Annual Report Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica Università degli Studi Magna Græcia di Catanzaro

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Annual Report 2013. Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica Università degli Studi Magna Græcia di Catanzaro"

Transcript

1 Annual Report 2013 Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica Università degli Studi Magna Græcia di Catanzaro

2 Francesco Saverio Costanzo Terzo anno del DMSC, finalmente dotato di un logo, e terzo Annual Report. Lo stile, con qualche piccola modifica, rimane quello degli anni precedenti, con il nucleo centrale dedicato all elenco delle pubblicazioni 2013 dei membri del nostro Dipartimento ed all elenco delle attività seminariali (i DMSC seminars) e congressuali (i DMSC events). Le principali novità: quest anno abbiamo pensato di sostituire i contributi di carattere generale con la presentazione dei servizi di genomica, proteomica e microscopia confocale. Va chiarito che questi servizi non sono di esclusiva pertinenza del nostro Dipartimento; quello di genomica, ad esempio, è organizzato amministrativamente in un Centro Interdipartimentale di Servizi (CIS). Li presentiamo però nel nostro Annual Report, perché, pur essendo al servizio di tutti i ricercatori dell Ateneo sono coordinati e per la massima parte gestiti da ricercatori del DMSC. Le schede dei gruppi di ricerca, ormai presenti sul sito web, sono state sostituite con i parametri della valutazione dell ANVUR del nostro Dipartimento a cura di Giuseppe Viglietto. La valutazione, a mio giudizio lusinghiera, che il nostro Dipartimento ha ricevuto in sede nazionale è ovviamente dovuta all entusiasmo e all impegno costante del nostro personale docente e tecnico amministrativo. Un ultima nota: anche quest anno l Annual Report è a cura di Valter Agosti e Camillo Palmieri, sul frame informatico generato da Carlo Cosentino.

3 Esplorando le potenzialità della proteomica Dalla ricerca biochimica alla clinica Giovanni Cuda Lo scopo principale della proteomica è quello di caratterizzare, sia sotto l aspetto qualitativo che quantitativo, il contenuto proteico di una cellula, tessuto o fluido biologico, di determinare i partners di interazione proteina/proteina e di studiare le modificazioni proteiche post-traduzionali. Paragonata alla prima grande sfida omica globale, il sequenziamento del genoma umano, la proteomica pone sfide diverse e, sotto molti aspetti, ancora più avvincenti, poiché le proteine non sono amplificabili in laboratorio come il DNA. Inoltre, paragonata a quella degli acidi nucleici, la struttura primaria delle proteine è estremamente più complessa ed il loro intervallo di concentrazione in un campione biologico è molto ampio. Ciononostante, poiché le proteine sono di fatto i principali players nella chimica della vita, il loro studio su larga scala promette di essere particolarmente gratificante: la proteomica ha appena iniziato un viaggio durante il quale ci attendiamo numerosi ed importanti contributi alle scienze biomediche. Lo studio su larga scala di proteine in un campione biologico può essere fondamentalmente eseguito attraverso due tecniche complementari. La prima è l elettroforesi bidimensionale su gel (2DE), che separa la miscela proteica sulla base del punto isolelettrico e, nella seconda dimensione, sulla base della massa. Il secondo approccio gelfree è la cosiddetta proteomica bottom-up o shotgun. In questo caso, l analisi proteomica viene effettuata mediante digestione enzimatica della miscela proteica e successiva separazione dei peptidi ottenuti dopo digestione mediante cromatografia multidimensionale interfacciata a spettrometria di massa in tandem (MS/MS), la quale è capace di determinare la sequenza completa di polipetidi di circa aminoacidi.

4 Benchè l approccio bottom-up non sia in grado di fornire informazioni su isoforme proteiche intatte ottenibili invece mediante 2DE questa tecnologia è più veloce, più sensibile in termini di prodotti genici indentificati, e più facilmente automatizzabile. Il laboratorio di Proteomica e Spettrometria di Massa del Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica è stato fondato nel E equipaggiato con tecnologie allo stato dell arte per l analisi proteomica sia mediante l approccio 2DE che quello shotgun. Gli strumenti comprendono un sistema di elettroforesi differenziale su gel (DIGE) per l analisi 2DE, un sistema tradizionale di elettroforesi bidimensionale e due spettrometri di massa Thermo Q- Exactive. Negli ultimi nove anni, ha acquisito un grado notevole di conoscenza e di esperienza in applicazioni quali l analisi proteomica di fluidi biologici, prevalentemente plasma/siero, la caratterizzazione di modificazioni post-traduzionali su proteine separate mediante elettroforesi su gel e lo studio di interazioni proteina/proteina. Oltre a condurre progetti di ricerca indipendenti, ha fornito il proprio contributo a diversi progetti collaborativi con altri gruppi e laboratori, localizzati sia all interno dell Ateneo Magna Graecia che in altre istituzioni di ricerca. Pur avendo sinora avuto come obiettivo la ricerca biomedica di base, il laboratorio si pone attualmente l ambizioso scopo di integrare le tecnologie proteomiche con la ricerca clinica e, possibilmente, con l analisi clinica di routine su specifici ambiti applicativi. Per raggiungere questo obiettivo, siamo in fase di upgrading della nostra tecnologia, al fine di ottenere maggiore sensibilità e processività di analisi. è disponibile a nuove collaborazioni o a fornire un service per partners accademici e industriali. Possiamo offrire: Identificazione di proteine separate mediante elettroforesi su gel; Caratterizzazione di complessi proteici mediante nano LC-MS/MS attraverso l approccio shotgun ; Analisi proteomics di fluidi biologici mediante 2DE.

5 Labotarori di Proteomica

6 Analisi proteomica in pazienti affetti da Malattia di Ménière Giuseppe Chiarella La Malattia di Meniere (MD) è una patologia dell'orecchio interno caratterizzata da un esordio insidioso e da sintomi aspecifici, quali vertigine, ipoacusia e acufene che possono diventare molto invalidanti. L'idrope endolinfatico è la condizione anatomopatologica comune in questi pazienti ma il meccanismo fisiopatologico è ancora poco conosciuto. In questo studio, abbiamo utilizzato un approccio basato sulla proteomica allo scopo di identificare potenziali biomarkers della malattia. A questo scopo è stata estratta la componente plasmatica dal sangue di 16 individui affetti da MD e confrontata con un campione di soggetti normali. E' stata preventivamente effettuata una deplezione delle proteine maggiormente rappresentate (albumina, IgG, transferrina, etc) allo scopo di aumentare l'individuabilità delle meno rappresentate, riducendo inoltre il rumore di fondo. L'elettroforesi bidimensionale, la digestione triptica in gel degli spots selezionati e la successiva analisi LC/MS/MS ha consentito l'identificazione di un set di proteine la cui espressione appare differentemente modulata nei pazienti MD rispetto ai controlli. In particolare, nei soggetti MD, fattore del complemento H e B, catene alfa e gamma del fibrinogeno, beta-actina e fattore pigmentale derivato da epitelio sono iper-espressi; invece i livelli di beta2 glicoproteina-i, proteina legante alla vitamina D ed apolipoproteina 1 sono significativamente ridotti. Nonostante siano dati preliminari e non necessariamente collegati direttamente alla patogenesi molecolare della malattia, i nostri risultati suggeriscono che una "firma" molecolare, rappresentata dal profilo proteico plasmatico appena descritto potrebbe rappresentare un potenziale strumento innovativo per una diagnosi precoce di MD.

7 2D gels dei pazienti affetti e dei controlli. Analisi densitometrica

8 Centro di Servizio Interdipartimentale (CIS) Genomica funzionale e Patologia Molecolare, MOLMED-LAB Giuseppe Viglietto Il Centro di Servizio Interdipartimentale denominato GENOMICA FUNZIONALE E PATOLOGIA MOLECOLARE, MOLMED-LAB (di seguito semplicemente CIS), è stato istituito, ai sensi dell art. 13 dello Statuto di Ateneo, con Decreto Rettorale n 435 del 31/05/2012. Al fine di realizzare le proprie finalità istituzionali, il Centro si avvale delle strutture e attrezzature localizzate in 3 laboratori di 72 mq situati al 5 livello dell Edificio G del Campus Universitario di Germaneto, Università Magna Graecia di Catanzaro. Il Centro sarà, altresì, dotato di attrezzature previste nell ambito del finanziamento MIUR di cui al progetto PONa3_00435 denominato e del finanziamento regionale di cui al progetto per la costituzione del Polo di Innovazione per le Tecnologie della Salute- BioTecnoMed. Il CIS è un istituzione a carattere scientifico e di ricerca avente il compito di assicurare servizi di particolare complessità e d interesse generale per i Dipartimenti, le Scuole, le strutture amministrative, e di gestire e utilizzare strumentazione comune. In particolare, le finalità del CIS sono le seguenti: a) Promuovere lo sviluppo della ricerca e la diffusione dei suoi risultati nel mondo accademico e in Enti di ricerca pubblici e privati; b) Promuovere I integrazione dell'attività di ricerca favorendo la collaborazione tra Dipartimenti dell'ateneo, tra questi e altre Università o Enti di Ricerca pubblici e privati e con il mondo imprenditoriale; c) Fornire specifici servizi a Enti pubblici e privati che ne facciano richiesta secondo modalità stabilite da apposite convenzioni; d) Contribuire alla formazione di personale altamente specializzato nell'uso di particolari attrezzature scientifiche e nell'applicazione di nuove tecnologie; e) Promuovere l'innovazione tecnologica nel settore biomedico. Il CIS può anche svolgere attività per conto di committenti pubblici o privati, aventi natura commerciale verso pagamento di un corrispettivo (per le quali è prevista emissione di fattura), quali ad esempio:

9 - prestazioni di ricerca pura o applicata fatta in base a contratti o convenzioni; - prestazioni di consulenza concernenti studi a carattere monografico, progettazione e realizzazione di prodotti multimediali, formulazione di pareri su problemi tecnici o scientifici e attività progettuali; - prestazioni di didattica concernenti la progettazione, organizzazione ed esecuzione di corsi, seminari, cicli di conferenze, la predisposizione di materiale didattico anche multimediale e ogni altra attività che abbia per oggetto la didattica, non rientrante nei compiti istituzionali dell'università; - analisi, prove e tarature, incluse quelle che prevedono una certificazione ufficiale dei risultati di esperienze e misure effettuate su materiali, apparecchi, manufatti e strutture, anche senza la formulazione di specifici pareri; nonché la realizzazione di apparecchiature; - cessione di risultati di ricerca, quale trasferimento di risultati già acquisiti di uno studio o di una ricerca. Il CIS è organizzato nelle seguenti piattaforme di genomica funzionale ognuna delle quali diretta da un Responsabile di settore che opera d intesa e sotto la guida del Coordinatore: 1. Piattaforma di Next generation Sequencing e genomica funzionale per analisi genomica e trascrittomica, sequenziamento ultramassivo del DNA, analisi dell'espressione genica globale e tipizzazione genetica; 2. Piattaforma di proteomica per identificazione e validazione di biomarcatori da tessuti e fluidi biologici; 3. Piattaforma di patologia molecolare in grado di fornire un'adeguata caratterizzazione morfologica e immunofenotipica di cellule e tessuti; 4. Piattaforrna di citofluorimetria; 5. Centro di calcolo in grado di gestire i dati provenienti dall'analisi genomica e patologica. Piattaforma di Next Generation Sequencing - NGS e Genomica Funzionale La piattaforma di NGS e Genomica Funzionale del CIS applica e sviluppa strategie in ambito genomico per progetti specifici ed è in grado di offrire competenze tecniche e metodologiche per far fronte alle specifiche esigenze dei ricercatori. Le tecnologie disponibili sono in grado quindi di offrire servizi di sequenziamento massivo e parallelo degli acidi nucleici (DNA ed RNA) e servizi di bioinformatica per studi strutturali e funzionali dei genomi sia in ambito accademico che industriale.

10 - prestazioni di ricerca pura o applicata fatta in base a contratti o convenzioni; - prestazioni di consulenza concernenti studi a carattere monografico, progettazione e realizzazione di prodotti multimediali, formulazione di pareri su problemi tecnici o scientifici e attività progettuali; - prestazioni di didattica concernenti la progettazione, organizzazione ed esecuzione di corsi, seminari, cicli di conferenze, la predisposizione di materiale didattico anche multimediale e ogni altra attività che abbia per oggetto la didattica, non rientrante nei compiti istituzionali dell'università; - analisi, prove e tarature, incluse quelle che prevedono una certificazione ufficiale dei risultati di esperienze e misure effettuate su materiali, apparecchi, manufatti e strutture, anche senza la formulazione di specifici pareri; nonché la realizzazione di apparecchiature; - cessione di risultati di ricerca, quale trasferimento di risultati già acquisiti di uno studio o di una ricerca. Il CIS è organizzato nelle seguenti piattaforme di genomica funzionale ognuna delle quali diretta da un Responsabile di settore che opera d intesa e sotto la guida del Coordinatore: 6. Piattaforma di Next generation Sequencing e genomica funzionale per analisi genomica e trascrittomica, sequenziamento ultramassivo del DNA, analisi dell'espressione genica globale e tipizzazione genetica; 7. Piattaforma di proteomica per identificazione e validazione di biomarcatori da tessuti e fluidi biologici; 8. Piattaforma di patologia molecolare in grado di fornire un'adeguata caratterizzazione morfologica e immunofenotipica di cellule e tessuti; 9. Piattaforrna di citofluorimetria; 10. Centro di calcolo in grado di gestire i dati provenienti dall'analisi genomica e patologica. Piattaforma di Next Generation Sequencing - NGS e Genomica Funzionale La piattaforma di NGS e Genomica Funzionale del CIS applica e sviluppa strategie in ambito genomico per progetti specifici ed è in grado di offrire competenze tecniche e metodologiche per far fronte alle specifiche esigenze dei ricercatori. Le tecnologie disponibili sono in grado quindi di offrire servizi di sequenziamento massivo e parallelo degli acidi nucleici (DNA ed RNA) e servizi di bioinformatica per studi strutturali e funzionali dei genomi sia in ambito accademico che industriale.

11 La piattaforma di NGS e genomica funzionale, tramite l utilizzo dei sequenziatori e con un adeguato supporto informatico, è in grado di supportare: Progetti di sequenziamento di DNA: - Human exome sequencing sequenziamento dell esoma umano: preparazione librerie, sequenziamento su Illumina MiSeq, Analisi bioinformatica (chiamata basi, annotazione e predizione funzionale di Sequence Variants quali SNPs e DIPs); - Custom sequencing sequenziamento di regioni mirate: Le librerie possono essere preparate su regioni specifiche di interesse ( pannelli custom ). La tecnologia di arricchimento viene concordata in base alle specifiche di progetto, alla dimensione del pannello ed alla qualità del design ottenuto; - Single cell sequencing - sequenziamento del DNA proveniente da singole cellule recuperate mediante technologie Veridex LLC Johnson & Johnson e DepArray. Progetti di sequenziamento di RNA: - Total RNA sequencing RNA-seq sequenziamento dell RNA totale; - Small RNA sequencing sequenziamento di mirna, lcrna ed altre classi di piccoli RNA.

12 Le nuove tecniche di sequenziamento high-throughput degli acidi nucleici e l enorme quantità di dati prodotta ha reso necessarie conoscenze matematiche, statistiche e computazionali per l analisi, l interpretazione e lo storage dei dati provenienti da esperimenti NGS (Next generation sequencing). Per far fronte a questo, il Centro Interdipartimentale di Servizi, è equipaggiato del CIS con avanzate infrastrutture informatiche e fornisce una serie di servizi specializzati di biologia computazionale per far fronte a complessi problemi di analisi biologiche e dati per le università, aziende biotecnologiche, istituti di ricerca pubblici e privati e cliniche diagnostiche: - Infrastruttura per il calcolo ad alte prestazioni: L'infrastruttura, basata su sistemi BLADE, è in grado di offrire risorse computazionali e di storage insieme a software di virtualizzazione e software di gestione per il calcolo HCP (High Performance Computing), che consentono di ottenere alti livelli di controllo e personalizzazione, e di consolidare le risorse diminuendo i tempi di inattività. Il sistema comprende 3 server HCP con ognuno n 2 processori Intel E core e 16 Threads con memoria RAM da 256 GB, e 3 Server di supporto all HPC composti rispettivamente da n 2 processori Intel E core e 12 Threads, con memoria RAM da 64 GB. La piattaforma, inoltre, consente di poter ospitare dati per un impegno stimato di circa 140TB. L infrastruttura informatica utilizza strumenti software commerciali come Gene Spring NGS e strumenti open source basati su applicazioni BioPerl, BioPyton ed R/Bioconductor. I servizi che quindi la piattaforma di NGS e genomica funzionale è in grado di fornire sono:

13 Assistenza e consulenza per la progettazione di disegni sperimentali Analisi funzionali automatizzate di dati high-throughput (RNA-seq, DNA-seq, Methyl-seq, etc.) Analisi di espressione differenziale di geni e trascritti Analisi di Pathway Regolazione in Trascription Factor Activities e Analisi di Network Integrazione dei dati in database pubblici come TCGA, GEO o Array Express Identificazione di variazioni genomiche strutturali,cnv, SNPs, etc. Identificatione di biomarker attraverso data mining su larga scala e correlazione con dati clinici (survival, stadio, etc.) Piattaforma di Patologia Molecolare La Piattaforma di Patologia Molecolare offre analisi istologiche, immunoistochimiche, FISH e un sistema di patologia digitale. La piattaforma risulta anche attrezzata per effettuare le biopsie liquide tramite tecnologia Veridex LLC (Johnson e Johnson) e DepArray. Tecnologia Veridex LLC Johnson & Johnson La tecnologia Tecnologia Veridex LLC Johnson & Johnson è in grado di identificare ed enumerare le cellule le cellule tumorali circolanti ( CTCs ) e cellule endoteliali da sangueperiferico. Il sistema Veridex ha validazione FDA e certificazione IVD in particolare per utilizzo diagnostico per l enumerazione e l isolamento di CTC da: - Carcinoma della mammella - Carcinoma della prostata - Carcinoma del colon retto 1 2 (1) Veridex LLC Johnson & Johnson Autosampler; (2) Veridex LLC Johnson & Johnson Analyzer.

14 2 Tecnologia DepArray Il sistema DepArray è l unico strumento automatizzato in grado di identificare, quantificare e recuperare singole cellule rare, o gruppi di cellule, partendo da campioni fissati o cellule vive garantendo una purezza del 100%. La tecnologia DepArray permette identificare cellule tumorale circolanti (CTC) e può essere utilizzata in diagnosi prenatale e per indagini immunologiche. Tecnologia DepArray: (1) Stistema DepArray; (2) schema del sistema dielettroforetico con elettrodi controllabili; (3) sezione della scheda a microcrofluidica. Oltre queste tecnologie d avanguardia, i sistemi che corredano e che sono in grado di supportare la ricerca presso la piattaforma di patologia molecolare sono: Sistema integrato di processazione tissutale; Scanner per patologia digitale e Carotatore; Microdissettore laser; Strumentazione per analisi di FISH. Piattaforma di Citometria a flusso (CFM) La Facility è attrezzata per l analisi cellulare mediante l utilizzo del citofluorimetro FACSCanto II(BD), Accuri (BD) ed inoltre si avvale dell utilizzo del FACSAriaIII (BD). Quest ultimo può supportare fino a 6 laser consentendo di misurare fino a 18 colori contemporaneamente. Tale strumento oltre ad essere un raffinato analizzatore permette anche di separare e recuperare qualsiasi tipologia di sottopopolazione cellulare.

15 Le sue principali applicazioni sono: Immunofenotipizzazione e valutazione degli stadi di differenziamento Quantificazione dell apoptosi di tipo mono-parametrico con PI o bi-parametrica con AnnexinV/PI o 7-AAD Analisi del ciclo cellulare mono-parametrica con PI o bi-parametrica con BrdU- FITC/PI Sorting mono- o multi-parametrico.

16 Microscopia Confocale Camillo Palmieri Negli ultimi decenni l evoluzione della microscopia ottica in fluorescenza con l introduzione della Microscopia Confocale a Scansione Laser, ha contribuito notevolmente all incremento delle conoscenze in campo biomedico, riuscendo a conciliare i due approcci antitetici con cui, sin dagli albori della biologia cellulare, i ricercatori cercano di comprendere i processi cellulari: da una parte l approccio riduzionistico dei biochimici, in grado di presentare una descrizione estremamente dettagliata delle singole parti del sistema (proteine, acidi nucleici, e altre biomolecole) in un contesto, tuttavia, diverso dall ambiente cellulare; dall altra, l approccio olistico della microscopia tradizionale, che offre una descrizione qualitativa del comportamento della cellula, ma che è incapace di fornire delle misure quantitative utili a una comprensione più esaustiva dei processi cellulari. La Microscopia Confocale consente di osservare poche componenti, molto spesso proteine rese fluorescenti, mediante una analisi tridimensionale di cellule e tessuti e, contemporaneamente, di poter effettuare misure di parametri chimico-fisici che ne spiegano il loro comportamento. Lo sviluppo tecnologico ha poi portato all estensione numero di dimensioni osservabili, creando dapprima uno spazio quadridimensionale (microscopia 4D: xyzt) attraverso un analisi spaziale ripetuta nel tempo, per poi aggiungere una nuova dimensione attraverso la caratterizzazione spettrale dei segnali luminosi provenienti dai campioni in studio (microscopia 5D: xyztλ). Sin dal 2001, l unità di microscopia confocale rappresenta un punto di riferimento importante per la maggior parte dei gruppi di ricerca che afferiscono ai tre Dipartimenti biomedici del nostro Ateneo. Essa è dotata di un microscopio confocale invertito (Leica SP2), con tre canali a fluorescenza e un canale a luce trasmessa, governato da un software (Leica TCSP2 Software) dotato di tools dedicati ad applicazioni specifiche quali FRAP, FRET. Il sistema è dotato di una camera d incubazione per cellule eucariotiche che permette di eseguire esperimenti di live imaging.

17 Nel corso degli anni molti gruppi di ricerca hanno trovato nella microscopia confocale un valore aggiunto alla qualità della propria ricerca; alcuni gruppi, peraltro, hanno investito risorse e progettualità nella microscopia confocale, dotando il proprio laboratorio di un ampia gamma di reagenti, sonde ricombinanti e vettori di espressioni per proteine di fusione fluorescenti, disponibili alle necessità dei vari gruppi di ricerca. A mio avviso, rimangono ancora poco sfruttate le grandi potenzialità che questa tecnologia è in grado di offrire. Ad esempio, un aspetto biologico estremamente adatto per essere studiato con la microscopia confocale è quello di definire il repertorio di interazioni che una particolare proteina può stabilire all interno della cellula: due proteine sono fisicamente associate all interno della cellula? Quanto è stabile la loro associazione? Subiscono cambiamenti di conformazione? Questi aspetti possono essere indagati mediante misure di fluorescence resonance Energy transfer (FRET) in microscopia confocale. Un altro approccio che è in grado di fornire informazioni sulle proprietà cinetiche delle molecole è quello della FRAP (Fluorescence Recovery After Photobleanching, ovvero recupero della fluorescenza dopo sbiancamento ). Gli esperimenti FRAP forniscono molte informazioni quantitative, come la frazione di proteine mobili, M f, e la costante di diffusione. Un ultimo aspetto da citare è quello della foto-attivazione: la rapida conversione di una molecola non fluorescente in uno stato fluorescente, realizzata mediante l utilizzo di una radiazione luminosa ad alta intensità. Recentemente è stato sviluppato un mutante foto-attivabile della Green Fluorescent Protein (PA-GFP) che aumenta l emissione di fluorescenza di circa 100 volte in seguito ad un breve stimolo con una radiazione a 400 nm. Dopo aver prodotto una proteina di fusione tra la proteina da studiare e PA-GFP, il ricercatore sarà in grado di accendere una piccola frazione della proteina in una regione della cellula e di registrarne lo spostamento nel tempo. Il punto da sottolineare è che l accensione della proteina non ne disturba la chimica e non altera l equilibrio della cellula. E possibile, quindi, registrare dei movimenti e misurare parametri cinetici all equilibrio.

18 Mappa dell interazione tra FOXO e HMGA1 nel nucleo di cellule eucariotiche in un tipico esperimento di FRET in microscopia confocale.

19 Pubblicazioni dei docenti del DMSC nel lavori pubblicati 17 lavori sottomessi o in revisione 135 articoli con Impact Factor Impact Factor totale = Impact Factor medio = contributi in volume Lavori Pubblicati 1. Accardo A., L. Tirinato, D. Altamura, T. Sibillano, C. Giannini, C. Riekel and Di Fabrizio E., Superhydrophobic surfaces allow probing of exosome self organization using X-ray scattering. Nanoscale 5, Alabastri A., A. Toma, C. Liberale, M. Chirumamilla, A. Giugni, F. De Angelis, Das G., Di Fabrizio E., and R. P. Zaccaria, Interplay between electric and magnetic effect in adiabatic polaritonic systems. Optics express 21, Agnelli L, Tassone P, Neri A. Molecular profiling of multiple myeloma: from gene expression analysis to next-generation sequencing. Expert Opin Biol Ther Jun;13 Suppl 1:S doi: / Epub 2013 Apr Amato F., D. Colacino, Cosentino C., Merola A., Invariant Sets and Guaranteed Cost Control of Nonlinear Quadratic Systems. 21st Mediterranean Conference on Control and Automation, Platanias- Chania, Crete, Greece, June 25-28, Amato F., D. Colacino, Cosentino C., Merola A., Robust Control of Quadratic Systems with Norm Bounded Uncertainties. 21st Mediterranean Conference on Control and Automation, Platanias-Chania, Crete, Greece, June 25-28, Amato F., D. Colacino, Cosentino C., Merola A. Robust and Optimal Tracking Control for Manipulator Arm Driven by Pneumatic Muscle Actuators. IEEE International Conference on Mechatronics, Vicenza (Italy), February 27-March Amato F., Bifulco P., Cesarelli M., Colacino D., Cosentino C., Fratini A., Merola A., and M. Romano. A Lumped Parameter Model for the Analysis of the Motion of the Muscles of the Lower Limbs under Whole- Body Vibration. 13th IEEE International Conference on BioInformatics and BioEngineering 2013, Platanias-Chania, Crete, Greece, November 10-13, 2013.

20 8. Amato F., R. Ambrosino, Cosentino C., G. De Tommasi, Merola A.. Stabilization of impulsive quadratic systems over polytopic sets. Nonlinear Analysis: Hybrid Systems 7(1):16-27, *Amato F., R. Ambrosino, M. Ariola, C. Cosentino, G. De Tommasi. Finite-Time Stability and Control. Springer: New York, NY (in press). 10. Amato R, Scumaci D, D'Antona L, Iuliano R, Menniti M, Di Sanzo M, Faniello M.C., Colao E, Malatesta P, Zingone A, Agosti V, Costanzo F.S., Mileo AM, Paggi MG, Lang F, Cuda G., Lavia P, Perrotti N. Sgk1 enhances RANBP1 transcript levels and decreases taxol sensitivity in RKO colon carcinoma cells. Oncogene Sep 19;32(38): Amodio N, Bellizzi D, Leotta M, Raimondi L, Biamonte L, D'Aquila P, Di Martino MT, Calimeri T, Rossi M, Lionetti M, Leone E, Passarino G, Neri A, Giordano A, Tagliaferri P, Tassone P. mir-29b induces SOCS-1 expression by promoter demethylation and negatively regulates migration of multiple myeloma and endothelial cells. Cell Cycle Sep 25;12(23). 12. Amodio N, Di Martino MT, Neri A, Tagliaferri P, Tassone P. Noncoding RNA: a novel opportunity for the personalized treatment of multiple myeloma. Expert Opin Biol Ther Jun;13 Suppl 1:S Ascierto PA, Capone M, Urba WJ, Bifulco CB, Botti G, Lugli A, Marincola FM, Ciliberto G., Galon J, Fox BA. The additional facet of immunoscore: immunoprofiling as a possible predictive tool for cancer treatment. J Transl Med Mar 3;11: Ascierto PA, Grimaldi AM, Acquavella N, Borgognoni L, Calabrò L, Cascinelli N, Cesano A, Del Vecchio M, Eggermont AM, Faries M, Ferrone S, Fox BA, Gajewski TF, Galon J, Gnjatic S, Gogas H, Kashani-Sabet M, Kaufman HL, Larkin J, Lo RS, Mantovani A, Margolin K, Melief C, McArthur G, Palmieri G, Puzanov I, Ribas A, Seliger B, Sosman J, Suenaert P, Tarhini AA, Trinchieri G, Vidal-Vanaclocha F, Wang E, Ciliberto G., Mozzillo N, Marincola FM, Thurin M. Future perspectives in melanoma research. Meeting report from the "Melanoma Bridge. Napoli, December 2nd-4th 2012". J Transl Med Jun 3;11: Aurisicchio L, Mancini R, Ciliberto G. Cancer vaccination by electrogene-transfer. Expert Rev Vaccines Oct;12(10): Aurisicchio L, Peruzzi D, Koo G, Wei WZ, La Monica N, Ciliberto G. Immunogenicity and therapeutic efficacy of a dual component Genetic Cancer Vaccine Co-Targeting CEA and HER2/neu in preclinical models. Hum Gene Ther Nov Beltz J, Madi S, Santorum P, Scorcia V, Busin M. Descemet Stripping Automated Endothelial Keratoplasty for Endothelial Decompensation in Buphthalmos. Am J Ophthalmol Sep;156(3):

21 18. Beltz J, Madi S, Santorum P, Scorcia V, Busin M. Mushroom keratoplasty in pediatric patients. Saudi Journal of Ophthalmol. July;25(3) Bianchi C, Miccoli R, Trombetta M, Giorgino F, Frontoni S, Faloia E, Marchesini G, Dolci MA, Cavalot F, Cavallo G, Leonetti F, Bonadonna RC, Del Prato S; GENFIEV Investigators. Elevated 1-hour postload plasma glucose levels identify subjects with normal glucose tolerance but impaired β-cell function, insulin resistance, and worse cardiovascular risk profile: the GENFIEV study. J Clin Endocrinol Metab May;98(5): Bianco A., Quaresima B., Pileggi C., Faniello M.C., De Lorenzo C., Costanzo F.S., Pavia M. Polymorphic repeat length in the AIB1 gene and breast cancer risk in BRCA1 and BRCA2 mutation carriers: a meta-analysis of observational studies. PLoS One. 2013;8(3):e Botta C., Barbieri V., Ciliberto D., Rossi A., Rocco D., Addeo R., Staropoli N., Pastina P., Marvaso G., Martellucci I., Guglielmo A., Pirtoli L., Sperlongano P., Gridelli C., Caraglia M., Tassone P., Tagliaferri P., Correale P. Systemic inflammatory status at baseline predicts bevacizumab benefit in advanced non-small cell lung cancer patients. Cancer Biol Ther Jun;14(6): Buonaguro L, Aurisicchio L, M Buonaguro F, Ciliberto G. New developments in cancer vaccines. Expert Rev Vaccines Oct;12(10): Busin M, Madi S. Santorum P. Scorcia V, Beltz J.. Ultrathin Descemet Stripping Automated Endothelial Keratoplasty with the Microkeratome Double Pass Technique: Two-Year Outcomes. Ophthalmology Jun;120(6): Journal Impact Factor Candeloro P., E. Grande, R. Raimondo, D. Di Mascolo, F. Gentile, M. L. Coluccio, G. Perozziello, N. Malara, M. Francardi and E. Di Fabrizio, Raman database of Amino Acids solutions: a critical study of Extended Multiplicative Signal Correction. Analyst, (2013). DOI: /C3AN01665J 25. Cantiello F., Cicione A, Autorino R, De Nunzio C, Tubaro A, Damiano R. Transrectal contrast enhanced ultrasonography, transrectal ultrasonography and retrograde cystography for the detection of vesicourethral anastomosis leakage after radical retropubic prostatectomy: a prospective comparative evaluation. Urologia Internationalis 2013; 90: Cantiello F., Cicione A., Autorino R., Salonia A., Briganti A., Ferro M., De Domenico R., Perdonà S., Damiano R.. Visceral obesity predicts abverse pathological features in urothelial bladder cancer patients undergoing radical cystectomy: a retrospective cohort studyworld. J Urol 2013 Aug 14 in press 27. Cantiello F.., Cicione A, Salonia A, Autorino R, Tucci L, Madeo I, Damiano R. Periurethral fibrosis secondary to prostatic inflammation causing lower urinary tract symptoms: a prospective cohort study. Urology 2013; 81 (5): Cantiello F., Cicione A, Salonia A, Autorino R, Ucciero G, Tucci L, Briganti A, Damiano R. Metabolic syndrome correlates with peri-urethral fibrosis secondary to chronic prostate inflammation: evidence of a link in a cohort of patients undergoing radical prostatectomy. Int J Urol 2013 August 4 doi: /iju in press.

22 29. Cantiello F., Damiano R, Autorino R.. Reply: Periurethral fibrosis secondary to prostatic inflammation causing lower urinary tract symptoms: a prospective cohort study. Urology 2013; 81 (5): Capasso I, Esposito E, Maurea N, Montella M, Crispo A, De Laurentiis M, D'Aiuto M, Frasci G, Botti G, Grimaldi M, Cavalcanti E, Esposito G, Fucito A, Brillante G, D'Aiuto G, Ciliberto G. Combination of inositol and alpha lipoic acid in metabolic syndrome-affected women: a randomized placebo-controlled trial. Trials Aug 28;14: Capasso I, Esposito E, Pentimalli F, Montella M, Crispo A, Maurea N, D'Aiuto M, Fucito A, Grimaldi M, Cavalcanti E, Esposito G, Brillante G, Lodato S, Pedicini T, D'Aiuto G, Ciliberto G., Giordano A. Homeostasis model assessment to detect insulin resistance and identify patients at high risk of breast cancer development: National Cancer Institute of Naples experience. J Exp Clin Cancer Res Mar 14;32: Capogrosso P. Colicchia M, Ventimiglia E, Castagna G, Clementi MC, Suardi N, Castiglione F, Briganti A, Cantiello F., Damiano R, Montorsi F, Salonia A. One patient out of four with newly diagnosed erectile dysfunction is a young manworrisome picture from the everyday clincal practice. J Sex Med 2013; 10(7): Caraglia M, Dicitore A, Marra M, Castiglioni S, Persani L, Sperlongano P, Tagliaferri P, Abbruzzese A, Vitale G. Type I interferons: ancient peptides with still under-discovered anti-cancer properties. Protein Pept Lett Apr;20(4): Review 34. Carallo C, De Franceschi MS, Tripolino C, Figliuzzi M, Irace C., Fortunato L, Gnasso A. Common carotid and brachial artery hemodynamic alterations in periodontal disease. J Clin Periodontol May;40(5): Cascini G.L., V. Cuccurullo, O. Tamburrini A., Rotondo L., Mansi. Peptide Imaging with Somatostatin Analogues: More than Cancer Probes. Current Radiopharmaceuticals. 2013; 6: Cascini G.L., Cuccurullo V, Mansi L. (18)FNa-fluoride has a higher extraction with respect to (99m)Tc-methylene diphosphonate: Mismatch in a case of meningioma. Rev Esp Med Nucl Imagen Mol Aug Cascini G.L., Falcone C, Console D, Restuccia A, Rossi M., Parlati A, Tamburrini O. Whole-body MRI and PET/CT in multiple myeloma patients during staging and after treatment: personal experience in a longitudinal study. Radiol Med Sep;118(6): Cascini L.G., Cuccurullo V., Restuccia A., Tamburrini O., Rotondo A., Mansi L. Neurological applications for myocardial MIBG scintigraphy. Nucl Med Rev Cent East Eur. 2013;16(1): *Cassandro E, Chiarella G., Cassandro C, Petrolo C, Scarpa, Sequino G, Albera R (2013). Presbiacusia Centrale. In: (a cura di): Genovese E, Conti G, Percezione uditiva e patologie del linguaggio. p , TORINO: Omega Edizioni

