Roma marzo Prof. Massimo Andreoni Cattedra di Malattie Infettive Università Tor Vergata Roma

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Roma 22-23 marzo 2011. Prof. Massimo Andreoni Cattedra di Malattie Infettive Università Tor Vergata Roma"

Transcript

1 Strategie terapeutiche in pazienti con farmacoresistenza Roma marzo 2011 Prof. Massimo Andreoni Cattedra di Malattie Infettive Università Tor Vergata Roma

2 The proportion of patients in North America who experience failure of at least two distinct regimens has declined dramatically (n ~ 30,000) Adjusted RR from cohort-stratified Cox model adjusting for time from HAART initiation, sex, age, AIDS, CD4 and VL at HAART initiation and switch, type of ARV (PI, NNRTI, NRTIs only) at initiation Deeks S, et al. CROI Abstract 41. arr=1.46 REF arr=0.82 arr=0.51 arr=0.54

3 Adjusted risk of triple class virologic failure after the start of cart Lodwick R, for COHERE, 16 th CROI; Montreal (CA), 2009

4 The virologic response to modern salvage regimens are comparable to that observed in firstline regimens Proportion of Patients With HIV RNA <50 copies/ml at Week 48 Treatment-Naïve Treatment-Experienced* GEMINI 64%-65% POWER 73% KLEAN 65%-66% MOTIVATE 52%-61% ARTEMIS 78%-84% TITAN 60%-80% MERIT 65%-69% DUET 66%-80% MERCK % BENCHMRK 75% CASTLE 76%-78% *Regimen contained 2 active agents HEAT 67%-68% Sharon Walmsley, 2008

5 Enfuvirtide + a New Boosted PI LPV/r (TORO): +ENF vs ENF TPV/r (RESIST): +ENF vs ENF TMC114/r (POWER): +ENF vs ENF Overall Effect of Using New ENF Odds Ratio for Virologic Response* (95% CI) * Virologic endpoint of < 400 for TORO and RESIST and < 50 for POWER Haubrich R, et al. IDSA 2005.

6 BENCHMRK 1 & 2: HIV-1 RNA < 50 c/ml by New Agents in OBR, Wk 48 Raltegravir OBT Enfuvirtide Darunavir n Patients (%) Cooper DA, et al. N Engl J Med. 2008;359:

7 TRIO/ANRS 139: 24 wks results RAL + ETR + DRV/r in treatment-experienced patients with multidrug-resistant virus Results : Proportion of patients with HIV RNA < 50 copies/ml at 24 weeks (missing = failure) 90% (95%CI 85% to 96%) -2.4 log 10 copies/ml (-1.9 to -2.9)

8 RAL + MVC + ETR in Triple Class Experienced Patients Nonrandomized cohort study RAL + MVC + ETR (n = 28) RAL + MVC or ETR (n = 20) RAL + MVC or ETR + PI (n = 28) RAL + PI (n = 19) HIV-1 RNA < 50 c/ml, % BL Wks Mean CD4+ Cell Count Increase (cells/mm 3 ) Regimen Nozza S, et al. Glasgow Abstract P45.

9 ECHO and THRIVE: Double-Blind trial designs 48 weeks primary analysis 96 weeks final analysis ECHO (TMC278-C209) N=690 patients THRIVE (TMC278-C215) N=678 patients 1:1 1:1 TMC278 25mg qd + TDF/FTC (N=346) EFV 600mg qd + TDF/FTC (N=344) TMC278 25mg qd + 2 NRTIs* (N=340) EFV 600mg qd + 2 NRTIs* (N=338) *Investigator s choice: TDF/FTC; AZT/3TC; ABC/3TC Main inclusion criteria: viral load (VL) 5000 c/ml; no NNRTI RAMs ; sensitivity to the NRTIs Primary objective: demonstrate non-inferiority (12% margin) vs. EFV in confirmed virologic response (VL <50 c/ml, ITT-TLOVR) at Week 48 Stratification factors: screening VL and NRTI background (THRIVE only) From 39 NNRTI RAMs based on list of 44 1 Determined using virco TYPE HIV-1 test ITT = intent-to-treat; TLOVR = time-to-loss of virologic response Pooled analyses were preplanned 1 Tambuyzer L et al. Antivir Ther 2009;14:103 9

10 Pooled ECHO and THRIVE: VL <50 copies/ml over 48 weeks (ITT-TLOVR) Virologic responders (%, 95% CI) TMC278 25mg qd (N=686) EFV 600mg qd (N=682) Per protocol responses : TMC278: 85.1% EFV: 82.8% Time (weeks) 84.3% 82.3% Mean change in CD4 cell count from baseline at Week 48 (NC=F ): TMC278: +192 vs. EFV: +176 cells/mm 3 CI = confidence interval; Excluding major protocol violators; missing values after discontinuation imputed with change = 0; LOCF otherwise

11 ECHO and THRIVE: ITT-TLOVR outcome at Week 48 Outcome at Week 48, % TMC278 N=686 Pooled ECHO THRIVE EFV N=682 TMC278 N=346 EFV N=344 TMC278 N=340 EFV N=338 VL <50 copies/ml Virologic failure Rebounder Never suppressed Discontinued due to AE Discontinued for other reasons Death Analysis performed up to Week 48; Determined by TLOVR in the ITT population: confirmed response before Week 48 and confirmed rebound (rebounders) at or before Week 48, or no confirmed response before Week 48 (never suppressed); Lost to follow-up, non-compliance, withdrew consent, ineligible to continue, sponsor's decision; AE = adverse event

12 Pooled ECHO and THRIVE: summary of resistance findings TMC278 N=686 EFV N=682 Virologic failure with resistance data, n No NNRTI 1 or NRTI 2 RAMs 29% 43% Emergent NNRTI 1 RAMs 63% 54% Most frequent NNRTI RAM E138K K103N Emergent NRTI 2 RAMs 68% 32% Most frequent NRTI RAM M184I M184V 31/62 (50%) of TMC278 failures were phenotypically resistant to TMC278 Of these, 90% were phenotypically cross-resistant to etravirine Virologic failure determined in the ITT population with all available data, regardless of time of failure and reason for discontinuation, n: TMC278 = 72 and EFV = 39 At least one emergent NNRTI 1 or NRTI 2 RAM 1 Tambuyzer L et al. Antivir Ther 2009;14: Johnson VA et al. Top HIV Med 2009;17: Cohen C, et al. XVIIIth IAC 2010; Abstract THLBB206

13 Focus on Number of Active Agents DHHS ARV guidelines: 2, preferably 3, fully active agents in new regimen Highest rate of virologic suppression in patients receiving investigational drug plus OBR containing 1 other active agent [1-4] Trend toward greater benefit with 3 vs 2 fully active agents [1-4] Not statistically significant Must also consider potential drug-drug interactions, adverse events, pill burden, absence of future options Contribution of partially active agents (eg, 3TC) difficult to calculate No added benefit from using 4 vs 3 fully active agents 1. Cooper DA, et al. N Engl J Med. 2008;359: Haubrich R, et al. CROI Abst Johnson M, et al. CROI Abst Gulick RM, et al. N Engl J Med. 2008;359:

14 Probability of death according to class-wide resistance (CWR) at GRT Cum Survival 1,0 0,9 0,8 0,7 1 CWR No CWR 2/3 CWR 2 CWR % Surviving at 72 Months: No CWR 87% 1 CWR 88% 2 CWR 79% 3 CWR 66% p ,6 3 CWR 0, Months Zaccarelli M 5th European Drug Resistance Workshop, March 2007

15

16 Opzioni per pazienti in fallimento con solo un farmaco attivo Come scegliere la terapia di salvataggio?

17 Opzioni per pazienti in fallimento con solo un farmaco attivo Continuare la stessa terapia non soppressiva Cambiare ad un regime di mantenimento Aggiungere anche un solo farmaco attivo Interrompere la terapia??

18 Opzioni per pazienti in fallimento con solo un farmaco attivo Continuare la stessa terapia non soppressiva Cambiare ad un regime di mantenimento Aggiungere anche un solo farmaco attivo Interrompere la terapia??

19 Opzioni per pazienti in fallimento con solo un farmaco attivo Continuare la stessa terapia non soppressiva Cambiare ad un regime di mantenimento Aggiungere anche un solo farmaco attivo Interrompere la terapia??

20 Opzioni per pazienti in fallimento con solo un farmaco attivo Continuare la stessa terapia non soppressiva Mantenere le mutazioni Ridotta fitness Ritardare la progressione Accumulare nuove mutazioni Sviluppare resistenza ai nuovi farmaci

21 CD4 slopes in patients with stable viral load on and off ART Mean CD4-slope (cells/μlyear) On ART Off ART < >4.5 HIV-RNA (log 10 copies/ml) Ledergerber B., Rio de Janeiro IAS 2005

22 CD4 slopes in patients with stable viral load on and off ART On ART Off ART Mean CD4-slope (cells/μlyear) < >4.5 HIV-RNA (log 10 copies/ml) Ledergerber B., Rio de Janeiro IAS 2005

23 Partial Treatment Interruptions (N= 63) (Change in Viral Load) 1.0 Change HIV RNA (log) NRTI Interruption (n=8) T20 Interruption (n=25) PI Interruption (n=20) NNRTI Interruption (n=10) Week of Interruption

24 Nozza S, et al. Glasgow Abstract P45.

25 JID 2010; 201(9):

26 2010:201 (1 May) 1305 Major resistance mutations were commonly detected in the subset of tests that were performed among patients with viral loads of <1000 copies/ml

27 Incidence of low-level viremia more frequent than high-level viremia HIV-1 RNA Level During Followup, % Study Cohort (N = 4447) Persistently < 50 copies/ml measurement > 50 copies/ml measurement > 1000 copies/ml 6.7 After initial virologic suppression with cart, 30% of patients experienced transient viremia 7% classified as high level ( > 1000 copies/ml) van Sighem A, et al. J Acquir Immune Defic Syndr. 2008;48:

28 Analysis of raltegravir resistance at week 24: 35/38 patients had resistance (PN005) N155H (n = 2) N155H pathway Total N = 14 Q148 pathway Total N = 20 Q148H, G140S (N=13) N155H, L74L/M (n = 1) Q148R (n = 1) N155H, E92Q (n = 1) Q148R, G140S (n = 2) N155H, T97A (n = 3) Q148K, E138K (n = 1) N155H, Y143H (n = 1) Q148R, E138E/K (n = 1) N155H, G163K (n = 1) Q148R, L74L/M, E138A (n = 1) N155H, E92Q, T97A (n = 1) Q148H/R, G140S (n = 1) N155H, V151I (n = 1) N155H, G163G/R (n = 2) N155H, D232N (n = 1) Y143R (n = 1) D. Hazuda 2008

29 Should patients failing raltegravir who have limited options for full suppression be maintained on this drug?

30 Certain mutations that are common during early failure (e.g., N155H) may preserve options, while the late emergence of the fully evolved Q148R/H complex may result in loss of options (Merck) Witmer et al; ICCAC 2008

31 SIV Macaque: integrase inhibitor selected for N155H; loss of this mutation after drug removal was gradual and associated with loss of virologic control Hazuda et al, Science 2004

32 SCOPE 3265: Increase in viremia seemed to be temporally associated with loss of 155H, suggesting a role of fitness Raltegravir (fold-change IC50) Month of Raltegravir Integrase Replicative Capacity (% of WT)

33

34 The reverse of mutations following RAL cessation suggests that a fitness deficit was conferred by these mutants. The virus in patient 12 (N155H, V151I) reverted to wild-type virus after 7 months compared with only 1 month in patient 8 (Q148R pathway).

35 The reverse of mutations following RAL cessation suggests that a fitness deficit was conferred by these mutants. When this wild-type sample was analysed, 17 of 17 clones were wild type at the Q148 location, but three of 17 clones contained mutations, one with T97A and Y143C, one with G140D (not G140A) and another with G163R mutation.

36 Subject 2: resistant mutants shift from N155H to Y143R (viral population) Fransen CROI 2009

37 Subject 2: resistant mutants shift from N155H to Y143R (susceptibility and viral capacity) Fransen CROI 2009

38

39 Site Directed Dual Mutant Strains: Resistance to 572 and RAL Viruses Mean FC S/GSK Raltegravir L74M/N155H E92Q/N155H 2.5 >130 T97A/N155H Y143H/N155H Q148R/N155H 10 >140 N155H/G163K N155H/G163R N155H/D232N T66I/L74M T66I/E92Q T66K/L74M F121Y/T125K Seki et al, CROI 2010

40 Opzioni per pazienti in fallimento con solo un farmaco attivo Continuare la stessa terapia non soppressiva Cambiare ad un regime di mantenimento Aggiungere anche un solo farmaco attivo Interrompere la terapia??

41 Opzioni per pazienti in fallimento con solo un farmaco attivo Cambiare ad un regime di mantenimento (3TC/FTC, monoclasse?) Mantenere mutazioni che abbassano la fitness Non usare un NNRTI (alta fitness, cross-resistenza ai nuovi farmaci) Utilizzare mutazioni tra loro competitive Utilizzare mutazioni che conferiscono ipersuscettibilità Evitare che nuove mutazioni riducano le opzioni future

42 Replication Capacity of HIV Median replication capacity (% of wild-type control) % 57% 56% * * 29% 80% 73% 82% 0 No TAMs M184V alone K65R alone K65R + M184V 1-2 TAMs 3-4 TAMs >4 TAMs *p<0.05 (vs no TAMs). Miller et al. 10th CROI; February 10-14, 2003; Boston. Abstract 616.

43 3TC monotherapy vs treatment interruption (TI) in patients with resistance Open-label study Patients on 3TC-based therapy with VL>1000, CD4 >500 M184V Randomized to 3TC or TI Immunological/clinical failure Castagna A, AIDS 2006 Mean change in CD4+ cells/mm 3 Mean change in HIV RNA log 10 c/ml CD TC (n=29) TI (n=29) p=ns Weeks 1.75 Viral load p= Weeks

44 Studies of ENF Resistance and Effects of Discontinuation ENF stopped in 22 pts with detectable viremia on ENF [1] Minimal viral rebound despite fitness, return of ENF susceptibility Patients continuing failing ENF regimen (n = 193) [2] and pts adding ENF to failing regimen (n = 54) [3] V38 mutations detected most frequently, 28% to 38% Associated with CD4+ count despite virologic failure Greater in CD4+ overall and 24 or 48 weeks after failure vs other mutations (+95 vs +49 cells/mm 3 with Q40 or N43 muts; P =.034) CD4+ Cell Count (cells/mm 3 ) [2] BL V38A, no Q40mt or N43mt (n = 58) Q40H, no V38mt (n = 8) N43D, no V38mt (n = 20) Other (n = 45) VF VF + 8 VF + 24 VF + 48 Adjusted for virologic response (and other factors) using analysis of covariance 1. Deeks S, et al. CROI Abstract Melby T, et al. IAC Abstract THPE Aquaro S, et al. CROI Abstract 596.

45 Opzioni per pazienti in fallimento con solo un farmaco attivo Continuare la stessa terapia non soppressiva Cambiare ad un regime di mantenimento Aggiungere anche un solo farmaco attivo Interrompere la terapia??

46 Continuare con farmaci solo parzialmente attivi? Aggiungere anche un solo farmaco attivo

47 DUET 1 and 2 : VL < 50 c/ml at Wk 24 by Number of Active Drugs in OBR HIV-1 RNA < 50 copies/ml at Week 24 (%) DUET-1 47 DUET-2 44 Etravirine + OBR Placebo + OBR 9 7 n = Number of Fully Active Agents in OBR (Assessed by PSS) Madruga JV, et al. Lancet. 2007;370: Lazzarin A, et al. Lancet. 2007;370: DUET-1 DUET-2 DUET DUET DUET DUET

48 BENCHMRK 1 & 2: HIV-1 RNA < 50 c/ml at Week 48, Overall and by GSS* *The genotypic sensitivity score is the total number of antiretroviral drugs used as part of the optimized background therapy to which a patient's HIV was fully susceptible, as determined with the use of genotypic resistance testing. Subgroup Total n Patients (%) Raltegravir Placebo GSS: David A. Cooper et al. N Engl J Med

49 MOTIVATE 1 and 2 : VL < 50 c/ml at Wk 24 by Number of Active Drugs in OBR 100 Placebo + OBR MVC QD + OBR MVC BID + OBR Combined Analysis: MOTIVATE 1 and 2 Patients (%) n = Number of Active Drugs in OBR Nelson M, et al. CROI Abstract 104aLB. Lalezari J, et al. CROI Abstract 104bLB.

50 Use of New Agents: Too Soon, Too Late, or Just Right? Too soon New drug used in combination with inactive or partially active drugs despite relatively preserved CD4+ cell count Too late New drug deferred until the patient s virus is resistant to all other available drugs Just right New drug combined with other active agents or use deferred until other new agents available

51 Aggiungere anche un solo farmaco attivo Gravità del quadro clinico Quando sarà disponibile un nuovo farmaco attivo sul virus resistente? Se il paziente è ad alto rischio di progressione può essere utile aggiungere anche un singolo farmaco attivo Numero CD4 e cinetica di caduta Viral load e cinetica di crescita Quadro clinico

52 Se si usa un solo farmaco attivo combinarlo a farmaci con attività residua e attività competitiva sulla resistenza

53 Distribution of X4 within Patients All samples had detectable levels of X4 HIV by deep sequencing, with 4% of patients having <1% inferred X4 by PSSM, 14% having 1-10% X4, 50% having 10-90% X4 and 31% of patients having more than 90% X4.

54 Quantification of HIV Tropism by "Deep" Sequencing Shows a Broad Distribution of Prevalence of X4 Variants in Clinical Samples Associated with Virological Outcome Mean Virological Response Stratified by Percent X4 for 300 MVC BID 0 Mean VL % X % X4 <10% X4 Viral load reductions in the BID maraviroc arm showed greater response for those with <10% X4 by deep sequencing/ PSSM (-1.8; -2.2; and -2.6 mean log changes at weeks 2, 4, and 8 respectively) compared to those with >10% X Time (weeks) N= 7-34 per timepoint 8 12

55 Possible Outcomes in Patients With D/M Viruses Treated With CCR5 Antagonist Hypothetical Virologic Responses to CCR5 Antagonist Initial Virus Pool R5/X4 CCR5 Antagonist Maraviroc + Drug A + Drug B Viral Load Viral Load Viral Load CCR5 Antagonist R5 X4 R5 X4 R5 X4

56 Drug development is slow and may eventually stop. What will things look like in 2015?

57 Paziente di sesso maschile di 35 anni Fattore di rischio: rapporti omosessuali non protetti Origine italiana

58 Giunge nel Pronto Soccorso del Policlinico Tor Vergata per febbre elevata, mucosite quadro di sindrome mononucleosica Esegue esami ematici comprendenti: Ab anti HIV: negativi HIV-RNA: cp/ml Infezione acuta da HIV

59 6 giorni dopo, 3 giugno 2009 Ripete esami ematici: Ab anti-hiv: positivi HIV-RNA: cp/ml Linfociti CD4+: 385 cell/mcl Test farmacoresistenza

60 In attesa del test di farmacoresistenza, intraprende HAART: FTC/TDF + LPV/r che il paziente sospende spontaneamente dopo circa 1 settimana Diminuzione della severità della sindrome acuta Preservazione dell immunità Ritardo del declino immunologico Migliorare il controllo virologico Tossicità Emersione di farmaco-resistenza Accettabilità del precoce trattamento

61 Hit early, hit hard Inibitori dell entrata? Inibitore dell integrasi? Una terapia intensiva di induzione con più classi di farmaci?

62 Protease Resistance mutations: L10I, V32I, K43T,M46L, L63P, A71V, V82A Other mutations: L19LIKQ, N37S, R41K, I64V Reverse Transcriptase Resistance mutations: M41L, L210W, T215E Other mutations: E28G, K49R, V60I, A98S, K122E,D123N, I135T, S162,C D177E, G196E, Q207R, A272P, K277R,E297K IntegraseResistance mutations: none Othermutations: S17N V31I I72V L101I K111N S119P T122I T206S T218I D256E GP120/V3 sequence: x4 N7Y R9G K10R S11R/S H13S Y21H/R T23del E25K/Q/R

63 PROTEASE ATV/r DRV/r FPV/r IDV/r LPV/r NFV SQV/r TPV/r V32I M46L V82A L10I K43T A71V Total: I L I H I H L L REVERSE TRANSCRIPTASE 3TC ABC AZT D4T DDI FTC TDF DLV EFV ETR NVP M41L L210W T215E Total: S I I I I S I S S S S

64 Prevalence of HIV-DR to any drug showed a trend towards a decline over calendar years (p=0.058), after 2004; HIV-DR to NRTI (p=0.0019) and PI (p=0.0091) declined while NNRTI-DR prevalence remained stable (with a peak during ) 8% 7% 2%

65 Drug resistance-associated mutations (TDRM ) are significantly more frequent among persons with recent versus long-standing infections (p=0.015) Recent: 18.3% Long-standing: 13.8% Data were obtained from 1,626 newly diagnosed, drug-naïve persons from 2006 to June 2007 in 10 USA countries. 437 (26.9%) had recent infections and 1,189 (73.1%) had long-standing infections. Prejean J et al., 17th CROI 2010, abs 581

66 La sensibilità delle metodiche è limitata alle varianti presenti in proporzioni maggiori al 20 e 30% >20% Range di mutazioni rilevabili dal test genotipico Range di mutazioni a bassa frequenza <2% Polimorfismi naturali

67

68 Cumulative resistance Any drug 27.8% NRTI 7.9% NNRTI 6.6% PI 5.5% 3 drugs class 1.7%

69 Drug-resistance mutations can be archived very early in HIV primary infection Parisi SG, Mazzi R, Boldrin C, Dal Bello F, Franchin E, Andreoni M, Palù G 2006, 20: The infection was sustained by at least two different strains, a resistant and a wild-type virus, suggesting that a compartmentalization may occur very early as a result of the different fitness

70 Virus R5c Virus X4 nel 50% dei casi

71 AA V3 Sequence score pred PSSM G2P Score G2P pred geno Count Perc % CTRPN-NYTGR--RISI---G-PGR---A-F---RTGKIIGDIRQAHC 0,29 X4 0,2 X4 RK 6189,529 71,1 CTRPN-NNTRR--SINI---G-PGR---A-F-H-TG-RIIGDIRQAHC -9,48 R5 3,2 X4 SR 2172,932 25,0 CTRPN-NYTGR--RISI---G-PGR---A-F-R-TG-KIIGDIRQAHC 0,29 X4 0,2 X4 RK 64, ,7 CTRPN-NYTGR--RISI---G-PGK---A-F---RTGKIIGDIRQAHC -0,074 X4 0,2 X4 RK 31,0051 0,4 CTRPN-NYTGR--RISI---G-PGR---A-F-H-TG-RIIGDIRQAHC -1,958 X4 0,2 X4 RR 27, ,3 CTRPN-NYTGG--RISI---G-PGR---A-F---RTGKIIGDIRQAHC 0,244 X4 0,2 X4 RK 22 0,3 CTRPN-NYTGR--RISI---G-PGR---A-F---RTGKIIGGIRQAHC 2,532 X4 0,2 X4 RK 19, ,2 CTRPN-NYTGR--RISI---G-PGR---A-L---RTGKIIGDIRQAHC 1,226 X4 0,5 X4 RK 18 0,2 CTRPN-NYTGR--RISI---G-PGR---A-F---RTGKIIGDIGQAHC 1,655 X4 0,5 X4 RK 16, ,2 CTRPN-NYTGR--GISI---G-PGR---A-F---RTGKIIGDIRQAHC -2,302 X4 1,8 X4 GK 15, ,2 CTRPN-NYTGR--RISI---G-PGR---A-F---RTGKIVGDIRQAHC 1,908 X4 0,2 X4 RK 14, ,2 CTGPN-NYTGR--RISI---G-PGR---A-F---RTGKIIGDIRQAHC 1,609 X4 0,2 X4 RK 14, ,2 CTRPN-NYTGR--RISI---G-PGR---A-F---RTGKIIGDIRRAHC 1,51 X4 0,1 X4 RK 13,0086 0,1 CTRPN-NYTGR--RISI---G-PGR---A-F---RTGKIIGDVRQAHC 0,95 X4 0,2 X4 RK 13, ,1 CTRPN-NNTRR--SINI---G-PGR---A-F---RTGKIIGDIRQAHC -7,235 R5 5,3 X4 SK 12 0,1 CTRPN-NYTGR--RISI---G-PGR---A-F---RTGKIMGDIRQAHC 1,908 X4 0,2 X4 RK 11, ,1 CTRPN-NYTGR--RVSI---G-PGR---A-F---RTGKIIGDIRQAHC 1,089 X4 0,2 X4 RK 11 0,1 CTRPN-SYTGR--RISI---G-PGR---A-F---RTGKIIGDIRQAHC 0,95 X4 0,2 X4 RK 10, ,1 CTRPN-NYTGR--RIGI---G-PGR---A-F---RTGKIIGDIRQAHC 0,509 X4 0,1 X4 RK 10, ,1 CTRPN-NYTGR--RISI---G-PGR---A-F---RTGKIIGDTRQAHC 0,95 X4 0,2 X4 RK 10, ,1 CTRPN-NYTGR--RISI---G-PGR---A-F---RTGKIIGDIRQARC 1,728 X4 0,2 X4 RK 10 0,1 75% CXCR4 25% CCR5

72 3 giugno 2009 Studio del tropismo virale AA V3 Sequence score pred PSSM G2P Score G2P pred geno Count Perc % CTRPN-NYTGR--RISI---G-PGR---A-F---RTGKIIGDIRQAHC 0,286 X4 0,2 X4 RK 5455,728 75,7 CTRPN-NNTRR--SINI---G-PGR---A-F-H-TG-RIIGDIRQAHC -9,479 R5 3,2 X4 SR 1508,976 20,9 CTRPN-NYTGR--RISI---G-PGR---A-F-R-TG-KIIGDIRQAHC 0,286 X4 0,2 X4 RK 64, ,9 CTRPN-NYTGR--RISI---G-PGR---A-F-H-TG-RIIGDIRQAHC -1,958 X4 0,2 X4 RR 35, ,5 CTRPN-NYTGR--SINI---G-PGR---A-F-H-TG-RIIGDIRQAHC -6,251 X4 2,5 X4 SR 24 0,3 CTRPN-NNTRR--SINI---G-PGR---A-F---RTGKIIGDIRQAHC -7,235 R5 5,3 X4 SK 24 0,3 CTRPN-NYTGR--GISI---G-PGR---A-F---RTGKIIGDIRQAHC -2,302 X4 1,8 X4 GK 17, ,2 CTRPN-NYTGR--RISI---G-PGR---A-F---RTGRIIGDIRQAHC -2,805 X4 0,2 X4 RR 15 0,2 CTGPN-NYTGR--RISI---G-PGR---A-F---RTGKIIGDIRQAHC 1,609 X4 0,2 X4 RK 12, ,2 CTRPS-NYTGR--RISI---G-PGR---A-F---RTGKIIGDIRQAHC -0,222 X4 0,2 X4 RK 11 0,2 CTRPN-NYTGR--RINI---G-PGR---A-F-H-TG-RIIGDIRQAHC -3,484 X4 0,2 X4 RR 11 0,2 CTRPN-NYTGR--RIGI---G-PGR---A-F---RTGKIIGDIRQAHC 0,509 X4 0,1 X4 RK 10 0,1 CTRPD-NYTGR--RISI---G-PGR---A-F---RTGKIIGDIRQAHC 0,759 X4 0,2 X4 RK 10 0,1 CTRPN-NYTGK--RISI---G-PGR---A-F---RTGKIIGDIRQAHC -0,478 X4 0,2 X4 RK 10 0,1 80% CXCR4 20% CCR5

73 Determinazione del tropismo virale nei prelievi successivi con Geno2pheno Luglio 2009 Settembre 2009 Maggio 2010 Virus che prevalentemente utilizza il CXCR4 : 100%

74 Virus X4 Virus R cp/ml 385 Virus X4 Virus R5 HAART 6-13 giugno 834 CD cp/ml 300 Virus X4 HIV-RNA cp/ml

75 L infezione con virus X4 o R5/X4 non è rara nell infezione acuta: 3-17% nei diversi studi Il virus può andare incontro ad uno switch ( sia R5 X4 sia X4 R5) del tropismo virale nel corso dell infezione Il virus tropismo X4 può esser presente a livelli non rilevabili dai test del tropismo.

76 Similmente a quanto osservato negli stadi più avanzati dell infezione, in assenza di trattamento, la presenza di virus X4 o X4/R5 è associata, ad un aumentato rischio di progressione di malattia. Non sembra, invece, influenzare la risposta alla HAART. Lo studio del tropismo rappresenta, così come quello della resistenza, un elemento fondamentale nella valutazione clinica iniziale del paziente Waters,2009

77 Compartimentalized CNS viral evolution and discordant resistance in HIV advanced patients Elevated (50%) rate of discordant resistance between plasma and CSF In 8 of 9 subjects with discordant resistance, mutations were noted in plasma but not in CSF (less selective drug pressure) In 17 of 18 subjects, sequences from CSF and plasma from the same subject clustered more closely to one another than did either CSF-CSF or plasma-plasma sequences. Strain, J Virol, 2005

78 JID 2005:191 In the 2 compartiments discordance in both directions: in 2 subjects R5 strain in plasma and R5+X4 in CSF. This latter finding is striking given the overall frequency of the R5 phenotype in CSF and the concept that autonomous infection in the CSF is more likely sustained in macrophages rather than lymphocytes.

79 JID 2005:191

80 The Journal of Infectious Diseases 2010; 202(12):

81 Seven (10%) of the 69 subjects had detectable CSF HIV-1 RNA, in median 121 copies/ml (interquartile range, copies/ml). CPE, CNS penetration effectiveness of drugs The Journal of Infectious Diseases 2010; 202(12):

82 Clinical Infectious Diseases 2010; 50:

83 Canestri A. 2010; 50:

84 Schnell et al. 2009

85 To assess HIV-1 genetic compartmentalization early during infection, we compared HIV-1 populations in the peripheral blood and CSF in 11 primary infection subjects, with analysis of longitudinal samples over the first 18 months for a subset of subjects.

86 Longitudinal V1/V2 or V4/V5 HTA analysis of HIV-1 using paired blood plasma and CSF samples from (A) 5 subjects without compartmentalized CSF variants, (B) 2 subjects with compartmentalized CSF variants. Schnell J Virol 2010

87 Phylogenetic analysis of plasma and CSF HIV-1 populations. (A) for 4 subjects with equilibration between blood plasma and CSF HIV-1 populations. (B) for subject 9007 at 149 days p.i. (dpi) and 406 days p.i. HIV-1 populations were equilibrated at 149 days p.i. but became slightly discordant at 406 days p.i. (C) for subject 9040, which displays significant compartmentalization in the CSF. Sequences obtained from the CSF are labeled with solid blue circles, and plasma sequences are labeled with solid red rectangles on the tree. Schnell J Virol 2010

88 Letendre et al, 17 CROI 2010

BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza. Istituto Superiore di Sanità

BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza. Istituto Superiore di Sanità BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza Simona Giampaoli, Anna Rita Ciccaglione Istituto Superiore di Sanità Prevalenza e carico dell infezione cronica da virus dell epatite

Dettagli

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA 2 La SINDROME DI BRUGADA è una malattia generalmente ereditaria, a trasmissione autosomica dominante, che coinvolge esclusivamente

Dettagli

Guida per chi inizia la terapia contro l HIV

Guida per chi inizia la terapia contro l HIV Guida per chi inizia la terapia contro l HIV INDICE Introduzione Informazioni generali sulla terapia L aderenza Le resistenze Terapia di prima linea Il rapporto con il medico Raccomandazioni finali Questa

Dettagli

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE AUDIZIONE PRESSO UFFICIO DI PRESIDENZA 7ª COMMISSIONE (Istruzione) SULL'AFFARE ASSEGNATO DISABILITÀ NELLA SCUOLA E CONTINUITÀ DIDATTICA DEGLI INSEGNANTI DI SOSTEGNO (ATTO N. 304)

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

ANALISI DELLA SOPRAVVIVENZA: IL MODELLO DI COX (parte I)

ANALISI DELLA SOPRAVVIVENZA: IL MODELLO DI COX (parte I) ANALISI DELLA SOPRAVVIVENZA: IL MODELLO DI COX (parte I) ESEMPIO 1 (continua): La costruzione del modello di Cox viene effettuata tramite un unico comando. Poiché il modello contiene una covariata categoriale

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA RESPONSABILE PER le COPPIE con INFEZIONE DA HIV/HCV

PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA RESPONSABILE PER le COPPIE con INFEZIONE DA HIV/HCV Arcispedale S. Maria Nuova Dipartimento Ostetrico Ginecologico e Pediatrico Prof. Giovanni Battista La Sala - Direttore PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Grazia D Onofrio 1, Daniele Sancarlo 1, Francesco Paris 1, Leandro Cascavilla 1, Giulia Paroni 1,

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Terapia a lungo termine con i bisfosfonati

Terapia a lungo termine con i bisfosfonati Raffaella Michieli 1, Antonella Toselli 2 1 Responsabile Area Salute Donna SIMG; 2 Area Osteomioarticolare SIMG Focus on Terapia a lungo termine con i bisfosfonati L osteoporosi è un difetto sistemico

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria?

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria? DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? Un vaccino è un prodotto la cui somministrazione è in grado di indurre una risposta immunitaria specifica contro un determinato microrganismo (virus, batterio

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica Congresso Nazionale Palermo 28/30 Ottobre 2010 Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Chirurgia generale e specialistica U.O.C. di Chirurgia

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

NE e Disfagia:Terapia farmacologica per os, come fare?

NE e Disfagia:Terapia farmacologica per os, come fare? NE e Disfagia:Terapia farmacologica per os, come fare? Marica Carughi Servizio Farmaceutico Nutrizionale A.O Sant Anna Como Milano, 21 maggio 2014 WHAT EVIDENCE SAYS? LINEE GUIDA: SI Making the best

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma.

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna è caratteristico degli eucarioti: Sequenze codificanti 1.5% del genoma umano Introni in media 95-97%

Dettagli

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona Istologia: diagnosi e gradi della CIN biopsia cervicale o escissione maturazione cell stratificazione cell anormalità

Dettagli

Informazioni per i pazienti e le famiglie

Informazioni per i pazienti e le famiglie Che cos è l MRSA? (What is MRSA? Italian) Reparto Prevenzione e controllo delle infezioni UHN Informazioni per i pazienti e le famiglie Patient Education Improving Health Through Education L MRSA è un

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA report tecnico nr. 03/08 v. 1 indice dei contenuti 1. Utilità delle RSL Pag. 1 2. Principali metodi Pag. 2 3. Esempi di RSL Pag. 3 4. Protocollo

Dettagli

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Le aree di incertezza nelle Cure Primarie: Quali sono le evidenze di efficacia dei probio-ci nelle patologie del tra9o gastrointes-nale? Edoardo Benede*o 1907

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti FADOI 2014

Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti FADOI 2014 Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti Un case report è una dettagliata narrazione di sintomi, segni, diagnosi, trattamento e follow up di uno o più pazienti. Sebbene nell era della

Dettagli

Antonio Motisi. Dipartimento di Colture Arboree Università degli Studi di Palermo

Antonio Motisi. Dipartimento di Colture Arboree Università degli Studi di Palermo Giornate di Studio: Un approccio integrato allo studio dei flussi di massa e di energia nel sistema suolo pianta atmosfera: esperienze e prospettive di applicazione in Sicilia Tecniche di misura dei flussi

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO L articolo 35, comma 5, D.L. n. 223/2006 ha aggiunto il seguente comma all articolo 17, D.P.R. n. 633/72: Le disposizioni di cui al comma precedente si applicano anche alle

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

STUDI DI FASE III. Sperimentazioni Cliniche Controllate

STUDI DI FASE III. Sperimentazioni Cliniche Controllate STUDI DI FASE III Sperimentazioni Cliniche Controllate (Controlled Clinical Trials, Randomized C.T.s ) SCOPO: Valutazione dell efficacia del trattamento sperimentale EFFICACIA: Miglioramento della prognosi

Dettagli

iovanella@disp.uniroma2.it http://www.disp.uniroma2.it/users/iovanella Verifica di ipotesi

iovanella@disp.uniroma2.it http://www.disp.uniroma2.it/users/iovanella Verifica di ipotesi iovanella@disp.uniroma2.it http://www.disp.uniroma2.it/users/iovanella Verifica di ipotesi Idea di base Supponiamo di avere un idea del valore (incognito) di una media di un campione, magari attraverso

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

effetti collaterali Come evitare e gestire gli OTTOBRE 2003

effetti collaterali Come evitare e gestire gli OTTOBRE 2003 Come evitare e gestire gli effetti collaterali Quando, cosa, e perché Cambio di terapia Terapie convenzionali e alternative Tu ed il tuo medico Riferimenti internet Sommario Sezione 1: Informazioni generali

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI CONSERVAZIONE DEL DENTE CON STRAUMANN EMDOGAIN Dal 5 al 15 % della popolazione soffre di gravi forme di parodontite, che possono portare alla caduta dei

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Conduzione di uno Studio: GCP e Farmacovigilanza

Conduzione di uno Studio: GCP e Farmacovigilanza Irene Corradino Clinical Operations Unit Fondato nel 1998 con sede a Milano Studi clinici di fase I-II in oncologia, soprattutto in Italia, Svizzera, Spagna ARO = Academic Research Organization Sponsor/CRO

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome MONTU DOMENICO Data di nascita 26-03-1956 Amministrazione ASL CN1 Incarico attuale DIRETTORE SISP AMBITO FOSSANO-SALUZZO SAVIGLIANO Numero telefonico ufficio

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

LA PERSONA CON INFEZIONE DA HIV IN ITALIA

LA PERSONA CON INFEZIONE DA HIV IN ITALIA AIDS e sindromi correlate Presentazione al XXII Congresso Nazionale di POpolazione Sieropositiva ITaliana LA PERSONA CON INFEZIONE DA HIV IN ITALIA Abitudini e stili di vita del paziente immigrato Survey

Dettagli

Quello che devi sapere sulle opzioni binarie

Quello che devi sapere sulle opzioni binarie Quello che devi sapere sulle opzioni binarie L ebook dà particolare risalto ai contenuti più interessanti del sito www.binaryoptionitalia.com ed in particolar modo a quelli presenti nell area membri: cosa

Dettagli

What drives memory T cell inflation during MCMV infection?

What drives memory T cell inflation during MCMV infection? DISS. ETH Nr. 19895 What drives memory T cell inflation during MCMV infection? DISSERTATION for the degree of DOCTOR OF SCIENCES of the ETH ZURICH presented by NICOLE TORTI Dipl. Natw. ETH Born 15.06.1983

Dettagli

CARATTERISTICHE GENERALI / GENERAL FEATURES

CARATTERISTICHE GENERALI / GENERAL FEATURES OPZIONI» otori i versioe flagia;» Coessioi laterali o posteriori;» Albero: cilidrico o scaalato;» Coessioi metriche o BSPP;» Altre caratteristiche speciali OPTIONS» Flage mout;» Side ad rear ports;» Shafts-

Dettagli

CALDO SGUARDO GRECO PDF

CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF ==> Download: CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF - Are you searching for Caldo Sguardo Greco Books? Now, you will be happy that at this time Caldo Sguardo Greco PDF

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

Regolatori di portata 1

Regolatori di portata 1 Regolatori di portata MA Dimensioni MA da Ø 0 a Ø00 D D L Descrizione I regolatori di portata MA vengono inseriti all interno del canale e permettono di mantenere costante la portata al variare della pressione.

Dettagli

Manuale BDM - TRUCK -

Manuale BDM - TRUCK - Manuale BDM - TRUCK - FG Technology 1/38 EOBD2 Indice Index Premessa / Premise............................................. 3 Il modulo EOBD2 / The EOBD2 module........................... 4 Pin dell interfaccia

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

PRESENT PERFECT CONTINUOS

PRESENT PERFECT CONTINUOS PRESENT PERFECT CONTINUOS 1. Si usa il Present Perfect Continuous per esprimere un'azione che è appena terminata, che si è prolungata per un certo tempo e la cui conseguenza è evidente in questo momento.

Dettagli

RICOSTRUZIONE DEI TREND DI PIOVOSITA E TEMPERATURA NEGLI ULTIMI 80 ANNI IN SICILIA. PRIMI RISULTATI

RICOSTRUZIONE DEI TREND DI PIOVOSITA E TEMPERATURA NEGLI ULTIMI 80 ANNI IN SICILIA. PRIMI RISULTATI Giuseppe Basile (1), Marinella Panebianco (2) Pubblicazione in corso su: Geologia dell Ambiente Rivista della SIGEA - Roma (1) Geologo, Dirigente del Servizio Rischi Idrogeologici e Ambientali del Dipartimento

Dettagli

Indicizzazione terza parte e modello booleano

Indicizzazione terza parte e modello booleano Reperimento dell informazione (IR) - aa 2014-2015 Indicizzazione terza parte e modello booleano Gruppo di ricerca su Sistemi di Gestione delle Informazioni (IMS) Dipartimento di Ingegneria dell Informazione

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA?

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA? HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE Cosa è l HTA? Marco Marchetti Unità di Valutazione delle Tecnologie Policlinico Universitario "Agostino Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore L Health

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA INFORMAZIONI PERSONALI Nome GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA OSPEDALIERA VALTELLINA E VALCHIAVENNA

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

Basi di Dati. S Q L Lezione 5

Basi di Dati. S Q L Lezione 5 Basi di Dati S Q L Lezione 5 Antonio Virdis a.virdis@iet.unipi.it Sommario Gestione eventi Gestione dei privilegi Query Complesse 2 Esercizio 9 (lezione 4) Indicare nome e cognome, spesa e reddito annuali

Dettagli

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti Emanuele Bellingeri Managing Director, Head of ishares Italy Ottobre 2014 La differenza di ishares La differenza di ishares Crescita del

Dettagli

Luc Montagnier IL DNA TRA FISICA E BIOLOGIA ONDE ELETTROMAGNETICHE DAL DNA E ACQUA

Luc Montagnier IL DNA TRA FISICA E BIOLOGIA ONDE ELETTROMAGNETICHE DAL DNA E ACQUA IL PRESENTE TESTO E UNA SINTESI DEL TESTO COMPLETO EDITO DA LA MEDICINA BIOLOGICA, n.4, 2010, WWW.MEDIBIO.IT Luc Montagnier IL DNA TRA FISICA E BIOLOGIA ONDE ELETTROMAGNETICHE DAL DNA E ACQUA Lo sviluppo

Dettagli

TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo

TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo U.O. di Neurochirurgia Ospedale S. Maria di Loreto Nuovo ASL Napoli 1 Direttore: dr. M. de Bellis XLIX Congresso Nazionale SNO Palermo 13 16

Dettagli

È un progetto di Project by Comune di Numana Ideazione

È un progetto di Project by Comune di Numana Ideazione LA CALETTA È proprio nell ambito del progetto NetCet che si è deciso di realizzare qui, in uno dei tratti di costa più belli della Riviera del Conero, un area di riabilitazione o pre-rilascio denominata

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE D r. C a r l o D e s c o v i c h U.O.C. Governo Clinico Staff Direzione Aziendale AUSL Bologna Bologna 26 Maggio 2010 INDICATORE

Dettagli

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi Microsoft licensing in ambienti virtualizzati Luca De Angelis Product marketing manager Luca.deangelis@microsoft.com Acronimi E Operating System Environment ML Management License CAL Client Access License

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

USO DI STAT IN PAZIENTI AFFETTI DA CARCINOMA DELLA PROSTATA: CORRELAZIONE CON FATTORI DI RISCHIO ED ANALISI DI RESIDUI DI COORTE

USO DI STAT IN PAZIENTI AFFETTI DA CARCINOMA DELLA PROSTATA: CORRELAZIONE CON FATTORI DI RISCHIO ED ANALISI DI RESIDUI DI COORTE USO DI STAT IN PAZIENTI AFFETTI DA CARCINOMA DELLA PROSTATA: CORRELAZIONE CON FATTORI DI RISCHIO ED ANALISI DI RESIDUI DI COORTE S. Morlino, T. Ranca/,C. Fiorino, V. Carillo, C. Cozzarini, G. Fellin, V.

Dettagli

VALUTAZIONE BEDSIDE DEI DISTURBI COGNITIVI

VALUTAZIONE BEDSIDE DEI DISTURBI COGNITIVI VALUTAZIONE BEDSIDE DEI DISTURBI COGNITIVI 90 STRUMENTI DI VALUTAZIONE DEI DISTURBI COGNITIVI: UTILITÀ E LIMITI DI IMPIEGO Marianna Amboni CEMAND, Università di Salerno IDC Hermitage-Capodimonte, Napoli

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli