ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE ANTONIO ZANELLI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE ANTONIO ZANELLI"

Transcript

1 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE ANTONIO ZANELLI Prot. Nr. 565/C15d Del PROVVEDIMENTO DI PREDISPOSIZIONE OGGETTO : Predisposizione del Programma annuale Esercizio finanziario Il Dirigente Scolastico Coadiuvato dal direttore dei servizi generali e amministrativi VISTO il regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo-contabile delle istituzioni scolastiche Decreto 1 febbraio 2001, n.44; VISTA la nota del Ministero dell Istruzione dell Università e Ricerca prot. n del che assegna le risorse finanziarie di provenienza ministeriale e fornisce le indicazioni per la predisposizione del Programma Annuale 2015 con richiamo anche alle indicazioni fornite per il Programma Annuale degli anni ; Preso atto dell avanzo di amministrazione effettivo al 31/12/2014, della tabella dimostrativa dello stesso e del relativo prospetto di utilizzazione; Accertata la sussistenza di finanziamenti e contributi da parte di Enti, Istituzioni e privati; Richiamato il piano annuale dell offerta formativa deliberato dal Collegio Docenti e adottato dal Consiglio d Istituto con deliberazione n. del e in coerenza con le previsioni del piano stesso; DISPONE Di predisporre, ai sensi e per gli effetti dell art. 2 c.3 decreto 44/2001, il programma annuale dell esercizio finanziario 2015, come risulta dalla modulistica allegata al presente provvedimento: - Modello A - Programma Annuale; - Modello B - Schede illustrative finanziarie per Attività n. 4 e per progetti n. ; - Modello C - Situazione amministrativa presunta al ; - Modello D - Utilizzo avanzo di amministrazione presunto; - Modello E - Riepilogo per tipologia di spesa. - Relazione di accompagnamento Reggio Emilia, IL DIRIGENTE SCOLASTICO (Dott.ssa Rossella Crisafi)

2 Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale EMILIA ROMAGNA ISTITUTO SUPERIORE A. ZANELLI REGGIO NELL'EMILIA (RE) VIA FRATELLI ROSSELLI 41 1 C.F C.M. REIS00900L Mod A (art. 2) Aggr. Voce PROGRAMMA ANNUALE Esercizio finanziario 2015 Importi 01 Avanzo di amministrazione presunto ,37 01 Non vincolato ,34 02 Vincolato ,03 02 Finanziamenti dello Stato ,14 01 Dotazione ordinaria ,14 02 Dotazione perequativa 03 Altri finanziamenti non vincolati 04 Altri finanziamenti vincolati 05 Fondo Aree Sottoutilizzate FAS 03 Finanziamenti dalla Regione 01 Dotazione ordinaria 02 Dotazione perequativa 03 Altri finanziamenti non vincolati 04 Altri finanziamenti vincolati 04 Finanziamenti da Enti locali o da altre istituzioni pubbliche ,00 01 Unione Europea 02 Provincia non vincolati 03 Provincia vincolati 04 Comune non vincolati 05 Comune vincolati 06 Altre istituzioni ,00 05 Contributi da Privati ,00 01 Famiglie non vincolati ,00 02 Famiglie vincolati ,00 03 Altri non vincolati 5.500,00 04 Altri vincolati 2.000,00 06 Proventi da gestioni economiche ,00 01 Azienda agraria ,00 02 Azienda speciale 03 Attività per conto terzi 04 Attività convittuale 07 Altre Entrate 64,64 08 Mutui Totale entrate ,15 Pag. 1 di 3

3 Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale EMILIA ROMAGNA ISTITUTO SUPERIORE A. ZANELLI Mod A (art. 2) REGGIO NELL'EMILIA (RE) VIA FRATELLI ROSSELLI 41 1 C.F C.M. REIS00900L Aggr. Voce PROGRAMMA ANNUALE Esercizio finanziario 2015 Importi A Attività ,14 A01 Funzionamento amministrativo generale ,14 A02 Funzionamento didattico generale ,00 A03 Spese di personale 3.472,00 A04 Spese d'investimento ,00 A05 Manutenzione edifici ,00 P Progetti ,08 P01 AREA AMBIENTALE E CHIMICO-BIOLOGICO- ZOOT.-COLTIVAZIONI 2.800,00 P02 ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO ,33 P03 ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE -IeFP ,63 P04 VISITE DIDATTICHE E VIAGGI DI ISTRUZIONE ,24 P05 PREVENZIONE DEL DISAGIO E PROMOZIONE DEL BENESSERE ,03 P06 AREA SCIENTIFICA - INFORMATICA E PROMOZIONE DELLE ECCELLENZE ,00 P07 POTENZIAMENTO DIDATTICO MULTIDISCIPLINARE ,00 P08 RINNOVAMENTO TECNOLOGICO DIDATTICO - AMMINISTRATIVO ,00 P09 FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO 8.020,00 P10 AREA AMBIENTE E TERRITORIO ,00 P11 RIABILITAZIONE EQUESTRE 2.046,45 P12 PROGETTI IN RETE 5.326,65 P13 PROGETTI SOCIO-CULTURALI 1.535,07 P14 PROGETTO SICUREZZA ,00 P15 PROGETTO ORIENTAMENTO 7.000,00 P16 CORSI DI RECUPERO ESTIVI 6.018,68 G Gestioni economiche ,97 G01 Azienda agraria ,97 G02 Azienda speciale G03 Attività per conto terzi G04 Attività convittuale R Fondo di riserva 1.000,00 R98 Fondo di riserva 1.000,00 Totale uscite ,19 Z Z01 Disponibilità Finanziaria da programmare ,96 Totale a pareggio ,15 Predisposto dal dirigente il IL DIRIGENTE SCOLASTICO Dott.ssa Rossella Crisafi Proposto dalla Giunta Esecutiva il IL PRESIDENTE DELLA G.E. Dott.ssa Rossella Crisafi Pag. 2 di 3

4 Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale EMILIA ROMAGNA ISTITUTO SUPERIORE A. ZANELLI Mod A (art. 2) REGGIO NELL'EMILIA (RE) VIA FRATELLI ROSSELLI 41 1 C.F C.M. REIS00900L Approvato dal Consiglio d'istituto il IL SEGRETARIO DEL CONSIGLIO D'ISTITUTO Prof. Mario Ferrari IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO D'ISTITUTO Marco Ambrosetti Pag. 3 di 3

5 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE ANTONIO ZANELLI PROGRAMMA ANNUALE PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2015 RELAZIONE DELLA GIUNTA ESECUTIVA Il Dirigente Scolastico Dott.ssa Rossella Crisafi e Il Direttore dei Servizi Generali Amministrativi Silvia Ricci presentano la relazione della Giunta Esecutiva sul Programma Annuale per l Esercizio Finanziario 2015 da sottoporre all attenzione del Consiglio d Istituto per la conseguente deliberazione in ottemperanza alle disposizioni impartite e al Collegio dei Revisori dei conti per il prescritto parere. VISTO il regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo contabile delle istituzioni scolastiche Decreto 1 febbraio 2001 n. 44; VISTA le istruzioni impartite con Circolare n del per la Predisposizione del Programma Annuale 2015; Preso atto dell Avanzo di Amministrazione Effettivo al , della tabella dimostrativa dello stesso e del relativo prospetto di utilizzazione; Accertata la sussistenza di finanziamenti e contributi da parte del Miur, di Enti e Privati; : Richiamato il Piano dell Offerta Formativa adottato da Consiglio d Istituto nella seduta del verbale n. 2 e in coerenza con le previsioni del piano stesso; Al fine della determinazione delle somme riportate nello schema del Programma Annuale, La Giunta Esecutiva ha tenuto in considerazione i seguenti elementi: STRUTTURA DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA: Indirizzi Presenti ISTITUTO TECNICO AD INDIRIZZO AGRARIA E AGROINDUSTRIA con le seguenti Articolazioni: Articolazione Produzioni e Trasformazioni Articolazione Gestione dell Ambiente e del Territorio Articolazione Viticoltura ed Enologia (dall a.s ) ISTITUTO TECNICO AD INDIRIZZO CHIMICA-MATERIALI E BIOTECNOLOGIE Articolazione Biotecnologie Sanitarie LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE ISTITUTO PROFESSIONALE AGRARIO Indirizzo servizi per l agricoltura e lo sviluppo rurale 1

6 DATI QUANTITATIVI ALUNNI, PERSONALE DOCENTE E A.T.A. - a.s A) POPOLAZIONE SCOLASTICA Dati Generali Scuola Secondaria di II Grado - Data di riferimento: 15 ottobre 2014 Indirizzi presenti N. 13 classi prime: Tecnico Agrario/Industriale, Liceo Scientifico e Prof.le Agrario; N. 10 classi seconde: Tecnico Agrario/industriale, Liceo Scientifico e Prof.le Agrario; N. 21 classi del Triennio: Tecnico Agrario, Liceo Scientifico e Prof.le Agrario La struttura delle classi per l anno scolastico è la seguente: Classi Alunni Iscritti Alunni frequentanti Numero classi corsi diurni (a) Se ra li (b) Totale classi (c=a+b ) Alunni iscritti al 1 settemb re corsi diurni (d) Se ra li (e) Alunni frequentanti classi corsi diurni (f) Se ra li (g) Totale alunni frequentanti (h=f+g) Di cui div. abili Differenza tra alunni iscritti al 1 settembre e alunni frequentanti corsi diurni (i=d-f) Se ra li (l=eg) Media alunni per classe corsi diurni (f/a) Prime ,46 0 Seconde ,30 0 Terze ,50 0 Quarte ,50 0 Quinte ,50 0 Se ra li (g/b) Totale B) PERSONALE - Data di riferimento: 15 ottobre 2014 La situazione del personale docente e ATA (organico di fatto) in servizio può così sintetizzarsi: DIRIGENTE SCOLASTICO 1 NUMERO Insegnanti titolari a tempo indeterminato full-time 69 Insegnanti titolari a tempo indeterminato part-time 9 Insegnanti titolari di sostegno a tempo indeterminato full-time 14 Insegnanti titolari di sostegno a tempo indeterminato part-time 0 Insegnanti su posto normale a tempo determinato con contratto annuale 0 Insegnanti di sostegno a tempo determinato con contratto annuale 0 Insegnanti a tempo determinato con contratto fino al 30 Giugno 2 Insegnanti di sostegno a tempo determinato con contratto fino al 30 Giugno 1 Insegnanti di religione a tempo indeterminato full-time 1 Insegnanti di religione a tempo indeterminato part-time 0 Insegnanti di religione incaricati annuali 2 Insegnanti su posto normale con contratto a tempo determinato su spezzone orario* 17 Insegnanti di sostegno con contratto a tempo determinato su spezzone orario* 5 TOTALE PERSONALE DOCENTE 120 2

7 NUMERO Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi 1 Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi a tempo determinato 0 Coordinatore Amministrativo e Tecnico e/o Responsabile amministrativo 0 Assistenti Amministrativi a tempo indeterminato 5 Assistenti Amministrativi a tempo determinato con contratto annuale 1 Assistenti Amministrativi a tempo determinato con contratto fino al 30 giu. (t.pieno) 1 Assistenti Tecnici a tempo indeterminato 9 Assistenti Tecnici a tempo determinato con contratto annuale 0 Assistenti Tecnici a tempo determinato con contratto fino al 30 Giugno 0 Collaboratori scolastici dei servizi a tempo indeterminato (Addett. Az. Agr.) 0 Collaboratori scolastici a tempo indeterminato 14 Collaboratori scolastici a tempo det. con contratto ann.le 0 Collaboratori scolastici a tempo determinato con contratto fino al 30 Giugno 2 Personale altri profili (guardarobiere, cuoco, infermiere) a tempo indeterminato 0 Personale altri profili (guardarobiere, cuoco, inferm.) tempo det. con contratto annuale 0 Personale altri profili (add.az. Agraria) a tempo det. con contratto fino al 30 Giugno 3 Personale ATA a tempo indeterminato part-time (Ass.te Amm.vo) 1 TOTALE PERSONALE ATA 37 Si specifica che NON ci sono unità di personale estraneo all'amministrazione che espleta il servizio di pulizia degli spazi e dei locali ivi compreso quello beneficiario delle disposizioni contemplate dal decreto interministeriale 20 aprile 2001, n. 65, nonché i soggetti destinatari degli incarichi di collaborazione coordinata e continuativa di cui all'art. 2 del D.I. 20 aprile 2001, n. 66. C) SITUAZIONE EDILIZIA L attività dell istituto si svolge in tre edifici distinti: Sede PRINCIPALE - al civico 41/1 di Via F.lli Rosselli, Reggio Emilia Sede AZIENDA AGRARIA e LE VILLETTE - al civico 41 di Via F.lli Rosselli, Reggio Emilia ATTREZZATURE Nell Istituto sono presenti i seguenti laboratori/attrezzature: n. 1 palestra dotata degli attrezzi ginnici necessari per le diverse attività sportive n. 2 laboratori multimediali n. 1 laboratorio informatica n. 1 laboratorio di informatica per lingue straniere n. 1 laboratorio di topografia n. 1 laboratorio di zootecnia n. 1 laboratorio di agronomia n. 1 laboratorio di fisica n. 1 laboratorio di microbiologia n. 1 laboratorio di scienze n. 4 laboratori di chimica n. 1 biblioteca e sala riviste n. 2 serre tondino per equitazione (pet terapy) 3

8 DESCRIZIONE DELLA PARTE FINANZIARIA Il Mod A costituisce il documento programmatico fondamentale della scuola, denominato Programma Annuale. Con questo modello sono individuate tutte le entrate e stabilite l entità delle risorse da assegnare ad ogni singolo progetto o attività. La sezione delle entrate è articolata per fonti di finanziamento, mentre quella delle spese per attività e progetti. Le risorse finanziarie di cui si prevede la disponibilità per l e.f sono così composte: Avanzo di amministrazione complessivo a fine esercizio ,37 Finanziamento dello Stato: ,14 Circolare n del e Circolare 1444 del 28 Gennaio Funzionamento Amm.vo/Didattico Gennaio Agosto ,14 - Compenso Revisori dei Conti Gennaio Agosto ,00 Finanziamenti da Enti Locali e altre Istituzioni Pubbliche: ,00 -Contributo triennale del Consorzio di Bonifica dell Emilia Centrale per Il Progetto di Monitoraggio delle Acque Irrigue transitanti nei canali del Consorzio stesso Contributi da privati: ,00 -Famiglie vincolati per viaggi d istruzione ,00 -Famiglie non vincolati da contributo volontario ,00 -Forno Betty 3.500,00 -Gruppo Argenta 2.000,00 -Ditta NUTRI (MN) 2.000,00 Altre entrate: 64,64 -Interessi attivi banca e posta dell Istituto e dell Azienda Gestione Economica Azienda Agraria: ,00 TOTALE COMPLESSIVO DELLE ,15 4

9 Programma Annuale (Mod. A) le previsioni di competenza si sintetizzano nei seguenti dati: 01-Avanzo di amministrazione presunto ,37 02-Finanziamenti dello Stato , Finanziamenti da Enti Locali e altre Istituzioni Pubbliche ,00 05-Contributi da privati ,00 06-Gestioni economiche , Altre entrate 64,64 TOTALE ,15 A01-Funzionamento amministrativo generale ,14 A02-Funzionamento didattico generale ,00 A03-Spese di personale 3.472,00 A04-Spese di investimento ,00 A05 Manutenzione Edifici ,00 Progetti n ,08 Gestioni economiche n ,97 Fondo di Riserva 1.000,00 TOTALE ,19 Disponibilità finanziaria da programmare ,96 TOTALE A PAREGGIO ,15 Gli stanziamenti Ministeriali per il Funzionamento (esercizio 2015) sono stati assegnati prima con Circolare n del in riferimento ai primi 8 mesi dell anno finanziario 2015 per ,66 ed 2.172,00 per il Compenso ai Revisori dei Conti. Saranno integrati dal MIUR per i successivi 4 mesi da Settembre a Dicembre 2015 in base al numero di studenti, alle unità di personale e alle sedi conteggiate per il prossimo anno scolastico Successivamente con Nota n del 28 Gennaio 2015 è stato assegnato un ulteriore finanziamento di ,48 in aggiunta a quanto già assegnato nel mese di Dicembre. Abbiamo impostato, rispetto all anno precedente alcuni Progetti specifici che meglio ci consentono di monitorare le spese per le attività di Alternanza Scuola-Lavoro (P2 Alternanza Scuola Lavoro finanziato con specifici Fondi di Provenienza Regionale USR Emilia Romagna), le spese per i corsi di Istruzione e Formazione Professionale (P3 - Progetto IeFP finanziato con specifici fondi di Provenienza Regionale) gli Investimenti Tecnologici (Progetto 8 Rinnovamento Tecnologico Didattico e Amministrativo che andiamo a finanziare con i contributi dei genitori degli alunni), le spese per la Sicurezza (P14 Progetto Sicurezza), l Orientamento Scolastico (P15- che finanziamo con Fondi da avanzo non vincolato) e i Corsi di Recupero Estivi organizzati per agevolare il recupero dei debiti scolastici nei confronti degli studenti con materie da recuperare (P16 Corsi di Recupero Estivi finanziati con appositi Fondi di provenienza statale). Abbiamo assegnato all Aggregato A05 Manutenzione Edifici, ,00 (da avanzo non vincolato) per far fronte alle spese di manutenzione della scuola. Non è ancora stato previsto a Programma Annuale il Fondo Unico di Provenienza Provinciale in quanto ancora non comunicato. Sarà oggetto di apposita 5