23 40. *Cassandro E, Scarpa A, Sequino G, Chiarella G. (2013). Errori nella pratica audiologica. In: (a cura di): Vito Mallardi, Il rischio professionale clinicoassistenziale in Otorinolaringoiatria. p , GALATINA (LE):TorGraf 41. Causa F, Della Moglie R, Iaccino E, Mimmi S, Marasco D, Scognamiglio PL, Battista E, Palmieri C, Cosenza C, Sanguigno L, Quinto I, Scala G, Netti P.A. (2013). Evolutionary screening and adsorption behavior of engineered M13 bacteriophage and derived dodecapeptide for selective decoration of gold interfaces. Journal of Colloid and Interface Science, vol. 389, p Chakraborty R., Greullet F., George C., Baranov D., Di Fabrizio E. and R. Krahne, Broad spectral photocurrent enhancement in Au-decorated CdSe nanowires. Nanoscale 5, 5334 (2013). 43. Ciaglia E., Pisanti S., Picardi P., Laezza C., Malfitano A.M., D'Alessandro A., Gazzerro P., Vitale M., Carbone E., Bifulco M. N6- isopentenyladenosine, an endogenous isoprenoid end product, directly affects cytotoxic and regulatory functions of human NK cells through FDPS modulation. J. Leukoc. Biol Jul 44. Cicione A, Cantiello F., De Nunzio C, Tubaro A, Damiano R. Needle biopsy size and pathological gleason score diagnosis: no evidence for a link. Can Urol Ass J in press 2013 Sep;7(9-10):E Ciliberto D, Botta C, Correale P, Rossi M, Caraglia M, Tassone P, Tagliaferri P. Role of gemcitabine-based combination therapy in the management of advanced pancreatic cancer: a meta-analysis of randomised trials. Eur J Cancer Feb;49(3): doi: /j.ejca Epub 2012 Sep Cosentino C., Bilotta M., Merola A., Amato F., A Synthetic Biology Approach to the Realization of Embedded Feedback Controllers for Chemical Reaction Networks. 13th IEEE International Conference on BioInformatics and BioEngineering 2013, Platanias-Chania, Crete, Greece, November 10-13, Crispo A, Barba M, Malvezzi M, Arpino G, Grimaldi M, Rosso T, Esposito E, Sergi D, Ciliberto G., Giordano A, Montella M. Cancer mortality trends between 1988 and 2009 in the metropolitan area of Naples and Caserta, Southern Italy: Results from a joinpoint regression analysis. Cancer Biol Ther Sep 9;14(12). 48. Cuccurullo V., Cascini G.L., Tamburrini O., Rotondo A., Mansi L. Bone metastases radiopharmaceuticals: an overview. Current Radiopharmaceuticals. 2013; 6: Cucinotto I,, Fiorillo L,, Gualtieri S,, Arbitrio M,, Ciliberto D,, Staropoli N,, Grimaldi A., Luce A., Tassone P., Caraglia M., Tagliaferri P. Nanoparticle albuminbound Paclitaxel in the treatment of human cancer: nanodelivery reachesprime-time? J Drug Deliv. 2013;2013: Cuda G., Guzzi P.H., Gallo L, Lentini M, Lucia F, Giacinto-Carinci L, Mancuso S, Sinopoli R, Cannataro M, Costanzo F. Evaluating the inappropriateness of repeated laboratory testing in a teaching hospital of South Italy. Clin Chem Lab Med Oct 9:1-2.

24 51. D'Andrea C., Bochterle J.R., Toma A., Huck C., Neubrech F., Messina E., Fazio B., Marago O.M., Di Fabrizio E., Lamy M., de La Chapelle P., Gucciardi G. and Pucci A., Optical Nanoantennas for Multiband Surface-Enhanced Infrared and Raman Spectroscopy. ACS nano 7, 3522 (2013). 52. Das G., Chirumamilla M., Toma A., Gopalakrishnan A., Zaccaria R.P., Alabastri A., Leoncini M. and Di Fabrizio E., Plasmon based biosensor for distinguishing different peptides mutation states. Scientific reports 3, (2013). 53. Das G., Chakraborty R., Gopalakrishnan A., Baranov D., Di Fabrizio E. and Krahne R., A new route to produce efficient surface-enhanced Raman spectroscopy substrates: gold-decorated CdSe nanowires. Journal of Nanoparticle Research 15, 1 (2013). 54. De Angelis F., M. Malerba, M. Patrini, E. Miele, G. Das, A. Toma, R. P. Zaccaria and Di Fabrizio E., 3D Hollow Nanostructures as Building Blocks for Multifunctional Plasmonics. Nano letters 13, 3553 (2013). 55. de Franciscis S, Mastroroberto P, Gallelli L, Buffone G, Montemurro R, Serra R. Increased plasma levels of metalloproteinase-9 and neutrophil gelatinaseassociated lipocalin in a rare case of multiple artery aneurysm. Ann Vasc Surg Nov;27(8):1185.e De Marco C, Rinaldo N, Bruni P, Malzoni C, Zullo F, Fabiani F, Losito S, Scrima M, Marino FZ, Franco R, Quintiero A, Agosti V, Viglietto G. Multiple genetic alterations within the PI3K pathway are responsible for AKT activation in patients with ovarian carcinoma. PLoS One. 2013;8(2):e Devitis S., Matarise G.; Pardeo F.; Catalano R.; Malara N.; Trunzo V.; Tallerico R.; Gentile F.; Candeloro P.; Coluccio Maria Laura; Massaro A.o; Carbone E., Kutterc J.P.; Di Fabrizio E., Perozziello G. Isolation of cancer cells by "in situ" microfluidic biofunctionalization protocols. Microelectronic Engineering 58. Di Domenico M, Scumaci D, Grasso S, Gaspari M., Curcio A, Oliva A, Ausania F, Di Nunzio C, Ricciardi C, Santini AC, Rizzo FA, Romano Carratelli C, Lamberti M, Conti D, La Montagna R, Tomei V, Malafoglia V, Pascali VL, Ricci P, Indolfi C, Costanzo F.S., Cuda G.. Biomarker discovery by plasma proteomics in familial Brugada Syndrome. Front Biosci (Landmark Ed) Jan 1;18: Di Fabrizio E., Cold field emission dominated photoconductivity in ordered three-dimensional assemblies of octapod-shaped CdSe/CdS nanocrystals. Nanoscale 5, 7596 (2013). 60. Di Martino M.T., Gullà A, Cantafio ME, Lionetti M, Leone E, Amodio N, Guzzi P.H., Foresta U, Conforti F, Cannataro M, Neri A, Giordano A, Tagliaferri P, Tassone P. In vitro and in vivo anti-tumor activity of mir-221/222 inhibitors in multiple myeloma. Oncotarget Feb;4(2): Di Mascolo D., Lyon C., Aryal S., Ramirez M. R., Wang J., Candeloro P., Guindani M., W. A. Hsueh and Decuzzi P. Rosiglitazone-loaded Nanospheres for Modulating Macrophage-Specific Inflammation in obesity. Journal of Controlled Release 170, 460 (2013).

25 62. Diaz CM, Chiappori A, Aurisicchio L, Bagchi A, Clark J, Dubey S, Fridman A, Fabregas JC, Marshall J, Scarselli E, La Monica N, Ciliberto G., Montero AJ. Phase 1 studies of the safety and immunogenicity of electroporated HER2/CEA DNA vaccine followed by adenoviral boost immunization in patients with solid tumors. J Transl Med Mar 8;11: Ellison GM, Vicinanza C, Smith AJ, Aquila I, Leone A, Waring CD, Henning BJ, Stirparo GG, Papait R, Scarfò M, Agosti V, Viglietto G, Condorelli G, Indolfi C., Ottolenghi S, Torella D, Nadal-Ginard B. Adult c-kit(pos) cardiac stem cells are necessary and sufficient for functional cardiac regeneration and repair. Cell Aug 15;154(4): Evangelista L, Luigi M, Cascini G.L.. New Issues for Copper-64: from Precursor to Innovative Pet Tracers in Clinical Oncology. Curr Radiopharm Jul Fabietti A, Gaspari M., Krishnan S, Quirino A, Liberto MC, Cuda G., Focà A. Shotgun proteomic analysis of two Bartonella quintana strains. Proteomics Apr; 13 (8): doi: /pmic Fattore L, Marra E, Pisanu ME, Noto A, de Vitis C, Belleudi F, Aurisicchio L, Mancini R, Torrisi MR, Ascierto PA, Ciliberto G. Activation of an early feedback survival loop involving phospho-erbb3 is a general response of melanoma cells to RAF/MEK inhibition and is abrogated by anti-erbb3 antibodies. J Transl Med Jul 27;11: Fiume G., Rossi A, de Laurentiis A, Falcone C, Pisano A, Vecchio E, Pontoriero M, Scala I, Scialdone A, Masci FF, Mimmi S, Palmieri C., Scala G, Quinto I.. Eukaryotic Initiation Factor 4H Is under Transcriptional Control of p65/nf-κb. PLOS ONE, vol. 8, ISSN: Galasso O, Gasparini G, Mariconda M, Signorelli F. Isolate metastasis of listhetic vertebra. J Back Musculoskelet Rehabil Jan 1;26(3): Garibaldi C, Catalano G, Baroni G, Tagaste B, Riboldi M, Spadea MF, Ciocca M, Cambria R, Serafini F, Orecchia R. Deep inspiration breath-hold technique guided by an opto-electronic system for extracranial stereotactic treatments. J Appl Clin Med Phys (4) 70. Gaudio E, Paduano F, Ngankeu A, Lovat F, Fabbri M, Sun HL, Gasparini P, Efanov A, Peng Y, Zanesi N, Shuaib MA, Rassenti LZ, Kipps TJ, Li C, Aqeilan RI, Lesinski GB, Trapasso F, Croce C.M. Heat shock protein 70 regulates Tcl1 expression in leukemia and lymphomas. Blood Jan 10;121(2): Gaudio E, Paduano F, Spizzo R, Ngankeu A, Zanesi N, Gaspari M., Ortuso F, Lovat, Rock J, Hill GA, Kaou M, Cuda G., Aqeilan RI, Alcaro S, Croce CM, Trapasso F. Fhit delocalizes Annexin A4 from plasma membrane to cytosol and sensitizes lung cancer cells to paclitaxel. PLoS One Sep; accepted for publication. 72. Gavazza A, Lubas G, Fridman A, Peruzzi D, Impellizeri JA, Luberto L, Marra E, Roscilli G, Ciliberto G., Aurisicchio L. Safety and efficacy of a genetic vaccine targeting telomerase plus chemotherapy for the therapy of canine B-cell lymphoma. Hum Gene Ther Aug;24(8):

26 73. Gentile F., Coluccio M. L., Rondanina E., Santoriello S., Di Mascolo D., Accardo A., Francardi M., De Angelis F., Candeloro P. and Di Fabrizio E.. Non Periodic Patterning of Super-Hydrophobic Surfaces for the Manipulation of Few Molecules. Microelectronic Engineering 111, Giarnieri E, De Vitis C, Noto A, Roscilli G, Salerno G, Mariotta S, Ricci A, Bruno P, Russo G, Laurenzi A, Giovagnoli MR, Ciliberto G., Mancini R. EMT markers in lung adenocarcinoma pleural effusion spheroid cells. J Cell Physiol Aug;228(8): Giugni A., Torre B., Toma A., Francardi M., Malerba M., Alabastri A., Proietti R. Zaccaria M. Stockman I. and Di Fabrizio E.. Hot-electron nanoscopy using adiabatic compression of surface plasmons. Nature Nanotechnology, (2013). doi: /nnano Gnasso A, Irace C., Carallo C. Gruppo di lavoro Progetto Diabete Calabria. Progetto Diabete Calabria : proposta di modello organizzativo per la gestione del diabete mellito tipo 2. Giornale Italiano di Diabetologia e Metabolismo 2013 Settembre; 33(3): Gori S, Di Maio M, Pinto C, Alabiso O, Baldini E, Barbato E, Beretta GD, Bravi S, Caffo O, Canobbio L, Carrozza F, Cinieri S, Cruciani G, Dinota A, Gebbia V, Giustini L, Graiff C, Molino A, Muggiano A, Pandoli G, Puglisi F, Tagliaferri P, Tomao S, Lunardi G, Venturini M; AIOM Working Group Interaction with Regional Sections ( ). Impact of use of oral anticancer drugs on activity of Italian oncology practices: results of a survey conducted by the Italian Society of Medical Oncology (AIOM). Tumori Jan-Feb;99(1):35-8. doi: / Guida M, Marra ML, Zullo F, Guida M, Trifuoggi M, Biffali E, Borra M, De Mieri G, D'Alessandro R, De Felice B. Association between exposure to dioxinlike polychlorinated biphenyls and mir-191 expression in human peripheral blood mononuclear cells. Mutat Res Apr 30;753(1): Horton SJ, Jaques J, Woolthuis C, Huls G, Mesuraca M., Morrone G, Vellenga E, Schuringa JJ.. Modeling the origins of MLL-AF9 leukemias: the transformation potential of human hematopoietic cells along different lineages changes during ontogeny. Leukemia, 27: Irace C., Carallo C, Scavelli F, De Franceschi MS, Esposito T, Gnasso A. Blood viscosity in subjects with normoglycemia and prediabetes. Diabetes Care Sep Irace C., Carallo C, Scavelli F, Esposito T, De Franceschi MS, Tripolino C, Gnasso A. Influence of blood lipids on plasma and blood viscosity. Clin Hemorheol Microcirc Feb Irace C., Carallo C, Scavelli FB, De Franceschi MS, Esposito T, Tripolino C, Gnasso A. Markers of insulin resistance and carotid atherosclerosis. A comparison of the homeostasis model assessment and triglyceride glucose index. Int J Clin Pract Jul;67(7):

27 83. Irace C., Marini H, Bitto A, Altavilla D, Polito F, Adamo EB, Arcoraci V, Minutoli L, Di Benedetto A, Di Vieste G, de Gregorio C, Gnasso A, Corrao S, Licata G, Squadrito F. Genistein and endothelial function in postmenopausal women with metabolic syndrome. Eur J Clin Invest Oct;43(10): Iuliano R., Vismara M., Dattilo V., Trapasso F., Baudi F., Perrotti N.. The Role of MicroRNAs in Cancer Susceptibility. Biomed Res Int. 2013; 2013: Lakshmanan A., Cheong D. W., Accardo A., Di Fabrizio E., Riekel C. and Hauser C. A. E.. Aliphatic peptides show similar self-assembly to amyloid core sequences, challenging the importance of aromatic interactions in amyloidosis. Proceedings of the National Academy of Sciences 110, Lee J., Shieh J-H., Zhang J., Liu L, Eom J.Y., Morrone G., Moore M.A.S., Zhou P. Improved ex vivo expansion of adult hematopoietic stem cells by overcoming CUL4-mediated degradation of HOXB4. Blood, 121(20): Leone E, Morelli E, Di Martino M.T., Amodio N., Foresta U., Gullà A, Rossi M., Neri A, Giordano A, Munshi NC, Anderson KC, Tagliaferri P, Tassone P. Targeting mir-21 inhibits in vitro and in vivo multiple myeloma cell growth. Clin Cancer Res Apr 15;19(8): Liberale C., G. Cojoc, F. Bragheri, P. Minzioni, G. Perozziello, R. La Rocca, L. Ferrara, V. Rajamanickam, Di Fabrizio E. and Cristiani I.. Integrated microfluidic device for single-cell trapping and spectroscopy. Scientific reports 3, (2013). 89. Limongi T., Cesca F., Gentile F., Marotta R., Ruffilli R., Barberis A., Dal Maschio M., Petrini E. M., Santoriello S., Benfenati F. and Di Fabrizio E.. 3D Cell Cultures: Nanostructured Superhydrophobic Substrates Trigger the Development of 3D Neuronal Networks (Small 3/2013). Small 9, 334 (2013). 90. Lionetti M, Musto P, Di Martino MT, Fabris S, Agnelli L, Todoerti K, Tuana G, Mosca L, Gallo Cantafio ME, Grieco V, Bianchino G, D'Auria F, Statuto T, Mazzoccoli C, De Luca L, Petrucci MT, Offidani M, Di Raimondo F, Falcone A, Caravita T, Omede' P, Morabito F, Tassone P, Boccadoro M, Palumbo A, Neri A. Biological and clinical relevance of mirna expression signatures in primary plasma cell leukemia. Clin Cancer Res Jun 15;19(12): doi: / CCR Epub 2013 Apr Maduri R, Barbagallo G, Iofrida G, Signorelli M, Signorelli F. Regression of Benedikt's syndrome after single-stage removal of mesencephalic cavernoma and temporal meningioma: a case report. Clin Neurol Neurosurg Jun;115(6): Massimino M, Consoli ML, Mesuraca M., Stagno F, Tirrò E, Stella S, Pennisi MS, Romano C, Buffa P, Bond H.M., Morrone G., Di Raimondo F, Manzella L, Vigneri P IRF5 is a target of BCR-ABL kinase activity and reduces CML proliferation. Submitted for publication (Carcinogenesis)

28 93. Mastroroberto P, Ciranni S, Indolfi C. Extensive endovascular repair of thoracic aorta: observational analysis of the results and effects on spinal cord perfusion J Cardiovasc Surg 2013 Aug;54(4): Mauro M., Minvielle E., Cardamone E., Cavallaro G., Rania F., Sicotte C., Trotta A., Teaching Hospital performance: Toward a community of shared values? Social Science & Medicine in press (IF 2.699; 5-Years IF 3.479), Forthcoming. 95. Misso G, Zappavigna S, Castellano M, De Rosa G, Di Martino MT, Tagliaferri P, Tassone P, Caraglia M. Emerging pathways as individualized therapeutic target of multiple myeloma. Expert Opin Biol Ther Jun;13 Suppl 1:S Misso G, Giuberti G, Lombardi A, Grimaldi A, Ricciardiello F, Giordano A, Tagliaferri P, Abbruzzese A, Caraglia M. Pharmacological inhibition of HSP90 and ras activity as a new strategy in the treatment of HNSCC. J Cell Physiol Jan;228(1): doi: /jcp Montalcini T., Terracciano R., Romeo S., Foti D., Gulletta E, Costanzo F.S., Pujia A. Postmenopausal women with carotid atherosclerosis: Potential role of the serum calcium levels. Front Biosci (Landmark Ed) Jan 1;18: Morabito F, Mosca L, Cutrona G, Agnelli L, Tuana G, Ferracin M, Zagatti B, Lionetti M, Fabris S, Maura F, Matis S, Gentile M, Vigna E, Colombo M, Massucco C, Recchia AG, Bossio S, De Stefano L, Ilariucci F, Musolino C, Molica S, Di Raimondo F, Cortelezzi A, Tassone P, Negrini M, Monti S, Rossi D, Gaidano G, Ferrarini M, Neri A. Clinical Monoclonal B Lymphocytosis versus Rai 0 Chronic Lymphocytic Leukemia: A Comparison of Cellular, Cytogenetic, Molecular, and Clinical Features. Clin Cancer Res Nov 1;19(21): doi: / CCR Epub 2013 Sep Morelli M, Di Cello A, Venturella R, Mocciaro R, D'Alessandro P, Zullo F. Efficacy of the levonorgestrel intrauterine system (LNG-IUS) in the prevention of the atypical endometrial hyperplasia and endometrial cancer: retrospective data from selected obese menopausal symptomatic women. Gynecol Endocrinol Feb;29(2): Morelli M., Di Cello A, Zullo F. Managing persistent ovarian follicles in premenopausal women fitted with the levonorgestrel-releasing intrauterine system. Int J Gynaecol Obstet Feb;120(2): Morelli M., Rocca M.L., Venturella R., Mocciaro R., Zullo F. Improvement in chronic pelvic pain after gonadotropin releasing hormone analogue (GnRH-a) administration in premenopausal women suffering from adenomyosis or endometriosis: a retrospective study. Gynecol Endocrinol Apr;29(4):305-8.

29 102. Morelli M., Sacchinelli A., Venturella R., Mocciaro R., Zullo F. Postoperative administration of dienogest plus estradiol valerate versuslevonorgestrel-releasing intrauterine device for prevention of pain relapse and disease recurrence in endometriosis patients. J Obstet Gynaecol Res May;39(5): Morelli M., Venturella R., Mocciaro R., Di Cello A., Rania E., Lico D., D'Alessandro.P, Zullo F. It sounded like a good idea at the time. J Obstet Gynaecol Can Jun;35(6): No abstract available. PMID: Morelli M., Venturella R, Mocciaro R, Di Cello A, Rania E, Lico D, D'Alessandro P, Zullo F. Prophylactic salpingectomy in premenopausal low-risk women for ovarian cancer: primum non nocere. Gynecol Oncol Jun;129(3): doi: /j.ygyno Epub 2013 Apr Morelli M., Venturella R., Mocciaro R., Lico D., Zullo F. An unusual extremely distant noncommunicating uterine horn with myoma and adenomyosis treated with laparoscopic hemihysterectomy. Case Rep Obstet Gynecol. 2013;2013: Morelli M., Venturella R., Zullo F. Risk-reducing salpingectomy as a new and safe strategy to preventovarian cancer. Am J Obstet Gynecol Oct;209(4): Moretti M., C. Canale, M. Francardi, S. Dante, F. de Angelis and E. di Fabrizio, AFM Characterization Of Biomolecules In Physiological Environment Byan Advanced Nanofabricated Probe (Vol 75, Pg 1723, 2012). Microscopy Research And Technique 76, 331 (2013) Moretti M., R. P. Zaccaria, E. Descrovi, G. Das, M. Leoncini, C. Liberale, F. De Angelis and E. Di Fabrizio, Reflection-mode TERS on insulin amyloid fibrils with top-visual AFM probes. Plasmonics, 1 (2013) Noto A, De Vitis C, Roscilli G, Fattore L, Malpicci D, Marra E, Luberto L, D'Andrilli A, Coluccia P, Giovagnoli MR, Normanno N, Ruco L, Aurisicchio L, Mancini R, Ciliberto G. Combination therapy with anti-erbb3 monoclonal antibodies and EGFR TKIs potently inhibits non-small cell lung cancer. Oncotarget Aug;4(8): Olivito S, Chello M, Covino E, Mastroroberto P. Atrial natriuretic peptide property on the ischemic myocardium inducing HSP72. Asian Cardiovasc Thor Ann published online 8 October Ortuso F, Paduano F, Carotenuto A, Gomez-Monterrey I, Bilotta A, Gaudio E, Sala M, Artese A, Vernieri E, Dattilo V, Iuliano R, Brancaccio D, Bertamino A, Musella S, Alcaro S, Grieco P, Perrotti N, Croce CM, Novellino E, Fusco A, Campiglia P, Trapasso F. Discovery of PTPRJ Agonist Peptides That Effectively Inhibit in Vitro Cancer Cell Proliferation and Tube Formation. ACS Chem Biol May 13. [Epub ahead of print]

30 112. Osaki H., Walf-Vorderwülbecke V., Mangolini M., Zhao L., Horton S.J., Morrone G., Schuringa J.J., De Boer J., Williams O. The AAA+ ATPase RUVBL2 is a critical mediator of MLL-AF9 oncogenesis. Leukemia, 27: Paduano F, Dattilo V, Narciso D, Bilotta A, Gaudio E, Menniti M, Agosti V, Palmieri C, Perrotti N, Fusco A, Trapasso F, Iuliano R. Protein-tyrosine phosphatase PTPRJ is negatively regulated by microrna-328. THE FEBS JOURNAL, vol. 280, p , ISSN: X, doi: /j x 114. Palma G, Barbieri A, Bimonte S, Palla M, Zappavigna S, Caraglia M, Ascierto PA, Ciliberto G., Arra C. Interleukin 18: Friend or foe in cancer. Biochim Biophys Acta Oct 8;1836(2): Palomba S, Oppedisano R, Falbo A, Torella M, Maiorana A, Materazzo C, Tolino A, Mastrantonio P, La Sala GB, Alio L, Colacurci N, Zullo F. Singleincision mini-slings versus retropubic tension free vaginal tapes: a multicenter clinical trial.j Minim Invasive Gynecol Oct 19. doi:pii: S (13) /j.jmig [Epub ahead of print] 116. Palomba S, Russo T, Falbo A, Di Cello A, Tolino A, Tucci L, La Sala GB, Zullo F. Macroscopic and microscopic findings of the placenta in women with polycystic ovary syndrome. Hum Reprod Oct;28(10): doi: /humrep/det250. Epub 2013 Jun 11. PMID: Panaro S., A. Toma, R. Proietti Zaccaria, M. Chirumamilla, A. Saeed, L. Razzari, G. Das, C. Liberale, F. De Angelis and Di Fabrizio E., Design and Top- Down Fabrication of metallic L-shape Gap Nanoantennas supporting Plasmon- Polariton Modes. Microelectronic Engineering 111, 91 (2013) Passamonti L., Salsone M., Toschi N., Cerasa A., Giannelli M., Chiriaco C., Cascini G. L., Francesco Fera, Aldo Quattrone. Dopamine Transporter levels drive striatal responses to Apomorphine in Parkinson s disease. Brain and Behavior May;3(3): Peroni M, Spadea M.F., Riboldi M, Falcone S, Vaccaro C, Sharp GC, Baroni G. Validation of automatic contour propagation for 4D treatment planning using multiple metrics. Technol Cancer Res Treat June 6 Epub ahead of print 120. Perozziello G., Catalano R., Francardi M., Rondanina E., Pardeo F., Angelis F. D., Malara N., Candeloro P., Morrone G. and Di Fabrizio E., A microfluidic device integrating plasmonic nanodevices for Raman spectroscopy analysis on trapped single living cells. Microelectronic Engineering 111, 314 (2013) Perozziello G., Simone G., Malara N., La Rocca R., Tallerico R., Catalano R., F. Pardeo, Candeloro P., Cuda G.., E. Carbone and Di Fabrizio E., Microfluidic biofunctionalisation protocols to form multivalent interactions for cell rolling and phenotype modification investigations. Electrophoresis 34, 1845 (2013).

31 122. Perozziello G., Catalano R., Francardi M., Rondanina E., Pardeo F., Angelis F. D., Malara N., Candeloro P., Morrone G. and Di Fabrizio E., A microfluidic device integrating plasmonic nanodevices for Raman spectroscopy analysis on trapped single living cells. Microelectronic Engineering 111, 314 (2013) Perozziello G., Simone G., Malara N., La Rocca R., Tallerico R., Catalano R., Pardeo F., Candeloro P., Cuda G., Carbone E. and Di Fabrizio E., Microfluidic biofunctionalisation protocols to form multivalent interactions for cell rolling and phenotype modification investigations. Electrophoresis 34, 1845 (2013) Perozziello, G., Catalano, R., Francardi, M., Rondanina, E., Pardeo, F., Angelis, F.D., Malara, N., Candeloro P., Morrone G, Di Fabrizio E. A microfluidic device integrating plasmonic nanodevices for Raman spectroscopy analysis on trapped single living cells. Microelectronic Engineering 111: Pisapia L, Cicatiello V, Barba P, Malanga D, Maffei A, Hamilton RS, Del Pozzo G. Co-regulated expression of alpha and beta mrnas encoding HLA- DR surface heterodimers is mediated by the MHCII RNA operon. Nucleic Acids Res Apr 1;41(6): Rapsomaniki M., Chiarella G., Mascaro I, Ceravolo F, Cassandro E, Strisciuglio P, Concolino D. GAPO syndrome associated with vestibular dysfunction and hearing loss. American Journal Of Medical Genetics. Part A (Online), vol. 161A, p , ISSN: , doi: /ajmg.a Razzari L., A. Toma, M. Clerici, M. Shalaby, Das G., Liberale C., Chirumamilla M., Zaccaria R. P., De Angelis F., Peccianti M., Morandotti R. and Di Fabrizio E., Terahertz Dipole Nanoantenna Arrays: Resonance Characteristics. Plasmonics, 1 (2013) Rechichi M, Daya S, Scorcia V, Meduri A, Scorcia G. Epithelialdisruption collagen crosslinking for keratoconus: one-year results. J Cataract Refract Surg Aug;39(8): Ricci A, Cherubini E, Scozzi D, Pietrangeli V, Tabbì L, Raffa S, Leone L, Visco V, Torrisi MR, Bruno P, Mancini R, Ciliberto G., Terzano C, Mariotta S. Decreased expression of autophagic beclin 1 protein in idiopathic pulmonary fibrosis fibroblasts. J Cell Physiol Jul;228(7): Ricci A, De Vitis C, Noto A, Fattore L, Mariotta S, Cherubini E, Roscilli G, Liguori G, Scognamiglio G, Rocco G, Botti G, Giarnieri E, Giovagnoli MR, De Toma G, Ciliberto G., Mancini R. TrkB is responsible for EMT transition in malignant pleural effusions derived cultures from adenocarcinoma of the lung. Cell Cycle Jun 1;12(11): Ronchetti D, Mosca L, Cutrona G, Tuana G, Gentile M, Fabris S, Agnelli L, Ciceri G, Matis S, Massucco C, Colombo M, Reverberi D, Recchia AG, Bossio S, Negrini M, Tassone P, Morabito F, Ferrarini M, Neri A. Small nucleolar RNAs as new biomarkers in chronic lymphocytic leukemia. BMC Med Genomics Sep 3;6:27. doi: /

32 132. Roscilli G., Marra E., Mori F., Di Napoli A., Mancini R., Serlupi- Crescenzi O., Virmani A., Aurisicchio L., Ciliberto G. Carnitines slow down tumor development of colon cancer in the DMH-chemical carcinogenesis mouse model. J Cell Biochem Jul;114(7): Rossi M., Gentile M, Toscano R, Recchia AG, Bossio S, Caruso N, De Stefano L, Granata T, Pellicanò M, Vigna E, Tagliaferri P., Tassone P., Morabito F. Enumeration of IL-10-positive B cells from peripheral blood of Chronic Lymphocytic Leukemia patients. Leuk Lymphoma Sep Rossi M, Amodio N, Di Martino M.T., Caracciolo D, Tagliaferri P, Tassone P. From target therapy to mirna therapeutics of human multiple myeloma: theoretical and technological issues in the evolving scenario. Curr Drug Targets Sep;14(10): Rossi M., Botta C, Correale P, Tassone P, Tagliaferri P. Immunologic microenvironment and personalized treatment in multiple myeloma. Expert Opin Biol Ther Jun;13 Suppl 1:S Rossi M., Pitari MR, Amodio N, Di Martino MT, Conforti F, Leone E, Botta C, Paolino FM, Del Giudice T, Iuliano E, Caraglia M, Ferrarini M, Giordano A, Tagliaferri P, Tassone P. mir-29b negatively regulates human osteoclastic cell differentiation and function: implications for the treatment of multiple myelomarelated bone disease. J Cell Physiol Jul;228(7): Russo E, Citraro R, Donato G, Camastra C, Iuliano R, Cuzzocrea S, Constanti A, De Sarro G. mtor inhibition modulates epileptogenesis, seizures and depressive behavior in a genetic rat model of absence epilepsy. Neuropharmacology. Neuropharmacology Jun;69: Russo V., Prota G., Trapasso S., La Ferrera N., Rania E., De Trana E., Di Cello A., Zullo F. The Levonogestrel-Releasing Intrauterine Device And Endometrialcancer: A Potential Opportunity For Young Women. Minerva Ginecologica n. Articolo 3519 Titolo (in press) 139. Salerno L., Cosentino C., Merola A., Bates D.G., Amato F., Control- Theoretic Analysis of Bistability in the GAL Regulatory Network. 23rd annual MASAMB workshop (Mathematical and Stastical Aspects of Molecular Biology), London, U.K., April 11-12, (Poster) 140. Salerno L., Cosentino C., Merola A., Bates D.G., Amato F.. Validation of a model of the GAL regulatory system via robustness analysis of its bistability characteristics. BMC Systems Biology 7:39, Salonia A., Capogrosso P., Castiglione F, Russo A., Gallina A., Ferrari M., Clementi M.C., Castagna G, Briganti A, Cantiello F., Damiano R., Montorsi F. Sperm banking is of key importance in patients with prostate cancer Fertil Steril 2013; 100(2): Scorcia V., Busin M., Lucisano A., Beltz J., Carta A., Scorcia G. Anterior Segment Optical Coherence Tomography Guided Big-Bubble Technique. Ophthalmology 2013 Mar;120(3):471-6.

33 143. Seco J, Oumano M, Depauw N, Dias MF, Teixeira RP and Spadea M.F. Characterizing the modulation transfer function (MTF) of proton/carbon radiography using Monte Carlo simulations, Med Phys Sep;40(9): Serra R., Gallelli L., Buffone G., Molinari V, Stillitano D.M., Palmieri C., de Franciscis S. (2013). Doxycycline speeds up healing of chronic venous ulcers. International Wound Journal, ISSN: , doi: /iwj Signorelli F, Gory B, Turjman F. Temporary Solitaire Stent-Assisted Coiling: A Technique for the Treatment of Acutely Ruptured Wide-Necked Intracranial Aneurysms AJNR, American Journal of Neuroradiology R Signorelli F, Mahla K, Turjman F. Endovascular treatment of two concomitant causes of pulsatile tinnitus: sigmoid sinus stenosis and ipsilateral jugular bulb diverticulum. Case report and literature review. Acta Neurochir (Wien) Jan;154(1): doi: /s Signorelli F., Scholtes F., Bojanowski M.W. Very small intracranial aneurysms: Clip or coil. Neurochirurgie Apr-Jun;58(2-3): doi: /j.neuchi *Signorelli F. Functional Brain Mapping and the Endeavor to Understand the Working Brain, book edited by Francesco Signorelli and Domenico Chirchiglia, ISBN , Published: June 19, 2013 under CC BY 3.0 license 149. *Signorelli F. and Francis Turjman. Endovascular Treatment of Spinal Vascular Malformations in «Neurosurgery Tricks of the Trade», Thieme Medical Piblishers December 2013 ISBN: ISBN-13: *Signorelli F. and Bojanowski M. Tentorial meningiomas in «Neurosurgery Tricks of the Trade», Thieme Medical Piblishers December 2013 ISBN: ISBN-13: *Signorelli F., Chirchiglia D., Maduri R., Barbagallo G. and Guyotat J. Surgical Resection of Tumors Infiltrating Left Insula and Perisylvian Opercula in Functional Brain Mapping and the Endeavor to Understand the Working Brain 152. Simone G., Malara N., Trunzo V., Perozziello G., Neuzil P., Francardi M., Roveda L., Renne M., Prati U., Mollace V., Manz A. and Di Fabrizio E., Protein- Carbohydrate Complex Reveals Circulating Metastatic Cells in a Microfluidic Assay. Small 9, 2152 (2013) Spadea M.F., Verburg J., Baroni G., Seco J. Dosimetric assessment of a novel metal artifact reduction method in CT images. J Appl Clin Med Phys Jan 7;14(1) 154. Spina R., Filocamo G., Iaccino E., Scicchitano S., Lupia M., Chiarella E., Mega T., Bernaudo F., Pelaggi D., Mesuraca M., Pazzaglia S., Bar E.E., Bond H.M., Eberhart CG, Steinkuhler C, Morrone G. Critical role of zinc finger protein 521 in the control of growth and tumourigenicity of human medulloblastoma cells. Oncotarget 4: ,

34 155. Squadrito F, Marini H, Bitto A, Altavilla D, Polito F, Adamo EB, D'Anna R, Arcoraci V, Burnett BP, Minutoli L, Di Benedetto A, Di Vieste G, Cucinotta D, de Gregorio C, Russo S, Corrado F, Saitta A, Irace C., Corrao S, Licata G. Genistein in the metabolic syndrome: results of a randomized clinical trial. The Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism, vol. 98, p Staropoli N., Ciliberto D., Botta C., Fiorillo L., Gualtieri S., Salvino A., Tassone P, Tagliaferri P. A retrospective analysis of pegylated liposomal doxorubicin in ovarian cancer: do we still need it? J Ovarian Res Feb 6;6(1): Tallerico R, Todaro M, Di Franco S, Maccalli C, Garofalo C, Sottile R, Palmieri C., Tirinato L, Pangigadde PN, La Rocca R, Mandelboim O, Stassi G, Di Fabrizio E, Parmiani G, Moretta A, Dieli F, Kärre K, Carbone E. Human NK cells selective targeting of colon cancer-initiating cells: a role for natural cytotoxicity receptors and MHC class I molecules. Journal of Immunology, vol. 190, p Todoerti K, Agnelli L, Fabris S, Lionetti M, Tuana G, Mosca L, Lombardi L, Grieco V, Bianchino G, D'Auria F, Statuto T, Mazzoccoli C, De Luca L, Petrucci MT, Morabito F, Offidani M, Di Raimondo F, Falcone A, Omede' P, Tassone P, Boccadoro M, Palumbo A, Neri A, Musto P. Transcriptional characterization of a prospective series of primary plasma cell leukemia revealed signatures associated with tumor progression and poorer outcome. Clin Cancer Res Jun 15;19(12): V. Cuccurullo, Faggiano A., Scialpi M., Cascini G.L., Piunno A., Catalano O., Colao A., Mansi L.. Questions & Answers : What can be said by Diagnostic Imaging in neuroendocrine tumors? Minerva Endocrinol Dec;37(4): van den Boom V, Rozeveld-Geugien M, Bonardi F, Malanga D, van Gosliga D, Heijink AM, Viglietto G., Morrone G, Fusetti F, Vellenga E, Schuringa J.J. Non-redundant and locus-specific gene repression functions of PRC1 paralog family members in human hematopoietic stem/progenitor cells. Blood 121: Venneri E. La ragionevolezza interpretativa della pianificazione sociale: il valore della riflessività, in STUDI DI SOCIOLOGIA, Anno , Milano, Vita e Pensiero Vinciguerra P, Rechichi M, Rosetta P, Romano MR, Mastropasqua L, Scorcia V., Azzolini C, Vinciguerra R. High Fluence Iontophoretic Corneal Collagen Cross-linking: In Vivo OCT Imaging of Riboflavin Penetration. J Refract Surg Jun;29(6): Vizza P., Tradigo G., Messina D., Cascini G.L., Veltri P.. Methodologies for the analysis and classification of PET neuroimages. Network Modeling Analysis in Health Informatics and Bioinformatics June 2013.

35 Lavori sottomessi 1. Chiarella G., Di Domenico M, Petrolo C, Saccomanno M, Rothenberger R, Giordano A, Costanzo F, Cassandro E, Cuda G. A proteomicsdriven assay defines specific plasma protein signatures in different stages of Ménière s disease. Journal of cellular Biochemistry - Submitted 2. Chiarella G., Tognini S, Sieli R, Fattori B, Nacci A, Costante G, Petrolo C, Mancini V, Guzzi PH, Cassandro E, Monzani F, Russo D. Vestibular dysfunction in euthyroid patients with Hashimoto s thyroiditis. Thyroid - submitted 3. Cassandro E., Cavaliere M., Cassandro C., Sequino G., Scarpa A., Chiarella G., Iemma M. Hyaluronan in the treatment of chronic rhinosinusitis with nasal polyposis without sinus surgery. Acta otol italica - Submitted. 4. Di Martino M.T, Gullà A, Gallo Cantafio M.E., Altomare E., Amodio N., Leone E., Morelli E., Lio S.G., Caracciolo D., Rossi M., Frandsen N.M., Tagliaferri P. and Tassone P. In Vitro and In Vivo activity of a Novel Locked Nucleic Acid (LNA)-Inhibitor-miR-221 Against Multiple Myeloma Cells. PlosOne pending revision 5. Di Vito A., Mele M., Piscioneri A., Morelli S., De Bartolo L., Barni T., Facciolo R.M. and Canonaco M. Overstimulation of glutamate signals leads to hippocampal transcriptional plasticity in hamsters. Cellular and Molecular Neurobiology - Submitted. 6. De Marco C., Malanga D., Rinaldo N., Scrima M., De Vita F., Belmonte S., Lovisa S., Fabris L., Baldassarre G., Paciello O., Papparella S., Zito Marino F., Franco R., Fagman H., and Viglietto G.. AKT1-E17K is oncogenic in mouse and human through p27 delocalization. JCI - Submitted 7. Malanga D., De Marco C., Guerriero I., Rinaldo N., Scrima M., De Vitis C., Zoppoli P., Ceccarelli M., Riccardi M., Schicchitano S., Colelli F., Ravo M., Weisz A., Federico A., Franco R., Fusco A., Mancini R., Ventura V., Gulletta E., Ciliberto G. and Viglietto G.. The AKT/IL-6/STAT3 pathway regulates growth of lung tumor initiating cells. JCI Submitted 8. Massimino M, Consoli ML, Mesuraca M., Stagno F, Tirrò E, Stella S, Pennisi MS, Romano C, Buffa P, Bond H.M., Morrone G., Di Raimondo F, Manzella L, Vigneri P IRF5 is a target of BCR-ABL kinase activity and reduces CML proliferation. Carcinogenesis - Submitted 9. Mastroroberto P., Gaudino M, Pragliola C,Massetti M, Chello M, Covino E, Crea F Colchicine For The Prevention Of Postoperative Atrial Fibrillation In Patients Undergoing Coronary Arterial By-Pass Grafting. Submitted 10. Mastroroberto P., Gaudino M, Pragliola C., Massetti M, Chello M, Covino E., Crea F. Transthoracic approach to persistent atrial fibrillation first. the top-af trial: a controlled randomized trial of a staged minimally invasive approach to persistent atrial fibrillation. TRIALS - Submitted

36 11. Misaggi R., Di Sanzo M., Cosentino C., Bond H. M., Scumaci.D., Romeo F., Stellato C., Giurato G., Weisz A., Quaresima B., Barni T., Amato F., Viglietto G., Morrone G., Cuda G.., Faniello M.C., Costanzo F.S. Identification of H ferritindependent and independent genes in K562 differentiating cells by targeted gene silencing and expression profiling. GENE 2013 in press 12. Morelli M., Misaggi R., Di Cello A., Zuccalà V., Costanzo F.S., Zullo F., Quaresima B. No. EJOGRB R1, Tissue expression and serum levels of Periostin (POSTN) during pregnancy: a new biomarker of the embryo-endometrial crosstalk at implantation. Submitted 13. Scognamiglio I., Di Martino M.T., Campani V., Virgilio A., Galeone A., Gullà A., Gallo Cantafio M.E.,Tagliaferri P., Misso G., Castellano M, Tassone P., Caraglia M. and De Rosa G. Transferrin-conjugated SNALPs encapsulating 2 -O-methylated mir-34a for the treatment of multiple myeloma. Accepted pending revision on BioMed Research International Under revision 14. Scrima M., Zito F.M., Quintiero A., Duarte M.O., La Mantia E., Rocco G., De Marco C., Malanga D., Botti G., Franco R. and Viglietto G. Aberrant signaling through the HER2-ERK1/2 pathway is predictive of poor prognosis in early stage of Non-Small Cell Lung Cancer patients. Modern Pathology Submitted 15. Spadea MF, Verburg J, Baroni G, Seco J. The Impact Of Low-Z And High-Z Metal Implants In Imrt: A Monte Carlo Study Of Dose Inaccuracies In Commercial Dose Algorithms. Med Phys in press 16. Talib H.A., Pisanti S., Ciaglia E., Mortarini R., Anichini A., Santinami M., Gulletta E., Ietto C., Galgani M., Garofalo C., Matarese G., Bifulco M., Ferrone S., Colucci F., Moretta A., K.Kärre, Carbone E.. Enrichment of KIR+CD57+ highly cytotoxic NK cells in sentinel lymph nodes of melanoma patients. Nature Medicine - submitted 17. Tuccillo F.M., Palmieri C., Fiume G., de Laurentiis A., Schiavone M., Falcone C., Iaccino E., Galandrini R., Capuano C., Santoni A., D Armiento F., Arra C., Barbieri A., Dal Piaz F., Venzon D., Bonelli P., Buonaguro F.M., Scala I., Mallardo M., Quinto I. and Scala G. Molecular and Cancer therapeutics - Submitted.

37 Tre anni di produzione scientifica del DMSC

38 VQR I Dipartimenti Per la valutazione dei Dipartimenti l ANVUR ha utilizzato 4 indicatori quali-quantitativi per la ricerca e 6 per le attività di terza missione, cioè l'insieme delle attività con le quali le università entrano in interazione diretta con la società. Rispetto ai Dipartimenti delle università italiane con analoghe mission e composizione, l insieme degli indici ci posiziona nel modo seguente: Area Denominazione Area Posizione Totali 5 Scienze Biologiche Scienze Mediche Ingegneria Industriale e dell Informazione 1 43

39

40

41 DMSC Seminar Series 3 ciclo DOCENTE TITOLO DATA F. Trapasso G. Morrone The receptor protein tyrosine phosphatase PTPRJ as a candidate for novel targeted anticancer therapies" 30/01/2013 Zinc finger protein 521: a master of blood, bone and brain?" 27/02/2013 M. Mauro Teaching hospital performance: Toward a community of shared values?" 25/05/2013 M. Mauro Applying the Balanced Score-card approach in teaching hospitals: a literature review and conceptual framework" 19/06/2013 V. Scorcia Analisi morfo-funzionale dell'edema maculare diabetico in trattamento con ranibizumab 02/10/2013 F. Cantiello Sindrome metabolica e distrurbi urinari 11/12/2013

42 DMSC Events:

43

44

45

46

47

48

49

50

51

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma.

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna è caratteristico degli eucarioti: Sequenze codificanti 1.5% del genoma umano Introni in media 95-97%

Dettagli

La nutrizione nei primi 1000 giorni. Contributo n 70

La nutrizione nei primi 1000 giorni. Contributo n 70 Mediterranean Nutrition Group La nutrizione nei primi 1000 giorni Contributo n 70 MeNu GROUP MediterraneanNutrition LA NUTRIZIONE NEI PRIMI 1000 GIORNI UN OPPORTUNITÀ PER PREVENIRE SOVRAPPESO E OBESITÀ

Dettagli

Introduzione ai Microarray

Introduzione ai Microarray Introduzione ai Microarray Anastasios Koutsos Alexandra Manaia Julia Willingale-Theune Versione 2.3 Versione italiana ELLS European Learning Laboratory for the Life Sciences Anastasios Koutsos, Alexandra

Dettagli

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona Istologia: diagnosi e gradi della CIN biopsia cervicale o escissione maturazione cell stratificazione cell anormalità

Dettagli

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine VITAMINA D: SINTESI, METABOLISMO E CARENZA Il 40-50% della

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

Valutazione delle tecnologie emergenti

Valutazione delle tecnologie emergenti Dott Tom Jefferson Consulente Sez. Innovazione, Sperimentazione e Sviluppo Valutazione delle tecnologie emergenti Dispositivi Impiantabili: revisioni legislative" - Roma, 7 novembre 2013 L Agenzia Ente

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN

IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN Stelvio Sestini, MD, PhD Unità di Medicina Nucleare - USL4 Prato Università degli Studi di Firenze Concetto 1. Le M. Neurodegenerative sono in aumento Concetto 2. Le

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione 1 Carlo Sabbarese Gruppo di ricerca: R. Buompane, F. De Cicco, V. Mastrominico, A. D Onofrio 1 L attività di ricerca è svolta

Dettagli

DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI

DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI LEZIONE 16 Sistemi di regolazione SISTEMI DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI In che modo un batterio sente e risponde a specifici segnali provenienti dall ambiente? Per esempio, nel caso dell operone lac

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O Il Centro della Innovazione Nato inizialmente per ospitare alcune attività didattiche dell Università di Torino, il complesso polifunzionale di Via

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI CONSERVAZIONE DEL DENTE CON STRAUMANN EMDOGAIN Dal 5 al 15 % della popolazione soffre di gravi forme di parodontite, che possono portare alla caduta dei

Dettagli

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma duttale in situ: : si,no, forse Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it Definizione Il carcinoma duttale in situ della mammella è una

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA Graduatoria Docenti aspiranti all UTILIZZAZIONE nei LICEI MUSICALI Anno Scolastico 0/ Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA sul posto o sulla quota orario assegnata nell anno scolastico 0/ (docenti titolari

Dettagli

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Grazia D Onofrio 1, Daniele Sancarlo 1, Francesco Paris 1, Leandro Cascavilla 1, Giulia Paroni 1,

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Bringing innovation back Una soluzione completa per il settore posteriore

Bringing innovation back Una soluzione completa per il settore posteriore Bringing innovation back Una soluzione completa per il settore posteriore Progettati per l efficienza Alveoli estrattivi grandi, accessibilità limitata, difficoltà di rimozione del cemento in eccesso ed

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA report tecnico nr. 03/08 v. 1 indice dei contenuti 1. Utilità delle RSL Pag. 1 2. Principali metodi Pag. 2 3. Esempi di RSL Pag. 3 4. Protocollo

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Funzioni esecutive e difficoltà di apprendimento

Funzioni esecutive e difficoltà di apprendimento Funzioni esecutive e difficoltà di apprendimento Cesare Cornoldi Università di Padova Funzioni esecutive Le cosiddette funzioni esecutive si riferiscono a processi in cui la mente controlla se stessa Non

Dettagli

Università di Camerino

Università di Camerino Università di Camerino FONDO DI ATENEO PER LA RICERCA Bando per il finanziamento di Progetti di Ricerca di Ateneo Anno 2014-2015 1. Oggetto del bando L Università di Camerino intende sostenere e sviluppare,

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

I disturbi del sonno Il progetto Ci piace sognare

I disturbi del sonno Il progetto Ci piace sognare I disturbi del sonno Il progetto Ci piace sognare Paolo Brambilla ASL Milano 2, Melegnano, Milano email: paolo.brambilla3@tin.it Gruppo di lavoro SIPPS Obesità e Stili di vita Sergio Bernasconi, Paolo

Dettagli

di4g: Uno strumento di clustering per l analisi integrata di dati geologici

di4g: Uno strumento di clustering per l analisi integrata di dati geologici di4g: Uno strumento di clustering per l analisi integrata di dati geologici Alice Piva 1, Giacomo Gamberoni 1, Denis Ferraretti 1, Evelina Lamma 2 1 intelliware snc, via J.F.Kennedy 15, 44122 Ferrara,

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica Pasquale Parisi, MD PhD et. al. Outpatience Service of Paediatric Neurology Child Neurology, Chair

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Chi Siamo Hygeia Lab S.r.l. nasce nel 2011 dalla passione e dal desiderio di giovani laureati di continuare la crescita e la formazione scientifica. E una Start-Up

Dettagli

5. Utilizzo e applicazioni attuali della genomica in Italia

5. Utilizzo e applicazioni attuali della genomica in Italia 5. Utilizzo e applicazioni attuali della genomica in Italia Attualmente in Italia la genomica per malattie complesse ha trovato un applicazione pratica in un numero molto ristretto di situazioni. I test

Dettagli

Trasport@ndo: l Osservatorio TPL on line.

Trasport@ndo: l Osservatorio TPL on line. Provincia di Cosenza Dipartimento di Economia e Statistica Università della Calabria Trasport@ndo: l Osservatorio TPL on line. Il trasporto pubblico locale della Provincia di Cosenza in rete - 1 - Premessa

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

DIAGNOSTICA CLINICA E STRUMENTALE. Dr.ssa Michela Marcon CDC NEUROLOGIA DIPARTIMENTO NEUROSCIENZE OSPEDALE SAN BORTOLO VICENZA

DIAGNOSTICA CLINICA E STRUMENTALE. Dr.ssa Michela Marcon CDC NEUROLOGIA DIPARTIMENTO NEUROSCIENZE OSPEDALE SAN BORTOLO VICENZA DIAGNOSTICA CLINICA E STRUMENTALE Dr.ssa Michela Marcon CDC NEUROLOGIA DIPARTIMENTO NEUROSCIENZE OSPEDALE SAN BORTOLO VICENZA 1984 I criteri NINCDS-ADRDA regole La diagnosi di AD è clinico-patologico:

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

La Visione Artificiale: Controllo di Qualità, Fotogrammetria e Realtà Virtuale

La Visione Artificiale: Controllo di Qualità, Fotogrammetria e Realtà Virtuale La Visione Artificiale: Controllo di Qualità, Fotogrammetria e Realtà Virtuale D. Prattichizzo G.L. Mariottini F. Moneti M. Orlandesi M. Fei M. de Pascale A. Formaglio F. Morbidi S. Mulatto SIRSLab Laboratorio

Dettagli

Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico

Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico Le NIPT utilizzano DNA libero. Campione di sangue materno DNA

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova Genova 31 gennaio 2014 CORSO RESIDENZIALE nuovi paradigmi per una terapia personalizzata nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto CON IL PATROCINIO DI Obiettivi Il trattamento del

Dettagli

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS CONFERENCE Institutional archives for research: experiences and projects in open access Istituto Superiore di Sanità Rome, 30/11-1/12 2006 Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS Paola

Dettagli

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema Res User Meeting 2014 con la partecipazione di Scriviamo insieme il futuro Paolo Ferrandi Responsabile Tecnico Research for Enterprise Systems Federico Bonelli Engineer Process mining & Optimization Un

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

SUPERAVVOLGIMENTO DEL DNA (ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA)

SUPERAVVOLGIMENTO DEL DNA (ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA) SUPERAVVOLGIMENTO DEL DNA (ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA) ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA Il DNA cellulare contiene porzioni geniche e intergeniche, entrambe necessarie per le funzioni vitali della

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

Indicizzazione terza parte e modello booleano

Indicizzazione terza parte e modello booleano Reperimento dell informazione (IR) - aa 2014-2015 Indicizzazione terza parte e modello booleano Gruppo di ricerca su Sistemi di Gestione delle Informazioni (IMS) Dipartimento di Ingegneria dell Informazione

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED ANALYTICS WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it www.technologytransfer.it ADVANCED ANALYTICS

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA IL COLESTEROLO BENVENUTI NEL PROGRAMMA DI RIDUZIONE DEL COLESTEROLO The Low Down Cholesterol DELL American Heart Association ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA www.unicz.it/cardio

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

UN AMBIENTE OPEN SOURCE PER LA GESTIONE DEL PODCASTING E UNA SUA APPLICAZIONE ALLA DIDATTICA

UN AMBIENTE OPEN SOURCE PER LA GESTIONE DEL PODCASTING E UNA SUA APPLICAZIONE ALLA DIDATTICA Alberto Betella, Marco Lazzari, "Un ambiente open source per la gestione del podcasting e una sua applicazione alla didattica", Didamatica 2007, Cesena, 10-12/5/2007 Abstract UN AMBIENTE OPEN SOURCE PER

Dettagli

Prodotto Isi Web Knowledge

Prodotto Isi Web Knowledge Guida pratica all uso di: Web of Science Prodotto Isi Web Knowledge acura di Liana Taverniti Biblioteca ISG INMP INMP I prodotti ISI Web of Knowledge sono basi di dati di alta qualità di ricerca alle quali

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA 2 La SINDROME DI BRUGADA è una malattia generalmente ereditaria, a trasmissione autosomica dominante, che coinvolge esclusivamente

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTO lo Statuto dell Università degli Studi di Napoli Federico II;

IL DIRETTORE. VISTO lo Statuto dell Università degli Studi di Napoli Federico II; AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI INCARICHI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ DI DOCENZA NELL AMBITO DEL PRECORSO FORMATIVO DAL TITOLO FORMAZIONE DI ESPERTI NELL'IDENTIFICAZIONE E NELLO SVILUPPO DI NUOVI

Dettagli

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA?

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA? HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE Cosa è l HTA? Marco Marchetti Unità di Valutazione delle Tecnologie Policlinico Universitario "Agostino Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore L Health

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE D r. C a r l o D e s c o v i c h U.O.C. Governo Clinico Staff Direzione Aziendale AUSL Bologna Bologna 26 Maggio 2010 INDICATORE

Dettagli

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013 Istituto per l Energia Rinnovabile Catasto Solare Alta Val di Non Relazione Versione: 2.0 Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Coordinamento e Revisione: dott. Daniele Vettorato, PhD (daniele.vettorato@eurac.edu)

Dettagli

La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo. Roberto Carloni Claudio Culotta

La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo. Roberto Carloni Claudio Culotta La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo Roberto Carloni Claudio Culotta Le politiche internazionali: l OMS World Declaration and Plan of Action on Nutrition Health for all

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Come scrivere una Review

Come scrivere una Review Come scrivere una Review Federico Caobelli per AIMN Giovani Fondazione Poliambulanza - Brescia federico.caobelli@gmail.com SOMMARIO Nel precedente articolo, scritto da Laura Evangelista per AIMN Giovani,

Dettagli

I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO

I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO Università degli studi di Modena e Reggio Emilia I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO Domati F., Maffei S., Kaleci S., Di Gregorio C., Pedroni M., Roncucci

Dettagli

A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE

A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE IL MODELLO PRECEDE-PROCEED E L INTERACTIVE DOMAIN MODEL A CONFRONTO A cura di Alessandra Suglia, Paola Ragazzoni, Claudio Tortone DoRS. Centro Regionale di

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio -

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio - nutrizione & composizione corporea fisioterapia & recupero funzionale medicina d alta quota piani di allenamento articoli, studi, ricerche dal mondo della Nutrizione, delle Terapie Fisiche, delle Neuroscienze

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

Behavior-Based BS) Riduzione degli incidenti e sviluppo della cultura della sicurezza agendo sui comportamenti nei luoghi di lavoro.

Behavior-Based BS) Riduzione degli incidenti e sviluppo della cultura della sicurezza agendo sui comportamenti nei luoghi di lavoro. Behavior-Based Based Safety (B-BS) BS) Riduzione degli incidenti e sviluppo della cultura della sicurezza agendo sui comportamenti nei luoghi di lavoro Italo Viganò Cosa causa gli incidenti Behavior &

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

Per far sviluppare appieno la

Per far sviluppare appieno la 2008;25 (4): 30-32 30 Maria Benetton, Gian Domenico Giusti, Comitato Direttivo Aniarti Scrivere per una rivista. Suggerimenti per presentare un articolo scientifico Riassunto Obiettivo: il principale obiettivo

Dettagli