La misurazione degli investimenti nel turismo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La misurazione degli investimenti nel turismo"

Transcript

1 OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE Novembre 2013 A cura di

2 Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine rilevazione: ottobre 2013 Casi: 352 Periodo di riferimento: 2013 Pagina 2 di 25

3 Sommario Premessa... 4 Fenomeni Le imprese della filiera turistica Gli investimenti nel Gli investimenti previsti per il Le scelte negli investimenti La crisi economica Nota metodologica Periodo di riferimento: 2013 Pagina 3 di 25

4 Premessa L indagine prosegue il percorso di studio già avviato nel progetto di Osservatorio del 2012 sulla misurazione del volume degli investimenti strutturali, gestionali, innovativi, formativi e finanziari attivati dalle imprese marchigiane della filiera turistica allargata (strutture alberghiere, agriturismi e ristoranti). Nel presente studio saranno analizzati nello specifico: le caratteristiche delle imprese turistiche con riferimento all andamento dell attività (stagionalità), della clientela, target e mercati di riferimento; gli investimenti attivati nel corso del 2013 le previsioni per il 2014 considerando la suddivisione per tipologia e capitolo di spesa, l incidenza media sul fatturato ed il valore secondo una stima procapite per impresa; le scelte negli investimenti e i canali di finanziamento utilizzati e gli ostacoli alla realizzazione; le difficoltà e le strategie messe in atto dalle imprese turistiche per fronteggiare la crisi e le previsioni sul fatturato e sull andamento delle risorse umane per il Periodo di riferimento: 2013 Pagina 4 di 25

5 Fenomeni Le condizioni di fragilità economica ed una fiscalizzazione sempre più penalizzante rappresentano alcuni degli aspetti più gravosi che colpiscono il sistema imprenditoriale del nostro Paese e che indirizzano, necessariamente, le scelte delle aziende in tema di mercato del lavoro. In questo scenario, la gestione di un attività commerciale diventa ancora più complessa e le politiche di contenimento dei costi, di razionalizzazione del personale e delle forniture diventano solo alcune delle scelte obbligate per affrontare la congiuntura economica negativa. Per sostenere un processo di rivitalizzazione del mercato le valutazioni degli imprenditori si confrontano con la necessità di apportare alcuni cambiamenti in azienda e orientarsi verso gli investimenti. Le imprese della filiera turistica delle Marche, sostanzialmente micro-imprese, nel 2013 sono costrette a ridurre il personale nel 25% dei casi, una scelta che secondo gli stessi imprenditori, non si riverificherà anche l anno prossimo. Criticità che si amplificano per quel 20% delle imprese che prevede e teme un calo del fatturato per il 2014 a fronte, tuttavia, di un clima di stabilità per 6 imprese su 10 e segnalando anche un percezione di crescita per 2 operatori su 10. Difficoltà e ridimensionamento delle risorse non sono le uniche realtà presenti sul territorio marchigiano. Per il 37,1% degli operatori del turismo, infatti, il 2013 è stato un anno di investimenti che coinvolgono soprattutto le imprese della provincia di Pesaro Urbino, e che vedono come priorità gli interventi di tipo strutturale (dalle ristrutturazioni a varie migliorie). Più ridotto, invece, l interesse delle imprese a pianificare azioni di marketing, una attività che coinvolge il 25% degli imprenditori, consapevoli dell importanza di trasferire sul web la propria vetrina e i propri contenuti commerciali. Per il 2014 le previsioni sugli investimenti registrano un coinvolgimento del 30% circa delle imprese che nel 40% dei casi non hanno realizzato alcun investimento nel 2013; il valore di spesa medio procapite che si sceglie di investire l anno prossimo risulta complessivamente più alto (35 mila euro) rispetto a chi investe nel 2013 (31 mila euro). Non mancano però le difficoltà di accesso al credito oltre che la mancanza di risorse finanziarie interne all impresa. Tuttavia metà delle imprese che effettuano investimenti nel 2013 scelgono di affidarsi alle proprie risorse e autofinanziarsi, mentre la soluzione per il 36,2% degli imprenditori è legata al credito bancario. Non emerge tra le imprese marchigiane la possibilità di ricorrere ad un credito agevolato e si segnala, come criticità, anche l assenza di incentivi pubblici o la difficoltà ad accedervi. Periodo di riferimento: 2013 Pagina 5 di 25

6 1. Le imprese della filiera turistica Il peso del settore turistico, considerato nel suo complesso, comporta sia una presenza diffusa sul territorio delle singole imprese sia una certa continuità dell attività delle stesse lungo un intero anno. Nelle Marche si segnala, tra gli imprenditori del comparto, una scelta diffusa a mantenere aperta l attività per tutto l anno (84% delle imprese), orientamento condiviso soprattutto dalle imprese della provincia di Macerata e Fermo e negli hotel a 4-5 stelle (91,2% su una media degli alberghi del 69%). All interno del 16% di imprese che aprono l attività stagionalmente si registrano soprattutto gli imprenditori della provincia di Pesaro e Urbino (32,3%) e gli alberghi di categoria 2 stelle (44,3%) ed un terzo dei 3 stelle e RTA. Con riferimento alla tipologia di clientela legata alle imprese marchigiane, gli operatori fanno emergere un 17,7% di domanda straniera, dato che sfiora il 22% nelle province di Macerata e Pesaro Urbino e raggiunge il dato più significativo negli hotel a 4-5 stelle (24,3%; 19,2% nel comparto). I principali mercati stranieri, per le imprese marchigiane, vedono in prima linea la Germania (28,5%), i Paesi Bassi (18,7%) ed il Regno Unito (12,3%). Per quanto concerne i target di clientela si segnala circa un 70% di domanda leisure ed un 30% di domanda business composta da clientela individuali e gruppi/congressisti. il 37% è composta da famiglie che incidono soprattutto negli agriturismi (42,7%) e negli hotel di bassa categoria (56% su una media del 36,4% di comparto) e nelle imprese delle province di Ascoli Piceno e Macerata (41% circa) mentre il 24,8% è rappresentato da coppie (43,1% negli agriturismi) che raggiungono il 32,6% nelle province di Ascoli Piceno e Fermo. la quota di clientela business (27,4%), con un picco del 41% nella provincia di Ancona, invece, pesa maggiormente nei ristoranti e pizzerie (35,6%) e negli hotel a 4-5 stelle (43,6%). Gli imprenditori della filiera turistica marchigiana contano su una media di circa un terzo di clientela fedele (39% nella provincia di Macerata): il 36% torna a consumare pasti nei ristoranti e pizzerie, il 22% sceglie di tornare negli stessi agriturismi ed il 36,2% decide di soggiornare negli stessi alberghi (41,8% per gli hotel a 2 stelle). Periodo di riferimento: 2013 Pagina 6 di 25

7 Nel caso di ristoranti la clientela è distribuita tra i residenti che rappresentano il 55,8% della domanda (60,5% nella provincia di Macerata) ed il 44,2% di turisti che raggiungono il 51,7% nella provincia di Ancona. Periodo di apertura delle imprese per provincia (%) Stagionale Annuale Totale Ancona 14,4 85,6 100,0 Ascoli Piceno 6,3 93,7 100,0 Fermo 17,9 82,1 100,0 Macerata 4,6 95,4 100,0 Pesaro e Urbino 32,3 67,7 100,0 Marche 16,1 83,9 100,0 Periodo di apertura delle imprese per tipologia d'impresa (%) Stagionale Annuale Totale Alberghi 31,0 69,0 100,0 1 stella 17,8 82,2 100,0 2 stelle 44,3 55,7 100,0 3 stelle e RTA 33,3 66,7 100,0 4 e 5 stelle 8,8 91,2 100,0 Agriturismo 16,5 83,5 100,0 Ristoranti e pizzerie 11,6 88,4 100,0 Totale 16,1 83,9 100,0 Tipologia della clientela per provincia (%) Leisure Famiglie Coppie Gruppi Single Individuali Business Gruppi e Congressisti Totale Ancona 30,8 18,9 1,4 2,9 40,9 5,1 100,0 Ascoli Piceno 41,1 32,6 6,5 0,1 15,0 4,7 100,0 Fermo 35,0 32,6 11,9 1,0 15,9 3,6 100,0 Macerata 41,2 23,2 7,6 2,3 25,0 0,8 100,0 Pesaro e Urbino 38,4 23,9 2,3 1,6 28,6 5,2 100,0 Marche 37,1 24,8 4,9 1,7 27,4 4,0 100,0 Periodo di riferimento: 2013 Pagina 7 di 25

8 Tipologia della clientela per tipologia d'impresa (%) Leisure Famiglie Coppie Gruppi Single Individuali Business Gruppi e Congressisti Totale Alberghi 36,4 24,9 4,3 2,3 21,7 10,4 100,0 1 stella 55,9 30,1 4,6 1,3 7,8 0,4 100,0 2 stelle 42,2 20,6 4,7 1,3 8,6 22,5 100,0 3 stelle e RTA 35,1 27,0 4,1 2,9 23,0 7,9 100,0 4 e 5 stelle 21,3 17,8 4,7 2,0 43,6 10,6 100,0 Agriturismo 42,7 43,1 2,2 2,9 7,7 1,4 100,0 Ristoranti e pizzerie 35,5 18,9 5,9 1,2 35,6 3,0 100,0 Totale 37,1 24,8 4,9 1,7 27,4 4,0 100,0 Clientela italiana e straniera per provincia (%) Italiani Stranieri Totale Ancona 86,3 13,7 100,0 Ascoli Piceno 87,7 12,3 100,0 Fermo 82,2 17,8 100,0 Macerata 78,4 21,6 100,0 Pesaro e Urbino 78,3 21,7 100,0 Marche 82,3 17,7 100,0 Clientela italiana e straniera per tipologia d'impresa (%) Italiani Stranieri Totale Alberghi 80,8 19,2 100,0 1 stella 87,7 12,3 100,0 2 stelle 81,6 18,4 100,0 3 stelle e RTA 80,7 19,3 100,0 4 e 5 stelle 75,7 24,3 100,0 Agriturismo 79,6 20,4 100,0 Ristoranti e pizzerie 83,7 16,3 100,0 Totale 82,3 17,7 100,0 Periodo di riferimento: 2013 Pagina 8 di 25

9 Principali mercati stranieri per le imprese % per colonna sul totale imprese, possibili più risposte 1 Germania 28,5 2 Paesi Bassi 18,7 3 Regno Unito 12,3 Francia 8,2 Belgio 5,9 Russia 5,8 Clientela dei ristoranti tra residenti e turisti per provincia (%) Residenti Turisti Totale Ancona 48,3 51,7 100,0 Ascoli Piceno 68,8 31,2 100,0 Fermo 56,4 43,6 100,0 Macerata 60,5 39,5 100,0 Pesaro e Urbino 50,0 50,0 100,0 Marche 55,8 44,2 100,0 Clientela abituale per provincia (%) Ancona 34,9 Ascoli Piceno 25,4 Fermo 31,7 Macerata 39,0 Pesaro e Urbino 32,9 Marche 33,3 Clientela abituale per tipologia d'impresa (%) Alberghi 36,2 1 stella 36,3 2 stelle 41,8 3 stelle e RTA 34,6 4 e 5 stelle 35,3 Agriturismo 22,0 Ristoranti e pizzerie 36,1 Totale 33,3 Periodo di riferimento: 2013 Pagina 9 di 25

10 2. Gli investimenti nel 2013 La scelta di affrontare la congiuntura economica attraverso politiche di investimento può rappresentare un opportunità per rivitalizzare una fase di rallentamento del mercato che colpisce più settori dell economia. Nel corso del 2013, il 37% delle imprese marchigiane effettua investimenti per la propria azienda, una scelta maggiormente diffusa tra gli imprenditori della provincia di Pesaro Urbino dove oltre la metà si orienta verso questa strategia di rinnovamento (53,4%). Tra le singole imprese si segnala maggiore slancio da parte degli agriturismi (41,2% opta per gli investimenti) per un valore medio procapite di 44 mila euro ed un incidenza importante rispetto al fatturato (19%). Seguono gli hotel (39%, in particolare i 2 stelle con il 47,1%) con un impegno economico pari a 43 mila euro (14,8% sul totale del fatturato) e i ristoranti/pizzerie (35,3%) che dichiarano un valore degli investimenti intorno ai 19 mila euro con un peso più contenuto rispetto al fatturato (6,4%). Nel confronto con lo scorso anno circa la metà delle imprese che investono sceglie di impegnarsi con importi simili al 2012 (49,1%). Il 20,3% opta per un aumento della spesa per gli investimenti, specialmente gli alberghi (23,4%) ed in particolare i 2 stelle (46,8%) mentre il 18,8% sceglie un importo complessivamente più contenuto, tra cui emergono i ristoranti e pizzerie (23,4%) ed i 3 stelle rispetto alla media degli alberghi (22,5%; 16,1%). La scelta di investire per la propria azienda nasce, per il 72,5% delle imprese, da esigenze di rinnovamento strutturale legato principalmente ad interventi di restauro/ristrutturazione di fabbricati oltre che, in alcuni casi, alle migliorie per un risparmio energetico/idrico, all acquisto di macchinari, alla manutenzione o impiantistica. Per il 24,7% degli imprenditori che investono, invece, la prospettiva è più commerciale e, dunque, rivolta ad implementare le azioni di promozione e marketing della propria attività (visione più diffusa tra gli agriturismi che scelgono di spendere in comunicazione nel 31,2% dei casi) attraverso, ad esempio, la costruzione e manutenzione di un sito Internet, di social network, attività di promozione on line o su stampa. Periodo di riferimento: 2013 Pagina 10 di 25

11 Imprese che hanno effettuato investimenti nel 2013 per provincia (%) Si No Totale Ancona 41,1 58,9 100,0 Ascoli Piceno 20,8 79,2 100,0 Fermo 24,0 76,0 100,0 Macerata 31,8 68,2 100,0 Pesaro e Urbino 53,4 46,6 100,0 Marche 37,1 62,9 100,0 Imprese che hanno effettuato investimenti nel 2013 per tipologia (%) Si No Totale Alberghi 39,0 61,0 100,0 1 stella 12,3 87,7 100,0 2 stelle 47,1 52,9 100,0 3 stelle e RTA 40,2 59,8 100,0 4 e 5 stelle 38,6 61,4 100,0 Agriturismo 41,2 58,8 100,0 Ristoranti e pizzerie 35,3 64,7 100,0 Totale 37,1 62,9 100,0 Incidenza media % degli investimenti 2013 sul fatturato per provincia (% sul totale delle imprese che hanno effettuato investimenti nel 2013) Ancona 11,6 Ascoli Piceno 10,9 Fermo 3,3 Macerata 5,4 Pesaro e Urbino 10,4 Marche 10,3 Incidenza media % degli investimenti 2013 sul fatturato per tipologia d'impresa (% sul totale delle imprese che hanno effettuato investimenti nel 2013) Alberghi 14,8 Agriturismo 19,0 Ristoranti e pizzerie 6,4 Marche 10,3 Periodo di riferimento: 2013 Pagina 11 di 25

12 Il valore degli investimenti ( ) media procapite (sul totale delle imprese che hanno investito) Alberghi Agriturismo Ristoranti e pizzerie Marche Stima del volume complessivo Marche Andamento della spesa per investimenti nel 2013 rispetto al 2012 per provincia (% sul totale delle imprese che hanno effettuato investimenti nel 2013) In aumento Stabile In diminuzione Non effettuati nel 2012 Totale Ancona 20,1 47,3 19,9 12,6 100,0 Ascoli Piceno 39,7 45,7 2,6 11,9 100 Fermo 0,0 57,1 0,0 42,9 100 Macerata 7,5 31,5 49,8 11,2 100 Pesaro e Urbino 22,8 57,8 10,4 9,0 100 Marche 20,3 49,1 18,8 11,8 100 Andamento della spesa per investimenti nel 2013 rispetto al 2012 per tipologia d'impresa (% sul totale delle imprese che hanno effettuato investimenti nel 2013) In aumento Stabile In diminuzione Non effettuati nel 2012 Totale Alberghi 23,4 44,7 16,1 15,8 100,0 1 stella 0,0 100,0 0,0 0,0 100,0 2 stelle 46,8 27,8 10,1 15,2 100,0 3 stelle e RTA 12,5 49,5 22,5 15,5 100,0 4 e 5 stelle 34,1 45,5 0,0 20,5 100,0 Agriturismo 10,6 65,7 7,3 16,4 100,0 Ristoranti e pizzerie 22,6 44,9 23,4 9,0 100,0 Marche 20,4 49,0 18,8 11,9 100,0 Periodo di riferimento: 2013 Pagina 12 di 25

13 Distribuzione degli investimenti del 2013 in capitoli di spesa per tipologia d'impresa (%) Alberghi Agriturismo Ristoranti e pizzerie Marche Strutturali 77,4 64,0 74,1 72,5 Promozione e comunicazione 20,9 31,2 23,5 24,7 Servizi - 1,4 2,4 1,7 Risorse umane e formazione 1,7 3,4-1,1 Totale 100,0 100,0 100,0 100,0 Principali voci d'investimento 2013 % sul totale investimenti Tipologia Capitolo di spesa % Restauro/ristrutturazione di fabbricati Strutturali 23,3 Costruzione e manutenzione sito Internet Promozione e comunicazione 11,5 Migliorie per il risparmio energetico, idrico, etc Strutturali 8,7 Macchinari, elettrodomestici Strutturali 7,0 Manutenzione varia Strutturali 5,4 Costruzione e manutenzione social network Promozione e comunicazione 5,0 Pubblicità e promozioni su Internet Promozione e comunicazione 5,0 Impianti: piscina, wellness, etc. Strutturali 4,5 Pubblicità e promozioni su stampa Promozione e comunicazione 4,3 Adesione a portali di prenotazione Promozione e comunicazione 4,2 Servizi per le nicchie Servizi 1,5 Sport Servizi 1,5 Benessere Servizi 1,5 Periodo di riferimento: 2013 Pagina 13 di 25

14 3. Gli investimenti previsti per il 2014 Le previsioni per il prossimo anno, in termini di investimento, evidenziano complessivamente una propensione a frenare le spese nel confronto con il La quota di imprese marchigiane che intendono investire per la propria azienda, infatti, si attesta al 30,2%, dato più basso rispetto al 2013 (37,1%) confermando il maggiore interesse delle imprese della provincia di Pesaro Urbino che investiranno nel 52,1% dei casi e degli agriturismi (39,4%). Il 47,8% delle imprese non farà alcun investimento nel 2014 mentre il 22% ancora non lo sa. La spesa di investimento (stimata per un totale di oltre 54 milioni di euro) si attesta su una media di 35 mila euro pro-capite; nel dettaglio sono gli agriturismi ad investire le somme più consistenti (44 mila euro) seguiti dai ristoranti e pizzerie (35 mila euro) e gli alberghi (27 mila). Il 41% delle imprese che scelgono di intraprendere degli investimenti nel 2014 non ne hanno fatti nel 2013 (in particolare i ristoranti con il 52%) mentre il 38% intende investire una somma simile a quella del 2013 (57,3% degli agriturismi e 90,6% dei 2 stelle). Anche per il 2014 gli investimenti vedono in primo piano le esigenze strutturali (76% delle imprese marchigiane) mentre più contenuta la quota di imprese che sceglie di finalizzare gli investimenti alla promozione e alle attività di comunicazione dell azienda (in media il 18,6%; 28,7% degli agriturismi). Imprese che prevedono di effettuare investimenti nel 2014 per provincia (%) Si No Non so Totale Ancona 37,7 29,6 32,6 100,0 Ascoli Piceno 13,2 53,4 33,5 100,0 Fermo 10,6 74,3 15,1 100,0 Macerata 17,4 67,2 15,4 100,0 Pesaro e Urbino 52,1 35,5 12,4 100,0 Marche 30,2 47,8 22,0 100,0 Periodo di riferimento: 2013 Pagina 14 di 25

15 Imprese che prevedono di effettuare investimenti nel 2014 per tipologia d'impresa (%) Si No Non so Totale Alberghi 36,5 42,3 21,2 100,0 1 stella 26,0 57,5 16,4 100,0 2 stelle 37,2 40,1 22,7 100,0 3 stelle e RTA 35,9 42,2 21,9 100,0 4 e 5 stelle 44,7 36,0 19,3 100,0 Agriturismo 39,4 50,2 10,5 100,0 Ristoranti e pizzerie 25,5 48,6 25,9 100,0 Totale 30,3 47,8 22,0 100,0 Il valore degli investimenti previsti per il 2014 ( ) (% sul totale delle imprese che prevedono investimenti nel 2014) media procapite (sul totale delle imprese che hanno investito) Alberghi Agriturismo Ristoranti e pizzerie Marche Stima del volume complessivo Marche Andamento della spesa per investimenti previsti per il 2014 rispetto al 2013 per provincia (% sul totale delle imprese che prevedono investimenti nel 2014) In aumento Stabile In diminuzione Non effettuati nel 2013 Totale Ancona 27,2 19,6 5,1 48,1 100,0 Ascoli Piceno 5,4 81,3 8,0 5,4 100,0 Fermo - 35,9 46,2 17,9 100,0 Macerata - 12,7 16,6 70,7 100,0 Pesaro e Urbino 1,8 50,4 12,3 35,6 100,0 Marche 9,9 38,0 11,1 41,1 100,0 Periodo di riferimento: 2013 Pagina 15 di 25

16 Andamento degli investimenti previsti per il 2014 rispetto al 2013 per tipologia d'impresa (% sul totale delle imprese che prevedono investimenti nel 2014) In aumento Stabile In diminuzione Non effettuati nel 2013 Totale Alberghi 4,0 51,9 16,4 27,8 100,0 1 stella - 31,6-68,4 100,0 2 stelle - 90,6 3,1 6,3 100,0 3 stelle e RTA 6,8 49,5 14,2 29,5 100,0 4 e 5 stelle - 19,6 47,1 33,3 100,0 Agriturismo 3,1 57,3 8,7 30,8 100,0 Ristoranti e pizzerie 15,7 22,3 10,1 51,9 100,0 Marche 9,9 37,9 11,1 41,1 100,0 Distribuzione degli investimenti previsti per il 2014 in capitoli di spesa (%) Alberghi Agriturismo Ristoranti e pizzerie Marche Strutturali 72,0 70,5 78,5 75,9 Promozione e comunicazione 12,1 28,7 17,3 18,6 Risorse umane e formazione 0,0 0,0 3,0 2,0 Servizi 5,6 0,8 1,2 1,8 Altro 10,3 0,0 0,0 1,6 Totale 100,0 100,0 100,0 100,0 Periodo di riferimento: 2013 Pagina 16 di 25

17 4. Le scelte negli investimenti La difficoltà di accesso al credito (12,6%) e la mancanza di liquidità e di risorse finanziarie interne all impresa (32,2% degli operatori), rappresentano le principali difficoltà che gli imprenditori incontrano nel tentativo di portare avanti l attività economica della propria azienda e di realizzare investimenti. A queste motivazioni si unisce la possibilità che le imprese abbiano già effettuato investimenti in passato (15,2%), ed un sistema finanziario che, certamente, ostacola gli imprenditori in termini di assenza/insufficienza di incentivi pubblici (10,4%) oltre che la difficoltà ad accedervi (8,7%). La congiuntura economica porta gli operatori a contare sulle proprie forze e risorse, innescando inevitabilmente un processo di autofinanziamento che nel caso delle imprese marchigiane riguarda il 48,8% delle imprese (54,5% degli agriturismi). Il 36,2% degli imprenditori si affida, invece, al sistema bancario attraverso un credito, un opzione scelta soprattutto dal comparto alberghiero (42%). I casi relativi all uso del credito agevolato sono pressoché nulli. Le motivazioni che hanno portato le imprese ad investire nel 2013 fanno emergere, da un lato, la necessità di intervenire sulla sostituzione di impianti ed attrezzature obsolete (29,3%) e, dall altro, il bisogno di migliorare la qualità dei prodotti e dei servizi (29,3%), aspettative realizzate, rispettivamente, dal 16,5% e dal 24,5% delle imprese. I canali di finanziamento per gli investimenti utilizzati dalle imprese per tipologia d'impresa (%) Alberghi Agriturismo Ristoranti e pizzerie Marche Autofinanziamento 42,7 54,5 48,7 48,8 Credito bancario 42,0 28,5 37,1 36,2 Credito agevolato 4,1 5,7-2,0 Non sa, non risponde 10,3 11,3 14,2 12,9 Altro 0, ,2 Totale 100,0 100,0 100,0 100,0 Periodo di riferimento: 2013 Pagina 17 di 25

18 Principali motivazioni d'investimento e aspettative effettivamente realizzate dalle imprese che hanno effettuato investimenti nel 2013 % sul totale imprese che hanno effettuato investimenti nel 2013, possibili più risposte Motivazioni Aspettative realizzate Sostituzione di impianti ed attrezzature obsolete 29,3 16,5 Miglioramento qualitativo dei servizi e/o prodotti 29,3 24,5 Introduzione di nuovi servizi e/o prodotti 11,2 6,4 Adeguamento a normative e standard 7,6 4,2 Aumento della clientela 7,3 2,8 Accesso a nuovi segmenti di clientela 5,5 3,8 Principali fattori critici ed ostacoli alla realizzazione degli investimenti % sul totale imprese, possibili più risposte Mancanza di risorse finanziarie interne dell imprese 32,1 Investimenti effettuati già in precedenza 15,2 Difficoltà nel reperire risorse/difficoltà di accesso al credito 12,6 Assenza/insufficienza di incentivi pubblici 10,4 Difficoltà ad accedere agli incentivi pubblici 8,7 Non sa, non risponde 7,1 Previsioni di domanda insufficiente 7,1 Assenza/insufficienza di servizi per le imprese 2,0 Altro 4,9 Periodo di riferimento: 2013 Pagina 18 di 25

19 5. La crisi economica Oltre alle scelte intraprese in termini di investimento e le previsioni delle imprese turistiche marchigiane sullo scenario del 2014 è interessante approfondire la percezione delle stesse sull andamento della clientela, del fatturato e del personale, così come i possibili cambiamenti relativi ad ogni singolo aspetto come conseguenza della congiuntura economica. La percezione complessiva delle imprese fa emergere un clima di stabilità per quanto concerne le previsioni sulla domanda: circa il 60% delle imprese dichiara un trend di potenziale stabilità, mentre la restante quota si distribuisce tra coloro che prevedono un aumento (in media il 21,4%; 26,8% tra gli imprenditori della provincia di Fermo e 24% tra gli alberghi) indicando una variazione del +15,7% e, viceversa, chi ha una avvisa la possibilità di un calo (19,4%; 23% per i ristoranti) pari al -16% (pessimismo tra le imprese della provincia di Pesaro Urbino che parlano del -50%). In relazione al fatturato, ulteriore indicatore degli effetti della crisi economica, si segnala una previsione di stabilità per il 60% delle imprese (70% degli agriturismi) mentre tra coloro che ravvisano la possibilità di una aumento (20,7%; variazione del +16%) emergono i 4-5 stelle (23,7%) e le imprese della provincia di Fermo (26,8%). Il 20% prevede, invece, una diminuzione del fatturato, mediamente del -16%. Le imprese turistiche marchigiane sono di piccole dimensioni e registrano una media di 4-5 addetti fissi che vengono supportati nei periodi di necessità da altri 4-5 addetti. Nel caso degli alberghi a 4-5 stelle si segnala una disponibilità più ampia di personale fisso che supera, in media, i 10 addetti integrati da altri 11 addetti stagionali. Nel 2013 si è segnalata una tendenza a mantenere costante il numero delle risorse impiegate, come indicato dal 72% delle imprese mentre nel 25% dei casi si è scelto di ridurre la disponibilità di personale. Per il prossimo anno le previsioni delle imprese marchigiane sull andamento delle risorse umane segna una sostanziale stabilità, registrando l 87% degli imprenditori intenzionati a mantenere invariato il numero degli addetti impiegati all interno della propria azienda e solo un 7,4% prevede di attuare dei tagli al personale. Periodo di riferimento: 2013 Pagina 19 di 25

20 Previsioni sull'andamento della clientela nel 2014 per provincia (%) In aumento Stabile In diminuzione Totale Ancona 23,8 58,6 17,6 100,0 Ascoli Piceno 15,8 64,3 19,9 100,0 Fermo 26,8 44,9 28,3 100,0 Macerata 15,9 52,0 32,0 100,0 Pesaro e Urbino 24,8 67,2 7,9 100,0 Marche 21,4 59,2 19,4 100,0 Previsioni sull'andamento della clientela nel 2014 per tipologia d'impresa (%) In aumento Stabile In diminuzione Totale Alberghi 24,0 59,7 16,3 100,0 1 stella 30,1 53,4 16,4 100,0 2 stelle 9,6 62,7 27,7 100,0 3 stelle e RTA 27,9 57,5 14,6 100,0 4 e 5 stelle 23,7 68,4 7,9 100,0 Agriturismo 19,7 69,6 10,7 100,0 Ristoranti e pizzerie 21,2 55,9 22,9 100,0 Totale 21,4 59,2 19,4 100,0 Variazione media prevista della clientela nel 2014 per provincia (%) Variazione % in aumento Variazione % in diminuzione Ancona 11,3 17,7 Ascoli Piceno 10,6 13,6 Fermo 18,2 18,5 Macerata 20,8 13,7 Pesaro e Urbino 17,1 50,0 Marche 15,7 15,8 Periodo di riferimento: 2013 Pagina 20 di 25

21 Variazione media prevista della clientela nel 2014 per tipologia d'impresa (%) Variazione % in aumento Variazione % in diminuzione Alberghi 17,2 15,4 1 stella 28,9 31,4 2 stelle 10,8 13,3 3 stelle e RTA 17,2 13,3 4 e 5 stelle 13,1 10,0 Agriturismo 15,5 17,5 Ristoranti e pizzerie 15,1 15,4 Totale 15,7 15,8 Previsioni sull'andamento del fatturato nel 2014 per provincia (%) In aumento Stabile In diminuzione Totale Ancona 23,9 58,2 17,9 100,0 Ascoli Piceno 15,8 64,3 19,9 100,0 Fermo 26,8 44,9 28,3 100,0 Macerata 15,1 53,2 31,7 100,0 Pesaro e Urbino 22,7 67,2 10,1 100,0 Marche 20,7 59,3 20,0 100,0 Previsioni sull'andamento del fatturato nel 2014 per tipologia d'impresa (%) In aumento Stabile In diminuzione Totale Alberghi 20,2 59,8 20,0 100,0 1 stella 21,9 61,6 16,4 100,0 2 stelle 12,6 59,9 27,5 100,0 3 stelle e RTA 21,8 60,2 17,9 100,0 4 e 5 stelle 23,7 55,3 21,1 100,0 Agriturismo 19,5 70,0 10,5 100,0 Ristoranti e pizzerie 21,2 55,9 22,9 100,0 Totale 20,7 59,3 20,0 100,0 Periodo di riferimento: 2013 Pagina 21 di 25

22 Variazione media prevista del fatturato nel 2014 per provincia (%) Variazione % in aumento Variazione % in diminuzione Ancona 12,4 17,7 Ascoli Piceno 10,6 13,6 Fermo 19,6 19,2 Macerata 20,5 14,0 Pesaro e Urbino 16,9 36,0 Marche 15,9 16,5 Variazione media prevista del fatturato nel 2014 per tipologia d'impresa (%) Variazione % in aumento Variazione % in diminuzione Alberghi 16,3 18,0 1 stella 10,0 31,4 2 stelle 11,9 13,3 3 stelle e RTA 18,6 14,0 4 e 5 stelle 13,1 22,7 Agriturismo 16,6 18,2 Ristoranti e pizzerie 15,3 15,4 Totale 15,9 16,5 Numero medio di addetti per provincia (%) Addetti fissi Addetti stagionali Ancona 5,0 4,3 Ascoli Piceno 3,4 4,9 Fermo 4,5 5,4 Macerata 3,8 3,7 Pesaro e Urbino 5,4 5,4 Marche 4,5 4,6 Periodo di riferimento: 2013 Pagina 22 di 25

23 Numero medio di addetti per provincia per tipologia d'impresa (%) Addetti fissi Addetti stagionali Alberghi 5,0 8,3 1 stella 3,1 3,1 2 stelle 3,2 6,5 3 stelle e RTA 4,6 8,6 4 e 5 stelle 10,5 10,9 Agriturismo 3,1 2,2 Ristoranti e pizzerie 4,9 4,0 Totale 4,5 4,6 Andamento delle risorse umane nel 2013 per provincia (%) In aumento Stabile In diminuzione Totale Ancona 7,8 60,2 31,9 100,0 Ascoli Piceno - 76,4 23,6 100,0 Fermo - 73,6 26,4 100,0 Macerata 0,5 75,6 23,9 100,0 Pesaro e Urbino 3,3 76,6 20,1 100,0 Marche 3,0 71,8 25,2 100,0 Andamento delle risorse umane nel 2013 per tipologia d'impresa (%) In aumento Stabile In diminuzione Totale Alberghi 2,9 66,7 30,4 100,0 1 stella - 77,6 22,4 100,0 2 stelle 2,9 71,9 25,1 100,0 3 stelle e RTA 3,9 66,5 29,5 100,0 4 e 5 stelle - 53,0 47,0 100,0 Agriturismo 1,1 87,9 10,9 100,0 Ristoranti e pizzerie 3,6 68,3 28,1 100,0 Totale 3,0 71,8 25,1 100,0 Periodo di riferimento: 2013 Pagina 23 di 25

24 Previsioni sull'andamento delle risorse umane nel 2014 per provincia (%) In aumento Stabile In diminuzione Totale Ancona 11,3 81,4 7,4 100,0 Ascoli Piceno 1,5 88,5 10,0 100,0 Fermo 3,9 90,9 5,2 100,0 Macerata - 90,1 9,9 100,0 Pesaro e Urbino 9,9 85,5 4,6 100,0 Marche 6,2 86,4 7,4 100,0 Previsioni sull'andamento delle risorse umane nel 2014 per tipologia d'impresa (%) In aumento Stabile In diminuzione Totale Alberghi 8,3 84,1 7,6 100,0 1 stella 9,0 91,0-100,0 2 stelle - 91,0 9,0 100,0 3 stelle e RTA 12,6 77,8 9,6 100,0 4 e 5 stelle - 100,0-100,0 Agriturismo - 98,6 1,4 100,0 Ristoranti e pizzerie 7,6 83,2 9,2 100,0 Totale 6,2 86,4 7,4 100,0 Periodo di riferimento: 2013 Pagina 24 di 25

25 Nota metodologica L indagine field, a mezzo questionario somministrato telefonicamente, si è rivolta a 352 operatori del settore turistico della regione, suddivisi secondo i seguenti schemi: Provincia Distribuzione interviste (%) Peso (%) Ancona 28,4 25,3 Ascoli Piceno 18,8 16,9 Fermo 13,6 10,6 Macerata 19,6 20,9 Pesaro e Urbino 19,6 26,3 Marche 100,0 100,0 Tipologia Distribuzione interviste (%) Peso (%) Alberghi 44,3 18,0 1 stella 8,3 8,1 2 stelle 23,7 19,1 3 stelle e RTA 59,6 60,1 4 e 5 stelle 8,3 12,7 Agriturismo 25,6 19,9 Ristoranti e pizzerie 30,1 62,1 Totale 100,0 100,0 L indagine è stata strutturata ad hoc, finalizzata ad identificare le caratteristiche delle imprese turistiche, gli investimenti effettuati e programmati, tipologia di investimenti effettuati, i fattori di ostacolo che influenzano le scelte di investimento, tra congiunturali (crisi economica, investimenti già effettuati in passato) e strutturali (sistema bancario, burocrazia); le motivazioni di investimento e le difficoltà incontrate in seguito alla crisi economica. La rilevazione è terminata nel mese di ottobre Periodo di riferimento: 2013 Pagina 25 di 25

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Osservatorio turistico della regione Sardegna LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Ottobre 2012 A cura di La performance di vendita delle imprese del ricettivo Periodo di riferimento:

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Gennaio 2014 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine

Dettagli

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio C E N S I S Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio III Quadrimestre 2008 Monitor Lazio è promosso dall Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

ROADSHOW PMI TURISMO E PMI

ROADSHOW PMI TURISMO E PMI ROADSHOW PMI TURISMO E PMI Cagliari, 29 maggio 2009 Per il 67,2% delle Pmi del turismo la situazione economica del Paese è peggiorata nei primi cinque mesi del 2009 rispetto al secondo semestre del 2008.

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Gennaio 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro

Dettagli

ANALISI CONGIUNTURALE 2009

ANALISI CONGIUNTURALE 2009 ANALISI CONGIUNTURALE 2009 COMUNICATO Gennaio 2010 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: CCIAA di Brindisi Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine rilevazione: dicembre

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011 OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011 Focus Provincia di Savona Maggio 2012 A cura di I flussi turistici nelle strutture ricettive Le principali dinamiche e tendenze manifestate

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Ottobre 2011 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 16 DICEMBRE 2010 Microimprese ancora in affanno ma emergono i primi timidi segnali di miglioramento negli investimenti Calano

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO 2015 Luglio 2015 A cura di Storia del documento Copyright: Committente: IS.NA.R.T. Scpa Unioncamere Marche

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO 2014 Ottobre 2014 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: Unioncamere Marche

Dettagli

Italia: Imprese e Futuro Giugno 2010

Italia: Imprese e Futuro Giugno 2010 Giugno 2010 Premessa L obiettivo dell indagine è stato quello di registrare il sentire delle Aziende Italiane rispetto alla situazione economica attuale e soprattutto quali sono le aspettative per gli

Dettagli

MONITORAGGIO DEI FLUSSI TURISTICI IN PROVINCIA DI LUCCA

MONITORAGGIO DEI FLUSSI TURISTICI IN PROVINCIA DI LUCCA MONITORAGGIO DEI FLUSSI TURISTICI IN PROVINCIA DI LUCCA Stagione estiva 2003 settembre 2003 Previsioni ottobre-novembre 2003 MONITORAGGIO PROVINCIALE SULL'ANDAMENTO DEI FLUSSI TURISTICI NELLA STAGIONE

Dettagli

Il turismo e l immagine della Brianza

Il turismo e l immagine della Brianza Il turismo e l immagine della Brianza Sistema delle imprese, flussi turistici e percezione del territorio A cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza Luglio 2011 I numeri del

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO 2015 Maggio 2015 A cura di Periodo di riferimento: 2015 e prenotazioni I Pagina 1 di 26 Storia del documento

Dettagli

ROADSHOW PMI CREDITO E PMI. IMPRESE, CREDITO E CRISI DELL ECONOMIA. Ricerca a cura di Confcommercio Format

ROADSHOW PMI CREDITO E PMI. IMPRESE, CREDITO E CRISI DELL ECONOMIA. Ricerca a cura di Confcommercio Format ROADSHOW PMI CREDITO E PMI. IMPRESE, CREDITO E CRISI DELL ECONOMIA Ricerca a cura di Confcommercio Format Milano 22 maggio 2009 Il 73,7% delle imprese avverte un peggioramento della situazione economica

Dettagli

imprese della provincia di latina luglio 2013

imprese della provincia di latina luglio 2013 imprese della provincia di latina luglio 2013 indagine trimestrale congiunturale sulle imprese della provincia di rapporto di ricerca secondo trimestre 2013 roma, 30 luglio 2013 (12153lq 02) agenda 1.

Dettagli

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI Giuseppe Ricciuti. Roma, 10 giugno 2010 Lo Scenario: La recente crisi economico finanziaria che ha colpito l Italia, ha prodotto

Dettagli

Andamento della stagione turistica Analisi congiunturale Terzo Report 2008

Andamento della stagione turistica Analisi congiunturale Terzo Report 2008 Allegato 9 Andamento della stagione turistica Analisi congiunturale Terzo Report 2008 Osservatorio Turistico della Regione Puglia 1 Osservatorio Turistico Regione Puglia L osservatorio turistico della

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Osservatorio turistico della provincia di Pavia INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Settembre 2009 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: CCIAA

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 3 bollettino mensile Marzo 2011 Aprile 2011 A cura di Storia

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 Sono 383.883 le imprese nate nel 2012 (il valore più basso degli ultimi otto anni e 7.427 in meno rispetto al 2011), a fronte delle quali 364.972 - mille ogni

Dettagli

Il balneare veneto e le sfide del mercato

Il balneare veneto e le sfide del mercato STATI GENERALI DEGLI ALBERGATORI DELLA COSTA VENEZIANA Il balneare veneto e le sfide del mercato Federica Montaguti Jesolo, 19/11/2011 L indagine e gli obiettivi OBIETTIVI Definire un quadro che evidenzi:

Dettagli

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N N O 2 0 0 8 R A P P O R TO A N N U A L E 2 0 0 8 1. L andamento del mercato

Dettagli

Agenzie tradizionali e web: tutti i numeri della promocommercializzazione

Agenzie tradizionali e web: tutti i numeri della promocommercializzazione 1 di 5 20/02/2013 22.11 prima pagina chi siamo Agenzie tradizionali e web: tutti i numeri della promocommercializzazione All interno di un quadro economico caratterizzato da una forte pressione e competitività

Dettagli

Il mercato dell involucro edilizio in Italia nel 2010

Il mercato dell involucro edilizio in Italia nel 2010 Il mercato dell involucro edilizio in Italia nel 2010 Indice 2 Sintesi 3 Cos era avvenuto nel 2009 4 Cosa sta accadendo nel 2010 6 Estratto dall osservatorio Uncsaal sul primo quadrimestre 2010 Sintesi

Dettagli

LO STRESS FINANZIARIO PER LE AZIENDE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI

LO STRESS FINANZIARIO PER LE AZIENDE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI LO STRESS FINANZIARIO PER LE AZIENDE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI LUNEDÌ 2 LUGLIO 2012 ORE 11.00 CENTRO CONSERVAZIONE E RESTAURO LA VENARIA REALE VIA XX SETTEMBRE 18 VENARIA REALE (TO) CONTESTO ECONOMICO

Dettagli

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica Centro Studi Il Report I DATI DELLA BANCA D ITALIA CONFERMANO LA SITUAZIONE DI CRITICITA PER IL COMPARTO DELLE COSTRUZIONI. ANCE SALERNO: EDILIZIA, CREDITO SEMPRE DIFFICILE Le sofferenze sui crediti totali

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Positive anche le previsioni degli imprenditori per il futuro. Unico elemento negativo l occupazione che da gennaio alla

Dettagli

Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011

Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011 Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011 Obiettivi L Indagine sull attività delle Agenzie Immobiliari realizzata nel 2010 ha come obiettivo principale la verifica

Dettagli

Costruzioni, investimenti in ripresa?

Costruzioni, investimenti in ripresa? Costruzioni, investimenti in ripresa? Secondo lo studio Ance nelle costruzioni c'è ancora crisi nei livelli produttivi ma si riscontrano alcuni segnali positivi nel mercato immobiliare e nei bandi di gara

Dettagli

INDAGINE SULLE PRENOTAZIONI/PRESENZE NELLE AREE TURISTICHE E SUI SEGMENTI DI PRODOTTO

INDAGINE SULLE PRENOTAZIONI/PRESENZE NELLE AREE TURISTICHE E SUI SEGMENTI DI PRODOTTO in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SULLE PRENOTAZIONI/PRESENZE NELLE AREE TURISTICHE E SUI SEGMENTI DI PRODOTTO Maggio 2010 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T.

Dettagli

LA FASE CONGIUNTURALE DEL MERCATO

LA FASE CONGIUNTURALE DEL MERCATO Firenze 8 luglio 2015 Dott. Alberto Peruzzini LA FASE CONGIUNTURALE DEL MERCATO Crescita sostenuta nei primi cinque mesi del 2015, trainata dalla domanda straniera malgrado le incognite del quadro internazionale

Dettagli

I4ER2014 IndagIne sugli InvestImentI delle Imprese IndustrIalI dell emilia-romagna

I4ER2014 IndagIne sugli InvestImentI delle Imprese IndustrIalI dell emilia-romagna I4ER2014 Indagine sugli investimenti delle industriali dell Emilia-Romagna L Indagine è stata realizzata dall Area Economia di Confindustria Emilia-Romagna, a cura di Annamaria Raimondi e Luca Rossi Un

Dettagli

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Associazione Nazionale Demolitori Italiani LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Parma, 26 novembre 2005 Trascrizione dell intervento dal titolo: IL MERCATO DELLE DEMOLIZIONI ANNI 2000: DAL RECUPERO ALLA

Dettagli

L impatto dell attuale crisi economica sulle imprese del settore TURISMO

L impatto dell attuale crisi economica sulle imprese del settore TURISMO Consultazione della Commissione Europea L impatto dell attuale crisi economica sulle imprese del settore TURISMO Lanciata dalla Commissione Europea lo scorso 17 febbraio, la consultazione ha lo scopo di

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA ANALISI DEI COMPORTAMENTI DELLA DOMANDA TURISTICA NAZIONALE E INTERNAZIONALE

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA ANALISI DEI COMPORTAMENTI DELLA DOMANDA TURISTICA NAZIONALE E INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA ANALISI DEI COMPORTAMENTI DELLA DOMANDA TURISTICA NAZIONALE E INTERNAZIONALE Le vacanze dei liguri 2008 - Abstract Aprile 2009 A cura di Sommario Premessa... 3 Le vacanze

Dettagli

MADE 2012 EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO E RIQUALIFICAZIONE EDILIZIA E URBANA: ECCO GLI ASSET PER IL RILANCIO DELLE COSTRUZIONI

MADE 2012 EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO E RIQUALIFICAZIONE EDILIZIA E URBANA: ECCO GLI ASSET PER IL RILANCIO DELLE COSTRUZIONI MADE 2012 EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO E RIQUALIFICAZIONE EDILIZIA E URBANA: ECCO GLI ASSET PER IL RILANCIO DELLE COSTRUZIONI La riconfigurazione del mercato delle costruzioni Lo scenario delle costruzioni

Dettagli

INDICE. Prefazione Presentazione 1. PARTE PRIMA: STATISTICHE ED ECONOMIA Introduzione 5 1. 1 L Italia nel contesto mondiale ed europeo

INDICE. Prefazione Presentazione 1. PARTE PRIMA: STATISTICHE ED ECONOMIA Introduzione 5 1. 1 L Italia nel contesto mondiale ed europeo XVIII Rapporto sul Turismo Italiano I INDICE Prefazione Presentazione 1 PARTE PRIMA: STATISTICHE ED ECONOMIA Introduzione 5 1. 1 L Italia nel contesto mondiale ed europeo 1 Il turismo nel mondo secondo

Dettagli

GLBT le tendenze del settore turismo. ottobre 2013

GLBT le tendenze del settore turismo. ottobre 2013 GLBT le tendenze del settore turismo ottobre 2013 Chi siamo AIGO è una società di consulenza in marketing e comunicazione che fin dalla nascita ha scelto turismo, trasporti e ospitalità come ambito di

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO IV congiuntura 2013 Gennaio 2014 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente:

Dettagli

Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana. Progetto Check Markets. in collaborazione con il Centro Studi Turistici.

Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana. Progetto Check Markets. in collaborazione con il Centro Studi Turistici. Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana Alberto Peruzzini Progetto Check Markets in collaborazione con il Centro Studi Turistici Dirigente Servizio Turismo Toscana Promozione Firenze, 20 giugno

Dettagli

L attività congressuale del 2010

L attività congressuale del 2010 1 L attività congressuale del 2010 Per la città e la provincia di Firenze il turismo congressuale rappresenta uno dei segmenti di maggiore interesse, sia per la spesa media del turista congressuale che

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e Centro Studi COSTRUZIONI: ANCORA IN CALO I LIVELLI PRODUTTIVI MA EMERGONO ALCUNI SEGNALI POSITIVI NEL MERCATO RESIDENZIALE, NEI MUTUI ALLE FAMIGLIE E NEI BANDI DI GARA I dati

Dettagli

Valorizzazione delle aree naturali protette come chiave di sviluppo turistico dei territori. www.isnart.it 1

Valorizzazione delle aree naturali protette come chiave di sviluppo turistico dei territori. www.isnart.it 1 Valorizzazione delle aree naturali protette come chiave di sviluppo turistico dei territori www.isnart.it 1 Le aree protette in Italia 23 parchi nazionali (oltre 500 comuni) 152 parchi regionali (quasi

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Settembre 2014 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: Unioncamere Marche Termine

Dettagli

INDAGINE TRIMESTRALE SETTORE SERVIZI. 1 trimestre 2015 Allegato Statistico. Unioncamere Lombardia Funzione Informazione economica

INDAGINE TRIMESTRALE SETTORE SERVIZI. 1 trimestre 2015 Allegato Statistico. Unioncamere Lombardia Funzione Informazione economica INDAGINE TRIMESTRALE SETTORE SERVIZI 1 trimestre 201 Allegato Statistico Unioncamere Lombardia Funzione Informazione economica Maggio 201 1. Gli indicatori congiunturali Nel primo trimestre 201 le imprese

Dettagli

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N N O 2 0 0 9 R A P P O R TO A N N U A L E 2 0 0 9 1. L andamento del mercato

Dettagli

Le situazioni di crisi nel settore metalmeccanico

Le situazioni di crisi nel settore metalmeccanico Osservatorio sindacale Le situazioni di crisi nel settore metalmeccanico 17 S.O.S. INDUSTRIA METALMECCANICA In caduta libera i dati dell occupazione 17 Rapporto sulle situazioni di crisi nel settore metalmeccanico

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO ESTATE 2006, IL TURISMO IN ITALIA HA PIU VELOCITA : PIU PRODOTTI PER PIU TURISTI SOPRATTUTTO STRANIERI 3 Rapporto Indagine sulle prenotazioni/presenze nelle

Dettagli

SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE:

SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE: PICCOLE E MEDIE IMPRESE SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE: RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: IN COLLABORAZIONE CON: L indagine Nel mese di ottobre 2010,

Dettagli

Quello che pensano le imprese della crisi: un indagine della CNA di Roma sulle imprese della Provincia

Quello che pensano le imprese della crisi: un indagine della CNA di Roma sulle imprese della Provincia Quello che pensano le imprese della crisi: un indagine della CNA di Roma sulle imprese della Provincia Roma, 12 novembre 2008 La CNA di Roma ha condotto dal 29 ottobre al 4 novembre 2008 un indagine tra

Dettagli

Milano, 2 settembre 2011 COMUNICATO STAMPA La fiducia degli Italiani è in calo per il terzo mese consecutivo, mai così in basso da gennaio 2008. E lo stesso vale per la previsione sull andamento della

Dettagli

Le iniziative del settore bancario a favore della patrimonializzazione delle imprese

Le iniziative del settore bancario a favore della patrimonializzazione delle imprese II Conferenza regionale sul credito e la finanza per lo sviluppo Le iniziative del settore bancario a favore della patrimonializzazione delle imprese David Sabatini Resp. Ufficio Finanza Il sistema industriale

Dettagli

Destinazione Italia SCENARI DEL TURISMO

Destinazione Italia SCENARI DEL TURISMO Destinazione Italia I viaggi organizzati verso il nostro Paese mostrano segnali positivi di ripresa. Premiata la qualità e la varietà dell offerta. Meglio se certificate testo e foto di Aura Marcelli Cresce

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE Regione Umbria

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE Regione Umbria OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE Regione Umbria ANDAMENTO CONGIUNTURALE DEL TURISMO IN UMBRIA Aprile 2007 4 report a cura di SOMMARIO Premessa...3 1. L ANDAMENTO CONGIUNTURALE DEL TURISMO IN UMBRIA...4

Dettagli

Le evidenze dell analisi del patrimonio informativo di EURISC Il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF

Le evidenze dell analisi del patrimonio informativo di EURISC Il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF Barometro CRIF della domanda di credito da parte delle famiglie: a ottobre ancora vivace la domanda di mutui (+42,5%) e prestiti finalizzati (+17,8%). In controtendenza, si consolida la flessione dei prestiti

Dettagli

1 Rapporto dell Osservatorio Nazionale sul Turismo

1 Rapporto dell Osservatorio Nazionale sul Turismo 1 Rapporto dell Osservatorio Nazionale sul Turismo a cura di Flavia Maria Coccia Direzione Operativa Isnart Unioncamere Roma, 14 luglio 2011 www.isnart.it 1 L occupazione delle camere nelle imprese ricettive

Dettagli

Quale opportunità e vantaggi offre l affiliazione ad un Brand

Quale opportunità e vantaggi offre l affiliazione ad un Brand Quale opportunità e vantaggi offre l affiliazione ad un Brand MAURO SANTINATO Presidente Teamwork Sviluppo del prodotto hotel Analisi di mercato Studi di fattibilità Studio dei trends Ricerche sul territorio

Dettagli

Comunicato Stampa Mantova, 18 febbraio 2014 I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE PER IL PRIMO TRIMESTRE 2014

Comunicato Stampa Mantova, 18 febbraio 2014 I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE PER IL PRIMO TRIMESTRE 2014 Comunicato Stampa Mantova, 18 febbraio 2014 I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE PER IL PRIMO TRIMESTRE 2014 Il Servizio Informazione e Promozione Economica della Camera di Commercio di Mantova rende

Dettagli

Confcommercio Pordenone Osservatorio trimestrale sull andamento delle imprese del terziario di Pordenone

Confcommercio Pordenone Osservatorio trimestrale sull andamento delle imprese del terziario di Pordenone Sintesi01 Pordenone, 22/02/13 Confcommercio Pordenone Osservatorio trimestrale sull andamento delle imprese del terziario di Pordenone Peggiora il clima di fiducia delle imprese del terziario della provincia

Dettagli

Le politiche regionali per la disciplina e lo sviluppo dell agriturismo in Toscana

Le politiche regionali per la disciplina e lo sviluppo dell agriturismo in Toscana Consiglio Regionale della Toscana Valutazione delle politiche regionali Progetto di ricerca n. 2 Aprile 2008 a cura del Settore Analisi della Normazione. Biblioteca del Consiglio regionale Le politiche

Dettagli

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management EDILIZIA di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management DEFINIZIONE DEL SETTORE Nel settore edilizio possono essere individuati 2 micro-settori: edilizia residenziale in conto proprio:

Dettagli

BORTOLUSSI: DETASSARE LE TREDICESIME AI CASSAINTEGRATI

BORTOLUSSI: DETASSARE LE TREDICESIME AI CASSAINTEGRATI BORTOLUSSI: DETASSARE LE TREDICESIME AI CASSAINTEGRATI Il costo per le casse pubbliche non dovrebbe superare i 150 milioni di euro. Secondo un sondaggio della CGIA, negli ultimi 10 anni la quota di spesa

Dettagli

PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15

PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15 PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15 Sommario Presentazione generale...3 1. LA QUALITA e IL MARCHIO OSPITALITA ITALIANA...4 1.1 Elementi base della qualità totale nelle

Dettagli

(traccia di business plan da allegare alla domanda in duplice copia e possibilmente senza spillature)

(traccia di business plan da allegare alla domanda in duplice copia e possibilmente senza spillature) Modello A (traccia di business plan da allegare alla domanda in duplice copia e possibilmente senza spillature) Ragione sociale dell impresa o Titolo del progetto imprenditoriale BUSINESS PLAN per l accesso

Dettagli

primo trimestre 2012

primo trimestre 2012 osservatorio congiunturale sulle imprese della provincia di Latina primo trimestre 2012 Pierluigi Ascani Format Research Sala Conferenze Facoltà di Economia Università di Roma Sapienza, Sede di Latina

Dettagli

RILEVAZIONE SALDI INVERNALI 2014. Risultati di sintesi

RILEVAZIONE SALDI INVERNALI 2014. Risultati di sintesi RILEVAZIONE SALDI INVERNALI 2014 Risultati di sintesi 2 Rilevazione Saldi invernali 2014 - I risultati Panel e note metodologiche Altri beni persona 9% Altre merceologie 6% Calzature 14% Abbigliamento

Dettagli

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 4 trimestre 2015 e previsioni 1 trimestre 2016

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 4 trimestre 2015 e previsioni 1 trimestre 2016 CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 4 trimestre 2015 e previsioni 1 trimestre 2016 Trieste, 19 febbraio 2016 Corso Vittorio Emanuele II, 47-33170 Pordenone - Tel. +39 0434 381211 - fax +39 0434

Dettagli

Turnaround. Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Ferrara ed il caso Sedie Italiane Srl. di Massimo Lazzari (*)

Turnaround. Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Ferrara ed il caso Sedie Italiane Srl. di Massimo Lazzari (*) Turnaround Tecniche Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Ferrara ed il caso Sedie Italiane Srl di Massimo Lazzari (*) In questo sesto contributo verranno pubblicati i risultati di un osservatorio

Dettagli

Negli ultimi 12 mesi, la sua famiglia ha effettuato interventi di ristrutturazione dell'abitazione principale? 20,7

Negli ultimi 12 mesi, la sua famiglia ha effettuato interventi di ristrutturazione dell'abitazione principale? 20,7 % Dalla riqualificazione (anche energetica) degli edifici nuova linfa al settore immobiliare Nomisma e Saie fotografano il trend e le prospettive della ri-qualificazione energetica e del ri-uso urbano

Dettagli

L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015

L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015 Maggio 2015 L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015 Presentazione Rapporto UNIDI definitivo sul mercato 2013 e stima 2014 Il progetto KEY-STONE Presentazione rapporto sul periodo

Dettagli

DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC

DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC INCONTRO 31 GENNAIO 2012 TRA ASSTEL E SLC-CGIL, FISTEL-CISL E UILCOM-UIL SUL RINNOVO DEL CONTRATTO COLLETTIVO DI LAVORO Sviluppo e

Dettagli

MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 -

MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 - MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 - Sono 96.369 le imprese registrate alla Camera di commercio al 30 giugno 2015,

Dettagli

La vendita dei viaggi organizzati nella destinazione Italia nel 2014 e le previsioni per il 2015: i grandi buyer internazionali

La vendita dei viaggi organizzati nella destinazione Italia nel 2014 e le previsioni per il 2015: i grandi buyer internazionali La vendita dei viaggi organizzati nella destinazione Italia nel 2014 e le previsioni per il 2015: i grandi buyer internazionali Il sistema dei viaggi organizzati nel mondo e verso l Italia Il sistema dei

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA. Studio sul turismo nelle abitazioni private

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA. Studio sul turismo nelle abitazioni private OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA Studio sul turismo nelle abitazioni private 18 Febbraio 2014 Elena di Raco, Dipartimento Ricerca IS.NA.R.T Le fasi dello studio Indagine ai Comuni Rivolta

Dettagli

INDAGINE APRILE 2016

INDAGINE APRILE 2016 INDAGINE APRILE 2016 COMUNICATO STAMPA MILANO, 1 APRILE 2016 La crisi è passata anzi no, italiani confusi rispetto alla crisi e alla sua durata: il 33% degli intervistati ritiene che sia in atto una debole

Dettagli

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese pugliesi: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese pugliesi: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese pugliesi: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Presentati oggi i risultati dello studio di UniCredit, dedicato

Dettagli

Alimentazione naturale

Alimentazione naturale B Alimentazione naturale Secondo i dati dell ISMEA (Osservatorio del mercato dei prodotti biologici), in un anno di crisi come il 2010 i consumi di prodotti ortofrutticoli biologici hanno avuto un andamento

Dettagli

Rapporto Irisnetwork seconda edizione Questionario potenziali imprese sociali

Rapporto Irisnetwork seconda edizione Questionario potenziali imprese sociali Rapporto Irisnetwork seconda edizione Questionario potenziali imprese sociali nome e cognome intervistato: indirizzo email di contatto: sito internet dell impresa: I sezione: Costituzione dell impresa

Dettagli

Provincia e nel Comune

Provincia e nel Comune Il turismo nella Provincia e nel Comune di Siena Anno 2015 (Elaborazioni Centro Studi Turistici di Firenze su dati Amministrazione Provinciale di Siena) STIMA DEI FLUSSI TURISTICI- METODOLOGIA Elaborazioni

Dettagli

Nuove soluzioni e nuovi strumenti per migliorare i risultati nell amministrazione e nella gestione delle strutture alberghiere

Nuove soluzioni e nuovi strumenti per migliorare i risultati nell amministrazione e nella gestione delle strutture alberghiere Nuove soluzioni e nuovi strumenti per migliorare i risultati nell amministrazione e nella gestione delle strutture alberghiere 6 MARZO 2014 BUSINESS VALUE SRL BUSINESS VALUE è una società di consulenza

Dettagli

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI RISULTATI GENERALI Nel settore dei Servizi, come noto, sono presenti realtà produttive molto varie e tra loro non omogenee. Il settore ha dato nel complesso segni di

Dettagli

La domanda tiene, ma la crisi emerge

La domanda tiene, ma la crisi emerge La domanda tiene, ma la crisi emerge Sintesi del II Rapporto sulla Competitività e attrattività del sistema turistico Gardesano Roberta Apa Luciano Pilotti, Alessandra Tedeschi-Toschi Università di Milano

Dettagli

Le imprese in questo nuovo scenario.

Le imprese in questo nuovo scenario. Banche credito tassi - imprese: un nuovo scenario Le imprese in questo nuovo scenario. 1 Mercoledì 26 ottobre 2011, ore 16.00 Palazzo Bonin - Corso Palladio 13 Vicenza Aspetti fondamentali del nuovo scenario:

Dettagli

Osservatorio Turistico

Osservatorio Turistico Osservatorio Turistico Turismo: congiuntura, profilo della domanda, identikit e bisogni delle imprese savonesi Savona, 4 febbraio 2005 ISNART S.c.p.A. Chi è Cosa fa Mercato Istituto Nazionale Ricerche

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO 2014 Gennaio 2015 A cura di Periodo di riferimento 2014 Pagina 1 di 25 Storia del documento Copyright:

Dettagli

Parchi di divertimento Indagine sull andamento della stagione 2013

Parchi di divertimento Indagine sull andamento della stagione 2013 Parchi di divertimento Indagine sull andamento della stagione 2013 1 La stagione 2013 Al termine della stagione 2013 l indagine analizza l andamento del settore dei parchi di divertimento italiani intendendosi

Dettagli

L ECONOMIA REGGIANA alle soglie del 2015

L ECONOMIA REGGIANA alle soglie del 2015 Osservatorio economico, coesione sociale, legalità L ECONOMIA REGGIANA alle soglie del 2015 i principali indicatori A cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio di Il contesto internazionale Stime

Dettagli

La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015

La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015 Turismo & Toscana La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015 Il turismo nell economia Toscana Nel 2014 oltre 43,5 milioni di presenze ufficiali (+ 3 milioni

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER CARE ALLE IMPRESE CERTIFICATE OSPITALITA ITALIANA

INDAGINE DI CUSTOMER CARE ALLE IMPRESE CERTIFICATE OSPITALITA ITALIANA INDAGINE DI CUSTOMER CARE ALLE IMPRESE CERTIFICATE OSPITALITA ITALIANA MARCHIO OSPITALITA ITALIANA Luglio 2014 A cura di Premessa L indagine di seguito presentata svolta dalla Comitel&Partners per conto

Dettagli

Piani integrati per lo sviluppo locale. Progetti di marketing territoriale. Progettazione e start-up di Sistemi Turistici Locali

Piani integrati per lo sviluppo locale. Progetti di marketing territoriale. Progettazione e start-up di Sistemi Turistici Locali Piani integrati per lo sviluppo locale Progetti di marketing territoriale Progettazione e start-up di Sistemi Turistici Locali Sviluppo di prodotti turistici Strategie e piani di comunicazione Percorsi

Dettagli

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi. BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Dettagli

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Presentati i risultati dello studio di UniCredit, dedicato

Dettagli

08.15 RAPPORTO MENSILE

08.15 RAPPORTO MENSILE 08.15 RAPPORTO MENSILE Agosto Crescita economica, Imprese 1 Mercato del lavoro 3 Inflazione 5 Commercio estero 6 Turismo 8 Credito 9 Frutticoltura, Costruzioni 10 Congiuntura internazionale 11 Autori Luciano

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI Divisione VIII PMI e Artigianato Indagine

Dettagli

Congiuntura, trend e investimenti nel settore cosmetico

Congiuntura, trend e investimenti nel settore cosmetico Milano, 20 dicembre 2011 Congiuntura, trend e investimenti nel settore cosmetico Fabio Rossello Presidente Unipro Scenario mondiale Rallentamento dell economia americana e difficile ripresa per le altre

Dettagli

Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi

Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi ALESSANDRO TORTELLI Direttore Centro Studi Turistici Firenze Via Piemonte 7

Dettagli

Banca Marche a supporto delle nuove imprese

Banca Marche a supporto delle nuove imprese Banca Marche a supporto delle nuove imprese Università di Urbino 23/01/2014 Giordano Fulvi Responsabile Servizio Marketing PMI 1 PREMESSA Il perdurare della crisi sta determinando un trend negativo nel

Dettagli