Politica di Gioco Responsabile

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Politica di Gioco Responsabile"

Transcript

1 Politica di Gioco Responsabile Swisslos, Interkantonale Landeslotterie, Lange Gasse 20, 4002 Basel

2 Indice 1. Basi Adozione di una politica di Gioco Responsabile Collaborazione con i cantoni Studio di base sulla dipendenza da gioco 2006/2007 e studio successivo Misure di prevenzione e di protezione dei giovani Visione d insieme e strutturazione Misure di prevenzione in dettaglio Configurazione dei prodotti Limitazioni dell autorizzazione (incl. blocco del gioco) Limitazioni della puntata e della durata di gioco Limitazioni della disponibilità / distribuzione Limitazioni nel settore della comunicazione di marketing Formazione e controllo del personale dei partner di vendita Comunicazione dei rischi legati al gioco eccessivo Comunicazione dei centri di consulenza per persone con problemi di gioco 9 3 Pubblicità Spiegazioni dei concetti Interpretazione dell art. 9 LLS e dell art. 19 IKV Interpretazione dell art. 9 LLS: divieto di spaccio da parte di venditori ambulanti Interpretazione dell art. 19 IKV: pubblicità invadente e menzione dell ente 9 organizzatore 3.3 Necessità di adottare una comunicazione di marketing attrattiva Direttive per l adozione di misure pubblicitarie da parte di Swisslos Target di comunicazione Obiettivi e messaggi della comunicazione Organizzazione della pubblicità in senso stretto Controllo dell efficacia e sviluppo ulteriore Controllo periodico dell efficacia Il gioco responsabile come processo 13 2

3 1. Basi 1.1 Adozione di una politica di Gioco Responsabile La regolamentazione del mercato del gioco d azzardo, e delle lotterie in particolare, consente di garantire un offerta controllata e sostenibile dal punto di vista sociale. Tale regolamentazione combatte il riciclaggio di denaro sporco, la frode, la dipendenza da gioco e l insolvenza degli operatori, nonché le truffe ai danni dei giocatori. Swisslos è consapevole che il gioco di qualsiasi tipo esso sia può generare problemi personali e sociali. Si assume perciò le proprie responsabilità facendo, tra l altro, chiarezza e prevenzione in materia. In qualità di membro del World Lottery Association, Swisslos si impegna a seguire i principi del Gioco Responsabile: 1. Nella propria area economica Swisslos offre il lotto a numeri, i biglietti e le scommesse sportive. È consape vole del ruolo sociale che riveste nella prevenzione del gioco eccessivo e tutela i suoi clienti in tal senso. 2. Swisslos garantisce che il suo operato rispecchia una combinazione di regolamentazione legale, di autoregolamentazione e di responsabilità individuale. 3. Swisslos sviluppa le sue pratiche di Gioco Responsabile in base ai risultati attuali della ricerca. 4. Swisslos collabora con i suoi stakeholder per lo scambio di informazioni, adoperandosi per una migliore comprensione della dipendenza da gioco da parte dell opinione pubblica. 5. Swisslos sostiene, in ogni sua attività, soltanto il gioco legale e responsabile. Questo concerne inoltre i settori Sviluppo, Vendita e Marketing dei prodotti e delle attività di lotteria. 6. Swisslos comunica le informazioni in modo adeguato nei settori dell offerta di gioco più sensibili a questa problematica, per consentire ai giocatori di tenersi informati sui prodotti e sulle attività di lotteria, sulle misure di prevenzione e sulle offerte corrispondenti: a) il marketing dei prodotti e delle attività di lotteria sottostà a un autoregolamentazione adeguata e contempla delle pratiche di gioco responsabili. b) i consumatori ricevono informazioni sui giochi di lotteria e sui rischi che questi comportano, ad es. attraverso degli opuscoli informativi sul tema Gioco Responsabile. 7. Swisslos sorveglia, controlla e verifica le attività nell ambito del Gioco Responsabile. Ha inoltre firmato gli standard EL Responsible Gaming e codice di condotta per le scommesse sportive de EL. Mette in pratica le misure tenendo in considerazione le particolarità nazionali. Accanto alla responsabilità in quanto Società di lotteria, Swisslos deve anche tener conto, nelle sue decisioni di vendita, del principio di autoresponsabilità del singolo e della sua libertà d azione. L obiettivo è quello di consentire al singolo ad eccezione di determinate categorie che vanno protette, in particolare i giovani e i bambini di prendere una decisione ponderata, basata su informazioni adeguate in merito alla sua partecipazione al gioco e, in caso di problemi di dipendenza da gioco, di garantirgli l accesso a istituzioni di assistenza ai giocatori. 3

4 1.2 Collaborazione con i cantoni Nel quadro della nuova Convenzione intercantonale sulla sorveglianza, l autorizzazione e la ripartizione dei proventi delle lotterie e delle scommesse gestite sul piano intercantonale o su tutto il territorio della Confederazione (in vigore dal ) è stato stabilito che le Società di lotteria destinino lo 0.5% del loro prodotto lordo dei giochi alla prevenzione della dipendenza da gioco. Si tratta in particolare di offrire delle terapie a coloro che hanno problemi con il gioco (prevenzione secondaria). Le offerte, messe a disposizione dai cantoni, vengono comunicate da Swisslos. Swisslos, da parte sua, mette soprattutto in atto le misure di prevenzione in senso stretto (prevenzione primaria) quelle misure, cioè, atte ad impedire il manifestarsi in assoluto di problemi che derivano ai giocatori dall utilizzo delle offerte di lotteria. La Commissione in materia di lotterie e scommesse (CLS) vigila, come del resto l autorità di sorveglianza dei cantoni, che l offerta di Swisslos sia socialmente sostenibile. La CLS ha però anche il compito di impedire che altri operatori illegali di lotterie o simili (ad es. di scommesse sportive) siano attivi in Svizzera, poiché questi operatori non si impegnano a garantire un offerta di Gioco Responsabile, anzi contribuiscono, con la loro offerta incontrollata, ad amplificare la zona grigia della dipendenza di gioco. Vengono svolte delle attività di controllo in comune tra cantoni, CLS e Swisslos quali, ad esempio, delle ricerche periodiche per garantire l efficacia delle misure adottate. 1.3 Studio di base sulla dipendenza da gioco 2006/2007 e studio successivo 2008 Nei cantoni della Svizzera tedesca e in Ticino la dipendenza da gioco è meno diffusa rispetto ad altre forme di dipendenza. Lo afferma uno studio di base scientifico rappresentativo, condotto dall Università di Berna su incarico dei cantoni della Svizzera tedesca e del canton Ticino (cfr. Brodbeck et al. 2007). Da questo studio condotto su vasta scala (dimensione del campione 6 385) si evince inoltre che i prodotti delle Società di lotteria dei cantoni non presentano in pratica un potenziale di dipendenza. I risultati dello studio sono stati convalidati da un indagine condotta successivamente (cfr. Brodbeck, Znoj 2008). Il tasso di prevalenza 1, lungo l arco della vita, del gioco problematico nelle persone con più di 14 anni è dello 0.7%, quello del gioco patologico dello 0.5%, mentre i giocatori a rischio costituiscono il 2.4% del campione totale dell indagine. Lo studio conferma inoltre i risultati di altri lavori di ricerca, condotti a livello internazionale e dimostra che i prodotti di lotteria offerti nella Svizzera tedesca e in Ticino (Lotto, scommesse sportive, biglietti) presentano un potenziale di dipendenza da gioco esiguo. I giocatori del Lotto, delle scommesse sportive e dei biglietti hanno una probabilità dodici volte inferiore di appartenere al gruppo dei giocatori problematici o patologici. Per i giocatori delle slot machine, invece, la probabilità di dipendenza aumenta in pratica di sei volte. Sono previsti degli studi successivi e ripetuti, atti a rilevare l evoluzione della prevalenza della dipendenza e dei relativi fattori di rischio. 1 La prevalenza, o frequenza patologica, è un parametro di classificazione, volto ad accertare un eventuale stato patologico: indica quante persone di un determinato gruppo (popolazione) di entità definita sono affette da un certa patologia. 4

5 2. Misure di prevenzione e di protezione dei giovani Swisslos distribuisce ai cantoni la totalità dei suoi utili da destinare a scopi di pubblica utilità nei settori della cultura, dello sport, della natura, dell ambiente e delle opere sociali. Swisslos vuole che questi utili siano conseguiti senza causare problemi ai giocatori. È questo il motivo per cui Swisslos ha introdotto diverse misure di prevenzione, descritte di seguito. 2.1 Visione d insieme e strutturazione Le misure di prevenzione primarie sono strutturate in base alle dimensioni del canale di vendita e all ambito in cui vengono prese, tenendo conto che non tutte sono attuabili o opportune per ogni canale di vendita e ogni prodotto di lotteria. Il canale Gastro, e in particolare quello Internet, sono canali di vendita più problematici rispetto ai punti vendita tradizionali, poiché i loro prodotti presentano, in una certa misura, una maggiore frequenza di eventi. Canale di vendita Punti vendita Gastro Internet Direct Eventi Distributori Ambito delle misure tradizionali & SMS mailing Configurazione dei prodotti (quote di ripartizione, frequenza dell evento/intervallo di pagamento e quant altro) x x x x x x Limitazioni dell autorizzazione (incl. blocco del gioco) x x x x x x Limitazioni della puntata e della durata di gioco x x Limitazioni della disponibilità / distribuzione x x x x Limitazioni nel settore della comunicazione di marketing x x x x x x Formazione e/o controllo del personale dei partner di vendita x x Comunicazione dei rischi legati al gioco eccessivo x x Comunicazione dei centri di assistenza per persone con problemi di gioco (offerte terapeutiche) x x x x = le misure di prevenzione primaria realizzate nel canale corrispondente Le offerte terapeutiche (prevenzione secondaria) vengono finanziate con la tassa per la prevenzione della dipendenza da gioco e sono realizzate dai cantoni. 2.2 Misure di prevenzione in dettaglio Qui di seguito vengono elencate e descritte in breve le misure per il Gioco Responsabile prese o pianificate da Swisslos Configurazione dei prodotti a) Per tutti i canali di vendita in generale A differenza degli operatori (Internet) esteri o dei Casinò, che presentano quote di ripartizione superiori al 90%, Swisslos ridistribuisce solo il 50 75% della cifra d affari sotto forma di vincite. Si tratta di una misura di prevenzione basilare, poiché maggiore è la quota della cifra d affari che i vincitori ricevono come ricompensa, e più pericoloso può diventare il gioco d azzardo. 5

6 L estrazione di Swiss Lotto e di Euro Millions ha luogo due volte alla settimana. Dopo una partecipazione, le vincite non sono rese note né pagate immediatamente (bassa frequenza dell evento e del pagamento). Per questo motivo il rischio di dipendenza da gioco dei due prodotti principali di Swisslos è da classificare come esiguo, poiché il flusso di gioco viene chiaramente interrotto e non è possibile reinvestire nell immediato. Anche per i biglietti gratta e vinci il rischio di dipendenza è minimo. Al momento la massima quota di ripartizione dei biglietti (Instants) si attesta attorno al 60%. In questo modo non viene incentivata quella sensazione di ricompensa psicologica che stimola il continuo desiderio di gioco. Il comportamento di gioco persistente è in netto contrasto con l atmosfera dei punti vendita non orientata al gioco, con l impossibilità di influire sul risultato di gioco e con il complesso meccanismo di reinvestimento delle vincite: le vincite superiori a CHF 1 000, infatti, sono soggette ad imposta preventiva e devono essere richieste centralmente presso Swisslos, cosicché anche per il reinvestimento di piccole vincite è necessario un nuovo atto d acquisto più complicato rispetto al precedente. Per quanto attiene le scommesse sportive il giocatore ha la possibilità di scommettere ogni giorno sugli eventi sportivi. Le vincite possono essere riscosse solo dopo che l ultimo degli incontri pronosticati ha avuto luogo o, nel caso delle PMU, dopo la pubblicazione delle quote di vincita sulla base dei risultati ufficiali delle corse. Anche per questo prodotto, dunque, il flusso di gioco viene chiaramente interrotto. Inoltre, la frequenza delle vincite e la quota di ripartizione sono piuttosto esigue. b) Internet Per ridurre la frequenza degli eventi nell offerta dei biglietti virtuali (biglietti online), rallentando così il flusso di gioco, ogni biglietto deve essere venduto singolarmente; non è possibile acquistare più biglietti contemporaneamente e il biglietto acquistato deve essere terminato prima di poterne acquisire un altro. Al partecipante viene inoltre offerta la funzione demo ( Prova subito ) per provare a giocare con i biglietti virtuali prima del loro acquisto, tenendo conto che i biglietti demo sono assolutamente identici a quelli virtuali; significa che gli scenari e le quote di pagamento sono identici. In questo modo il partecipante può farsi un idea della frequenza con cui potrebbe vincere o perdere giocando con i biglietti virtuali. L animazione dei biglietti, infine, fa sì che il lasso di tempo tra l acquisto del biglietto e il risultato di gioco (biglietto vincente/non vincente) venga prolungato, ciò che riduce il numero di biglietti acquistabili in un determinato lasso di tempo, riducendo di conseguenza la frequenza dell evento rilevante per il rischio di dipendenza. I partecipanti possono acquistare i prodotti Swisslos solo a condizione di disporre di un credito di gioco sufficiente sul wallet e, inoltre, le vincite superiori a CHF al netto (e cioè dopo detrazione dell imposta preventiva) non vengono versate sul wallet dei partecipanti, bensì direttamente sul conto bancario o postale dopo tre giorni lavorativi. Una misura atta a garantire che le grandi vincite non possono essere rigiocate subito (ritardo di tre giorni) Limitazioni dell autorizzazione (incl. blocco del gioco) a) Internet & SMS Per giocare su Internet e per accedere all offerta di gioco online tramite SMS, l età minima è 18 anni. Ogni giocare è tenuto a registrarsi, ciò che garantisce il divieto d accesso al gioco agli adolescenti attraverso tali forme di partecipazione basate sulla telecomunicazione. Il giocatore stesso può bloccare il gioco in ogni momento, chiamando semplicemente la hotline Internet di Swisslos oppure disponendo, sotto Il mio profilio, l autoblocco temporeano per singoli giochi, o per tutti i giochi Internet. 6

7 Dal canto suo, Swisslos può bloccare il giocatore nel caso in cui il suo comportamento di gioco le risulti eccessivo. Per ogni utente, inoltre, sulla PGI è ammessa un unica registrazione (account). b) Punti vendita tradizionali / Gastro / Distributori automatici per la vendita di prodotti di lotteria presso i punti vendita tradizionali In caso di pagamento di una vincita superiore a CHF viene generato un conteggio d imposta preventiva, su cui è riportato il nome del vincitore. Tutte le vincite derivanti dai biglietti, superiori a CHF 200, vengono corrisposte centralmente da Swisslos e generano traffico postale, transazioni finanziarie e, a partire da un importo di CHF 1 000, incidono sulla dichiarazione fiscale, tutte attività che dovrebbero implicare il coinvolgimento o perlomeno attirare l attenzione dei genitori o dei rappresentanti legali. Per la partecipazione ai prodotti PMU e Subito! è stata fissata l età minima legale di 18 anni. c) Eventi / Direct mailing Durante le manifestazioni Swisslos non vende prodotti di lotteria rivolgendosi in modo attivo ai minori di 18 anni. Per quanto concerne il direct mailing, non vengono inviati messaggi di posta elettronica ai minorenni Limitazioni della puntata e della durata di gioco a) Internet & SMS Per minimizzare il rischio di gioco eccessivo, esistono delle limitazioni che frenano la passione eccessiva per il gioco. Per la vendita dei biglietti virtuali e del Bingo sono i giocatori a fissare, prima dell inizio del gioco, i limiti di gioco (al giorno, per 7 giorni e per 30 giorni), tenendo conto del limite massimo fissato da Swisslos per entrambi i prodotti, i Biglietti Online e il Bingo, e di CHF Sotto la voce Il mio profilo, il partecipante ha la possibilità di abbassare tali limiti in ogni momento e con effetto immediato. Se invece vuole aumentare un limite c è una fase di ripensamento di 72 ore. Se il partecipante raggiunge (o quasi) i suoi limiti, scatta un avvertimento, e questo per renderlo attento, per sensibilizzarlo sul suo comportamento di gioco. Il partecipante è tenuto ad acquistare un solo biglietto virtuale per volta. Per prodotti non problematici quali Swiss Lotto, Euro Millions, Sporttip e Totogoal vengono stabiliti dei limiti di puntata per evitare il riciclaggio di denaro sporco. La puntata massima complessiva per ogni incarico di gioco ammonta a CHF Ogni 30 giorni il partecipante può acquistare puntate di gioco per un importo massimo di CHF , tenendo conto che il periodo menzionato viene sempre calcolato a ritroso, a partire dalla data dell ultimo acquisto. Il partecipante può acquistare puntate di gioco soltanto nel caso in cui e fino a quando i crediti di gioco ricostituiti con vincite, rimborsi o versamenti sul suo wallet non superino il controvalore di CHF b) Eventi Per le manifestazioni esiste un confine naturale per le puntate e la durata di gioco, poiché questi eventi, ad es. fiere o manifestazioni sportive, sono limitati nel tempo Limitazioni della disponibilità / distribuzione a) Punti vendita tradizionali / Distributori automatici per la vendita dei prodotti di lotteria presso i punti vendita tradizionali Swisslos non gestisce punti vendita né distributori automatici in luoghi frequentati in prevalenza da gruppi di minorenni. Non ci sono, ad esempio, punti vendita o distributori automatici nelle mense scolastiche o nelle mense in generale. 7

8 b) Gastro Anche nel canale Gastro, la disponibilità dei prodotti di lotteria è limitata. Swisslos non gestisce punti vendita né distributori automatici nelle discoteche, nelle mense scolastiche, ecc., frequentate soprattutto dagli adolescenti. c) Eventi Swisslos non presenzia a fiere o a eventi frequentati prevalentemente da minorenni Limitazioni nel settore della comunicazione di marketing Cfr. cifra Formazione e controllo del personale dei partner di vendita a) Gastro I partner di vendita Gastro possono offrire i prodotti Swisslos previa frequentazione di un apposito corso di formazione, durante il quale viene trattata la tematica del Gioco Responsabile. Durante la formazione il tema della dipendenza da gioco e della prevenzione viene trattato da un esperto in dipendenza da gioco esterno (psicologo / psichiatra). Tutti i partecipanti al corso ricevono, inoltre, il materiale informativo specifico sul tema Gioco Responsabile. b) Punti vendita tradizionali In merito al tema Gioco Responsabile, Swisslos sensibilizza i venditori dei punti vendita tradizionali con delle informazioni specifiche e attraverso lo scambio personale con il Servizio esterno Comunicazione dei rischi legati al gioco eccessivo a) Internet Sulla homepage di Swisslos, sotto la voce Gioco Responsabile, i giocatori e i loro congiunti possono accedere alle informazioni sui rischi del gioco eccessivo e utilizzare le possibilità di contatto offerte. E soprattutto, i giocatori possono sottoporsi ad un auto-test per valutare meglio il proprio comportamento di gioco. Il credito sul wallet del partecipante viene sempre visualizzato sulla pagina web (non appena effettuato il login). Il partecipante ha inoltre la possibilità di vedere i suoi scontrini sotto la voce Il mio resoconto di gioco e di richiamare in ogni momento il suo conto giocatore per rendersi conto di quanto denaro ha perso al gioco nel corso di un terminato periodo. b) Gastro In particolare nel settore Gastro, i giocatori hanno la possibilità di informarsi sui rischi del gioco eccessivo tramite l opuscolo informativo. L opuscolo contiene un auto-test che aiuta a valutare meglio il proprio comportamento di gioco. c) Punti vendita tradizionali Presso tutti i punti vendita Lotto i giocatori hanno la possibilità di informarsi sui rischi del gioco eccessivo tramite l opuscolo informativo. L opuscolo contiene un auto-test che aiuta a valutare meglio il proprio comportamento di gioco. 8

9 2.2.8 Comunicazione dei centri di consulenza per persone con problemi di gioco Swisslos ha allestito un centro di consulenza speciale, raggiungibile per telefono o per . I giocatori e i loro congiunti hanno la possibilità di informarsi presso i centri di consulenza o i gruppi di autoaiuto più vicini. 3 Pubblicità 3.1 Spiegazioni dei concetti La pubblicità è uno dei tanti strumenti della comunicazione del marketing. La vendita personale, la promozione delle vendite, la sponsorizzazione, il marketing diretto o la partecipazione alle fiere sono l esempio di ulteriori strumenti di comunicazione del marketing. In particolare l art. 9 della legge federale dell 8 giugno 1923 concernente le lotterie e le scommesse professionalmente organizzate (LLS) contempla una disposizione sulla comunicazione del marketing. Questo articolo vieta lo spaccio fatto per mestiere da venditori ambulanti. In effetti si tratta di una forma di vendita personale oggi raramente utilizzata in particolare a causa dei costi ad essa collegati. L art. 19 della Convenzione intercantonale sulla sorveglianza, l autorizzazione e la ripartizione dei proventi delle lotterie e delle scommesse gestite sul piano intercantonale o su tutto il territorio della Confederazione, entrata in vigore il , contempla due disposizioni sulla pubblicità in quanto strumento di comunicazione del marketing: per le lotterie e le scommesse la pubblicità non può essere invadente e l ente organizzatore deve essere evidenziato in modo chiaro. In altre parole esistono delle disposizioni su entrambi questi strumenti di comunicazione del marketing: la vendita personale e la pubblicità. 3.2 Interpretazione dell art. 9 LLS e dell art. 19 IKV Interpretazione dell art. 9 LLS: divieto di spaccio da parte di venditori ambulanti A parte un eccezione, Swisslos non mette in atto alcuna misura di vendita personale, in particolare nessuna vendita da parte di venditori ambulanti. L eccezione è costituita dalle partecipazioni alle fiere, agli eventi sportivi o simili. Le attività di vendita nel quadro di tali manifestazioni non sono paragonabili allo spaccio da parte di venditori ambulanti tematizzato nell art. 9 LLS e, inoltre, non sono organizzate in modo invadente. Paragonabili allo spaccio invadente da parte dei venditori ambulanti sono le attività di vendita per telefono. Swisslos non svolge alcuna di tali attività. Le misure di vendita telefonica messe in atto dai partner di vendita delle Klassenlotterien germaniche in Svizzera sono particolarmente insistenti. Con ciò non soltanto sono illegali (vendita di una lotteria non autorizzata), ma la vendita avviene tra l altro in modo assolutamente inammissibile dal punto di vista della protezione dei giocatori Interpretazione dell art. 19 IKV: pubblicità invadente e menzione dell ente organizzatore Mentre gli strumenti di comunicazione del marketing, quali la vendita personale, il marketing diretto o la promozione delle vendite possono (anche) essere strumenti adatti ad invogliare i giocatori all atto d acquisto (obiettivi d azione), con le misure pubblicitarie si vogliono raggiungere soprattutto gli obiettivi della notorietà, dell immagine o delle tendenze. 9

10 Il maggiore potenziale d invadenza è da ascrivere alla vendita personale, inclusa la vendita per telefono. Il contatto personale con il cliente, e dunque la relazione interpersonale che ne risulta, consente che si instauri un obbligo di reazione (soggettivo) nel potenziale acquirente o addirittura come nel caso della vendita telefonica delle Klassenlotterien germaniche induce una sottile pressione. Come già sottolineato, Swisslos rinuncia a mettere in atto tali misure. A causa dell alta affluenza di visitatori alle fiere e agli eventi sportivi, la vendita personale non consente in pratica lunghe conversazioni di vendita e, inoltre, il personale di vendita impiegato da Swisslos è istruito in modo tale da non procedere alla vendita in modo invadente. Va infine ricordato che il personale non è retribuito in base alla cifra d affari che consegue una retribuzione sulla base del fatturato realizzato potrebbe, naturalmente, generare una pressione sulla vendita. Il logo Swisslos compare su tutti i mezzi pubblicitari e su tutti gli elementi fisici dei prodotti (schedine, scontrini di gioco, biglietti, condizioni di partecipazione, ecc.). Rappresentano un eccezione limitata nel tempo altri mezzi pubblicitari delle scommesse sportive, che sono sotto la completa responsabilità di Swisslos solo dal Come si evince dal primo paragrafo della presente cifra 3.2.2, nonostante la pubblicità basata sulle ricerche di marketing non sia molto appropriata al perseguimento di obiettivi d azione tramite la vendita invadente, Swisslos dispone di direttive per l adozione di misure pubblicitarie proprie, che sono elemento basilare per l applicazione del principio di un offerta di gioco responsabile. Prima di elencare tali direttive organizzative alla cifra 3.4, la cifra 3.3 spiega in breve, perché una comunicazione di marketing attrattiva per Swisslos sia indispensabile per l adempimento del suo mandato. 3.3 Necessità di adottare una comunicazione di marketing attrattiva L offerta dei prodotti di Swisslos non solo deve essere interessante ma va anche pubblicizzata in modo attrattivo e con la giusta intensità. Soltanto così è possibile adempiere al mandato di realizzare in ambito economico un offerta di lotteria e di scommesse attrattiva, controllata e socialmente sostenibile. Una tale offerta e una tale comunicazione di marketing sono indispensabili per impedire che la popolazione svizzero tedesca e ticinese soddisfi le proprie esigenze di gioco d azzardo presso operatori illegali, che agiscono in modo incontrollato e hanno potuto offrire, finora indisturbati, un ampia gamma delle proprie attività. Va ricordato che l esistenza della (naturale) esigenza di giocare d azzardo trova una spiegazione nella teoria sociologica ed è dimostrata empiricamente. La comunicazione di marketing di Swisslos non giustifica con altre parole le esigenze di gioco, ma si impegna piuttosto a richiamare l attenzione dei giocatori sui suoi prodotti legali, offerti in modo controllato e socialmente sostenibile. Secondo le ricerche condotte da diversi studi in ambito pubblicitario e consumerista, ogni giorno i consumatori vengono bombardati da più di mille messaggi di comunicazione. In queste condizioni la pubblicità deve riuscire a carpire l attenzione in modo forte e con la necessaria intensità, tenendo conto della cosiddetta soglia d efficacia. Nel 2007 Swisslos ha investito 11.7 milioni di franchi per i media pubblicitari, superando appena la soglia d efficacia per i suoi prodotti. Questo risulta chiaramente comparando alcuni valori dei costi dei media pubblicitari in Svizzera nel 2005: Migros 345 milioni di franchi, Swisscom 83 milioni, La Posta 33 milioni. Nel 2006 i giochi d azzardo si sono posizionati solo al 34 posto nella graduatoria dei gruppi di prodotti più pubblicizzati. 10

11 Anche la giurisprudenza giudiziaria europea riconosce la necessità di fare pubblicità attraverso gli offerenti statali di lotterie e scommesse. Critica unicamente le misure pubblicitarie eccessive, che sono in contraddizione con l obiettivo di un offerta di lotteria e di scommesse sostenibile socialmente. (cfr. le sentenze della Corte di giustizia delle Comunità europee sui casi Gambelli, Zenatti o Lindmann). 3.4 Direttive per l adozione di misure pubblicitarie da parte di Swisslos Per l adozione di misure pubblicitarie Swisslos si attiene a direttive diverse, che si suddividono in direttive per i target di comunicazione, per gli obiettivi e i messaggi della comunicazione, nonché per l organizzazione della pubblicità in senso stretto Target di comunicazione I giovani e i bambini o altri gruppi di persone più vulnerabili, quali ad esempio gli abitanti di case per anziani, non entrano nel novero dei target pubblicitari. Ne deriva quanto segue: nessun circuito pubblicitario nello spazio destinato alle trasmissioni televisive o radiofoniche per bambini e giovani, né annunci stampa per questi target Obiettivi e messaggi della comunicazione La pubblicità di Swisslos persegue i seguenti obiettivi: - dare notorietà ai prodotti e all operatore Swisslos - trasmettere informazioni sugli elementi dell offerta (incl. i canali di vendita e l entità dei Jackpot) - ottenere un atteggiamento positivo nei confronti di Swisslos / dei suoi prodotti - creare un sentimento di fiducia verso il mittente dell offerta, cioè Swisslos - creare un legame tra i clienti e Swisslos e le sue offerte, e con questo - impedire l emigrazione, e dunque la domanda presso operatori illegali e poco seri. Si tratta in questo caso dei cosiddetti obiettivi pre-economici, il cui adempimento alla fine porta al raggiungimento degli obiettivi economici (ad es. obiettivi del fatturato o della quota di mercato) Gli obiettivi pubblicitari menzionati vengono perseguiti con una strategia pubblicitaria informativa e non persuasiva. Al contrario della pubblicità informativa, la pubblicità persuasiva cerca di inviare dei messaggi che si sottraggono agli elementi razionali di una decisione d acquisto, servendosi di quei meccanismi analizzati e descritti dalla ricerca sul cervello, sulle percezioni e sull apprendimento, nonché dalla psicologia cognitiva. Se la pubblicità, o meglio determinati stimoli-chiave, sollecitano in modo particolare ad esempio il tronco encefalico e il sistema limbico, provocano la riduzione del controllo razionale nelle persone vulnerabili. Questo vale in particolare perché o allorquando le decisioni d acquisto non vengono prese con un processo estensivo e razionale bensì come spesso è il caso per l acquisto di giochi d azzardo con una scemata razionalità e con un processo decisionale semplificato. Processi decisionali che risultano, inoltre, dall incertezza delle conseguenze positive o negative di un acquisto, che nel gioco d azzardo emergono subito in modo evidente (vincita/perdita), mentre per altri beni emergono spesso con grande ritardo e in certi casi vengono alla luce camuffati. La maggior parte delle decisioni d acquisto vengono semplificate e prese con razionalità limitata. Vengono utilizzate euristiche decisionali semplificate, che mettono nella condizione di ridurre la complessità ciò che, a causa dell insicurezza solitamente esistente e dunque dell impossibilità di afferrare e di elaborare tutte le infor- 11

12 mazioni rilevanti ai fini della decisione, si rende necessario per poter prendere, in un arco temporale adeguato, la decisione d acquisto. Con l impiego di tali euristiche decisionali, rispettivamente della decisione definitiva, possono manifestarsi degli errori tipici. La pubblicità informativa, così come viene svolta da Swisslos, non distorce i fatti, comunica i vantaggi/benefici dei prodotti, tessendone le lodi in modo responsabile. Tutto questo può toccare la sfera emozionale, mai comunque sotto forma di messaggio di esortazione all acquisto invadente o sensazionalistico. Non vengono comunicati falsi concetti di vincita, di probabilità o di possibilità di vincita, né si specula sulle difficoltà o sui timori finanziari. Ad esempio non viene mai comunicato che vi è un alta probabilità di realizzare vincite milionarie; il messaggio pubblicitario recita piuttosto che con pochi soldi vi è una possibilità di vincita (per definizione non certa) per la realizzazione di un sogno grazie a una vincita milionaria Organizzazione della pubblicità in senso stretto La pubblicità informativa può, anzi deve, basarsi il più possibile sull innovazione e sull emozionalità. La ricerca pubblicitaria per quei prodotti, acquistati essenzialmente sulla spinta di motivi d acquisto indotti dall appagamento che generano e di questa categoria fa parte il gioco d azzardo prescindendo addirittura dalla necessità di una componente emozionale, sostiene che la pubblicità con una rappresentazione sobria di contenuti di comunicazione, che sposi i principi di oggettività informativa, non sortirebbe alcuna efficacia (il messaggio di comunicazione non viene affatto percepito o elaborato). La pubblicità emozionale non è da equiparare alla pubblicità invadente, persuasiva o addirittura ingannevole. La pubblicità emozionale associa prodotti o prestazioni con un valore esistenziale-emozionale. I valori esistenziali veicolati assumono di regola una connotazione positiva (ad es. amore, fortuna, sicurezza, libertà, avventura, lusso, rilassamento, natura ecc.) e di solito vengono trasposti in immagini adeguate. Per la trasposizione vengono adottati dei mezzi stilistici quali umorismo, interpreti famosi, simboli culturali o storici, associazioni, mondi da sogno con immagini fantastiche, buona musica, bei corpi ecc. In conclusione va ricordato che la pubblicità di Swisslos si attiene chiaramente alle disposizioni quadro legali (ad es. pubblicità sleale, disposizioni della LCSI) e che Swisslos rinuncia a rappresentazioni scioccanti o di cattivo gusto e a rappresentazioni che potrebbero violare i sentimenti religiosi o sfociare in altre discriminazioni. 4. Controllo dell efficacia e sviluppo ulteriore 4.1 Controllo periodico dell efficacia È necessario proseguire il monitoraggio del tasso di prevalenza dei giocatori problematici e patologici. Come principali finanziatori della socialità e della sanità, i cantoni hanno tutto l interesse a farlo e ad assumere un ruolo guida in quest ambito. I mezzi finanziari sono disponibili grazie alla tassa per la prevenzione della dipendenza da gioco delle Società di lotteria. Con la pianificazione di studi ulteriori vengono introdotti i passi necessari. Swisslos esegue, inoltre, dei controlli di efficacia ad-hoc sulle misure di prevenzione specifiche, ad es. nel settore Gastro. Swisslos sviluppa costantemente la sua politica e le sue misure, servendosi dei risultati dei controlli dell efficacia e della ricerca in materia, nonché del benchmark di altre società di lotteria statali. 12

13 4.2 Il gioco responsabile come processo I prodotti e le forme di vendita nel settore del gioco d azzardo sono in costante trasformazione. Soltanto con innovazioni attrattive sarà possibile consolidare la propria posizione sul mercato. Come concorrenti non ci sono soltanto gli altri operatori del gioco d azzardo, alcuni dei quali agiscono in modo illegale, bensì anche l industria dell intrattenimento e i mass media. Il flusso innovativo che ne deriva è causa di continue esigenze di cambiamento per l efficace protezione dei giocatori. Il management dell offerta di gioco responsabile (Responsible Gaming) viene percepito da Swisslos e dalle altre società di lotteria statali come un processo. Le misure da adottare devono essere continuamente adattate e la loro efficacia verificata periodicamente. Per garantire le sinergie ed evitare le ridondanze, anche le attività di prevenzione e di verifica dei cantoni della Svizzera tedesca e del canton Ticino devono essere integrate nella pianificazione di questo processo. Basilea, settembre

Appendice 6 Partecipazione a Swiss Lotto tramite la PGI

Appendice 6 Partecipazione a Swiss Lotto tramite la PGI Appendice 6 Partecipazione a Swiss Lotto tramite la PGI A.6.1 Accesso a Swiss Lotto tramite PGI...2 A.6.2 Rischi...5 A.6.3 Blocco dell'accesso a Swiss Lotto tramite la PGI sia da parte del partecipante

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida La formazione professionale di base su due anni con certificato federale di formazione pratica Guida 1 Indice Premessa alla seconda edizione 3 Introduzione 4 1 Considerazioni preliminari 7 2 Organizzazione

Dettagli

Gli anziani e Internet

Gli anziani e Internet Hans Rudolf Schelling Alexander Seifert Gli anziani e Internet Motivi del (mancato) utilizzo delle tecnologie dell informazione e della comunicazione (TIC) da parte delle persone sopra i 65 anni in Svizzera

Dettagli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Prot. R.U. 20990 IL DIRETTORE DELL AGENZIA Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni;

Dettagli

Regolamento del concorso a premi denominato 10 Anniversario

Regolamento del concorso a premi denominato 10 Anniversario Regolamento del concorso a premi denominato 10 Anniversario IMPRESE PROMOTRICI GTech S.p.A. con sede legale e amministrativa in Roma, Viale del Campo Boario, 56/d - Partita IVA e Codice Fiscale 08028081001

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000 Testo originale 0.360.454.1 Accordo tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica italiana relativo alla cooperazione tra le autorità di polizia e doganali Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall

Dettagli

Direttive della CAV PP D 02/2013

Direttive della CAV PP D 02/2013 italiano Commissione di alta vigilanza della previdenza professionale CAV PP Direttive della CAV PP D 02/2013 Indicazione delle spese di amministrazione del patrimonio Edizione del: 23.04.2013 Ultima modifica:

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. Termini d uso aggiuntivi di Business Catalyst Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. L uso dei Servizi Business Catalyst è soggetto

Dettagli

FAI IL PIENO DI CALCIO

FAI IL PIENO DI CALCIO REGOLAMENTO INTEGRALE DEL CONCORSO A PREMI FAI IL PIENO DI CALCIO La Beiersdorf SpA, con sede in Via Eraclito 30, 20128 Milano, promuove la seguente manifestazione, che viene svolta secondo le norme contenute

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI Soggetto delegato #WHYILOVEVENICE PROMOSSO DALLA SOCIETA BAGLIONI HOTELS SPA BAGLIONI HOTELS S.P.A. CON

Dettagli

La sua cartella sanitaria

La sua cartella sanitaria La sua cartella sanitaria i suoi diritti All ospedale, lei decide come desidera essere informato sulla sua malattia e sulla sua cura e chi, oltre a lei, può anche essere informato Diritto di accesso ai

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE 28.12.2006 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 379/5 REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE del 15 dicembre 2006 relativo all applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti d

Dettagli

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della cultura UFC Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera realizzata per l Ufficio federale della cultura Luglio 2014 Rapport_I Indice

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU PROMOSSO DALLA SOCIETA SCA HYGIENE PRODUCTS SPA Via XXV Aprile, 2 55011 ALTOPASCIO (LU) PIVA 03318780966 REA 186295 AREA:

Dettagli

LA FRESCHEZZA CHE TI PREMIA

LA FRESCHEZZA CHE TI PREMIA REGOLAMENTO INTEGRALE DEL CONCORSO MISTO A PREMI LA FRESCHEZZA CHE TI PREMIA Società Promotrice Johnson & Johnson S.p.A. con Sede Legale in Via Ardeatina Km. 23,500 00040 Pomezia, loc. Santa Palomba (Roma)

Dettagli

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale obbligatoria (LPP) in Svizzera Stato gennaio 2015 Sommario Il 2 pilastro nel sistema previdenziale svizzero 3 Obbligo

Dettagli

Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti

Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti (Legge sul Tribunale federale dei brevetti; LTFB) Avamprogetto del... L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l articolo 191a capoverso

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0 REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0 PROMOSSO DALLA SOCIETA SCA HYGIENE PRODUCTS SPA Via XXV Aprile, 2 55011 ALTOPASCIO (LU) PIVA 03318780966 REA 186295 SOCIETA

Dettagli

Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni

Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni Codice Etico Rev. 03 Versione del 21/01/2013 Approvato della Giunta Esecutiva del 18/02/2013 Ratificato del Consiglio Direttivo entro il

Dettagli

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management GESTIRE CON SUCCESSO UNA TRATTATIVA COMMERCIALE di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management OTTENERE FIDUCIA: I SEI LIVELLI DI RESISTENZA Che cosa comprano i clienti? Un prodotto? Un servizio?

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte?

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte? Kanton Zürich Finanzdirektion Scheda informativa per i dipendenti assoggettati all imposta alla fonte nel Cantone di Zurigo Valida dal 1 gennaio 2015 Kantonales Steueramt Dienstabteilung Quellensteuer

Dettagli

Codice Deontologico degli psicologi italiani

Codice Deontologico degli psicologi italiani Codice Deontologico degli psicologi italiani Testo approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine nell adunanza del 27-28 giugno 1997 Capo I - Principi generali Articolo 1 Le regole del presente Codice

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

Legge federale sulle istituzioni che promuovono l integrazione degli invalidi

Legge federale sulle istituzioni che promuovono l integrazione degli invalidi Legge federale sulle istituzioni che promuovono l integrazione degli invalidi (LIPIn) 831.26 del 6 ottobre 2006 1 (Stato 1 gennaio 2008) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN STATISTICA E GESTIONE DELLE IMPRESE TESI DI LAUREA LA PUBBLICITA E LA SUA EFFICACIA: UNA RASSEGNA. RELATORE: PROF.SSA

Dettagli

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Discriminazione sul posto di lavoro Quando una persona viene esclusa o trattata peggio delle altre a causa del sesso, della

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI adottata dalla Conferenza internazionale del Lavoro nella sua Ottantaseiesima

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera (Legge sulla cittadinanza, LCit) 1 141.0 del 29 settembre 1952 (Stato 1 gennaio 2013) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera,

Dettagli

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri In caso di rapina in un pubblico esercizio Mantieni la massima calma ed esegui prontamente ciò che viene chiesto dai rapinatori. Non prendere

Dettagli

credito alle aziende Finanziamenti improntati alla semplicità e alla trasparenza

credito alle aziende Finanziamenti improntati alla semplicità e alla trasparenza credito alle aziende Finanziamenti improntati alla semplicità e alla trasparenza chiarezza e trasparenza State progettando un investimento? Oppure desiderate semplicemente conoscere quali possibilità vi

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale La par condicio Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale Par condicio fonti normative Legge 515/93 (Disciplina delle campagne elettorali per l elezione alla Camera dei

Dettagli

Gli Standard hanno lo scopo di:

Gli Standard hanno lo scopo di: STANDARD INTERNAZIONALI PER LA PRATICA PROFESSIONALE DELL INTERNAL AUDITING (STANDARD) Introduzione agli Standard L attività di Internal audit è svolta in contesti giuridici e culturali diversi, all interno

Dettagli

Prosegue il percorso di riflessione

Prosegue il percorso di riflessione strategie WEB MARKETING. Strategie di Customer Journey per la creazione di valore Il viaggio del consumatore in rete Come le aziende possono calarsi nell esperienza multicanale del cliente per costruire

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

CODICE DEI DIRITTI ONLINE VIGENTI NELL UE

CODICE DEI DIRITTI ONLINE VIGENTI NELL UE CODICE DEI DIRITTI ONLINE VIGENTI NELL UE Un agenda digitale europea RISERVA COMPLEMENTARE Né la Commissione europea né alcuna persona operante a nome della Commissione è responsabile dell uso che possa

Dettagli

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430.

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Ditta Promotrice Billa Aktiengesellschaft sede secondaria

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

La depressione può colpire chiunque. Fattori di rischio, autoesame e interlocutori in breve

La depressione può colpire chiunque. Fattori di rischio, autoesame e interlocutori in breve La depressione può colpire chiunque Fattori di rischio, autoesame e interlocutori in breve «Faccio fatica a prendere qualsiasi decisione, seppur minima. Addirittura facendo la spesa. Ho sempre paura di

Dettagli

Principali aspetti della nuova direttiva UE sui diritti dei consumatori

Principali aspetti della nuova direttiva UE sui diritti dei consumatori Principali aspetti della nuova direttiva UE sui diritti dei consumatori giugno 2014 Nell Unione europea la legislazione a tutela dei consumatori garantisce a ogni cittadino il diritto di ricevere un trattamento

Dettagli

OMAGGI, PRANZI, INTRATTENIMENTO, VIAGGI SPONSORIZZATI E ALTRI ATTI DI CORTESIA

OMAGGI, PRANZI, INTRATTENIMENTO, VIAGGI SPONSORIZZATI E ALTRI ATTI DI CORTESIA OMAGGI, PRANZI, INTRATTENIMENTO, VIAGGI SPONSORIZZATI E ALTRI ATTI DI CORTESIA Le presenti Linee Guida si applicano ad ogni amministratore, direttore, dipendente a tempo pieno o parziale, docente, esterno

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

1.03 Stato al 1 gennaio 2012

1.03 Stato al 1 gennaio 2012 1.03 Stato al 1 gennaio 2012 Accrediti per compiti assistenziali Base legale 1 Le disposizioni legali prevedono che, per il calcolo delle rendite, possano essere conteggiati anche accrediti per compiti

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

Tariffa comune Ma 2012 2015

Tariffa comune Ma 2012 2015 SUISA Cooperativa degli autori ed editori di musica SWISSPERFORM Società svizzera per i diritti di protezione affini Tariffa comune Ma 2012 2015 Juke-Box Approvata dalla Commissione arbitrale federale

Dettagli

1. Soggetto promotore ENI S.pA., sede legale in Piazzale Enrico Mattei n.1, 00144 Roma (di seguito eni o Promotore ).

1. Soggetto promotore ENI S.pA., sede legale in Piazzale Enrico Mattei n.1, 00144 Roma (di seguito eni o Promotore ). REGOLAMENTO Concorso 10 anni di pieni 1. Soggetto promotore ENI S.pA., sede legale in Piazzale Enrico Mattei n.1, 00144 Roma (di seguito eni o Promotore ). 2. Denominazione 10 anni di pieni 3. Ambito territoriale

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

La ricerca empirica: una definizione

La ricerca empirica: una definizione Lucido 35/51 La ricerca empirica: una definizione La ricerca empirica si distingue da altri tipi di ricerca per tre aspetti (Ricolfi, 23): 1. produce asserti o stabilisce nessi tra asserti ipotesi teorie,

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

NEUTROMED - TI DÀ UNA MANO

NEUTROMED - TI DÀ UNA MANO codice manifestazione: 14/011 REGOLAMENTO DEL CONCORSO A PREMI DENOMINATO: NEUTROMED - TI DÀ UNA MANO Promosso da HENKEL ITALIA S.p.A. Divisione Cosmetica Soggetto Promotore HENKEL ITALIA S.p.A. Divisione

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONCORSO A PREMI DENOMINATO #DAI UN BACIO

REGOLAMENTO DEL CONCORSO A PREMI DENOMINATO #DAI UN BACIO REGOLAMENTO DEL CONCORSO A PREMI DENOMINATO #DAI UN BACIO SOGGETTO PROMOTORE Società R.T.I. SpA, con sede legale a Roma, Largo del Nazareno 8 e con sede amministrativa in Cologno Monzese (MI) viale Europa

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L.

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. Il presente codice etico (di seguito il Codice Etico ) è stato redatto al fine di assicurare che i principi etici in base ai quali opera Cedam Italia S.r.l. (di seguito

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Profilo e compiti istituzionali Bellinzona, novembre 2014 Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione,

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

CIRCOLARE N. 20/E. Roma, 11 maggio 2015

CIRCOLARE N. 20/E. Roma, 11 maggio 2015 CIRCOLARE N. 20/E Direzione Centrale Normativa Roma, 11 maggio 2015 OGGETTO: Trattamento agli effetti dell IVA dei contributi pubblici relativi alle politiche attive del lavoro e alla formazione professionale

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

REGOLAMENTO del CONCORSO MISTO A PREMI denominato RINGO BTS 2014.

REGOLAMENTO del CONCORSO MISTO A PREMI denominato RINGO BTS 2014. REGOLAMENTO del CONCORSO MISTO A PREMI denominato RINGO BTS 2014. 1. SOCIETA PROMOTRICE BARILLA G. e R. Fratelli Società per Azioni, con Socio Unico Via Mantova, 166-43122 Parma C.F. e iscrizione al registro

Dettagli

La informiamo che Utroneo s.r.l. è il titolare del trattamento dei suoi dati personali.

La informiamo che Utroneo s.r.l. è il titolare del trattamento dei suoi dati personali. Come utilizziamo i suoi dati è un prodotto di ULTRONEO SRL INFORMAZIONI GENERALI Ultroneo S.r.l. rispetta il Suo diritto alla privacy nel mondo di internet quando Lei utilizza i nostri siti web e comunica

Dettagli

Orientamenti ABE in materia di. valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2

Orientamenti ABE in materia di. valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2 Orientamenti ABE in materia di valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2 Londra, 16.05.2012 1 Oggetto degli orientamenti 1. Il presente documento contiene una

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI 1. Aspetti fiscali generali Gli enti di tipo associativo, di cui fanno parte anche le associazioni sportive dilettantistiche, sono assoggettate

Dettagli

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Programma di Compliance Antitrust Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 19 febbraio 2015 Rev 0 del 19 febbraio

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

Cap.12 Le relazioni pubbliche. Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it

Cap.12 Le relazioni pubbliche. Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Cap.12 Le relazioni pubbliche Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Capitolo 12 Le relazioni pubbliche Le relazioni pubbliche (PR) Insieme di attività

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli