IL GRATTACIELO Evoluzione dello stile nell America del XIX e XX secolo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL GRATTACIELO Evoluzione dello stile nell America del XIX e XX secolo"

Transcript

1 IL GRATTACIELO Evoluzione dello stile nell America del XIX e XX secolo

2 Gli Stati Uniti d America sono un paese che, nella fase di sviluppo della sua architettura, non potendo avvalersi di una tradizione consolidata, subisce la colonizzazione culturale dell Europa. Gli stili architettonici che vengono usati, quindi, sono quelli importati dal vecchio continente nel corso del 1700 e durante il 1800, adattandoli al contesto locale : l Eclettismo e il Classicismo. Nel corso del tempo, però, si manifestano segnali di indipendenza culturale, in particolare con il Movimento per i Parchi Urbani di Olmsted e l architettura di Henry Robson Richardson. W. Thornton, B. Latrobe - Il Campidoglio Washington Jefferson - Università della VIrginia Parallelamente si definiscono anche alcuni caratteri tipici dell edilizia, quale conseguenza della politica urbanistica basata esclusivamente sulle leggi del profitto. Se gli edifici di rappresentanza sono ubicati in città ed usano gli stili europei, l edilizia residenziale si sviluppa fuori delle città ed è realizzata con prevalente struttura in legno su un massimo di due piani. Nel centro città (il cosiddetto Loop), invece, l edilizia commerciale dà inizio alla storia di un nuovo tipo : il grattacielo.

3 Funzione, struttura e stile La storia del grattacielo è la storia dell evoluzione di alcuni fattori tecnico - economici : - l alto prezzo delle aree fabbricabili del centro città che porterà a privilegiare, a Chicago come a New York, l altezza dell edificio rispetto alla sua estensione orizzontale; - le innovazioni tecnologiche che per le strutture riguardano l uso della ghisa e del ferro, per i sistemi di trasporto verticale l ascensore (a vapore : Otis nel 1864; idraulico : Baldwin nel 1870; elettrico : Siemens nel 1887), nonché del telefono e della posta pneumatica. A queste innovazioni farà seguito la ricerca di un linguaggio che sia adeguato al nuovo tipo di edificio ed alla società americana del XIX secolo che lo ha prodotto. Le innovazioni strutturali Dal punto di vista strutturale i grattacieli erano realizzati o in muratura portante, con gli inevitabili grossi spessori delle pareti in pietra o mattoni, o in struttura metallica, con l uso della ghisa e poi del ferro, in particolare per la realizzazione dei pilastri, che consentivano maggiori aperture vetrate e campate più ampie.

4 Sotto questo profilo gli indirizzi stilistici possibili erano sostanzialmente due. Il primo era orientato a mettere in luce, con grande chiarezza e sincerità, la struttura portante intelaiata che diventava, quindi, l elemento caratterizzante la forma dell edificio. Il secondo era quello di nascondere la struttura metallica sotto una muratura portante in pietra, dando quindi l impressione di un edificio in muratura tradizionale e lasciando al rivestimento esterno il compito di esprimere il carattere dell edificio. Non si può, però, attribuire a priori carattere di innovazione stilistica alla soluzione più razionale della messa in luce del telaio metallico, e di perseveranza storicistica a quelli in muratura, perché si manifesteranno continue interferenze tra i due tipi di intervento strutturale e di questi con la tradizione decorativa Beaux Arts parigina. L espressione della struttura metallica verrà condizionata da una decorazione storicista a volte esasperata, mentre avremo casi di grande sobrietà formale in edifici in muratura tradizionale. William L. Johnston Granite Building, Philadelphia Tribune Building New York

5 Le innovazioni stilistiche Dal punto di vista stilistico l architettura del grattacielo presenta due linee principali : l eclettismo e il funzionalismo, che non sono, però, in diretta relazione con la scelta strutturale. I due indirizzi si diversificano per un uso espressivo diverso della struttura portante dell edificio, da un lato ancora legato alla tradizione decorativa europea, dall altro nel tentativo di affrancarsi da questa tradizione. ECLETTISMO Negli esempi di questa pagina possiamo vedere come nell opera di Hunt, che è stato allevo dell Ecole des Beaux Arts di Parigi, vengono utilizzati apparati eclettici ispirati alla Parigi di Hausmann per mimetizzare il rivoluzionario organismo del suo edificio a struttura intelaiata in ghisa. Lo Yondorf Building, invece, si affranca in modo deciso dall eclettismo, proponendo una espressività basata unicamente sulle semplici superfici e sulla geometria e linearità delle finestre a nastro. RAZIONALISMO STRUTTURALE Richard Morris Hunt Edificio al n d Broodway (Cast Iron District) New York Autore sconosciuto Yondorf Building, Chicago 1892

6 L Eclettismo L Eclettismo tende a caratterizzare l edificio (sia esso basso, che alto come il grattacielo) secondo la logica storicistica, abbellendolo con motivi ed ornamenti tratti dalla tradizione o, in casi più radicali, strutturandone la forma come richiamo alle architetture del passato. Questo passato è quello già in voga in Europa nel 1700 e 1800 e contempla il Classicismo, in particolare francese, e il Gotico, in particolare anglosassone. Ware & Van Brunt - Memorial Hall, Harward University Cambridge, Mass La prima importazione ufficiale del classicismo in America è stata fatta da Thomas Jefferson ( ), futuro Presidente, che ha definito i caratteri dello stile di rappresentanza americano con la realizzazione dell Università della Virginia e del Campidoglio di Washington, aiutato dagli architetti Benjamin Latrobe ( ) e William Thornton ( ) Frank Furness e George W. Hewitt Pennsylvania Accademy of Fine Arts - Philadelphia

7 Allo stesso modo di Jefferson, a New York, dopo la metà del XIX secolo, un gruppo influenzato da Ruskin costituì l associazione per il progresso della Verità nell Arte che dichiarava che il Gotico era cristiano, morale e anche profondamente connesso con la tradizione americana. Da ciò veniva avviato un recupero delle istanze gotiche e medievali, in contrapposizione all universalismo classicista. Quale esempio di realizzazione può essere annoverato lo Harward Memorial Hall di William Ware e Henry Brunt. Ware & Van Brunt Memorial Hall, Harward University Cambridge, Mass H. R. Richardson American Express Building Chicago

8 Si aprirà, con Richardson, anche un filone Romanico che determinerà, pur nella continuità di un riferimento stilistico, l abbandono della tradizione Beaux Arts. Ed è proprio in questa direzione, anche se appartenente alla linea dell eclettismo, che si manifesteranno le più importanti innovazioni. H. R. Richardson Austin Hall, Harward University Cambridge, Mass

9 Il Razionalismo Strutturale Lo stile funzionalista tende a limitare progressivamente ogni riferimento agli stili del passato ed agli aspetti ornamentali, mettendo in evidenza la struttura dell edificio quale elemento caratterizzante la sua forma. Questa scelta determinerà il progressivo affrancamento dal Classicismo e dall Eclettismo, importati negli U.S.A. dall Europa nel XVIII e XIX secolo, e diventerà, in anticipo sugli sviluppi contemporanei europei, uno punto di riferimento delle ricerche moderne nel campo dell architettura. H. Sullivan Magazzini Walker Chicago

10 Come per l eclettismo, che ha ricevuto una spinta all affermazione da parte di Jefferson e delle teorie di Ruskin importante dall Europa, così la spinta verso una visione più funzionalista dell architettura inizia su pressione di alcuni intellettuali americani. Nel 1876 alla Johns Hopkins University l anno accademico apre i corsi con un programma di studi dove le materie scientifiche vengono parificate agli studi umanistici, che fino ad allora avevano avuto una posizione di privilegio. L indirizzo che ne derivò, sostenuto da insigni scienziati, fu di non realizzare più architetture in forma di parallelepipedi in stile gotico ma di promuovere la costruzione di edifici semplici, economici e funzionali, costruibili e progettabili da un onesto artigiano. Tipico risultato furono i Padiglioni di degenza del John Hopkins University Hospital di Baltimora, del La struttura si dimostrò sì efficiente, ma esternamente aveva l aspetto di un mucchio di mattoni. W. L. Baron Jenney Second Leiter Building Ma l indirizzo funzionale ormai era stato dato e da ora si svilupperà nella ricerca di una forma che lo rappresenti degnamente. Padiglioni di degenza del John Hopkins University Hospital Baltmora

11 La Scuola di Chicago Il grattacielo si sviluppa nella seconda metà dell ottocento in tutte le grandi città americane, ma la prima grande proliferazione, anche per le innovazioni apportate, avviene a Chicago tra il 1880 e il Tutti i grattacieli sono concentrati nel Loop, in nove isolati. Il Loop, che diventa un elemento tipico delle città americane, è caratterizzato da grandi edifici per uffici, alberghi, grandi magazzini e locali pubblici, e rappresenta il cuore pulsante dell economia della città, il centro nevralgico delle politiche economiche del self made men americano. Tra le molte figure professionali presenti nella Chicago del tempo le più significative sono rappresentate da H. R. Richardson, William Le Baron Jenney, John Wellborn Rooth e Daniel Burnham, L. Sullivan e D. Adler. Nel 1871 Chicago è distrutta da un grande incendio e sulla tabula rasa inizia la ricostruzione e la grande espansione della città. Per l architetto americano si pone ora un problema : essendo il grattacielo una tipologia di edificio non esistente in Europa, e volendo la cultura americana affrancarsi da quella Europea, quale stile dovrà avere questo nuovo tipo di edificio?

12 Fiera Mondiale di Chicago Nel 1890 viene approvato il piano generale della famosa Fiera Mondiale Colombiana o Fiera Mondiale di Chicago del 1893, disegnato da Daniel Burnham e Fredrick Law Olmsted, colui che aveva dato le basi scientifiche alla disciplina dl Plannig. La fiera diventerà un avvenimento storico in quanto, celebrandone i fasti, chiuderà un epoca dello sviluppo capitalistico statunitense.

13 Burnham e Olmsted interpreteranno i nuovi bisogni e miti, sconosciuti all America della Frontiera. L area su cui deve sorgere la Fiera comprende il Jackson Park (cui Olmsted aveva dato una prima sistemazione) e una ampia estensione di terreni prospicienti il lago Michigan. Il Piano Generale, però, vede l imposizione di altezze uniformi, di assi di simmetria, fuochi prospettici privilegiati e l adozione del linguaggio Beaux Arts che ha permesso la realizzazione dei bianchi padiglioni di stucco e di legno della Corte d Onore (che daranno il soprannome di White City a tutto il complesso). Questi elementi prefigurano una struttura unitaria, un fantasma di razionalità, in diretta polemica con la foresta di grattacieli che ha rappresentato la Chicago dei rimi anni ottanta. Mentre la Fiera apre suoi battenti impressionando un pubblico stupito, viene teorizzata la definitiva scomparsa della frontiera. Abbandonando ogni complesso di inferiorità verso l Europa, rimuovendo l angoscia derivante dalle modeste radici della propria storia e assumendole nel monumentale Kitsch della Fiera, la cultura americana fornisce al popolo una occasione di auto identificazione. Per la realizzazione dei maggior edifici sono chiamati famosi architetti da New York (RIchard M. Hunt; Mc Kim, Mead and White; George B.), da Boston (Peabody e Stearns) e da Kansas City (Van Brunt e Howe). Da Chicago il più rappresentativo è Sullivan con il suo Transportation Buiding. Sullivan - Padiglione dei Trasporti Transportation Building la Porta d Oro

14 Henry Robson Richardson ( ) Una prima risposta all architetture commerciale viene data da H. R. Richardson, architetto che a Chicago lascerà la sua impronta migliore.. Pur rientrando nel filone dell Eclettismo Richardson è un architetto moderno che, nello stesso tempo, abbraccia la tradizione antica. Stilisticamente l architettura di Richardson, pur ispirandosi al medio evo e al classico, non sarà mai una imitazione pedissequa degli stili del passato. Egli, infatti, rifiuta il Neogotico e il Neoclassicismo e sceglie il Romanico nel quale vede non uno stile ma un metodo compositivo che tiene conto della realtà costruttiva fondamentale : è sufficientemente austero, lascia spazio ad originali interpretazioni, riduce la decorazione all essenziale. Nel Romanico è la struttura l elemento prevalente e caratterizzante, espressivamente, l edificio. Ames Building Boston Allegheny County Jail and Courthouse Pittsburgh

15 Henry Robson Richardson La sua architettura è costituita da imponenti masse murarie in pietra e mattone, tagliate da archi, torri e grandi coperture, con superfici policrome e ornamenti che celebrano l artigianato. Il suo stile robusto evoca le forze sociali di una America che si trasforma da realtà rurale in urbana, ma evoca anche le conformazioni geologiche del paesaggio americano. Biblioteca Crane a Quincy, Mass Biblioteca Ames a North Easton Sever Hall a Cambridge, Mass Nasce nel 1838, studia a Parigi a Parigi all Ecole des Beaux Arts nel corso delgi ani 60. Rientrato in America apre uno studio a New York nel Nel 1976 è chiamato a dirigere, in società con Hunt e Mc Kim, l Esposizione Centenaria di Philadelphia. Richardson, con Louis Sullivan, John Root e Frank Lloyd Wright, è considerato il primo architetto della Chicago School.

16 Henry Robson Richardson Marshall Field Wholesale Store ( ) - Chicago E l più grande capolavoro del maestro americano. L interno era dotato di ascensore, colonne in ghisa e travature in ferro battuto per aumentare le luci. L esterno era realizzato con muri autoportanti in arenaria, poggiati su un basamento grezzo in granito. L edificio si presenta come un unico monolite con finestre ad arco. Richardson usa due tecnologie e due idee diverse : una vecchia e l altra nuova. L edificio rappresenta un monumento agli affari, come lo definisce Sullivan, ed evoca forza e vitalità. La sua architettura assume, con questi elementi, una forte valenza simbolica che rappresenta chiarezza, robustezza e severità : elementi tipici dello spirito imprenditoriale americano, simboli di forza e determinazione. Marshall Field Wholesale Store Chicago

17 Henry Robson Richardson Marshall Field Wholesale Store ( ) I riferimenti precedenti possono essere la Biblioteca di St. Genevieve di Labrouste ma anche il Palazzo fiorentino del L edificio si pone al limite tra una forma funzionale e una forma simbolica. Biblioteca di St. Genevieve di Labrouste - Parigi Vista interna

18 William Le Baron Jenney ( ) Lo stile funzionale nasce con la soluzione di combinare in modo coerente la tradizione scultorea della muratura con il telaio strutturale. Questo stile è rappresentato dal First Leiter Building di W. Le Baron Jenney, del L edificio è privo di ornamenti e si rifà a Viollet Le Duc, con una architettura basata sull espressione diretta di struttura e programma. Esso punta sulla estetica essenziale dell ortogonalità tra pilastro e cornice. W. L. Baron Jenney - First Leiter Building

19 William Le Baron Jenney W. Le Baron Jenney ( ) è considerato l iniziatore della Chicago School. Studia all Ecole des Beaux Arts di Parigi e fa il servizio militare con il grado di maggiore nel corpo dei genieri del Generale Shermann. Nel suo studio lavoreranno Martin Roche, William Holabird, Daniel Burnham e Louis Sallivan, cioè tutti i migliori esponenti della Chicago School. Se Richardson rappresenta il momento culturale dell evoluzione stilistica del grattacielo, W. L. B. Jenney rappresenta l aspetto tecnico. W. L. Baron Jenney - Second Leiter Building Richardson -Biblioteca Crane a Quincy, Mass

20 John Wellborn Rooth e Daniel Burnham Il Realiance Building appartiene a quel gruppo di edifici che fanno dell espressione sincera e diretta della struttura l elemento dominante. Qui il telaio di acciaio si stacca completamente dalle tradizionali opere in muratura e apre un mondo di trasparenze e superfici riflettenti. Il bow window, elemento tipico degli edifici per affari e residenze, diventa un elemento con una propria ragione d essere (noto come finestra di Chicago )che ha una membrana bucata con i lati sfaccettati per la ventilazione, un pannello centrale fisso per l illuminazione e snelli montanti verticali. I marcapiani sono rivestiti in terracotta color chiaro e sono create fasce continue orizzontali. L immagine è una gabbia quasi priva di peso, sospesa su una base, chiusa in sommità da una lastra sottile. Realiance Building, Chicago

21 John Wellborn Rooth e Daniel Burnham Il Monadnok Building è un opera di grandissima chiarezza e immediatezza. E un edificio alto sedici piani che, pur non avendo la struttura a scheletro dei grattacieli, entra nella storia come il primo grattacielo moderno. Esso rappresenta anche il punto conclusivo dello sviluppo della costruzione monolitica in muratura. Il committente Peter Brooks (imprenditore immobiliare di Chicago) voleva linee semplici per evitare confusioni stilistiche. Su un lotto stretto e lungo, occupato per metà dal palazzo, Rooth e Burnham evitano di realizzare il classico edificio con corte interna. L edificio è realizzato con una struttura in colossali muri in mattoni, strombati alla base, e ancorati a terra con uno zoccolo in granito. Le superfici uniformi dei muri in mattoni sono ritmate e tagliate per togliere l effetto di massa, e sono assottigliate gradualmente fino alla sommità, con una cornice astratta. Monadnock Building, Chicago

22 J. W. Rooth e D. Burnham Tutta l immagine dell edificio si basa sia sulla negazione e sia sull enfatizzazione del peso visivo. La forma che risulta possedeva un senso muscolare di pressione (bow windows) e resistenza (omogeneità del blocco di pietra). In un confronto diretto con l altra icona di Chicago, rappresentata dal Marshall Field Wholesale Store ( ) di Richardson, si possono cogliere le diverse valenze espressive dei due edifici : alla massa dell uno si contrappone la superficie dell altro, alla staticità si sostituisce lo slancio verticale e il movimento delle superfici ondulate, allo scavo delle aperture nella pietra di Richardson si sostituisce la pelle trasparente e movimentata di Rooth. Monadnock Building, Chicago

23 - Eclettismo Razionalismo Strutturale

24 Louis Sullivan e Dankmar Adler ( ) ( ) Sullivan, dal punto di vista teorico, rappresenta la punta più avanzata nella ricerca stilistica dei Chicago Architects, e rimane la figura più rappresentativa sia per le opere realizzate, sia per il fondamento teorico sul quale si è basata la sua pratica professionale. Nasce a Boston nel 1856, nel 1869 si trasferisce a Chicago e nel 1872 si iscrive al M.I.T. (dove sette anni prima era nata la prima scuola di architettura americana). Al M.I.T. andava di moda il Gotico Vittoriano, affermatosi in Inghilterra per opera di W. Butterfly e G. Street e propugnato da Ruskin. Ma il Direttore dell istituto invita ad insegnare anche Eugene Letang, diplomato alla Ecole des Beaux Arts di Parigi, con il quale sullivan affronterà lo studio degli ordini classici. Nel 1872 va a New York dove conosce le opere di Furness, che poi lo assume nel suo studio. Ma nel 1873 a causa della crisi lo licenzia. Tornato a Chicago, subito dopo il terribile incendio, Sullivan lavora con Le Baron Jenney. Nel 1874 parte per Parigi dove supera l esame di ammissione all Ecole des Beaux Arts, ma poco dopo parte per Roma e Firenze. L esperienza alla Ecole des Beaux Arts rimarrà, però, fondamentale soprattutto per l equilibrio della composizione. Nel 1875 rientra a Chicago. In questi anni, in città, si avvertono sintomi del rinnovamento, anche per merito della nascita, l anno successivo, della rivista the Western Architect and Builder che riporta le architetture di Viollet Le Duc proponendo l idea di un architettura che potesse nascere dallo sviluppo della struttura in acciaio, esprimendo chiaramente il proprio sistema costruttivo e senza influenze archeologiche. Da ora gli architetti di Chicago iniziano a parlare di realismo strutturale e costruzione razionale. A 19 anni diventa amico dell architetto Edelmann a su suo interessamento avrà un incarico di disegnare la decorazione per la Sinai Synagogue, fatta da Edelmann. Lo steso Edelmann nel 1979 presenterà a Sullivan l ingegnere Dankmar Adler sotto li quale Sullivan inizierà a lavorare per diventare socio nel 1881.

25 I primi lavori realizzati sono eclettici, come l edificio Borden ( ), i Magazzini Rothschild ( ) o il Revell Building ( ). e denunciano ancora una esigenza di originalità e pittoricismo Revell Building, Chicago Edificio Borden, Chicago L edificio Borden ha pilastri in mattoni, struttura secondaria in ghisa, ampie vetrate. Nonostante l innovazione tecnica l opera rimane incerta dal punto di vista compositivo tra la verticalità dei pilastri e orizzontalità delle travi, dimostrando un eccesso di struttura. I Magazzini Rothschild denunciano una maggiore tendenza al verticalismo e l esigenza di una più forte chiarezza strutturale nelle dimensioni più ampie delle finestre e nel tentativo di differenziare i pilastri portanti dai montanti di separazione tra le finestre. Rimane il disordine delle decorazioni a coronamento dell edificio. Magazzini Rothschild, Chicago

26 Con il Troescher Building del 1884 Sullivan mostra un grande progresso verso la chiarezza espressiva. I pilastri in mattoni e le larghe architravi senza decorazioni creano un immagine molto pulita e razionale della facciata, demandando l effetto finale alla pura griglia strutturale. Unico elemento di banalità è il coronamento superiore che riprende gli archi al piano terra. Fabbrica Selz Schwab & Co. Chicago Troescher Building, Chicago La fabbrica per calzature Selz Schwab ottiene un effetto monumentale con la sola struttura chiaramente denunciata, dalla forma arcuata delle architravi che denotano un controllo dei mezzi espressivi, nonché dalla progressiva rastremazione dei pilastri. Ma nonostante questi progressi Sullivan non riesce ancora a controllare la composizione di ampie masse e spazi e deve ricorrere ancora alla cura dei dettagli.

27 Auditorium di Chicago E l edificio che darà fama a Sullivan e Adler e nel quale i due architetti dimostrano una grande abilità tecnica, anche se risulta ancora immaturo espressivamente. L edificio, voluto da Ferdinand Peck, (l organizzatore del Festival dell Opera del 1885 che desiderava che Chicago avesse un suo teatro stabile) è un grande edificio a blocco con un teatro circondato da vari ordini di camere per l albergo e una torre per uffici commerciali. L Auditorium è stato realizzato per contenere posti, con un palchi e due ordini di gallerie. Per migliorare l acustica Adler farà inclinare il pavimento fino a cinque metri più in alto sul lato opposto al palcoscenico e realizzerà quattro archi ellittici sul soffitto, trasversali alla sala, per diminuire la riflessione delle onde sonore. L opera è una delle più vaste e più complesse degli Stati Uniti e, nonostante i spettatori, ha una visibilità ed una acustica perfette. La struttura dell edificio è realizzata con colone in ghisa all interno e muratura in mattoni pieni all esterno. Un edificio di tale pesantezza avrebbe potuto dar luogo ad assestamenti differenziati e per fare fronte a questa pericolosa eventualità Adler provvede a caricare sia la torre che le murature in rapporto alle capacità di resistenza delle fondazioni. Tutto l equipaggiamento meccanico è stato nascosto in un vasto ambiente posto al di sotto del palcoscenico, ed era disposto in modo da consentire un facile accesso a tutti gli impianti,m alle pompe, ai martinetti idraulici per il sollevamento delle scene ed alle macchine per la ventilazione. L edificio, infatti, era all avanguardia per l impiantistica interna.

28 Se Adler era impegnato a risolvere i tanti problemi tecnico strutturali dell edificio, Sullivan era impegnato a risolvere quelli formali. Nel primo schizzo architettonico di Sullivan si nota ancora l irregolarità della massa, priva di unità di motivi, ritmo e scala. La torre risulta ancora sproporzionata rispetto alla massa dell edificio ed il tutto è ricoperto da una fitta decorazione che, nonostante la quantità profusa, non riesce a dare unità all insieme. Nel secondo schizzo li volume acquista un significato più preciso ma i ritmi della composizione non sono ancora chiaramente determinati e risulta ancora ridondante il decorativismo romantico che caratterizza tutte le superfici. Alla fine per sopraggiunte difficoltà economiche, che al tempo sembrarono un problema ma che oggi possiamo considerare provvidenziali, Sullivan sarà costretto a ridurre la decorazione floreale. Con questa riduzione l edificio cominciò ad acquistare un aspetto più solido, chiaro ed unitario. L. Sullivan - Auditorium, Chicago schizzi preliminari

29

30 L. Sullivan - Auditorium, Chicago sezione La massa muraria e le campiture dei pilastri e delle colonne emergono nella loro forma funzionale e determinano i ritmi di tutto il complesso, favorendo anche l unità compositiva dello stesso,. All esterno l edificio si presenta poggiante su un basamento di granito bugnato, alto tre piani, e sopra una serie di logge ad archi. Nonostante la complessità dell opera e l ottimo risultato tecnico raggiunto, dal punto di vista compositivo ci sono ancora discontinuità come l attacco della torre al volume dell edificio, l eccessiva altezza del basamento. Nonostante ciò, però, la coerenza e l unitarietà raggiunta fanno superare in qualità i primi progetti. Dal punto di vista puramente strutturale il grande edificio di Sullivan e Adler è sostanzialmente antiquato, in particolare se riferito alle coeve realizzazioni di Le Baron Jenney e Rooth. Però ha il grande merito di essere superiore ad essi nella composizione d insieme, che implica una elevata finezza compositiva per realizzare in modo unitario un organismo complesso, articolato, differenziato nelle funzioni e con un forte carattere di urbanità. Nell edificio non è nascosta l influenza di Richardson che nel 1885 realizza i Magazzini Marshall Field i quali, nella loro assoluta originalità, sono però anche essi strutturalmente tradizionali. Pagina successiva vista interna dell auditorium

31

32

33 Auditorium le scale

34 Sullivan si rifà a Richardson anche nel Palazzo Dooly a Salt Lake City, ma solo nei Magazzini Walker, nel Loop di Chicago, attua una progressione formale attraverso il taglio esatto delle finestre e nella totale assenza di ornamento. Ancora, però, Sullivan non riesce a dominare la struttura a gabbia metallica dal punto di vista espressivo, come fa Jenney nel secondo Leiter Building del e Burnham e Rooth nel realiance Building del Edificio Dooly, Salt Lake City Il suo principio di uno sviluppo organico richiede di più, egli cerca una grammatica corrispondente alla società del suo tempo. Così Sullivan, nel 1890, pone le basi di una teoria dell architettura intesa come processo organico (che nasce dalle condizioni culturali e sociali del suo tempo). L architetto nella spiegazione si rifà alla forma dell albero (precisamente un pino) ed alle sue parti quali il tronco, i rami, le foglie, la circolazione della linfa, elementi, questi, che assieme definiscono lo stile dell albero pino, che è il risultato della sua essenza e dell interazione con il suo ambiente. Lo stle non è che l adattamento di un organismo al suo ambiente. L idea di organismo (che implica organizzare una struttura per uno scopo o per svolgere una funzione) era già nota ma di essa potevano essere date due interpretazioni : Magazzini Walker. Chicago

35 una meccanicistica ed una vitale. Nel primo caso, la meccanicistica, l organismo è concepito come una macchina che in architettura portava ad una enfasi della sua funzionalità teorica (distribuzione, rigore costruttivo, sincerità dei materiali). Nel secondo caso, l interpretazione vitale, rileva un aspetto più romantico dell espressone di un organismo, legato ala forza vitale dell individuo e dell immaginazione, come una accentuazione dei valori individuali, dell umanità e dell uguaglianza, cioè del rapporto dell uomo con il suo ambiente. La teoria organica nasce nel XVIII secolo ed è portata in America nel 1840 da un articoli di Horatio Greenhough e dagli scritti di Emerson. Nella su Autobiografia Sullivan esprime ammirazione per la teoria dell evoluzione e considera la società come un organismo che da entità semplice diventa complessa e organizzata. Sullivan ritiene che un edificio debba esprimere, oltre all ambiente fisico, anche l ambiente sciale dal quale si sviluppa. Il suo pensiero segue cinque punti essenziali : 1. Il processo della creazione di un opera deve essere naturale e deve seguire i procedimenti della natura in quanto più logici, coerenti ed organici della logica dei libri e delle teorie astratte (che per lui sono pericolose); 2. L architettura deve svilupparsi dal suo ambiente ed esprimerlo, deve essere adatta ad esso. Questo adattamento implica la rivalutazione del presente e quindi della tecnologia e dell industria moderna, ma anche della democrazia, come elemento caratteristico della società americana. 3. L architettura deve esprimere la sua funzione. 4. Deve essere fedele al suo sistema costruttivo ed alle necessità funzionali. 5. Deve trovare il suo mezzo espressivo in una decorazione basata sulle leggi naturali dello sviluppo.

36 Nel 1890 realizza alcuni edifici che mostrano la maturità professionale raggiunta : la tomba Getty a Chicago (1890) e la Sinagoga Anshe Ma ariu (1890). Nel 1887, fino al 1893, entra nello studio di Sullivan il giovane F. L. Wright. Tomba Getty, Chicago Sinagoga Anshe Ma ariu Chicago L arte di Sullivan è un arte che crea miti. A differenza di Richardson e Wright Sullivan non cercava nuovi principi di composizione ma un nuovo stile, una espressione architettonica dei nuovi ritmi e sistemi strutturali, che peraltro componeva classicamente per un supremo desiderio di calma. Infatti dopo le inquietudini dell Auditorium, negli ultimi edifici si nota una maggiore serenità, che nelle opere del mostreranno un riferimento più marcato al classicismo.

L ARCHITETTURA AMERICANA

L ARCHITETTURA AMERICANA L ARCHITETTURA AMERICANA LA CASA DEI PIONIERI; IL NEOCLASSICISMO AMERICANO; L ARCHITETTURA DI CHICAGO; F. L. WRIGHT. La casa dei pionieri Caratteri: tradizioni costruttive dai paesi di provenienza dei

Dettagli

ORGANICISMO prof.ssa Emanuela Pulvirenti www.didatticarte.it 26. L ORGANICISMO CORSO DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE

ORGANICISMO prof.ssa Emanuela Pulvirenti www.didatticarte.it 26. L ORGANICISMO CORSO DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE 26. L ORGANICISMO L ARCHITETTURA ORGANICA In apparente contrasto con l architettura funzionalista, l architettura organica è legata indissolubilmente al nome dell architetto americano Frank Lloyd Wright

Dettagli

Padiglione di Barcellona 1929

Padiglione di Barcellona 1929 Mies van der Rohe Ludwig Mies van der Rohe è il padre dell'estetica architettonica contemporanea. Se Le Corbusier incarna l'anima più poetica del Movimento Moderno, l'architetto tedesco ne rappresenta

Dettagli

Eugène Emmanuel Viollet-le-Duc (1814-1874)

Eugène Emmanuel Viollet-le-Duc (1814-1874) Eugène Emmanuel Viollet-le-Duc (1814-1874) QUATREMERE DE QUINCY Voce Restauro dal Dizionario storico di Architettura 1832 Non si capisce quale pericolo potrebbe correre più di un edificio incompleto se

Dettagli

La dimensione. di Valentina Valente

La dimensione. di Valentina Valente 10 Aa Inverno 2012 La dimensione sostenibile dell edificio, tra uffici e spazi pubblici di Valentina Valente Massima funzionalità ed equilibrio tra natura ed edificato: ecco i principi che hanno guidato

Dettagli

5.1- LE NORME DI ATTUAZIONE DEL PIANO NORMATIVO 4/3. ART.1 Limite di massima edificazione

5.1- LE NORME DI ATTUAZIONE DEL PIANO NORMATIVO 4/3. ART.1 Limite di massima edificazione 5.1- LE NORME DI ATTUAZIONE DEL PIANO NORMATIVO 4/3 ART.1 Limite di massima edificazione Per questa parte di zona appositamente delimitata, vale esattamente questo piano con le relative norme di attuazione.

Dettagli

ARCHITETTURA E LUCE La luce è l origine di tutto: dal momento in cui colpisce la superficie delle cose ne delinea i profili e producendo le ombre

ARCHITETTURA E LUCE La luce è l origine di tutto: dal momento in cui colpisce la superficie delle cose ne delinea i profili e producendo le ombre ARCHITETTURA E LUCE La luce è l origine di tutto: dal momento in cui colpisce la superficie delle cose ne delinea i profili e producendo le ombre dietro gli oggetti, ne coglie la profondità. La luce, nella

Dettagli

ARCO DI ROMA. alle Terme di Caracalla. Progetto: Ing. Marco Peroni Marco Peroni Ingegneria - Faenza (Ra)

ARCO DI ROMA. alle Terme di Caracalla. Progetto: Ing. Marco Peroni Marco Peroni Ingegneria - Faenza (Ra) ARCO DI ROMA alle Terme di Caracalla Progetto: Ing. Marco Peroni Marco Peroni Ingegneria - Faenza (Ra) Roma è la città eterna. Per qualità, numero e ampiezza dell arco storico delle sue opere d arte, delle

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO FACOLTA' DI ARCHITETTURA Corso di Laurea in Architettura Tesi meritevoli di pubblicazione

POLITECNICO DI TORINO FACOLTA' DI ARCHITETTURA Corso di Laurea in Architettura Tesi meritevoli di pubblicazione POLITECNICO DI TORINO FACOLTA' DI ARCHITETTURA Corso di Laurea in Architettura Tesi meritevoli di pubblicazione Camillo Riccio Architetto di Monica Montesi, Relatore: Micaela Viglino Correlatore: Elena

Dettagli

Restauro e ricostruzione del Convento di San Francesco alle Scale come biblioteca comunale. Progetto definitivo

Restauro e ricostruzione del Convento di San Francesco alle Scale come biblioteca comunale. Progetto definitivo Restauro e ricostruzione del Convento di San Francesco alle Scale come biblioteca comunale Progetto definitivo Ancona 1995-1999 Massimo e Gabriella Carmassi Il progetto si propone di ricostruire la parte

Dettagli

Dipartimento di Discipline geometriche, architettoniche, arredamento e scenotecnica

Dipartimento di Discipline geometriche, architettoniche, arredamento e scenotecnica DISCIPLINE PROGETTUALI ARCHITETTURA E AMBIENTE 3 anno (6 ore settimanali) La materia propone l ampliamento, la conoscenza e l uso dei metodi proiettivi orientandoli verso lo studio e la rappresentazione

Dettagli

facoltà di architettura luigi vanvitelli corso di analisi e tecniche di pianificazione urbanistica docente enrico formato

facoltà di architettura luigi vanvitelli corso di analisi e tecniche di pianificazione urbanistica docente enrico formato facoltà di architettura luigi vanvitelli docente Fondamenti, modelli, tendenze. Lezione n.4 Utopie + landscape movement. La città-giardino > Howard e la codifica della città giardino Ebenezer Howard (1850-1928)

Dettagli

ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI A. POZZO 10. ing. Luca Springhetti

ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI A. POZZO 10. ing. Luca Springhetti A partire dal terzo decennio del XIX sec. il neoclassicismo inizia a perdere il suo primato. Gli architetti non rimasero più soddisfatti dell uso del solo repertorio classico e si ispirarono alle forme

Dettagli

Le trasformazioni territoriali: architettura e città

Le trasformazioni territoriali: architettura e città Le trasformazioni territoriali: architettura e città Manchester 1720 2.000 ab. 1744 41.000 ab. 1801 102.000 ab. 1841 353.000 ab. Birmingham 1700 15.000 ab. 1801 73.000 ab. 1841 183.000 ab. Parigi 1801

Dettagli

APERTURE TRADIZIONALI VESUVIANE

APERTURE TRADIZIONALI VESUVIANE APERTURE TRADIZIONALI VESUVIANE Le aperture praticate nelle facciate degli edifici, sin dall inizio dei tempi, hanno avuto sempre una particolarmente attenzione da parte dei costruttori e progettisti,

Dettagli

Nuovo Municipio di Camparada (Mi)

Nuovo Municipio di Camparada (Mi) Progetti Roberto Gamba La Brianza, da Monza, si prolunga verso le Prealpi del Comasco e del Lecchese. Il suo nome pare derivi dalle parole celtiche brig e anth, monte e passaggio. Oggi la regione è ricca

Dettagli

Istituto alberghiero Belliard, Parigi

Istituto alberghiero Belliard, Parigi Progetti Elisabetta Pieri bret & trividic Istituto alberghiero Belliard, Parigi Nella pagina a fianco: corte interna: il lato sud. FOTOGRAFIE J. P. Monthiers La sede dell istituto alberghiero Belliard

Dettagli

...la convergenza tra il design architettonico contemporaneo e l alto stile di vita elegante di una dimora storica di grande prestigio. progetto proprietà arch. Carlo SCAGNELLI Victoria Ral Estate s.r.l.

Dettagli

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE LE ESSENZIALI DI DISEGNO E classe prima Liceo scientifico utilizzare regole e tecniche grafiche progettare un minimo percorso grafico costruire un disegno geometrico, impiegando in maniera appropriata

Dettagli

Tecnologie edili per l ambiente. facciate continue serramenti - pareti mobili

Tecnologie edili per l ambiente. facciate continue serramenti - pareti mobili Certificato n. 4858 Tecnologie edili per l ambiente facciate continue serramenti - pareti mobili Progetto di ampliamento della sede Arnoldo Mondadori Editore con completa ristrutturazione della CASCINA

Dettagli

L uso di modelli per la verifica della sicurezza antincendio delle facciate ventilate

L uso di modelli per la verifica della sicurezza antincendio delle facciate ventilate L uso di modelli per la verifica della sicurezza antincendio delle facciate ventilate Ing. Giovanni Longobardo Area V Protezione passiva giovanni.longobardo@vigilfuoco.it Negli ultimi decenni il numero

Dettagli

I NUOVI PROGETTI DEL XXI sec.

I NUOVI PROGETTI DEL XXI sec. MARTA MATTIOLO CHIARA ROTA MARIA CRIPPA -PROGETTO 21- I NUOVI PROGETTI DEL XXI sec. Negli ultimi anni numerosi sono stati gli interventi architettonici all' interno della città di Lecco. Alcuni di questi

Dettagli

Uno stile interamente affidato alla totale perfezione. delle forme geometriche da cui è composto, costretta e vincolata dalla forza dell acciaio,

Uno stile interamente affidato alla totale perfezione. delle forme geometriche da cui è composto, costretta e vincolata dalla forza dell acciaio, Uno stile interamente affidato alla totale perfezione delle forme geometriche da cui è composto, la freddezza della pietra costretta e vincolata dalla forza dell acciaio, fanno del design di questo orologio

Dettagli

LICEO ARTISTICO STATALE Giacomo e Pio Manzù BERGAMO TABELLA DEI MINIMI DISCIPLINARI TRIENNIO RIFORMA DISCIPLINE PROGETTUALI INDIRIZZO DESIGN

LICEO ARTISTICO STATALE Giacomo e Pio Manzù BERGAMO TABELLA DEI MINIMI DISCIPLINARI TRIENNIO RIFORMA DISCIPLINE PROGETTUALI INDIRIZZO DESIGN DISCIPLINE PROGETTUALI CLASSE TERZA Riepilogo dei metodi proiettivi del disegno tecnico: - Proiezioni cilindriche proiezioni ortogonali (metodo di Monge) assonometrie oblique e ortogonali - Proiezioni

Dettagli

VILLINO SIMON VIOLET INTERVENTO DI FRAZIONAMENTO E VENDITA DESCRIZIONE

VILLINO SIMON VIOLET INTERVENTO DI FRAZIONAMENTO E VENDITA DESCRIZIONE VILLINO SIMON VIOLET INTERVENTO DI FRAZIONAMENTO E VENDITA DESCRIZIONE L immobile è ubicato nella primissima periferia cittadina in un contesto di alta qualità, con abitazioni circostanti prevalentemente

Dettagli

Geberit dà spazio alle idee con un draft.

Geberit dà spazio alle idee con un draft. Geberit dà spazio alle idee con un draft. Praticamente ridisegnare il bagno, la proposta che Geberit ha rivolto ad una selezione di architetti di Roma chiamati a tracciare un veloce ed essenziale draft

Dettagli

ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI A. POZZO 22. ing. Luca Springhetti

ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI A. POZZO 22. ing. Luca Springhetti Due altri tipici prodotti architettonici del mondo industriale e commerciale furono, nel XIX secolo, i grandi magazzini e i padiglioni delle Esposizioni Universali. A Parigi A.G. Eiffel e L.A. Boileau

Dettagli

sede asl e residenze per anziani a montelupo fiorentino (fi), 1991-93

sede asl e residenze per anziani a montelupo fiorentino (fi), 1991-93 In una zona di espansione della cittadina toscana (oltre 11.000 abitanti in un territorio collinare, dove il torrente Pesa confluisce nell Arno), l edificio del nuovo Distretto socio sanitario locale sorge

Dettagli

DISARK 2 - Prof. Valeria Macrì - Seminario: Schikel e il suo tempo

DISARK 2 - Prof. Valeria Macrì - Seminario: Schikel e il suo tempo Karl Friedrich Schinkel (1781 1841) è stato un architetto e pittore prussiano, autore di prestigiosi monumenti che hanno dato un nuovo assetto architettonico al centro di Berlino. Da una parte, fu figura

Dettagli

Presentazione del progetto architettonico Centre Pompidou Malaga

Presentazione del progetto architettonico Centre Pompidou Malaga Presentazione del progetto architettonico Centre Pompidou Malaga Committente Architetti: Francisco Javier Pérez de la Fuente Juan Antonio Marín Malavé Sito: Lo spazio espositivo si trova all angolo tra

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA

RELAZIONE ILLUSTRATIVA RELAZIONE ILLUSTRATIVA Il progetto per la riqualificazione di Piazza dei Martiri e Piazza Vittorio Emanuele II si sviluppa intorno all idea centrale di realizzare un grande spazio urbano con continuità

Dettagli

Planimetria dei giardini della Reggia con individuazione del rettangolo in cui verrà collocato il Fantacasino.

Planimetria dei giardini della Reggia con individuazione del rettangolo in cui verrà collocato il Fantacasino. OGGETTO DELL INTERVENTO: DESCRIZIONE L intervento consiste nella costruzione di un padiglione prevalentemente in legno, dalle forme barocche, la cui funzione ludica è esplicitata tanto nell estetica quanto

Dettagli

Parte Terza Casi studio

Parte Terza Casi studio Parte Terza Casi studio In questo capitolo conclusivo vogliamo analizzare nel dettaglio due diverse tipologie di spazi retail. Abbiamo scelto un negozio monomarca e un department store proprio perché,

Dettagli

Abitare il Calcestruzzo

Abitare il Calcestruzzo AbitareilCalcestruzzo PietroMencagli,Architetto,DottorediricercainTecnologiadell Architettura Troppo spesso, e per troppo tempo, il calcestruzzo è sempre stato visto come materiale strutturale,utilizzatoesclusivamenteperlarealizzazionedipilastri,traviearchi,rinunciando

Dettagli

LA NUOVA DEUTSCHE BANK DI MARIO BELLINI

LA NUOVA DEUTSCHE BANK DI MARIO BELLINI LA NUOVA DEUTSCHE BANK DI MARIO BELLINI La Deutsche Bank ha un nuovo quartier generale nella sua sede storica di Francoforte. A firmarlo è l architetto milanese Mario Bellini che ha radicalmente rinnovato

Dettagli

S.U.N. Architettura Luigi Vanvitelli. CdL Architettura TECNOLOGIA DELL ARCHITETTURA A 2012_13 prof. S. Rinaldi MU_1

S.U.N. Architettura Luigi Vanvitelli. CdL Architettura TECNOLOGIA DELL ARCHITETTURA A 2012_13 prof. S. Rinaldi MU_1 S.U.N. Architettura Luigi Vanvitelli CdL Architettura TECNOLOGIA DELL ARCHITETTURA A 2012_13 prof. S. Rinaldi S.U.N. Architettura Luigi Vanvitelli CdL Architettura TECNOLOGIA DELL ARCHITETTURA A 2012_13

Dettagli

ORA 2010 IL MANUFATTO RISULTA ABBATTUTO AD ECCEZIONE DELLA PALAZZINA DEGLI UFFICI

ORA 2010 IL MANUFATTO RISULTA ABBATTUTO AD ECCEZIONE DELLA PALAZZINA DEGLI UFFICI 1 1.1 Comune di Cismon, Cismon. Fabbrica ex Lancia. (ora in parte adibita a fungaia) ORA 2010 IL MANUFATTO RISULTA ABBATTUTO AD ECCEZIONE DELLA PALAZZINA DEGLI UFFICI LUOGO. Cismon, OGGETTO. Fabbrica ex

Dettagli

Torre pendente di Pisa Pisa, Italia

Torre pendente di Pisa Pisa, Italia Torre pendente di Pisa Pisa, Italia Torre pendente di Pisa La costruzione della torre di Pisa ha richiesto quasi 200 anni. Il famoso campanile occupa la sua posizione, accanto alla Cattedrale, da oltre

Dettagli

IL GOTICO. L Inghilterra. Cattedrale di Ely, le volte

IL GOTICO. L Inghilterra. Cattedrale di Ely, le volte IL GOTICO L Inghilterra Cattedrale di Ely, le volte GOTICO INGLESE L Inghilterra aveva stretti contatti con la Normandia poichè era stata conquistata dai Normanni nel 1081 Attraverso questa via arrivò

Dettagli

LA MATERIA PRIMA polistirene espanso sinterizzato petrolio carbonio, idrogeno e per il 98% d aria

LA MATERIA PRIMA polistirene espanso sinterizzato petrolio carbonio, idrogeno e per il 98% d aria LA MATERIA PRIMA Il polistirene espanso sinterizzato (EPS) è un materiale rigido, di peso ridotto, derivato dal petrolio, composto da carbonio, idrogeno e per il 98% d aria. Oltre al vapore acqueo, per

Dettagli

DISEGNO dell ARCHITETTURA II

DISEGNO dell ARCHITETTURA II 1 DISEGNO dell ARCHITETTURA II Il disegno degli infissi e degli impianti tecnologici. Le diapositive costituiscono unicamente una base per lo sviluppo della lezione e, come tali, non sostituiscono in alcun

Dettagli

Edificio Tamedia, Zurigo

Edificio Tamedia, Zurigo Shigeru Ban Architects Jean De Gastines Ernst Basler+Partner traduzione Studio Associato Bozzola Edificio Tamedia, Zurigo Le travi luminose La sede del gruppo editoriale svizzero Tamedia è situata nel

Dettagli

Facoltà di Diritto Università di Alcalá, Madrid

Facoltà di Diritto Università di Alcalá, Madrid Progetti Eleonora Trivellin angel fernandez alba Facoltà di Diritto Università di Alcalá, Madrid Pianta delle coperture. Fotografie Reto Halme L intervento dell architetto Angel Fernandez Alba, fin dalla

Dettagli

VERSO IL RESTAURO DELLA CHIESA DI S. MARIA DEL QUARTIERE

VERSO IL RESTAURO DELLA CHIESA DI S. MARIA DEL QUARTIERE VERSO IL RESTAURO DELLA CHIESA DI S. MARIA DEL QUARTIERE LA FONDAZIONE CARIPARMA PER IL PATRIMONIO ARTISTICO E MONUMENTALE DELIBERATI SINO AD OGGI 59 MILIONI DI EURO Credo sia ormai un concetto condiviso,

Dettagli

RELAZIONE MONOGRAFIA SUI SERRAMENTI

RELAZIONE MONOGRAFIA SUI SERRAMENTI MONOGRAFIA SUI SERRAMENTI RELAZIONE PREMESSA Per la posizione esterna a un edificio, il significato della facciata investe, oltre al campo dell architettura, quello dell urbanistica, condizionando spesso

Dettagli

Il centro George Pompidou a Parigi

Il centro George Pompidou a Parigi CORSO DI PROGETTAZIONE ORGANIZZAZIONE E SICUREZZA NEL CANTIERE Prof. Renato Laganà Grandi strutture spaziali : Il centro George Pompidou a Parigi Prof. Renato Laganà Università degli Studi Mediterranea

Dettagli

Proposta intitolazione parco interno residenze Parco Vittoria, Portello. Milano / 12 dicembre 2014

Proposta intitolazione parco interno residenze Parco Vittoria, Portello. Milano / 12 dicembre 2014 Proposta intitolazione parco interno residenze Parco Vittoria, Portello Milano / 12 dicembre 2014 INDICE 3 / TRE 4 / QUATTRO 6 / SEI 9 / NOVE 10 / DIECI 12 / DODICI 13 / TREDICI 14 / QUATTORDICI Storia

Dettagli

IL PROCESSO PROGETTUALE E I SUOI ATTORI

IL PROCESSO PROGETTUALE E I SUOI ATTORI Dipartimento di Architettura e Territorio darte Corso di Studio in Architettura quinquennale Classe LM-4 Corso di Project Management, Gestione OO.PP e Cantiere - C prof. Renato G. Laganà IL PROCESSO PROGETTUALE

Dettagli

Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design. Corso di laurea in Architettura d interni

Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design. Corso di laurea in Architettura d interni Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design Corso di laurea in Architettura d interni Dipartimento ambiente costruzioni e design Il Dipartimento

Dettagli

DELL ARCHITETTURA GRECA

DELL ARCHITETTURA GRECA GLI ORDINI DELL ARCHITETTURA GRECA APPUNTI SCHIZZI E COMPOSIZIONI DI. Anno scolastico 2013/2014 Classe I media Arte e Immagine Prof.ssa Giuditta Niccoli 1 Gli stili o ordini dell architettura greca sono

Dettagli

collezione scuri e persiane in alluminio

collezione scuri e persiane in alluminio collezione scuri e persiane in alluminio 2 donà. scegliere consapevolmente. collezione scuri e persiane in alluminio Premessa Il legno è l origine Qualità e materia prima I vantaggi del legno. Premessa

Dettagli

Adeguamento del Parco e della Serra del Museo delle Ville Storiche di Caltagirone

Adeguamento del Parco e della Serra del Museo delle Ville Storiche di Caltagirone RELAZIONE TECNICA Adeguamento del Parco e della Serra del Museo delle Ville Storiche di Caltagirone PO FESR SICILIA 2007-2013 DELL OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3 LINEA D'INTERVENTO 3.1.3.3 PROGETTO BIENNALE

Dettagli

Le ultime tendenze di Interior Design.

Le ultime tendenze di Interior Design. Le ultime tendenze di Interior Design. Design Group Italia, ideatore insieme a Vimar della linea Eikon Evo, presenta il suo lavoro di ricerca sugli stili abitativi contemporanei. Design Group Italia ha

Dettagli

COLLEZIONE ACTION Sliding e porte in vetro e alluminio

COLLEZIONE ACTION Sliding e porte in vetro e alluminio ACTION Sliding e porte in vetro e alluminio L ALLUMINIO NON È MAI STATO COSì ELEGANTE Una linea di porte, pareti scorrevoli e divisori tecnicamente avanzati ed esteticamente ricercati: una soluzione per

Dettagli

OTIS. Lumina. LUMINA. La nostra sfida è superare le vostre aspettative.

OTIS. Lumina. LUMINA. La nostra sfida è superare le vostre aspettative. OTIS Lumina LUMINA. La nostra sfida è superare le vostre aspettative. LUMINA EDIFICI RESIDENZIALI DI PRESTIGIO UFFICI DI LUSSO HOTEL TIPOLOGIE DI CABINA PORTATA PASSEGGERI FINITURE DI CABINA 4 4-26 passeggeri

Dettagli

PROGETTO UNITARIO AMBITO DI RICUCITURA VIA MESSINA - COLLEGNO RELAZIONE DESCRITTIVA

PROGETTO UNITARIO AMBITO DI RICUCITURA VIA MESSINA - COLLEGNO RELAZIONE DESCRITTIVA PROGETTO UNITARIO AMBITO DI RICUCITURA VIA MESSINA - COLLEGNO RELAZIONE DESCRITTIVA INDICE INTRODUZIONE... 2 CARATTERISITCHE COMPOSITIVE COMPARTO 1 - PUBBLICO... 3 CARATTERISITCHE COMPOSITIVE COMPARTO

Dettagli

Progetti. donnelly turpin architects Complesso multifunzionale in Rathmines Square. Carmen Murua

Progetti. donnelly turpin architects Complesso multifunzionale in Rathmines Square. Carmen Murua Progetti Carmen Murua Il complesso multifunzionale progettato da Donnelly Turpin Architects si trova nel quartiere Rathmines, a sud del centro storico di Dublino, caratterizzato da edifici residenziali

Dettagli

MARC. Domino web agency Torino

MARC. Domino web agency Torino 182 MARC Domino web agency Torino INTERVENTO ristutturazione edilizia DESTINAZIONE direzionale AMBITO privato assonometria della hall A FRONTE area relax al piano interrato Una nota agenzia web trasferisce

Dettagli

Strutture murarie. Lezione 2 L02

Strutture murarie. Lezione 2 L02 Strutture murarie Lezione 2 1 Cenni preliminari Nel passato veniva usata praticamente sempre la cosiddetta muratura continua. Dai tempi dei Romani, ad anche prima, si è sempre utilizzata, quindi è stata

Dettagli

L ARCHITETTURA GOTICA

L ARCHITETTURA GOTICA L ARCHITETTURA GOTICA LE ORIGINI DEL GOTICO Per architettura gotica si intende quell architettura nata in Francia, poi sviluppatasi in Germania e diffusasi in tutto il continente europeo, a partire dal

Dettagli

05 Pasqualetti progetto 28-01-2004 14:26 Pagina 1

05 Pasqualetti progetto 28-01-2004 14:26 Pagina 1 05 Pasqualetti progetto 28-01-2004 14:26 Pagina 1 05 Pasqualetti progetto 28-01-2004 14:26 Pagina 46 1 05 Pasqualetti progetto 28-01-2004 14:26 Pagina 47 IL PROGETTO DI RECUPERO Roberto Pasqualetti Il

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA Campo d esperienza IMMAGINI,SUONI E COLORI. Disciplina: ARTE E IMMAGINE

SCUOLA DELL INFANZIA Campo d esperienza IMMAGINI,SUONI E COLORI. Disciplina: ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA Campo d esperienza IMMAGINI,SUONI E COLORI. Disciplina: ARTE E IMMAGINE TRAGUARDI ABILITA COMPETENZE FINE SCUOLA DELL INFANZIA 3 ANNI 4 ANNI 5 ANNI CONOSCENZE NUCLEO: ESPRIMERE E COMUNICARE

Dettagli

Porte interne e pareti divisorie METRA-Flex Porte interne

Porte interne e pareti divisorie METRA-Flex Porte interne Porte interne e pareti divisorie METRA-Flex Porte interne METRA-Flex Porte interne Sintesi e qualità strutturale sono caratteristiche distintive delle porte interne Metra. Possono essere utilizzate sia

Dettagli

STEKO mattoni in legno per le Vostre IDEE. STEKO mattoni in legno per le Vostre idee.

STEKO mattoni in legno per le Vostre IDEE. STEKO mattoni in legno per le Vostre idee. STEKO mattoni in legno per le Vostre IDEE. STEKO mattoni in legno per le Vostre idee. Da UN antico Desiderio ad una NUOVA IDEA. Da un antico desiderio ad una nuova idea. UN NUOVO MODO DI COSTRUIRE RICHIEDE

Dettagli

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp. CATTANEO & Co. - BG SC_I 01/2005 S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.it Realizzare un connubio perfetto fra

Dettagli

aluplast - Specialista in sistemi per finestre e porte IDEAL LA TECNOLOGIA INNOVATIVA NELLA FORMA PIÙ BELLA www.aluplast.com.pl

aluplast - Specialista in sistemi per finestre e porte IDEAL LA TECNOLOGIA INNOVATIVA NELLA FORMA PIÙ BELLA www.aluplast.com.pl aluplast - Specialista in sistemi per finestre e porte IDEAL LA TECNOLOGIA INNOVATIVA NELLA FORMA PIÙ BELLA www.aluplast.com.pl classic-line IDEAL 4000 Il sistema di profili Ideal 4000 costituisce la nuova

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO GIULIO DE PETRA CASOLI (CH) DIR. SCOLASTICO: DOTT.SSA ANNA DI MARINO

ISTITUTO COMPRENSIVO GIULIO DE PETRA CASOLI (CH) DIR. SCOLASTICO: DOTT.SSA ANNA DI MARINO ISTITUTO COMPRENSIVO GIULIO DE PETRA CASOLI (CH) DIR. SCOLASTICO: DOTT.SSA ANNA DI MARINO ANNO SCOLASTICO 2011/2012 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO - CASOLI CORSO DI TECNOLOGIA INS. MARIO DI PRINZIO INS.

Dettagli

Il Molino Stucky a Venezia - ora Hilton Molino Stucky Venice

Il Molino Stucky a Venezia - ora Hilton Molino Stucky Venice Il Molino Stucky a Venezia - ora Hilton Molino Stucky Venice Il Molino Stucky a Venezia è uno di quei siti di archeologia industriale in Italia nel quale l efficienza si è sposata con la volontà di erigere

Dettagli

Concorso di idee per la Copertura dell Auditorium dell imperatore Adriano in piazza Madonna di Loreto (ROMA) Relazione Storica

Concorso di idee per la Copertura dell Auditorium dell imperatore Adriano in piazza Madonna di Loreto (ROMA) Relazione Storica Concorso di idee per la Copertura dell Auditorium dell imperatore Adriano in piazza Madonna di Loreto (ROMA) Relazione Storica La campagna archeologica preventiva per la realizzazione delle opere di risalita

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ISA 1 Scuola Statale Secondaria di primo grado Jean Piaget La Spezia ARTE E IMMAGINE

ISTITUTO COMPRENSIVO ISA 1 Scuola Statale Secondaria di primo grado Jean Piaget La Spezia ARTE E IMMAGINE ISTITUTO COMPRENSIVO ISA 1 Scuola Statale Secondaria di primo grado Jean Piaget La Spezia ARTE E IMMAGINE Programmazione biennio a.s. 2013/2014-2014/2015 (Primo e secondo anno di scuola media) L educazione

Dettagli

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI di Castelfranco Emilia Mo Via Guglielmo Marconi, 1 Tel 059 926254 - fax 059 926148 email: MOIC825001@istruzione.it Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado Anno

Dettagli

CORSO DI ARCHITETTURA E PROGETTAZIONE D INTERNI

CORSO DI ARCHITETTURA E PROGETTAZIONE D INTERNI 1 CORSO DI ARCHITETTURA E PERCORSO FORMATIVO A MODULI Numero moduli: 18 9 moduli da 7 ore settimanali (area Architettura) 9 moduli da 8 ore settimanali (area Design e Comunicazione) Ore settimanali: Mattina

Dettagli

Centro tedesco-giapponese ad Amburgo

Centro tedesco-giapponese ad Amburgo Progetti Igor Maglica von gerkan, marg und partner Centro tedesco-giapponese ad Amburgo Planivolumetrico. Nella pagina a fianco: l edificio giapponese. Vista del fronte sud con il ponte storico in primo

Dettagli

LOCALIZZAZIONE INTERVENTO

LOCALIZZAZIONE INTERVENTO LOCALIZZAZIONE INTERVENTO L edificio denominato comunemente Palazzo Piacentini, dal nome del progettista, o più propriamente Museo Nazionale Di Reggio Calabria è localizzato in posizione strategica nel

Dettagli

LIBRERIE. Leqò pagina 1-4. Richter pagina 5-12 TAVOLI. Banco pagina 15-22. H pagina 23-28 LAMPADE. Dalia#1 pagina 45-48. Dalia#2 pagina 49-52

LIBRERIE. Leqò pagina 1-4. Richter pagina 5-12 TAVOLI. Banco pagina 15-22. H pagina 23-28 LAMPADE. Dalia#1 pagina 45-48. Dalia#2 pagina 49-52 #1 Lineamenti nasce dal sodalizio creativo tra Elisa Manelli e Francesco Valenti e dal comune desiderio di autoprodurre oggetti di design muovendosi in equilibrio sul confine tra artigianalità, produzione

Dettagli

Torre Isozaki. 1 di 7

Torre Isozaki. 1 di 7 Torre Isozaki Location: Milano, ex polo urbano della Fiera Developer: CityLife S.p.A. Architetti: Arata Isozaki, con Andrea Maffei Destinazione: uffici Tenant: Gruppo Allianz General contractor: Colombo

Dettagli

Proseguendo il percorso tracciato

Proseguendo il percorso tracciato Proseguendo il percorso tracciato in oltre 40 anni di attività l Auros Elevator S.r.l. mantiene, nel segno della tradizione che caratterizza la famiglia Aureli, un ruolo importante nel settore ascensoristico

Dettagli

Comune di Orbetello- Storia ed evoluzione degli insediamenti importanti per la valenza storica e per l identità territoriale

Comune di Orbetello- Storia ed evoluzione degli insediamenti importanti per la valenza storica e per l identità territoriale Comune di Orbetello- Storia ed evoluzione degli insediamenti importanti per la valenza storica e per l identità territoriale Scheda N : 140 Oggetto: SIPE NOBEL modificata in seguito alle osservazioni Vincoli

Dettagli

CITY BOOK Guida Turistica sul Centro Storico della città di Firenze

CITY BOOK Guida Turistica sul Centro Storico della città di Firenze CITY BOOK Guida Turistica sul Centro Storico della città di Firenze pubblicazione gratuita realizzata da qualità nei servizi per il turismo ITINERARIO TURISTICO/CULTURALE nel Centro Storico di Firenze

Dettagli

Salt Museum Salins-les-Bains (France) 2009 Malcotti Roussey Architectes + Thierry Gheza

Salt Museum Salins-les-Bains (France) 2009 Malcotti Roussey Architectes + Thierry Gheza Salt Museum Salins-les-Bains (France) 2009 Malcotti Roussey Architectes + Thierry Gheza Università degli studi di Firenze AA 2010/11 Eugenio Pandolfini Salt Museum diciembre pag. 2010 1 0. l edificio Viste

Dettagli

La qualità spaziale della casa forma, uso, luce. uso emozionale volumi sotto la luce Le Corbusier Barragan_volumi puri esaltati dal sole

La qualità spaziale della casa forma, uso, luce. uso emozionale volumi sotto la luce Le Corbusier Barragan_volumi puri esaltati dal sole La qualità spaziale della casa forma, uso, luce uso emozionale volumi sotto la luce Le Corbusier Barragan_volumi puri esaltati dal sole 01 uso analitico la luce aiuta a spiegare gli elementi dell architettura

Dettagli

NEMO. Il progetto. Museo della scienza e della tecnica - Amsterdam Renzo Piano Building Workshop. Prospetti metallici

NEMO. Il progetto. Museo della scienza e della tecnica - Amsterdam Renzo Piano Building Workshop. Prospetti metallici NEMO Museo della scienza e della tecnica - Amsterdam Renzo Piano Building Workshop Il progetto Dove una strada principale si inabissa nel porto di Amsterdam, una rampa pedonale conduce sul tetto di un

Dettagli

2.1. Le Corbusier - Villa Savoye. Autore. figura 00

2.1. Le Corbusier - Villa Savoye. Autore. figura 00 Nico Bolla Architetture: 2.1. Le Corbusier - villa Savoye pag 1 2.1. Le Corbusier - Villa Savoye Autore figura 00 Charles-Edouard Jeanneret-Gris assumerà il nome d arte di Le Corbusier (storpiando un poco

Dettagli

DESIGN PROGETTO CULTURALE E FORMATIVO ( nuovo ordinamento- Progettazione e Laboratorio)

DESIGN PROGETTO CULTURALE E FORMATIVO ( nuovo ordinamento- Progettazione e Laboratorio) Obiettivi Tematiche Argomenti Dal profilo in uscita nuovo ordinamento - Individuare i principi e le regole della composizione e le teorie essenziali della percezione visiva; - Acquisire le teoriche di

Dettagli

CUNEO: A SPASSO PER IL CENTRO STORICO

CUNEO: A SPASSO PER IL CENTRO STORICO Dati percorso / itinerario : Responsabile percorso / itinerario : ISTITUTO GRANDIS Roberto Delprete CUNEO 0171-692623 12100 CUNEO (CN) cnis00300e@istruzione.it Italia http://www.grandiscuneo.it Fondata

Dettagli

Riqualificazione di Piazza Pellini: complesso di parcheggi, piazza e uffici nel centro Storico

Riqualificazione di Piazza Pellini: complesso di parcheggi, piazza e uffici nel centro Storico Riqualificazione di Piazza Pellini: complesso di parcheggi, piazza e uffici nel centro Storico Concorso, 2 classificato Perugia 2001 Massimo e Gabriella Carmassi con Paolo Vinti Il nostro progetto si propone

Dettagli

1. STRUTTURE 2. CHIUSURE ESTERNE

1. STRUTTURE 2. CHIUSURE ESTERNE SCOMPOSIZIONE TECNICA di un EDIFICIO Didattica nov122012 L involucro edilizio è un elemento architettonico che delimita l organismo costruttivo e strutturale, come fosse una scatola la cui funzione è di

Dettagli

Cassa depositi e prestiti PENTAGRAMMA PIEMONTE S.P.A.

Cassa depositi e prestiti PENTAGRAMMA PIEMONTE S.P.A. PENTAGRAMMA PIEMONTE S.P.A. Torino, Palazzo del Lavoro Veicolo societario 100% Pentagramma Piemonte S.p.A. (50% CDP Immobiliare S.r.l. - 50% G.E.F.I.M.) Localizzazione L edificio del Palazzo del Lavoro

Dettagli

CAPPOTTO ESTERNO E ISOLAMENTO ACUSTICO DI FACCIATA. PARETI DI TAMPONAMENTO IN ZONE SISMICHE. 1. INTRODUZIONE. Tecnologia delle costruzioni

CAPPOTTO ESTERNO E ISOLAMENTO ACUSTICO DI FACCIATA. PARETI DI TAMPONAMENTO IN ZONE SISMICHE. 1. INTRODUZIONE. Tecnologia delle costruzioni CAPPOTTO ESTERNO E ISOLAMENTO ACUSTICO DI FACCIATA. PARETI DI TAMPONAMENTO IN ZONE SISMICHE. Isolamento acustico di facciata su pareti con isolamento a cappotto in polistirene espanso. ANALISI DEL COMPORTAMENTO

Dettagli

NAVETTE E ALTA VELOCITÀ PER FRANCOFORTE

NAVETTE E ALTA VELOCITÀ PER FRANCOFORTE AEROPORTI & FRANCOFORTE NAVETTE E ALTA VELOCITÀ PER FRANCOFORTE Con la recente inaugurazione del nuovo terminal 2 il maggiore scalo tedesco guarda al futuro del trasporto aereo, affidandosi a un complesso

Dettagli

TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE PER GRUPPI DIDATTICI

TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE PER GRUPPI DIDATTICI TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE PER GRUPPI DIDATTICI MATERIA: DISEGNO e PROGETTAZIONE CAD CLASSI: QUINTE I II QUADRIMESTRE Competenze Abilità/Capacità Conoscenze* Attività didattica Strumenti Tipologia verifiche

Dettagli

Scuola di Architettura e Design Eduardo Vittoria UNICAM Esame di Abilitazione all esercizio della professione di Architetto Temi Giugno 2014

Scuola di Architettura e Design Eduardo Vittoria UNICAM Esame di Abilitazione all esercizio della professione di Architetto Temi Giugno 2014 Scuola di Architettura e Design Eduardo Vittoria UNICAM Esame di Abilitazione all esercizio della professione di Architetto Temi Giugno 2014 Prova pratico-grafica (6 ore) Tema n.1 Consideriamo un edificio

Dettagli

LA FACCIATA DELLA CATTEDRALE DI ANDRIA.

LA FACCIATA DELLA CATTEDRALE DI ANDRIA. Vincenzo Zito LA FACCIATA DELLA CATTEDRALE DI ANDRIA. Appunti storici di resistenza Fascicolo 1 Novembre 2014 Il presente opuscolo raccoglie una serie di appunti sul tema pubblicati sul sito Facebook Andria

Dettagli

NAGATA ACOUSTICS Hongo Segawa Bldg, 3F 2-35-10 Hongo, Bunkyo-ku Tokyo, 113-0033 Japan info@nagata.co.jp

NAGATA ACOUSTICS Hongo Segawa Bldg, 3F 2-35-10 Hongo, Bunkyo-ku Tokyo, 113-0033 Japan info@nagata.co.jp COMUNE DI BOLOGNA AUDITORIUM DELLE ARTI da un progetto culturale di Claudio Abbado per la Città di Bologna STUDIO DI FATTIBILITA COMMITTENTE FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI BOLOGNA Via Luigi Farini, 15

Dettagli

Torre di controllo del porto di Lisbona

Torre di controllo del porto di Lisbona Torre di controllo del porto di Lisbona Il progetto Gonçalo Sousa Byrne G.B. Arquitectos Prima che i Portoghesi, a metà del XVIII sec. costruissero il primo faro, il margine occidentale d Europa è stato

Dettagli

Nuovo ampliamento per l Ospedale di Venezia

Nuovo ampliamento per l Ospedale di Venezia Progetti Roberto Gamba Il progetto di un nuovo ospedale per Venezia fu ideato nel 1964 da Le Corbusier; non fu realizzato, ma è rimasto a testimoniare la possibilità di incidere con la nuova architettura

Dettagli

Appartamenti in rue Kafka, Parigi

Appartamenti in rue Kafka, Parigi Progetti Elisabetta Pieri olivier brenac & xavier gonzalez Appartamenti in rue Kafka, Parigi cio secondo due diverse direttrici: ai primi tre livelli, i volumi si distendono in orizzontale a definire un

Dettagli

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Unesco quando e perché Firenze è la città artistica per eccellenza, patria di molti personaggi che hanno fatto la storia

Dettagli

Regione Campania - Genio Civile

Regione Campania - Genio Civile Regione Campania - Genio Civile Controllo di progetti relativi ad edifici in muratura Le tipologie strutturali degli edifici in muratura esistenti e la loro vulnerabiltà sismica B. Calderoni - D.A.P.S.

Dettagli