Regolamento di biblioteche e punti di prestito del Comune di Tremezzina

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Regolamento di biblioteche e punti di prestito del Comune di Tremezzina"

Transcript

1 Commento [POLI PR1]: COMUNE DI TREMEZZINA Regolamento di biblioteche e punti di prestito del Comune di Tremezzina Approvato con deliberazione del Commissario prefettizio assunta con i poteri del Consiglio Comunale n. 22 del 02/04/2014

2 COMUNE DI TREMEZZINA SOMMARIO Le Biblioteche ed i Punti di prestito attivi nel territorio del Comune di Tremezzina sono istituzioni culturali aperte al pubblico e costituiscono unità di servizio dell organizzazione bibliotecaria regionale, associate al Sistema Bibliotecario Intercomunale Lario Ovest. La Biblioteche e i Punti di prestito assicurano i seguenti servizi: a) acquisizione, ordinamento, conservazione e incremento nel rispetto degli indirizzi e degli standard bibliotecari indicati dalla Regione- del materiale librario e documentario, nonché il suo uso pubblico; b) salvaguardia del materiale librario e documentario raro e di pregio; c) raccolta, ordinamento e fruizione delle pubblicazioni o di altro materiale documentario concernenti il territorio comunale e la Regione; d) prestito interbibliotecario del materiale librario e documentario; e) realizzazione di attività culturali correlate alle funzioni proprie della biblioteche e dei punti di prestito di diffusione della lettura e dell informazione, del libro e del documento; f) funzione di centri di informazione delle attività e dei servizi culturali svolti sul territorio; g) al fine di conseguire l integrazione delle risorse bibliografiche e documentarie esistenti sul territorio del Comune, le Biblioteche e i Punti di prestito attuano forme di collegamento e cooperazione con istituzioni bibliotecarie e archivistiche pubbliche e private attraverso apposite convenzioni; h) le Biblioteche e i Punti di prestito svolgono altresì i compiti ad essi affidati dal Sistema Bibliotecario Intercomunale Lario Ovest. Art. 1- Compiti del Comune di Tremezzina Le Biblioteche e i Punti di prestito sono amministrati direttamente dal Comune di Tremezzina che ne garantisce il funzionamento in conformità alla normativa vigente. È facoltà del Comune provvedere all istituzione di un apposita Commissione che sarà costituita ed eserciterà le proprie funzioni come stabilito dall art. 3 del presente Regolamento. In particolare il Comune: a) formula, sentita la Commissione di cui al successivo art. 3, i programmi pluriennali e i piani annuali relativi alle Biblioteche e ai Punti di prestito, individuando gli interventi da realizzare, i servizi da privilegiare e da sviluppare, le ipotesi di cooperazione con soggetti pubblici e privati mediante la stipula di convenzioni e la modalità di verifica dei risultati rispetto ai programmi pluriennali regionale e provinciale; 2

3 b) definisce le previsioni di spesa per gli interventi e i servizi di cui alla lettera precedente e le relative quote di finanziamento da iscrivere a bilancio; c) fornisce le Biblioteche e i Punti di prestito di personale qualificato e quantitativamente sufficiente per consentire un adeguata ed efficiente erogazione dei servizi; d) provvede alla manutenzione ordinaria e straordinaria dei locali e delle attrezzature; e) assicura la continuità dei servizi delle Biblioteche e dei Punti di prestito adottando orari di apertura al pubblico rispondenti alle esigenze delle diverse categorie di utenti; f) propone alla Regione, su indicazione del personale delle Biblioteche e dei Punti di prestito, interventi anche pluriennali per il recupero, la conservazione, la valorizzazione e la tutela delle raccolte librarie e documentarie, dandone comunicazione alla Provincia; g) favorisce, su proposta del personale, la partecipazione del personale stesso alle iniziative formative in orario di servizio o comunque assicurando la retribuzione ai partecipanti; h) programma e cura le iniziative culturali volte a valorizzare il patrimonio delle istituzioni bibliotecarie e documentarie. Art. 2- Personale delle Biblioteche e dei Punti di prestito Il personale della Biblioteche e dei Punti di prestito: a) assicura il funzionamento delle Biblioteche e dei Punti di prestito e il funzionamento dei servizi; b) svolge le funzioni inerenti all acquisizione del materiale librario e documentario, al suo ordinamento e al suo uso pubblico; c) cura la buona conservazione dei materiali e degli arredi esistenti nelle Biblioteche e nei Punti di prestito; d) fornisce al Comune le relazioni sull attività della Biblioteche e dei Punti di prestito e i dati per l elaborazione dei programmi pluriennali e dei piani annuali. Il personale delle Biblioteche e dei Punti di prestito collabora inoltre allo sviluppo e alla diffusione dei servizi di lettura, documentazione e informazione sul territorio, partecipando su richiesta alle sedute delle Commissioni delle Biblioteche associate al Sistema stesso. Art. 3- Commissione delle Biblioteche e dei Punti di prestito La Commissione, di nomina consiliare, prevede tra i suoi membri le rappresentanze designate dal Consiglio Comunale, nel rispetto delle minoranze. Della Commissione fa parte di diritto il Sindaco o suo delegato ed il bibliotecario o assistente di biblioteca che ha compiti specifici di consulenza e voto consultivo. 3

4 Della Commissione fa parte di diritto un rappresentante dei proprietari, loro eredi o aventi causa, dello stabile della biblioteca di Lenno. Nella prima seduta la Commissione nomina fra i suoi componenti il Presidente ed il Segretario. Il Presidente nomina, fra i Commissari, un Vicepresidente che lo sostituisca in caso di assenza o di impedimento. La Commissione dura in carica quanto il Consiglio Comunale e, comunque, fino alla nomina della nuova Commissione. I componenti della Commissione possono essere rieletti. La Commissione si riunisce in seduta ordinaria almeno ogni quattro mesi e in seduta straordinaria su determinazione del Presidente o su richiesta scritta motivata di almeno un terzo dei suoi membri. La convocazione dei Commissari deve essere fatta dal Presidente con avviso scritto, contenente l ordine del giorno, da recapitare almeno 5 giorni prima di quello stabilito per l adunanza o 24 ore prima in caso di urgenza. Ogni riunione della Commissione è valida quando sia presente la metà più uno dei membri in carica. Le decisioni vengono prese a maggioranza semplice dei membri presenti con voto deliberativo. L assenza ingiustificata a più di 3 riunioni comporta la decadenza dalla nomina. Le sedute della Commissione sono pubbliche ed il relativo avviso deve essere affisso nei locali della Biblioteche e dei Punti di prestito e all albo dell Unione e dei Comuni che la compongono. I verbali delle riunioni, redatti dal Segretario, devono indicare i punti principali della discussione. Sono firmati dal Presidente, dal Segretario, letti alla Commissione e dalla medesima approvati. Per quanto non contemplato nei precedenti commi si fa riferimento al Regolamento del Consiglio Comunale e alle vigenti disposizioni legislative in materia. La Commissione ha compiti: a) propositivi e consultivi in ordine al programma della Biblioteche e dei Punti di prestito di cui al precedente art.2 lettera a); b) di verifica sull attuazione dello stesso e sull applicazione del Regolamento della Biblioteche e dei Punti di prestito; c) di collegamento con l utenza e di espressione e trasmissione delle sue esigenze. In particolare la Commissione: 1. opera le opportune verifiche in merito all applicazione del presente Regolamento, all efficienza delle Biblioteche e dei Punti di prestito e al loro regolare funzionamento, alla gestione, conservazione e incremento del loro patrimonio librario e documentario, all attuazione del programma; 2. stabilisce modi e momenti per attuare il collegamento con l utenza trasmettendone le esigenze al Comune di Tremezzina; 4

5 La Commissione può proporre modifiche al presente Regolamento per quanto attiene al proprio funzionamento. Art. 4- Apertura al pubblico delle Biblioteche e dei Punti di prestito L apertura al pubblico delle Biblioteche deve essere di venti ore settimanali e quella dei Punti di prestito deve essere almeno di dodici ore settimanali. L orario di apertura è portato a conoscenza del pubblico mediante un avviso esposto all ingresso delle Biblioteche e dei Punti di prestito. Le Biblioteche e i Punti di prestito rimarranno chiusi per ferie nei periodi più opportuni, nel rispetto delle esigenze dell utenza. Alle operazioni di apertura e chiusura delle Biblioteche e dei Punti di prestito provvede ogni volta il personale. In caso di chiusura straordinaria delle Biblioteche e dei Punti di prestito per cause eccezionali dovrà esserne data pubblica comunicazione. Art. 5 - Consistenza raccolte Il patrimonio librario e documentario comprende: a) fondo moderno; b) fondo antico; c) sezione audiovisivi; d) sezione ragazzi; e) sezione fondo di storia e documentazione locale. Art. 6- Incremento delle raccolte Le raccolte possono essere incrementate per acquisti, per doni, per scambi. La scelta dei materiali librari e documentari per l incremento del patrimonio è affidata al personale della Biblioteche e dei Punti di prestito nel rispetto delle indicazioni dei programmi, dei piani definiti dalla Commissione su proposta del Comune, nonché in applicazione di un apposito progetto di sviluppo, aggiornamento e riqualificazione del patrimonio documentario (carta delle collezioni) redatto in accordo con le indicazioni del Sistema Intercomunale Lario Ovest. Art. 7- Donazioni e lasciti Per quanto riguarda l accettazione di eventuali donazioni e lasciti di rilevante entità a favore delle Biblioteche e dei Punti di prestito provvede il Comune ai sensi di Legge, sentito il parere della Commissione, se costituita, e del coordinatore del Sistema Bibliotecario Intercomunale. Per le donazioni di opere singole o comunque non costituenti fondo omogeneo provvede direttamente il personale della Biblioteche e dei Punti di prestito, che opererà in applicazione della carta delle collezioni. 5

6 Art. 8- Inventari, registri e cataloghi Le Biblioteche e i Punti di prestito conservano e aggiornano per uso interno il registro cronologico. Le Biblioteche e i Punti di prestito pongono a disposizione del pubblico il catalogo alfabetico per titoli e per autore e il catalogo per materia. Art. 9- Procedure di catalogazione e classificazione Tutti i materiali (opuscoli, libri, periodici, audiovisivi e quanto altro acquistato o donato può far parte delle raccolte) devono essere assunti in carico in un unica serie numerica per ordine cronologico d entrata. Ogni unità deve avere un proprio numero d ingresso. La catalogazione delle opere a stampa deve seguire le Regole Italiane di catalogazione per autore (RICA) e la soggettazione deve tenere presente il Soggettario per i Cataloghi delle Biblioteche Italiane, edito dal Centro Nazionale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane e per le informazioni bibliografiche, poi Istituto Centrale per il Catalogo Unico. La classificazione per materia adotta le regole della classificazione decimale Dewey (CDD) nell edizione abbreviata ufficiale. Art. 10- Conservazione Per garantire la corretta conservazione del materiale posseduto la Biblioteche e i Punti di prestito sono tenuti a periodici interventi di pulizia, spolveratura, controllo e verifica dello stato delle raccolte. Delle opere da restaurare dovrà essere compilata una scheda descrittiva, anche allo scopo di documentare gli interventi da proporre alla Regione. Art. 11- Revisione Periodicamente viene effettuata, sulla scorta degli inventari, la revisione delle raccolte librarie e documentarie, dei mobili e delle attrezzature della Biblioteche e dei Punti di prestito. A seguito della revisione verrà redatto un verbale sottoscritto dal personale della Biblioteche e dei Punti di prestito e conservato nell archivio della Biblioteche e dei Punti stessi. In occasione della revisione può essere proposto lo scarto del materiale inservibile. Lo scarto del materiale librario e documentario può essere effettuato solo dopo averne sottoposto l elenco alla direzione della Biblioteche di Capoluogo di Provincia cui spetta il preciso compito della conservazione. Le mancanze riscontrate e gli scarti sono annotati nel registro cronologico d entrata, negli inventari e nei cataloghi. 6

7 Art. 12- Consultazione in sede La consultazione in sede delle opere collocate a scaffale aperto è libera. La consultazione dei manoscritti, delle opere antiche, rare o di pregio, e dei materiali documentari, conservati in scaffali o reparti chiusi, è concessa sotto la diretta sorveglianza del personale. Sono esclusi dalla consultazione tutti i materiali non inventariati, non bollati, né numerati. L utente non può uscire dalle Biblioteche e dai Punti di prestito prima di aver restituito i volumi presi in consultazione. Per le opere collocate negli scaffali aperti l utente deve lasciare sul tavolo il materiale liberamente consultato; è compito del personale riporlo sullo scaffale previa compilazione dell apposito modulo destinato alle rilevazioni statistiche. Art.13- Prestito a domicilio Il prestito è un servizio individuale assicurato dalle Biblioteche e dai Punti di prestito a tutti i cittadini di ogni età domiciliati o residenti nel Comune o che vi si recano abitualmente. È possibile effettuare l'iscrizione al servizio presso una qualunque delle biblioteche operative nella rete provinciale: essa deve essere effettuata esclusivamente in biblioteca dal personale autorizzato, con successiva firma del modulo di iscrizione e firma per il trattamento dei dati laddove venga rilasciata l'autorizzazione. L'utente iscritto sarà identificato dal codice ottico individuale e univoco riportato sulla tessera di iscrizione: codice fiscale per la Carta regionale e nazionale dei Servizi e/o barcode per la vecchia tessera. Coloro che non possiedono una Carta regionale dei servizi o Carta nazionale dei servizi potranno accedere ai servizi bibliotecari con la vecchia tessera d'iscrizione. Le biblioteche si riservano il diritto di verificare l'identità degli utenti, al momento dell'iscrizione, tramite la richiesta di esibizione di un documento in corso di validità. Per i minorenni nuovi iscritti ( età 0-18 anni ) è necessaria la firma del modulo di iscrizione da parte del genitore. Il modulo deve essere firmato in biblioteca dopo aver preso visione delle Regole di Servizio e, comunque, nel rispetto delle leggi in materia di responsabilità civile e di accertamento dell'identità personale. Per i minori tra i 14 e 18 anni è possibile l iscrizione portando il modulo firmato dai genitori con allegata fotocopia del documento di identità di un genitore. L'iscrizione al servizio è strettamente personale, tuttavia è consentita la possibilità di utilizzare un modulo di delega a favore delle persone permanentemente e temporaneamente impossibilitate a recarsi direttamente negli spazi bibliotecari. Non è ammessa l'iscrizione di Enti. Le uniche tessere Ente ammesse sono quelle intestate alle biblioteche della rete provinciale ad uso esclusivo per: mostre 7

8 bibliografiche, attività di promozione della lettura svolte in biblioteca, e prestito interbibliotecario nazionale. L'iscrizione al servizio consente l'accesso alle risorse documentarie possedute dalle biblioteche situate nel territorio provinciale e associate ai sistemi bibliotecari dell'ovest Como, Intercomunale di Como, Lario Ovest, Brianza Comasca. Ai minori di 14 anni, si prestano solo i documenti della Sezione Ragazzi (libri, film,ecc...), copie di documenti che nella rete provinciale siano collocati sia in sezione ragazzi sia in sezione adulti, classici di letteratura collocati sia in sezione ragazzi sia in sezione adulti e libri di prima informazione per ricerche presenti anche in altre sezioni. Non è consentito un uso improprio da parte dell utente adulto di tessere di minori di 14 anni per accedere al patrimonio delle sezioni riservate ai maggiori di 14 anni (libri e multimedia). Le biblioteche, in seguito a decisioni assunte a livello di rete provinciale, si riservano il diritto di utilizzare, in qualsiasi momento, altri codici identificativi (ottici e non,) in luogo del codice fiscale. La tessera - o qualsiasi altro documento in uso che riporti il codice identificativo dell'utente - va esibita ogni qualvolta si intenda utilizzare i servizi bibliotecari. È consentito il prestito dei documenti ammessi alla circolazione presso ogni biblioteca associata ai sistemi bibliotecari, nel rispetto dei seguenti criteri: 1. Durata del prestito: 30 giorni materiale cartaceo; 7 giorni materiale multimediale (cd musicali, dvd e vhs) Gli audiolibri, i corsi e gli strumenti multimediali, seguono le regole del materiale cartaceo. 2. Rinnovo del prestito: è ammesso un rinnovo per il materiale cartaceo non prenotato; non è ammesso per il materiale multimediale (cd musicali ; dvd ; vhs). L'utente può chiedere il rinnovo del prestito anche per telefono o tramite i servizi on-line. Il rinnovo deve essere effettuato tassativamente entro la data di scadenza del prestito. 3. Limite dei documenti complessivi prestabili ad un utente: 15, di cui massimo 5 documenti multimediali (cd musicali, dvd e vhs). Un utente può comunque avere in carico più di 10 documenti cartacei ma mai più di 5 documenti multimediali. Pertanto non è possibile superare il limite di 5 documenti multimediali anche al momento dell eventuale ritiro di materiale multimediale prenotato. 4. Quotidiani e riviste periodiche: è consentito il prestito delle riviste, a discrezione delle singole biblioteche, limitatamente ai numeri arretrati e per un periodo massimo di 7 giorni. L elenco dei periodici a disposizione nelle biblioteche viene pubblicato sui 8

9 siti dei sistemi bibliotecari. 5. Cura dei documenti: l'utente è responsabile della cura dei documenti a lui prestati. I documenti non devono essere in alcun modo danneggiati e sottolineati. 6. Restituzione dei documenti: i documenti devono essere restituiti nei tempi previsti. La restituzione dei documenti ammessi al prestito su base provinciale può avvenire in qualsiasi biblioteca. In caso di smarrimento e danneggiamento, l'utente è direttamente responsabile nei riguardi della biblioteca proprietaria e pertanto deve provvedere al riacquisto o comunque a rifondere il documento danneggiato o smarrito. Art.14- Prestito interbibliotecario E' consentita la richiesta e prenotazione da remoto, sia mediante l'intermediazione del personale sia utilizzando le procedure di accesso diretto on line, dei documenti di proprietà delle biblioteche associate ai sistemi bibliotecari, nel rispetto dei seguenti criteri: 1. Durata: 30 giorni (7 giorni multimedia) da quando l'utente ritira il materiale in biblioteca. 2. Rinnovo del prestito: possibile solo su documenti cartacei non prenotati. Non è possibile il rinnovo del prestito del materiale multimediale. 3. Richieste e prenotazioni: è consentito a ciascun iscritto di attivare fino ad un massimo di cinque richieste o prenotazioni su tutti i documenti per cui è ammessa la richiesta o prenotazione da remoto. Se il documento è introvabile, l'utente verrà avvertito dalla biblioteca proprietaria. 4. Avviso all utente: Al ricevimento del documento la biblioteca di destinazione (ovvero quella dove il libro richiesto viene recapitato) comunica all'utente la disponibilità del documento, che rimane a disposizione per il ritiro 7 giorni. I documenti multimediali rimangono a disposizione per il ritiro 3 giorni, o comunque fino al primo giro PIB utile per la restituzione. I documenti che non vengono ritirati entro la scadenza stabilita devono essere resi immediatamente alla biblioteca proprietaria. 9

10 Art.15- Riproduzione fotostatica Il servizio fotocopie è gestito dal personale della Biblioteche e dei Punti di prestito, viene svolto in conformità alle normative vigenti in materia ed è riservato al materiale di proprietà della Biblioteche e dei Punti di prestito. Di norma non può essere fotocopiato il materiale che presenti rischi di deterioramento. Il costo delle fotocopie è di 10 centesimi a copia. Art.16- Norme di comportamento per il pubblico Ogni cittadino ha diritto di usufruire dei servizi offerti dalle Biblioteche e dai Punti di prestito a condizione di garantire il rispetto dei diritti altrui e di attenersi in particolare alle norme di cui ai commi seguenti. È vietato il ricalco delle illustrazioni o altro che possa comunque macchiare o danneggiare il materiale. È penalmente e civilmente responsabile chi asporta indebitamente libri o strappa pagine o tavole o in qualunque modo danneggia opere esistenti nelle Biblioteche e nei Punti di prestito. Chi smarrisce o danneggia materiali o arredi è tenuto a risarcire il danno sostituendo il materiale perso o danneggiato con altro identico o, se non fosse possibile, al pagamento delle spese di sostituzione. Chi ritenesse di presentare eventuali reclami sui servizi delle Biblioteche e dei Punti di prestito, compreso il comportamento del personale, dovrà rivolgersi al Comune di Tremezzina. Art. 17- Servizi telematici I Comuni assegnano alle Biblioteche e ai Punti di prestito la funzione di favorire in tutti i modi più opportuni la conoscenza e l utilizzo, da parte della popolazione, delle nuove tecnologie informatiche e telematiche per la diffusione dell informazione. I cataloghi automatizzati e i collegamenti a internet o a banche dati remote disponibili e funzionanti per uso pubblico saranno direttamente accessibili da parte degli utenti non appena installate le idonee apparecchiature. Il personale offrirà la necessaria assistenza agli utenti che ne abbiano bisogno. Le Biblioteche e i Punti di Prestito offrono gratuitamente ai propri utenti l accesso a Internet come ulteriore strumento di informazione rispetto alle tradizionali fonti scritte, in conformità con quanto disposto dalle Guidelines for devellopment the Public Library Service, redatte dall IFLA e dall UNESCOP e pubblicate nel La responsabilità delle informazioni presenti in internet è propria di ogni singolo produttore: spetta all utente vagliare criticamente la qualità delle informazioni reperite. Le Biblioteche e i Punti di prestito non hanno il controllo delle risorse disponibili in rete, né la completa conoscenza di ciò che internet può mettere in ogni momento a 10

11 disposizione del pubblico: gli stessi quindi non sono responsabili per i contenuti offerti. Ciascun utente di internet è tenuto a firmare, prima di ogni sessione, l apposito registro delle Biblioteche o dei Punti di prestito che ne documenta il giorno, l ora e la durata di accesso al servizio. Internet può essere utilizzato solo per scopi legali. L utente è responsabile civilmente e penalmente per l uso personale fatto del servizio internet. L utente è tenuto a risarcire i danni prodotti alle apparecchiature, al software o alle configurazioni. L iscrizione al servizio dei minori di 18 anni deve essere controfirmata da un genitore. I minori di 12 anni possono accedere al servizio solo se accompagnati da un adulto. Art.18- Uso dei locali del Punto di prestito per altre attività L uso dei locali delle Biblioteche e dei Punti di prestito per attività promosse da altre istituzioni o associazioni deve essere regolato in modo da non interferire con il normale funzionamento e non danneggiarne i materiali e le attrezzature. Art.19- Modifiche al presente regolamento Ogni modifica al presente Regolamento deve essere deliberata dal Consiglio del Comune di Tremezzina. Art.20- Pubblicazione del Regolamento Il presente Regolamento deve essere esposto o comunque messo a disposizione degli utenti della Biblioteche e dei Punti di prestito. Art.21- Disposizioni finali Il presente Regolamento si compone di n. 21 articoli ed entra in vigore una volta divenuta esecutiva la relativa delibera di approvazione. 11

12 12

COMUNE di FIESSE PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE di FIESSE PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA ART. 1 - COMPITI E SERVIZI DELLA BIBLIOTECA La Biblioteca Comunale R. Remondi di Fiesse è un istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce unità

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI SCHILPARIO

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI SCHILPARIO REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI SCHILPARIO ART. 1 COMPITI E SERVIZI DELLA BIBLIOTECA La Biblioteca Comunale di Schilpario è un istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce unità di servizio

Dettagli

COMUNE DI TREMEZZINA REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI PRESTITO BIBLIOTECARIO PROVINCIALE

COMUNE DI TREMEZZINA REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI PRESTITO BIBLIOTECARIO PROVINCIALE COMUNE DI TREMEZZINA REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI PRESTITO BIBLIOTECARIO PROVINCIALE Approvato con deliberazione di Consiglio n. 24 del 02.04.2014 Iscrizione al servizio È possibile effettuare l iscrizione

Dettagli

REGOLAMENTO BIBLIOTECA

REGOLAMENTO BIBLIOTECA REGOLAMENTO BIBLIOTECA Art. 1 COMPITI E SERVIZI DELLA BIBLIOTECA La Biblioteca Comunale di Sotto il Monte Giovanni è un istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce unità di servizio dell organizzazione

Dettagli

SCHEMA DI REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE

SCHEMA DI REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE SCHEMA DI REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE ART. 1 - COMPITI E SERVIZI DELLA BIBLIOTECA 1. La Biblioteca comunale di Gignod è un istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce unità di servizio

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA DI MOZZANICA

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA DI MOZZANICA REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA DI MOZZANICA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 54 del 15.09.1995 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 46 del 10.09.1999 Art. 1 - Compiti

Dettagli

COMUNE DI PAVONE DEL MELLA PROVINCIA DI BRESCIA BOZZA NUOVA REGOLAMENTO FUNZIONAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE

COMUNE DI PAVONE DEL MELLA PROVINCIA DI BRESCIA BOZZA NUOVA REGOLAMENTO FUNZIONAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE 1 COMUNE DI PAVONE DEL MELLA PROVINCIA DI BRESCIA BOZZA NUOVA REGOLAMENTO FUNZIONAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE APPROVATO CON DELIBERA DI C.C.N.51 DEL 18.04.2009 PUBBLICATA ALL ALBO PRETORIO DAL 13/05/2009

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI PIOLTELLO

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI PIOLTELLO REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI PIOLTELLO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale N. 60 del 15/09/1998 Art. 1 - Compiti e servizi della Biblioteca La Biblioteca comunale di Pioltello

Dettagli

R E G I O N E A U T O N O M A V A L L E D A O S T A

R E G I O N E A U T O N O M A V A L L E D A O S T A C OMUNE DI SAINT-MARCEL R E G I O N E A U T O N O M A V A L L E D A O S T A REGOLAMENTO DI BIBLIOTECA Adottato con delibera di Consiglio Comunale n. 17 in data 16.05.2002. Pubblicato all Albo Pretorio

Dettagli

BIBLIOTECA COMUNALE DI QUART REGOLAMENTO

BIBLIOTECA COMUNALE DI QUART REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE DI QUART REGOLAMENTO Art. l - Compiti e servizi della biblioteca 1. La biblioteca comunale di QUART è un'istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce unità di servizio dell'organizzazione

Dettagli

Comune di Gargnano REGOLAMENTO COMUNALE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE. (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 13 del 19 febbraio 1988)

Comune di Gargnano REGOLAMENTO COMUNALE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE. (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 13 del 19 febbraio 1988) Comune di Gargnano REGOLAMENTO COMUNALE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 13 del 19 febbraio 1988) REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA DI BASE Art. 1 - Compiti e

Dettagli

BIBLIOTECA COMUNALE DI GALLIERA VENETA. Regolamento

BIBLIOTECA COMUNALE DI GALLIERA VENETA. Regolamento BIBLIOTECA COMUNALE DI GALLIERA VENETA Regolamento Titolo I Disposizioni generali Art. 1 Ruolo e funzioni della Biblioteca 1. La Biblioteca Comunale è un Servizio del Comune di Galliera Veneta che mira

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE

REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE COMUNE DI OLLOMONT Regione Autonoma Valle d Aosta ********* Loc. Capoluogo, 47 11010 OLLOMONT Partita I.V.A. 00101810075 COMMUNE DE OLLOMONT Région Autonome Vallée d Aoste ******** Tel. 0165/73243 Telefax

Dettagli

67$78725(*2/$0(172 '(//$%,%/,27(&$',&$67(//(772',%5$1'8==2 $57±&203,7,(6(59,=,'(//$%,%/,27(&$ La Biblioteca Comunale di Castelletto di Branduzzo è un istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE COMUNE DI CERRO AL LAMBRO PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. NR. 44/06 TITOLO 1 LE FINALITA ART. 1 - La Biblioteca Comunale è un istituzione culturale

Dettagli

COMUNE DI CASTELLO CABIAGLIO

COMUNE DI CASTELLO CABIAGLIO COMUNE DI CASTELLO CABIAGLIO (PROVINCIA DI VARESE) REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI CASTELLO CABIAGLIO Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 4 del 31/03/2015 Art. 1 Compiti e servizi

Dettagli

I N D I C E. Prestito interbibliotecario Riproduzione fotostatica Norme di comportamento per il pubblico

I N D I C E. Prestito interbibliotecario Riproduzione fotostatica Norme di comportamento per il pubblico COMUNE DI GRESSAN COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE Approvazione deliberazione del Consiglio Comunale n. 18 del 06.07.1995 Modifiche deliberazione del Consiglio Comunale n. 45 del

Dettagli

REGOLAMENTI DELLA BIBLIOTECA DI GUANZATE

REGOLAMENTI DELLA BIBLIOTECA DI GUANZATE REGOLAMENTI DELLA BIBLIOTECA DI GUANZATE INDICE DEI CONTENUTI: Regolamento del servizio Internet della biblioteca Regolamento generale della biblioteca Pagina 1 di 15 C O M U N E D I G U A N Z A T E Provincia

Dettagli

APPROVATO CON DELIB.G.C.N.223 DEL 10.10.2005. Regolamento del Servizio Bibliotecario Comunale e della sua organizzazione

APPROVATO CON DELIB.G.C.N.223 DEL 10.10.2005. Regolamento del Servizio Bibliotecario Comunale e della sua organizzazione APPROVATO CON DELIB.G.C.N.223 DEL 10.10.2005 Regolamento del Servizio Bibliotecario Comunale e della sua organizzazione Art. 1 - Compiti e servizi della Biblioteca La Biblioteca Comunale di Paullo è un

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE DELLA BIBLIOTECA DI VERTEMATE CON MINOPRIO

REGOLAMENTO GENERALE DELLA BIBLIOTECA DI VERTEMATE CON MINOPRIO REGOLAMENTO GENERALE DELLA BIBLIOTECA DI VERTEMATE CON MINOPRIO INDICE Art. 1 - Compiti e servizi della biblioteca Art. 2 - Compiti del Comune Art. 3 - Personale della Biblioteca Art. 4 - Commissione della

Dettagli

COMUNE DI SARNICO REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECARIO COMUNALE

COMUNE DI SARNICO REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECARIO COMUNALE COMUNE DI SARNICO REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECARIO COMUNALE **aggiornato al 11.7.2005** Art. 1 - Istituzione del Servizio 1. Nel Comune di Sarnico è istituita la Biblioteca Comunale, intesa come

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI FARA GERA D'ADDA

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI FARA GERA D'ADDA COMUNE DI FARA GERA D ADDA REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI FARA GERA D'ADDA - Approvato con deliberazione consiliare n. 37 del 28/09/05 1 INDICE ART. 1 OSSERVAZIONI GENERALI 3 ART. 2 FINALITÀ

Dettagli

Regolamento della biblioteca comunale di Oltrona di San Mamette

Regolamento della biblioteca comunale di Oltrona di San Mamette Regolamento della biblioteca comunale di Oltrona di San Mamette Titolo I: Istituzione e finalità Art. 1 Principi Il Comune di Oltrona San Mamette riconosce, nello spirito dell art. 9 della Costituzione

Dettagli

COMUNE DI BOTTICINO PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE DI BOTTICINO PROVINCIA DI BRESCIA COMUNE DI BOTTICINO PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE L. DORDONI Approvato con delibera C.C. n. 19 del 01/03/1990 I N D I C E - Art. 1 - Compiti e servizi della Biblioteca - Art.

Dettagli

Regolamento della biblioteca

Regolamento della biblioteca Regolamento della biblioteca Art.l - Compiti e servizi della biblioteca 1. La biblioteca comunale di Quinzano d'oglio è un'istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce unità di servizio dell'organizzazione

Dettagli

COMUNE DI COMEZZANO CIZZAGO Provincia di Brescia REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

COMUNE DI COMEZZANO CIZZAGO Provincia di Brescia REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE COMUNE DI COMEZZANO CIZZAGO Provincia di Brescia REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 33 del 29.09.2012 Art. 1: COMPITI E SERVIZI DELLA BIBLIOTECA Art.

Dettagli

REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE di CASTEGNATO Martin Luther King

REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE di CASTEGNATO Martin Luther King COMUNE DI CASTEGNATO Provincia di Brescia REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE di CASTEGNATO Martin Luther King Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale Nr. 56 del 30/10/2010 Modificato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA DI CASNATE CON BERNATE

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA DI CASNATE CON BERNATE REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA DI CASNATE CON BERNATE Art. 1 Compiti e servizi della Biblioteca La Biblioteca Comunale di Casnate con Bernate è un'istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce unità

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI MADIGNANO

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI MADIGNANO REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI MADIGNANO (APPROVATO CON DELIBERA N. 73 DEL 24/6/88 E MODIFICATO CON LE DELIBERE N. 45 E N. 4 DEL 30/10/95 E DEL 2/2/96) Premessa La promozione della cultura e

Dettagli

Regolamento della biblioteca comunale di Lomazzo

Regolamento della biblioteca comunale di Lomazzo Regolamento della biblioteca comunale di Lomazzo INDICE Art. 1 - Compiti e servizi della biblioteca Art. 2 - Compiti del Comune Art. 3 - Personale della biblioteca Art. 4 - Commissione della biblioteca

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE ISTITUZIONE E FINALITÀ Istituzione Art. 1 Nel Comune di Bovezzo è istituita la Biblioteca Comunale intesa come servizio pubblico

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE DI SAN SALVATORE TELESINO

REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE DI SAN SALVATORE TELESINO REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE DI SAN SALVATORE TELESINO Il Comune di San Salvatore Telesino favorisce la crescita culturale individuale e collettiva e riconosce il diritto dei cittadini all informazione

Dettagli

Regolamento per il punto prestito della biblioteca dell Unione appartenente al Sistema Bibliotecario Lodigiano

Regolamento per il punto prestito della biblioteca dell Unione appartenente al Sistema Bibliotecario Lodigiano Regolamento per il punto prestito della biblioteca dell Unione appartenente al Sistema Bibliotecario Lodigiano PREMESSA La Biblioteca pubblica dell Unione di Comuni "Oltre Adda Lodigiano", con sede in

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE COMUNE DI RANZANICO PROVINCIA DI BERGAMO SEDE: PIAZZA DEI CADUTI, 1 - C.A.P. 24060 - CODICE FISCALE E PARTITA I.V.A. 00579520164 TEL. (035) 829022 - FAX (035) 829268 - E-MAIL: info@comune.ranzanico.bg.it

Dettagli

REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE. Monchio delle Corti

REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE. Monchio delle Corti REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE di Monchio delle Corti Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 48 del 13.10.2001 ART. 1 FINALITA Il Comune di Monchio delle Corti istituisce la Biblioteca Comunale

Dettagli

Testi regolamentari dell istituzione G. Minguzzi

Testi regolamentari dell istituzione G. Minguzzi Testi regolamentari dell istituzione G. Minguzzi REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECARIO INTEGRATO DELLE BIBLIOTECHE C. GENTILI DELL ISTITUTO DI PSICHIATRIA, P. OTTONELLO DELL UNIVERSITÀ DI BOLOGNA E G.

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA U. POZZOLI E DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO URBANO. Art. 1 Finalità

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA U. POZZOLI E DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO URBANO. Art. 1 Finalità REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA U. POZZOLI E DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO URBANO Art. 1 Finalità Il Comune di Lecco favorisce la crescita culturale, civile e sociale dei cittadini, tutela e valorizza

Dettagli

ISTITUZIONE PUBBLICA CULTURALE BIBLIOTECA CIVICA BERTOLIANA REGOLAMENTO DEI SERVIZI

ISTITUZIONE PUBBLICA CULTURALE BIBLIOTECA CIVICA BERTOLIANA REGOLAMENTO DEI SERVIZI ISTITUZIONE PUBBLICA CULTURALE BIBLIOTECA CIVICA BERTOLIANA REGOLAMENTO DEI SERVIZI 1. GESTIONE L organizzazione della biblioteca civica Bertoliana è curata dal Direttore che svolge questo compito nel

Dettagli

Comune di Casatenovo Provincia di Lecco REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA

Comune di Casatenovo Provincia di Lecco REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA Comune di Casatenovo Provincia di Lecco REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA INDICE Art. 1 - Finalità dei servizi bibliotecari Art. 2 Personale della biblioteca Art. 3 - Apertura al pubblico Art. 4 - Patrimonio

Dettagli

COMUNE DI VALMADRERA Provincia di Lecco REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA

COMUNE DI VALMADRERA Provincia di Lecco REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNE DI VALMADRERA Provincia di Lecco REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA Approvato con Delibera Comunale N.26 del 27-09-2012 INDICE Titolo I: Finalità e compiti della Biblioteca Art.1 - Istituzioni e Finalità

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI OFFIDA

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI OFFIDA REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI OFFIDA TITOLO I : DISPOSIZIONI GENERALI ARTICOLO 1 E istituita in Offida, nell ambito del Centro Culturale Permanente, una Biblioteca pubblica comunale, che riconosce

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001 REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001 PRESENTAZIONE TITOLO PRIMO: Finalità del servizio TITOLO SECONDO: Direzione, personale e

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE Comune di Rometta Provincia di Messina REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE (Approvato con deliberazione di C.C. n. 19 del 28/04/2015) Art. 1 Finalità del servizio Il Comune di Rometta, attraverso la

Dettagli

REGOLAMENTO BIBLIOTECA CIVICA C. CITTADINI

REGOLAMENTO BIBLIOTECA CIVICA C. CITTADINI REGOLAMENTO BIBLIOTECA CIVICA C. CITTADINI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 7 del 11.02.2009 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 68 del 20.11.2012 Modificato con

Dettagli

COMUNE DI VILLANOVA MARCHESANA PROVINCIA DI ROVIGO STATUTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI VILLANOVA MARCHESANA

COMUNE DI VILLANOVA MARCHESANA PROVINCIA DI ROVIGO STATUTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI VILLANOVA MARCHESANA COMUNE DI VILLANOVA MARCHESANA PROVINCIA DI ROVIGO STATUTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI VILLANOVA MARCHESANA 1 TITOLO I DENOMINAZIONE, FINALITA E OBIETTIVI Art. 1 La Biblioteca Comunale è una struttura

Dettagli

REGOLAMENTO ORGANICO DELLE BIBLIOTECHE COMUNALI DI COMO BIBLIOTECA COMUNALE DI COMO BIBLIOTECA DEI MUSEI CIVICI DI COMO

REGOLAMENTO ORGANICO DELLE BIBLIOTECHE COMUNALI DI COMO BIBLIOTECA COMUNALE DI COMO BIBLIOTECA DEI MUSEI CIVICI DI COMO REGOLAMENTO ORGANICO DELLE BIBLIOTECHE COMUNALI DI COMO BIBLIOTECA COMUNALE DI COMO BIBLIOTECA DEI MUSEI CIVICI DI COMO Adottato con deliberazione del Consiglio comunale n 53 del 20 ottobre 2008. 1 Compiti

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE TITOLO I FINALITA E COMPITI. Art. 1 Finalità

REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE TITOLO I FINALITA E COMPITI. Art. 1 Finalità REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE TITOLO I FINALITA E COMPITI Art. 1 Finalità La biblioteca del Comune di Monte Porzio Catone è istituita come servizio informativo e culturale di base da rendere alla

Dettagli

BIBLIOTECHE PUBBLICHE COMUNALI DI BORGO VALSUGANA, GRIGNO, RONCEGNO TERME E TELVE

BIBLIOTECHE PUBBLICHE COMUNALI DI BORGO VALSUGANA, GRIGNO, RONCEGNO TERME E TELVE Sistema Culturale Valsugana Orientale CARTA DEI SERVIZI BIBLIOTECHE PUBBLICHE COMUNALI DI BORGO VALSUGANA, GRIGNO, RONCEGNO TERME E TELVE Premessa I principi generali che definiscono la missione della

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO URBANO

REGOLAMENTO DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO URBANO 44 REGOLAMENTO DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO URBANO ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 16/45374 NELLA SEDUTA DEL 03.02.1994, MODIFICATO CON DELIBERAZIONE N. 1/I67997 DEL 14/01/2003 E N. 166/I0064555

Dettagli

ORARIO INVERNALE Martedì e venerdì 15.00 18.00 Giovedì e sabato 9.00 12.00. ORARIO ESTIVO Martedì e venerdì 16.00 19.00 Giovedì e sabato 9.00 12.

ORARIO INVERNALE Martedì e venerdì 15.00 18.00 Giovedì e sabato 9.00 12.00. ORARIO ESTIVO Martedì e venerdì 16.00 19.00 Giovedì e sabato 9.00 12. GUIDA INFORMATIVA E CARTA DEI SERVIZI Biblioteca Comunale A. Cabiati Via De Mari 28/D 17028 Bergeggi (SV) 019/25790216 b.biblioteca@comune.bergeggi.sv.it ORARIO INVERNALE Martedì e venerdì 15.00 18.00

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE ------------------------------------------------------------------------------------------------------------- REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE --------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA Art.1 ISTITUZIONE E istituita in Bolzano Vicentino la Biblioteca Civica G.B. Duso, eminente figura di Arciprete e studioso del XVIII secolo. Art. 2 COMPITI E SERVIZI

Dettagli

REGOLAMENTO BIBLIOTECA ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRESCIA SANTAGIULIA FOPPA GROUP

REGOLAMENTO BIBLIOTECA ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRESCIA SANTAGIULIA FOPPA GROUP REGOLAMENTO BIBLIOTECA ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRESCIA SANTAGIULIA FOPPA GROUP Approvato dall Amministratore Delegato e dal Consiglio Accademico in data 22 luglio 2009 Aggiornato in data 30 novembre

Dettagli

RETE BIBLIOLANDIA NORME DI SERVIZIO PRESTITO BIBLIOTECARIO E GESTIONE UTENTI. Approvato con Delibera di Giunta dell Unione Valdera n 99 del 25/11/2011

RETE BIBLIOLANDIA NORME DI SERVIZIO PRESTITO BIBLIOTECARIO E GESTIONE UTENTI. Approvato con Delibera di Giunta dell Unione Valdera n 99 del 25/11/2011 RETE BIBLIOLANDIA NORME DI SERVIZIO PRESTITO BIBLIOTECARIO E GESTIONE UTENTI Approvato con Delibera di Giunta dell Unione Valdera n 99 del 25/11/2011 A. GLI UTENTI Art. 1 - Iscrizione 1. Gli utenti iscritti

Dettagli

COMUNE DI TRUCCAZZANO PROVINCIA DI MILANO Via G. Scotti 50,, CAP 20060

COMUNE DI TRUCCAZZANO PROVINCIA DI MILANO Via G. Scotti 50,, CAP 20060 COMUNE DI TRUCCAZZANO ROVINCIA DI MILANO Via G. Scotti 50,, CA 20060 Codice Ente : 11113 V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L C ONSIGLIO COMUNALE N 66 DEL 25/11/2004 COIA CONFORME ALL ORIGINALE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA TENUTA E LA FRUIZIONE DEL SERVIZIO BIBLIOTECA SAN CARLO

REGOLAMENTO PER LA TENUTA E LA FRUIZIONE DEL SERVIZIO BIBLIOTECA SAN CARLO REGOLAMENTO PER LA TENUTA E LA FRUIZIONE DEL SERVIZIO BIBLIOTECA SAN CARLO INDICE Art. 1 Definizione e finalità Pag. 2 Art. 2 Sede, Patrimonio e Commissione acquisizione e scarti Pag. 2 Art. 3 Aggiornamento

Dettagli

BIBLIOTECA ABBE HENRY

BIBLIOTECA ABBE HENRY COMUNE DI VALPELLINE REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA COMMUNE DE VALPELLINE RÉGION AUTONOME DE LA VALLÉE D AOSTE BIBLIOTECA ABBE HENRY REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE 1 CAPO I

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA PUBBLICA COMUNALE

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA PUBBLICA COMUNALE REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA PUBBLICA COMUNALE PARTE PRIMA Compiti e servizi della Biblioteca Art. 1 La Biblioteca comunale di Roè Volciano è un istituzione culturale aperta al pubblico, inquadrata nel

Dettagli

REGOLAMENTO QUADRO DEI SERVIZI

REGOLAMENTO QUADRO DEI SERVIZI UNIVERSITA' DEGLI STUDI - L'AQUILA Sistema Bibliotecario di Ateneo REGOLAMENTO QUADRO DEI SERVIZI Approvato dal Consiglio per il Sistema Bibliotecario di Ateneo in data 12 dicembre 2005 REGOLAMENTO QUADRO

Dettagli

STATUTO-REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI FICARRA. TITOLO I Denominazione e Fini

STATUTO-REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI FICARRA. TITOLO I Denominazione e Fini STATUTO-REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI FICARRA TITOLO I Denominazione e Fini Art. 1 E istituita in Ficarra la Biblioteca Pubblica Comunale denominata Lucio Piccolo. Art. 2 La Biblioteca ha lo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ACCESSO AI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE: Prestito Libri e Utilizzo Postazione Internet

REGOLAMENTO PER L'ACCESSO AI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE: Prestito Libri e Utilizzo Postazione Internet REGOLAMENTO PER L'ACCESSO AI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE: Prestito Libri e Utilizzo Postazione Internet (Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 86 del 28/04/2011) INDICE Introduzione Art.

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI PESCHIERA DEL GARDA

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI PESCHIERA DEL GARDA Approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario n. 109 del 28.04.2004 REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI PESCHIERA DEL GARDA ART. 1 PRINCIPI ISPIRATORI, FINALITA E COMPITI 1) Il Comune

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE. 1. Il presente regolamento disciplina il funzionamento della Biblioteca comunale di Allein

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE. 1. Il presente regolamento disciplina il funzionamento della Biblioteca comunale di Allein REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE CAPO I DISPOSIZIONI PRELIMINARI ARTICOLO 1 (Finalità). 1. Il presente regolamento disciplina il funzionamento della Biblioteca comunale di Allein

Dettagli

SISTEMA BIBLIOTECARIO PROVINCIALE

SISTEMA BIBLIOTECARIO PROVINCIALE SISTEMA BIBLIOTECARIO PROVINCIALE NORME DI FUNZIONAMENTO DELLA RETE BIBLIOTECARIA INDICE Art. 1 - Oggetto e definizioni pag. 3 Art. 2 - Iscrizione al servizio prestito pag. 3 Art. 3 - Modalità di iscrizione

Dettagli

Biblioteca Civica Regolamento del Servizio

Biblioteca Civica Regolamento del Servizio COMUNE DI LOMBARDORE Provincia di Torino Biblioteca Civica Regolamento del Servizio I ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO I. 1 - mercoledì 15.00-18.00 / Sabato 9.00-12.00 I. 2 Si prevede una chiusura del servizio

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI BIBLIOTECA DEL COMUNE DI ARCADE

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI BIBLIOTECA DEL COMUNE DI ARCADE REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI BIBLIOTECA DEL COMUNE DI ARCADE Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 32 del 29/07/2003 Modificato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 51 del 30/09/2005

Dettagli

salvaguardia del materiale librario e documentario raro e di pregio;

salvaguardia del materiale librario e documentario raro e di pregio; REGOLAMENTO BIBLIOTECA CENTRO SISTEMA DI MELZO Art. 1 - Compiti e servizi della Biblioteca La Biblioteca comunale di Melzo è un'istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce unità di servizio

Dettagli

B.5 Regolamento dei servizi della Biblioteca della Fondazione Edmund Mach

B.5 Regolamento dei servizi della Biblioteca della Fondazione Edmund Mach B.5 Regolamento dei servizi della Biblioteca della Fondazione Edmund Mach Art. 1 Missione 1. La Biblioteca è il punto di riferimento per le esigenze informative delle comunità di persone che studiano e

Dettagli

COMUNE DI MALNATE Provincia di Varese REGOLAMENTO UNICO DELLA RETE BIBLIOTECARIA PROVINCIALE

COMUNE DI MALNATE Provincia di Varese REGOLAMENTO UNICO DELLA RETE BIBLIOTECARIA PROVINCIALE COMUNE DI MALNATE Provincia di Varese REGOLAMENTO UNICO DELLA RETE BIBLIOTECARIA PROVINCIALE ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ approvato con delibera di C.C. N. 46 del 19/07/2007 1 INDICE Art. 1 - Iscrizione...3

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI CASIER ART. 1 - PRINCIPI ISPIRATORI, ISTITUZIONE E FINALITÀ

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI CASIER ART. 1 - PRINCIPI ISPIRATORI, ISTITUZIONE E FINALITÀ REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI CASIER ART. 1 - PRINCIPI ISPIRATORI, ISTITUZIONE E FINALITÀ 1) Il Comune di Casier riconosce le funzioni peculiari del Servizio Biblioteca, richiamando e condividendo

Dettagli

COMUNE DI PIZZALE Provincia di Pavia. Statuto e regolamento interno della Biblioteca Comunale Centro di cultura L albero di carta e di parole

COMUNE DI PIZZALE Provincia di Pavia. Statuto e regolamento interno della Biblioteca Comunale Centro di cultura L albero di carta e di parole ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE C.C. N. 30 DEL 25/11/2010 COMUNE DI PIZZALE Provincia di Pavia Statuto e regolamento interno della Biblioteca Comunale Centro di cultura L albero di carta e di parole Art. 1

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 18/25.05.2015 REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI GHEMME

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 18/25.05.2015 REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI GHEMME ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 18/25.05.2015 REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI GHEMME ART. 1 FINALITA' DELLA BIBLIOTECA Il presente Regolamento disciplina il funzionamento

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO BIBLIOTECA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO BIBLIOTECA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO BIBLIOTECA TITOLO I L ORDINAMENTO INTERNO Art. 1 - Generalità Le procedure relative all ordinamento interno sono le seguenti: a) Incremento (acquisti, doni, scambi,

Dettagli

Rete documentaria della provincia di Pisa. Bibliolandia. Norme di servizio prestito, interprestito e gestione utenti

Rete documentaria della provincia di Pisa. Bibliolandia. Norme di servizio prestito, interprestito e gestione utenti Rete documentaria della provincia di Pisa Bibliolandia Norme di servizio prestito, interprestito e gestione utenti 1 RETE BIBLIOLANDIA (Comitato tecnico 20 maggio 2014) NORME DI SERVIZIO PRESTITO, INTERPRESTITO

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI INTERNET NELLE BIBLIOTECHE

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI INTERNET NELLE BIBLIOTECHE Commento [POLI PR1]: COMUNE DI TREMEZZINA REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI INTERNET NELLE BIBLIOTECHE Approvato con deliberazione N. 23 del 02.04.2014 SOMMARIO 1. Obiettivi del servizio 2. Qualità dell informazione

Dettagli

STATUTO DELLA BIBLIOTECA PUBBLICA COMUNALE (istituita nell ambito del Sistema Bibliotecario Provinciale)

STATUTO DELLA BIBLIOTECA PUBBLICA COMUNALE (istituita nell ambito del Sistema Bibliotecario Provinciale) STATUTO DELLA BIBLIOTECA PUBBLICA COMUNALE (istituita nell ambito del Sistema Bibliotecario Provinciale) ART. 1 Il Comune di Bricherasio istituisce una Biblioteca pubblica Centro Culturale Comunale che

Dettagli

R E G O L A M E N T O DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

R E G O L A M E N T O DELLA BIBLIOTECA COMUNALE COMUNE DI CALCO PROVINCIA DI LECCO R E G O L A M E N T O DELLA BIBLIOTECA COMUNALE ART.1 - COMPITI E SERVIZI DELLA BIBLIOTECA La Biblioteca Comunale è un servizio culturale del Comune di Calco che si propone

Dettagli

Comune di Sant Agostino

Comune di Sant Agostino Comune di Sant Agostino CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI SANT AGOSTINO adottata con Determinazione n. 294 del 20.11.2004 1. Premesse 1.1 Finalità della Biblioteca comunale di Sant Agostino

Dettagli

PIGLIARU TORRES DI PORTO TORRES

PIGLIARU TORRES DI PORTO TORRES COMUNE DI PORTO TORRES PROVINCIA DI SASSARI REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE "ANTONIO PIGLIARU IGLIARU" DI PORTO TORRES TITOLO I - ISTITUZIONE E FINALITA DELLA BIBLIOTECA COMUNALE Art. 1 Art. 2 TITOLO

Dettagli

Regolamento della Biblioteca Giuseppe Guglielmi dell Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna

Regolamento della Biblioteca Giuseppe Guglielmi dell Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna Regolamento della Biblioteca Giuseppe Guglielmi dell Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna Art. 1 - Oggetto Art. 2 - Finalità e compiti Art. 3 - Sede e patrimonio

Dettagli

COMUNE DI MELEGNANO (Provincia di Milano)

COMUNE DI MELEGNANO (Provincia di Milano) COMUNE DI MELEGNANO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO BIBLIOTECARIO PARTE PRIMA (FINALITA E GESTIONE) Art. 1 Finalità La Biblioteca Comunale di Melegnano è un istituzione

Dettagli

Carta dei Servizi Biblioteca Civica

Carta dei Servizi Biblioteca Civica Carta dei Servizi Biblioteca Civica CS V1 Rev. 1 PRINCIPI FONDAMENTALI La biblioteca pubblica, servizio informativo e documentario di base della comunità, è un istituzione che concorre a garantire il diritto

Dettagli

MIUR ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE. CONSERVATORIO DI MUSICA GIOVANNI PIERLUIGI DA PALESTRINA Piazza E. Porrino, 1 CAGLIARI

MIUR ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE. CONSERVATORIO DI MUSICA GIOVANNI PIERLUIGI DA PALESTRINA Piazza E. Porrino, 1 CAGLIARI MIUR ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE CONSERVATORIO DI MUSICA GIOVANNI PIERLUIGI DA PALESTRINA Piazza E. Porrino, 1 CAGLIARI REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA Parere del Consiglio Accademico del 23/05/2011

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI PRESTITO

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI PRESTITO REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI PRESTITO Il presente regolamento definisce le modalità e i termini di erogazione del servizio di prestito presso la Biblioteca di Discipline Umanistiche. Il presente regolamento

Dettagli

COMUNE DI SOVIZZO Provincia di Vicenza Via Cavalieri di Vittorio Veneto, 21

COMUNE DI SOVIZZO Provincia di Vicenza Via Cavalieri di Vittorio Veneto, 21 LETTURA, CONSULTAZIONE E PRESTITO Dove rivolgersi: Alla Biblioteca sita al 1 piano del palazzo municipale. Quando: Dal Martedì al Giovedì dalle 14.30 alle 19.00 Lunedì dalle 9.00 alle 12.30 e Venerdì dalle

Dettagli

UNIONE LOMBARDA DEI COMUNI MUNICIPIA

UNIONE LOMBARDA DEI COMUNI MUNICIPIA Comune di Scandolara Ravara Comune di Motta Baluffi Comune di Cingia de Botti UNIONE LOMBARDA DEI COMUNI MUNICIPIA REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA INTERCOMUNALE UNIONE MUNICIPIA INDICE TITOLO I - ORDINAMENTO

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI BASSANO DEL GRAPPA

GUIDA AI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI BASSANO DEL GRAPPA GUIDA AI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI BASSANO DEL GRAPPA SALE PER IL PUBBLICO Sala di consultazione Sono esposte opere di consultazione quali enciclopedie, dizionari, repertori, atlanti. Uno spazio

Dettagli

Regolamento della Biblioteca Comunale di San Casciano in Val di Pesa

Regolamento della Biblioteca Comunale di San Casciano in Val di Pesa Comune di San Casciano in Val di Pesa Regolamento della Biblioteca Comunale Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 95 del 20 ottobre 2011 Biblioteca Comunale Via Roma 37 - Via Lucardesi

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE Alviero Negro

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE Alviero Negro Comune di Muzzana del Turgnano REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE Alviero Negro Art. 1 DISPOSIZIONI GENERALI E FINALITA DEL SERVIZIO 1. Il Comune di Muzzana del Turgnano favorisce la crescita culturale

Dettagli

REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE DI LOMAGNA

REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE DI LOMAGNA REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE DI LOMAGNA Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 41 del 10.10.2013 1 INDICE Premessa... 3 Art.1 Compiti e servizi... 3 Art.2 Compiti del Comune... 3 Art.3 Personale

Dettagli

STATUTO/REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA POPOLARE PAOLO MIGLIORA DI RIVANAZZANO TERME

STATUTO/REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA POPOLARE PAOLO MIGLIORA DI RIVANAZZANO TERME STATUTO/REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA POPOLARE PAOLO MIGLIORA DI RIVANAZZANO TERME Adottato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 5 del 27.02.2012 modificato con deliberazione del Consiglio

Dettagli

Regolamento Biblioteca comunale

Regolamento Biblioteca comunale COMUNE DI CELLOLE (Provincia di Caserta) Regolamento della Biblioteca Comunale Approvato con delibera di Consiglio Comunale del 29.11.2011, n. 35-1 - Titolo Primo Istituzione e finalità del servizio Art.1

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Del Servizio Bibliotecario Integrato,

CARTA DEI SERVIZI. Del Servizio Bibliotecario Integrato, CARTA DEI SERVIZI Del Servizio Bibliotecario Integrato, Attuale orario: apertura dal martedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00, e il martedì e il giovedì dalle 14.00 alle 17.00, chiusa il lunedì I principi

Dettagli

BIBLIOTECA CIVICA DI COLLEGNO REGOLAMENTO

BIBLIOTECA CIVICA DI COLLEGNO REGOLAMENTO BIBLIOTECA CIVICA DI COLLEGNO REGOLAMENTO Delibera di C.C. n. 87 del 26/09/2013 0 Sommario TITOLO I PRINCIPI GENERALI, FINALITA COMPITI... 3 Art. 1 Oggetto del Regolamento... 3 Art. 2 Principi generali...

Dettagli

SISTEMA BIBLIOTECARIO CERETANO SABATINO REGOLAMENTO DELLE BIBLIOTECHE TITOLO I FINALITA E COMPITI

SISTEMA BIBLIOTECARIO CERETANO SABATINO REGOLAMENTO DELLE BIBLIOTECHE TITOLO I FINALITA E COMPITI SISTEMA BIBLIOTECARIO CERETANO SABATINO REGOLAMENTO DELLE BIBLIOTECHE TITOLO I FINALITA E COMPITI ART. 1 Le Biblioteche del SBCS garantiscono a tutti il diritto di accesso alla cultura e all informazione

Dettagli

REGOLAMENTO BIBLIOTECHE

REGOLAMENTO BIBLIOTECHE REGOLAMENTO BIBLIOTECHE TITOLO 1 FINALITA E COMPITI Art. 1 Le biblioteche dell Istituto Comprensivo di Segni hanno lo scopo di: a) diventare parte integrante dei processi formativi della scuola, b) promuovere

Dettagli

COMUNE DI ROGGIANO GRAVINA

COMUNE DI ROGGIANO GRAVINA COMUNE DI ROGGIANO GRAVINA Provincia di Cosenza REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE ANTONIO BRUNO Approvato con delibera C.C. n. 7 del 14.05.2012 1 TITOLO I: Finalità del servizio e metodologie d intervento

Dettagli

BIBLIOTECA SCOLASTICA

BIBLIOTECA SCOLASTICA BIBLIOTECA SCOLASTICA REGOLAMENTO Art. 1 - Principi generali La Biblioteca Centro di Documentazione dell'i.i.s. "E. De Nicola", è un servizio culturale mediante il quale la Scuola persegue la promozione

Dettagli

Comune di Castiglione d'adda Provincia di Lodi

Comune di Castiglione d'adda Provincia di Lodi Comune di Castiglione d'adda Provincia di Lodi 1 Regolamento della Biblioteca Comunale Amiti Agamennone Approvato con delibera C.C. N.20 del 29-04-2010 Pubblicato all albo pretorio del Comune dal 12/05/2010

Dettagli

REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE

REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE COMUNE DI LENTIAI PROVINCIA DI BELLUNO REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE Approvato con delibera C. C. n. 11 del 1995 Modificato con delibera C.C. n. 172 del 23.12.2002 e successiva delibera C.C n. 30 del

Dettagli