Regione Puglia. A.Re.S Agenzia Regionale Sanitaria

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Regione Puglia. A.Re.S Agenzia Regionale Sanitaria"

Transcript

1 Regione Puglia A.Re.S Agenzia Regionale Sanitaria Procedura Aperta per la Progettazione, Realizzazione, Manutenzione e Gestione di un Sistema Integrato di servizi di Telecardiologia Allegato A DISCIPLINARE TECNICO Regione Puglia - A.Re.S. Pag. 1 di 20

2 1 PREMESSA E FINALITA DELL APPALTO Il CONTESTO DELL INTERVENTO IL SISTEMA DI TELECARDIOLOGIA ATTUALE IL SISTEMA INTEGRATO DI SERVIZI DI TELECARDIOLOGIA RICHIESTO Centrale Operativa di Telecardiologia Tecnologie informatiche e medicali Procedure Applicative SERVIZI TECNICI Servizi tecnici per installazione e messa in funzione delle tecnologie offerte Servizi tecnici per installazione, parametrizzazione, personalizzazione e messa in funzione delle procedure applicative Servizi tecnici per il recupero dati storici Servizi tecnici per la formazione e l affiancamento degli operatori Servizi tecnici di assistenza e manutenzione apparecchiature Servizi tecnici di assistenza e manutenzione programmi Servizio di help desk (contact center) AMMINISTRATORE DI SISTEMA ATTIVITÀ DI COORDINAMENTO E DIREZIONE DI PROGETTO INDICAZIONI OPERATIVE PER LA REDAZIONE DEL PROGETTO TECNICO Regione Puglia - A.Re.S. Pag. 2 di 20

3 1 PREMESSA E FINALITA DELL APPALTO La Regione Puglia intende affidare ad apposita IMPRESA specializzata la progettazione, la realizzazione la manutenzione e la gestione di un Sistema Integrato di servizi di Telecardiologia mediante individuazione di soluzioni tecnologiche, organizzative e progettuali che siano di supporto tecnico e clinico alle proprie strutture dedicate all emergenza sanitaria. Il sistema in questione dovrà supportare in particolare tutta la rete mobile di emergenza sanitaria (servizio 118) e le strutture di primo intervento attraverso la messa a disposizione di tecnologie idonee a trasmettere in tempo reale i tracciati elettrocardiografici, direttamente dal luogo in cui si manifesta l evento di soccorso, verso una apposita Centrale Operativa di Telecardiologia che avrà cura di effettuare la diagnosi e trasmettere il relativo referto alle strutture interessate. I referti dovranno essere gestiti da apposito sistema informativo automatizzato costituito da apparecchiature ad alta affidabilità e disponibilità e da programmi in grado di garantire sicurezza e riservatezza delle informazioni trattate nonché l accesso via web alle informazioni da parte degli operatori abilitati. Il Sistema Informativo dovrà inoltre essere dotato di tecnologie atte a favorire il processo di demateralizzazione e conservazione sostitutiva dei documenti in coerenza con la specifica normativa ed in particolare con la deliberazione CNIPA n.11 del 19 febbraio 2004 ed il D.Lgs 7 marzo 2005 n. 82 Codice dell Amministrazione Digitale e s.m.i. IL Sistema Informativo dovrà essere implementato in completa coerenza con le iniziative e le strategie adottate dalla Regione Puglia in sede di Piano della Sanità Elettronica approvato con DGR. N 2005/2006 pubblicato sul BURP n. 14 del 24/01/2007 al quale si rimanda per i necessari approfondimenti. Tale Piano prevede, tra l altro, che le interazioni tra i sistemi informativi delle aziende sanitarie ed il sistema informativo regionale siano effettuate in conformità con gli standard CNIPA in ambito SPCoop in materia di interoperabilità e cooperazione applicativa tra sistemi informativi. Al riguardo si evidenzia che tra le iniziative intraprese dalla Regione Puglia in materia di sistemi informativi, rientra anche la adozione del Nuovo Sistema Integrato per la gestione del Servizio di Emergenza Sanitaria (N-118) regionale, il cui bando di gara è attualmente in fase di predisposizione, e che nel presente appalto si intendono compresi tutti i servizi tecnici nel tempo necessari per realizzare la cooperazione applicativa funzionale alla interazione tra il sistema di telecardiologia ed il citato sistema N-118. La cooperazione applicativa sarà orientata, in particolare, all inoltro degli ECG e dei relativi referti dalla Centrale Operativa di Telecardiologia verso le Centrali Operative del 118 per essere archiviati in formato digitale e collegati all evento particolare a cui si riferiscono. Regione Puglia - A.Re.S. Pag. 3 di 20

4 La Regione Puglia renderà disponibili le specifiche tecniche per l integrazione durante la fase esecutiva del progetto. L IMPRESA dovrà provvedere a rilasciare la versione aggiornata del software entro 45 giorni dalla disponibilità delle specifiche tecniche di integrazione. In uno scenario di sistemi informativi cooperanti, come noto, ogni soggetto produce e mantiene i propri dati rendendoli disponibili nell ambito delle proprie competenze a tutti i sistemi informativi dei soggetti istituzionali che ne facciano richiesta. In tale contesto l elemento tecnologico centrale per la cooperazione applicativa è rappresentato dal dominio mentre i servizi si attuano attraverso componenti tecnologiche denominate porte applicative, preposte alla esposizione dei servizi, e porte delegate preposte alla richiesta dei servizi. Le porte di dominio saranno implementate tramite web services che scambiano messaggi conformi allo standard HL7 (Versione 3.x) CDA Release 2. Il sistema informativo richiesto dovrà pertanto consentire attraverso le modalità dianzi richiamate di esporre/richiedere sul proprio nodo di dominio specifici servizi in funzione delle esigenze derivanti dalla interazione con il N-118 secondo le specifiche tecniche di integrazione che saranno rilasciate dalla Regione Puglia in fase di esecuzione del progetto. Il rilascio della versione aggiornata del software da parte dell IMPRESA deve avvenire entro 45 giorni dalla disponibilità delle specifiche tecniche di integrazione. Per l interazione fra sistemi informativi il sistema offerto deve dotarsi di connettività RUPAR Rete Unitaria Pubblica Amministrazione Regionale della Regione Puglia (www.rupar.puglia.it) e di Porta di Dominio realizzata utilizzando la componente SCATEL (software distribuito e manutenuto gratuitamente per gli aderenti alla RUPAR Puglia) e certificato in ambiente Red Hat Enterprise Linux. Si precisa che rimane a carico dell IMPRESA la realizzazione della componente di integrazione della Porta di Dominio complementare alla componente SCATEL. Informazioni tecniche relative al servizio RUPAR di cooperazione applicativa, basato sul prodotto SCATEL, sono reperibili sul citato sito internet del Centro Tecnico della RUPAR nella sezione Standard Tecnici. Per tutti i servizi per i quali è richiesta connettività wireless (GSM, GPRS, EDGE, UMTS, HSDPA), deve essere utilizzata quale infrastruttura di trasporto quella delle reti GSM/UMTS. Tra questi servizi è compresa la trasmissione dell ECG dai mezzi di soccorso tramite terminali mobili. Si specifica che i costi relativi al servizio di connettività RUPAR si intendono a carico della Regione Puglia mentre si intendono carico dell IMPRESA partecipante i costi dei servizi tecnici necessari per realizzare la predetta cooperazione applicativa ed i costi delle relative tecnologie (server per porta di dominio) Regione Puglia - A.Re.S. Pag. 4 di 20

5 2 - Il CONTESTO DELL INTERVENTO Il contesto dell intervento è rappresentato dalle strutture della Regione Puglia preposte alla gestione del servizio di emergenza sanitaria, ed in particolare il servizio 118, costituito dai mezzi mobili di soccorso, dalle Centrali Operative provinciali e da tutte le strutture di Primo Intervento ubicate presso gli ospedali. 3 IL SISTEMA DI TELECARDIOLOGIA ATTUALE Al fine di fornire elementi utili per la formulazione del progetto offerta da parte delle Imprese partecipanti all appalto, e per il corretto dimensionamento del servizio, si ritiene utile riportare di seguito una sintetica descrizione del sistema di telecardiologia attualmente in esercizio nelle strutture della Regione Puglia. Resta inteso che è demandato alle Imprese partecipanti alla gara di approfondire ogni aspetto tecnico ed organizzativo ritenuto necessario per la redazione del progetto e per la formulazione della relativa offerta. Il sistema di telecardiogia attualmente utilizzato dalle strutture della Regione Puglia è stato implementato a seguito di un accordo di sperimentazione sottoscritto nell Agosto del 2004 tra Regione Puglia, PFIZER ITALIA S.p.A. e Cardio on Line Europe srl. In ragione di tale accordo il servizio di emergenza urgenza dispone, tra l altro, di n. 196 elettrocardiografi CardiovoxP12 di marca Aerotel. Attraverso tali apparecchiature gli operatori sanitari provvedono ad effettuare, all occorrenza, direttamente dalla postazione di soccorso ovvero dai punti di primo intervento, i tracciati elettrocardiografici sui pazienti soccorsi. Tali tracciati vengono quindi trasmessi a mezzo di terminale GSM dotato accoppiatore acustico, ad una Centrale di Telecardiologia che provvede alla lettura del tracciato ed alla relativa refertazione, alla archiviazione informatica e quindi alla trasmissione via fax del referto alla Centrale operativa del 118 ovvero alla struttura di primo intervento in base alle indicazioni ricevute dagli stessi soccorritori. Al fine di fornire inoltre alcuni elementi dimensionali dell attuale servizio di telecardiologia si specifica che in un periodo di 39 mesi di sperimentazione sono stati registrati circa (centomila) ECG a distanza tutti in emergenza dalle postazioni 118 e dai punti di primo intervento. Nell arco temporale considerato il numero medio di tracciati è passato da 20 a 140 al giorno con punte di 220 tracciati giornalieri. Regione Puglia - A.Re.S. Pag. 5 di 20

6 4 - IL SISTEMA INTEGRATO DI SERVIZI DI TELECARDIOLOGIA RICHIESTO Il Sistema integrato di servizi di telecardiologia richiesto è articolato nelle seguenti macrocomponenti: Centrale Operativa di Telecardiologia costituita dall insieme di strutture logistiche, tecnologie, risorse umane ed aspetti organizzativi finalizzati al ricevimento, lettura, refertazione, trasmissione e gestione degli ECG; Tecnologie Informatiche e medicali costituite dalle infrastrutture hardware comprensiva di software di base e d ambiente per la gestione dei dati e dalle tecnologie necessarie per effettuare gli ECG; Procedure applicative informatizzate finalizzate alla gestione ed alla fruizione dei referti anche via web da parte degli operatori interessati, ed alla integrazione con i sistemi informativi regionali. Il sistema dovrà essere corredato da specifici servizi tecnici e precisamente: installazione e messa in funzione delle tecnologie offerte; installazione, parametrizzazione, personalizzazione e messa in funzione delle procedure applicative; recupero dati storici; formazione ed affiancamento degli operatori; assistenza e manutenzione apparecchiature; assistenza e manutenzione programmi; servizio di help desk. Si ribadisce quanto già riportato in premessa che l intera architettura applicativa del sistema offerto dovrà essere conforme agli standard previsti dal CNIPA e dal Ministero dell Innovazione e delle Tecnologie in materia di interoperabilità e cooperazione applicativa tra sistemi informativi. Al riguardo si evidenzia che tra le iniziative intraprese dalla Regione Puglia in materia di sistemi informativi, rientra anche la adozione del Nuovo Sistema Integrato per la gestione del Servizio di Emergenza Sanitaria (N-118) regionale, il cui bando di gara è attualmente in fase di predisposizione, e che nel presente appalto si intendono compresi tutti i servizi tecnici nel tempo necessari per realizzare la cooperazione applicativa funzionale alla interazione tra il Sistema Integrato di servizi di telecardiologia ed il citato sistema N-118. La cooperazione applicativa sarà orientata, in particolare, all inoltro degli ECG refertati dalla Centrale di Telecardiologia verso le Centrali Operative del 118 per essere archiviati in formato digitale e collegati all evento particolare a cui si riferiscono. La Regione Puglia renderà disponibili le specifiche tecniche per l integrazione durante la fase esecutiva del progetto. L IMPRESA dovrà provvedere a rilasciare la versione aggiornata del software entro 45 giorni dalla disponibilità delle specifiche tecniche di integrazione. Regione Puglia - A.Re.S. Pag. 6 di 20

7 La consegna, l installazione, la messa in funzione e l avviamento dell intero Sistema integrato di servizi di telecardiologia offerto, devono essere effettuate entro 90 giorni solari dalla data di sottoscrizione del contratto. L IMPRESA si obbliga a produrre, per tutto il periodo di installazione ed avviamento del sistema integrato di servizi di telecardiologia, e con frequenza mensile, apposite e dettagliate relazioni riportanti lo stato di avanzamento dei lavori relativi alle varie fasi di fornitura, installazione, messa in funzione ed avviamento di tutte le tecnologie, ed erogazione dei relativi servizi tecnici, previste in sede di progetto tecnico. Le Imprese partecipanti, avuto riguardo alle esigenze rappresentate nei disciplinari di gara, dovranno pertanto produrre apposito progetto offerta che, tenuto conto del relativo contesto operativo e normativo, illustri le tecnologie, i criteri organizzativi ed operativi che si intendono adottare per l effettuazione dell intervento di che trattasi. Il progetto presentato dalle Imprese dovrà prevedere espressamente la fornitura di tutte le tecnologie nuove di fabbrica ed esclusivamente dedicate al servizio in questione. 4.1 Centrale Operativa di Telecardiologia. L IMPRESA partecipante dovrà mettere a disposizione del servizio di che trattasi un apposita struttura denominata Centrale Operativa di Telecardiologia in grado di processare mediamente almeno 180 ECG/giorno con punte di 250 ECG/giorno con produzione dei relativi referti. Ai fini della determinazione dell offerta economica si specifica che durante il periodo di vigenza contrattuale il numero medio stimato dei referti sopra riportato (180/giorno) potrà incrementarsi fino ad un massimo del 20% senza che l Impresa abbia nulla a pretendere. La Centrale Operativa di Telecardiologia deve essere in possesso dei seguenti requisiti tecnologici ed organizzativi minimali: Operatività h24 per 365 giorni/anno; Dotazione di almeno 15 postazioni refertanti; Dotazione di almeno 20 linee telefoniche in ingresso; Presenza in centrale di almeno un Medico Specialista Cardiologo h24 per 365 gg/anno; Presenza in centrale di almeno due operatori specializzati nelle procedure tecniche h24 per 365 gg/anno; Dotazione di specifico sistema informatizzato in grado di acquisire ECG trasmessi da elettrocardiografo transtelefonico (Cardiotelefono) a 12 derivazioni standard; Fornitura del servizio di consulenza cardiologica on line, con esito registrato su supporto informatico e comunicato personalmente dal Cardiologo della Centrale Operativa di Telecardiologia al personale dell ambulanza e/o dei punti di primo intervento, nonché invio dei referti Regione Puglia - A.Re.S. Pag. 7 di 20

8 ai responsabili delle centrali operative provinciali attraverso molteplici canali di trasmissione (voce, fax, mail); Il contenuto informativo minimale dei referti elettrocardiografici è il seguente: Codice identificativo univoco composto dal codice della Centrale Operativa 118 ed il codice dell evento; Codice postazione che effettua l ECG; Dati anagrafici del paziente; Referto scritto dettagliato e che in caso di IMA deve riportare anche PA/FC/età e classe Killip, TIMI risk index; Dati del Cardiologo refertante; Firma del Cardiologo refertante; Codice operatore che riceve l ECG; Data e ora rispettivamente di ricezione, stampa e di invio fax e/o . Le dianzi riportate attività saranno assicurate, per l intero periodo contrattuale, attraverso il personale medico e tecnico messo a disposizione dall IMPRESA presso la sede della Centrale Operativa di Telecardiologia ed le stime di produzione giornaliera di referti. Si specifica che la produzione, la messa on line via web e la trasmissione a mezzo voce, fax e/o dei referti deve essere effettuata entro un tempo massimo di dieci minuti, dal ricevimento del tracciato ECG leggibile da parte delle strutture di emergenza con un up-time (tempo ininterrotto di disponibilità del servizio), misurato su base mensile, non inferiore al 97%. In sede di offerta l IMPRESA dovrà riportare specificamente gli aspetti tecnologici ed organizzativi afferenti alla Centrale Operativa di Telecardiologia nonché il numero e tipo di professionalità dedicate al servizio offerto. 4.2 Tecnologie informatiche e medicali Tecnologie informatiche La Centrale Operativa di Telecardiologia deve essere dotata di specifico sistema informatico caratterizzato da elevato livello di affidabilità e disponibilità e finalizzato alla gestione delle attività della centrale, alla gestione dei referti ed alle esigenze legate alla gestione della Porta di Dominio necessaria per la richiamata interazione e cooperazione applicativa con i sistemi informativi regionali. Server Relativamente ai server, costituenti in sistema informatico sono richieste, in via minimale, soluzioni che contemplino sistemi fault tolerance composti da un cluster di due server con ridondanza delle componenti tecnologiche ed utilizzo di appositi sistemi di storage con stringhe di hard disk configurati in tecnologia Raid. Regione Puglia - A.Re.S. Pag. 8 di 20

9 Si ipotizza un cluster composto da due server di identica configurazione, in formato rack, alloggiati in apposito rack attrezzato, ed in possesso delle seguenti principali caratteristiche tecnologiche: N. 2 server dotati di architettura pluriprocessore di tecnologia CISC o RISC con la seguente configurazione minimale: elevata configurabilità e scalabilità; memoria RAM a correzione di errore (ECC) con capacità di 8GB; n. 2 hard disk da 140GB velocità 15krpm; unità ottica DVD +/- R/W alimentazione e raffreddamento ridondati; tecnologia hot-swap per le componenti relative agli alimentatori ed agli hard-disk. N. 1 sistema di storage dotato di: almeno 3 hard-disk velocità 15krpm da 140GB configurati in modalità RAID; alimentazione e raffreddamento ridondati. Software di base e d ambiente Per Software di base e d'ambiente si intende tutto lo strato software necessario al corretto funzionamento dei sistemi e degli applicativi: rientrano in tale tipologia di prodotti i sistemi operativi, il Data Base Management System, ed ogni altro software ritenuto necessario dall IMPRESA per il corretto funzionamento degli applicativi. I prodotti offerti dovranno essere di ampia e consolidata diffusione ed in particolare il sistema di gestione di base di dati (DBMS), dovrà essere di tipo relazionale e conforme allo standard ANSI DATABASE SQL per l accesso ai dati. Sistema di back-up e gruppo di continuità Relativamente alle esigenze di backup dei dati dovrà essere previsto un sistema opportunamente dimensionato che consenta la pianificazione e la gestione, anche in forma automatica, dei piani di salvataggio dei dati residenti sui server. Dovrà inoltre essere previsto uno specifico gruppo di continuità/stabilizzatore dimensionato con una potenza superiore almeno del 50% rispetto alle esigenze di tutte le apparecchiature (server, storage,..), con capacità di interazione con i sistemi operativi e con una autonomia, in caso di interruzione di erogazione della energia elettrica, pari ad almeno 30 minuti. Le configurazioni sopra riportate devono necessariamente considerarsi indicative e minimali; resta inteso che le configurazioni effettive dovranno essere effettuate dall IMPRESA sulla base delle proprie esigenze progettuali, delle caratteristiche delle procedure applicative offerte e del potenziale numero di utenti, ed avuto riguardo alla necessità di garantire una profondità storica dei dati pari ad almeno cinque anni oltre a rapidi tempi di risposta delle singole transazioni. Regione Puglia - A.Re.S. Pag. 9 di 20

10 Tecnologie medicali Le tecnologie medicali necessarie per lo svolgimento del servizio richiesto sono essenzialmente costituite da elettrocardiografi in grado di effettuare l esame e trasmetterlo in tempo reale alla Centrale Operativa di Telecardiologia. Come dianzi affermato la Regione Puglia dispone di n. 196 elettrocardiografi CardiovoxP12 di marca Aerotel, utilizzati nell ambito dell attuale servizio di telecardiologia, ed assegnati in dotazione a tutte le postazioni 118 ed ai punti di primo intervento. Nel presente appalto viene richiesta una soluzione completa funzionale all erogazione del servizio di telecardiologia e che contempli, tra le tecnologie, anche la fornitura di idonei elettrocardiografi, quantificati in numero di 220 (duecentoventi), di caratteristiche tecnologiche almeno pari o superiori a quelli attualmente in dotazione, con i relativi servizi di manutenzione full risk. Al riguardo si evidenzia che, nella ipotesi che siano tecnicamente compatibili con le proprie esigenze progettuali, l IMPRESA ha facoltà di utilizzare gli elettrocardiografi (CardiovoxP12) di proprietà della Regione Puglia prendendoli in carico ed assumendosene la manutenzione per l intero periodo contrattuale. Gli apparecchi sostitutivi e/o integrativi devono avere caratteristiche idonee per consentire la trasmissione degli ECG attraverso comuni terminali GSM e UMTS. Tutte le apparecchiature offerte dovranno essere munite dei marchi di certificazione riconosciuti da tutti i paesi dell Unione Europea ed essere in possesso dei seguenti principali requisiti qualitativi: essere dotate di avanzate, consolidate e collaudate tecnologie costruttive; essere dotate di primari, certificati e diffusi marchi internazionali; essere conformi agli standard di sicurezza previsti dal D.L. 626/94 ed agli standard di qualità UNI EN ISO Procedure Applicative In sede di progetto dovranno essere dettagliatamente riportate le caratteristiche funzionali e tecniche delle procedure applicative offerte che dovranno comunque essere idonee ad assolvere, per l intero periodo contrattuale, tutte le esigenze della Centrale Operativa di Telecardiologia. Le procedure dovranno consentire l accesso via web a tutti gli operatori interessati ed autorizzati per la consultazione dei referti ed essere utilizzabile sia attraverso i principali browser disponibili sui sistemi client sia attraverso quelli disponibili sui sistemi PDA. Per questi ultimi, deve essere prevista una opportuna ottimizzazione affinché sia garantito l adattamento delle pagine, erogate dal sistema Web, alle ridotte dimensioni dello schermo.. Relativamente alle problematiche derivanti dalla protezione, dalla riservatezza ed in generale della sicurezza dei dati, per l accesso al server dovranno essere Regione Puglia - A.Re.S. Pag. 10 di 20

11 utilizzati protocolli sicuri basati su SSL (Secure Socket Layer) o tecnologie equivalenti. Le procedure offerte devono essere preferibilmente referenziate ed in possesso delle seguenti principali caratteristiche tecniche ed architetturali: realizzate preferibilmente con tecnologia web-based; sistema di gestione della base di dati (DBMS) di tipo relazionale come da standard ANSI DATABASE SQL per l accesso ai dati; funzioni di help e di documentazione on-line oltre che su supporto cartaceo; funzioni di validazione e controllo dei dati allo scopo di evitare immissioni errate o che vanno al di fuori di range di normalità predefiniti; funzioni idonee a prevenire accessi non autorizzati e a garantire la riservatezza e protezione dei dati, strutturate su più livelli di autorizzazione; caratteristiche di interoperabilità e di cooperazione applicativa (art. 68 c. 2 Codice amministrazione digitale) secondo standard CNIPA in ambito SPCoop; conformità con la specifica normativa in materia di firma digitale valida agli effetti di legge; caratteristiche di efficienza intesa come tempi di elaborazione e impiego di risorse (CPU, memorie, ecc..); funzionalità di indagini statistiche con produzione di specifici report e funzioni di export dati in formato compatibile con i prodotti di produttività individuale (OFFICE); supporto simultaneo di meccanismi di identificazione ed autenticazione debole (username/password) e forte (CIE/CNS); supporto dei lettori di smart card (CIE/CNS) per i processi di identificazione/autenticazione e di firma digitale; emissione di referti e/o di altri documenti in formato inalterabile (PDF o altro); compatibilità con standard di comunicazione HL7 Health Level Seven, DICOM Digital Image Communication in Medicine; Le procedure applicative, così come ogni altro tipo di software previsto in offerta, devono essere conformi ai contenuti del Disciplinare Tecnico in materia di misure minime di sicurezza di cui all allegato B del D. Lgs. 196/2003 ed al Regolamento della Regione Puglia del 25 maggio 2006: Regolamento per il trattamento dei dati sensibili e giudiziari ai sensi degli art. 20 e 21 del d.lgs. 196/ SERVIZI TECNICI Oltre alla fornitura delle tecnologie in progetto devono essere espressamente previsti i servizi tecnici per: installazione e messa in funzione delle tecnologie offerte; installazione, parametrizzazione, personalizzazione e messa in funzione delle procedure applicative; recupero dati storici; formazione e l affiancamento degli operatori; assistenza e manutenzione apparecchiature; Regione Puglia - A.Re.S. Pag. 11 di 20

12 assistenza e manutenzione programmi; servizi di help desk. In sede di progetto offerta dovranno essere espressamente esplicitate le modalità di erogazione di tutti i servizi tecnici previsti con la descrizione delle professionalità impiegate per ogni singola attività nonchè dei criteri previsti per garantire la continuità operativa nella fase di transizione dall attuale sistema al sistema offerto Servizi tecnici per installazione e messa in funzione delle tecnologie offerte I servizi tecnici per l installazione delle tecnologie offerte comprendono tutte le attività necessarie per installare le tecnologie (server, postazioni lavoro, software di base e d ambiente, dispositivi, ecc..) al fine di mettere in funzione l intero sistema entro i tempi previsti Servizi tecnici per installazione, parametrizzazione, personalizzazione e messa in funzione delle procedure applicative I servizi tecnici per l installazione delle procedure applicative offerte comprendono le attività necessarie per installare e configurare tutti i programmi, effettuare la relativa parametrizzazione con l introduzione delle codifiche di base, delle strutture operative, degli utenti, la definizione dei profili utente per l applicazione delle politiche degli accessi, la eventuale predisposizione delle postazioni lavoro, l apporto di eventuali personalizzazioni sulla base delle esigenze della Regione Puglia, ed in generale ogni altra attività necessaria per mettere in linea il sistema e renderlo fruibile dagli utenti nei tempi specificati nei disciplinari di gara. In sede di progetto l IMPRESA dovrà riportare un accurato cronoprogramma dal quale si evincano con chiarezza i tempi impiegati per l effettivo avvio delle singole componenti del sistema integrato, le attività previste nonchè le professionalità impiegate per ogni singola fase. Si evidenzia che la consegna, l installazione, la messa in funzione e l avviamento dell intero Sistema Integrato di servizi di telecardiologia offerto, devono essere effettuate entro 90 giorni solari dalla data di sottoscrizione del contratto. L IMPRESA si obbliga a produrre, per tutto il periodo di installazione ed avviamento del sistema integrato, e con frequenza mensile, apposite e dettagliate relazioni riportanti lo stato di avanzamento dei lavori relativi alle varie fasi di fornitura, installazione, messa in funzione di avviamento di tutte le tecnologie, ed erogazione dei relativi servizi tecnici, previste in sede di progetto tecnico Servizi tecnici per il recupero dati storici Tali servizi comprendono tutte le attività tecniche necessarie per l analisi ed il recupero, dalle attuali procedure applicative, dei dati e la messa in linea degli stessi al fine di salvaguardare il patrimonio informativo della Regione e garantire la continuità operativa a tutti gli utenti. Regione Puglia - A.Re.S. Pag. 12 di 20

13 Nel progetto tecnico dovranno essere espressamente riportate le metodologie e gli strumenti previsti per il piano di recupero dei dati (migrazione) e per garantire la continuità operativa nella fase di migrazione con il relativo impegno in termini di risorse specialistiche dedicate. I dati da recuperare saranno forniti dalla Regione Puglia in formato digitale Servizi tecnici per la formazione e l affiancamento degli operatori. I servizi tecnici per la formazione e l affiancamento degli operatori comprendono tutti i servizi necessari per la formazione degli utenti, in particolare nella fase iniziale di start-up del sistema, e per il necessario affiancamento degli stessi al fine di renderli autonomi nell utilizzo delle tecnologie costituenti il sistema. In sede di progetto dovrà essere illustrato il piano di formazione ed affiancamento con il dettaglio di tutte le professionalità previste e del relativo impegno in termini di giorni/uomo Servizi tecnici di assistenza e manutenzione apparecchiature. I servizi di assistenza e manutenzione apparecchiature comprendono le attività tecniche che l IMPRESA, attraverso le proprie risorse tecnologiche e le proprie risorse umane, si obbliga ad effettuare durante tutto il periodo di vigenza contrattuale allo scopo di garantire il regolare funzionamento di tutte le apparecchiature costituenti il sistema offerto per il ripristino delle funzionalità in caso di segnalati malfunzionamenti. Il servizio di assistenza e manutenzione deve prevedere un assistenza full-risk comprensiva in particolare di: riparazione di guasti hardware con fornitura di parti di ricambio, ovvero sostituzione dell apparato, e mano d opera; rimozione di virus; attività tecniche per la rimozione di problemi di natura software (sistema operativo, strumenti di produttività, ) Servizi tecnici di assistenza e manutenzione programmi I servizi di manutenzione programmi comprendono le attività tecniche che l IMPRESA si obbliga ad effettuare per tutto il periodo contrattuale per garantire il regolare funzionamento dei programmi facenti parte del sistema informatico (procedure applicative, software di base, d ambiente, ecc..). Tali servizi comprendono la gestione degli aggiornamenti e/o delle nuove versioni dei programmi e si articoleranno attraverso le seguenti principali attività: la manutenzione correttiva volta alla rimozione di cause ed effetti di malfunzionamenti; la manutenzione adeguativa volta ad assicurare la costante aderenza delle procedure applicative all evoluzione dell ambiente tecnologico Regione Puglia - A.Re.S. Pag. 13 di 20

ALLEGATO N. 4. Premessa

ALLEGATO N. 4. Premessa 1 ALLEGATO N. 4 PIANO DI SICUREZZA RELATIVO ALLA FORMAZIONE, ALLA GESTIONE, ALLA TRASMISSIONE, ALL INTERSCAMBIO, ALL ACCESSO, ALLA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI Premessa Il presente piano di

Dettagli

ALLEGATO N. 4. Premessa

ALLEGATO N. 4. Premessa 1 ALLEGATO N. 4 PIANO DI SICUREZZA RELATIVO ALLA FORMAZIONE, ALLA GESTIONE, ALLA TRASMISSIONE, ALL INTERSCAMBIO, ALL ACCESSO, ALLA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI Premessa Il presente piano di

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO 1. OGGETTO DELLA FORNITURA

CAPITOLATO TECNICO 1. OGGETTO DELLA FORNITURA CAPITOLATO TECNICO Oggetto: FORNITURA DEL SERVIZIO DI CONSERVAZIONE A NORMA DEI DOCUMENTI INFORMATICI PRODOTTI DALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI LOCALI DELLA REGIONE UMBRIA 1. OGGETTO DELLA FORNITURA Oggetto

Dettagli

PIANO DI SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI (ver. 1.0)

PIANO DI SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI (ver. 1.0) Manuale di gestione informatica dei documenti Comune di Castelfranco Emilia ALLEGATO 9 PIANO DI SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI (ver. 1.0) Sommario Acronimi... 2 Obiettivi... 2 Generalità... 2 Formazione

Dettagli

COMUNE DI ROSSANO VENETO DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI INFORMATICI

COMUNE DI ROSSANO VENETO DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI INFORMATICI COMUNE DI ROSSANO VENETO SERVIZI INFORMATICI DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI INFORMATICI Allegato A) INDICE 1 INTRODUZIONE 2 ASPETTI GENERALI 2.1 Contenuti 2.2 Responsabilità 2.3 Applicabilità

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA CONDUZIONE

Dettagli

Piano per la sicurezza dei documenti informatici

Piano per la sicurezza dei documenti informatici Allegato 1 Piano per la sicurezza dei documenti informatici 1 Sommario 1 Aspetti generali...3 2 Analisi dei rischi...3 2.1 Misure di sicurezza... 4 3 Misure Fisiche...4 3.1 Controllo accessi... 4 3.2 Sistema

Dettagli

Allegato 5. Definizione delle procedure operative

Allegato 5. Definizione delle procedure operative Allegato 5 Definizione delle procedure operative 1 Procedura di controllo degli accessi Procedura Descrizione sintetica Politiche di sicurezza di riferimento Descrizione Ruoli e Competenze Ruolo Responsabili

Dettagli

Documento Programmatico sulla Sicurezza Parte generale

Documento Programmatico sulla Sicurezza Parte generale Documento Programmatico sulla Sicurezza Parte generale SEZIONE A TRATTAMENTO DI DATI CON L AUSILIO DI STRUMENTI INFORMATICI Al fine di garantire la riservatezza e l integrità dei dati personali, sensibili

Dettagli

All. 1. CAPITOLATO TECNICO per la Fornitura di una Infrastruttura Blade per il Progetto PIC di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A.

All. 1. CAPITOLATO TECNICO per la Fornitura di una Infrastruttura Blade per il Progetto PIC di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. All. 1 CAPITOLATO TECNICO per la Fornitura di una Infrastruttura Blade per il Progetto PIC di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. INDICE 1. INTRODUZIONE...3 2. OGGETTO E LUOGO DI CONSEGNA DELLA FORNITURA...4

Dettagli

I dati : patrimonio aziendale da proteggere

I dati : patrimonio aziendale da proteggere Premessa Per chi lavora nell informatica da circa 30 anni, il tema della sicurezza è sempre stato un punto fondamentale nella progettazione dei sistemi informativi. Negli ultimi anni il tema della sicurezza

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA GESTIONE

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale DISCIPLINARE TECNICO Allegato A al Capitolato d Oneri 1 Premessa Il presente capitolato tecnico

Dettagli

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Procedura ristretta n. 2/2006 per l affidamento della progettazione, realizzazione e gestione di componenti di cooperazione applicativa,

Dettagli

C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI. ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC

C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI. ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC allegato B C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC DISCIPLINARE TECNICO Per l espletamento del Servizio di assistenza alla rete informatica Comunale

Dettagli

1. SISTEMA INFORMATICO GESTIONALE

1. SISTEMA INFORMATICO GESTIONALE 1. SISTEMA INFORMATICO GESTIONALE 1.1 Introduzione Il sistema informatico gestionale, che dovrà essere fornito insieme ai magazzini automatizzati (d ora in avanti Sistema Informatico o semplicemente Sistema),

Dettagli

DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI CASSA ALLEGATO N. 2 ORDINATIVI INFORMATICI

DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI CASSA ALLEGATO N. 2 ORDINATIVI INFORMATICI DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI CASSA ALLEGATO N. 2 ORDINATIVI INFORMATICI A. Modalità di erogazione del servizio 1. Oggetto Gli ordinativi informatici dovranno essere sottoscritti con Firma Digitale dai

Dettagli

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI:

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI: IL PRESIDENTE VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modifiche ed integrazioni, in particolare l art. 8, comma 2, ai sensi del quale l Autorità stabilisce le norme sulla propria

Dettagli

PROGETTO DEFINITIVO - ESECUTIVO

PROGETTO DEFINITIVO - ESECUTIVO PROVINCIA DI VARESE LAVORI DI AMPLIAMENTO DELL IMPIANTO DI VIDEOSORVEGLIANZA PER FINALITA DI SICUREZZA URBANA Elaborato 4 Redatto da PROGETTO DEFINITIVO - ESECUTIVO PIANO DI MANUTENZIONE E FORMAZIONE Rev.

Dettagli

Servizio PCT. Guida all uso. www.accessogiustizia.it PROCESSO CIVILE TELEMATICO

Servizio PCT. Guida all uso. www.accessogiustizia.it PROCESSO CIVILE TELEMATICO Guida all uso www.accessogiustizia.it Servizio PCT PROCESSO CIVILE TELEMATICO Lextel SpA L informazione al lavoro. Lextel mette l informazione al lavoro attraverso proprie soluzioni telematiche, con servizi

Dettagli

Allegato 15 Modello offerta tecnica

Allegato 15 Modello offerta tecnica Allegato 15 Modello offerta tecnica Sommario 1 PREMESSA... 4 1.1 Scopo del documento... 4 2 La soluzione progettuale e la relativa architettura... 4 2.1 Requisiti generali della soluzione offerta... 4

Dettagli

Servizio di Conservazione a norma Service Level Agreement Sistema di Gestione per la Qualità - DQ_07.06 UNIMATICA S.p.A.

Servizio di Conservazione a norma Service Level Agreement Sistema di Gestione per la Qualità - DQ_07.06 UNIMATICA S.p.A. Servizio di Conservazione a norma Service Level Agreement Sistema di Gestione per la Qualità - DQ_07.06 pag. 1 di 12 Revisione Data Motivo Revisione Redatto da Approvato da 1.0 03/10/2009 Emissione Andrea

Dettagli

@CCEDO: Accessibilità, Sicurezza, Architettura

@CCEDO: Accessibilità, Sicurezza, Architettura Rev. 8, agg. Settembre 2014 @CCEDO: Accessibilità, Sicurezza, Architettura 1.1 Il Sistema di Gestione della Sicurezza Per quanto riguarda la gestione della Sicurezza, @ccedo è dotato di un sistema di autenticazione

Dettagli

Allegato tecnico Legalinvoice Luglio 2014 InfoCert Vers. 1.0 Pag. 1 di 13. Legalinvoice - Allegato Tecnico

Allegato tecnico Legalinvoice Luglio 2014 InfoCert Vers. 1.0 Pag. 1 di 13. Legalinvoice - Allegato Tecnico InfoCert Vers. 1.0 Pag. 1 di 13 Legalinvoice - Allegato Tecnico InfoCert Vers. 1.0 Pag. 2 di 13 Sommario Novità introdotte rispetto alla precedente emissione... 3 1 Introduzione... 4 2 Riferimenti normativi...

Dettagli

PROTOCOLLO ELETTRONICO GESTIONE ELETTRONICA DEI DOCUMENTI GESTIONE ELETTRONICA DELL ARCHIVIO PROTOCOLLO ELETTRONICO

PROTOCOLLO ELETTRONICO GESTIONE ELETTRONICA DEI DOCUMENTI GESTIONE ELETTRONICA DELL ARCHIVIO PROTOCOLLO ELETTRONICO PROTOCOLLO ELETTRONICO GESTIONE ELETTRONICA DEI DOCUMENTI GESTIONE ELETTRONICA DELL ARCHIVIO PROTOCOLLO ELETTRONICO Lettere, fax, messaggi di posta elettronica, documenti tecnici e fiscali, pile e pile

Dettagli

Tecnopolis CSATA s.c.r.l. APQ in Materia di Ricerca Scientifica nella Regione Puglia

Tecnopolis CSATA s.c.r.l. APQ in Materia di Ricerca Scientifica nella Regione Puglia BANDO ACQUISIZIONI Prodotti Software ALLEGATO 6 Capitolato Tecnico Allegato 6: capitolato tecnico Pag. 1 1 Introduzione Il presente Capitolato Tecnico disciplina gli aspetti tecnici della fornitura a Tecnopolis

Dettagli

1.1 - Crittografia sulla infrastruttura trasmissiva tra le stazioni remote Rilheva il centro di telecontrollo

1.1 - Crittografia sulla infrastruttura trasmissiva tra le stazioni remote Rilheva il centro di telecontrollo SISTEMA DI TELECONTROLLO RILHEVA GPRS (CARATTERISTICHE DEL VETTORE GPRS E SICUREZZE ADOTTATE) Abstract: Sicurezza del Sistema di Telecontrollo Rilheva Xeo4 ha progettato e sviluppato il sistema di telecontrollo

Dettagli

CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE

CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEGLI STUDI LEGALI (DPS) Redatto ai sensi e per gli effetti dell art. 34, c. 1, lett. g) del D.Lgs 196/2003 e del

Dettagli

LA SOLUZIONE INNOVATIVA PER GESTIRE LA TUA FLOTTA E PER ORGANIZZARE I TUOI SERVIZI

LA SOLUZIONE INNOVATIVA PER GESTIRE LA TUA FLOTTA E PER ORGANIZZARE I TUOI SERVIZI Sage Sistemi Srl Treviglio (BG) 24047 Via Caravaggio, 47 Tel. 0363 302828 Fax. 0363 305763 e-mail sage@sagesistemi.it portale web LA SOLUZIONE INNOVATIVA PER GESTIRE LA TUA FLOTTA E PER ORGANIZZARE I TUOI

Dettagli

Documento Programmatico sulla Sicurezza

Documento Programmatico sulla Sicurezza Pagina 1 di 1 Documento Programmatico sulla Sicurezza Decreto Legislativo 196/2003 Indice INDICE Rev 2 Pagina 1 di 1 INDICE 01 PRESENTAZIONE DEL DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA 02 ELENCO DEI TRATTAMENTI

Dettagli

Allegato 2 SPECIFICA TECNICA FUNZIONALE. per la commercializzazione delle scommesse a quota fissa

Allegato 2 SPECIFICA TECNICA FUNZIONALE. per la commercializzazione delle scommesse a quota fissa Allegato 2 SPECIFICA TECNICA FUNZIONALE per la commercializzazione delle scommesse a quota fissa INDICE PREMESSA 5 PARTE PRIMA DESCRIZIONE DELLE ATTIVITA E FUNZIONI PUBBLICHE AFFIDATE IN CONCESSIONE 6

Dettagli

Nr. QUESITO RISPOSTA QUESITI INFRASTRUTTURA HARDWARE. La fornitura della connettività ADSL non è oggetto della presente gara.

Nr. QUESITO RISPOSTA QUESITI INFRASTRUTTURA HARDWARE. La fornitura della connettività ADSL non è oggetto della presente gara. 1 QUESITI INFRASTRUTTURA HARDWARE a) Rif. Pag. 9 Capitolato Tecnico Si richiede di esplicitare se i costi di connettività per n. 300 linee Adsl sperimentali, siano a carico della Ditta aggiudicataria e

Dettagli

Il Consorzio CSA si occupa della fornitura di servizi e sistemi per la gestione degli archivi e delle informazioni

Il Consorzio CSA si occupa della fornitura di servizi e sistemi per la gestione degli archivi e delle informazioni Il Consorzio CSA si occupa della fornitura di servizi e sistemi per la gestione degli archivi e delle informazioni nella P.A. e, con la propria organizzazione, è garanzia d immediata risposta alle necessità

Dettagli

PROPOSTA TECNICO-ECONOMICA

PROPOSTA TECNICO-ECONOMICA Allegato alla deliberazione del C.d.O n. 69/2014 del 5.8.2014 PROPOSTA TECNICO-ECONOMICA PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI GESTIONE DEI SERVER PER IL COMUN GENERAL DE FASCIA E IL COMUNE DI MOENA 1. Oggetto

Dettagli

ERRATA CORRIGE AL DISCIPLINARE DI GARA

ERRATA CORRIGE AL DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: gara a procedura aperta ai sensi del D. Lgs. 157/95 e s.m.i., per l affidamento dei servizi professionali per il supporto nella realizzazione di progetti e servizi di gestione degli ambienti del

Dettagli

1. ASSISTENZA ALL'AVVIO IN ESERCIZIO DEL SISTEMA... 3 2. ADDESTRAMENTO DEGLI UTENTI DEL SISTEMA... 4 3. ASSISTENZA TECNICA IN GARANZIA...

1. ASSISTENZA ALL'AVVIO IN ESERCIZIO DEL SISTEMA... 3 2. ADDESTRAMENTO DEGLI UTENTI DEL SISTEMA... 4 3. ASSISTENZA TECNICA IN GARANZIA... INDICE 1. ASSISTENZA ALL'AVVIO IN ESERCIZIO DEL SISTEMA... 3 2. ADDESTRAMENTO DEGLI UTENTI DEL SISTEMA... 4 3. ASSISTENZA TECNICA IN GARANZIA... 6 3.1. SERVICE LEVEL AGREEMENT... 7 3.2. PRESCRIZIONI DEL

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA I SERVIZI AL CITTADINO E ALLE IMPRESE Il Comune di CALTAVUTURO attraverso il presente progetto intende attivare e rafforzare i servizi offerti al cittadino, per dare maggiore

Dettagli

Elementi per la stesura del Documento Programmatico sulla Sicurezza 2009 RILEVAZIONE DEGLI ELEMENTI UTILI AI FINI DELL AGGIORNAMENTO DEL DPS 2009

Elementi per la stesura del Documento Programmatico sulla Sicurezza 2009 RILEVAZIONE DEGLI ELEMENTI UTILI AI FINI DELL AGGIORNAMENTO DEL DPS 2009 RILEVAZIONE DEGLI ELEMENTI UTILI AI FINI DELL AGGIORNAMENTO DEL DPS 2009 Premessa Le informazioni di seguito riportate sono riferite a tutto ciò che attiene (dal punto di vista logistico, organizzativo

Dettagli

Descrizione e caratteristiche dell impianto d informatizzazione reni e Reparto Dialisi Serramanna.

Descrizione e caratteristiche dell impianto d informatizzazione reni e Reparto Dialisi Serramanna. Descrizione e caratteristiche dell impianto d informatizzazione reni e Reparto Dialisi Serramanna. Si richiede la realizzazione, a completo carico della ditta aggiudicataria, di un sistema informatico

Dettagli

ELABORATO TECNICO AL CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ALLEGATO 1)

ELABORATO TECNICO AL CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ALLEGATO 1) COMUNE DI MIRA Provincia di Venezia Via Livorno, 4-30034 Mira (Ve) - Tel. 041/56.28.362 - Fax 041/42.47.77 Indirizzo Internet: www.comune.mira.ve.it - PEC: comune.mira.ve@pecveneto.it Settore Servizi al

Dettagli

COMUNE DI TREZZO SULL ADDA

COMUNE DI TREZZO SULL ADDA COMUNE DI TREZZO SULL ADDA CAPITOLATO D APPALTO PER L AGGIORNAMENTO, LA MANUTENZIONE, L HOSTING, LA GESTIONE DELLE STATISTICHE E L INTRODUZIONE DI NUOVE FUNZIONALITA DEL SITO INTERNET DEL COMUNE DI TREZZO

Dettagli

Comune di Empoli. Progetto Sistema Informativo Documentale Gestione Atti Amministrativi

Comune di Empoli. Progetto Sistema Informativo Documentale Gestione Atti Amministrativi Comune di Empoli Progetto Sistema Informativo Documentale Gestione Atti Amministrativi Offerta /P/2014 Vers. 1.0 Data: 17 Luglio 2014 INTRODUZIONE... 4 SCOPO DEL DOCUMENTO... 4 SCOPO DEL DOCUMENTO... 4

Dettagli

201509241305 Manuale di Gestione MIUR ALLEGATO n. 5 Pag. 1

201509241305 Manuale di Gestione MIUR ALLEGATO n. 5 Pag. 1 Indice dei contenuti GENERALITÀ 1. ASPETTI DI SICUREZZA INERENTI LA FORMAZIONE DEI DOCUMENTI 2. ASPETTI DI SICUREZZA INERENTI LA GESTIONE DEI DOCUMENTI 3. COMPONENTE ORGANIZZATIVA DELLA SICUREZZA 4. COMPONENTE

Dettagli

ALLEGATO AL CONTRATTO DI FORNITURA DEL SERVIZIO LEGALMAIL

ALLEGATO AL CONTRATTO DI FORNITURA DEL SERVIZIO LEGALMAIL ALLEGATO AL CONTRATTO DI FORNITURA DEL SERVIZIO LEGALMAIL.1. Introduzione Legalmail è un servizio di posta elettronica che garantisce un elevato grado di affidabilità e sicurezza. Esso consente al Cliente

Dettagli

CHECK LIST PER LE VERIFICHE SULL OPERATO DEGLI AMMINISTRATORI DI SISTEMA

CHECK LIST PER LE VERIFICHE SULL OPERATO DEGLI AMMINISTRATORI DI SISTEMA CHECK LIST PER LE VERIFICHE SULL OPERATO DEGLI AMMINISTRATORI DI SISTEMA Una proposta per rispondere alla misura 4.4 (o e ) del Provvedimento del Garante del 28 novembre 2008. E' possibile dare il proprio

Dettagli

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009)

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) CeBAS Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) Introduzione Il progetto CEBAS: la finalità è di migliorare l efficienza operativa interna dell Ente rispondere alle aspettative

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO

DISCIPLINARE TECNICO Premessa ALLEGATO A del Capitolato Speciale d Appalto DISCIPLINARE TECNICO L Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro (di seguito anche ), con la presente procedura intende dotarsi di un Sistema

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE RELATIVO ALLA FORNITURA DI SERVIZI DI:

CAPITOLATO SPECIALE RELATIVO ALLA FORNITURA DI SERVIZI DI: REGIONE PUGLIA ASSESSORATO AL LAVORO, COOPERAZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE SETTORE FORMAZIONE PROFESSIONALE 70123 BARI Zona industriale - Viale Corigliano, 1 Tel. 080/5407631 Fax 080/5407601 Email:

Dettagli

Documento Programmatico sulla sicurezza

Documento Programmatico sulla sicurezza SNAMI Sindacato Nazionale Autonomo Medici Italiani Documento Programmatico sulla sicurezza Redatto ai sensi dell articolo 34, comma 1, lettera g) e Allegato B - Disciplinare Tecnico, Regola 19 del Decreto

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO. di cui al. BANDO DI SELEZIONE PER IL REPERIMENTO DI UN ESPERTO INFORMATICO nei ruoli del personale della scuola

CAPITOLATO TECNICO. di cui al. BANDO DI SELEZIONE PER IL REPERIMENTO DI UN ESPERTO INFORMATICO nei ruoli del personale della scuola ALLEGATO CAPITOLATO TECNICO di cui al BANDO DI SELEZIONE PER IL REPERIMENTO DI UN ESPERTO INFORMATICO nei ruoli del personale della scuola 1 INDICE 1. Premessa... 3 2. Definizione della fornitura... 3

Dettagli

Il Documento Programmatico sulla Sicurezza in base Normativa sulla privacy applicabile agli studi professionali (D. Lgs 196/03)

Il Documento Programmatico sulla Sicurezza in base Normativa sulla privacy applicabile agli studi professionali (D. Lgs 196/03) Il Documento Programmatico sulla Sicurezza in base Normativa sulla privacy applicabile agli studi professionali (D. Lgs 196/03) A cura di Gianfranco Gargani A seguito delle diverse richieste degli iscritti

Dettagli

OGGETTO: GARA A PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI N. 19 MONITOR DEFIBRILLATORI OCCORRENTI ALL ARES 118 - CHIARIMENTI

OGGETTO: GARA A PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI N. 19 MONITOR DEFIBRILLATORI OCCORRENTI ALL ARES 118 - CHIARIMENTI OGGETTO: GARA A PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI N. 19 MONITOR DEFIBRILLATORI OCCORRENTI ALL ARES 118 - CHIARIMENTI Quesito n. 1: Con riferimento alla procedura in oggetto si richiede di specificare

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE

CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE 1- Premessa 2- Tipologia della prestazione 3- Consistenza apparati di rete e macchine server 4- Luoghi di espletamento

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE

TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

Presentazione della società

Presentazione della società Presentazione della società Nata nel 1999, ESSEPI@ srl, Società Per Archiviazione, con l esperienza maturata in questi anni in materia di outsourcing documentale, è riuscita a sviluppare un modello di

Dettagli

EasyPda Punto d accesso al Processo Telematico

EasyPda Punto d accesso al Processo Telematico EasyPda Punto d accesso al Processo Telematico Il Punto d accesso viene definito dalla normativa sul Processo Telematico (D.M.Giustizia 21/2/2011 n. 44 e ss. mm. ii.) come struttura tecnologica-organizzativa

Dettagli

Regione Calabria Azienda Sanitaria Provinciale Cosenza UOC AFFARI GENERALI

Regione Calabria Azienda Sanitaria Provinciale Cosenza UOC AFFARI GENERALI REGOLAMENTO CONCERNENTE LA NOMINA E LE FUNZIONI DELL AMMINISTRATORE DI SISTEMA E GLI ADEMPIMENTI IN MATERIA DI OSSERVANZA DELLE MISURE DI SICUREZZA PRIVACY 1 ARTICOLO 1 - SCOPO DEL REGOLAMENTO Il presente

Dettagli

GESTIONE DELLA RETE INFORMATICA

GESTIONE DELLA RETE INFORMATICA Documento Sistema di Gestione Qualità ISO 9001:2000 Area Settore/ Servizio Processo Rev. Data STA EDP P01 02 Novembre 10 GESTIONE DELLA RETE INFORMATICA TIPO DI PROCEDURA: di supporto AREA DI RIFERIMENTO:

Dettagli

L'anno il giorno del mese di, nella sede municipale del Comune di Nome_Ente

L'anno il giorno del mese di, nella sede municipale del Comune di Nome_Ente CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI NOME_ENTE E PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI O GESTORI DI PUBBLICO SERVIZIO, PER L'ACCESSO IN CONSULTAZIONE DELLA BANCA DATI DELL ANAGRAFE DELLA POPOLAZIONE L'anno il giorno del mese

Dettagli

BOZZA D.P.S. Documento Programmatico sulla Sicurezza. Intestazione documento: Ragione sociale o denominazione del titolare Indirizzo Comune P.

BOZZA D.P.S. Documento Programmatico sulla Sicurezza. Intestazione documento: Ragione sociale o denominazione del titolare Indirizzo Comune P. BOZZA D.P.S. Intestazione documento: Ragione sociale o denominazione del titolare Indirizzo Comune P.iva Documento Programmatico sulla Sicurezza Indice finalità del documento inventario dei beni in dotazione

Dettagli

Le Misure Minime di Sicurezza secondo il Testo Unico sulla Privacy

Le Misure Minime di Sicurezza secondo il Testo Unico sulla Privacy Obblighi di sicurezza e relative sanzioni Le Misure Minime di Sicurezza secondo il Testo Unico sulla Privacy L adozione delle Misure Minime di Sicurezza è obbligatorio per tutti coloro che effettuano trattamenti

Dettagli

SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA 1. REQUISITI GENERALI...2

SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA 1. REQUISITI GENERALI...2 Pagina 1 di 10 INDICE 1. REQUISITI GENERALI...2 2. REQUISITI RELATIVI ALLA DOCUMENTAZIONE...4 2.1. QUALITÀ...4 2.2. TENUTA SOTTO CONTROLLO DEI DOCUMENTI...5 2.3. TENUTA SOTTO CONTROLLO DELLE REGISTRAZIONI...9

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL INFORMAZIONE ATTRAVERSO IL SITO ISTITUZIONALE, L ALBO PRETORIO INFORMATICO ED IL NOTIZIARIO COMUNALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL INFORMAZIONE ATTRAVERSO IL SITO ISTITUZIONALE, L ALBO PRETORIO INFORMATICO ED IL NOTIZIARIO COMUNALE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL INFORMAZIONE ATTRAVERSO IL SITO ISTITUZIONALE, L ALBO PRETORIO INFORMATICO ED IL NOTIZIARIO COMUNALE Approvato con DCC n. 54 del 22.12.2010 Modificato con DCC n. 30 del

Dettagli

MANSIONARIO PRIVACY. 1 Generalità 1. 2 Incaricati 3. 3 Incaricato all Amministrazione del Sistema 5. 4 Incaricato alla Custodia della Parole Chiave 6

MANSIONARIO PRIVACY. 1 Generalità 1. 2 Incaricati 3. 3 Incaricato all Amministrazione del Sistema 5. 4 Incaricato alla Custodia della Parole Chiave 6 1 Generalità 1 2 Incaricati 3 3 all Amministrazione del Sistema 5 4 alla Custodia della Parole Chiave 6 5 al Salvataggio dei Dati 7 6 alla Custodia della Sede Operativa 8 A Elenco degli Incaricati 9 B

Dettagli

Custodi della memoria digitale

Custodi della memoria digitale Custodi della memoria digitale Genova, 17 Novembre 2010 esperienza capace valore aggiunto soluzione utile La Società in breve Software Factory 30 anni di attività nel settore ICT Società di riferimento

Dettagli

DETTAGLIO SERVIZI. OPEN Dot Com Spa via Roma, 54 12100 Cuneo

DETTAGLIO SERVIZI. OPEN Dot Com Spa via Roma, 54 12100 Cuneo DETTAGLIO SERVIZI 1 INDICE SERVIZI... 3 1. TESSERINO D ISCRIZIONE... 3 2. FIRMA DIGITALE CON RUOLO... 3 SMART CARD CON RUOLO... 3 CNS (CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI)... 5 BUSINESS KEY... 5 3. POSTA ELETTRONICA

Dettagli

La sicurezza delle reti informatiche : la legge sulla Privacy e la piattaforma Windows. Relatore :Ing. Giuseppe Bono gbono@soluzionidimpresa.

La sicurezza delle reti informatiche : la legge sulla Privacy e la piattaforma Windows. Relatore :Ing. Giuseppe Bono gbono@soluzionidimpresa. La sicurezza delle reti informatiche : la legge sulla Privacy e la piattaforma Windows Relatore :Ing. Giuseppe Bono gbono@soluzionidimpresa.it Legge 196/03: principi base E il D.Lgs. n 196 del 30 giugno

Dettagli

Accordo per l erogazione. del servizio SICOGE. in modalità ASP

Accordo per l erogazione. del servizio SICOGE. in modalità ASP Accordo per l erogazione del servizio SICOGE in modalità ASP Sommario PREMESSA...3 SCOPO DEL DOCUMENTO...4 SPECIFICHE DEL SERVIZIO...4 ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO...4 RUOLI E RESPONSABILITÀ...5 DISPONIBILITÀ

Dettagli

K-Archive. Conservazione Sostitutiva

K-Archive. Conservazione Sostitutiva K-Archive per la Conservazione Sostitutiva Descrizione Prodotto Per informazioni: MKT Srl Corso Sempione 33-20145 Milano Tel: 02-33104666 FAX: 20-70039081 Sito: www.mkt.it Email: ufficio@mkt.it Copyright

Dettagli

AREA PROFESSIONALE TECNICO DI RETI INFORMATICHE ANALISTA PROGRAMMATORE. pag. 1

AREA PROFESSIONALE TECNICO DI RETI INFORMATICHE ANALISTA PROGRAMMATORE. pag. 1 Regione Siciliana Assessorato regionale al Lavoro Previdenza Sociale, Formazione Professionale ed Emigrazione REPERTORIO REGIONALE DEI PROFILI PROFESSIONALI E FORMATIVI AREA PROFESSIONALE SVILUPPO E GESTIONE

Dettagli

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO ARTICOLAZIONE DEL DIPARTIMENTO Il Dipartimento Informativo e Tecnologico è composto dalle seguenti Strutture Complesse, Settori ed Uffici : Struttura Complessa Sistema

Dettagli

Chiarimenti richiesti via fax in data 26 novembre 2012. Chiarimenti richiesti via fax in data 27 novembre 2012

Chiarimenti richiesti via fax in data 26 novembre 2012. Chiarimenti richiesti via fax in data 27 novembre 2012 Chiarimenti richiesti via fax in data 26 novembre 2012 QUESITO N. 65: La scrivente società chiede se sia possibile avere gli allegati E2 (Dichiarazione Amministrativa), E5 (Sopralluogo) ed E6 (Scheda di

Dettagli

Oggetto: Proposta contrattuale per l affidamento del servizio di manutenzione degli orologi marcatempo Solari e relativo software di gestione.

Oggetto: Proposta contrattuale per l affidamento del servizio di manutenzione degli orologi marcatempo Solari e relativo software di gestione. COMUNE DI FUCECCHIO Prot. n. 31278 del 14/12/2012 Spett.le Ditta Dataaccess Consulting Srl Via Don Milani 18 51031 - Agliana (PT) PEC dataccess@pec.it Oggetto: Proposta contrattuale per l affidamento del

Dettagli

Giunta regionale Gabinetto del Presidente della Giunta

Giunta regionale Gabinetto del Presidente della Giunta Giunta regionale Gabinetto del Presidente della Giunta Servizio Affari Istituzionali e delle Autonomie Locali TIPO ANNO NUMERO Reg. 2007 del 27 giugno 2007 Alla Comunità Montana.. A mezzo fax OGGETTO:

Dettagli

PROGETTO GIPSE. Presentazione e Piano Esecutivo

PROGETTO GIPSE. Presentazione e Piano Esecutivo PROGETTO GIPSE Presentazione e Piano Esecutivo Prima emissione: Aprile 1999 I N D I C E 1. PRESENTAZIONE GENERALE DEL PROGETTO GIPSE...2 1.1 Obiettivi... 2 1.2 Partner... 2 1.3 Il ruolo dei partner...

Dettagli

L NFORMATICA APPLICATA ALLA RADIOLOGIA. Anna Angeloni

L NFORMATICA APPLICATA ALLA RADIOLOGIA. Anna Angeloni L NFORMATICA APPLICATA ALLA RADIOLOGIA Anna Angeloni Gli strumenti utilizzati in radiologia digitale Modalità digitali Rete telematica ( LAN) Applicativo per la gestione della cartella radiologica (RIS)

Dettagli

Gara di appalto per il servizio di supporto delle attività professionali dei servizi di Medicina Preventiva e Prevenzione e Protezione SIMP

Gara di appalto per il servizio di supporto delle attività professionali dei servizi di Medicina Preventiva e Prevenzione e Protezione SIMP Oggetto Documento Gara di appalto per il servizio di supporto delle attività professionali dei servizi di Medicina Preventiva e Prevenzione e Protezione SIMP Verbale di dialogo tecnico Riferimento Atti

Dettagli

MODALITA DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA

MODALITA DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA - - MODALITA DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA Premessa La presente procedura di gara è indetta nel rispetto e sulla base delle seguenti disposizioni: * D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207 (Regolamento); * D.Lgs. 12

Dettagli

ALLEGATO AL CONTRATTO DI FORNITURA DEL SERVIZIO LEGALMAIL

ALLEGATO AL CONTRATTO DI FORNITURA DEL SERVIZIO LEGALMAIL ALLEGATO AL CONTRATTO DI FORNITURA DEL SERVIZIO LEGALMAIL.1. Introduzione Legalmail è il servizio di posta elettronica con valore legale realizzato da InfoCamere. Esso consente al Cliente di disporre di

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE.

CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE. CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE. Articolo 1 Oggetto dell appalto 1. L appalto ha per oggetto la progettazione,

Dettagli

Remote Service Solution. Descrizione del Servizio

Remote Service Solution. Descrizione del Servizio Remote Service Solution Descrizione del Servizio Redattore: Alberto Redi Luogo e Data Lugano, 25 Novembre 2008 Status: Finale All attenzione di: Protocollo: Security Lab Sagl ViaGreina 2 - CH 6900 Lugano

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA DIFFUSA MEDIANTE L UTILIZZO DEL BUONO PASTO ELETTRONICO

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA DIFFUSA MEDIANTE L UTILIZZO DEL BUONO PASTO ELETTRONICO Allegato alla determinazione n. 2013/34/0075 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA DIFFUSA MEDIANTE L UTILIZZO DEL BUONO PASTO ELETTRONICO Il presente CSA regola il rapporto

Dettagli

Comune di Cicciano (Provincia di Napoli) Regolamento per l utilizzo delle attrezzature informatiche comunali a disposizione dei dipendenti

Comune di Cicciano (Provincia di Napoli) Regolamento per l utilizzo delle attrezzature informatiche comunali a disposizione dei dipendenti Comune di Cicciano (Provincia di Napoli) Regolamento per l utilizzo delle attrezzature informatiche comunali a disposizione dei dipendenti Approvato con deliberazione commissariale n 38 del 11/04/2011

Dettagli

Privacy. Argomenti della presentazione 9MARZO 2006. genesys software srl

Privacy. Argomenti della presentazione 9MARZO 2006. genesys software srl genesys software srl SISTEMI INFORMATIVI Via Rodolfo Redi, 3-70124 BARI Tel. 080/561.90.01 Fax 080/561.43.91 E-mail: genesys@genesysnet.it 9MARZO 2006 Privacy Argomenti della presentazione 1 PRIVACY IL

Dettagli

DOCUMENTO DI ANALISI DEI MACROREQUISITI FUNZIONALI DEL SOFTWARE PER LA GESTIONE DELLO SCREENING DEL TUMORE DELLA CERVICE UTERINA

DOCUMENTO DI ANALISI DEI MACROREQUISITI FUNZIONALI DEL SOFTWARE PER LA GESTIONE DELLO SCREENING DEL TUMORE DELLA CERVICE UTERINA REGIONE MARCHE P.F. INFORMATICA Progetto: Consolidamento dello screening del tumore della cervice uterina Data: 31/12/2007 Stato: definitivo DOCUMENTO DI ANALISI DEI MACROREQUISITI FUNZIONALI DEL SOFTWARE

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA INDICE DEI DOCUMENTI PRESENTI

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA INDICE DEI DOCUMENTI PRESENTI DPSS DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA Documento riassuntivo delle misure di sicurezza per la Privacy attuate dal Titolare, in conformità agli artt. da 33 a 36 ed all'allegato B del D.Lgs. 30 giugno

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L ASSISTENZA TECNICA DEL SISTEMA RIS/PACS.

PROCEDURA APERTA PER L ASSISTENZA TECNICA DEL SISTEMA RIS/PACS. 1 PROCEDURA APERTA PER L ASSISTENZA TECNICA DEL SISTEMA RIS/PACS. CAPITOLATO TECNICO 1 OGGETTO Il presente appalto prevede la manutenzione ordinaria ed evolutiva del sistema RIS PACS a marchio FujiFilm

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO SERVIZIO INDAGINI FINANZIARIE

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO SERVIZIO INDAGINI FINANZIARIE DEFINIZIONI Ai fini del presente contratto si intende per: - Contratto : denominato anche Contratto per l uso del Servizio Indagini Finanziarie indica le presenti Condizioni Generali di Contratto, la Richiesta

Dettagli

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale DISCIPLINARE TECNICO Allegato A al Capitolato d Oneri 1 Premessa Il presente capitolato tecnico

Dettagli

COMUNE DI POMARANCE PROVINCIA DI PISA

COMUNE DI POMARANCE PROVINCIA DI PISA COMUNE DI POMARANCE PROVINCIA DI PISA Capitolato speciale per l affidamento del servizio di assistenza hardware e software degli apparati del sistema informatico comunale, di amministrazione del sistema

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze

Ministero dell Economia e delle Finanze Prot. 8962/2015/DF/DGT Ministero dell Economia e delle Finanze DIPARTIMENTO DELLE FINANZE IL DIRETTORE GENERALE DELLE FINANZE VISTO il decreto del Ministro dell Economia e delle Finanze in data 23 dicembre

Dettagli

TARGET DOCUVISION DOCUVISION WORKFLOW DIGITALE

TARGET DOCUVISION DOCUVISION WORKFLOW DIGITALE 0 SOMMARIO TARGET DOCUVISION 2 REQUISITI HARDWARE E SOFTWARE 4 CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEI MODULI 5 LOGICA OPERATIVA MODULO DOCUVISION 6 LOGICA OPERATIVA DELLE FUNZIONALITA WORKFLOW 7 GESTIONE DOCUMENTI

Dettagli

Regolamento per la gestione dell Albo pretorio on line.

Regolamento per la gestione dell Albo pretorio on line. Regolamento per la gestione dell Albo pretorio on line. INDICE Articolo 1 Oggetto del Regolamento Articolo 2 Istituzione e finalità dell Albo Pretorio Informatico Articolo 3 - Atti da pubblicare all Albo

Dettagli

Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto Regolamento per la gestione delle procedure di pubblicazione all albo online

Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto Regolamento per la gestione delle procedure di pubblicazione all albo online Raccolta Regolamenti ARPAV n. 35 Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto Regolamento per la gestione delle procedure di pubblicazione all albo online Approvato con deliberazione

Dettagli

Requisiti software (Capitolato Tecnico) per l implementazione di un software per la gestione della fatturazione passiva

Requisiti software (Capitolato Tecnico) per l implementazione di un software per la gestione della fatturazione passiva Requisiti software (Capitolato Tecnico) per l implementazione di un software per la gestione della fatturazione passiva Ing. Stefano Serra E-MAIL: stefano.serra@asppalermo.org 1 Informazioni sul documento

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE DI CASELLE TORINESE VIA GUIBERT 3-10072 - Caselle (TO) Tel: 0119961339 - Fax: 0119914628 C.F.

DIREZIONE DIDATTICA STATALE DI CASELLE TORINESE VIA GUIBERT 3-10072 - Caselle (TO) Tel: 0119961339 - Fax: 0119914628 C.F. DIREZIONE DIDATTICA STATALE DI CASELLE TORINESE VIA GUIBERT 3-10072 - Caselle (TO) Tel: 0119961339 - Fax: 0119914628 C.F. 83003770019 ANALISI DI RISCHIO E MISURE ADOTTATE: 3 / 3 Scopo di questo documento

Dettagli