DATA: CLASSE: V a EL. TITOLO: ELABORAZIONE DEL SISTEMA OPERATIVO PER mp0

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DATA: 21-09-08 CLASSE: V a EL. TITOLO: ELABORAZIONE DEL SISTEMA OPERATIVO PER mp0"

Transcript

1 DATA: CLASSE: V a EL. TITOLO: ELABORAZIONE DEL SISTEMA OPERATIVO PER mp0 nelle lezioni precedenti abbiamo preso in esame tutte le caratteristiche e le funzionalità del microprocessore didattico ed in questa scheda proponiamo un modello di sistema operativo che racchiude un po tutte le funzioni finora esaminate Ma prima di entrare nello specifico, si propone una breve introduzione che riguarda l entità di un sistema operativo e come è composto nelle sue parti. In informatica noi definiamo sistema operativo (abbreviato S.O.) un insieme di strutture e d istruzioni il cui compito è quello di controllare e gestire tutti i componenti hardware che compongono un computer e l esecuzione dei programmi che girano in esso. Il S.O. mette anche a disposizione alcuni programmi utili alla gestione dell I/O permettendo al sistema di poter interloquire con l esterno e viceversa. Resta di fatto che il compito primario del sistema operativo è quello di consentire all uomo di poter interagire con la macchina. Col passare del tempo il metodo di creazione dei S.O. è andata via via modificandosi e adesso riportiamo qui sotto alcune tipologie di S.O. partendo dal più semplice fino ad arrivare a quelli più complessi: MONITOR: si tratta di un kernel semplice che dispone solo di un interfaccia interattiva utile per dare i comandi. Questo tipo di S.O. consente di poter scrivere in memoria un programma e di poterlo eseguire. È stato il primo sistema operativo ma esso non è mai stato fatto girare su un computer. Questo S.O. si limita solo ad inizializzare il sistema dopodichè lascia il comando totale ai programmi che vengono eseguiti. INTERPRETE: questo S.O. deriva del kernel e consiste in un interprete di comandi che funziona anche come interfaccia per l utente. Questa interfaccia utente poteva anche funzionare come interprete per linguaggi di programmazione, difatti i software per questo tipo di S.O. potevano sia essere scritti in un vero e proprio linguaggio di programmazione oppure con un linguaggio di scripting come può essere il batch. DOS: un computer acquista utilità se viene dotato di un volume di memoria di massa. Per gestire questa memoria però, si ha bisogno di un programma che ci consente la gestione dei dati e di organizzarli secondo un certo schema. Questi programmi si chiamano gestori del file system ed un sistema operativo capace di gestire questo programma è chiamato DOS (disk-operating-system). SISTEMI MULTITASK: questa tipologia di S.O. ci consente di poter eseguire più di un processo. Essi sono dotati di uno scheduler (ovvero di una sorta si schedario), il quale fa eseguire più processi consentendo l uso della CPU a turno e sospende l esecuzione dei programmi in attesa fin quando non si verifica un evento esterno che fa riprendere l esecuzione di questi programmi. Rispetto ai S.O. monotask questo tipo di S.O. necessita di maggiore memoria dovendo eseguire più funzioni contemporaneamente. In questi S.O. è predisposto un programma che funge da gestore della memoria virtuale. La gestione multitask si effettua sostanzialmente in due modalità:

2 Cooperative multitask: che risulta essere il modo di implementare il multitask più rapido, visto che assorbe poche risorse di calcolo e non ha ritardo di commutazione nel cambio dei processi da eseguire. Preemptive multitask: ha bisogno di CPU abbastanza complesse che dispongano di un logica specifica che consente di effettuare il context switch che sarebbe il cambio di processo eseguito dallo scheduler. Siccome l interruzione dei programmi è arbitraria, ad ogni cambio di processo il sistema deve predisporre il salvataggio di tutti i registri della CPU che devono poi essere ricaricati non appena un nuovo processo subentra. Tutto questo comporta un enorme perdita di tempo ma questa tecnica di multitasking offre una migliore sicurezza del sistema ed un eventuale immunità agli eventuali crash di sistema indotti da qualche errore nei programmi. SISTEMA MULTIUTENTE: si tratta di sistemi nei quali i comandi vengono impartiti da una moltitudine di utenti contemporaneamente. È la diretta evoluzione del multitask ma presenta alcuni problemi inerenti alla sicurezza del sistema. Per sopperire questo problema, ogni utente viene dotato di un proprio account e tramite un gerarchia di utenti con a capo l utente amministratore, tutti gli altri possono accedere a programmi ed ai file solo se autorizzati dall amministratore stesso. SISTEMI OPERATIVI ON-LINE: tramite l uso di alcuni software, il sistema operativo può funzionare anche come desktop remoto che tramite un opportuno collegamento ad internet ci permette di accedere al nostro computer e a tutti i dati salvati in esso. L accesso verso il desktop remoto è protetto da un user con relativa password. Il desktop remoto è un passa avanti rispetto alla cartella condivisa. SISTEMI OPERATIVI REAL-TIME: è una tipologia di sistema operativo il quale fornisce una risposta entro un lasso di tempo molto breve a qualunque evento esterno. Per determinare qual è la periferica che hai chiesto di interagire col sistema questo S.O. utilizza la tecnica del polling a scapito degli interrupt. Questo tipo di S.O. è privo di un programma di gestione della memoria virtuale. dopo aver parlato delle varie categorie di S.O., procediamo con l analisi delle parti che lo compongono KERNEL: il kernel è la parte fondamentale del S.O. Si tratta di un programma che praticamente ha il compito di fornire a tutto il sistema alcune funzioni fondamentali ed un accesso controllato verso i componenti hardware. I kernel si dividono i due tipologie: Microkernel: è un tipo di kernel che implementa solo le funzioni essenziali. Il vantaggio di avere un S.O. a microkernel sta nella gestione dei moduli di sistemi, lo svantaggio e che le istruzioni che il microkernel impartisce al sistema risultano essere più complesse. Kernel tradizionale o monolitico: si tratta di un tipo di kernel più complesso nelle sue parti che ha in se il gestore di memoria virtuale, lo scheduler, il gestore di file system e tutti i driver necessari per far funzionare le periferiche collegate. Questa categoria di kernel risulta essere quella più efficiente. Diretta evoluzione del kernel monolitico è stato il kernel modulare il quale mantiene per se solo i moduli fondamentali ed altri moduli meno importati vengono caricati in memoria e considerati solo nel caso in cui ci sia da implementare la funzione di propria competenza.

3 FILE SYSTEM: il file system è quel protocollo che gestisce le modalità di lettura e scrittura dei vari file in un elemento di archiviazione. I file system sono tutti diversi ideati in base al tipo si sistema operativo ed ai dispositivi di memorizzazione. Solitamente i file system si dividono in due categorie: File system per unità locali: che sono quelli che fisicamente consentono di organizzare fisicamente i dati su disco. File system distribuiti: che sono tipologie di file system ideati per la condivisione dati tra più computer collegati in rete. SCHEDULER: è un componente fondamentale nei sistemi operativi multitask e ci consente di poter gestire contemporaneamente più processi. E proprio lui che si occupa di fare avanzare un processo a scapito di un altro che verrà sospeso momentaneamente effettuando così un context switch. GESTORE DI MEMORIA: questo è un componente fondamentale perché organizza e gestisce la memoria in base ai processi che ne richiedono. Esso è necessario per avere sempre un quadro generale riguardo la situazione della memoria. GESTORE DI MEMORIA VIRTUALE: questo componente si occupa di effettuare la mappatura della memoria virtuale che è disponibile nella memoria fisica del sistema copiando volta per volta le parti di memoria necessarie ai programmi, risparmiando questo lavoro all utente o al programma stesso. PROTEZIONE DELLA MEMORIA: è un particolare sistema il quale va a prevenire e a controllare l alterazione dei dati contenuti in memoria. La protezione della memoria molto spesso viene gestita via hardware (MMU) in collaborazione col S.O. che organizza i segmenti di memoria per tutti i processi. INTERFACCIA UTENTE: è un programma particolare che consente all utente di poter interagire con il sistema. Si dividono in due classi: interfacce a linee di comando e interfacce grafiche. SPOOLER DI STAMPA: fu il primo modulo esterno del S.O. ad essere ideato, è stato fatto per risolto per risolvere il problema della stampa su carta. È un programma che gira con priorità molto bassa e che non va in conflitto con gli altri programmi perché viene visto come una normale stampante. In realtà però lo spooler accumula i dati che un programma deve stampare in un preciso segmento di memoria RAM dopodichè si fa carico del processo di stampa e lascia gli altri programmi liberi di continuare la loro esecuzione. Col tempo il meccanismo non è cambiato a parte per il fatto che ora come ora si possono gestire più stampanti. Un programma che funga da S.O. viene scritto nella memoria rigida del sistema (come per esempio in una EPROM o in una ROM) perché è quella parte di memoria che anche se l alimentazione viene meno è capace di mantenere il suo contenuto. Detto ciò, solitamente si riservano gli indirizzi bassi alla ROM o alla EPROM e si lasciano quelli alti alla RAM. Nella ROM viene scritto un programma che deve essere in grado di gestire l I/O e tale programma viene scritto in maniera tale da trovarsi al primo indirizzo al quale il microprocessore effettua la sua prima fase di fetch. Questo programma consente al sistema di poter interloquire col mondo esterno e viene definito

4 programma di bootstrap. Questo programma ha il compito fondamentale di abilitare tutte le periferiche collegate al sistema e da il permesso a queste ultime di caricare ed eseguire in RAM dei programmi che consentono di poter colloquiare col sistema. Il sistema operativo dunque mette a disposizione dei sottoprogrammi che ci consentono di gestire tutto il sistema. Nel caso in cui si verifichi un evento che deve far elaborare qualcosa al sistema, il S.O. chiama un preciso sottoprogramma per svolgere quella funzione ed una volta terminata l elaborazione il comando ripassa in mano al S.O.. La peculiarità del sistema operativo è quella di non avere mai fine, difatti quando l utilizzatore non vuole utilizzare il sistema esso effettua sempre un giro infinito in attesa che qualcuno richieda di utilizzare il sistema. Detto ciò allora, si capisce che i sottoprogrammi lanciati dal S.O. non dovranno mai terminare con un istruzione HLT pena il blocco del sistema, bensì con un istruzione RET con la quale si consente al S.O. di riprendere il comando. Nel caso del mp0 le istruzioni ed i comandi sono molto limitati, difatti noi possiamo impartire al sistema sostanzialmente due tipologie di comandi: 1. comando inserimento dati in memoria: questo comando viene implementato se viene premuta la lettera M maiuscola. Impartendo questo comando ci è possibile variare il contenuto della memoria inserendo o i codici operativi delle varie istruzioni oppure dei dati. La sintassi del comando risulta essere la seguente: M <indirizzo> <dato> <dato> Dove: <indirizzo> rappresenta la locazione dove si vuole scrivere il primo dato. <dato> indica il dato che verrà scritto in memoria alla locazione che viene indicata da <indirizzo> e locazioni successive (l incremento è automatico). 2. comando di avvio programma: questo comando viene impartito se si preme la lettera V maiuscola e ci consente di eseguire i programmi che stanno scritti nella memoria che sono stati inseriti impartendo il comando M. la sintassi risulta essere la seguente: V <indirizzo> Dove: <indirizzo> rappresenta la prima locazione del programma che intendiamo lanciare. Inoltre è possibile eseguire dei sottoprogrammi in maniera nidificata, ovvero lanciando sottoprogrammi che partono da altri sottoprogrammi e che al loro termine lasciano che il programma precedentemente sospeso riprenda la sua esecuzione. Tutto questo è possibile da realizzare basta che al termine del programma l ultima istruzione non sia un HLT ma bensì un RET. Riportiamo qui sotto il listato del sistema operativo per mp0: Programma per l esecuzione del ciclo infinito: 0 LDA #28 scrivi l indirizzo in cui sono scritte le istruzioni POP e IRET nella locazione 7; 2 STA 7 abilita le interruzioni ed esegui il ciclo infinito. 4 EI 5 JMP 5

5 Sottoprogramma di gestione delle interruzioni: 8 IN $E0 leggi il dato scritto nella porta di ingresso di sistema dalla tastiera 10 ADD #$B3 somma -77 (che nel codice ASCII di M) 12 JZ 24 se risulta essere zero effettua un salto alla riga 24 oppure 14 ADD #$F7 somma -9 (ottenendo così -86, nonché il codice ASCII di V) 16 JZ 20 se risulta essere zero effettua un salto alla riga 20 oppure 16 JMP (7) esegui in maniera incondizionata una salto alla locazione specificata dalla locazione 7 (la prima volta è la locazione 28). 20 LDA #56 carica 56 (che è il primo indirizzo del programma che implementa il comando V). 22 JMP 26 salta incondizionatamente alla riga LDA #90 carica 90 (che è il primo indirizzo dove si trova il programma che esegue il comando M). 26 STA 7 e scrivilo nella locazione 7 28 POP recupera il contenuto dell ACC dopodichè 29 IRET rientra dall interruzione. Sottoprogramma di conversione di un numero a 2 cifre: 34 CALL 72 questo è un sottoprogramma che esegue la conversione di un dato 36 JN 31 numerico letto dalla tastiera sotto forma di codice ASCII; 38 SHL il dato una volta convertito viene scritto nella locazione SHL 40 SHL 41 SHL 42 STA CALL CALL JN OR STA RET Sottoprogramma di esecuzione del comando V: esecuzione di un programma 56 ADD #86 ripristina il valore della prima cifra letta. 58 CALL 34 chiama il sottoprogramma di conversione. 60 EI abilita le interruzioni e chiama il programma che si trova all indirizzo 61 CALL (33) specificato dall utente. 63 POP quando questo programma termina ripristina il contenuto dell ACC 64 IRET e torna dall interruzione. Sottoprogramma di lettura seconda cifra da tastiera: 65 IN $E2 leggi il flag della tastiera e attendi fino a che non viene scritto 67 JZ 65 un altro carattere. 69 IN $E0 leggi il carattere e ritorna 71 RET questo sottoprogramma viene lanciato dal sottoprogramma di conversione

6 Sottoprogramma di conversione di una cifra: 72 ADD #$C7 74 JP ADD #9 78 RET 79 ADD #$F3 81 JP ADD #15 85 RET 86 LDA #$FF 88 RET Sottoprogramma che implementa il comando M: lettura dell indirizzo dove inserire i dati: 90 ADD #86 ripristina il valore della prima cifra letta. 92 CALL 34 chiama il sottoprogramma di conversione 94 LDA 33 carica in ACC il valore letto e convertito dopodichè 96 STA 89 salvalo nella locazione LDA #104 carica l indirizzo della seconda parte di sottoprogramma che implementa 100 STA 7 il comando M e salvalo nella locazione 7. infine recupera il contenuto 102 POP dell ACC e ritorna dall interruzione. 103 IRET Seconda parte del sottoprogramma che implementa il comando M: lettura dati ed inserimento in memoria: 104 ADD #86 ripristina il valore della prima cifra letta 106 CALL 34 chiama il sottoprogramma di conversione 108 LDA 33 carica il valore letto e convertito (<dato>) e 110 STA (89) scrivilo all indirizzo specificato dalla locazione LDA 89 carica il contenuto della locazione 89 e poi incrementalo di ADD #1 116 STA 89 infine riscrivilo nella locazione 89 (<indirizzo>) 118 POP poi ripristina il contenuto dell ACC e 119 IRET rientra dall interruzione. 128 PUSH si arriva qui dopo che il sistema ha subito un interruzione: 129 IN $E2 salva il contenuto dell ACC. Leggi il flag di tastiera 131 AND #$01 maschera tutti i bit meno che l LSB 133 JP 8 nel caso n cui sia diverso da zero gestisci l interruzione saltando alla 135 POP locazione 8. oppure ripristina il contenuto dell ACC e rientra 136 RET dall interruzione. Provando questo programma con l applicativo MICRO.exe ne abbiamo provato l efficacia, il diagramma di flusso è descritto in fig.1.

7 CONSIDERAZIONI Non sono stati riscontrati problemi nel corso di questa esperienza ed il resto è stato svolto correttamente.

Il Sistema Operativo (1)

Il Sistema Operativo (1) E il software fondamentale del computer, gestisce tutto il suo funzionamento e crea un interfaccia con l utente. Le sue funzioni principali sono: Il Sistema Operativo (1) La gestione dell unità centrale

Dettagli

Ing. Paolo Domenici PREFAZIONE

Ing. Paolo Domenici PREFAZIONE Ing. Paolo Domenici SISTEMI A MICROPROCESSORE PREFAZIONE Il corso ha lo scopo di fornire i concetti fondamentali dei sistemi a microprocessore in modo semplice e interattivo. È costituito da una parte

Dettagli

Funzioni del Sistema Operativo

Funzioni del Sistema Operativo Il Software I componenti fisici del calcolatore (unità centrale e periferiche) costituiscono il cosiddetto Hardware (ferramenta). La struttura del calcolatore può essere schematizzata come una serie di

Dettagli

Introduzione ai Sistemi Operativi

Introduzione ai Sistemi Operativi Introduzione ai Sistemi Operativi Sistema Operativo Software! Applicazioni! Sistema Operativo! È il livello di SW con cui! interagisce l utente! e comprende! programmi quali :! Compilatori! Editori di

Dettagli

Sistemi Operativi (modulo di Informatica II) Sottosistema di I/O

Sistemi Operativi (modulo di Informatica II) Sottosistema di I/O Sistemi Operativi (modulo di Informatica II) Sottosistema di I/O Patrizia Scandurra Università degli Studi di Bergamo a.a. 2009-10 Sommario L hardware di I/O Struttura Interazione tra computer e controllori

Dettagli

Sistemi Operativi: avvio

Sistemi Operativi: avvio Sistemi Operativi: avvio All avvio del computer, terminate le verifiche del BIOS, il controllo passa al sistema operativo. Il Sistema Operativo opera come intermediario tra l hardware del sistema e uno

Dettagli

Infrastrutture Software

Infrastrutture Software Infrastrutture Software I componenti fisici di un sistema informatico sono resi accessibili agli utenti attraverso un complesso di strumenti software finalizzati all utilizzo dell architettura. Si tratta

Dettagli

Il Sistema Operativo. C. Marrocco. Università degli Studi di Cassino

Il Sistema Operativo. C. Marrocco. Università degli Studi di Cassino Il Sistema Operativo Il Sistema Operativo è uno strato software che: opera direttamente sull hardware; isola dai dettagli dell architettura hardware; fornisce un insieme di funzionalità di alto livello.

Dettagli

Il sistema operativo

Il sistema operativo Il sistema operativo Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria Università degli Studi di Brescia Docente: Massimiliano Giacomin Cos è un Sistema Operativo? Per capirlo, immaginiamo inizialmente

Dettagli

HARDWARE. Relazione di Informatica

HARDWARE. Relazione di Informatica Michele Venditti 2 D 05/12/11 Relazione di Informatica HARDWARE Con Hardware s intende l insieme delle parti solide o ( materiali ) del computer, per esempio : monitor, tastiera, mouse, scheda madre. -

Dettagli

Architettura di un sistema di calcolo

Architettura di un sistema di calcolo Richiami sulla struttura dei sistemi di calcolo Gestione delle Interruzioni Gestione della comunicazione fra processore e dispositivi periferici Gerarchia di memoria Protezione. 2.1 Architettura di un

Dettagli

Il Sistema Operativo. Funzionalità. Sistema operativo. Sistema Operativo (Software di base)

Il Sistema Operativo. Funzionalità. Sistema operativo. Sistema Operativo (Software di base) Sistema Operativo (Software di base) Il Sistema Operativo Il sistema operativo è un insieme di programmi che opera sul livello macchina e offre funzionalità di alto livello Es.organizzazione dei dati attraverso

Dettagli

Capitolo 3: Strutture dei sistemi operativi

Capitolo 3: Strutture dei sistemi operativi Capitolo 3: Strutture dei sistemi operativi Componenti del sistema Servizi di un sistema operativo Chiamate del sistema Programmi di sistema Struttura del sistema Macchine virtuali Progettazione e realizzazione

Dettagli

ISTVAS Ancona Introduzione ai sistemi operativi Tecnologie Informatiche

ISTVAS Ancona Introduzione ai sistemi operativi Tecnologie Informatiche ISTVAS Ancona Introduzione ai sistemi operativi Tecnologie Informatiche Sommario Definizione di S. O. Attività del S. O. Struttura del S. O. Il gestore dei processi: lo scheduler Sistemi Mono-Tasking e

Dettagli

Le Infrastrutture Software ed il Sistema Operativo

Le Infrastrutture Software ed il Sistema Operativo Le Infrastrutture Software ed il Sistema Operativo Corso di Informatica CdL: Chimica Claudia d'amato claudia.damato@di.uniba.it Il Sistema Operativo (S0) (Inf.) E' l'insieme dei programmi che consentono

Dettagli

CAPITOLO 1 I SISTEMI OPERATIVI

CAPITOLO 1 I SISTEMI OPERATIVI CAPITOLO 1 I SISTEMI OPERATIVI Introduzione ai sistemi operativi pag. 3 La shell pag. 3 Tipi di sistemi operativi pag. 4 I servizi del sistema operativo pag. 4 La gestione dei file e il file system Il

Dettagli

Introduzione ai sistemi operativi

Introduzione ai sistemi operativi Introduzione ai sistemi operativi Che cos è un S.O.? Shell Utente Utente 1 2 Utente N Window Compilatori Assembler Editor.. DB SOFTWARE APPLICATIVO System calls SISTEMA OPERATIVO HARDWARE Funzioni di un

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca.

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Lezione 3 Martedì 15-10-2013 1 Struttura ed organizzazione software dei sistemi

Dettagli

Un sistema operativo è un insieme di programmi che consentono ad un utente di

Un sistema operativo è un insieme di programmi che consentono ad un utente di INTRODUZIONE AI SISTEMI OPERATIVI 1 Alcune definizioni 1 Sistema dedicato: 1 Sistema batch o a lotti: 2 Sistemi time sharing: 2 Sistema multiprogrammato: 3 Processo e programma 3 Risorse: 3 Spazio degli

Dettagli

In un modello a strati il SO si pone come un guscio (shell) tra la macchina reale (HW) e le applicazioni 1 :

In un modello a strati il SO si pone come un guscio (shell) tra la macchina reale (HW) e le applicazioni 1 : Un Sistema Operativo è un insieme complesso di programmi che, interagendo tra loro, devono svolgere una serie di funzioni per gestire il comportamento del computer e per agire come intermediario consentendo

Dettagli

MACCHINA DI VON NEUMANN

MACCHINA DI VON NEUMANN I seguenti appunti non hanno la pretesa di essere esaustivi, ma hanno l unico scopo di illustrare in modo schematico i concetti necessari allo sviluppo del programma di Informatica della 1D del Liceo Scientifico

Dettagli

Il software. la parte contro cui si può solo imprecare. Il software

Il software. la parte contro cui si può solo imprecare. Il software Il software la parte contro cui si può solo imprecare Il software L hardware da solo non è sufficiente per il funzionamento dell elaboratore ma è necessario introdurre il software ovvero un insieme di

Dettagli

Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Lezione 2

Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Lezione 2 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Lezione 2 Giovedì 10-10-2013 1 Sistemi a partizione di tempo (time-sharing) I

Dettagli

Il sistema di I/O. Hardware di I/O Interfacce di I/O Software di I/O. Introduzione

Il sistema di I/O. Hardware di I/O Interfacce di I/O Software di I/O. Introduzione Il sistema di I/O Hardware di I/O Interfacce di I/O Software di I/O Introduzione 1 Sotto-sistema di I/O Insieme di metodi per controllare i dispositivi di I/O Obiettivo: Fornire ai processi utente un interfaccia

Dettagli

Il software impiegato su un computer si distingue in: Sistema Operativo Compilatori per produrre programmi

Il software impiegato su un computer si distingue in: Sistema Operativo Compilatori per produrre programmi Il Software Il software impiegato su un computer si distingue in: Software di sistema Sistema Operativo Compilatori per produrre programmi Software applicativo Elaborazione testi Fogli elettronici Basi

Dettagli

NozionidiBase di Informatica

NozionidiBase di Informatica Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM.FF.NN. Corso di Laurea in Informatica NozionidiBase di Informatica Roberto Alfieri Giulio Destri Nozioni Base di Informatica - 1 R. Alfieri e G. Destri

Dettagli

La gestione di un calcolatore. Sistemi Operativi primo modulo Introduzione. Sistema operativo (2) Sistema operativo (1)

La gestione di un calcolatore. Sistemi Operativi primo modulo Introduzione. Sistema operativo (2) Sistema operativo (1) La gestione di un calcolatore Sistemi Operativi primo modulo Introduzione Augusto Celentano Università Ca Foscari Venezia Corso di Laurea in Informatica Un calcolatore (sistema di elaborazione) è un sistema

Dettagli

1.2.1.1 DEFINIZIONE DI SOFTWARE

1.2.1.1 DEFINIZIONE DI SOFTWARE Software 1.2 1.2.1.1 DEFINIZIONE DI SOFTWARE Il computer non è in grado di svolgere alcun compito autonomamente Esso può eseguire svariati compiti soltanto se viene opportunamente istruito Ciò avviene

Dettagli

Fondamenti di Informatica: Sistemi Operativi 1. Introduzione

Fondamenti di Informatica: Sistemi Operativi 1. Introduzione Introduzione Fondamenti di Informatica: Sistemi Operativi 1 Elaboratori necessitano di SOFTWARE SOFTWARE DI SISTEMA (SISTEMI OPERATIVI): fanno funzionare le varie componenti del computer e permettono all

Dettagli

01/05/2014. Dalla precedente lezione. Ruolo dei sistemi operativi. Esecuzione dei programmi

01/05/2014. Dalla precedente lezione. Ruolo dei sistemi operativi. Esecuzione dei programmi Marco Lapegna Laboratorio di Programmazione Dalla precedente lezione 6. I sistemi operativi LABORATORIO DI PROGRAMMAZIONE Corso di laurea in matematica I Sistemi Operativi Il linguaggi di programmazione

Dettagli

CAPITOLO 5 - Sistemi Operativi Moderni

CAPITOLO 5 - Sistemi Operativi Moderni CAPITOLO 5 - Sistemi Operativi Moderni PRESENTAZIONE DI INSIEME Vedremo ora come si è evoluta nel tempo la struttura di un sistema operativo, per passare dalle vecchie strutture di tipo normalmente modulari,

Dettagli

Con il termine Sistema operativo si fa riferimento all insieme dei moduli software di un sistema di elaborazione dati dedicati alla sua gestione.

Con il termine Sistema operativo si fa riferimento all insieme dei moduli software di un sistema di elaborazione dati dedicati alla sua gestione. Con il termine Sistema operativo si fa riferimento all insieme dei moduli software di un sistema di elaborazione dati dedicati alla sua gestione. Compito fondamentale di un S.O. è infatti la gestione dell

Dettagli

INTERFACCIAMENTO INPUT-OUTPUT, GESTIONE DELLE INTERRUZIONI E GESTIONE DELLE PERIFERICHE

INTERFACCIAMENTO INPUT-OUTPUT, GESTIONE DELLE INTERRUZIONI E GESTIONE DELLE PERIFERICHE INTERFACCIAMENTO INPUT-OUTPUT, GESTIONE DELLE INTERRUZIONI E GESTIONE DELLE PERIFERICHE IV a EL. Analisi delle strutture di interfacciamento per ingressi ed uscite, analisi dei segnali di interruzione,

Dettagli

Come funziona un sistema di elaborazione

Come funziona un sistema di elaborazione Introduzione Cosa è un Sistema Sste aoperativo? Come funziona un sistema di elaborazione Proprietà dei Sistemi Operativi Storia dei Sistemi di Elaborazione Sistemi Mainframe Sistemi Desktop Sistemi i Multiprocessori

Dettagli

uomo Software (sistema operativo) hardware

uomo Software (sistema operativo) hardware uomo Software (sistema operativo) hardware 1 Sistema operativo Insieme di programmi che svolgono funzioni essenziali per l uso del sistema di elaborazione Questi programmi sono i primi ad essere eseguiti

Dettagli

Lezione 4 La Struttura dei Sistemi Operativi. Introduzione

Lezione 4 La Struttura dei Sistemi Operativi. Introduzione Lezione 4 La Struttura dei Sistemi Operativi Introduzione Funzionamento di un SO La Struttura di un SO Sistemi Operativi con Struttura Monolitica Progettazione a Livelli di un SO 4.2 1 Introduzione (cont.)

Dettagli

Programmazione modulare 2012-2013

Programmazione modulare 2012-2013 Programmazione modulare 2012-2013 Indirizzo: Informatica Abacus Disciplina: SISTEMI DI ELABORAZIONE E TRASMISSIONE DELLE INFORMAZIONI Classe: A e B Docenti: Buscemi Letizia Ore settimanali previste: 5

Dettagli

Quaderni di formazione Nuova Informatica

Quaderni di formazione Nuova Informatica Quaderni di formazione Nuova Informatica Airone versione 6 - Funzioni di Utilità e di Impostazione Copyright 1995,2001 Nuova Informatica S.r.l. - Corso del Popolo 411 - Rovigo Introduzione Airone Versione

Dettagli

IL SOFTWARE TIPI DI SOFTWARE. MACCHINE VIRTUALI Vengono definite così perché sono SIMULATE DAL SOFTWARE, UNIFORMANO L ACCESSO SISTEMA OPERATIVO

IL SOFTWARE TIPI DI SOFTWARE. MACCHINE VIRTUALI Vengono definite così perché sono SIMULATE DAL SOFTWARE, UNIFORMANO L ACCESSO SISTEMA OPERATIVO IL SOFTWARE L HARDWARE da solo non è sufficiente a far funzionare un computer Servono dei PROGRAMMI (SOFTWARE) per: o Far interagire, mettere in comunicazione, le varie componenti hardware tra loro o Sfruttare

Dettagli

Il sistema operativo. Sistema operativo. Multiprogrammazione. Il sistema operativo. Gestione della CPU

Il sistema operativo. Sistema operativo. Multiprogrammazione. Il sistema operativo. Gestione della CPU Il sistema operativo Sistema operativo Gestione della CPU Primi elaboratori: Monoprogrammati: un solo programma in memoria centrale Privi di sistema operativo Gestione dell hardware da parte degli utenti

Dettagli

GLI ARCHIVI DI DATI. File Un File è una sequenza di informazioni che costituisce una unità logica. Un file è un un contenitore di di informazioni

GLI ARCHIVI DI DATI. File Un File è una sequenza di informazioni che costituisce una unità logica. Un file è un un contenitore di di informazioni GLI ARCHIVI DI DATI File Un File è una sequenza di informazioni che costituisce una unità logica. Un file è un un contenitore di di informazioni» Un file può contenere un testo» Un file può contenere la

Dettagli

Sistemi operativi. Esempi di sistemi operativi

Sistemi operativi. Esempi di sistemi operativi Sistemi operativi Un sistema operativo è un programma che facilita la gestione di un computer Si occupa della gestione di tutto il sistema permettendo l interazione con l utente In particolare un sistema

Dettagli

Sistemi Operativi STRUTTURA DEI SISTEMI OPERATIVI 3.1. Sistemi Operativi. D. Talia - UNICAL

Sistemi Operativi STRUTTURA DEI SISTEMI OPERATIVI 3.1. Sistemi Operativi. D. Talia - UNICAL STRUTTURA DEI SISTEMI OPERATIVI 3.1 Struttura dei Componenti Servizi di un sistema operativo System Call Programmi di sistema Struttura del sistema operativo Macchine virtuali Progettazione e Realizzazione

Dettagli

Architettura di un calcolatore

Architettura di un calcolatore 2009-2010 Ingegneria Aerospaziale Prof. A. Palomba - Elementi di Informatica (E-Z) 7 Architettura di un calcolatore Lez. 7 1 Modello di Von Neumann Il termine modello di Von Neumann (o macchina di Von

Dettagli

Dispensa di Informatica I.1

Dispensa di Informatica I.1 IL COMPUTER: CONCETTI GENERALI Il Computer (o elaboratore) è un insieme di dispositivi di diversa natura in grado di acquisire dall'esterno dati e algoritmi e produrre in uscita i risultati dell'elaborazione.

Dettagli

Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione (TIC) IPSIA San Benedetto del Tronto (AP)

Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione (TIC) IPSIA San Benedetto del Tronto (AP) Le diverse componenti HARDWARE, pur opportunamente connesse ed alimentate dalla corrette elettrica, non sono in grado, di per sé, di elaborare, trasformare e trasmettere le informazioni. Per il funzionamento

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2015-16. Pietro Frasca.

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2015-16. Pietro Frasca. Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2015-16 Pietro Frasca Lezione 15 Martedì 24-11-2015 Struttura logica del sottosistema di I/O Processi

Dettagli

Il Software... A.A. 2013-14 Informatica 96

Il Software... A.A. 2013-14 Informatica 96 Il Software... A.A. 2013-14 Informatica 96 Il software L hardware non è direttamente utilizzabile Sono necessari dei programmi per far svolgere delle funzioni all insieme di circuiti Informatica 97 Il

Dettagli

STRUTTURE DEI SISTEMI DI CALCOLO

STRUTTURE DEI SISTEMI DI CALCOLO STRUTTURE DEI SISTEMI DI CALCOLO 2.1 Strutture dei sistemi di calcolo Funzionamento Struttura dell I/O Struttura della memoria Gerarchia delle memorie Protezione Hardware Architettura di un generico sistema

Dettagli

Lezione 5: Software. Firmware Sistema Operativo. Introduzione all'informatica - corso E

Lezione 5: Software. Firmware Sistema Operativo. Introduzione all'informatica - corso E Lezione 5: Software Firmware Sistema Operativo Architettura del Calcolatore La prima decomposizione di un calcolatore è relativa a due macrocomponenti: Hardware e Software Firmware: strato di (micro-)programmi

Dettagli

Sistemi Operativi. Modulo 2. C. Marrocco. Università degli Studi di Cassino

Sistemi Operativi. Modulo 2. C. Marrocco. Università degli Studi di Cassino Sistemi Operativi Modulo 2 Schema di un Sistema di Calcolo Programmi Dati di Input Calcolatore Dati di output Modello di von Neumann Bus di sistema CPU Memoria Centrale Memoria di Massa Interfaccia Periferica

Dettagli

Il calcolatore elettronico. Parte dei lucidi sono stati gentilmente forniti dal Prof. Beraldi

Il calcolatore elettronico. Parte dei lucidi sono stati gentilmente forniti dal Prof. Beraldi Il calcolatore elettronico Parte dei lucidi sono stati gentilmente forniti dal Prof. Beraldi Introduzione Un calcolatore elettronico è un sistema elettronico digitale programmabile Sistema: composto da

Dettagli

Sistemi Operativi Kernel

Sistemi Operativi Kernel Approfondimento Sistemi Operativi Kernel Kernel del Sistema Operativo Kernel (nocciolo, nucleo) Contiene i programmi per la gestione delle funzioni base del calcolatore Kernel suddiviso in moduli. Ogni

Dettagli

INTERFACCIA UTENTE----------------------------------------------------------------------------------------------------

INTERFACCIA UTENTE---------------------------------------------------------------------------------------------------- IL FILE SYSTEM PROF. ANTONIO TUFANO Indice 1 FILE SYSTEM ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------ 3 1.1. CARATTERISTICHE E STORIA

Dettagli

memoria virtuale protezione

memoria virtuale protezione Memoria Virtuale Le memorie cache forniscono un accesso veloce ai blocchi di memoria usati più di recente La memoria virtuale fornisce un accesso veloce ai dati sulle memorie di massa usati più di recente.

Dettagli

ASPETTI GENERALI DI LINUX. Parte 2 Struttura interna del sistema LINUX

ASPETTI GENERALI DI LINUX. Parte 2 Struttura interna del sistema LINUX Parte 2 Struttura interna del sistema LINUX 76 4. ASPETTI GENERALI DEL SISTEMA OPERATIVO LINUX La funzione generale svolta da un Sistema Operativo può essere definita come la gestione dell Hardware orientata

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica CdLS in Odontoiatria e Protesi Dentarie Corso di Informatica Prof. Crescenzio Gallo crescenzio.gallo@unifg.it Funzioni dei Sistemi Operativi!2 Le funzioni principali del SO Gestire le risorse dell elaboratore

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Il Sistema Operativo Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela Fogli Cos

Dettagli

MODULO 1. 1.1 Il personal computer. ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale

MODULO 1. 1.1 Il personal computer. ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale MODULO 1 1.1 Il personal computer ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale 1.1 Il personal computer Il PC Hardware e software Classificazioni del software Relazione tra

Dettagli

Calcolo numerico e programmazione. Sistemi operativi

Calcolo numerico e programmazione. Sistemi operativi Calcolo numerico e programmazione Sistemi operativi Tullio Facchinetti 25 maggio 2012 13:47 http://robot.unipv.it/toolleeo Sistemi operativi insieme di programmi che rendono

Dettagli

CAP. 4: Aspetti generali del Sistema Operativo Linux. l http://home.dei.polimi.it/silvano/acso.htm

CAP. 4: Aspetti generali del Sistema Operativo Linux. l http://home.dei.polimi.it/silvano/acso.htm Struttura interna del sistema Operativo Linux CAP. 4: Aspetti generali del Sistema Operativo Linux CAP. 5: Funzionalità del calcolatore l http://home.dei.polimi.it/silvano/acso.htm Funzionalità del Sistema

Dettagli

Software di sistema e software applicativo. I programmi che fanno funzionare il computer e quelli che gli permettono di svolgere attività specifiche

Software di sistema e software applicativo. I programmi che fanno funzionare il computer e quelli che gli permettono di svolgere attività specifiche Software di sistema e software applicativo I programmi che fanno funzionare il computer e quelli che gli permettono di svolgere attività specifiche Software soft ware soffice componente è la parte logica

Dettagli

Definizione di processo. Un processo è un programma (o una parte di una programma) in corso di esecuzione

Definizione di processo. Un processo è un programma (o una parte di una programma) in corso di esecuzione SISTEMI OPERATIVI (parte prima - gestione dei processi) Tra i compiti di un sistema operativo sicuramente troviamo i seguenti: Gestione dei processi Gestione della memoria Gestione del file-system Ci occuperemo

Dettagli

Il computer: primi elementi

Il computer: primi elementi Il computer: primi elementi Tommaso Motta T. Motta Il computer: primi elementi 1 Informazioni Computer = mezzo per memorizzare, elaborare, comunicare e trasmettere le informazioni Tutte le informazioni

Dettagli

Virtualizzazione delle Periferiche. Corso di Sistemi Operativi

Virtualizzazione delle Periferiche. Corso di Sistemi Operativi Virtualizzazione delle Periferiche Corso di Sistemi Operativi Introduzione Una delle funzioni principali di un SO è di controllare tutte le periferiche connesse al PC SO deve: comandare i dispositivi ascoltare

Dettagli

Evoluzione dei sistemi operativi (5) Evoluzione dei sistemi operativi (4) Classificazione dei sistemi operativi

Evoluzione dei sistemi operativi (5) Evoluzione dei sistemi operativi (4) Classificazione dei sistemi operativi Evoluzione dei sistemi operativi (4) Sistemi multiprogrammati! più programmi sono caricati in contemporaneamente, e l elaborazione passa periodicamente dall uno all altro Evoluzione dei sistemi operativi

Dettagli

Sistemi di Elaborazioni delle Informazioni I

Sistemi di Elaborazioni delle Informazioni I Sistemi di Elaborazioni delle Informazioni I Docente: Marco Aldinucci aldinuc@di.unito.it http://www.di.unito.it/~aldinuc Ricevimento: Su appuntamento Esercitatore: Fabio Tordini tordini@di.unito.it 1

Dettagli

Classificazione del software

Classificazione del software Classificazione del software Classificazione dei software Sulla base del loro utilizzo, i programmi si distinguono in: SOFTWARE Sistema operativo Software applicativo Sistema operativo: una definizione

Dettagli

Software di base. Corso di Fondamenti di Informatica

Software di base. Corso di Fondamenti di Informatica Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Software di base Corso di Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Informatica (Canale di Ingegneria delle Reti

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Sistemi Operativi Francesco Fontanella Complessità del Software Software applicativo Software di sistema Sistema Operativo Hardware 2 La struttura del

Dettagli

Software relazione. Software di base Software applicativo. Hardware. Bios. Sistema operativo. Programmi applicativi

Software relazione. Software di base Software applicativo. Hardware. Bios. Sistema operativo. Programmi applicativi Software relazione Hardware Software di base Software applicativo Bios Sistema operativo Programmi applicativi Software di base Sistema operativo Bios Utility di sistema software Software applicativo Programmi

Dettagli

Introduzione alle tecnologie informatiche. Strumenti mentali per il futuro

Introduzione alle tecnologie informatiche. Strumenti mentali per il futuro Introduzione alle tecnologie informatiche Strumenti mentali per il futuro Panoramica Affronteremo i seguenti argomenti. I vari tipi di computer e il loro uso Il funzionamento dei computer Il futuro delle

Dettagli

INFORMATICA. Il Sistema Operativo. di Roberta Molinari

INFORMATICA. Il Sistema Operativo. di Roberta Molinari INFORMATICA Il Sistema Operativo di Roberta Molinari Il Sistema Operativo un po di definizioni Elaborazione: trattamento di di informazioni acquisite dall esterno per per restituire un un risultato Processore:

Dettagli

Sistema Operativo. Fondamenti di Informatica 1. Il Sistema Operativo

Sistema Operativo. Fondamenti di Informatica 1. Il Sistema Operativo Sistema Operativo Fondamenti di Informatica 1 Il Sistema Operativo Il Sistema Operativo (S.O.) è un insieme di programmi interagenti che consente agli utenti e ai programmi applicativi di utilizzare al

Dettagli

CAP. 6: Nucleo del sistema operativo (La gestione dei processi)

CAP. 6: Nucleo del sistema operativo (La gestione dei processi) Struttura interna del sistema operativo Linux CAP. 6: Nucleo del sistema operativo (La gestione dei processi) Architettura del sistema operativo shell Programmi utente Modo utente Interfaccia delle chiamate

Dettagli

I processi. Un processo è una attività, controllata da un programma, che si svolge su un processore.

I processi. Un processo è una attività, controllata da un programma, che si svolge su un processore. I processi Cos è un processo? Un processo è una attività, controllata da un programma, che si svolge su un processore. Il programma è una entità statica che descrive la sequenza di istruzioni che devono

Dettagli

Capitolo 1: Introduzione

Capitolo 1: Introduzione Capitolo 1: ntroduzione Che cos è un sistema operativo? Sistemi mainframe. Sistemi desktop. Sistemi multiprocessore. Sistemi distribuiti. Sistemi cluster. Sistemi in tempo reale. Sistemi palmari. Migrazione

Dettagli

TEORIA DEI SISTEMI OPERATIVI

TEORIA DEI SISTEMI OPERATIVI TEORIA DEI SISTEMI OPERATIVI Classificazione dei sistemi operativi (Sistemi dedicati, Sistemi batch, Sistemi interattivi multiutente) CLASSIFICAZIONE DEI SISTEMI OPERATIVI Le tre principali configurazioni

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica Modulo L2 1.1-Introduzione 1 Prerequisiti Concetto intuitivo di applicazione per computer Uso pratico elementare di un sistema operativo 2 1 Introduzione Uno dei compiti di un sistema

Dettagli

1. I dispositivi periferici

1. I dispositivi periferici La gestione dell I/O 1. I dispositivi periferici Un ulteriore aspetto fondamentale del SO è la gestione dei dispositivi periferici (periferiche) Dal punto di vista del sistema operativo per periferiche

Dettagli

1) Introduzione ai sistemi operativi (O.S.=operative system)

1) Introduzione ai sistemi operativi (O.S.=operative system) 1) Introduzione ai sistemi operativi (O.S.=operative system) Sistema Operativo: è un componente del software di base di un computer che gestisce le risorse hardware e software, fornendo al tempo stesso

Dettagli

Informatica di Base - 6 c.f.u.

Informatica di Base - 6 c.f.u. Università degli Studi di Palermo Dipartimento di Ingegneria Informatica Informatica di Base - 6 c.f.u. Anno Accademico 2007/2008 Docente: ing. Salvatore Sorce Il Sistema Operativo Gerarchia del software

Dettagli

Il Sistema Operativo

Il Sistema Operativo Il Sistema Operativo Il Sistema Operativo Il Sistema Operativo (S.O.) è un insieme di programmi interagenti che consente agli utenti e ai programmi applicativi di utilizzare al meglio le risorse del Sistema

Dettagli

Software che sovrintende al funzionamento del computer eseguendo compiti diversi:

Software che sovrintende al funzionamento del computer eseguendo compiti diversi: Sistema Operativo dispensa a cura di Alessandro Bellini Software che sovrintende al funzionamento del computer eseguendo compiti diversi: 1. Gestire interazione utente macchina 2. Fornire un interfaccia

Dettagli

1 Processo, risorsa, richiesta, assegnazione 2 Concorrenza 3 Grafo di Holt 4 Thread 5 Sincronizzazione tra processi

1 Processo, risorsa, richiesta, assegnazione 2 Concorrenza 3 Grafo di Holt 4 Thread 5 Sincronizzazione tra processi 1 Processo, risorsa, richiesta, assegnazione 2 Concorrenza 3 Grafo di Holt 4 Thread 5 Sincronizzazione tra processi Il processo E' un programma in esecuzione Tipi di processo Stati di un processo 1 indipendenti

Dettagli

Sistemi Operativi. Introduzione UNICAL. Facoltà di Ingegneria. Domenico Talia A.A. 2002-2003

Sistemi Operativi. Introduzione UNICAL. Facoltà di Ingegneria. Domenico Talia A.A. 2002-2003 Domenico Talia Facoltà di Ingegneria UNICAL A.A. 2002-2003 1.1 Introduzione Presentazione del corso Cosa è un Sistema Operativo? Sistemi Mainframe Sistemi Desktop Sistemi Multiprocessori Sistemi Distribuiti

Dettagli

Corso base per l uso del computer. Corso organizzato da:

Corso base per l uso del computer. Corso organizzato da: Corso base per l uso del computer Corso organizzato da: S Programma del Corso Ing. Roberto Aiello www.robertoaiello.net info@robertoaiello.net +39 334.95.75.404 S S Informatica S Cos è un Computer Il personal

Dettagli

1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante

1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante CONOSCENZE DI INFORMATICA 1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante 2) Una memoria in sola lettura con la particolarità di essere cancellata in particolari condizioni è detta:

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Sistemi Operativi a.a. 2010/2011 Francesco Fontanella Il Sistema Operativo Sistema Operativo 2 Il Sistema Operativo Il Sistema Operativo è uno strato

Dettagli

Informatica - A.A. 2010/11

Informatica - A.A. 2010/11 Ripasso lezione precedente Facoltà di Medicina Veterinaria Corso di laurea in Tutela e benessere animale Corso Integrato: Matematica, Statistica e Informatica Modulo: Informatica Esercizio: Convertire

Dettagli

Sistemi Operativi UNICAL. Facoltà di Ingegneria. Domenico Talia A.A. 2002-2003 1.1. Sistemi Operativi. D. Talia - UNICAL

Sistemi Operativi UNICAL. Facoltà di Ingegneria. Domenico Talia A.A. 2002-2003 1.1. Sistemi Operativi. D. Talia - UNICAL Domenico Talia Facoltà di Ingegneria UNICAL A.A. 2002-2003 1.1 Introduzione Presentazione del corso Cosa è un Sistema Operativo? Sistemi Mainframe Sistemi Desktop Sistemi Multiprocessori Sistemi Distribuiti

Dettagli

Sistemi Operativi II Corso di Laurea in Ingegneria Informatica

Sistemi Operativi II Corso di Laurea in Ingegneria Informatica www.dis.uniroma1.it/~midlab Sistemi Operativi II Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Prof. Roberto Baldoni Complementi: Buffer I/O Gestione dei buffer e I/O scheduling: 1. Richiami sulle tecniche

Dettagli

Lezioni frontali e/o multimediali. Lezioni frontali e/o

Lezioni frontali e/o multimediali. Lezioni frontali e/o Istituto Istruzione Superiore di baronissi ind. tecnico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI Tecnologie e Progettazione di Sistemi Informatici e di Telecomunicazioni Articolazione: Informatica Anno scolastico 2012-2013

Dettagli

Il SOFTWARE DI BASE (o SOFTWARE DI SISTEMA)

Il SOFTWARE DI BASE (o SOFTWARE DI SISTEMA) Il software Software Il software Il software è la sequenza di istruzioni che permettono ai computer di svolgere i loro compiti ed è quindi necessario per il funzionamento del calcolatore. Il software può

Dettagli

INDICE PROGRAMMA CORSO

INDICE PROGRAMMA CORSO INDICE PROGRAMMA CORSO PRIMA LEZIONE: Componenti di un computer: Hardware, Software e caratteristiche delle periferiche. SECONDA LEZIONE: Elementi principali dello schermo di Windows: Desktop, Icone, Mouse,

Dettagli

Introduzione al sistema operativo. Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese

Introduzione al sistema operativo. Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese Introduzione al sistema operativo Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese Che cos è un sistema operativo Alcuni anni fa un sistema operativo era definito come: Il software necessario a controllare

Dettagli

Informatica e Bioinformatica: Sistemi Operativi

Informatica e Bioinformatica: Sistemi Operativi Informatica e Bioinformatica: Sistemi Operativi 11 marzo 2013 Macchina Hardware/Software Sistema Operativo Macchina Hardware La macchina hardware corrisponde alle componenti fisiche del calcolatore (quelle

Dettagli

CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08

CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08 CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08 Il Sistema Operativo Architettura del Software Software = insieme (complesso) di programmi. Organizzazione a strati, ciascuno con funzionalità di livello più

Dettagli

TITLE Sistemi Operativi 1

TITLE Sistemi Operativi 1 TITLE Sistemi Operativi 1 Cos'è un sistema operativo Definizione: Un sistema operativo è un programma che controlla l'esecuzione di programmi applicativi e agisce come interfaccia tra le applicazioni e

Dettagli

Architettura di un sistema operativo

Architettura di un sistema operativo Architettura di un sistema operativo Dipartimento di Informatica Università di Verona, Italy Struttura di un S.O. Sistemi monolitici Sistemi a struttura semplice Sistemi a livelli Virtual Machine Sistemi

Dettagli