LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE"

Transcript

1 LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE CLAUDIO CON FLAVIA AMERINI CENTRO DIOCESANO DI PASTORALE DELLA FAMIGLIA Il Sinodo: famiglia ed evangelizzazione

2 Una "idea ingegnosa" Un ingegnosa idea di Papa Francesco. Così monsignor Vincenzo Paglia, presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia, ha definito l indizione del Sinodo straordinario sulla famiglia

3 Il Sinodo: famiglia ed evangelizzazione Nel tempo che stiamo vivendo l evidente crisi sociale e spirituale diventa una sfida pastorale, che interpella la missione evangelizzatrice della Chiesa per la famiglia, nucleo vitale della società e della comunità ecclesiale Proporre il Vangelo sulla famiglia in questo contesto risulta quanto mai urgente e necessario. L importanza del tema emerge dal fatto che il Santo Padre ha deciso di stabilire per il Sinodo dei Vescovi un itinerario di lavoro in due tappe.

4 Il Sinodo: famiglia ed evangelizzazione la prima, l Assemblea Generale Straordinaria del 2014, (5-19 ottobre) volta a precisare lo status quaestionis e a raccogliere testimonianze e proposte dei Vescovi per annunciare e vivere credibilmente il Vangelo per la famiglia; la seconda, l Assemblea Generale Ordinaria del 2015, per cercare linee operative per la pastorale della persona umana e della famiglia.

5 Le sfide Si profilano oggi problematiche inedite fino a pochi anni fa, dalla diffusione delle coppie di fatto, che non accedono al matrimonio e a volte ne escludono l idea, alle unioni fra persone dello stesso sesso, cui non di rado è consentita l adozione di figli. Fra le numerose nuove situazioni che richiedono l attenzione e l impegno pastorale della Chiesa basterà ricordare: matrimoni misti o inter-religiosi; famiglia monoparentale; poligamia; matrimoni combinati con la conseguente problematica della dote, a volte intesa come prezzo di acquisto della donna; sistema delle caste; cultura del non-impegno e della presupposta instabilità del vincolo; forme di femminismo ostile alla Chiesa; fenomeni migratori e riformulazione dell idea stessa di famiglia;

6 Le sfide pluralismo relativista nella concezione del matrimonio; influenza dei media sulla cultura popolare nella comprensione delle nozze e della vita familiare; tendenze di pensiero sottese a proposte legislative che svalutano la permanenza e la fedeltà del patto matrimoniale; diffondersi del fenomeno delle madri surrogate (utero in affitto); nuove interpretazioni dei diritti umani. Ma soprattutto in ambito più strettamente ecclesiale, indebolimento o abbandono della fede nella sacramentalità del matrimonio e nel potere terapeutico della penitenza sacramentale.

7 Questionario 1 - Sulla diffusione della Sacra Scrittura e del Magistero della Chiesa riguardante la famiglia 2 - Sul matrimonio secondo la legge naturale 3 - La pastorale della famiglia nel contesto dell evangelizzazione 4 - Sulla pastorale per far fronte ad alcune situazioni matrimoniali difficili 5 - Sulle unioni di persone della stesso sesso

8 Questionario 6 - Sull educazione dei figli in seno alle situazioni di matrimoni irregolari 7 - Sull apertura degli sposi alla vita 8 - Sul rapporto tra la famiglia e persona 9 - Altre sfide e proposte

9 . Sono stati contattati i vicari foranei per avere una diffusione più rapida, ai quali nella richiesta, abbiamo inviato direttamente il in formato word. Abbiamo partecipato ad incontri di U.P. Passaparola

10 Metodo di lavoro: per snellire il lavoro abbiamo chiesto di rinviarci via mail le risposte. Organizzazione di lavoro: Per consigli di U.P. Per gruppi di sposi Creando una piccola commissione singolarmente

11 Al centro ci sono stati inviati 12 questionari. Solo la parrocchia di Quistello, con d. Roberto e un gruppo di giovani coppie ha risposto a tutte le domande Altre parrocchie come Suzzara e Monzambano hanno risposto al 60/70 % delle domande Altri hanno risposto prendendo in esame sola 1 area tematica (preparazione al matrimonio) Alcuni hanno fatto una sintesi.

12 1 persona vedova, personalmente ha risposto solo al punto 9: Nel tra i tanti tipi di famiglia presi in considerazione, non viene menzionata la famiglia vedova, ignorando completamente una realtà purtroppo ben presente nella chiesa e che richiede la stessa attenzione riservata ad altre, se non altro perché Dio stesso invita a prendersi cura dell orfano e della vedova.

13 1 Sulla diffusione della Sacra Scrittura e del Magistero della Chiesa riguardante la famiglia Qual è la reale conoscenza degli insegnamenti della Bibbia, della Gaudium et Spes, della Familiaris Consortio e di altri documenti del Magistero postconcilare sul valore della famiglia secondo la Chiesa Cattolica? Come i nostri fedeli vengono formati alla vita familiare secondo l insegnamento della Chiesa? Gli insegnamenti della Bibbia, particolarmente le indicazioni morali, sono sicuramente conosciuti. Ma la conoscenza dei documenti è assai scarsa o nulla

14 Dove l insegnamento della Chiesa è conosciuto, è integralmente accettato? Si verificano difficoltà nel metterlo in pratica? Quali? L insegnamento della Chiesa non è integralmente accettato. Le difficoltà che si verificano nel metterlo in pratica sono molteplici, soprattutto perché ci si scontra con una società che esalta la materialità e nella quale la Chiesa non riesce a far conoscere il senso della propria dottrina, privilegiando, oggi come ieri, la comunicazione degli aspetti normativi e comportamentali. Tali aspetti, tuttavia, se privi del loro significato originale, appaiono come meri obblighi o proibizioni difficili da capire, accettare e mettere in pratica.

15 Dove l insegnamento della Chiesa è conosciuto, è integralmente accettato? Si verificano difficoltà nel metterlo in pratica? Quali? Ci sono,poi, nella quotidianità, zone grigie in cui è molto difficile distinguere tra ciò che giusto e ciò che è sbagliato. Per esempio, come si deve comportare una donna che sa che, se aspetta un bambino, potrebbe perdere il posto di lavoro? E, dall altra parte, come si deve comportare un datore di lavoro che vede una eventuale maternità come un aggravio di spesa, magari in una situazione già difficile di crisi economica? Quale insegnamento seguire quando principi e necessità collidono?

16 Come l insegnamento della Chiesa viene diffuso nel contesto dei programmi pastorali a livello nazionale, diocesano e parrocchiale? Quale catechesi si fa sulla famiglia? Ci sono pochissimi momenti in cui poter diffondere l insegnamento della Chiesa: talvolta durante l omelia, e poi basta. Per la catechesi della famiglia risultano efficaci i gruppi famiglia, che però seguono le dinamiche tipiche dei gruppi, e sono quindi spesso ristretti e difficilmente si susseguono con continuità all interno della parrocchia. Si possono formare con più facilità piccoli gruppi in relazione ad eventi singoli, come, per esempio, in occasione del Sinodo mantovano.

17 In quale misura e in particolari su quali aspetti tale insegnamento è realmente conosciuto, accettato, rifiutato e/o criticato in ambienti extra ecclesiali? Quali sono i fattori culturali che ostacolano la piena ricezione dell insegnamento della Chiesa sulla famiglia? L insegnamento è conosciuto ma, soprattutto per quanto riguarda argomenti quali i rapporti pre-matrimoniali, l uso di anticoncezionali o la convivenza, viene criticato, rifiutato o considerato antiquato. I fattori culturali sono molteplici: il relativismo culturale in cui siamo immersi; una società laica in cui anche le leggi dello Stato hanno una loro incidenza sul modo di pensare; gli scandali sessuali che, pur essendo minoritari, sono stati molto evidenziati dai mezzi di comunicazione e hanno minato la credibilità degli ambienti ecclesiastici

18 2 Sul matrimonio secondo la legge naturale Quale posto occupa il concetto di legge naturale nella cultura civile, sia a livello istituzionale, educativo e accademico, sia a livello popolare? Quali visioni dell antropologia sono sottese a questo dibattito sul fondamento naturale della famiglia? Tale concetto non viene riconosciuto né a livello scientifico né istituzionale (Aborto, Eutanasia). Il problema verte sulla risposta da dare alla domanda: cosa è naturale? Cosa è innaturale? Oggi non si considera la natura in senso astratto e in generale: esiste l uomo concreto, non la natura umana. Così è considerato naturale ciò che ognuno avverte come tendenza propria dentro di sé. Sarebbe innaturale contraddirla. Il caso più eclatante potrebbe essere il punto di vista sull omosessualità. In ambienti meno acculturati o più provinciali il sentire comune vede la famiglia come naturale quando si tratta dell unione tra uomo e donna, anche perché orientato alla procreazione. Mentre in ambienti culturalmente più sviluppati o cittadini, tale differenza sembra non essere avvertita o addirittura superata. Si ritiene normale usare lo stesso termine famiglia anche per unioni tra persone dello stesso sesso.

19 Il concetto di legge naturale in relazione all unione tra l uomo e la donna è comunemente accettato in quanto tale da parte dei battezzati in generale? Il concetto di legge naturale in relazione all unione tra l uomo e la donna è comunemente accettato in quanto tale da parte dei battezzati che si accostano ai sacramenti e partecipano alle attività della parrocchia, diverso è il discorso per i battezzati non praticanti, che sembrano più aperti ad altre interpretazioni. Come viene contestata nella prassi e nella teoria la legge naturale sull unione tra l uomo e la donna in vista della formazione di una famiglia? Come viene proposta e approfondita negli organismi civili ed ecclesiali? Si contesta l idea di fondo che l unica unione naturale sia quella tra uomo e donna. Si ritiene che non ci sia nulla di innaturale nell amore tra persone dello stesso sesso e quindi non ci possano essere divieti alla possibilità di formare una famiglia

20 Se richiedono la celebrazione del matrimonio battezzati non praticanti o che si dichiarino non credenti, come affrontare le sfide pastorali che ne conseguono? Si dovrebbe privilegiare l apertura a tutti, accompagnata da una educazione che favorisca la conoscenza e il maturare di scelte consapevoli.

21 3 La pastorale della famiglia nel contesto dell evangelizzazione Quali sono le esperienze nate negli ultimi decenni in ordine alla preparazione al matrimonio? Come si è cercato di stimolare il compito di evangelizzazione degli sposi e della famiglia? Come promuovere la coscienza della famiglia come Chiesa domestica? Le uniche esperienze fatte in merito sono i corsi di preparazione al matrimonio, la cui efficacia dipende, in parte, dalla motivazione personale di chi si avvicina al sacramento ma anche dalla struttura stessa dei corsi, che si presentano a volte più come un ripasso del catechismo che non come una preparazione al senso del matrimonio.

22 Si è riusciti a proporre stili di preghiera in famiglia che riescano a resistere alla complessità della vita e della cultura attuale? Poco o per niente. Chi è abituato a pregare continua anche dopo il matrimonio, ma è assai raro che all interno della coppia si preghi insieme perché lo si ritiene imbarazzante.

23 Nell attuale situazione di crisi tra le generazioni, come le famiglie cristiane hanno saputo realizzare la propria vocazione di trasmissione della fede? Resiste la tradizione di mandare i bambini al catechismo, a cui viene delegata la trasmissione della fede. Ma all interno della famiglia, nella stragrande maggioranza, non si parla di fede e questo lo si nota perché molti bambini iniziano il catechismo completamente digiuni di qualunque conoscenza di base. D altra parte, anche le famiglie che testimoniano la propria fede sono in difficoltà con figli che non sembrano voler seguire il loro esempio o lo rifiutano. L unica scelta possibile è continuare a dare loro un esempio, sperando che, nel tempo, questo dia buoni frutti. Nell attuale situazione di crisi, poi, anche una coppia che, semplicemente, continua a rimanere unita è una testimonianza di fede.

24 In che modo le Chiese locali e i movimenti di spiritualità familiare hanno saputo creare percorsi esemplari? Qual è l apporto specifico che coppie e famiglie sono riuscite a dare in ordine alla diffusione di una visione integrale della coppia e della famiglia cristiana credibile oggi? Quale attenzione pastorale la Chiesa ha mostrato per sostenere il cammino delle coppie in formazione e delle coppie in crisi? Attraverso coppie sposate che hanno seguito corsi organizzati dalla diocesi e hanno a loro volta coordinato o guidato gruppi di famiglie all interno della parrocchia.

25 Sulla pastorale per far fronte ad alcune situazioni matrimoniali difficili La convivenza ad experimentum è una realtà pastorale rilevante nella Chiesa particolare? In quale percentuale si potrebbe stimare numericamente? Dai dati degli ultimi 3 corsi pre matrimoniali organizzati in parrocchia risulta che il 90% delle coppie chiedevano il matrimonio religioso era già convivente. Esistono unioni libere di fatto, senza riconoscimento né religioso né civile? Vi sono dati statistici affidabili? Sono una realtà che sta diventando prevalente. Non esistono dati.

26 4- I separati e i divorziati risposati sono una realtà pastorale rilevante nella Chiesa particolare? In quale percentuale si potrebbe stimare numericamente? Come si fa fronte a questa realtà attraverso programmi pastorali adatti? Sono una realtà rilevante. Non ci sono dati certi. Non esistono programmi pastorali ad hoc In tutti questi casi: come vivono i battezzati la loro irregolarità? Ne sono consapevoli? Manifestano semplicemente indifferenza? Si sentono emarginati e vivono con sofferenza l impossibilità di ricevere i sacramenti? La sofferenza dipende dal grado di consapevolezza con cui hanno accettato il principio sacramentale dell indissolubilità del matrimonio e dalla pratica religiosa precedente la situazione irregolare

27 Quali sono le richieste che le persone divorziate e risposate rivolgono alla Chiesa a proposito dei sacramenti dell Eucaristia e della Riconciliazione? Tra le persone che si trovano in queste situazioni, quante chiedono questi sacramenti? Molti si adattano con fatica a questa disciplina sacramentale e spesso la considerano discriminante nei loro confronti, è invece, più accomodante verso situazioni peccaminose ritenute più gravi. A chiedere per sé questi sacramenti sono le persone religiosamente più sensibili

28 Lo snellimento della prassi canonica in ordine al riconoscimento della dichiarazione di nullità del vincolo matrimoniale potrebbe offrire un reale contributo positivo alla soluzione delle problematiche delle persone coinvolte? Se sì, in quali forme? Lo snellimento potrebbe essere un contributo positivo. In tal senso potrebbe essere d aiuto concedere maggiore credibilità alle dichiarazioni personali senza essere vincolati alla necessità di portare delle testimonianze che spesso non si è in grado di produrre.

29 Esiste una pastorale per venire incontro a questi casi? Come si svolge tale attività pastorale? Esistono programmi al riguardo a livello nazionale e diocesano? Come viene annunciata a separati e divorziati risposati la misericordia di Dio e come viene messo in atto il sostegno della Chiesa al loro cammino di fede Non esiste una pastorale specifica. Vanno esortati a continuare nel cammino della fede e credere nella misericordia di Dio

30 5 Sulle unioni di persone della stesso sesso Esiste nel vostro paese una legge civile di riconoscimento delle unioni di persone dello stesso sesso equiparate in qualche modo al matrimonio? No Quale è l atteggiamento delle Chiese particolari e locali sia di fronte allo Stato civile promotore di unioni civili tra persone dello stesso sesso, sia di fronte alle persone coinvolte in questo tipo di unione Non ci sono esperienze in tal senso Quale attenzione pastorale è possibile avere nei confronti delle persone che hanno scelto di vivere secondo questo tipo di unioni? Va evitato e combattuto il pregiudizio e vanno esortati a continuare nel cammino della fede e credere nella misericordia di Dio al di là della partecipazione ai sacramenti Nel caso di unioni di persone dello stesso sesso che abbiano adottato bambini come comportarsi pastoralmente in vista della trasmissione della fede? Non ci sono esperienze in tal senso

31 6 Sull educazione dei figli in seno alle situazioni di matrimoni irregolari Qual è in questi casi la proporzione stimata di bambini e adolescenti in relazione ai bambini nati e cresciuti in famiglie regolarmente costituite? 50% circa Con quale atteggiamento i genitori si rivolgono alla Chiesa? Che cosa chiedono? Solo i sacramenti o anche la catechesi e l insegnamento in generale della religione? Non solo i sacramenti, ma anche la catechesi e l insegnamento religioso in generale Come le Chiese particolari vanno incontro alla necessità dei genitori di questi bambini di offrire un educazione cristiana ai propri figli? Come si svolge la pratica sacramentale in questi casi: la preparazione, l amministrazione del sacramento e l accompagnamento? Secondo le stesse modalità che vengono proposte ai figli nati da matrimoni regolari

32 7 Sull apertura degli sposi alla vita Qual è la reale conoscenza che i cristiani hanno della dottrina della Humanae vitae sulla paternità responsabile? Quale coscienza si ha della valutazione morale dei differenti metodi di regolazione delle nascite? Quali approfondimenti potrebbero essere suggeriti in materia dal punto di vista pastorale? È accettata tale dottrina morale? Quali sono gli aspetti più problematici che rendono difficoltosa l accettazione nella grande maggioranza delle coppie? Quali metodi naturali vengono promossi da parte delle Chiese particolari per aiutare i coniugi a mettere in pratica la dottrina dell Humanae vitae? La dottrina morale è conosciuta ma si ritiene che i metodi naturali non siano efficaci. Si dovrebbero far conoscere meglio, anche nei corsi pre-matrimoniali, per combattere tale pregiudizio, soprattutto attraverso la testimonianza di coppie sposate e formate in tal senso

33 Qual è l esperienza riguardo a questo tema nella prassi del sacramento della penitenza e nella partecipazione all eucaristia? Il tema non viene avvertito come peccato o comunque considerato poco rilevante: di fatto di questo non ci si confessa quasi mai Quali contrasti si evidenziano tra la dottrina della Chiesa e l educazione civile al riguardo? L educazione civile promuove l utilizzo del preservativo anche per evitare la trasmissione di malattie infettive e salvaguardare la salute delle persone. L aspetto etico dei metodi naturali non è ritenuto rilevante Come promuovere una mentalità maggiormente aperta alla natalità? Come favorire la crescita delle nascite? Anche attraverso politiche sociali di sostegno alla famiglia. E una continua educazione alla paternità e maternità responsabile e consapevole.

34 8 Sul rapporto tra la famiglia e persona Gesù Cristo rivela il mistero e la vocazione dell uomo: la famiglia è un luogo privilegiato perché questo avvenga? Dovrebbe esserlo, ma nella realtà si rivela spesso fallimentare Quali situazioni critiche della famiglia nel mondo odierno possono diventare un ostacolo all incontro della persona con Cristo? Tutte quelle che ne determinano il disfacimento In quale misura le crisi di fede che le persone possono attraversare incidono nella vita familiare? Dipende dalle situazioni particolari. Nelle famiglie con solida formazione spirituale, le eventuali crisi di fede personale vengono supportate spesso in modo efficace. Nelle famiglie già in crisi, per i motivi più diversi, le difficoltà di fede non trovano supporto e aggravano il quadro generale

35 9 Altre sfide e proposte Vorremmo tornare sul argomento delle nascite per porre l attenzione anche sulle problematiche morali che scaturiscono a seguito di percorsi attivati dalla coppia per giungere a procreare tramite la seminazione artificiale. A volte la coppia vive una vera e propria crisi di identità nel non poter avere figli; a volte è traumatica la sofferenza che si insinua all interno della coppia che non accetta la non fertilità.

36 Conclusioni A mo di conclusione, non diciamo molto elaborata, propongo tre indicazioni specifiche per il matrimonio e la famiglia: Proposta vocazionale. Una prima prospettiva si collega con l inserimento del matrimonio e della famiglia nel mistero di Cristo e nel mistero della Chiesa Una pastorale giovanile. Il tema della famiglia come vocazione, potrebbe essere sviluppato a una particolare condizione del giovane: egli è ancora legato alla famiglia, agli amici della stessa terra, cioè le strutture fondamentali e stabili della vita umana; ma già si apre con un intenso interesse agli aspetti mobili e settoriali della vita

37 Conclusioni Il dialogo con l uomo. Va deplorato il ritardo con cui l attuale società adulta inserisce i giovani nel lavoro e nelle responsabilità dirette; ma non va sottovalutata la preziosità di un periodo di preparazione, di educazione, di formazione. Qui può inserirsi la scelta della chiesa locale, valorizzando soprattutto la forza educativa del Vangelo, allenando le coscienze al rigore etico, animando le iniziative della società civile, educando a ricavare dal Vangelo una visione di famiglia che può offrire molti punti in comune per un dialogo ostruttivo con altre persone che hanno matrici e ideali diversi. C è una parola che può raccogliere in unità le nostre osservazioni, a titolo di abbozzo, di provocazione? Penso che questa parola possa essere contenuta nella parola speranza. Segnalo come punto di riferimento, sia come contenuto e come metodo, il quarto Convegno Ecclesiale Nazionale di Verona, ottobre 2006, Una speranza per l Italia.

38 Il frutto della collegialità Presentata e votata, numero per numero, la Relatio Synodi. Un documento inclusivo dove è il consenso, in alcuni casi minore, in altri maggiore, a spiccare. Ogni numero del documento è stato votato dai 183 padri sinodali presenti alla XV Congregazione generale di sabato e in tre casi la maggioranza qualificata di due terzi non è stata raggiunta.

39 Il frutto della collegialità Si tratta in particolare dei numeri 52 (comunione ai divorziati risposati), 53 (concetto di comunione spirituale) e 55 (persone omosessuali).

40 Con fatica e passione Continua il lavoro sulle indicazioni sinodali Il prossimo gennaio il Pontificio Consiglio organizzerà un grande convegno internazionale con tutte le realtà dell associazionismo familiare, per valutare insieme i frutti del Sinodo straordinario e continuare il cammino di riflessione verso la sessione ordinaria dell ottobre 2015.

41 Camminare insieme Sua Santità, nel discorso conclusivo al Sinodo, ha espresso grande soddisfazione per il confronto attento e sincero svoltosi durante i loro lavori tra i padri sinodali

42 Camminare insieme «Potrei dire serenamente che con uno spirito di collegialità e di sinodalità abbiamo vissuto davvero un'esperienza di "Sinodo", un percorso solidale, un "cammino insieme"». Quello del Sinodo è stato «un cammino dove il più forte si è sentito in dovere di aiutare il meno forte, dove il più esperto si è prestato a servire gli altri, anche attraverso i confronti. E poiché essendo un cammino di uomini, con le consolazioni ci sono stati anche altri momenti di desolazione, di tensione e di tentazioni». Ma queste ultime, ha ricordato il Papa, «non ci devono né spaventare né sconcertare e nemmeno scoraggiare, perché nessun discepolo è più grande del suo maestro.

43 Ripartire dalla famiglia Il Circolo Italico C, in particolare, ha voluto sottolinerare la necessità di «ripartire dalla famiglia: essa infatti è scuola di umanità, perché scuola di amore nella vita e nella crescita della persona, grazie alle relazioni che il matrimonio richiede fra i coniugi e fra genitori e figli. E scuola di socialità, perché sostiene la persona nello sviluppo delle sue capacità al servizio della società. E grembo di vita ecclesiale, che educa a vivere nella comunione della Chiesa e ad essere protagonisti attivi in essa. E infine scuola di santificazione, in cui si esercita e si alimenta il cammino di santità dei coniugi e dei figli, deve essere un vivaio speciale di vocazioni alla vita sacerdotale e consacrata. Per queste ragioni la Chiesa annuncia il valore e la bellezza della famiglia e con ciò rende un servizio decisivo a un mondo che implora di essere rischiarato dalla luce della speranza».

44 GRAZIE

CONVOCAZIONE STRAORDINARIA DEL CONSIGLIO PASTORALE 12 dicembre 2013

CONVOCAZIONE STRAORDINARIA DEL CONSIGLIO PASTORALE 12 dicembre 2013 Nei giorni 5 e 12 dicembre 2013 è stato convocato il Consiglio Pastorale della Comunità per riflettere sul questionario proposto quale strumento di lavoro per il Sinodo Straordinario sulla Famiglia indetto

Dettagli

S I N O D O D E I V E S C O V I III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE

S I N O D O D E I V E S C O V I III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE S I N O D O D E I V E S C O V I III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE III - Questionario Le seguenti domande permettono alle Chiese particolari

Dettagli

Ai parroci chiediamo di non pubblicare questa bozza di risposta. Grazie del vostro contributo.

Ai parroci chiediamo di non pubblicare questa bozza di risposta. Grazie del vostro contributo. BOZZA DI RISPOSTE AL QUESTIONARIO SULLA FAMIGLIA PER IL CONFRONTO NELLE PARROCCHIE IN VISTA DELLA STESURA DEFINITIVA DEL CONTRIBUTO DELLA DIOCESI DI REGGIO EMILIA Anche la Chiesa di Reggio Emilia-Guastalla

Dettagli

Piazza Matteotti, 22-50013 Campi Bisenzio Parrocchia info@pievedicampi.it - 055.892868

Piazza Matteotti, 22-50013 Campi Bisenzio Parrocchia info@pievedicampi.it - 055.892868 Contributo al documento preparatorio per il Sinodo straordinario dei Vescovi Parrocchia S. Stefano a Campi SINODO DEI VESCOVI III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL

Dettagli

Sintesi e prospettive. L insegnamento della religione una risorsa per l Europa

Sintesi e prospettive. L insegnamento della religione una risorsa per l Europa DOCUMENTO FINALE Sintesi e prospettive L insegnamento della religione una risorsa per l Europa Introduzione La Chiesa cattolica d Europa avverte l esigenza di conoscere meglio e riflettere sulle molteplici

Dettagli

ARCIDIOCESI AMALFI CAVA DE TIRRENI QUESTIONARIO. in preparazione al SINODO DEI VESCOVI III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA

ARCIDIOCESI AMALFI CAVA DE TIRRENI QUESTIONARIO. in preparazione al SINODO DEI VESCOVI III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA ARCIDIOCESI AMALFI CAVA DE TIRRENI QUESTIONARIO in preparazione al SINODO DEI VESCOVI III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA Le sfide pastorali sulla famiglia nel contesto dell evangelizzazione (Vaticano,

Dettagli

DECANATO ROMANA VITTORIA MILANO SINTESI ORGANICA

DECANATO ROMANA VITTORIA MILANO SINTESI ORGANICA DECANATO ROMANA VITTORIA MILANO SINTESI ORGANICA Premessa Le pagine seguenti, scritte a più mani, offrono una sintesi ragionata e condivisa dalla Commissione decanale di pastorale familiare che ha cercato

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

SINODO DEI VESCOVI III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE. Documento preparatorio

SINODO DEI VESCOVI III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE. Documento preparatorio SINODO DEI VESCOVI III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE Documento preparatorio Città del Vaticano 2013 I Il Sinodo: famiglia ed evangelizzazione

Dettagli

Questionario per la preparazione del Sinodo ordinario sulla famiglia

Questionario per la preparazione del Sinodo ordinario sulla famiglia Diocesi di Reggio Emilia Guastalla Questionario per la preparazione del Sinodo ordinario sulla famiglia Premessa Dal 4 al 25 Ottobre 2015 avrà luogo la XIV Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi

Dettagli

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Orientamenti pastorali per il triennio 2016/2019 Che cosa ci chiede oggi il Signore? Che cosa chiede alla chiesa pistoiese?

Dettagli

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO Struttura in 3 sezioni: 1. Il Cuore dell oratorio Le idee sintetiche che definiscono in termini essenziali e vitali

Dettagli

QUESTIONARIO SULLA FAMIGLIA

QUESTIONARIO SULLA FAMIGLIA ARCIDIOCESI DI FERMO QUESTIONARIO SULLA FAMIGLIA 1. Sulla diffusione della Sacra Scrittura e del Magistero della Chiesa riguardante la famiglia. a) Qual è la reale conoscenza degli insegnamenti della Bibbia,

Dettagli

Diocesi di Aosta - 7 gennaio 2014 QUESTIONARIO DEL DOCUMENTO PREPARATORIO DELLA III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA DEL SINODO DEI VESCOVI

Diocesi di Aosta - 7 gennaio 2014 QUESTIONARIO DEL DOCUMENTO PREPARATORIO DELLA III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA DEL SINODO DEI VESCOVI Diocesi di Aosta - 7 gennaio 2014 QUESTIONARIO DEL DOCUMENTO PREPARATORIO DELLA III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA DEL SINODO DEI VESCOVI 1 - Sulla diffusione della Sacra Scrittura e del Magistero della

Dettagli

La Santa Sede PAPA FRANCESCO STATUTO DEL DICASTERO PER I LAICI, LA FAMIGLIA E LA VITA

La Santa Sede PAPA FRANCESCO STATUTO DEL DICASTERO PER I LAICI, LA FAMIGLIA E LA VITA La Santa Sede PAPA FRANCESCO STATUTO DEL DICASTERO PER I LAICI, LA FAMIGLIA E LA VITA Art 1 Il Dicastero è competente in quelle materie che sono di pertinenza della Sede Apostolica per la promozione della

Dettagli

Il matrimonio cristiano. chi si sposa in chiesa sa quello che fa?

Il matrimonio cristiano. chi si sposa in chiesa sa quello che fa? Il matrimonio cristiano chi si sposa in chiesa sa quello che fa? Antonio Tavilla IL MATRIMONIO CRISTIANO chi si sposa in chiesa sa quello che fa? religione e spiritualità www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE

LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE S I N O D O D E I V E S C O V I III A S S E M B L E A G E N E R A L E S T R A O R D I N A R I A LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE DOCUMENTO PREPARATORIO CITTA DEL VATICANO

Dettagli

Unità Pastorale Madonna della Neve

Unità Pastorale Madonna della Neve Unità Pastorale Madonna della Neve Parrocchie: Castellazzo, Gavasseto, Marmirolo, Masone, Roncadella e Sabbione (Diocesi di Reggio Emilia Guastalla) Sinodo mondiale dei Vescovi 2014-2015 2015 Per aiutarci

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO. Ente Morale

PROGETTO EDUCATIVO. Ente Morale PROGETTO EDUCATIVO Scuola per l infanzia ASILO INFANTILE Suor Tarcisia PONCHIA Religiosa educatrice direttrice Presente nella scuola per 65 anni Scuola paritaria depubblicizzata Ente Morale con amministrazione

Dettagli

Parrocchia S.Michele Arcangelo Cattedrale. Piazza Duomo 1-81100 Caserta. Tel.Fax 0823/322493. Sito web: www.parrocchiacattedralecasrta.

Parrocchia S.Michele Arcangelo Cattedrale. Piazza Duomo 1-81100 Caserta. Tel.Fax 0823/322493. Sito web: www.parrocchiacattedralecasrta. Parrocchia S.Michele Arcangelo Cattedrale Piazza Duomo 1-81100 Caserta Tel.Fax 0823/322493 Sito web: www.parrocchiacattedralecasrta.org Pastorale Familiare Sito web. : www.famigliadifamiglie.it e-mail

Dettagli

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 FINALITA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI Acquisire atteggiamenti di stima e sicurezza di se e degli altri Scoprire attraverso i racconti

Dettagli

Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998)

Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998) Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998) Senigallia, 6 gennaio 1998 Solennità dell Epifania Ai Parroci Ai Rettori di Chiese Ai Religiosi A tutti i Sacerdoti Oggetto: Celebrazione del Matrimonio Cari

Dettagli

Vicariato Sant Angelo Formazione catechisti 1 incontro

Vicariato Sant Angelo Formazione catechisti 1 incontro Vicariato Sant Angelo Formazione catechisti 1 incontro Signore Gesù, tu ci inviti ad essere germe fecondo di nuovi figli per la tua Chiesa. Fa che possiamo diventare ascoltatori attenti della tua Parola

Dettagli

LINEAMENTA. Domande per la recezione e l approfondimento della Relatio Synodi

LINEAMENTA. Domande per la recezione e l approfondimento della Relatio Synodi SINODO DEI VESCOVI XIV ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA La vocazione e la missione della famiglia nella Chiesa e nel mondo contemporaneo LINEAMENTA Città del Vaticano 2014 Domande per la recezione e l approfondimento

Dettagli

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio La Chiesa ha bisogno di santi, lo sappiamo, ma essa ha bisogno anche di artisti bravi e capaci; gli uni e gli altri, santi e artisti, sono testimoni dello spirito vivente in Cristo. PAOLO VI Lettera ai

Dettagli

I nuovi progetti. Il Pozzo di Sicar Per favorire la partecipazione degli immigrati alla vita delle nostre comunità

I nuovi progetti. Il Pozzo di Sicar Per favorire la partecipazione degli immigrati alla vita delle nostre comunità I nuovi progetti Il Pozzo di Sicar Per favorire la partecipazione degli immigrati alla vita delle nostre comunità Idea di fondo «Il tema dello sviluppo coincide con quello dell inclusione relazionale di

Dettagli

1 - Sulla diffusione della Sacra Scrittura e del Magistero della Chiesa riguardante la famiglia

1 - Sulla diffusione della Sacra Scrittura e del Magistero della Chiesa riguardante la famiglia Montanaso Lombardo,6 Gennaio 2014 Alla cortese attenzione di Mons. Lorenzo BALDISSERI segretario generale del sinodo dei vescovi c/o Segreteria del sinodo dei vescovi via della conciliazione 34-00120 Città

Dettagli

Le domande per il Sinodo sulla famiglia del 2015

Le domande per il Sinodo sulla famiglia del 2015 Le domande per il Sinodo sulla famiglia del 2015 La vocazione e la missione della famiglia nella Chiesa e nel mondo Al termine della III Assemblea Generale Straordinaria del Sinodo dei Vescovi su Le sfide

Dettagli

UFFICIO FAMIGLIA CONSULTA NAZIONALE DI PASTORALE FAMILIARE CEI

UFFICIO FAMIGLIA CONSULTA NAZIONALE DI PASTORALE FAMILIARE CEI UFFICIO FAMIGLIA CONSULTA NAZIONALE DI PASTORALE FAMILIARE CEI Roma, 13-14 settembre 2008 Nei giorni 13-14 settembre 2008 si è svolta, presso l Hotel CASCINA PALACE, in Via Attilio Benigni, 7 - Roma, la

Dettagli

Parrocchia di san Romolo a Bivigliano (diocesi di Firenze) Risposte al questionario sul Sinodo straordinario sulla famiglia

Parrocchia di san Romolo a Bivigliano (diocesi di Firenze) Risposte al questionario sul Sinodo straordinario sulla famiglia Parrocchia di san Romolo a Bivigliano (diocesi di Firenze) Risposte al questionario sul Sinodo straordinario sulla famiglia Queste risposte al questionario preparatorio per il Sinodo straordinario sulla

Dettagli

TESTO DELLA RELATIO SYNODI PRIMA PARTE L ascolto: il contesto e le sfide sulla famiglia. PRIMA PARTE L ascolto: il contesto e le sfide sulla famiglia

TESTO DELLA RELATIO SYNODI PRIMA PARTE L ascolto: il contesto e le sfide sulla famiglia. PRIMA PARTE L ascolto: il contesto e le sfide sulla famiglia 1. Domande per le Comunità parrocchiali (parroci/sacerdoti, commissione parr., gruppi famiglie, consiglio pastorale, ecc.): 3, 6, 7-11, 12, 21, 22, 28, 29, 30, 46 TESTO DELLA RELATIO SYNODI PRIMA PARTE

Dettagli

٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità

٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità ٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità Dallo statuto leggiamo: Art. 1 L AMI è composta da laici, diaconi, presbiteri che docili all azione dello Spirito Santo intendono vivere una medesima vocazione

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

ISTITUTO MAGISTRALE GUACCI. INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA Piano di Studio. Classe 2 sez B Liceo Linguistico Anno scolastico 2015/2016

ISTITUTO MAGISTRALE GUACCI. INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA Piano di Studio. Classe 2 sez B Liceo Linguistico Anno scolastico 2015/2016 ISTITUTO MAGISTRALE GUACCI INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA Piano di Studio Classe 2 sez B Liceo Linguistico Anno scolastico 2015/2016 PROFILO GENERALE L insegnamento della religione cattolica (IRC)

Dettagli

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Istituto Comprensivo G Pascoli - Gozzano Anno scolastico 2013/2014 Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Obiettivi di apprendimento al termine della classe terza della scuola

Dettagli

PASTORALE DEI PELLEGRINAGGI. UFFICIO DIOCESANO PELLEGRINAGGI «In cammino per conoscere Gesù e la Chiesa nella nostra vita»

PASTORALE DEI PELLEGRINAGGI. UFFICIO DIOCESANO PELLEGRINAGGI «In cammino per conoscere Gesù e la Chiesa nella nostra vita» PASTORALE DEI PELLEGRINAGGI PASTORALE DEI PELLEGRINAGGI UFFICIO DIOCESANO PELLEGRINAGGI «In cammino per conoscere Gesù e la Chiesa nella nostra vita» IL PELLEGRINAGGIO Il pellegrinaggio metafora della

Dettagli

Curricolo verticale di Religione Cattolica

Curricolo verticale di Religione Cattolica Curricolo verticale di Religione Cattolica Classe Prima Primaria Indicatori Obiettivi di apprendimento 1. DIO E L UOMO 2. LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI 3. IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 1.1 Scoprire che la vita,

Dettagli

CELEBRARE O ESSERE SACRAMENTO DELLE NOZZE? Incontro diocesano dei percorsi di preparazione al matrimonio cristiano. (Marco e Cristina Bazzani)

CELEBRARE O ESSERE SACRAMENTO DELLE NOZZE? Incontro diocesano dei percorsi di preparazione al matrimonio cristiano. (Marco e Cristina Bazzani) CELEBRARE O ESSERE SACRAMENTO DELLE NOZZE? Incontro diocesano dei percorsi di preparazione al matrimonio cristiano. (Marco e Cristina Bazzani) IL SACRAMENTO DELL AMORE EUCARESTIA Nell Eucarestia il segno

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli

Disciplina d interesse:diritto Canonico e Diritto Ecclesiastico

Disciplina d interesse:diritto Canonico e Diritto Ecclesiastico Università per Stranieri Dante Alighieri FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA SOCIETÀ E DELLA FORMAZIONE D'AREA MEDITERRANEA Corso di laurea per «Operatori pluridisciplinari e interculturali d'area mediterranea» Via

Dettagli

S I N O D O D E I V E S C O V I

S I N O D O D E I V E S C O V I S I N O D O D E I V E S C O V I III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE RISPOSTE AL QUESTIONARIO Le risposte che seguono sono formulate

Dettagli

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI VIVERE CON E PER CRISTO Evangelizzare significa: Convertire Portare

Dettagli

22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI

22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI 22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI Parrocchia dei Santi Faustino e Giovita GRUPPO BETLEMME ICFR Primo anno Il percorso del primo anno offre ai genitori la possibilità di scoprire o riscoprire la bellezza

Dettagli

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE VENITE ALLA FESTA Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE DOPO LA SETTIMANA DELLA CHIESA MANTOVANA Alle comunità parrocchiali, alle associazioni, ai movimenti e gruppi, ai presbiteri e diaconi,

Dettagli

Diocesi di Savona Noli Ufficio Pastorale per i Problemi Sociali e il Lavoro Giustizia e Pace Salvaguardia del Creato

Diocesi di Savona Noli Ufficio Pastorale per i Problemi Sociali e il Lavoro Giustizia e Pace Salvaguardia del Creato Diocesi di Savona Noli Ufficio Pastorale per i Problemi Sociali e il Lavoro Giustizia e Pace Salvaguardia del Creato 30/11/2014 1 IL DISCERNIMENTO Adattamento de Il discernimento. Una comunità cristiana

Dettagli

Schema del cammino GG e giovani

Schema del cammino GG e giovani Schema del cammino GG e giovani Professione di fede GIOVANISSIMI La dignità della persona umana La vocazione cristiana Una chiesa di discepoli GIOVANI Una chiesa di inviati Prima, seconda e terza superiore

Dettagli

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993 La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II Domenica, 6 giugno 1993 1. Che il Signore cammini in mezzo a noi (Es 34, 9). Così prega Mosè, presentandosi

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE. -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre

CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE. -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE -Scoprire un mondo intorno a sé; un dono stupendo il creato -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre -L alunno/a sa: -riflettere su Dio

Dettagli

www.korazym.org - Le anticipazioni con foto della puntata 140 di vatican Service News

www.korazym.org - Le anticipazioni con foto della puntata 140 di <i>vatican Service News</i> Pagina 4 Angelus dell Acr con il papa in Vaticano, i Messaggi pontifici per la Giornata Mondiale del Malato e la Giornata Mondiale della Comunicazioni Sociali, l AdunanzA Eucaristica a Catanzaro, una giovane

Dettagli

Oratorio, passione educativa e talenti. Siena, 19 gennaio 2013

Oratorio, passione educativa e talenti. Siena, 19 gennaio 2013 + Oratorio, passione educativa e talenti Siena, 19 gennaio 2013 I suoi strumenti e il suo linguaggio sono quelli dell esperienza quotidiana dei più giovani: aggregazione, sport, musica, teatro, gioco,

Dettagli

STATUTO AZIONE CATTOLICA

STATUTO AZIONE CATTOLICA STATUTO AZIONE CATTOLICA 1. L Azione Cattolica Italiana è una Associazione di laici che si impegnano liberamente, in forma comunitaria ed organica ed in diretta collaborazione con la Gerarchia, per la

Dettagli

P.E.I. Progetto Educativo dell Istituto

P.E.I. Progetto Educativo dell Istituto P.E.I. Progetto Educativo dell Istituto 1.Premessa La Scuola cattolica privilegia la promozione integrale della persona, adempie ad una funzione educativa e didattica ed è chiamata ad assolvere un compito

Dettagli

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA Che cos è l iniziazione cristiana? È l introduzione e l accompagnamento di ogni persona all incontro personale con Cristo all

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA Per sviluppare una competenza di area occorre in primo luogo promuovere l acquisizione delle relative conoscenze e abilità in modo che esse

Dettagli

UNA COMUNITÁ EDUCANTE E

UNA COMUNITÁ EDUCANTE E PREMESSA Con questo scritto introduciamo in Parrocchia, una nuova tradizione: consegnare a tutta la nostra Comunità, le linee di pastorale che ci impegneranno durante il prossimo anno. Esse ricalcano e

Dettagli

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità IN PREGHIERA PER TUTTE LE FAMIGLIE NELLA FESTA DELLA SANTA

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe prima della scuola primaria...2 CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe seconda della scuola primaria...4

Dettagli

COME ACCOMPAGNARE I RAGAZZI ED I GIOVANI NELL EDUCAZIONE AFFETTIVA ED AL MATRIMONIO

COME ACCOMPAGNARE I RAGAZZI ED I GIOVANI NELL EDUCAZIONE AFFETTIVA ED AL MATRIMONIO COME ACCOMPAGNARE I RAGAZZI ED I GIOVANI NELL EDUCAZIONE AFFETTIVA ED AL MATRIMONIO Premessa: Dalla ricerca La preparazione dei fidanzati al matrimonio ed alla famiglia oggi in Italia, commissionata dalla

Dettagli

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica Carissimi Genitori, il nuovo Anno Catechistico segna

Dettagli

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Il sacramento del Matrimonio

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Il sacramento del Matrimonio ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014 Il sacramento del Matrimonio 4 IL SACRAMENTO DEL MATRIMONIO "Vivere il matrimonio come sacramento richiede alcuni impegni che voglio mantenere: la fedeltà,

Dettagli

PARROCCHIA SAN BASILIO E SAN DOMENICO REGALBUTO. Per riflettere insieme sulla vita della parrocchia dal gennaio 2005 fino ad oggi

PARROCCHIA SAN BASILIO E SAN DOMENICO REGALBUTO. Per riflettere insieme sulla vita della parrocchia dal gennaio 2005 fino ad oggi PARROCCHIA SAN BASILIO E SAN DOMENICO REGALBUTO Per riflettere insieme sulla vita della parrocchia dal gennaio 2005 fino ad oggi Carissimi parrocchiani, a distanza di due anni dall elaborazione del Piano

Dettagli

REGOLAMENTO DI FORMAZIONE CAPI

REGOLAMENTO DI FORMAZIONE CAPI REGOLAMENTO DI FORMAZIONE CAPI L adulto che ha fatto una scelta di servizio quale capo nell Associazione, a partire dall ingresso in Comunità Capi si inserisce in un itinerario di Formazione Permanente

Dettagli

ESPERIENZE PARROCCHIALI DI INIZIAZIONE CRISTIANA. di Don Giuseppe Nevi Direttore dell Ufficio Famiglia di Cremona 23-24 settembre 2009

ESPERIENZE PARROCCHIALI DI INIZIAZIONE CRISTIANA. di Don Giuseppe Nevi Direttore dell Ufficio Famiglia di Cremona 23-24 settembre 2009 ESPERIENZE PARROCCHIALI DI INIZIAZIONE CRISTIANA di Don Giuseppe Nevi Direttore dell Ufficio Famiglia di Cremona 23-24 settembre 2009 1 Il Rituale ispiratore Rito dell iniziazione cristiana degli adulti,

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ITALIANA. Partecipazione e responsabilità dei laici nella Chiesa locale

AZIONE CATTOLICA ITALIANA. Partecipazione e responsabilità dei laici nella Chiesa locale AZIONE CATTOLICA ITALIANA ASSOCIAZIONE DIOCESANA DI TORINO Corso Matteotti, 11 10121 TORINO Tel. 011.562.32.85 Fax 011.562.48.95 E-mail: presidenza.ac@diocesi.to.it Partecipazione e responsabilità dei

Dettagli

Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu

Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu Signore Gesù, come vuoi che sia la tua Chiesa? Chiesa intesa come una famiglia, dove ognuno deve sentirsi partecipe e vivo, ricordandosi che ognuno di noi è

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI PREGHIAMO Siamo qui dinanzi a te, o Spirito Santo: sentiamo il peso delle nostre debolezze, ma siamo tutti riuniti nel tuo nome; vieni a noi,

Dettagli

Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015

Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015 Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015 PREMESSA L Insegnamento della Religione Cattolica (I.R.C.) fa sì che gli alunni

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA Anno Scolastico 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA

SCUOLA PRIMARIA Anno Scolastico 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Calolziocorte Via F. Nullo,6 23801 CALOLZIOCORTE (LC) e.mail: lcic823002@istruzione.it - Tel: 0341/642405/630636

Dettagli

CURIA VESCOVILE. di Civitavecchia-Tarquinia. Civitavecchia, 18 settembre 2014. Ai Rev.mi Parroci

CURIA VESCOVILE. di Civitavecchia-Tarquinia. Civitavecchia, 18 settembre 2014. Ai Rev.mi Parroci CURIA VESCOVILE di Civitavecchia-Tarquinia Il Vicario Episcopale per la Pastorale Civitavecchia, 18 settembre 2014 Ai Rev.mi Parroci Ai Rev.mi Assistenti di Movimenti, Gruppi, Associazioni Ecclesiali Ai

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

Educare in spirito di famiglia

Educare in spirito di famiglia FESTA DELLA FAMIGLIA 26 GENNAIO 2014 Educare in spirito di famiglia È bello fare festa, dire sì con entusiasmo alla vita, ringraziare e lodare Colui che ne è l autore, godere per le cose belle che ci sono

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA IST. COMPRENSIVO VIA MEROPE a.s 2014-15 - RELIGIONE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA IST. COMPRENSIVO VIA MEROPE a.s 2014-15 - RELIGIONE DATTICA IST. COMPRENSIVO VIA MEROPE a.s 2014-15 - RELIGIONE Scoprire che per la religione cristiana Dio è creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. Comunicazione

Dettagli

Scheda per il Laboratorio sull educazione

Scheda per il Laboratorio sull educazione ARCIDIOCESI AMALFI CAVA DE TIRRENI EDUCARE alla solidarietà e alla condivisione XIV Convegno Diocesano * Cava S. Francesco, 22-23 Ottobre 2010 Scheda per il Laboratorio sull educazione 1. Dopo la riflessione

Dettagli

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE E PROPRIO NECESSARIO UN SITO PARROCCHIALE? DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLV GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

Dettagli

OSSERVATORIO SOCIO-RELIGIOSO TRIVENETO

OSSERVATORIO SOCIO-RELIGIOSO TRIVENETO - Documentazione grafica - CONFERENZA STAMPA Zelarino, giovedì 16 febbraio 2012 1 Identità religiose del Nord Est - stime - 3,3 8,2 1,4 11,6 75,6 italiani cattolici immigrati cattolici italiani di altre

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali

Dettagli

"Il cammino Vocazionale nel Catechismo dei bambini 0-6 anni" Relatore don Valentino Bulgarelli, direttore Ufficio catechistico regionale

Il cammino Vocazionale nel Catechismo dei bambini 0-6 anni Relatore don Valentino Bulgarelli, direttore Ufficio catechistico regionale "Il cammino Vocazionale nel Catechismo dei bambini 0-6 anni" Relatore don Valentino Bulgarelli, direttore Ufficio catechistico regionale Uno dei catechismi più invidiati nel mondo redatto da una delle

Dettagli

Da maggioranza omologante a minoranza testimoniante

Da maggioranza omologante a minoranza testimoniante Verso il Sinodo 2015 Da maggioranza omologante a minoranza testimoniante di P. Lucio Boldrin[*] Di seguito la sintesi di quanto emerso nell'incontro unificato del Consiglio pastorale parrocchiale e degli

Dettagli

PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012

PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012 PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012 CURRICOLO DI BASE PER IL PRIMO BIENNIO DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE ABILITA Scoprire che gli altri sono importanti per la vita. Saper

Dettagli

CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE

CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE Il Consiglio Pastorale Parrocchiale è un organismo di comunione che, come immagine della Chiesa, esprime e realizza la corresponsabilità dei fedeli ( presbiteri, diaconi,

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

CURRICOLO RELIGIONE CLASSE 1^

CURRICOLO RELIGIONE CLASSE 1^ CLASSE 1^ Dio e l uomo Classe 1^ Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore. Gesù di Nazareth. La Bibbia e le, leggere e saper riferire circa alcune pagine bibliche fondamentali i segni cristiani

Dettagli

PRESENTAZIONE. Cfr. CEI, Il matrimonio canonico, n. 2.

PRESENTAZIONE. Cfr. CEI, Il matrimonio canonico, n. 2. PRESENTAZIONE È urgente dovere della Chiesa accompagnare la famiglia nelle diverse tappe della sua formazione e del suo sviluppo 1. Questo lavoro del dottor don Omar Larios Valencia, nato dall esperienza

Dettagli

CONFERENZA DEL CARDINALE LORENZO BALDISSERI. al Convegno dei Movimenti Familiari Internazionali

CONFERENZA DEL CARDINALE LORENZO BALDISSERI. al Convegno dei Movimenti Familiari Internazionali CONFERENZA DEL CARDINALE LORENZO BALDISSERI al Convegno dei Movimenti Familiari Internazionali sul tema: Linee di base del testo della Relatio Synodi dell Assemblea Straordinaria del Sinodo sulla famiglia

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA L I.R.C., come ogni altra materia curricolare, contribuisce allo sviluppo delle competenze per l apprendimento

Dettagli

Ai Cristiani dell Arcidiocesi di Lucca. Lettera per indicare il cammino pastorale Anno 2012-2013

Ai Cristiani dell Arcidiocesi di Lucca. Lettera per indicare il cammino pastorale Anno 2012-2013 Ai Cristiani dell Arcidiocesi di Lucca Lettera per indicare il cammino pastorale Anno 2012-2013 Per voi sono Vescovo con Voi sono cristiano (S. Agostino) Parti della Lettera Prima Parte: CHIESA di LUCCA

Dettagli

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione,

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, INTRODUZIONE L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, ma quello che segue, che si spera sia anche divertente, dovrebbe essere anche più istruttivo. Però un paio di cose serie

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO DEL PRETE DI CASSOLNOVO VIA TORNURA 1 27023 CASSOLNOVO (PAVIA) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 SCUOLA PRIMARIA DI CASSOLNOVO:Fossati, Gavazzi e

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA ELABORATO DAI DOCENTI DELLA SCUOLA PRIMARIA DIREZIONE DIDATTICA 5 CIRCOLO anno scolastico 2012-2013 RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA TRAGUARDI DI COMPETENZA DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA

Dettagli

PICCOLA CATECHESI SUL BATTESIMO PRESENTAZIONE PER GENITORI

PICCOLA CATECHESI SUL BATTESIMO PRESENTAZIONE PER GENITORI PICCOLA CATECHESI SUL BATTESIMO PRESENTAZIONE PER GENITORI PERCHE FACCIAMO IL BATTESIMO? 1. Obbedienti al comando di Gesù: Andate, fate discepole tutte le genti battezzandole nel nome del Padre e del Figlio

Dettagli

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI 1 Ti ringraziamo, Signore, perché ci permetti di entrare in questo itinerario di formazione e di comunione con tutti i fratelli. Guidaci

Dettagli

CONCLUSIONI E SFIDE Del 1 INCONTRO DEI SANTO DOMINGO, 14-21 OTTOBRE 2007

CONCLUSIONI E SFIDE Del 1 INCONTRO DEI SANTO DOMINGO, 14-21 OTTOBRE 2007 CONCLUSIONI E SFIDE Del 1 INCONTRO DEI FRATELLI VINCENZIANI DELL'AMERICA LATINA (CLAPVI) SANTO DOMINGO, 14-21 OTTOBRE 2007 1. Si presentano qui le conclusioni e le sfide del 1 incontro di Fratelli Vincenziani

Dettagli

Operatori Laici di Pastorale-Formazione-1984

Operatori Laici di Pastorale-Formazione-1984 Operatori Laici di Pastorale-Formazione-1984 FORMAZIONE DEGLI OPERATORI LAICI DI PASTORALE L.V.D. LXXV (1984) pp. 384-396 I - Per una Chiesa tutta ministeriale PARTE PRIMA: PRINCIPI GENERALI 1. La Chiesa

Dettagli

Catecumenato. (Nei mesi di metà Gennaio fino a Giugno 2009) La storia della salvezza: sguardo generale

Catecumenato. (Nei mesi di metà Gennaio fino a Giugno 2009) La storia della salvezza: sguardo generale Conoscere, amare, seguire, testimoniare Gesù Itinerario d incontro e di formazione; liturgico - esperienziale. «Non abbiate paura di accogliere Cristo! Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte

Dettagli

1.1. Diocesi di Lugano. Direttive per il ministero pastorale. 1.1. Il Battesimo

1.1. Diocesi di Lugano. Direttive per il ministero pastorale. 1.1. Il Battesimo 1.1. Diocesi di Lugano Direttive per il ministero pastorale 1.1. Il Battesimo 8 Il Battesimo 1.1.0. Norme generali sul Battesimo Sommario I. Preparazione al Battesimo II. Ministro del Battesimo III. Luogo

Dettagli

Laici cristiani nel mondo di oggi

Laici cristiani nel mondo di oggi Laici cristiani nel mondo di oggi Francesco Benvenuto Roma Centro Nazareth 3 settembre 2015 3 settembre 2015 Roma - Centro Nazareth 1 Una riflessione Dal dopo concilio siamo stati abituati a progettare,

Dettagli

E se iscrivessi mio figlio al catechismo?

E se iscrivessi mio figlio al catechismo? E se iscrivessi mio figlio al catechismo? Don Alberto Abreu www.pietrascartata.com E se iscrivessi mio figlio al catechismo? Perché andare al Catechismo La Parola catechismo deriva dal latino catechismus

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli