Radiofrequenza dei tumori renali: CEUS vs TC spirale nella valutazione di efficacia terapeutica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Radiofrequenza dei tumori renali: CEUS vs TC spirale nella valutazione di efficacia terapeutica"

Transcript

1 Rdiofrequenz dei tumori renli: CEUS vs TC spirle nell vlutzione di efficci terpeutic M.F. Meloni, T. Livrghi, F. Cllid, M. Csti, R. Cterini, L. Innocenti Servizio di Rdiologi, Diprtimento di Chirurgi, Diprtimento di Urologi - Ospedle di Vimercte Istituto di Rdiologi - Ospedle S. Mtteo - Pvi Prole chive: Ecocontrstogrfi; Mezzo di contrsto; Tumore renle cellule chire; Rdiofrequenz; Vlutzione di efficci terpeutic Scopo. Scopo del nostro studio è confrontre l utilizzo del SonoVue versus TC spirle nell vlutzione di efficci terpeutic dei tumori renli trttti con Rdiofrequenz (RF). Metodi. Sono stti trttti con go freddo (Rdionics, Boston MA), 18 pzienti porttori di 18 lesioni delle dimensioni di cm (medi 2.6). Qundici su 18 pzienti erno stti giudicti inoperili per compromissione delle condizioni generli o per l presenz contemporne di mltti neoplstic in ltro distretto. Tre pzienti vevno rifiutto l intervento. Due lesioni presentvno loclizzzione centrle, 2 presentvno loclizzzione mist e 14 loclizzzione periferic e/o esofitic. L vlutzione di efficci terpeutic è stt effettut d un mese dl trttmento, ogni 4 mesi nel primo nno ed ogni 6 mesi dl secondo nno. E stt eseguit TC spirle multislice (Light Speed Plus; GE Medicl Systems, Milwukee, WI) o RM e vlutzione ecogrfic (Acuson, Sequoi; APLIO, Toshi) con mezzo di contrsto (SonoVue; Brcco, Milno, Itli) 2.4 ml ev/olus. Sei su 18 pzienti presentvno lterzione dell cretininemi. Risultti. L vlutzione TC ed ecogrfic è stt eseguit indipendentemente, in mnier linded, d quttro rdiologi e rivlutt in consensus conferences. L TC h identificto residuo di mltti in 8/18 lesioni, mentre l CEUS (Contrst-Enhnced Ultrsonogrphy) in 6/18 lesioni. Conclusioni. Nell vlutzione di efficci terpeutic, l CEUS eseguit nel follow-up dei pzienti trttti, si è rivelt un tecnic di imging ccurt sicur ed efficce. Considerndo l differente tossicità del mezzo di contrsto utilizzto in TC e l ssenz di rdizioni, l CEUS potree essere utile in pzienti oncologici con ltert cretininemi. Rdiofrequency ltion of renl cell crcinom: CEUS vs. spirl CT to ssess therpy outcome Key words: Contrst-enhnced ultrsonogrphy; Contrst medium; Renl-cell crcinom; Rdiofrequency ltion; Evlution of therpeutic efficcy Aim. To compre the ccurcies of contrst-enhnced ultrsound (CEUS) nd multislice CT in the evlution of locl recurrence following rdiofrequency (RF) ltion of renl cell crcinom (RCC). Mterils nd methods. Eighteen ptients with 18 RCCs rnging etween cm in dimeter (men 2.6 cm) underwent RF ltion with internlly-cooled electrodes (Rdionics, Boston MA). Fifteen hd een judged inoperle due to the presence of other neoplstic disese or poor generl conditions, nd the other three hd refused surgery. Six of the 18 ptients hd mildly elevted serum cretinine levels. Two of the RCCs were locted in the center of the kidney, 14 were in the periphery, nd two hd mixed loctions. The therpeutic response ws ssessed one month fter the procedure, every 4 months during the first yer, nd every 6 months therefter. At ech visit, the ptient underwent multislice CT (light Speed Plus; GE Medicl Systems, Milwukee, WI) or MRI nd CEUS with second-genertion microule gent (SonoVue; Brcco, Miln, Itly) (2.4 ml IV olus). Results. All studies were reviewed in linded fshion t consensus conference in which four of the uthors prticipted. Residul vile tumor foci were identified in 8/18 lesions y CT nd in 6/18 y CEUS. Conclusions. In the follow-up of ptients with inoperle RCC treted with RF ltion, CEUS is sfe nd ccurte imging technique for ssessment of therpeutic efficcy. The toxicity profile of the US contrst gent nd the sence of rdition exposure mke CEUS prticulrly useful for repeted study of ptients with neoplstic disese nd elevted cretinine levels. Introduzione Il tumore cellule chire è il più frequente dei tumori renli, l cui incidenz si è dimostrt in umento negli ultimi 50 nni. Nel 2002 l Americn Cncer Society h riportto nuovi csi e morti per quest ptologi [1]. Mentre storicmente l dignosi veniv ftt ll comprs dei sintomi (dolore l finco, emturi), ttulmente l vnzmento tecnologico delle metodiche di imging e l loro diffusione permettono un dignosi in fse molto precoce, spesso csule, e quindi possiilità di un pproccio terpeutico chirurgico rdicle [2]. Inftti, circ i due terzi dei tumori renli vengono dignosticti incidentlmente [3]. Nei pzienti con un umentto rischio chirurgico, o ffetti d ltre ptologie neoplstiche nel rene controlterle o in ltri distretti, le terpie ltive si sono dimostrte un efficce opzione terpeutic. Fr le terpie inter- Giornle Itlino di Ecogrfi 2005; 8(3):

2 Rdiofrequenz dei tumori renli: CEUS vs TC spirle nell vlutzione di efficci terpeutic stizili, l Rdiofrequenz (RF) è sicurmente quell oggi più lrgmente utilizzt [4,5]. Avendo rggiunto un significtiv esperienz nel trttmento dei tumori eptici [6-8] imo pensto di mplire il cmpo di ppliczione i tumori renli non suscettiili di intervento chirurgico. Un questione chive, dopo le terpie interstizili, è l vlutzione dell efficci terpeutic che, come nell mggior prte dei pzienti oncologici sottoposti controlli periodici, vviene prevlentemente con Tomogrfi Computerizzt (TC) o Risonnz Mgnetic Nuclere (RM). Nei pzienti ffetti d tumore primitivo renle trttti con RF, l presenz non infrequente di lterzioni dell funzionlità renle, o un situzione di monorene ssocit rendono necessrio, utilizzndo le metodiche di imging indicte, un llungmento dei tempi di follow-up. Utile si è rivelto recentemente l utilizzo di microolle di contrsto in ecogrfi per l precoce evidenzizione di foci vitli. In un precedente studio sull vlutzione di efficci terpeutic dopo terpi ltiv, i mezzi di contrsto ecogrfico di prim generzione, confrontti con l TC spirle, dimostrvno un sensiilità dell 83.3% [9]. Negli ultimi nni, sono stti riportti interessnti risultti rigurdo l identificzione di foci di tessuto neoplstico residuo post-trttmento e follow-up in pzienti sottoposti terpie interstizili [10,11]. Lo scopo del nostro studio è di confrontre, nell vlutzione di efficci terpeutic di pzienti ffetti d tumore renle trttti con RF, l utilizzo del SonoVue versus TC spirle multistrto o RM. Mterili e metodi Crtteristiche dei pzienti ed indiczione l trttmento. Dl Mrzo 1998 l Mrzo 2005 sono stti trttti presso il nostro Centro 18 pzienti, 6 femmine e 12 mschi, di età compres fr i 53 ed 83 nni (età medi 70.5), ffetti d tumore primitivo renle. L selezione è stt ftt, in ccordo con il chirurgo urologo, in se criteri di inoperilità clinic e/o tecnic. Secondo i criteri di inoperilità clinic sono stti esclusi: ) pzienti ffetti d precedente ptologi oncologic, senz comunque segni di mltti in tto, ) pzienti monorene o con insufficienz renle cronic, c) pzienti di età > 75 con compromissione dello stto generle, come d esempio importnti crdioptie, che controindicsse un intervento chirurgico ggressivo. Nei criteri di inoperilità tecnic sono stti invece considerti: lterzioni dell cogulzione o ptologie che rendessero prolemtic un eventule nestesi generle prolungt, o rifiuto dell intervento. Nell nostr popolzione, 3/18 pzienti hnno rifiutto l intervento pur essendo stti giudicti operili; 8/18 riferivno precedenti storie di neoplsi in ltri distretti; 7/18 venivno esclusi dll chirurgi in qunto presentvno fttori di rischio per l intervento. Sei su 18 pzienti erno ffetti d insufficienz renle cronic con lterti livelli di cretininemi (>1.2-< 2.1 mg/dl). Il follow-up è compreso fr 3 e 84 mesi (medi 23.6). Crtteristiche del tumore. Sono stte trttte con 22 sessioni, 18 lesioni di dimensioni comprese fr i 2 e 7 cm (medi 2.6 cm). Dopo un inizile rruolmento che non prendev in considerzione l loclizzzione del tumore, le differenti risposte ottenute in tumori esofitici o periferici circondti dl grsso perirenle, che ne mimsse un effetto forno già descritto nell eptocrcinom [6], rispetto quelli loclizzti in prossimità dei grossi vsi dell pelvi renle, hnno dimostrto che il furto di clore, determinto dll lto flusso vscolre, er cus di un rispost incomplet. Anlog esperienz è stt riportt nello studio dell Gervis [4]. Nell nostr csistic 14/18 lesioni presentvno loclizzzione periferic e/o esofitic, due lesioni loclizzzione centrle e due lesioni vevno loclizzzione mist. Attulmente vengono rruolti solo pzienti porttori di tumori renli cpsulti, esofitici o comunque periferici, di dimensioni < 5 cm. In pzienti con lesioni di dimensioni > 5 cm, se non porttori di monorene, viene eseguito un trttmento cominto con emolizzzione dei vsi fferenti l tumore seguito d trttmento con RF. Vlutzione pretrttmento. I pzienti sono stti sottoposti d un prim vlutzione multorile collegile, con l prtecipzione del chirurgo urologo e del rdiologo interventist. In quest sede sono stti vlutti i vlori emtochimici dell cogulzione e dell funzionlità renle, gli esmi di imging quli TC spirle multistrto (12 pzienti) o Risonnz Mgnetic Nuclere (6 pzienti). Con l introduzione nell prtic clinic dei mezzi di contrsto di second generzione (SonoVue), tutti i pzienti vengono sottoposti, previ ccettzione con consenso informto, d esme eco-contrstogrfico si prim che dopo trttmento (Contrst Enhnced Ultrsonology). Nell vlutzione post-trttmento e follow-up, sono stti utilizzti gli stessi prmetri dell se-line. Trttmento con Rdiofrequenz. In tutti i pzienti è stto ottenuto un consenso informto prim del trttmento. L terpi è stt eseguit sotto guid ecogrfic (H 21 Hitchi; Esote Biomedic, Genov), utilizzndo per l guid rel-time, un sond fort (B 412, Hitchi). L terpi è stt eseguit in sl opertori, in nestesi generle, in 16 pzienti ed in nestesi spinle in 2 pzienti. E stto utilizzto un go rffreddto con punt espost di 2 o 3 cm second delle dimensioni dell lesione sottopost trttmento, collegto d un genertore di corrente 500 KHz, erognte sino 200 Wtts (serie CC-1, Rdionics). Prmetri quli l impedenz, l tempertur sull punt ttiv dell go, i wtts ed i millimpere, sono stti monitorti rel-time. E stt utilizzt un pomp peristltic (Wtson-Mrlow, Medford, MA) per spingere nel circuito di rffreddmento l soluzione slin 0, utile mntenere l tempertur dell go fr i C. Tecnic ecogrfic con mezzo di contrsto. E stto utilizzto il SonoVue (Brcco, Milno, Itli), mezzo di contrsto di second generzione, costituito d microolle di esfluoruro di zolfo stilizzte con fosfolipidi e disperse in soluzione fisiologic, di dimetro inferiore 8 µm. Contrrimente i mezzi di contrsto di prim generzione, grzie ll lto peso molecolre del gs contenuto (esfluoruro di zolfo), il SonoVue persiste lungo si nel sngue che nei sinusoidi del fegto e dell milz, permettendo uno studio si dell mcro, che dell microvscolrizzzione. Grzie l loro dimetro le prticelle di SonoVue permngono ll interno dell lero vscolre senz diffondere nell interstizio. Inoltre, comportndosi in mnier non linere perfino ssi livelli di potenz, 210 Giornle Itlino di Ecogrfi 2005; 8(3):

3 M.F. Meloni et l Fig. 1. Tumore renle destro di 2 cm: ripres di mltti nel follow-up evidente ll TC spirle () e confermto dll CEUS (). Figure 1. Tumor (2 cm) in the right kidney: recurrence detected during the follow-up y spirl CT () nd confirmed y CEUS (). Fig. 2. Tumore renle destro con vscolrizzzione di Tipo I: immgine TC () e CEUS () prim del trttmento. Figure 2. Tumor in the right kidney chrcterized y type I vsculriztion: pre-tretment ppernce on CT () nd CEUS (). presentno il grosso vntggio di essere soggette d un ss distruzione [12]. L esme ecogrfico è stto eseguito in tutti i pzienti con ACUSON-Sequoi (CCI e CPS), sond 4C1, utilizzndo un sso indice meccnico (MI1.12) o Aplio Toshi. L CEUS è stt eseguit prim del trttmento in 14/18 pzienti, in 2/18 csi durnte il trttmento in sl opertori per vlutre eventuli foci residui, ed il giorno dopo trttmento. Tutti i pzienti sono stti sottoposti nel follow-up controllo CEUS. Tutti gli esmi sono stti registrti ed rchiviti. Sono stte eseguite scnsioni di se e, dopo iniezione di SonoVue in olo (2.4 ml), sono stte effettute registrzioni in continuo di tutte le fsi di enhncement del tumore. Tecnic TC ed RM. Essendo i pzienti provenienti d differenti ree regionli, le pprecchiture TC ed RM utilizzte, di elevt res dignostic, sono stte differenti. Nei pzienti fferenti ll nostr struttur è stt utilizzt TC spirle multistrto Light Speed Plus (GE Medicl Systems, Milwkee, WI). Anlisi dell imging. I criteri utilizzti per evidenzire foci residui o ripres di mltti, si sono sti sull presenz o ssenz di tessuto vscolrizzto nel contesto del tumore. Gli esmi sono stti esminti in cieco ed in mnier rndomizzt in un consensus conference degli utori (MFM, TL, MC, FC). Le immgini erno riviste in sessioni seprte, ed i risultti tulti e comprti. Risultti Tutti i pzienti hnno eseguito, il giorno dopo il trttmento, esme ecogrfico convenzionle + CEUS, e controllo TC o RM se in presenz di insufficienz renle cronic. Gli stessi esmi sono stti ripetuti nel follow-up ogni 4 mesi per il primo nno e dopo il primo nno, confermndosi l rispost complet ll imging, sono stti lternti ogni 4 mesi CEUS ed ogni 8 mesi CEUS + TC o RM. Al primo controllo dopo trttmento, l CEUS h evidenzito residuo di mltti in 2/14 pzienti porttori di lesioni periferiche e/o esofitiche, e in 4/4 lesioni centrli e miste. L TC h, invece, evidenzito residuo vitle in 3/14 lesioni del primo gruppo, mentre h confermto l przile rispost in quelle del secondo gruppo. L discordnz TC/CEUS, riportt nel tumore periferico, er proilmente dovut ll ipovscolrizzzione del tumore Giornle Itlino di Ecogrfi 2005; 8(3):

4 Rdiofrequenz dei tumori renli: CEUS vs TC spirle nell vlutzione di efficci terpeutic Fig. 3. Rispost complet l trttmento si ll TC () che dopo studio con CEUS (), che mostrno devscolrizzzione del tumore. Figure 3. Complete response to RF ltion documented y CT () nd y CEUS (), oth of which documented devsculriztion of the tumor. trttto, loclizzto nel lro posteriore del rene sinistro dove l CEUS non è stt in grdo, per scrs vscolrizzzione e posizione poco fvorevole d uno studio ecogrfico convenzionle e con contrsto, di dre informzioni sufficienti per un corrett vlutzione di efficci. Dei 3 pzienti con tumori di tipo 1 e 2, nei quli er stt evidenzit un rispost przile, due sono stti ritrttti con un ulteriore sedut di RF, ottenendo un rispost complet vlutt dll imging. Il pziente con lesione ipovscolre è stto invito terpi chirurgic, perltro precedentemente rifiutt. Nei quttro pzienti con tumore centrle o misto, di dimensioni > 4 cm, l presenz di tessuto vitle, comunque inferiore l 50% dell mss, è stt mess in evidenz d tutte le tecniche di imging già l primo controllo 4 mesi, e solo in un cso è stto ripetuto il trttmento, senz comunque ottenere un rispost complet. Dunque l CEUS h dimostrto un ccurtezz dignostic dell 88.9%. L utilizzo del SonoVue è stto en tollerto in tutti i pzienti senz che si sino verificte complicnze, né effetti collterli. Discussione Il trttmento con RF dei tumori renli, considert ormi come un nephron spring tretment, st diventndo un terpi mpimente pplict in pzienti non operili [13,14]. Il rzionle si s sull lent evoluzione che spesso questo tumore present [15], sull ripetiilità del trttmento e sul sso tsso di complicnze si mggiori che minori riportte, oltre un dimostrt lt efficci locle [13,14,16]. Il sso costo in rpporto ll chirurgi è d considerrsi reltivo, essendo i pzienti trttti, per l mggior prte, non operili. Inoltre, l mini-invsività dell metodic si è dimostrt vlid nche per qunto concerne l conservzione dell funzionlità renle che dopo RF non risult esserne ltert [17]. L utilizzo dell CEUS permette lo studio solo dell fse corticomidollre renle e non di quell nefrogrfic, motivo per cui spesso nel tumore renle è difficile l differenzizione del tumore ipervscolre dl restnte prenchim renle normle. L CEUS, soprttutto grzie ll evoluzione tecnologic qule il Cdence contrst pulse sequencing (CPS) d noi recentemente utilizzto, si è dimostrt molto sensiile d evidenzire, nche in tumori scrsmente vscolrizzti, l presenz delle microolle intrlesionli. Nell nostr esperienz, le lesioni trttte, presentvno sostnzilmente 3 differenti tipi di pttern vscolre: Tipo I: lesione con enhncement superiore quell del prenchim renle con lento wshout trdivo, m sempre ipervscolre rispetto l prenchim renle (11/18); Tipo II: lesione con enhncement sovrpponiile quello del prenchim renle si in fse rterios che trdiv (6/18); vscolrizzzione Tipo III: lesione con scrso enhncement rispetto l prenchim renle, corrispondente, nell nostr esperienz, d un evoluzione più ggressiv dell mltti (1/18). Ascenti et l [18] hnno recentemente dimostrto nei tumori renli, dopo iniezione di SonoVue, l presenz di un pseudocpsul più evidente nell fse trdiv. Nell nostr csistic l CEUS h evidenzito, prim del trttmento, l presenz dell cpsul in 8/14 lesioni periferiche, e l su distruzione, dopo terpi è stt considert un segno prognostico positivo. Per vlutre l efficci terpeutic ci simo sti sui seguenti criteri: ) l distruzione dell cpsul peritumorle se precedentemente segnlt; ) un nett delimitzione dei mrgini dell termolesione più evidente in fse trdiv (tglio di dimnte); c) mntenimento di tli crtteristiche nel follow-up ccompgnte d un riduzione volumetric dell termolesione. Tli criteri sono poco perseguiili nei tumori scrsmente vscolrizzti, che nell nostr csistic sono stti, comunque, scrsmente rppresentti. Questo rende ssolutmente imprescindiile un corretto studio contrstogrfico dell lesione prim del trttmento. L vlutzione di efficci terpeutic con CEUS nell eptocrcinom, che è crtterizzto d un importnte enhncement rterioso en evidente circ 20/25 secondi dll iniezione di mdc, è fcilitt dll finestr custic fvorevole dt dll ipoecogenicità del fegto nell fse rterios. Questo permette un corrett visulizzzione dell eventule residuo vitle o ripres di mltti. 212 Giornle Itlino di Ecogrfi 2005; 8(3):

5 M.F. Meloni et l Nel tumore renle, che come è stto dimostrto [19], spesso non present un simile differenzizione prenchim/tumore, l ssenz di quest finestr custic può determinre un limite dignostico di eventuli foci di mltti. Attulmente l possiilità di poter visulizzre contempornemente, nelle pprecchiture nostr disposizione, si l imgine di se che l immgine ecocontrsto, riduce notevolmente quest limitzione, soprttutto nello studio delle lesioni esofitiche. L utilizzo dell CEUS offre, inoltre, dei potenzili enefici rispetto lle tecniche di imging utilizzte nell mito dei trttmenti interstizili quli TC ed RM. Inftti l possiilità di poter utilizzre l stess metodic di imging per l dignosi, terpi e vlutzione di efficci terpeutic, con controllo contrstogrfico nell immedito post-trttmento per l precoce individuzione di eventuli foci residui, rendono tle metodic essenzile nell mito delle terpie ltive. Conclusioni Il trttmento con RF dei tumori renli in cui si controindicto l intervento si è dimostrto essere un terpi efficce e sicur soprttutto nelle lesioni loclizzzione periferic e/o esofitic. Nel follow-up dei pzienti trttti, l CEUS si è rivelt un metodic di imging ccurt, sicur ed ffidile, con un elevt ccurtezz dignostic. Considerndo l differente tossicità del mezzo di contrsto utilizzto per l esme TC, l ssenz di effetti collterli o complicnze riscontrte con l utilizzo dell CEUS ed inoltre l ssenz di rdizioni, l CEUS può essere utilizzt efficcemente nei controlli post-trttmento e follow-up di pzienti oncologici e con insufficienz renle cronic soggetti ripetute indgini dignostiche. Ringrzimenti Si ringrzi per l collorzione l Signor Ptrizi Frgomeni, Infermier Professionle del Servizio di Ecogrfi Interventistic dell Ospedle di Vimercte. Biliogrfi References 1) Jeml A, Thoms A, Murry T, Thun M. Cncer Sttistic. CA Cncer J Clin 2002; 52: ) Roson CJ, Churcil BM, Anderson W. The results of rdicl nephrectomy for renl cell crcinom. J Urol 1969; 101: ) Pntuk AJ, Zismn A, Belldegrun AS. The chnging nturl history of renl cell crcinom. J Urol 2001; 166: ) Gervis DA, McGovern FJ, Wood BJ, Golderg SN, McDougl WS, Muller PR. Rdiofrequency ltion of renl cell crcinom: erly clinicl experience. Rdiology 2000; 217: ) Frrell MA, Chroneu WJ, DiMrco DS et l. Imging-guided rdiofrequency ltion of solid renl tumors. AJR Am J Roentgenol 2003 Jun; 180(6): ) Livrghi T, Golderg SN, Lzzroni S, Meloni F, Soliti L, Gzelle GS. Smll heptocellulr crcinom: tretment with Rdiofrequency ltion versus ethnol injection. Rdiology 1999; 210: ) Livrghi T, Golderg SN, Lzzroni S et l. Rdiofrequency of lrge heptocellulr crcinom. Rdiology 2000; 214: ) Soliti L, Livrghi T, Golderg SN et l. Percutneous Rdiofrequency ltion of heptic metstses from colorectl cncer: long-term results in 117 ptients. Rdiology 2001; 22(1): ) Meloni MF, Golderg SG, Livrghi T et l. Heptocellulr crcinom treted with Rdiofrequency Altion: comprison of pulse inversion contrst-enhnced power-doppler sonogrphy, nd helicl CT. AJR Am J Roentgenol 2001; 177(2): ) Choi D, Lim HK, Lee WJ et l. Erly ssessment of the therpeutic response to rdiofrequency ltion in heptocellulr crcinom: utility of gry scle hrmonic ultrsonogrphy with microule contrst gent. J Ultrsound Med 2003; 22(11): ) Soliti L, Tonolini M, Cov L. Monitoring RF ltion. Eur Rdiol 2004 Oct; 14 Suppl 8: P ) Cosgrove D. Editoril. Eur Rdiol Suppl 2004; 14(8): ) Myo-Smith WW, Dupuy DE, Prikh PM, Pezzullo JA, Cronn JJ. Imging-guided percutneous rdiofrequency ltion of solid renl msses: techniques nd outcomes of 38 tretment sessions in 32 consecutive ptients. AJR Am J Roentgenol 2003; 180(6): ) Frrell MA, Chroneu WJ, Di Mrco DS et l. Imging-guided rdiofrequency ltion of solid renl tumor. AJR Am J Roentgenol 2003; 180(6): ) Bosnik MA, Birnum BA, Krinsky GA, Wismn J. Smll renl prenchyml neoplsms: further oservtions on growyh. Rdiology 1995; 197(3): ) Tcke J, Mhnken AH. Percutneous rdiofrequency ltion of renl cell cncer. Rdiologe 2004; 44(4): Review. Germn 17) Johnson BD, Tylor GD, Lotn Y, Sglowsky AI, Koenemnn KS, Cdeddu JA. The effects of rdiofrequency ltion on renl function nd lood pressure. The Journl of Urology 2003; 170: ) Ascenti G, Get M, Mgno C, Mzziotti S, Blndino A, Zimro G. Contrst-enhnced second-hrmonic sonogrphy in the detection of pseudocpsule in renl cell crinom. AJR Am J Roentgenol 2004 Jun; 182(6): ) Qui E. Chrcteriztion nd detection of renl tumours. Contrst Medi in Ultrsonogrphy. Sprinter, Address correspondence: Mri Frnc Meloni Servizio di Rdiologi Ospedle Civile di Vimercte Tel Fx Giornle Itlino di Ecogrfi 2005; 8(3):

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni:

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni: Mod. RED Sede di Domnd n. del Pensione n. ct. nto il stto civile bitnte Prov. CAP vi n. DICHIARA, sotto l propri responsbilità, che per gli nni: A B (brrre l csell reltiv ll propri situzione) NON POSSIEDE

Dettagli

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio *

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio * www.solmp.it Le : gestione contbile ed iscrizione in bilncio * Piero Pisoni, Fbrizio Bv, Dontell Busso e Alin Devlle ** 1. Premess Le sono esminte nei seguenti spetti: Il presente elborto è trtto d: definizione

Dettagli

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito.

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito. Integrli de niti. Il problem di clcolre l re di un regione pin delimitt d gr ci di funzioni si può risolvere usndo l integrle de nito. L integrle de nito st l problem del clcolo di ree come l equzione

Dettagli

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n.

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n. AUTOVALORI ED AUTOVETTORI Si V uno spzio vettorile di dimensione finit n. Dicesi endomorfismo di V ogni ppliczione linere f : V V dello spzio vettorile in sé. Se f è un endomorfismo di V in V, considert

Dettagli

Variazioni di sviluppo del lobo frontale nell'uomo

Variazioni di sviluppo del lobo frontale nell'uomo Istituto di Antropologi dell Regi Università di Rom Vrizioni di sviluppo del lobo frontle nell'uomo pel Dott. SERGIO SERGI Libero docente ed iuto ll cttedr di Antropologi. Il problem dei rpporti di sviluppo

Dettagli

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008 ANALISI REALE E COMPLESSA.. 2007-2008 1 Successioni e serie di funzioni 1.1 Introduzione In questo cpitolo studimo l convergenz di successioni del tipo n f n, dove le f n sono tutte funzioni vlori reli

Dettagli

Il volume del cilindro è dato dal prodotto della superficie di base per l altezza, quindi

Il volume del cilindro è dato dal prodotto della superficie di base per l altezza, quindi Mtemtic per l nuov mturità scientific A. Bernrdo M. Pedone 3 Questionrio Quesito 1 Provre che un sfer è equivlente i /3 del cilindro circoscritto. r 4 3 Il volume dell sfer è 3 r Il volume del cilindro

Dettagli

Comparazione delle performance di 6 cloni di Gamay ad altitudine elevata

Comparazione delle performance di 6 cloni di Gamay ad altitudine elevata Comprzione delle performnce di 6 cloni di Gmy d ltitudine elevt 1 / 46 Motivzioni Selezione clonle IAR-4 Lo IAR-4 è stto selezionto in mbiente montno d un prticolre popolzione di mterile stndrd, dll qule

Dettagli

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma INTEGRALI IMPROPRI. Integrli impropri su intervlli itti Dt un funzione f() continu in [, b), ponimo ε f() = f() ε + qundo il ite esiste. Se tle ite esiste finito, l integrle improprio si dice convergente

Dettagli

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE Soluzioni di quesiti e prolemi trtti dl Corso Bse Blu di Mtemti volume 5 [] (Es. n. 8 pg. 9 V) Dell prol f ( ) si hnno le seguenti informzioni, tutte

Dettagli

11. Attività svolta dall Agenzia, risorse e aspetti organizzativi

11. Attività svolta dall Agenzia, risorse e aspetti organizzativi 11. Attività svolt dll Agenzi, risorse e spetti orgnizztivi 11.1 Attività istituzionle svolt i sensi dell Deliberzione istitutiv In un vlutzione complessiv delle ttività svolte dll Agenzi i sensi dell

Dettagli

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x Appunti elorti dll prof.ss Biondin Gldi Funzione integrle Si y = f() un funzione continu in un intervllo [; ] e si 0 [; ]; l integrle 0 f()d si definisce Funzione Integrle; si chim funzione integrle in

Dettagli

Macchine elettriche in corrente continua

Macchine elettriche in corrente continua cchine elettriche in corrente continu Generlità Può essere definit mcchin un dispositivo che convert energi d un form un ltr. Le mcchine elettriche in prticolre convertono energi elettric in energi meccnic

Dettagli

Cuscinetti ad una corona di sfere a contatto obliquo

Cuscinetti ad una corona di sfere a contatto obliquo Cuscinetti d un coron di sfere conttto obliquo Cuscinetti d un coron di sfere conttto obliquo 232 Definizione ed ttitudini 232 Serie 233 Vrinti 233 Tollernze e giochi 234 Elementi di clcolo 236 Crtteristiche

Dettagli

Definizioni fondamentali

Definizioni fondamentali Definizioni fondmentli Sistem scisse su un rett 1 Un rett si ce orientt qundo su ess è fissto un verso percorrenz Dti due punti qulsisi A e B un rett orientt r, il segmento AB che può essere percorso d

Dettagli

Ing. Alessandro Pochì

Ing. Alessandro Pochì Dispense di Mtemtic clsse quint -Gli integrli Quest oper è distriuit con: Licenz Cretive Commons Attriuzione - Non commercile - Non opere derivte. Itli Ing. Alessndro Pochì Appunti di lezione svolti ll

Dettagli

La scelta di equilibrio del consumatore. Integrazione del Cap. 21 del testo di Mankiw 1

La scelta di equilibrio del consumatore. Integrazione del Cap. 21 del testo di Mankiw 1 M.Blconi e R.Fontn, Disense di conomi: 3) quilirio del consumtore L scelt di equilirio del consumtore ntegrzione del C. 21 del testo di Mnkiw 1 Prte 1 l vincolo di ilncio Suonimo che il reddito di un consumtore

Dettagli

METODO VOLTAMPEROMETRICO

METODO VOLTAMPEROMETRICO METODO OLTAMPEOMETCO Tle etodo consente di isrre indirettente n resistenz elettric ed ipieg l definizione stess di resistenz : doe rppresent l tensione i cpi dell resistenz e l corrente che l ttrers coe

Dettagli

Titolazione Acido Debole Base Forte. La reazione che avviene nella titolazione di un acido debole HA con una base forte NaOH è:

Titolazione Acido Debole Base Forte. La reazione che avviene nella titolazione di un acido debole HA con una base forte NaOH è: Titolzione Acido Debole Bse Forte L rezione che vviene nell titolzione di un cido debole HA con un bse forte NOH è: HA(q) NOH(q) N (q) A (q) HO Per quest rezione l costnte di equilibrio è: 1 = = >>1 w

Dettagli

INTERCONNESSIONE CONNETTIVITÀ

INTERCONNESSIONE CONNETTIVITÀ EMC VMA AX 10K EMC VMAX 10K fornisce e un'rchitettu ur scle-out multi-controlller Tier 1 rele e che nsolidmento ed efficienz. EMC VMAX 10 0K utilizz l stess s grntisce lle ziende con stemi VMAX 20 0K e

Dettagli

3. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive (Ref p.14)

3. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive (Ref p.14) . Funzioni iniettive, suriettive e iiettive (Ref p.4) Dll definizione di funzione si ricv che, not un funzione y f( ), comunque preso un vlore di pprtenente l dominio di f( ) esiste un solo vlore di y

Dettagli

13. EQUAZIONI ALGEBRICHE

13. EQUAZIONI ALGEBRICHE G. Smmito, A. Bernrdo, Formulrio di mtemti Equzioni lgerihe F. Cimolin, L. Brlett, L. Lussrdi. EQUAZIONI ALGEBRICHE. Prinipi di equivlenz Si die identità un'uguglinz tr due espressioni ontenenti un o più

Dettagli

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI . L'INSIEME DEI NUMERI REALI. I pricipli isiemi di umeri Ripredimo i pricipli isiemi umerici N, l'isieme dei umeri turli 0; ; ; ; ;... L'ide ituitiv di umero turle è ssocit l prolem di cotre e ordire gli

Dettagli

Esercizi sulle serie di Fourier

Esercizi sulle serie di Fourier Esercizi sulle serie di Fourier Corso di Fisic Mtemtic,.. 3- Diprtimento di Mtemtic, Università di Milno Novembre 3 Sviluppo in serie di Fourier (esponenzile) In questi esercizi, si richiede di sviluppre

Dettagli

07 GUIDA ALLA PROGETTAZIONE. Guida alla progettazione

07 GUIDA ALLA PROGETTAZIONE. Guida alla progettazione 07 Guid ll progettzione Scelt tubzioni e giunti 2 tubi di misur [mm] Dimetro tubzioni unità esterne (A) Giunti 12Hp 1Hp 1Hp Selezionre il dimetro delle unità esterne dll seguente tbell Giunto Y tr unità

Dettagli

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) =

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) = Note ed esercizi di Anlisi Mtemtic - (Fosci) Ingegneri dell Informzione - 28-29. Lezione del 7 novembre 28. Questi esercizi sono reperibili dll pgin web del corso ttp://utenti.unife.it/dmino.fosci/didttic/mii89.tml

Dettagli

10 Progetto con modelli tirante-puntone

10 Progetto con modelli tirante-puntone 0 Progetto con modelli tirnte-puntone 0. Introduzione I modelli tirnte-puntone (S&T Strut nd Tie) sono utilizzti per l progettzione delle membrture in c.. che non possono essere schemtizzte come solidi

Dettagli

Problemi di massimo e minimo in Geometria Solida Problemi su poliedri. Indice dei problemi risolti

Problemi di massimo e minimo in Geometria Solida Problemi su poliedri. Indice dei problemi risolti Problemi di mssimo e minimo in Geometri olid Problemi su poliedri Indice dei problemi risolti In generle, un problem si riferisce un figur con crtteristice specifice (p.es., il numero dei lti dell bse)

Dettagli

Corso di Analisi Matematica Calcolo integrale per funzioni di una variabile

Corso di Analisi Matematica Calcolo integrale per funzioni di una variabile Corso di Anlisi Mtemtic Clcolo integrle per funzioni di un vribile Lure in Informtic e Comuniczione Digitle A.A. 2013/2014 Università di Bri ICD (Bri) Anlisi Mtemtic 1 / 40 1 L integrle come limite di

Dettagli

Grazie. Normativa sulle emissioni dell'epa. Avviso relativo alla garanzia. Servizio "Mercury Premier"

Grazie. Normativa sulle emissioni dell'epa. Avviso relativo alla garanzia. Servizio Mercury Premier Grzie per vere cquistto uno dei migliori motori fuoribordo sul mercto che si rivelerà un ottimo investimento per l nutic d diporto. Il fuoribordo è stto fbbricto d Mercury Mrine, leder internzionle nel

Dettagli

a Crediamo nel concetto di cucina a chilometro zero e nei prodotti di stagione, crediamo nel rispetto dell ambiente e delle tradizioni.

a Crediamo nel concetto di cucina a chilometro zero e nei prodotti di stagione, crediamo nel rispetto dell ambiente e delle tradizioni. Credimo nel concetto di cucin chilometro zero e nei prodotti di stgione, credimo nel rispetto dell mbiente e delle trdizioni. L nostr propost enogstronomic è bst sull riscopert delle ricette più semplici

Dettagli

ESERCITAZIONI. I. 1)Una coppia ha già due figlie. Se pianificassero di avere 6 figli, con quale probabilità avranno una famiglia di tutte figlie?

ESERCITAZIONI. I. 1)Una coppia ha già due figlie. Se pianificassero di avere 6 figli, con quale probabilità avranno una famiglia di tutte figlie? ESERCITZIONI. I 1)Un coppi h già due figlie. Se pinificssero di vere 6 figli, con qule probbilità vrnno un fmigli di tutte figlie? ) 1/4 b)1/8 c)1/16 d)1/32 e)1/64 2)In un fmigli con 3 bmbini, qul e l

Dettagli

LA PREVISIONE DELLE TEMPERATURE MINIME IN TEMPO REALE:

LA PREVISIONE DELLE TEMPERATURE MINIME IN TEMPO REALE: LA PREVISIONE DELLE TEMPERATURE MINIME IN TEMPO REALE: DAI MODELLI TRADIZIONALI AI NUOVI APPROCCI REAL-TIME TEMPERATURE MINIMUM PREDICTION: FROM TRADITIONAL MODELS TO NEW APPROACHES Stefno Dll Nor 1, Emnuele

Dettagli

Fatturiamo. Versione 5. Manuale per l utente. Active Software Corso Italia 149-34170 Gorizia email info@activeweb.it

Fatturiamo. Versione 5. Manuale per l utente. Active Software Corso Italia 149-34170 Gorizia email info@activeweb.it Ftturimo Versione 5 Mnule per l utente Active Softwre Corso Itli 149-34170 Gorizi emil info@ctiveweb.it Se questo documento ppre nell finestr del vostro browser Internet di defult, richimte il comndo Registr

Dettagli

EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA

EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA Dispense CHIMICA GENERALE E ORGANICA (STAL) 010/11 Prof. P. Crloni EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA Qundo si prl di rezioni di equilirio dei composti inorgnici, un considerzione prticolre viene rivolt lle

Dettagli

INDURIMENTO SUPERFICIALE DI LEGHE DI TITANIO MEDIANTE TRATTAMENTI TERMICI DI DIFFUSIONE DI Ni

INDURIMENTO SUPERFICIALE DI LEGHE DI TITANIO MEDIANTE TRATTAMENTI TERMICI DI DIFFUSIONE DI Ni Memorie >> Titnio e ue leghe INDURIMENTO SUPERFICIALE DI LEGHE DI TITANIO MEDIANTE TRATTAMENTI TERMICI DI DIFFUSIONE DI Ni I. Rmpin, K. Brunelli, M. Dlà In queto lvoro ono tti ottenuti rivetimenti di Ni

Dettagli

YOGURT. Dosi per. 150 più secondo il. fermenti. eccezionalee. il nostroo lavorare. intestino. forma. Alla fine

YOGURT. Dosi per. 150 più secondo il. fermenti. eccezionalee. il nostroo lavorare. intestino. forma. Alla fine YOGURT FATTO IN CASAA CON YOGURTIERA Lo yogurt ftto in cs è senz ltro un modoo sno per crere un limento eccezionlee per l nostr slute. Ricco di ltticii iut intestino fermenti il nostroo lvorre meglioo

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO IN EUROPA

IL DIRIGENTE SCOLASTICO IN EUROPA n u m e r o m o n o g r f i c o IL DIRIGENTE SCOLASTICO IN EUROPA PREMESSA Nell Comuniczione dell Commissione Europe del 3 luglio 2008, intitolt Migliorre le competenze per il 21 secolo: un ordine del

Dettagli

Esempio Data la matrice E estraiamo due minori di ordine 3 differenti:

Esempio Data la matrice E estraiamo due minori di ordine 3 differenti: Minori di un mtrice Si A K m,n, si definisce minore di ordine p con p N, p

Dettagli

STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW

STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW Cod. 1879.185M STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW Crtteristiche tecniche Corpo in lluminio pressofuso Portello di chiusur vno cblggio/btterie in termoindurente Riflettore in lluminio vernicito binco Diffusore

Dettagli

Appunti di Analisi matematica 1. Paolo Acquistapace

Appunti di Analisi matematica 1. Paolo Acquistapace Appunti di Anlisi mtemtic Polo Acquistpce 23 febbrio 205 Indice Numeri 4. Alfbeto greco................................. 4.2 Insiemi..................................... 4.3 Funzioni....................................

Dettagli

Epigrafe. Premessa. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 (1).

Epigrafe. Premessa. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 (1). D.Lgs. 29-12-2006 n. 311 Disposizioni correttive ed integrtive l D.Lgs. 19 gosto 2005, n. 192, recnte ttuzione dell direttiv 2002/91/CE, reltiv l rendimento energetico nell'edilizi. Pubblicto nell Gzz.

Dettagli

Numeri razionali COGNOME... NOME... Classe... Data...

Numeri razionali COGNOME... NOME... Classe... Data... I numeri rzionli Cpitolo Numeri rzionli Verifi per l lsse prim COGNOME............................... NOME............................. Clsse.................................... Dt...............................

Dettagli

4. Trasporto pubblico non di linea: taxi e noleggio con conducente (NCC)

4. Trasporto pubblico non di linea: taxi e noleggio con conducente (NCC) 4. Trsporto pubblico non di line: txi e noleggio con conducente (NCC) L domnd di mobilità dei cittdini incontr un corrispondente offert delle diverse modlità di trsporto, sull bse delle crtteristiche degli

Dettagli

Esercizi della 8 lezione sulla Geomeria Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ERCIZI SULL' IPERBOLE

Esercizi della 8 lezione sulla Geomeria Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ERCIZI SULL' IPERBOLE Eserizi dell lezione sull Geomeri Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ES ERCIZI SULL' IPERBOLE ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA. Determinre l equzione dell ironferenz

Dettagli

LE INTERSEZIONI Dispense didattiche di TOPOGRAFIA

LE INTERSEZIONI Dispense didattiche di TOPOGRAFIA lsse qurt Docente: In. Ntt MODULO I: IL RILIEVO TOOGRFIO UD I: L INQUDRMENTO ON LE RETI - INTERSEZIONI LE INTERSEZIONI Dispense didttiche di TOOGRFI r M unto di ollins O s θ 00 O d O d 00 θ θ ω ' ω θ c'

Dettagli

VERIFICA DI UN CIRCUITO RESISTIVO CONTENENTE PIÙ GENERATORI CON UN TERMINALE COMUNE E SENZA TERMINALE COMUNE.

VERIFICA DI UN CIRCUITO RESISTIVO CONTENENTE PIÙ GENERATORI CON UN TERMINALE COMUNE E SENZA TERMINALE COMUNE. FCA D UN CCUTO SSTO CONTNNT PÙ GNATO CON UN TMNAL COMUN SNZA TMNAL COMUN. Si verifino quttro iruiti on due genertori: genertori on polrità onorde e un terminle omune genertori on polrità disorde e un terminle

Dettagli

Codici bifissi ed insiemi Sturmiani

Codici bifissi ed insiemi Sturmiani Università degli Studi di Plermo Fcoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Lure Specilistic in Mtemtic Codici ifissi ed insiemi Sturmini Studente Frncesco Dolce Reltore Prof. Antonio Restivo Anno Accdemico

Dettagli

Catalogo generale Process Heat 2014 /15. La soluzione giusta per ogni applicazione. We know how. Versione 4.0

Catalogo generale Process Heat 2014 /15. La soluzione giusta per ogni applicazione. We know how. Versione 4.0 Ctlogo generle Process Het 2014 /15 L soluzione giust per ogni ppliczione. Versione 4.0 We know how. Leister Technologies AG, Corporte Center, Kegiswil, Schweiz Leister Technologies AG, Stilimento di produzione,

Dettagli

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010 Corso di ordinmnto - Sssion suppltiv -.s. 9- PROBLEMA ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO SESSIONE SUPPLETIA Tm di: MATEMATICA. s. 9- Dt un circonrnz di cntro O rggio unitrio, si prndno

Dettagli

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione RELAZIONI E FUNZIONI Relzioni inrie Dti ue insiemi non vuoti e (he possono eventulmente oiniere), si ie relzione tr e un qulsisi legge he ssoi elementi elementi. L insieme A è etto insieme i prtenz. L

Dettagli

Metodi d integrazione di Montecarlo

Metodi d integrazione di Montecarlo Metodi d itegrzioe di Motecrlo Simulzioe l termie simulzioe ell su ccezioe scietific h u sigificto diverso dll ccezioe correte. Nell uso ordirio è sioimo si fizioe; ell uso scietifico è sioimo di imitzioe,

Dettagli

NOME BUBBICO ROCCO LUIGI CODICE FISCALE

NOME BUBBICO ROCCO LUIGI CODICE FISCALE Riservto ll Poste itline Sp N. Protocollo t di presentzione UNI CONORME AL PROVVEIMENTO AGENZIA ELLE ENTRATE EL 000 E SUCCESSIVI PROVVEIMENTI Periodo d'impost 0 COGNOME COICE ISCALE Informtiv sul trttmento

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

ISTRUZIONI OPERATIVE PER GLI INTERVENTI SULLE TARIFFE INCENTIVANTI RELATIVE AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI ai sensi dell art. 26 della Legge 116/2014

ISTRUZIONI OPERATIVE PER GLI INTERVENTI SULLE TARIFFE INCENTIVANTI RELATIVE AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI ai sensi dell art. 26 della Legge 116/2014 ISTRUZIONI OPERATIVE PER GLI INTERVENTI SULLE TARIFFE INCENTIVANTI RELATIVE AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI i sensi dell rt. 26 dell Legge 116/2014 (c.d. Legge Copetitività ) Ro, 3 novebre 2014 Indice 1. Contesto

Dettagli

GUIDA INCENTIVI all ASSUNZIONE e alla CREAZIONE d IMPRESA AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI

GUIDA INCENTIVI all ASSUNZIONE e alla CREAZIONE d IMPRESA AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI GUIDA ll ASSUNZIONE e ll CREAZIONE d IMPRESA AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI Aggiornt l 31 gennio 2015 PROGRAMMA POT Pinificzione Territorile Opertiv PROGRAMMA POT Pinificzione

Dettagli

4. Qual è il requisito principale per la saldatura di acciai a basso contenuto di carbonio (acciai dolci)?

4. Qual è il requisito principale per la saldatura di acciai a basso contenuto di carbonio (acciai dolci)? 1. Qule ei metoi ell eleno è ppliile ll ossizione ell iio? Menio Iniezione Chimio A sintill 2. Qule elle seguenti frsi rigur l punzontur? È un lvorzione lo he non inue grne eformzione el pezzo È un lvorzione

Dettagli

telefono: 0917076129 3299045149 e-mail: agri1.utenzasian@regione.sicilia.it

telefono: 0917076129 3299045149 e-mail: agri1.utenzasian@regione.sicilia.it REPUBBLIC ITLIN Regione Siciliana SSESSORTO GRICOLTUR E FORESTE DIPRTIMENTO REGIONLE INTERVENTI STRUTTURLI Servizio XXI Monitoraggio e controllo dei fondi comunitari U.O.B. n 254 Gestione utenze SIN Viale

Dettagli

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ, VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ AI FINI IVA

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ, VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ AI FINI IVA Modello 9/11 DIHIRZIONE DI INIZIO TTIVITÀ, VRIZIONE DTI O ESSZIONE TTIVITÀ I FINI IV (IMPRESE INDIVIDULI E LVORTORI UTONOMI) Informativa sul dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del

Dettagli

v999999999 Italià (més grans de 25 anys) Aferrau una etiqueta identificativa Convocatòri a 2015 de codi de barres Model 1

v999999999 Italià (més grans de 25 anys) Aferrau una etiqueta identificativa Convocatòri a 2015 de codi de barres Model 1 Aferru un etiquet identifictiv v999999999 de codi de brres Itlià (més grns de 25 nys) Model 1 Not 1ª Not 2ª Aferru l cpçler d exmen un cop cbt l exercici Puntució: preguntes vertder/fls: 1 punt; preguntes

Dettagli

Serie RTC. Prospetto del catalogo

Serie RTC. Prospetto del catalogo Serie RTC Prospetto del catalogo Bosch Rexroth AG Pneumatics Serie RTC Cilindro senza stelo, Serie RTC-BV Ø 16-80 mm; a doppio effetto; con pistone magnetico; guida integrata; Basic Version; Ammortizzamento:

Dettagli

T12 Oneri per Competenze Stipendiali

T12 Oneri per Competenze Stipendiali T12 Oneri per Competenze Stipendiali Qualifica MENSLT' STPENO..S. R.../ PROGR. TRECESM MENSLT' RRETRT NNO RRETRT PER NN RECUPER PER RTR mporto Totale ECONOMC CORRENTE PRECEDENT SSENZE ECC. NZNT' N Mesi

Dettagli

Le operazioni fondamentali in N Basic Arithmetic Operations in N

Le operazioni fondamentali in N Basic Arithmetic Operations in N Operzioi fodetli i - 1 Le operzioi fodetli i Bsic Arithetic Opertios i I geerle u operzioe è u procedieto che due o più ueri, dti i u certo ordie e detti terii dell'operzioe, e ssoci u ltro, detto risultto

Dettagli

MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI

MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI DEFINIZIONE: Due mtici qudte A e B, dello stesso odine n, si dicono simili se esiste un mtice non singole S, tle che isulti: B S A S L mtice S si chim nche mtice

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

Sommario GIOVANI... 5 DONNE... 7. iscritti nelle liste. di mobilità IRAP... 24. Basilicataa. Piemontee Sicilia Toscana.

Sommario GIOVANI... 5 DONNE... 7. iscritti nelle liste. di mobilità IRAP... 24. Basilicataa. Piemontee Sicilia Toscana. lle ASSUN ZIONI AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIO NI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALII Guid 2013 PROGRAMMAA POT Pinificzione territorile opertiv Aggiornt l 31 dicembre 20133 Sommrio PRINCIPI GENERALI... 4 GIOVANI...

Dettagli

I radicali 1. Claudio CANCELLI (www.claudiocancelli.it)

I radicali 1. Claudio CANCELLI (www.claudiocancelli.it) I rdicli Cludio CANCELLI (www.cludioccelli.it) Ed..0 www.cludioccelli.it Dec. 0 I rdicli INDICE DEI CONTENUTI. I RADICALI... INDICE DI RADICE PARI...4 INDICE DI RADICE DISPARI...5 RADICALI SIMILI...6 PROPRIETA

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

TEORIA DELLA PROBABILITÀ II

TEORIA DELLA PROBABILITÀ II TEORIA DELLA PROBABILITÀ II Diprtimento di Mtemti ITIS V.Volterr Sn Donà di Pive Versione [14-15] Indie 1 Clolo omintorio 1 1.1 Introduzione............................................ 1 1.2 Permutzioni...........................................

Dettagli

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso.

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso. I vettor B Un segmento orentto è un segmento su cu è stto fssto un verso B d percorrenz, d verso oppure d verso. A A Il segmento orentto d verso è ndcto con l smolo. Due segment orentt che hnno l stess

Dettagli

MANUALE. GUIDA RAPIDA Alla ricarica con le impostazioni dell'ultimo programma

MANUALE. GUIDA RAPIDA Alla ricarica con le impostazioni dell'ultimo programma MNULE CONGRTULZIONI per l'acquisto di un nuovo professionale a tecnologia switc. Questo modello fa parte di una serie di professionali di CTEK SWEDEN B ed è dotato della tecnologia di ricarica delle batterie

Dettagli

PERDITE SU CREDITI E SVALUTAZIONE CREDITI

PERDITE SU CREDITI E SVALUTAZIONE CREDITI PERDITE SU CREDITI E SVALUTAZIONE CREDITI Codice civile: I crediti devono essere iscritti secondo il vlore presumibile di relizzzione; quindi già l netto dell svlutzione derivnte dl monitorggio di ciscun

Dettagli

Fatture registro unico. Oggetto della fornitura

Fatture registro unico. Oggetto della fornitura .S.: - - IC GIOVNNI XXIII/CESTE MIICBC (CF: ) nno Finnzirio: Ftture registro unico Ftture trovte: Numero- Dt Prg Reg Procoll o /B - -- /B - -- /B - -- Tipo Doc fttur fttur fttur Numero Fttur V- /M Dt Fttur

Dettagli

IL LIBRO DI MORMON UN ALTRO TESTAMENTO DI GESÙ CRISTO

IL LIBRO DI MORMON UN ALTRO TESTAMENTO DI GESÙ CRISTO IL LIBRO DI MORMON UN ALTRO TESTAMENTO DI GESÙ CRISTO IL LIBRO DI MORMON UN ALTRO TESTAMENTO DI GESÙ CRISTO IL Libro di Mormon RACCONTO SCRITTO SU TAVOLE PER MANO DI MORMON TRATTO DALLE TAVOLE DI NEFI

Dettagli

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 SISTEMA CIRCOLATORIO Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2, sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 e cataboliti, per mantenere costante la composizione del liquido

Dettagli

Il modello relazionale. Il Modello Relazionale. Il modello relazionale. Relazione. Dominio. Esempio

Il modello relazionale. Il Modello Relazionale. Il modello relazionale. Relazione. Dominio. Esempio Il Moello elzionle Proposto E. F. o nel 1970 per vorire l inipenenz ei ti e reso isponiile ome moello logio in DM reli nel 1981 si s sul onetto mtemtio i relzione, questo ornise l moello un se teori he

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica:

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: la Nucleoplastica. Presso l U.O. di Radiologia Interventistica di Casa Sollievo della Sofferenza è stata avviata la Nucleoplastica

Dettagli

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica Congresso Nazionale Palermo 28/30 Ottobre 2010 Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Chirurgia generale e specialistica U.O.C. di Chirurgia

Dettagli

CONOSCIAMO LE NORME SULLA SICUREZZA E SUL DIRITTO D AUTORE

CONOSCIAMO LE NORME SULLA SICUREZZA E SUL DIRITTO D AUTORE Conosimo le norme sull siurezz e sul iritto utore Unità 7 UNITÀ DIDATTICA 7 CONOSCIAMO LE NORME SULLA SICUREZZA E SUL DIRITTO D AUTORE IN QUESTA UNITÀ IMPAREREMO... onosere le norme he regolno il iritto

Dettagli

Vietata la pubblicazione, la riproduzione e la divulgazione a scopo di lucro.

Vietata la pubblicazione, la riproduzione e la divulgazione a scopo di lucro. Viett l pubbliczione, l riprouzione e l ivulgzione scopo i lucro. GA00001 Qul è l mpiezz ell ngolo che si ottiene ) 95 b) 275 c) 265 ) 5 b sottreno 85 un ngolo giro? GA00002 Due ngoli ll circonferenz che

Dettagli

con contratto di manutenzione programmata Fujitsu General Limited listino 2012

con contratto di manutenzione programmata Fujitsu General Limited listino 2012 con contratto di manutenzione programmata Fujitsu General Limited listino 2012 Fujitsu General Limited: serie inverter TECNOLOGI INVERTER Grazie alla tecnologia INVERTER che regola in continuo la velocità

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

L ELLISSOIDE TERRESTRE

L ELLISSOIDE TERRESTRE L ELLISSOIDE TERRESTRE Fin dll scond mtà dl XVII scolo (su propost di Nwton) l suprfici più dtt ssr ssunt com suprfici di rifrimnto pr l Trr è stt individut in un ELLISSOIDE DI ROTAZIONE. E l suprfici

Dettagli

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA ANUGA COLONIA 05-09 OTTOBRE 2013 Ragione Sociale Inviare a : all'attenzione di : Padiglione Koelnmesse Srl Giulia Falchetti/Alessandra Cola Viale Sarca 336 F tel. 02/86961336 Stand 20126 Milano fax 02/89095134

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Michele Liscio Riassunto L ecocolordoppler dei vasi sovraortici (TSA) rappresenta un

Dettagli

Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI CONSERVAZIONE DEL DENTE CON STRAUMANN EMDOGAIN Dal 5 al 15 % della popolazione soffre di gravi forme di parodontite, che possono portare alla caduta dei

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome MONTU DOMENICO Data di nascita 26-03-1956 Amministrazione ASL CN1 Incarico attuale DIRETTORE SISP AMBITO FOSSANO-SALUZZO SAVIGLIANO Numero telefonico ufficio

Dettagli

Momento di una forza rispettto ad un punto

Momento di una forza rispettto ad un punto Momento di un fo ispettto d un punto Rihimimo lune delle definiioni e popietà sui vettoi già disusse ll iniio del oso Podotto vettoile: ϑ ϑ sin sin θ Il vettoe è dietto lungo l pependiole l pino individuto

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine VITAMINA D: SINTESI, METABOLISMO E CARENZA Il 40-50% della

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA report tecnico nr. 03/08 v. 1 indice dei contenuti 1. Utilità delle RSL Pag. 1 2. Principali metodi Pag. 2 3. Esempi di RSL Pag. 3 4. Protocollo

Dettagli

Biblioteca Tecnica Knauf 05/2006. L acustica con Knauf. Soluzioni tecniche per l edilizia civile e industriale

Biblioteca Tecnica Knauf 05/2006. L acustica con Knauf. Soluzioni tecniche per l edilizia civile e industriale Biliotec Tecnic Knuf 05/2006 L cutic con Knuf Indice 1. Introduzione...4 2. Suoni e rumori...5 Glorio...5 Rumori erei...5 Rumori impttivi...6 Tempo di rivererzione (T60)...6 Fonoiolmento e fonoorimento...7

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

VBA. Il Visual Basic for Application. Funz ioni

VBA. Il Visual Basic for Application. Funz ioni VBA Il Visual Basic for Application Le funz ioni Le procedure Funz ioni µ E pos s ibile (e cons igliato) s comporre un problema i n sotto- problemi e combinar e poi assieme le s oluz i oni per ottenere

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39)

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE n.806 del 01/07/2014 REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n.806 del 01/07/2014 Proposta

Dettagli