ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA ELETTIVA RELAZIONE DEL PRESIDENTE NAZIONALE FRANCO MINARDI DE MICHETTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA ELETTIVA RELAZIONE DEL PRESIDENTE NAZIONALE FRANCO MINARDI DE MICHETTI"

Transcript

1 ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA ELETTIVA RELAZIONE DEL PRESIDENTE NAZIONALE FRANCO MINARDI DE MICHETTI MILANO, 15 DICEMBRE

2 Cari Colleghi e Amici, essendo questa la mia ultima relazione da Presidente Nazionale Aspesi mi sembra giusto iniziare con un breve resoconto dei risultati raggiunti nella mia Presidenza. Sintetizzerei in tre capitoli: A) FISCALITA IMMOBILIARE-EDILIZIA, B) ASPESI MILANO, C) ASPESI TORINO A) LA FISCALITA IMMOBILIARE-EDILIZIA. Grazie all azione di Aspesi, in parte diretta e in parte tramite Ance alla quale aderiamo, sono stati raggiunti dal luglio 2012, in questo campo così essenziale per noi operatori, alcuni risultati significativi che elenco. 1. Reintroduzione dell imponibilità IVA, per obbligo o per opzione, delle cessioni e delle locazioni e di abitazioni da parte delle imprese costruttrici e attuatrici di interventi di recupero pesante, anche dopo i 5 anni dal fine lavori (2012); 2. Semplificazione e razionalizzazione dell imponibilità IVA, per obbligo o per opzione, delle cessioni di unità strumentali per natura (2012). 3. Esenzione da IMU dei fabbricati costruiti o oggetto di interventi di recupero pesante, destinati alla vendita e rimasti invenduti, fin tanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati (dal 2 semestre 2013), limitatamente alle imprese costruttrici o attuatrici del recupero pesante (art. 2, D.L. 102/13, conv. dalla legge 125/13, e ris. 11/DF/2013). 4. Esenzione da IMU per le abitazioni principali (in parte dal 2013, poi dal 2014). 5. Deducibilità dell IMU seppur parziale per le imprese ai soli fini IRPEF-IRES (dal 2013) art. 1, c. 715 e 716, L. 147/ Soppressione degli obblighi certificativi in tema di solidarietà passiva per l'iva (2013) e, ferma la responsabilità solidale fra committente e appaltatore/subappaltatori, per le ritenute Irpef sui redditi di lavoro dipendente (30 ottobre 2014). 7. Estensione da tre a cinque periodi di imposta del periodo di osservazione oltre il quale una società in perdita ricorrente viene ad essere considerata non operativa (art. 18, D.Lgs. sulle semplificazioni approvato il 30 ottobre 2014). Naturalmente molti altri problemi della fiscalità del nostro settore restano in sospeso e per sintetizzarli ripropongo il decalogo espresso dal nostro preziosissimo Dr. Baruzzi: Il decalogo delle principali questioni fiscali ancora da risolvere 1. Consolidare l esenzione da IMU per i fabbricati destinati alla vendita e invenduti delle imprese ed estenderla alla TASI (se non sarà soppressa) 2. Estendere l esenzione IMU/TASI alle aree fabbricabili delle imprese di costruzione e includere le imprese di trading 3. Estendere la deducibilità dell IMU dal reddito di impresa per gli immobili strumentali delle imprese, in termini percentuali (attualmente, solo al 20%) e ricomprendendo anche l IRAP 4. Operare affinché la soppressione della TASI (deducibile dal reddito di impresa) non generi aggravi per gli immobili strumentali delle imprese 5. Estendere (ripristinare) il regime naturale di imponibilità IVA e di detraibilità IVA alle cessioni di fabbricati abitativi delle imprese di trading immobiliare 6. Ripristinare le agevolazioni ai fini dell imposta di registro per la fiscalità edilizia e urbanistica. In particolare, per piani particolareggiati, piani di recupero, acquisizione in esenzione di IVA di abitazioni da rivendere entro un triennio, trasferimenti di fabbricati storici 7. Superare l assurda sperequazione fra le cessioni agevolate prima casa di abitazioni a seconda che operi il regime IVA o quello di registro 2

3 8. Razionalizzare la deduzione IRES degli interessi passivi delle imprese di costruzione e immobiliari in genere, escludendo gli interessi passivi sui finanziamenti della costruzione o ristrutturazione dal calcolo di indeducibilità ex art. 96 TUIR 9. Superare completamente la normativa che, dal 2011, colpisce le società in perdita ricorrente: sinora 3 anni, elevati a 5 anni dall art. 18 del D.Lgs. sulle semplificazioni fiscali con effetto dal 2014, a valere sul quinquennio Revisione del sistema catastale (quali algoritmi?) garantendo una fiscalità locale moderata ed equa Ma esiste, in particolare, una proposta di modifica normativa in materia tributaria che anche l Ance nazionale riconoscere essere propriamente Aspesi e che io sento particolarmente: favorire tramite l imposta di registro le permute, ovvero come si dice ora- la rottamazione dell usato In Italia esiste un ampio patrimonio immobiliare obsoleto e/o inutilizzato, che sarebbe interessante per tutti poter riqualificare. Per consentirlo si tratta di operazioni che oggi, per i proibitivi costi fiscali di partenza (l imposta di registro sarebbe, infatti, dovuta con l aliquota del 9 per cento), sono precluse occorre però a) agevolare il trasferimento del fabbricato alla società immobiliare o all impresa di costruzione che lo dovrà riqualificare e b) favorire la permuta di immobili usati con immobili nuovi, favorendo la sostituzione del tessuto edilizio e il risparmio energetico, oltre alla migliore qualità della vita. Con ciò, migliorando anche la situazione economica degli operatori del settore, l occupazione, il PIL, il gettito fiscale. Senza perdite di gettito per lo Stato poiché, in assenza di norme che favoriscano l avvio dell operazione, quest ultima non si fa proprio e, quindi, allo stato attuale, non genera alcun introito per l Erario. Mentre il recupero di edifici dismessi o sottoutilizzati e il loro frazionamento generebbe uno sfracello di nuove entrate fiscali e parafiscali per lo Stato (IVA sulle vendite, sulle parcelle dei Notai e sulle provvigioni dei mediatori, sulle bollette delle varie utenze domestiche e sulle spese condominiali, oneri di urbanizzazione ai Comuni ecc.ecc.). Senza considerare il contributo alla soluzione del problema abitativo senza consumo di nuovo terreno verde che questo tipo di interventi determinerebbe. La proposta è quindi di: 1. detassare dall imposta di registro i trasferimenti di complessi immobiliari da privati a società/imprese di costruzione/ristrutturazione differendo la tassazione indiretta al momento successivo in cui l immobile, rigenerato, sarà stato reimmesso in genere frazionato in svariati appartamenti- sul mercato; 2. detassare dall imposta di registro i trasferimenti da privati a società/imprese di costruzione/ristrutturazione a titolo di permuta parziale fra abitazioni di nuova realizzazione e immobili vecchi e da rigenerare, favorendo il miglioramento dell abitare per i privati e andando incontro alle difficoltà finanziarie per l acquisto del nuovo che spesso bloccano l operazione; nonché, così come nell ipotesi sub 1, la riqualificazione del vecchio. La proposta sulla permuta fra usato e nuovo era stata recepita, con alcune modifiche, nella bozza iniziale dello Sblocca Italia, ma è poi sparita dal testo del D.L. pubblicato nella G.U. Occorre recuperarla al più presto, come peraltro ci hanno assicurato faranno i responsabili politici e tecnici dei ministeri competenti che i rappresentanti Aspesi in particolare Antonio Anzani e Federico Oriana- hanno incontrato. B) ASPESI MILANO Dall estate 2013 è stata rilanciata in grande stile Aspesi Milano che ha svolto in questo anno e mezzo un importante programma di incontri a tema e di visite a luoghi di interesse immobiliare o storico-culturale di Milano. I tradizionali cocktail, mantenendo il carattere di luogo di incontro, conoscenza e di scambio di informazioni tra Associati (anche non milanesi), si sono arricchiti di nuovi significati con la presentazione ogni volta di progetti e temi come: seminari sul PGT, revisione Legge Regionale Urbanistica, certificazione LEED, qualità architettonica, edilizia sportiva, progetto Smart Cities, mercato immobiliare tedesco e mercato delle residenze esclusive. Su questo versante delle iniziative tematiche e informative di Aspesi Milano, ricordo anche gli incontri in sede sul Mipim ( Istruzioni per l uso ) e quello all Hotel Cavalieri sull Expo 2015, entrambi di eccezionale successo. 3

4 Sono, poi, da ricordare le visite a luoghi significativi di Milano come il Museo del Duomo -riaperto nel 2013 dopo la ristrutturazione dell arch. Canali-, l Idroscalo -arricchito architettonicamente e paesaggisticamente sotto la direzione di Cesare Cadeo-, il cantiere di Porta Nuova -con accesso alle torri residenziali ed alla Diamond Tower- e la Triennale -con i restauri compiuti e la realizzazione del ristorante in terrazza in vista di Expo Ad Aspesi Milano abbiamo delegato, in pratica, tutta l attività di incontri e di relazioni su Milano, con la sola eccezione della cena natalizia. Inoltre Aspesi Milano ha svolto un importante attività sulla normativa urbanistica milanese e lombarda, a cominciare dal Regolamento Edilizio del Comune di Milano. Mi prendo una parte del merito di tutto ciò per un fatto essenziale: la mia indicazione al Consiglio Direttivo Nazionale nel luglio 2013 di Antonio Anzani come nuovo Presidente di Aspesi Milano. Lo ringrazio sinceramente a nome di tutta l Aspesi per il grande lavoro svolto e con lui ringrazio tutta la Presidenza di Aspesi Milano composta dai Vice-presidenti Fabio Bandirali, Ivo Diana, Alberto Moro e Marco Tirelli e coordinata da Francesca Anzani. C) ASPESI TORINO Posso serenamente affermare che la creazione di Aspesi Torino è stata la più importante e spero durevolerealizzazione della mia Presidenza Nazionale. Importante non tanto per una, pure essenziale, espansione territoriale la prima- di Aspesi fuori dal contesto milanese e lombardo dove essa è nata ed è tradizionalmente forte, quanto per l essenzialità di Torino nel contesto immobiliare italiano. Non essere presenti a Torino avrebbe significato la perdita del requisito sostanziale della rappresentatività del settore su scala nazionale, con grave pregiudizio per gli interessi delle società immobiliari che vogliamo rappresentare negli ambiti più vitali come la normativa urbanistica, i finanziamenti, la fiscalità. In soli due anni dalla creazione a fine 2012, quello di dieci giorni fa sulla fiscalità immobiliare è stato il terzo convegno di Aspesi Torino dopo quello di dicembre 2013 sul mercato immobiliare e quello di maggio 2014 sulla normativa urbanistica, tutti insieme al Collegio Costruttori Edili (ANCE Torino) che sentitamente ringrazio per averci visto sin dall inizio come un opportunità e non come un problema. Tutti di grande successo sia per contenuti che per presenze. Si è tenuto, poi, nei giorni scorsi a Torino un primo corso di formazione professionale sul tema Parametri dell investimento e stime nell operazione immobiliare, in collaborazione con due Ordini professionali (Ingegneri e Periti), a pagamento e con il rilascio di crediti formativi. Iniziativa senza precedenti nell intera storia dell Aspesi. Sta, infine, operando alacremente una Commissione guidata dall Arch. Paolo Gai sulle nuove frontiere dell immobiliare con riferimento al project financing nello sviluppo immobiliare. I risultati di questo lavoro proiettato al futuro potranno essere utili per tutti i Soci Aspesi, senza distinzione di localizzazione. Per tutto questo e per la notevole attività svolta- ringrazio particolarmente il Presidente Santo Crea e la struttura aziendale di Nexity Italia da lui guidata che ci assiste, la Consigliera Delegata Giusy Sferlazza e tutto il Consiglio di Aspesi Torino formato da Stefano Ponchia, Paolo Gai, Paolo Latella e Roberto Talaia. Ricordo con rammarico e simpatia personale Maurizio Mentigassa Fre che conoscevo da tempo-, componente il Consiglio di Aspesi Torino prematuramente deceduto a ottobre, rinnovando alla sua Famiglia le mie più sentite condoglianze. In aggiunta ai risultati innovativi della mia Presidenza nazionale in questi tre ambiti Fiscalità, Aspesi Milano e Aspesi Torino- vorrei ricordare il grande risultato della partecipazione al Mipim di Cannes nel 2013 e nel 2014, per Federimmobiliare ma con convenzione conclusa dal Dr. Di Renzo e gestita da Stefania Amato. In particolare nel 2014 la nostra Segreteria ha iscritto al Mipim ben 105 partecipanti, ossia più di un quinto di tutti gli italiani (520) che hanno presenziato all evento. Lo stesso per l EIRE dove abbiamo iscritto ben 157 partecipanti, sicuramente trainati dallo splendido convegno da noi organizzato dentro il salone insieme a Cobaty Italia di Giovanni Bottini, sempre vicino ad Aspesi- sull efficientamento energetico. Ma ciò che è più rimarchevole è che entrambi gli eventi non sono costati alle casse associative neppure un centesimo, mentre hanno generato un vasto consenso tra i nostri Soci e tra quelli delle Associazioni a noi vicine che abbiamo assistito. Segnalo, poi, l importante convenzione stipulata nel 2014 con Enel Energia in favore degli Associati Aspesi e per i loro soci, collaboratori e famiglie- che determina condizioni di particolare favore e di più agevole operatività sia per le aziende che per le persone del mondo Aspesi. Ho notizia che il ricorso a tale convenzione da parte del mondo Aspesi è stato molto ampio e per questo ringrazio nuovamente l Enel. 4

5 LA SITUAZIONE GENERALE DEL SETTORE La congiuntura del settore non è molto cambiata dall ultima mia relazione di luglio. Per la prima volta da anni rileviamo un segno più per due trimestri consecutivi. Ma si tratta di piccoli incrementi a fronte di un scenario apocalittico degli ultimi anni, più da day after di una devastazione nucleare che da crisi. Basti pensare che le compravendite immobiliari annuali si sono più che dimezzate da oltre a meno di e che il dipendente settore dell edilizia si è dimezzato per fatturato, investimenti e occupazione, quest ultima diminuita in questi 7 anni di crisi di oltre unità. Altro segnale incoraggiante è costituito dalla decisa ripresa degli investimenti immobiliari a lungo termine da parte dei primari buyers mondiali come Blackstone, Rockefeller Group, i fondi sovrani di Singapore GIC e di Abu Dhabi DAI, London&Regional Properties, Capstone Equities Manager, solo per ricordare le operazioni di questi ultimi mesi. Confermo, quindi, la conclusione sul punto della mia relazione di luglio: la crisi è terminata, la ripresa è attesa. Ma visto lo stato attuale della maggior parte delle società immobiliari ed edilizie, speriamo davvero che non si faccia attendere troppo. Anni sicuramente orribili, ma è nell indole del promotore-sviluppatore guardare al futuro e non al passato. La crisi ha esercitato anche una funzione selettiva e quelli che come noi sono ancora qui è perché sono, siamo i più organizzati, strutturati e determinati della nostra categoria, sia investitori che professionisti. LA SITUAZIONE DELL ASSOCIAZIONE Anche per l Aspesi, la nostra benemerita associazione delle società e del mondo immobiliare, le cose si sono fatte più difficili: diverse aziende sono cadute, altre si sono ritirate dalla vita associativa per necessità di drastica riduzione di tutti i costi. Ma come ho detto già nell assemblea di luglio- abbiamo avuto molte nuove adesioni che hanno compensato, almeno sul piano finanziario, le defezioni, anche se perdere degli amici di vecchia data non fa piacere. Ben poche sono state in questi anni le dimissioni dall Associazione di soci che hanno dichiarato o fatto capire un insoddisfazione, una delusione, anche perché abbiamo perseguito e realizzato negli ultimi anni e soprattutto nell esercizio in corso- un forte efficientamento nel senso dell implementazione del rapporto cost-benefit: infatti, ad una drastica riduzione dei costi -realizzata anche grazie alla comprensione e attaccamento ai colori sociali della struttura- non ha fatto riscontro alcuna diminuzione dei servizi, ma anzi, nell invarianza quantitativa, un loro miglioramento qualitativo. La tradizionale immagine di successo, forza e qualità che ha accompagnato l Aspesi in tutti i 21 anni della sua vita facendola diventare il punto di riferimento principale del settore immobiliare nel nord Italia non ci ha, insomma, abbandonato. Il nostro ruolo nel mondo immobiliare e la nostra immagine di Associazione eminente ci vengono riconosciuti da tutti e sono stati oggetto di importanti apprezzamenti espressi dai molti Presidenti, anche nazionali, intervenuti al Convegno del Ventennale dell Aspesi in EIRE che ho presieduto. La salute del nostro bilancio, pur con contributi annuali che una volta non pesavano anche perché fiscalmente deducibili da utili che ora non ci sono più- e ora appaiono elevati, ne è una conferma. Il problema, dunque, della vita della nostra bellissima Associazione non è immediato, bensì di consolidamento strategico per gli anni a venire. In una delle nostre frequenti consultazioni chiesi tempo addietro all Amministratore Delegato di pensare a soluzioni che dessero all Aspesi la sicurezza di superare in piena operatività il 2015 e il Federico, tenuto conto della svolta involutiva di Federimmobiliare sul piano della rappresentanza nazionale degli interessi immobiliari di nostro primario ed essenziale interesse, ha dialogato con altre associazioni del nostro settore e di settori limitrofi, ha riflettuto sul quadro delle risorse finanziarie attuale e prospettico- ed è giunto ad una conclusione: occorre mettere in atto un progetto di forte ed ampia aggregazione con forze diverse. Ci spiegherà meglio lui nel suo intervento cosa esattamente intende. E ben chiaro, comunque, che se il tema per Aspesi è, oggi più che mai, andare per vivere o restare e morire come diceva Shakeaspeare 500 anni fa, il lavoro da svolgere nei prossimi mesi si presenta molto impegnativo. Lo sapevo anche nel luglio scorso quando scrivevo nella mia relazione annuale: il destino delle associazioni rappresentative del mondo economico, anche importanti ma non scontate, è di guadagnarsi ogni giorno un futuro. Non si arriva mai alla pace, non si arriva mai al tran tran. Il lato negativo di questa verità sono l ansia e lo stress, per chi conduce le associazioni. Il lato bello di una realtà non facile è l impegno a non fermarsi mai, a dover migliorare sempre: qualsiasi obiettivo raggiunto, qualunque risultato favorevole, anche importante, non è altro che un nuovo punto di partenza.. E concludevo: Lo scenario internazionale ed interno induce, quindi, a pensare che la svolta stia per arrivare anche qui e il flusso degli acquisti delle top location da parte dei fondi sovrani e dei grandi investitori internazionali, intensificatosi da inizio 2014 rafforza questa previsione. La rappresentanza del settore deve, quindi, organizzarsi per anticipare questa svolta e 5

6 rafforzarla. Credo, quindi, che il problema principale che attende un Aspesi che ha ridotto all osso i costi e sta cogliendo tutte le opportunità di presenza e di proposta sia il versante interassociativo, l unico che può assicurare il salto di qualità facendo insieme quel di più che non possiamo fare da soli. Per raggiungere concreti risultati in questo quadro di necessaria condivisione e convergenza, siamo disponibili anche a modificare la nostra natura originaria di associazione di sviluppatori per allargarci a tutti i profili e mestieri dell immobiliare su un piano paritario. (le sottolineature c erano già nella Relazione annuale di luglio). Se questo era vero prima dell estate è ancora più vero ora dopo aver concordato con Federico che ha sua volta ha già dialogato in questo senso con altri importanti interlocutori esterni- un programma ambizioso di lancio della nostra Aspesi verso nuove e più elevate mete. Condivido con lui che sia inutile attendere, ma che viste una serie di condizioni favorevoli al contorno che si sono nel frattempo create- si debba invece operare con velocità e determinazione. I miei impegni aziendali non mi consentono, però, di essere io a condurre da Presidente questo cammino. Ma oltre ai miei assorbenti impegni personali, penso anche che sia più efficace che nell attuazione di un progetto di crescita per vie esogene, quindi implicante accordi con interlocutori esterni, la persona che tratta per l Aspesi abbia la facoltà di raggiungere intese d onore senza doverle mediare con il pensiero di un Presidente non presente. Il tutto salvo, ovviamente, approvazione del Consiglio Direttivo prima e, occorrendo, dell Assemblea dopo. La persona giusta per condurre questo cammino interassociativo è fin ovvio dirlo- non può che essere Federico. Sia per la sua formazione, sia perché opera per noi in questo periodo a tempo quasi pieno, sia perché fu lui da Presidente ad inventare la dimensione interassociativa della rappresentanza immobiliare (prima nel 2006 con l Immobile Day, poi con il FIRE, infine con Federimmobiliare). Dispone quindi del tempo, dell esperienza, dei rapporti e degli skills giusti per lo scopo che dobbiamo raggiungere. Per tutto questo gli ho chiesto una ventina di giorni fa la disponibilità ad assumere anche l incarico di Presidente. So che in queste due settimane si è riunito ed ha parlato con diversi di Voi, ha chiesto consigli e ha sondato disponibilità, interne ed esterne. Sarà, dunque, lui ad illustrarvi la sua proposta di percorso e a dirvi in che modo e a quali condizioni è disponibile a concentrare in se stesso tutte le funzioni operative che negli ultimi tre anni aveva condiviso con me. Passo, dunque, alle conclusioni che sono essenzialmente ringraziamenti per la collaborazione ricevuta in questi quasi tre anni di mia Presidenza e mozioni degli affetti. Ringrazio, in primo luogo, la struttura Aspesi composta da Andrea Di Renzo e Stefania Amato- per la collaborazione generosamente accordatami in questi anni, con spirito di sacrificio e anteponendo gli interessi dell Aspesi ai propri. Ringrazio, poi, il mio Consiglio Direttivo e i miei Vice Presidenti per avere sempre concordato con le mie proposte e per la collaborazione accordatami. Ringrazio, in particolare, tra i Consiglieri i Presidenti di Aspesi Milano che si sono succeduti durante la mia Presidenza Paolo Manzoni e Antonio Anzani- e il Presidente di Aspesi Torino Santo Crea. Ringrazio poi nuovamente i membri della Presidenza di Aspesi Milano e del Consiglio Direttivo di Aspesi Torino. Ringrazio particolarmente il Presidente Onorario Sestilio Paletti, sempre vicino a me e a Federico con i suoi preziosi consigli e rapporti. E ringrazio tutti gli Associati Aspesi, specie i più presenti alle nostre iniziative, per la fedeltà ai colori sociali e la vicinanza. Infine e in modo speciale- ringrazio l Amministratore Delegato per la diretta collaborazione: un rapporto intenso, cordiale e concreto con il quale abbiamo risolto, sempre in modo concorde, tutti i problemi, talvolta complessi, che ci sono arrivati in questi anni difficili. Grazie Federico! Concludo facendo appello a tutti i Soci perché, non potendo per ora l Aspesi investire in altre risorse umane a pagamento, solo la loro attiva partecipazione può accompagnare l auspicato e atteso balzo in avanti. Siamo arrivati a 22 anni di onorevole vita, con un patrimonio di prestigio e di qualità nella rappresentanza del settore che è esattamente ciò che le altre Associazioni e gli altri ambienti immobiliari vedono in Aspesi spingendoli alla ricerca di intese con noi. Tutti insieme, con i Soci, con la nostra piccola ma splendida struttura, con il nuovo Presidente, sono certo che ce la faremo senza se e senza ma. GRAZIE! 6

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 febbraio 2008 OGGETTO: Profili interpretativi emersi nel corso della manifestazione Telefisco 2008 del 29 Gennaio 2008 e risposte ad

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

II Guida Iva in Edilizia L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare

II Guida Iva in Edilizia L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare II Guida Iva in Edilizia L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare Vademecum operativo Marzo 2014 SOMMARIO PREMESSA... 3 1 Abitazioni... 4 1.1 Cessioni... 4 1.1.1 Esercizio dell opzione

Dettagli

Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale

Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale Sebastiano Di Diego Sebastiano Di Diego Il regime fiscale delle perdite La disciplina generale

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

CIRCOLARE N. 40/E. OGGETTO: Articolo 13-ter del DL n. 83 del 2012 - Disposizioni in materia di responsabilità solidale dell appaltatore - Chiarimenti

CIRCOLARE N. 40/E. OGGETTO: Articolo 13-ter del DL n. 83 del 2012 - Disposizioni in materia di responsabilità solidale dell appaltatore - Chiarimenti CIRCOLARE N. 40/E Direzione Centrale Normativa Roma, 8 ottobre 2012 OGGETTO: Articolo 13-ter del DL n. 83 del 2012 - Disposizioni in materia di responsabilità solidale dell appaltatore - Chiarimenti Premessa

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N 26 del 30/09/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) - ANNO 2014 L'anno 2014, addì trenta

Dettagli

CIRCOLARE N.12/E OGGETTO: Roma, 1 marzo 2007. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso

CIRCOLARE N.12/E OGGETTO: Roma, 1 marzo 2007. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso CIRCOLARE N.12/E OGGETTO: Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 1 marzo 2007 OGGETTO: Decreto legge n. 223 del 4 luglio 2006 e successive modifiche Revisione del regime fiscale delle cessioni

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Provincia di Bologna COPIA n. 28 del 30.04.2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Il giorno 30 aprile 2014 alle ore 20.30 nella sala consiliare del Municipio, previa l'osservanza di tutte le formalità

Dettagli

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI»

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» Prefettura Ufficio Territoriale del Governo di Avellino a cura del dr. Pasquale Trocchia Dirigente del Ministero dell Interno Responsabile delle

Dettagli

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014 SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI Bologna, 22 luglio 2014 INQUADRAMENTO NORMATIVO FISCALE La nuova disciplina sulle società tra professionisti non contiene alcuna norma in merito

Dettagli

= Circolare n. 9/2013

= Circolare n. 9/2013 = Scadenze + 27 dicembre + Invio degli elenchi INTRA- STAT mensili versamento acconto IVA mediante Mod. F24 + 30 dicembre + Stampa dei libri contabili dell'anno 2012 (libro giornale, registri IVA, libro

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY 25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY Milano, ATAHOTELS Via Don Luigi Sturzo, 45 LA GESTIONE DEI PROGETTI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DEL FUTURO. I SUOI RIFLESSI NEI

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

Notiziario mensile N E W S

Notiziario mensile N E W S LA LETTRE FISCALE Notiziario mensile CIRCOLARE INFORMATIVA Aprile 2013 N E W S MORATORIA ABI Prorogato al 30 giugno 2013 il termine per la presentazione delle istanze Con un comunicato stampa l Associazione

Dettagli

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 Sommario 1. Inquadramento normativo generale 2. Trasferimenti di fabbricati 3. terreni edificabili 4. terreni agricoli 5. Successioni

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

Dott. Massimiliano Teruggi. Studio Coda Zabetta, Mongiardini& Partners-Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi

Dott. Massimiliano Teruggi. Studio Coda Zabetta, Mongiardini& Partners-Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi IL TRATTAMENTO FISCALE DEI COMPENSI AGLI AMMINISTRATORI 1 Inquadramento degli amministratori persone fisiche: a. rapporto di collaborazione b. amministratore e lavoro dipendente c. amministratore e lavoro

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/E. R RrRrrr. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 2/E. R RrRrrr. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 2/E R RrRrrr Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Modifiche alla tassazione applicabile, ai fini dell imposta di registro, ipotecaria e catastale, agli atti di trasferimento o di costituzione

Dettagli

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti INFORMAZIONI PERSONALI Paolo Degl Innocenti POSIZIONE RICOPERTA Responsabile di U.O. Agenzia del Demanio ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 1/7/2012 7/2006-6/2012 11/2005-7/2006 4/2004-10/2005 Responsabile Servizi

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

I.U.C. Imposta Unica Comunale

I.U.C. Imposta Unica Comunale COMUNE DI MARCON I.U.C. Imposta Unica Comunale Con la Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014) è stata istituita a decorrere dal 01/01/2014 l Imposta Unica Comunale (IUC). L imposta unica comunale (IUC)

Dettagli

Uscita dal regime dei minimi

Uscita dal regime dei minimi Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 08 03.03.2014 Uscita dal regime dei minimi A cura di Devis Nucibella Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Contribuenti minimi Dopo

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania)

Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania) Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania) Business Plan KIG RE - DIOMA Valore acquisizioni immobiliari, gestione, sviluppo e ricollocazione assets immobiliari della società veicolo di investimento

Dettagli

Grande distribuzione contro piccola? Quello che conta è la bravura

Grande distribuzione contro piccola? Quello che conta è la bravura ABBONATI RIVISTE ONLINE! TROVA AZIENDE EDILBOX CONTATTI HOME NEWS! AZIENDE ECONOMIA EDILIZIA IMMOBILI APPUNTAMENTI! LEGGI & NORME Grande distribuzione contro piccola? Quello che conta è la bravura CERCA

Dettagli

Una posta di bilancio che necessita particolare

Una posta di bilancio che necessita particolare Costi di ricerca e sviluppo: aspetti contabili e fiscali I principi contabili possono aiutare a interpretare correttamente le scarne istruzioni del legislatore in tema di deducibilità dei costi sostenuti

Dettagli

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE Circolare del 31 Marzo 2015 ABSTRACT Si fa seguito alla circolare FNC del 31 gennaio 2015 con la quale si sono offerte delle prime indicazioni

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

IL CONTROLLO DELLE AGEVOLAZIONI NELL IMPOSTA DI REGISTRO. A cura di Elena Galeotti Direzione Regionale Toscana

IL CONTROLLO DELLE AGEVOLAZIONI NELL IMPOSTA DI REGISTRO. A cura di Elena Galeotti Direzione Regionale Toscana IL CONTROLLO DELLE AGEVOLAZIONI NELL IMPOSTA DI REGISTRO A cura di Elena Galeotti Direzione Regionale Toscana Versione febbraio 2010 INDICE 1 PREMESSA...4 2 PRINCIPI GENERALI...4 2.1 Imposta principale,

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA Attesto che il Senato della Repubblica, il 21 dicembre 2007, ha approvato il seguente disegno di legge, d iniziativa del Governo, già approvato dal Senato e modificato dalla Camera

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37 Le novità civilistiche e fiscali per la stesura del bilancio di Stefano Chirichigno e Vittoria Segre Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

Dr. Rag. D Antuono Emilio

Dr. Rag. D Antuono Emilio Aggiornato al 26/02/2013 Copyright Riproduzione Riservata IL REVERSE CHARGE IN EDILIZIA L Art. 1 comma 44 della legge n. 296/2006 ha introdotto nel nostro sistema il meccanismo del REVERSE CHARGE o INVERSIONE

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA Studio Tecnico Geometri SAPINO Giuseppe e PEDERZANI Fabio Via Pollano, 26 12033 MORETTA (CN) - tel. 0172.94169 fax 172.917563 mail: gsapino@geosaped.com fpederzani@geosaped.com P.E.C.: giuseppe.sapino@geopec.it

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria. Roma, 18 marzo 2015

Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria. Roma, 18 marzo 2015 Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria Audizione del Direttore dell Agenzia del Demanio Roma, 18 marzo 2015 Indice Audizione presso la Commissione Parlamentare di Vigilanza sull

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA Istituto Nazionale Previdenza Sociale ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA (articolo 23 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 e successive modifiche e integrazioni) In base all art. 7, D.L. n. 70/2011 non è più obbligatorio

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale

Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale COMUNE DI CESENA Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale Seduta del 31/07/2014 - delibera n. 57 OGGETTO: TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (IUC-TASI) - ALIQUOTE E ALTRE MISURE APPLICATIVE

Dettagli

FPA PROGETTI. presentazione SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971

FPA PROGETTI. presentazione SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971 presentazione FPA PROGETTI SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971 1 1. DATI SOCIETÀ FPA PROGETTI SRL SEDE IN MILANO VIA PALMANOVA 24 20132 TEL.02/2360126 02/26681716

Dettagli

Relazione tecnica alla Legge di stabilità 2015 - Legge 23 dicembre 2014, n. 190

Relazione tecnica alla Legge di stabilità 2015 - Legge 23 dicembre 2014, n. 190 Relazione tecnica alla Legge di stabilità 2015 - Legge 23 dicembre 2014, n. 190 (A.C. 2679-bis-B) Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2015).

Dettagli

3. Determinazione dei servizi a domanda individuale e relativi costi di gestione

3. Determinazione dei servizi a domanda individuale e relativi costi di gestione 1. Approvazione addendum al contratto di concessione della progettazione, realizzazione e gestione di impianti fotovoltaici asserviti ad immobili di proprietà del Comune di Casapinta 2. Verifica quantità

Dettagli

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

Aiuto alla crescita economica (ACE) e suo utilizzo

Aiuto alla crescita economica (ACE) e suo utilizzo Aiuto alla crescita economica (ACE) e suo utilizzo G ennaio 2015 L ACE L articolo 1 del decreto Salva Italia (D.L. n. 201 del 6 dicembre 2011, convertito con modificazioni nella L. n. 214 del 2011) ha

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

IMMOBILI ABITATIVI - IMPRESA COSTRUTTRICE ENTRO 5 ANNI (Quadro A)

IMMOBILI ABITATIVI - IMPRESA COSTRUTTRICE ENTRO 5 ANNI (Quadro A) D.L. 22.06.2012 n. 83, in vigore dal 26.06.2012 IMMOBILI ABITATIVI - La disciplina delle cessioni di fabbricati abitativi Con riferimento al regime delle cessioni la novella sostituisce il n. 8-bis dell

Dettagli

CAPITOLO I L IMPOSIZIONE DIRETTA PER LE SOCIETÀ SEMPLICI IMMOBILIARI 1 1 SOCIETÀ SEMPLICI ESERCENTI ATTIVITÀ DI GESTIONE IMMOBILIARE

CAPITOLO I L IMPOSIZIONE DIRETTA PER LE SOCIETÀ SEMPLICI IMMOBILIARI 1 1 SOCIETÀ SEMPLICI ESERCENTI ATTIVITÀ DI GESTIONE IMMOBILIARE Società immobiliari CAPITOLO I L IMPOSIZIONE DIRETTA PER LE SOCIETÀ SEMPLICI IMMOBILIARI 1 1 SOCIETÀ SEMPLICI ESERCENTI ATTIVITÀ DI GESTIONE IMMOBILIARE Ai sensi dell art. 2249 c.c., le società che hanno

Dettagli

Circolare n. 12/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 3 maggio 2013

Circolare n. 12/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 3 maggio 2013 Circolare n. 12/E Direzione Centrale Normativa Roma, 3 maggio 2013 OGGETTO: Commento alle novità fiscali - Decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dall articolo 1, comma 1,

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014 RISOLUZIONE N. 20/E Direzione Centrale Normativa Roma, 14 febbraio 2014 OGGETTO: Tassazione applicabile agli atti di risoluzione per mutuo consenso di un precedente atto di donazione articolo 28 del DPR

Dettagli

Le associazioni di volontariato iscritte nei registri regionali: le imposte sul reddito

Le associazioni di volontariato iscritte nei registri regionali: le imposte sul reddito OdV Le associazioni di volontariato iscritte nei registri regionali: le imposte sul reddito di Sebastiano Di Diego* Nell articolo viene descritto il variegato regime fiscale, ai fini IRES, delle associazioni

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

L articolo 1292 del codice civile recita testualmente (Nozione della solidarietà)

L articolo 1292 del codice civile recita testualmente (Nozione della solidarietà) L articolo 1292 del codice civile recita testualmente (Nozione della solidarietà) L'obbligazione è in solido quando più debitori sono obbligati tutti per la medesima prestazione, in modo che ciascuno può

Dettagli

l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti

l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti 1 2008 l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti 1 2008 l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco

Dettagli

Beni pubblici e analisi costi benefici

Beni pubblici e analisi costi benefici Beni pubblici e analisi costi benefici Arch. Laura Gabrielli Valutazione economica del progetto a.a. 2005/06 Economia pubblica L Economia pubblica è quella branca della scienza economica che spiega come

Dettagli

COMUNE DI ABBIATEGRASSO

COMUNE DI ABBIATEGRASSO Delibera N. 35 del 14/02/2013 COMUNE DI ABBIATEGRASSO Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: PROMOZIONE APPROFONDIMENTI SULL'EDILIZIA SOCIALE AI FINI DELL' AGGIORNAMENTO DEL P.G.T.. L'anno

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015

PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015 Poschiavo, 14 febbraio 2014 PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015 L assemblea generale ordinaria del 2015 si è svolta presso il ristorante La Tana del Grillo a Pedemonte, in data 31 gennaio

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE

IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE Sistema tributario Insieme di tributi intesi come prestazioni di denaro obbligatorie (art. 53 Costituzione) L obbligatorietà vs. la contribuzione volontaria dovrebbe

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli