Unità didattica 4: Igiene personale: abilità pratiche

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Unità didattica 4: Igiene personale: abilità pratiche"

Transcript

1 Unità didattica 4: Igiene personale: abilità pratiche In questa unità didattica verranno appresi alcuni consigli e alcune tecniche per lavare i soggetti disabili e gli aiuti tecnici disponibili per eseguire queste operazioni in un modo più semplice. IMPORTANTE: Rispettare il più possibile l intimità del soggetto, tenere conto che, anche se si è abituati ad avere questo incarico, la persona probabilmente non lo è. Questo è più importante se la persona che si assiste è di sesso diverso. Valutare le possibilità che la persona riesca ad eseguire alcune di queste attività igieniche autonomamente, incoraggiandola a fare il più possibile, in questo modo si favorirà la sua autonomia personale. 4.1 Incontinenza L incontinenza è l incapacità di trattenere l urina in vescica. Alcune strategie per trattarla: 1 Il trattamento della vescica Il soggetto deve seguire un programma giornaliero per urinare, per esempio, ogni due ore. Tra i momenti programmati per urinare, il soggetto deve resistere alla necessità di svuotare la vescica. L assistente deve effettuare un monitoraggio, al fine di osservare i progressi e comunicarli agli operatori sanitari. Cateterizzazione intermittente Questa è una tecnica per affrontare i problemi vescicali legati all evacuazione insufficiente di urina. Consiste nell introduzione di un piccolo tubo, chiamato catetere lungo l uretra, per consentire l uscita dell urina attraverso esso. Non è necessario utilizzare prodotti sterili, ma bisogna seguire le norme igieniche di base. L auto-cateterismo intermittente favorisce l autonomia e aiuta a mantenere la fiducia in se stessi, ma richiede un livello di abilità manuale sufficiente. Una volta che il soggetto disabile si impadronisce di questa tecnica, si sentirà più sicuro, avendo il

2 controllo dei suoi problemi alla vescica. Altri consigli per trattare l incontinenza: Collettore per l incontinenza: E 'un dispositivo disponibile per gli uomini. È simile a un preservativo, e include un tubo collegato ad un sacchetto che aderisce alla gamba. L assistente o il soggetto disabile è responsabile per la pulizia e per il cambio giornaliero del sacchetto. Il collettore non è collegato all'uretra, riducendo le probabilità di infezioni. Catetere vescicale: Tubo sterile introdotto nella vescica, collegato ad un sacchetto che deve essere svuotato quando necessario. Dispositivi assorbenti: Quali pannolini, assorbenti, garze vanno cambiati tutte le volte che è necessario e se l'igiene non è corretta possono causare infezioni o piaghe. ALCUNI CONSIGLI PER SVUOTARE I CATETERI E I COLLETTORI: Non sollevare la sacca sopra la vescica perché potrebbe causare un riflusso di urina e causare infezioni. I tubi devono essere fissati correttamente e la sede del fissaggio deve essere cambiata al fine di evitare ferite e irritazioni della pelle. Se il paziente cammina, la sacca può essere fissata alla caviglia e coperta con il pantalone. Se il paziente è allettato, la sacca può essere posizionata sotto il letto senza che tocchi il pavimento. 2

3 4.2 Cura delle diverse parti del corpo È importante prendere in considerazione queste indicazioni per l igiene delle diverse parti del corpo, come linee guida generali. Capelli Usare una shampoo delicato. Strofinare i capelli dolcemente. Asciugare completamente i capelli, dopo il risciacquo. Rasatura: usare la macchinetta per evitare tagli. Pelle Bisogna tenere la pelle pulita, asciutta e idratata. Quando si esegue il processo igienico, bisogna attivare la circolazione con un massaggio delicato. Prendersi cura delle piaghe, lavarle e asciugarle bene. Viso Lavare il viso e il collo giornalmente con un sapone naturale e acqua. Pulire gli occhi con un siero. Pulire le orecchie con il cotone. Denti e denti finti Andranno sempre spazzolati, dopo ogni pasto. Genitali Devono essere puliti in direzione avantidietro. Il prepuzio deve essere messo da una parte. Asciugare bene. Piedi Vanno lavati giornalmente, le zone tra le dita devono essere accuratamente asciugate. Le unghia devono essere tagliate in modo retto. Mani Vanno lavate frequentemente con acqua e sapone. Le unghie vanno pulite e tagliate. 3

4 4.3. Doccia e bagno per le persone con disabilità lieve Doccia Assicurarsi che ci siano tappetini antiscivolo o adesivi nel piatto della doccia. La temperatura dell acqua dovrebbe essere tiepida e piacevole, né troppo calda, né troppa fredda. Evitare correnti d aria. Sfruttare al massimo la capacità del paziente per fare la doccia autonomamente, aiutarlo a lavarsi solo per quelle zone che non può raggiungere o non è in grado. L igiene dei genitali deve avvenire con un movimento da avanti verso dietro. RICORDA La doccia è consigliata per le persone in grado di stare in piedi e tenere l equilibrio. ALCUNI CONSIGLI: Un bagno tiepido dà una sensazione di benessere e migliora lo spirito. Il paziente non dovrebbe stare nella vasca oltre 20 minuti. È preferibile usare un accappatoio rispetto alla tovaglia per asciugare. Vasca da bagno: Se il soggetto disabile non ha a disposizione una doccia... È possibile aiutarlo ad entrare e ad uscire dalla vasca. Ci sono specifici consigli a tal proposito. Prima che il paziente esca, svuotare completamente la vasca, per evitare cadute. Coprire il soggetto con un telo da bagno prima possibile. IMPORTANTE: Prima di far entrare il soggetto disabile dentro la vasca, assicurarsi che la temperatura dell acqua sia adeguata. Assicurarsi che non sia troppo calda perché potrebbe causare ustioni. 4

5 4.4. Doccia e bagno per le persone con disabilità grave Bagno completo a letto Togliere le lenzuola e le coperte che coprono il paziente, è possibile lasciare il cuscino, in modo che si senta più a suo agio. Togliere il pigiama e coprirlo con una grande telo da bagno, poiché questo lo mantiene al caldo e permette una maggiore libertà di movimento. Iniziare a lavare il viso con un guantone da bagno. In caso di pazienti di sesso maschile, vanno rasati prima di lavare il viso. Lavare le unghie con acqua tiepida e farlo sempre dalla parte interna a quella sterna. Le orecchie vanno pulite con cotone, non usare oggetti che possono pungere o perforare i timpani. Il passaggio successivo è quello di lavare il collo, il petto,le ascelle e le braccia. Non lasciare il sapone sul corpo per troppo tempo, poiché questo asciuga troppo la pelle e può causare prurito. IMPORTANTE: preparare tutto il necessario in anticipo: Bacinella con acqua tiepida Sapone neutro Due teli da bagno Abiti puliti Latte per il corpo Vaso da notte Due spugne, guanto da bagno o garze di cotone Guanti monouso Busta per i vestiti sporchi Pettine o spazzola per i capelli Forbici per le unghie. ALCUNI CONSIGLI: Quando è possibile, le estremità del corpo come mani e piedi verranno lavati in una bacinella, usando acqua tiepida. È necessario piegare le gambe del paziente e metterle nella bacinella, controllando che siano ben appoggiata sul fondo. Lasciare i piedi ammollo mentre si lavano le gambe. Questo rinfresca il paziente e rende più semplice i taglio delle unghie. 5

6 4.5. Mestruazione Quando il soggetto disabile è mestruata, l igiene che bisogna seguire non differisce da quella personale, bisogna solo seguire alcuni consigli: Bisogna sempre rispettare l intimità del soggetto. Usare acqua a temperatura gradevole (tiepida, né troppo fredda, né troppo calda). Usare sapone a ph neutro (specifico per l igiene personale). Il processo va fatto avanti-indietro. Risciacquare con abbondante acqua. Asciugare bene la zona. Nel caso di donne con le mestruazioni, ma con una disabilità lieve bisogna valutare se sono in grado di compiere tutto questo autonomamente, cambiare la loro tovaglia personale ecc., favorendo la loro autonomia. Nel caso abbiamo una disabilità più grave e non sono in grado di fare tutto ciò autonomamente bisognerà compiere questi passaggi più frequentemente, in base al flusso della donna. Bisognerà cambiare la sua tovaglia personale ogni volta che viene lavata Cura della pelle. Piaghe da decubito a causa della pressione I soggetti disabili generalmente non si muovono per lungi periodi, specialmente coloro che soffrono di gravi disabilità. La mancanza di mobilità, pressa costantemente le stesse zone (talloni, ginocchia, osso sacro e testa) e questa pressione può provocare l erosione della pelle, insieme alla mancanza di flusso sanguigno, provocando lesioni chiamate piaghe dovute alla pressione. Queste sono molto difficili da guarire, ecco perché è così importante fare attenzione ad esse. Supino Piede: Nel caso il paziente trascorre un lungo periodo a letto, bisogna posizionare i piedi verso l alto. Se è presente una barra o una tavola nel letto nella zona del piede, è possibile mettere un cuscino o una tovaglia sotto il piede per aiutarlo a mantenere le caviglie flesse. 6

7 Fianchi: I fianchi tendono ad essere aperti o chiusi, così da poter mantenere la posizione naturale. Nel caso in cui tendono verso fuori, si può posizionare un cuscino o un guanciale tra le ginocchia, anche per evitare di sfregare tra loro e la formazione di croste a causa della pressione. Nel caso in cui stanno separate, si dovrebbe posizionare un cuscino ad ogni lato della gamba (saranno fissati alla biancheria da letto). Braccia: Se le braccia tendono ad essere piegate, si possono posizionare leggermente distese (non completamente, in quanto ciò causerebbe dolore) con l'aiuto di cuscini e guanciali. Si deve cercare di non lasciare le mani in una posizione di chiusura. Ginocchio: È preferibile mantenere una leggera flessione per ridurre la tensione provocata da uno stiramento completo. Busto e capo: Bisogna evitare un eccessiva flessione o movimento della testa. La scelta del cuscino è importante se il soggetto rimarrà allettato per un lungo periodo. È possibile posizionare due cuscini, in modo tale che entrambe le spalle siano sollevate e per evitare una flessione eccessiva del collo. 7

8 Lateralmente Questa posizione è molto simile alla precedente, l unica differenza è che se il soggetto si stanca a stare troppo in posizione supino o se sente dolore, si può posizionare un cuscino sul retro (solo su un lato, dalla spalla al fianco) in modo tale che il soggetto stia leggermente inclinato. In questo modo è possibile modificare la pressione sui glutei e fianchi, non mettendo il soggetto completamente inclinato. 4.7.Dispositivi tecnici disponibili Verranno adesso spiegati alcuni dei diversi ausili tecnici a disposizione per aiutarvi nel processo di igiene del soggetto disabile in un modo più sicuro per entrambi. Sedile da vasca Tavola supportata ai lati della vasca e fissata sotto le sponde. Sedile girevole: è sostenuto sui lati della vasca e può essere ruotato. Il soggetto potrebbe aver bisogno di un aiuto per sollevare le gambe, questi sedili sono molto utili in questi casi, ma bisogna tenere presente che non dovrebbero superare l altezza della vasca. Sedile da doccia 8 Sedile fisso: se si tratta di un sedile ribaltabile, mostra il vantaggio di poter essere ripiegato quando non viene usato, alcuni modelli hanno dei braccioli che ne aumentano la stabilità. Poltrona da doccia con ruote, simile ai

9 modelli convenzionali, ma può bagnarsi. Alcune di queste possiedo un foro centrale per l igiene personale. Accessori per l igiene personale Esistono pettini con manici lunghi ed altre tipologie di impugnature speciali, più spessi e a forma di gancio per una buona impugnatura. Esistono anche spugne a manico lungo che possono essere piegate, spugne con elastico e guanti di diversi materiali, quando è difficile l impugnatura Esiste un modello di spugna per i piedi con uno speciale manico lungo, con una spugna sottile per lavare la zone tra le dita. Esistono erogatori di sapone che possono essere posizionati a muro, molto più semplici da usare rispetto ai modelli tradizionali. Accessori per la toilette La carta igienica deve essere accessibile da seduti. Un alternativa alla carta igienica tradizionale sono i dispensatori di carta, già tagliati, o le salviette usate per la detersione dei bambini. Ci sono parti sollevate che combaciano direttamente con il gabinetto, alcuni di questi sono provvisti di braccioli che aiutano ad alzarsi Queste tavolette che sono fissate al muro alla giusta altezza sono generalmente più utili ad alzarsi rispetto ai braccioli, in quanto sono più lunghe e stabili. Per quei soggetti con pelli molto delicate, che sono molto sottili o corrono il pericolo di piaghe, si può adoperare un sedile con cuscino. 9

IGIENE PERSONALE E RIFACIMENTO LETTO

IGIENE PERSONALE E RIFACIMENTO LETTO IGIENE PERSONALE E RIFACIMENTO LETTO Dr.ssa Roberta Boldrini Roma, 28 gennaio 2012 Le cure igieniche L igiene è la scienza della salute e del suo mantenimento L igiene personale è la cura di sé con la

Dettagli

www.unionecomuni.re.it - info@unionecomuni.re.it www.parcoappennino.it

www.unionecomuni.re.it - info@unionecomuni.re.it www.parcoappennino.it LINEE GUIDA PRESTAZIONI SOCIO ASSISTENZIALI DOMICILIARI Note di carattere generale: 1. Ogni operatore dovrà essere dotato di ausili, conservati in spazi appositi e separati; 2. ogni operatore deve indossare

Dettagli

Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti

Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti In questa unità didattica si impara come si può aiutare una persona a muoversi, quando questa persona non può farlo in modo autonomo. Quindi, è necessario

Dettagli

L igiene del paziente

L igiene del paziente L igiene del paziente a cura di Enzo VISSANI L igiene personale garantisce che la pelle sia mantenuta in buone condizioni e quindi possa svolgere le sue funzioni che sono: protezione del corpo protezione

Dettagli

L igiene. Si rimandano i lettori all opera completa, pubblicata da Maggioli Editore. **** Puoi ordinare una copia qui. a) Cambio biancheria del letto:

L igiene. Si rimandano i lettori all opera completa, pubblicata da Maggioli Editore. **** Puoi ordinare una copia qui. a) Cambio biancheria del letto: L articolo che segue è tratto dal testo Assistere a casa. Suggerimenti e indicazioni per prendersi cura di una persona malata di G. Casale e C. Mastroianni. Si rimandano i lettori all opera completa, pubblicata

Dettagli

6.3 Organizzare l ambiente

6.3 Organizzare l ambiente 6.3 Organizzare l ambiente 6.3.1. Introduzione Il normale ambiente domestico può creare alla persona di cui ci si prende cura problemi di accesso, come le scale, e può anche essere pericoloso, come varie

Dettagli

LE ULCERE DA PRESSIONE

LE ULCERE DA PRESSIONE OPUSCOLO INFORMATIVO PER L'UTENTE E PER CHI LO ASSISTE LE ULCERE DA PRESSIONE SERVIZIO DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA DOMICILIARE AZIENDA USL 12 VERSILIA Che cos'e l'ulcera da pressione? L'ulcera da pressione

Dettagli

Una guida per aiutarvi a gestire il catetere e le sacche di drenaggio

Una guida per aiutarvi a gestire il catetere e le sacche di drenaggio Una guida per aiutarvi a gestire il catetere e le sacche di drenaggio Un catetere può migliorare la vostra salute e qualità di vita. Siccome sappiamo che potrebbe richiedere un bel po di adattamento, abbiamo

Dettagli

ESERCIZI FISICI Esercizio 1. Schiena e spalle Esercizio 2. Collo e vertebre cervicali

ESERCIZI FISICI Esercizio 1. Schiena e spalle Esercizio 2. Collo e vertebre cervicali ESERCIZI FISICI Sono utili da eseguire prima o dopo la pratica sul pianoforte, per sciogliere, allungare e rinforzare le parti coinvolte nell azione pianistica. Devono essere affrontati con ritmo cadenzato

Dettagli

Dalla. PROTESI d ANCA. al ritorno alla vita quotidiana

Dalla. PROTESI d ANCA. al ritorno alla vita quotidiana Dalla PROTESI d ANCA al ritorno alla vita quotidiana Opuscolo a cura di: RSA di Antey - Saint-André: Servizio di Riabilitazione Area Territoriale Fisioterapisti: Nicole Torresan e Nicoletta La Torre Tel.

Dettagli

LA GESTIONE DELLA PERSONA CON CATETERE VESCICALE A PERMANENZA

LA GESTIONE DELLA PERSONA CON CATETERE VESCICALE A PERMANENZA OPUSCOLO INFORMATIVO LA GESTIONE DELLA PERSONA CON CATETERE VESCICALE A PERMANENZA SERVIZIO DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA DOMICILIARE AZIENDA USL 12 VERSILIA Questa guida è stata pensata per aiutarla a

Dettagli

53 Congresso Nazionale Sigg L Italia? Non è un paese per vecchi 7 Corso di Riabilitazione geriatrica: un approccio globale Firenze 26/29-11-2008

53 Congresso Nazionale Sigg L Italia? Non è un paese per vecchi 7 Corso di Riabilitazione geriatrica: un approccio globale Firenze 26/29-11-2008 53 Congresso Nazionale Sigg L Italia? Non è un paese per vecchi 7 Corso di Riabilitazione geriatrica: un approccio globale Firenze 26/29--28 Linee guida T.O. C Cotroneo T.O. M. Quadrana, T.O. D. russo

Dettagli

ESERCIZI PRATICI. ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico

ESERCIZI PRATICI. ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico La al ESERCIZI PRATICI ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico L attività fisica è fondamentale per sentirsi bene e per mantenersi in forma. Eseguire degli esercizi di ginnastica dolce, nel postintervento,

Dettagli

Corso di Qualifica Professionale Operatore Socio-Sanitario (O.S.S.) ELEMENTI DI IGIENE. Igiene personale ed ambientale

Corso di Qualifica Professionale Operatore Socio-Sanitario (O.S.S.) ELEMENTI DI IGIENE. Igiene personale ed ambientale Corso di Qualifica Professionale Operatore Socio-Sanitario (O.S.S.) ELEMENTI DI IGIENE Igiene personale ed ambientale Tecnico della Prevenzione Azienda Sanitaria Locale LECCE Come affrontare i problemi

Dettagli

Posture, mobilizzazioni e ausili

Posture, mobilizzazioni e ausili Corso per Assistenti familiari Posture, mobilizzazioni e ausili Ft Fabio Sandrin Posture Postura supina Decubito laterale Cambio di postura Va fatto almeno ogni 2 ore Nella posizione supina si piegano

Dettagli

Linee Guida per una Ginnastica utile per le Mani.

Linee Guida per una Ginnastica utile per le Mani. Dottor Giuseppe Internullo Specialista in Ortopedia e Traumatologia Specialista in Chirurgia della Mano e Microchirurgia Ortopedica Università di Modena. Linee Guida per una Ginnastica utile per le Mani.

Dettagli

IGIENE PERSONALE OSPITI NEL RISPETTO DELLA PRIVACY

IGIENE PERSONALE OSPITI NEL RISPETTO DELLA PRIVACY Pag. 1 di 8 EFFETTUARRE UNA CORRETTA IGIENE PERSONALE ALL OSPITE NEL INDICE DELLE REVISIONI Numero Data Descrizione Paragrafi Variati Pagine Variate 00 01/02/16 Prima emissione TUTTI TUTTE RESPONSABILITA

Dettagli

Esercizi per collo, spalle e braccia.

Esercizi per collo, spalle e braccia. DA FARE IN CASA - Esercizi pratici per mantenersi in forma. Esercizi per collo, spalle e braccia. 1 - Muscoli spalle e braccia Sdraiati sulla schiena, sollevare un leggero peso sulla testa e flettendo

Dettagli

Myrtaven ti propone un programma completo di esercizi e automassaggi, per aiutarti a mantenere le tue gambe attive e in forma 7 giorni su 7.

Myrtaven ti propone un programma completo di esercizi e automassaggi, per aiutarti a mantenere le tue gambe attive e in forma 7 giorni su 7. Myrtaven ti propone un programma completo di esercizi e automassaggi, per aiutarti a mantenere le tue gambe attive e in forma 7 giorni su 7. lunedì datti lo sprint martedì RINVIGORISCITI mercoledì tonificati

Dettagli

Dispositivo di assistenza meccanica al circolo. Consigli per la prevenzione delle infezioni

Dispositivo di assistenza meccanica al circolo. Consigli per la prevenzione delle infezioni Dispositivo di assistenza meccanica al circolo Consigli per la prevenzione delle infezioni Gentile questo e il vademecum del dispositivo di assistenza meccanica al circolo che le è stato applicato. Lo

Dettagli

Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching

Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching Consigli generali Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching muscolare. Quando l hai eseguito quanto più comodamente possibile, rimani così per 5-10 secondi e poi

Dettagli

15 MINUTI AL GIORNO PER EVITARE IL MAL DI SCHIENA

15 MINUTI AL GIORNO PER EVITARE IL MAL DI SCHIENA International Pbi S.p.A. Milano Copyright Pbi SETTEMBRE 1996 15 MINUTI AL GIORNO PER EVITARE IL MAL DI SCHIENA Introduzione I muscoli e le articolazioni che danno sostegno alla nostra schiena spesso mancano

Dettagli

2 Risalire a letto Appoggiare il sedere al bordo del letto, con le mani appoggiate

2 Risalire a letto Appoggiare il sedere al bordo del letto, con le mani appoggiate APPENDICE ESERCIZI POST-OPERATORI CONSIGLIATI 1 Scendere dal letto Da supino a letto sollevare il tronco sostenendosi sui gomiti, portare il dorso del piede sano sotto la caviglia dell arto operato, per

Dettagli

Che cosa sono i coni vaginali? A che cosa servono i coni vaginali?

Che cosa sono i coni vaginali? A che cosa servono i coni vaginali? 9. I coni vaginali I coni vaginali sono stati ideati nel 1985 da Stanislov Plevnik come strumento di ausilio per valutare e rinforzare i muscoli del pavimento pelvico (perineo). Il pavimento pelvico forma,

Dettagli

Riscaldamento/Rilassamento

Riscaldamento/Rilassamento Riscaldamento/Rilassamento Eseguite ciascuno dei movimenti almeno quattro volte da ogni lato in maniera lenta e controllata. Non trattenete il respiro. 1) Testa Sollevate e abbassate la testa. Fissate

Dettagli

Nozioni di base per assicurare una buona assistenza alla persona seguita a domicilio

Nozioni di base per assicurare una buona assistenza alla persona seguita a domicilio Nozioni di base per assicurare una buona assistenza alla persona seguita a domicilio Infermiera Margarita Pamela Cividale del Friuli, 30 gennaio 2012 Margarita Pamela 1 Tra il 1943 e il 1954 lo psicologo

Dettagli

Toelettatura del Flat Coated Retriever

Toelettatura del Flat Coated Retriever Toelettatura del Flat Coated Retriever Come altri cani a pelo semilungo frangiato, il flat coated retriever non ha bisogno di eccessive e partcolari cure del mantello. Il manto di copertura è costituito

Dettagli

La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce

La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce 4. Esercizi raccomandati La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce una indicazione ed un invito ad adottare un vero e proprio stile di vita sano, per tutelare l integrità e conservare

Dettagli

ww.chirurgiarticolare.it riproduzione vietata

ww.chirurgiarticolare.it riproduzione vietata Il trattamento delle sindromi rotulee non può essere lo stesso in ogni paziente. Sarà il medico curante a prescrivere, in base alla patologia quale dei seguenti esercizi dovrà essere praticato. E' importante

Dettagli

PREVENZIONE E CURA DEL MAL DI SCHIENA

PREVENZIONE E CURA DEL MAL DI SCHIENA PREVENZIONE E CURA DEL MAL DI SCHIENA Indicazioni Generali Gli esercizi Consigli utili Indicazioni generali Questo capitolo vuole essere un mezzo attraverso il quale si posso avere le giuste informazioni

Dettagli

Guida al paziente con frattura di femore trattato con

Guida al paziente con frattura di femore trattato con UNITA' OPERATIVA SERVIZI DI ASSISTENZA RIABILITATIVA AI SOGGETTI DISABILI DISTRETTO GHILARZA - BOSA Responsabile Dr.ssa Luisella Congiu 0785/562535 Guida al paziente con frattura di femore trattato con

Dettagli

ISTRUZIONI PER L UTILIZZO SCALA DI VALUTAZIONE RELATIVA ALLE PRINCIPALI ATTIVITÀ DI VITA QUOTIDIANA

ISTRUZIONI PER L UTILIZZO SCALA DI VALUTAZIONE RELATIVA ALLE PRINCIPALI ATTIVITÀ DI VITA QUOTIDIANA AMBITO TERRITORIALE BR DISTRETTO SOCIO-SANITARIO BR nome: Data di nascita: SEDE DI VALUTAZIONE: DATA: ISTRUZIONI PER L UTILIZZO SCALA DI VALUTAZIONE RELATIVA ALLE PRINCIPALI ATTIVITÀ DI VITA QUOTIDIANA

Dettagli

Esercizio 8) Posizione supina. Braccia distese lungo i fianchi e gambe semiflesse. Sollevare il bacino e mantenere alcuni secondi.

Esercizio 8) Posizione supina. Braccia distese lungo i fianchi e gambe semiflesse. Sollevare il bacino e mantenere alcuni secondi. Dr.Italo Paolini, Medico di medicina generale, Z.T.13 AP, ASUR Marche, Via Salaria 15-63043 Arquata del tronto (AP) Tel.0736809408E-mail: italopaolini@gmail.com TERAPIA DEL DOLORE Ti propongo una serie

Dettagli

Consigli ai genitori. La dermatite atopica Come curarla

Consigli ai genitori. La dermatite atopica Come curarla Consigli ai genitori La dermatite atopica Come curarla I consigli Quando? Al momento di una diagnosi certa o nelle ricadute Come? Con spiegazioni orali, con scheda Perché Serve a rendere autonomo il genitore,

Dettagli

MANUALE DI PRIMO SOCCORSO. (..il lupetto pensa agli altri come sé stesso.. )

MANUALE DI PRIMO SOCCORSO. (..il lupetto pensa agli altri come sé stesso.. ) MANUALE DI PRIMO SOCCORSO (..il lupetto pensa agli altri come sé stesso.. ) IN OGNI CASO,PRIMA DI TUTTO CHIAMARE UN ADULTO O SE SIAMO COL BRANCO, UN VECCHIO LUPO 1) FERITE e ABRASIONI cutanee Cosa sono?

Dettagli

«Top 10» per l inverno

«Top 10» per l inverno «Top 10» per l inverno Suva Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Tel. 041 419 51 11 Ordinazioni www.suva.ch/waswo-i Fax 041 419 59 17 Tel. 041 419 58 51 Autori dott. Hans

Dettagli

Rischio ELETTRICO Prima Parte: Pericoli e conseguenze Seconda Parte: Aspetti Legislativi / Normativi Terza Parte: Misure di protezione

Rischio ELETTRICO Prima Parte: Pericoli e conseguenze Seconda Parte: Aspetti Legislativi / Normativi Terza Parte: Misure di protezione Rischio ELETTRICO Prima Parte: Pericoli e conseguenze Seconda Parte: Aspetti Legislativi / Normativi Terza Parte: Misure di protezione Normativa ART. 15, 36, 37, 45, 165 D. Lgs.. 81/2008 ART. 6.1.7 NORMA

Dettagli

Laboratorio autonomia nell autismo

Laboratorio autonomia nell autismo Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Mary Wrobel Laboratorio autonomia nell autismo Igiene, salute e sessualità Erickson

Dettagli

Punto Insieme Sanità. Tavolo Tecnico Dermatologia Relazione conclusiva

Punto Insieme Sanità. Tavolo Tecnico Dermatologia Relazione conclusiva Punto Insieme Sanità Tavolo Tecnico Dermatologia Relazione conclusiva 25 Marzo 2015 Raccomandazioni Generali: È prioritario inserire nei LEA la prevenzione e il trattamento delle lesioni cutanee e creare

Dettagli

2 Risalire a letto Appoggiare il sedere al bordo del letto, con le mani appoggiate

2 Risalire a letto Appoggiare il sedere al bordo del letto, con le mani appoggiate Vedi l'articolo completo sui consigli per la protesi d'anca su www.chirurgiarticolare.it Link diretto cliccando qui... APPENDICE ESERCIZI POST-OPERATORI CONSIGLIATI 1 Scendere dal letto Da supino a letto

Dettagli

La prevenzione delle lesioni da pressione. a cura di Eleonora Aloi Coord. Inf. Lungodegenza

La prevenzione delle lesioni da pressione. a cura di Eleonora Aloi Coord. Inf. Lungodegenza La prevenzione delle lesioni da pressione a cura di Eleonora Aloi Coord. Inf. Lungodegenza Le lesioni da pressione: Sono aree localizzate di danno della cute e del tessuto sottostante che si realizzano

Dettagli

Per il calcolo dell indice ADL (ACTIVITIES OF DAILY LIVING) si ricorre a una scala semplificata che prevede l assegnazione di un punto per ciascuna

Per il calcolo dell indice ADL (ACTIVITIES OF DAILY LIVING) si ricorre a una scala semplificata che prevede l assegnazione di un punto per ciascuna Per il calcolo dell indice ADL (ACTIVITIES OF DAILY LIVING) si ricorre a una scala semplificata che prevede l assegnazione di un punto per ciascuna funzione indipendente così da ottenere un risultato totale

Dettagli

INRCA. ResidenzaSanitaria MedicalizzataRiabilitativa

INRCA. ResidenzaSanitaria MedicalizzataRiabilitativa INRCA ResidenzaSanitaria MedicalizzataRiabilitativa Prefazione Il presente opuscolo vuol essere un supporto per le persone che hanno un familiare anziano ammalato e si trovano a dover gestire una situazione

Dettagli

Le principali cause del mal di schiena: 1. Postura scorretta quando si è seduti, al lavoro, in casa o in automobile.

Le principali cause del mal di schiena: 1. Postura scorretta quando si è seduti, al lavoro, in casa o in automobile. ESERCIZI PER LA SCHIENA La maggior parte delle persone che viene nel nostro centro soffre di dolori alla schiena. Vi consigliamo di leggere attentamente questo opuscolo e di attenervi il più possibile

Dettagli

STRETCHING PER GLI ARTI

STRETCHING PER GLI ARTI STRETCHING PER GLI ARTI INFERIORI E SUPERIORI... 1] Stretching attivo del polpaccio (gastrocnemio) In piedi rivolti verso il muro Mantenere ben dritta la gamba posteriore Mantenere il tallone a terra Mantenere

Dettagli

Ricerca dei segni dello stress

Ricerca dei segni dello stress 5 Ricerca dei segni dello stress Prima di iniziare il massaggio vero e proprio, specialmente quando massaggiate una persona per la prima volta, accertate il livello dello stress attraverso la ricerca dei

Dettagli

Lo Stretching per il ciclista 17 semplici esercizi

Lo Stretching per il ciclista 17 semplici esercizi 2012 Lo Stretching per il ciclista 17 semplici esercizi Una raccolta di esercizi specifici per chi pratica ciclismo a tutti i livelli dall'agonista al semplice cicloturista De Servi Giuseppe STUDIO BIOMEC

Dettagli

I PIEDI DELLA PERSONA DIABETICA: CONSIGLI UTILI. Livelli alti di zucchero nel sangue possono causare problemi ai piedi e alla pelle.

I PIEDI DELLA PERSONA DIABETICA: CONSIGLI UTILI. Livelli alti di zucchero nel sangue possono causare problemi ai piedi e alla pelle. I PIEDI DELLA PERSONA DIABETICA: CONSIGLI UTILI Livelli alti di zucchero nel sangue possono causare problemi ai piedi e alla pelle. IL PIEDE DIABETICO Lo sapevi che il Diabete può creare danni alle gambe

Dettagli

Curare il mal di schiena. Nicola Magnavita

Curare il mal di schiena. Nicola Magnavita Curare il mal di schiena Nicola Magnavita Lombalgia acuta Vivo dolore alla schiena, che insorge all improvviso dopo un movimento particolare o uno sforzo ( colpo della strega ) Colpisce il 10-15% della

Dettagli

Unità Operativa Semplice Prevenzione e Trattamento della Ischemia Critica non Rivascolarizzabile

Unità Operativa Semplice Prevenzione e Trattamento della Ischemia Critica non Rivascolarizzabile AZIENDA OSPEDALIERA di Padova Unità Operativa Complessa di ANGIOLOGIA Unità Operativa Semplice Prevenzione e Trattamento della Ischemia Critica non Rivascolarizzabile COME PRENDERSI CURA DEL PIEDE QUANDO

Dettagli

I.N.R.C.A. Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico - IRCCS. U.O. DI MEDICINA RIABILITATIVA Primario: Dott. P. Pace

I.N.R.C.A. Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico - IRCCS. U.O. DI MEDICINA RIABILITATIVA Primario: Dott. P. Pace I.N.R.C.A. Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico - IRCCS www.inrca.it U.O. DI MEDICINA RIABILITATIVA Primario: Dott. P. Pace @ I.N.R.C.A. 2008 www.giobbe.net e-mail: info@giobbe.net I brillanti

Dettagli

Guida Pratica dopo intervento di Chirurgia Senologica

Guida Pratica dopo intervento di Chirurgia Senologica Guida Pratica dopo intervento di Chirurgia Senologica Il Servizio di Riabilitazione Oncologica segue la paziente nel momento dell intervento e successivamente, durante le fasi di cura e di follow-up. A

Dettagli

PROCEDURE PER CONTENERE IL RISCHIO LEGATO ALLA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI PAZIENTI E ALL ASSUNZIONE DI POSTURE INCONGRUE

PROCEDURE PER CONTENERE IL RISCHIO LEGATO ALLA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI PAZIENTI E ALL ASSUNZIONE DI POSTURE INCONGRUE 1 DIREZIONE SANITARIA A.S.L. BRESCIA SERVIZIO MEDICINA PREVENTIVA PROCEDURE PER CONTENERE IL RISCHIO LEGATO ALLA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI PAZIENTI E ALL ASSUNZIONE DI POSTURE INCONGRUE PREMESSA Nella

Dettagli

Medicazioni e bendaggi

Medicazioni e bendaggi Medicazioni e bendaggi MEDICAZIONI Con una medicazione è possibile coprire una ferita. Quando possibile una medicazione dovrebbe essere: Sterile. Se non è disponibile una medicazione sterile, usare un

Dettagli

6.5. Suggerimenti sul pronto soccorso

6.5. Suggerimenti sul pronto soccorso 6.5. Suggerimenti sul pronto soccorso In qualità di assistente è possibile trovarsi nelle condizioni in cui è necessario avere alcune nozioni di pronto soccorso. Un modo per apprendere queste competenze

Dettagli

MUOVITI PER STARE MEGLIO... E RENDI LA TUA CASA PIÙ SICURA!

MUOVITI PER STARE MEGLIO... E RENDI LA TUA CASA PIÙ SICURA! MUOVITI PER STARE MEGLIO... E RENDI LA TUA CASA PIÙ SICURA! Piano Regionale della Prevenzione 2010-12 Progetto 2.3.1A Interventi di comunicazione ed iniziative organizzate miranti a promuovere l attività

Dettagli

DURATA: 30 torsioni in totale.

DURATA: 30 torsioni in totale. Il warm up è la fase di riscaldamento generale a secco indispensabile prima di entrare in acqua. La funzione è quella di preparare il corpo allo sforzo, prevenire gli infortuni e migliorare la performance

Dettagli

Si rimandano i lettori all opera completa, pubblicata da Maggioli Editore. Puoi ordinare una copia qui. ****

Si rimandano i lettori all opera completa, pubblicata da Maggioli Editore. Puoi ordinare una copia qui. **** L articolo che segue è tratto dal testo Assistere a casa. Suggerimenti e indicazioni per prendersi cura di una persona malata di G. Casale e C. Mastroianni. Si rimandano i lettori all opera completa, pubblicata

Dettagli

ESERCIZI PER IL RECUPERO ARTICOLARE E MUSCOLARE DOPO INTERVENTO DI PROTESI DI ANCA

ESERCIZI PER IL RECUPERO ARTICOLARE E MUSCOLARE DOPO INTERVENTO DI PROTESI DI ANCA SERVIZIO DI RECUPERO E RIEDUCAZIONE FUNZIONALE Tel.: 030-3709750 Fax.: 030-3709403 Dirigente: Dr.ssa Carla Calabretto Aiuto: Dr. Emilio Walter Passeri Assistente: Dr. Luciano Bissolotti Assistente: Dr.ssa

Dettagli

OPUSCOLO INFORMATIVO PER L'UTENTE E PER CHI LO ASSISTE

OPUSCOLO INFORMATIVO PER L'UTENTE E PER CHI LO ASSISTE OPUSCOLO INFORMATIVO PER L'UTENTE E PER CHI LO ASSISTE GUIDA PRATICA PER LA GESTIONE DELLA PERSONA IN NUTRIZIONE ENTERALE A DOMICILIO SERVIZIO DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA DOMICILIARE AZIENDA USL 12 VERSILIA

Dettagli

A cura del personale infermieristico e OSS delle cure domiciliari con la collaborazione del Nucleo Operativo Lesioni Cutanee

A cura del personale infermieristico e OSS delle cure domiciliari con la collaborazione del Nucleo Operativo Lesioni Cutanee A cura del personale infermieristico e OSS delle cure domiciliari con la collaborazione del Nucleo Operativo Lesioni Cutanee INDICE A CHI SERVE QUESTO OPUSCOLO? 3 CHE COSA E LA PIAGA? 4 PERCHÈ SI FORMA

Dettagli

Operazioni di igiene e manutenzione

Operazioni di igiene e manutenzione OPERAZIONI DI IGIENE Operazioni di igiene dei visi del manichino Laerdal Si consiglia di fornire un singolo viso del manichino a ciascuno studente per eliminare la necessità di decontaminazione tra uno

Dettagli

Modo di Uso CUOIO CAPELLUTO

Modo di Uso CUOIO CAPELLUTO Modo di Uso CUOIO CAPELLUTO Al mattino si applicherà, frizionando vigorosamente, la Shivax Plus. Ripetere l'applicazione con la Shivax Plus la sera. Il look sarà quello di una persona che utilizza il gel.

Dettagli

ISTRUZIONI PRATICHE PER L IGIENE DEL NEONATO

ISTRUZIONI PRATICHE PER L IGIENE DEL NEONATO AZIENDA OSPEDALIERA DELLA PROVINCIA DI PAVIA Sede Legale: Viale Repubblica, 34-27100 PAVIA Tel. 0382 530596 - Telefax 0382 531174 www.ospedali.pavia.it ISTRUZIONI PRATICHE PER L IGIENE DEL NEONATO INTRODUZIONE

Dettagli

La lesione cutanea da allettamento

La lesione cutanea da allettamento Direzione Infermieristica e Tecnica Dipartimenti Cure Primarie di Ravenna, Faenza, Lugo Servizio Infermieristico Domiciliare La lesione cutanea da allettamento L'A B C per la famiglia Informazioni utili

Dettagli

Schededisupporto. Catetere a permanenza tipo Foley a palloncino ACCESSORI E MODIFICHE DESCRIZIONE FUNZIONE CONTROINDICAZIONI MODALITÀ DI UTILIZZO

Schededisupporto. Catetere a permanenza tipo Foley a palloncino ACCESSORI E MODIFICHE DESCRIZIONE FUNZIONE CONTROINDICAZIONI MODALITÀ DI UTILIZZO Catetere a permanenza tipo Foley a palloncino In lattice o in silicone 100%, abitualmente a due vie: una per il deflusso d urina, l altra per instillare l acqua che gonfia il dispositivo a palloncino che

Dettagli

CONSIGLI PER LA CURA E LA PULIZIA DELL ACCIAIO INOX E DELLE APPARECCHIATURE DI CUCINA

CONSIGLI PER LA CURA E LA PULIZIA DELL ACCIAIO INOX E DELLE APPARECCHIATURE DI CUCINA CONSIGLI PER LA CURA E LA PULIZIA DELL ACCIAIO INOX E DELLE APPARECCHIATURE DI CUCINA Introduzione La qualità dell acciaio utilizzato nella costruzione delle attrezzature per le cucine professionali è

Dettagli

APPLICATORE PER CALZE E BRACCIALI MEDICALI

APPLICATORE PER CALZE E BRACCIALI MEDICALI per punte aperte e chiuse facile da usare e da lavare compatto, leggero misure con codice colore robusto, durevole facilmente trasportabile APPLICATORE PER CALZE E BRACCIALI MEDICALI EZY-AS è un applicatore

Dettagli

MUOVITI PER STARE MEGLIO... E RENDI LA TUA CASA PIÙ SICURA!

MUOVITI PER STARE MEGLIO... E RENDI LA TUA CASA PIÙ SICURA! MUOVITI PER STARE MEGLIO... E RENDI LA TUA CASA PIÙ SICURA! Piano Regionale della Prevenzione 2010-12 Progetto 2.3.1A Interventi di comunicazione ed iniziative organizzate miranti a promuovere l attività

Dettagli

Level 1. 1 Autonomia: entrata in acqua e uscita dall acqua in sicurezza Gli allievi sanno entrare e uscire autonomamente dalla vasca.

Level 1. 1 Autonomia: entrata in acqua e uscita dall acqua in sicurezza Gli allievi sanno entrare e uscire autonomamente dalla vasca. Level 1 1 Autonomia: entrata in acqua e uscita dall acqua in sicurezza Gli allievi sanno entrare e uscire autonomamente dalla vasca. 2 Respirazione e orientamento: espirazione visibile sott acqua per tre

Dettagli

DIABETE E CURA DEI PIEDI

DIABETE E CURA DEI PIEDI DIABETE E CURA DEI PIEDI Un aspetto fondamentale del controllo del diabete è la cura appropriata dei piedi. È possibile ridurre o prevenire complicazioni gravi con una buona igiene del piede. Il vostro

Dettagli

MOVIMENTO E BENESSERE

MOVIMENTO E BENESSERE Corso di aggiornamento 2011-2012 MOVIMENTO E BENESSERE I fisioterapisti della S.O.C. Medicina Fisica e Riabilitazione Direttore ff Dott. Franzè Franco In collaborazione con Servizio di Prevenzione e Protezione

Dettagli

A cura di Marcello Ghizzo

A cura di Marcello Ghizzo IL PRIMO SOCCORSO A NOI E AGLI ALTRI A cura di Marcello Ghizzo Per cominciare Il rischio che tu o i tuoi compagni possiate restare vittime di incidenti durante la pratica sportiva, il gioco, a scuola o

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI

MANUALE DI ISTRUZIONI Passeggino 2 in 1 Royal Voyager MANUALE DI ISTRUZIONI Importante: Conservare queste istruzioni per future consultazioni ATTENZIONE: Non trasportare più bambini, borse, beni od accessori sul passeggino

Dettagli

Il lavoro al Videoterminale (VDT)

Il lavoro al Videoterminale (VDT) Servizio Prevenzione e Protezione Viale Innovazione, 2-Edificio U11-20126 Milano tel.02-64486190-fax 02-64486191 Il lavoro al Videoterminale (VDT) Effetti sulla salute e prevenzione I videoterminali Negli

Dettagli

Imbracatura da toilette Liko, mod. 40, 41 Imbracatura da toilette Orsetto, mod. 41

Imbracatura da toilette Liko, mod. 40, 41 Imbracatura da toilette Orsetto, mod. 41 Imbracatura da toilette Liko, mod. 40, 41 Imbracatura da toilette Orsetto, mod. 41 Istruzioni per l uso Italiano 7IT160186-02 Mod. 40 Mod. 41 Descrizione del prodotto L imbracatura da toilette Liko è studiata

Dettagli

BAGNO. Sollevatore da vasca elettrico

BAGNO. Sollevatore da vasca elettrico Sollevatori Sollevatore da vasca elettrico Sollevatore da vasca più leggero esistente sul mercato, il suo peso è di soli 9,3 kg ma l ausilio è allo stesso tempo resistente e compatto, inoltre può essere

Dettagli

BAVAGLIO CON TASCA DI RACCOLTA pag. 76. BAVAGLIO CON TASCA DI RACCOLTA RIPOSIZIONABILE pag. 76. MANOPOLA IMPERMEABILE pag. 77

BAVAGLIO CON TASCA DI RACCOLTA pag. 76. BAVAGLIO CON TASCA DI RACCOLTA RIPOSIZIONABILE pag. 76. MANOPOLA IMPERMEABILE pag. 77 BAVAGLIO CON TASCA DI RACCOLTA pag. 76 BAVAGLIO CON TASCA DI RACCOLTA RIPOSIZIONABILE pag. 76 MANOPOLA IMPERMEABILE pag. 77 MANOPOLA IN SPUGNA SAPONATA pag. 77 GUANTO SAPONATO IMPERMEABILE pag. 78 SET

Dettagli

servizio di Emidia Melideo, con la consulenza di Matteo Maniero, personal trainer

servizio di Emidia Melideo, con la consulenza di Matteo Maniero, personal trainer Più tonica e soda Hai sempre guardato con sospetto i classici pesini, pensando che non facessero per te? Dai un occhiata a queste foto e scoprirai tanti esercizi semplici in grado di scolpirti dalla testa

Dettagli

La Cute, Ferite e Medicazioni

La Cute, Ferite e Medicazioni La Cute, Ferite e Medicazioni OBBIETTIVI Fornire cenni di Anatomia dell Apparato Tegumentario. e Fisiologia Definire i vari tipi di ferite. Apprendere le manovre per una corretta disinfezione e medicazione.

Dettagli

ELENCO DEGLI ERRORI PRESENTI NEL DVD

ELENCO DEGLI ERRORI PRESENTI NEL DVD ELENCO DEGLI ERRORI PRESENTI NEL DVD A La realizzazione delle singole clip è stata progettata non tanto come declinazione in immagini della scheda di prestazione contenuta nel libro, quanto come contestualizzazione

Dettagli

I...Imbragature ABC Guldmann

I...Imbragature ABC Guldmann I..........Imbragature ABC Guldmann I.........Imbragature ABC Guldmann Codice Articolo xxxxx-xxx ACTIVE Micro Plus Poliestere Dimensione: XS-XXL ACTIVE Trainer Poliestere Dimensione: Kid (bambino) -XXL

Dettagli

Federica Longo Terapista Occupazionale Servizio DAT Fondazione Don Gnocchi ONLUS I.R.C.C.S. S. M. NASCENTE MILANO

Federica Longo Terapista Occupazionale Servizio DAT Fondazione Don Gnocchi ONLUS I.R.C.C.S. S. M. NASCENTE MILANO Federica Longo Terapista Occupazionale Servizio DAT Fondazione Don Gnocchi ONLUS I.R.C.C.S. S. M. NASCENTE MILANO Gli ausili per l'autonomia nella vita 1 AUTONOMIA 1,2 RECUPERO DI UN NUOVO EQUILIBRIO Relazione

Dettagli

CONCERTO. with people in mind

CONCERTO. with people in mind CONCERTO Barella doccia with people in mind Concerto 3 DOCCIA CON ASSISTENZA CON ECCEZIONALE CURA Un numero sempre maggiore di strutture di cura stanno scegliendo la doccia per le routine igieniche personali

Dettagli

La movimentazione dei pazienti

La movimentazione dei pazienti La movimentazione dei pazienti INCIDENZA DI LBP NEI REPARTI FATTORI CHE DETERMINANO POSTURE INCONGRUE PAZIENTI NON AUTOSUFFICIENTI DIMINUIRE I CARICHI DISCALI Attrezzature da lavoro e uso delle stesse

Dettagli

MALIBU. with people in mind

MALIBU. with people in mind MALIBU Il sistema flessibile per il bagno assistito with people in mind 2 Malibu RENDE ACCESSIBILI I BENEFICI DEL BAGNO Il tempo trascorso nella vasca è ben speso. Farsi il bagno è uno dei piaceri della

Dettagli

Guida per i pazienti operati di endoprotesi o artroprotesi d anca

Guida per i pazienti operati di endoprotesi o artroprotesi d anca Dipartimento Neuro Motorio Medicina Fisica e Riabilitativa Dott. Claudio Tedeschi - Direttore Guida per i pazienti operati di endoprotesi o artroprotesi d anca A cura di: Dott.ssa Procicchiani Donatella

Dettagli

Filtrazione semplice con imbuto.

Filtrazione semplice con imbuto. Filtrazione semplice con imbuto. Se si dispone di carta da filtro in fogli quadrati di 60 cm di lato, occorre tagliarli in 16 parti. Prendere una quadrato di carta da filtro di 15 cm di lato e piegarlo

Dettagli

La «Toilette a getto»

La «Toilette a getto» Biowater vi presenta il suo ultimo innovativo prodotto : La «Toilette a getto» Perche il vostro corpo ha bisogno di pulizia, igiene e confort I 4 elementi di cui avete bisogno per una vita piu sana: Mangiare

Dettagli

In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro

In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro Introduzione Che si lavori seduti o in piedi, la mancanza di movimento legata a una postura statica prolungata può a lungo andare

Dettagli

Scarpone da trekkingalpinismo. Scarpa da trekking

Scarpone da trekkingalpinismo. Scarpa da trekking COSA PORTARE NELLO ZAINO EQUIPAGGIAMENTO DA TREKKING E DA ESCURSIONISMO Quando si prepara lo zaino vengono sempre gli sessi dubbi...questo lo porto o non lo porto??...e questo mi servirà?? Se avete dei

Dettagli

Regolamento di pasticceria

Regolamento di pasticceria Regolamento di pasticceria Norme igieniche Della persona Non si possono portare orecchini, bracciali, collane e anelli in laboratorio. Avere sempre le mani pulite con unghie corte e senza smalto. Non mettere

Dettagli

CAPSULITE ADESIVA ESERCIZI PER LA RIABILITAZIONE

CAPSULITE ADESIVA ESERCIZI PER LA RIABILITAZIONE CAPSULITE ADESIVA ESERCIZI PER LA RIABILITAZIONE Esercizio nr. 1) Piegate il busto in avanti in modo che sia parallelo al pavimento ed appoggiatevi con il braccio sano ad uno sgabello o ad un tavolino.

Dettagli

ESSERE OPERATI DI GLAUCOMA

ESSERE OPERATI DI GLAUCOMA DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI DI GLAUCOMA OPUSCOLO CON INFORMAZIONI ED ISTRUZIONI PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo

Dettagli

Bagno soluzioni per la vasca

Bagno soluzioni per la vasca Accesso in vasca Sollevatore da vasca elettrico Sollevatore da vasca più leggero esistente sul mercato, il suo peso è di soli 9,3 kg ma l ausilio è allo stesso tempo resistente e compatto, inoltre può

Dettagli

Protocollo di pulizia per l'asilo Nido. II presente protocollo, che è parte integrante degli atti di gara, indica gli

Protocollo di pulizia per l'asilo Nido. II presente protocollo, che è parte integrante degli atti di gara, indica gli Protocollo di pulizia per l'asilo Nido II presente protocollo, che è parte integrante degli atti di gara, indica gli standard che dovranno essere rispettati al fine di assicurare l'adeguata pulizia dell'asilo

Dettagli

Ginnastica preparatoria

Ginnastica preparatoria Ginnastica preparatoria Le attività di una ginnastica per attività sportiva sono essenzialmente 4: Riscaldamento muscolare allungamento dei muscoli tonificazione (potenziamento ) muscolare minimo allenamento

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DEL VOUCHER PER INTERVENTI VOLTI A SVILUPPARE L AUTONOMIA FINALIZZATA ALL INCLUSIONE SOCIALE DELLE PERSONE DISABILI

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DEL VOUCHER PER INTERVENTI VOLTI A SVILUPPARE L AUTONOMIA FINALIZZATA ALL INCLUSIONE SOCIALE DELLE PERSONE DISABILI DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DEL VOUCHER PER INTERVENTI VOLTI A SVILUPPARE L AUTONOMIA FINALIZZATA ALL INCLUSIONE SOCIALE DELLE PERSONE DISABILI (modulo da compilare in stampatello) DATI ANAGRAFICI DEL RICHIEDENTE

Dettagli

COME COMBATTERE IL MAL DI SCHIENA

COME COMBATTERE IL MAL DI SCHIENA La RACHIALGIA, nome scientifico del mal di schiena, si colloca tra le patologie più diffuse, colpendo in modo democratico persone di tutte le età, di tutte le categorie professionali e di tutte le tipologie.

Dettagli

LA POSTAZIONE AL VIDEOTERMINALE

LA POSTAZIONE AL VIDEOTERMINALE Ergonomia / Videoterminali / Utilizzo sicuro dei VDT LA POSTAZIONE AL VIDEOTERMINALE Introduzione Gli aspetti posturali connessi al lavoro al VDT sulla salute dei lavoratori sono stati studiati da molti

Dettagli