Autori: Ing. Pierluigi Coppola, Ing. Gian Piero Di Muro Dipartimento Ingegneria Civile - Università di Roma Tor Vergata. Ing. Olga Landolfi TTS Italia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Autori: Ing. Pierluigi Coppola, Ing. Gian Piero Di Muro Dipartimento Ingegneria Civile - Università di Roma Tor Vergata. Ing. Olga Landolfi TTS Italia"

Transcript

1 Osserrvattorriio delllla Tellemattiica perr ii Trrasporrttii Diiparrttiimentto d Ingegnerriia Ciiviille Uniiverrsiittà degllii Sttudii dii Roma Torr Verrgatta Indagine sui Sistemi ITS nelle Aziende di Trasporto Pubblico Locale Autori: Ing. Pierluigi Coppola, Ing. Gian Piero Di Muro Dipartimento Ingegneria Civile - Università di Roma Tor Vergata Ing. Olga Landolfi TTS Italia (Dicembre 2003)

2 Obiettivi e metodologia di analisi Nel periodo dicembre maggio 2003, TTS Italia in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Civile dell Università di Roma Tor Vergata, ha realizzato un indagine presso un campione di Aziende di Trasporto Pubblico per valutare il grado di diffusione dei sistemi telematici per il trasporto collettivo in Italia. Tale indagine integra e in parte aggiorna una precedente indagine realizzata, con finalità analoghe, nel Dicembre Essa ha avuto come scopo primario quello di stimare l attuale dotazione di sistemi telematici per il trasporto collettivo in Italia e proiettare tali risultati ad orizzonti temporali futuri di breve e medio periodo. La valutazione della domanda di sistemi ITS è stata effettuata utilizzando come strumento di indagine dei questionari opportunamente strutturati, sottoposti telefonicamente o a mezzo fax e , ai responsabili del settore della Pianificazione delle aziende contattate. A ciascuna azienda sono stati inoltre prospettati orizzonti temporali di prevista attuazione di tali sistemi telematici molto prossimi tra loro. Gli orizzonti temporali considerati sono stati infatti: l attuale (2003) 2004, 2005, La scelta di considerare scenari temporali molto prossimi tra loro è stata dettata dalla riconosciuta rapidità di evoluzione del settore telematico; si è voluto evitare di riversare sugli esperti interpellati anche il compito di dover individuare gli orizzonti temporali di attivazione, consentendogli di rispondere con certezza se la funzionalità è già presente oppure e prevista ad un orizzonte temporale ben definito. Il campione L indagine ha portato alla realizzazione di un campione significativo di osservazioni. Complessivamente, infatti, sono state contattate 52 tra le principali aziende di Trasporto Pubblico Locale sparse sul territorio nazionale. Il 13% del campione di Aziende interpellate ha un numero di mezzi minore di 100 unità (tali aziende operano principalmente in piccoli centri urbani); il 56% ha una dotazione di materiale 1

3 rotabile compresa tra 100 e 500 mezzi, il 19% tra 500 e 1000 mezzi, mentre il 12% ha più di 1000 mezzi (Tav. 1). 12% 13% 19% > % Tav. 1 Distribuzione percentuale del campione di aziende contattate per dimensione della flotta Rispetto alla tipologia del servizio offerto (urbano, extraurbano, misto urbano-extraurbano), più della metà delle aziende interpellate svolge il proprio servizio esclusivamente in ambito urbano mentre la rimanente metà si suddivide tra servizio esclusivamente extraurbano e misto nella misura, rispettivamente, del 16% e del 33% (Tav. 2). 16% 51% 33% urbano extraurbano misto (urbano+extraurbano) Tav. 2 Distribuzione percentuale delle aziende del campione per tipologia del servizio offerto. La quasi totalità delle aziende contattate (92%) ha adottato o intende adottare, nel breve periodo, sistemi telematici per l esercizio e lo sviluppo dei servizi di TPL; le principali motivazioni a supporto di tale scelta sono le seguenti: atteso aumento della qualità del servizio (79%); incremento della soddisfazione degli utenti (77%); 2

4 riduzione di costi legati ad aree di inefficienza aziendale (45%); maggiore flessibilità dei servizi (38%). Tali percentuali sembrano dimostrare che i sistemi telematici siano considerati principalmente più uno strumento per fornire nuovi servizi alla clientela (ad esempio i servizi a chiamata o DRTS) e per integrare quelli già esistenti (mediante ad esempio la trasmissione di informazioni in tempo reale), piuttosto che come un mezzo per aumentare la produttività interna dell azienda. Risultati Dalle indagine effettuata è risultato che tra le aziende di trasporto pubblico interpellate, la diffusione dei sistemi telematici per i trasporti pubblici è elevata: il 79% delle società dichiara, infatti, di avere più del 20% della flotta dotata di sistemi telematici di bordo. Si deve tener presente, però, che una parte dei sistemi è attiva solo parzialmente oppure è in una fase di sperimentazione: ad esempio, la trasmissione d informazioni all utenza è, nel 70% delle aziende interpellate, ancora in fase di lancio. Al fine di agevolare la lettura dei risultati dell indagine, le possibili applicazioni ITS orientate ai sistemi di trasporto collettivo, sono state aggregate in tre macro gruppi: i sistemi telematici rivolti alla gestione del servizio (Sistemi di ausilio all esercizio- SAE); sistemi avanzati di informazione all utenza (Advanced Travellers Information Systems - ATIS),; sistemi di bigliettazione elettronica. 3

5 86% 92% 75% 84% 42% 57% 2003 entro il 2006 S.A.E. ATIS Bigliettazione elettronica Tav. 3 Trend di crescita della diffusione delle tecnologie telematiche tra le aziende del campione L analisi dei risultati emersi dall indagine ha evidenziato, come mostrato nella Tav. 3, che attualmente le tecnologie telematiche più diffuse nel settore del trasporto collettivo, sono i Sistemi d Ausilio all Esercizio (SAE); risulta, infatti, che l 86% delle aziende, allo stato attuale è già dotata di tecnologie telematiche di ausilio all esercizio (quali ad esempio il Telecontrollo delle flotte, o la gestione automatizzata delle presenze/assenze del personale mediante smartcard, etc.) e che entro il 2006 tale percentuale raggiungerà il 92%. Seguono i sistemi avanzati di informazione all utenza con un 75% di diffusione tra le aziende contattate che, si prevede, raggiungerà l 84% entro il I sistemi di bigliettazione elettronica sono al momento, i meno diffusi con una percentuale di diffusione del 42%; entro il 2006 il loro livello di diffusione si prevede raggiungerà il 57%. Sistemi di Ausilio all Esercizio (S.A.E.) Nell ambito dei sistemi di ausilio all esercizio, l indagine mirava ad analizzare la dotazione attuale e le previsioni agli orizzonti temporali futuri delle seguenti tecnologie: 1) sistemi di telecontrollo delle flotte tramite GPS, odometri, giroscopi e sensori posizionati sui mezzi e su apposite infrastrutture di terra; 2) gestione informatizzata e centralizzata delle risorse (smart card per la gestione delle presenze/assenze e presa di servizio, tastiere elettroniche a bordo dei mezzi); 3) monitoraggio dell utenza attraverso conta persone e telecamere alle fermate; 4) sistemi per la gestione delle emissioni inquinanti. 4

6 II sistemi di telecontrollo delle flotte, sebbene costituiscano, insieme ai sistemi per la gestione delle emissioni inquinanti, la tecnologia al momento meno diffusa tra le aziende contattate, presentano i tassi di crescita più elevati. Infatti, dall attuale grado di diffusione del 45% si prevede che si arriverà ad una diffusione del 86% già entro il 2005 per poi arrivare al 90% entro il 2006 (Tav. 4). Le tecnologie più diffuse per il telecontrollo sono basate su GPS e D- GPS; va notato che una percentuale rilevante di aziende (70%) intende abbinare i sistemi GPS a dispositivi come odometri e/o giroscopi per migliorarne la precisione di stima % 79% 90% 91% 48% 64% 86% 90% 60% 62% 64% 69% entro il % 53% 46% 32% Gestione centralizzata delle risorse Sistemi di Telecontrollo Monitoraggio dell'utenza Gestione emissioni inquinanti Tav. 4 Stima attuale e previsione futura dei sistemi telematici di ausilio alla gestione del servizio. I risultati dell indagine mostrano, inoltre, un altissima percentuale di aziende (71%) che già oggi sono dotate di sistemi per la gestione centralizzata delle risorse (personale e veicoli). Nella maggior parte dei casi, ciò avviene attraverso programmi informatici di allocazione ottima delle risorse, e solo per il 26% mediante smart-card e apposite apparecchiature di bordo per il riconoscimento del personale. Tale soluzione innovativa ha trovato sbocco solo nelle aziende di grandi dimensioni, a causa degli elevati costi di installazione e manutenzione. Complessivamente entro il 2006, la già alta percentuale di aziende dotate di sistemi di gestioine centralizzata delle risorse, si incrementerà ulteriormente arrivando al 91%. I sistemi di monitoraggio dell utenza sono attualmente diffusi tra il 60% delle aziende contattate. Le tecnologie utilizzate per tale monitoraggio sono telecamere a circuito chiuso alle fermate. In quasi tutti i casi esaminati, tale monitoraggio è effettuato più per garantire la 5

7 sicurezza della clientela in attesa alla fermata e/o a bordo del mezzo che per effettuare conteggi di traffico, utili in fase di pianificazione dei servizi. In futuro è previsto l utilizzo di tecnologie a raggi infrarossi o microonde montati a bordo dei mezzi in corrispondenza delle porte di ingresso/uscita, per avere un conteggio continuo anche dei flussi di salita/discesa. Per quanto riguarda i sistemi telematici per la gestione delle emissioni inquinanti, solo il 32% delle aziende è provvista di tali dispositivi e sono prevalentemente le aziende che svolgono servizio pubblico nei grossi centri urbani; entro il 2006 questa percentuale si porterà al 60%, il restante 40% non ne prevede, a tutt oggi, alcun utilizzo in futuro. Sistemi avanzati per l informazione all utenza I sistemi avanzati di informazione all utenza (Advanced Travellers Information Systems - ATIS) per i sistemi di trasporto pubblico, oggetto dell indagine effettuata possono essere classificati in tre categorie principali a seconda dei tempi e delle modalità di accesso all informazione: 1. i sistemi pre-trip, basati sull accesso da casa o dall ufficio, miranti alla programmazione del viaggio, via rete o mediante comunicazioni broadcast (Internet, Videotel, Televideo, etc ); 2. i sistemi en-route posti a bordo del veicolo e/o in prossimità delle fermate (paline intelligenti, chioschi informativi posti in genere in luoghi di passaggio della rete urbana); 3. i sistemi misti, basati sull utilizzo di tecnologie GSM. L indagine ha confermato l enorme diffusione di siti Internet (Tav. 5): il 74% delle aziende interpellate dichiara di averne uno e di utilizzarlo per fornire informazioni agli utenti e per la comunicazione con gli stessi via . La previsione di penetrazione di questa tecnologia d informazione raggiungerà la quasi totalità delle aziende (90%) entro il 2006 e sembra che andrà a sostituire i veicoli di comunicazione tradizionali, vale a dire i Call Centers, la cui percentuale di diffusione (82%) tra le aziende interpellate rimarrà invariata nei prossimi anni. Risulta estremamente limitato l uso di mezzi comunicativi come i chioschi informativi interattivi posti in prossimità delle fermate o comunque in punti strategici della rete urbana; percentuali ancori minori si hanno per altri sistemi informativi come il Televideo (7%). Una piccola parte (5%) dichiara di non aver preso in considerazione il problema dell informazione pre-trip all utenza, oppure di averlo in fase di valutazione; le imprese che si trovano in questa 6

8 situazione sono prevalentemente quelle caratterizzate da un basso numero di veicoli della flotta e che operano in piccoli centri. 74% 90% 82% 84% 2003 entro il % 45% 7% 8% Internet Call Center Chioschi informativi Televideo Tav. 5 Distribuzione percentuale di diffusione attuale e previsione di sviluppo futuro dei sistemi avanzati d informazione all utenza pre-trip. Per quanto riguarda i sistemi avanzati d informazione all utenza di tipo en-route, vale a dire quei sistemi che forniscono informazioni durante il viaggio, si osserva che (Tav. 6) attualmente il 55% delle aziende è in grado di trasmettere informazioni a bordo dei veicoli (mediante, ad esempio, display a messaggio variabile, o messaggi di fonia precodificati, etc.) mentre il 56% è dotato di un sistema di infrastrutture di terra che permette di fornire informazioni agli utenti in attesa alle fermate (paline intelligenti). Il trend evolutivo di tali sistemi è in forte crescita: entro il 2006 è previsto, infatti, che tali percentuali raggiungeranno rispettivamente l 83% e l 80%. 83% 80% 55% 56% 2003 entro il 2006 a bordo alle fermate Tav. 6 Distribuzione percentuale di diffusione attuale e previsione di sviluppo futuro dei sistemi avanzati d informazione all utenza en-route. 7

9 Un discorso a parte va fatto per l informazione all utenza mediante la telefonia mobile. I servizi SMS e WAP sono oggi notevolmente diffusi e il fatto che ormai quasi ogni utente sia fornito di telefono cellulare rende estremamente facile la comunicazione bidirezionale. L utilizzo di questa tecnologia innovativa d informazione all utenza richiede, tuttavia, grandi costi d investimento ed è per tale motivo che la percentuali di aziende che intende adottarla entro il 2006 è limitata al 22%, tra le grandi aziende, ed è pressoché nulla (4%) tra la piccole aziende (Tav. 7). Grandi aziende Piccole-medie aziende 16% 17% 17% 22% 0% 1% 3% 4% entro il 2006 Tav. 7 Il trend evolutivo dei sistemi d informazione all utenza mediante GSM nelle aziende di trasporto pubblico del campione. Sistemi telematici per la tariffazione I risultati della survey condotta, hanno mostrato a tutt oggi una bassa penetrazione di sistemi di bigliettazione elettronica. Tra questi distinguiamo: carte a banda magnetica prepagate (a scalare o con addebito diretto su conto corrente) in cui il pagamento avviene mediante l inserimento della carta (Smart-card) in una sorta di obliteratrice magnetica ; carte con un microchip inserito, in grado di dar luogo all esazione semplicemente attraverso il passaggio della carta vicino un sensore che ne rileva la presenza e addebita l importo dovuto senza alcun contatto (sistemi contact-less). Entrambe le tecnologie permettono di utilizzare la carta come un serbatoio di moneta, con la possibilità di ricaricarla tramite Bancomat. L indagine ha mostrato che il 29% delle aziende ha 8

10 già adottato tecnologie tipo che utilizzano smart-cards e che 13% è dotata di sistemi di vidimazione elettronica contact-less. La domanda di tali sistemi crescerà notevolmente in futuro: entro il 2006, infatti, il 74% delle aziende interpellate adotterà sistemi di bigliettazione mediante smart card e 61% sistemi di vidimazione contact-less. Circa la metà di tali aziende (48%) entro il 2006, prevede, inoltre, la possibilità di esazione integrando i diversi tipi di esazione. 29% 52% 29% 65% 48% 74% 61% Smart-Card Contact-less 13% oltre il 2006 Tav. 8 Stima e previsione futura di sistemi telematici per la bigliettazione. T Facendo un analisi comparativa tra i trend evolutivi previsti dei sistemi telematici analizzati, si osserva che i sistemi di bigliettazione elettronica rappresentano le tecnologie che in previsione cresceranno di più. Tali sistemi agevoleranno, infatti, il processo già in atto di integrazione tariffaria tra servizi gestiti da diversi operatori, e quello di integrazione tariffaria del trasporto pubblico con altre modalità di trasporto (Park & ride con tariffa integrata, etc.). Le aziende che già attuano tali tipi di integrazione mediante l ausilio di sistemi telematici (smart card e contact-less) sono, attualmente, solo il 23%, ma tale percentuale crescerà entro il 2006 fino a raggiungere il 66% (Tav. 9) con un incremento previsto del livello di diffusione di quasi il 300%. Le analisi effettuate mettono, inoltre, in evidenza il forte interesse nel settore del trasporto collettivo verso l adozione di sistemi telematici di ausilio all esercizio e per lo sviluppo di servizi aggiuntivi. L interesse principale delle aziende italiane di TPL è rivolto, da una parte, ai sistemi di telecontrollo delle flotte (sistemi AVM) e, dall altra, ai sistemi avanzati d informazione all utenza. I sistemi AVM e i sistemi informativi (alle fermate e a bordo) sono, infatti, le applicazioni telematiche che presentano i più alti tassi di crescita con incrementi del 9

11 livello di diffusione, previsti tra il 2003 al 2006, pari rispettivamente, al 68% per i sistemi AVM e all 80% per i sistemi informativi alle fermate e al 60% per i sistemi informativi a bordo dei mezzi. A questi seguono i sistemi per gestione centralizzata delle risorse rivolti alla all ottimizzazione delle risorse interne. Sistemi AVM Sistemi Informativi alle fermate Sistemi Informativi a bordo Gestione centralizzata delle risorse Sistemi di Bigliettazione elettronica 86% 90% 84% 65% 50% 43% 72% 60% 53% 49% 75% 65% 63% 55% 72% 69% 66% 40% 35% 23% Tav. 9 Sistemi con i più alti tassi di crescita della domanda. 10

Iniziative Italiane sui Sistemi Intelligenti di Trasporto. Olga Landolfi TTS Italia

Iniziative Italiane sui Sistemi Intelligenti di Trasporto. Olga Landolfi TTS Italia Iniziative Italiane sui Sistemi Intelligenti di Trasporto Olga Landolfi TTS Italia I Trasporti in Italia Dati Nazionali 2004 (CNT 2004) Traffico passeggeri interno: 947.205 milioni di passeggeri km all

Dettagli

Esperienze e prospettive future degli ITS in Regione Sardegna

Esperienze e prospettive future degli ITS in Regione Sardegna Esperienze e prospettive future degli ITS in Regione Sardegna Antonello Pellegrino Direttore del Servizio della pianificazione e programmazione dei sistemi di trasporto Cagliari, 26.06.2013 Riferimenti

Dettagli

Best Practice on User Information

Best Practice on User Information Best Practice on User Information Senigallia Italy 16/07/2013 MARCHE REGION Speaker: Gabriele Frigio Marche Region ELETTRONICA E TELEMATICA NELL ORGANIZZAZIONE DEL TPL SU GOMMA Al fine di incentivare l

Dettagli

1. Introduzione. 2. Il Progetto

1. Introduzione. 2. Il Progetto 1. Introduzione Con l espressione trasporto pubblico locale intelligente si intende l uso di tecnologie a supporto della mobilità e degli spostamenti di persone. Grazie allo sviluppo di dispositivi e strumenti

Dettagli

E-Ticketing : le nuove forme di pagamento elettronico per la mobilità ed il parcheggio

E-Ticketing : le nuove forme di pagamento elettronico per la mobilità ed il parcheggio E-Ticketing : le nuove forme di pagamento elettronico per la mobilità ed il parcheggio L esperienza di Brescia Mobilità nei sistemi di E-Ticketing e Mobile Payment Ing S. Pace Brescia Mobilità SPA Brescia

Dettagli

ITS Intelligent Transportation Systems

ITS Intelligent Transportation Systems L azienda Elsag Datamat è la nuova azienda Finmeccanica, frutto dell unione delle due grandi realtá italiane Elsag e Datamat, nata per essere il Centro di Eccellenza nella progettazione, realizzazione

Dettagli

Torino, 11 luglio 2011. Tecnologie Telematiche per i Trasporti ed il Traffico a Torino

Torino, 11 luglio 2011. Tecnologie Telematiche per i Trasporti ed il Traffico a Torino Torino, 11 luglio 2011 5T Tecnologie Telematiche per i Trasporti ed il Traffico a Torino Missione 5T progetta, realizza e gestisce sistemi ITS e di infomobilità, nel campo della mobilità pubblica e privata

Dettagli

5T Tecnologie Telematiche per i Trasporti ed il Traffico a Torino

5T Tecnologie Telematiche per i Trasporti ed il Traffico a Torino 5T Tecnologie Telematiche per i Trasporti ed il Traffico a Torino Piero Boccardo Presidente Chi siamo 5T è una società a responsabilità limitata a totale partecipazione pubblica che progetta, realizza

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LA MOBILITÀ E IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE

TECNICO SUPERIORE PER LA MOBILITÀ E IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE PER LA MOBILITÀ E IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE PER

Dettagli

I sistemi di pagamento nella realtà italiana

I sistemi di pagamento nella realtà italiana I sistemi di pagamento nella realtà italiana La disponibilità delle informazioni sui sistemi di pagamento nel pimo trimestre del 2007, consente di aggiornare alcune delle analisi svolte in merito all evoluzione

Dettagli

SISTEMA DI TELECONTROLLO PER LA GESTIONE DELLA FLOTTA

SISTEMA DI TELECONTROLLO PER LA GESTIONE DELLA FLOTTA SISTEMA DI TELECONTROLLO PER LA GESTIONE DELLA FLOTTA INTRODUZIONE Al fine di migliorare il servizio di trasporto pubblico è necessario dotarsi di sistemi tecnologici avanzati di supporto alla gestione

Dettagli

Il totale delle paline installate è di n. 49: n. 28 nel Comune di Forlì n. 21 nel Comune di Cesena

Il totale delle paline installate è di n. 49: n. 28 nel Comune di Forlì n. 21 nel Comune di Cesena ROMAGNA SMART TPL La Flotta: Il totale delle paline installate è di n. 49: n. 28 nel Comune di Forlì n. 21 nel Comune di Cesena SPERIMENTAZIONE WIFI FREE su una Linea Extraurbana Il Personale Viaggiante

Dettagli

I dati sulla mobilità e il loro uso strategico in tempo reale

I dati sulla mobilità e il loro uso strategico in tempo reale Ricerca, servizi e comportamenti per il futuro della città FORUM PA 2012 Roma, 17 maggio 2012 I dati sulla mobilità e il loro uso strategico in tempo reale Fabrizio Arneodo, 5T Responsabile Dipartimento

Dettagli

1. OBIETTIVI DEL SISTEMA

1. OBIETTIVI DEL SISTEMA ALLEGATO E DOCUMENTO DI SINTESI DEL SISTEMA DI MONITORAGGIO E SUPERVISIONE DELLA VENDITA DEI TITOLI DI VIAGGIO E RIPARTIZIONE DEGLI INTROITI, POSTAZIONI DI EMISSIONE E DI RICARICA DI TITOLI DI VIAGGIO

Dettagli

Progetto G.i.M. Gestione informata della Mobilità

Progetto G.i.M. Gestione informata della Mobilità Progetto G.i.M. Gestione informata della Mobilità 2 Avviso Programma ELISA Enti Locali Innovazione di SistemA 14 ottobre 2010 Provincia di Milano Settore Gestione Rete Stradale e Mobilità Ciclabile Servizio

Dettagli

RELAZIONE SEMINARIO SSB PER LE UNIVERSITÀ. MILANO, 19 FEBBRAIO 2003

RELAZIONE SEMINARIO SSB PER LE UNIVERSITÀ. MILANO, 19 FEBBRAIO 2003 RELAZIONE SEMINARIO SSB PER LE UNIVERSITÀ. MILANO, 19 FEBBRAIO 2003 INDICE Introduzione...2 Il sistema università....2 Il ruolo della smart card a supporto dei servizi universitari...3 L esperienza dell

Dettagli

Luci ed ombre nella smaterializzazione. Guido Molese Direttore Commerciale di Atac S.p.A.

Luci ed ombre nella smaterializzazione. Guido Molese Direttore Commerciale di Atac S.p.A. Luci ed ombre nella smaterializzazione Guido Molese Direttore Commerciale di Atac S.p.A. Elenco dei contenuti 1. Roma Capitale - Atac S.p.A. Azienda per la mobilità 2. Organizzazione del SBE nel Territorio

Dettagli

Il Circuito ICS. Our Street, our Choice - Settimana Europea della Mobilità Sostenibile Roma 17 settembre 2014

Il Circuito ICS. Our Street, our Choice - Settimana Europea della Mobilità Sostenibile Roma 17 settembre 2014 Il Circuito ICS Our Street, our Choice - Settimana Europea della Mobilità Sostenibile Roma 17 settembre 2014 ICS e il car sharing Il Ministero dell Ambiente, in collaborazione con alcuni Comuni, costituisce

Dettagli

AVM TRAM-BUS E INFOMOBILITÀ

AVM TRAM-BUS E INFOMOBILITÀ Organizzato da: AVM TRAM-BUS E INFOMOBILITÀ DI PADOVA Amedeo Levorato Amministratore Delegato ne-t by Telerete Nordest srl ne-t by Telerete Nordest Servizi per le telecomunicazioni, l information technology

Dettagli

LA BIGLIETTAZIONE ELETTRONICA A VENEZIA

LA BIGLIETTAZIONE ELETTRONICA A VENEZIA LA BIGLIETTAZIONE ELETTRONICA A VENEZIA Ing. Giovanni Seno Amministratore Delegato Gruppo AVM Coordinato da: Organizzato da: 30 31 gennaio 2014 Il Gruppo AVM Holding comunale dei servizi di trasporto,

Dettagli

Forum PA - Roma, 17/20 Maggio 2010. Direzione Generale dei Trasporti. Servizio delle infrastrutture e della logistica di trasporto

Forum PA - Roma, 17/20 Maggio 2010. Direzione Generale dei Trasporti. Servizio delle infrastrutture e della logistica di trasporto Progetto di Integrazione e Sviluppo Tecnologico dei sistemi di controllo della mobilità nell Area Vasta di Cagliari POR Sardegna 2000-2003 Asse VI Reti e Nodi di Servizio Misura 6.2 Accessibilità e governo

Dettagli

City logistics, Italy Riorganizzazione della distribuzione delle merci nell area di Parma

City logistics, Italy Riorganizzazione della distribuzione delle merci nell area di Parma City logistics, Italy Riorganizzazione della distribuzione delle merci nell area di Parma Reorganisation of the distribution of goods within the urban territory of Parma Presentation By Valeria Battaglia

Dettagli

Città di Torino. Una mobilità intelligente e sostenibile per l'area metropolitana

Città di Torino. Una mobilità intelligente e sostenibile per l'area metropolitana Città di Torino Una mobilità intelligente e sostenibile per l'area metropolitana Ottobre 2015 I numeri chiave Circa 900.000 abitanti 130 Km2 di superficie Area metropolitana 1,5 milioni di persone con

Dettagli

L UTILIZZO DI VEICOLI A METANO E GPL NELLE FLOTTE AZIENDALI

L UTILIZZO DI VEICOLI A METANO E GPL NELLE FLOTTE AZIENDALI L UTILIZZO DI VEICOLI A METANO E GPL NELLE FLOTTE AZIENDALI 1 L utilizzo dei veicoli a metano e GPL nelle flotte aziendali Gli argomenti: Il Corporate Vehicle Observatory Il contesto di mercato: Barometro

Dettagli

Fare clic per modificare lo stile del titolo

Fare clic per modificare lo stile del titolo DALLA SMART MOBILITY ALLA MOBILITY ALLA SMART CITY SMART CITY MODELLO EUROPEO LA SMART GRID NELLA VISIONE ATB Interoperabilità ed Interconnessione diffusa TRAMBUS: CENTRALIZZAZIONE SEMAFORICA In ambito

Dettagli

La mobilità sostenibile: le soluzioni per diminuire gli impatti energetici ed ambientali generati dai trasporti.

La mobilità sostenibile: le soluzioni per diminuire gli impatti energetici ed ambientali generati dai trasporti. La mobilità sostenibile: le soluzioni per diminuire gli impatti energetici ed ambientali generati dai trasporti. Gabriella Messina Servizio Mobilità sostenibile Roma, 14 maggio 2015 Consumi del settore

Dettagli

ITS in Liguria: il progetto BELT e le esperienze di e-ticketing in Regione Liguria. Gianluca Curri DATASIEL

ITS in Liguria: il progetto BELT e le esperienze di e-ticketing in Regione Liguria. Gianluca Curri DATASIEL ITS in Liguria: il progetto BELT e le esperienze di e-ticketing in Regione Liguria Gianluca Curri DATASIEL Il Sistema di Bigliettazione Elettronica di Regione Liguria consentirà di viaggiare su tutta la

Dettagli

Logistica urbana: evoluzione e innovazione

Logistica urbana: evoluzione e innovazione TRT TRASPORTI E TERRITORIO SRL Logistica urbana: evoluzione e innovazione Enrico Pastori, Milano Casa Abruzzo, 16 Luglio 2015 *Limitatamente alla sede di Milano TRT TRASPORTI E TERRITORIO srl MILANO: VIA

Dettagli

I sistemi di pagamento nella realtà italiana

I sistemi di pagamento nella realtà italiana I sistemi di pagamento nella realtà italiana 17 marzo 2009 (dati al 2008) La disponibilità delle informazioni sui sistemi di pagamento a fine 2008, permette di aggiornare le analisi sull evoluzione in

Dettagli

Progetto Wimove. Servizi di infomobilità ai cittadini e per la gestione della mobilità su rete WI-Fi

Progetto Wimove. Servizi di infomobilità ai cittadini e per la gestione della mobilità su rete WI-Fi Progetto Wimove Servizi di infomobilità ai cittadini e per la gestione della mobilità su rete WI-Fi 29 Settembre 2010 ATAC SpA ATAC Patrimonio srl Gestione operativa del servizio del trasporto pubblico

Dettagli

Introduzione delle tecnologie nel servizio TPL: criticità e impatti

Introduzione delle tecnologie nel servizio TPL: criticità e impatti Introduzione delle tecnologie nel servizio TPL: criticità e impatti Piero Sassoli Piero Sassoli Direttore Generale TIEMME Spa AZIENDE, ENTI e CITTADINI ENTI PUBBLICI Affidamento concorsuale AZIENDE Carta

Dettagli

Integrazione tecnologica dei servizi di trasporto pubblico locale con le ICT: sfide, contesti marginali e strategie.

Integrazione tecnologica dei servizi di trasporto pubblico locale con le ICT: sfide, contesti marginali e strategie. Integrazione tecnologica dei servizi di trasporto pubblico locale con le ICT: sfide, contesti marginali e strategie. Relatori: dott. Ivan Fava arch. Cecilia Pavan Servizio Trasporto Pubblico Locale Direzione

Dettagli

NUOVI PROFILI DI INGEGNERE NEL TRASPORTO FERROVIARIO

NUOVI PROFILI DI INGEGNERE NEL TRASPORTO FERROVIARIO NUOVI PROFILI DI INGEGNERE NEL TRASPORTO FERROVIARIO Dipartimento di Ingegneria dell Informazione ed Ingegneria Elettrica Università degli Studi di Salerno ESIGENZE ATTUALI Aumento delle funzioni/prestazioni

Dettagli

Regione Emilia Romagna, Enti locali, Agenzie e imprese TPL: un sistema per le innovazioni a servizio dei utenti Paolo Ferrecchi, Direttore generale

Regione Emilia Romagna, Enti locali, Agenzie e imprese TPL: un sistema per le innovazioni a servizio dei utenti Paolo Ferrecchi, Direttore generale Regione Emilia Romagna, Enti locali, Agenzie e imprese TPL: un sistema per le innovazioni a servizio dei utenti Paolo Ferrecchi, Direttore generale Reti Infrastrutturali, Logistica e Sistemi di mobilità

Dettagli

Servizi. General Contractor. Global Service. Impianti Tecnologici e Sicurezza

Servizi. General Contractor. Global Service. Impianti Tecnologici e Sicurezza 1 Chi Siamo ALTIN nasce circa 20 anni fa su intuizione del fondatore Paolo Testadura, come azienda specializzata nello sviluppo di soluzioni, progettazione, realizzazione e gestione di reti di telecomunicazione,

Dettagli

Le tecnologie ITS per la riduzione dell inquinamento da traffico

Le tecnologie ITS per la riduzione dell inquinamento da traffico XVII CONVEGNO TECNICO ACI LA STRADA PER KYOTO Roma, 16-17 febbraio 2006 SESSIONE C Le strategie di intervento: gli attori del successo Le tecnologie ITS per la riduzione dell inquinamento da traffico Ing.

Dettagli

Sistemi di trasporto pubblico locale nei centri storici. Prof. Giovanni Corona

Sistemi di trasporto pubblico locale nei centri storici. Prof. Giovanni Corona Sistemi di trasporto pubblico locale nei centri storici Prof. Giovanni Corona 1. I problemi generali del TPL in ambito urbano 1. 1 Le anomalie del servizio TPL 2. 2 Le liberalizzazioni secondo gli ultimi

Dettagli

Informata della Mobilità

Informata della Mobilità Direzione Generale Reti infrastrutturali, Logistica e Sistemi di mobilità Il progetto GIM Gestione Informata della Mobilità Fabio Formentin Direzione Generale Reti infrastrutturali, Logistica e Sistemi

Dettagli

I FIORENTINI E LA TRANVIA Indagine conoscitiva sull utilizzo della linea 1 della tranvia

I FIORENTINI E LA TRANVIA Indagine conoscitiva sull utilizzo della linea 1 della tranvia I FIORENTINI E LA TRANVIA Indagine conoscitiva sull utilizzo della linea 1 della tranvia Introduzione 1. Obiettivi e caratteristiche dell indagine L indagine è progettata dal Settore Pianificazione Integrata

Dettagli

ZTL Congestion Charge

ZTL Congestion Charge ZTL Congestion Charge Una Soluzione Integrata Seminario 25 Maggio 2007 - ore 9.15 Forum PA Nuova Fiera di Roma Ing. Mirco Galvan Responsabile Marketing e Vendite Sistemi di Accesso mgalvan@autostrade.it

Dettagli

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Servizi di connessione Prodotti a supporto del business Per sfruttare al meglio una rete di ricarica per veicoli

Dettagli

Cloud Computing e Mobility:

Cloud Computing e Mobility: S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Cloud Computing e Mobility: Lo studio professionale agile e sicuro Davide Grassano Membro della Commissione Informatica 4 dicembre 2013 - Milano Agenda 1

Dettagli

Intanto buon giorno a tutti. Cercherò di essere breve perché mi hanno chiesto di concludere entro le 13:30.

Intanto buon giorno a tutti. Cercherò di essere breve perché mi hanno chiesto di concludere entro le 13:30. Proto Tilocca Intanto buon giorno a tutti. Cercherò di essere breve perché mi hanno chiesto di concludere entro le 13:30. Intanto permettetemi di ringraziare, a nome del CTM, la Regione non solo per averci

Dettagli

Il Centro di controllo del traffico. Fabio Cartolano Comune di Bologna

Il Centro di controllo del traffico. Fabio Cartolano Comune di Bologna Il Centro di controllo del traffico di Bologna Fabio Cartolano Comune di Bologna Veicoli equipaggiati con GPS/GPRS Centro di controllo flotta autobus Telecamere ITS a Bologna Insieme di strumenti per la

Dettagli

ELETTRONICA PER IL TESSILE

ELETTRONICA PER IL TESSILE ELETTRONICA PER IL TESSILE MADE IN ITALY AZIENDA LA NOSTRA STRUTTURA La OMG, da cinquant anni sul mercato della progettazione e della costruzione di macchine speciali e di attrezzature meccaniche, è un

Dettagli

Schemi per micro-pagamenti: soddisfazione di un reale bisogno o soluzione a un non-problema?

Schemi per micro-pagamenti: soddisfazione di un reale bisogno o soluzione a un non-problema? Carte 2003 Schemi per micro-pagamenti: soddisfazione di un reale bisogno o soluzione a un non-problema? Pierfrancesco Gaggi Roma, 7 novembre 2003 La logica di offerta del circuito domestico: la segmentazione

Dettagli

IL PROGETTO BIP IN PIEMONTE il ruolo del Centro Servizi Regionale nelle politiche di interoperabilità e integrazione

IL PROGETTO BIP IN PIEMONTE il ruolo del Centro Servizi Regionale nelle politiche di interoperabilità e integrazione IL PROGETTO BIP IN PIEMONTE il ruolo del Centro Servizi Regionale nelle politiche di interoperabilità e integrazione Claudio Giacobbe, 5T Piano Regionale dell Infomobilità Nel 2008, la Regione Piemonte

Dettagli

Sintesi dei risultati

Sintesi dei risultati Sintesi dei risultati La ricerca commissionata dal Dipartimento della Funzione pubblica e realizzata da Datamedia si compone di due sezioni: a una prima parte indirizzata, tramite questionario postale,

Dettagli

Il contesto tecnologico Mobit: i sistemi di Tiemme, CTT Nord e ATAF Gestioni

Il contesto tecnologico Mobit: i sistemi di Tiemme, CTT Nord e ATAF Gestioni Il contesto tecnologico Mobit: i sistemi di Tiemme, CTT Nord e ATAF Gestioni Maurizio Pelosi Tiemme Fulvio Della Bella CTT Nord Andrea Ferrari ATAF Gestioni Presentazione di MOBIT S.C.a.R.L. Costituita

Dettagli

DTCO 2.1 Active: il nuovo tachigrafo, ancora più performante e con caratteristiche tutte nuove

DTCO 2.1 Active: il nuovo tachigrafo, ancora più performante e con caratteristiche tutte nuove DTCO 2.1 Active: il nuovo tachigrafo, ancora più performante e con caratteristiche tutte nuove VDO sviluppa sempre nuove idee ed è alla costante ricerca di soluzioni innovative sia per far aumentare l'efficienza

Dettagli

Tickets BIGLIETTAZIONE. Tickets. sviluppo e gestione dei sistemi di. Sistemi informativi integrati per la Mobilità BIGLIETTAZIONE ELETTRONICA

Tickets BIGLIETTAZIONE. Tickets. sviluppo e gestione dei sistemi di. Sistemi informativi integrati per la Mobilità BIGLIETTAZIONE ELETTRONICA Tickets Main sponsor Sistemi informativi integrati per la Mobilità Sponsor Un percorso formativo per governare l innovazione nei sistemi di bigliettazione e pagamento dei servizi di mobilità. Il settore

Dettagli

Il quadro di riferimento normativo dei sistemi di bigliettazione elettronica e ITS

Il quadro di riferimento normativo dei sistemi di bigliettazione elettronica e ITS Il quadro di riferimento normativo dei sistemi di bigliettazione elettronica e ITS Marco D Onofrio Direttore Divisione 3 della Direzione Generale TPL, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Coordinato

Dettagli

INTRODUZIONE ALL ANALISI DEI SISTEMI DI TRASPORTI

INTRODUZIONE ALL ANALISI DEI SISTEMI DI TRASPORTI INTRODUZIONE ALL ANALISI DEI SISTEMI DI TRASPORTI - Lezione 1 - Prof. Domenico Gattuso domenico.gattuso@unirc.it 0965/875218 Domenico Gattuso 1 CONTENUTI Nomenclatura di base Processo di Pianificazione

Dettagli

L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy

L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy Pisa, 26 Maggio 2011 Veicoli elettrici Vantaggi e benefici Il risparmio energetico medio conseguibile dai veicoli elettrici rispetto

Dettagli

EagleMobility: sistema di monitoraggio del traffico privato tramite cellulare

EagleMobility: sistema di monitoraggio del traffico privato tramite cellulare Monitoraggio della mobilità attraverso la telefonia mobile EagleMobility: sistema di monitoraggio del traffico privato tramite cellulare in partnership con e le sue sei aree: Mobilità: pianificazione e

Dettagli

La Città di Milano: La rete intelligente di strumenti a sostegno del trasporto pubblico

La Città di Milano: La rete intelligente di strumenti a sostegno del trasporto pubblico La Città di Milano: La rete intelligente di strumenti a sostegno del trasporto pubblico Le piattaforme tecnologiche per la Mobilità I NUMERI DELLA MOBILITA 800.000 veicoli/giorno in ingresso 680 Mln passeggeri

Dettagli

La piattaforma I-BUS Autostrade//Tech. Torino 16/11/2011

La piattaforma I-BUS Autostrade//Tech. Torino 16/11/2011 La piattaforma I-BUS Autostrade//Tech Torino 16/11/2011 Agenda Presentazione Autostrade // Tech Autostrade // Tech: Il ruolo nella mobilità I Bus turistici e la mobilità urbana Prospettive a livello nazionale

Dettagli

LA SICUREZZA DEI SISTEMI TRANVIARI. APPROCCIO DI RICERCA COST TU 1103

LA SICUREZZA DEI SISTEMI TRANVIARI. APPROCCIO DI RICERCA COST TU 1103 Ingegneria ed economia di sistema nel TrasportoPubblicoLocaleavia guidata. LA SICUREZZA DEI SISTEMI TRANVIARI. APPROCCIO DI RICERCA COST TU 1103 Domenico Gattuso *, Elena Molinaro ^, Antonio Restuccia

Dettagli

Smart grid e metering: il consumo intelligente di energia elettrica

Smart grid e metering: il consumo intelligente di energia elettrica Smart grid e metering: il consumo intelligente di energia elettrica Fabrizio De Nisi, IC (Integrated Circuit) Consultant Il rapido sviluppo industriale in atto in numerose parti del mondo, sta generando

Dettagli

Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it

Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it corso di Teoria e Tecnica della Circolazione a.a. 2010-2011 ITS Intelligent Transport Systems SISTEMI DI TRASPORTO INTELLIGENTI Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it Introduzione Mobilità nazionale

Dettagli

con Torino, 30 Settembre 2011 Amedeo Levorato Amministratore Delegato Federico Filira Responsabile R&S

con Torino, 30 Settembre 2011 Amedeo Levorato Amministratore Delegato Federico Filira Responsabile R&S con Torino, 30 Settembre 2011 Amedeo Levorato Amministratore Delegato Federico Filira Responsabile R&S ne-t by Telerete Nordest NE-T: società di servizi per le telecomunicazioni, l information technology

Dettagli

Controllo di posizione e sicurezza del container SPECIALISTI IN SISTEMI ANTI MANOMISSIONE SISTEMA ELETTRONICO DI CONTROLLO DEI CONTAINER

Controllo di posizione e sicurezza del container SPECIALISTI IN SISTEMI ANTI MANOMISSIONE SISTEMA ELETTRONICO DI CONTROLLO DEI CONTAINER e-lock GOLD SISTEMA ELETTRONICO DI CONTROLLO DEI CONTAINER Controllo di posizione e sicurezza del container mediante dispositivi mobili e PC SPECIALISTI IN SISTEMI ANTI MANOMISSIONE e-lock GOLD: SISTEMA

Dettagli

Progetto Wimove. Servizi di infomobilità ai cittadini e per la gestione della mobilità su rete WI-Fi. 12 Dicembre 2011

Progetto Wimove. Servizi di infomobilità ai cittadini e per la gestione della mobilità su rete WI-Fi. 12 Dicembre 2011 Progetto Wimove Servizi di infomobilità ai cittadini e per la gestione della mobilità su rete WI-Fi 12 Dicembre 2011 Il progetto WIMOVE in Italia Il progetto WI MOVE ha l'obiettivo di creare servizi d'infomobilità,

Dettagli

MUSEK WP N. 2. ENERGY BASELINE ASSESSMENT AND TARGET-SETTING Sec status for local community.

MUSEK WP N. 2. ENERGY BASELINE ASSESSMENT AND TARGET-SETTING Sec status for local community. MUSEK WP N. 2 ENERGY BASELINE ASSESSMENT AND TARGET-SETTING Sec status for local community. MUNICIPALITY OF RAVENNA Maggio 2007 Sommario Il Comune di RAVENNA...Errore. Il segnalibro non è definito. 1 L

Dettagli

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI PREMESSA L importanza crescente delle caratteristiche locali nello spiegare l andamento industriale ed economico del Paese

Dettagli

SMART IRRIGATION SYSTEMS. L'evoluzione del telecontrollo al servizio delle reti irrigue

SMART IRRIGATION SYSTEMS. L'evoluzione del telecontrollo al servizio delle reti irrigue SMART IRRIGATION SYSTEMS L'evoluzione del telecontrollo al servizio delle reti irrigue ing. Elisabetta Giusti PhD ing. Marco Parri SMART Community SMART IRRIGATION SYSTEM L evoluzione tecnologica ha portato

Dettagli

ViviFacile. sul trasporto pubblico locale della città di Roma. Roma, 24 ottobre 2011

ViviFacile. sul trasporto pubblico locale della città di Roma. Roma, 24 ottobre 2011 ViviFacile Modalità di adesione al servizio di informazioni sul trasporto pubblico locale della città di Roma Roma, 24 ottobre 2011 Atac - L azienda Atac è l azienda di gestione del trasporto pubblico

Dettagli

EVOLUZIONE DI UN SISTEMA DI TELECONTROLLO A SERVIZIO DELLA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE: L ACQUEDOTTO CAMPANO. Giuseppe Mario Patti Proxima S.r.l.

EVOLUZIONE DI UN SISTEMA DI TELECONTROLLO A SERVIZIO DELLA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE: L ACQUEDOTTO CAMPANO. Giuseppe Mario Patti Proxima S.r.l. EVOLUZIONE DI UN SISTEMA DI TELECONTROLLO A SERVIZIO DELLA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE: L ACQUEDOTTO CAMPANO Giuseppe Mario Patti Proxima S.r.l. «Competitività e Sostenibilità. Progetti e tecnologie al servizio

Dettagli

PROGETTO PER UNA STRATEGIA DI GESTIONE E CONTROLLO DEI SERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE

PROGETTO PER UNA STRATEGIA DI GESTIONE E CONTROLLO DEI SERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE PROGETTO PER UNA STRATEGIA DI GESTIONE E CONTROLLO DEI SERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE Pagina 1 di 7 SOMMARIO I servizi a domanda individuale... 3 L economicità della gestione dei servizi... 3 La domanda

Dettagli

ANIE ENERGIA: 2015 ANNO DEL RILANCIO PER IL SETTORE ELETTRICO

ANIE ENERGIA: 2015 ANNO DEL RILANCIO PER IL SETTORE ELETTRICO ANIE ENERGIA: 2015 ANNO DEL RILANCIO PER IL SETTORE ELETTRICO Un indagine di ANIE Energia analizza le possibili evoluzioni del mercato interno di inverter, sistemi di accumulo e colonnine di ricarica.

Dettagli

ANAS S.p.A. l Italia si fa strada

ANAS S.p.A. l Italia si fa strada La manutenzione programmata delle infrastrutture Ing. Roberto Mastrangelo Direzione Centrale Esercizio e Coordinamento del Territorio PIANIFICAZIONE DELLA MANUTENZIONE ORGANIZZARE UN PRECISO PIANO PER

Dettagli

Sistemi di gestione centralizzata e ausilio all'esercizio per tranvie: stato dell'arte ed evoluzione

Sistemi di gestione centralizzata e ausilio all'esercizio per tranvie: stato dell'arte ed evoluzione 2 Convegno Nazionale Sistema Tram Roma 19 / 20 Ottobre 2006 Sistemi di gestione centralizzata e ausilio all'esercizio per tranvie: stato dell'arte ed evoluzione ing. Massimo Guzzi Metropolitana Milanese

Dettagli

I.C.S. Iniziativa Car Sharing. La mobilità sostenibile: ricerca, innovazione e opportunità di business Milano, 28 gennaio 2008

I.C.S. Iniziativa Car Sharing. La mobilità sostenibile: ricerca, innovazione e opportunità di business Milano, 28 gennaio 2008 I.C.S. Iniziativa Car Sharing La mobilità sostenibile: ricerca, innovazione e opportunità di business Milano, 28 gennaio 2008 IL CAR SHARING Il CAR SHARING è un servizio di mobilità che consente di acquistare

Dettagli

IL Piano Regionale Integrato delle Infrastrutture e della Mobilita - obiettivi e strategie

IL Piano Regionale Integrato delle Infrastrutture e della Mobilita - obiettivi e strategie Piano Regionale ex LR 49/99 Definizione del Cronoprogramma FASE Ott. 2011 Nov. 2011 Dic. 2011 Gen. 2012 Nov. 2012 Dic. 2012 Gen. 2013 Feb. 2013 A Esame CTD informativa + Preliminare VAS Esame GR e invio

Dettagli

IL SISTEMA S.I.MON. (Sistema Integrato di MONitoraggio)

IL SISTEMA S.I.MON. (Sistema Integrato di MONitoraggio) SISTEMA SISTEMAS.I.MON. S.I.MON. IL (Sistema Integrato di MONitoraggio) BUS STOP BUS STOP novembre 2010 La struttura del sistema Veicoli Depositi Rete GPRS Semafori Sistemi di Telecomunicazione (rete dedicata)

Dettagli

Soluzioni Elettroniche Tecnologie Informatiche

Soluzioni Elettroniche Tecnologie Informatiche Soluzioni Elettroniche Tecnologie Informatiche Microntel IT ha sede operativa a Perugia e fa parte del gruppo Microntel, fondato a Torino nel 1986, leader nei sistemi di Controllo Accessi e Sicurezza,

Dettagli

I sistemi di pagamento nella realtà italiana

I sistemi di pagamento nella realtà italiana I sistemi di pagamento nella realtà italiana La disponibilità delle informazioni sui sistemi di pagamento a fine 2005, permette di aggiornare le analisi sull evoluzione in atto in quest area di business

Dettagli

PRESENTAZIONE. Firenze, 4 Aprile 2013. Alessandro Conti BASSILICHI

PRESENTAZIONE. Firenze, 4 Aprile 2013. Alessandro Conti BASSILICHI PRESENTAZIONE INSeT Firenze, 4 Aprile 2013 Alessandro Conti BASSILICHI 1. 2. PRESENTAZIONE INSeT - Progetto INSeT PRESENTAZIONE INSeT - Progetto INSeT Progetto INSeT Ambito Primario: Trasporti e mobilità

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA FACOLTA DI INGEGNERIA. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Tesi di Laurea

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA FACOLTA DI INGEGNERIA. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Tesi di Laurea UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Tesi di Laurea Progettazione e sviluppo di un dispositivo per le statistiche ingresso/uscita di

Dettagli

darts Software & Engineering Consulenza Progettazione System Integration ITS BSS New Media Company www.darts.it

darts Software & Engineering Consulenza Progettazione System Integration ITS BSS New Media Company www.darts.it Software & Engineering Consulenza Progettazione System Integration ITS BSS New Media Company www..it 1 Company Darts Engineering è pmi di consulenza, progettazione e system integration in ambito ICT, che

Dettagli

Le politiche e le strategie nazionali sugli ITS. Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Cagliari, 26 Giugno 2013

Le politiche e le strategie nazionali sugli ITS. Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Cagliari, 26 Giugno 2013 Le politiche e le strategie nazionali sugli ITS Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Cagliari, 26 Giugno 2013 TTS Italia, l Associazione ITS Nazionale fondata nel 1999, rappresenta circa 80 Enti,

Dettagli

REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DELLA PROVINCIA DI FORLI -CESENA. Ai sensi della legge 150/2000

REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DELLA PROVINCIA DI FORLI -CESENA. Ai sensi della legge 150/2000 REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DELLA PROVINCIA DI FORLI -CESENA Ai sensi della legge 150/2000 Art 1. Principi generali La Provincia di Forlì - Cesena, attraverso

Dettagli

Documento di sintesi del progetto pubblicato sul sito

Documento di sintesi del progetto pubblicato sul sito ZIGBEEfinder piattaforma per la connessione, raccolta e gestione delle informazioni provenienti da sensori e dispositivi elettronici diffusi sul territorio Documento di sintesi del progetto pubblicato

Dettagli

IL SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DELLE AUTOLINEE NAZIONALI E INTERNAZIONALI

IL SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DELLE AUTOLINEE NAZIONALI E INTERNAZIONALI IL SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DELLE AUTOLINEE NAZIONALI E INTERNAZIONALI SMARTBUS è la soluzione informatica, interamente web-based, che risponde alle diverse esigenze delle imprese operanti nel

Dettagli

3. Rilevazione di aspettative in relazione ai requisiti principali del servizio.

3. Rilevazione di aspettative in relazione ai requisiti principali del servizio. SINTESI DEI RISULTATI DELL INDAGINE PILOTA DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS SUI CALL CENTER COMMERCIALI DELLE PRINCIPALI IMPRESE DI VENDITA DI ELETTRICITA E DI GAS Finalità e obiettivi I

Dettagli

La soluzione intelligente per gestire la vostra flotta taxi

La soluzione intelligente per gestire la vostra flotta taxi La soluzione intelligente per gestire la vostra flotta taxi Dite addio ai vostri vecchi terminali di bordo, alle ore passate vicino alle colonnine in attesa di una chiamata, alle polemiche con i colleghi

Dettagli

Sistemi, tecnologie e soluzioni per l evoluzione della rete. Guido Fiesoli, Gruppo Sistemi di Accumulo ANIE Energia Pisa - 4 luglio 2013

Sistemi, tecnologie e soluzioni per l evoluzione della rete. Guido Fiesoli, Gruppo Sistemi di Accumulo ANIE Energia Pisa - 4 luglio 2013 Sistemi, tecnologie e soluzioni per l evoluzione della rete Guido Fiesoli, Gruppo Sistemi di Accumulo ANIE Energia Pisa - 4 luglio 2013 ANIE Energia Chi siamo Rappresenta 337 aziende associate (oltre 20.000

Dettagli

FARO. Il Bancomat più vicino in tempo reale

FARO. Il Bancomat più vicino in tempo reale FARO Il Bancomat più vicino in tempo reale FARO: Patti Chiari al via Che cosa è FARO FARO è la prima delle 8 iniziative di PATTICHIARI, il progetto voluto dalle banche italiane che dopo due anni di studi

Dettagli

LA TECNOLOGIA TELEPASS NELLA GESTIONE DELLE FLOTTE DI TRASPORTO PUBBLICO L APPLICAZIONE DELLA C.T.P.

LA TECNOLOGIA TELEPASS NELLA GESTIONE DELLE FLOTTE DI TRASPORTO PUBBLICO L APPLICAZIONE DELLA C.T.P. LA TECNOLOGIA TELEPASS NELLA GESTIONE DELLE FLOTTE DI TRASPORTO PUBBLICO L APPLICAZIONE DELLA C.T.P. Maggio 2002 Direzione Pianificazione e Ricerca Area Controllo di Gestione, Nuove Tecnologie e Qualita

Dettagli

Gli indicatori per la misurazione e la valutazione. Stato dell arte della rilevazione avviata nelle grandi città: primi confronti Maggio 2014

Gli indicatori per la misurazione e la valutazione. Stato dell arte della rilevazione avviata nelle grandi città: primi confronti Maggio 2014 Gli indicatori per la misurazione e la valutazione della performance dei servizi nelle Grandi Città Stato dell arte della rilevazione avviata nelle grandi città: primi confronti Maggio 2014 Struttura 1.

Dettagli

Quanto Udiamo In Esterni Silenziosi

Quanto Udiamo In Esterni Silenziosi 3 giugno 2015 L inquinamento acustico a Torino: analisi, soluzioni e problematiche aperte CONVEGNO ARPA PIEMONTE/CITTA DI TORINO Relatori: Dott. Alessandro Falcone (WPWEB SRL) Ing. Franco Bertellino (MICROBEL

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE FRAGOMELI, SENALDI, GIACHETTI, FOSSATI, GAROFANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE FRAGOMELI, SENALDI, GIACHETTI, FOSSATI, GAROFANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 3050 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI FRAGOMELI, SENALDI, GIACHETTI, FOSSATI, GAROFANI Modifiche all articolo 9 del decreto legislativo

Dettagli

La bigliettazione elettronica 2.0: due casi di eccellenza in Italia.

La bigliettazione elettronica 2.0: due casi di eccellenza in Italia. La bigliettazione elettronica 2.0: due casi di eccellenza in Italia. Dott. Giuseppe Mascino Responsabile Gare e Progetti Speciali Pluservice Srl Coordinato da: Organizzato da: 30 31 gennaio 2014 Company

Dettagli

ACCENDIAMO IL RISPARMIO

ACCENDIAMO IL RISPARMIO ACCENDIAMO IL RISPARMIO PUBBLICA ILLUMINAZIONE PER LA SMART CITY Ing. Paolo Di Lecce Tesoriere AIDI Amministratore Delegato Reverberi Enetec srl LA MISSION DI REVERBERI Reverberi Enetec è una trentennale

Dettagli

Giuseppe PROTO Amm. Delegato - Sadem Vice Presidente Extra.TO

Giuseppe PROTO Amm. Delegato - Sadem Vice Presidente Extra.TO IL SISTEMA BIP NELLA PROVINCIA DI TORINO UNO STRUMENTO DI PAGAMENTO MULTIAZIENDA SU UNA RETE EXTRAURBANA Giuseppe PROTO Amm. Delegato - Sadem Vice Presidente Extra.TO Coordinato da: Organizzato da: Roma

Dettagli

solinfo servizi per prodotti e sistemi informatici

solinfo servizi per prodotti e sistemi informatici solinfo servizi per prodotti e sistemi informatici La nostra azienda, oltre a produrre, distribuire e installare i propri software presso la clientela, eroga a favore di quest ultima una serie di servizi

Dettagli

IFTS Settore Servizi Assicurativi e Finanziari

IFTS Settore Servizi Assicurativi e Finanziari Allegato al documento tecnico IFTS Settore Servizi Assicurativi e Finanziari ELENCO delle FIGURE PROFESSIONALI di RIFERIMENTO N 1 - Tecnico superiore per le operazioni di sportello nel settore dei servizi

Dettagli

Liguria Proposte per un modello di sviluppo Nearly Zero Emissions

Liguria Proposte per un modello di sviluppo Nearly Zero Emissions Liguria Proposte per un modello di sviluppo Nearly Zero Emissions Indice EXECUTIVE SUMMARY... 4 1. IL CONTESTO... 7 1.1 QUADRO INTERNAZIONALE DI RIFERIMENTO... 7 1.2 CONSIDERAZIONI SULLA TRANSIZIONE VERSO

Dettagli

LA GESTIONE DELLA SOSTA SU STRADA A BOLOGNA. 28 Febbraio 2006 - Sala del Silenzio, Sede Quartiere San Vitale, Bologna

LA GESTIONE DELLA SOSTA SU STRADA A BOLOGNA. 28 Febbraio 2006 - Sala del Silenzio, Sede Quartiere San Vitale, Bologna LA GESTIONE DELLA SOSTA SU STRADA A BOLOGNA 28 Febbraio 2006 - Sala del Silenzio, Sede Quartiere San Vitale, Bologna GLI APPROCCI A ROAD & PARK PRICING Strumenti di reperimento di risorse Strumenti di

Dettagli

AVM: Automatic Vehicle Monitoring, indicato anche come telelocalizzazione, è un sistema che consente di tracciare in tempo reale il movimento dei

AVM: Automatic Vehicle Monitoring, indicato anche come telelocalizzazione, è un sistema che consente di tracciare in tempo reale il movimento dei AVM: Automatic Vehicle Monitoring, indicato anche come telelocalizzazione, è un sistema che consente di tracciare in tempo reale il movimento dei mezzi del trasporto pubblico seguendo una rotta predefinita.

Dettagli