Original article. Introduzione. Introduction

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Original article. Introduzione. Introduction"

Transcript

1 Original article Genomic restriction fragment length polymorphism typing of human platelet-specific antigens in blood donors from southern Italy and in alloimmunised pregnancies Giorgio Fratellanza 1, Nicola Scarpato 1, Elio D Agostino 1, Marcello D Onofrio 1, Saverio Misso 2, Annagrazia Fratellanza 3, Salvatore Formisano 1, Valentino De Stefano 4 1 Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale, AUOP Federico II, Napoli, Italia 2 Immunoematologia e Medicina Trasfusionale Ospedale San Sebastiano (CE), Italia 3 Dipartimento di Pediatria, AUOP Federico II, Napoli, Italia 4 Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale, Ospedale San Luca, Vallo della Lucania (SA) Genotyping of human platelet antigens is now easily and quickly carried out by the polymerase chain reactionrestriction fragment length polymorphism (PCR- RFLP) and by sequence-specific primers (PCR-SSP). The gene frequencies of HPA-1, -2, -3, -4, -5, and -6 were determined in this study by the PCR-RFLP technique in 200 consecutive blood donors referred to our Immunohaematology and Transfusion Service and in parents of 12 neonates affected by foetal-neonatal alloimmune thrombocytopenic purpura (FNAITP) at birth. DNA was isolated from peripheral blood mononuclear leucocytes and specific fragments were amplified by PCR. The fragments were analysed using allele-specific restriction enzymes. Out of 200 genomic DNA samples tested, 50 were tested again with direct sequencing as well as with PCR SSP analysis, to validate our results. Platelet-specific alloantibodies are implicated in FNAITP, post-transfusion purpura and refractoriness to platelet transfusion therapy. We have successfully used our HPA genetic bank for compatible platelet transfusions in neonates affected by FNAITP and in alloimmunised patients. Introduction The di-allelic human platelet antigens (HPA) are located on several platelet membrane glycoproteins (Gp): Gp IIIa Received: 8 August Revision accepted: 12 September 2005 Correspondence: Dott. Giorgio Fratellanza Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale AUOP Federico II Via Pansini Napoli, Italia Introduzione Gli antigeni specifici dei sistemi diallelici HPA (Human Platelet Antigens), trovano collocazione su numerose glicoproteine (Gps) della membrana delle piastrine: più precisamente, sulla Gp IIIa si collocano i sistemi HPA-1, -4, -6, -7, -8; sulla Gp Ib il sistema HPA-2, sulla Gp IIb quello HPA-3, sulla Gp Ia l'hpa-5, sulla Gp V il Nak 1, mentre l'hpa 15 è sistemato sulla proteina CD109. Tutte le caratteristiche HPA sono determinate da una singola sostituzione in una coppia di basi, il che porta alla differenza di un solo amminoacido nella Gp pertinente 2. Gli antigeni HPA rappresentano il bersaglio degli anticorpi (Ab) specifici che determinano lisi piastrinica nella piastrinopenia fetoneonatale alloimmune (FNAITP, Foetal-Neonatal AlloImmune Thrombocytopenic Purpura) e nella porpora post-trasfusionale (PTP, Post-Transfusion Purpura) e contribuiscono all'instaurarsi della refrattarietà piastrinica (PTR) nei pazienti ripetutamente trasfusi 3. I progressi ottenuti sulle conoscenze relative alle basi molecolari e genetiche degli antigeni HPA, permettono ora di condurre, su DNA genomico, tipizzazioni degli alleli che codificano per gli epitopi antigenici piastrinici 1. Sono stati descritti numerosi metodi di tipizzazione basati sui polimorfismi delle sequenze nucleotidiche, come la PCR (Polymerase Chain Reaction), l'aso (Allele Specific Oligonucleotide probe) 4, la PCR-RFLP (PCR-Restriction Fragment Lenght Polymorphism) 5, la PCR-SSP (PCR-Sequenze Specific Primer) 6-8 e la PCR-SSCP (PCR-Single Strand Conformation Polymorphism) 9. Scopo di questo studio è stato quello di genotipizzare, con PCR-RFLP, un numero significativo di donatori per i sistemi HPA-1, -2, -3, -4, -5 e 6 al fine di ottenere un più ampio e completo pannello di donatori, utile per l'identificazione di Ab antipiastrine e per un supporto trasfusionale mirato. 222

2 HPA genotyping in southern Italy (HPA-1, -4, -6, -7, -8), Gp Ib (HPA-2), Gp IIb (HPA-3), Gp Ia (HPA-5), and Gp V (Nak) 1 while HPA-15 is located on the platelet membrane protein CD109. All of the HPA are determined by a single base-pair substitution that leads to a single amino acid difference in the relevant glycoprotein 2. HPA are the target of platelet alloantibodies that mediate platelet destruction in foetal-neonatal alloimmune thrombocytopenic purpura (FNAITP) and post-transfusion purpura, and contribute to platelet transfusion refractoriness in multitransfused patients 3. In accordance with advances in the understanding of the molecular and genetic bases of platelet alloantigens, it is now possible to genotype individuals for the alleles coding for the epitopes of platelet antigens using genomic DNA 1. Based on nucleotide sequence polymorphisms, several DNA-based typing methods such as polymerase chain reaction (PCR), allele-specific oligonucleotide (ASO) probes 4, PCR restriction fragment length polymorphism (RFLP) 5, PCR-sequence specific primer (SSP) 6-8 and PCRsingle strand conformation polymorphism (SSCP) 9 methods have been reported. The aim of this study was to genotype a significant number of donors for HPA-1, HPA-2, HPA-3, HPA-4, HPA- 5, HPA-6 by PCR-RFLP in order to obtain a wider and more complete panel for both antibody identification and urgent donation. Materials and methods Subjects We typed 200 consecutive blood donors referred to our Centre and parents of 12 neonates affected by FNAITP at birth. Genetic characterisation Genomic DNA was purified from leucocytes using the DNAzol Reagent (GIBCO BRL Life Technologies, Eggenstein, Germany) 10 : blood samples were mixed with DNAzol and DNA precipitated with isopropanol from the resulting lysate. The DNA pellet was washed successively with DNAzol and ethanol, and solubilised. Selected oligonucleotide primers were used to amplify those parts of the genomic DNA that contain the polymorphic sequences corresponding to the HPA-1,- 2,- 3, -4, -5, and -6 alleles. The sequences and genomic positions of the oligonucleotide primers used for the PCR are shown in Materiali e metodi Soggetti Abbiamo tipizzato 200 donatori che si sono presentati consecutivamente al nostro Centro e i genitori di 12 neonati affetti da FNAITP alla nascita. Caratterizzazione genetica Il DNA genomico è stato purificato dai leucociti con reagente DNA-zol (GIBCO BRL Life Technologies, Eggenstein, Germania) 10 : i campioni di sangue sono stati mescolati al DNAzol e il DNA dal lisato ottenuto è stato precipitato con isopropanolo. Il pellet contenente DNA è stato successivamente lavato con DNAzol ed etanolo e solubilizzato. Sono stati utilizzati primers oligonucleotidici selezionati per amplificare quelle parti di DNA note per contenere le sequenze polimorfiche relative agli alleli HPA- 1, -2, e -6, rispettivamente. Le sequenze e la posizione sul DNA dei primers utilizzati sono riportate in tabella I. La PCR è stata condotta secondo il protocollo illustrato nelle tabelle II e III. La posizione degli enzimi di restrizione sul prodotto della PCR (relativamente alle coppie di basi), nonché la lunghezza del frammento ottenuto dopo digestione con Nc1 (per HPA 1), con Fok 1 (per HPA 3) e con Mnl 1 (per HPA 5), sono schematicamente illustrate nella figura 1. Dopo amplificazione, i prodotti della PCR sono stati digeriti con enzimi di restrizione nelle condizioni riassunte in tabella IV. I prodotti della restrizione sono, poi, stati sottoposti a gelelettroforesi (gel di agarosio al 3% per 120' a Volt in buffer Tris-Acetato-EDTA). I frammenti di DNA sono stati visualizzati in gel elettroforesi orizzontale, utilizzando un marcatore del peso molecolare per la valutazione dei risultati. L'individuazione dei frammenti di DNA è stata ottenuta a luce UV. L'analisi PCR-SSP è stata eseguita secondo il protocollo di lavoro del Domino Protrans HPA System (Nuclear Laser, Settala, MI, Italia). Per confermare i risultati, 50 dei 200 campioni relativi ai donatori sono stati ulteriormente esaminati in PCR-SSP. Risultati In tabella V sono riportate le frequenze geniche e antigeniche dei sistema HPA-1, -2, -3, -4, -5, -6 relative ai donatori di sangue. I risultati delle 12 coppie di genitori dei neonati hanno dimostrato incompatibilità soltanto nell'ambito del sistema HPA-1. Tale incompatibilità è 223

3 G Fratellanza et al. Table I - Sequences of the specific primers used for PCR and their genomic position on DNA PrimerSequence DNA HPA-1(s) 5 -CTGCAGGAGGTAGAGAGTCGCCATAG HPA-1(a) 5 -GTGCAATCCTCTGGGACTGACTTG HPA-2(s) 5 -CCTTCAACCGGCTGACCTCGCTGCC HPA-2(a) 5 -TTCAGCATTGTCCTGCAGCCAGC HPA-3(s) 5 -CTCAAGGTAAGAGCTGTGAAGAAGAC HPA-3(a) 5 -CTCACTACGAGAAGGATCCTGAACCTC HPA-4(s) 5 -TACCAAGCTGGCCACCCAGATT HPA-4(a) 5 -CCAAACAGGGAGACCAAGGTAGAA HPA-5(s) 5 -GTGACCTAAAGAAAGAGG HPA-5(a) 5 -CTCTCATGGAAAATGGCAG HPA- 6 (s) 5 - CTGGCTGGCTGGGATCCCAGTG- 3 HPA- 6 (a) 5 - CCCTGCAGTTCTCCTCACCTGAG- 3 Table II - PCR protocol: master mix Master mix HPA-1 HPA-2 HPA-3 HPA-4 HPA-5 HPA-6 Buffer 2µL 2µL 2µL 2µL 2µL 2µL W1(5%) 1µL 1µL 1µL 1µL 1µL 1µL DNTPs (10µM) 0.8µL 0.8µL 0.8µL 0.8µL 0.8µL 0.8µL Forward 1µL 1µL 1µL 1µL 0.8µL 0.8µL Reverse 1µL 1µL 1µL 1µL 0.8µL 0.8µL MgCl 2 0.6µL 0.4µL 0.4µL 0.4µL 0.4µL 0.4µL TAQ 0.08µL 0.08µL 0.08µL 0.08µL 0.08µL 0.08µL H µL 13.72µL 13.72µL 13.72µL 14.12µL 14.12µL Table III - PCR protocol: amplification cycles (temperature, time, number of cycles) Cycles HPA-1 HPA-2 HPA-3 HPA-4 HPA-5 HPA-6 Denaturation 95 C x 5 (1) 95 C x 5 (1) 95 C x 5 (1) 95 C x 5 (1) 95 C x 5 (1) 95 C x 5 (1) Denaturation 95 C x 30 (30) 95 C x 1 (35) 95 C x 1 (35) 95 C x 1 (30) 95 C x 55 (36) 95 C x 1 (28) Annealing 62 C x 15 (30) 68 C x 1 (35) 60 C x 1 (35) 60 C x 30 (30) 51 C x 55 (36) 70 C x 1 (28) Extension 72 C x120 (30) 72 C x 1 (35) 72 C x 1 (35) 72 C x 30 (30) 72 C x 30 (36) 72 C x 1 (28) End cycle 72 C x5 72 C x5 72 C x5 72 C x 5 72 C x 5 72 C x 5 Table IV - Restriction-enzymes used to digest the amplification products and restriction sequences Alloantigens Genes Site on cdna Aa. Restriction sequences Enzyme Undigested amplificate Alleles (bp) HPA-1 a GPIIIa 196: CTG 33:Leu CTGGG Nci I HPA-1 b CCG Pro CCGGG 77/170 HPA-2 a GPIb 524: ACG 145:Thr GACGTC BsaH I /242 HPA-2 b ATG Met GATGTC 353 HPA-3 a GPIIb 2622:ATC 843:Ile CATCC Fok I /127 HPA-3 b AGC Ser CAGCC 253 HPA-4 a GPIIIa 526: CGA 143:Arg TCGA Taq I /92/162 HPA-4 b CAA Gln TCAA 114/162 HPA-5 a GPIa 1648:GAG 505:Glu GAGG Mnl I 274 8/33/136/97 HPA-5 b AAG Lys AAGG 8/169/97 HPA-6 a GPIIIa 1564: CAG 489: Gln CGGA Mwa I HPA-6 b CGG Arg CAGG 75/

4 HPA genotyping in southern Italy HPA-1: Nci I (1U) 37 C over night HPA-1a: 247bp HPA-1b: bp HPA-1a HPA-1b 247bp Nci 1 CTGGG 247bp 77bp CCGGG 170bp Nci 1 HPA-3: Fok I (1U) 37 C over night HPA-3a: bp HPA-3b: 253 bp HPA-3a HPA-3b 253bp Fok 1 126bp CATCC 127bp Fok I 253bp CAGCC HPA-5: Mnl I (1U) 37 C over night HPA 5a: bp HPA 5b: bp HPA-5a HPA-5b 274bp Mnl 1 8bp 33bp 136bp GAGG 97bp Mnl I Mnl I Mnl I 8bp 169bp AAGG 97bp Mnl I Mnl I Figure 1 - Diagrammatic representation of the restriction site map of the PCR amplified fragments of HPA-1, HPA-3, HPA-5 generated after digestion. The arrows indicate the positions of the restriction enzyme sites table I. PCR was performed according to the protocol summarised in tables II and III. The position of the enzyme restriction sites on the bp PCR product and the length of the fragment generated after digestion by Nci I (HPA-1), Fok I (HPA-3) and Mnl I (HPA- 5) are schematically shown in figure 1. After amplification, the PCR products were digested with restriction enzymes under the conditions summarised in table IV. The restriction products were submitted to gel electrophoresis in a 3% agarose gel for 120 at Volt in TAE buffer. DNA fragments were responsabile delle gravi forme di FNAITP osservate nei 12 neonati ed è stata confermata dalla presenza di anticorpi lesivi nel siero materno (10 anti-hpa-1a e 2 anti-hpa-1b). La figura 2 mostra un esempio delle analisi PCR-SSP per i 6 sistemi HPA indagati. Discussione Ciascun sistema HPA consiste di 2 varianti alleliche, 225

5 G Fratellanza et al. Table V - HPA genotype and antigens frequencies in the studied population HPA Genotype Number of subjects Genotype Frequencies (%) HPA Antigens Antigen Frequency (%)Gene Frequency HPA-1 a/a % HPA-1 a 95.5% HPA-1 a/b % HPA-1 b/b 9 4.5% HPA-1 b" 28% HPA-2 a/a % HPA-2 a 97% HPA-2 a/b 48 24% HPA-2 b/b 6 3% HPA-2 b 26.5% HPA-3 a/a 92 46% HPA-3 a 85.5% HPA-3 a/b % HPA-3 b/b % HPA-3 b 54% HPA-4 a/a % HPA-4 a 100% HPA-4 a/b 1 0.5% HPA-4 b/b 0 0% HPA-4 b 0.5% HPA-5 a/a % HPA-5 a 99.5% HPA-5 a/b 30 15% HPA-5 b/b 1 0.5% HPA-5 b 15.5% HPA-6 a/a % HPA-6 a 100% HPA-6 a/b 1 0.5% HPA-6 b/b 0 0% HPA-6 b 0.5% Figure 2 - PCR-SSP agarose gel determination of HPA polymorphisms in six donors 226

6 HPA genotyping in southern Italy Table VI - Comparison of the frequency of HPA antigens in Caucasian populations and other populations HPA antigens Studied subjects Dutch USA Finn Japanese (Italians) population 11 white population 12 population 13 population 14,15 1a 95.5% 97.9% 98% 99% 100% 1b 28% 28.8% 20% 26.5% 0.3% 2a 97% 100% 97% 99% 99.2% 2b 26.5% 13.2% 15% 16.5% 19.7% 3a 85.5% 81% 88% 83.5% 85.1% 3b 54% 69.8% 54% 66.5% 66.2% 4a 100% 100% 100% 100% - 4b 0.5% 1% 1% 1% - 5a 99.5% 100% 98% 99.5% 99.0% 5b 15.5% 19.7% 21% 10% 7.0% 6a 100% % 99.7% 6b 0.5% - - < 1% 5.13% visualised horizontally using a molecular weight marker to enable evaluation of the results. The detection of DNA fragments was carried under UV light. The PCR-SSP analysis was performed according to the working protocol of Domino Protrans HPA System (Nuclear Laser, Settala, MI, Italy). Out of 200 genomic DNA donor samples tested, 50 were examined again with a direct sequencing as well as PCR SSP analysis, to validate our results. Results Genotypic and antigenic frequencies of HPA-1, -2, -3, - 4, -5, -6 in the analysed samples from blood donors are summarised in table V. Our results from 12 couples of parents of neonates born with a severe form of FNAITP showed incompatibility only for HPA-1 system. These incompatibilities were responsible for the FNAITP and confirmed by the presence of offending antibodies in maternal serum (10 anti-hpa-1a, 2 anti-hpa-1b). Figure 2 shows a diagrammatic example of PCR-SSP analysis of the HPA 1-6 systems. Discussion Each HPA system consists of two allelic variants, now known as a, high frequency, and b, low frequency. These allelic variants are caused by single point mutations, which result in single amino acid changes between the two different gene products. In our study the frequencies of the alleles in most of the HPA systems are comparable to those described by other authors for the European Caucasian population 11. In conosciute, rispettivamente, come "a", ad alta frequenza, e "b", a bassa frequenza. Le varianti sono causate da una sola mutazione puntiforme che determina un cambiamento in un singolo amminoacido in due diversi prodotti genici. Le frequenze per i più importanti sistemi HPA, ottenute nel nostro studio, sono paragonabili a quelle trovate da altri Autori nei caucasici europei 11. Al contrario, la frequenza dell'antigene HPA-1b è più alta nel nostro campione rispetto a quelle della popolazione bianca statunitense e della popolazione giapponese (Tabella VI) Tali dati avvalorano ulteriormente che la frequenza degli alleli HPA-4b e HAP-6b è, nei caucasici, molto bassa (<1%) e che i sistemi HPA-4 e HPA-6 sono polimorfici soltanto nelle popolazioni non caucasiche. Il protocollo PCR-RFLP descritto per la genotipizzazione del sistema HPA-4, impiegando un primer oligonucleotidico modificato, introduce un sito di restrizione Taq1 "artificioso", che consente la distinzione fra gli alleli HPA-4 e HPA-4b e che elude la scarsa disponibilità dell'enzima CVIR1, l'unico in grado di riconoscere un sito di restrizione naturale 11,16. In ogni sistema HPA, tutti i tre genotipi (a/a, a/b, b/b) sono stati perfettamente distinguibili e non si sono osservate discrepanze fra i risultati ottenuti in PCR-RFLP e quelli in PCR-SSP. I risultati di questo studio dimostrano chiaramente la capacità della PCR-RFLP di individuare i polimorfismi HPA. Il metodo di biologia molecolare RFLP è basato sulla PCR che permette l'arricchimento del campione e produce DNA bersaglio in quantità sufficiente per la caratterizzazione genica. Ciò risulta fattibile quando il sito polimorfico è situato all'interno di quello riconosciuto dall'enzima di restrizione. Per la nostra esperienza, è cruciale la concentrazione del DNA prima dell'amplificazione, giacché una bassa concentrazione determina deboli bande, che possono essere perse nell'analisi elettroforetica.di 227

7 G Fratellanza et al. contrast, the frequency of the HPA-1b antigen in our samples was higher than that in Japanese and white USA populations (Table VI) Our data further corroborate that the frequency of the less common HPA-4b and HPA-6b alleles is extremely low (<1%) in Caucasians and that the HPA-4 and HPA-6 systems are polymorphic only in non-caucasian populations. The PCR-RFLP protocol for HPA-4 system genotyping described, using a modified oligonucleotide primer, introduces an artificial Taq1 restriction site allowing the distinction between the HPA-4a and HPA-4b alleles and circumventing the poor availability of the CVIR1 enzyme (the only enzyme that recognises a common, naturally occurring restriction site) 11,16. In each HPA system, all three genotypes (a/a; a/b; b/ b) were clearly distinguished; no discrepancy was observed between the results obtained with PCR-RFLP and PCR- SSP. The results of the present study clearly demonstrate the ability of PCR-RFLP to detect HPA polymorphisms. The molecular biological RFLP detection method is based on a PCR, which enables enrichment of the sample and produces the target DNA in sufficient amounts for genetic characterisation to be achieved. This method is feasible when the polymorphic site is situated within a site recognised by a restriction enzyme. In our experience the DNA concentration prior to amplification is crucial: low DNA concentrations cause weak PCR product-bands that can be missed in gel analysis but DNA in high concentrations may be incompletely digested causing patterns that simulate a state of heterozygosity. PCR-RFLP methodology is a two-stage technique, which requires time and expertise. In contrast, PCR-SSP determines the HPA genotype in a single, rapid step. This technique relies on the fact that the Taq DNA polymerase used in the PCR is unable to repair single mismatches at the 3 end of DNA primers. DNA typing of platelet alloantigens gives an effective aid to the diagnosis and transfusion support of the patients with thrombocytopenia related to platelet alloantibodies (FNAITP, post-transfusion purpura, platelet transfusion refractoriness) 17,18. In all these cases, immunological diagnosis requires both the assessment of antibody specificity and the characterisation of the patients platelet antigens. Many different serological methods are now available to detect platelet antibodies while the phenotype HPA characterisation is limited by poor availability of specific well-characterised typing alloantisera and by the converso, alte concentrazioni di DNA possono produrre una digestione incompleta che favorisce patterns eterozigoti. La metodica PCR-RFLP e una tecnica a due fasi che richiede tempo ed esperienza. Quella PCR-SSP, invece, determina il genotipo HPA in una sola, rapida fase. Quest'ultima tecnica è basata sul fatto che la polimerasi Taq, impiegata nella PCR, è incapace di riparare singoli mismatches all'estremo 3' dei primers per il DNA. La tipizzazione DNA degli antigeni piastrinici offre un aiuto effettivo per la diagnosi e il supporto trasfusionale in pazienti affetti da trombocitopenie immuni, sostenute, cioè, da anticorpi (FNAITP, PTP, PTR) 17,18. In questi casi, la diagnosi richiede sia la identificazione della specificità anticorpale sia la tipizzazione HPA del paziente. Attualmente, sono disponibili vari metodi sierologici per evidenziare gli Ab anti-piastrinici, mentre la tipizzazione HPA viene limitata dalla scarsa disponibilità di antisieri tipizzanti validi e anche dal basso numero di piastrine che si possono ottenere da un paziente trombocitopenico. I sieri utili alla determinazione degli antigeni HPA sono rari e rinvenibili soltanto in laboratori specializzati. Per di più, in alcune situazioni cliniche, non sono disponibili piastrine per la tipizzazione sierologica, mentre qualsiasi materiale da cui sia possibile estrarre DNA è indicato per la genotipizzazione. Conclusioni I risultati da noi ottenuti confermano che nella popolazione caucasica i polimorfismi del sistema HPA-1 sono quelli più frequentemente coinvolti nella FNAITP. Inoltre, la frequenza, estremamente bassa, degli antigeni HPA-4b e HPA-6b implica che il rischio di PTR dovute ad anticorpi diretti contro questi due antigeni è veramente improbabile. L'immediata disponibilità di piastrine HPAgenotipizzate è utilissima sia per la diagnosi che per il supporto trasfusionale di pazienti affetti da trombocitopenie immuni 21. Riassunto Attualmente, la genotiopizzazione HPA (Human Platelet Antigens) è agevole e rapidamente eseguibile mediante PCR-RFLP (Polymerase Chain Reaction-Restriction Fragment Lenght Polymorphism) o con PCR-SSP (PCR- Sequence Specific Primers). In questo studio, sono state determinate le frequenze geniche dei sistemi HPA-1, -2, -3, 228

8 HPA genotyping in southern Italy low number of platelets that can be collected from thrombocytopenic patients. Reagents suitable for serologic HPA typing are rare and available only in specialised laboratories. Moreover, in some clinical situations, no platelets are available for alloantigen typing, while any material from which DNA can be extracted is suitable for genotyping. Conclusions Our results confirm that the HPA-1 polymorphism is the one most frequently involved in FNAITP in the Caucasian population 23,24. Furthermore, the extremely low frequency of HPA-4b and HPA-6b antigens implies that the risk of platelet transfusion refractoriness due to these two alloantigenic systems is very low. The prompt availability of HPA genotyped platelets is very useful for both diagnosis and transfusion support in patients with alloantibody-related thrombocytopenia , -5, -6 impiegando PCR-RFLP in 200 donatori di sangue, convenuti consecutivamente al nostro Servizio Ttrasfusionale e in entrambi i genitori di 12 neonati affetti da FNAITP (Foetal-Neonatal AlloImmune Thrombocytopenic Purpura). Il DNA è stato isolato da leucociti del sangue periferico e i frammentio specifici sono stati amplificati in PCR. L'analisi dei frammenti è stata condotta con enzimi di restrizione specifici. Per confermare i nostri risultati, 50 dei 200 campioni testati sono stati ulteriormente esaminati in PCR-SSP. Anticorpi specificamente diretti contro antigeni HPA sono responsabili della FNAIP, di Porpora Post-Trasfusionake e di refrattarietà alla terapia trasfusionale con concentrati piastrinici. Finora, abbiamo utilizzato, con successo, la nostra banca per trasfusioni HPA-compatibili in neonati affetti da FNAITP o in pazienti immunizzati. 229

9 G Fratellanza et al. References 1) Krunicki TS, Newman PJ The molecular immunology of human platelet proteins. Blood 1992; 80: ) Newman PJ, Derbes RS, Aster RH The human platelet alloantigens, Pl A1 and Pl A2 are associated with a leucin 33/ proline 33 amino acid polymorphism in membrane glycoproteins IIIa, and are distinguishable by DNA typing. J Clin Invest 1989; 83: ) Newman PJ, Mc Farland JG, Aster RH Alloimmune Thrombocytopenia. In: Loscalzo J, Schafer Al, editors. Thrombosis and Hemorrhage. Boston, Blackwell Scientific Publications p ) Mc Farlands JG, Aster RH, Bussel JB, et al. Prenatal diagnosis of neonatal alloimmune thrombocytopenia using allele-specific oligonucleotide probes. Blood 1991; 78: ) Unkelbach K, Kalb R, Santoso S, et al. Genomic RFLP typing of human platelet alloantigens Zw (PlA), Ko, Bak and Br (HPA-1,2,3,5). Br J Haematol 1995; 89: ) Metcalfe P, Waters AH. HPA 1 typing by PCR amplification with sequence-specific primers (PCR-SSP): a rapid and simple technique. Br J Haematol 1993; 85: ) Lyou JY, Chen YJ, Hu HY, et al. PCR with sequence-specific primer-based simultaneous genotyping of human platelet antigen-1 to -13w. Transfusion 2002; 42: ) Jones DC, Bunce M, Fuggle SV, et al. Human platelet alloantigens (HPAs): PCR-SSP genotyping of a UK population for 15 HPA alleles. Eur J Immunogenet 2003; 30: ) Fujiwara K, Tokunaga K, Wang L, et al. DNA-based typing of human platelet antigen systems by polymerase chain reaction single-strand conformation polymorphism method. Vox Sang 1995; 69: ) Mackey K, Steinkamp A, Chomczynski P. DNA extraction from small blood volumes and the processing of cellulose blood cards for use in PCR. Mol Biotechnol 1998; 9: ) Simsek S, Faber NM, Bleeker PM, et al. Determination of human platelet antigens in the Dutch population by immunophenotyping and DNA (allele-specific restriction enzyme) analysis. Blood 1993; 81: ) Kim HO, Jin Y, Kickler TS, et al. Gene frequencies of the five major human platelet antigens in African American, white, and Korean populations. Transfusion 1995; 35: ) Kekomaki S, Partanen I, Kekomaki R. Platelet alloantigen HPA 1, 2, 3, 5 and 6b in Finns. Transf Med 1995; 5: ) Tanaka S, Ohnoki S, Shibata H, et al. Gene frequencies of human platelet antigens on glycoprotein IIIa in Japanese. Transfusion 1996; 36: ) Tanaka S, Tanins A, Nagan N, et al. Genotype frequencies of the human platelet antigen Ca/Tu in Japanese determined by a PCR-RFLP method. Vox Sang 1995; 70: ) Riner AP, Teramura G. A modified PCR-RFLP genotyping method demonstrates the presence of the HPA 4b platelet alloantigen in a North American Indian population. Immunohematol 1997; 13: ) Warkentin TE, Smith JW. The alloimmune thrombocytopenic syndromes. Transf Med Rev 1997; 11: ) Kiefel V, Santoso S, Weisheit M, et al. Monoclonal antibody specific immobilization of platelet antigens (MAIPA): a new tool for the identification of platelet reactive antibodies. Blood 1987; 70: ) Kupatawintu P, Nathalang O, O-Charoen R, et al. Gene frequencies of the HPA-1 to 6 and Gov human platelet antigens in Thai blood donors. Immunohematol 2005; 21: ) Rachel JM, Summers TC, Sinor LT, et al. Use of a solid phase red blood cell adherence method for pre-transfusion platelet compatibility testing. Am J Clin Pathol 1988; 90: ) Ohto H, Miura S, Ariga H, et al. The natural history of maternal immunization against foetal platelet alloantigens. Transfus Med 2004; 14: ) Breamdam S, Frepi MB, De Geey SR. Evaluation of solid phase enzyme immunoassay and comparison with the indirect immunofluorescence. Am J Cl Pathol 1998; 109: ) Dreyfus M, Kaplan C, Verdy E, et al. Frequency of immune thrombocytopenic in newborns: a prospective study. Blood 1997; 89: ) Verran J, Grey D, Bennett J, et al. HPA-1,3,5 genotyping to establish a typed platelet donor panel. Pathology 2000; 32:

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma.

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna è caratteristico degli eucarioti: Sequenze codificanti 1.5% del genoma umano Introni in media 95-97%

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

CORSO INTEGRATO DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE ESERCIZI DI GENETICA

CORSO INTEGRATO DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE ESERCIZI DI GENETICA CORSO INTEGRATO DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE ESERCIZI DI GENETICA (1) Dato il genotipo AaBb: quali sono i geni e quali gli alleli? Disegnate schematicamente questo genotipo con i geni concatenati

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Messa a punto dell analisi della

Messa a punto dell analisi della SSMT Locarno 2012/2013 Lavoro di diploma per il corso di Tecnici in Analisi Biomediche Presso l Istituto Cantonale di Patologia di Locarno Messa a punto dell analisi della traslocazione RET/PTC Lavoro

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Luc Montagnier IL DNA TRA FISICA E BIOLOGIA ONDE ELETTROMAGNETICHE DAL DNA E ACQUA

Luc Montagnier IL DNA TRA FISICA E BIOLOGIA ONDE ELETTROMAGNETICHE DAL DNA E ACQUA IL PRESENTE TESTO E UNA SINTESI DEL TESTO COMPLETO EDITO DA LA MEDICINA BIOLOGICA, n.4, 2010, WWW.MEDIBIO.IT Luc Montagnier IL DNA TRA FISICA E BIOLOGIA ONDE ELETTROMAGNETICHE DAL DNA E ACQUA Lo sviluppo

Dettagli

BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza. Istituto Superiore di Sanità

BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza. Istituto Superiore di Sanità BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza Simona Giampaoli, Anna Rita Ciccaglione Istituto Superiore di Sanità Prevalenza e carico dell infezione cronica da virus dell epatite

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Elettroforesi su gel. L elettroforesi è definita come la migrazione di particelle sotto l influenza di un campo elettrico.

Elettroforesi su gel. L elettroforesi è definita come la migrazione di particelle sotto l influenza di un campo elettrico. Elettroforesi su gel L elettroforesi è definita come la migrazione di particelle sotto l influenza di un campo elettrico. La mobilità della particella dipende dalla forza elettrostatica netta che agisce

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica Congresso Nazionale Palermo 28/30 Ottobre 2010 Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Chirurgia generale e specialistica U.O.C. di Chirurgia

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Una proteina nella rete: Caccia al tesoro bioinformatica

Una proteina nella rete: Caccia al tesoro bioinformatica Una proteina nella rete: Caccia al tesoro bioinformatica Nel corso di questa attivita utilizzeremo alcune delle piu importanti banche dati disponibili in rete per cercare informazioni su una proteina.

Dettagli

MAP-BASED CLONING OF RESISTANCE GENE HOMOLOGUES IN THE Vf -REGION OF THE APPLE (Malus sp.)

MAP-BASED CLONING OF RESISTANCE GENE HOMOLOGUES IN THE Vf -REGION OF THE APPLE (Malus sp.) Diss. ETH Nr. 13793 MAP-BASED CLONING OF RESISTANCE GENE HOMOLOGUES IN THE Vf -REGION OF THE APPLE (Malus sp.) A dissertation submitted to the SWISS FEDERAL INSTITUTE OF TECHNOLOGY ZÜRICH For the degree

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

SUPERAVVOLGIMENTO DEL DNA (ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA)

SUPERAVVOLGIMENTO DEL DNA (ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA) SUPERAVVOLGIMENTO DEL DNA (ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA) ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA Il DNA cellulare contiene porzioni geniche e intergeniche, entrambe necessarie per le funzioni vitali della

Dettagli

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Il problema: metalli pesanti nelle acque reflue In numerosi settori ed applicazioni

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

La trascrizione negli eucarioti. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie

La trascrizione negli eucarioti. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie La trascrizione negli eucarioti Il promotore eucariotico L inizio della trascrizione negli eucarioti necessita della RNA polimerasi e dei fattori di trascrizione. Qualsiasi proteina sia necessaria per

Dettagli

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA 2 La SINDROME DI BRUGADA è una malattia generalmente ereditaria, a trasmissione autosomica dominante, che coinvolge esclusivamente

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

DISPOSIZIONI IN ORDINE ALLA COSTITUZIONE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DI MEDICINA TRASFUSIONALE

DISPOSIZIONI IN ORDINE ALLA COSTITUZIONE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DI MEDICINA TRASFUSIONALE Deliberazione n. 529 del 13/05/2004. DISPOSIZIONI IN ORDINE ALLA COSTITUZIONE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DI MEDICINA TRASFUSIONALE PREMESSE La legge regionale 28 marzo 1995, n. 28, istituiva il servizio

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

Synthesis and Reactivity of Silica-Grafted Iridium Pincer Complexes

Synthesis and Reactivity of Silica-Grafted Iridium Pincer Complexes DISS. T N. 21754 Synthesis and eactivity of lica-grafted idium incer Complexes A dissertation submitted to T ZUIC for the degree of DCT F SCINCS resented by MATIN IMLDI Dottore magistrale in Scienze Chimiche,

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO L articolo 35, comma 5, D.L. n. 223/2006 ha aggiunto il seguente comma all articolo 17, D.P.R. n. 633/72: Le disposizioni di cui al comma precedente si applicano anche alle

Dettagli

I l Cotto Nobile Arrotat o

I l Cotto Nobile Arrotat o I l Cotto Nobile Arrotat o RAPPORTO DI PROVA N. 227338 Data: 25062007 Denominazione campione sottoposto a prova: NOBILE ARROTATO UNI EN ISO 105454:2000 del 30/06/2000 Piastrelle di ceramica. Determinazione

Dettagli

Le linee guida evidence based

Le linee guida evidence based Le linee guida evidence based Linee guida: definizione Raccomandazioni di comportamento clinico, prodotte attraverso un processo sistematico, allo scopo di assistere medici e pazienti nel decidere quali

Dettagli

Per far sviluppare appieno la

Per far sviluppare appieno la 2008;25 (4): 30-32 30 Maria Benetton, Gian Domenico Giusti, Comitato Direttivo Aniarti Scrivere per una rivista. Suggerimenti per presentare un articolo scientifico Riassunto Obiettivo: il principale obiettivo

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.6 8.6. Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.6 8.6. Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica 8.6 Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica 1 Premessa Qualità e sostenibilità economica sono le principali esigenze cui cerca di rispondere la concentrazione delle

Dettagli

La trascrizione nei procarioti. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie

La trascrizione nei procarioti. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie La trascrizione nei procarioti Concetti base Nucleoside base purinica o pirimidinica legata alla posizione 1 dell anello pentoso Nucleotide base azotata-pentoso-fosfato Concetti base La trascrizione comporta

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

BATTERIE ENERGA AL LITIO

BATTERIE ENERGA AL LITIO BATTERIE ENERGA AL LITIO Batterie avviamento ultraleggere - Extra-light starter batteries Le batterie con tecnologia al Litio di ENERGA sono circa 5 volte più leggere delle tradizionali al piombo. Ciò

Dettagli

Esperienza 3: clonaggio di un gene in un plasmide

Esperienza 3: clonaggio di un gene in un plasmide Esperienza 3: clonaggio di un gene in un plasmide Il clonaggio molecolare è una delle basi dell ingegneria genetica. Esso consiste nell inserire un frammento di DNA (chiamato inserto) in un vettore appropriato

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine VITAMINA D: SINTESI, METABOLISMO E CARENZA Il 40-50% della

Dettagli

Delta. Centro di progettazione e sviluppo. Research & Development Department. Controllo resistenza alla corrosione Corrosion resistance testing.

Delta. Centro di progettazione e sviluppo. Research & Development Department. Controllo resistenza alla corrosione Corrosion resistance testing. Delta PATENT PENDING Sistema di apertura per ante a ribalta senza alcun ingombro all interno del mobile. Lift system for doors with vertical opening: cabinet interior completely fittingless. Delta Centro

Dettagli

DIPARTIMENTO DI FISICA E CHIMICA, LABORATORI prof. M. Brai PROGETTO DIMESA: TRATTAMENTI OLII NEI NOSTRI LABORATORI

DIPARTIMENTO DI FISICA E CHIMICA, LABORATORI prof. M. Brai PROGETTO DIMESA: TRATTAMENTI OLII NEI NOSTRI LABORATORI DIPARTIMENTO DI FISICA E CHIMICA, LABORATORI prof. M. Brai PROGETTO DIMESA: TRATTAMENTI OLII NEI NOSTRI LABORATORI scopo del lavoro: Confronto tra oli EVO addizionati con estratti di capperi campionati

Dettagli

Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico

Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico Le NIPT utilizzano DNA libero. Campione di sangue materno DNA

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Il deficit del fatt VIII prevale (5 volte in più rispetto al IX) Prevalenza nel mondo è di 1:10000-1:50000 L alta incidenza relativa di Emofilia A è

Il deficit del fatt VIII prevale (5 volte in più rispetto al IX) Prevalenza nel mondo è di 1:10000-1:50000 L alta incidenza relativa di Emofilia A è Emofilia Malattia ereditaria X cromosomica recessiva A deficit del fatt VIII B deficit del fatt IX Il deficit del fatt VIII prevale (5 volte in più rispetto al IX) Prevalenza nel mondo è di 1:10000-1:50000

Dettagli

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy da noi ogni sapone è unico alveare soap gori 1919 soap factory lavorazione artigianale italiana Handmade in Italy I nostri saponi sono il frutto di un

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

Piccoli mostri nell armadio

Piccoli mostri nell armadio Piccoli mostri nell armadio Gennaio 2014 Uno studio di Greenpeace rivela sostanze chimiche pericolose nei vestiti per bambini di note marche. greenpeace.it Piccoli mostri nell armadio - Gennaio 2014 3

Dettagli

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE Una proposta dall estetica esclusiva, in cui tutti gli elementi compositivi sono ispirati dalla geometria più pura e dalla massima essenzialità del disegno per un progetto caratterizzato da semplicità

Dettagli

valvole 18 mm ad azion. elettropneumatico solenoid actuated valves - 18 mm

valvole 18 mm ad azion. elettropneumatico solenoid actuated valves - 18 mm valvole 8 mm ad azion. elettropneumatico solenoid actuated valves - 8 mm Valvole a spola 3/2-5/2-5/3 con attacchi filettati G/8 3/2-5/2-5/3 spool valves with G/8 threaded ports Spessore della valvola:

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

DIAGNOSTICA DI LABORATORIO NELL ARTRITE REUMATOIDE

DIAGNOSTICA DI LABORATORIO NELL ARTRITE REUMATOIDE DIAGNOSTICA DI LABORATORIO NELL ARTRITE REUMATOIDE Dr.ssa ANNALISA BIANO ASL 2 SAVONESE S.S.D. LABORATORIO DI PATOLOGIA CLINICA P.O. CAIRO MONTENOTTE GRUPPO LIGURE di AUTOIMMUNITA ARTRITE REUMATOIDE: PROBLEMATICHE

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma duttale in situ: : si,no, forse Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it Definizione Il carcinoma duttale in situ della mammella è una

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI CONSERVAZIONE DEL DENTE CON STRAUMANN EMDOGAIN Dal 5 al 15 % della popolazione soffre di gravi forme di parodontite, che possono portare alla caduta dei

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Grazia D Onofrio 1, Daniele Sancarlo 1, Francesco Paris 1, Leandro Cascavilla 1, Giulia Paroni 1,

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

La richiesta di materiale biologico da struttura a struttura: «second opinion»

La richiesta di materiale biologico da struttura a struttura: «second opinion» A.O. S.Antonio Abate, Gallarate Segreteria Scientifica dr. Filippo Crivelli U.O. di Anatomia Patologica Corso di Aggiornamento per Tecnici di Laboratorio di Anatomia Patologica AGGIORNAMENTI 2011 I edizione:

Dettagli

SERVIZI TRASFUSIONALI REQUISITI MINIMI STRUTTURALI TECNOLOGICI E ORGANIZZATIVI SPECIFICI

SERVIZI TRASFUSIONALI REQUISITI MINIMI STRUTTURALI TECNOLOGICI E ORGANIZZATIVI SPECIFICI Allegato A). Requisiti strutturali, tecnologici e organizzativi minimi per l esercizio delle attività sanitarie dei servizi trasfusionali e delle unità di raccolta del sangue e degli emocomponenti, ai

Dettagli

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Le aree di incertezza nelle Cure Primarie: Quali sono le evidenze di efficacia dei probio-ci nelle patologie del tra9o gastrointes-nale? Edoardo Benede*o 1907

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG

Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG Lotta alla povertà, cooperazione allo sviluppo e interventi umanitari Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG Con il contributo del Ministero

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

RENATO TOZZOLI, GRAZIANO KODERMAZ SERVIZIO DI MEDICINA DI LABORATORIO OSPEDALE CIVILE, LATISANA (UD) SPOLETO, 08 MAGGIO 2009

RENATO TOZZOLI, GRAZIANO KODERMAZ SERVIZIO DI MEDICINA DI LABORATORIO OSPEDALE CIVILE, LATISANA (UD) SPOLETO, 08 MAGGIO 2009 RENATO TOZZOLI, GRAZIANO KODERMAZ SERVIZIO DI MEDICINA DI LABORATORIO OSPEDALE CIVILE, LATISANA (UD) SPOLETO, 08 MAGGIO 2009 Cisteina di 3 gruppo (176) Unità ripetute ricche di leucina Cisteine di 2 gruppo

Dettagli

MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat

MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat with cap. 3015001 with cap. 3900001 with connector 3900200 with cable A richiesta disponibile la versione certifi- Version available on request 124

Dettagli

Phoenix : processo catalitico per il recupero della soda caustica da bagni esausti di lavaggio matrici

Phoenix : processo catalitico per il recupero della soda caustica da bagni esausti di lavaggio matrici Franco Falcone, CIE Srl, San Zenone al Lambro (Mi), Italy Environmental problems of die cleaning spent solutions disposal The problem of die spent cleaning solution inertization is well-known to all aluminium

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Componenti per illuminazione LED. Components for LED lighting

Componenti per illuminazione LED. Components for LED lighting 2014 Componenti per illuminazione LED Components for LED lighting Legenda Scheda Prodotto Product sheet legend 1 6 3 7 4 10 5 2 8 9 13 11 15 14 12 16 1673/A 17 2P+T MORSETTO Corpo in poliammide Corpo serrafilo

Dettagli

(es.: AA, aa, BB, bb ) 2 Alleli: si tratta di geni che si trovano su cromosomi omologhi e che controllano lo stesso carattere in modo eguale (alleli

(es.: AA, aa, BB, bb ) 2 Alleli: si tratta di geni che si trovano su cromosomi omologhi e che controllano lo stesso carattere in modo eguale (alleli 1 ELEMENTI DI GENETICA LA GENETICA È: LA DISCIPLINA (= LA SCIENZA) CHE INDAGA SUI MECCANISMI DELLA TRASMISSIONE DEI CARATTERI DA UNA GENERAZIONE ALL ALTRA. RICORDIAMO 2 CONCETTI FONDAMENTALI: A) GENOTIPO:

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

C è solo un acca tra pi e phi ing. Rosario Turco, prof. Maria Colonnese

C è solo un acca tra pi e phi ing. Rosario Turco, prof. Maria Colonnese C è solo un acca tra pi e phi ing. Rosario Turco, prof. Maria Colonnese Introduzione Nell articolo vengono mostrate vari possibili legami tra la costante di Archimede (pi greco) e la sezione aurea (phi).

Dettagli

13. Anticorpi. (vedi singoli sottocapitoli) I edizione. 13. Anticorpi...1

13. Anticorpi. (vedi singoli sottocapitoli) I edizione. 13. Anticorpi...1 1 13. Anticorpi I edizione (vedi singoli sottocapitoli) 13. Anticorpi...1 13.1. STRUTTURA DEGLI ANTICORPI ED I GENI DELLE IMMUNOGLOBULINE...3 13.1.1. Struttura/funzione degli anticorpi...4 13.1.2. Dominii

Dettagli

Conduzione di uno Studio: GCP e Farmacovigilanza

Conduzione di uno Studio: GCP e Farmacovigilanza Irene Corradino Clinical Operations Unit Fondato nel 1998 con sede a Milano Studi clinici di fase I-II in oncologia, soprattutto in Italia, Svizzera, Spagna ARO = Academic Research Organization Sponsor/CRO

Dettagli

CALDO SGUARDO GRECO PDF

CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF ==> Download: CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF - Are you searching for Caldo Sguardo Greco Books? Now, you will be happy that at this time Caldo Sguardo Greco PDF

Dettagli