IL GRATTACIELO Evoluzione dello stile nell America del XIX e XX secolo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL GRATTACIELO Evoluzione dello stile nell America del XIX e XX secolo"

Transcript

1 IL GRATTACIELO Evoluzione dello stile nell America del XIX e XX secolo

2 Gli Stati Uniti d America sono un paese che, nella fase di sviluppo della sua architettura, non potendo avvalersi di una tradizione consolidata, subisce la colonizzazione culturale dell Europa. Gli stili architettonici che vengono usati, quindi, sono quelli importati dal vecchio continente nel corso del 1700 e durante il 1800, adattandoli al contesto locale : l Eclettismo e il Classicismo. Nel corso del tempo, però, si manifestano segnali di indipendenza culturale, in particolare con il Movimento per i Parchi Urbani di Olmsted e l architettura di Henry Robson Richardson. W. Thornton, B. Latrobe - Il Campidoglio Washington Jefferson - Università della VIrginia Parallelamente si definiscono anche alcuni caratteri tipici dell edilizia, quale conseguenza della politica urbanistica basata esclusivamente sulle leggi del profitto. Se gli edifici di rappresentanza sono ubicati in città ed usano gli stili europei, l edilizia residenziale si sviluppa fuori delle città ed è realizzata con prevalente struttura in legno su un massimo di due piani. Nel centro città (il cosiddetto Loop), invece, l edilizia commerciale dà inizio alla storia di un nuovo tipo : il grattacielo.

3 Funzione, struttura e stile La storia del grattacielo è la storia dell evoluzione di alcuni fattori tecnico - economici : - l alto prezzo delle aree fabbricabili del centro città che porterà a privilegiare, a Chicago come a New York, l altezza dell edificio rispetto alla sua estensione orizzontale; - le innovazioni tecnologiche che per le strutture riguardano l uso della ghisa e del ferro, per i sistemi di trasporto verticale l ascensore (a vapore : Otis nel 1864; idraulico : Baldwin nel 1870; elettrico : Siemens nel 1887), nonché del telefono e della posta pneumatica. A queste innovazioni farà seguito la ricerca di un linguaggio che sia adeguato al nuovo tipo di edificio ed alla società americana del XIX secolo che lo ha prodotto. Le innovazioni strutturali Dal punto di vista strutturale i grattacieli erano realizzati o in muratura portante, con gli inevitabili grossi spessori delle pareti in pietra o mattoni, o in struttura metallica, con l uso della ghisa e poi del ferro, in particolare per la realizzazione dei pilastri, che consentivano maggiori aperture vetrate e campate più ampie.

4 Sotto questo profilo gli indirizzi stilistici possibili erano sostanzialmente due. Il primo era orientato a mettere in luce, con grande chiarezza e sincerità, la struttura portante intelaiata che diventava, quindi, l elemento caratterizzante la forma dell edificio. Il secondo era quello di nascondere la struttura metallica sotto una muratura portante in pietra, dando quindi l impressione di un edificio in muratura tradizionale e lasciando al rivestimento esterno il compito di esprimere il carattere dell edificio. Non si può, però, attribuire a priori carattere di innovazione stilistica alla soluzione più razionale della messa in luce del telaio metallico, e di perseveranza storicistica a quelli in muratura, perché si manifesteranno continue interferenze tra i due tipi di intervento strutturale e di questi con la tradizione decorativa Beaux Arts parigina. L espressione della struttura metallica verrà condizionata da una decorazione storicista a volte esasperata, mentre avremo casi di grande sobrietà formale in edifici in muratura tradizionale. William L. Johnston Granite Building, Philadelphia Tribune Building New York

5 Le innovazioni stilistiche Dal punto di vista stilistico l architettura del grattacielo presenta due linee principali : l eclettismo e il funzionalismo, che non sono, però, in diretta relazione con la scelta strutturale. I due indirizzi si diversificano per un uso espressivo diverso della struttura portante dell edificio, da un lato ancora legato alla tradizione decorativa europea, dall altro nel tentativo di affrancarsi da questa tradizione. ECLETTISMO Negli esempi di questa pagina possiamo vedere come nell opera di Hunt, che è stato allevo dell Ecole des Beaux Arts di Parigi, vengono utilizzati apparati eclettici ispirati alla Parigi di Hausmann per mimetizzare il rivoluzionario organismo del suo edificio a struttura intelaiata in ghisa. Lo Yondorf Building, invece, si affranca in modo deciso dall eclettismo, proponendo una espressività basata unicamente sulle semplici superfici e sulla geometria e linearità delle finestre a nastro. RAZIONALISMO STRUTTURALE Richard Morris Hunt Edificio al n d Broodway (Cast Iron District) New York Autore sconosciuto Yondorf Building, Chicago 1892

6 L Eclettismo L Eclettismo tende a caratterizzare l edificio (sia esso basso, che alto come il grattacielo) secondo la logica storicistica, abbellendolo con motivi ed ornamenti tratti dalla tradizione o, in casi più radicali, strutturandone la forma come richiamo alle architetture del passato. Questo passato è quello già in voga in Europa nel 1700 e 1800 e contempla il Classicismo, in particolare francese, e il Gotico, in particolare anglosassone. Ware & Van Brunt - Memorial Hall, Harward University Cambridge, Mass La prima importazione ufficiale del classicismo in America è stata fatta da Thomas Jefferson ( ), futuro Presidente, che ha definito i caratteri dello stile di rappresentanza americano con la realizzazione dell Università della Virginia e del Campidoglio di Washington, aiutato dagli architetti Benjamin Latrobe ( ) e William Thornton ( ) Frank Furness e George W. Hewitt Pennsylvania Accademy of Fine Arts - Philadelphia

7 Allo stesso modo di Jefferson, a New York, dopo la metà del XIX secolo, un gruppo influenzato da Ruskin costituì l associazione per il progresso della Verità nell Arte che dichiarava che il Gotico era cristiano, morale e anche profondamente connesso con la tradizione americana. Da ciò veniva avviato un recupero delle istanze gotiche e medievali, in contrapposizione all universalismo classicista. Quale esempio di realizzazione può essere annoverato lo Harward Memorial Hall di William Ware e Henry Brunt. Ware & Van Brunt Memorial Hall, Harward University Cambridge, Mass H. R. Richardson American Express Building Chicago

8 Si aprirà, con Richardson, anche un filone Romanico che determinerà, pur nella continuità di un riferimento stilistico, l abbandono della tradizione Beaux Arts. Ed è proprio in questa direzione, anche se appartenente alla linea dell eclettismo, che si manifesteranno le più importanti innovazioni. H. R. Richardson Austin Hall, Harward University Cambridge, Mass

9 Il Razionalismo Strutturale Lo stile funzionalista tende a limitare progressivamente ogni riferimento agli stili del passato ed agli aspetti ornamentali, mettendo in evidenza la struttura dell edificio quale elemento caratterizzante la sua forma. Questa scelta determinerà il progressivo affrancamento dal Classicismo e dall Eclettismo, importati negli U.S.A. dall Europa nel XVIII e XIX secolo, e diventerà, in anticipo sugli sviluppi contemporanei europei, uno punto di riferimento delle ricerche moderne nel campo dell architettura. H. Sullivan Magazzini Walker Chicago

10 Come per l eclettismo, che ha ricevuto una spinta all affermazione da parte di Jefferson e delle teorie di Ruskin importante dall Europa, così la spinta verso una visione più funzionalista dell architettura inizia su pressione di alcuni intellettuali americani. Nel 1876 alla Johns Hopkins University l anno accademico apre i corsi con un programma di studi dove le materie scientifiche vengono parificate agli studi umanistici, che fino ad allora avevano avuto una posizione di privilegio. L indirizzo che ne derivò, sostenuto da insigni scienziati, fu di non realizzare più architetture in forma di parallelepipedi in stile gotico ma di promuovere la costruzione di edifici semplici, economici e funzionali, costruibili e progettabili da un onesto artigiano. Tipico risultato furono i Padiglioni di degenza del John Hopkins University Hospital di Baltimora, del La struttura si dimostrò sì efficiente, ma esternamente aveva l aspetto di un mucchio di mattoni. W. L. Baron Jenney Second Leiter Building Ma l indirizzo funzionale ormai era stato dato e da ora si svilupperà nella ricerca di una forma che lo rappresenti degnamente. Padiglioni di degenza del John Hopkins University Hospital Baltmora

11 La Scuola di Chicago Il grattacielo si sviluppa nella seconda metà dell ottocento in tutte le grandi città americane, ma la prima grande proliferazione, anche per le innovazioni apportate, avviene a Chicago tra il 1880 e il Tutti i grattacieli sono concentrati nel Loop, in nove isolati. Il Loop, che diventa un elemento tipico delle città americane, è caratterizzato da grandi edifici per uffici, alberghi, grandi magazzini e locali pubblici, e rappresenta il cuore pulsante dell economia della città, il centro nevralgico delle politiche economiche del self made men americano. Tra le molte figure professionali presenti nella Chicago del tempo le più significative sono rappresentate da H. R. Richardson, William Le Baron Jenney, John Wellborn Rooth e Daniel Burnham, L. Sullivan e D. Adler. Nel 1871 Chicago è distrutta da un grande incendio e sulla tabula rasa inizia la ricostruzione e la grande espansione della città. Per l architetto americano si pone ora un problema : essendo il grattacielo una tipologia di edificio non esistente in Europa, e volendo la cultura americana affrancarsi da quella Europea, quale stile dovrà avere questo nuovo tipo di edificio?

12 Fiera Mondiale di Chicago Nel 1890 viene approvato il piano generale della famosa Fiera Mondiale Colombiana o Fiera Mondiale di Chicago del 1893, disegnato da Daniel Burnham e Fredrick Law Olmsted, colui che aveva dato le basi scientifiche alla disciplina dl Plannig. La fiera diventerà un avvenimento storico in quanto, celebrandone i fasti, chiuderà un epoca dello sviluppo capitalistico statunitense.

13 Burnham e Olmsted interpreteranno i nuovi bisogni e miti, sconosciuti all America della Frontiera. L area su cui deve sorgere la Fiera comprende il Jackson Park (cui Olmsted aveva dato una prima sistemazione) e una ampia estensione di terreni prospicienti il lago Michigan. Il Piano Generale, però, vede l imposizione di altezze uniformi, di assi di simmetria, fuochi prospettici privilegiati e l adozione del linguaggio Beaux Arts che ha permesso la realizzazione dei bianchi padiglioni di stucco e di legno della Corte d Onore (che daranno il soprannome di White City a tutto il complesso). Questi elementi prefigurano una struttura unitaria, un fantasma di razionalità, in diretta polemica con la foresta di grattacieli che ha rappresentato la Chicago dei rimi anni ottanta. Mentre la Fiera apre suoi battenti impressionando un pubblico stupito, viene teorizzata la definitiva scomparsa della frontiera. Abbandonando ogni complesso di inferiorità verso l Europa, rimuovendo l angoscia derivante dalle modeste radici della propria storia e assumendole nel monumentale Kitsch della Fiera, la cultura americana fornisce al popolo una occasione di auto identificazione. Per la realizzazione dei maggior edifici sono chiamati famosi architetti da New York (RIchard M. Hunt; Mc Kim, Mead and White; George B.), da Boston (Peabody e Stearns) e da Kansas City (Van Brunt e Howe). Da Chicago il più rappresentativo è Sullivan con il suo Transportation Buiding. Sullivan - Padiglione dei Trasporti Transportation Building la Porta d Oro

14 Henry Robson Richardson ( ) Una prima risposta all architetture commerciale viene data da H. R. Richardson, architetto che a Chicago lascerà la sua impronta migliore.. Pur rientrando nel filone dell Eclettismo Richardson è un architetto moderno che, nello stesso tempo, abbraccia la tradizione antica. Stilisticamente l architettura di Richardson, pur ispirandosi al medio evo e al classico, non sarà mai una imitazione pedissequa degli stili del passato. Egli, infatti, rifiuta il Neogotico e il Neoclassicismo e sceglie il Romanico nel quale vede non uno stile ma un metodo compositivo che tiene conto della realtà costruttiva fondamentale : è sufficientemente austero, lascia spazio ad originali interpretazioni, riduce la decorazione all essenziale. Nel Romanico è la struttura l elemento prevalente e caratterizzante, espressivamente, l edificio. Ames Building Boston Allegheny County Jail and Courthouse Pittsburgh

15 Henry Robson Richardson La sua architettura è costituita da imponenti masse murarie in pietra e mattone, tagliate da archi, torri e grandi coperture, con superfici policrome e ornamenti che celebrano l artigianato. Il suo stile robusto evoca le forze sociali di una America che si trasforma da realtà rurale in urbana, ma evoca anche le conformazioni geologiche del paesaggio americano. Biblioteca Crane a Quincy, Mass Biblioteca Ames a North Easton Sever Hall a Cambridge, Mass Nasce nel 1838, studia a Parigi a Parigi all Ecole des Beaux Arts nel corso delgi ani 60. Rientrato in America apre uno studio a New York nel Nel 1976 è chiamato a dirigere, in società con Hunt e Mc Kim, l Esposizione Centenaria di Philadelphia. Richardson, con Louis Sullivan, John Root e Frank Lloyd Wright, è considerato il primo architetto della Chicago School.

16 Henry Robson Richardson Marshall Field Wholesale Store ( ) - Chicago E l più grande capolavoro del maestro americano. L interno era dotato di ascensore, colonne in ghisa e travature in ferro battuto per aumentare le luci. L esterno era realizzato con muri autoportanti in arenaria, poggiati su un basamento grezzo in granito. L edificio si presenta come un unico monolite con finestre ad arco. Richardson usa due tecnologie e due idee diverse : una vecchia e l altra nuova. L edificio rappresenta un monumento agli affari, come lo definisce Sullivan, ed evoca forza e vitalità. La sua architettura assume, con questi elementi, una forte valenza simbolica che rappresenta chiarezza, robustezza e severità : elementi tipici dello spirito imprenditoriale americano, simboli di forza e determinazione. Marshall Field Wholesale Store Chicago

17 Henry Robson Richardson Marshall Field Wholesale Store ( ) I riferimenti precedenti possono essere la Biblioteca di St. Genevieve di Labrouste ma anche il Palazzo fiorentino del L edificio si pone al limite tra una forma funzionale e una forma simbolica. Biblioteca di St. Genevieve di Labrouste - Parigi Vista interna

18 William Le Baron Jenney ( ) Lo stile funzionale nasce con la soluzione di combinare in modo coerente la tradizione scultorea della muratura con il telaio strutturale. Questo stile è rappresentato dal First Leiter Building di W. Le Baron Jenney, del L edificio è privo di ornamenti e si rifà a Viollet Le Duc, con una architettura basata sull espressione diretta di struttura e programma. Esso punta sulla estetica essenziale dell ortogonalità tra pilastro e cornice. W. L. Baron Jenney - First Leiter Building

19 William Le Baron Jenney W. Le Baron Jenney ( ) è considerato l iniziatore della Chicago School. Studia all Ecole des Beaux Arts di Parigi e fa il servizio militare con il grado di maggiore nel corpo dei genieri del Generale Shermann. Nel suo studio lavoreranno Martin Roche, William Holabird, Daniel Burnham e Louis Sallivan, cioè tutti i migliori esponenti della Chicago School. Se Richardson rappresenta il momento culturale dell evoluzione stilistica del grattacielo, W. L. B. Jenney rappresenta l aspetto tecnico. W. L. Baron Jenney - Second Leiter Building Richardson -Biblioteca Crane a Quincy, Mass

20 John Wellborn Rooth e Daniel Burnham Il Realiance Building appartiene a quel gruppo di edifici che fanno dell espressione sincera e diretta della struttura l elemento dominante. Qui il telaio di acciaio si stacca completamente dalle tradizionali opere in muratura e apre un mondo di trasparenze e superfici riflettenti. Il bow window, elemento tipico degli edifici per affari e residenze, diventa un elemento con una propria ragione d essere (noto come finestra di Chicago )che ha una membrana bucata con i lati sfaccettati per la ventilazione, un pannello centrale fisso per l illuminazione e snelli montanti verticali. I marcapiani sono rivestiti in terracotta color chiaro e sono create fasce continue orizzontali. L immagine è una gabbia quasi priva di peso, sospesa su una base, chiusa in sommità da una lastra sottile. Realiance Building, Chicago

21 John Wellborn Rooth e Daniel Burnham Il Monadnok Building è un opera di grandissima chiarezza e immediatezza. E un edificio alto sedici piani che, pur non avendo la struttura a scheletro dei grattacieli, entra nella storia come il primo grattacielo moderno. Esso rappresenta anche il punto conclusivo dello sviluppo della costruzione monolitica in muratura. Il committente Peter Brooks (imprenditore immobiliare di Chicago) voleva linee semplici per evitare confusioni stilistiche. Su un lotto stretto e lungo, occupato per metà dal palazzo, Rooth e Burnham evitano di realizzare il classico edificio con corte interna. L edificio è realizzato con una struttura in colossali muri in mattoni, strombati alla base, e ancorati a terra con uno zoccolo in granito. Le superfici uniformi dei muri in mattoni sono ritmate e tagliate per togliere l effetto di massa, e sono assottigliate gradualmente fino alla sommità, con una cornice astratta. Monadnock Building, Chicago

22 J. W. Rooth e D. Burnham Tutta l immagine dell edificio si basa sia sulla negazione e sia sull enfatizzazione del peso visivo. La forma che risulta possedeva un senso muscolare di pressione (bow windows) e resistenza (omogeneità del blocco di pietra). In un confronto diretto con l altra icona di Chicago, rappresentata dal Marshall Field Wholesale Store ( ) di Richardson, si possono cogliere le diverse valenze espressive dei due edifici : alla massa dell uno si contrappone la superficie dell altro, alla staticità si sostituisce lo slancio verticale e il movimento delle superfici ondulate, allo scavo delle aperture nella pietra di Richardson si sostituisce la pelle trasparente e movimentata di Rooth. Monadnock Building, Chicago

23 - Eclettismo Razionalismo Strutturale

24 Louis Sullivan e Dankmar Adler ( ) ( ) Sullivan, dal punto di vista teorico, rappresenta la punta più avanzata nella ricerca stilistica dei Chicago Architects, e rimane la figura più rappresentativa sia per le opere realizzate, sia per il fondamento teorico sul quale si è basata la sua pratica professionale. Nasce a Boston nel 1856, nel 1869 si trasferisce a Chicago e nel 1872 si iscrive al M.I.T. (dove sette anni prima era nata la prima scuola di architettura americana). Al M.I.T. andava di moda il Gotico Vittoriano, affermatosi in Inghilterra per opera di W. Butterfly e G. Street e propugnato da Ruskin. Ma il Direttore dell istituto invita ad insegnare anche Eugene Letang, diplomato alla Ecole des Beaux Arts di Parigi, con il quale sullivan affronterà lo studio degli ordini classici. Nel 1872 va a New York dove conosce le opere di Furness, che poi lo assume nel suo studio. Ma nel 1873 a causa della crisi lo licenzia. Tornato a Chicago, subito dopo il terribile incendio, Sullivan lavora con Le Baron Jenney. Nel 1874 parte per Parigi dove supera l esame di ammissione all Ecole des Beaux Arts, ma poco dopo parte per Roma e Firenze. L esperienza alla Ecole des Beaux Arts rimarrà, però, fondamentale soprattutto per l equilibrio della composizione. Nel 1875 rientra a Chicago. In questi anni, in città, si avvertono sintomi del rinnovamento, anche per merito della nascita, l anno successivo, della rivista the Western Architect and Builder che riporta le architetture di Viollet Le Duc proponendo l idea di un architettura che potesse nascere dallo sviluppo della struttura in acciaio, esprimendo chiaramente il proprio sistema costruttivo e senza influenze archeologiche. Da ora gli architetti di Chicago iniziano a parlare di realismo strutturale e costruzione razionale. A 19 anni diventa amico dell architetto Edelmann a su suo interessamento avrà un incarico di disegnare la decorazione per la Sinai Synagogue, fatta da Edelmann. Lo steso Edelmann nel 1979 presenterà a Sullivan l ingegnere Dankmar Adler sotto li quale Sullivan inizierà a lavorare per diventare socio nel 1881.

25 I primi lavori realizzati sono eclettici, come l edificio Borden ( ), i Magazzini Rothschild ( ) o il Revell Building ( ). e denunciano ancora una esigenza di originalità e pittoricismo Revell Building, Chicago Edificio Borden, Chicago L edificio Borden ha pilastri in mattoni, struttura secondaria in ghisa, ampie vetrate. Nonostante l innovazione tecnica l opera rimane incerta dal punto di vista compositivo tra la verticalità dei pilastri e orizzontalità delle travi, dimostrando un eccesso di struttura. I Magazzini Rothschild denunciano una maggiore tendenza al verticalismo e l esigenza di una più forte chiarezza strutturale nelle dimensioni più ampie delle finestre e nel tentativo di differenziare i pilastri portanti dai montanti di separazione tra le finestre. Rimane il disordine delle decorazioni a coronamento dell edificio. Magazzini Rothschild, Chicago

26 Con il Troescher Building del 1884 Sullivan mostra un grande progresso verso la chiarezza espressiva. I pilastri in mattoni e le larghe architravi senza decorazioni creano un immagine molto pulita e razionale della facciata, demandando l effetto finale alla pura griglia strutturale. Unico elemento di banalità è il coronamento superiore che riprende gli archi al piano terra. Fabbrica Selz Schwab & Co. Chicago Troescher Building, Chicago La fabbrica per calzature Selz Schwab ottiene un effetto monumentale con la sola struttura chiaramente denunciata, dalla forma arcuata delle architravi che denotano un controllo dei mezzi espressivi, nonché dalla progressiva rastremazione dei pilastri. Ma nonostante questi progressi Sullivan non riesce ancora a controllare la composizione di ampie masse e spazi e deve ricorrere ancora alla cura dei dettagli.

27 Auditorium di Chicago E l edificio che darà fama a Sullivan e Adler e nel quale i due architetti dimostrano una grande abilità tecnica, anche se risulta ancora immaturo espressivamente. L edificio, voluto da Ferdinand Peck, (l organizzatore del Festival dell Opera del 1885 che desiderava che Chicago avesse un suo teatro stabile) è un grande edificio a blocco con un teatro circondato da vari ordini di camere per l albergo e una torre per uffici commerciali. L Auditorium è stato realizzato per contenere posti, con un palchi e due ordini di gallerie. Per migliorare l acustica Adler farà inclinare il pavimento fino a cinque metri più in alto sul lato opposto al palcoscenico e realizzerà quattro archi ellittici sul soffitto, trasversali alla sala, per diminuire la riflessione delle onde sonore. L opera è una delle più vaste e più complesse degli Stati Uniti e, nonostante i spettatori, ha una visibilità ed una acustica perfette. La struttura dell edificio è realizzata con colone in ghisa all interno e muratura in mattoni pieni all esterno. Un edificio di tale pesantezza avrebbe potuto dar luogo ad assestamenti differenziati e per fare fronte a questa pericolosa eventualità Adler provvede a caricare sia la torre che le murature in rapporto alle capacità di resistenza delle fondazioni. Tutto l equipaggiamento meccanico è stato nascosto in un vasto ambiente posto al di sotto del palcoscenico, ed era disposto in modo da consentire un facile accesso a tutti gli impianti,m alle pompe, ai martinetti idraulici per il sollevamento delle scene ed alle macchine per la ventilazione. L edificio, infatti, era all avanguardia per l impiantistica interna.

28 Se Adler era impegnato a risolvere i tanti problemi tecnico strutturali dell edificio, Sullivan era impegnato a risolvere quelli formali. Nel primo schizzo architettonico di Sullivan si nota ancora l irregolarità della massa, priva di unità di motivi, ritmo e scala. La torre risulta ancora sproporzionata rispetto alla massa dell edificio ed il tutto è ricoperto da una fitta decorazione che, nonostante la quantità profusa, non riesce a dare unità all insieme. Nel secondo schizzo li volume acquista un significato più preciso ma i ritmi della composizione non sono ancora chiaramente determinati e risulta ancora ridondante il decorativismo romantico che caratterizza tutte le superfici. Alla fine per sopraggiunte difficoltà economiche, che al tempo sembrarono un problema ma che oggi possiamo considerare provvidenziali, Sullivan sarà costretto a ridurre la decorazione floreale. Con questa riduzione l edificio cominciò ad acquistare un aspetto più solido, chiaro ed unitario. L. Sullivan - Auditorium, Chicago schizzi preliminari

29

30 L. Sullivan - Auditorium, Chicago sezione La massa muraria e le campiture dei pilastri e delle colonne emergono nella loro forma funzionale e determinano i ritmi di tutto il complesso, favorendo anche l unità compositiva dello stesso,. All esterno l edificio si presenta poggiante su un basamento di granito bugnato, alto tre piani, e sopra una serie di logge ad archi. Nonostante la complessità dell opera e l ottimo risultato tecnico raggiunto, dal punto di vista compositivo ci sono ancora discontinuità come l attacco della torre al volume dell edificio, l eccessiva altezza del basamento. Nonostante ciò, però, la coerenza e l unitarietà raggiunta fanno superare in qualità i primi progetti. Dal punto di vista puramente strutturale il grande edificio di Sullivan e Adler è sostanzialmente antiquato, in particolare se riferito alle coeve realizzazioni di Le Baron Jenney e Rooth. Però ha il grande merito di essere superiore ad essi nella composizione d insieme, che implica una elevata finezza compositiva per realizzare in modo unitario un organismo complesso, articolato, differenziato nelle funzioni e con un forte carattere di urbanità. Nell edificio non è nascosta l influenza di Richardson che nel 1885 realizza i Magazzini Marshall Field i quali, nella loro assoluta originalità, sono però anche essi strutturalmente tradizionali. Pagina successiva vista interna dell auditorium

31

32

33 Auditorium le scale

34 Sullivan si rifà a Richardson anche nel Palazzo Dooly a Salt Lake City, ma solo nei Magazzini Walker, nel Loop di Chicago, attua una progressione formale attraverso il taglio esatto delle finestre e nella totale assenza di ornamento. Ancora, però, Sullivan non riesce a dominare la struttura a gabbia metallica dal punto di vista espressivo, come fa Jenney nel secondo Leiter Building del e Burnham e Rooth nel realiance Building del Edificio Dooly, Salt Lake City Il suo principio di uno sviluppo organico richiede di più, egli cerca una grammatica corrispondente alla società del suo tempo. Così Sullivan, nel 1890, pone le basi di una teoria dell architettura intesa come processo organico (che nasce dalle condizioni culturali e sociali del suo tempo). L architetto nella spiegazione si rifà alla forma dell albero (precisamente un pino) ed alle sue parti quali il tronco, i rami, le foglie, la circolazione della linfa, elementi, questi, che assieme definiscono lo stile dell albero pino, che è il risultato della sua essenza e dell interazione con il suo ambiente. Lo stle non è che l adattamento di un organismo al suo ambiente. L idea di organismo (che implica organizzare una struttura per uno scopo o per svolgere una funzione) era già nota ma di essa potevano essere date due interpretazioni : Magazzini Walker. Chicago

35 una meccanicistica ed una vitale. Nel primo caso, la meccanicistica, l organismo è concepito come una macchina che in architettura portava ad una enfasi della sua funzionalità teorica (distribuzione, rigore costruttivo, sincerità dei materiali). Nel secondo caso, l interpretazione vitale, rileva un aspetto più romantico dell espressone di un organismo, legato ala forza vitale dell individuo e dell immaginazione, come una accentuazione dei valori individuali, dell umanità e dell uguaglianza, cioè del rapporto dell uomo con il suo ambiente. La teoria organica nasce nel XVIII secolo ed è portata in America nel 1840 da un articoli di Horatio Greenhough e dagli scritti di Emerson. Nella su Autobiografia Sullivan esprime ammirazione per la teoria dell evoluzione e considera la società come un organismo che da entità semplice diventa complessa e organizzata. Sullivan ritiene che un edificio debba esprimere, oltre all ambiente fisico, anche l ambiente sciale dal quale si sviluppa. Il suo pensiero segue cinque punti essenziali : 1. Il processo della creazione di un opera deve essere naturale e deve seguire i procedimenti della natura in quanto più logici, coerenti ed organici della logica dei libri e delle teorie astratte (che per lui sono pericolose); 2. L architettura deve svilupparsi dal suo ambiente ed esprimerlo, deve essere adatta ad esso. Questo adattamento implica la rivalutazione del presente e quindi della tecnologia e dell industria moderna, ma anche della democrazia, come elemento caratteristico della società americana. 3. L architettura deve esprimere la sua funzione. 4. Deve essere fedele al suo sistema costruttivo ed alle necessità funzionali. 5. Deve trovare il suo mezzo espressivo in una decorazione basata sulle leggi naturali dello sviluppo.

36 Nel 1890 realizza alcuni edifici che mostrano la maturità professionale raggiunta : la tomba Getty a Chicago (1890) e la Sinagoga Anshe Ma ariu (1890). Nel 1887, fino al 1893, entra nello studio di Sullivan il giovane F. L. Wright. Tomba Getty, Chicago Sinagoga Anshe Ma ariu Chicago L arte di Sullivan è un arte che crea miti. A differenza di Richardson e Wright Sullivan non cercava nuovi principi di composizione ma un nuovo stile, una espressione architettonica dei nuovi ritmi e sistemi strutturali, che peraltro componeva classicamente per un supremo desiderio di calma. Infatti dopo le inquietudini dell Auditorium, negli ultimi edifici si nota una maggiore serenità, che nelle opere del mostreranno un riferimento più marcato al classicismo.

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp. CATTANEO & Co. - BG SC_I 01/2005 S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.it Realizzare un connubio perfetto fra

Dettagli

La Ville Radieuse di Le Corbusier

La Ville Radieuse di Le Corbusier Modelli 8: la città funzionale La Ville Radieuse di Le Corbusier Riferimenti bibliografici: - Le Corbusier, Verso una architettura, a cura di P. Cerri e P. Nicolin, trad. it., Longanesi, Milano, 1987 -

Dettagli

Strutture in muratura e a telaio

Strutture in muratura e a telaio Strutture in muratura e a telaio Inroduzione alla teoria delle strutture Nel campo delle costruzioni il termine struttura è spesso usato per indicare qualcosa di più specifico di un sistema di relazioni.

Dettagli

ALOIS RIEGL (1858-1905)

ALOIS RIEGL (1858-1905) ALOIS RIEGL (1858-1903 DER MODERNE DENKMALKULTUS : IL CULTO MODERNO DEI MONUMENTI ANTICHI... NEGLI ULTIMI ANNI SI E VERIFICATO UN PROFONDO CAMBIAMENTO NELLE NOSTRE CONCEZIONI SULLA NATURA E LE ESIGENZE

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project: serramenti in alluminio ad alte prestazioni Ricche dotazioni tecnologiche e funzionali Eccezionale isolamento termico Massima espressione

Dettagli

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE FINSTRAL Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE 2 Oscuramento e protezione visiva nel rispetto della tradizione Le persiane, oltre al loro ruolo principale di elemento

Dettagli

Tecnologia Facciate continue Finestre e porte a battente V E Finestre e porte in Alluminio-Legno Finestre e porte scorrevoli

Tecnologia Facciate continue Finestre e porte a battente V E Finestre e porte in Alluminio-Legno Finestre e porte scorrevoli www.metrawindows.it PERSIANA SCORREVOLE Sistemi oscuranti METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA

Dettagli

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars Trave Angelina TM Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Trave Angelina TM Un idea brillante, applicata ad un prodotto industriale Slanciata,

Dettagli

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Communiqué de presse Octobre 2013 HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Minimal e asimmetrici, due tavoli firmati Mjiila in HI-MACS Il design, è l arte di progettare degli oggetti per

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

LE CAPRIATE Sviluppo delle strutture lignee di copertura

LE CAPRIATE Sviluppo delle strutture lignee di copertura LE CAPRIATE Sviluppo delle strutture lignee di copertura Premessa Fra le strutture di legno, le capriate reticolari costituiscono un tipo di costruzione diffuso che sfruttano pienamente i vantaggi potenziali

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

passione coinvolgente

passione coinvolgente passione coinvolgente Arte ed eleganza impreziosiscono gli interni di una villa appena ristrutturata. L arredo moderno incontra la creatività di artisti internazionali. progettazione d interni far arreda

Dettagli

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio.

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio. Milano lì Ns. Rif.: 13 novembre 2013 820038.309 Agli Ordini e Collegi aderenti al C.I.P.I. loro sedi K:\Ufficio\07 Documenti\CIPI\820038 Comitato interpr. prevenzione incendi\820038 corrispondenza dal

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w www.metra.it SISTEMI PER BALCONI. THEATRON METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA sono stati

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via S. Andrea, 8 32100 Belluno Tel. 0437 516927 Fax 0437 516923 e-mail: serv.spisal.bl@ulss.belluno.it Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via Borgo

Dettagli

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi www.metrawindows.it THEATRON Linea GLASS Sistemi per Balconi METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati

Dettagli

FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA.

FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA. FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA. FIA SISTEM nasce nel 1984 come azienda sotto casa, occupandosi principalmente della realizzazione di impianti elettrici e di installazione e motorizzazione di

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - Matematica - Griglie di valutazione Materia: Matematica Obiettivi disciplinari Gli obiettivi indicati si riferiscono all intero percorso della classe quarta

Dettagli

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Saint-Gobain, attraverso i suoi marchi, sviluppa e produce nuove generazioni di materiali con un approccio moderno e completo al mercato delle costruzioni:

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Le funzioni continue. A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. 2002-03. A. Pisani, appunti di Matematica 1

Le funzioni continue. A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. 2002-03. A. Pisani, appunti di Matematica 1 Le funzioni continue A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. -3 A. Pisani, appunti di Matematica 1 Nota bene Questi appunti sono da intendere come guida allo studio e come riassunto di quanto illustrato

Dettagli

CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO

CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO LA PRODUTTIVITÀ HA UN NUOVO LOGO ED UNA NUOVA IMMAGINE resentiamo il nuovo logo e il nuovo pay off aziendali in un momento P storico della realtà Laverda, contraddistinto

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480

Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480 Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480 Ministero dei lavori pubblici Direzione generale edilizia statale e sovvenzionata div. XVI-bis: Norme per i collaudi dei fabbricati costruiti da cooperative edilizie fruenti

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELL A PROV INCI A DI RIMINI AS SOCI AZIO NE CONGENIA EDIFICI CON STRUTTURA IN CONGLOMERATO CEMENTIZIO ARMATO

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELL A PROV INCI A DI RIMINI AS SOCI AZIO NE CONGENIA EDIFICI CON STRUTTURA IN CONGLOMERATO CEMENTIZIO ARMATO «Quello Quello che per un uomo è "magia", per un altro è ingegneria». Robert Anson Heinlein ORDINE DEGLI INGEGNERI DELL A PROV INCI A DI RIMINI AS SOCI AZIO NE CONGENIA Corso di aggiornamento sulle Norme

Dettagli

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI Cap. XIV OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI PAG. 1 14.1 OPERE COMPIUTE Opere prefabbricate in cemento armato. Prezzi medi praticati dalle imprese specializzate del ramo per ordinazioni dirette (di media entità)

Dettagli

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne 3 Sintesi perfetta fra isolamento termico, tecnica e design Le finestre e le porte di oggi non solo devono

Dettagli

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE novantanove Atelier Castello o- vata- ove alberi ABBIAMO RIDOTTO L AREA PEDONALE DELIMITANDO I BRACCI A FILO DELLE TORRI DEL CASTELLO. IN QUESTO MODO LA PIAZZA CON I

Dettagli

glazer union soluzioni per il rispetto delle norme HACCP nel settore alimentare

glazer union soluzioni per il rispetto delle norme HACCP nel settore alimentare CHE COS'È L'HACCP? Hazard Analysis and Critical Control Points è il sistema di analisi dei rischi e di controllo dei punti critici di contaminazione per le aziende alimentari. Al fine di garantire la completa

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Svolgimento della prova

Svolgimento della prova Svolgimento della prova D1. Il seguente grafico rappresenta la distribuzione dei lavoratori precari in Italia suddivisi per età nell anno 2012. a. Quanti sono in totale i precari? A. Circa due milioni

Dettagli

Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp.

Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp. RECENSIONI&REPORTS recensione Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp. 154, 12 «Il vasto e importante e molto

Dettagli

S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Massa Carrara - Ing. Antonio Giorgini

S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Massa Carrara - Ing. Antonio Giorgini CADUTE DALL ALTO CADUTE DALL ALTO DA STRUTTURE EDILI CADUTE DALL ALTO DA OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO PER APERTURE NEL VUOTO CADUTE DALL ALTO PER CEDIMENTI O CROLLI DEL TAVOLATO CADUTE DALL ALTO

Dettagli

Il mondo in cui viviamo

Il mondo in cui viviamo Il mondo in cui viviamo Il modo in cui lo vediamo/ conosciamo Dalle esperienze alle idee Dalle idee alla comunicazione delle idee Quando sono curioso di una cosa, matematica o no, io le faccio delle domande.

Dettagli

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale dell edificio. Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale e parapetti Legenda

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA Regoli di Nepero Moltiplicazioni In tabella Moltiplicazione a gelosia Moltiplicazioni Con i numeri arabi Regoli di Genaille Moltiplicazione

Dettagli

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico Vetro e risparmio energetico Controllo solare Bollettino tecnico Introduzione Oltre a consentire l ingresso di luce e a permettere la visione verso l esterno, le finestre lasciano entrare anche la radiazione

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

Burj al-arab. Tom Wright and Atkins

Burj al-arab. Tom Wright and Atkins Tom Wright and Atkins Esterni e dettagli costruttivi L esterno della struttura è caratterizzato da tre elementi: la pianta triangolare; l esoscheletro in acciaio; la tenda in teflon. La sagoma è poi interrotta

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO L innovativo sistema per la ristrutturazione delle pareti dall interno LEADER MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO Costi energetici elevati e livello di comfort basso: un problema in crescita La maggior

Dettagli

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA Comune della Spezia MARIO NIRO 5S a.s. 2013/2014 RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA RELATIVA AL PROGETTO DI ABITAZIONE UNIFAMILIARE DA EDIFICARE PRESSO IL COMUNE DELLA SPEZIA, VIA MONTALBANO CT FOGLIO 60, MAPPALE

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997)

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) Progetto per la realizzazione di: Edificio residenziale Località: Ancona Indirizzo: via Menicucci, 3 Il tecnico competente Ancona, 20/09/2011

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO CORSO DI INFORMAZIONE PER STUDENTI PREVENZIONE E SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA Servizio Prevenzione Ambienti Lavoro RISCHI DI CADUTA

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica Il carnevale degli animali di Camille Saint Saёns Grande fantasia zoologica Per due pianoforti e piccola orchestra Obiettivi del nostro lavoro Imparare a riconoscere il timbro di alcuni strumenti musicali.

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro)

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Quando si realizzano dei documenti visivi per illustrare dati e informazioni chiave, bisogna sforzarsi di

Dettagli

ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G.

ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G. ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G. CRITERI E PROCEDURA PER IL RILASCIO DI CONCESSIONI DI OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO PER L INSTALLAZIONE DI

Dettagli

KATE OTTEN Sudafrica

KATE OTTEN Sudafrica Creare edifici che nutrano lo spirito umano e ispirino l immaginazione. Raggiungere l eccellenza architettonica nel contesto specifico dell Africa. Trovare una risposta adeguata alle peculiarità di ogni

Dettagli

IL CLASSICO NEL PENSIERO E NELLE FORME

IL CLASSICO NEL PENSIERO E NELLE FORME - CEREA, VERONA IL CLASSICO NEL PENSIERO E NELLE FORME DALL AGNELLO F.LLI & C. s.n.c. di Dall Agnello Luigi Via Muselle, 377-37050 ISOLA RIZZA (VR) Tel. +39 045 6970644 - +39 045 7135697 - Fax +39 045

Dettagli

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO ISTAT/PDC/NRE

Dettagli

/ * " 6 7 -" 1< " *,Ê ½, /, "6, /, Ê, 9Ê -" 1/ " - ÜÜÜ Ìi «V Ì

/ *  6 7 - 1<  *,Ê ½, /, 6, /, Ê, 9Ê - 1/  - ÜÜÜ Ìi «V Ì LA TRASMISSIONE DEL CALORE GENERALITÀ 16a Allorché si abbiano due corpi a differenti temperature, la temperatura del corpo più caldo diminuisce, mentre la temperatura di quello più freddo aumenta. La progressiva

Dettagli

Le origini della società moderna in Occidente

Le origini della società moderna in Occidente Le origini della società moderna in Occidente 1 Tra il XVI e il XIX secolo le società occidentali sono oggetto di un processo di trasformazione, che investe la sfera: - economica - politica - giuridica

Dettagli

Moto sul piano inclinato (senza attrito)

Moto sul piano inclinato (senza attrito) Moto sul piano inclinato (senza attrito) Per studiare il moto di un oggetto (assimilabile a punto materiale) lungo un piano inclinato bisogna innanzitutto analizzare le forze che agiscono sull oggetto

Dettagli

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567 NEOCLASSICISMO Vol III, pp. 532-567 567 Le premesse L illuminismo La rivoluzione industriale La rivoluzione francese Neoclassicismo il fascino dell antico Dagli inizi del Settecento a Roma si aprono vari

Dettagli

4 CAPITOLO 4. STRUTTURA ESISTENTE A TELAIO IN CA

4 CAPITOLO 4. STRUTTURA ESISTENTE A TELAIO IN CA 123 4 CAPITOLO 4. STRUTTURA ESISTENTE A TELAIO IN CA Il presente esempio è finalizzato a guidare il progettista alla compilazione del SI-ERC per un edificio con struttura a telaio in CA per il quale è

Dettagli

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione 2.2. Il modello di denuncia e la documentazione Per tutte le opere e gli interventi sottoposti a denuncia e sull intero territorio regionale, la denuncia è redatta ai sensi dell art. 93 del D.P.R. 380/2001

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85)

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) timbro protocollo AL RESPONSABILE Area delle Politiche Infrastrutturali e del Territorio DEL COMUNE DI SPADAFORA (ME) OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) OGGETTO: Comunicazione opere interne ai sensi dell

Dettagli

FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72. Benessere da vivere. Su misura.

FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72. Benessere da vivere. Su misura. FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72 Benessere da vivere. Su misura. 2 Qualità e varietà per la vostra casa Maggior comfort abitativo costi energetici ridotti cura e manutenzione minime FINSTRAL produce

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE RISERVE PRESTAZIONALI DEGLI EDIFICI IN TERRA DI CORRIDONIA (MC) RISPETTO ALL USO ATTUALE: LA SICUREZZA SISMICA

VALUTAZIONE DELLE RISERVE PRESTAZIONALI DEGLI EDIFICI IN TERRA DI CORRIDONIA (MC) RISPETTO ALL USO ATTUALE: LA SICUREZZA SISMICA VALUTAZIONE DELLE RISERVE PRESTAZIONALI DEGLI EDIFICI IN TERRA DI CORRIDONIA (MC) RISPETTO ALL USO ATTUALE: LA SICUREZZA SISMICA ISTITUTO DI EDILIZIA ISTITUTO DI SCIENZA E TECNICA DELLE COSTRUZIONI TESI

Dettagli

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Elena Sorda Con le note del Prof. G. Rolla Premessa Questo breve scritto nasce dall idea, espressa dal Prof. Rolla, di individuare

Dettagli

MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO.

MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO. MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO. di A. Lalomia Premessa Si propongono di seguito venticinque items di Storia da utilizzare per una terza prova su argomenti

Dettagli

dai vita alla tua casa

dai vita alla tua casa dai vita alla tua casa SEMPLICE MENTE ENERGIA bioedilizia Una STRUTTURA INNOVATIVA PARETE MEGA PLUS N 10 01 struttura in legno 60/60 mm - 60/40 mm 02 tubazione impianto elettrico ø 21 mm 03 struttura portante

Dettagli

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci 8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE Prof. Pier Luigi Carci Introduzione Introduzione Le opere di urbanizzazione costituiscono tutte le strutture e i servizi necessari per rendere un nuovo insediamento adatto

Dettagli

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO IL SUGHERO CHE COS È Il sughero è un prodotto naturale che si ricava dall estrazione della corteccia della Quercus suber L, la quercia da sughero. Questa pianta è una sempreverde, longeva, che cresce nelle

Dettagli

CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE

CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE a cura del Consorzio POROTON Italia VERSIONE ASPETTI GENERALI E TIPOLOGIE MURARIE Le murature si dividono in tre principali categorie: murature

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA INTERVENTO OPCM n. 3779 e 3790

SCHEDA RIEPILOGATIVA INTERVENTO OPCM n. 3779 e 3790 SCHEDARIEPILOGATIVAINTERVENTO OPCMn.3779e3790 A)Caratteristicheedificio Esitodiagibilità: B-C (OPCM 3779) E (OPCM 3790) Superficielordacomplessivacoperta( 1 ) mqnum.dipiani Num.UnitàImmobiliaritotali B)Contributorichiestoaisensidi

Dettagli

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Protezione dal Fuoco Vetri Resistenti al Fuoco Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Chicago Art Istitute, Chicago (USA). Chi siamo Produciamo e trasformiamo vetro dal 1826. Questa

Dettagli

L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola

L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola E' italiana la casa ad alta efficienza energetica campione del mondo che si è aggiudicata il primo posto

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (articolo 21, comma 4, d.lgs. n.

Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (articolo 21, comma 4, d.lgs. n. PROTOCOLLO Responsabile del procedimento 14,62 Al Ministero per i beni e le attività culturali Soprintendenza..... Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI

5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI 5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI In questo capitolo, dopo aver definito il concetto di «coefficienti correttivi», verranno esaminati nel dettaglio i coefficienti di riduzione previsti dalla Circolare del Ministero

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 L'edificio oggetto dell'intervento, si trova a Bolzano in via Dalmazia ai numeri 60, 60A e 62 E' stato costruito nei primi anni '50

Dettagli

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E past PRESENT A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E Anni di esperienza e di tradizione nel settore dell edilizia, sono le nostre più care prerogative per offrire sempre il meglio

Dettagli

I mutamenti tecnologici fra le due guerre.

I mutamenti tecnologici fra le due guerre. I mutamenti tecnologici fra le due guerre. Vediamo ora i cambiamenti tecnologici tra le due guerre. È difficile passare in rassegna tutti i più importanti cambiamenti tecnologici della seconda rivoluzione

Dettagli

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica VARIANTE CONNESSA A S.U.A. IN ZONA C3 DEL VIGENTE PRG RELAZIONE E NORME DI ATTUAZIONE IL DIRIGENTE SETTORE TERRITORIO (Ing. Gian Paolo TRUCCHI) IL PROGETTISTA (Arch.

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli