C O M U N E D I S A N P I E T R O A L N A T I S O N E P r o v i n c i a d i U d i n e SEDUTA DEL CONSIGLIERI P. A. P. A. TOTALE N.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "C O M U N E D I S A N P I E T R O A L N A T I S O N E P r o v i n c i a d i U d i n e SEDUTA DEL 01.08.2013 CONSIGLIERI P. A. P. A. TOTALE N."

Transcript

1 C O P I A N. 2 0 del Reg.Delibere C O M U N E D I S A N P I E T R O A L N A T I S O N E P r o v i n c i a d i U d i n e V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L C O N S I G L I O C O M U N A L E OGGETTO: Approvazione del piano Economico-Finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani e delle tariffe TARES per l anno SEDUTA DEL L anno DUEMILATREDICI Il giorno primo del mese di AGOSTO alle ore nella sala comunale, in seguito a convocazione disposta con invito scritto e relativo ordine del giorno notificato ai singoli Consiglieri il si è riunito il Consiglio Comunale in seduta pubblica di prima convocazione. Fatto l appello nominale risultano: CONSIGLIERI P. A. P. A. 1 MANZINI Tiziano SI 9 BORDON Simone G 2 ZUFFERLI Mariano SI 10 MARINIG Giuseppe SI 3 MASSERA Aurelio SI 11 DORBOLO Fabrizio SI 4 STURAM Nicola SI 12 POCOVAZ Marina SI 5 CANTONI Claudia SI 13 BRAGALINI Tatiana G 6 IUSSA Michela SI 7 MORATTI Moreno SI 8 STRAZZOLINI Matteo SI TOTALE N Assiste il Segretario comunale dott. Nicola GAMBINO Constatato il numero legale degli intervenuti, assume la presidenza il Sig. Tiziano MANZINI nella sua qualità di SINDACO ed espone gli oggetti iscritti all ordine del giorno e su questi il Consiglio Comunale adotta la seguente deliberazione:

2 IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO che: - l art. 14, comma 1, del D.L n. 201 convertito con modificazioni dalla L. 22/12/2011, n. 214, stabilisce che: a decorrere dal 1 gennaio 2013 è istituito in tutti i Comuni del territorio nazionale il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi, a copertura dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento, svolto in regime di privativa dai Comuni, e dei costi relativi ai servizi indivisibili dei Comuni e di fatto abroga l attuale tassa sui rifiuti urbani (TARSU); - che il comma 23, del citato art. 14 stabilisce che: il consiglio comunale deve approvare le tariffe del tributo entro il termine fissato da norme statali per l'approvazione del bilancio di previsione, in conformità al piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani, redatto dal soggetto che svolge il servizio stesso ed approvato dall'autorità competente ; - che i commi 8 e 9, dello stesso art.14 prevedono che il nuovo tributo sia corrisposto in base a tariffa riferita ad anno solare e commisurata alle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie, in relazione agli usi ed alla tipologia delle attività svolte, sulla base dei criteri determinati dal Decreto del Presidente della Repubblica 27 aprile 1999, n. 158 Norme per l elaborazione del metodo normalizzato per definire la tariffa del servizio di gestione del ciclo dei rifiuti urbani ; - che l art. 8 del Decreto del Presidente della Repubblica 27 aprile 1999, n. 158, dispone che, ai fini della determinazione della tariffa, i comuni approvano il Piano Finanziario degli interventi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani, individuando in particolare i costi del servizio e gli elementi necessari alla relativa attribuzione della parte fissa e di quella variabile della tariffa, per le utenze domestiche e non domestiche; - che con odierna propria deliberazione, dichiarata immediatamente eseguibile, è stato approvato il Regolamento che istituisce e disciplina il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi nel territorio di questo Comune; VISTE le linee guida per la predisposizione del piano finanziario e per l elaborazione delle tariffe formulate da un gruppo di esperti incaricati dal M.E.F. in collaborazione con la Direzione del Federalismo Fiscale; PRESO ATTO che il piano finanziario per l anno 2013 è stato predisposto tenendo conto degli elementi finanziari e quantitativi forniti dalla società NET SpA, quale gestore del servizio ed integrato con i dati accessori ed i costi sostenuti in forma diretta dal Comune; VISTA la relazione a corredo del piano finanziario predisposta dalla società NET SpA quale gestore in house del servizio; RITENUTO ora necessario approvare il piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani del Comune di San Pietro al Natisone al fine di poter garantire l applicazione del nuovo tributo di cui l art.1 del D.L. 201/2011; CONSIDERATO, al fine della determinazione delle tariffe: - che a norma dell art. 14, comma 11, del D.L n. 201 convertito con modificazioni dalla L. 22/12/2011, n. 214, la tariffa del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi è composta da una quota fissa, determinata in relazione ai componenti essenziali del costo del servizio e da una quota variabile rapportata alle quantità dei rifiuti conferiti, ed è articolata tra le utenze domestiche e non domestiche in conformità degli artt. 3 e 4 del DPR 158/1999, - che l art. 5 del DPR 158/1999, fissa il metodo per definire la tariffa da applicare alle utenze domestiche prevedendo una graduazione tariffaria in base sia alla superficie occupata, sia al numero di componenti il nucleo familiare (nucleo con: 1, 2, 3, 4, 5, 6 e più componenti); - che i riferimenti alla superficie occupata ed al numero dei componenti il nucleo familiare, di cui all art. 5 sopraindicato, non sono operati in maniera proporzionale, ma in modo da privilegiare i nuclei familiari più numerosi;

3 - che per le utenze non domestiche, l art. 6 DPR 158/1999 dispone il riparto con riferimento alla superficie occupata ed alla tipologia di attività, secondo un articolazione ed una correlativa produzione annua presuntiva per mq. di superficie, nel caso in cui il Comune non disponga di sistemi di misurazione della quantità conferita dalle singole utenze; - che il Comune di San Pietro al Natisone non dispone di tali sistemi di misurazione, per cui occorre fare riferimento alle tabelle del DPR 158/1999 per il calcolo di entrambe le componenti, fissa e variabile della tariffa; - che l insieme delle utenze non domestiche presenti nella banca dati TARSU articolate in n. 5 classi sono state riclassificate nelle 21 classi previste dal D.P.R. 158/1999 con alcune difficoltà connesse alla necessaria analisi anche per disaggregare le posizioni in base alla reale attività esercitata. Tale attività dovrà comunque proseguire in futuro al fine di meglio definire l'iniziale classificazione; - che si è dovuto individuare il valore di produzione presuntiva, per ciascuna categoria di utenza, tra le 21 previste per i Comuni sotto i abitanti, tra i valori minimi e massimi fissati nelle tabelle, senza possibilità di deroghe; - che, in mancanza delle superfici catastali di tutte le utenze, per l anno 2013 verranno utilizzate ai fini TARES le superfici dichiarate e impiegate ai fini TARSU; - che per l anno 2013, il costo complessivo del servizio da coprire con la TARES di ,00 è stato attribuito, anche in considerazione dell incidenza del gettito TARSU dell anno 2012, per il 77% alle utenze domestiche e per il 23% alle utenze non domestiche. I costo da coprire con la parte fissa della tariffa è del 53,31% e del 46,69% con la parte variabile; - che per la determinazione delle tariffe delle utenze domestiche sono sati utilizzati i coefficienti per la parte variabile della tariffa in misura pari al valore minimo proposto dalle tabella 3b del DPR 158/1999 mentre per le utenze non domestiche sono stati utilizzati, per i coefficienti Kc e Kd, valori diversificati tenuto conto della realtà locale: valori minimi per le classi 16, 17 e 20 e valori massimi per le rimanenti classi (in quanto le categorie 16=Ristoranti-pizzerie, 17=Bar-Pasticcerie e 20=Fiori/piante-Ortofrutta-Pizza al taglio, risultano fortemente penalizzate rispetto alle altre classi e soprattutto vi è comunque un cospicuo aumento rispetto alle tariffe degli anni precedenti) VISTO il Piano tariffario allegato alla presente deliberazione; CONSIDERATO che a norma dell art. 13, comma 15, del D.L. 201/2011 a decorrere dall anno 2012, tutte le deliberazioni regolamentari e tariffarie relative alle entrate tributarie degli enti locali devono essere inviate al Ministero dell Economia e delle Finanze, Dipartimento delle finanze, con inserimento sul Portale del Federalismo Fiscale, entro il termine di cui all articolo 52, comma 2, del decreto legislativo n. 446 del 1997, e comunque entro trenta giorni dalla data di scadenza del termine previsto per l approvazione del bilancio di previsione. Il Ministero dell Economia e delle Finanze, pubblica, sul proprio sito informatico, le deliberazioni inviate dai comuni. Tale pubblicazione sostituisce l avviso in Gazzetta Ufficiale previsto dall articolo 52, comma 2, terzo periodo, del decreto legislativo n. 446 del 1997; ACQUISITI sulla proposta della presente deliberazione, ai sensi dell'art. 49, comma 1, del D.Lgs. 18/08/2000, n. 267, i pareri favorevoli di regolarità tecnica e finanziaria del Responsabile dell Area Economico-Finanziaria; ACQUISITO altresì, ai sensi dell art. 239, comma 1, lettera b, del D.Lgs 267/2000, come modificato dall art. 3, comma 2-bis, del D.L. 174/2012, il parere dell organo di revisione economico-finanziaria (all. A); VISTO il D.Lgs. 18/08/2000, n. 267; VISTO lo Statuto comunale; A seguito votazione espressa per alzata di mano che da i seguenti risultati: - Presenti e votanti favorevolmente n. 8 consiglieri, n. 3 contrari (Dorbolò F., Marinig G., Pocovaz M.)

4 D E L I B E R A 1. Di approvare l allegato Piano finanziario per la gestione dei rifiuti urbani che costituisce parte integrante della presente deliberazione (All. B) e la relazione per la gestione dei rifiuti urbani e per l applicazione del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi redatta a norma all art. 8 comma 3 DPR 158/1999 (All. C); 2. Di trasmettere all Osservatorio Nazionale sui Rifiuti (art. 206 bis Decreto 152/2006) copia del PEF e della relazione indicati al punto 1); 3. Di determinare per l anno 2013 le seguenti tariffe del tributo TARES e come dettagliatamente risultano dal Piano tariffario di cui all allegato D alla presente deliberazione: UTENZE DOMESTICHE Numero Componenti Utenze Domestiche Ka Kb Parte fissa Parte variabile 1 0,840 0,600 0,577 35, ,980 1,400 0,673 83, ,080 1,800 0, , ,160 2,200 0, , ,240 2,900 0, ,270 6 o piu' 1,300 3,400 0, ,970 UTENZE NON DOMESTICHE Classi DESCRIZIONE Kc Kd Parte fissa Parte variabil e Totale tariffa 1 MUSEI, BIBLIOTECHE, SCUOLE, ASSOCIAZIONI, LUOGHI DI CULTO 0,510 4,200 0,394 0,347 0,741 2 CAMPEGGI DISTRIBUTORI CARBURANTI 0,800 6,550 0,619 0,540 1,159 3 STABILIMENTI BALNEARI 0,630 5,200 0,487 0,429 0,916 4 ESPOSIZIONI AUTOSALONI 0,430 3,550 0,333 0,293 0,626 5 ALBERGHI CON RISTORANTE 1,330 10,930 1,029 0,902 1,931 6 ALBERGHI SENZA RISTORANTE 0,910 7,490 0,704 0,618 1,322 7 CASE DI CURA E RIPOSO 1,000 8,190 0,773 0,676 1,449 8 UFFICI, AGENZIE, STUDI PROFESSIONALI 1,130 9,300 0,874 0,767 1,641 9 BANCHE ED ISTITUTI DI CREDITO 0,580 4,780 0,449 0,394 0, NEGOZI ABBIGLIAMENTO, CALZATURE, LIBRERIA, CARTOLERIA, FERRAMENTA E ALTRI BENI DUREVOLI EDICOLA, FARMACIA, TABACCAIO, PLURILICENZE ATTIVITA' ARTIGIANALI TIPO BOTTEGHE, (FALEGNAME, IDRAULICO, FABBRO, ELETTRICISTA, PARRUCCHIERE) 1,110 9,120 0,859 0,752 1,611 1,520 12,450 1,176 1,027 2,203 1,040 8,500 0,804 0,701 1, CARROZZERIA, AUTOFFICINA, ELETTRAUTO 1,160 9,480 0,897 0,782 1, ATTIVITA' INDUSTRIALI CON CAPANNONI DI PRODUZIONE 0,910 7,500 0,704 0,619 1, ATTIVITA' ARTIGIANALI DI PRODUZIONE BENI SPECIFICI 1,090 8,920 0,843 0,736 1, RISTORANTI, TRATTORIE, OSTERIE, PIZZERIE, 4,840 39,670 3,743 3,273 7,016

5 PUB 17 BAR, CAFFE', PASTICCERIA 3,640 29,820 2,815 2,460 5, SUPERMERCATO, PANE PASTA, MACELLERIA, 2,380 19,550 1,841 SALUMI E FORMAGGI, GENERI ALIMENTARI 1,613 3, PLURICENZE ALIMENTARI E/O MISTE 2,610 21,410 2,019 1,767 3, ORTOFRUTTA, PESCHERIE, FIORI E PIANTE, PIZZA AL TAGLIO 6,060 49,720 4,687 4,102 8, DISCOTECHE, NIGHT CLUB 1,640 13,450 1,268 1,110 2, Di fissare per l anno 2013 in.0,30 al mq la maggiorazione prevista dal comma 13 dell art. 14 del D.L. 201/2011; 5. Di prendere atto che la Regione Friuli Venezia Giulia assicurerà il recupero al bilancio statale del maggior gettito derivante dall applicazione della maggiorazione di cui al punto precedente; 6. Di dare atto che alle tariffe applicate dal Comune (esclusa la maggiorazione) ai sensi del comma 28 dell art. 14 del D.L. 201/2011, verrà applicato il tributo provinciale per l esercizio delle funzioni di tutela, protezione ed igiene ambientale, di cui all art. 19 del D.Lgs 504/1992, nella misura determinata dall Amministrazione provinciale di Udine; 7. Di trasmettere, a norma dell art. 13, comma 15, del D.L. 201/2011 e della nota MEF , la presente deliberazione con relativi allegati al Ministero dell Economia e delle Finanze, dipartimento delle finanze, per il tramite del Portale del Federalismo fiscale entro il termine di 30 giorni dalla sua esecutività, e comunque non oltre 30 giorni dalla scadenza del termine per l approvazione del bilancio di previsione. Successivamente il Consiglio C. con separata votazione che da i seguenti risultati: - Presenti e votanti favorevolmente n. 8 consiglieri, n. 3 contrari (Dorbolò F., Marinig G., Pocovaz M.) D E L I B E R A 8. Di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile a norma ai sensi dell'art. 134, comma 4 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 e art.1 comma 19 della L.R. 21/2003 come sostituito dall art. 17 comma 12 lettera a) della L.R. 17/2004. Il sottoscritto ai sensi e per gli effetti dell art.49 1 comma- D.Lgs n.267, esprime parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica e contabile della proposta di deliberazione. IL RESPONSABILE AREA ECONOMICO-FINANZIARIA f.to. Nicola Gambino

6 Letto, confermato e sottoscritto: IL PRESIDENTE f.to MANZINI Tiziano IL SEGRETARIO COMUNALE f.to GAMBINO Nicola ATTESTATO DI PUBBLICAZIONE Il sottoscritto ai sensi della L. R. n. 21/2003 attesta che copia della presente deliberazione è stata affissa all Albo Pretorio dal e vi rimarrà fino al per 15 giorni consecutivi. Addì, L IMPIEGATO RESPONSABILE f.to Sittaro Lidia Il sottoscritto impiegato responsabile Certifica Che la presente deliberazione resa immediatamente eseguibile, è rimasta affissa all albo pretorio di questo Ente per 15 gg. consecutivi dal al e che contro la stessa non sono pervenuti reclami o denunce. S. Pietro al Natisone, lì L Impiegato responsabile La presente deliberazione è divenuta esecutiva ai sensi dell art. 1 comma 19 della L.R.21/03. S. Pietro al Natisone, lì L Impiegato responsabile

COMUNE DI OTTOBIANO PROVINCIA DI PAVIA

COMUNE DI OTTOBIANO PROVINCIA DI PAVIA COMUNE DI OTTOBIANO PROVINCIA DI PAVIA COPIA DELIBERAZIONE N. 16 in data: 21.06.2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ADUNANZA ORDINARIA DI PRIMA CONVOCAZIONE - SEDUTA PUBBLICA OGGETTO:

Dettagli

COMUNE DI TORRE D'ARESE PROVINCIA DI PAVIA ----------------------

COMUNE DI TORRE D'ARESE PROVINCIA DI PAVIA ---------------------- COMUNE DI TORRE D'ARESE PROVINCIA DI PAVIA ---------------------- Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale Sessione ordinaria Seduta pubblica di prima Convocazione NR. 23 DEL 29-07-2014 ORIGINALE

Dettagli

COMUNE DI SERDIANA Provincia di Cagliari

COMUNE DI SERDIANA Provincia di Cagliari COMUNE DI SERDIANA Provincia di Cagliari DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ORIGINALE N. 46 OGGETTO: Modifica tariffe Tares DEL 18-10-2013 SESSIONE Straordinaria SEDUTA Pubblica DI Prima CONVOCAZIONE

Dettagli

Comune di Sindia Provincia di Nuoro

Comune di Sindia Provincia di Nuoro Comune di Sindia Provincia di Nuoro DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n 11 del 30.07.2015 Oggetto: Tributo sui rifiuti (TARI): approvazione tariffe per l anno 2015. Il giorno trenta del mese di luglio

Dettagli

COMUNE DI VAIE PROVINCIA DI TO V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E DEL CONSIGLIO COMUNALE N.17

COMUNE DI VAIE PROVINCIA DI TO V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E DEL CONSIGLIO COMUNALE N.17 C o p i a A l b o COMUNE DI VAIE PROVINCIA DI TO V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E DEL CONSIGLIO COMUNALE N.17 OGGETTO: Imposta Unica Comunale (IUC) anno 2014. Approvazione Piano Finanziario

Dettagli

COMUNE DI LAURIANO Provincia di Torino

COMUNE DI LAURIANO Provincia di Torino COMUNE DI LAURIANO Provincia di Torino Via Mazzini, 22 10020 LAURIANO (TO) Tel. 011 9187801 Fax 011 9187482 P.IVA 01734040015 C.F. 82500430010 WWW.COMUNE.LAURIANO.TO.IT info@comune.lauriano.to.it mail

Dettagli

COMUNE DI DEIVA MARINA PROVINCIA DELLA SPEZIA ---------ooooooooooooo---------

COMUNE DI DEIVA MARINA PROVINCIA DELLA SPEZIA ---------ooooooooooooo--------- COMUNE DI DEIVA MARINA PROVINCIA DELLA SPEZIA ---------ooooooooooooo--------- COPIA DELLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N.25 DEL 28-03-14 Oggetto: TASSA SUI RIFIUTI (TARI) DETERMINAZIONE TARIFFE

Dettagli

originale COMUNE DI SUNI Provincia di Oristano DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n 17 del 02.09.2013

originale COMUNE DI SUNI Provincia di Oristano DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n 17 del 02.09.2013 originale COMUNE DI SUNI Provincia di Oristano DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n 17 del 02.09.2013 Oggetto: Approvazione tariffe. Tributo comunale sui rifiuti e servizi. TARES 2013. L'anno duemilatredici,

Dettagli

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE ORIGINALE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE ORIGINALE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE ORIGINALE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 41 del Reg. Data 30/09/2014 OGGETTO: IMPOSTA UNICA COMUNALE. TASSA SUI RIFIUTI. (TARI). APPROVAZIONE TARIFFE PER

Dettagli

COPIA DI DELIBERAZIONE COMMISSARIALE 18/05/2013 N. 166

COPIA DI DELIBERAZIONE COMMISSARIALE 18/05/2013 N. 166 Comune di Avellino COPIA DI DELIBERAZIONE COMMISSARIALE 18/05/2013 N. 166 OGGETTO: TARES (TASSA RIFIUTI E SERVIZI) :APPROVAZIONE REGOLAMENTO, PIANO FINANZIARIO,TARIFFE. ANNO 2013. L anno duemilatredici

Dettagli

C O M U N E DI L I M B A D I (Provincia di Vibo Valentia) *************

C O M U N E DI L I M B A D I (Provincia di Vibo Valentia) ************* C O M U N E DI L I M B A D I (Provincia di Vibo Valentia) ************* COPIA DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO nell esercizio delle competenze e dei poteri del Consiglio comunale N. 4 del Reg.

Dettagli

COMUNE DI ALBIANO. VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 06 del Consiglio Comunale

COMUNE DI ALBIANO. VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 06 del Consiglio Comunale COPIA COMUNE DI ALBIANO VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 06 del Consiglio Comunale Oggetto: APPROVAZIONE TARIFFA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI PER L ANNO 2015. L anno duemilaquindici, il giorno

Dettagli

COMUNE DI GARBAGNATE MONASTERO PROVINCIA DI LECCO SCHEDA TECNICA PER LA DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE PER L APPLICAZIONE DELLA TARI (TASSA SUI RIFIUTI) PER L ANNO 2015 [SCHEDA TECNICA] Pagina 1 1.PREMESSA

Dettagli

Deliberazione del Consiglio Comunale

Deliberazione del Consiglio Comunale Comune di Bonorva - Provincia di Sassari Deliberazione del Consiglio Comunale Originale N. 15 del 23/03/2015 OGGETTO: APPROVAZIONE TARIFFE T.A.R.I. ANNO 2015 DETERMINAZIONE RATE SCADENZA L anno duemilaquindici,

Dettagli

La tassa sui rifiuti (TARI)

La tassa sui rifiuti (TARI) COMUNE DI COMO La tassa sui rifiuti (TARI) Anno 2014 DISCIPLINA L articolo 1, comma 639, della legge n. 147/2013, ha istituito l imposta unica comunale (IUC) che, per la sua componente riferita ai servizi,

Dettagli

COMUNE DI CASATISMA PROVINCIA DI PAVIA

COMUNE DI CASATISMA PROVINCIA DI PAVIA COMUNE DI CASATISMA PROVINCIA DI PAVIA DELIBERAZIONE CONSIGLIO COMUNALE N. 6 OGGETTO DETERMINAZIONE TARIFFE PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO TARI ANNO 2015. L'anno duemilaquindici addi trenta del mese di

Dettagli

Gestione Rifiuti - BILANCIO ANNO 2014 IN EURO (I.V.A. inclusa)

Gestione Rifiuti - BILANCIO ANNO 2014 IN EURO (I.V.A. inclusa) CO STI Gestione Rifiuti BILANCIO ANNO 2014 IN EURO (I.V.A. inclusa) PARTE FISSA PARTE VARIABILE 0% 100% TO TALE Costi vari (sia fissi che variabili) 0,00 0,00 0,0 CSL Costi di spazzam ento e lavaggio delle

Dettagli

COMUNE DI SAN GEMINI PROVINCIA DI TERNI COPIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI SAN GEMINI PROVINCIA DI TERNI COPIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI SAN GEMINI PROVINCIA DI TERNI COPIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 29 Data 29/07/2015 OGGETTO: Approvazione tariffe TARI. L anno 2015 il giorno 29 del mese di LUGLIO alle ore 17:30, nella

Dettagli

COMUNE DI LONGARE. TARIFFA RIFIUTI URBANI Anno 2013

COMUNE DI LONGARE. TARIFFA RIFIUTI URBANI Anno 2013 COMUNE DI LONGARE TARIFFA RIFIUTI URBANI Anno 2013 1.1 Utenze domestiche Il territorio comunale è stato diviso in 5 zone in funzione dei caratteri del servizio fornito, come descritto nella tabella che

Dettagli

Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale COPIA Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: Tariffa Igiene Ambientale anno 2012. Delibera n 71 in data 29/05/2012 La presente viene pubblicata in data odierna all Albo Pretorio on line

Dettagli

Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi ANNO 2013

Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi ANNO 2013 Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi Art.14 del Decreto Legge 6 dicembre 2011, n. 201 (convertito con Legge 22 dicembre 2011, n. 214) ANNO 2013 1 PREMESSA Dal 1 gennaio 2013 la normativa statale

Dettagli

COMUNE DI GRANA Provincia di Asti

COMUNE DI GRANA Provincia di Asti COMUNE DI GRANA Provincia di Asti DELIBERAZIONE N.32 COPIA ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE SEDUTA ORDINARIA OGGETTO : DETERMINAZIONE DELLA TARIFFE PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO

Dettagli

D.C.C. N. 04 DEL 12/01/2004 OGGETTO: DETERMINAZIONI IN MERITO A MODIFICHE AL REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SMALTIMENTO RIFIUTI. IL CONSIGLIO COMUNALE

D.C.C. N. 04 DEL 12/01/2004 OGGETTO: DETERMINAZIONI IN MERITO A MODIFICHE AL REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SMALTIMENTO RIFIUTI. IL CONSIGLIO COMUNALE D.C.C. N. 04 DEL 12/01/2004 OGGETTO: DETERMINAZIONI IN MERITO A MODIFICHE AL REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SMALTIMENTO RIFIUTI. IL CONSIGLIO COMUNALE VISTA la D.C.C. n. 43 in data 06/10/1995 avente per oggetto:

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE TARIFFE TARI 2015

OGGETTO: APPROVAZIONE TARIFFE TARI 2015 Città metropolitana di Bologna COPIA n. 24 del 10.06.2015 OGGETTO: APPROVAZIONE TARIFFE TARI 2015 Il giorno 10 giugno 2015 alle ore 20.45 nella sala consiliare del Municipio, previa l'osservanza di tutte

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA 1 DATI ANAGRAFICI. Risposta a quesito 2. Nr. Abitanti 13.504 (al 31.12.2008)

SCHEDA INFORMATIVA 1 DATI ANAGRAFICI. Risposta a quesito 2. Nr. Abitanti 13.504 (al 31.12.2008) Risposta a quesito 2 SCHEDA INFORMATIVA 1 DATI ANAGRAFICI COMUNE di: LAURIA Nr. Abitanti 13.504 (al 31.12.2008) Indirizzo Via Roma,104 C.A.P. / Provincia 85044 - PZ Tel: 0973 627111 Fax: 0973 823793 E

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE 49 07/07/2015

CONSIGLIO COMUNALE 49 07/07/2015 COPIA CITTA DI MELEGNANO Provincia di Milano CONSIGLIO COMUNALE 49 07/07/2015 OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO ECONOMICO FINANZIARIO PER IL SERVIZIO DI IGIENE AMBIENTALE E TARIFFE TARI PER L ESERCIZIO 2015.

Dettagli

COMUNE DI TORRE DE BUSI PROVINCIA DI LECCO

COMUNE DI TORRE DE BUSI PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI TORRE DE BUSI PROVINCIA DI LECCO Codice ente 10219 DELIBERAZIONE N.7 DATA 27-04-2015 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO FINANZIARIO T.A.R.I. 2015

Dettagli

GUIDA AL PAGAMENTO DELL ACCONTO TARI 2014 (TASSA SUI RIFIUTI) SCADENZA 16 SETTEMBRE 2014

GUIDA AL PAGAMENTO DELL ACCONTO TARI 2014 (TASSA SUI RIFIUTI) SCADENZA 16 SETTEMBRE 2014 GUIDA AL PAGAMENTO DELL ACCONTO TARI 2014 (TASSA SUI RIFIUTI) SCADENZA 16 SETTEMBRE 2014 L articolo 1 comma 640 e seguenti della legge n. 147/2013 - e successive modificazioni e integrazioni - ha istituito,

Dettagli

COMUNE DI SAUZE D OULX

COMUNE DI SAUZE D OULX COMUNE DI SAUZE D OULX RELAZIONE TECNICA RELATIVA ALLA METODOLOGIA UTILIZZATA PER LA DEFINIZIONE DELLA TARES DI CUI ALL ART.14 DELLA LEGGE N.214/2011 e s.m.i. 1 PREMESSA L'articolo 14 della Legge n.214/11

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI BERBENNO DI VALTELLINA PROVINCIA DI SONDRIO ORIGINALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 18 Reg. Delib. OGGETTO: APPROVAZIONE TARIFFE E SCADENZE TARI (TRIBUTO SERVIZIO RIFIUTI) ANO 2014

Dettagli

COMUNE DI ROSASCO Provincia di Pavia

COMUNE DI ROSASCO Provincia di Pavia COMUNE DI ROSASCO Provincia di Pavia PIANO FINANZIARIO RELATIVO AL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI ANNO 2015 Allegato A alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 del 28/04/2015 PREMESSA Il

Dettagli

La Giunta comunale propone al Consiglio l adozione della sotto riportata deliberazione. Il Consiglio Comunale

La Giunta comunale propone al Consiglio l adozione della sotto riportata deliberazione. Il Consiglio Comunale Delib. n. 60-20.4.2015 OGGETTO: Servizio relativo alla raccolta e al trasporto dei rifiuti urbani. Tassa sui rifiuti (TARI). Tariffe per le utenze domestiche e per le utenze non domestiche per l anno 2015.

Dettagli

Comune di Binasco. Provincia di Milano Codice 10912. N. deliberazione Data 019 17/07/2014

Comune di Binasco. Provincia di Milano Codice 10912. N. deliberazione Data 019 17/07/2014 Comune di Binasco Provincia di Milano Codice 10912 CC N. deliberazione Data 019 17/07/2014 OGGETTO: IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) APPROVAZIONE ALIQUOTE E TARIFFE IMU / TASI / TARI PER L'ANNO 2014. DICHIARAZIONE

Dettagli

COMUNE DI MASSA COPIA (582/2013) ATTO di CONSIGLIO del 14/10/2013 n. 52. Oggetto:

COMUNE DI MASSA COPIA (582/2013) ATTO di CONSIGLIO del 14/10/2013 n. 52. Oggetto: COMUNE DI MASSA COPIA (582/2013) ATTO di CONSIGLIO del 14/10/2013 n. 52 Oggetto: PIANO FINANZIARIO DEL TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI E RELATIVA ARTICOLAZIONE TARIFFARIA PER L' ANNO 2013 -

Dettagli

COMUNE DI AVELLINO. COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Consiglieri assegnati n. 32 Consiglieri in carica n. 32

COMUNE DI AVELLINO. COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Consiglieri assegnati n. 32 Consiglieri in carica n. 32 COMUNE DI AVELLINO COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Consiglieri assegnati n. 32 Consiglieri in carica n. 32 ANNO 2014 DELIBERAZIONE N. 274 OGGETTO: Approvazione tariffe TARI e piano economico

Dettagli

PIANO FINANZIARIO E TARIFFE ANNO 2015

PIANO FINANZIARIO E TARIFFE ANNO 2015 Allegato 2 delibera CC-CP n. 7 del 18/05/ IMPOSTA UNICA COMUNALE IUC COMPONENTE TARI PIANO FINANZIARIO E TARIFFE ANNO PREMESSA La Legge di Stabilità, n. 147 del 27.12.2013, ha istituito con decorrenza

Dettagli

RELAZIONE AL PIANO FINANZIARIO E ALLA DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE TARES 2013

RELAZIONE AL PIANO FINANZIARIO E ALLA DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE TARES 2013 ALLEGATO N.4 ALLA DELIBERAZIONE DI C.C. N DEL 1 - Premessa RELAZIONE AL PIANO FINANZIARIO E ALLA DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE TARES 2013 Il presente documento riporta gli elementi caratteristici del Piano

Dettagli

COMUNE DI PORTOSCUSO (Provincia di Carbonia Iglesias)

COMUNE DI PORTOSCUSO (Provincia di Carbonia Iglesias) Comune di Portoscuso Relazione al Piano Finanziario per I applicazione della TARI anno (Allegato n 2) COMUNE DI PORTOSCUSO (Provincia di Carbonia Iglesias) RELAZIONE ALLEGATA AL PIANO FINANZIARIO PER L'APPLICAZIONE

Dettagli

Comune di Santa Maria La Fossa Provincia di Caserta

Comune di Santa Maria La Fossa Provincia di Caserta Comune di Santa Maria La Fossa Provincia di Caserta Regolamento per la disciplina del Tributo sui Rifiuti e sui Servizi Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. del INDICE Art. 1 - Oggetto del

Dettagli

Comune di Gallipoli. Provincia di Lecce. Piano GESTIONALE FINANZIARIO TARIFFA PER GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI T.A.R.E.S. 2013

Comune di Gallipoli. Provincia di Lecce. Piano GESTIONALE FINANZIARIO TARIFFA PER GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI T.A.R.E.S. 2013 Comune di Gallipoli Provincia di Lecce Piano GESTIONALE FINANZIARIO PER GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI T.A.R.E.S. 2013 ex art 24 Legge 22 dicembre 2011 n. 214 redatto ai sensi dell art. 8 del DPR 158/99 1

Dettagli

IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) ALIQUOTE E TARIFFE DELIBERATE IN MATERIA DI TASI - IMU - TARI PER L'ANNO 2014

IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) ALIQUOTE E TARIFFE DELIBERATE IN MATERIA DI TASI - IMU - TARI PER L'ANNO 2014 IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) ALIQUOTE E TARIFFE DELIBERATE IN MATERIA DI TASI - IMU - TARI PER L'ANNO 2014 pagina 1 TASI (TASSA SUI SERVIZI INDIVISIBILI) ALIQUOTE ANNO 2014 (Approvate con delibera di Consiglio

Dettagli

CITTA DI CAVALLINO PROVINCIA DI LECCE COPIA DELLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

CITTA DI CAVALLINO PROVINCIA DI LECCE COPIA DELLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE CITTA DI CAVALLINO PROVINCIA DI LECCE COPIA DELLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 14 Data 05/09/2014 SEDUTA: Pubblica Non Pubblica SESSIONE: Ordinaria Straordinaria Urgente CONVOCAZIONE: 1 2 OGGETTO:

Dettagli

COMUNE DI BONITO PROVINCIA DI AVELLINO

COMUNE DI BONITO PROVINCIA DI AVELLINO Tel. e Fax 0825 828665 COMUNE DI BONITO PROVINCIA DI AVELLINO Relazione esplicativa circa la compilazione del PEF relativamente ai costi di gestione dei rifiuti solidi urbani e la determinazione delle

Dettagli

Città di NARDO (Lecce)

Città di NARDO (Lecce) Città di NARDO (Lecce) PIANO GESTIONALE FINANZIARIO - TARIFFA ANNO 2011 RELAZIONE PIANO TARIFFA CICLO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI GESTORE BIANCO IGIENE AMBIENTALE S.r.l. Via Bernardini 73048 Nardò (Lecce)

Dettagli

ALIQUOTE I.M.U. ANNO 2015

ALIQUOTE I.M.U. ANNO 2015 I.U.C.- IMPOSTA UNICA COMUNALE L imposta Unica Comunale, di seguito denominata IUC, istituita con legge n. 147 del 27.12.2013, si basa su due presupposti impositivi, uno costituito dal possesso di immobili

Dettagli

COMUNE DI QUART REGIONE AUTONOMA DELLA VALLE D'AOSTA. Deliberazione del Consiglio Comunale N. 16

COMUNE DI QUART REGIONE AUTONOMA DELLA VALLE D'AOSTA. Deliberazione del Consiglio Comunale N. 16 C O P I A A L B O COMUNE DI QUART REGIONE AUTONOMA DELLA VALLE D'AOSTA Deliberazione del Consiglio Comunale N. 16 OGGETTO: TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI: APPROVAZIONE PIANO FINANZIARIO E TARIFFARIO

Dettagli

Tributo comunale sui rifiuti e sui servizi 2013

Tributo comunale sui rifiuti e sui servizi 2013 Tributo comunale sui rifiuti e sui servizi 2013 cosa c è da sapere come leggere l avviso di pagamento Via G. D Annunzio, 75 16121 Genova Via di Francia, 3 16149 Genova 2 tributo comunale sui rifiuti e

Dettagli

Comune di Oria. Provincia di Brindisi. Piano GESTIONALE FINANZIARIO TARIFFA PER GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI T.A.R.E.S. 2013

Comune di Oria. Provincia di Brindisi. Piano GESTIONALE FINANZIARIO TARIFFA PER GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI T.A.R.E.S. 2013 Comune di Oria Provincia di Brindisi Piano GESTIONALE FINANZIARIO TARIFFA PER GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI T.A.R.E.S. 2013 ex art 24 Legge 22 dicembre 2011 n. 214 redatto ai sensi dell art. 8 del DPR 158/99

Dettagli

COMUNE DI CASTELNUOVO MAGRA Provincia della Spezia

COMUNE DI CASTELNUOVO MAGRA Provincia della Spezia COMUNE DI CASTELNUOVO MAGRA Provincia della Spezia C O P I A Deliberazione del Consiglio Comunale n. 24 del 28 luglio 2014 OGGETTO: APPROVAZIONE DEL PIANO ECONOMICO FINANZIARIO DELLA TASSA SUI RIFIUTI

Dettagli

ALLEGATO B Categorie di utenze non domestiche. Le utenze non domestiche sono suddivise nelle seguenti categorie:

ALLEGATO B Categorie di utenze non domestiche. Le utenze non domestiche sono suddivise nelle seguenti categorie: ALLEGATO B Categorie di utenze non domestiche Le utenze non domestiche sono suddivise nelle seguenti categorie: Categoria 1 Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto Associazioni o istituzioni

Dettagli

Città di NARDO (Lecce)

Città di NARDO (Lecce) Città di NARDO (Lecce) PIANO GESTIONALE FINANZIARIO - TARIFFA ANNO 2015 RELAZIONE PIANO TARIFFA CICLO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI GESTORE BIANCO IGIENE AMBIENTALE S.r.l. Via Bernardini 73048 Nardò (Lecce)

Dettagli

COMUNE DI PIANICO PROVINCIA DI BERGAMO PIANO FINANZIARO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA RIFIUTI (TARI)

COMUNE DI PIANICO PROVINCIA DI BERGAMO PIANO FINANZIARO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA RIFIUTI (TARI) Allegato A COMUNE DI PIANICO PROVINCIA DI BERGAMO PIANO FINANZIARO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA RIFIUTI (TARI) A. Premessa A partire dal 1 gennaio 2014 è istituita, nell ambito dell Imposta Unica Comunale

Dettagli

C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 74 DEL 26/11/2013

C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 74 DEL 26/11/2013 C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 74 DEL 26/11/2013 Adunanza ordinaria in PRIMA convocazione OGGETTO: DETERMINAZIONE

Dettagli

COMUNE DI CANTALUPA Provincia di Torino

COMUNE DI CANTALUPA Provincia di Torino COMUNE DI CANTALUPA Provincia di Torino VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ------------------------------------------------------------------------------------------- N. 13 DATA 14/06/2013

Dettagli

COMUNE DI CARSOLI. Provincia dell Aquila Piazza della Libertà, 1 Tel.: 0863908300 Fax: 0863995412 DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO

COMUNE DI CARSOLI. Provincia dell Aquila Piazza della Libertà, 1 Tel.: 0863908300 Fax: 0863995412 DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO COMUNE DI CARSOLI Provincia dell Aquila Piazza della Libertà, 1 Tel.: 0863908300 Fax: 0863995412 DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO (con i poteri del Consiglio Comunale) N. 7 del Reg. Data 28.04.2015

Dettagli

OGGETTO: I.U.C. ANNO 2014: Aliquote Tributi Servizi Indivisibili TASI; Aliquote IMU TARIFFE TARI.

OGGETTO: I.U.C. ANNO 2014: Aliquote Tributi Servizi Indivisibili TASI; Aliquote IMU TARIFFE TARI. DELIBERA N. 11 DEL 20.05.2014 OGGETTO: I.U.C. ANNO 2014: Aliquote Tributi Servizi Indivisibili TASI; Aliquote IMU TARIFFE TARI. VISTA la legge 27 dicembre 2013 n. 147 (legge di stabilità 2014) che ha stabilito,

Dettagli

Deliberazione di Consiglio Comunale

Deliberazione di Consiglio Comunale Comune di CANNERO RIVIERA Provincia del V.C.O. Numero 32 Data 05/08/2013 Deliberazione di Consiglio Comunale Oggetto: APPROVAZIONE PIANO FINANZIARIO E TARIFFE DEL TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI

Dettagli

C O M U N E DI D O R G A L I Provincia di Nuoro

C O M U N E DI D O R G A L I Provincia di Nuoro C O M U N E DI D O R G A L I Provincia di Nuoro DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: approvazione tariffe TARI. N. 29 DEL 31/07/2014 L'anno duemilaquattordici, il giorno trentuno del mese di luglio,

Dettagli

COMUNE DI POMARANCE PROVINCIA DI PISA

COMUNE DI POMARANCE PROVINCIA DI PISA COPIA COMUNE DI POMARANCE PROVINCIA DI PISA DELIBERAZIONE N. 37 In data: 27.06.2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI (TARES) - APPROVAZIONE

Dettagli

COMUNE DI CORTE BRUGNATELLA

COMUNE DI CORTE BRUGNATELLA COMUNE DI CORTE BRUGNATELLA PROVINCIA DI PIACENZA Piazza S. Balletti 2 29020 Marsaglia (PC) Tel 0523/969011 Fax 0523/969012 - Ragioneria.cortebrugnatella@sintranet.it C.F. 80004220333 P.I. 00777240334

Dettagli

VERBALE DI C O N S I G L I O C O M U N A L E

VERBALE DI C O N S I G L I O C O M U N A L E COPIA \ COMUNE DI MUGNANO DEL CARDINALE N. 24 Registro Deliberazioni. (Provincia di Avellino) VERBALE DI C O N S I G L I O C O M U N A L E SESSIONE CONVOCAZIONE SEDUTA STRORDINARIA 1^ PUBBLICA OGGETTO:

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI Approvato con delibera di C.C. n. 188 del 29/12/1995, modificato con deliberazioni di C.C. n. 6/2005, n.

Dettagli

Elaborazione del Piano Tecnico Finanziario ai fini della determinazione della TARI (tassa comunale sui rifiuti) per l anno 2014. Comune di Piobbico

Elaborazione del Piano Tecnico Finanziario ai fini della determinazione della TARI (tassa comunale sui rifiuti) per l anno 2014. Comune di Piobbico Elaborazione del Piano Tecnico Finanziario ai fini della determinazione della TARI (tassa comunale sui rifiuti) per l anno 2014 Comune di Piobbico Legge 27 dicembre 2013 n. 147 e D.P.R. 158/99 Pesaro,

Dettagli

IMPOSTA UNICA COMUNALE IUC COMPONENTE TARI

IMPOSTA UNICA COMUNALE IUC COMPONENTE TARI COMUNE DI SAN STINO DI LIVENZA Provincia di Venezia IMPOSTA UNICA COMUNALE IUC COMPONENTE TARI PIANO FINANZIARIO E TARIFFE ANNO 2014 PREMESSA La Legge di Stabilità 2014, n. 147 del 27.12.2013, ha istituito

Dettagli

COMUNE DI CARNAGO (Provincia di Varese)

COMUNE DI CARNAGO (Provincia di Varese) COPIA COMUNE DI CARNAGO (Provincia di Varese) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Delibera N. 51 del 28/05/2012 OGGETTO: EAME ED APPROVAZIONE DELLE TARIFFE PER L'APPLICAZIONE DELLA TASSA PER

Dettagli

PRONTUARIO TARIFFE E ALIQUOTE IMPOSTE, TASSE E SERVIZI COMUNALI ANNO 2015 CODICE CATASTALE COMUNE - F 5 3 3

PRONTUARIO TARIFFE E ALIQUOTE IMPOSTE, TASSE E SERVIZI COMUNALI ANNO 2015 CODICE CATASTALE COMUNE - F 5 3 3 PRONTUARIO TARIFFE E ALIQUOTE IMPOSTE, TASSE E SERVIZI COMUNALI ANNO 2015 CODICE CATASTALE COMUNE - F 5 3 3 ADDIZIONALE COMUNALE ALL IRPEF FATTISPECIE ALIQUOTE ESENZIONE Reddito complessivo imponibile

Dettagli

OGGETTO: TARIFFA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI. ANNO 2014.

OGGETTO: TARIFFA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI. ANNO 2014. OGGETTO: TARIFFA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI. ANNO 2014. PREMESSO: Si richiamano: la deliberazione della Giunta Provinciale n. 2972/2005 avente per oggetto Servizio pubblico di gestione dei rifiuti,

Dettagli

Elaborazione del Piano Tecnico Finanziario ai fini della determinazione della TARI (tributo comunale sui rifiuti) per l anno 2015

Elaborazione del Piano Tecnico Finanziario ai fini della determinazione della TARI (tributo comunale sui rifiuti) per l anno 2015 Elaborazione del Piano Tecnico Finanziario ai fini della determinazione della TARI (tributo comunale sui rifiuti) per l anno 2015 Comune di Pesaro Legge 27 dicembre 2013 n. 147 e D.P.R. 158/99 Pesaro,

Dettagli

COMUNE DI CAIRANO PROVINCIA DI AVELLINO

COMUNE DI CAIRANO PROVINCIA DI AVELLINO COMUNE DI CAIRANO PROVINCIA DI AVELLINO COPIA Deliberazione del consiglio comunale N. 12 Data 30/09/2014 Tassa sui rifiuti (TARI): Approvazione delle tariffe per l anno 2014. L'anno duemilaquattordici,

Dettagli

COMUNE DI SALUGGIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N.10

COMUNE DI SALUGGIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N.10 Copia COMUNE DI SALUGGIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N.10 OGGETTO: TASSA SUI RIFIUTI (TARI) - APPROVAZIONE PIANO FINANZIARIO E TARIFFE - ANNO 2015 L anno duemilaquindici addì trentuno

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DELLE ATTIVITA ECONOMICHE

CLASSIFICAZIONE DELLE ATTIVITA ECONOMICHE CLASSIFICAZIONE DELLE ATTIVITA ECONOMICHE 1) Musei, Biblioteche, Scuole, Associazioni, Luoghi di culto Musei e gallerie pubbliche e private Biblioteche Scuole pubbliche di ogni ordine e grado Scuole parificate

Dettagli

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti Classe 1 - Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto Associazioni o istituzioni con fini assistenziali

Dettagli

Preambolo. Preambolo. Note:

Preambolo. Preambolo. Note: D.P.R. 27-04-1999, n. 158 [1] Regolamento recante norme per la elaborazione del metodo normalizzato per definire la tariffa del servizio di gestione del ciclo dei rifiuti urbani. (G.U. 04-06-1999, n. 129,

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI CASTELLETTO D ORBA (Provincia di Alessandria) COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 4 OGGETTO : APPROVAZIONE TARIFFE TASSA SUI RIFIUTI (TARI). L anno duemilaquindici, addì

Dettagli

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti (fonte comune di Venezia 09.11.2012)

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti (fonte comune di Venezia 09.11.2012) Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti (fonte comune di Venezia 09.11.2012) Classe 1 - Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto (classe 1

Dettagli

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES COMUNE DI SERRENTI Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES Classe 1 - Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto Associazioni o istituzioni con fini assistenziali

Dettagli

ALLEGATO A) alla Deliberazione di Consiglio Comunale n. 55 del 20.05.2014. Relazione Tecnica

ALLEGATO A) alla Deliberazione di Consiglio Comunale n. 55 del 20.05.2014. Relazione Tecnica ALLEGATO A) alla Deliberazione di Consiglio Comunale n. 55 del 20.05.2014 Relazione Tecnica OGGETTO: Approvazione delle tariffe relative alla Tassa sui rifiuti (TARI) per l anno 2014. A conclusione del

Dettagli

COMUNE DI TORCHIARA. Provincia di Salerno PIANO FINANZIARIO RELATIVO AL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI ANNO 2014

COMUNE DI TORCHIARA. Provincia di Salerno PIANO FINANZIARIO RELATIVO AL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI ANNO 2014 COMUNE DI TORCHIARA Provincia di Salerno PIANO FINANZIARIO RELATIVO AL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI ANNO 2014 INDICE 1. Gestione ed organizzazione dei servizi 1.1 Premessa 1.2 Riferimenti normativi

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI VERGATO PROVINCIA DI BOLOGNA C O P I A. Cognome e Nome Carica Presente SINDACO DEGLI ESPOSTI GIULIANA

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI VERGATO PROVINCIA DI BOLOGNA C O P I A. Cognome e Nome Carica Presente SINDACO DEGLI ESPOSTI GIULIANA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI VERGATO PROVINCIA DI BOLOGNA Comunicata ai Capigruppo C O P I A il Nr. Prot. TASSA RACCOLTA E SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI. DETERMINAZIONE TARIFFE ANNO

Dettagli

COMUNE DI CUPRA MONTANA Provincia di Ancona CCD42016 COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. N. 22 del Reg. Data 31-07-14

COMUNE DI CUPRA MONTANA Provincia di Ancona CCD42016 COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. N. 22 del Reg. Data 31-07-14 COMUNE DI CUPRA MONTANA Provincia di Ancona CCD42016 COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 22 del Reg. Data 31-07-14 ---------------------------------------------------------------------- OGGETTO:APPROVAZIONE

Dettagli

Dpr 27 aprile 1999, n. 158 (elaborazione del metodo normalizzato per la definizione della tariffa rifiuti - Testo vigente)

Dpr 27 aprile 1999, n. 158 (elaborazione del metodo normalizzato per la definizione della tariffa rifiuti - Testo vigente) Dpr 27 aprile 1999, n. 158 (elaborazione del metodo normalizzato per la definizione della tariffa rifiuti - Testo vigente) N.d.R.: testo aggiornato con le modifiche apportate da: - Legge 23 dicembre 1999,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELLA TARIFFA DI IGIENE AMBIENTALE

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELLA TARIFFA DI IGIENE AMBIENTALE REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELLA TARIFFA DI IGIENE AMBIENTALE TITOLO 1 ISTITUZIONE DELLA TARIFFA, SISTEMI DI CALCOLO E SOGGETTI RESPONSABILI DELLA TARIFFA Articolo 1-Istituzione della tariffa

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI (le modifiche apportate sono evidenziate in grassetto) Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 23 del 9/2/2000 Modificato

Dettagli

COMUNE DI CINTANO Provincia di Torino

COMUNE DI CINTANO Provincia di Torino COMUNE DI CINTANO Provincia di Torino ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza ORDINARIA di PRIMA CONVOCAZIONE Seduta PUBBLICA N. 24 Del 31/07/2014 OGGETTO : Tributo servizio rifiuti

Dettagli

COMUNE di FIVIZZANO. Provincia di Massa e Carrara DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 19

COMUNE di FIVIZZANO. Provincia di Massa e Carrara DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 19 COMUNE di FIVIZZANO Provincia di Massa e Carrara DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 19 OGGETTO: ARTICOLO 10, COMMA 2, DEL D.L. 8 APRILE 2013 N. 35 - TARES ANNO 2013. DETERMINAZIONE RATEIZZAZIONE E

Dettagli

COMUNE DI ILBONO PROVINCIA DELL OGLIASTRA

COMUNE DI ILBONO PROVINCIA DELL OGLIASTRA COMUNE DI ILBONO PROVINCIA DELL OGLIASTRA DELIBERAZIONE ORIGINALE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 26 REG. DATA 09.09.2013 OGGETTO: Approvazione tariffe del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi TARES anno

Dettagli

COMUNE DI TIVOLI (PROVINCIA DI ROMA)

COMUNE DI TIVOLI (PROVINCIA DI ROMA) COMUNE DI TIVOLI (PROVINCIA DI ROMA) DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DEL CONSIGLIO COMUNALE N 11 OGGETTO: APPROVAZIONE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE

Dettagli

Provincia di Modena. Deliberazione della Giunta Comunale

Provincia di Modena. Deliberazione della Giunta Comunale COMUE DI SAVIGAO SUL PAARO Provincia di Modena Deliberazione della Giunta Comunale. 77 del 19/05/2014 OGGETTO: APPROVAZIOE DELLE TARIFFE RELATIVE ALLA IUC TARI TASSA SUI RIFIUTI PER L AO 2014. Pubblicata

Dettagli

COMUNE DI MOTTA VISCONTI (Provincia di Milano)

COMUNE DI MOTTA VISCONTI (Provincia di Milano) COMUNE DI MOTTA VISCONTI (Provincia di Milano) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA E L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI TARES Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. del 1

Dettagli

COMUNE DI TODI (Provincia di Perugia)

COMUNE DI TODI (Provincia di Perugia) COMUNE DI TODI (Provincia di Perugia) DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 92 DEL 25 MARZO 2010 Oggetto: Tassa smaltimento Rifiuti Solidi Urbani TARSU Determinazione tariffe anno 2010. L anno duemiladieci

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Numero 25 Del 30-09-2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Numero 25 Del 30-09-2014 ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Numero 25 Del 30-09-2014 Oggetto: APPROVAZIONE PIANO FINANZIARIO TARI 2014 L'anno duemilaquattordici il giorno trenta del mese di settembre alle

Dettagli

C O M U N E D I P A L E R M O REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DEL TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI

C O M U N E D I P A L E R M O REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DEL TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI (Allegato A) C O M U N E D I P A L E R M O REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DEL TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI (Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale N 331 del 27/09/2013) INDICE Art.

Dettagli

Epigrafe. Premessa. 1. Metodo normalizzato. 2. Tariffa di riferimento. 3. Determinazione della tariffa. 4. Articolazione della tariffa.

Epigrafe. Premessa. 1. Metodo normalizzato. 2. Tariffa di riferimento. 3. Determinazione della tariffa. 4. Articolazione della tariffa. 1 di 24 13/02/2014 14:18 Leggi d'italia D.P.R. 27-4-1999 n. 158 Regolamento recante norme per la elaborazione del metodo normalizzato per definire la tariffa del servizio di gestione del ciclo dei rifiuti

Dettagli

COMUNE DI LUSERNA SAN GIOVANNI Provincia di Torino

COMUNE DI LUSERNA SAN GIOVANNI Provincia di Torino VERBALE DI DELIBERAZIONE Consiglio Comunale DATA:09/07/2013 N.:30 Oggetto: PIANO FINANZIARIO PER L'APPLICAZIONE DEL TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SERVIZI (TARES). APPROVAZIONE. L anno 2013 addì 9 del

Dettagli

TARI L'istituzione, gli aspetti gestionali e i sistemi informativi.

TARI L'istituzione, gli aspetti gestionali e i sistemi informativi. SEMINARIO IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) TARI L'istituzione, gli aspetti gestionali e i sistemi informativi. Giovedì 6 Marzo 2014 ore: 9:00-14:00 Sala Conferenze - Biblioteca Comunale P. Guidotti di Vergato

Dettagli

COMUNE DI MEZZAGO Provincia di Monza e della Brianza ----------------------

COMUNE DI MEZZAGO Provincia di Monza e della Brianza ---------------------- COMUNE DI MEZZAGO ---------------------- COPIA Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale NR. 47 DEL 22-05-2013 OGGETTO: APPROVAZIONE CONVENZIONE CON POSTE ITALIANE SPA PER SERVIZIO DI STAMPA, SPEDIZIONE

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Numero 15 del 25-06-2014

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Numero 15 del 25-06-2014 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Numero 15 del 25-06-2014 COPIA Oggetto: Approvazione tariffe del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi per l'anno 2014 e termini per il pagamento. L'anno duemilaquattordici,

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Totale presenti: 13 Totale assenti : 4

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Totale presenti: 13 Totale assenti : 4 Codice Ente CO-35032 COPIA DELIBERAZIONE N. 76 in data: 28.11.2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI (TARES) - APPROVAZIONE TARIFFE PER

Dettagli

COMUNE DI BARGE. PROVINCIA DI CUNEO Piazza Garibaldi n. 11 PIANO FINANZIARIO TARI 2014

COMUNE DI BARGE. PROVINCIA DI CUNEO Piazza Garibaldi n. 11 PIANO FINANZIARIO TARI 2014 COMUNE DI BARGE PROVINCIA DI CUNEO Piazza Garibaldi n. 11 PIANO FINANZIARIO TARI 2014 1 - Premessa Il presente documento riporta gli elementi caratteristici del Piano Finanziario della componente TARI

Dettagli

COMUNE DI PRATO CARNICO

COMUNE DI PRATO CARNICO Copia conforme COMUNE DI PRATO CARNICO Provincia di Udine Cap 33020 - tel. 0433 69034 - fax 0433 69001 - Partita Iva 00416340305 - E Mail: VERBALE DI DELIBERAZIONE

Dettagli