Ottimizzazione di tecniche di trading per l analisi finanziaria

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ottimizzazione di tecniche di trading per l analisi finanziaria"

Transcript

1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA FACOLTÀ DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA GESTIONALE Ottimizzazione di tecniche di trading per l analisi finanziaria Relatore Prof. Antonio Vicino Correlatore Prof.ssa Chiara Mocenni Tesi di Laurea di Francesco Palladino Anno Accademico 2011/2012

2 Indice Introduzione.. 1 Capitolo 1). I mercati finanziari 3 1.1). Descrizione ). Il mercato azionario ). Il mercato statunitense... 5 Capitolo 2). L analisi tecnica 9 2.1). Filosofia e fondamenti logici 9 2.2). L analisi tecnica algoritmica ). Conclusioni Capitolo 3). I Trading Systems ). Che cos è il trading ).Cosa sono i Trading Systems ). Le tipologie di Trading Systems ). I Trading Systems Tr Following.. 26 Capitolo 4). La strategia di Tr Following ). La strategia di ingresso ). La strategia di uscita ). Ottimizzazione della tecnica di trading i

3 4.4). L approccio econometrico ). Modelli stocastici ). I modelli ARCH e GARCH ). Criterio di uscita basato sull analisi ARCH/GARCH 41 Capitolo 5). Il Database delle serie finanziarie ). Il Database ). Filtraggio ). I risultati delle simulazioni ). Risultati sul mercato dell AMEX ). Risultati sul mercato del NYSE 62 Conclusioni 67 Appice A). Composizione Database Appice B). Script di simulazione Bibliografia.. 89 ii

4 Introduzione Il presente lavoro di tesi vuole illustrare una nuova tecnica di investimento costruita a partire da una delle strategie più famose utilizzate nell analisi finanziaria, il Tr Following. La tecnica si basa sull individuare i tr del mercato e di seguirli nel loro svolgersi, entrando nel mercato appena il tr si manifesta e uscone quando l analisi segnala l esaurimento della spinta rialzista o ribassista. L idea dell ottimizzazione di questa tecnica, si basa sul possibile utilizzo di modelli statistici per la modellizzazione della volatilità delle serie finanziarie, insieme con l analisi tecnica, che aiuta a definire i momenti in cui è più favorevole entrare e uscire dal mercato. Per verificarne la validità, la strategia è stata testata su un Database contenente tutte le quotazioni giornaliere di tutti i titoli presenti nel mercato americano, il mercato più grande al mondo per capitalizzazione, contenente oltre titoli (60 milioni di quotazioni giornaliere), opportunamente filtrato per fornire risultati quanto più corretti possibile. Nel primo capitolo viene presentata una breve descrizione dei mercati finanziari, trattando in modo particolare il mercato azionario, nello specifico quello statunitense. Nel secondo si introduce l analisi tecnica, mostrando i suoi fondamenti logici e gli strumenti utilizzati nello studio dell andamento delle serie storiche, passando poi all analisi algoritmica, che supporta la prima, attraverso la costruzione di determinati indicatori, dei quali vengono descritti alcuni tra i più importanti. Nel terzo capitolo si introduce il concetto di Trading System, descrivone le caratteristiche e le tipologie, introduco la strategia di investimento Tr Following. 1

5 Nel quarto capitolo si descrive nei particolari la strategia di Tr Following e si introducono i modelli ARCH e GARCH, che giocano un ruolo importante nella nuova tecnica, introdotta e descritta nell ultimo paragrafo. Nel quinto e ultimo capitolo viene ampiamente descritto il Database utilizzato per il test delle tecniche di investimento, il filtraggio effettuato sui dati e i risultati ottenuti con la tecnica di riferimento e la tecnica ottimizzata sui mercati dell AMEX e del NYSE. Infine, dopo aver commentato i risultati vengono presentati eventuali sviluppi futuri. 2

6 Capitolo 1 I Mercati finanziari 1.1). Descrizione Un mercato finanziario è il luogo dove vengono scambiati gli strumenti finanziari, che possono variare di natura e possono avere una durata di medio o lungo termine. Questa tipologia di mercato permette che il risparmio di alcuni soggetti, solitamente le famiglie, possa essere passato ad altri, ad esempio lo Stato, tramite l acquisto di strumenti finanziari, quali titoli di Stato come i BOT, in cambio di un tasso di interesse che funge da remunerazione per gli investitori. Ovviamente, i titoli acquistati da parte degli investitori, possono essere rivuti su appositi mercati, come quelli obbligazionari o delle opzioni. Una distinzione dei mercati fondamentale è quella tra: Mercati principali Mercato Azionario Obbligazionario e dei titoli di Stato Cambi su valuta Mercati per prodotti derivati Altre distinzioni possibili si possono fare in base alla tipologia e alla durata degli strumenti finanziari scambiati. A seconda della tipologia, si contraddistinguono il mercato creditizio, quello mobiliare e assicurativo, mentre a seconda della durata esiste un mercato monetario e un mercato di capitali. Oltre a queste distinzioni primarie, è 3

7 possibile farne anche altre come tra mercati pubblici e privati o fisici e telematici. Ma, indipentemente dalle varie distinzioni, il mercato deve possedere determinate caratteristiche: deve essere soggetto a delle regole, deve essere soggetto a controllo da parte di enti-terzi e deve regolare nel dettaglio cosa è possibile fare e cosa no. 1.2). Il mercato azionario Il mercato analizzato più da vicino in questo studio è quello azionario, cioè il luogo, non necessariamente fisico, dove sono negoziati i titoli azionari. Un azione è un documento che attesta la proprietà di una quota del capitale sociale di una società per azioni (S.p.A.). La struttura dei dati azionari usualmente riporta insieme all identificativo dell azione, la data, il prezzo di apertura (Open), il prezzo più alto (High), il prezzo più basso (Low), il prezzo di chiusura (Close) e il volume di scambio (espresso in numero di azioni). Per avere un idea dei diversi mercati sul territorio mondiale e quindi anche della rilevanza dei mercati che saranno analizzati in seguito, viene riportato in tabella il valore di capitalizzazione 1, espresso in milioni di dollari statunitensi, dei principali mercati internazionali per paese a fine ). Stati Uniti NYSE Euronext (US) 11,795 2). Stati Uniti NASDAQ 3,845 3). Giappone Borsa di Tokyo (Tokyo Stock Exchange) 3,325 4). Regno Unito Borsa di Londra (London Stock Exchange) 3,265 5). Europa NYSE Euronext (Europe) 2,447 1 La capitalizzazione di borsa indica il controvalore dato dal prodotto tra il prezzo di mercato dei titoli e le azioni che sono rappresentative del capitale sociale 4

8 6). Cina Borsa di Shanghai (Shanghai Stock Exchange) 2,357 7). Hong Kong Borsa di Hong Kong (Hong Kong Stock Exchange) 2,258 8). Canada Borsa di Toronto (Toronto Stock Exchange) 1,912 9). Brasile Borsa di San Paolo (BM&F Bovespa - São Paulo) 1,228 10). Australia Borsa Australiana (Australian Securities Exchange) 1,198 Tabella 1). Classifica borse mondiali per capitalizzazione Come è possibile vedere dai dati della World Federation Of Exchange 2 in tabella 1, la borsa americana da sola muove denaro come quasi tutte le altre messe assieme. Infatti, è per questo motivo che il mercato americano trascina ogni giorno le borse verso i suoi tr ed è anche il mercato più osservato per studi e previsioni di mercato. 1.3). Il mercato statunitense Il mercato statunitense, spesso menzionato come Wall Street, è composto da una serie di mercati abbastanza segmentati tra loro sulla base del livello di capitalizzazione o del settore di appartenenza delle società quotate. I principali sono: NYSE (New York Stock Exchange) È il più grande mercato azionario del mondo per volumi di scambi, anche noto con il termine di Big Board. Fondato nel lontanissimo 1817, è un mercato antico e noto nel passato per il crollo azionario del '29 cui poi seguì in America e un po' in tutto il mondo la cosiddetta Grande Depressione. Sul suo tabellone sono quotate società americane ed estere e ci operano intermediari, specialist e dealers. Nel 2007 dalla fusione tra il Nyse e il 2 Federazione internazionale delle borse valori. I suoi operatori del mercato sono responsabili del funzionamento delle componenti chiave nel mondo finanziario 5

9 gruppo di borse europee Euronext è nato il NYSE Euronext, un gigantesco mercato azionario transatlantico. NASDAQ (National Association of Securities Dealers Automated Quotation) È un circuito di scambio telematico che quota azioni di società a più modesta capitalizzazione, spesso collegate al settore dell information technology. Ha la propria sede in America a Times Square e a oggi il massimo da parte del NASDAQ è stato toccato nel Marzo del 2000, nel pieno della New Economy, poco sopra la quota di 5100 punti. AMEX (American Stock Exchange) È per volume di contrattazioni la seconda Borsa valori statunitense, con sede a New York, in cui vengono scambiati in maggioranza titoli di piccole e medie società. OTC (Over The Counter) È un mercato non regolamentato dove non vigono quei criteri e quelle regole di trasparenza, di efficienza e di liquidità che vengono invece garantite dai preposti organismi di vigilanza sui mercati regolamentati. Quello over the counter è quindi un mercato dove vengono scambiate azioni di società non ufficialmente quotate in altre borse. Un importante termine di confronto per giudicare l andamento dei titoli dei mercati nel loro complesso è costituito dagli indici azionari. Questi sono costruiti artificialmente con la finalità di ottenere un dato sintetico il più possibile correlato con l andamento dei prezzi dei titoli che si prono in considerazione. L indice Dow Jones Industrial Average (DJIA) è forse l indice di Borsa più citato come indicatore non solo dell andamento del mercato azionario statunitense, ma addirittura dell andamento mondiale dei mercati. Esso è calcolato come media aritmetica corretta dei prezzi di 30 titoli ad alta capitalizzazione (Blue chips) quotati al NYSE e al NASDAQ. Anche la 6

