Trading System Settimanale ed interpretazione di un System Report

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Trading System Settimanale ed interpretazione di un System Report"

Transcript

1 Trading System Settimanale ed interpretazione di un System Report

2 Applicazione al FTSE-MIB

3 Operazioni LONG e SHORT

4 Solo operazioni LONG

5 Solo operazioni SHORT

6

7

8 UN T.S. sui Dividend Aristocrats L'equity line rappresenta l'andamento cumulato (dall'inizio della simulazione) dei profitti e perdite del nostro Trading System. In pratica riproduce la dinamica di un ipotetico conto che fosse stato movimentato sulla base della strategia. Può essere closed trades equity line se la linea si aggiorna solo a chiusura di ogni operazione (come nell'esempio che segue) oppure open trades equity line.

9 UN T.S. sui Dividend Aristocrats L open trades equity line si differenzia dalla precedente in quanto la linea si aggiorna anche ad operazione aperta. Per cui, se si tratta di un trading system daily, ogni giorno avremo un aggiornamento sulla base del prezzo di chiusura di quel giorno. In caso di operazione rialzista di durata di più giorni o settimane, l'open equity salirà durante nei giorni in cui il sottostante sale, e viceversa quando il sottostante scende.

10 Resa La Resa è il primo gruppo di voci presentate in questo report. La voce principale è la presentazione del guadagno assoluto in punti e in percentuale, è un primissimo parametro di valutazione veloce del sistema. Assoluta Totale: visualizza la resa al netto delle commissioni espressa in punti nel caso di derivati e in percentuale per gli altri strumenti finanziari; Annuale Stimata: stima della resa annua al netto delle commissioni espressa in punti e in percentuale, in altre parole è la Resa Assoluta Totale portata ad un anno; Rapporto Resa/Ritracc: calcola il rapporto tra il rendimento percentuale e la media dei ritracciamenti rappresentati dalle variazioni negative della equity line. Questo indicatore, che deve essere positivo, permette di valutare sommariamente un trading system prima ancora di prendere in esame tutti gli altri parametri numerici del report.

11 Analisi Operazioni Nette Quante operazioni fa il nostro trading system e come sono distribuite le positive e le negative nel tempo? Di che entità percentuale è la migliore e la peggiore operazione? E infine quanto dovranno sopportare i nervi del trader che subisce un numero alto di operazioni consecutive in perdita? A questi quesiti risponde il box delle analisi operazioni nette che contiene importanti informazioni utili per una prima valutazione o comparazione del sistema. Vanno infatti confrontate le operazioni che svolgono i diversi sistemi a parità di tempo preferendo, a uguali condizioni, i sistemi che sviluppano meno operazioni.

12 Analisi Operazioni Nette Tuttavia anche la composizione delle operazioni è importante, questo sistema presenta il 49.9% di operazioni in gain, quasi una su due, apparentemente poco ma occorre considerare che il dato dei successi percentuali è scarsamente significativo se preso singolarmente, il valore da considerare, con la percentuale di successo, è il valore medio di profitto, di perdita, e il loro rapporto. Infatti un sistema con il 50% di operazioni in gain, ma con un rapporto tra il guadagno e la perdita di 1.6, genererà profitti. Effettuate: numero totale di operazioni effettuate e quindi aperte e chiuse Operazioni concluse = (Numero Tot. Op / 2); Operazioni concluse = (Numero Tot. Op / 2) 1 (se l'ultima operazione non è chiusa). Positive: numero totale di operazioni effettuate concluse con percentuale positiva, tenendo debito conto delle commissioni. Questa percentuale esprime il rapporto tra le operazioni positive e le negative definendo la qualità dei segnali. Va ricordato che questo valore è di scarsa significatività se osservato da solo. Possono esistere sistemi globalmente molto profittevoli con rapporti tra i guadagni e le perdite anche inferiori al 40% (ad esempio I sistemi trend followers) tuttavia sono sistemi che difficilmente un trader con poca esperienza sarà in grado di seguire con disciplina. Le operazioni positive vanno sempre considerate assieme al rapporto tra il guadagno medio e la perdita media. Negative: numero totale di operazioni effettuate, concluse con una perdita in conto capitale. Si tiene conto delle commissioni; Consecutive Positive: numero massimo di operazioni positive consecutive; Consecutive Negative: numero massimo delle operazioni negative consecutive; Migliore: presenta l operazione che ha generato il miglior guadagno percentuale; Peggiore: presenta l operazione che ha generato il peggior guadagno percentuale.

13 Run Up e Draw Down Il drawdown, dall inglese riportare giù economicamente, è uno dei parametri di rischiosità più importanti per valutare la bontà di un trading system. Se rappresentiamo i profitti di un sistema con una curva continua il drawdown è il minimo raggiunto da questa curva rispetto all ultimo massimo prima di risalire. In altre parole è la quantità di denaro che si cede al mercato. Il run-up è esattamente l inverso. Massimo Run Up: In caso di Long rappresenta l'escursione verso l'alto ovvero il guadagno ipotetico massimo, ottenuto se avessi venduto nel punto di massimo della curva dal punto di acquisto; In caso di short il massimo Run Up rappresenta l'escursione verso il basso ovvero il massimo guadagno ipotetico ottenuto se avessi comprato o ricoperto lo short nel punto di minimo della curva; Massimo Draw Down: è il parametro opposto al Massimo Run Up. In caso di long rappresenta l'escursione verso il basso ovvero la massima perdita ipotetica, ottenuta se avessi venduto nel punto di minimo della curva dal punto dopo l'acquisto e prima della vendita programmata dal trading system. In caso di short il massimo Draw Down rappresenta l'escursione verso l'alto ovvero la perdita ipotetica massima ottenuta se avessi comprato nel punto di massimo della curva prima della ricopertura programmata dal trading system; Draw Down Medio: presenta il valore medio di Draw Down per operazione; In particolare, di questa parte di report, ci interessa il Draw Down Medio, un utile parametro per impostare il valore dello stop, se ovviamente il sistema ne è sprovvisto. Immaginiamo infatti che lo 0.16% di drawdown medio sia di un sistema senza stop, se impostassimo uno stop allo 0.15% moltissime operazioni verrebbero chiuse. Come regola generale si utilizzerà come stop loss un parametro doppio o triplo del drawdown medio.

14 UN T.S. sui Dividend Aristocrats : IL DRAW DOWN Oltre alla profittabilità, quando si recensisce un Trading System occorre sempre valutare anche il draw-down, ovvero la perdita che intercorre fra un massimo relativo ed il successivo minimo relativo che chiude quel ciclo. Può essere espresso in % rispetto al capitale stanziato, oppure in valuta. A sinistra l'open equity line di AWR; a destra l'open equity line di T. E' del tutto evidente come a quasi parità di risultato, l'equity line di AWR sia decisamente migliore di quella generata da AT&T in quanto i draw-downs sono sempre minori per ampiezza e per durata.

15 UN T.S. sui Dividend Aristocrats L'equity line (specialmente nella sua versione open equity line ) serve per misurare: 1. Quanto rende un sistema 2. Come si sviluppa la sua redditività e rischiosità nel tempo. A quest ultimo fine, ricorriamo al concetto di DRAW DOWN per valutarne la rischiosità

16 MAXIMUM ADVERSE EXCURSION Questo tipo di analisi è molto utile quando si deve definire uno stop loss da associare ad un Trading System. Vediamo come interpretare questo interessante grafico a dispersione: In verde: I risultati delle operazioni chiuse in profitto In rosso: I risultati delle operazioni chiuse in perdita In ordinata leggiamo con quale risultato si è chiusa ogni operazione (se verde è positivo, se rosso è negativo) e in corrispondenza nell'asse delle ascisse vediamo DI QUANTO AL MASSIMO SIAMO STATI IN PERDITA DURANTE LA VITA DI QUELL'OPERAZIONE. Ad esempio, si vede che se tracciassimo una linea verticale in corrispondenza del valore 140$ in ascissa, alla sua destra troveremmo solo operazioni in perdita (rosse). Quel valore può tranquillamente essere utilizzato come stop loss. Infatti non vengono compromesse le operazioni in guadagno, ma solo quelle in perdita.

17 MAXIMUM FAVORABLE EXCURSION Come nel caso della metrica precedente, vediamo come interpretare questo grafico a dispersione: In verde: I risultati delle operazioni chiuse in profitto In rosso: I risultati delle operazioni chiuse in perdita In ordinata leggiamo con quale risultato si è chiusa ogni operazione (se verde è positivo, se rosso è negativo) e in corrispondenza nell'asse delle ascisse vediamo DI QUANTO AL MASSIMO SIAMO STATI IN GUADAGNO DURANTE LA VITA DI QUELL'OPERAZIONE. A differenza del caso precedente, se ponessimo un target (profit) al guadagno massimo, sarebbe come tracciare una linea verticale in corrispondenza di un dato valore dell'asse delle ascisse e limitare a quel valore i risultati delle operazioni a destra di quel segmento.

18 PEAK TO PEAK IL PEAK TO PEAK è il tempo che trascorre fra due massimi (il primo relativo, il secondo assoluto). A volte viene anche definito TIME TO RECOVERY, indicando quanto tempo l'investitore deve pazientare affinchè il proprio investimento riveda dei nuovi massimi assoluti. E' intuibile che quanto minore sia questa grandezza, tanto migliore sarà il sistema sottostante.

19 PEAK TO VALLEY IL PEAK TO VALLEY è il tempo che trascorre fra un massimo relativo ed il minimo successivo che chiude quel ciclo di draw-down. Si tratta della conversione temporale del draw-down: il draw-down misura cioè la perdita in % o in valuta da un massimo ad un minimo; il peak-to-valley ci dice in quanto tempo si sviluppa il drawdown.

20 Efficienza La misurazione dell efficienza di un trading system è molto importante, per calcolarla si divide il profitto ottenuto con il profitto potenziale teorico dello strumento finanziario oggetto di studio. In altre parole si confronta il guadagno del sistema in esame rispetto ad un sistema ideale che compra sempre sui minimi e vende sui massimi. Un efficienza di sistema dovrebbe essere almeno attorno al 60% ma occorre confrontarla col tempo a mercato. Chiaramente se il tempo a mercato è, ad esempio, del 75% l efficienza al 60% sarà migliore di un efficienza analoga con tempo a mercato maggiore. Media di Entrata: somma dell'efficienza di entrata di ogni singola operazione divisa per il numero di operazioni; Media di Uscita: somma dell'efficienza di uscita di ogni singola operazione divisa per il numero di operazioni; Media Complessiva: somma dell'efficienza di entrata e di uscita di ogni singola operazione divisa per il numero di operazioni; rapporto tra la somma delle durate delle singole operazioni(espresse in periodi) e il numero di totale dei periodi Il valore massimo di efficienza ottenibile è, ovviamente, pari a 100. Tempo "A Mercato":

21 Profitto settimanale

22 Profitto mensile

23 Profitto Il profitto attrae immediatamente la curiosità del trader, in fin dei conti la regola primaria di un sistema è che generi dei guadagni, altrimenti che senso avrebbe? Tuttavia questo è un dato forviante, è molto più importante, dell entità dei profitti, la loro composizione, qualità e rischiosità intrinseca. In particolare bisogna prestare attenzione all entità percentuale del guadagno medio per operazione. Una gestione poco disciplinata con un guadagno percentuale basso crea un accoppiata micidiale. Netto: guadagno o perdita effettiva del trading system considerando le commissioni; %: guadagno complessivo rispetto al capitale investito, può essere calcolato solo se si stabilisce un investimento a capitale fisso; % Annuale Stimato: resa complessiva divisa per il numero di anni, può essere calcolata solo se il trading system è stato applicato a grafici storici almeno giornalieri; Medio: somma dei guadagni espressa in percentuale di ogni singola operazione divisa per il numero totale delle operazioni; Ultima Operazione Aperta: guadagno o perdita calcolato sull'ultima operazione che non è stata ancora chiusa.

24 Distribuzione delle operazioni

25 AVERAGE TRADE +/- 1 STD. DEVIATION L'AVERAGE TRADE misura il risultato medio di ogni trade. LA STANDARD DEVIATION dell'average trade ci dice, in media, di quanto possiamo aspettarci che oscilli il risultato di ogni trade dalla sua media. Questa probabilità diventa il 95% se aggiungiamo e togliamo dalla media, 2 volte la Standard Deviation. Diventa il 99.7% se aggiungiamo e togliamo dalla media, 3 volte la Standard Deviation Dando per scontato (e non sempre lo è) che questo fenomeno si distribuisca secondo una distribuzione Gaussiana, abbiamo il 68% di probabilità che i risultati dei vari trades oscillino fra l'average trade + e la sua Standard Deviation.

26 Analisi Operazioni Lorde Le operazioni positive, espresse in percentuale, sono un parametro importante per l applicabilità emotiva del sistema. Per la maggior parte dei trader il valore dovrebbe essere dal 50% in su poiché solo trader esperti sono in grado di gestire sistemi che perdono più volte di quante guadagnano. Anche le operazioni consecutive, sia in guadagno che in perdita, sono parametri di sopportazione emotiva poiché rappresentano i periodi consecutivi di perdita che il trader è chiamato a gestire. Positive: percentuale di operazioni in guadagno del sistema e numero di operazioni positive; Negative: numero di operazioni chiuse in perdita; Consecutive Positive: numero di operazioni chiuse positivamente e consecutivamente; Consecutive Negative: numero di operazioni chiuse negativamente e consecutivamente. Questa parte del report presenta più o meno gli stessi valori dell analisi operazioni nette ma, a differenza di quest ultima, è al lordo delle commissioni.

27

28 Capitale era solito affermare che la conoscenza è il più prezioso dei capitali. Purtroppo questo concetto non interessa minimamente al nostro sistema, ne al nostro intermediario, e se vogliamo tradare sia sui derivati che sui titoli è necessario dotarci di un adeguato capitale. Nell applicazione di una qualsiasi strategia una sola controparte verrà sicuramente fuori in utile: l intermediario che percepisce le commissioni di intermediazione. Le commissioni, in particolare in intraday, assumono importanza fondamentale e vengono quindi sempre visualizzate nel report in una voce a parte. William D. Gann la cifra, espressa in euro, necessaria per effettuare operazioni, questa quantità può essere impostata dall'utente tramite i parametri di configurazione del sistema; Commissioni Pagate: somma totale delle spese per le commissioni dell intermediario, si possono definire nella maschera di configurazione; Reintegro Necessario:

29

30 Rendimento Questa parte del report riveste importanza primaria, in particolare se confrontata con il valore percentuale delle operazioni in gain. Il rapporto tra il profitto e la perdita deve essere il maggiore possibile e preferibilmente superiore a 1.5 per l intraday, tuttavia molto dipende dalla percentuale di operazioni in gain. somma di tutti i profitti divisa per il numero delle operazioni positive; Valore Medio di Perdita: somma di tutte le perdite divisa per il numero delle operazioni negative; Rapporto Medio Prof/Perd: rapporto tra la media dei guadagni e la media delle perdite, se è maggiore di 1 allora significa che il sistema guadagna più di quello che perde per ogni singolo trade; Valore Medio di Profitto: somma di tutti i guadagni; Somma delle Perdite: somma di tutte le perdite; Somma dei Profitti: rapporto tra la somma totale dei guadagni e la totale somma delle perdite, se è maggiore di 1 allora significa che il trading system guadagna più di quello che perde. Rapporto Somme Prof/Perd (noto anche come PROFIT FACTOR):

31 Appare evidente che progettare un trading system solido ed efficace non è uno scherzo, capite anche perché ho sostenuto che lo sviluppo di trading system è, in un certo senso, il punto di arrivo di molti trader. Per riuscire a creare delle regole tecniche efficaci è necessario conoscere molti aspetti sia di analisi tecnica che di gestione del rischio. Il money management assume un ruolo primario nella rischiosità intrinseca di una qualsiasi strategia. Una volta abbozzato il sistema occorre che passi l esame del report, dell equity line, della corrispondenza grafica dei segnali e, infine, un ulteriore test di valutazione statistica sia dei risultati che della costruzione. Va quindi tenuta in alta considerazione l efficienza ma vanno controllati anche altri elementi come la robustezza del sistema, la significatività del test e il RINA Index per i sistemi multiday. Efficienza La misurazione dell efficienza di un trading system, come abbiamo già visto nella valutazione del report, è molto importante. Il calcolo è semplice, si divide il profitto ottenuto con il profitto potenziale teorico dello strumento finanziario oggetto di studio. Efficienza = profitto totale / profitto potenziale totale In altre parole si confronta il guadagno del sistema in esame rispetto a un sistema ideale che compra sempre sui minimi e vende sui massimi, un calcolo che qualsiasi software professionale per lo sviluppo di trading system presenta automaticamente nel report. Come valutare questo importante dato? In analisi grafica c è una battuta che sostanzialmente dice: Non mi interessa chi si prende il primo 20% e l ultimo 20% di un movimento se sono riuscito a prendere il 60% che sta in mezzo. Con la stessa filosofia l efficienza di un sistema è considerata buona quando è attorno al 60% ma occorre, ovviamente, confrontarla col tempo che il sistema sta a mercato. Se il tempo a mercato è, ad esempio, del 75% l efficienza al 60% sarà migliore di un efficienza analoga con tempo a mercato maggiore. Questo è un parametro da tenere in debita considerazione nella valutazione complessiva del sistema.

32 Robustezza In questo parametro di valutazione entra in gioco l ottimizzazione del sistema. Generalmente un sistema automatico è definito robusto quando funziona con un numero limitato di parametri. La sovra ottimizzazione di un sistema avviene quando la profittabilità è ottenuta con un set limitato di parametri, cambiandoli anche di poco si assiste alla decadenza della redditività poiché i parametri sono stati troppo ottimizzati col solo risultato di individuare i migliori parametri utilizzabili nel passato. Questo è un errore di sviluppo comune, l ottimizzazione e la ricerca dei parametri va svolta con rigorosi criteri di test altrimenti si corre il rischio di trovare parametri non funzionali per il futuro. Un buon sistema va ottimizzato solo alla fine dello sviluppo e si devono verificare anche le frequenze immediatamente superiori e inferiori a quelle scelte. Nel set di parametri adiacenti la performance non deve decadere drasticamente, pena la mancanza di robustezza del sistema. Significatività Affinché il test sia definibile come significativo e non frutto del caso, è necessario che le operazioni che svolge siano numerose. La significatività si misura con una formula molto semplice, nella sostanza si tratta di calcolare l inverso della radice quadrata del numero totale di operazioni svolte dal sistema, in formula: Significatività = 1 / radice quadrata di O Dove con O si indica il numero complessivo di operazioni svolte dal sistema. Il valore che ricaviamo deve essere il più basso possibile, generalmente sotto il 5%. Questo comporta che è necessario un numero minimo di 400 operazioni per produrre un errore del 5%. Nel trading system intraday è facile creare e valutare report con oltre operazioni ma nei sistemi basati su dati giornalieri è molto difficile ottenere un grande numero di operazioni. Un giorno di intraday a 5 minuti è composto, sul future spmib, da 108 candele, in un mese ci sono circa 22 giorni operativi pari a 2376 candele, in un anno sono circa candele. Per disporre dello stesso numero di dati sul daily servirebbero circa 114 anni. Se il sistema da valutare produce solo 100 operazioni nella serie storica in osservazione l errore sarà del 10% ovvero 1 / radice quadrata di 100, per ovviare alla mancanza di dati si tende a testare il sistema su diversi strumenti finanziari e su diversi time frame, opportunamente tarati gli stop il rendimento dovrebbe essere più o meno progressivo e simile. Questo problema è ancora più sentito nei grafici settimanali. RINA Index Un ultimo indicatore di rendimento e rischio che tiene conto del tempo che si sta a mercato è il RINA index. Si calcola dividendo il profitto netto per il drawdown medio moltiplicato per il tempo a mercato. In formula: RINA Index = Profitto netto / (drawdown medio x tempo a mercato in %) ll RINA Index deve dare valori superiori a 30 per presentare un rischio accettabile, è un indicatore utilizzato prevalentemente sui sistemi basati su grafici giornalieri o settimanali. Dal confronto di questi parametri è possibile stabilire, in via preliminare, la bontà del sistema. Una valutazione definitiva sarà possibile solamente esaminando la curva dei profitti o equity line.

33 L'IMPORTANZA DEL DARSI UN BENCHMARK A CUI RAPPORTARSI Il benchmark ci aiuta a capire se il nostro Trading System sta creando valore rispetto al normale e passivo Buy & Hold, oppure no. Il vantaggio di un Trading System è proprio legato al fatto che rappresenta una gestione attiva che, come tale, deve aumentare la profittabilità rispetto al Buy & Hold oppure diminuirne la rischiosità. Se si analizzano singoli titoli, il benchmark naturale è il Buy & Hold del titolo medesimo; se si tratta di un future sun indice, il benchmark sarà l'indice medesimo. Procter & Gamble (PG) Benchmark vs Equity line

34 Ci trovate su: (FORUM)

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

Collective2: un confronto sorprendente su scala mondiale

Collective2: un confronto sorprendente su scala mondiale Collective2: un confronto sorprendente su scala mondiale Collective2 è un sito web americano che accoglie 20800 trading systems e pubblica le relative descrizioni, i dati più significativi dell andamento

Dettagli

DailyFX Strategies. Il metodo dei 4 punti. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX

DailyFX Strategies. Il metodo dei 4 punti. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX DailyFX Strategies Il metodo dei 4 punti Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Il metodo dei 4 punti Matteo Paganini INTRO Dopo anni di ricerca

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

Rischio e Volatilità

Rischio e Volatilità 2 Meeting annuale SellaAdvice Trading Rho,, 20 novembre 2004 Rischio e Volatilità Relatore: Maurizio Milano Da dove deve partire un analisi tecnica operativa a supporto di un attività di trading? L elemento

Dettagli

DailyFX Strategies. Breakout e medie mobili. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Davide Marone, Analyst DailyFX

DailyFX Strategies. Breakout e medie mobili. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Davide Marone, Analyst DailyFX DailyFX Strategies Breakout e medie mobili Davide Marone, Analyst DailyFX How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Breakout e medie mobili Davide Marone INTRO Prima di costruire una qualsiasi

Dettagli

Capitale raccomandato

Capitale raccomandato Aggiornato in data 1/9/212 Advanced 1-212 Capitale raccomandato da 43.8 a 6.298 Descrizioni e specifiche: 1. E' una combinazione composta da 3 Trading System automatici 2. Viene consigliata per diversificare

Dettagli

FORMAZIONE PERMANENTE SUI TRADING SYSTEMS: DIVENTARE QUANT TRADER CHIAVI IN MANO

FORMAZIONE PERMANENTE SUI TRADING SYSTEMS: DIVENTARE QUANT TRADER CHIAVI IN MANO 13 Edizione del corso FORMAZIONE PERMANENTE SUI TRADING SYSTEMS: DIVENTARE QUANT TRADER CHIAVI IN MANO L unico corso che ti accompagna passo dopo passo fino a selezionare, affittare, gestire un trading

Dettagli

MetaTrader 4/5 per Android. Guida per l utente

MetaTrader 4/5 per Android. Guida per l utente 1 MetaTrader 4/5 per Android Guida per l utente 2 Contenuto Come ottenere il MT4/5 App per Android... 3 Come accedere al vostro Conto Esistente oppure creare un nuovo conto Demo... 3 1. Scheda Quotes...

Dettagli

Manuale del Trader. Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario!

Manuale del Trader. Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario! Manuale del Trader Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario! Questo manuale spiega esattamente cosa sono le opzioni binarie, come investire e familiarizzare con il nostro sito web. Se avete delle

Dettagli

17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015

17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015 17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015 Il Campionato di Borsa con Denaro Reale, organizzato in collaborazione con Directa Sim, Binck Bank, Finanza on Line Brown

Dettagli

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 IL RISCHIO 1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 2.1 La volatilità storica... 4 2.2 Altri metodi di calcolo... 5 3 LA CORRELAZIONE..6 4 IL VALUE AT RISK....8 4.1 I metodi analitici... 9 4.2 La

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

GUIDA OPZIONI BINARIE

GUIDA OPZIONI BINARIE GUIDA OPZIONI BINARIE Cosa sono le opzioni binarie e come funziona il trading binario. Breve guida pratica: conviene fare trading online con le opzioni binarie o è una truffa? Quali sono i guadagni e quali

Dettagli

RIALZO E AL RIBASSO CON FUTURE, ETF E CFD

RIALZO E AL RIBASSO CON FUTURE, ETF E CFD Salvatore Gaziano & Francesco Pilotti I 3 PASSI PER GUADAGNARE AL RIALZO E AL RIBASSO CON FUTURE, ETF E CFD Le basi, le strategie e la psicologia giusta per affrontare con successo il trading online sui

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO

ISTRUZIONI PER L USO GOLD 2.0 NEWSLETTER OPERATIVA SUL MERCATO AZIONARIO a cura di Pierluigi Gerbino ISTRUZIONI PER L USO Quelle che seguono sono le istruzioni ufficiali per il corretto utilizzo operativo della newsletter

Dettagli

Manuale operativo. Tutto quello che ti serve per iniziare a fare trading sui mercati regolamentati. Copyright 2015 Scalping Futures

Manuale operativo. Tutto quello che ti serve per iniziare a fare trading sui mercati regolamentati. Copyright 2015 Scalping Futures Manuale operativo Tutto quello che ti serve per iniziare a fare trading sui mercati regolamentati. MERCATO REGOLAMENTATO DEI FUTURES O FOREX? Vediamo qual è la differenza tra questi due mercati e soprattutto

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Titolo GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Comprende strategie operative Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.anyoption.it ATTENZIONE: tutti i diritti sono

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo Luca Cappellina GRETA, Venezia Che cosa sono i futures. Il futures è un contratto che impegna ad acquistare o vendere, ad una data futura,

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

guida giocare in borsa

guida giocare in borsa guida giocare in borsa Dedicato a chi vuole imparare a giocare in borsa da casa e guadagnare soldi velocemente. Consigli per sfruttare l'andamento dei mercati finanziari investendo tramite internet. Guida

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno.

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Automotive Business Intelligence La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Prendere decisioni più consapevoli per promuovere la crescita del vostro business. Siete pronti ad avere

Dettagli

La valutazione implicita dei titoli azionari

La valutazione implicita dei titoli azionari La valutazione implicita dei titoli azionari Ma quanto vale un azione??? La domanda per chi si occupa di mercati finanziari è un interrogativo consueto, a cui cercano di rispondere i vari reports degli

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 SERVIZIO SULLE OPZIONI SU AZIONI (ISOALPHA) 1. INTRODUZIONE Con la piattaforma T3 di Webank possono essere negoziate le Opzioni su Azioni (Isoalpha), contratti di opzione

Dettagli

Gli indici per l analisi di bilancio. Relazione di

Gli indici per l analisi di bilancio. Relazione di Gli indici per l analisi di bilancio Relazione di Giorgio Caprioli Gli indici di solidità Gli indici di solidità studiano il rapporto tra le parti alte dello Stato Patrimoniale, ossia tra Capitale proprio

Dettagli

IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI

IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI AVVERTENZA SUGLI INVESTIMENTI AD ALTO RISCHIO: Il Trading sulle valute estere (Forex) ed i Contratti per Differenza (CFD) sono altamente speculativi, comportano un alto livello

Dettagli

Corso di Valutazioni d Azienda

Corso di Valutazioni d Azienda Andrea Cardoni Università degli Studi di Perugia Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline Giuridiche e Aziendali Corso di Laurea Magistrale in Economia e Management Aziendale Corso di Valutazioni

Dettagli

Strategie ISOVOL nella costruzione di

Strategie ISOVOL nella costruzione di FOR PROFESSIONAL INVESTORS Strategie ISOVOL nella costruzione di portafogli diversificati I vantaggi di un approccio fondato sulla contribuzione al rischio EFPA Italia Meeting 2014 Agenda Inter-temporal

Dettagli

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni OPZIONI FORMAZIONE INDICE Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni 3 5 6 8 9 10 16 ATTENZIONE AI RISCHI: Prima di

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report DIREZIONE TIMEFRAME STRATEGIA / POSIZIONE LIVELLI ENTRATA EUR / USD S-TERM GBP / USD

Dettagli

Guida alla registrazione e all installazione del Chart Risk Manager (C.R.M.) www.privatetrading.eu

Guida alla registrazione e all installazione del Chart Risk Manager (C.R.M.) www.privatetrading.eu Guida alla registrazione e all installazione del Chart Risk Manager (C.R.M.) www.privatetrading.eu 1 Benvenuti dagli ideatori e sviluppatori del Chart Risk Manager Tool per MetaTrader 4. Raccomandiamo

Dettagli

Guida per lo Smart Order

Guida per lo Smart Order Guida per lo Smart Order (Novembre 2010) ActivTrades PLC 1 Indice dei contenuti 1. Informazioni Generali... 3 2. Installazione... 3 3. Avvio l`applicazione... 3 4. Usi e funzionalita`... 4 4.1. Selezionare

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore Le reverse convertible Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice Introduzione 3 Le reverse convertible 4 Cos è una reverse convertible

Dettagli

DAILY REPORT 20 Agosto 2014

DAILY REPORT 20 Agosto 2014 DAILY REPORT 20 Agosto 2014 I DATI DELLA GIORNATA PROVE DI TENUTA? Ieri abbiamo esaminato l indice Dax. Per certi versi le dinamiche degli ultimi 2 anni sembrano le stesse, anche se il terreno un tantino

Dettagli

Accuratezza di uno strumento

Accuratezza di uno strumento Accuratezza di uno strumento Come abbiamo già accennato la volta scora, il risultato della misurazione di una grandezza fisica, qualsiasi sia lo strumento utilizzato, non è mai un valore numerico X univocamente

Dettagli

FORWARD RATE AGREEMENT

FORWARD RATE AGREEMENT FORWARD RATE AGREEMENT FLAVIO ANGELINI. Definizioni In generale, un contratto a termine o forward permette una compravendita di una certa quantità di un bene differita a una data futura a un prezzo fissato

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

INTEGRALI DEFINITI. Tale superficie viene detta trapezoide e la misura della sua area si ottiene utilizzando il calcolo di un integrale definito.

INTEGRALI DEFINITI. Tale superficie viene detta trapezoide e la misura della sua area si ottiene utilizzando il calcolo di un integrale definito. INTEGRALI DEFINITI Sia nel campo scientifico che in quello tecnico si presentano spesso situazioni per affrontare le quali è necessario ricorrere al calcolo dell integrale definito. Vi sono infatti svariati

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca Trascrizione del testo e redazione delle soluzioni di Paolo Cavallo. La prova Il candidato svolga una relazione

Dettagli

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second life" Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di second life Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191 Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN STATISTICA ECONOMIA E FINANZA IL TRADING DI STRUMENTI DERIVATI. RELAZIONE DI STAGE PRESSO LA T4T. RELATORE: CH.MO PROF.

Dettagli

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"):

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la Società): 24 luglio 2014 Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"): ETFS WNA Global Nuclear Energy GO UCITS ETF (ISIN: IE00B3C94706)

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

Benvenuti al libro elettronico sul FOREX

Benvenuti al libro elettronico sul FOREX Benvenuti al libro elettronico sul FOREX Indice 1. Riguardo al MARCHIO... 2 2. Piattaforme di Trading... 3 3. Su cosa si Opera nel Mercato Forex?... 4 4. Cos è il Forex?... 4 5. Vantaggi del Mercato Forex...

Dettagli

LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria

LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria Quale frequenza di lavoro scegliere Geometria del pezzo da trattare e sue caratteristiche elettromagnetiche

Dettagli

Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it

Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it Corso di laurea magistrale in Ingegneria delle Telecomunicazioni Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it Trasmettitore

Dettagli

LA SPECULAZIONE DI BORSA

LA SPECULAZIONE DI BORSA Via Pascoli 7 41057 Spilamberto-MO tel. 059-782910 fax 059-785974 www.lombardfutures.com LA SPECULAZIONE DI BORSA Di Emilio Tomasini LE DUE METODOLOGIE OPERATIVE DEGLI SPECULATORI: ANALISI FONDAMENTALE

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

IL SAMPLE AND HOLD UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO. Progetto di Fondamenti di Automatica. PROF.: M. Lazzaroni

IL SAMPLE AND HOLD UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO. Progetto di Fondamenti di Automatica. PROF.: M. Lazzaroni UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Informatica IL SAMPLE AND HOLD Progetto di Fondamenti di Automatica PROF.: M. Lazzaroni Anno Accademico

Dettagli

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta insieme fino all essenza Dexia Asset Management, un leader europeo nell ambito della Gestione Alternativa n Una presenza storica fin

Dettagli

Introduzione alla Teoria degli Errori

Introduzione alla Teoria degli Errori Introduzione alla Teoria degli Errori 1 Gli errori di misura sono inevitabili Una misura non ha significato se non viene accompagnata da una ragionevole stima dell errore ( Una scienza si dice esatta non

Dettagli

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013 Istituto per l Energia Rinnovabile Catasto Solare Alta Val di Non Relazione Versione: 2.0 Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Coordinamento e Revisione: dott. Daniele Vettorato, PhD (daniele.vettorato@eurac.edu)

Dettagli

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15,

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, info@camponovoam.com La Gestione Patrimoniale Un felice connubio fra tradizione, tecnologia e

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTA DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN STATISTICA, ECONOMIA E FINANZA Tesi di Laurea ASPETTI DELL ANALISI TECNICA APPLICATI AL TITOLO ENI Relatore: Prof. NUNZIO

Dettagli

Gestione Magazzino. Terabit

Gestione Magazzino. Terabit Gestione Magazzino Terabit Informazioni Generali Gestione Magazzino Ricambi Il software è stato sviluppato specificamente per le aziende che commercializzano ricambi In particolare sono presenti le interfacce

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

PROFESSIONAL TRADER Autore: Arduino Schenato

PROFESSIONAL TRADER Autore: Arduino Schenato PROFESSIONAL TRADER Autore: Arduino Schenato Tutti i diritti riservati Arduino Schenato Pagina 1 INDICE Prefazione Perché proprio il mercato forex CAPITOLO 1 Perché i CFD? CAPITOLO 2 L'azione del prezzo

Dettagli

LA NOTAZIONE SCIENTIFICA

LA NOTAZIONE SCIENTIFICA LA NOTAZIONE SCIENTIFICA Definizioni Ricordiamo, a proposito delle potenze del, che = =.000 =.000.000.000.000 ovvero n è uguale ad seguito da n zeri. Nel caso di potenze con esponente negativo ricordiamo

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

ESTIMO GENERALE. 1) Che cos è l estimo?

ESTIMO GENERALE. 1) Che cos è l estimo? ESTIMO GENERALE 1) Che cos è l estimo? L estimo è una disciplina che ha la finalità di fornire gli strumenti metodologici per la valutazione di beni economici, privati o pubblici. Stimare infatti significa

Dettagli

001-818- 728-0421. (800) 98 42 41 or 001-818- 530-0944

001-818- 728-0421. (800) 98 42 41 or 001-818- 530-0944 Perfavore inviare al numero di fax: 001-818- 728-0421 Per ulteriori domande la prego di contattarci al numero: (800) 98 42 41 or 001-818- 530-0944 Nome del titolare del conto Nome del broker Apertura del

Dettagli

Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS

Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS Salvatore Martorelli 0 Le regole e il sistema di calcolo delle pensioni INPS I vertiginosi cambiamenti nella normativa sulle pensioni

Dettagli

Elementi di Statistica

Elementi di Statistica Elementi di Statistica Contenuti Contenuti di Statistica nel corso di Data Base Elementi di statistica descrittiva: media, moda, mediana, indici di dispersione Introduzione alle variabili casuali e alle

Dettagli

Orientamenti ABE in materia di. valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2

Orientamenti ABE in materia di. valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2 Orientamenti ABE in materia di valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2 Londra, 16.05.2012 1 Oggetto degli orientamenti 1. Il presente documento contiene una

Dettagli

(accuratezza) ovvero (esattezza)

(accuratezza) ovvero (esattezza) Capitolo n 2 2.1 - Misure ed errori In un analisi chimica si misurano dei valori chimico-fisici di svariate grandezze; tuttavia ogni misura comporta sempre una incertezza, dovuta alla presenza non eliminabile

Dettagli

Il concetto di valore medio in generale

Il concetto di valore medio in generale Il concetto di valore medio in generale Nella statistica descrittiva si distinguono solitamente due tipi di medie: - le medie analitiche, che soddisfano ad una condizione di invarianza e si calcolano tenendo

Dettagli

con il patrocinio di in collaborazione con

con il patrocinio di in collaborazione con con il patrocinio di in collaborazione con La Traders Cup, organizzata dalla rivista TRADERS Magazine Italia punto di riferimento per il mondo del trading e dell investimento professionale, è l unica competizione

Dettagli

R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E

R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E 2010 Redexe S.u.r.l., Tutti i diritti sono riservati REDEXE S.r.l., Società a Socio Unico Sede Legale: 36100 Vicenza, Viale Riviera Berica 31 ISCRITTA ALLA CCIAA

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Suggerimenti forniti da MetaQuotes per l utilizzo di MetaTrader 4 con Mac OS

Suggerimenti forniti da MetaQuotes per l utilizzo di MetaTrader 4 con Mac OS Suggerimenti forniti da MetaQuotes per l utilizzo di MetaTrader 4 con Mac OS Nonostante esistano già in rete diversi metodi di vendita, MetaQuotes il programmatore di MetaTrader 4, ha deciso di affidare

Dettagli

ESTRAZIONE DI RADICE

ESTRAZIONE DI RADICE ESTRAZIONE DI RADICE La radice è l operazione inversa dell elevamento a potenza. L esponente della potenza è l indice della radice che può essere: quadrata (); cubica (); quarta (4); ecc. La base della

Dettagli

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management GESTIRE CON SUCCESSO UNA TRATTATIVA COMMERCIALE di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management OTTENERE FIDUCIA: I SEI LIVELLI DI RESISTENZA Che cosa comprano i clienti? Un prodotto? Un servizio?

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

UN CASO CONCRETO DI VALUTAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

UN CASO CONCRETO DI VALUTAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE Tratto dal corso Ifoa UN CASO CONCRETO DI VALUTAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE Recentemente, si sono sviluppati numerosi modelli finalizzati a valutare e a controllare il livello di soddisfazione

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Cosa e' la percentuale e come si calcola

Cosa e' la percentuale e come si calcola Cosa e' la percentuale e come si calcola La percentuale e' un calcolo molto semplice che permette di valutare la forza di un evento questo simbolo % si legge percento. il 20% di 90 si calcola cosi 20/100*90

Dettagli

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale dell edificio. Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale e parapetti Legenda

Dettagli

Volume HUMIGRAIN SYSTEM. Manuale d uso

Volume HUMIGRAIN SYSTEM. Manuale d uso Volume 1 HUMIGRAIN SYSTEM Manuale d uso Manuale d uso Fornasier Tiziano & C. S.a.s. Via Mercatelli Maglio, 26 31010 Ponte della Priula (TV) - ITALY tel. +39 0438 445354 fax +39 0438 759210 Sommario Principio

Dettagli

Gli indicatori socio-sanitari. sanitari

Gli indicatori socio-sanitari. sanitari Gli indicatori socio-sanitari sanitari 1 1 INDICATORI SOCIO-SANITARI Misurare: EFFICACIA (rispetto degli obiettivi prefissati) EFFICIENZA (rispetto delle azioni e risorse impegnate) del sistema ospedaliero

Dettagli

ELASTICITÀ. Sarebbe conveniente per il produttore aumentare ulteriormente il prezzo nella stessa misura del caso

ELASTICITÀ. Sarebbe conveniente per il produttore aumentare ulteriormente il prezzo nella stessa misura del caso Esercizio 1 Data la funzione di domanda: ELASTICITÀ Dire se partendo da un livello di prezzo p 1 = 1.5, al produttore converrà aumentare il prezzo fino al livello p 2 = 2. Sarebbe conveniente per il produttore

Dettagli

OSSERVATORIO SUL PRECARIATO gennaio-marzo 2015

OSSERVATORIO SUL PRECARIATO gennaio-marzo 2015 OSSERVATORIO SUL PRECARIATO gennaio-marzo 2015 RAPPORTI DI LAVORO ATTIVATI (1) NEI MESI GENNAIO-MARZO DEGLI ANNI 2013, 2014 E 2015 A. NUOVI RAPPORTI DI LAVORO A1. Assunzioni a tempo indeterminato gen-mar

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Questioni di Economia e Finanza

Questioni di Economia e Finanza Questioni di Economia e Finanza (Occasional Papers) High Frequency Trading: una panoramica di Alfonso Puorro Settembre 2013 Numero 198 Questioni di Economia e Finanza (Occasional papers) High Frequency

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

1865 SARDINIA 1. COMPONENTI DEL GIOCO 2. PREPARAZIONE. 1865: Sardinia Rules Summary. Sunto del regolamento in italiano; Versione regole originali E

1865 SARDINIA 1. COMPONENTI DEL GIOCO 2. PREPARAZIONE. 1865: Sardinia Rules Summary. Sunto del regolamento in italiano; Versione regole originali E 1865 SARDINIA Sunto del regolamento in italiano; Versione regole originali E Attenzione: il regolamento originale va comunque letto. Il presente sunto ha il solo scopo di fare da introduzione e veloce

Dettagli

LE FUNZIONI MATEMATICHE

LE FUNZIONI MATEMATICHE ALGEBRA LE FUNZIONI MATEMATICHE E IL PIANO CARTESIANO PREREQUISITI l l l l l conoscere il concetto di insieme conoscere il concetto di relazione disporre i dati in una tabella rappresentare i dati mediante

Dettagli

Capitolo 5. Il mercato della moneta

Capitolo 5. Il mercato della moneta Capitolo 5 Il mercato della moneta 5.1 Che cosa è moneta In un economia di mercato i beni non si scambiano fra loro, ma si scambiano con moneta: a fronte di un flusso reale di prodotti e di servizi sta

Dettagli