REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLE BIBLIOTECHE COMUNALI DI ARGELATO E FUNO.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLE BIBLIOTECHE COMUNALI DI ARGELATO E FUNO."

Transcript

1 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLE BIBLIOTECHE COMUNALI DI ARGELATO E FUNO. ART. 1 - FINALITA Il comune di Argelato, con riferimento al 1 comma dell art. 22 della L. 8 giugno 1992, n. 142, riconosce nella Biblioteca comunale un servizio pubblico indispensabile ai fini di promuovere lo sviluppo civile della comunità locale. Le biblioteche comunali di Argelato e Funo promuovono la raccolta, l'ordinamento, la conservazione e la messa a disposizione del pubblico di documenti a stampa e non, concorrendo così all'attuazione del diritto di tutti i cittadini all'istruzione ed all'informazione. In relazione ai fondi disponibili essa svolge principalmente funzioni di informazione generale, di documentazione, anche editoriale ed espositiva, della realtà locale e di promozione culturale, intesa nell'accezione più ampia del termine, con particolare riferimento alla realtà scolastica ed associativa. Le biblioteche comunali realizzano le proprie finalità in stretta collaborazione con le altre istituzioni culturali e con gli organismi scolastici; mantengono inoltre forme di intesa e di collegamento con altre biblioteche pubbliche, servizi provinciali e regionali, mediante apposite convenzioni. ART. 2 - ATTIVITA E RELATIVI STANZIAMENTI DI BILANCIO Alle spese di gestione riguardanti la conservazione e l'incremento del patrimonio documentario, dei sussidi culturali e l'organizzazione di attività culturali e promozionali, si provvede mediante appositi stanziamenti annui nel bilancio del Comune. Il Comitato di Gestione, nell'ambito della programmazione delle attività delle biblioteche, presenta all'amministrazione Comunale una proposta di programma con i relativi piani di spesa in tempi utili per la formazione del bilancio preventivo comunale. Annualmente il bibliotecario predispone una relazione sulle attività svolte da sottoporre alla discussione del Comitato di Gestione. Delle eventuali modifiche ai capitoli di spesa che formano il piano finanziario per le biblioteche viene preventivamente informato il Comitato di Gestione. ART. 3 - ORGANI DELLE BIBLIOTECHE Organo delle Biblioteche sono il Comitato di gestione" previsto dalla Legge Regionale 42/1983 (art.16-1 comma - lettera a), e la Consulta Culturale a) IL COMITATO DI GESTIONE 1. Il Comitato di Gestione è l organo di riferimento dell Amministrazione comunale e della cittadinanza per la conduzione delle Biblioteche comunali. 2. Il Comitato di gestione è un organo a carattere tecnico-culturale e deve esprimere le proprie capacità propositive nei seguenti ambiti:

2 a) gestione ordinaria della Biblioteca, con particolare riferimento al programma e ai piani di spesa da presentare all Amministrazione comunale per la formazione del bilancio annuale di previsione e alla relazione e rendicontazione dell attività svolta da inviare all Amministrazione comunale; b) iniziative per promuovere e incrementare la lettura e le attività della Biblioteca; c) iniziative atte a rispondere ai bisogni culturali degli utenti della Biblioteca e dei cittadini. 3. E composto da 5 componenti e precisamente: - l Assistente Bibliotecario di Argelato - l Assistente Bibliotecario di Funo - tre cittadini nominati dalla Giunta Comunale con specifiche competenze nell ambito culturale 4. Elegge al suo interno un Presidente, dura in carica per un periodo pari al mandato elettorale del Consiglio Comunale. 5. Per la validità delle riunioni del Comitato di Gestione è richiesta la presenza di almeno 3 componenti; il Comitato di Gestione decide a maggioranza semplice di voti. 6. Si potrà procedere alla sostituzione dei componenti del Comitato nominati dalla Giunta che per tre riunioni consecutive si assentano ingiustificatamente. 7. Le sedute sono convocate dal Presidente o in sua assenza dall Assistente Bibliotecario di Argelato; di ogni seduta viene redatto apposito verbale. 8. L Assessore alla Cultura o suo delegato è invitato permanente al comitato di gestione senza diritto di voto. 9. Sono compiti specifici del Comitato di Gestione: a) predisporre ed approvare le proposte di programma, con i relativi piani di spesa, per la gestione finanziaria e patrimoniale, da presentare all'amministrazione Comunale per la formazione del bilancio di previsione; b) esprimere un parere in merito alle relazioni dei bibliotecari sull'attività svolta nell'anno precedente dalle biblioteche e, unitamente al rendiconto, trasmetterla all'amministrazione Comunale; c) definire criteri di scelta per l'acquisto di libri, periodici, documenti, audiovisivi e altro materiale costituente la dotazione delle biblioteche; d) proporre, sulla base anche delle indicazioni fornite dai bibliotecari, iniziative ed attività di promozione alla lettura e di valorizzazione del patrimonio documentario, quali mostre librarie, dibattiti, presentazione di nuovi libri, incontri con autori ecc.; e) vigilare sul funzionamento dei servizi resi dalle biblioteche e loro corrispondenza alle reali esigenze dell'utenza;

3 f) formulare proposte all'amministrazione Comunale in ordine allo sviluppo delle strutture e dei servizi delle biblioteche; g) proporre al Consiglio Comunale aggiornamenti e modifiche del presente regolamento. b) LA CONSULTA CULTURALE 1. La Consulta Culturale è un organo a carattere consultivo e propositivo di riferimento dell Amministrazione comunale e della cittadinanza per i beni e le attività culturali del territorio. 2. E composta da un rappresentante per ciascuna associazione, organizzazione, gruppo o ente che opera nel settore culturale a livello comunale e da cittadini residenti nel comune fino ad un massimo di 5 persone indicate dalla Giunta Comunale (di cui tre già facenti parte del Comitato di gestione), che siano esperti od operanti in tale settore; Di seguito si elencano i gruppi e gli Enti interessati attualmente alla nomina del proprio rappresentante: - Circolo Fotografico di Funo - Associazione F-Uno di Funo - Associazione Centro Sociale Funo - Associazione Centro Sociale Ricreativo Culturale di Argelato - Associazione Centro Sociale Anziani Argelato - Associazione Amici della Musica - Circolo filatelico Argelatese - Lions Club Argelato San Michele - Direzione Didattica di San Giorgio di Piano - Presidenza Scuola Media di San Giorgio di Piano 4. Viene presieduta dall Assessore alla Cultura; dura in carica per un periodo pari al mandato elettorale del Consiglio Comunale. di ogni seduta viene redatto apposito verbale. 5. Per la validità delle riunioni della Consulta Culturale è richiesta la presenza di almeno il 50% dei suoi componenti incluso il Presidente; la Consulta Culturale si esprime a maggioranza semplice di voti. 6. Si potrà procedere alla sostituzione dei componenti del Comitato nominati dalla Giunta che per tre riunioni consecutive si assentano ingiustificatamente. ART. 4 - PERSONALE 1. Nella pianta organica del Comune di Argelato è attualmente presente la figura dell Assistente bibliotecario (6^ qualifica funzionale ex DPR 347/83); posto attualmente coperto ed assegnato alla Biblioteca di Argelato-capoluogo. 2. L Amministrazione comunale favorisce la partecipazione del proprio personale alle iniziative di aggiornamento, riqualificazione e specializzazione, in orario di servizio o comunque retribuito, ai sensi dell art. 5 della L.R. 42/ Spetta all Assistente Bibliotecario ai sensi del mansionario delle figure professionali approvato con delibera di Consiglio Comunale 68/95 garantire il buon funzionamento della biblioteca comunale,

4 secondo i piani e i programmi predisposti, l'analisi, la gestione e la socializzazione dei documenti di stampa, audiovisivi, ecc...; collabora, sulla base di indirizzi generali impartitigli dal Responsabile di Settore per la realizzazione delle iniziative culturali programmate; adempie ad ogni altra funzione in attuazione di quanto eventualmente stabilito da regolamento o da altra legge o disposizione inerente le competenze proprie delle attività di pertinenza In conformità allo spirito e alla lettera della L. 142/90 sull efficienza ed efficacia del servizio, l Assistente bibliotecario deve curare il processo di produzione e di erogazione finale del servizio bibliotecario al cittadino, con particolare attenzione alla direzione tecnico-scientifica della Biblioteca. 5. L Ufficio di riferimento per le attività amministrative inerenti la Biblioteca e le attività culturali è l ufficio Cultura, Sport e Tempo Libero e pertanto l Assistente bibliotecario dovrà riferirsi per ogni istruttoria ammnistrativa all impiegato addetto al suddetto ufficio. 6. Sono compiti specifici dell Assistente bibliotecario: a) curare l acquisto di libri, periodici, audiovisivi e ogni altro tipo di materiale documentario; b) formare e tenere aggiornati i cataloghi e gli inventari del materiale custodito; c) curare la custodia, l ordinamento, la conservazione, la valorizzazione e l incremento delle raccolte documentarie, nonché favorirne l accessibilità e l utilizzo da parte del pubblico (ai sensi dell art. 23 della L.R. 42/83); d) predisporre strumenti di rilevazione statistica circa il patrimonio, l utenza e l attività della Biblioteca in genere; e) redigere il programma e i relativi piani di spesa da sottoporre al Comitato di gestione e all Amministrazione comunale per la formazione del bilancio di previsione; f) formulare proposte in ordine ai lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria della sede e delle attrezzature; g) avvisare tempestivamente i competenti uffici comunali ogni volta che si riscontrino inconvenienti di ordine statico od igienico o altri difetti nei locali a disposizione della Biblioteca; h) proporre modifiche al regolamento funzionale dei servizi. 7. L Assistente bibliotecario può avvalersi dell opera di Obiettori di coscienza assegnati al Comune e distaccati presso la Biblioteca stessa. ART. 5 - ORDINAMENTO E SERVIZI - La Biblioteca di Argelato ha sede in via Centese n La Biblioteca di Funo ha sede in via Irma Bandiera n. 4

5 - Gli orari di apertura al pubblico sono determinati dall Amministrazione Comunale, sentito il parere del Comitato di gestione; si avrà comunque riguardo di agevolare l accesso ai servizi di tutte le fasce di utenza, in modo da consentire la fruizione del servizio da parte di tutti i cittadini. - La frequenza della Biblioteca, il servizio di pubblica lettura e di prestito del materiale documentario sono gratuiti e aperti a tutti, ai sensi dell art. 16, comma d), L.R. 42/83. IL PRESTITO 1) L iscrizione al prestito del materiale documentario avviene mediante dichiarazione dei propri dati anagrafici e di residenza ( per i minorenni) o di presentazione di un documento di identità (per i maggiorenni); gli iscritti al prestito sono tenuti a comunicare tempestivamente all Assistente bibliotecario eventuali cambiamenti di abitazione. 2) Sono esclusi dal prestito i seguenti testi: a) enciclopedie e dizionari; b) manoscritti e libri antichi e rari; c) opere che, a giudizio dell Assistente bibliotecario, siano di particolare valore artistico, bibliografico o storico; d) raccolte fotografiche, di cartoline o altro materiale iconografico; e) materiali audiovisivi. 3) Sono esclusi dai vincoli di cui al comma precedente gli Enti e le Scuole che richiedono il materiale per attività culturali o didattiche. 4) Altre deroghe particolari possono essere concesse previa valutazione del l Assistente Bibliotecario nel rispetto delle vigenti norme di legge sulla tutela delle cose di interesse storico ed artistico e sulla disciplina delle mostre d arte. 5) Il prestito ha la durata di un mese ed è rinnovabile per un altro mese se le opere, nel frattempo, non sono state richieste da altri lettori. 6) L Assistente bibliotecario può richiedere l immediata restituzione di opere in prestito anche prima della scadenza del termine consentito. 7) In caso di mancata restituzione delle opere in prestito, l Assistente bibliotecario provvederà ad inviare un sollecito al lettore con la richiesta di restituzione. 8) Nei confronti di coloro che restituiscono abitualmente in ritardo le opere ricevute in prestito potranno essere adottati provvedimenti restrittivi.

6 9) Il numero delle opere concedibili in prestito è stabilito nel numero di due anche in rapporto alla dotazione di materiale librario e documentario della Biblioteca; in casi particolari, sulla in base di criteri di opportunità, l Assistente bibliotecario ha facoltà di derogare a questa norma. 10) Gli utenti sono tenuti a non danneggiare con sottolineature, note marginali o macchie i testi ottenuti in lettura o in prestito, pena l esclusione temporanea o definitiva dal prestito. 11) L utente che riceve un opera in prestito deve controllarne l integrità e lo stato di conservazione e far presente immediatamente all Assistente bibliotecario le mancanze e i guasti in essa eventualmente riscontrati. 12) Qualora il materiale documentario venga smarrito o irrimediabilmente danneggiato, il responsabile è tenuto al rimborso o all acquisto di un altra copia del materiale. ART. 6 NORME E COMPORTAMENTO 1. I frequentatori accedono liberamente ai materiali librari e documentari della Biblioteca; a lettura ultimata sarà compito dell Assistente Bibliotecario ricollocare volumi al proprio posto negli appositi scaffali. 2. I frequentatori sono tenuti ad osservare un comportamento civile, possibilmente raccolto e discreto; è tassativamente vietato fumare. 3. Le ricerche nei cataloghi vengono eseguite dagli utenti, che possono richiedere l assistenza del personale della Biblioteca. 4. Il personale della Biblioteca deve dar prova, nei rapporti con l utenza, di cortesia e buona volontà; in particolare, deve fornire ai frequentatori chiarimenti sull uso dei cataloghi, sullo schema di classificazione e ogni altra informazione bibliografica venga loro richiesta. 5. L Assistente bibliotecario deve tenere nota delle opere desiderate delle quali l utenza chieda l acquisto e delle prenotazioni delle opere in prestito. 6. Chi si rende colpevole di sottrazione o guasto intenzionale delle opere avute in prestito o in lettura e chiunque mantenga un comportamento indecoroso o arrechi ripetutamente disturbo agli altri utenti viene escluso dall accesso in biblioteca e dal prestito per un periodo stabilito dal Comitato di gestione; 7. Chi danneggia materiali e arredi della Biblioteca è tenuto a rispondere del danno, o sostituendo le cose danneggiate o perdute con altre identiche, oppure versando all Amministrazione comunale il valore nella misura determinata dalla stessa. 8. Nei confronti di coloro che sono tenuti a risarcire all Amministrazione comunale il valore di opere o cose non restituite o danneggiate, si applica la procedura di cui al successivo comma. 9. L Assistente Bibliotecario segnala al Responsabile di settore i nominativi dei soggetti di cui al comma precedente; quindi viene inviato all interessato (nel caso di minorenni, ad uno dei suoi genitori), l invito formale, nella forma della notifica, ad ottemperare all obbligo del risarcimento, entro il termine di 30 giorni

7 dalla data di notifica; all invito dovrà essere allegato il bollettino postale per il versamento della cifra da risarcire. 10. Se il soggetto interessato non ottempera alla disposizione di cui al comma precedente, l Amministrazione comunale può procedere nei suoi confronti, per recuperare quanto dovuto, utilizzando la procedura di riscossione coattiva. ART. 7 - STRUTTURA ASSOCIATIVA Il Comune di Argelato, in armonia con le linee programmatiche della Legge Regionale n.42/1983 e ai sensi della legge 142/90, può stipulare convenzioni con altri Comuni, con la Provincia e con altri Istituti Pubblici e Privati, al fine di favorire la valorizzazione e l integrazione delle risorse bibliotecarie e storicoarchivistiche esistenti sul territorio, in funzione dell ampliamento e del coordinamento delle strutture, dei servizi ed attività e della loro più ampia utilizzazione pubblica. L ordinamento, l organizzazione e le finalità delle convenzioni di cui sopra sono approvati con apposita deliberazione del Consiglio comunale e non comportano modificazioni al presente regolamento, salvo che, per esigenze associative, non debbano essere riveduti i compiti e la struttura del Comitato di gestione o la natura istituzionale, amministrativa o giuridica della Biblioteca comunale. Qualora per il funzionamento delle nuove strutture sia necessario uno stanziamento di fondi che non trovino capienza nella normale dotazione finanziaria della Biblioteca, l Amministrazione comunale provvederà a deliberare appositi stanziamenti. ART. 8 - DISPOSIZIONI FINALI E TRANSITORIE Tutte le disposizioni regolamentari eventualmente preesistenti vengono abrogate e sostituite a tutti gli effetti dal presente regolamento. Un estratto del presente regolamento, limitatamente agli articoli e ai punti che interessano l utenza, va divulgato, nelle forme e nei modi opportuni, fra i frequentatori della Biblioteca.

CITTA DI GRANAROLO DELL EMILIA Provincia di Bologna

CITTA DI GRANAROLO DELL EMILIA Provincia di Bologna Regolamento della Biblioteca civica di Granarolo INDICE Titolo I Finalità, definizioni e compiti 2 Titolo II Consiglio di gestione 3 Titolo III Gestione economica e patrimonio 4 Titolo IV Personale 5 Titolo

Dettagli

REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE. Monchio delle Corti

REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE. Monchio delle Corti REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE di Monchio delle Corti Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 48 del 13.10.2001 ART. 1 FINALITA Il Comune di Monchio delle Corti istituisce la Biblioteca Comunale

Dettagli

COMUNE DI AIRASCA BIBLIOTECA CIVICA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO PRESTITO LIBRI E UTILIZZO POSTAZIONE INTERNET

COMUNE DI AIRASCA BIBLIOTECA CIVICA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO PRESTITO LIBRI E UTILIZZO POSTAZIONE INTERNET COMUNE DI AIRASCA Provincia di Torino BIBLIOTECA CIVICA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO PRESTITO LIBRI E UTILIZZO POSTAZIONE INTERNET (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 42 del 30/11/2005)

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI OFFIDA

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI OFFIDA REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI OFFIDA TITOLO I : DISPOSIZIONI GENERALI ARTICOLO 1 E istituita in Offida, nell ambito del Centro Culturale Permanente, una Biblioteca pubblica comunale, che riconosce

Dettagli

COMUNE DI VILLANOVA MARCHESANA PROVINCIA DI ROVIGO STATUTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI VILLANOVA MARCHESANA

COMUNE DI VILLANOVA MARCHESANA PROVINCIA DI ROVIGO STATUTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI VILLANOVA MARCHESANA COMUNE DI VILLANOVA MARCHESANA PROVINCIA DI ROVIGO STATUTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI VILLANOVA MARCHESANA 1 TITOLO I DENOMINAZIONE, FINALITA E OBIETTIVI Art. 1 La Biblioteca Comunale è una struttura

Dettagli

COMUNE di FIESSE PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE di FIESSE PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA ART. 1 - COMPITI E SERVIZI DELLA BIBLIOTECA La Biblioteca Comunale R. Remondi di Fiesse è un istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce unità

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE Comune di Rometta Provincia di Messina REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE (Approvato con deliberazione di C.C. n. 19 del 28/04/2015) Art. 1 Finalità del servizio Il Comune di Rometta, attraverso la

Dettagli

BIBLIOTECA COMUNALE DI GALLIERA VENETA. Regolamento

BIBLIOTECA COMUNALE DI GALLIERA VENETA. Regolamento BIBLIOTECA COMUNALE DI GALLIERA VENETA Regolamento Titolo I Disposizioni generali Art. 1 Ruolo e funzioni della Biblioteca 1. La Biblioteca Comunale è un Servizio del Comune di Galliera Veneta che mira

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE COMUNE DI RANZANICO PROVINCIA DI BERGAMO SEDE: PIAZZA DEI CADUTI, 1 - C.A.P. 24060 - CODICE FISCALE E PARTITA I.V.A. 00579520164 TEL. (035) 829022 - FAX (035) 829268 - E-MAIL: info@comune.ranzanico.bg.it

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE ISTITUZIONE E FINALITÀ Istituzione Art. 1 Nel Comune di Bovezzo è istituita la Biblioteca Comunale intesa come servizio pubblico

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI SCHILPARIO

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI SCHILPARIO REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI SCHILPARIO ART. 1 COMPITI E SERVIZI DELLA BIBLIOTECA La Biblioteca Comunale di Schilpario è un istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce unità di servizio

Dettagli

STATUTO-REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI FICARRA. TITOLO I Denominazione e Fini

STATUTO-REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI FICARRA. TITOLO I Denominazione e Fini STATUTO-REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI FICARRA TITOLO I Denominazione e Fini Art. 1 E istituita in Ficarra la Biblioteca Pubblica Comunale denominata Lucio Piccolo. Art. 2 La Biblioteca ha lo

Dettagli

REGOLAMENTO BIBLIOTECA

REGOLAMENTO BIBLIOTECA REGOLAMENTO BIBLIOTECA Art. 1 COMPITI E SERVIZI DELLA BIBLIOTECA La Biblioteca Comunale di Sotto il Monte Giovanni è un istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce unità di servizio dell organizzazione

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA DI MOZZANICA

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA DI MOZZANICA REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA DI MOZZANICA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 54 del 15.09.1995 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 46 del 10.09.1999 Art. 1 - Compiti

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001 REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001 PRESENTAZIONE TITOLO PRIMO: Finalità del servizio TITOLO SECONDO: Direzione, personale e

Dettagli

SCHEMA DI REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE

SCHEMA DI REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE SCHEMA DI REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE ART. 1 - COMPITI E SERVIZI DELLA BIBLIOTECA 1. La Biblioteca comunale di Gignod è un istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce unità di servizio

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI MADIGNANO

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI MADIGNANO REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI MADIGNANO (APPROVATO CON DELIBERA N. 73 DEL 24/6/88 E MODIFICATO CON LE DELIBERE N. 45 E N. 4 DEL 30/10/95 E DEL 2/2/96) Premessa La promozione della cultura e

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ACCESSO AI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE: Prestito Libri e Utilizzo Postazione Internet

REGOLAMENTO PER L'ACCESSO AI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE: Prestito Libri e Utilizzo Postazione Internet REGOLAMENTO PER L'ACCESSO AI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE: Prestito Libri e Utilizzo Postazione Internet (Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 86 del 28/04/2011) INDICE Introduzione Art.

Dettagli

Regolamento per il punto prestito della biblioteca dell Unione appartenente al Sistema Bibliotecario Lodigiano

Regolamento per il punto prestito della biblioteca dell Unione appartenente al Sistema Bibliotecario Lodigiano Regolamento per il punto prestito della biblioteca dell Unione appartenente al Sistema Bibliotecario Lodigiano PREMESSA La Biblioteca pubblica dell Unione di Comuni "Oltre Adda Lodigiano", con sede in

Dettagli

COMUNE DI PIZZALE Provincia di Pavia. Statuto e regolamento interno della Biblioteca Comunale Centro di cultura L albero di carta e di parole

COMUNE DI PIZZALE Provincia di Pavia. Statuto e regolamento interno della Biblioteca Comunale Centro di cultura L albero di carta e di parole ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE C.C. N. 30 DEL 25/11/2010 COMUNE DI PIZZALE Provincia di Pavia Statuto e regolamento interno della Biblioteca Comunale Centro di cultura L albero di carta e di parole Art. 1

Dettagli

COMUNE DI VALSTAGNA BIBLIOTECA CIVICA STATUTO

COMUNE DI VALSTAGNA BIBLIOTECA CIVICA STATUTO COMUNE DI VALSTAGNA BIBLIOTECA CIVICA STATUTO Art. 1 È istituita la Biblioteca pubblica comunale di Valstagna, aperta a tutti i cittadini con l intento di raccogliere, conservare e mettere in valore i

Dettagli

67$78725(*2/$0(172 '(//$%,%/,27(&$',&$67(//(772',%5$1'8==2 $57±&203,7,(6(59,=,'(//$%,%/,27(&$ La Biblioteca Comunale di Castelletto di Branduzzo è un istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce

Dettagli

Comune di Gargnano REGOLAMENTO COMUNALE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE. (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 13 del 19 febbraio 1988)

Comune di Gargnano REGOLAMENTO COMUNALE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE. (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 13 del 19 febbraio 1988) Comune di Gargnano REGOLAMENTO COMUNALE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 13 del 19 febbraio 1988) REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA DI BASE Art. 1 - Compiti e

Dettagli

COMUNE DI PAVONE DEL MELLA PROVINCIA DI BRESCIA BOZZA NUOVA REGOLAMENTO FUNZIONAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE

COMUNE DI PAVONE DEL MELLA PROVINCIA DI BRESCIA BOZZA NUOVA REGOLAMENTO FUNZIONAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE 1 COMUNE DI PAVONE DEL MELLA PROVINCIA DI BRESCIA BOZZA NUOVA REGOLAMENTO FUNZIONAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE APPROVATO CON DELIBERA DI C.C.N.51 DEL 18.04.2009 PUBBLICATA ALL ALBO PRETORIO DAL 13/05/2009

Dettagli

Regolamento della Biblioteca Giuseppe Guglielmi dell Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna

Regolamento della Biblioteca Giuseppe Guglielmi dell Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna Regolamento della Biblioteca Giuseppe Guglielmi dell Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna Art. 1 - Oggetto Art. 2 - Finalità e compiti Art. 3 - Sede e patrimonio

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO URBANO

REGOLAMENTO DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO URBANO 44 REGOLAMENTO DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO URBANO ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 16/45374 NELLA SEDUTA DEL 03.02.1994, MODIFICATO CON DELIBERAZIONE N. 1/I67997 DEL 14/01/2003 E N. 166/I0064555

Dettagli

BIBLIOTECA COMUNALE DI QUART REGOLAMENTO

BIBLIOTECA COMUNALE DI QUART REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE DI QUART REGOLAMENTO Art. l - Compiti e servizi della biblioteca 1. La biblioteca comunale di QUART è un'istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce unità di servizio dell'organizzazione

Dettagli

R E G I O N E A U T O N O M A V A L L E D A O S T A

R E G I O N E A U T O N O M A V A L L E D A O S T A C OMUNE DI SAINT-MARCEL R E G I O N E A U T O N O M A V A L L E D A O S T A REGOLAMENTO DI BIBLIOTECA Adottato con delibera di Consiglio Comunale n. 17 in data 16.05.2002. Pubblicato all Albo Pretorio

Dettagli

BIBLIOTECA COMUNALE DI SANTA LUCE R E G O L A M E N T O

BIBLIOTECA COMUNALE DI SANTA LUCE R E G O L A M E N T O BIBLIOTECA COMUNALE DI SANTA LUCE R E G O L A M E N T O TITOLO I Finalità Compiti di gestione Personal e Art. 1 La Biblioteca Comunale di Santa Luce concorre alla promozione culturale della comunità favorendo

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECA 3 CAPO I: 3 PRINCIPI GENERALI 3 CAPO II 4 PATRIMONIO E BILANCIO 4 CAPO III 5 ORGANIZZAZIONE E PERSONALE 5

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECA 3 CAPO I: 3 PRINCIPI GENERALI 3 CAPO II 4 PATRIMONIO E BILANCIO 4 CAPO III 5 ORGANIZZAZIONE E PERSONALE 5 REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECA 3 CAPO I: 3 PRINCIPI GENERALI 3 ART. 1 - FINALITA DEL SERVIZIO 3 ART. 2 - COOPERAZIONE INTERBIBLIOTECARIA 3 ART. 3 - DOCUMENTAZIONE DI RILEVANZA LOCALE E SEZIONE LOCALE

Dettagli

REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE

REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE COMUNE DI LENTIAI PROVINCIA DI BELLUNO REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE Approvato con delibera C. C. n. 11 del 1995 Modificato con delibera C.C. n. 172 del 23.12.2002 e successiva delibera C.C n. 30 del

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE DI SAN SALVATORE TELESINO

REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE DI SAN SALVATORE TELESINO REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE DI SAN SALVATORE TELESINO Il Comune di San Salvatore Telesino favorisce la crescita culturale individuale e collettiva e riconosce il diritto dei cittadini all informazione

Dettagli

Testi regolamentari dell istituzione G. Minguzzi

Testi regolamentari dell istituzione G. Minguzzi Testi regolamentari dell istituzione G. Minguzzi REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECARIO INTEGRATO DELLE BIBLIOTECHE C. GENTILI DELL ISTITUTO DI PSICHIATRIA, P. OTTONELLO DELL UNIVERSITÀ DI BOLOGNA E G.

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI PESCHIERA DEL GARDA

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI PESCHIERA DEL GARDA Approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario n. 109 del 28.04.2004 REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI PESCHIERA DEL GARDA ART. 1 PRINCIPI ISPIRATORI, FINALITA E COMPITI 1) Il Comune

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA TENUTA E LA FRUIZIONE DEL SERVIZIO BIBLIOTECA SAN CARLO

REGOLAMENTO PER LA TENUTA E LA FRUIZIONE DEL SERVIZIO BIBLIOTECA SAN CARLO REGOLAMENTO PER LA TENUTA E LA FRUIZIONE DEL SERVIZIO BIBLIOTECA SAN CARLO INDICE Art. 1 Definizione e finalità Pag. 2 Art. 2 Sede, Patrimonio e Commissione acquisizione e scarti Pag. 2 Art. 3 Aggiornamento

Dettagli

COMUNE DI SARNICO REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECARIO COMUNALE

COMUNE DI SARNICO REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECARIO COMUNALE COMUNE DI SARNICO REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECARIO COMUNALE **aggiornato al 11.7.2005** Art. 1 - Istituzione del Servizio 1. Nel Comune di Sarnico è istituita la Biblioteca Comunale, intesa come

Dettagli

COMUNE DI VALMADRERA Provincia di Lecco REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA

COMUNE DI VALMADRERA Provincia di Lecco REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNE DI VALMADRERA Provincia di Lecco REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA Approvato con Delibera Comunale N.26 del 27-09-2012 INDICE Titolo I: Finalità e compiti della Biblioteca Art.1 - Istituzioni e Finalità

Dettagli

D.C.C. N. 52 DEL 29/11/2005 OGGETTO: PROPOSTA DI REVISIONE DEL REGOLAMENTO-STATUTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE. IL CONSIGLIO COMUNALE

D.C.C. N. 52 DEL 29/11/2005 OGGETTO: PROPOSTA DI REVISIONE DEL REGOLAMENTO-STATUTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE. IL CONSIGLIO COMUNALE D.C.C. N. 52 DEL 29/11/2005 OGGETTO: PROPOSTA DI REVISIONE DEL REGOLAMENTO-STATUTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE. IL CONSIGLIO COMUNALE RICHIAMATA la D.C.C. n. 22 in data 14/06/1996 con cui si approvava il

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA PUBBLICA COMUNALE

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA PUBBLICA COMUNALE REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA PUBBLICA COMUNALE PARTE PRIMA Compiti e servizi della Biblioteca Art. 1 La Biblioteca comunale di Roè Volciano è un istituzione culturale aperta al pubblico, inquadrata nel

Dettagli

REGOLAMENTO GESTIONE BIBLIOTECA COMUNALE "GIUSEPPE GIUSTI"

REGOLAMENTO GESTIONE BIBLIOTECA COMUNALE GIUSEPPE GIUSTI REGOLAMENTO GESTIONE BIBLIOTECA COMUNALE "GIUSEPPE GIUSTI" APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.C. N. 3 DEL 13 FEBBRAIO 2001 TITOLO I: PRINCIPI GENERALI ART. 1 - ISTITUZIONE E FINALITA' 1) Il Comune riconosce

Dettagli

COMUNE DI SUSEGANA REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA ART.4

COMUNE DI SUSEGANA REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA ART.4 COMUNE DI SUSEGANA REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA PARTE PRIMA: Patrimonio bibliografico, arredi ed organizzazione interna. ART.1 Patrimonio Le raccolte bibliografiche, audiovisive e multimediali, le attrezzature,

Dettagli

B.5 Regolamento dei servizi della Biblioteca della Fondazione Edmund Mach

B.5 Regolamento dei servizi della Biblioteca della Fondazione Edmund Mach B.5 Regolamento dei servizi della Biblioteca della Fondazione Edmund Mach Art. 1 Missione 1. La Biblioteca è il punto di riferimento per le esigenze informative delle comunità di persone che studiano e

Dettagli

COMUNE DI S. STINO DI LIVENZA

COMUNE DI S. STINO DI LIVENZA COMUNE DI S. STINO DI LIVENZA REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE Art. 1 Definizione e scopi del servizio. E' istituita la Biblioteca Comunale di S.Stino di Livenza. Essa è una struttura culturale che

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI PIOLTELLO

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI PIOLTELLO REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI PIOLTELLO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale N. 60 del 15/09/1998 Art. 1 - Compiti e servizi della Biblioteca La Biblioteca comunale di Pioltello

Dettagli

Regolamento della Biblioteca del Liceo Ginnasio E.Q.Visconti

Regolamento della Biblioteca del Liceo Ginnasio E.Q.Visconti Regolamento della Biblioteca del Liceo Ginnasio E.Q.Visconti PREMESSA Il presente regolamento, approvato dal C. d I in data 18 Settembre 2014, ha carattere transitorio, valido fino al completamento dei

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE TITOLO I FINALITA E COMPITI. Art. 1 Finalità

REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE TITOLO I FINALITA E COMPITI. Art. 1 Finalità REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE TITOLO I FINALITA E COMPITI Art. 1 Finalità La biblioteca del Comune di Monte Porzio Catone è istituita come servizio informativo e culturale di base da rendere alla

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE

REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE COMUNE DI OLLOMONT Regione Autonoma Valle d Aosta ********* Loc. Capoluogo, 47 11010 OLLOMONT Partita I.V.A. 00101810075 COMMUNE DE OLLOMONT Région Autonome Vallée d Aoste ******** Tel. 0165/73243 Telefax

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA Art.1 ISTITUZIONE E istituita in Bolzano Vicentino la Biblioteca Civica G.B. Duso, eminente figura di Arciprete e studioso del XVIII secolo. Art. 2 COMPITI E SERVIZI

Dettagli

STATUTO DELLA SCUOLA CIVICA DI MUSICA

STATUTO DELLA SCUOLA CIVICA DI MUSICA STATUTO DELLA SCUOLA CIVICA DI MUSICA Art. 1 ( Scuola Civica di Musica ) E costituita nel Comune di Villacidro la Scuola Civica di Musica nella forma di cui all art. 114 del D. Lgs.vo n. 267 del 18 Agosto

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI NICHELINO aggiornamento 2009

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI NICHELINO aggiornamento 2009 REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI NICHELINO aggiornamento 2009 CAPO PRIMO: ISTITUZIONI E FINALITÁ DEL SERVIZIO ART. 1. COMPITI DELLA BIBLIOTECA La Biblioteca Civica di Nichelino istituita con deliberazione

Dettagli

Statuto dell Associazione Culturale Senza Scopo di Lucro cinaforum

Statuto dell Associazione Culturale Senza Scopo di Lucro cinaforum Statuto dell Associazione Culturale Senza Scopo di Lucro cinaforum Denominazione Oggetto Sede Art. 1 1. E costituita, ai sensi dell art. 36 c.c., l Associazione culturale denominata Cinaforum. La denominazione

Dettagli

REGOLAMENTO BIBLIOTECA ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRESCIA SANTAGIULIA FOPPA GROUP

REGOLAMENTO BIBLIOTECA ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRESCIA SANTAGIULIA FOPPA GROUP REGOLAMENTO BIBLIOTECA ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRESCIA SANTAGIULIA FOPPA GROUP Approvato dall Amministratore Delegato e dal Consiglio Accademico in data 22 luglio 2009 Aggiornato in data 30 novembre

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA INTERNAZIONALE

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA INTERNAZIONALE COMUNE DI BORDIGHERA Provincia di Imperia REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA INTERNAZIONALE approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 85 del 22/04/1980 e modificato con Deliberazione del Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO QUADRO DEI SERVIZI

REGOLAMENTO QUADRO DEI SERVIZI UNIVERSITA' DEGLI STUDI - L'AQUILA Sistema Bibliotecario di Ateneo REGOLAMENTO QUADRO DEI SERVIZI Approvato dal Consiglio per il Sistema Bibliotecario di Ateneo in data 12 dicembre 2005 REGOLAMENTO QUADRO

Dettagli

Statuto della Fondazione dell Ordine degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Milano

Statuto della Fondazione dell Ordine degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Milano Statuto della Fondazione dell Ordine degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Milano 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione

Dettagli

COMUNE DI FOSSO Provincia di Venezia

COMUNE DI FOSSO Provincia di Venezia COMUNE DI FOSSO Provincia di Venezia R E G O L A M E N T O DELLA BIBLIOTECA COMUNALE TITOLO PRIMO Finalità Funzionamento e gestione Articolo 1 - Finalità La Biblioteca Comunale è organismo dell Ente Locale

Dettagli

MIUR ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE. CONSERVATORIO DI MUSICA GIOVANNI PIERLUIGI DA PALESTRINA Piazza E. Porrino, 1 CAGLIARI

MIUR ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE. CONSERVATORIO DI MUSICA GIOVANNI PIERLUIGI DA PALESTRINA Piazza E. Porrino, 1 CAGLIARI MIUR ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE CONSERVATORIO DI MUSICA GIOVANNI PIERLUIGI DA PALESTRINA Piazza E. Porrino, 1 CAGLIARI REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA Parere del Consiglio Accademico del 23/05/2011

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Comune di Sant Agostino

Comune di Sant Agostino Comune di Sant Agostino CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI SANT AGOSTINO adottata con Determinazione n. 294 del 20.11.2004 1. Premesse 1.1 Finalità della Biblioteca comunale di Sant Agostino

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI FARA GERA D'ADDA

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI FARA GERA D'ADDA COMUNE DI FARA GERA D ADDA REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI FARA GERA D'ADDA - Approvato con deliberazione consiliare n. 37 del 28/09/05 1 INDICE ART. 1 OSSERVAZIONI GENERALI 3 ART. 2 FINALITÀ

Dettagli

Comune di Letojanni Provincia di Messina. Regolamento della Biblioteca Comunale Bianca Garufi

Comune di Letojanni Provincia di Messina. Regolamento della Biblioteca Comunale Bianca Garufi Comune di Letojanni Provincia di Messina Regolamento della Biblioteca Comunale Bianca Garufi Regolamento della Biblioteca Comunale di Letojanni Art.1 Finalità della biblioteca La Biblioteca Comunale di

Dettagli

COMUNE DI PONZANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI PONZANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI PONZANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO BIBLIOTECA COMUNALE REGOLAMENTO (Approvato con deliberazione del C.C. n. 18 del 24.02.1987) Y:\Biblioteca\Regolamento Biblioteca.doc TITOLO I - ORGANIZZAZIONE

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MAD EVENTI. ARTICOLO 1 - E costituita l associazione di promozione sociale di

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MAD EVENTI. ARTICOLO 1 - E costituita l associazione di promozione sociale di STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MAD EVENTI ARTICOLO 1 - E costituita l associazione di promozione sociale di tipo culturale denominata MAD EVENTI con sede in Lucca, frazione Monte San Quirico, Via

Dettagli

COMUNE DI CASTELLO CABIAGLIO

COMUNE DI CASTELLO CABIAGLIO COMUNE DI CASTELLO CABIAGLIO (PROVINCIA DI VARESE) REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI CASTELLO CABIAGLIO Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 4 del 31/03/2015 Art. 1 Compiti e servizi

Dettagli

STATUTO TIPO PROMOZIONE SOCIALE. Articolo 1 (Denominazione e sede)

STATUTO TIPO PROMOZIONE SOCIALE. Articolo 1 (Denominazione e sede) STATUTO TIPO PROMOZIONE SOCIALE Articolo 1 (Denominazione e sede) E costituita, ai sensi della legge 7 dicembre 2000, n.383 e della legge regionale 6 dicembre 2012, n.42, l Associazione di Promozione Sociale

Dettagli

I N D I C E. Prestito interbibliotecario Riproduzione fotostatica Norme di comportamento per il pubblico

I N D I C E. Prestito interbibliotecario Riproduzione fotostatica Norme di comportamento per il pubblico COMUNE DI GRESSAN COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE Approvazione deliberazione del Consiglio Comunale n. 18 del 06.07.1995 Modifiche deliberazione del Consiglio Comunale n. 45 del

Dettagli

ISTITUZIONE PUBBLICA CULTURALE BIBLIOTECA CIVICA BERTOLIANA REGOLAMENTO DEI SERVIZI

ISTITUZIONE PUBBLICA CULTURALE BIBLIOTECA CIVICA BERTOLIANA REGOLAMENTO DEI SERVIZI ISTITUZIONE PUBBLICA CULTURALE BIBLIOTECA CIVICA BERTOLIANA REGOLAMENTO DEI SERVIZI 1. GESTIONE L organizzazione della biblioteca civica Bertoliana è curata dal Direttore che svolge questo compito nel

Dettagli

COMUNE DI TALAMONA Provincia di Sondrio REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE (SISTEMA BIBLIOTECARIO DELLA VALTELLINA)

COMUNE DI TALAMONA Provincia di Sondrio REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE (SISTEMA BIBLIOTECARIO DELLA VALTELLINA) COMUNE DI TALAMONA Provincia di Sondrio REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE (SISTEMA BIBLIOTECARIO DELLA VALTELLINA) SOMMARIO: Sommario per sezioni SEZIONE A) - Istituzione e finalità del servizio SEZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE Approvato con D.C.C. n.17 del 20.06.2013 INDICE ART. 1- FINALITÀ... ART. 2 SEDE E FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA... ART. 3 - ATTIVITÀ E RESPONSABILITÀ DEI VOLONTARI

Dettagli

COMUNE DI CERVIGNANO DEL FRIULI Provincia di Udine

COMUNE DI CERVIGNANO DEL FRIULI Provincia di Udine COMUNE DI CERVIGNANO DEL FRIULI Provincia di Udine REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE Adottato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 221 del 20.10.1983 Modificato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO NORME RELATIVE AL FUNZIONAMENTO, ALLA CONSULTAZIONE ED AL PRESTITO DELLE PUBBLICAZIONI

REGOLAMENTO NORME RELATIVE AL FUNZIONAMENTO, ALLA CONSULTAZIONE ED AL PRESTITO DELLE PUBBLICAZIONI REGOLAMENTO NORME RELATIVE AL FUNZIONAMENTO, ALLA CONSULTAZIONE ED AL PRESTITO DELLE PUBBLICAZIONI Art. 1 Finalità La Biblioteca del Ministero dello Sviluppo Economico-Commercio Internazionale, denominata

Dettagli

Comune di Cormòns Provincia di Gorizia Settore Amministrativo REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

Comune di Cormòns Provincia di Gorizia Settore Amministrativo REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE Comune di Cormòns Provincia di Gorizia Settore Amministrativo REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE Maggio 2005 1 INDICE Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Finalità del Servizio

Dettagli

STATUTO DELLA BIBLIOTECA PUBBLICA COMUNALE (istituita nell ambito del Sistema Bibliotecario Provinciale)

STATUTO DELLA BIBLIOTECA PUBBLICA COMUNALE (istituita nell ambito del Sistema Bibliotecario Provinciale) STATUTO DELLA BIBLIOTECA PUBBLICA COMUNALE (istituita nell ambito del Sistema Bibliotecario Provinciale) ART. 1 Il Comune di Bricherasio istituisce una Biblioteca pubblica Centro Culturale Comunale che

Dettagli

STATUTO CONSULTA GIOVANILE COMUNALE COMUNE DI ORISTANO. Comuni de Aristanis

STATUTO CONSULTA GIOVANILE COMUNALE COMUNE DI ORISTANO. Comuni de Aristanis COMUNE DI ORISTANO Comuni de Aristanis STATUTO CONSULTA GIOVANILE COMUNALE (APPROVATO CON DELIBERA C.C. N. 21 DEL 06.03.2008) (MODIFICATO CON DELIBERA C.C. NR. 8 DEL 10.03.2009). I N D I C E CAPO I NORME

Dettagli

COMUNE DI ROGGIANO GRAVINA

COMUNE DI ROGGIANO GRAVINA COMUNE DI ROGGIANO GRAVINA Provincia di Cosenza REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE ANTONIO BRUNO Approvato con delibera C.C. n. 7 del 14.05.2012 1 TITOLO I: Finalità del servizio e metodologie d intervento

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA U. POZZOLI E DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO URBANO. Art. 1 Finalità

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA U. POZZOLI E DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO URBANO. Art. 1 Finalità REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA U. POZZOLI E DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO URBANO Art. 1 Finalità Il Comune di Lecco favorisce la crescita culturale, civile e sociale dei cittadini, tutela e valorizza

Dettagli

REGOLAMENTI DELLA BIBLIOTECA DI GUANZATE

REGOLAMENTI DELLA BIBLIOTECA DI GUANZATE REGOLAMENTI DELLA BIBLIOTECA DI GUANZATE INDICE DEI CONTENUTI: Regolamento del servizio Internet della biblioteca Regolamento generale della biblioteca Pagina 1 di 15 C O M U N E D I G U A N Z A T E Provincia

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE PSICOLOGIA CLINICA

STATUTO ASSOCIAZIONE PSICOLOGIA CLINICA STATUTO ASSOCIAZIONE PSICOLOGIA CLINICA Articolo 1 (Denominazione e sede) E costituita, ai sensi della legge 7 dicembre 2000, n.383 e della legge regionale 6 dicembre 2012, n.42, l Associazione di Promozione

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE Comunico Art. 1 - Denominazione sociale È costituita, nel rispetto delle disposizioni previste dal codice civile e dalla Legge n. 383/2000, l Associazione

Dettagli

RETE BIBLIOLANDIA NORME DI SERVIZIO PRESTITO BIBLIOTECARIO E GESTIONE UTENTI. Approvato con Delibera di Giunta dell Unione Valdera n 99 del 25/11/2011

RETE BIBLIOLANDIA NORME DI SERVIZIO PRESTITO BIBLIOTECARIO E GESTIONE UTENTI. Approvato con Delibera di Giunta dell Unione Valdera n 99 del 25/11/2011 RETE BIBLIOLANDIA NORME DI SERVIZIO PRESTITO BIBLIOTECARIO E GESTIONE UTENTI Approvato con Delibera di Giunta dell Unione Valdera n 99 del 25/11/2011 A. GLI UTENTI Art. 1 - Iscrizione 1. Gli utenti iscritti

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE. ARTICOLO N. 1 COSTITUZIONE DELL ASSOCIAZIONE

STATUTO ASSOCIAZIONE. ARTICOLO N. 1 COSTITUZIONE DELL ASSOCIAZIONE STATUTO ASSOCIAZIONE. ARTICOLO N. 1 COSTITUZIONE DELL ASSOCIAZIONE A norma dell art. 18 della Costituzione Italiana e degli articoli 36-37-38 del Codice Civile, del D. L. 460/97 e della Legge 383/2000

Dettagli

TITOLO PRIMO: Istituzione e finalità del servizio ART. 1 (FINALITÀ DEL SERVIZIO)

TITOLO PRIMO: Istituzione e finalità del servizio ART. 1 (FINALITÀ DEL SERVIZIO) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECARIO COMUNALE 1 TITOLO PRIMO: Istituzione e finalità del servizio ART. 1 (FINALITÀ DEL SERVIZIO) Il Comune di Borno favorisce la crescita culturale individuale e collettiva

Dettagli

1. Modalità per la vigilanza degli alunni durante l ingresso, l uscita e la permanenza a scuola.

1. Modalità per la vigilanza degli alunni durante l ingresso, l uscita e la permanenza a scuola. REGOLAMENTO DELLA SCUOLA PRIMARIA 1. Modalità per la vigilanza degli alunni durante l ingresso, l uscita e la permanenza a scuola. 1.1 La presenza degli alunni è obbligatoria, oltre che alle lezioni, a

Dettagli

Valorizzazione e promozione del volontariato (B.U. 7 settembre 1994, n. 36)

Valorizzazione e promozione del volontariato (B.U. 7 settembre 1994, n. 36) Legge regionale 29 agosto 1994, n. 38. Valorizzazione e promozione del volontariato (B.U. 7 settembre 1994, n. 36) Il Consiglio regionale ha approvato. Il Commissario del Governo ha apposto il visto. IL

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE Alviero Negro

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE Alviero Negro Comune di Muzzana del Turgnano REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE Alviero Negro Art. 1 DISPOSIZIONI GENERALI E FINALITA DEL SERVIZIO 1. Il Comune di Muzzana del Turgnano favorisce la crescita culturale

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento della Biblioteca Provinciale

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento della Biblioteca Provinciale PROVINCIA DI ROMA Regolamento della Biblioteca Provinciale Adottato con delibera del Consiglio Provinciale n. 9 del 17/09/2003 1 TITOLO I FINALITA E FUNZIONI Art. 1 Finalita 1. La Provincia di Roma, ai

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE DELLA BIBLIOTECA DI VERTEMATE CON MINOPRIO

REGOLAMENTO GENERALE DELLA BIBLIOTECA DI VERTEMATE CON MINOPRIO REGOLAMENTO GENERALE DELLA BIBLIOTECA DI VERTEMATE CON MINOPRIO INDICE Art. 1 - Compiti e servizi della biblioteca Art. 2 - Compiti del Comune Art. 3 - Personale della Biblioteca Art. 4 - Commissione della

Dettagli

STATUTO. Art. 1 Costituzione, denominazione, sede 1) E costituito il COMITATO REGIONALE PIEMONTESE DEL FORUM DELLE ASSOCIAZIONI FAMILIARI.

STATUTO. Art. 1 Costituzione, denominazione, sede 1) E costituito il COMITATO REGIONALE PIEMONTESE DEL FORUM DELLE ASSOCIAZIONI FAMILIARI. STATUTO Art. 1 Costituzione, denominazione, sede 1) E costituito il COMITATO REGIONALE PIEMONTESE DEL FORUM DELLE ASSOCIAZIONI FAMILIARI. 2) Il Comitato non ha fini di lucro. 3) La sede è in Torino, Corso

Dettagli

COMUNE DI QUARTU SANT'ELENA Provincia di Cagliari

COMUNE DI QUARTU SANT'ELENA Provincia di Cagliari COMUNE DI QUARTU SANT'ELENA Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER ISTITUZIONE DEL REGISTRO COMUNALE DEL VOLONTARIATO, DELLE CONSULTE TEMATICHE E DEL FORUM DEL VOLONTARIATO. Approvato con deliberazione

Dettagli

REGIONE LAZIO REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA GIURIDICA DELLA GIUNTA REGIONALE

REGIONE LAZIO REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA GIURIDICA DELLA GIUNTA REGIONALE DIREZIONE REGIONALE CULTURA E POLITICHE GIOVANILI AREA STUDI E DOCUMENTAZIONE BIBLIOTECA GIURIDICA Allegato A REGIONE LAZIO REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA GIURIDICA DELLA GIUNTA REGIONALE I N D I C E Articolo

Dettagli

CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE. CRALPoste REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO

CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE. CRALPoste REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE CRALPoste REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO Roma, 31 Marzo 2005 INDICE Art. 1 Denominazione e logo dell Associazione pag. 3 Art. 2 Scopi

Dettagli

COMUNE DI PRATO SESIA Provincia di Novara

COMUNE DI PRATO SESIA Provincia di Novara COMUNE DI PRATO SESIA Provincia di Novara DELIBERAZIONE N. 34 ORIGINALE COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: Esame ed approvazione Regolamento per il funzionamento della Biblioteca

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 82 DEL 24-05-1985 REGIONE LAZIO Norme in favore dei rom.

LEGGE REGIONALE N. 82 DEL 24-05-1985 REGIONE LAZIO Norme in favore dei rom. LEGGE REGIONALE N. 82 DEL 24-05-1985 REGIONE LAZIO Norme in favore dei rom. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO N. 16 del 10 giugno 1985 Il Consiglio regionale ha approvato. Il Presidente della

Dettagli

BIBLIOTECA COMUNALE Regolamento

BIBLIOTECA COMUNALE Regolamento CITTÀ DI AFRAGOLA - Provincia di Napoli ISTITUZIONE DEI SERVIZI DI ISTRUZIONE, CULTURA, POLITICHE GIOVANILI E DEL TEMPO LIBERO DEL COMUNE DI AFRAGOLA Via Firenze, 33 80021 Afragola. Tel. 081-8529706 -0818529709

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MUSICALE «ARMONIA CORDIS»

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MUSICALE «ARMONIA CORDIS» STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MUSICALE «ARMONIA CORDIS» COSTITUZIONE - SEDE - DURATA - SCOPI 1) Costituzione: E costituita l Associazione Culturale Musicale denominata ARMONIA CORDIS. L Associazione

Dettagli

Regolamento della Biblioteca di Filosofia

Regolamento della Biblioteca di Filosofia Regolamento della Biblioteca di Filosofia (Proposta approvata dal Consiglio di Dipartimento nella seduta del 28 marzo 2000) La Biblioteca di Filosofia dell'università degli Studi di Milano, sita in Via

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE...

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE... STATUTO DELL ASSOCIAZIONE... ARTICOLO N 1 - Costituzione dell ASSOCIAZIONE. A norma dell art. 18 della Costituzione Italiana e degli articoli 36-37-38 del Codice Civile, del D/Lgs 460/97, della Legge 383/2000

Dettagli

TITOLO I FINALITA E COMPITI. Art. 1.

TITOLO I FINALITA E COMPITI. Art. 1. TITOLO I FINALITA E COMPITI Art. 1. La biblioteca comunale di Pofi è istituita come servizio informativo e culturale di base da rendere alla comunità. Essa aderisce, in qualità di biblioteca associata,

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE PER L AMBIENTE

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE PER L AMBIENTE REGOLAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE PER L AMBIENTE approvato con approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 18 del 14/02/2005 Pagina 1 di 5 Art. 1 ISTITUZIONE Il Comune di Bari istituisce la

Dettagli

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MUSEO DELLA CULTURA CONTADINA DI CASORE DEL MONTE- MARLIANA - PT

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MUSEO DELLA CULTURA CONTADINA DI CASORE DEL MONTE- MARLIANA - PT STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MUSEO DELLA CULTURA CONTADINA DI CASORE DEL MONTE- MARLIANA - PT Art. 1- L Associazione di volontariato Museo della Cultura Contadina più avanti chiamata per

Dettagli