L Associazione Nondasola onlus donne insieme contro la violenza

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L Associazione Nondasola onlus donne insieme contro la violenza"

Transcript

1 L Associazione Nondasola onlus donne insieme contro la violenza E un associazione di donne nata nel 1995 con l obiettivo di costruire progetti ed iniziative finalizzate a contrastare ogni forma di violenza contro le donne. La costituzione formale in associazione è avvenuta nel luglio del 1996, mentre è del 1998 la costituzione in o.n.l.u.s. Sin dall inizio l Associazione ha inoltre espresso, anche a livello statutario, un particolare interesse per i temi della interculturalità e, quindi, per la costruzione di azioni utili a favorire lo scambio e le relazioni tra donne di diversa provenienza. E quindi nostro desiderio essere da una parte uno strumento concreto di aiuto alle donne maltrattate, dall altra un soggetto che lavora per facilitare il riconoscimento sociale della violenza contro le donne e della responsabilità maschile rispetto a questa. Ciò si traduce, innanzitutto, nell implementare azioni atte a far emergere il sommerso relativo alla violenza, raccogliendo ed elaborando i dati di cui disponiamo, realizzando percorsi di ricerca e confronto sul tema. L accoglienza ATTIVITA DI AIUTO DIRETTO ALLE DONNE CASA DELLE DONNE DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA L Associazione gestisce l attività della Casa delle Donne aperta dal Comune di Reggio Emilia il 27 maggio 1997; offre a tutte le donne che ad essa fanno riferimento colloqui di accoglienza, consulenze legali e ospitalità temporanea. Il primo contatto delle donne con la Casa avviene sempre su richiesta diretta delle donne stesse, generalmente attraverso il centralino telefonico (attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18, il sabato dalle 9 alle 12). Questo è l inizio di un percorso che si compone di più colloqui via via concordati, rispettando i tempi e i bisogni della donna; il suo progetto si costruisce a partire dalla sua storia, dai suoi vincoli, dalle sue risorse, dai suoi desideri: insieme a lei si mettono a fuoco gli obiettivi e le tappe attraverso cui questi saranno raggiunti; ai percorsi di accoglienza possono accedere tutte le donne, indipendentemente dalla loro provenienza. Alle donne sono garantiti anonimato e riservatezza sulla propria storia e sui propri vissuti. DALL APERTURA DELLA CASA AL 31 DICEMBRE 2012 SI SONO RIVOLTE A NOI DONNE.

2 L ospitalità Quando si rileva la necessità che la donna si allontani dalla propria abitazione si attiva un percorso di ospitalità: la donna insieme ai propri figli/e minori viene ospitata, per un periodo di tempo limitato, in una situazione abitativa protetta; nella Casa possono essere ospitate solo donne provenienti dalla provincia di Reggio. Dal 2002 il Comune di Reggio Emilia ha destinato un miniappartamento a progetti di post-ospitalità per le donne in uscita dalla violenza. Dal luglio 2006 gestiamo inoltre, in convenzione col Comune di Reggio Emilia, un appartamento destinato a donne migranti il cui bisogno prioritario è il sostegno nel processo di integrazione e di costruzione di autonomia. Dal 1999 l Associazione ha affittato un appartamento il cui progetto risponde ai seguenti obiettivi: realizzazione di un progetto economico-abitativo di post-ospitalità per donne con situazioni socioeconomiche particolarmente svantaggiate; prima ospitalità per donne che per vincoli di diversa natura non possono essere ospitate nella Casa; sperimentazione di coabitazioni che, evidenziando vincoli e vantaggi, possono facilitare l accesso a forme analoghe di soluzioni abitative nel libero mercato. DALL APERTURA AL 31 DICEMBRE 2012 SONO STATE OSPITATE: 182 DONNE CON I/LE RISPETTIVI/E FIGLI/E in numero di 176. PROGETTI DI SOSTEGNO Dal 1999 al 2011 sono stati realizzati gruppi di sostegno coinvolgendo circa 60 donne. Il gruppo è vissuto dalle donne come occasione per rielaborare il vissuto di violenza attraverso il confronto, la condivisione, lo scambio di emozioni, di esperienze, di problemi con altre donne che vivono o che hanno vissuto l esperienza della violenza di genere per scoprire insieme che il problema della violenza non è un vissuto unicamente individuale, ma diffuso, che ha le sue radici non solo nella storia personale e familiare, ma anche nella cultura e nella società. LA MIGRAZIONE FEMMINILE: PROGETTO LUNENOMADI L interesse politico rispetto al tema della migrazione femminile è per alcune di noi un interesse originario, risalente ai tempi della nostra costituzione in associazione. L esperienza di relazioni tra native e migranti in un contesto, seppur speciale, quale è quello dell accoglienza a donne che hanno subito violenza, ci ha stimolato ad interrogarci sulle peculiarità dei percorsi delle donne straniere accolte. Si è così costituito un gruppo di lavoro che nella prima fase della propria attività si è dedicato all individuazione delle specificità dei percorsi delle migranti accolte cercando di nominare e analizzare i diversi piani di intervento e costruendo momenti di scambio con donne straniere delle varie comunità presenti sul territorio. Il gruppo native-migranti, col progetto Lunenomadi, ha poi voluto creare a Reggio Emilia uno spazio di incontro, di scambio, di sostegno; un luogo dove le donne migranti, attraverso colloqui personalizzati, possano raccontare la propria storia, sentirsi meno sole, avere informazioni, essere aiutate a realizzare il 2

3 proprio progetto migratorio. Il Progetto Lunenomadi individua come destinatarie donne migranti che hanno subito violenza (psicologica, sessuale, fisica, economica, sul lavoro, discriminazioni sociali) o che, per le difficoltà incontrate nel percorso di interazione col territorio e di inclusione sociale, sono esposte a situazioni di violenza; le donne che hanno subito violenza devono aver già concluso il percorso di rielaborazione/uscita dalla violenza o, quanto meno, non essere più nella fase acuta. L accoglienza del progetto Lunenomadi è aperta il martedì mattina dalle 9.30 alle 12.30; il martedì pomeriggio solo per colloqui su appuntamento o attività di gruppo; il venerdì mattina dalle 9,30 alle 12,30 c/o la sede di Via Spani 12/a; prevede sia colloqui individuali che lavori di gruppo tra donne aventi i medesimi bisogni; per alcune necessità di ordine giuridico è prevista un giorno alla settimana l attività di una consulente legale; per il supporto nella ricerca lavoro ci si avvale della consulente di orientamento al lavoro. Si realizzano interventi di mediazione con alcuni soggetti (servizi sociali, questura, ecc.); sono previsti accompagnamenti nelle situazioni più delicate e presso luoghi difficili (tribunali, banche, ecc.). Da gennaio 2012 al 31 dicembre del 2012 si sono rivolte a noi per la prima volta 92 donne (per un totale complessivo da febbraio del 2007 di 611 donne) provenienti da diversi paesi arabi (Marocco, Tunisia, Egitto) dal Centrafrica ( Ghana, Nigeria, Burkina Faso, Costa d Avorio, Somalia, Senegal), dall Albania, dall Ucraina, dalla Georgia, da Santo Domingo, da Cuba, dalla Siria, dallo Sri Lanka, dal Perù, dall India; si sono rivolte a Lunenomadi anche alcune migranti italiane. Il progetto ci ha impegnate anche nel lavoro di rete sia con le Associazioni del privato sociale sia con soggetti istituzionali; in corsi di alfabetizzazione per piccoli gruppi di donne; in corsi per imparare ad andare in bicicletta per le donne che non hanno auto o motorino; in momenti liberi e autogestiti di festa tra donne; in attività di gruppo per avvicinarsi al mondo del lavoro e per rielaborare esperienze di discriminazioni e razzismo; in iniziative pubbliche che hanno reso visibile e hanno rafforzato il diritto di cittadinanza di ciascuna; in iniziative co-progettate e cogestite con altre associazioni interculturali di donne finalizzate a sviluppare la riflessione sul tema della migrazione femminile. Da Febbraio 2007 al 31 Dicembre del 2012 si sono rivolte a Lunenomadi 611 donne migranti. FORMAZIONE L Associazione ha investito su due piani formativi: a) area operatori del territorio comunale e provinciale (assistenti sociali, ostetriche, ginecologhe, Forze dell ordine, personale medico e paramedico degli ospedali) b) area volontarie: con una cadenza periodica di circa due anni, l Associazione organizza corsi di formazione per le donne che desiderano diventare volontarie. Si è concluso l ottavo corso di formazione per volontarie. I corsi di formazione destinati agli operatori presenti sul territorio cittadino e della provincia effettuati, sono i seguenti: Gennaio- Settembre Supervisione Gruppo di lavoro e mandati istituzionali di ogni soggetto coinvolto in relazione alla violenza e al maltrattamento sulle donne nelle relazioni di intimità del Distretto di Castello né Monti. Il tema del maltrattamento è stato posto come obiettivo nel 2011 dei tavoli del Piano di Zona per la salute ed il benessere sociale: l argomento è stato trasversale alla discussione di tutti i tavoli di lavoro. Aprile Incontro formativo per 75 Medici di Medicina Generale, Medici di Guardia e Pediatri di libera scelta del Distretto di Guastalla: presentazione di casi e strategie di un lavoro di rete efficace per il supporto a donne vittime di violenza. 3

4 Settembre partecipazione attiva e intervento strutturato nell ambito della giornata di autoformazione promossa dal Tavolo Interistituzionale di contrasto sulla violenza alle donne promosso dall Amministrazione Comunale di Reggio Emilia Ottobre Gennaio 2013 Corso di formazione nel Distretto di Reggio Emilia sulla violenza domestica alle donne nell intervento delle diverse agenzie territoriali organizzato dall Ausl con finanziamento regionale. Questo progetto è stato accreditato dal Ministero della Sanità. Ottobre Gennaio 2013 Corso di formazione nel Distretto della Val d Enza sulla violenza domestica alle donne nell intervento delle diverse agenzie territoriali organizzato dall Ausl con finanziamento regionale. Questo progetto è stato accreditato dal Ministero della Sanità. Novembre Incontro formativo presso la Facoltà dei Servizi Sociali di Parma, per gli studenti del terzo anno, sul tema Servizio Sociale in rete con Casa delle Donne: accoglienza e presa in carico di donne vittime di violenza nelle relazioni di intimità Novembre Tre incontri, presso il Crostolo Università dell'età libera, nel corso su "sondare il cambiamento nelle trasformazioni sociali e culturali che attraversano la società e in particolare i rapporti di coppia e i modelli tradizionali di famiglia" Novembre Seminario formativo rivolto ai firmatari del Protocollo d'intesa, promosso dall Amministrazione comunale, per l'attività di sensibilizzazione sulla parità e non discriminazione tra i generi nell'ambito della pubblicità, su "Allenare lo sguardo nella pubblicità: offendere la donna offende anche l'uomo? L'esperienza dell'associazione Nondasola nei percorsi di prevenzione con ragazzi e ragazze, come stimolo di discussione e confronto" 2011 Ottobre incontri di Formazione per il personale medico e paramedico del reparto di Ostetricia e ginecologia dell Ospedale Santa Maria Nuova RE, sulle tematiche relative alle dinamiche e alle conseguenze della violenza domestica e agli indicatori utili al riconoscimento delle violenze stesse Novembre Incontro formativo nella giornata di formazione sessualità, cultura e violenza di genere rivolto alla sezione di Reggio Emilia Associazione Italiana Donne Medico e agli operatori del centro per la salute della famiglia straniera Maggio Incontri monitoraggio nel Distretto di Castelnovo ne Monti in continuità con il precedente percorso formativo sulla violenza domestica alle donne nell intervento delle diverse agenzie territoriali organizzato dall Ausl con finanziamento regionale Febbraio- Marzo Corso di formazione per l Associazione Vivere Donna di Carpi con le finalità sia di aggiornamento interno che di costruzione/consolidamento della rete territoriale a supporto delle donne vittime di violenza Ottobre Incontro formativo per 80 Medici di Medicina Generale, Medici di Guardia e Pediatri di libera scelta del Distretto di Scandiano: presentazione di casi e strategie di un lavoro di rete efficace per il supporto a donne vittime di violenza Settembre Corso di Formazione per il personale medico e paramedico del reparto di Ostetricia e ginecologia dell Ospedale Santa Maria Nuova RE, sulle tematiche relative alle dinamiche e alle conseguenze della violenza domestica e agli indicatori utili al riconoscimento delle violenze stesse Febbraio Percorso formativo per il riconoscimento e lo svelamento di situazioni di violenza sulle donne rivolto a operatori, educatori e psicologi dei Centri per le Famiglie di Reggio Emilia 2010 Gennaio Corso di formazione nel Distretto di Castelnovo né Monti sulla violenza domestica alle donne nell intervento delle diverse agenzie territoriali organizzato dall Ausl con finanziamento regionale. Questo progetto è stato accreditato dal Ministero della Sanità Aprile maggio Corso di Formazione per personale medico e paramedico dei consultori Azienda USL di Reggio Emilia sulle tematiche relative alle dinamiche e alle conseguenze della violenza domestica. Questo progetto è stato accreditato dal Ministero della Sanità Marzo Incontri monitoraggio nel Distretto di Scandiano in continuità con il precedente percorso formativo sulla violenza domestica alle donne nell intervento delle diverse agenzie territoriali organizzato dall Ausl con finanziamento regionale. 4

5 2008 Dicembre Incontri di Formazione per i Medici di Medicina Generale del Distretto di Reggio Emilia, promosso dall'ausl di Reggio. Questo progetto è stato accreditato dal Ministero della Sanità Marzo Corso di formazione nel Distretto di Scandiano sulla violenza domestica alle donne nell intervento delle diverse agenzie territoriali organizzato dall Ausl con finanziamento regionale. Questo progetto è stato accreditato dal Ministero della Sanità Gennaio Corso di formazione al volontariato/associazionismo del territorio comunale di Scandiano Novembre maggio 2009 Corso di formazione per gli operatori dei Poli socio-sanitari del Comune di Reggio Emilia 2007 Novembre Corso di formazione nel Distretto di Guastalla sulla violenza domestica alle donne nell intervento delle diverse agenzie territoriali organizzato dall Ausl con finanziamento regionale. Questo progetto è stato accreditato dal Ministero della Sanità Maggio Seminario rivolto alle Forze dell Ordine in collaborazione con Enaip di Rimini Aprile Corso di formazione rivolto agli assistenti sociali adulti e minori del Distretto di Correggio Settembre-novembre Corso di Formazione per assistenti sociali del Servizio Sociale del Comune di Reggio Emilia sulle tematiche relative alle dinamiche e alle conseguenze della violenza domestica Settembre-ottobre Corso di Formazione per personale medico e paramedico dei consultori Azienda USL di Reggio Emilia sulle tematiche relative alle dinamiche e alle conseguenze della violenza domestica. Questo progetto è stato accreditato dal Ministero della Sanità Gennaio Corso di Formazione per personale medico e paramedico del reparto di ostetricia e ginecologia dell Ospedale S.Maria Nuova di Reggio Emilia sulle tematiche relative alle dinamiche e alle conseguenze della violenza domestica Incontri con la Questura di Reggio Emilia, discussione e confronto a partire dall opuscolo Violenza contro le donne: cosa fare quando una donna chiede aiuto realizzato dall Associazione Nondasola 2000 Novembre-dicembre Corso di Formazione per operatori Socio-sanitari e delle Forze dell Ordine del Distretto di Montecchio con la finalità della costruzione di un lavoro di rete a sostegno di donne che abbiano subito violenza Ottobre-dicembre Corso di Formazione per operatori Socio-sanitari e delle Forze dell Ordine del territorio provinciale e comunale di Reggio Emilia con la finalità della costruzione di un lavoro di rete a sostegno di donne che abbiano subito violenza. PREVENZIONE E SENSIBILIZZAZIONE A scuola per prevenire una formazione speciale Dall ottobre del 1999 è stata avviata un attività di formazione, con finalità di prevenzione, rivolta a docenti e studenti/esse delle scuole soprattutto medie inferiori e superiori. Gli incontri con le studentesse e gli studenti sono pensati allo scopo di favorire una riflessione sulla violenza contro le donne e sugli stereotipi femminili e maschili su cui si fonda e migliorare in ragazze e ragazzi la propria modalità relazionale, contrastando i fenomeni di bullismo e proponendo modelli non violenti di soluzione dei conflitti. Nel 2012 si sono effettuati interventi in 35 classi nelle Scuole di Primo e Secondo Grado e 6 interventi -conferenze; dal 1999 al 2011 si sono conclusi 329 progetti coinvolgendo circa 7750 ragazzi/e. Novembre. Due lezioni presso il Dipartimento di Educazione e Scienze Umane dell Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, all interno del ciclo di incontri aperti al pubblico sugli studi di genere. Inoltre: 5

6 - il Gruppo ha promosso interventi formativi con educatori di diverse realtà locali per potenziare scambi e percorsi educativi utili alla promozione sul territorio di interventi preventivi e relazionali. Progetti Oltre la Scuola 2012 ESSER-SI: SENTIRE-PERCEPIRE-VIVERSI COL CORPO DI RAGAZZI E RAGAZZE IN ASCOLTO DI SÉ presso la Fonderia- Fondazione nazionale della danza. I corpi di maschi e femmine adolescenti sono il focus di una ricerca su differenza di genere e violenza contro le donne che Nondasola sta portando avanti da due anni nelle Scuole Superiori a partire dalla somministrazione di 800 questionari a ragazze e ragazzi dai 15 ai 18 anni, un progetto finanziato dalla Fondazione Manodori dal titolo: Interrogare il maschile e il femminile. Progetto sperimentale di indagine sull identità di genere di ragazzi e ragazze in un ottica di prevenzione alla violenza sulle donne Il Gruppo ha promosso interventi formativi con educatori dell ente di Formazione Enaip 2011 Si è svolta un attività di ricerca sulle tematiche della differenza di genere e sulla violenza nelle relazioni di intimità che ha visto la somministrazione sperimentale di 400 questionari a ragazzi e ragazze dai 15 ai 18 anni. I risultati rielaborati sono stati utilizzati per la realizzazione di 6 focus group delle Scuole di Secondo Grado del Comune di Reggio Emilia Si sono promosse 2 iniziative nel periodo di Marzo di sensibilizzazione e formazione attraverso spettacoli teatrali ( Nudi di Fronte al male e i Monologhi della vagina) che hanno permesso la partecipazione di circa 150 studenti e studentesse Abbiamo organizzato il 24 settembre 2011 a Reggio Emilia il primo seminario regionale di autoformazione e formazione per i centriantiviolenza dell Emilia Romagna che promuovono attività di senbilizzazione e prevenzione nelle scuole. Dal 2011 coordiniamo il sottogruppo regionale sulla prevenzione primaria del coordinamento delle case e dei centrianitviolenza Collaborazione alla costruzione del Convegno Femminile & Maschile : il valore della differenza di genere nell educazione; promosso dall Assessorato delle Pari Opportunità con la partecipazione delle Istituzione Nidi e Scuole d Infanzia, dell Università di Modena e Reggio Emilia, della Provincia di Reggio Emilia, dell Ufficio Scolastico Provinciale, delle Consigliera di Parità della Provincia di Reggio Emilia, Reggio Children, Liceo Moro, Istituto Chierici, Unicef, Associazione Blugaf Arci, Coordinamento Centri sociali e circoli arci Reggio Emilia, Scuola di Pace CI METTO LA FACCIA. RAGAZZI E RAGAZZE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE. Video promosso e curato dall Associazione Nondasola, con la regia di Alessandro Scillitani e finanziato da Coopsette SCRITTURA COLLETTIVA - Ragazzi e ragazze non indifferenti (numero monografico Pollicinognus, 2009) 2008/2009 partecipazione, attraverso la realizzazione di laboratori mirati alle finalità del progetto, al PROGETTO FORMEZ «Immagini del maschile e del femminile nel sapere scientifico e umanistico»» realizzato con il finanziamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per i diritti e le Pari Opportunità, soggetto capofila Liceo Aldo Moro di Reggio Emilia; 2009 Progetto SPAZIO RAGA - Centro di incontro Reggio Est Via Turri 49 Incontri di formazione per educatori sulle tematiche legate alle differenze di genere e incontri di gruppo con ragazze e ragazze ZOOM TELEREGGIO ha dedicato alla prevenzione nelle scuole una puntata di ZOOM nella quale abbiamo potuto raccontare il perché l associazione si sta impegnando in questa azione e inoltre abbiamo mantenuto una promessa fatta ai ragazzi della Lampada di far vedere alla città lo spot-video da loro realizzato. L avevamo promesso ai ragazzi della Lampada, quando lavoravamo con loro ci avevano chiesto ma se noi produciamo uno spot, voi ci aiutate a diffonferlo?. Alla fine abbiamo mantenuto la promessa grazie alla disponibilità di 6

7 Telereggio e 2009 Progetto Lampada di Aladino. Incontri di discussione/informazione/formazione con adolescenti, educatori e con il coinvolgimento di un gruppo di madri partecipazione con un proprio contributo ( Se potessimo cambiare il finale ) a Reggio Film Festival, Festival internazionale dei cortometraggi promosso dalla Federazione Italiana dei Cineclub e dal Comune di Reggio Emilia Sensibilizzazione e prevenzione nelle scuole. Conduzione di un seminario di formazione per docenti e insegnanti a Parma promosso dalla Regione Emilia Romagna e dall ente di formazione ENAIP 2007 premiazione dei vincitori e delle vincitrici del concorso C è chi dice no! Insieme contro la violenza alle donne presso l Università di Modena e Reggio Emilia - Facoltà di Scienze della Comunicazione "Cosa c'entro io con la violenza alle donne?", manuale di prevenzione della violenza alle donne rivolto alle Scuole Medie Inferiori e Superiori, finanziato dal Soroptimist Club di Reggio Emilia e patrocinato dal Comune e dalla Provincia di Reggio Emilia "Se potessimo cambiare il finale... SVS - il Soccorso Violenza Sessuale", video- documentario di Alessandra Speciale, prodotto dalla Provincia di Milano finalizzato a diffondere un'informazione corretta sulla violenza sessuale. All interno del video un intervento dell'associazione NONDASOLA che coinvolge un gruppo di ragazzi e ragazze attraverso la metodologia del progetto "In~differenza" Lancio e monitoraggio del concorso C è chi dice no! Insieme contro la violenza alle donne. Produzione di testi multimediali, iconografici, letterari di denuncia e sensibilizzazione sul tema della violenza contro le donne. Con il patrocino del Comune e della Provincia di Reggio Emilia , in collaborazione col Prof. Boschini, docente di Antropologia Culturale all Università di Scienze della Formazione Primaria, seminari di formazione sulle tematiche della relazione intima e della prevenzione della violenza contro le donne rivolti a un centinaio di studentesse e studenti pieghevole informativo "Non lasciarti cancellare dall'indifferenza" distribuito nelle scuole, nato dalla collaborazione con studenti/esse e consulenti dell'università del Progetto di Reggio Emilia 2003 intervento nel quaderno dal titolo "Dee, Donne, Cyborg trasformazioni dell'identità femminile" in collaborazione con le/i docenti dell'istituto "Matilde di Canossa" 2002 convegno dal titolo "L'Associazione Nondasola va a scuola" presso il centro culturale Achille Peri Reggio Emilia "Violenza contro le donne: ne parliamo noi ragazze", opuscolo, patrocinato dal Comune di Reggio E., realizzato nell ambito di un percorso della Scuola Media Superiore ITAS- Città del Tricolore di Reggio Emilia CONOSCERE PER CONTRASTARE: Iniziative di Sensibilizzazione Modificare l immaginario collettivo relativo alla violenza contro le donne, contrastare i modelli che più o meno esplicitamente giustificano e legittimano la violenza sulle donne: sono questi gli obiettivi che l associazione si dà quando costruisce iniziative di informazione e sensibilizzazione. Negli anni le iniziative hanno riguardato: - Produzione di giornalini e periodici informativi sulla Casa delle donne e sulle attività dell Associazione diffusi all interno dei quartieri della città attraverso le varie Circoscrizioni. - Produzione di vari opuscoli e depliant destinati alle donne ma anche più specifici per operatori dei Servizi sociali, delle Forze dell Ordine, delle strutture sanitarie, ecc. - Collaborazioni e partecipazioni con articoli e interviste a riviste, quotidiani, trasmissioni radiofoniche e televisive locali e nazionali. - Promozione e partecipazione ad incontri e dibattiti nelle diverse Circoscrizioni del Comune di Reggio Emilia e nei comuni della provincia sul tema della violenza - Dal 2001 partecipazione alle iniziative del Marzo Donna INIZIATIVE Dicembre Incontro alla Casa delle donne con Ambasciatrice del Sud Africa e Natalia Maramotti 7

8 3 Dicembre Presentazione libro /ricerca Dal Silenzio alla Parola Sala del Consiglio Correggio 1 Dicembre Teatro Bismantova Castelnovo Ne Monti - Assessorato pari Opportunità-Iniziativa pubblica di presentazione del libro-ricerca" Dal silenzio alla parola ", ed. Franco Angeli Novembre partecipazione Consiglio Comunale di Montecchio - Presentazione nostra Mozione e a seguire O.D.G. a sostegno. 28 Novembre 5 Commissione Consigliare Provinciale Sicurezza Sociale incontro presso la Casa sulle diverse attività dell Associazione 27 Novembre Incontro Primavera Donna sala Rossa Municipio 25 Novembre Promozione e adesione alle Campagna Pubblicitaria NOI NO.org in collaborazione con l Amministrazione Comunale. 24 Novembre diffusione attraverso i media locali dello spot pubblicità progresso di D.iRe in contemporanea a tutti i centriantiviolenza in occasione della giornata internazionale contro la violenza alle donne 23 Novembre Uomini. Parole e silenzi contro la violenza alle donne con Iaia Caputo ( Il Silenzio degli uomini) e Sandro Bellassai ( la costruzione della virilità) in collaborazione con il Forum delle Donne Consigliera provinciale di Parità 22 Novembre firma del Protocollo d'intesa per l'attività di sensibilizzazione sulla parità e non discriminazione tra i generi nell'ambito della pubblicità. 19 Novembre Conferenza Stampa: Donne dal Kosovo presso la Casa delle donne 17 Novembre partecipazione: Seminare-Sicurezze ( coop Giolli) - seminario finale progetto F.ra.t.t. della provincia di Reggio Emilia 9/10 Novembre Iniziativa raccolta fondi presso 7 punti vendita dei supermercati CONAD di reggio emilia e Provincia 3 Ottobre/ 6 Ottobre partecipazione alle giornate del Biblioday presentazione Dal silenzio alla Parola - 4 Ottobre Incontro delegazione donne Albanesi 30 Settembre Partecipazione partita Basket Trenkwalder 28 Settembre A tavola insieme per dire no alla violenza Cena presso Albinea 28 Settembre Presentazione ricerca Dal Silenzio alla Parola Albinea Sala Civica 25 Settembre Festa Lunenomadi - Sotto i portici in collaborazione con l ottava Circoscrizione 21 Settembre Partecipazione iniziativa Novellara Fra il tuo onore e la mia libertà 17 Settembre Presentazione Mozione Consiglio Comunale Sala del Tricolore 22 giugno Galleria Parmeggiani RE: serata di apertura straordinaria della mostra : dalla parte delle donne nell'ambito della fotografia Europea, visita guidata e intervento di Nondasola per parlare del centro antiviolenza e della violenza alle donne. In collaborazione con gli Assessorati alla Cura della Comunità e alla Cultura. 5 Maggio -centro diurno le Magnolie Reggio Emilia: partecipazione all'iniziativa di RETE. Letture di testimonianze. 18 Aprile Teatro Cavallerizza Reggio Emilia: V-Day presenta I Monologhi della Vagina Lo spettacolo viene presentato per la seconda volta a Reggio dal collettivo V-Day con la collaborazione dell'associazione. 19 marzo Sala del Planisfero Biblioteca Panizzi Reggio Emilia: Presentazione alle Istituzioni e alla Cittadinanza della Ricerca : DAL SILENZIO ALLA PAROLA la violenza sofferta e il desiderio di fermarla 10 marzo iniziativa Scandiano. Installazione : grida forte che tutti ti sentano Intervento e lettura di testimonianze nella Sala del Consiglio Comunale. 8 marzo Novellara: pranzo comunità indiana Sikh. 8

9 6 marzo Firma Protocollo : Nondasola in Rete. Rete - Reggio Emila terza età - e Associazione Nondasola hanno firmato un protocollo per il contrasto e la prevenzione alla violenza che comprende azioni di inclusioni lavorative per le donne in uscita dalla violenza. 3 marzo Sala Espositiva p.zza Ruffilli, Casalgrande R.E. SENZA CONFINI da donna a donna insieme contro la violenza. Intervento di Nondasola: riconoscere la violenza per uscire dalla violenza. Lunenomadi: Donne nel mondo contro la violenza e le discriminazioni. 1 marzo incontro dell Associazione Nondasola alla Casa delle Donne di Reggio Emilia con una commissione consigliare di R.E. 14 febbraio Centro culturale Mavarta di Sant'Ilario: che guaio certe relazioni - tracce di violenza quotidiana nella vota delle donne. 13 febbraio Iniziativa libreria All'Arco di Reggio Emilia. Presentazione del libro Femminicidi di Barbara Spinelli a cura del Forum Provinciale delle donne in collaborazione con l'associazione.nondasola. ALTRE INIZIATIVE - 2 Dicembre 2011 al Centro Sociale 1 Maggio Guastalla. Parlavamo-Parliamo-Parleremo: pensieri.proposte.speranze per il cambiamento che vogliamo. In collaborazione con Terra di Donne Associazione bassa Reggiana Novembre 2011 al Centro Sociale Buco Magico a Reggio Emilia. Incontro con Lea Meandri per discutere su Amore e violenza. Letture dal testo per introdurre a uno scambio di pensieri Novembre 2011 a Carpineti Parco Matilde. Partecipazione al convegno Violenza contro le donne:una realtà sommersa promosso dal Servizio Sociale Unificato, dall AUSL e dai Comuni del distretto Castelnovo Monti Novembre. Sala del Tricolore Piazza Trampolini a Reggio Emilia. Tavola rotonda e dibattito. Il tavolo interistituzionale di contrasto sulla violenza alle donne. Firma protocollo d intesa Giugno Vicini sotto i portici. Le donne migranti e native che frequentano Il Progetto Lunenomadi hanno incontrato gli abitanti del quartiere, in cui è ubicata la sede di Nondasola, per conoscersi e condividere un momento di festa e di socializzazione Maggio Aula Magna Università: Partecipazione al Convegno nell ambito di Primavera Donna: Co-Housing, abitare condividendo, scelta, necessità e cultura del vivere insieme. Intervento di Nondasola: vicine di Casa, una concreta risposta alle donne in uscita dalla violenza Maggio: centro culturale la Gabella partecipazione alla presentazione del libro: il gentiluomo. Una storia di stalking. Con la presenza dell autrice Marzia Schenetti, letture di Antonietta Centoducati Aprile (varie sedi): collaborazione all evento di Primavera Donna Jambo mama Africa, la libertà delle donne che cambia il mondo e 17 Aprile (presso Officina delle Arti ): rappresentazione teatrale: I monologhi della Vagina, Collettivo V-Day Reggio Emilia in collaborazione con l Associazione Nondasola Marzo (Palazzo dei Principi di Correggio): incontro dibattito sul tema della mercificazione del corpo femminile organizzato dal circolo di Rifondazione Comunista. Proiezione del documentario di L. Zanardo Il corpo delle donne. - 8 Marzo (Centro Sociale Buco Magico): presentazione delle attività dell Associazione Nondasola. - 8 Marzo (centro sociale La Mirandola ): presentazione delle attività dell Associazione. 9

10 - 8 Marzo (Centro Conad Campegine): incontro con i/le dipendenti del Centro Commerciale Conad. Realizzazione delle magliette se picchi una donna sei un coniglio con il contributo del Conad di Campegine. - 7 Marzo (Teatro Regio): Spettacolo Nudi, le ombre della violenza. Partecipazione di alcune classi seguite dal gruppo scuola di Nondasola - 5 Marzo (Guastalla presso bar ritrovo Duca Bianco palazzo Ducale): proiezione del video ci metto la faccia ideato dal gruppo scuola di Nondasola. A seguire incontro/dibattito organizzato dall Associazione Terra di Donne in collaborazione con Nondasola. - Dal 6 al 18 Marzo 2010 installazione della Casetta: grida forte che tutti ti sentano presso Conad le Vele con distribuzione materiale informativo. - Dal 6 al 16 Marzo 2010 affissione in città di 100 manifesti di marzo in marzo non rimaniamo in silenzio - 3 Marzo 2010 banchetto con materiale informativo dell Associazione al cinema Boiardo di Scandiano in occasione della giornata della donna, tributo ad Alda Merini, promossa dal Comune e Pari Opportunità. - 5 Marzo 2010 conferenza stampa presso la sede di Coopselios: presentazione della collaborazione che ha dato il contributo per l assistenza ai bambini. - 7 Marzo 2010 partecipazione all iniziativa del centro benessere Eden con presentazione dell Associazione Nondasola e lettura di brani di testimonianze di donne - 8 Marzo 2010 partecipazione, presso Conad Campegine, alla cerimonia di consegna della mimosa a testimonianza della collaborazione che ha visto la partecipazione di 64 volontarie in 7 punti vendita Conad, per far conoscere l Associazione - 8 Marzo 2010 servizio televisivo a Telereggio dedicato alla testimonianza di una donna accolta dall Associazione Nondasola e sostenuta nel suo percorso di uscita dalla violenza Marzo 2010 presso il Comune di Cavriago: conoscere e riconoscere la violenza contro le donne giornata di formazione e condivisione con la presenza dell Associazione Nondasola Maggio 2010 a Modena, all interno dell iniziativa La donna è mobile, in collaborazione con Casa delle donne contro la violenza di Modena e Trama di terre di Imola, Seminario Libertà femminile e identità - 24 Settembre 2010, in Via Spani a Reggio Emilia nei pressi della sede di Nondasola, incontro di conoscenza, convivialità e festa tra le donne che fanno riferimento al Progetto Lunenomadi e alcuni abitanti del quartiere; l iniziativa è stata realizzata in collaborazione con la Circoscrizione NordEst e 14 Novembre 2009 iniziativa in collaborazione con Conad Centro-Nord. Presenza delle volontarie dell Associazione Nondasola in 7 punti vendita di Reggio e Provincia con banchetti dove verrà distribuito materiale informativo e saranno venduti sacchettini con pour-pourri il cui ricavato andrà all associazione Novembre 2009: presentazione del libro La paura degli uomini- di Leiss e Paolozzi e dibattito con gli autori, promossa da Associazione Nondasola, Reggio Fahrenheit, e 6Donna, con l adesione di Emergency e Amnesty International Novembre 2009: Spettacolo teatrale Invisibile della Compagnia 320 Chili presso Teatro Regiò di Reggio Emilia. Il ricavato della serata sarà devoluto all associazione Novembre - Convegno I diritti delle bambine organizzato dall Università di Modena e Reggio Emilia, nel corso del quale si è svolto il seminario Dalla parte del corpo offeso: percorsi di prevenzione condotto dall Associazione Nondasola Novembre Piazza della Loggia Brescia - Manifestazione Nazionale Conclusiva della Staffetta UDI contro la Violenza sulle Donne a cui l Associazione ha aderito. 10

11 - 25 Novembre e 30 Novembre: proiezione in due cinema della città del video Ci metto la faccia. Ragazzi e Ragazze contro la violenza sulle donne realizzato dall Associazione Nondasola con studenti e studentesse degli istituti superiori di Reggio Emilia e 28 Novembre: iniziative del gruppo Donne della Bassa Reggiana nel Comune di Guastalla, in collaborazione con Associazione Nondasola - Novembre: partecipazione alla trasmissione radiofonica Pour Parler per presentare le attività e i progetti dell Associazione - Novembre: consigli comunali aperti sulla violenza contro le donne a Guastalla e Sant Ilario d Enza. - ottobre 2009: presentazione del libro Donne. Il coraggio di ricominciare Coordinamento Donne della CISL di Reggio Emilia, Pozzi Editore, in cui è riportata la testimonianza di una donna maltrattata e la presentazione dell Associazione Nondasola giugno 2009 Incontro pubblico Mi prendo la Parola, in collaborazione con la VII Circoscrizione e il contributo dell Assessorato Coesione e Sicurezza Sociale del Comune di Reggio Emilia, presso il Centro Internazionale Malaguzzi, finalizzato alla condivisione e allo scambio tra le donne del Progetto Lunenomadi e le altre cittadine. - 24/25 maggio 2009 partecipazione alla staffetta UDI contro la violenza alle donne. Partita il 25 novembre 2008 da Niscemi ha attraversato numerose città d'italia arrivando anche a Reggio Emilia dove ha visto l'organizzazione di numerosi eventi da parte dell'associazione Nondasola - 8 marzo Iniziativa di solidarietà. Presentazione dell'associazione e delle sue attività al Centro Primo maggio di Guastalla - 7 marzo 2009 Donne protagoniste contro la violenza. Letture di testi, biografie, documenti e testimonianze per parlare di donne che lavorano per contrastare la violenza. L'iniziativa è organizzata dall'associazione Nondasola, Reggio Fahrenheit, Amnesty International ed Emergency - 21 marzo Spettacolo teatrale Nudi. Le ombre della violenza sulle donne, rivolto agli Istituti Superiori della Provincia di Reggio Emilia presso il Teatro Cavallerizza di Reggio Emilia. L'iniziativa è stata organizzata dall'associazione Nondasola, Ass.ne Donneinsieme, dall'ass.to Diritti di Cittadinanza e Pari Opportunità e Ass.to Cultura del Comune di Reggio Emilia - Novembre 2008 Ciclo di iniziative in collaborazione con le Donne della Bassa Reggiana tra cui la presentazione del film documentario Se potessimo cambiare il finale dedicato al Soccorso Violenza Sessuale all Istituto Russell di Guastalla; la distribuzione del Fiocco Bianco nelle piazze di Luzzara e Guastalla, lo spettacolo Musica, Poesia e Danza presso il Circolo ARCI di Luzzara Novembre 2008 Firma dell Accordo di collaborazione Contro la violenza opportunità per le donne tra l Associazione Nondasola, Legacoop di Reggio Emilia e il Consorzio Quarantacinque finalizzato ad interventi di sostegno alle donne per l inserimento lavorativo e il reperimento di alloggi, e al sostegno ai progetti promossi dall Associazione novembre 2008 Presentazione del manuale del Gruppo Scuola Cosa c entro io con la violenza alle donne? presso la Biblioteca comunale di Scandiano; Testimonianze e racconti sulla violenza alle donne presso Sala Mostre di Piazza Casotti a Reggio Emilia: pubblica lettura in collaborazione con Reggio Fahrenheit - 06 giugno 2008 Concerto di Edoardo Bennato a scopo benefico per l Associazione, in occasione della Firma del Protocollo Operativo per la promozione di strategie di prevenzione e contrasto alla violenza sulle donne da parte dei soggetti del Tavolo Interistituzionale promosso dal Comune di Reggio Emilia - 17 Maggio 2008 Se potessimo cambiare il finale film documentario dedicato al Soccorso Violenza Sessuale e Tavola Rotonda, organizzata in collaborazione col Comune di Reggio Emilia e del Centro Reggio Est - 8 Maggio 2008 Donne e migranti quanta forza! iniziativa pubblica in collaborazione con la 11

12 settima circoscrizione nel corso della quale è stata presentata l esperienza del Progetto Lunenomadi. - 8/9 marzo 2008 Grida forte che tutti ti sentano!, iniziativa in occasione della festa della donna realizzata con una serie di performances di piazza per invitare le donne ad uscire dal silenzio e a sensibilizzare gli uomini sul tema della violenza. - 24/25 Novembre 2007 nell ambito della Giornata mondiale contro la violenza alle donne promozione della campagna del Fiocco Bianco in collaborazione con Amnesty International e partecipazione alla manifestazione nazionale di Roma. - Ottobre 2007 organizzazione della manifestazione a sostegno delle donne vittime di violenza in seguito all assassinio di Vjosa nel Tribunale di Reggio Emilia. - Maggio 2007 Convegno Ni una mas. Femminicidio a Ciudad Juarez, Messico organizzato dall Associazione, insieme con Amnesty International. - Nel 2006 in collaborazione con Provincia di Reggio Emilia e Consorzio per i Servizi Sociali Distretto di Correggio iniziativa Violenza contro le donne - 6 comuni contro - Nel 2006 campagna di sensibilizzazione con la diffusione di sacchetti per il pane (ogni sacchetto portava stampato un testo contro la violenza alle donne e i riferimenti della Casa delle Donne) realizzata con l associazione dei panificatori della Confcommercio PROMOZIONE E PARTECIPAZIONE AD ATTIVITA DI RETE Per la realizzazione dei singoli progetti indispensabili e frequenti sono i contatti e gli incontri con le agenzie del territorio, in primo luogo Servizi Sociali, ma anche le Forze dell Ordine, i servizi sanitari, i diversi uffici dei Comuni, in particolare uffici Casa e uffici Scuola, gli uffici del lavoro, etc. Dalla natura della violenza contro le donne e dei percorsi di uscita dalla stessa nasce la necessità sia di rapporti continui nel quotidiano operare della Casa sia di momenti di rete più strutturati fra i diversi soggetti del territorio. Partecipiamo quindi a diversi momenti/strutture di rete: - Tavolo interistituzionale di contrasto sulla violenza alle donne promosso dall Amministrazione Comunale di Reggio Emilia nell ambito del quale è stato firmato nel giugno 2007 il Protocollo d intesa per la promozione di strategie condivise finalizzate alla prevenzione ed al contrasto del fenomeno della violenza nei confronti delle donne e nel giugno 2008 il Protocollo Operativo. - Tavolo violenza contro le donne- distretto di Correggio - Conoscenza in Azione. Una ricerca - intervento contro la violenza alle donne nel Distretto di Scandiano, finanziato dalla Provincia di Reggio Emilia. - Consulta provinciale per l immigrazione e contributo nei gruppi di lavoro Lavoro, scuola, casa, sanità e Accoglienza, integrazione e legalità finalizzati alla preparazione della conferenza provinciale sull immigrazione - Coordinamento dei Centri anti-violenza dell Emilia Romagna Onlus costituitosi in data 08/06/2009 e fondato da 10 associazioni che in Regione sono attive in contrasto alla violenza sulle donne, tra cui l Associazione Nondasola. - Associazione Nazionale D.I.Re contro la violenza ONLUS (Donne in Rete contro la violenza ONLUS) costituitasi in data 29/09/2008,. L Associazione, che riunisce 50 associazioni operanti a livello nazionale per contrastare la violenza alle donne, persegue finalità di solidarietà sociale e opera nel campo della lotta contro la violenza in tutte le sue forme alle donne e ai loro figli/e. - Rete delle avvocate dei Centri antiviolenza - L albero delle donne, incontri di ideazione e programmazione di iniziative afferenti al Progetto stesso 12

13 GLI ALTRI PROGETTI Il Coordinamento dei centri antiviolenza dell'emilia-romagna, è partner del progetto REVIVE - Reintegration of Victims of domestic Violence ( Reinserimento di Donne Vittime di Violenza Domestica ) Durata: Luglio 2012 Luglio 2014 il cui obiettivo generale è rafforzare le capacità professionali delle associazioni di donne e delle autorità pubbliche kosovare impegnate nella lotta alla violenza di genere. E l obiettivo specifico sostenere i centri anti-violenza gestiti da associazioni di donne kosovare nell azione di empowerment delle vittime di violenza domestica attraverso lo sviluppo di partenariati con le autorità locali. Il Coordinamento ha affidato all associazione Nondasola la realizzazione delle azioni stabilite dal progetto stesso. Ad ottobre 2012 referenti dell Associazione Nondasola sono state per una settimana in Kosovo per implementare il progetto. - nel 2006 a Reggio Emilia, Bologna, Ferrara, Ravenna è stato attivato lo sportello di orientamento al lavoro Vie d uscita Per-corsi di autonomia; tale azione rientra nell ambito del progetto regionale Azioni di accoglienza, orientamento, sensibilizzazione, accompagnamento al lavoro per donne che hanno subito violenza, progetto che si propone anche di fornire ai diversi Centri antiviolenza strumenti comuni. Il progetto è rivolto solo alle donne accolte dalla Associazione Nondasola; dalla sua apertura al 30 giugno 2012 allo sportello si sono rivolte complessivamente 296 donne con le quali si sono attivati percorsi individualizzati in base alla situazione personale, alle potenzialità e competenze da mettere a frutto e ai punti deboli da rinforzare. Risulta quindi complesso quantificare con numeri precisi la ricaduta delle azioni messe in atto attraverso lo sportello lavoro, poiché spesso hanno risultati non immediati. Nonostante questa difficoltà possiamo comunque affermare che attraverso un azione o contatto (diretto o mediato dal CPI e dalle agenzie locali) dello sportello lavoro: nel periodo gennaio 2007 dicembre 2012 sono stati effettuati complessivamente 65 inserimenti lavorativi, con esiti e sviluppi diversificati, e 58 donne sono state inserite in tirocinio o stage, di cui 31 con percorsi attivati, in collaborazione con Cesre, Cesvip e Cfp Bagnacavallo che hanno previsto una gestione diretta dell Associazione; 30 donne hanno poi conseguito un miglioramento della loro pre-esistente condizione lavorativa. - Co-progettazione e gestione diretta di percorsi di tirocinio finalizzati all inserimento lavorativo approvati e finanziati dalla Provincia di RE, in collaborazione con Cesre-Ecipar-CNA (2008) e con Cesvip (2010 e 2011) che prevedono sia l individuazione delle aziende sia l azione di tutoraggio delle singole donne per le quali si attivano tirocini. - dal 2006 l Associazione ha stipulato una convenzione con la Cooperativa Mag 6 per la realizzazione di un progetto di microcredito per donne che hanno subito violenza /2006 l Associazione, nell ambito dell iniziativa Sosteniamo i bisogni sociali Coop2006 ha promosso il Progetto Aiuta chi aiuta insieme a Auser, Centro Let s Dance, Comitato Parenti Ospiti di R.E.T.E., Arci/Cepam, Associazione Sostegno & Zucchero. - dal 2005 partecipiamo - insieme a Comune di Reggio, Provincia, Caritas e Cooperativa Madre Teresa a un progetto di microcredito promosso dalla Fondazione Manodori che ha lo scopo di finanziare progetti di donne in condizioni di disagio economico, denominato Microcredito sociale: autonomia lavoro. - dal 2005 partecipiamo a un progetto di inserimento lavorativo, A.T.T.O., approvato con delibera della Provincia di Reggio Emilia, che prevede sia la partecipazione all équipe di coordinamento sia azioni di tutoraggio delle singole donne per le quali si attivano tirocini /2005 Partecipazione al Progetto La camera ingombra, tracce e percorsi di amori possibili Cd Rom che si propone come strumento per l educazione alla relazione. 13

14 - 2002/2003 Ricerca-Azione Violenza contro le donne e risposta delle istituzioni nel Distretto di Correggio, indagine effettuata per la Provincia di Reggio Emilia /2001 Partecipazione al Progetto Europeo Daphne Violenze quotidiane in ambiente popolare. Donne che si esprimono, resistono, agiscono ; il progetto ha portato alla creazione di una brochure destinata alle donne e alla produzione di un documento ai politici perché si pongano in atto strategie e interventi, anche legali, per contrastare la violenza contro le donne /2001 Partecipazione alla realizzazione del Cd Rom La casa sul filo. Suggerimenti per un percorso di educazione antiviolenta ; il CD è finalizzato alla costruzione di interventi di formazione sul tema della differenza di genere e della prevenzione del conflitto e della violenza contro le donne al fine di favorire l educazione alla differenza di genere, sensibilizzare docenti e allievi sul tema. - dal 1999 partecipiamo a Progetti di Formazione rivolti alle operatrici dei Centri Antiviolenza della Regione Emilia Romagna - dal 1997, insieme agli altri Centri antiviolenza della regione, partecipiamo all indagine regionale sulla violenza alle donne attraverso la raccolta e l elaborazione di dati, anonimi, relativi alle donne accolte. Fino ad ora sono stati pubblicate le ricerche riferite agli anni 1997 e 2000; di prossima pubblicazione è la ricerca sui dati dell anno Dicembre

Centro donna CGIL Cagliari. Servizi offerti

Centro donna CGIL Cagliari. Servizi offerti Centro donna CGIL Cagliari - Ascolto e accoglienza per le donne in stato di disagio o con difficoltà di vario genere (personali, familiari, relative ad abusi, maltrattamenti e violenza fisica e psicologica)

Dettagli

PROGRAMMA N. 16: PER LE PARI OPPORTUNITA

PROGRAMMA N. 16: PER LE PARI OPPORTUNITA PROGRAMMA N. 16: PER LE PARI OPPORTUNITA 185 186 PROGETTO 16.1: CONTRASTO AL MALTRATTAMENTO ED ALLA VIOLENZA SULLE DONNE OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2014-2016 Titolo obiettivo 1: Sostenere la legge contro

Dettagli

le modalità efficaci per terminare la violenza alle donne e ai bambini;

le modalità efficaci per terminare la violenza alle donne e ai bambini; Pagina1 1. MODALITA OPERATIVE ED ORGANIZZATIVE I centri antiviolenza hanno come scopo l eliminazione dei pregiudizi, degli atteggiamenti e dei comportamenti presenti nella società che fanno si che la violenza

Dettagli

TRA PREMESSO CHE VISTO CHE

TRA PREMESSO CHE VISTO CHE PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE TRA PROVINCIA DI ROMA -ASSESSORATO POLITICHE

Dettagli

Milano. Vittime % 1.019 27,0 I CASI. < 2009 2010 2011 2012 2013 (I Semestre) Totale 172 4,6 898 23,8 1.015 26,9 675 17,9 3.

Milano. Vittime % 1.019 27,0 I CASI. < 2009 2010 2011 2012 2013 (I Semestre) Totale 172 4,6 898 23,8 1.015 26,9 675 17,9 3. < 2009 2010 2011 2012 2013 (I Semestre) Totale I CASI Vittime % 172 4,6 898 23,8 1.015 26,9 1.019 27,0 675 17,9 3.779 100,0 Il bisogno è differenziato per provenienza (italiane o straniere) e per generazione.

Dettagli

Servizio di Mediazione Linguistico Culturale ed interculturale

Servizio di Mediazione Linguistico Culturale ed interculturale Cooperativa Sociale e di Solidarietà DIMORA D ABRAMO Servizio di Mediazione Linguistico Culturale ed interculturale Con la collaborazione di una equipe di esperti madrelingua appartenenti alle diverse

Dettagli

TRA PREMESSO TUTTO QUANTO SOPRA PREMESSO OBIETTIVI DEL PROTOCOLLO:

TRA PREMESSO TUTTO QUANTO SOPRA PREMESSO OBIETTIVI DEL PROTOCOLLO: PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE. TRA La Prefettura di Modena, l Amministrazione

Dettagli

SIAMO QUI MINORI MIGRANTI DAL RICONGIUNGIMENTO A PERCORSI INTEGRATI DI CITTADINANZA SUL TERRITORIO 2012/FEI/PROG-103292

SIAMO QUI MINORI MIGRANTI DAL RICONGIUNGIMENTO A PERCORSI INTEGRATI DI CITTADINANZA SUL TERRITORIO 2012/FEI/PROG-103292 Progetto cofinanziato da Fondo Europeo per l integrazione di cittadini di Paesi Terzi - Annualità 2012 SIAMO QUI MINORI MIGRANTI DAL RICONGIUNGIMENTO A PERCORSI INTEGRATI DI CITTADINANZA SUL TERRITORIO

Dettagli

FORMAZIONE e SENSIBILIZZAZIONE: COSTRUIRE UNA RETE PER IL CONTRASTO ALLA VIOLENZA DI GENERE

FORMAZIONE e SENSIBILIZZAZIONE: COSTRUIRE UNA RETE PER IL CONTRASTO ALLA VIOLENZA DI GENERE FORMAZIONE e SENSIBILIZZAZIONE: COSTRUIRE UNA RETE PER IL CONTRASTO ALLA VIOLENZA DI GENERE CentroAntiviolenza Associazione Artemisia Via del Mezzetta, 1 int. 50135 Firenze settore donne: tel. 055/602311

Dettagli

PROGETTO MEDICINA PER STARE

PROGETTO MEDICINA PER STARE ASSOCIAZIONE GERMOGLIO PROGETTO MEDICINA PER STARE UNA MEDICINA MEGLIO INSIEME Le diversità di cultura, di abilità, di genere: limite o ricchezza? promosso dalle Associazioni PerLeDonne - Germoglio - La

Dettagli

Protocollo di Intesa per la realizzazione di una casa per la semiautonomia per donne e minori

Protocollo di Intesa per la realizzazione di una casa per la semiautonomia per donne e minori In data 26 Settembre 2008 è stato firmato il seguente protocollo: Protocollo di Intesa per la realizzazione di una casa per la semiautonomia per donne e minori Tra Solidea, Istituzione di genere femminile

Dettagli

PROGRAMMAZIONE SOCIALE: infanzia e adolescenza

PROGRAMMAZIONE SOCIALE: infanzia e adolescenza Provincia di Reggio Emilia PROGRAMMAZIONE SOCIALE: infanzia e adolescenza Servizio Programmazione Scolastica educativa ed Interventi per la sicurezza sociale PAOLA CASALI Consigliera Provinciale 11 Giugno

Dettagli

PROPOSTA PROGETTUALE PER LA REALIZZAZIONE DEI CENTRI ANTIVIOLENZA FORMULARIO PROGETTO

PROPOSTA PROGETTUALE PER LA REALIZZAZIONE DEI CENTRI ANTIVIOLENZA FORMULARIO PROGETTO PROPOSTA PROGETTUALE PER LA REALIZZAZIONE DEI CENTRI ANTIVIOLENZA FORMULARIO PROGETTO La Giunta Regionale della Campania indirizza il seguente Riparto agli Ambiti territoriali del territorio campano, che

Dettagli

Progetto Fe.n.ice.: In-formazione contro la violenza Iniziativa di qualificazione del Servizio SCHEDA MONITORAGGIO AL 31.3.2008

Progetto Fe.n.ice.: In-formazione contro la violenza Iniziativa di qualificazione del Servizio SCHEDA MONITORAGGIO AL 31.3.2008 Iniziativa di qualificazione del Servizio SCHEDA MONITORAGGIO AL 31.3.2008 Obiettivi della qualificazione - Offrire alle donne che si rivolgono ad esso un luogo dove chiedere e trovare aiuto, dove poter

Dettagli

PROGETTO CENTRO ANTIVIOLENZA PER DONNE E MINORI. RIMODULAZIONE

PROGETTO CENTRO ANTIVIOLENZA PER DONNE E MINORI. RIMODULAZIONE PROGETTO CENTRO ANTIVIOLENZA PER DONNE E MINORI. RIMODULAZIONE PAG.1 DI 10 INDICE SISTEMATICO 1. OBIETTIVI GENERALI 5 2. OBIETTIVI SPECIFICI 5 3. TEMPI E MODALITÀ DI ATTUAZIONE 6 3.1. INFORMAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE

Dettagli

Centro regionale contro le discriminazioni

Centro regionale contro le discriminazioni Centro regionale contro le discriminazioni LR 5/2004 Norme per l integrazione sociale dei cittadini stranieri immigrati. Modifiche alle leggi regionali 21 febbraio 1990, n. 14 e 12 marzo 200, n. 2 ; Articolo

Dettagli

Insieme contro la violenza di genere

Insieme contro la violenza di genere CONCORSO MARKETING SOCIALE E COMUNICAZIONE PER LA SALUTE. Sezione STUDENTI Insieme contro la violenza di genere Campagna di comunicazione contro la violenza sulle donne Studenti che presentano il progetto:

Dettagli

RETE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ED AI MINORI DELLA CITTA DI AGRIGENTO

RETE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ED AI MINORI DELLA CITTA DI AGRIGENTO RETE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ED AI MINORI DELLA CITTA DI AGRIGENTO COMUNE DI AGRIGENTO - PROVINCIA REGIONALE DI AGRIGENTO - PROCURA DELLA REPUBBLICA C/O TRIBUNALE ORDINARIO DI AGRIGENTO - QUESTURA

Dettagli

IL CENTRO PARLA CON NOI

IL CENTRO PARLA CON NOI Pesaro, in via Diaz n. 10 Tel 0721 639014 1522 parlaconnoi@provincia.ps.it CARTA DEI SERVIZI del Centro Antiviolenza provinciale Parla Con Noi La Carta è lo strumento che permette ai cittadini il controllo

Dettagli

8 marzo 2013. Giornata internazionale delle donne

8 marzo 2013. Giornata internazionale delle donne 8 marzo 2013 Giornata internazionale delle donne PROGRAMMA PROVINCIALE DELLE INIZIATIVE Sabato 2 marzo FERRARA, Libreria Feltrinelli ore 11.00 Quando l arte interpreta la violenza Inaugurazione mostra

Dettagli

RETE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ED AI MINORI DEL DISTRETTO SOCIO SANITARIO DI GELA

RETE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ED AI MINORI DEL DISTRETTO SOCIO SANITARIO DI GELA BOZZA DI PROTOCOLLO DI INTESA SOTTOPOSTO AI DECISORI RETE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ED AI MINORI DEL DISTRETTO SOCIO SANITARIO DI GELA Comune di Gela Comune di Mazzarino Comune di Niscemi Comune di

Dettagli

La rete territoriale contro la violenza sulle donne di Varese: lavori in corso e priorità per il prossimo futuro

La rete territoriale contro la violenza sulle donne di Varese: lavori in corso e priorità per il prossimo futuro La rete territoriale contro la violenza sulle donne di Varese: lavori in corso e priorità per il prossimo futuro Intervista a Gabriella Sberviglieri, socia fondatrice di EOS onlus, Centro Ascolto e accompagnamento

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA Provincia di Lucca Prefettura di Lucca Procura della

Dettagli

dott.ssa MARINA ELLERO VIOLENZA DI GENERE E STRATEGIE DI INTERVENTO 08/11/2014 LA RISPOSTA DEI SERVIZI IN RETE

dott.ssa MARINA ELLERO VIOLENZA DI GENERE E STRATEGIE DI INTERVENTO 08/11/2014 LA RISPOSTA DEI SERVIZI IN RETE dott.ssa MARINA ELLERO VIOLENZA DI GENERE E STRATEGIE DI INTERVENTO 08/11/2014 LA RISPOSTA DEI SERVIZI IN RETE Sede: Distretto Sanitario - Via San Valentino 20, 3 piano Udine Numero Verde: 800.531.135

Dettagli

PROGETTO DI FORMAZIONE CONTRO LA VIOLENZA MASCHILE SULLE DONNE

PROGETTO DI FORMAZIONE CONTRO LA VIOLENZA MASCHILE SULLE DONNE Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia PROGETTO DI FORMAZIONE CONTRO LA VIOLENZA MASCHILE SULLE DONNE 0. Premessa La violenza sulle donne è un fenomeno sempre più drammaticamente presente nel nostro

Dettagli

Titolo Drop House: l autonomia e l inserimento sociale della Donna

Titolo Drop House: l autonomia e l inserimento sociale della Donna Titolo Drop House: l autonomia e l inserimento sociale della Donna Servizio di riferimento Drop House, Centro Diurno a facile soglia di accesso per donne italiane e straniere anche con figli minori situato

Dettagli

Schede finali. A -Iniziativa di mantenimento e qualificazione del Servizio Progetto Fe.n.ice.: In-formazione contro la violenza

Schede finali. A -Iniziativa di mantenimento e qualificazione del Servizio Progetto Fe.n.ice.: In-formazione contro la violenza Schede finali A -Iniziativa di mantenimento e qualificazione del Servizio Progetto Fe.n.ice.: In-formazione contro la violenza Obiettivi - Offrire alle donne che si rivolgono ad esso un luogo dove chiedere

Dettagli

Prefettura di Pordenone Ufficio Territoriale del Governo

Prefettura di Pordenone Ufficio Territoriale del Governo PROTOCOLLO D'INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE TRA Prefettura di Pordenone, Tribunale di

Dettagli

: CENTRO DONNA INTERCULTURALE, SERVIZIO ANTIVIOLENZA, E CASA D ACCOGLIENZA/ RIFUGIO

: CENTRO DONNA INTERCULTURALE, SERVIZIO ANTIVIOLENZA, E CASA D ACCOGLIENZA/ RIFUGIO Allegato A Linee generali per la presentazione del progetto di gestione dei servizi di promozione e tutela della donna : CENTRO DONNA INTERCULTURALE, SERVIZIO ANTIVIOLENZA, E CASA D ACCOGLIENZA/ RIFUGIO

Dettagli

Competenze-chiave, futuro chiavi in mano: protagonismo giovanile e cittadinanza attiva in provincia di Modena

Competenze-chiave, futuro chiavi in mano: protagonismo giovanile e cittadinanza attiva in provincia di Modena SCHEDA-PROGETTO PER LE ATTIVITÀ DI SPESA CORRENTE PROMOSSE DA EE.LL. (PUNTO 2.2, LETTERE A. E B. DELL ALLEGATO A) FINALIZZATE AD INTERVENTI RIVOLTI AD ADOLESCENTI E GIOVANI. (L.R. 14/08 "NORME IN MATERIA

Dettagli

Scheda - progetto. per l elaborazione del POF A) RISORSE UMANE

Scheda - progetto. per l elaborazione del POF A) RISORSE UMANE 1 Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio LICEO SCIENTIFICO STATALE A. LABRIOLA Codice meccanografico - RMPS 010004 Codice Fiscale 80222130587 Scheda -

Dettagli

IL PROGETTO MIGRANT FRIENDLY HOSPITALS NELLA REGIONE VALLE D AOSTA

IL PROGETTO MIGRANT FRIENDLY HOSPITALS NELLA REGIONE VALLE D AOSTA IL PROGETTO MIGRANT FRIENDLY HOSPITALS NELLA REGIONE VALLE D AOSTA 3 Laboratorio formativo progettuale Reggio Emilia, 29-30 gennaio 2009 ANALISI DEL CONTESTO DATI STATISTICI Fonte: Dossier Caritas Migrantes

Dettagli

Azioni di sensibilizzazione ed educazione alla mondialità

Azioni di sensibilizzazione ed educazione alla mondialità Azioni di sensibilizzazione ed educazione alla mondialità I annualità Obiettivi. costruire capacità di comunicazione e dialogo interculturale tra gli studenti delle scuole secondarie superiori italiane;.

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA L Università degli studi di Messina In collaborazione con il Comitato Pari Opportunità Piano di Azioni positive triennio 2008/2011 Le azioni positive sono, com è noto, lo strumento fondamentale per l attuazione

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI CONFERENZA UNIFICATA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI CONFERENZA UNIFICATA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI CONFERENZA UNIFICATA INTESA 27 novembre 2014 Intesa, ai sensi dell'articolo 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131, tra il Governo e le regioni, le province

Dettagli

TESTO DI LEGGE APPROVATO DAL CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA REGIONALE DELLA LIGURIA NELLA SEDUTA DEL 6 MARZO 2007

TESTO DI LEGGE APPROVATO DAL CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA REGIONALE DELLA LIGURIA NELLA SEDUTA DEL 6 MARZO 2007 REGIONE LIGURIA TESTO DI LEGGE APPROVATO DAL CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA REGIONALE DELLA LIGURIA NELLA SEDUTA DEL 6 MARZO 2007 INTERVENTI DI PREVENZIONE DELLA VIOLENZA DI GENERE E MISURE

Dettagli

Presentazione Progetti a.s. 2013-2014 - Scuola Media

Presentazione Progetti a.s. 2013-2014 - Scuola Media Presentazione Progetti a.s. 2013-2014 - Scuola Media Interventi di prevenzione delle situazioni di disagio a scuola Percorsi educativi Classi Prime Educazione psico-affettiva L educazione psico-affettiva,

Dettagli

PROGETTI DI EDUCAZIONE ALL AFFETTIVITA E SESSUALITA SVOLTI DAGLI OPERATORI DEGLI SPAZI GIOVANI DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA

PROGETTI DI EDUCAZIONE ALL AFFETTIVITA E SESSUALITA SVOLTI DAGLI OPERATORI DEGLI SPAZI GIOVANI DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Assessorato Politiche per la Salute PROGETTI DI EDUCAZIONE ALL AFFETTIVITA E SESSUALITA SVOLTI DAGLI OPERATORI DEGLI SPAZI GIOVANI DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 A cura di Bruna

Dettagli

Considerato che gli studenti stranieri con difficoltà di integrazione sono da ritenersi a tutti gli effetti in situazione di svantaggio;

Considerato che gli studenti stranieri con difficoltà di integrazione sono da ritenersi a tutti gli effetti in situazione di svantaggio; DELIBERAZIONE GIUNTA PROVINCIALE Prot. 0088129/2004 DEL 27/7/2004 Oggetto: Adesione al Protocollo d'intesa "Scuole e nuove culture" avente fine di promuovere un piano interistituzionale di interventi per

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Domenica Dalpane Via degli Insorti, 2 Faenza Telefono 0546 691811 Fax 0546 691819 E-mail domenica.dalpane@comune.faenza.ra.it

Dettagli

Rete Antiviolenza Città di Livorno. Arma dei Carabinieri Livorno

Rete Antiviolenza Città di Livorno. Arma dei Carabinieri Livorno Rete Antiviolenza Città di Livorno Comune di Livorno Questura di Livorno Arma dei Carabinieri Livorno Azienda USL 6 Livorno Ippogrifo Associazione PROTOCOLLO DI INTESA TRA COMUNE DI LIVORNO/ASSESSORATO

Dettagli

GIUNTA COMUNALE DI BRESCIA

GIUNTA COMUNALE DI BRESCIA GIUNTA COMUNALE DI BRESCIA Delib. n. 210-23.4.2014 OGGETTO: Area Affari Generali. Settore Segreteria Generale e Trasparenza. Protocollo d intesa per la costituzione della rete territoriale contro la violenza

Dettagli

Corsi di aggiornamento interregionali per insegnanti della scuola primaria e secondaria di I grado

Corsi di aggiornamento interregionali per insegnanti della scuola primaria e secondaria di I grado Corsi di aggiornamento interregionali per insegnanti della scuola primaria e secondaria di I grado Decreto MIUR, 2 agosto 2005 Premessa generale L associazione S.O.S.- il Telefono Azzurro, accreditata

Dettagli

COSTRUIRE UNA CULTURA COMUNE PER IL LAVORO CON LE FAMIGLIE

COSTRUIRE UNA CULTURA COMUNE PER IL LAVORO CON LE FAMIGLIE COSTRUIRE UNA CULTURA COMUNE PER IL LAVORO CON LE FAMIGLIE PREMESSA PERCORSO DI FORMAZIONE AUTOFORMAZIONE PER OPERATORI DEI SERVIZI TERRITORIALI E DELLA TUTELA MINORI DELL'AMBITO DICREMA La proposta di

Dettagli

Una finestra sul mondo

Una finestra sul mondo Domus Coop Una finestra sul mondo LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei Servizi è uno strumento che noi della Cooperativa Sociale Domus Coop mettiamo a disposizione di chi vuole conoscerci per orientarsi al

Dettagli

Proposta del Coordinamento Donne di Trento

Proposta del Coordinamento Donne di Trento Proposta del Coordinamento Donne di Trento Disposizioni per la promozione ed il sostegno di Centri per donne in situazioni di violenza Art. 1 Principi 1. La Provincia Autonoma di Trento coerentemente con

Dettagli

P.A.I. (Piano Annuale dell Inclusività)

P.A.I. (Piano Annuale dell Inclusività) P.A.I. (Piano Annuale dell Inclusività) I dati si riferiscono all anno scolastico 2013/2014 Approvato nel Collegio dei Docenti del 13 giugno 2014 1 Gli alunni certificati in base alla Legge 104/1992 Tabella

Dettagli

Sistema IASS INTEGRAZIONE APPLICATIVI SPORTELLO SOCIALE Rilevazione della domanda espressa dai cittadini agli Sportelli Sociali (Circolare N.

Sistema IASS INTEGRAZIONE APPLICATIVI SPORTELLO SOCIALE Rilevazione della domanda espressa dai cittadini agli Sportelli Sociali (Circolare N. Sistema IASS INTEGRAZIONE APPLICATIVI SPORTELLO SOCIALE Rilevazione della domanda espressa dai cittadini agli Sportelli Sociali (Circolare N. 4/2012) ATTIVITÀ DEGLI SPORTELLI SOCIALI (Anno 2012) Il Sistema

Dettagli

L.R. 25 SETTEMBRE 1996 ART. 5 CO. 2 E ART. 21 CO. 3 D.P.R. N. 022/PRES.

L.R. 25 SETTEMBRE 1996 ART. 5 CO. 2 E ART. 21 CO. 3 D.P.R. N. 022/PRES. PROGRAMMA PROVINCIALE FINALIZZATO ALLA SPERIMENTAZIONE DI MODELLI ORGANIZZATIVI INNOVATIVI DEGLI INTERVENTI E DEI SERVIZI DI RETE RIVOLTI ALLE PERSONE DISABILI L.R. 25 SETTEMBRE 1996 ART. 5 CO. 2 E ART.

Dettagli

AVIS NELLE SCUOLE: STRUMENTI EDUCATIVI DI PROMOZIONE AL DONO ED ALLA CITTADINANZA ATTIVA

AVIS NELLE SCUOLE: STRUMENTI EDUCATIVI DI PROMOZIONE AL DONO ED ALLA CITTADINANZA ATTIVA AVIS NELLE SCUOLE: STRUMENTI EDUCATIVI DI PROMOZIONE AL DONO ED ALLA CITTADINANZA ATTIVA RINA LATU Sabato 17 Ottobre 2015 PALERMO CHI SIAMO Principali attività svolte da AVIS su tutto il territorio nazionale

Dettagli

Associazione Trama di Terre

Associazione Trama di Terre Associazione Trama di Terre Centro Interculturale delle donne Via Aldrovandi, 3, 40026 Imola (BO) Italia Tel/fax +39 0542 2892 info@tramaditerre.org www.tramaditerre.org Trama di Terre nasce nel 997 dall

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA Ente proponente il progetto: CONGREGAZIONE SUORE ORSOLINE DEL SACRO CUORE DI MARIA Codice di accreditamento: NZ00039 Albo e classe

Dettagli

PROGRAMMA N. 16: PER LE PARI OPPORTUNITA

PROGRAMMA N. 16: PER LE PARI OPPORTUNITA PROGRAMMA N. 16: PER LE PARI OPPORTUNITA 205 206 PROGETTO 16.1: CONTRASTO AL MALTRATTAMENTO ED ALLA VIOLENZA SULLE DONNE OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2015-2017 Titolo obiettivo 1: Sostenere la legge contro

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI RAVENNA 2) Codice di accreditamento: NZ00813 3) Albo e classe di iscrizione: ALBO

Dettagli

IL CENTRO ANTIVIOLENZA LIBERAMENTE. Dott.ssa Mariagrazia Rossi

IL CENTRO ANTIVIOLENZA LIBERAMENTE. Dott.ssa Mariagrazia Rossi IL CENTRO ANTIVIOLENZA LIBERAMENTE Dott.ssa Mariagrazia Rossi CENTRO ANTIVIOLENZA LIBERAMENTE COOPERATIVA SOCIALE ONLUS ATTIVO SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI PAVIA DAL 1989 REFERENTE PER IL NUMERO VERDE

Dettagli

Corecom Progetti di educazione ai media. Interventi realizzati

Corecom Progetti di educazione ai media. Interventi realizzati Corecom Progetti di educazione ai media Anno scolastico Progetto Interventi realizzati Soggetti coinvolti Indagine sulle abitudini di fruizione televisiva da parte di bambini/e di età compresa tra i 24

Dettagli

REPORT CONCLUSIVO PREMESSA

REPORT CONCLUSIVO PREMESSA REPORT CONCLUSIVO PREMESSA Con quasi 100.0000 residenti stranieri la provincia di Treviso si colloca a livello regionale al 2 posto per presenza assoluta e al 1 per incidenza % sul totale dei residenti

Dettagli

4. ANALISI DEI SERVIZI DIRETTAMENTE RIVOLTI AL GENERE

4. ANALISI DEI SERVIZI DIRETTAMENTE RIVOLTI AL GENERE 4. ANALISI DEI SERVIZI DIRETTAMENTE RIVOLTI AL GENERE Zero Tolerance Calendidonna Progetto Verde donna Progetto La donna tra casa e lavoro Progetto Agar 90 I SERVIZI DIRETTAMENTE RIVOLTI AL GENERE Come

Dettagli

Curriculum Associazione Belluno-DONNA

Curriculum Associazione Belluno-DONNA Curriculum Associazione Belluno-DONNA 1. L Origine dell Associazione L Associazione Belluno-DONNA onlus è nata nel 2003 dal Gruppo di lavoro sulla violenza alle donne che nel 2001, insieme ai Medici di

Dettagli

SERVIZI PER IL CONTRASTO ALLA VIOLENZA DI GENERE

SERVIZI PER IL CONTRASTO ALLA VIOLENZA DI GENERE L espressione violenza domestica designa tutti gli atti di violenza fisica, sessuale, psicologica o economica che si verificano all interno della famiglia o del nucleo familiare o tra attuali o precedenti

Dettagli

VI Giornata Mondiale per la consapevolezza dell autismo. Le iniziative a Parma

VI Giornata Mondiale per la consapevolezza dell autismo. Le iniziative a Parma Conferenza stampa VI Giornata Mondiale per la consapevolezza dell autismo. Le iniziative a Parma Parma, 2 aprile 2013 Via La Spezia n. 147, ore 11,30 Intervengono Laura Rossi, Assessore al Welfare Comune

Dettagli

Associazione Libera mente Donna

Associazione Libera mente Donna Associazione Libera mente Donna Via Montefiorino, 12 c/o Ce.s.vol 05100 Terni C.f. 91039750558 L associazione LIBERA MENTE DONNA nasce a Terni nel 2003 e si costituisce come Associazione di Promozione

Dettagli

La progettazione di rete territoriale 2007/2009. 21 Gennaio 2010 - VOLABO

La progettazione di rete territoriale 2007/2009. 21 Gennaio 2010 - VOLABO La progettazione di rete territoriale 2007/2009 Incontro di riflessione e confronto tra i protagonisti 2 Gennaio 200 - VOLABO 3 PROGETTI REALIZZATI: QUARTIERE / DISTRETTO Q.re NAVILE Q.re PORTO Q.re SAN

Dettagli

L ASSOCIAZIONISMO FEMMINILE MIGRANTE IN EMILIA-ROMAGNA

L ASSOCIAZIONISMO FEMMINILE MIGRANTE IN EMILIA-ROMAGNA L ASSOCIAZIONISMO FEMMINILE MIGRANTE IN EMILIA-ROMAGNA Intrecci per una rete di associazioni di donne migranti e italiane ALCUNI DATI DI CONTESTO L immigrazione straniera in Emilia-Romagna raggiunge al

Dettagli

Art. 1 Principi. Art. 2 Finalità

Art. 1 Principi. Art. 2 Finalità LEGGE REGIONALE 21 agosto 2007, n. 20 Disposizioni per la promozione ed il sostegno dei centri di antiviolenza e delle case di accoglienza per donne in difficoltà. (BUR n. 15 del 16 agosto, supplemento

Dettagli

PROPOSTA Di legge n. 492/9^Di Iniziativa dei consiglieri REGIONALi minasi, ALBANO recante: NORME PER CONTRASTARE LA VIOLENZA DI GENERE.

PROPOSTA Di legge n. 492/9^Di Iniziativa dei consiglieri REGIONALi minasi, ALBANO recante: NORME PER CONTRASTARE LA VIOLENZA DI GENERE. PROPOSTA Di legge n. 492/9^Di Iniziativa dei consiglieri REGIONALi minasi, ALBANO recante: NORME PER CONTRASTARE LA VIOLENZA DI GENERE. Il dirigente F.to Avv. Lucia caccamo Il presidente f.to On. Salvatore

Dettagli

CURRICULUM FORMATIVO

CURRICULUM FORMATIVO CURRICULUM FORMATIVO Chi siamo La cooperativa Una casa per l uomo, nasce nel 1992 con lo scopo principale di perseguire l interesse generale della comunità alla promozione umana e all integrazione sociale

Dettagli

PIANO DI FORMAZIONE CONTINUA PER IL PERSONALE SOCIO-SANITARIO, SOCIO-ASSISTENZIALE E SOCIO-EDUCATIVO PER L ANNO 2015

PIANO DI FORMAZIONE CONTINUA PER IL PERSONALE SOCIO-SANITARIO, SOCIO-ASSISTENZIALE E SOCIO-EDUCATIVO PER L ANNO 2015 PIANO DI FORMAZIONE CONTINUA PER IL PERSONALE SOCIO-SANITARIO, SOCIO-ASSISTENZIALE E SOCIO-EDUCATIVO PER L ANNO 2015 Approvato con deliberazione della Giunta regionale n. 642 in data 8 maggio 2015. PREMESSA

Dettagli

Dati statistici su accoglienza e consulenza alle donne

Dati statistici su accoglienza e consulenza alle donne Dati statistici su accoglienza e consulenza alle donne Dr.ssa Vanna Tori Vice Presidente Associazione Gruppo Donne e Giustizia Modena CONVEGNO: LA VIOLENZA SULLE DONNE. ASPETTI GIURIDICI, CRIMINOLOGICI,

Dettagli

Progetto V.A.I. Valorizzazione Accoglienza Integrata. Guida ai servizi degli Enti aderenti alla Rete. Centro di Orientamento dell Alto Friuli

Progetto V.A.I. Valorizzazione Accoglienza Integrata. Guida ai servizi degli Enti aderenti alla Rete. Centro di Orientamento dell Alto Friuli Centro di Orientamento dell Alto Friuli Azienda per i Servizi Sanitari n. 3 Alto Friuli Distretto Socio-sanitario n. 1 Distretto Socio-sanitario n. 2 C.I.C. Centro Informazione e Consulenza Dipartimento

Dettagli

http://notes.regione.lazio.it/regionelazio/leggi.nsf/ricconsiglio/e38b...

http://notes.regione.lazio.it/regionelazio/leggi.nsf/ricconsiglio/e38b... Pagina 1 di 6 L.R. 19 Marzo 2014, n. 4 Riordino delle disposizioni per contrastare la violenza contro le donne in quanto basata sul genere e per la promozione di una cultura del rispetto dei diritti umani

Dettagli

Conferenza Zonale Educativa Società della Salute - Valdarno Inferiore - Progetto Hai le chiavi del mondo non perderle mai

Conferenza Zonale Educativa Società della Salute - Valdarno Inferiore - Progetto Hai le chiavi del mondo non perderle mai San Miniato Fucecchio Santa Croce sull Arno Castelfranco di Sotto Montopoli in Val d Arno Azienda USL 11 Conferenza Zonale Educativa Società della Salute - Valdarno Inferiore - Progetto Hai le chiavi del

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: UNA CITTA A COLORI ENTE Comune di SETTIMO TORINESE SETTORE e Area di Intervento: Educazione e promozione culturale: attività interculturali

Dettagli

CINEMA CRISTALLO Via Ferrari Bonini 4

CINEMA CRISTALLO Via Ferrari Bonini 4 Martedì 8 MARZO 2016 ore 15.00 Giornata Internazionale della Donna CINEMA CRISTALLO Via Ferrari Bonini 4 REGGIO EMILIA Con il patrocinio di In collaborazione con DALLA LEGGE CONTRO LA VIOLENZA SESSUALE

Dettagli

1999 Laurea breve in Servizio Sociale conseguito presso università degli studi di Bologna votazione finale 70/70

1999 Laurea breve in Servizio Sociale conseguito presso università degli studi di Bologna votazione finale 70/70 Mariapia Resca Istruzione 1992/93 Diploma di maturità conseguito presso istituto tecnico scientifico Elisabetta Sirani votazione finale 48/60 1994/95 Diploma di Infermiera Professionale conseguito presso

Dettagli

PREMESSA. Il Protocollo d intesa in materia di richiedenti asilo e rifugiati

PREMESSA. Il Protocollo d intesa in materia di richiedenti asilo e rifugiati PREMESSA Il Protocollo d intesa in materia di richiedenti asilo e rifugiati La normativa internazionale, europea e nazionale, impegna la stato italiano alla protezione dei rifugiati, dei richiedenti asilo,

Dettagli

Rete donna. rete donna rete donna rete. carta dei servizi

Rete donna. rete donna rete donna rete. carta dei servizi Rete donna rete donna rete donna rete carta dei servizi 2016 Carta dei servizi 2016 Indice Indice INTRODUZIONE P. 04 CARITAS DIOCESANA VERONESE ASSOCIAZIONE ONLUS SAN BENEDETTO P. 06 CENTRO DIOCESANO AIUTO

Dettagli

ALLEGATO A PROTOCOLLO D INTESA PER LA COSTITUZIONE DELLA RETE TERRITORIALE CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE

ALLEGATO A PROTOCOLLO D INTESA PER LA COSTITUZIONE DELLA RETE TERRITORIALE CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE ALLEGATO A PROTOCOLLO D INTESA PER LA COSTITUZIONE DELLA RETE TERRITORIALE CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE 1 Premessa generale Visto - La Convenzione del Consiglio d Europa sulla prevenzione e la lotta contro

Dettagli

La rete Emilia-Romagna terra d asilo

La rete Emilia-Romagna terra d asilo La rete Emilia-Romagna terra d asilo La Regione Emilia-Romagna è stata la prima Regione italiana a dotarsi di una legge sull immigrazione (legge regionale 24 marzo 2004, n.5, Norme per l integrazione sociale

Dettagli

DATI DEL PROPONENTE E REFERENTE OPERATIVO DEL PROGETTO

DATI DEL PROPONENTE E REFERENTE OPERATIVO DEL PROGETTO PROPONENTE 2015 Associazioni di promozione sociale, L.R. 34/02 (ad es: Centri Sociali, Associazioni Culturali, ecc.) DATI DEL PROPONENTE E REFERENTE OPERATIVO DEL PROGETTO Denominazione dell'organizzazione:

Dettagli

CENTRO ANTIVIOLENZA IN VALDARNO

CENTRO ANTIVIOLENZA IN VALDARNO CENTRO ANTIVIOLENZA IN VALDARNO Il progetto relativo alla creazione di un Centro antiviolenza nasce dalla sensibilità verso la violenza sulle donne da parte della Commissione Pari Opportunità di Montevarchi

Dettagli

PROFILO DELL'ASSOCIAZIONE

PROFILO DELL'ASSOCIAZIONE PROFILO DELL'ASSOCIAZIONE L associazione di Promozione Sociale i Ken ONLUS tutela e promuove i diritti di cittadinanza delle persone in situazione di disagio e non, attraverso una partecipazione attiva

Dettagli

PROGETTO ALBA. Territorio/i di attuazione del progetto formativo

PROGETTO ALBA. Territorio/i di attuazione del progetto formativo PROGETTO ALBA FINANZIATO DAL DIPARTIMENTO PER LE PARI OPPORTUNITÀ FORMAZIONE DEGLI OPERATORI SANITARI SULLA PRIMA ASSISTENZA ALLE VITTIME DI VIOLENZA DI GENERE E STALKING MATERA - POLICORO Progetto ALBA

Dettagli

1A - Attività dell Associazione Differenza Maternità. Associazione Differenza Maternità. Ampliamento del servizio "Informanascita"- linea telefonica

1A - Attività dell Associazione Differenza Maternità. Associazione Differenza Maternità. Ampliamento del servizio Informanascita- linea telefonica 1A - Attività Differenza Maternità 1 Associazione responsabile e collaborazioni. Rete/Partners coinvolti Associazione Differenza Maternità Descrizione intervento / prodotto 2 Denominazione Informamamma:

Dettagli

A Piccoli Passi - Carta dei Servizi - 2

A Piccoli Passi - Carta dei Servizi - 2 Carta dei Servizi L Associazione è iscritta al registro del volontariato al n 2777 con atto del 3/05/2000 e al registro delle associazioni familiari con provvedimento n 28606 del 14/11/2000. A Piccoli

Dettagli

PROGETTO TUTOR EDUCAZIONE ALLA SALUTE - C.I.C. I.T.C. SALVEMINI VIA SOMMOVIGO 40-00155 ROMA - DISTRETTO 13

PROGETTO TUTOR EDUCAZIONE ALLA SALUTE - C.I.C. I.T.C. SALVEMINI VIA SOMMOVIGO 40-00155 ROMA - DISTRETTO 13 EDUCAZIONE ALLA SALUTE - C.I.C. I.T.C. SALVEMINI VIA SOMMOVIGO 40-00155 ROMA - DISTRETTO 13 PROGETTO TUTOR IN COLLABORAZIONE CON LA A.S.L. ROMA B FINANZIATO DAL COMUNE DI ROMA L. 285/97 Responsabile del

Dettagli

PROGRAMMA PROVINCIALE DI EDUCAZIONE ALLA PACE - ANNO 2008 Facciamo la PACE con i Diritti Umani

PROGRAMMA PROVINCIALE DI EDUCAZIONE ALLA PACE - ANNO 2008 Facciamo la PACE con i Diritti Umani AZIONI ALL'INTERNO DEL PROGRAMMA PROGRAMMA PROVINCIALE DI EDUCAZIONE ALLA PACE - ANNO 2008 Facciamo la PACE con i Diritti Umani - Monitoraggio delle attività legate ai progetti sulla pace e sulla cooperazione

Dettagli

Le famiglie fanno Centro Progetto ai sensi della DGR n. 1216/2012

Le famiglie fanno Centro Progetto ai sensi della DGR n. 1216/2012 Comune di Gradara Provincia di Pesaro e UrBino Settore Politiche Sociali Assessore Solindo Pantucci Le famiglie fanno Centro Progetto ai sensi della DGR n. 1216/2012 A cura di: Dott.ssa Carmen Pacini Responsabile

Dettagli

COMUNE DI PARMA ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI E PER LE FAMIGLIE, POLITICHE DI PARITÀ

COMUNE DI PARMA ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI E PER LE FAMIGLIE, POLITICHE DI PARITÀ COMUNE DI PARMA ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI E PER LE FAMIGLIE, POLITICHE DI PARITÀ DALLA MISURA PENALE AL REINSERIMENTO: LINEE D INTERVENTO DEL COMUNE DI PARMA (Lia Barone) Nello sviluppo di azioni

Dettagli

4.1- L OFFERTA FORMATIVA CONSULTORIO FAMILIARE E CENTRO FAMIGLIA ZELINDA

4.1- L OFFERTA FORMATIVA CONSULTORIO FAMILIARE E CENTRO FAMIGLIA ZELINDA PIANO INTEGRATO DIRITTO ALLO STUDIO Anno Scolastico 2012 2013 4.1- L OFFERTA FORMATIVA CONSULTORIO FAMILIARE E CENTRO FAMIGLIA ZELINDA SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Sara Bonacini. sarabonacini@mediandoweb.it

CURRICULUM VITAE. Sara Bonacini. sarabonacini@mediandoweb.it CURRICULUM VITAE Sara Bonacini sarabonacini@mediandoweb.it FORMAZIONE SCOLASTICA 1995: Laurea in Economia e Commercio conseguita presso l Università di Modena con Tesi in Marketing Internazionale con punti

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: ASSISTENZA A 11: DONNE CON MINORI A CARICO E DONNE IN DIFFICOLTA

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: ASSISTENZA A 11: DONNE CON MINORI A CARICO E DONNE IN DIFFICOLTA ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: AIUTACI AD AIUTARLE SETTORE e Area di Intervento: ASSISTENZA A 11: DONNE CON MINORI A CARICO E DONNE IN DIFFICOLTA OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

Via dell Oro 3 40124 Bologna

Via dell Oro 3 40124 Bologna Bologna, 25 novembre 2009 COORDINAMENTO DEI CENTRI ANTIVIOLENZA DELL EMILIA-ROMAGNA (Casa delle Donne per non subire violenza di Bologna, Associazione SOS Donna di Faenza, Centro Donna Giustizia di Ferrara,

Dettagli

viste: - la Legge 31.12.1998, n.476, Ratifica ed esecuzione della Convenzione per la

viste: - la Legge 31.12.1998, n.476, Ratifica ed esecuzione della Convenzione per la PROTOCOLLO D'INTESA TRA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA, COMUNE DI REGGIO EMILIA IN QUALITA' DI ENTE CAPOFILA PER L'ADOZIONE NAZIONALE E INTERNAZIONALE, AZIENDA USL DI REGGIO EMILIA, ENTI TITOLARI E DELEGATI

Dettagli

Regione Lazio. Leggi Regionali 20/03/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 23

Regione Lazio. Leggi Regionali 20/03/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 23 Regione Lazio Leggi Regionali Legge Regionale 19 marzo 2014, n. 4 Riordino delle disposizioni per contrastare la violenza contro le donne in quanto basata sul genere e per la promozione di una cultura

Dettagli

Una famiglia per una famiglia Verso una nuova forma di affiancamento familiare 2015-2016

Una famiglia per una famiglia Verso una nuova forma di affiancamento familiare 2015-2016 Una famiglia per una famiglia Verso una nuova forma di affiancamento familiare 2015-2016 Perché aiutate solo me? Perché non aiutate anche i miei genitori, la mia famiglia ne ha bisogno quanto me Un minore

Dettagli

Percorsi di sensibilizzazione alla parità di genere nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado

Percorsi di sensibilizzazione alla parità di genere nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado Percorsi di sensibilizzazione alla parità di genere nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado Luglio 2011 Indice Premessa... pag. 3 Documenti e ricerche... pag. 5 Gli obiettivi... pag.

Dettagli

FORMULARIO DELL AZIONE

FORMULARIO DELL AZIONE FORMULARIO DELL AZIONE 1. NUMERO AZIONE 23 2. TITOLO AZIONE Servizi Residenziali per donne vittime di violenza Numero 2 case protette 3. DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ Descrivere sinteticamente le attività

Dettagli