CITTÀ DI NOTO Ufficio Tecnico Settore III Patrimonio dell Umanità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CITTÀ DI NOTO Ufficio Tecnico Settore III Patrimonio dell Umanità"

Transcript

1 CITTÀ DI NOTO Ufficio Tecnico Settore III Patrimonio dell Umanità OGGETTO: PROGETTO ESECUTIVO DEI LAVORI DI COMPLETAMENTO DELL IMPIANTO POLISPORTIVO COMUNALE PALATUCCI DI CONTRADA ZUPPARDA. 2 STRALCIO FUNZIONALE-. Allegati progettuali: Elaborati grafici: Relazione generale Tavola 1 Corografia - carta dei vincoli Relazione tecnica illustrativa Tavola 2 Stralcio catastale - stralcio P.R.G. Studio di prefattibilità ambientale Tavola 3 Piano particellare di esproprio Capitolato speciale di appalto Tavola 4 Planimetria generale stato di fatto Schema di contratto Tavola 5 Planimetria generale stato di progetto Elenco dei prezzi unitari Tavola 5/a Planimetria generale con vie di esodo Computo metrico Tavola 5/a1 Planimetria generale ex DM 18/03/96 Quadro economico Tavola 6 Pallone tensostatico Analisi Prezzi Tavola 6/a Spogliatoio e servizi prefabbricati Cronoprogramma dei lavori Tavola 6/c Modulo tribune prefabbricate P.S.C. Tavola 6/d Servoscala per diversamente abili Relazione antincendio Tavola 7/a Blocco servizi campi da tennis. Stima dei costi della sicurezza Stima dei costi della manodopera NOTO, li IL COLLABORATORE IL PROGETTISTA ( Geom. S. Giallongo ) 1

2 OGGETTO: PROGETTO ESECUTIVO DEI LAVORI DI COMPLETAMENTO DELL IMPIANTO POLISPORTIVO COMUNALE PALATUCCI DI CONTRADA ZUPPARDA- 2 STRALCIO FUNZIONALE-. RELAZIONE TECNICA -ILLUSTRATIVA Art.li 18 e 19 DPR 207/2010 Premessa: Il Comune di Noto dispone di un centro polisportivo comunale denominato impianto sportivo Palatucci ubicato in contrada Zupparda. L impianto polisportivo, è ubicato in prossimità del C.U. del Comune di Noto, dal quale dista circa 1 Km. La zona ove venne realizzato, è una area prettamente pianeggiante della estensione di circa mq tutta di proprietà del comune di Noto. La stessa area trovasi a sud della città ed è facilmente raggiungibile a mezzo della SS. 115 Noto- Siracusa e della S.P. 35 Zupparda. L area non è sottoposta a vincoli di alcun genere. L impianto polisportivo Palatucci, si articola in più impianti sportivi (piscina campo di calcio per manifestazioni ufficiali (campionato) - pista di atletica campo di calcio per allenamento, campo polivalente crossdromo e palazzina servizi), tutti realizzati a lotti, con specifici progetti e in tempi diversi, il tutto nell arco di circa un ventennio, in forza di un progetto generale dell opera, approvato dalla G. M. di Noto con propria deliberazione n. 479 del Sul progetto generale furono espressi i seguenti pareri: - A.U.S.L. n 8 (ex A.S.L. 25) con parere n 664 del ; - CONI parere n 214 del ; - CONI parere n 3614 del ; - FIAL ( Federazione Italiana Atletica leggera) parere n 2555/DB del ; - VV. FF. parere n 1323/PR265 del 18/07/1988 (a condizione); - Commissione provinciale di vigilanza locali di pubblico spettacolo parere del (a condizione); - C.T.A.R. approvazione prot. n del Come detto, in tempi diversi sono stati realizzati nell area del polisportivo i vari impianti consistenti in: Campo di calcio principale in erba con pista di atletica leggera prive di copertura) foto 1 e tribune ( attualmente 2

3 Palazzina dei servizi comprendente spogliatoi locali accessori, sala stampa e sala conferenze; foto 2 3

4 3) piscina coperta con relativi servizi; foto 3 4

5 4 ) campo di calcio per allenamenti in terra battuta; foto 4 5) campo polivalente privo di copertura; foto 5 5

6 6) crossdromo; foto 6 7) parcheggio; foto 7 Nel contempo, in uno alla costruzione dei suddetti vari impianti, nell ambito di una logica di 6

7 risparmio energetico, alcuni di questi impianti quali la palazzina servizi, la piscina comunale sono stati integrati con impianti solari termici. Inoltre è in fase di collaudo un cogeneratore di KW 330 ad olio vegetale, per la produzione dei energia elettrica ed acqua calda. Foto Descrizione progetto Per la valenza che l impianto polisportivo comunale ha sempre di più assunto, da quando è stato messo in esercizio per le varie attività sportive in esso praticate e per attività ufficiali ( la squadra di calcio locale milita nel relativo campionato di serie D, e per le varie attività amatoriale di pratica sportiva, che coinvolge gran parte dei giovani e più in generale la cittadinanza, l A.C. volendo ulteriormente puntare su questo settore, e volendo coinvolgere sempre di più le realtà scolastiche della città ( scuole dell obbligo, scuole superiori e realtà universitaria ( CUMO), ha dato incarico a questo ufficio di procedere alla redazione del progetto esecutivo di completamento dell impianto esistente con la costruzione di nuovi impianti, il completamento di alcuni di quelli esistenti e la esecuzione di alcuni interventi di manutenzione straordinaria negli impianti esistenti. 7

8 Nel dettaglio quanto previsto dal presente progetto riguarda: La costruzione di nuovi impianti sportivi consistenti : costruzione di n. 2 campi da tennis, con annessi servizi e spogliatoi; b- costruzione di n. 1 campo polivalente con struttura tensostatica con servizi e spogliatoi; Il completamento degli impianti esistenti con: a)- la realizzazione di una nuova tribuna ospiti, sul retro di quella esistente; b)- l ampliamento dell area a parcheggio; c)- la realizzazione di interventi singoli di completamento funzionale negli impianti esistenti; d)- la realizzazione di un blocco servizi e spogliatoi del campo di calcio n. 2 A INSEDIAMENTO DI NUOVI IMPIANTI Si riportano le caratteristiche tecniche caratteristiche tecniche degli stessi: degli stessi impianti che si dovranno realizzare e le CAMPI DA TENNIS, CON ANNESSI SERVIZI E SPOGLIATOI Nell ambito del polisportivo Palatucci come detto si realizzeranno n. 2 campi da tennis in terra rossa con annessi servizi, spogliatoi e tribune. La superficie di ingombro ( fig n. 1 ) complessivamente ammonta a mq. 350,00 circa, di cui mq. 260,00 per ogni campo, oltre le aree di servizio e mq. 90,00. per la ubicazione dei servizi e spogliatoi che saranno realizzati in muratura utilizzando e recuperando un fabbricato esistente dalle dimensioni di ml. 13,60 x 6,07. In questo edificio, si eseguiranno lavori di spicconatura degli intonaci interni ed esterni, e rifacimento degli stessi, con intonaco del tipo civile a tre strati, realizzazione di divisori interni in laterizi forati da cm. 8,00, svellimento di pavimentazione e rifacimento degli impianti idrico, elettrico e fognario, rifacimento degli infissi interni con porte del tipo tamburato ed esterni el tipo in 8

9 alluminio preverniciato. Il blocco servizi e spogliatoi della superficie di mq. 82,55 ( 13.6 x 6,07) è composto da n. 2 spogliatoi, servizi distinti per sesso, oltre il servizio per PDA e un vano segreteria. I lavori di realizzazione dei campi da tennis saranno preceduti dalla preparazione del piano di posa del manto finale ( mantoflex certificato cat. 2 in polipropilene ad elevata resistenza fisica ed elevata permeabilità ), per ciò che riguarda la superficie dei campi. In particolare, si eseguiranno i lavori di scavo di sbancamento, la posa in opera di ghiaia grossa spessore cm, livellazione della massicciata e stesura di sabbione sterile, stabilizzato per uno spessore di cm. 5,00. I lavori saranno completati con la posa in opera di fari di n. 9 fari di illuminazione con relativa linea ed impianto elettrico del tipo sottotraccia. 9

10 CAMPO POLIVALENTE DI ESERCIZIO CON STRUTTURA TENSOSTATICA CON BLOCCO SERVIZI E SPOGLIATOI; La posa in opera del pallone tensostatico sarà preceduta dalla esecuzione dei lavori preparatori a mezzo di scavo di sbancamento, scavo a sezione obbligata realizzazione di cordoli in cls armato cm. 30x 50 e formazione di battuto cemento con rete elettrosaldata a maglia quadrata cm. 20 x 20 nel piano di posa delle strutture. Fig. 2 Per ciò che attiene la messa in opera del blocco servizi, si specifica che lo stesso blocco sarà posto in opera su strato di materiale stabilizzato, dello spessore di cm.40 opportunamente costipato e rullato, previa asportazione dello strato di terreno vegetale. Per quanto riguarda la struttura tensostatica, del tipo prefabbricato, si specifica che la stessa avrà una superficie di ingombro di ml. 22,00 x 40,00 ( mq 880,00 x Hmax di ml. 8,00). La struttura portante del tensostatico sarà in legno lamellare ad archi a tre cerniere collegati tra loro mediante appositi puntoni e opportune controventature. La struttura sarà pavimentata con pavimentazione idonea ad attività sportive certificata e classe resistenza al fuoco 1. La copertura è del tipo poliestere impermeabilizzato classe 2 di resistenza al fuoco. L impianto è munito di uscite di sicurezza da ml. 1,20 x 2,10 e relativi impianti di illuminazione e di riscaldamento. Il blocco dei servizi del tipo modulare prefabbricato, dim. 18,00 x 5,80 è composto da n. 2 spogliatoi, oltre lo spogliatoio arbitro, i relativi servizi con punto di pronto soccorso, nel rispetto 10

11 del D.M come integrato e modificato dal D.M e delle norme e direttive di riferimento del CONI. La quantificazione dei prezzi della struttura tensostatica e del blocco servizi sono stati considerati singolarmente a corpo sulla scorta dei prezzi elementari di mercato dei materiali e del relativo costo della manodopera per la messa in opera, compresi autorizzazioni e certificazioni varie necessarie per la messa in esercizio. B OPERE DI COMPLETAMENTO IMPIANTI ESISTENTI In questa fase è prevista la copertura di ml. 40,00 di tribuna, corrispondente alla parte centrale della stessa, con inizio dall'asse centrale e sviluppo per modulo da ml. 20,00 in entrambi i lati. Il sistema di copertura che si utilizzerà sarà con struttura principale (arcostruttura) di in legno lamellare di classe GL28 e la struttura secondaria (arcarecci di collegamento e travi di bordo) di classe GL24H secondo le nurme UNI EN14080 essenza di conifere abete rosso di prima scelta secondo le norme UNI EN14081 e DIN 4007 composta da tavole tagliate nel senso delle fibre essiccate ad alta temperatura per la eliminazione di parassiti animali. Le tavole saranno saldate con giunto a pettine secondo le norme UNI EN385 regolarmente piallate ed incollate e pressate. La struttura per modulo è composta: da n. 6 mensole posti ad interasse di ml. 4,00; da n. 5 puntoni e n. 8 arcarecci; travetti di bordo per aggancio per posa in opera di tavolato e membrana 11

12 impermeabilizzante di copertura; Tutta le struttura sarà collegata con materiale di acciaio zincato a caldo secondo le norme UNI Inoltre, considerata la necessità di aumentare il numero di posti a sedere delle tribune spettatori ospiti, è stata previsto l ampliamento della stessa tribuna, con la collocazione di una tribuna modulare prefabbricata in acciaio zincato da collocarsi accanto all esistente per ulteriori 206 posti a sedere. La struttura avrà un ingombro di ml. 20,00 x 4,86 per una altezza di ml. 2,60. E composta da n. 5 gradoni con n. 2 scale di accesso laterali. La posa in opera della struttura sarà preceduta dalla esecuzione dei lavori preparatori a mezzo di scavo di sbancamento spessore cm. 30, e formazione di battuto cemento con rete elettrosaldata a maglia quadrata cm. 20 x 20 nel piano di posa delle strutture. La quantificazione dei prezzi della copertura della tribuna e del blocco tribuna modulare, sono stati considerati singolarmente a corpo sulla scorta dei prezzi elementari di mercato dei materiali e del relativo costo della manodopera per la messa in opera, compresi autorizzazioni e certificazioni varie necessarie per la messa in esercizio. BLOCCO SERVIZI E SPOGLIATOI CAMPO DI CALCIO N. 2 Il campo di calcio n. 2 in atto è utilizzato come campo di servizio rispetto a quello principale. Trattasi di un campo, dal punto di vista delle dimensioni regolamentare per un suo utilizzo per le categorie inferiori rispetto alla serie D, ma non utilizzabile per l'assenza totale di servizi. Alla luce di quanto sopra, l'a.c., volendolo utilizzare ha disposto contestualmente al presente progetto, la realizzazione dei relativi servizi e spogliatoi. In questo senso si è progettato un blocco servizi a norma regolamentare con una superficie di ingombro di 16,60 x 12,45 x 2,70+0,20 da realizzarsi in c.c.a.,e tamponamenti esterni di blocchi calcarei di cm. 24,00 con copertura piana con solaio del tipo in latero-cemento.. Vedasi allegato elaborato grafico. L'edificio servizi, sarà preceduto da scavo di sbancamento dell'area di sedime, e dalla formazione di fondazioni continue in caa nel rispetto della normativa antisismica vigente. Il blocco servizi comprende: 12

13 n. 2 spogliatoi speculari rispettivamente per la squadra di calcio locale e quella ospite, di mq. 30,53 ciascuno oltre i vani docce e servizi igienici rispettivamente in n. 6 e n. 2 ( di cui 1 per PDA). Inoltre sono previsti n 2 lavabi per spogliatoio. L'edificio comprende altresì n. 2 distinti spogliatoi per giudici di gara muniti rispettivamente di n. 1 wc, un lavabo. Un locale infermeria anch'esso munito di wc completa l'insieme degli ambienti. L'edificio sarà rifinito in ogni sua parte, con intonaco del tipo civile a tre strati e piastrellato per una altezza di ml. 1,80 nei vani servizi. Gli infissi esterni saranno in alluminio preverniciato e vetro di sicurezza antinfortunistico. Gli impianti, idrico, elettrico e fognario saranno tutti del tipo sottotraccia. Le pavimentazioni saranno del tipo in ceramica antiscivolo. AMPLIAMENTO DELL AREA A PARCHEGGIO; Al fine di poter fruire dell intero impianto per come ampliato con gli interventi sopraccitati, e onde poterlo utilizzare anche per altri fini di natura culturale, è stato previsto l ampliamento del parcheggio esistente per ulteriori n. 200 posti auto e per una superficie di mq. 6000,00 oltre a quella ove verrà ubicata la struttura tensostatica ammonta a mq. 9807,00, tutta da sottoporre a procedimento di espropriazione. Fig. 6 I lavori che si eseguiranno nell area da destinare a parcheggio, consisteranno nello scavo a sezione ampia, per asportazione di terreno vegetale e della flora presente. Nella posa in opera di stabilizzato per uno spessore di cm. 40,00 opportunemente costipato e rullato. L area sarà lasciata a fondo naturale e collegata all esistente parcheggio. 13

14 L'area parcheggio sarà recintata con rete metallica zincata per una altezza di ml. 2,20. INTERVENTI DI COMPLETAMENTO FUNZIONALE NEGLI IMPIANTI ESISTENTI- Per ciò che attiene gli impianti esistenti è stato previsto : 1)- la collocazione di un servoscala a due rampe, nella palazzina servizi onde dare la possibilità alle persone diversamente abili di fruire della sala conferenze e degli altri servizi ivi allocati. Fig. 7 Il servoscala che sarà collocato sarà munito di poltroncina con relativa pedana di trasporto e telecomando di azione. RELAZIONE DI ESPROPRIAZIONE Come suesposto, il progetto prevede la necessità di dover procedere alla espropriazione di un area, adiacente all impianto polisportivo ove allocare la struttura tensostatica e l area oggetto di ampliamento del parcheggio. L area di che trattasi è individuata nel NCT del Comune di Noto al f. 273 p.lle varie per complessivi mq catastalmente intestati alla ditta Bianca Giuseppe: Vedasi piano particellare di espropriazione, tutte coltivate ad agrumeto. Per ciò che riguarda la valutazione della relativa indennità, va considerata la destinazione urbanistica della stessa area, che ricade all interno del vigente PRG in zona FS/5 14

15 con i seguenti parametri urbanistici: - ZONE Fs - Spazi pubblici attrezzati 1 - Sono destinate, per la ricettività degli impianti di interesse di quartiere urbano di verde pubblico attrezzato sottoelencati: - impianti sportivi coperti; - impianti sportivi scoperti immerse nel verde pubblico; - aree di verde attrezzate per i giochi e per il tempo libero. 2 - In queste zone si applicano i seguenti indici e parametri: a) per impianti coperti, utilizzazione fondiaria 0,25 mq/mq., altezza massima mt. 10,50, parcheggi 1 mq per ogni 10 mq di superficie fondiaria. Stante che la valutazione da eseguire non po non tenere conto della destinazione urbanistica, nonché dal valore di mercato di aree simili della zona già sottoposte a precedenti procedure di espropria, si può prevedere un valore complessivo medio di 15,00 /mq. che rapportato alla superficie complessiva dell area da espropriare ( mq ) comporta un costo complessivo di indennizzo espropriativi di ,00 prezzo arrotondato ad considerando nella spesa anche le spese derivanti dalle pratiche catastali e di volturazione dell'immobile. Sicurezza : Tutto quanto adottato a tutela della sicurezza nel cantiere viene ad essere descritto nell apposito allegato progettuale inerente l applicazione delle norme e disposizioni sulla sicurezza. NOTO, LI IL PROGETTISTA (Geom. Santino Giallongo) 15

Documento programmatico per la progettazione di tre aree funzionali nel capoluogo

Documento programmatico per la progettazione di tre aree funzionali nel capoluogo Documento programmatico per la progettazione di tre aree funzionali nel capoluogo Le opere oggetto del presente incarico saranno realizzate in tre distinti interventi funzionali nel capoluogo con la possibilità

Dettagli

Soc...a r.l., con sede in., via., n.., CF. .., iscritto all ordine, della provincia di.., al n.. RELAZIONE TECNICA

Soc...a r.l., con sede in., via., n.., CF. .., iscritto all ordine, della provincia di.., al n.. RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Progetto per la costruzione di un edificio residenziale, in zona sottoposta a vincolo paesaggistico, composto da n.. alloggi, da realizzare nella zona di, in via, denominata. Ditta: Soc...a r.l.,

Dettagli

Allegato A AREA DI PIAZZALE DONATELLO. stralcio Aerofotogrammetrico dell area di piazzale Donatello DESCRIZIONE. L area comprende i seguenti elementi:

Allegato A AREA DI PIAZZALE DONATELLO. stralcio Aerofotogrammetrico dell area di piazzale Donatello DESCRIZIONE. L area comprende i seguenti elementi: Allegato A AREA DI PIAZZALE DONATELLO stralcio Aerofotogrammetrico dell area di piazzale Donatello DESCRIZIONE L area comprende i seguenti elementi: a) fabbricato, adiacente all area mercatale di quartiere,

Dettagli

Gli elementi principali che hanno guidato la progettazione sono i seguenti:

Gli elementi principali che hanno guidato la progettazione sono i seguenti: L INTERVENTO Le prime analisi di fattibilità hanno consigliato un radicale rifacimento dell impianto sportivo, considerando che l eventuale modesta incidenza della demolizione (in quanto riguarda per la

Dettagli

LAVORI DI REALIZZAZIONE FABBRICATO DA DESTINARSI A SEDE E MAGAZZINO DISTRETTUALE PER LE ATTIVITA' DI EMERGENZA E PROTEZIONE CIVILE

LAVORI DI REALIZZAZIONE FABBRICATO DA DESTINARSI A SEDE E MAGAZZINO DISTRETTUALE PER LE ATTIVITA' DI EMERGENZA E PROTEZIONE CIVILE REGIONE VENETO PROVINCIA DI VERONA CITTA' DI LEGNAGO LAVORI DI REALIZZAZIONE FABBRICATO DA DESTINARSI A SEDE E MAGAZZINO DISTRETTUALE PER LE ATTIVITA' DI EMERGENZA E PROTEZIONE CIVILE PROGETTO PRELIMINARE

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Oggetto: Progetto di demolizione e ricostruzione di immobile da adibire ad uffici comunali in via Solferino.

RELAZIONE TECNICA. Oggetto: Progetto di demolizione e ricostruzione di immobile da adibire ad uffici comunali in via Solferino. RELAZIONE TECNICA Oggetto: Progetto di demolizione e ricostruzione di immobile da adibire ad uffici comunali in via Solferino. PREMESSA L Amministrazione Comunale di Peschici, nell intento di procedere

Dettagli

2. INTERVENTI DI ADEGUAMENTO DEGLI EDIFICI ESISTENTI PROPEDEUTICI ALLA REALIZZAZIONE DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO... 4

2. INTERVENTI DI ADEGUAMENTO DEGLI EDIFICI ESISTENTI PROPEDEUTICI ALLA REALIZZAZIONE DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO... 4 SOMMARIO 1. PREMESSA... 2 2. INTERVENTI DI ADEGUAMENTO DEGLI EDIFICI ESISTENTI PROPEDEUTICI ALLA REALIZZAZIONE DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO... 4 3. INTERVENTI DI ADEGUAMENTO DELL AREA PARCHEGGI PER LA POSA

Dettagli

COMUNE DI CASTEL ROZZONE (BG) PALESTRA COMUNALE DI VIA TASSO. LAVORI DI RIFACIMENTO COPERTURA CONTENENTE AMIANTO RELAZIONE TECNICA

COMUNE DI CASTEL ROZZONE (BG) PALESTRA COMUNALE DI VIA TASSO. LAVORI DI RIFACIMENTO COPERTURA CONTENENTE AMIANTO RELAZIONE TECNICA architetto Bruno Nessi COMUNE DI CASTEL ROZZONE (BG) PALESTRA COMUNALE DI VIA TASSO. LAVORI DI RIFACIMENTO COPERTURA CONTENENTE AMIANTO RELAZIONE TECNICA La palestra oggetto di intervento è stata realizzata

Dettagli

Cave - Chiesanuova. Piastra Skateboard Via Pelosa Parco Brentella

Cave - Chiesanuova. Piastra Skateboard Via Pelosa Parco Brentella Cave - Chiesanuova Piastra Skateboard Via Pelosa Parco Brentella Il Centro Sportivo Brentella, nel quartiere n. 6 Ovest, è stato recentemente ampliato con l acquisizione di circa 20.000 metri quadrati

Dettagli

4 ) D E S C R I Z I O N E D E L B E N E I M M O B I L I A R E

4 ) D E S C R I Z I O N E D E L B E N E I M M O B I L I A R E 4 ) D E S C R I Z I O N E D E L B E N E I M M O B I L I A R E Il complesso immobiliare oggetto di stima è ubicato in un comparto artigianale/industriale posto nella periferia sud/est dell abitato di Gossolengo

Dettagli

Progetto di un edificio da destinare ad officina di riparazione autovetture con annesso salone di esposizione e vendita

Progetto di un edificio da destinare ad officina di riparazione autovetture con annesso salone di esposizione e vendita Progetto di un edificio da destinare ad officina di riparazione autovetture con annesso salone di esposizione e vendita Sessione anno 1990 Prima prova scritto-grafica A confine con una strada di un centro

Dettagli

COMUNE DI OLBIA RELAZIONE TECNICA

COMUNE DI OLBIA RELAZIONE TECNICA COMUNE DI OLBIA VARIANTE AL PIANO PREVENTIVO DELLA ZONA G, PER LA COSTRUZIONE DELLA COMUNITA ARCOBALENO PER IL RECUPERO DELLE TOSSICODIPENDENZE, UBICATA AD OLBIA IN LOCALITA MALTANA. (CONC. ED. N. 59/05

Dettagli

RELAZIONE TECNICA PER LA COSTRUZIONE DELLA NUOVA GUARDIOLA PER IL CONTROLLO ACCESSI DEL CENTRO SPORTIVO XXV APRILE Via Cimabue, 24 Milano

RELAZIONE TECNICA PER LA COSTRUZIONE DELLA NUOVA GUARDIOLA PER IL CONTROLLO ACCESSI DEL CENTRO SPORTIVO XXV APRILE Via Cimabue, 24 Milano RELAZIONE TECNICA PER LA COSTRUZIONE DELLA NUOVA GUARDIOLA PER IL CONTROLLO ACCESSI DEL CENTRO SPORTIVO XXV APRILE Via Cimabue, 24 Milano MILANOSPORT SpA - DIVISIONE TECNICA ufficiotecnico@milanosport.it

Dettagli

FOGLIO PARTICELLA SUP. CATASTALE (mq) 18 410 3.080,00 18 434 45.083,00 18 436 21.370,00

FOGLIO PARTICELLA SUP. CATASTALE (mq) 18 410 3.080,00 18 434 45.083,00 18 436 21.370,00 AREA ASSOGGETTATA A PEC L area interessata dall intervento è posta nel Comune di Quattordio, in provincia di Alessandria, fuori dal centro storico principale. Attualmente la zona interessata dall intervento

Dettagli

COMUNE DI SUMIRAGO AMPLIAMENTO LOCULI CIMITERIALI CIMITERO DI MENZAGO PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA

COMUNE DI SUMIRAGO AMPLIAMENTO LOCULI CIMITERIALI CIMITERO DI MENZAGO PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA COMUNE DI SUMIRAGO PROVINCIA DI VARESE AMPLIAMENTO LOCULI CIMITERIALI CIMITERO DI MENZAGO PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA Progettisti: Geom. Giuseppe Pugliese Geom. Fabio Reho INTRODUZIONE Il progetto

Dettagli

INTERVENTI REALIZZATI ANNUALITA 2012. Descrizione degli interventi

INTERVENTI REALIZZATI ANNUALITA 2012. Descrizione degli interventi INTERVENTI REALIZZATI ANNUALITA 2012 Descrizione degli interventi Realizzazione campo di football americano e rugby nel Parco di san Bartolo a Cintoia. Il progetto prevede la realizzazione di un campo

Dettagli

REALIZZAZIONE NUOVO FABBRICATO BIFAMILIARE. ALLEGATO 1 Relazione tecnica

REALIZZAZIONE NUOVO FABBRICATO BIFAMILIARE. ALLEGATO 1 Relazione tecnica Cosio Valtellino, 05.06.2008 REALIZZAZIONE NUOVO FABBRICATO BIFAMILIARE ALLEGATO 1 Relazione tecnica COMMITTENTI: Sigg DEL NERO DAVIDE DEL NERO LAURA PROGETTO: geom. RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA *************

Dettagli

Allegato D2) COMUNE DI CREMONA. SCHEDA TECNICA IMMOBILE A DESTINAZIONE RESIDENZIALE posto in Comune di Cremona via Agazzina n. 6

Allegato D2) COMUNE DI CREMONA. SCHEDA TECNICA IMMOBILE A DESTINAZIONE RESIDENZIALE posto in Comune di Cremona via Agazzina n. 6 COMUNE DI CREMONA SCHEDA TECNICA IMMOBILE A DESTINAZIONE RESIDENZIALE posto in Comune di Cremona via Agazzina n. 6 DESCRIZIONE DEL BENE Ubicazione L edificio oggetto di stima è posto nel Comune di Cremona,

Dettagli

SEDE CROCE ROSSA - VERGATO STUDIO DI FATTIBILITA RELATIVO ALL APPLICAZIONE DI SISTEMI PASSIVI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

SEDE CROCE ROSSA - VERGATO STUDIO DI FATTIBILITA RELATIVO ALL APPLICAZIONE DI SISTEMI PASSIVI PER IL RISPARMIO ENERGETICO SEDE CROCE ROSSA - VERGATO STUDIO DI FATTIBILITA RELATIVO ALL APPLICAZIONE DI SISTEMI PASSIVI PER IL RISPARMIO ENERGETICO IPOTESI DI MASSIMA DELLA DISTRIBUZIONE INTERNA Dall analisi delle esigenze degli

Dettagli

PERIZIA ESTIMATIVA immobili comunali, siti in Via Vailate 14, avuti dal Demanio attraverso la procedura c.d. Federalismo Demaniale -

PERIZIA ESTIMATIVA immobili comunali, siti in Via Vailate 14, avuti dal Demanio attraverso la procedura c.d. Federalismo Demaniale - COMUNE DI AGNADELLO PROVINCIA DI CREMONA Ufficio Tecnico AREA 1 URBANISTICA E LAVORI PUBBLICI Oggetto: ALIENAZIONE IMMOBILI DI PROPRIETA' DEL COMUNE DI AGNADELLO PERIZIA ESTIMATIVA immobili comunali, siti

Dettagli

PROGETTO PRELIMINARE - VARIANTE - Il R.U.P.: ing. Francesco Cicala. Il Progettista: ing. Francesco Cicala

PROGETTO PRELIMINARE - VARIANTE - Il R.U.P.: ing. Francesco Cicala. Il Progettista: ing. Francesco Cicala Comune di Villaricca Provincia di Napoli Progetto per la realizzazione di un'area parcheggio pubblico e completamento impianto sportivo al Corso Italia con struttura polifunzionale PROGETTO PRELIMINARE

Dettagli

RELAZIONE TECNICO- ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICO- ILLUSTRATIVA STUDIO DI FATTIBILITA PER LA RISTRUTTURAZIONE E RIFUNZIONALIZZAZIONE DELLA SCUOLA MEDIA AZZARITA RELAZIONE TECNICO- ILLUSTRATIVA L immobile oggetto dello studio di fattibilità è ubicato in Via Barisano

Dettagli

Stima dei costi per la riqualificazione del centro sportivo di via Verdi Senza Spogliatoio tennis e recupero spogliatoi Baseball -

Stima dei costi per la riqualificazione del centro sportivo di via Verdi Senza Spogliatoio tennis e recupero spogliatoi Baseball - Stima dei costi per la riqualificazione del centro sportivo di via Verdi Senza Spogliatoio tennis e recupero spogliatoi Baseball - N descrizione costo un. Quantità totale Costo totale Demolizione strutture

Dettagli

RELAZIONE TECNICA GENERALE

RELAZIONE TECNICA GENERALE COMUNE DI GUAGNANO (LE) ADEGUAMENTO DI UN IMMOBILE DI VIA BIRAGO NELLA FRAZIONE DI VILLA BALDASSARRI PER LA REALIZZAZIONE DI UN CENTRO SOCIO- EDUCATIVO E RIABILITATIVO PER DIVERSAMENTE ABILI RELAZIONE

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA PREMESSA...3 DESCRIZIONE DELLO STATO DI FATTO... 3 DESCRIZIONE DEL PROGETTO... 4 OPERE CIVILI...6 NORME DI RIFERIMENTO...7 NORME RELATIVE ALLA SICUREZZA ED ALLA PREVENZIONE INCENDI... 7 NORME RELATIVE

Dettagli

2. VINCOLI L area oggetto di intervento è sottoposta ai seguenti vincoli:

2. VINCOLI L area oggetto di intervento è sottoposta ai seguenti vincoli: 1. PREMESSA Il presente progetto preliminare prevede la risoluzione sia delle problematiche evidenziate a seguito del verbale di sopralluogo effettuato dalla ASL 10 Firenze - Commissione di vigilanza sulle

Dettagli

PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA

PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA RICHIEDENTE: COMUNE DI LARI - UFFICIO TECNICO; OGGETTO: APPARTAMENTO PER CIVILE ABITAZIONE, ANNESSO LOCALE RIPOSTIGLIO IN COMPROPRIETA E QUOTA DI UN TERZO SUL RESEDE. (UNITA

Dettagli

REGIONE AUTONOMA FRIULI-VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI MANZANO UFFICIO LAVORI PUBBLICI

REGIONE AUTONOMA FRIULI-VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI MANZANO UFFICIO LAVORI PUBBLICI REGIONE AUTONOMA FRIULI-VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI MANZANO UFFICIO LAVORI PUBBLICI PROGETTO O.P. N^ 7/011 OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA MARCIAPIEDI E SISTEMAZIONI VIARIE PROGETTO

Dettagli

Provincia di Venezia Comune di Chioggia 545_Parcheggio Marco Polo Viale Marco Polo DUE DILIGENCE SCHEDA DESCRITTIVA

Provincia di Venezia Comune di Chioggia 545_Parcheggio Marco Polo Viale Marco Polo DUE DILIGENCE SCHEDA DESCRITTIVA Provincia di Venezia Comune di Chioggia 545_Parcheggio Marco Polo Viale Marco Polo DUE DILIGENCE SCHEDA DESCRITTIVA Anagrafica COMPLESSO Codice bene Denominazione bene Comune Provincia Indirizzo Quartiere

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO DESCRITTIVO COMMERCIALE. Residenze in LAINATE via Rho. pag. 1

CAPITOLATO TECNICO DESCRITTIVO COMMERCIALE. Residenze in LAINATE via Rho. pag. 1 CAPITOLATO TECNICO DESCRITTIVO COMMERCIALE Residenze in LAINATE via Rho pag. 1 STRUTTURE - La struttura portante del fabbricato è costituita da un intelaiatura di travi e pilastri in cemento armato gettati

Dettagli

PREMESSA 1.1 1.2 1.3 1.4

PREMESSA 1.1 1.2 1.3 1.4 1. PREMESSA 1.1 - Facendo seguito all Avviso congiunto MIUR-MATTM prot. A00DGAI/7667 del 15.06.2010 l Istituto d Arte di Comiso, di concerto con la Provincia regionale di Ragusa, si è proposto per il finanziamento

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICO - ILLUSTRATIVA 1. PREMESSA RELAZIONE TECNICO - ILLUSTRATIVA In seguito agli eventi atmosferici avversi del marzo 2011, la provincia di Biella ha richiesto un finanziamento alla regione Piemonte, al fine di ripristinare

Dettagli

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA 12 REPARTO INFRASTRUTTURE - Comando - P.zza 1 Maggio, 28 33100 UDINE Tel. 0432-504341-2-3 Fax 0432-414050 RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Alloggio codice Via Tullio, 24 - UDINE (UD) 1 Indice 1. OGGETTO

Dettagli

PISCINA COMUNALE DI ABBADIA SAN SALVATORE Via del Laghetto Abbadia S.S. (SI)

PISCINA COMUNALE DI ABBADIA SAN SALVATORE Via del Laghetto Abbadia S.S. (SI) PISCINA COMUNALE DI ABBADIA SAN SALVATORE Via del Laghetto Abbadia S.S. (SI) DOCUMENTO TECNICO per l Affidamento in Concessione del Servizio di Gestione Art. 30 D. Lgvo 163/2006 Allegato: 1 Il Responsabile

Dettagli

NUOVA PISCINA OLIMPICA COPERTA

NUOVA PISCINA OLIMPICA COPERTA Comune di Piacenza UNITÀ DI PROGETTO GRANDI PROGETTI NUOVA PISCINA OLIMPICA COPERTA RELAZIONE DESCRITTIVA Piacenza, luglio 2010 IL RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO (arch. Taziano Giannessi) Unità di

Dettagli

RELAZIONE TECNICA GENERALE D.P.R. n. 554/99 D. Lgs. 163/2006 D. Lgs. 152/2008 PROGETTO ESECUTIVO

RELAZIONE TECNICA GENERALE D.P.R. n. 554/99 D. Lgs. 163/2006 D. Lgs. 152/2008 PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA GENERALE D.P.R. n. 554/99 D. Lgs. 163/2006 D. Lgs. 152/2008 PROGETTO ESECUTIVO Interventi urgenti finalizzati alla messa in sicurezza, alla prevenzione e alla riduzione del rischio connesso

Dettagli

PERIZIA DI VALUTAZIONE SOMMARIA INTERVENTI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

PERIZIA DI VALUTAZIONE SOMMARIA INTERVENTI MANUTENZIONE STRAORDINARIA 1 C I T T A D I P A R T I N I C O PROVINCIA DI PALERMO SETTORE SVILUPPO ORGANIZZATIVO E STRATEGIE Via Filippo Testa, 11 90047 Partinico Tel/fax 091 8918782527 c.f. 00601920820 PERIZIA DI VALUTAZIONE SOMMARIA

Dettagli

COMUNE DI: SCAFA RELAZIONE TECNICA

COMUNE DI: SCAFA RELAZIONE TECNICA COMUNE DI: SCAFA PROVINCIA DI: PESCARA OGGETTO: Piano Scuole Abruzzo il Futuro in Sicurezza edificio scolastico c.so I Maggio Scuola Elementare. Intervento indicato al n.132 dell allegato al D.C.D. n.

Dettagli

STRUTTURA PRODUTTIVA FRONTE AUTOSTRADA BERGAMO-BRESCIA

STRUTTURA PRODUTTIVA FRONTE AUTOSTRADA BERGAMO-BRESCIA STRUTTURA PRODUTTIVA FRONTE AUTOSTRADA BERGAMO-BRESCIA GRASSOBBIO - Via Orio al Serio n.25-27 Dati tecnici e Descrizione delle caratteristiche Costruttive generali PREMESSA Trattasi di una struttura produttiva

Dettagli

1. RELAZIONE ILLUSTRATIVA 1.1. DESCRIZIONE DELL INTERVENTO

1. RELAZIONE ILLUSTRATIVA 1.1. DESCRIZIONE DELL INTERVENTO 1. RELAZIONE ILLUSTRATIVA 1.1. DESCRIZIONE DELL INTERVENTO 1.1.1. PREMESSA La presente relazione illustra il progetto dei lavori di ristrutturazione e messa a norma di parte dei locali del vivaio situato

Dettagli

Fallimento INDALSAN S.r.l. Sentenza n 06/03

Fallimento INDALSAN S.r.l. Sentenza n 06/03 Fallimento INDALSAN S.r.l. Sentenza n 06/03 1. Descrizione generale I beni, rientranti nella massa fallimentare, sono ubicati sul lotto: indicato come 2S Tav 3 Zonizzazione dal P.I.P di C/da Olivola; contraddistinto

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA PREMESSA... 3 DESCRIZIONE DELLO STATO DI FATTO... 3 DESCRIZIONE DEL PROGETTO... 4 OPERE CIVILI... 6 NORME DI RIFERIMENTO... 8 NORME RELATIVE ALLA SICUREZZA ED ALLA PREVENZIONE INCENDI... 8 NORME RELATIVE

Dettagli

San Lazzaro. Termine Lavori: Ottobre 2009. Importo: 5 milioni di Euro. Progetto: Settore Infrastrutture e Impianti sportivi del Comune di Padova

San Lazzaro. Termine Lavori: Ottobre 2009. Importo: 5 milioni di Euro. Progetto: Settore Infrastrutture e Impianti sportivi del Comune di Padova San Lazzaro Nuovo Palasport Interventi di ristrutturazione del Palasport esistente in zona S. Lazzaro, consistenti nella demolizione e sostituzione delle vecchie e provvisorie gradinate in acciaio con

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA 12 REPARTO INFRASTRUTTURE - Comando - P.zza 1 Maggio, 28 33100 UDINE Tel. 0432-504341-2-3 Fa 0432-414050 RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Alloggio codice Via Manzoni, 18 - MANIAGO (PN) 1 Indice 1. OGGETTO

Dettagli

1. Introduzione 1. 2. L area di intervento 1. 3. Il progetto realizzato 3. 4. Il progetto della copertura 4. 5. Quadro economico 6

1. Introduzione 1. 2. L area di intervento 1. 3. Il progetto realizzato 3. 4. Il progetto della copertura 4. 5. Quadro economico 6 INDICE 1. Introduzione 1 2. L area di intervento 1 3. Il progetto realizzato 3 4. Il progetto della copertura 4 5. Quadro economico 6 6. Documentazione fotografica 7 7. Elenco elaborati 14 1. Introduzione

Dettagli

COMUNE DI FANO Provincia di Pesaro- Urbino RELAZIONE TECNICA E DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA

COMUNE DI FANO Provincia di Pesaro- Urbino RELAZIONE TECNICA E DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA COMUNE DI FANO Provincia di Pesaro- Urbino RELAZIONE TECNICA E DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA RICHIEDENTE : FEF di Fulvio Urani & C. S.A.S. p.i. 02538370417 PROPRIETÀ : Farmacia F.lli ERCOLANI p.i. 01398040418

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE di Pesaro COPIA N. di Documento 861438 N. della deliberazione 70 Data della deliberazione 18/03/2008 Allegati n. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: LAVORI DI REALIZZAZIONE DI UNA PALESTRA

Dettagli

CANILI PRIVATI E PENSIONI PER CANI (Tipologia dei locali e condizioni minime obbligatorie)

CANILI PRIVATI E PENSIONI PER CANI (Tipologia dei locali e condizioni minime obbligatorie) CANILI PRIVATI E PENSIONI PER CANI (Tipologia dei locali e condizioni minime obbligatorie) A. REPARTO RICOVERO CANI B. REPARTO ISOLAMENTO (PER CANI AMMALATI O SOSPETTI O DI NUOVA INTRODUZIONE) C. AREA

Dettagli

0 SOMMARIO... 2. 2 PROGETTO DELLA SOLUZIONE SELEZIONATA... 4 2.1 Descrizione della soluzione selezionata... 4 2.2 Fattibilità dell'intervento...

0 SOMMARIO... 2. 2 PROGETTO DELLA SOLUZIONE SELEZIONATA... 4 2.1 Descrizione della soluzione selezionata... 4 2.2 Fattibilità dell'intervento... INDICE 0 SOMMARIO... 2 FINALITÀ DELL'INTERVENTO E SCELTA DELLE ALTERNATIVE PROGETTUALI:... 3. Descrizione delle motivazioni giustificative della necessità dell'intervento e delle finalità che si prefigge

Dettagli

RELAZIONE TECNICA GENERALE

RELAZIONE TECNICA GENERALE RELAZIONE TECNICA GENERALE Introduzione L Amministrazione civica di Borrello è proprietaria della struttura della vecchia scuola d infanzia sita in via Domenico De Nillo, gestita, negli anni compresi tra

Dettagli

-PROGETTO ESECUTIVO-

-PROGETTO ESECUTIVO- STUDIO TECNICO Geom.Carlo Bizzarri Provincia di Terni Comune Di San Venanzo RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL POLO SCOLASTICO DI SAN VENANZO POR FESR 2007-2013 REGIONE UMBRIA ASSE III - ATTIVITA' A3 e B3

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA OPERE CIVILI

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA OPERE CIVILI OPERE CIVILI 1 PREMESSA...3 DESCRIZIONE DELLO STATO DI FATTO... 3 DESCRIZIONE DEL PROGETTO... 5 OPERE CIVILI...6 SCAVI, DEMOLIZIONI E RIMOZIONI... 6 OPERE IN CEMENTO ARMATO - SCALE METALLICHE... 7 SOTTOFONDI...

Dettagli

QUESTIONARIO Per l Assicurazione DECENNALE POSTUMA di immobili di nuova realizzazione

QUESTIONARIO Per l Assicurazione DECENNALE POSTUMA di immobili di nuova realizzazione QUESTIONARIO Per l Assicurazione DECENNALE POSTUMA di immobili di nuova realizzazione La società si impegna a fare uso riservato di queste notizie ed informazioni. E importante rispondere a tutte le domande

Dettagli

REGIONE VENETO Comune di Valeggio sul Mincio (Provincia di Verona)

REGIONE VENETO Comune di Valeggio sul Mincio (Provincia di Verona) REGIONE VENETO Comune di Valeggio sul Mincio (Provincia di Verona) LAVORI DI RECUPERO DL SOTTOTETTO DELLA SCUOLA PRIMARIA C. COLLODI LOTTO 1 CODICE 08-2001/1 OPERE EDILI PROGETTO DEFINITIVO - ESECUTIVO

Dettagli

COMUNE DI POMARANCE Prov. di Pisa SETTORE GESTIONE DEL TERRITORIO. P.za S. Anna n 1 56045 - Pomarance (PI) - Tel.0588/ 62311 Fax 0588/64400

COMUNE DI POMARANCE Prov. di Pisa SETTORE GESTIONE DEL TERRITORIO. P.za S. Anna n 1 56045 - Pomarance (PI) - Tel.0588/ 62311 Fax 0588/64400 COMUNE DI POMARANCE Prov. di Pisa SETTORE GESTIONE DEL TERRITORIO P.za S. Anna n 1 56045 - Pomarance (PI) - Tel.0588/ 62311 Fax 0588/64400 RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA OGGETTO: Recupero e ristrutturazione

Dettagli

LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DELLA STAZIONE MARITTIMA DI PESCARA E SISTEMAZIONE DELLE AREE CIRCOSTANTI PREMESSA

LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DELLA STAZIONE MARITTIMA DI PESCARA E SISTEMAZIONE DELLE AREE CIRCOSTANTI PREMESSA PREMESSA La Stazione Marittima del Porto di Pescara è un edificio a pianta centrale di forma decagonale, dell altezza totale di m 6,00, ad un piano dell altezza interna di m 5,00, della superficie complessiva

Dettagli

1. S T R U T T U R A PREMESSA

1. S T R U T T U R A PREMESSA PREMESSA I fabbricati in oggetto saranno realizzati con caratteristiche costruttive edili e impiantistiche finalizzate all ottenimento della classificazione energetica in Classe B, ai sensi della vigente

Dettagli

1992 DM 26/08/92 Norme di prevenzione incendi per l edilizia scolastica Legge 11/01/96 n. 23 Norme per l edilizia scolastica

1992 DM 26/08/92 Norme di prevenzione incendi per l edilizia scolastica Legge 11/01/96 n. 23 Norme per l edilizia scolastica 1. Premessa La presente relazione è parte integrante del progetto preliminare dei Lavori di adeguamento per la divisione del plesso scolastico di via Segni in due parti: scuola per l'infanzia al piano

Dettagli

COMUNE DI SAN SPERATE PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI SAN SPERATE PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI SAN SPERATE PROVINCIA DI CAGLIARI PROGETTO ESECUTIVO MESSA IN SICUREZZA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEGLI EDIFICI SCOLASTICI, COMPLESSO SCOLASTICO VIA PIXINORTU ANGOLO VIA GARAU ALLEGATO 1 RELAZIONE

Dettagli

DOCUMENTAZIONE ALLEGATA ALLA RICHIESTA DI DENUNCIA DI INIZIO DI ATTIVITÀ EDILIZIA

DOCUMENTAZIONE ALLEGATA ALLA RICHIESTA DI DENUNCIA DI INIZIO DI ATTIVITÀ EDILIZIA DOCUMENTAZIONE ALLEGATA ALLA RICHIESTA DI DENUNCIA DI INIZIO DI ATTIVITÀ EDILIZIA PRATICA EDILIZIA n.... anno... INTERVENTO......... UBICAZIONE: località... via..., n.... IDENTIFICAZIONE N.C.T. N.C.E.U.

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Allegato A 12 REPARTO INFRASTRUTTURE - Comando - P.zza 1 Maggio, 28 33100 UDINE Tel. 0432-504341-2-3 Fax 0432-414050 RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Alloggio codice Via Trento, 97 UDINE (UD) 1 Allegato

Dettagli

AMPLIAMENTO DEGLI SPOGLIATOI E SERVIZI DEL CAMPO DA CALCIO BOLDRIN

AMPLIAMENTO DEGLI SPOGLIATOI E SERVIZI DEL CAMPO DA CALCIO BOLDRIN AMPLIAMENTO DEGLI SPOGLIATOI E SERVIZI DEL CAMPO DA CALCIO BOLDRIN PROGETTO PRELIMINARE Prime indicazioni della sicurezza Responsabile Servizio Sviluppo Territoriale del Comune di Cadoneghe Arch. Nicoletta

Dettagli

SANTO STEFANO DI CAMASTRA

SANTO STEFANO DI CAMASTRA COMUNE DI SANTO STEFANO DI CAMASTRA Provincia di Messina PROGETTO ESECUTIVO PER I LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DEGLI SPAZI DEL SENSO CIVICO PON FESR SICUREZZA E SVILUPPO - OBIETTIVO CONVERGENZA 2007/2013

Dettagli

Con Deliberazione di Giunta Comunale n 118 del 26/ 03/2013 e stato approvato il progetto definitivo dell opera in oggetto.

Con Deliberazione di Giunta Comunale n 118 del 26/ 03/2013 e stato approvato il progetto definitivo dell opera in oggetto. Note introduttive Il presente documento fa proprie le indicazioni di cui all Art. 34. Relazione generale del progetto esecutivo del d.p.r. 5 ottobre 2010, n. 207: 1. La relazione generale del progetto

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA SUI LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DELLA CASA EX-NORBIATO PRESSO LA DISCARICA DI PONTE SAN NICOLO

RELAZIONE ILLUSTRATIVA SUI LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DELLA CASA EX-NORBIATO PRESSO LA DISCARICA DI PONTE SAN NICOLO RELAZIONE ILLUSTRATIVA SUI LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DELLA CASA EX-NORBIATO PRESSO LA DISCARICA DI PONTE SAN NICOLO I lavori indicati in questa relazione riguardano la ristrutturazione di un fabbricato

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Geom. Nicola Baggio

CURRICULUM VITAE. Geom. Nicola Baggio CURRICULUM VITAE Geom. Nicola Baggio Luogo e data di nascita: : Padova, 01 luglio 1968 Residenza e ufficio: : Via V. Fogazzaro n 16/b 35030 Selvazzano Dentro (PD) Tel. 348-2614914 e-mail: nbaggio@alice.it

Dettagli

CREVALCORE SCUOLA G. LODI. Crevalcore, 26 Maggio 2013 Ing. Tommaso PAZZAGLIA Arch. Christian ZAMBONINI Geom. Roberto FORCELLATI

CREVALCORE SCUOLA G. LODI. Crevalcore, 26 Maggio 2013 Ing. Tommaso PAZZAGLIA Arch. Christian ZAMBONINI Geom. Roberto FORCELLATI SISMA MAGGIO 2012 CREVALCORE SCUOLA G. LODI Crevalcore, 26 Maggio 2013 Ing. Tommaso PAZZAGLIA Arch. Christian ZAMBONINI Geom. Roberto FORCELLATI SISMA MAGGIO 2012: Scuola G.Lodi - Crevalcore Corpo laterale

Dettagli

REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA. Comune di Caneva Provincia di Pordenone

REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA. Comune di Caneva Provincia di Pordenone REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA Comune di Caneva Provincia di Pordenone LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA PALESTRA CENTRO STUDI DI VIA MARCONI PROGETTO ESECUTIVO ALL. H: CRONOPROGRAMMA Pordenone, aprile

Dettagli

Giacomo Corsi Architetto giacomocorsiarchitetto@gmail.com Cel.3471979180 Viale Montegrappa 177, 59100 Prato Tel. Fax. 0574 1826304

Giacomo Corsi Architetto giacomocorsiarchitetto@gmail.com Cel.3471979180 Viale Montegrappa 177, 59100 Prato Tel. Fax. 0574 1826304 RELAZIONE TECNICA PRELIMINARE Oggetto: Nuova Club House con locali Pizzeria annessi da realizzarsi all interno dell impianto sportivo di Maliseti, sito in Via Caduti Senza Croce in località Maliseti, a

Dettagli

COMUNE DI BUCCINO Provincia di Salerno

COMUNE DI BUCCINO Provincia di Salerno Pagina1 SCHEDA UNITA IMMOBILIARE Pianta stato di fatto Localizzazione Comune: BUCCINO c.a.p : 84021 Provincia: Salerno Zona: Centro storico denominazione stradale: Via Roma/Q. Di Vona n civico: s.n.c Superficie

Dettagli

Classe A < 8 kwh/m 3 a. Nuova Palestra in Via Martiri della Libertà. Comune di Novi di Modena

Classe A < 8 kwh/m 3 a. Nuova Palestra in Via Martiri della Libertà. Comune di Novi di Modena Classe A < 8 kwh/m 3 a Nuova Palestra in Via Martiri della Libertà Comune di Novi di Modena UBICAZIONE: Provincia: Comune: Via: Coordinate (lat. Long.): Altitudine: Modena Novi Martiri della Libertà 44

Dettagli

COMUNE DI CANICATTINI BAGNI-PROVINCIA DI SIRACUSA UFFICIO TECNICO COMUNALE

COMUNE DI CANICATTINI BAGNI-PROVINCIA DI SIRACUSA UFFICIO TECNICO COMUNALE COMUNE DI CANICATTINI BAGNI-PROVINCIA DI SIRACUSA UFFICIO TECNICO COMUNALE OGGETTO: COSTRUZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI ASSERVITI AD IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE LOCAZIONE FINANZIARIA. PROGETTO PRELIMINARE

Dettagli

Piano Particolareggiato dell area di Largo Ascoli Piceno

Piano Particolareggiato dell area di Largo Ascoli Piceno Comune di Pesaro Piano Particolareggiato dell area di Largo Ascoli Piceno RELAZIONE TECNICA Inquadramento urbanistico L intervento rientra nel Comparto Attuativo B/C del Piano Particolareggiato in oggetto

Dettagli

LOTTO N.23: EX SCUOLA ELEMENTARE SCANDALI, VIA TAVERNELLE

LOTTO N.23: EX SCUOLA ELEMENTARE SCANDALI, VIA TAVERNELLE LOTTO N.23: EX SCUOLA ELEMENTARE SCANDALI, VIA TAVERNELLE OGGETTO UBICAZIONE DESCRIZIONE STRUTTURA DESCRIZIONE L immobile è ubicato in via Tavernelle 1, quartiere Tavernelle, sito nella prima periferia

Dettagli

DESCRIZIONE TECNICA E FOTOGRAFICA LAVORI VILLAGGIO 5

DESCRIZIONE TECNICA E FOTOGRAFICA LAVORI VILLAGGIO 5 DESCRIZIONE TECNICA E FOTOGRAFICA LAVORI VILLAGGIO 5 REV. 06/2009 VILLAGGIO 5 CAPITOLATO DEI LAVORI REV. 06/2009 PREMESSE L intervento in oggetto prevede la costruzione di ville ad un piano composte da

Dettagli

DESCRIZIONE INDICATIVA DELLE OPERE

DESCRIZIONE INDICATIVA DELLE OPERE Costruzioni s.r.l. Via Boccaccio n 29 20123 MILANO P.IVA 06454770964 Oggetto: REALIZZAZIONE NUOVI EDIFICI RESIDENZIALI IN COMUNE DI LENNO (CO) VIALE LIBRONICO DESCRIZIONE INDICATIVA DELLE OPERE CAPITOLATO

Dettagli

PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA

PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA RICHIEDENTE: COMUNE DI LARI - UFFICIO TECNICO; OGGETTO: APPARTAMENTO PER CIVILE ABITAZIONE, ANNESSO LOCALE AUTORIMESSA E QUOTA DI UN TERZO SUL RESEDE. ALLEGATI: Estratto di Mappa;

Dettagli

RISTRUTTURAZIONE E EMPLIAMENTO CENTRO SOCIALE/SPORTIVO DI VIA PER PADERNO

RISTRUTTURAZIONE E EMPLIAMENTO CENTRO SOCIALE/SPORTIVO DI VIA PER PADERNO RISTRUTTURAZIONE E EMPLIAMENTO CENTRO SOCIALE/SPORTIVO DI VIA PER PADERNO RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA (ALLEGATO 1) 1. PREMESSA Il presente progetto PRELIMINARE è finalizzato all ampliamento dell edificio

Dettagli

LOTTO n. 19 San Marco 2511/A

LOTTO n. 19 San Marco 2511/A LOTTO n. 19 San Marco 2511/A Ubicazione Planimetria Stato dell immobile Caratteristiche estrinseche: Trattasi di fabbricato di forma regolare con struttura portante in muratura, copertura a falde e rivestimento

Dettagli

Fabbricato colonico in Comune di Dicomano

Fabbricato colonico in Comune di Dicomano Fabbricato colonico in Comune di Dicomano Il fabbricato, posto in via Campana n 31 del Comune di Dicomano, si sviluppa su due piani fuori terra. È attualmente diviso in quattro unità immobiliari: un appartamento,

Dettagli

Ristrutturazione del campo da rugby Luciano Denti Ipotesi di fattibilità

Ristrutturazione del campo da rugby Luciano Denti Ipotesi di fattibilità SERVIZIO DECENTRAMENTO U.O. Circoscrizione Est Centro Civico: via Alcide de Gasperi, 67 59100 Prato Tel 0574.52701 Fax 0574.183.7305 circoscrizione.est@comune.prato.it Posta certificata: comune.prato@postacert.toscana.it

Dettagli

STUDIO DEL SISTEMA SPORTIVO TERRITORIALE PER LA PIANIFICAZIONE DELLO SPORT unitamente alla pianificazione territoriale e urbanistica

STUDIO DEL SISTEMA SPORTIVO TERRITORIALE PER LA PIANIFICAZIONE DELLO SPORT unitamente alla pianificazione territoriale e urbanistica AREA PROGRAMMAZIONE E PIANIFICAZIONE TERRITORIALE approfondimento del QUADRO CONOSCITIVO PRELIMINARE DEL NUOVO PSC Demo 3.4 linee guida GENERALI 4 parte per pianificare assetto e sviluppo del sistema sportivo

Dettagli

LOTTI n. 9-10 Dorsoduro 434

LOTTI n. 9-10 Dorsoduro 434 LOTTI n. 9-10 Dorsoduro 434 Ubicazione Planimetria sub 7 LOTTO N. 9 Planimetria sub 8 LOTTO N. 10 Stato dell immobile sub 7 LOTTO N. 9 Caratteristiche estrinseche: Trattasi di fabbricato di forma rettangolare

Dettagli

C.so Italia, 19 20122 Milano S.C. Gestione Patrimonio e Servizio Tecnico. Allegato 2

C.so Italia, 19 20122 Milano S.C. Gestione Patrimonio e Servizio Tecnico. Allegato 2 C.so Italia, 19 20122 Milano S.C. Gestione Patrimonio e Servizio Tecnico Allegato 2 PROGETTO PRELIMINARE PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLA SEDE DI P.LE ACCURSIO, 7 - PALAZZINA A OPERE DI STRAODINARIA MANUTENZIONE,

Dettagli

versus strutture intelaiate in c.a.

versus strutture intelaiate in c.a. Costruire oggi: muratura portante versus strutture intelaiate in c.a. DI M. Boscolo Bielo Godega di S. Urbano (TV) L analisi dei costi per la realizzazione di un edificio per il terziario a Godega di S.

Dettagli

TRIBUNALE DI MILANO SEZIONE SECONDA FALLIMENTARE. JAMMETTI FRANCESCO & C. nonché dei soci illimitatamente responsabili ============

TRIBUNALE DI MILANO SEZIONE SECONDA FALLIMENTARE. JAMMETTI FRANCESCO & C. nonché dei soci illimitatamente responsabili ============ TRIBUNALE DI MILANO SEZIONE SECONDA FALLIMENTARE Fallimento RG. n. 683/02 : CONFEZIONE ARTIGIANA FAJ S.N.C. DI JAMMETTI FRANCESCO & C. nonché dei soci illimitatamente responsabili Sig. Jammetti Francesco

Dettagli

Comune di Pedara. Provincia Catania

Comune di Pedara. Provincia Catania Comune di Pedara Provincia Catania COMPUTO METRICO ESTIMATIVO OGGETTO Lavori di adeguamento del locale mensa e del locale caldaia presso la scuola materna di Piazza del popolo. ( PROGETTO ESECUTIVO) COMMITTENTE

Dettagli

Data 21.7. 11. il Dirigente del settore Patrimonio, Ambiente Valorizzazione Risorse Culturali Arch. Marco Terenghi

Data 21.7. 11. il Dirigente del settore Patrimonio, Ambiente Valorizzazione Risorse Culturali Arch. Marco Terenghi Relazione di stima del valore del complesso immobiliare sito in fregio alle vie G. Matteotti, N. Sauro, Como, in Lissone distinto al catasto al Fg. 15 Mapp. 23 Data 21.7. 11 il Dirigente del settore Patrimonio,

Dettagli

INDICE GENERALITÀ... 2

INDICE GENERALITÀ... 2 INDICE GENERALITÀ... 2 DESCRIZIONE DEL FABBRICATO... 2 DATI GENERALI... 2 ACCESSI AL FABBRICATO... 2 STRUTTURE PORTANTI... 3 COPERTURA... 3 DESCRIZIONE INTERVENTO PROPOSTO... 3 IMPIANTO TERMICO.... 3 ISOLAMENTO

Dettagli

RESIDENZA MARAINI. Edificazione n. 4 appartamenti. Lugano - Mapp.2437. Via Maraini Sommaruga

RESIDENZA MARAINI. Edificazione n. 4 appartamenti. Lugano - Mapp.2437. Via Maraini Sommaruga RESIDENZA MARAINI Edificazione n. 4 appartamenti Lugano - Mapp.2437 Via Maraini Sommaruga INQUADRAMENTO Residenza MARAINI a LUGANO LOCALIZZAZIONE SEDIME LUGANO Via Maraini Sommaruga Mapp. 2437 Residenza

Dettagli

RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA Premessa Il presente Progetto ESECUTIVO, immediatamente cantierabile e redatto ai sensi del D.Lgs. 163/2006 e del D.P.R. n.207/2010, è stato redatto dall Ufficio Tecnico

Dettagli

TRIBUNALE DI TREVISO SEZIONE ESECUZIONI IMMOBILIARI ESECUZIONE IMMOBILIARE R.G. ESEC. IMM.RI 228/2010 RAPPORTO DI STIMA LOTTO UNICO

TRIBUNALE DI TREVISO SEZIONE ESECUZIONI IMMOBILIARI ESECUZIONE IMMOBILIARE R.G. ESEC. IMM.RI 228/2010 RAPPORTO DI STIMA LOTTO UNICO TRIBUNALE DI TREVISO SEZIONE ESECUZIONI IMMOBILIARI ESECUZIONE IMMOBILIARE R.G. ESEC. IMM.RI 228/2010 RAPPORTO DI STIMA LOTTO UNICO Beni siti in Via Risorgimento n. 9 nella frazione Parè a Conegliano -

Dettagli

DIREZIONE DEL GENIO MILITARE PER LA MARINA LA SPEZIA RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA COMUNE DI CHIAVARI (GE)

DIREZIONE DEL GENIO MILITARE PER LA MARINA LA SPEZIA RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA COMUNE DI CHIAVARI (GE) DIREZIONE DEL GENIO MILITARE PER LA MARINA LA SPEZIA RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA COMUNE DI CHIAVARI (GE) Via Parma, 14 ALLOGGIO ASI MGE0071 1 Indice 1. OGGETTO E SCOPO DELLA RELAZIONE 2. UBICAZIONE

Dettagli

INAIL ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO

INAIL ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO INAIL ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO DIREZIONE REGIONALE PER IL LAZIO Consulenza Tecnica per l Edilizia Regionale ROMA Viale Dei Quattro Venti 98 interno 18 piano

Dettagli

COMUNE DI TORINO. ( Provincia di Torino) CORSO UMBRIA N 41 DECORLUCY

COMUNE DI TORINO. ( Provincia di Torino) CORSO UMBRIA N 41 DECORLUCY COMUNE DI TORINO ( Provincia di Torino) CORSO UMBRIA N 41 DITTA ESECUTRICE DEI LAVORI: DECORLUCY In riferimento alla vostra gentile richiesta di preventivo per le opere di ristrutturazione da eseguire

Dettagli

La Rampa Progetto villa singola in classe A Noceto (Pr)

La Rampa Progetto villa singola in classe A Noceto (Pr) La Rampa Progetto villa singola in classe A Noceto (Pr) Albinia Tre srl via Roma 12/2 25049 ISEO (Bs) tel. 030-981959 - fax 030-9868498 www.pelli.it - www.larampa.net email: albiniatre@pelli.it Inserimento

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA 12 REPARTO INFRASTRUTTURE - Comando - P.zza 1 Maggio, 28 33100 UDINE Tel. 0432-504341-2-3 Fax 0432-414050 RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Alloggio codice Via D Aronco, 9 - UDINE (UD) 1 Indice 1. OGGETTO

Dettagli

RELAZIONE GENERALE. Premessa

RELAZIONE GENERALE. Premessa RELAZIONE GENERALE Premessa La scuola dell infanzia con il Nido Integrato persegue la formazione integrale di bambini dai 12 ai 36 mesi offrendo opportunità per il raggiungimento di capacità e competenze

Dettagli

Comune di San Giovanni La Punta Prov. di Catania

Comune di San Giovanni La Punta Prov. di Catania Comune di San Giovanni La Punta Prov. di Catania PROGETTO ESECUTIVO DEI LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DELL ASILO NIDO COMUNALE PER L IMPLEMENTAZIONE DEI SERVIZI ESISTENTI IN TERMINI DI INCREMENTO DELL UTENZA

Dettagli