ECONOMIA E SOCIETA. La presenza di un certo tipo di risorse e non di altre influenza la vita e le attività dell uomo.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ECONOMIA E SOCIETA. La presenza di un certo tipo di risorse e non di altre influenza la vita e le attività dell uomo."

Transcript

1 ECONOMIA E SOCIETA Le materie prime o risorse naturali pag Le materie prime sono tutti quei beni che la natura offre all uomo spontaneamente: sono tutti quei beni che cioè sono presenti in natura, per esempio i minerali, le risorse energetiche, i frutti, i prodotti del suolo, gli animali, le piante, ecc. Esse sono indispensabili per la vita umana. La presenza di un certo tipo di risorse e non di altre influenza la vita e le attività dell uomo. La materie prime non sono distribuite in maniera omogenea: ci sono regioni ricche di materie prime e altre invece povere, oppure regioni ricche di una risorsa ma povere di altre. L irregolarità della distribuzione delle materie prime è una chiave di lettura: essa cioè spiega le differenze tra il livello di sviluppo dei paesi e le differenze fra i sistemi economici degli stati. Il terreno fertile È una risorsa importante. La sua estensione può cambiare nel corso del tempo: alcune aree con il tempo sono diventate desertiche e inutilizzabili, mentre altre prima non abitabili nel corso del tempo sono state colonizzate dall uomo e rese coltivabili ed edificabili. Ciò dipende da cause naturali e da cause umane. Alcuni terreni per esempio sono soggetti per natura a un processo di desertificazione, ma oggi questo processo avviene a ritmi molto veloci a causa del cosiddetto effetto serra che provoca il riscaldamento globale del pianeta e accelera il processo di inaridimento di molte zone. L acqua L acqua è un bene preziosissimo per l uomo e per le sue attività, ma non è presente nella stessa quantità nelle varie regioni del pianeta. Esistono regioni del mondo, come l area compresa tra Sudan, Tunisia e Pakistan, caratterizzate da carenza idrica cronica, cioè da una mancanza costante di acqua. Minerali Le aree ricche di minerali sono l Africa centrale, le fasce occidentali dell America del Sud e del Nord e l Australia. L Europa e l Asia, se si eccettua la zona della Russia, sono povere di risorse minerarie. Oggi stanno assumendo un importanza crescente alcuni minerali rari, un tempo non apprezzati, che oggi invece sono usati per realizzare oggetti di alto valore tecnologico (titanio, litio, platino, berillio, ecc.) Le fonti energetiche Oggi le fonti energetiche più utilizzate sono il petrolio, il carbone, il gas naturale e l uranio. Attualmente il petrolio è la risorsa energetica più sfruttata

2 seguita dal gas naturale. Il petrolio e il gas naturale non sono diffusi ovunque: i giacimenti si concentrano nel Medio Oriente (penisola Arabica), nei paesi del Nordafrica, in Russia, in alcune zone africane (come in Nigeria) e in alcune regioni dell America (Messico, Stati Uniti, Brasile, Argentina, ecc.). LE ATTIVITA AGRICOLE (pag ) L agricoltura ha un importanza diversa a seconda degli stati. In alcuni paesi, soprattutto africani e asiatici, essa è ancora l attività economica principale, in altri (soprattutto quelli più industrializzati) prevalgono il settore secondario e terziario. Esistono due grandi tipi di agricoltura: l agricoltura tradizionale e quella moderna. 1. L agricoltura tradizionale o di sussistenza L agricoltura tradizionale è praticata nei paesi in via di sviluppo (Asia, Africa e America latina). Non ricorre all uso di macchine, di sostanze chimiche e di semi selezionati. Riesce a produrre soltanto quanto è strettamente necessario al contadino e alla sua famiglia per sopravvivere. Non sempre però questo tipo di agricoltura riesce a soddisfare il fabbisogno delle popolazioni, perché nel caso di siccità, di inondazioni o di altre calamità naturali i raccolti vengono distrutti e si genera una situazione di carestia. Fa parte di questo tipo di agricoltura anche l agricoltura itinerante (p. 71) praticata soprattutto in Africa: quando un terreno perde la sua fertilità, il villaggio si sposta verso terre non ancora sfruttate. 2. L agricoltura moderna o industrializzata L agricoltura moderna è praticata nei paesi sviluppati. Fa largo uso di macchinari (mietitrebbie, trattori, impianti di irrigazione, nastri trasportatori, ecc.), di concimi e fertilizzanti chimici e di sementi selezionate; richiede un numero molto basso di addetti perché il lavoro è quasi completamente meccanizzato, cioè svolto dalle macchine. E detta intensiva quando un terreno viene sfruttato al massimo delle sue possibilità per trarre il massimo guadagno; è estensiva quando l agricoltore sfrutta superfici molto ampie. Questo tipo di agricoltura produce per l industria alimentare e per il commercio internazionale, in quanto i prodotti vengono esportati anche verso luoghi distanti. Anche nelle piantagioni dell Africa, dell Asia e dell America latina si pratica un agricoltura di tipo moderno. Le piantagioni (vedi pag. 70) sono vastissime proprietà terriere tipiche delle zone tropicali dell Africa, dell Asia e dell America Latina, in cui si pratica la monocoltura, cioè si coltiva un solo prodotto (caffè, tè, cacao, tabacco, ananas,

3 banane, arachidi, cotone o altre piante tropicali); si tratta di un agricoltura intensiva che ha come fine l esportazione. La piantagione di solito è di proprietà di ricche famiglie locali o di grandi multinazionali, e la popolazione locale, che nella piantagione svolge le attività manuali, ricava solo modesti guadagni. Le colture più diffuse sul pianeta Nelle aree temperate è diffusa la coltivazione del frumento (o grano), del mais (o granoturco), della soia, delle patate e della barbabietola da zucchero. Nell Asia sud-orientale è molto praticata la coltivazione del riso. Nella fascia tropicale si coltivano i prodotti di piantagione (caffè, tè cacao, frutta esotica, cotone, canna da zucchero, ecc.). Nella regione mediterranea europea e nelle aree del pianeta con un clima affine a quello mediterraneo (Sudafrica, California, Cile) si coltivano olivi, viti, agrumi, alberi da frutta e ortaggi. LE ATTIVITA INDUSTRIALI (pag. 90, 91, 92) Il settore secondario (o industriale) non è sviluppato allo stesso modo in tutti i paesi. Nella classifica dei dieci stati più industrializzati attualmente troviamo gli Stati Uniti in prima posizione, poi il Giappone, la Cina e quindi alcuni stati europei, Germania, Francia, Regno Unito e Italia. Dove sono collocate le industrie? La diffusione delle aree industriali non è omogenea, per esempio l Africa è quasi totalmente priva di impianti industriali. I fattori che permettono la nascita di un industria sono: - la presenza di manodopera qualificata, cioè di operai - la vicinanza ai mercati urbani - la vicinanza a riserve di materie prime - la presenza di una rete di trasporti efficiente - le politiche governative di sostegno al settore industriale. L Asia, il continente della nuova industrializzazione Oggi alcuni stati, prima non industrializzati, sono entrati in una fase di intenso sviluppo industriale: essi vengono chiamati NIC e sono concentrati in Asia: sono la Cina, l India, la Cambogia, il Laos, il Vietnam e il Myanmar. In modo particolare la Cina sta conoscendo una crescita tanto intensa che essa ha raggiunto il terzo posto nella classifica mondiale. L altro grande gigante asiatico è l India, che ormai è diventata una potenza mondiale in molti settori industriali. In Asia già a partire dagli anni Settanta del Novecento alcuni stati avevano cominciato a svilupparsi dal punto di vista industriale: fino a poco tempo fa

4 questi paesi (Taiwan, Corea del sud, Indonesia, ecc.) erano soprannominati le tigri asiatiche. Alcuni geografi sostengono che a causa di questi cambiamenti il centro economico del mondo si stia spostando da ovest verso est; questo è in parte vero, ma non bisogna dimenticare che i paesi di antica industrializzazione, come gli stati europei, gli U.S.A. e il Giappone, occupano ancora le prime posizioni anche grazie allo sviluppo del loro settore terziario e alle attività di ricerca e di innovazione scientifica che supportano l industria; essi inoltre sono ancora sede delle industrie più potenti e più ricche del pianeta. L america Latina In America Latina soltanto il Brasile sta potenziando il sistema industriale; gli altri paesi dipendono ancora quasi totalmente dal settore primario o dallo sfruttamento delle materie prime. L evoluzione del settore industriale Oggi il mondo è diventato un unico mercato globale in cui è facile per un industria vendere le sue merci ovunque. Le industrie che vendono i loro prodotti in tutto il mondo vengono chiamate multinazionali. Per cercare di vincere la concorrenza, oggi le industrie seguono principalmente tre strade: - la delocalizzazione: un industria colloca i suoi stabilimenti produttivi in aree povere (i paesi del Terzo Mondo), in cui costa meno produrre perché la manodopera costa poco e ci sono leggi fiscali o di tutela ambientale meno severe. - l iperspecializzazione: un industria cerca di realizzare prodotti di qualità elevata per vincere in questo modo la concorrenza - l integrazione: un industria importante si appoggia ad altre industrie più piccole (che curano le diverse fasi della lavorazione di un prodotto), che offrono condizioni vantaggiose, anche se sono situate a grande distanza dall industria principale. IL SETTORE TERZIARIO (pag ) Ha un importanza diversa nei vari Paesi. Nei paesi sviluppati (PS) il settore terziario è quello più importante, perché è quello che conta il maggior numero di addetti e perché è quello che apporta più ricchezza. Nei paesi in va di sviluppo (PvS) invece il settore primario e quello secondario sono ancora i più importanti, perché insieme contano il maggior numero di addetti e perché costituiscono la principale fonte di ricchezza per questi paesi. Nei PS all interno del settore terziario troviamo moltissimi tipi di servizio; in questi paesi hanno un ruolo importante quei servizi che nei PVS non sono presenti, come per esempio i servizi bancari e finanziari (banche, agenzie assicurative, ecc.), i servizi sociali di assistenza e di supporto alle famiglie, il turismo. Nei PS accanto alle attività tradizionali del settore terziario oggi si

5 parla anche di terziario avanzato, per indicare tutti quei servizi resi possibili dallo sviluppo dell informatica e dei mezzi di telecomunicazione. Nei PvS invece prevalgono i servizi tradizionali, legati alla pubblica amministrazione, alla sanità, all istruzione, ecc. A. L economia del sapere Con questo nome vengono indicate le attività di studio e di ricerca che hanno come obiettivo accrescere la conoscenza dell uomo per migliorare le sue condizioni di vita. Questo ramo del terziario non è sviluppato ovunque, ma soltanto in pochi paesi, soprattutto negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Svezia, ecc. Un ruolo molto importante in questo ambito è svolto dai governi, che infatti possono sostenere o no con le loro scelte le attività di ricerca. La ricerca è in realtà un attività fondamentale, perché da essa dipende anche lo sviluppo economico di un paese: i paesi che investono nella ricerca sono anche quelli più potenti e all avanguardia in ambito economico. Le attività di ricerca oggi si concentrano soprattutto sullo studio di nuovi materiali, sulla realizzazione di macchine a elevato potenziale tecnologico e sulla ricerca di cure per le malattie. B. Il commercio Oggi il mondo costituisce un unico mercato, infatti per esempio è ormai facile per gli europei vendere i loro prodotti in Asia e viceversa. I fattori che hanno reso possibile il formarsi di un mercato globale sono molteplici: lo sviluppo delle vie di comunicazione e dei mezzi di trasporto lo sviluppo delle telecomunicazioni (telefoni, cellulari, fax, internet, ecc.) il sostegno dato dagli stati al commercio (politiche di liberalizzazione finanziaria) la maggiore efficienza dei servizi bancari E a partire dalla fine della II guerra mondiale che gli stati hanno cercato di realizzare le prime aree di libero mercato. Oggi le principali aree di libero scambio sono l Unione europea, l ASEAN e il NAFTA, che sono aree in cui le merci e i servizi possono circolare liberamente perché non esistono più i dazi (le dogane), non sono più obbligatori i controlli ed è possibile spostare velocemente grandi capitali da uno stato all altro. Nell ambito del commercio internazionale svolge un ruolo molto importante il WTO, un organismo dell ONU, che cerca di favorire il libero commercio tra gli stati del pianeta proteggendo gli stati più poveri. Oggi la maggior parte dei commerci si svolge tra l Unione europea, gli Stati Uniti e il Giappone, ma in questo sistema si stanno inserendo sempre più anche la Cina e l India, che puntano sui bassi prezzi delle loro merci.

6 In generale i paesi industrializzati esportano automobili, macchinari industriali, attrezzature elettroniche e prodotti chimici. I paesi in via di sviluppo invece esportano soprattutto materie prime e prodotti agricoli. Nel gioco del commercio internazionale i paesi meno sviluppati dipendono spesso dalle scelte e dalle condizioni imposte loro dai paesi più ricchi. C. Il sistema finanziario Le attività finanziarie sono tutte quelle attività legate al denaro e che si occupano di assicurazioni, azioni, prestiti, obbligazioni, ecc. Un ruolo importante in questo ambito è svolto dalle Borse, che sono quei luoghi in cui viene stabilito il valore di una moneta (per esempio, dell euro, del dollaro, ecc.) e anche il prezzo delle materie prime. Le principali borse sono quella di Wall street a New York, la Borsa di Londra, quelle di Francoforte, di Madrid, di Hong kong e anche di Milano. Anche le banche hanno un ruolo importante in materia di grandi capitali; le banche più importanti del mondo hanno sede negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Svizzera. D. I trasporti e le telecomunicazioni Lo sviluppo degli stati è strettamente legato al sistema delle comunicazioni (vie di comunicazione, mezzi di trasporto, strumenti di telecomunicazione, ecc.), che permette lo spostamento di persone, merci e informazioni da un luogo all altro del pianeta. Il sistema dei trasporti Nei paesi sviluppati il sistema dei trasporti (formato dalla rete stradale, ferroviaria, portuale e aerea) è ben organizzato e diffuso su tutto il territorio. Nei paesi meno sviluppati invece il sistema dei trasporti è spesso antiquato, poco sicuro e non capillare, infatti ci sono aree prive di collegamenti. Le telecomunicazioni Lo sviluppo dell informatica e della telecomunicazioni rende possibile oggi comunicare quasi istantaneamente a molti chilometri di distanza. Anche in questo caso però gli abitanti dei paesi meno sviluppati hanno meno possibilità di accedere ai nuovi strumenti tecnologici informatici e telematici e questa difficoltà accresce il divario tra paesi poveri e paesi ricchi.

I PAESAGGI NATURALI DELLA FASCIA TROPICALE

I PAESAGGI NATURALI DELLA FASCIA TROPICALE 1 I PAESAGGI NATURALI DELLA FASCIA TROPICALE Nella fascia tropicale ci sono tre paesaggi: la foresta pluviale, la savana, il deserto. ZONA VICINO ALL EQUATORE FORESTA PLUVIALE Clima: le temperature sono

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

Scuola Media Piancavallo www.scuolapiancavallo.it Pagina 1 di 8

Scuola Media Piancavallo www.scuolapiancavallo.it Pagina 1 di 8 La localizzazione e i confini La regione statunitense occupa la zona centrale dell America settentrionale, tra Canada e Messico. Il territorio è bagnato a ovest dall Oceano Pacifico e a est da quello Atlantico.

Dettagli

Deforestazione: i consumi nell UE tra i maggiori responsabili

Deforestazione: i consumi nell UE tra i maggiori responsabili Deforestazione: i consumi nell UE tra i maggiori responsabili Tra il 1990 e il 2008 le importazioni ed i consumi dell Europa hanno contribuito alla deforestazione di 9 milioni di ettari (una superficie

Dettagli

VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... L AFRICA VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: deserto...... Sahara...... altopiano...... bacino......

Dettagli

ASIA OCCIDENTALE (MEDIO ORIENTE)

ASIA OCCIDENTALE (MEDIO ORIENTE) ASIA OCCIDENTALE (MEDIO ORIENTE) I paesi di quest area: TURCHIA SIRIA LIBANO ISRAELE GIORDANIA ARABIA SAUDITA YEMEN OMAN EMIRATI ARABI UNITI QATAR BAHREIN IRAN KUWAIT - IRAQ Area caratterizzata da due

Dettagli

VOLUME 3 CAPITOLO 6 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 3 CAPITOLO 6 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... VLUME 3 CPITL 6 MDUL D LE VENTI REGINI ITLINE LE MERICHE 1. Parole per capire lla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: altopiano... ambiente naturale... foresta di conifere...

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

IL LAND GRABBING E L AGRICOLTURA GLOBALIZZATA

IL LAND GRABBING E L AGRICOLTURA GLOBALIZZATA IL LAND GRABBING E L AGRICOLTURA GLOBALIZZATA di Maurizia Sii Onesto 34 INFORMAZIONI DELLA DIFESA 6/2013 Fino alla fine del Novecento il potere si è, in sostanza, sempre sviluppato su di una specifica

Dettagli

Attività/ settori economici

Attività/ settori economici 1 PRIMARIO SECONDARIO Attività/ settori economici TERZIARIO 2 ATTIVITA ECONOMICHE: Servono ad organizzare le risorse disponibili per soddisfare i BISOGNI dell uomo. BISOGNO: tutto ciò di cui l uomo ha

Dettagli

1.3. La nuova geografia economica mondiale

1.3. La nuova geografia economica mondiale 28 A cavallo della tigre 1.3. La nuova geografia economica mondiale Internet, elettronica, auto: da Occidente a Oriente Negli ultimi tre-cinque anni si sono verificati mutamenti molto profondi nell importanza

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

Cari collaboratori del Gruppo Stati Uniti, Oggi è il 26 gennaio 2008!!! Mi occorrono le seguenti informazioni.

Cari collaboratori del Gruppo Stati Uniti, Oggi è il 26 gennaio 2008!!! Mi occorrono le seguenti informazioni. Cari collaboratori del Gruppo Stati Uniti, 1. Calcolare il tasso di cambio a pronti tra Euro e Yen (certo per incerto sulla piazza di Milano). 12 milioni di dollari Svezia 18 milioni di dollari Danimarca

Dettagli

Le rinnovabili in cifre

Le rinnovabili in cifre Le rinnovabili in cifre (Febbraio 2004) Le energie rinnovabili - il vento, l acqua, la biomassa, il sole e l energia geotermica costituiscono un enorme potenziale per la tutela del clima. Il nuovo Jahrbuch

Dettagli

Il commercio mondiale di Tessile Abbigliamento: uno scenario al 2020

Il commercio mondiale di Tessile Abbigliamento: uno scenario al 2020 Il commercio mondiale di Tessile Abbigliamento: uno scenario al 2020 Assemblea ACIMIT 2014 1 / 11 Perimetro, Obiettivi e Strumenti dello studio Perimetro Prodotti tessili della filiera Sistema Persona

Dettagli

LA REGIONE BRITANNICA

LA REGIONE BRITANNICA LA REGIONE BRITANNICA La Regione Britannica è formata solo da isole. Le più grandi sono Gran Bretagna e Irlanda (che è divisa in due parti: l Irlanda del Nord e L Eire). QUANTE ISOLE FORMANO LA REGIONE

Dettagli

Materiale per gli alunni

Materiale per gli alunni Testi semplificati di storia Materiale per gli alunni LIVELLO DI COMPETENZA LINGUISTICA RICHIESTA: A2- B1 SI RIVOLGE A: studenti della scuola secondaria di I grado al 3 anno Prerequisiti: Gli alunni sanno

Dettagli

L'UNIONE EUROPEA E I SUOI PARTNER COMMERCIALI

L'UNIONE EUROPEA E I SUOI PARTNER COMMERCIALI L'UNIONE EUROPEA E I SUOI PARTNER COMMERCIALI Primo esportatore mondiale di beni e servizi e principale fonte globale di investimenti esteri diretti, l'ue occupa una posizione dominante nel mercato globale.

Dettagli

VANTAGGI IMPRESE ESTERE

VANTAGGI IMPRESE ESTERE IMPRESE ESTERE IMPRESE ESTERE è il servizio Cerved Group che consente di ottenere le più complete informazioni commerciali e finanziarie sulle imprese operanti in paesi europei ed extra-europei, ottimizzando

Dettagli

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità.

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. K I W I DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. in sintesi Superficie mondiale di kiwi: 160.000 ettari Produzione mondiale di kiwi: 1,3

Dettagli

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a Già negli anni precedenti, la nostra scuola si è dimostrata t sensibile alle problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a stage in aziende e in centri di ricerca

Dettagli

ASIA/PACIFIC: 45,8 milioni di veicoli prodotti nel 2013: + 4,8%

ASIA/PACIFIC: 45,8 milioni di veicoli prodotti nel 2013: + 4,8% ASIA/PACIFIC: 45,8 milioni di veicoli prodotti nel 2013: + 4,8% Nel 2013 sono stati prodotti in Asia 1 /Oceania oltre 45,8 milioni di autoveicoli, con un incremento del 4,8%; in termini di volumi si tratta

Dettagli

Perché si compra nei paesi a basso costo

Perché si compra nei paesi a basso costo Perché si compra nei paesi a basso costo I grafici seguenti sono basati su una ricerca condotta da Accenture presso 3 responsabili degli acquisti in una vasta gamma di settori industriali in Europa e Stati

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

dell Alleanza del Pacifico

dell Alleanza del Pacifico Internazionalizzare nei paesi dell Alleanza del Pacifico Alleanza del Pacifico 10-17 febbraio 10-17 marzo 2015 1 Che cos è l Alleanza del Pacifico È un iniziativa d integrazione regionale composta da Cile,

Dettagli

Programma di Geografia classe 1^ Tecnico Turistico

Programma di Geografia classe 1^ Tecnico Turistico Programma di Geografia classe 1^ Tecnico Turistico Strumenti della Geografia L orientamento Longitudine e Latitudine La cartografia Le proiezioni cartografiche Le rappresentazioni di dati (Areogrammi,

Dettagli

L industria alessandrina della gioielleria: il commercio internazionale Osservatorio Internazionale del Distretto di Valenza e del settore orafo Rocco Paradiso Valenza, 31.01.2008 1 Internazionalizzazione.

Dettagli

IL COLONIALISMO INDICAZIONI

IL COLONIALISMO INDICAZIONI IL COLONIALISMO DESTINATARI Il percorso proposto si rivolge ad alunni stranieri di almeno nove anni e può essere adattato anche per gli studenti dei corsi per adulti. PREREQUISITI Sapersi orientare con

Dettagli

Il mercato internazionale dei prodotti biologici

Il mercato internazionale dei prodotti biologici Marzo 2014 Il mercato internazionale dei prodotti biologici In sintesi Il presente Report sintetizza i principali dati internazionali diffusi di recente in occasione della Fiera Biofach di Norimberga.

Dettagli

Le attività umane. Mondadori Education

Le attività umane. Mondadori Education Le attività umane L economia di uno Stato comprende le risorse naturali e le attività lavorative praticate dai suoi cittadini. L economia è divisa in tre settori: primario, secondario, terziario. Il settore

Dettagli

ESPORTAZIONE DEFINITIVA (EX): AUTORIZZAZIONI RILASCIATE NEL PERIODO 01/01/2003-31/12/2003 ELENCO PER PAESE DI DESTINAZIONE

ESPORTAZIONE DEFINITIVA (EX): AUTORIZZAZIONI RILASCIATE NEL PERIODO 01/01/2003-31/12/2003 ELENCO PER PAESE DI DESTINAZIONE Ministero degli Affari Esteri Dalla RELAZIONE GOVERNATIVA 2004 ESPORTAZIONE DEFINITIVA (EX): AUTORIZZAZIONI RILASCIATE NEL PERIODO 01/01/2003-31/12/2003 ELENCO PER PAESE DI DESTINAZIONE Paese di destinazione

Dettagli

1 551 020 1 531 598-19 422-1,3 TICINO Totale 17 400 091 17 769 842 369 751 2,1

1 551 020 1 531 598-19 422-1,3 TICINO Totale 17 400 091 17 769 842 369 751 2,1 Industria alberghiera e altre infrastrutture. Pernottamenti Fonte TS 2013 2014 Differenza Assoluta Differenza % ET Lago Maggiore 6 593 021 6 1 7 2 6 4,5 Gambarogno Turismo 1 357 144 1 366 558 9 414 0,7

Dettagli

Emigrare per sopravvivere

Emigrare per sopravvivere VOLUME 3 PER LA PROVA INVALSI Unità 16 La mondialità Emigrare per sopravvivere Cognome Nome Classe Data CHI L HA SCRITTO? Nedo Rossi, docente universitario, ed Enzo Tiezzi (1938), insegnante di Chimica

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

LA DECRESCITA FELICE Viaggio alla ricerca del vivere a misura d uomo.

LA DECRESCITA FELICE Viaggio alla ricerca del vivere a misura d uomo. Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau LA DECRESCITA FELICE Viaggio alla ricerca del vivere a misura d uomo. Con la compartecipazione della Provincia di Bologna, Tavolo Provinciale per la Pace.

Dettagli

ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI AGROALIMENTARE. www.prochile.gob.cl

ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI AGROALIMENTARE. www.prochile.gob.cl ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI AGROALIMENTARE www.prochile.gob.cl Il Cile sorprende per la sua geografia diversificata. Le sue montagne, valli, deserti, boschi e migliaia di chilometri

Dettagli

TITOLO GLOBAL ADVERTISING EXPENDITURE FORECAST SEPTEMBER

TITOLO GLOBAL ADVERTISING EXPENDITURE FORECAST SEPTEMBER 10 Fonte Elaborazioni ANES Monitor su dati ZenithOptimedia 2/10 Previsione della spesa pubblicitaria globale e PIL 2014-2017 (%) ZenithOptimedia (una delle più grandi centrali media del mondo) prevede

Dettagli

Programma di geografia per l a.a. 2014/2015, classe 1E

Programma di geografia per l a.a. 2014/2015, classe 1E Programma di geografia per l a.a. 2014/2015, classe 1E Introduzione alla geografia Introduzione agli elementi geografici e morfologici di un territorio. La posizione di un luogo. L idrografia. Introduzione

Dettagli

Aiutare le popolazioni povere delle aree rurali a sconfiggere la povertà L IFAD IN BREVE

Aiutare le popolazioni povere delle aree rurali a sconfiggere la povertà L IFAD IN BREVE Aiutare le popolazioni povere delle aree rurali a sconfiggere la povertà L IFAD IN BREVE Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni

Dettagli

RICICLO ECO EFFICIENTE

RICICLO ECO EFFICIENTE RICICLO ECO EFFICIENTE L industria italiana del riciclo tra globalizzazione e sfide della crisi Duccio Bianchi Istituto di ricerche Ambiente Italia I temi del rapporto L industria del riciclo e la green

Dettagli

ISTITUTO STATALE di ISTRUZIONE SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO:

ISTITUTO STATALE di ISTRUZIONE SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO: ISTITUTO STATALE di ISTRUZIONE SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO: Amministrazione, Finanza e Marketing/IGEA Costruzioni, Ambiente e Territorio/Geometri Liceo Linguistico/Linguistico

Dettagli

Incontro pubblico su Spreco alimentare e fame nel mondo Martedì 15 dicembre 2009, Aula magna ITC Molari Santarcangelo di Romagna (RN)

Incontro pubblico su Spreco alimentare e fame nel mondo Martedì 15 dicembre 2009, Aula magna ITC Molari Santarcangelo di Romagna (RN) onlus Rimini Incontro pubblico su Spreco alimentare e fame nel mondo Martedì 15 dicembre 2009, Aula magna ITC Molari Santarcangelo di Romagna (RN) I problemi agricoli e alimentari del Terzo Mondo come

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Mela Media globale dell impronta dell acqua per una mela di 100 grammi: 70 litri d acqua. Impronta dell acqua di un bicchiere di succo di mela di 200

Mela Media globale dell impronta dell acqua per una mela di 100 grammi: 70 litri d acqua. Impronta dell acqua di un bicchiere di succo di mela di 200 Mela Media globale dell impronta dell acqua per una mela di 100 grammi: 70 litri d acqua. Impronta dell acqua di un bicchiere di succo di mela di 200 ml: 190 litri d acqua. Orzo Media globale dell impronta

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012

ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012 ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012 Prosegue la corsa dell export di settore anche nella parte finale del 2012: + 21,8% nei primi 10 mesi dell anno. La conferma del dato a

Dettagli

Rimini, 24 agosto 2006 ENERGIA AL DI LÀ E AL DI QUA DELLE ALPI

Rimini, 24 agosto 2006 ENERGIA AL DI LÀ E AL DI QUA DELLE ALPI Rimini, 24 agosto 2006 ENERGIA AL DI LÀ E AL DI QUA DELLE ALPI Buon pomeriggio a tutti, come potete immaginare, con il lavoro che faccio, di questi tempi non mi si parla d altro che di petrolio. Anche

Dettagli

CAPITOLO IX L Ingresso sui mercati esteri e la produzione internazionale

CAPITOLO IX L Ingresso sui mercati esteri e la produzione internazionale CAPITOLO IX L Ingresso sui mercati esteri e la produzione internazionale Valutare le differenti forme di ingresso sui mercati esteri, individuando le diverse motivazioni dietro ciascuna di esse Capitolo

Dettagli

Caffè Scienza. Biocarburanti: energia sostenibile? (Dott. Andrea Rossi, Università di Siena & Ecofys)

Caffè Scienza. Biocarburanti: energia sostenibile? (Dott. Andrea Rossi, Università di Siena & Ecofys) Caffè Scienza Biocarburanti: energia sostenibile? (Dott. Andrea Rossi, Università di Siena & Ecofys) Roma, 16/12/2008 Obiettivi delle politiche per i biocarburanti Mitigazione dei cambiamenti climatici

Dettagli

Africa. IDROGRAFIA In Africa scorre il fiume Nilo, che con il Kagera forma il fiume più lungo del mondo (6671. scaricato da www.risorsedidattiche.

Africa. IDROGRAFIA In Africa scorre il fiume Nilo, che con il Kagera forma il fiume più lungo del mondo (6671. scaricato da www.risorsedidattiche. Africa TERRITORIO ED ESTENSIONE L'Africa ha un'estensione di 30,2 milioni di kmq ed è il secondo continente per estensione dopo l'asia. Il suo territorio, dalla forma triangolare con coste poco articolate,

Dettagli

Scenario Macroeconomico e Mercati 27.04.10

Scenario Macroeconomico e Mercati 27.04.10 Scenario Macroeconomico e Mercati 27.04.10 Sommario Quadro Macroeconomico Occupazione Inflazione Fiducia del business Fiducia del consumatore Mercati dei tassi monetari e obbligazionari Tassi a breve e

Dettagli

INDONESIA: UNA OPPORTUNITA NUOVA INDONESIA NEW MARKET OPPORTUNITIES

INDONESIA: UNA OPPORTUNITA NUOVA INDONESIA NEW MARKET OPPORTUNITIES INDONESIA: UNA OPPORTUNITA NUOVA INDONESIA NEW MARKET OPPORTUNITIES 1 Asia Crescita: 2011: 7,8 % 2012: 7,7 % Entro 2050: Pil: $148.000 Miliardi (45% dell output globale) Reddito pro-capite: $38.000 (superiore

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE prof.ssa Luigina DI GIUSTO A.S. 2014/2015 CLASSE: 2 A Afm MATERIA: GEOGRAFIA

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE prof.ssa Luigina DI GIUSTO A.S. 2014/2015 CLASSE: 2 A Afm MATERIA: GEOGRAFIA PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE prof.ssa Luigina DI GIUSTO A.S. 2014/2015 CLASSE: 2 A Afm MATERIA: GEOGRAFIA Modulo n. 1: La globalizzazione nel mondo attuale Collocazione temporale: dal 22 settembre 2014

Dettagli

Dalla natura il carburante pulito: il bioetanolo di seconda generazione

Dalla natura il carburante pulito: il bioetanolo di seconda generazione Dalla natura il carburante pulito: il bioetanolo di seconda generazione Giuseppe Fano Corporate Director, External Relations M&G : Alcuni numeri Azienda chimica multinazionale di proprietà della famiglia

Dettagli

SCHEDA Stato Illinois. Profilo Economico Commerciale

SCHEDA Stato Illinois. Profilo Economico Commerciale ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE della Provincia di Varese SCHEDA Stato Illinois Profilo Economico Commerciale Introduzione (aggiornato con i dati disponibili a marzo 2012) Fonte ICE L Illinois è

Dettagli

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

LA PRODUZIONE DI ORTOFRUTTA MONDIALE ED EUROPEA

LA PRODUZIONE DI ORTOFRUTTA MONDIALE ED EUROPEA LA PRODUZIONE DI ORTOFRUTTA MONDIALE ED EUROPEA L evoluzione del panorama ortofrutticolo dal 2000 al 2012 delineato da CSO sui dati FAO. INDICE pagina 1 Il trend della produzione ortofrutticola mondiale

Dettagli

Dati e fatti sulla produzione di soia e sui Criteri di Basilea

Dati e fatti sulla produzione di soia e sui Criteri di Basilea Dati e fatti sulla produzione di soia e sui Criteri di Basilea Impiego della soia Circa l 85 % della produzione mondiale di soia viene impiegata nell alimentazione a- nimale. La soia contiene importanti

Dettagli

II PARTE. Processi territoriali delle aree asiatiche e le nuove dinamiche della mondializzazione

II PARTE. Processi territoriali delle aree asiatiche e le nuove dinamiche della mondializzazione II PARTE Processi territoriali delle aree asiatiche e le nuove dinamiche della mondializzazione 2. Un Asia, tante Asie: Paesi, aree e regioni dell estremo Oriente Inizio II Millennio ASIA centro della

Dettagli

DATI CONSORZIATI RAFFRONTO DATI STORICI GENN- SETT 14 VS GENN- SETT 13

DATI CONSORZIATI RAFFRONTO DATI STORICI GENN- SETT 14 VS GENN- SETT 13 DATI CONSORZIATI RAFFRONTO DATI STORICI GENN- SETT 14 VS GENN- SETT 13 - VENDITE PER PRODOTTO GENN- SETT 14 VS 13 2013 2014 var. var % Asti docg 38.220.269 37.358.438-861.831-2,3% Moscato d'asti docg 14.082.178

Dettagli

PIANO NAZIONALE SEMENTI BIOLOGICHE II BIENNIO. Attività B2 Verifica della presenza di sementi GM in agricoltura biologica

PIANO NAZIONALE SEMENTI BIOLOGICHE II BIENNIO. Attività B2 Verifica della presenza di sementi GM in agricoltura biologica PIANO NAZIONALE SEMENTI BIOLOGICHE II BIENNIO Attività B2 Rita Zecchinelli, CRA-SCS Sede di Tavazzano - Laboratorio 1 Capofila: CRA-SCS Sede di Tavazzano Laboratorio Unità operativa: Laboratorio Analisi

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

CANADA. Manitoba. Profilo. (Maggio 2012)

CANADA. Manitoba. Profilo. (Maggio 2012) CANADA Profilo Manitoba (Maggio 2012) 1 Il Manitoba in breve Manitoba Canada Peso % Popolazione (mln) 1,2 34,5 3.4% Area ('000 di Km²) 649 9,985 6.4% PIL 2011 a prezzi correnti (mld di C$) 43,9 1.718,7

Dettagli

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro 2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro Nel 2004 (dopo 3 anni di crescita stagnante dovuta principalmente agli effetti degli attacchi terroristici dell 11 settembre e all

Dettagli

La Russia e il modello standard «modificato» 1/2. La Russia e il modello standard «modificato» 2/2

La Russia e il modello standard «modificato» 1/2. La Russia e il modello standard «modificato» 2/2 La Russia e il modello standard «modificato» 1/2 La Russia era una delle regioni più arretrate d Europa ancora a metà del Ottocento Lo Zar Alessandro II per modernizzare il paese e stimolare la crescita

Dettagli

A REGIONE DI KRASNODAR: NUOVO POLO DI CRESCITA NEL SUD DELLA RUSSIA

A REGIONE DI KRASNODAR: NUOVO POLO DI CRESCITA NEL SUD DELLA RUSSIA A REGIONE DI KRASNODAR: NUOVO POLO DI CRESCITA NEL SUD DELLA RUSSIA Anche nella regione di Krasnodar un distretto industriale italiano. La regione per prima ha aperto una propria Rappresentanza ufficiale

Dettagli

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011 (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011 l olio di oliva marzo 2012 Dipartimento Promozione dell'internazionalizzazione Area Agro-alimentare

Dettagli

Visita Istituzionale Agli Enti/Associazioni Di Padova. Presidente Guerrino Gastaldi e Direttore Franco Conzato

Visita Istituzionale Agli Enti/Associazioni Di Padova. Presidente Guerrino Gastaldi e Direttore Franco Conzato Visita Istituzionale Agli Enti/Associazioni Di Padova Presidente Guerrino Gastaldi e Direttore Franco Conzato 1 2 ITALIA: 61.016.804 (2011) VENETO: 4.937.854 (2011) PADOVA provincia: 934.216 (2011) PADOVA

Dettagli

Caratteristiche e Potenzialità

Caratteristiche e Potenzialità Le opportunità di investimento per le aziende italiane Dott. Enrico Perego Milano, 8 Marzo 2012 Caratteristiche e Potenzialità Valutazione Paese Forza lavoro giovane e a basso costo Forte stabilità politica

Dettagli

Economia, ricchezza e povertà: alcuni processi globali in atto. Lorenzo Giovanni Bellù Economista, FAO UN - Roma 6 Novembre 2010

Economia, ricchezza e povertà: alcuni processi globali in atto. Lorenzo Giovanni Bellù Economista, FAO UN - Roma 6 Novembre 2010 Economia, ricchezza e povertà: alcuni processi globali in atto. Lorenzo Giovanni Bellù Economista, FAO UN - Roma 6 Novembre 2010 Alcune domande Quanti siamo? Quanti poveri ci sono? Tra questi ultimi, quanti

Dettagli

(in gestione transitoria - ex Legge 214 del 2011) Gli imballaggi nel commercio estero

(in gestione transitoria - ex Legge 214 del 2011) Gli imballaggi nel commercio estero (in gestione transitoria - ex Legge 214 del ) Gli imballaggi nel commercio estero Questo rapporto è stato redatto da un gruppo di lavoro dell Area Studi, Ricerche e Statistiche dell Ex - ICE Coordinamento

Dettagli

Influenza pandemica (A/H1N1p)

Influenza pandemica (A/H1N1p) Influenza pandemica (A/H1N1p) Aggiornamento del 27.11.10 1 INFLUENZA UMANA PANDEMICA - A/H1N1p Aggiornamento al 27 Novembre 2010 Si comunica che a seguito degli ultimi comunicati emessi dall Organizzazione

Dettagli

Capitolo 2. Commercio. uno sguardo. adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) [a.a.

Capitolo 2. Commercio. uno sguardo. adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) [a.a. Capitolo 2 Commercio internazionale: uno sguardo d insieme [a.a. 2012/13 ] adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) Struttura della Presentazione Il commercio

Dettagli

Le opportunità di un mondo che cresce

Le opportunità di un mondo che cresce UNIONCAMERE EMILIA-ROMAGNA TEMPORARY EXPORT MANAGER 2014 Le opportunità di un mondo che cresce Camera di Commercio di Ravenna 26 marzo 2014 Dentro il tunnel Partire dai numeri nonostante quanto si dice

Dettagli

Il negoziato agricolo e il vertice di Cancun: cronaca di un fallimento annunciato

Il negoziato agricolo e il vertice di Cancun: cronaca di un fallimento annunciato Il negoziato agricolo e il vertice di Cancun: cronaca di un fallimento annunciato Luca Salvatici Dipartimento di Economia Pubblica - Università degli Studi di Roma La Sapienza Macerata, 29 ottobre 2003

Dettagli

India : una terra tanto grande quanto misteriosa!

India : una terra tanto grande quanto misteriosa! India : una terra tanto grande quanto misteriosa! Il nome India fu dato dai colonizzatori inglesi alle terre attraversate dal fiume Indo. Il territorio Il parco nazionale reale di Chitwan Nel parco vivono:

Dettagli

L auto aziendale in Italia

L auto aziendale in Italia L auto aziendale in Italia Modalità e tendenze Company Car Drive Alessandro Brioschi 14 Maggio 2015 2014 Towers Watson. All rights reserved. Agenda Chi è Towers Watson Una panoramica tratta dalle nostre

Dettagli

Desertificazione: situazione attuale nelle maggiori aree del globo

Desertificazione: situazione attuale nelle maggiori aree del globo Desertificazione: situazione attuale nelle maggiori aree del globo Situazione mondiale Cause antropiche di degrado del suolo Estensione (milioni di ha) % sul totale Deforestazione Allevamento intensivo

Dettagli

LE PROSPETTIVE DI MERCATO PER IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI

LE PROSPETTIVE DI MERCATO PER IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI Conegliano, 20 febbraio 2014 DENIS PANTINI Direttore Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa LE PROSPETTIVE DI MERCATO PER IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI I temi di approfondimento

Dettagli

La regione sino-giapponese

La regione sino-giapponese La regione sino-giapponese Osserva la carta della regione sino-giapponese. Quali stati ci sono?... Ci sono isole? Quali isole vedi?... Quali sono le città più importanti? L ambiente. La regione sino-giapponese

Dettagli

Le scoperte geografiche. Vasco de Gama circumnaviga (gira attorno) l Africa e arriva in India.

Le scoperte geografiche. Vasco de Gama circumnaviga (gira attorno) l Africa e arriva in India. 01 Scoperte e conquiste territoriali (di nuove terre) Gli storici pensano che la scoperta dell America nel 1492 è una data importante nella storia: infatti in questo anno finisce il periodo storico che

Dettagli

Report sul gas naturale

Report sul gas naturale Report sul gas naturale A) Focus Energia B) Produzione Gas Naturale C) Consumo Gas Naturale D) Riserve Gas Naturale E) Il Commercio Mondiale di Gas Naturale F) I prezzi G) Il Nord America H) L Europa I)

Dettagli

Ottobre 2009. 10 buoni motivi per investire in Francia

Ottobre 2009. 10 buoni motivi per investire in Francia Ottobre 2009 10 buoni motivi per investire in Francia Keys to understanding the new France 2 1 Un economia di carattere mondiale 23.000 sedi di imprese estere presenti, con 2,8 milioni di dipendenti, di

Dettagli

Fabrizio Pediconi, Agente Generale Coface. Analisi Rischio Paese e Assicurazione dei Crediti: il punto di Coface per Assolombarda

Fabrizio Pediconi, Agente Generale Coface. Analisi Rischio Paese e Assicurazione dei Crediti: il punto di Coface per Assolombarda Fabrizio Pediconi, Agente Generale Coface Analisi Rischio Paese e Assicurazione dei Crediti: il punto di Coface per Assolombarda 1 Coface- Rischio Paese 2011 Assolombarda 09/03/2011 La missione di Coface

Dettagli

Biocarburanti: un alternativa sostenibile?

Biocarburanti: un alternativa sostenibile? Biocarburanti: un alternativa sostenibile? Annalisa Zezza Istituto Nazionale di Economia Agraria zezza@inea.it Torvergata Roma 27 NOVEMBRE 2008 Il contesto aumento del prezzo dell energia e della dipendenza

Dettagli

SCHEDA DI SINTESI. Le importazioni, anch esse in rallentamento, rimangono però ad un livello significativo (30%) rispetto ai valori esportati

SCHEDA DI SINTESI. Le importazioni, anch esse in rallentamento, rimangono però ad un livello significativo (30%) rispetto ai valori esportati PANORAMA DEL SETTORE In questi ultimi anni, possiamo parlare di più di un decennio ormai, in Europa è prevalsa la politica del libero mercato e della globalizzazione. Politica attuata, però, senza che

Dettagli

COSA NE SAPPIAMO DEL SAHEL? QUIZ SICUREZZA ALIMENTARE

COSA NE SAPPIAMO DEL SAHEL? QUIZ SICUREZZA ALIMENTARE Tipo di attività/strumento Quiz a risposta multipla Spunti didattici COSA NE SAPPIAMO DEL SAHEL? QUIZ SICUREZZA ALIMENTARE Conoscenza e approfondimento dei concetti di sicurezza e sovranità alimentare.

Dettagli

IL VINO ITALIANO NEL MERCATO MONDIALE: OPPORTUNITÀ ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI DENIS PANTINI

IL VINO ITALIANO NEL MERCATO MONDIALE: OPPORTUNITÀ ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI DENIS PANTINI IL VINO ITALIANO NEL MERCATO MONDIALE: CRITICITÀ ED OPPORTUNITÀ ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI DENIS PANTINI Direttore Area Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa I temi di approfondimento

Dettagli

Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane

Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane A. Alivernini, M. Gallo, E. Mattevi e F. Quintiliani Conferenza Turismo internazionale: dati e risultati Roma, Villa Huffer, 22 giugno 2012 Premessa:

Dettagli

CRISI MONDIALE! CONFRONTI ED ANALOGIE CON IL 1929

CRISI MONDIALE! CONFRONTI ED ANALOGIE CON IL 1929 CRISI MONDIALE! CONFRONTI ED ANALOGIE CON IL 1929 Sintesi del seminario tenuto presso l'università di Trieste - Facoltà di Scienze Politiche - per l'insegnamento di Geografia Economica. Milano, aprile

Dettagli

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI Ottobre 2012 1 L ATLANTE DEL MADE IN ITALY Le rotte dell export italiano prima e durante la crisi La crisi dell economia

Dettagli

Quanta acqua serve per produrre un kg di carta?

Quanta acqua serve per produrre un kg di carta? Quanta acqua serve per produrre un kg di carta? a) nuova 10 litri / riciclata 0,5 litri b) nuova 100 litri / riciclata 2 litri c) nuova 350 litri / riciclata 70 litri Quasi nessun prodotto può essere fabbricato

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro

Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Quaderni Statistici e Informativi ISSN 1974-6822 Quaderno dei Prezzi N 8 - Dicembre 2009 Quaderni Statistici e Informativi La collana Quaderni

Dettagli

ELENCO MATERIALE DI STORIA E GEOGRAFIA

ELENCO MATERIALE DI STORIA E GEOGRAFIA ELENCO MATERIALE DI STORIA E GEOGRAFIA Conoscere il mondo (ed. Principato) Le civiltà dei fiumi (ed. De Agostini) L Italia, il mio paese (ed. ATLAS) Avventure e conquiste nei secoli (ed. Confalonieri)

Dettagli

Discorso del Direttore-Generale. in occasione della cerimonia per la Giornata mondiale dell'alimentazione. Roma, 16 ottobre 2009

Discorso del Direttore-Generale. in occasione della cerimonia per la Giornata mondiale dell'alimentazione. Roma, 16 ottobre 2009 Discorso del Direttore-Generale in occasione della cerimonia per la Giornata mondiale dell'alimentazione Roma, 16 ottobre 2009 Conseguire la sicurezza alimentare in tempi di crisi Sala Plenaria, Sede della

Dettagli

ANCE Sicilia Smobilizzo crediti con le PP.AA. Ristrutturazione del debito Sistema di Gestione Resp. Amministrativa Il Gruppo Atradius

ANCE Sicilia Smobilizzo crediti con le PP.AA. Ristrutturazione del debito Sistema di Gestione Resp. Amministrativa Il Gruppo Atradius ANCE Sicilia Smobilizzo crediti con le PP.AA. Ristrutturazione del debito Sistema di Gestione Resp. Amministrativa Il Gruppo Atradius Giulio Longobardi Direttore commerciale Atradius Italia Palermo 14

Dettagli

Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane

Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane Roberto Cassanelli - Responsabile Commerciale Corporate Nord Est Verona, 8 aprile 2013 INDICE IL QUADRO

Dettagli

Atlante Statistico dell Energia. RIE per AGI

Atlante Statistico dell Energia. RIE per AGI Atlante Statistico dell Energia RIE per AGI Settembre 215 ENERGIA E AMBIENTE 14 Emissioni totali di CO2 principali nei paesi Europei 12 1 mln tonn. 8 6 4 2 199 1992 1994 1996 1998 2 22 24 26 28 21 212

Dettagli

Emission Trading & Green Solutions

Emission Trading & Green Solutions Emission Trading & Green Solutions AitherCO 2 è stata fondata da un gruppo di professionisti attivi nel campo finanziario ed in particolar modo nei mercati delle materie prime e ambientali. AitherCO 2

Dettagli

MORTALITA INFANTILE E SOTTOSVILUPPO Due dei problemi più gravi nel mondo Cerchiamo insieme una soluzione!

MORTALITA INFANTILE E SOTTOSVILUPPO Due dei problemi più gravi nel mondo Cerchiamo insieme una soluzione! MORTALITA INFANTILE E SOTTOSVILUPPO Due dei problemi più gravi nel mondo Cerchiamo insieme una soluzione! Il concetto di sottosviluppo è stato introdotto, al termine della seconda guerra mondiale, da H.S.Truman

Dettagli