La ricetta del mio successo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La ricetta del mio successo"

Transcript

1

2 Joe bastianich La ricetta del mio successo La svela il Restaurant Man italo-americano. Che, tra la terza edizione di MasterChef e un nuovo progetto imprenditoriale che unisce musica e Tv, sta preparando anche un disco. E ci spiega perché, dalla sua prospettiva privilegiata, ancora oggi il made in Italy resta «il migliore marketing plan mai concepito al mondo» di Domenico Aliperto e Cristina Penco Quando ci accoglie nella sua casa milanese, vicino a Parco Sempione, è piena estate. Joe Bastianich è appena rientrato dal Marocco: in Africa è andato per registrare una prova in esterna della terza edizione di MasterChef Italia. Con lui c è l inseparabile cane Quattro, che per tutta l intervista aspetta il suo padrone in un altra stanza, tra teneri guaiti («Sta piangendo perché è geloso», spiega Bastianich, non senza una punta di orgoglio). Cibo, vino, televisione, musica. Mondi che da anni ruotano attorno all universo del Restaurant Man (per citare il titolo del suo libro, edito da Rizzoli), nato ad Astoria, nel Queens, 45 anni fa da genitori di origini istriane, Felice e Lidia. La madre è diventata molto popolare negli Usa, dove oggi è seguita da oltre 50 milioni di telespettatori e firma una propria linea di pasta e sughi naturali. Proprietario di 26 ristoranti a livello globale e tre aziende vinicole in Italia, il giudice di MasterChef Usa e Italia algido solo in apparenza è socio di Oscar Farinetti nella gestione del negozio Eataly sulla Fifth Avenue, a New York. Ad agosto ha inaugurato il suo primo albergo-ristorante italiano a Cividale del Friuli (Ud), all interno della sua azienda agricola. Intanto sta lavorando anche a un disco: lui, che sogna un futuro da cantautore, è voce e chitarra di una band, The Ramps, con cui si esibisce il 15 settembre al Blue Note di Milano. Da sempre ama i Led Zeppelin e da sempre, tra gli italiani, apprezza Claudio Baglioni, ma soprattutto Pino Daniele. E proprio alla nostra musica nazionalpopolare dovrebbe essere dedicato un nuovo programma Tv che realizzerà per Sky Arte. Dinamico, versatile e poliedrico, Bastianich ha attinto lo spirito dell uomo Joe Bastianich, classe 1968, è nato ad Astoria, nel Queens, da genitori friulani. Da loro impara fin da piccolo cosa significa lavorare in un ristorante e viene a contatto, inizialmente suo malgrado, con le tradizioni e la cucina italiana. Dopo un esperienza al New York Stock Exchange come broker, la folgorazione sulla via di Damasco: durante un viaggio in Italia si innamora del vino e della gastronomia e, tornato in America, comincia la sua attività di imprenditore nel campo della ristorazione. Oggi è a capo di 26 locali e tre aziende vitivinicole, socio e amico di Oscar Farinetti, con cui ha aperto l Eataly della Grande Mela, oltre che severissimo giudice del talent su Sky Uno MasterChef Italia (da dicembre in onda la terza edizione) e Usa 32

3 d affari e affinato le capacità imprenditoriali tra le mura domestiche, quelle di ristoratori immigrati negli Usa estremamente dediti al lavoro e con il dovere di farcela, come ricorda lui ancora oggi. Facendo i compiti, da bambino, sulle cassette di pomodori, aiutando il padre a trasportare vasche di polli congelati tutt oggi tra i suoi incubi seguendo i genitori nei viaggi lungo il Vecchio Continente alla (ri)scoperta dell enogastronomia europea. Soprattutto italiana. Una passione, quest ultima, cresciuta a tal punto che, poco più che ventenne, dopo un anno e mezzo passato tra i boss della finanza di Wall Street, ha lasciato tutto per girare la Penisola in lungo e in largo, a bordo di un maggiolone. «Dietro ogni vino c è una storia familiare. Anche gustando un piatto conosci il carattere delle persone». Bastianich, alla radice di molte sue scelte professionali c è la storia della sua famiglia Il mio approccio a molte delle attività di cui mi occupo nasce dall osservazione del mondo italiano, secondo la prospettiva di un italo-americano. È vero, i miei erano immigranti. Dopo la Seconda guerra mondiale andarono da Istria a Trieste, in un campo profughi. Da lì, nel 1953, giunsero a New York, al seguito di un organizzazione caritatevole. In America la mia famiglia cominciò a lavorare facendo quel che aveva imparato in Italia, ovvero a occuparsi di tutto quel che accadeva dentro un ristorante. Gente come loro, che ha attraversato l Oceano per sfuggire alla povertà ha in mente una sola cosa: impegnarsi al massimo per avere successo. Una vera ossessione. L alternativa non esiste. O meglio, l alternativa è la miseria. Le persone che hanno patito la fame vivono il mondo in modo drastico e drammatico. Ed è per questo che i miei genitori hanno davvero fatto i salti mortali per aprire il primo ristorante, nel 68, nella periferia di New York, il Buonavia. Cosa ricorda di quei momenti? La vita ruotava intorno al ristorante: lì si lavorava, lì si mangiava, lì potevo stare con i miei genitori, visto che erano impegnati tutto il giorno. Mentre io, da classico figlio di immigranti, vivevo a casa con i nonni, e con loro parlavamo in dialetto triestino tutto il giorno. Anche se stavamo nel Queens, casa nostra era una specie di Little Italy. È vero quel che avrebbe dichiarato, che da figlio di immigrati viveva quasi con vergogna la sua condizione? Forse vergogna è una parola un po forte. Ma certo non mi piaceva l idea di dover mangiare cibo strano rispetto a quello americano, di avere una vita che non fosse assimilata allo stile a stelle e strisce. Avevamo una casa piccola, che più che un appartamento sembrava una piccola fattoria italiana: mio nonno preparava aceto, vino e pelati in garage, mia nonna coltivava una fazzoletto di terra anche se non eravamo in campagna, e si continuava a parlare italiano. Invece intorno a noi e penso soprattutto alle famiglie ebraiche che stavano molto bene economicamente vivevano veri nativi americani. Con un esistenza diversa dalla mia e che desideravo. Poi, però, tutto ciò che aveva e che le stava un po stretto si è trasformato nella chiave del suo successo Sì. Ironia della sorte. Per lei oggi invece cosa è il successo? Un concetto diverso. Sono riuscito a fare tante cose nella mia vita. Dai ristoranti alle aziende vinicole, fino all avventura in televisione. Per me avere successo significa trovare una sfida, affrontarla e arrivare alla fine, raggiungere l obiettivo. E questo vale anche quando si ha una famiglia, si devono gestire tre bambini, così come quando si scrive un libro o si progetta un programma Tv, esprimendo la propria vena creativa in tutto quel che si Si sta affermando un nuovo standard del lusso. I soldi sono comunque importanti, ma sempre meno fa. Credo che questa idea valga per tante persone, soprattutto per coloro che nella vita hanno realizzato molte cose. Non è solo questione di denaro. I soldi sono sempre importanti, ma si sta affermando un nuovo standard di lusso che il denaro non può comprare. Tutte queste riflessioni come sono confluite nella sua attività imprenditoriale, cosa le ha permesso di vincere le sue sfide? La squadra di persone di cui mi sono circondato, innanzitutto. Ora che dal punto di vista lavorativo mi sono spostato in un altro mondo, la mia azienda continua comunque a crescere perché è composta da tante persone che vogliono migliorarla e migliorarsi sempre. Trovare i collaboratori giusti è fondamentale e, se posso, me ne occupo io personalmente quando si tratta di selezionare nuove risorse. Da chi ha imparato, chi l ha aiutata a scegliere i talenti? Non ho mai avuto un capo, un apprentice, un mentore. Ho sempre fatto tutto da solo nelle varie attività di cui mi sono occupato, dalla Borsa di Wall Street fino ai ristoranti in America il primo che ho aperto da solo a New York nel 1992, Becco, così come quelli che gestisco oggi col mio socio, Mario Batali passando per l enologia in Italia. Tutto questo fino a quando mi sono messo a cercare un partner d affari per una società che volevo aprire nella Grande Mela. Sono andato una sera a cena con mia madre e con questo imprenditore italiano per discutere del progetto Eataly. A un certo punto, lui si alza e va alla toilette, e mia madre mi guarda e mi dice: «Hai appena trovato il primo capo della tua vita. Andrai a lavorare per lui». Io replico: «Impossibile». E invece Naturalmente sto parlando di Oscar Farinetti, veramente un grande. Siamo soci, io e Oscar, ma devo dire che è la prima persona da cui ho imparato e imparo tantissime cose, è un imprenditore italiano di altissimo livello. Non solo ha le idee, ma ha pure la capacità di farle diventare reali, è unico. E trovo straordinario quel che ha fatto per il vostro Paese nel mondo. Un vero leader, insomma. In generale, lei come definirebbe la leadership? Il leader è colui che sa ispirare la gente, che ha tanta visione, che promuove le capacità dei collaboratori, e poi dà loro spazio, lasciandoli lavorare. Nel mio mondo ho incontrato tante persone gelose dei successi dei propri collaboratori, che per questo impediscono loro di crescere. Oscar Farinetti incarna l opposto di tale prospettiva. E sul fronte della Tv, chi indicherebbe? Gordon Ramsey, un altro grande. Sa fare televisione come pochi al mondo. È stato per me un maestro che mi ha insegnato molto, e una persona molto importante nella mia vita. Il percorso televisivo sta migliorando la sua immagine di businessman? Cerco di tenere separati i due ambiti. Ma certamente diventare un personaggio pubblico aiuta. Era comunque una realtà che conoscevo già: mia madre Lidia è sempre stata in Tv, così come il mio socio Mario. Per me lavorare in televisione è stata più che altro un occasione per uscire dal ruolo che ho avuto per anni. E se da un lato mi ha permesso di essere più creativo, dall altro, adesso, sto cercando l opportunità di fare imprenditoria anche all interno di quel mondo. Creando nuovi format? Ha intenzione di aprire una casa di produzione? Sì, il mio Dna mi spinge a provarci. Sarà il prossimo passo. Saranno sempre progetti collegati all universo del cooking? Direi di no, meglio diversificare. Vorrei dedicarmi principalmente alla musica, che è la mia grande passione al di là del lavoro. 34

4 Per quel che ha potuto sperimentare, che differenze ci sono tra il modo di vivere e fare Tv americano e quello italiano? La differenza è soprattutto culturale: in America si gioca tantissimo sulle diversità culturali, e nei format dedicati alla cucina ne risentono anche le ricette. Anche perché l offerta di cibo è estremamente diversificata, a seconda della provenienza etnica dei partecipanti. In Italia siete tutti molto italiani : molto simili tra di voi, vi vestite alla stessa maniera e avete un atteggiamento democristiano. Parlate sempre bene degli altri Negli Usa le persone sono più scatenate, meno educate. E poi l italiano, che ha imparato in un contesto familiare con nonna e mamma, cucina meglio. In MasterChef America fa più scalpore l ingrediente di qualità, particolare, tipico. Prodotti che nel Belpaese sono quasi dati per scontati. Per dire, si mette un pomodoro sul tavolo e tutti si stupiscono Infine, all italiano piace il gioco basato sulla tenerezza, sulla simpatia, sull emozione, l americano preferisce lo choc, uno spettacolo fatto di contrasti. Del resto è il bello di un talent come MasterChef, che non a caso funziona in 50 Paesi in tutto il mondo. Cosa ne pensa dell imitazione che fa di lei Maurizio Crozza? Chi? Quello dei tormentoni cult Io muoro, Mi stai diludendo Non ho proprio idea di chi sia. (ride) È davvero molto bravo. Ci siamo conosciuti personalmente e siamo diventati anche amici. Lui però non è un imitatore, è un artista. Interpreta i personaggi sotto il profilo culturale. Il risultato comico che ottiene deriva dalla sua intelligenza, e dalla capacità di osservare la cultura popolare e mediatica. Con la sua interpretazione Crozza l ha lanciata nel cuore del pubblico italiano, che forse la riteneva, almeno all inizio del programma, un po troppo cattivo... Io penso che il mio ruolo in quella trasmissione consista nell osservare la vostra cultura dalla prospettiva di chi conosce gli italiani, pur non essendo italiano. Sono e mi sento molto americano. Dico e faccio cose che uno di voi non direbbe o farebbe mai. È un approccio un po punk-rock, il mio: la prima volta che lo vedi è choccante, poi capisci che nasce da una serie di pensieri ed emozioni ben ponderati. È tutto un gioco tra due pulsioni. Ed è un ruolo che voglio sviluppare perché so che è qualcosa a cui il pubblico televisivo tiene. Una prerogativa solo sua e di MasterChef o un evoluzione che riguarda tutti i cooking show? Non saprei rispondere. Non guardo molta Tv. Ma gli altri format sulla cucina mi dicono che fanno abbastanza cagare Un giudizio punk-rock... E, a proposito di empatia e tenerezza tipicamente italiane, ci sono stati momenti che l hanno particolarmente emozionata nel programma? Ce ne sono stati diversi durante l ultima edizione. Andrea, per esempio, (Marconetti, arrivato terzo, ndr) è una persona molto cara, Sembra che in Italia manchi l orgoglio del futuro. Una persona che vuole sognare da voi non può farlo, va via. E la capisco Da chi o cosa non si separerebbe mai? Dal mio cane Quattro Cosa non è ancora riuscito a fare di quel che sognava di realizzare? Vivere della musica che creo Come definisce il successo? Trovare una sfida, affrontarla e arrivare fino alla fine Il pregio che le manca? La pazienza La musica ideale da suonare in un ristorante? Quella che fa vivere al cliente un esperienza estrema, ma non a tal punto da farlo alzare e andare via I suoi punti di riferimento? Lidia Bastianich, Oscar Farinetti e Gordon Ramsey e siamo diventati amici. Il motivo per cui il programma ha un impatto così forte sul pubblico è perché, anche a costo di un coinvolgimento nostro molto intenso, le situazioni sono tutte estremamente reali. Giriamo per tre-quattro mesi, sei giorni su sette, ore al giorno per 25 puntate da un ora ciascuna. All inizio con otto-11 telecamere addosso, microfonati in 28 individui Non è finzione, l evoluzione dei cuochi, e del rapporto con loro, è assolutamente vero. E la qualità del programma è basata su quello. E con la vincitrice Tiziana Stefanelli, l avvocato : anche di lei è diventato amico? L ho vista l ultima volta a Vinitaly. È una brava donna, intelligente. Alla fine ha vinto In questo format capita che anche il più bravo possa perdere per una sola prova ed essere fuori. Un meccanismo che risulta fastidioso, alle volte, ma che crea anche una tensione interessante: non conta quello che si è realizzato fino ad allora, nessuno può sentirsi al sicuro. In un intervista a La3 Tv ha dichiarato che caccerebbe Berlusconi dal suo ristorante. Conferma? Non ho mai detto questo. Quella frase è stata estrapolata da un discorso più ampio, tagliato in fase di montaggio È andata così. Si parlava di gestire i ristoranti con democrazia. E poi di alcuni uomini di potere che li frequentano. «E se anche uno di questi clienti facesse casino nel locale, lo cacceresti?», mi è stato chiesto. E io ho risposto di sì. «Pure se si trattasse di Silvio Berlusconi?», mi è stato poi domandato. E io ho risposto di nuovo di sì. Ma tengo a precisare che io non caccerei nessuno dal mio ristorante, a meno che non avesse un comportamento offensivo nei confronti degli altri clienti. E il discorso sulla ristorazione democratica? Ritengo che un grande ristorante non cucini al massimo solo per i clienti importanti, ma allo stesso livello per tutti. La questione del trattamento migliore riservato ai Vip mi sta un po sulle palle Come giudica le stelle Michelin? È uno standard universalmente riconosciuto. A volte mancano certi elementi nella valutazione, d accordo, ma è il più grande parametro internazionale. Io lo rispetto e ne tengo conto quando cerco un ristorante. Le stelle mi piacciono anche perché qualificano a livello globale e danno importanza al nostro lavoro. E cosa pensa dell importanza che vi attribuiscono i clienti quando fanno le loro recensioni on line? La situazione sta cambiando in tutto il mondo. Assistiamo a una vera dicotomia, con il declino di tante guide blasonate e la crescita della democrazia di Internet. Con la nascita dei blogger ci sono stati veri momenti di anarchia, una situazione squilibrata in cui l opinione di pochi influenzava l azione di molti. Oggi è diverso: se cerchi bene on line capisci facilmente qual è l opinione media di un gran numero di clienti. È l essenza di Internet. E secondo me questo comporta che un ristoran- 36

5 te debba sempre lavorare al meglio, aumentando il livello del proprio servizio, per soddisfare tutti i potenziali recensori. Lei su quale delle due voci fa più affidamento, guide o recensioni on line? Entrambe. Qual è il legame che ha con il territorio italiano oggi? Fortissimo. Si tratta di un rapporto fondamentale: nessun altro Paese nel mondo ha diversità così marcate sotto il profilo culturale e politico, oltre che gastronomico. In Italia si incontrano aspetti che potrebbero essere tipici del Nord Africa come della Svizzera, un numero infinito di vitigni, minestre la cui ricetta cambia se ci si sposta di 3 km, e una varietà di materie prime, per quanto riguarda il cibo, impressionante. Poter consumare cibi e vini che crescono insieme, parallelamente, è qualcosa di molto potente: la mozzarella di bufala con un Coda di volpe, o il prosciutto San Daniele con un Friulano Stiamo parlando della vera ricchezza di questo Paese. Quello dell export alimentare è uno dei pochi settori che continua a crescere. Non bisogna mettere in ginocchio l artigiano e il contadino, che sono i veri punti di forza dell Italia, e sono strettamente collegati alla ristorazione. Che se va in crisi, li trascina nel baratro. Dalla sua prospettiva privilegiata: il made in Italy all estero ha ancora il valore di un tempo? Il made in Italy è il più grande marketing plan mai concepito e realizzato a livello mondiale. Considerando che nel 1860 l Italia non era nemmeno un Paese, è pazzesco pensare che in 150 anni qualcuno sia riuscito a creare l immagine di uno Stato che va da Pantelleria a Bolzano, unendo tutte queste diverse culture sotto un unica bandiera; quella del fatto bene, del bello, che accomuna cibo, vino, design, moda, automobili. Lo è stato o lo è ancora un grande marketing plan? Continua a esserlo. E anche se siete in un momento difficile, io che viaggio molto posso dire che c è sempre più richiesta dei vostri prodotti. Tutti vogliono consumare Italia, la vostra è la cultura che suscita il più grande interesse nel mondo. Certo, se non viene gestito bene, questo Paese rischia di diventare una sorta di Disney World, dove la gente da fuori viene in visita e quelli che ci vivono fanno qualche prodotto da esportare. E intanto il sistema produttivo, l economia reale che dà benessere alla gente, rischia di scomparire. Con le sue imprese qui in Italia riscontra i problemi che i nostri imprenditori denunciano, a partire dalla burocrazia? Certo, li vediamo tutti quanti, e anche più. Per lavorare qui, devi entrare nella mentalità italiana. Prepararti per i casini che senz altro arriveranno, e metterli in conto nel budget, e poi andare avanti. Questo momento di difficoltà che sta vivendo l Italia ha provocato una nuova forma di emigrazione. Stavolta assistiamo alla fuga dei cervelli. Che differenze ci sono tra i vecchi e i nuovi migranti italiani? Dopo la guerra l intera situazione globale era drammatica, e in particolare il governo italiano non poteva gestire e risolvere in breve tempo l emergenza: si emigrava per mangiare. Ora i cervelli vanno via perché non vogliono rimanere in un Paese governato da vecchi che si ostinano a mantenere le loro posizioni di potere, di cui sono estremamente gelosi, creando ostacoli, impedendo all Italia che fu grande 40 anni fa di investire sui giovani. Io non sono un esperto di queste questioni, ma da fuori sembra proprio che qui manchi l orgoglio del futuro. Così si creano barriere sociali per mantenere lo status quo, e la stratificazione sociale è bestiale. Una persona che vuol sognare ha difficoltà a farlo e va via. E io la capisco. Oltretutto è un atteggiamento in contrasto con quel che è sempre stato l italiano in passato, che ha fatto di tutto e di più, dal business all arte fino alla cultura: ha costruito ponti e strade, creato imprese, arricchito l economia in tutto il mondo. Forse è un momento di pausa, un momento difficile. Lei che ha sempre vissuto a contatto con i cuochi: è vero, come ha dichiarato, che sono tutti matti? No, ho detto che una persona che vuol diventare cuoco deve essere per forza un po matta. È un lavoro che ti sottopone continuamente a un giudizio altrui. Chi si mette in quella posizione o è un matto o è un egocentrico o è un insicuro. Ma è da personalità come queste che nascono i grandi artisti. E chi vuol fare l imprenditore, che La mia idea di leadership? Saper credere in un progetto anche nei momenti difficili, senza perdere lucidità e capacità di condivisione Il libro autobiografico di Joe Bastianich, Restaurant Man, edito da Rizzoli, ripercorre le tappe che hanno portato un ragazzo figlio di emigranti italiani nel mondo dell alta ristorazione internazionale tipo di persona è? Anche nei momenti difficili deve saper credere nel proprio progetto, senza perdere lucidità, e mantenendo la capacità di comunicare con gli altri. È una persona che ha il coraggio di sognare l impossibile, e poi di crearlo. P Courtesy of Sky Italia (4) 38

Reference 1-0,73% Coverage

Reference 1-0,73% Coverage - 1 reference coded [0,73% Coverage] Reference 1-0,73% Coverage Dove ti piacerebbe andare ma anche vivere sì, sì. All interno dell Europa, sicuramente. Però mi piacerebbe vedere anche

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

PIANO DI ETTURA Dai 9 anni

PIANO DI ETTURA Dai 9 anni PIANO DI ETTURA Dai 9 anni Le arance di Michele Vichi De Marchi Illustrazioni di Vanna Vinci Grandi Storie Pagine: 208 Codice: 566-3270-5 Anno di pubblicazione: 2013 l autrice Vichi De Marchi è giornalista

Dettagli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli QUADERNO DI LAVORO PER I GENITORI attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli Percorso per genitori di studenti/studentesse in uscita dalla scuola

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

Alimentazione al Femminile A cura di

Alimentazione al Femminile A cura di Milano, 22 Giugno 2015 Alimentazione al Femminile A cura di SCENARIO E OBIETTIVI DELLA RICERCA PRESSO LE DONNE ITALIANE Questa ricerca ha l obiettivo di indagare a 360 gradi il tema dell alimentazione

Dettagli

Comune di Russi QUESTIONARIO. Per alunni neo-arrivati. Fonte: COSPE Firenze

Comune di Russi QUESTIONARIO. Per alunni neo-arrivati. Fonte: COSPE Firenze Comune di Cervia Comune di Ravenna Comune di Russi QUESTIONARIO Per alunni neo-arrivati Fonte: COSPE Firenze 1 Ciao! Sei appena arrivato in questa scuola e anche nella nostra città. Sappiamo che per te,

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

Perché un libro di domande?

Perché un libro di domande? Perché un libro di domande? Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano. Indira Gandhi Fin dai primi anni di vita gli esseri umani raccolgono informazioni e scoprono il mondo facendo

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI 1 ISTITUTO COMPRENSIVO ALDO MORO / CAROSINO Anno scolastico 2013-2014 QUESTIONARIO CONOSCITIVO Nota: Il presente questionario è predisposto per gli alunni del

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

Raffaele Marino SUONANDO LA TRADIZIONE PETINESE

Raffaele Marino SUONANDO LA TRADIZIONE PETINESE Raffaele Marino SUONANDO LA TRADIZIONE PETINESE A una persona speciale che mi ha dato lo sprint e la fantasia di scrivere. E a mia nonna che mi ha concesso di visionare le sue ricette. Prefazione Vita

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione OLIVIERO TOSCANI SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione D. Quando si nasce e si cresce in una famiglia dove si respira fotografia, diventare fotografo è un atto dovuto o può rappresentare, in ogni

Dettagli

- 1 reference coded [1,94% Coverage]

<Documents\bo_min_3_F_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,94% Coverage] - 1 reference coded [1,94% Coverage] Reference 1-1,94% Coverage Spesso andiamo al cinese, prendiamo il cibo da asporto, è raro che andiamo fuori a mangiare, anzi quando

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

- 1 reference coded [1,15% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [1,15% Coverage] - 1 reference coded [1,15% Coverage] Reference 1-1,15% Coverage ok, quindi tu non l hai mai assaggiato? poi magari i giovani sono più attratti sono più attratti perché

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Una parola per te Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Prima edizione Fabbri Editori: aprile

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 14 Incontrare degli amici A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 Incontrare degli amici DIALOGO PRINCIPALE B- Ciao. A- Ehi, ciao, è tanto

Dettagli

Intervista telematica a Sonia Grineva

Intervista telematica a Sonia Grineva BTA Bollettino Telematico dell'arte ISSN 1127-4883 Fondato nel 1994 Plurisettimanale Reg. Trib. di Roma n. 300/2000 dell'11 Luglio 2000 1 Gennaio 2010, n. 549 http://www.bta.it/txt/a0/05/bta00549.html

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

LEARNIT DONNE NEL SETTORE INFOMATICO

LEARNIT DONNE NEL SETTORE INFOMATICO LEARNIT DONNE NEL SETTORE INFOMATICO SARAH (UK) Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione (comunicazione) e la

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Il gabbiano Jonathan Livingston

Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston è un gabbiano fuori dal comune: non segue mai lo stormo e va ad esercitarsi da solo per migliorare la tecnica del volo ad alta quota. Questo

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

REALIZZA IL TUO FUTURO. Di Annamaria Iaria

REALIZZA IL TUO FUTURO. Di Annamaria Iaria REALIZZA IL TUO FUTURO Di Annamaria Iaria INDICE 1.Presentazione... 2 2.Chi sono... 2 3.Il cuore dell idea... 4 4.Come si svolge... 5 5.Obiettivo... 5 6.Dove si svolge... 6 7. Idee collegate... 6 2013-2014

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

volontario e lo puoi fare bene».

volontario e lo puoi fare bene». «Ho imparato che puoi fare il volontario e lo puoi fare bene». Int. 8 grandi eventi e partecipazione attiva Una fotografia dei volontari a EXPO 2015 Dott.sa Antonella MORGANO Dip. di Filosofia, Pedagogia,

Dettagli

Indice. Imparare a imparare

Indice. Imparare a imparare Indice Imparare a imparare Perché fai una cosa? 8 Attività 1 Il termometro della motivazione 8 Attività 2 Quantità o qualità? 9 Attività 3 Tante motivazioni per una sola azione 10 Organizzare il tempo

Dettagli

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO MC n 68 I protagonisti LUCA SCOLARI UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO di Simona Calvi Insieme a Fabio e Marco è alla guida della società creata dal padre negli anni Cinquanta, specializzata

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM Biblioteca Interculturale Mobile Nei libri il mondo Classe I - II A docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti

Dettagli

Impariamo a volare...

Impariamo a volare... Impariamo a volare... Francesca Maccione IMPARIAMO A VOLARE... www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Francesca Maccione Tutti i diritti riservati L amore è longanime, è benigno, l amore non ha invidia,

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE 72 Lucia non lo sa Claudia Claudia Come? Avete fatto conoscenza in ascensore? Non ti credo. Eppure devi credermi, perché è la verità. E quando? Un ora fa.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 Il Progetto Teatro viene proposto ogni anno a gruppi di classe individuati in base alle scelte

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi In mare aperto: intervista a CasAcmos Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi Nel mese di aprile la Newsletter ha potuto incontrare presso Casa Acmos un gruppo di ragazzi

Dettagli

ESSERE FELICI E MEGLIO!

ESSERE FELICI E MEGLIO! ESSERE FELICI E MEGLIO! I 5 MOTIVI PER ESSERLO di Carla Favazza Questo manuale contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale. Qualsiasi riproduzione senza il consenso

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1)

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Cos è il virtu@le? Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti,

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

l intervento, la ricerca che si sta progettando)

l intervento, la ricerca che si sta progettando) Definizione delle motivazioni che richiedono l attuazione del progetto (contesto e target) Il motivo è quello di lasciare a tutti un pensiero sull essere felici. Definizione chiara e coerente degli obiettivi

Dettagli

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO SETTEMBRE: Quando sono arrivata a Coimbra la prima sistemazione che ho trovato è stato un Ostello molto simpatico in pieno centro, vicino a Piazza della Repubblica.(http://www.grandehostelcoimbra.com/).

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile

Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile Pagina 2 Contenuto Il progetto TIDE...4 Il manifesto TIDE...6 La nostra Dichiarazione...8 Conclusioni...12 Pagina 3 Il progetto TIDE Verso un

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

TIMSS 2011. Questionario studente. Scuola secondaria di I grado classe terza. School ID: School Name:

TIMSS 2011. Questionario studente. Scuola secondaria di I grado classe terza. School ID: School Name: Identification Etichetta identificativa Label School ID: School Name: TIMSS 2011 Questionario studente Scuola secondaria di I grado classe terza Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo

Dettagli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron Di Enrico Cheli Cheli: Dott. Boiron, lei è presidente del gruppo Boiron, leader mondiale nel campo dell omeopatia, e da anni

Dettagli

Te la do io l America

Te la do io l America JOE BASTIANICH Te la do io l America Italia-New York 50 ricette andata e ritorno SOMMARIO te la do io l america 7 breakfast 11 sn a ck 35 s alad 57 s a Nd W ich 83 H a mburger & Ho t dog 113 m a in course

Dettagli

LA PSICOLOGA VA A SCUOLA!

LA PSICOLOGA VA A SCUOLA! LA PSICOLOGA VA A SCUOLA! I piccoli reporter della Guglielmo Marconi intervistano la dott.ssa Laura Bottini, psicologa che collabora con il nostro istituto. A cura del gruppo 4 dei Piccoli Reporter Quando

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Durante una recente vacanza la vostra macchina fotografica

Durante una recente vacanza la vostra macchina fotografica Durante una recente vacanza la vostra macchina fotografica digitale si è rotta: ora dovete comprarne una nuova. Avevate quella vecchia da soli sei mesi e non avevate nemmeno imparato a usarne tutte le

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

L ESAME PER LA PATENTE

L ESAME PER LA PATENTE L ESAME PER LA PATENTE Abdelkrim.: Ciao, Mario. Mario: Ciao, Abdelkrim. Dove vai? Abdelkrim: Sono stato a fare l esame per la patente. E tu? Mario: Vado a fare i documenti perché anch io devo fare la patente.

Dettagli

Traduzione di Maria Pia Secciani

Traduzione di Maria Pia Secciani Julie Sternberg si è specializzata in letteratura per l infanzia alla scuola di scrittura di New York. Per questo suo primo romanzo ha ricevuto recensioni entusiastiche per la scrittura fresca e immediata.

Dettagli

Come ci si relaziona con gli adolescenti? Bruno Tagliapietra Pediatra

Come ci si relaziona con gli adolescenti? Bruno Tagliapietra Pediatra Come ci si relaziona con gli adolescenti? Bruno Tagliapietra Pediatra Firenze Pinguini 2010 Cosa accadra oggi Perche sono qui? Per parlarvi di una esperienza interessante che ho fatto e che voglio condividere

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

Ho imparato a fare le idee. Approfondimento: ruolo ed evoluzione delle grafiche progettuali. Strategie per progettisti consapevoli

Ho imparato a fare le idee. Approfondimento: ruolo ed evoluzione delle grafiche progettuali. Strategie per progettisti consapevoli Materiali di scarto industriale per una pedagogia sostenibile Ho imparato a fare le idee Strategie per progettisti consapevoli Tasca Ilaria, insegnante di scuola dell infanzia Approfondimento: ruolo ed

Dettagli

Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA

Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA Poi venne l aurora Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Ernesto Riggi Tutti i diritti riservati A tutti i giovani coraggiosi, capaci di lottare pur di realizzare

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 12 AL NEGOZIO A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 AL NEGOZIO DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Posso aiutarla? B- Ma,

Dettagli

TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista. PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete

TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista. PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete Una cosa sola è certa del mio futuro... VOGLIO avere dei figli! il diabete non

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Sedurla e soddisfarla. Le regole del suo piacere

Sedurla e soddisfarla. Le regole del suo piacere Sedurla e soddisfarla Le regole del suo piacere Disegni realizzati da Denise Maltese. Vincenzo Emanuele Todaro SEDURLA E SODDISFARLA Le regole del suo piacere www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Vincenzo

Dettagli

Come hai iniziato la tua carriera? Ci riassumi in due parole per quei pochi che non ti conoscono?

Come hai iniziato la tua carriera? Ci riassumi in due parole per quei pochi che non ti conoscono? io sono l alternativa non alternativa L'Aura Abela è l'artista forse più conosciuta presente nel nuovo cd di Enrico Ruggeri dal titolo "Le canzoni ai testimoni" uscito il 24 gennaio. L'Aura è colei che

Dettagli

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano:

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano: Imparare a "guardare" le immagini, andando al di là delle impressioni estetiche, consente non solo di conoscere chi eravamo, ma anche di operare riflessioni e confronti con la vita attuale. Abitua inoltre

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

1. Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini

1. Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini Pag 1 1 Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini Pag 2 Pag 3 La nonna: è il capostipite della famiglia Cantona, insieme al cognato Nicola ha aperto il pastificio di famiglia e lo ha gestito con

Dettagli

Luisa Signorelli offre le risposte alle lettere che arrivano in redazione.

Luisa Signorelli offre le risposte alle lettere che arrivano in redazione. Lettere alla redazione In questa pagina Luisa Signorelli offre le risposte alle lettere che arrivano in redazione. Se avete qualche domanda o qualche dubbio sul mondo della danza scrivete a danza classica@danzaclassica.net

Dettagli

LETTERA AI MIEI FIGLI...

LETTERA AI MIEI FIGLI... 26 aprile 2012 LETTERA AI MIEI FIGLI... Cari bambini Greta e Tommaso, in futuro spero di avervi come figli. Ho molti desideri per voi, uno di questi è che completiate gli studi fino all Università e che

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 10 I RISTORANTI A BOLOGNA A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 I RISTORANTI A BOLOGNA 1 DIALOGO PRINCIPALE A- Buonasera. B- Buonasera, avete

Dettagli

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini:

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 1 1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 2 Adesso guarda il video della canzone e verifica le tue risposte. 2. Prova a rispondere alle domande adesso: Dove si sono incontrati? Perché

Dettagli

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI Lo scrittore Jacopo Olivieri ha incontrato gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola A. Aleardi del plesso di Quinto nelle giornate del 18 e 19 febbraio

Dettagli

Come si fa a stare bene insieme?

Come si fa a stare bene insieme? Come si fa a stare bene insieme? Stare insieme è bello. Alle volte per noi bambini è difficile. Abbiamo intrapreso questo viaggio alla scoperta di un modo migliore per vivere a scuola e non solo. Progetto

Dettagli

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE Rappresentazione teatrale degli Alunni dell'ic di San Cipirello Esplorazione della Memoria Alle radici del Primo Maggio A.S. 2014 / 15 Narratore È il primo maggio. Un'anziana

Dettagli