10 società di analisi finanziaria Standard and Poor s 3 fornisce alcuni indici dell andamento del mercato azionario statunitense. Si tratta di indici che attribuiscono ai titoli facenti parte del paniere un peso pari al rapporto tra la capitalizzazione del titolo e la capitalizzazione complessiva del paniere di titoli che entrano nel calcolo dell indice. Tra questi, si ricorda lo Standard and Poor s 100 (calcolato sulla base delle 100 azioni emesse da società americane scelte tra quelle a più elevata capitalizzazione) e lo Standard and Poor s 500 nel quale confluiscono 500 titoli di società americane (azioni quotate presso il NYSE, l AMEX e titoli del mercato interbancario) ad elevata capitalizzazione. Altri indici importanti sono il NASDAQ Composite Index che fornisce indicazioni sull andamento complessivo del mercato NASDAQ dato che include tutti i titoli scambiati e il NASDAQ 100 che è l indice rappresentativo delle 100 società non finanziarie con maggiore capitalizzazione. Una volta scelto il mercato bisogna stabilire una strategia ben precisa, un modo di operare di base che possa valere nel nostro lavoro quotidiano e che sia al tempo stesso rigoroso e flessibile cioè pronto a modificarsi dinanzi a errori e perdite evidenti. Parlando di strategia, due sono le opzioni principali con le quali operare: L analisi fondamentale che è lo studio delle forze economiche della domanda e dell offerta che causano il movimento dei prezzi. L analisi tecnica che è lo studio del movimento del mercato, market action, tramite l uso sistematico di grafici, supportati da indicatori tecnici, allo scopo di prevedere le tenze future dei prezzi. 3 Società privata con base negli Stati Uniti che realizza ricerche finanziarie e analisi su titoli azionari e obbligazionari. È tra le prime agenzie di rating al mondo 7

11 Nella previsione del mercato entrambe le analisi cercano di risolvere gli stessi problemi, cioè determinare la tenza dei prezzi, parto però da punti di vista diversi. Gli analisti fondamentali studiano le cause dei movimenti del mercato mentre gli analisti tecnici studiano gli effetti. Infatti, inizialmente, entrambi gli approcci possono essere utilizzati nella previsione del mercato ma il timing, cioè il saper riconoscere quali sono i migliori punti di entrata e di uscita è proprio del solo approccio tecnico. Per questi motivi, se un trader deve scegliere una di queste metodologie di analisi, sceglierà logicamente la seconda, perché risulta possibile gestire il trading anche solo con l analisi tecnica, mentre, viceversa, diventa molto difficoltoso farlo nella completa assenza di cognizioni tecniche sull andamento del mercato. 8

12 Capitolo 2 L analisi tecnica Lo studio tecnico degli investimenti deriva dalla convinzione che il mercato azionario segua delle tenze determinate dai comportamenti mutevoli degli investitori con riguardo a una serie di fattori economici, monetari, politici e psicologici. L analisi consiste nell identificare un cambiamento di tenza a uno stadio iniziale e nel mantenere la posizione di investimento sino a quando l evidenza dei fatti non prova che la tenza stessa si è di nuovo invertita. 2.1). Filosofia e fondamenti logici Alla base dell analisi tecnica, o anche analisi grafica, c è lo studio dell andamento storico dei prezzi del bene in questione, che può essere un azione, un future, un indice, una valuta, un obbligazione ecc. Analizzando appunto la serie storica dei prezzi del bene quotato si può studiare il comportamento dello stesso, prevedo le mosse future. Quando si è ipotizzato il tr futuro, allora si mettono a punto le strategie di compravita da usare, per aumentare i guadagni e diminuire i rischi. Secondo la teoria, l andamento passato dei prezzi incide statisticamente su quello futuro, permetto di poter prevedere l andamento degli stessi. La teoria sostiene che il prezzo include tutte le informazioni necessarie per rersi conto dell andamento del bene. Gli operatori si muovo tutti allo stesso modo agli stimoli nel tempo e i prezzi seguono sempre una precisa tenza. 9

13 Il primo a capire che i titoli seguivano un andamento ripetitivo fu Charles Dow, fondatore del Wall Street Journal e ideatore dei primi indici di borsa, tra cui anche il Dow Jones. Secondo i suoi studi ci sono sempre quattro momenti chiave: Accumulazione, con movimento laterale dei prezzi Tr rialzista, con la domanda che spinge i prezzi e i compratori che hanno la meglio sui vitori Distribuzione, con i professionisti che iniziano a vere a chi entra sul mercato, faco rallentare il tr Tr ribassista, l offerta di titoli supera la domanda, che sta per terminare. Gli operatori professionali vono allo scoperto, accelerando la discesa dei titoli. Al termine della quarta fase i prezzi tornano alla normalità ed il ciclo è pronto per ripetersi. Per studiare l andamento delle serie storiche vengono utilizzati diversi strumenti tra i quali i più diffusi sono grafici e pattern. I grafici possono essere di tipo lineare, a barre, candele giapponesi e point & figure. L evoluzione dei prezzi, solitamente giornaliera, forma figure particolari, che tono a ripetersi nel tempo, formando i cosiddetti pattern, che aiutano a capire i futuri movimenti. I pattern più diffusi sono il testa e spalle (Head and Shoulders), rialzista o ribassista, i triangoli (Triangles), i rettangoli (Rectangles) e le figure di continuazione. 10

14 2.2). L analisi tecnica algoritmica L'analisi tecnica algoritmica supporta l'analisi grafica, attraverso la costruzione di specifici indicatori, che consentono di elaborare i dati del grafico, ricavando da essi una serie di informazioni. Inoltre, se utilizzati congiuntamente, possono formare la base di sistemi operativi complessi, i trading systems, che forniscono segnali di acquisto o di vita al verificarsi di determinate condizioni. Tra questi indicatori si considerano: Medie mobili Momentum e ROC MACD Pista ciclica Medie mobili Le medie mobili rappresentano l indicatore più utilizzato in analisi tecnica, in particolare quando si analizza il grafico con l ausilio dei cosiddetti trading systems. Una media mobile non è altro che la media delle ultime N quotazioni. Ogni giorno che passa, si aggiunge il valore nuovo e si procede al ricalcolo. Le sue caratteristiche sono: Smussa gli errori dovuti alla volatilità dei prezzi, cioè riducono quelle oscillazioni che non sono dovute a variazioni di tenza ma a fattori estemporanei di mercato. E un indicatore di tenza, tanto più sensibile quanto più breve è l ampiezza della finestra temporale che costituisce la base di calcolo (dominio). Un valore del dominio più piccolo corrisponderà ad una maggiore reattività della media, che sarà quindi soggetta ad un minore ritardo, anche se avrà una minore capacità 11

15 di smussare gli errori dovuti alla volatilità dei prezzi. Un valore del dominio più grande corrisponderà ad una più affidabile serie di segnali, se pur maggiormente ritardati nel tempo. Non è in grado di fornire un informazione istantanea bensì ritardata nel tempo. Le sue segnalazioni non possono essere tempestive. Qualunque sia la base di calcolo, la corrispondente tenza non può che essere rilevata con ritardo, dal momento che la finestra temporale si este sul passato. Ci sono diversi tipi di medie mobili, ma le più diffuse sono: Media mobile semplice È definita come la media aritmetica delle quotazioni degli ultimi n giorni: 1 n P i, n i= 1 dove: P i è il prezzo al giorno i-esimo e n è l ampiezza dell intervallo. Media mobile ponderata Una media mobile ponderata è definita come una media mobile di prezzi P i nella quale a ciascuna osservazione è attribuito un peso diverso, la cui somma complessiva da 1. La struttura di ponderazione può essere la più varia ma generalmente i valori più recenti influenzano maggiormente il calcolo finale, al contrario dei valori più lontani. Avremo pertanto una media molto più reattiva alle recenti variazioni dei prezzi. 12

16 n i= 1 w i P i, n w i i= 1 dove: w i è il peso attribuito a ogni dato e = 1. Media mobile esponenziale Tiene traccia della serie storica delle quotazioni, privilegiando quelle più recenti e viene calcolata assegnando una ponderazione esponenzialmente decrescente. Il primo valore si calcola come media aritmetica semplice, mentre i valori successivi vengono calcolati con la seguente formula generale: EMA i = i ( 1 α )( EMA 1) + αpi, con 0 α 1 e condizione iniziale EMA 0 =P 0. La formula definisce la media mobile esponenziale come combinazione convessa del valore della media mobile esponenziale al periodo precedente e il prezzo corrente osservato. Il valore di α viene scelto dall analista a seconda del peso che si vuole dare all osservazione più recente. In analisi tecnica α viene determinato secondo la formula 2 α =, n + 1 nella quale il parametro n rappresenta il numero di periodi scelto dall analista. Al costo di un procedimento di calcolo un po più complesso, la media esponenziale presenta il vantaggio di attenuare notevolmente il fenomeno degli 13

17 sbalzi, tipici delle medie aritmetiche semplici, dovuti non all effetto del dato più recente ma a quello della eliminazione del dato più antico. Figura 1). Esempio di media mobile esponenziale a 25 giorni L utilizzo più semplice che si può fare di una media mobile è quello di procedere ad acquisti di titoli quando il prezzo passa da sotto a sopra (perfora al rialzo) la propria media e di procedere a vite nel caso inverso. Tale tecnica, sicuramente remunerativa nei periodi di tenza fortemente definita, presta il fianco sia a un operatività poco tempestiva per via dei ritardi nelle segnalazioni che, in periodi poco direzionali, a una serie di falsi segnali, allorquando i prezzi cominciano a oscillare ripetutamente sopra e sotto la propria media. 14

18 La media mobile esponenziale è un metodo di previsione nella sostanza equivalente all exponential smoothing. Si consideri infatti la media mobile esponenziale (EMA t ) come previsione del prezzo al tempo t+1 sulla base dell insieme informativo al tempo t. Si può scrivere: EMA t ˆ ES (, ) (1 ) ˆ ES E Pt + 1 It ES = Pt + 1 t = α Pt t 1 + αpt, = con 0 α 1 e condizione iniziale P 0. Nell exponential smoothing il parametro α viene stimato in modo ottimale come valore minimizzante una funzione obiettivo su un certo periodo. Con un α vicino a zero si fa contare molto di più la storia passata rispetto a agli ultimi dati, realizzando uno stimatore pigro nel reagire a eventuali sbalzi. Mentre, per serie finanziarie giornaliere dei prezzi, α risulta essere molto vicino a uno in modo da dare un importanza preponderante nell informazione contenuta nell ultimo prezzo osservato. Momentum e Roc Il momentum è un indicatore di velocità della tenza ed è il rapporto tra una variazione di prezzo e il tempo in cui tale variazione è avvenuta: P t Pt N N, dove P t è il prezzo attuale e P t-n è il prezzo N giorni addietro. In questo caso esso N una costante in quanto, una volta fissato, viene preso a base fissa per i calcoli, può essere tolto tranquillamente dal denominatore così che il momentum diventa: P t P t N. 15

19 Più che il momentum, calcolato come differenza dei prezzi, si utilizza spesso il ROC (Rate of change) che misura la percentuale di cambiamento tra il prezzo più recente ed il prezzo di N periodi fa: Pt Pt P t N N 100. Momentum e ROC oscillano intorno allo zero e segnalano tr rialzista se assumono valori crescenti e tr ribassista se assumono valori decrescenti. Inoltre segnalano il raggiungimento di possibili eccessi nei prezzi di mercato e il verificarsi di possibili divergenze tra il movimento dei prezzi e il movimento dello stesso indicatore. Figura 2). Confronto tra media mobile, momentum e Roc 16

20 MACD (Moving Averanges Convergence and Divergence) È essenzialmente costituito da due flussi di dati, da due linee: la prima corrisponde alla differenza tra due medie mobili esponenziali, generalmente a 12 e a 26 giorni e la seconda è una media mobile esponenziale a 9 giorni della prima. Media mobile esponenziale 12 - Media mobile esponenziale 26 = MACD Media mobile esponenziale (MACD) 9 = signal line La presenza di due linee permette di sfruttare questo indicatore in diversi modi. In primo luogo, come avviene per altri indicatori, il MACD viene rapportato alla linea dello zero: nel momento in cui taglia al rialzo tale linea, si genererà un segnale rialzista, invece, nel momento in cui taglia al ribasso tale linea, si genererà un segnale ribassista. Un secondo metodo è quello di utilizzare la media mobile esponenziale a 9 giorni come una semplice media mobile. In altre parole, quando il MACD taglierà al rialzo la media mobile esponenziale a 9 giorni, si genererà un segnale rialzista e quando il MACD taglierà al ribasso la media mobile esponenziale e 9 giorni, si genererà un segnale ribassista. I segnali generati dal MACD sono molto più affidabili quando ci troviamo all interno di un tr definito mentre risultano più falsi segnali all interno di un mercato in fase laterale. 17

21 Figura 3). Esempio di segnali di acquisto e vita tramite MACD Pista ciclica È data dalla differenza percentuale tra una quotazione e una sua media mobile. Fatta uguale a zero la media mobile, la pista ciclica può essere rappresentata graficamente come una linea che oscilla a cavallo di un asse orizzontale (la media mobile) rivelando un rafforzamento della tenza, positivo e negativo, tanto maggiore quanto più il suo andamento si allontana dalla linea dello zero. Inoltre, si possono individuare dei livelli storici di ipercomprato e ipervuto ai quali ci si può riferire per valutare il grado di tensione della situazione corrente. 18

22 Figura 4). Esempio di pista ciclica a 25 giorni Malgrado gli sforzi effettuati dagli analisti, non è stato ancora individuato, e probabilmente non lo sarà mai, un indicatore in grado di dare buoni risultati in ogni fase di mercato. Ognuno, tra pregi e difetti, permette di cogliere solo alcune caratteristiche di un andamento dei prezzi e non sempre con efficacia costante. Tra l altro, accade spesso che indicatori diversi offrano segnali discordanti a fronte di una medesima situazione. Sta alla bravura dell analista coglierne il significato di sintesi in relazione anche ai segnali che provengono da altri tipi di analisi. 2.3). Conclusioni I mercati finanziari si muovono secondo tenze provocate dal cambiamento di attitudini e aspettative da parte degli investitori riguardo il ciclo economico. Dal momento che il comportamento degli investitori te ad essere ripetitivo di ciclo in ciclo, la comprensione delle relazioni verificatesi nel passato tra Medie-Indici e 19

23 indicatori tecnici può essere utile per identificare i principali punti di svolta del mercato. Visto che non ci si può aspettare che un solo indicatore segnali tutte le inversioni di tenza di questo tipo, è essenziale che se ne usi un certo numero contemporaneamente, in modo da poter costruire un quadro generale. Questo approccio non è assolutamente infallibile ma un uso giudizioso, paziente e obiettivo dei principi dell analisi tecnica non può non accrescere le probabilità di successo dell investitore che se ne serve per una strategia globale di investimento. 20

24 Capitolo 3 I Trading Systems 3.1). Che cos è il trading Il Trading deriva dal verbo inglese to trade, che significa letteralmente commerciare, quindi indica il processo di acquisto e vita, ovvero lo scambio di beni, al fine di trarne un profitto. I mercati internazionali si sono evoluti nel corso della storia, con l'obiettivo di minimizzare gli impedimenti alle contrattazioni dovuti ad esempio alle distanze tra acquirenti e vitori, di aumentare la sicurezza delle transazioni e di garantire continuità e regolarità ai grossi scambi commerciali. Sono così nate le borse, come quella del Royal Exchange a Londra nel 1773 (divenuto oggi il London Stock Exchange) o quella di Wall Street a New York nel 1792, che hanno permesso un rapido spostamento di capitali attraverso lo scambio di titoli di possesso di beni o società. Il processo economico di ottimizzazione dell'allocazione delle risorse si è quindi evoluto nella gestione finanziaria del denaro per ottenere il massimo guadagno mediante la compravita di azioni, obbligazioni, valute, merci e relativi strumenti derivati, cioè appunto nell'attività di trading. Tale termine si è quindi imposto in ambito finanziario e con la nascita di internet è nato il trading online, che consiste nella possibilità di amministrare il proprio patrimonio e di immettere con continuità gli ordini nel mercato telematico di borsa, direttamente da casa o dall'ufficio, rimano sempre connessi alla rete. 21

25 3.2). Cosa sono i Trading Systems Un Trading System è un sistema automatico di elaborazione delle informazioni riguardanti un insieme di strumenti finanziari, che fornisce dei segnali operativi, cioè le indicazioni sugli ordini di acquisto e vita da immettere nel mercato. Il sistema è quindi costituito da un software trading system che applica una consolidata metodologia in modo sistematico. Questo approccio scientifico e disciplinato che determina l'operatività è la chiave di un investimento vincente e permette di eliminare la componente emozionale dell'investitore, che è al contrario la principale causa di insuccesso. L'implementazione al computer di un metodo di trading consente di simularne il comportamento, applicandolo alle serie storiche degli strumenti finanziari di interesse, considerando tutte le informazioni disponibili anteriormente ai momenti di calcolo degli ordini, e quindi di verificare i risultati che si sarebbero ottenuti. I flussi informativi che alimentano un trading system riguardano principalmente: Le serie storiche sulle quali è possibile utilizzare l'analisi tecnica e calcolare correlazioni, oscillatori e indicatori vari I dati provenienti dal mercato telematico (prezzi, volumi e book degli ordini anche in real time) Gli indici di settore Gli indicatori che derivano dalle analisi fondamentali e dalle notizie price sensitive Infine il cuore del Trading System è costituito dalla gestione del portafoglio, cioè dalla diversificazione degli investimenti finanziari pesati in base al rapporto tra rimenti 22

26 attesi e rischio relativo. Il Trading System è ormai diventato il sistema decisionale che guida le scelte di gestori di fondi, società di investimento e trader professionali ). Le tipologie di Trading Systems Ci sono innumerevoli strategie di trading usate dai professionisti e non solo, da quelle sul breve termine a quelle non convenzionali. Tuttavia, la maggior parte di quelle più utilizzate ricade in una delle seguenti categorie: Trading direzionale. Si tratta delle due famose strategie del tr following e della mean reversion. Quando si usa il tr following, si entra nella direzione del tr attuale del mercato per sfruttare la continuazione del tr. Con la strategia della mean reversion, invece, si lavora in opposizione al tr attuale, per sfruttare un'inversione di tr sino a un certo livello di prezzo. Allo scopo, si utilizzano di solito indicatori quali medie mobili, linee di Supporto/Resistenza, ecc. o semplicemente il prezzo tick per tick. La chiave per il successo con queste strategie, infatti, è sapere quando usarle. Sulle scale di tempo del trading intraday, la mean reversion te a funzionare meglio, mentre sulle scale di tempo più lunghe di un giorno spesso è migliore il tr following, che è applicabile su tutte e tre le scale di tempo breve, medio e lungo termine. Riconoscimento di pattern sul grafico del prezzo. Il trading tramite riconoscimento di figure caratteristiche (Pattern recognition trading) sul grafico del prezzo di un titolo viene oggi effettuato generalmente, specie se sul breve termine, in modo sistematico, con l'ausilio di un software specializzato in grado di assistere il trader individuando i pattern e i punti di ingresso e di uscita da un trade. Tuttavia, ci sono anche alcuni trader che usano un approccio 23

27 discrezionale, procedo in maniera visuale, direttamente sul grafico del prezzo, al riconoscimento del pattern adatto per un trade. Alcuni trader utilizzano soltanto pattern molto affidabili (come per esempio testa e spalle diretto o inverso, tripli massimi o minimi, doppi massimi o minimi, ecc.) ma su vari intervalli temporali e su vari mercati. Altri trader, invece, usano una vasta gamma di pattern, ma li applicano solo in particolari mercati, settori, e finestre temporali. Trading sulle correlazioni intra market o inter market. Il trading sulle correlazioni (Correlation trading) consiste nella ricerca di correlazioni positive o negative tra una coppia di titoli o tra asset liquidi all'interno di uno stesso mercato (Intra Market) oppure tra mercati diversi (Inter Market) per sfruttare le divergenze di prezzo e guadagnare scommetto su una futura convergenza. Per esempio, è possibile acquistare una valuta e verne un'altra strettamente correlata alla prima. Ciò cancella l'effetto delle fluttuazioni di prezzo della valuta e non ci si deve preoccupare della direzione in cui questa si sta muovo. Le due forme più conosciute di trading sulle correlazioni sono il Trading di coppia (Pair trading) che si applica a una coppia di azioni, commodities, indici, opzioni, ecc. e l'arbitraggio statistico (Statistical arbitrage) che si basa sull'esame sistematico non di una coppia di titoli bensì di grandissime quantità di titoli. Trading sull'orario e calario. Questi tipi di strategie sono basate sulle anomalie legate al calario e all'orario. Per esempio, se si analizzano i dati della Borsa americana, si scopre che, in media, i mesi da maggio a ottobre non sono molto redditizi per gli investimenti del tipo compra e conserva (Buy-And- 24

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BORSA

INTRODUZIONE ALLA BORSA INTRODUZIONE ALLA BORSA Informazioni guida per gli insegnanti delle scuole superiori CHE COSA È LA BORSA? Una piazza, dove avviene la compravvendita di titoli. La determinazione delle quotazioni è di solito

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Capitale raccomandato

Capitale raccomandato Aggiornato in data 1/9/212 Advanced 1-212 Capitale raccomandato da 43.8 a 6.298 Descrizioni e specifiche: 1. E' una combinazione composta da 3 Trading System automatici 2. Viene consigliata per diversificare

Dettagli

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 IL RISCHIO 1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 2.1 La volatilità storica... 4 2.2 Altri metodi di calcolo... 5 3 LA CORRELAZIONE..6 4 IL VALUE AT RISK....8 4.1 I metodi analitici... 9 4.2 La

Dettagli

DailyFX Strategies. Il metodo dei 4 punti. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX

DailyFX Strategies. Il metodo dei 4 punti. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX DailyFX Strategies Il metodo dei 4 punti Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Il metodo dei 4 punti Matteo Paganini INTRO Dopo anni di ricerca

Dettagli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli 4. Introduzione ai prodotti derivati Metodi Statistici per il Credito e la Finanza Stefano Di Colli Che cos è un derivato? I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni

Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni Rosa Maria Mininni a.a. 2014-2015 1 Introduzione ai modelli binomiali La valutazione degli strumenti finanziari derivati e, in particolare, la valutazione

Dettagli

Manuale operativo. Tutto quello che ti serve per iniziare a fare trading sui mercati regolamentati. Copyright 2015 Scalping Futures

Manuale operativo. Tutto quello che ti serve per iniziare a fare trading sui mercati regolamentati. Copyright 2015 Scalping Futures Manuale operativo Tutto quello che ti serve per iniziare a fare trading sui mercati regolamentati. MERCATO REGOLAMENTATO DEI FUTURES O FOREX? Vediamo qual è la differenza tra questi due mercati e soprattutto

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY)

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) 15.11.2013 La presente politica intende definire la strategia di esecuzione degli ordini di negoziazione inerenti a strumenti finanziari

Dettagli

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009 1 Trend e Strategie di Investimento http://www.educazionefinanziaria.com/ TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Mercato Azionario Semaforo Verde Situazione Fondamentale: Neutrale (basata sul differenziale

Dettagli

SELLA.IT GUIDA ALL ANALISI TECNICA PRINCIPI FONDAMENTALI

SELLA.IT GUIDA ALL ANALISI TECNICA PRINCIPI FONDAMENTALI SELLA.IT GUIDA ALL ANALISI TECNICA PRINCIPI FONDAMENTALI A cura di Maurizio Milano Ufficio Analisi Tecnica Gruppo Banca Sella INDICE: Analisi Fondamentale Analisi Tecnica I tre pilastri dell Analisi Tecnica

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

GUIDA OPZIONI BINARIE

GUIDA OPZIONI BINARIE GUIDA OPZIONI BINARIE Cosa sono le opzioni binarie e come funziona il trading binario. Breve guida pratica: conviene fare trading online con le opzioni binarie o è una truffa? Quali sono i guadagni e quali

Dettagli

Rischio e Volatilità

Rischio e Volatilità 2 Meeting annuale SellaAdvice Trading Rho,, 20 novembre 2004 Rischio e Volatilità Relatore: Maurizio Milano Da dove deve partire un analisi tecnica operativa a supporto di un attività di trading? L elemento

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

DailyFX Strategies. Breakout e medie mobili. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Davide Marone, Analyst DailyFX

DailyFX Strategies. Breakout e medie mobili. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Davide Marone, Analyst DailyFX DailyFX Strategies Breakout e medie mobili Davide Marone, Analyst DailyFX How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Breakout e medie mobili Davide Marone INTRO Prima di costruire una qualsiasi

Dettagli

Benvenuti al libro elettronico sul FOREX

Benvenuti al libro elettronico sul FOREX Benvenuti al libro elettronico sul FOREX Indice 1. Riguardo al MARCHIO... 2 2. Piattaforme di Trading... 3 3. Su cosa si Opera nel Mercato Forex?... 4 4. Cos è il Forex?... 4 5. Vantaggi del Mercato Forex...

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (IN VIGORE DAL 1 DICEMBRE 2014) INDICE POLITICA... 1 1 DISPOSIZIONI

Dettagli

Manuale del Trader. Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario!

Manuale del Trader. Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario! Manuale del Trader Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario! Questo manuale spiega esattamente cosa sono le opzioni binarie, come investire e familiarizzare con il nostro sito web. Se avete delle

Dettagli

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo Luca Cappellina GRETA, Venezia Che cosa sono i futures. Il futures è un contratto che impegna ad acquistare o vendere, ad una data futura,

Dettagli

Un ordine su misura per ogni taglia

Un ordine su misura per ogni taglia Un ordine su misura per ogni taglia Le funzionalità Cross Order e Block Trade Facilities sui mercati cash Cross Order e BTF Introduzione I Cross Order e la Block Trade Facilities (BTF) sono due nuove tipologie

Dettagli

Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12

Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12 Finanza Aziendale Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12 Copyright 2003 - The McGraw-Hill Companies, srl 1 Argomenti Decisioni di finanziamento e VAN Informazioni e

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

Orientamenti ABE in materia di. valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2

Orientamenti ABE in materia di. valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2 Orientamenti ABE in materia di valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2 Londra, 16.05.2012 1 Oggetto degli orientamenti 1. Il presente documento contiene una

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report DIREZIONE TIMEFRAME STRATEGIA / POSIZIONE LIVELLI ENTRATA EUR / USD S-TERM GBP / USD

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Titolo GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Comprende strategie operative Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.anyoption.it ATTENZIONE: tutti i diritti sono

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

Questioni di Economia e Finanza

Questioni di Economia e Finanza Questioni di Economia e Finanza (Occasional Papers) High Frequency Trading: una panoramica di Alfonso Puorro Settembre 2013 Numero 198 Questioni di Economia e Finanza (Occasional papers) High Frequency

Dettagli

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni OPZIONI FORMAZIONE INDICE Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni 3 5 6 8 9 10 16 ATTENZIONE AI RISCHI: Prima di

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

Elementi di Statistica

Elementi di Statistica Elementi di Statistica Contenuti Contenuti di Statistica nel corso di Data Base Elementi di statistica descrittiva: media, moda, mediana, indici di dispersione Introduzione alle variabili casuali e alle

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A.

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. Decorrenza 3 Gennaio 2011 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. 1. Obiettivo Nel rispetto della direttiva 2004/39/CE

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

(accuratezza) ovvero (esattezza)

(accuratezza) ovvero (esattezza) Capitolo n 2 2.1 - Misure ed errori In un analisi chimica si misurano dei valori chimico-fisici di svariate grandezze; tuttavia ogni misura comporta sempre una incertezza, dovuta alla presenza non eliminabile

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI

REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI I. Disposizioni generali 1. Le presenti Regole di esecuzione delle istruzioni dei clienti riguardanti i contratti di compensazione delle differenze (CFD) e gli strumenti

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni!

Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni! TRADING in OPZIONI Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni! Justagoodtrade è il nome di uno yacht che ho visto durante uno dei miei viaggi di formazione sul trading negli USA. Il milionario

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN STATISTICA ECONOMIA E FINANZA IL TRADING DI STRUMENTI DERIVATI. RELAZIONE DI STAGE PRESSO LA T4T. RELATORE: CH.MO PROF.

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO

ISTRUZIONI PER L USO GOLD 2.0 NEWSLETTER OPERATIVA SUL MERCATO AZIONARIO a cura di Pierluigi Gerbino ISTRUZIONI PER L USO Quelle che seguono sono le istruzioni ufficiali per il corretto utilizzo operativo della newsletter

Dettagli

RIALZO E AL RIBASSO CON FUTURE, ETF E CFD

RIALZO E AL RIBASSO CON FUTURE, ETF E CFD Salvatore Gaziano & Francesco Pilotti I 3 PASSI PER GUADAGNARE AL RIALZO E AL RIBASSO CON FUTURE, ETF E CFD Le basi, le strategie e la psicologia giusta per affrontare con successo il trading online sui

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Collective2: un confronto sorprendente su scala mondiale

Collective2: un confronto sorprendente su scala mondiale Collective2: un confronto sorprendente su scala mondiale Collective2 è un sito web americano che accoglie 20800 trading systems e pubblica le relative descrizioni, i dati più significativi dell andamento

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

FUNZIONAMENTO GEM GLIS. Manuela Lombardi Ester Treglia Gianluca Bove Vito Miceli. Giancarlo Valerio Sonia Stati Ilaria Richichi Luca Cipriano

FUNZIONAMENTO GEM GLIS. Manuela Lombardi Ester Treglia Gianluca Bove Vito Miceli. Giancarlo Valerio Sonia Stati Ilaria Richichi Luca Cipriano CONOSCERE LA BORSA FUNZIONAMENTO I partecipanti formano delle squadre ed elaborano una strategia di investimento per il proprio capitale virtuale iniziale (50.000 euro). Nel nostro caso si sono costituite

Dettagli

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Featured Solution Marzo 2015 Your Global Investment Authority Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Lo scorso ottobre la Commissione europea

Dettagli

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore Le reverse convertible Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice Introduzione 3 Le reverse convertible 4 Cos è una reverse convertible

Dettagli

IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI

IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI AVVERTENZA SUGLI INVESTIMENTI AD ALTO RISCHIO: Il Trading sulle valute estere (Forex) ed i Contratti per Differenza (CFD) sono altamente speculativi, comportano un alto livello

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta insieme fino all essenza Dexia Asset Management, un leader europeo nell ambito della Gestione Alternativa n Una presenza storica fin

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

NOTE OPERATIVE PER IL NUOVO TRADING

NOTE OPERATIVE PER IL NUOVO TRADING Integrazione Webank-WeTrade NOTE OPERATIVE PER IL NUOVO TRADING La fusione tra Webank e WeTrade, avvenuta lo scorso 18 dicembre, ha comportato alcune novità nella tua operatività di trading. Te li riassumiamo

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTA DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN STATISTICA, ECONOMIA E FINANZA Tesi di Laurea ASPETTI DELL ANALISI TECNICA APPLICATI AL TITOLO ENI Relatore: Prof. NUNZIO

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE

IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE Università degli studi di Bergamo Anno accademico 2005 2006 IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE Docente: Prof. Massimo Merlino Introduzione Il tema della gestione dell innovazione tecnologica è più che mai

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"):

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la Società): 24 luglio 2014 Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"): ETFS WNA Global Nuclear Energy GO UCITS ETF (ISIN: IE00B3C94706)

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione Il monitoraggio della gestione finanziaria nei fondi pensione Prof. Università di Cagliari micocci@unica.it Roma, 4 maggio 2004 1 Caratteristiche tecnico - attuariali dei fondi pensione Sistema finanziario

Dettagli

I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario

I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario 13 maggio 2009 Agenda Criteri di classificazione dei mercati Efficienza dei mercati finanziari Assetto dei mercati mobiliari

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli