SAEC Scuola di Antropologia Esistenziale Cosmoartistica Bologna/Prato LABORATORIO SUL TESTO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SAEC Scuola di Antropologia Esistenziale Cosmoartistica Bologna/Prato LABORATORIO SUL TESTO"

Transcript

1 SAEC Scuola di Antropologia Esistenziale Cosmoartistica Bologna/Prato LABORATORIO SUL TESTO LA SOPHIA ANALISI E IL PRINCIPIO DELLA GIOIA del prof. Antonio Mercurio Titolo: Insieme, che occasione! Un esplorazione del gruppo e delle sue potenzialità Conducono Piero Carlucci e Donatella Gizzarelli supervisione: Dr.ssa Anna Agresti

2 Insieme, che occasione! Un esplorazione del gruppo e delle sue potenzialità Brevi cenni sulla storia del gruppo Il primo gruppo terapeutico fu creato nel 1905 dal medico internista Joseph Pratt, statunitense di Boston. E- gli era solito riunire sotto la sua direzione malati di tubercolosi al fine di condividere i progressi nella cura della malattia. Il metodo si dimostrò efficace e fu in seguito adottato per i pazienti schizofrenici da E- dward Lazell e per i balbuzienti da Cody Marsh. Gli psicanalisti erano soliti preferire l analisi individuale, poichè Freud riteneva che nel gruppo si accentuassero gli aspetti più primitivi e aggressivi dell uomo, ad eccezione di Alfred Adler, che sosteneva la grande importanza della vita comunitaria per l individuo, e di Trigant Burrow, psicanalista americano che, già nel 1920, riteneva che il gruppo fosse una unità che non era la somma dei singoli appartenenti ma qualcosa di diverso e ulteriore, e che quello che più contava nella terapia era il qui ed ora piuttosto che l analisi del passato. Jacob L. Moreno ideava, intorno agli anni 30, un metodo originale di terapia di gruppo chiamato psicodramma. Lo psicodramma è la messa in scena del proprio mondo interiore; l azione, secondo Moreno, è molto più efficace e terapeutica della parola. Nel 1935, negli Stati Uniti, nasceva Alcolisti Anonimi. Si tratta del più conosciuto gruppo di auto aiuto, dove manca la figura del conduttore. Alcolisti Anonimi viene fondata da un agente di borsa di Wall Street e da un medico chirurgo, entrambi alcolisti, i quali si resero conto che condividendo le loro dolorose esperienze e aiutandosi a vicenda riuscivano a mantenersi lontani dall'alcol. Kurt Lewin creava nel 1946 i T-Group (Training group), gruppi di lavoro dove si focalizzano le dinamiche interne al gruppo stesso nel qui ed ora. Fu Lewin a usare per primo il concetto di dinamica di gruppo, intesa come modo in cui gli individui, che compongono un gruppo, comunicano e si comportano tra di loro. Durante la nostra vita abbiamo spesso a che fare con i gruppi: il gruppo della famiglia, il gruppo di amici, il gruppo lavorativo. Esistono varie possibilità di lavorare in gruppo: il gruppo dinamico con finalità terapeutiche, il gruppo antropologico, il gruppo a tema (per esempio, sulla sessualità) che può variare nella durata. Si possono organizzare lavori di gruppo anche di un solo incontro, come questo laboratorio. In questo nostro lavoro focalizzeremo la nostra attenzione sui gruppi di crescita, e in particolare sul gruppo antropologico creato da Antonio Mercurio. Far parte di un gruppo antropologico permette di capire come ci rapportiamo al mondo, aiuta a superare le difficoltà legate alle relazioni con gli altri. Il gruppo è come un grande amplificatore: Quando siamo insieme ad altre persone, le nostre caratteristiche personali si estremizzano: diamo il meglio o il peggio di noi stessi. (G. Ciappina, I benefici della sophianalisi di gruppo).

3 Il gruppo ci aiuta anche a confrontarci con le diverse parti di noi stessi..ogni membro del gruppo rappresenta una parte di noi da scoprire! Il gruppo è una palestra dove ci si allena tutti insieme all arte di amare, di amarsi e di essere amati attraverso l ascolto della saggezza individuale e corale. L Antropologia Esistenziale Cosmoartistica fondata da Antonio Mercurio comprende la Sophia- Analisi, la Sophia Art e la Cosmo-Art. Cos è la Sophia Analisi di Antonio Mercurio? Sophia Analisi significa analisi della saggezza. La Sophianalisi è centrata sul concetto di Persona, dotata di libertà di scegliere tra decisioni di odio e decisioni di amore. Mentre la psicoanalisi considera l uomo come un essere che non è libero, perchè l inconscio lo domina quasi completamente, la sophianalisi aiuta a sviluppare sempre di più la capacità di amarsi, di amare e di essere amati, nella libertà. E un metodo di lavoro che aiuta a ricercare soluzioni nuove ai problemi umani. Perchè? Perchè le vecchie soluzioni non vanno più bene: la vita è in evoluzione e anche l uomo, se vuole vivere bene e in armonia con la vita, deve evolversi. Anche il pensiero di Antonio Mercurio si è evoluto, e dopo la Sophia Analisi Antonio Mercurio ha sviluppato: - la Sophia Art : l uomo lavora per fare della sua vita un opera d arte, attraverso la saggezza compie un percorso per diventare artista della sua vita. Usa l arte come metodo, per esempio attingendo al teatro, ai film, ecc. - la Cosmo Art: l uomo crea insieme con altri la bellezza nella sua vita e nella vita dell universo. Il progetto della persona si armonizza con un progetto più grande, quello dell Universo di cui noi tutti facciamo parte. Il gruppo Il pensiero occidentale ci ha abituati a pensare che per riuscire nella vita occorre farcela da soli, in una lotta individuale per la sopravvivenza e per il successo, ispirata all uno contro tutti!. L uomo vuole essere assoluto, unico, per dimostrare a se stesso e agli altri che è come Dio. Questo modo di pensare ha prodotto solitudine e infelicità, perchè l essere umano è fatto per stare con gli altri! Il gruppo aiuta ad uscire dall idea che dobbiamo farcela da soli e che esistiamo solo noi. Antonio Mercurio propone di pensare che si può creare bellezza solo insieme con gli altri. La collaborazione e il sostegno reciproco sono i nuovi modelli a cui possiamo ispirarci. Antonio Mercurio ha creato la Sophianalisi, la Sophia art e la Cosmo- art. Nel passaggio dall una all altra, egli ha dato sempre maggiore peso e spessore alla coralità. Statuto della Cosmoart è la creazione della bellezza seconda, la bellezza che non muore perché ha attraversato la morte e l ha trascesa. La bellezza seconda si crea sempre insieme con altri, e una persona è corale ogni qualvolta che, di fronte a una diversità o a un opposto, promuove una modificazione migliorativa di se, o dell altro o di entrambi 1. 1 Emanuele Chimienti, Cammino di crescita verso una bellezza che non muore, p.513

4 Insieme si sviluppa più energia che da soli, si possono ottenere grandi trasformazioni confrontandosi e armonizzandosi con gli altri. Il gruppo è come un acceleratore di energia. Il gruppo può avere diverse finalità: quello di cui parleremo non è un gruppo terapeutico. Perchè? Perchè Antonio Mercurio, rifacendosi alle idee di C. Rogers, esponente della psicologia umanista, centra la sua attenzione sulla crescita e non sulla guarigione. Il componente del gruppo è una persona che desidera crescere, non un malato da curare. Il gruppo può rappresentare la madre: in positivo, è la madre che ci dà amore e accoglienza. Il gruppo, come un nuovo utero, è nutrimento: ci dà quell accoglienza che può esserci mancata. In negativo, può essere vissuto come schiacciante, divorante. Per questo nei gruppi viene lasciato uno spazio per esprimere le emozioni. Il gruppo può rappresentare il padre: indica la meta da raggiungere, il progetto da sviluppare, stabilisce le regole, a volte antipatiche da rispettare ma necessarie se si vuole crescere... Cercare insieme soluzioni nuove. Nel corso della nostra vita ci troviamo ad affrontare problemi di vario tipo. Di solito, troviamo delle soluzioni. Ma queste soluzioni spesso sono parziali. Sono parziali perchè nell analizzare la situazione noi consideriamo solo un aspetto della realtà o solo un aspetto di noi stessi. Esempio: io non vado d accordo con il mio superiore perchè mi sento poco valorizzata, quello che faccio non viene mai apprezzato. Che fare? Posso andare via e cambiare ufficio. Ma questa è una soluzione parziale perchè non tiene conto del perchè io non vado d accordo con lui.. Una soluzione globale è buona oggi e lo sarà anche domani, perchè è la risposta a queste domande: chi sono io? Quali parti di me devo trasformare per armonizzarmi con gli altri? Nell esempio di prima, posso accettare che non vado d accordo con il mio superiore perchè mi aspetto che lui mi riconosca un valore, ma sono io per prima a non riconoscermelo! La risposta è dentro di noi. Il gruppo aiuta a trovare le soluzioni ai nostri problemi che noi, da soli, non riusciamo a vedere, ma che sono già dentro di noi. Questo è molto importante perchè a volte è più facile cercare soluzioni fuori... appoggiandoci alla religione, a santoni, maghi... E rivoluzionario pensare che invece dentro di noi c è una saggezza profonda, che possiamo contattare con l aiuto di un gruppo. Nel gruppo si aumentano gli spazi di libertà Antonio Mercurio parla di un processo dialettico di liberazione a spirale. Cosa significa? Significa che per trovare la soluzione buona per la nostra vita occorre passare per quella sbagliata! Significa che ognuno di noi, nella vita di tutti i giorni, recita una parte. Avete notato che quando finisce una storia perchè non sopportavate il vostro partner poi ne incontrate uno quasi uguale?? Cosa accade quando la parte che si recita non ci da gioia ma anzi dolore? Nel gruppo, inevitabilmente finiremo per recitare la stessa parte di sempre, almeno all inizio. Ma lo faremo: 1) in un contesto guidato e protetto, senza giudizio e con amore; 2) con l intenzione di trovare soluzioni nuove, di creare bellezza nella nostra vita, e di farlo insieme con gli altri.

5 Non è facile passare per la soluzione sbagliata perchè, normalmente, ci rifiutiamo di anche solo di pensare di potere dire o fare cose sbagliate, vorremmo sempre essere nel giusto. Se invece ci affidiamo al conduttore, che rappresenta la nostra parte saggia e positiva, e al gruppo, possiamo conoscere la nostra parte ombra, la parte che ha bisogno di trasformarsi. I passaggi sono questi: CONOSCERE ACCETTARE TRASFORMARE. decidendo di trasformare le nostre parti negative aumentiamo sempre di più la nostra libertà. Occorre accettare che è un lavoro che si fa POCO ALLA VOLTA, procedendo per tentativi ed errori. GRUPPI ANTROPOLOGICI Come si arriva al gruppo antropologico I primi gruppi condotti da Antonio Mercurio sono gruppi di psicoterapia, nati nel ambito dell Istituto di Psicoterapia Analitica da lui fondato. L IPA aveva infatti il compito di formare psicoterapeuti. Influenze teoriche: Freud con la psicoanalisi; Jean Paul Sartre e l esistenzialismo: il gruppo è un mediatore tra l uomo e la società; i rapporti all interno del gruppo sono ispirati alla reciprocità; Carl Rogers, esponente della psicologia umanistica, fonda la terapia centrata sul cliente: non esiste un paziente da guarire ma un cliente da aiutare a crescere; La Sophia Analisi di Antonio Mercurio. Nei gruppi sophianalitici si cercano, attraverso il contatto e l ascolto della saggezza individuale e corale, soluzioni nuove ai problemi dell uomo. I conduttori sono due, possibilmente un uomo e una donna che rappresentano la coppia padre/madre, i partecipanti sono come figli/fratelli. Il gruppo lavora a un problema portato da uno dei partecipanti; i conduttori svolgono ruoli diversi: uno è dentro il gruppo e partecipa direttamente allo svolgersi del gruppo; l altro invece osserva, e alla fine interpreta le dinamiche emerse nel gruppo. E con riferimento al gruppo sophianalitico che Antonio Mercurio crea l immagine del gruppo come una stella. Ciò che succede in un gruppo è paragonabile a ciò che succede a una stella. 1) fase della condensazione intorno a un problema centrale; i partecipanti dicono ciò che pensano, si esprimono, si avvicinano; 2) fase della collassazione: si entra nel cuore del problema, il dolore viene accettato e vissuto; 3) reazione termonucleare: dopo avere toccato il dolore l energia in esso contenuto fa si che avvengano le trasformazioni, le decisioni di cambiamento. E nata una stella! Il primo gruppo antropologico è nato intorno alla fine degli anni 90, è il Gruppo di Cosmo Art condotto da Paola e Antonio Mercurio, cui è affidato il compito di preparare e condurre i Laboratori di Cosmo Art che si svolgono a Frascati quattro volte all anno. Da allora i gruppi antropologici si sono diffusi all interno dei vari istituti e scuole aderenti alla S.U.R. Principio organismico.

6 Nel gruppo antropologico è particolarmente importante il principio organismico: il gruppo non è la semplice somma di tutti coloro che ne fanno parte, è come un unico organismo vivente. Se nel gruppo decidiamo di considerarci come un unico organismo vivente, tutto quello che succede agli altri succede anche a noi, nulla ci è estraneo. Così si può smascherare per es. il meccanismo di difesa del capro espiatorio, cioè quella persona che catalizza la negatività del gruppo. I membri di un gruppo (...) decidono di sentire ed agire come le parti o le cellule di uno stesso organismo, riconoscendo pienamente il ruolo e la funzione di se stessi e di ogni altra parte e collaborando lealmente, fino in fondo, senza riserve e con tutte le proprie potenzialità, alla realizzazione del progetto comune 2 Ciascuna persona, ciascuna storia che è nel gruppo è una parte di noi, ci appartiene. Anche se facciamo parte di un gruppo non rinunciamo alla nostra identità: entriamo a far parte di un identità più grande! Il lavoro di gruppo insegna la difficile arte di essere se stessi anche quando si è insieme agli altri. Cos è un gruppo antropologico? E formato da tante persone che decidono di fare un percorso per poter esplorare i propri vissuti e le proprie emozioni, con la direzione di uno o due conduttori. I conduttori sono due, meglio se un uomo e una donna, perchè rappresentano la fusione tra parte maschile e parte femminile. La parte femminile rappresenta l accoglienza e l amore e la parte maschile rappresenta il progetto e la regola. Nel gruppo antropologico è molto importante il progetto, che consente di unire le persone che partecipano al gruppo. Diceva Antoine de Saint-Exupery: Amore non è guardarci l'un l'altro, ma guardare insieme nella stessa direzione. Il progetto è la meta che consente di andare oltre le difficoltà. Perchè entrare a far parte di un gruppo? - uscire dall isolamento; - trovare insieme soluzioni nuove; - conoscere noi stessi e le nostre verità; - comprendere meglio il nostro modo di rapportarci agli altri, per superare gli ostacoli che incontriamo nelle nostre relazioni e rafforzare i nostri punti di forza; è importante lavorare anche per rafforzare ed evidenziare le nostre qualità perchè a volte il senso di colpa ci può far vedere una qualità come un difetto...e poi nel counseling si lavora sulla salute e sul benessere, non sulla patologia e sul disagio. - sviluppare la nostra capacità di amare, amarci ed essere amati. - imparare a creare bellezza insieme agli altri; - imparare a perdere le parti di noi che ci impediscono di armonizzarci con gli altri Quali sono gli obiettivi? Ritrovare i propri progetti personali e corali.. Il gruppo antropologico è centrato sul progetto, fin dalla sua nascita. Ogni gruppo ha una propria identità e un suo progetto. Per esempio ci possono essere gruppi che si danno il progetto di approfondire il tema della sessualità, o il tema della coppia, l odio rimosso. Come lavora il gruppo? 2 AAVV, Amore di gruppo, Armando Editore, Roma, 2008, p.466

7 I primi tempi che si lavora nel gruppo i partecipanti si conoscono meglio tra di loro, con interventi centrati su come aiutare l altro nei propri vissuti e nelle proprie nebbie... cioè difficoltà. Il gruppo: Si incontra in genere due volte al mese al giorno e all ora stabilita; ogni incontro dura circa due ore; la prima parte è dedicata alle richieste di aiuto, la seconda parte al progetto; Ha una durata di 3-5 anni; Quello che si dice nel gruppo rimane nel gruppo (segreto professionale) Cos è il patto di amicizia e a cosa serve? In un gruppo possono nascere dei conflitti. Questo è umano ma può fare perdere di vista il progetto del gruppo. Ogni componente scrive rispondendo a queste domande: Che cos è l amicizia? Quali sono le difficoltà? Quali sono gli impegni? Gli scritti vengono letti nel gruppo e condivisi. Poi i componenti si incontrano per fare una sintesi degli scritti in un unico scritto corale. Questo è importante e fondamentale perché è un metodo per risolvere i conflitti: quando c è un momento di tensione, un incomprensione, una crisi, ognuno può rileggersi questo patto. Il patto dell amicizia è indispensabile per uscire dall individualismo ed entrare nell energia del gruppo. L energia di un gruppo è sicuramente più consistente dell energia del singolo. Pensiamo alla bellezza del suono di un orchestra, ci sono tanti strumenti diversi che si uniscono e creano un armonia.. che è molto diversa dal suono di un solo strumento. Cos è la mappa della capacità di amarsi e a cosa serve? La mappa della capacità di amarsi aiuta a capire a che punto si è nella capacità di amare sè stessi e dove si vuole andare. Ciascuno scrive un testo rispondendo a queste domande: - A che punto sono nell amore per me stesso a questo punto del mio percorso, qualcosa è cambiato rispetto a prima? - Quali sono gli ostacoli alla capacità di amarmi? - Cosa intendo fare per amare me stesso? Se c è stato un miglioramento nella capacità di amarsi, si acquisisce la fiducia per portare avanti i progetti personali e del gruppo. Gli scritti vengono letti nel gruppo e condivisi. Poi tutti gli scritti verranno sintetizzati in un unico scritto. La mappa sarà molto importante qualora un componente dovesse perdere per un istante l amore per sè stesso: lo potrà ritrovare grazie a questa mappa. Nessuno ci ha insegnato ad amarci. Ci hanno detto che amarci è egoismo. O amiamo gli altri e trascuriamo noi stessi oppure amiamo noi stessi e trascuriamo gli altri. Anch io ho amato tanto gli altri come mi avevano insegnato e poi mi sono trovato sempre solo, perché mancava l amore per me stesso. Il primo passaggio è amare se stessi, se questo non avviene amare l altro significa solo riempire un vuoto, non si tratta di amore ma solo un bisogno. Cos è la mappa dell inconscio esistenziale e a cosa serve?

8 L inconscio esistenziale contiene tutti gli avvenimenti, le reazioni e le decisioni che si sono formate durante la vita intrauterina. E formato dall inconscio fattuale, inconscio reattivo e inconscio decisionale. L inconscio fattuale è la nostra storia: nostra madre ci attendeva oppure no? Voleva un maschio o una femmina? L inconscio reattivo è la nostra reazione a questi fatti. L Io psichico è una parte della persona che è capace solo di reazioni, secondo la legge dello stimolo-risposta. Di fronte a un certo evento, tendiamo a reagire sempre allo stesso modo, che è poi il modo in cui abbiamo reagito nell utero. E l istinto a guidare la reazione e l istinto non è libero, è determinato: quasi sempre le reazioni sono rabbia o paura, che seguono lo schema attacca o fuggi. L inconscio decisionale contiene le nostre decisioni di amore e di odio, prese fin dalla vita intrauterina. Si tratta di azioni decise liberamente. Ma come, il feto decide? E un concetto rivoluzionario! Il feto decide perchè è una piccola Persona. Egli ha un Sé fonte di saggezza e di amore, ha un Io Corporeo, un Io psichico, un Io Persona. C è, anche se molto limitata, la possibilità di scegliere, un barlume di libertà, fin dal concepimento. Perche scrivere una mappa dell inconscio esistenziale? Perchè aiuta a comprendere l origine antica dei nostri comportamenti, soprattutto quelli distruttivi. Aiuta a mettere a fuoco l odio rimosso e a decidere di nuovo di amarci. Aiuta a capire perchè tendiamo a ripetere sempre gli stessi comportamenti o a trovarci nelle stesse situazioni. Questo lavoro serve a superare e a cambiare la propria storia. Riassunto di un anno di gruppo a Ginevra con la conduzione di Antonio Mercurio e Martine Favrat. Parole chiave: il gruppo come un puzzle. Esiste un qualcosa che unisce tutti i singoli gruppi che si sono svolti durante l anno oppure no? Questa continuità esiste. Dall accettazione di una dipendenza sana (la madre- gruppo) si sviluppa l amore per se stessi e per gli altri. I passaggi sono : - accettare la dipendenza, per diventare autonomi; - riconoscere il bisogno che abbiamo degli altri, perchè non siamo onnipotenti. Questo è un ostacolo molto grande da superare nella vita del gruppo, perchè ci insegnano che da grandi ce la dobbiamo cavare da soli e che siamo in gamba se non abbiamo bisogno di aiuto! - riconoscere le nostre parti positive, per potere trasformare con tanto amore quelle parti negative che ci impediscono di vivere in armonia con noi stessi e con gli altri e di realizzare i nostri progetti.

Indicazioni per la conduzione delle interviste

Indicazioni per la conduzione delle interviste Indicazioni per la conduzione delle interviste Condurre almeno due interviste sul tema della Relazione di coppia utilizzando lo schema di massima riportato di seguito. Dopo aver condotto le interviste

Dettagli

Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali

Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre ma nell avere nuovi occhi M.Proust Per migliorare la propria autostima

Dettagli

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 Sintesi per le partecipanti Laboratorio LAVORO 1 e 2 Progetto Leadership femminile aprile-giugno 2013 Elena Martini Francesca Maria Casini Vanessa Moi 1 LE ATTESE E LE MOTIVAZIONI

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

LA TERAPIA DELLA RICONCILIAZIONE

LA TERAPIA DELLA RICONCILIAZIONE Premise 1 LA TERAPIA DELLA RICONCILIAZIONE Ci sono varie forme di riconciliazione, così come ci sono varie forme di terapia e varie forme di mediazione. Noi qui ci riferiamo alla riconciliazione con una

Dettagli

GRUPPI DI INCONTRO per GENITORI

GRUPPI DI INCONTRO per GENITORI Nell ambito delle attività previste dal servizio di Counseling Filosofico e di sostegno alla genitorialità organizzate dal nostro Istituto, si propone l avvio di un nuovo progetto per l organizzazione

Dettagli

GVV FORMAZIONE REGIONE PIEMONTE 2015 2016

GVV FORMAZIONE REGIONE PIEMONTE 2015 2016 GVV FORMAZIONE REGIONE PIEMONTE 2015 2016 L ASCOLTO Primo passo dell Accoglienza Padre GHERARDO ARMANI C. M. 1. La relazione di aiuto La relazione si fonda su un rapporto umano centrato sull incontro di

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

Le caratteristiche dell adolescenza. Problematiche tipiche del contesto attuale

Le caratteristiche dell adolescenza. Problematiche tipiche del contesto attuale Le caratteristiche dell adolescenza Problematiche tipiche del contesto attuale Le mete da raggiungere L obiettivo è la maturità: Fisica (corpo e capacità di generare) Mentale (generalizzazione e astrazione)

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

La consulenza di una coppia che ha vissuto il tradimento. Roma 11 ottobre 2009 Romolo Taddei e Agata Pisana

La consulenza di una coppia che ha vissuto il tradimento. Roma 11 ottobre 2009 Romolo Taddei e Agata Pisana La consulenza di una coppia che ha vissuto il tradimento Roma 11 ottobre 2009 Romolo Taddei e Agata Pisana 1. Premessa: suoni stridenti e melodie sgradevoli Oggetto del nostro incontro: il tradimento e

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro. Corso a cura di Agape Consulting

La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro. Corso a cura di Agape Consulting La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro Corso a cura di Agape Consulting La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro La capacità di comunicare e di negoziare è il principale

Dettagli

Sessualità coniugale e metodi naturali

Sessualità coniugale e metodi naturali INER-Italia Istituto per l Educazione alla Sessualità e alla Fertilità Sessualità coniugale e metodi naturali Corso di preparazione per animatori di fidanzati e giovani coppie di sposi INER BS www.fecunditas.it

Dettagli

COSTELLAZIONI FAMILIARI E SISTEMICHE ED E.F.T. (Emotional Freedom Techniques)

COSTELLAZIONI FAMILIARI E SISTEMICHE ED E.F.T. (Emotional Freedom Techniques) COSTELLAZIONI FAMILIARI E SISTEMICHE ED E.F.T. (Emotional Freedom Techniques) Il metodo delle Costellazioni Familiari e Sistemiche nasce a metà degli anni '70 grazie al lavoro di Bert Hellinger, uno psicoterapeuta

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Alessandro Ricci Psicologo Psicoterapeuta Università Salesiana di Roma

Alessandro Ricci Psicologo Psicoterapeuta Università Salesiana di Roma Alessandro Ricci Psicologo Psicoterapeuta Università Salesiana di Roma LA COPPIA NON PUO FARE A MENO DI RICONOSCERE E ACCETTARE CHE L ALTRO E UN TU E COME TALE RAPPRESENTA NON UN OGGETTO DA MANIPOLARE

Dettagli

l intervento, la ricerca che si sta progettando)

l intervento, la ricerca che si sta progettando) Definizione delle motivazioni che richiedono l attuazione del progetto (contesto e target) Il motivo è quello di lasciare a tutti un pensiero sull essere felici. Definizione chiara e coerente degli obiettivi

Dettagli

Il mondo dell affettività e della sessualità. Per genitori e ragazzi

Il mondo dell affettività e della sessualità. Per genitori e ragazzi Il mondo dell affettività e della sessualità Per genitori e ragazzi Monica Crivelli IL MONDO DELL AFFETTIVITÀ E DELLA SESSUALITÀ Per genitori e ragazzi Manuale www.booksprintedizioni.it Copyright 2015

Dettagli

Intrecci familiari e modelli relazionali: la prospettiva della gestalt Therapy

Intrecci familiari e modelli relazionali: la prospettiva della gestalt Therapy www.gestaltherapy.it Istituto di Gestalt Therapy Hcc Kairòs Scuola Post Universitaria di Specializzazione in Psicoterapia della Gestalt Riconosciuta dal MIUR DDMM 9.5.1994, 7.12.2001, 24.10.2008 RAGUSA

Dettagli

COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA

COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA Comunicare vuol dire scambiare informazioni legate a fatti o ad emozioni personali con un'altra persona. La vera comunicazione avviene quando uno riceve il messaggio

Dettagli

Percorso raccomandato:

Percorso raccomandato: Percorso raccomandato: 1) Ottenere una diagnosi accurata. 2) Crescere il paziente come un bambino o una bambina (il consiglio dei medici è di grande aiuto in questa fase). 3) Ottenere informazioni dettagliate

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

AMICI VIRTUALI E AMICI REALI: Aspetti Psicosociali dei Social Network. Prof. Giuseppe Riva. Università Cattolica del Sacro Cuore

AMICI VIRTUALI E AMICI REALI: Aspetti Psicosociali dei Social Network. Prof. Giuseppe Riva. Università Cattolica del Sacro Cuore AMICI VIRTUALI E AMICI REALI: Aspetti Psicosociali dei Social Network Prof. Giuseppe Riva Università Cattolica del Sacro Cuore www.isocialnetwork.info 1-1 Indice I social network sono una moda? SN come

Dettagli

DAI SOCIAL SKILLS TRAINING ALLE

DAI SOCIAL SKILLS TRAINING ALLE PSICOTERAPIA E COMPETENZE SOCIALI: DAI SOCIAL SKILLS TRAINING ALLE TERAPIE DI TERZA GENERAZIONE Luigi Gastaldo, Antonella Bressa, Romina Castaldo, Viola Galleano, Elvezio Pirfo Dipartimento di Salute Mentale

Dettagli

Attività didattica per le scuole primarie GUIDA PER LA FAMIGLIA

Attività didattica per le scuole primarie GUIDA PER LA FAMIGLIA Attività didattica per le scuole primarie GUIDA PER LA FAMIGLIA CHI È BAMA? Siamo un azienda tutta italiana che da oltre tre decenni rende la vostra quotidianità più comoda e più allegra, grazie a prodotti

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

20 GENNAIO 2011 SCHEMA DELLA RELAZIONE DEL

20 GENNAIO 2011 SCHEMA DELLA RELAZIONE DEL 20 GENNAIO 2011 SCHEMA DELLA RELAZIONE DEL DOTT. ANDREA TOSI Chi sono i miei interlocutori Quale è il mio ruolo Quale situazione devo affrontare Quale richiesta mi viene effettuata Cosa faccio io di fronte

Dettagli

IL MORIRE: IL VISSUTO DELLA PERSONA MALATA ED E I SUOI FAMILIARI

IL MORIRE: IL VISSUTO DELLA PERSONA MALATA ED E I SUOI FAMILIARI RIVA DEL GARDA, 14 NOVEMBRE 2013 IL MORIRE: IL VISSUTO DELLA PERSONA MALATA ED E I SUOI FAMILIARI Dott.ssa Mara Marchesoni Hospice Amedeo Bettini Medico Da soli o insieme Tutte le persone sono diverse

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE 2015-2016 CORSO ANNUALE 2015-2016 SILVIA PALLINI Credo che ogni creatura che nasce su questa nostra Terra, sia un essere meraviglioso, unico e

Dettagli

[Digitare il testo] Pagina 1

[Digitare il testo] Pagina 1 [Digitare il testo] Pagina 1 Il concetto di gruppo si sviluppa a partire dal 1895 con Gustave Le Bon e la Psicologia delle folle, in cui i gruppi vengono considerati come forme pericolose ed irrazionali;

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

UN PARAGONE TRA MODELLI ABA E RDI

UN PARAGONE TRA MODELLI ABA E RDI curiousmindsbc.com/assets/2/.../therapy_comparison and_.pdf UN PARAGONE TRA MODELLI E Terapia contro Stile di vita In genere con l i genitori assumono uno staff che lavori con il proprio bambino. Questi

Dettagli

Le funzioni educative del consultorio familiare

Le funzioni educative del consultorio familiare Le funzioni educative del consultorio familiare Consultori familiari Legge quadro n. 405/1975: ai consultori è affidata la funzione di aiutare la famiglia ad affrontare nel modo migliore i propri stadi

Dettagli

Prima applicazione della metodologia relazionale

Prima applicazione della metodologia relazionale Prima applicazione della metodologia relazionale Ricerca Associazione per la Ricerca e l Intervento Sociale Nel 1984 è stata realizzata la prima ricerca che utilizzava la metodologia relazionale. L obiettivo

Dettagli

Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: prese di posizione

Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: prese di posizione Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: l Associazione Alzheimer Svizzera chiede un accompagnamento e un assistenza completi per i malati di demenza. Pensieri suicidi nelle persone affette da

Dettagli

Papà Missione Possibile

Papà Missione Possibile Papà Missione Possibile Emiliano De Santis PAPÀ MISSIONE POSSIBILE www.booksprintedizioni.it Copyright 2015 Emiliano De Santis Tutti i diritti riservati Non insegnate ai bambini la vostra morale è così

Dettagli

La mia autostima. Edizioni Erickson. Deborah Plummer. Dario Ianes Centro Studi Erickson Università di Bolzano www.darioianes.it

La mia autostima. Edizioni Erickson. Deborah Plummer. Dario Ianes Centro Studi Erickson Università di Bolzano www.darioianes.it Edizioni Erickson La mia autostima Dario Ianes Centro Studi Erickson Università di Bolzano www.darioianes.it Deborah Plummer Introduzione L immaginazione come strumento per il cambiamento Imagework: un

Dettagli

Tratto dal libro Come vivere 150 anni Dr. Dimitris Tsoukalas

Tratto dal libro Come vivere 150 anni Dr. Dimitris Tsoukalas Tratto dal libro Come vivere 150 anni Dr. Dimitris Tsoukalas Capitolo 1 - Il segreto della medicina In ogni argomento, scienza o disciplina c è sempre un dato che è superiore e di maggior importanza rispetto

Dettagli

Società Italiana di Psiconcologia Sezione Toscana Giornata Studio Medicina Narrativa In Oncologia Rappresentazione di sé e evento malattia

Società Italiana di Psiconcologia Sezione Toscana Giornata Studio Medicina Narrativa In Oncologia Rappresentazione di sé e evento malattia Società Italiana di Psiconcologia Sezione Toscana Giornata Studio Medicina Narrativa In Oncologia Rappresentazione di sé e evento malattia Dr.ssa Valentina Panella Psicologa - Psicoterapeuta Firenze, 6

Dettagli

Le componenti dell'assertività

Le componenti dell'assertività ASSERTIVITA Il comportamento assertivo è quel comportamento attraverso il quale si affermano i propri punti di vista, senza prevaricare né essere prevaricati. Si esprime attraverso la capacità di utilizzare

Dettagli

Gabriella Saitta: Formare professionisti ed artisti nutrendo l anima con energia positiva

Gabriella Saitta: Formare professionisti ed artisti nutrendo l anima con energia positiva Gabriella Saitta: Formare professionisti ed artisti nutrendo l anima con energia positiva di Elisa Guccione - 13, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/gabriella-saitta-formare-professionisti-ed-artisti-nutrendo-lanima-con-energiapositiva/

Dettagli

Formazione genitori. I percorsi

Formazione genitori. I percorsi Formazione genitori Sappiamo che spesso è difficile trovare un po di tempo per pensare a come siamo genitori e dedicarci alla nostra formazione di educatori, sappiamo però anche quanto sia importante ritagliarsi

Dettagli

Vediamo dei piccoli passi da fare:

Vediamo dei piccoli passi da fare: L assertività L assertività è una caratteristica del comportamento umano che consiste nella capacità di esprimere in modo chiaro e valido le proprie emozioni e opinioni senza offendere né aggredire l interlocutore.

Dettagli

SALUTE AFFETTIVA E SESSUALE:

SALUTE AFFETTIVA E SESSUALE: Convegno SIMPe SS La sfida del terzo millennio La Medicina delle Persone Sane LA SALUTE AFFETTIVA E SESSUALE: un progetto di intervento Prof. Roberta Giommi Direttore Istituto Internazionale di sessuologia

Dettagli

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra BG Ingénieurs Conseil, Ginevra Diego Salamon, datore di lavoro Su incarico dell AI la Cadschool, istituto di formazione per la pianificazione e l illustrazione informatica, ci ha chiesto se potevamo assumere

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

01 Il sistema nervoso centrale 2

01 Il sistema nervoso centrale 2 VI Sommario Parte prima La mente e le sue funzioni nel ciclo di vita Pensare, imparare, conoscere se stessi e gli altri, farsi un idea dell ambiente che ci circonda, reagire agli stimoli che continuamente

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

Come fare una scelta?

Come fare una scelta? Come fare una scelta? Don Alberto Abreu www.pietrscartata.com COME FARE UNA SCELTA? Osare scegliere Dio ha creato l uomo libero capace di decidere. In molti occasioni, senza renderci conto, effettuiamo

Dettagli

DA DUE A TRE. dall innamoramento, all amore, alla GENITORIALITÀ. Virginia Satir

DA DUE A TRE. dall innamoramento, all amore, alla GENITORIALITÀ. Virginia Satir DA DUE A TRE dall innamoramento, all amore, alla GENITORIALITÀ Voglio poterti amare senza aggrapparmi, apprezzarti senza giudicarti, raggiungerti senza invaderti, invitarti senza insistere, lasciarti senza

Dettagli

UNA VISIONE DELL ADOZIONE E DELL AFFIDAMENTO

UNA VISIONE DELL ADOZIONE E DELL AFFIDAMENTO UNA VISIONE DELL ADOZIONE E DELL AFFIDAMENTO Benedetta Baquè Psicologa - Psicoterapeuta I BISOGNI DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI Ogni bambino ha diritto a crescere in una famiglia, la propria o se questa non

Dettagli

MOTIVAZIONE DEL SOCCORRITORE

MOTIVAZIONE DEL SOCCORRITORE Lunedì 17 Febbraio 2014 Misericordia nel Comune di Lari Corso di Formazione di livello Base e Avanzato ASPETTI RELAZIONALI NELL APPROCCIO AL PAZIENTE RELATORE Benedetto Deri, F.M.R.T. Misericordia nel

Dettagli

LE PSICOTERAPIE. A cura del Dr. Daniele Araco. (tratte dal trattato italiano di Psichiatria)

LE PSICOTERAPIE. A cura del Dr. Daniele Araco. (tratte dal trattato italiano di Psichiatria) LE PSICOTERAPIE A cura del Dr. Daniele Araco (tratte dal trattato italiano di Psichiatria) IL PROBLEMA DELLA PSICOTERAPIA COSA E LA PSICOTERAPIA? = un genere di INTERVENTO TERAPEUTICO su base PSICOLOGICA

Dettagli

IL GIOCO-FIABA ANIMATO NELLE CLASSI DI SCUOLA ELEMENTARE

IL GIOCO-FIABA ANIMATO NELLE CLASSI DI SCUOLA ELEMENTARE IL GIOCO-FIABA ANIMATO NELLE CLASSI DI SCUOLA ELEMENTARE A cura del Dott. Maurizio Francesco Molteni (psicoterapeuta) e di Stefania Giovanna Maggetto (psicologa) Indice a-1) Che cos è il gioco-fiaba animato

Dettagli

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35 01 - Come Un Cappio Un cappio alla mia gola le loro restrizioni un cappio alla mia gola le croci e le divise un cappio che si stringe, un cappio che mi uccide un cappio che io devo distruggere e spezzare

Dettagli

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it 1. Del sogno dell essere sognatore Il primo dovere di un buon Capo è non accontentarsi, essere il più esigente possibile nella

Dettagli

L Età della vecchiaia: i fattori dell invecchiamento

L Età della vecchiaia: i fattori dell invecchiamento L Età della vecchiaia: i fattori dell invecchiamento Agenzia Formativa del Comune di Gorgonzola CORSO A.S.A. 2009 Prof.ssa Chiara Bertonati 1 Il ciclo di vita: la vecchiaia Fasi evolutive (periodi): L

Dettagli

Seminario della psicoterapeuta Gloria Rossi

Seminario della psicoterapeuta Gloria Rossi Gruppo di Foggia Clinica, Formazione, Cultura psicoanalitica Seminario della psicoterapeuta Gloria Rossi Ascoltarsi è un arte dimenticata, che tutti siamo in grado di ricordare. Il corpo ci parla attraverso

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 questionario di gradimento PROGETTO ESSERE&BENESSERE: EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 classi prime e seconde - Scuola Secondaria di I grado di Lavagno CLASSI PRIME Mi sono piaciute perché erano

Dettagli

COSTELLAZIONI FAMILIARI E SISTEMICHE

COSTELLAZIONI FAMILIARI E SISTEMICHE COSTELLAZIONI FAMILIARI E SISTEMICHE Le Costellazioni Familiari e Sistemiche sono un metodo d'aiuto che permette di portare alla luce quelle dinamiche inconsce, spesso complesse, che stanno alla base dei

Dettagli

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA?

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? Base: 65 caregiver RESIDENZA PAZIENTE 80% 10% 9% 2% Abita con care givers Abita da solo Abita con altri familiari Altro 20 QUAL E IL GRADO DI VICINANZA TRA CG E MALATO? L

Dettagli

Mario Albertini. Tutti gli scritti IV. 1962-1964. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino

Mario Albertini. Tutti gli scritti IV. 1962-1964. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino Mario Albertini Tutti gli scritti IV. 1962-1964 a cura di Nicoletta Mosconi Società editrice il Mulino 822 Anno 1964 A Bernard Lesfargues Caro Bernard, Pavia, 28 novembre 1964 dato che non verrò a Lione

Dettagli

IL COLORE DELLE EMOZIONI

IL COLORE DELLE EMOZIONI LABORATORIO ESPRESSIVO IL COLORE DELLE EMOZIONI I bambini lo dicono con il colore PREMESSA Il ruolo che ha l adulto nello sviluppo affettivo di un bambino è determinante; il suo atteggiamento, le sue aspettative,

Dettagli

Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009

Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009 Bologna - Tel. & fax 051 543101 e-mail: e.communication@fastwebnet.it www.excellencecommunication.it Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009 Docente: Antonella Ferrari

Dettagli

YOUTH SCIENCE CALABRIA 2013

YOUTH SCIENCE CALABRIA 2013 YOUTH SCIENCE CALABRIA 2013 LICEO SCIENTIFICO PIETRO METASTASIO SCALEA (CS) Anno scolastico 2013/2014 La ricerca è stata effettuata presso il Liceo scientifico Pietro Metastasio nelle classi VA e VD Sono

Dettagli

Le Donne: il motore della vita

Le Donne: il motore della vita Le Donne: il motore della vita Il team di questo progetto è composto da me stessa. Sono una giovane laureata in Giurisprudenza e praticante avvocato, molto sensibile e attenta al tema riguardante la violenza

Dettagli

PAROLE E FRASI EVOCATIVE

PAROLE E FRASI EVOCATIVE Continuiamo con il nostro viaggio nella comunicazione che ipnotizza ed attrae. Quante volte magari vi siete soffermati a d ascoltare qualcuno che parlava perché diceva qualcosa di interessante? E quante

Dettagli

Scuola dell infanzia Istituto Comprensivo di via Fatima a Copertino (LE) Giovedì 10 Dicembre 2009 A cura di: Marianna Puglisi Psicologa Antonella De

Scuola dell infanzia Istituto Comprensivo di via Fatima a Copertino (LE) Giovedì 10 Dicembre 2009 A cura di: Marianna Puglisi Psicologa Antonella De Scuola dell infanzia Istituto Comprensivo di via Fatima a Copertino (LE) Giovedì 10 Dicembre 2009 A cura di: Marianna Puglisi Psicologa Antonella De Blasi Psicologa Per: Associazione Torre di Babele onlus

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

Scuola Gianni Rodari Classe II Porto Sant Elpidio Docente Sabrina Gobbi

Scuola Gianni Rodari Classe II Porto Sant Elpidio Docente Sabrina Gobbi Scuola Gianni Rodari Classe II Porto Sant Elpidio Docente Sabrina Gobbi 1 MAPPA CONCETTUALE TRIBÙ insieme di CLAN insieme di FAMIGLIE GRUPPO organizzato variabile nel TEMPO SPAZIO generato da BISOGNO di

Dettagli

La PdV nella cura della depressione dell anziano. Marzia Corigliano

La PdV nella cura della depressione dell anziano. Marzia Corigliano La PdV nella cura della depressione dell anziano Marzia Corigliano Sempre più numerosi sono gli anziani che conservano un buono stato di salute fisica e mentale ma in questa fascia di età aumentano le

Dettagli

Salvatore Salamone. Manuale d istruzione per. Coppie che. Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE! ... tutto sommato un libro d amore

Salvatore Salamone. Manuale d istruzione per. Coppie che. Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE! ... tutto sommato un libro d amore Salvatore Salamone Manuale d istruzione per Coppie che Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE!... tutto sommato un libro d amore CAPITOLO 18 Voler avere ragione Spesso le coppie incontrano delle barriere insormontabili

Dettagli

ESSERE PERSONA, ESSERE GENITORE Il meraviglioso viaggio dell'educare i propri figli

ESSERE PERSONA, ESSERE GENITORE Il meraviglioso viaggio dell'educare i propri figli ESSERE PERSONA, ESSERE GENITORE Il meraviglioso viaggio dell'educare i propri figli Ci sono due cose durature che possiamo lasciare in eredità ai nostri figli: le radici e le ali - W. Hodding Carter II

Dettagli

(Legge regionale n. 1/08, Capo II) BANDI 2012-2013. Presentazione del progetto

(Legge regionale n. 1/08, Capo II) BANDI 2012-2013. Presentazione del progetto (Legge regionale n. 1/08, Capo II) BANDI 2012-2013 Presentazione del progetto LA CURA DELL INCONTRARSI: lo stare insieme di bambini e famiglie a Moglia e a Pegognaga per superare l ombra della calamità

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

Come si fa a stare bene insieme?

Come si fa a stare bene insieme? Come si fa a stare bene insieme? Stare insieme è bello. Alle volte per noi bambini è difficile. Abbiamo intrapreso questo viaggio alla scoperta di un modo migliore per vivere a scuola e non solo. Progetto

Dettagli

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP).

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP). In questa lezione abbiamo ricevuto Gabriella Stellutti che ci ha parlato delle difficoltà di uno studente brasiliano che studia l italiano in Brasile. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

Associazione AMA BERGAMO Metodologia dell auto mutuo aiuto Come funziona un gruppo Risorse e difficoltà Dr.ssa Bruna Allievi Treviglio 28 marzo 2015 I GRUPPI DI AUTO MUTUO AIUTO Obiettivi 1. Sviluppo di

Dettagli

Gestire lo stress e vivere bene nell organizzazione

Gestire lo stress e vivere bene nell organizzazione Gestire lo stress e vivere bene nell organizzazione Stefania Mussi Consulente senior Gruppo Galgano Formatrice area Risorse Umane 2 I contenuti che incontreremo Dal saper essere al saper ben-essere Stress

Dettagli

Elena Mignani Casa di Riposo S. Giuseppe -Casnigo

Elena Mignani Casa di Riposo S. Giuseppe -Casnigo Dal progetto educativo alla creazione di reti relazionali Elena Mignani Casa di Riposo S. Giuseppe -Casnigo La forza autentica della scoperta e dell incontro con l altro può essere solamente la fede in

Dettagli

RUOLO E PROBLEMATICHE DEL CAREGIVER NELLA DEMENZA

RUOLO E PROBLEMATICHE DEL CAREGIVER NELLA DEMENZA RUOLO E PROBLEMATICHE DEL CAREGIVER NELLA DEMENZA Ricordare che l 80% dei malati vive in famiglia! (indagine Censis 2006) Chi è il caregiver? (letteralmente: colui che presta assistenza) Un familiare Un

Dettagli

5 STRATEGIE PER COMBATTERE L ANSIA

5 STRATEGIE PER COMBATTERE L ANSIA Collana PROMUOVERE IL BENESSERE PSICOLOGICO A cura di Dott.ssa Sabina Godi 5 STRATEGIE PER COMBATTERE L ANSIA Roberto è un uomo di 40, lavora come impiegato in una azienda farmaceutica. Da ormai 20 anni

Dettagli

PRESA IN CARICO DELL ADOLESCENTE E DELLA SUA FAMIGLIA. Psicologa Acone Silvana

PRESA IN CARICO DELL ADOLESCENTE E DELLA SUA FAMIGLIA. Psicologa Acone Silvana PRESA IN CARICO DELL ADOLESCENTE E DELLA SUA FAMIGLIA Psicologa Acone Silvana L ADOLESCENTE: CHI SONO? Il compito dell adolescente è quello di "individuarsi" rispetto alla propria famiglia. Emanciparsi

Dettagli

Simbiosi e Autonomia

Simbiosi e Autonomia Simbiosi e Autonomia Accettare il proprio e lasciare andare l'acquisito Conferenza a Reggio Emilila l'11 settembre 2010 www.franz-ruppert.de Simbiosi = Convivenza Tra le specie viventi In una specie Principio

Dettagli

Perché un libro di domande?

Perché un libro di domande? Perché un libro di domande? Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano. Indira Gandhi Fin dai primi anni di vita gli esseri umani raccolgono informazioni e scoprono il mondo facendo

Dettagli

UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi

UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi Edizioni Disegni: Maria Elisa Cavandoli Copertina: Fabiano Fedi contributi alla seconda edizione: Fabrizio Carletti I edizione: 1998 ed. Creativ,

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

PROGETTO STAR BENE INSIEME A SCUOLA

PROGETTO STAR BENE INSIEME A SCUOLA CLASSI PRIME A/B ANNO SCOLASTICO 2014 2015 PROGETTO STAR BENE INSIEME A SCUOLA Premessa Le attuali classi prime sono composte da 44 alunni, 35 dei quali provengono dalla scuola dell Infanzia del quartiere

Dettagli

Crescere nella Fede. alcune idee di fondo sul cammino di catechesi

Crescere nella Fede. alcune idee di fondo sul cammino di catechesi Crescere nella Fede alcune idee di fondo sul cammino di catechesi Due mentalità, due logiche Un cammino di fede Un corso di dottrina Due approcci educativi Strada La Rivelazione cristiana incontrare la

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

IL COUNSELING Il counseling

IL COUNSELING Il counseling IL COUNSELING Il counseling è stato definito come un processo di interazione fra due persone il cui scopo è quello di favorire nel cliente una presa di coscienza della sua situazione esistenziale per supportarlo

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli