziendale per la classe Terza degli Istituti Tecnici ad indirizzo Amministrazione Finanza Marketing concorre a far perseguire

Dettagli

Griglia di valutazione per le prove scritte di Italiano

Griglia di valutazione per le prove scritte di Italiano 1 Griglia di valutazione per le prove scritte di Italiano Rispetto della traccia e della tipologia testuale 10 9 8 7 6 5 4 Seguita in maniera pertinente e completa in tutte le sue richieste Seguita in

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO PER IL TURISMO

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO PER IL TURISMO 1 di 8 22/11/2013 109 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO PER IL TURISMO ANNO SCOLASTICO: 2013/2014 PRIMO BIENNIO DISCIPLINA ECONOMIA AZIENDALE Prof.ssa Antonella Branchi Prof.ssa

Dettagli

SCUOLA MEDIA UNIFICATA "PIUMATI-CRAVERI-DALLA CHIESA" BRA ANNO SCOLASTICO 2012-2013

SCUOLA MEDIA UNIFICATA PIUMATI-CRAVERI-DALLA CHIESA BRA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 SCUOLA MEDIA UNIFICATA "PIUMATI-CRAVERI-DALLA CHIESA" BRA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE ANNUALE PER LA PRIMA LINGUA STRANIERA - INGLESE E necessario che all apprendimento delle lingue venga

Dettagli

APPENDICE AL POF GRIGLIE DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE

APPENDICE AL POF GRIGLIE DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE APPENDICE AL POF GRIGLIE DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE ANNO SCOLASTICO 0 /03 GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA PROVA DI RELIGIONE ( in quindicesimi - sufficienza 0 ) INDICATORI DESCRITTORI PUNTEGGIO CONOSCENZA

Dettagli

Documento del consiglio di classe

Documento del consiglio di classe ANNO SCOLASTICO - Documento del consiglio di classe CLASSE AT Approvato il maggio Composizione del Consiglio di Classe MATERIA LETTERE INGLESE TEDESCO SPAGNOLO FRANCESE TECNICA TURISTICA ARTE E TERRITORIO

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana

Dettagli

Matematica SECONDO BIENNIO NUOVO ORDINAMENTO I.T.Ag Noverasco PIANO DI LAVORO ANNUALE 2014/2015

Matematica SECONDO BIENNIO NUOVO ORDINAMENTO I.T.Ag Noverasco PIANO DI LAVORO ANNUALE 2014/2015 Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 Sezione Associata: telefono: 025300901 via Karl Marx 4 - Noverasco - 20090 OPERA MI

Dettagli

Griglie di Verifica e Valutazione a.s. 2012-2013 Pag. 1

Griglie di Verifica e Valutazione a.s. 2012-2013 Pag. 1 GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLE VERIFICHE ORALI (0/0) Conoscenze Colloquio Descrittori Punteggio Punteggio assegnato Completi ed approfonditi Contenuti (max punti) Precisi, Organizzati Appropriati, Essenziali

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: 1A A.S 2014/2015

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: 1A A.S 2014/2015 Disciplina: Informatica, applicazioni gestionali Classe: 1A A.S 2014/2015 Docente: Prof. Renata Ambrosi ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta da 27alunni; 5 maschi e 22 femmine.

Dettagli

ALLEGATO 1 Griglia di valutazione per lo scritto - biennio

ALLEGATO 1 Griglia di valutazione per lo scritto - biennio ALLEGATO 1 Griglia di valutazione per lo scritto - biennio Indicatori Livello 1 (9-10) Livello 2 (7-8) Livello 3 (5-6) Livello 4 (4-5) Livello 5 (2-4) Lessico Ottimo Buono Uso essenziale del lessico Difficoltà

Dettagli

ISTITUTO TECNICO "LEONARDO DA VINCI" AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016

ISTITUTO TECNICO LEONARDO DA VINCI AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016 ISTITUTO TECNICO "LEONARDO DA VINCI" AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO Anno Scolastico 2015 2016 Materia: DISCIPLINE TURISTICHE AZIENDALI Classe: V C - TURISMO Data

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi)

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO Prof. Elisabetta

Dettagli

Anno scolastico 2014-2015. Programmazione Classe Terza Indirizzo Finanza e Marketing

Anno scolastico 2014-2015. Programmazione Classe Terza Indirizzo Finanza e Marketing Anno scolastico 2014-2015 Programmazione Classe Terza Indirizzo Finanza e Marketing Profilo Il Diplomato in Amministrazione, Finanza e Marketing ha competenze generali nel campo dei macrofenomeni economici

Dettagli

ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS

ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS 1 ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS SCANSIONE MODULARE DEL PERCORSO DIDATTICO Materia Italiano e Storia Modulo

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SPAGNOLO A.S. 2014-2015. Griglie di valutazione approvate dal Dipartimento. valide per entrambi gli indirizzi LL e LES

DIPARTIMENTO DI SPAGNOLO A.S. 2014-2015. Griglie di valutazione approvate dal Dipartimento. valide per entrambi gli indirizzi LL e LES Griglie di valutazione approvate dal Dipartimento valide per entrambi gli indirizzi LL e LES 1 GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLE PROVE OGGETTIVE Il voto viene attribuito secondo una scala che va da 1 a 10 dove

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE a.s.2014/2015 ECONOMIA AZIENDALE A CURA DEL RESPONSABILE DEL DIPARTIMENTO LIA BONELLI L AMBITO DISCIPLINARE DI ECONOMIA AZIENDALE

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PROGRAMMA CONSUNTIVO Anno scolastico 2014-2015 MATERIA ITALIANO CLASSE 5 SEZIONE A Liceo scientifico opzione scienze applicate DOCENTE DOSSO BARBARA ORE DI LEZIONE 4 SETTIMANALI **************** OBIETTIVI

Dettagli

Nodi concettuali essenziali della disciplina (Saperi essenziali)

Nodi concettuali essenziali della disciplina (Saperi essenziali) Mod. DIP/FUNZ 1 DIURNO 5^ MATERIA: INGLESE CLASSI:? PRIME? TERZE? SECONDE? QUARTE QUINTE INDIRIZZI : FINANZA E MARKETING- SISTEMI INFORMATIVI- RELAZIONI INTERNAZIONALI Nodi concettuali essenziali della

Dettagli

TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE

TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE Ministero della Pubblica Istruzione Istituto d Istruzione Superiore Statale E. De Nicola Via Saint Denis 200 20099 Sesto San Giovanni Tel.: 02.26224610/16/10 Fax 02.2480991 Sito: www.iisdenicola.it - e_mail

Dettagli

COMPETENZE Istituto Tecnico Economico Indirizzo: Sistemi Informativi Aziendali CLASSE: QUINTA

COMPETENZE Istituto Tecnico Economico Indirizzo: Sistemi Informativi Aziendali CLASSE: QUINTA COMPETENZE Istituto Tecnico Economico Indirizzo: Sistemi Informativi Aziendali CLASSE: QUINTA SOMMARIO Lingua e letteratura italiana... 2 Lingua inglese... 3 Storia... 4 Matematica... 5 Scienze Motorie

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Tecniche Professionali Classe:5 B A.S. 2015/16 Docente: Mazzotta Antonietta

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Tecniche Professionali Classe:5 B A.S. 2015/16 Docente: Mazzotta Antonietta SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Tecniche Professionali Classe:5 B A.S. 2015/16 Docente: Mazzotta Antonietta ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: 5A SIA A.S. 20015/16 ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: 5A SIA A.S. 20015/16 ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO Disciplina: MATEMATICA Classe: 5A SIA A.S. 20015/16 Docente: POLONIO NADIA ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe risponde adeguatamente alle proposte formative, e lavora in modo disciplinato,

Dettagli

Normativa e indicazioni Linguistico. Commissione Esame di Stato Liceo S. Maffei

Normativa e indicazioni Linguistico. Commissione Esame di Stato Liceo S. Maffei Normativa e indicazioni Linguistico Commissione Esame di Stato Liceo S. Maffei Requisiti per l ammissione Sono ammessi all'esame di Stato gli alunni che nello scrutinio finale conseguano una votazione

Dettagli

OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE

OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER I SERVIZI ALBERGHIERI E DELLA RISTORAZIONE PREMESSA GENERALE AI PROGRAMMI DI MATERIE LETTERARIE BIENNIO POST-QUALIFICA OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... RELAZIONI INTERNAZIONALI

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... RELAZIONI INTERNAZIONALI 1 di 6 11/02/2015 12.24 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINTO ANNO TECNICO RELAZIONI INTERNAZIONALI 1. QUINTO ANNO DISCIPLINA LINGUA INGLESE DOCENTI ANTONELLA MANTOVANI - SUSANNA FORTUNA Competenze

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014 2015. Piano di lavoro individuale

ANNO SCOLASTICO 2014 2015. Piano di lavoro individuale ANNO SCOLASTICO 2014 2015 Piano di lavoro individuale Classe: 3 D SIA Materia: Francese Docente: Cavicchi Clara Daniela Situazione di partenza della classe Gli alunni del gruppo di francese, provengono

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING DOCENTI: A. MANTOVANI, M. BISSOLI, S.

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING DOCENTI: A. MANTOVANI, M. BISSOLI, S. 1 di 6 04/12/2013 111 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING ANNO SCOLASTICO2013/2014 SECONDO BIENNIO DISCIPLINA: INGLESE DOCENTI: A. MANTOVANI, M. BISSOLI,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE LICEO SCIENTIFICO. da conseguire alla fine del II anno relativamente all asse culturale:

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE LICEO SCIENTIFICO. da conseguire alla fine del II anno relativamente all asse culturale: PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE LICEO SCIENTIFICO 1. PRIMO BIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 DISCIPLINA LINGUA E LETTERE LATINE Competenze da conseguire alla fine del II anno relativamente all

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE. INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Triennio

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE. INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Triennio SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Triennio Anno scolastico 2012 / 2013 Consiglio Classe 3 sezione B Data di approvazione 19/10/2012 Doc.:

Dettagli

PIANO DI LAVORO PERSONALE

PIANO DI LAVORO PERSONALE ISTITUTO STATALE di ISTRUZIONE SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO: Amministrazione, Finanza e Marketing/IGEA Costruzioni, Ambiente e Territorio/Geometri Liceo Linguistico/Linguistico

Dettagli

DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE

DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE LICEO CLASSICO CAVOUR TORINO DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE Documento programmatico Anno scolastico 2014-15 1. DOCUMENTO PROGRAMMATICO DEI DOCENTI DI LINGUA INGLESE. Gli insegnanti di Lingua Inglese del

Dettagli

Istituto Tecnico Economico Statale Gino Zappa Anno Scolastico 2015/16 Classe 1 E

Istituto Tecnico Economico Statale Gino Zappa Anno Scolastico 2015/16 Classe 1 E Istituto Tecnico Economico Statale Gino Zappa Anno Scolastico 201/1 Classe 1 E COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE ITALIANO STORIA INGLESE MATEMATICA 2 LINGUA STRANIERA SCIENZE DELLA TERRA GEOGRAFIA FISICA

Dettagli

Il Consiglio di Classe Cognome e Nome Docente Materia Continuità didattica 3 4 5

Il Consiglio di Classe Cognome e Nome Docente Materia Continuità didattica 3 4 5 ISTITUTO TECNICO ECONOMICO G.D. ROMAGNOSI PIACENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE Anno scolastico 2014/15 Classe 5 sez. S Indirizzo SIRIO CORSO SERALE Il Consiglio di Classe Cognome e Nome Docente Materia

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING 1 di 6 04/12/2013 13.10 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING ANNO SCOLASTICO2013/2014 1. SECONDO BIENNIO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 DISCIPLINA Tecnologie

Dettagli

METODI E STRATEGIE DIDATTICHE

METODI E STRATEGIE DIDATTICHE METODI E STRATEGIE DIDATTICHE METODOLOGIA Nel nostro modello progettuale l analisi di partenza viene assunta come ipotesi. Essa si fonda sul triangolo paritario della scuola alunno/insegnante/saperi. La

Dettagli

A.S. 2014/2015. 1. I docenti prevedono un congruo numero di ore per il recupero in itinere e una verifica

A.S. 2014/2015. 1. I docenti prevedono un congruo numero di ore per il recupero in itinere e una verifica A.S. 2014/2015 AMBITO: STORIA MATERIA: TECNICHE DI COMUNICAZIONE L AMBITO DISCIPLINARE STABILISCE CHE: 1. I docenti prevedono un congruo numero di ore per il recupero in itinere e una verifica finale che

Dettagli

COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE LE PIANE ANTONELLA

COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE LE PIANE ANTONELLA Istituto Tecnico Economico Statale Gino Zappa Anno Scolastico 201-1 Classe V A COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE ITALIANO VAIRO NANCY STORIA VAIRO NANCY INGLESE LE PIANE ANTONELLA MATEMATICA FACCHI

Dettagli

A CURA DEL RESPONSABILE DEL DIPARTIMENTO Donatella Leoni

A CURA DEL RESPONSABILE DEL DIPARTIMENTO Donatella Leoni a.s.2014/2015 INFORMATICA E LABORATORIO TECNOLOGIE INFORMATICHE LAB. TECNICHE PROFESSIONALI A CURA DEL RESPONSABILE DEL DIPARTIMENTO Donatella Leoni L AMBITO DISCIPLINARE DI INFORMATICA E LABORATORIO,

Dettagli

FONDAZIONE IKAROS Via Avis Aido, 24054 CALCIO (BG) Anno scolastico 2014-2015 ESAME DI STATO 2015 DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE

FONDAZIONE IKAROS Via Avis Aido, 24054 CALCIO (BG) Anno scolastico 2014-2015 ESAME DI STATO 2015 DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE FONDAZIONE IKAROS Via Avis Aido, 24054 CALCIO (BG) Anno scolastico 2014-2015 ESAME DI STATO 2015 DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE CLASSE V SERVIZI COMMERCIALI INDICE PREMESSA pag. 4 1 PROFILO PROFESSIONALE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO 1 di 7 04/12/2013 157 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO PER IL TURISMO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 SECONDO BIENNIO DISCIPLINA Lingua e civiltà tedesca DOCENTI A.Cavessi,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINTO ANNO TECNICO PER IL TURISMO

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINTO ANNO TECNICO PER IL TURISMO 1 di 5 26/01/2015 14.12 PROGRAMMAZION DISCIPLINAR PR COMPTNZ QUINTO ANNO TCNICO PR IL TURISMO 1. QUINTO ANNO DISCIPLINA: Discipline turistiche e aziendali DOCNTI: Claudia Paccagnella Competenze da conseguire

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE. INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Biennio

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE. INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Biennio SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Biennio Anno scolastico 2012 / 2013 Consiglio Classe II sezione B Data di approvazione 24 ottobre -

Dettagli

Circolare n. 74 Reggio Emilia, 6 dicembre 2006

Circolare n. 74 Reggio Emilia, 6 dicembre 2006 ISTITUTO TECNICO STATALE GEOMETRI BLAISE PASCAL AD INDIRIZZO SPERIMENTALE (B.U.S.-T.C.S.) Via Makallè, 12 42100 Reggio Emilia - codice fiscale: 91008310350 Telefono: 0522 512351 - Fax: 0522 516741 E-mail:

Dettagli

Programmazione. Disciplinare: Gestione Progetto e Organizzazione Impresa Classe: V. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno

Programmazione. Disciplinare: Gestione Progetto e Organizzazione Impresa Classe: V. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Programmazione Disciplinare: Gestione Progetto e Organizzazione Impresa Classe: V I Docenti della Disciplina Salerno, lì... ottobre 2014 Finalità della

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013-2014

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013-2014 PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013-2014 Scuola Sec. di 1 grado Classe 1 - sez. B Disciplina/e Inglese Ins. Apetri Norica N di alunni 21, di cui 9 maschi e 12 femmine.

Dettagli

Programmazione di classe delle attività educative e didattiche

Programmazione di classe delle attività educative e didattiche ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE Francesco De Sarlo Via Sant Antuono 192-0973/21034 - C.F. 83000510764 PZIS001007 85042 - LAGONEGRO PZ PZPM00101P IST. MAG. LAGONEGRO - PZPS00101N LIC. SC. LAGONEGRO

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE: INGLESE

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE: INGLESE LICEO SCIENTIFICO STATALE MICHELANGELO Via Dei Donoratico 0911 CAGLIARI c.f.80010550921 Tel.070/41917-Fax 070/42482 e-mail: caps04000l@istruzione.it - sito web: www.liceomichelangelo.it PROGRAMMAZIONE

Dettagli

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : MATEMATICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : MATEMATICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA 1. OBIETTIVI SPECIFICI DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Le prime due/tre settimane sono state dedicate allo sviluppo di un modulo di allineamento per

Dettagli

Programmazione educativo-didattica del C.d.C.

Programmazione educativo-didattica del C.d.C. I.I.S. Federico II di Svevia Liceo Scientifico Opzione Scienze Applicate - - Melfi - Programmazione educativo-didattica del C.d.C. Classe V sez. AA a. s. 2015-16 La programmazione educativa e didattica

Dettagli

La valutazione degli alunni nella scuola secondaria di I grado

La valutazione degli alunni nella scuola secondaria di I grado La valutazione degli alunni nella scuola secondaria di I grado Valutazione in ingresso La valutazione diagnostica, attraverso la somministrazione di test d ingresso, permette di individuare il livello

Dettagli

Anno Scolastico 2014/2015. CLASSE: V A MANUTENZIONE e ASSISTENZA TECNICA

Anno Scolastico 2014/2015. CLASSE: V A MANUTENZIONE e ASSISTENZA TECNICA Anno Scolastico 2014/2015 CLASSE: V A MANUTENZIONE e ASSISTENZA TECNICA Coordinatore di classe: LUISE CARMELA Presentazione sintetica della classe 1) Storia del triennio 2) Attività di recupero 3) Profilo

Dettagli

Liceo Scientifico G. Galilei Macerata

Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Classe 3 Sez D Materia : Matematica Docente: Angelini Antonella Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Anno Scolastico 2009-2010 Contratto Formativo Individuale 1.ANALISI DELLA CLASSE: Conoscenze Competenze

Dettagli

Liceo Linguistico Regina Mundi LICEO LINGUISTICO REGINA MUNDI

Liceo Linguistico Regina Mundi LICEO LINGUISTICO REGINA MUNDI LICEO LINGUISTICO REGINA MUNDI LA NOSTRA IDENTITÀ Liceo Linguistico Regina Mundi Siamo una scuola cattolica e questa appartenenza ci definisce come uomini e professionisti Siamo impegnati a verificare

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE

CRITERI DI VALUTAZIONE Istituto Tecnico Statale A. Oriani Via Manzoni, 6-48018 Faenza Tel 0546-21290 Fax 0546-680261 e-mail: itcoriani@provincia.ra.it web: www.itcgoriani.it CRITERI DI VALUTAZIONE per l anno scolastico 2014/2015

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL DIPARTIMENTO DI MATERIA DOCENTI: DI MARCO LOREDANA, GIOFFREDI ANGELA, DI NANNO STEFANIA NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE

PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL DIPARTIMENTO DI MATERIA DOCENTI: DI MARCO LOREDANA, GIOFFREDI ANGELA, DI NANNO STEFANIA NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE Pag. 1 di 3 ANNO SCOLASTICO 2014-15 DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE INDIRIZZO AFM SIA RIM CLASSE BIENNIO TRIENNIO DOCENTI: DI MARCO LOREDANA, GIOFFREDI ANGELA, DI NANNO STEFANIA NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTALE LICEO CICERONE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTALE LICEO CICERONE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTALE LICEO CICERONE CLASSI Indirizzo di studio materia I BIENNIO Liceo Linguistico, delle Scienze Umane e delle Scienze Umane opz Economico Soc Scienze motorie e sportive

Dettagli

Curricolo d Istituto per

Curricolo d Istituto per Istituto Comprensivo Dante Alighieri Trieste Scuola secondaria di primo grado Curricolo d Istituto per LINGUA STRANIERA Le lingue straniere offerte sono le seguenti: inglese, francese, tedesco e spagnolo.

Dettagli

TEORIE E TECNICHE DELLA COMUNICAZIONE

TEORIE E TECNICHE DELLA COMUNICAZIONE a.s.2013/2014 TEORIE E TECNICHE DELLA COMUNICAZIONE indirizzo: Tecnico della Grafica e della comunicazione TEORIE DELLA COMUNICAZIONE: Classi terze tecnico grafico TEORIE DELLA COMUNICAZIONE: Non ancora

Dettagli

M i n i s t e r o d e l l a P u b b l i c a I s t r u z i o n e ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE

M i n i s t e r o d e l l a P u b b l i c a I s t r u z i o n e ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE PROGRAMMAZIONE ANNUALE MATEMATICA-INFORMATICA CLASSI QUINTE TECNICO DEI SERVIZI SOCIO SANITARI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 1 FINALITÀ OBIETTIVI E COMPETENZE DELLA DISCIPLINA Il docente di Matematica concorre

Dettagli

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA Allegato A Istituto paritario di Istruzione Secondaria Superiore Ivo de Carneri Civezzano Indirizzo I.T.A.S. indirizzo Biologico RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA A.S. 2010/2011 CLASSE 5 a Biologico

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE GRAFICA

ISTITUTO PROFESSIONALE GRAFICA Indirizzo Produzioni industriali e artigianali Articolazione Artigianato ISTITUTO PROFESSIONALE GRAFICA CARATTERI E FINALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA I percorsi degli Istituti professionali si caratterizzano

Dettagli

FONDAZIONE MALAVASI LICEO SCIENTIFICO SPORTIVO. PIANO DI LAVORO E PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINA: MATEMATICA DOCENTE: Prof.

FONDAZIONE MALAVASI LICEO SCIENTIFICO SPORTIVO. PIANO DI LAVORO E PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINA: MATEMATICA DOCENTE: Prof. FONDAZIONE MALAVASI LICEO SCIENTIFICO SPORTIVO PIANO DI LAVORO E PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINA: MATEMATICA DOCENTE: Prof. ssa Laura Piazzi CLASSE I A.S.2014 /2015 2 OBIETTIVI E COMPETENZE 2.1 OBIETTIVI

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Tecnica Professionale Classe:4 B A.S. 2014/15 Docente: Mazzotta Antonietta ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta da 14 alunni provenienti dalla classe terza dell istituto,

Dettagli

CORSO DI ITALIANO CLASSE PRIMA

CORSO DI ITALIANO CLASSE PRIMA CORSO DI ITALIANO CLASSE PRIMA UdA n.1 - LEGGERE, COMPRENDERE E INTERPRETARE TESTI 1. Comprendere e analizzare narrativi, descrittivi, espositivi e poetici 2. Riconoscere e classificare diversi tipi di

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DOCENTI DI INFORMATICA E LABORATORIO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE CLASSI 1 e E 2 e ITC IPC OBIETTIVI GENERALI DEL PROCESSO FORMATIVO: Potenziare la capacità d ascolto Sviluppare le capacità comunicative

Dettagli

FONDAZIONE MALAVASI. Liceo Scientifico

FONDAZIONE MALAVASI. Liceo Scientifico FONDAZIONE MALAVASI Liceo Scientifico PIANO DI LAVORO E PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINA: Storia DOCENTE: Prof.ssa Manuela Maccà CLASSE III SEZ. Tradizionale A.S.2014 /2015 2. OBIETTIVI E COMPETENZE

Dettagli

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997)

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LEON BATTISTA ALBERTI Via A. Pillon 4-35031 ABANO T. (PD) - Tel 049 812424 - Fax. 049 810554 Distretto n. 45 Padova ovest - C. F. 80016340285 Sito; www.lbalberti.it- E-Mail:

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ISTRUZIONE PROFESSIONALE Servizi Commerciali e Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera ISTRUZIONE TECNICA Turismo Via Baden Powell, 33-36100 VICENZA tel.

Dettagli

Liceo "Antonio Rosmini" Via Malfatti 2-38122 Trento

Liceo Antonio Rosmini Via Malfatti 2-38122 Trento Liceo "Antonio Rosmini" Via Malfatti 2-38122 Trento Liceo Socio-Psico-Pedagogico - Liceo delle Scienze Sociali - Liceo delle Scienze Umane - Liceo delle Scienze Umane opzione Economico-Sociale ROSMINI

Dettagli

PROFILO CULTURALE EDUCATIVO E PROFESSIONALE DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE, OPZIONE ECONOMICO- SOCIALE

PROFILO CULTURALE EDUCATIVO E PROFESSIONALE DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE, OPZIONE ECONOMICO- SOCIALE Via Bisceglie s.n.c. 76123 - Andria (BT) PROFILO CULTURALE EDUCATIVO E PROFESSIONALE DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE, OPZIONE ECONOMICO- SOCIALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 elaborato secondo le indicazioni

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO. Scuola Polo Liceale Orbetello. INDIRIZZO :Scientifico RELAZIONE FINALE

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO. Scuola Polo Liceale Orbetello. INDIRIZZO :Scientifico RELAZIONE FINALE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO Scuola Polo Liceale Orbetello INDIRIZZO :Scientifico RELAZIONE FINALE DISCIPLINA: Fisica DOCENTE: Lucia Serpico CLASSE 1 A Obiettivi

Dettagli

1. Competenze trasversali

1. Competenze trasversali 1 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. CENA SEZIONE TECNICA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI MATEMATICA DOCENTI: PROF. ANGERA GIANFRANCO CLASSE V U TUR Secondo le linee guida, il corso

Dettagli