10 variazione qualora venisse assegnato e sarà speso in gran parte attraverso l Aggregato A05 Manutenzione Edifici, poiché la struttura scolastica necessita di numerosi interventi di ripristino, manutenzione e tinteggio. Col Progetto 8 Rinnovamento Tecnologico Didattico-Amministrativo, si vuole dare rilievo alle importanti spese che si sostengono con i contributi versati dai genitori degli alunni: mantenimento e rinnovo costante delle strumentazioni e del materiale per i laboratori di chimica, microbiologia, fisica e informatica che necessitano di materiale specifico, per le esercitazioni degli studenti, così come l adeguamento continuo delle attrezzature informatiche utilizzate dagli studenti di tutti gli indirizzi. Materiale tutto particolarmente costoso e soggetto a continui aumenti di costi. In particolare quest anno si programmano acquisti per i laboratori di Chimica e Fisica, si è progettato inoltre di procedere all installazione di una stazione Meteorologica necessaria alla elaborazione dei dati in previsione dei trattamenti da fare alle piante e alla sistemazione del prefabbricato a ridosso del Azienda Agraria in termini di riscaldamento e condizionamento da poter utilizzare sia come punto di accoglienza per le Attivià legate alle visite degli Alunni delle scuole dell obbligo alla Fattoria Didattica, sia come locale per la messa a dimora e coltura di diversi tipi di piantine. Per quanto riguarda i progetti presentati nel Piano dell Offerta Formativa, per l esercizio 2015, gli stessi sono stati raggruppati per aree omogenee e finanziati in base alle necessità per la loro realizzazione (pagamento di docenti interni, eventuali esperti esterni e spese per materiali). Il Consiglio d Istituto ha deliberato di chiedere ai genitori degli studenti un Contributo Volontario per l ampliamento dell Offerta Formativa e l innovazione Tecnologica uguale per tutte le classi, mantenendo come per gli anni passati l indicazione della somma di 120,00. E per questo che si è pensato di finanziare con i Fondi dei genitori e dei Privati che forniscono i servizi di Ristoro (Forno Betty e Gruppo Argenta) principalmente quei Progetti e Attività che hanno una qualitativa ricaduta direttamente sugli allievi: P1 P5 P6 P7 P8. Il Programma Annuale espone un avanzo di amministrazione effettivo al di Euro ,37 riportato nel Mod. C. con un fondo cassa al di ,32 che concorda con l estratto conto dell Istituto Cassiere. Vediamo nel dettaglio come si è determinato l Avanzo di Amm.ne al prima di analizzare quanto ne andremo ad impegnare nel Programma Annuale

11 PROGETTO/ATTIVITA' VINCOLATO NON VINCOLATO A ,38 A 2 Corsi Recupero 477, ,87 A 3 476,26 A ,26 P ,31 P 2 Tutors 3.452,59 P 3 Altern. E IeFP ,40 97,77 Altern P 4 viaggi istruz ,24 P 5 Antdispersione 5.621,44 P ,90 P 7 200,00 P 9 agg.to 8.020,00 P 10 Pr. Bonifica 2.494,00 P 11 Riab. Equestre 296,45 P 12 Rete Agrari 5.326,65 P 13 Pr. Socio-Cult ,07 P14 Fondazioni 2.108,95 totale , ,72 Z , ,62 radiazioni , ,69 G ,97 radiazioni ,63 TOTALE , ,34 TOTALE AVANZO AMM.NE ,37 Radiazioni Si specificano di seguito gli importi radiati: Progr. Z ,00 Somma riaccertata in c/competenze 2014 G ,63 Minor Incasso su Previsione Vendemmia 2013 Totale radiazioni ,63 In particolare al 31/12 le somme vincolate per ,03 provengono da entrate a fine esercizio ed accantonate in AGGR. Z e da economie registrate sui progetti ed attività con vincolo di destinazione. L avanzo di amministrazione non vincolato di ,34 contribuisce in parte a finanziare le spese delle attività e dei Progetti previsti nel Programma Annuale 2015 come analiticamente descritto nelle schede Finanziarie - Modelli B e desunto dal modello D. 7

12 Utilizzo Avanzo di Amministrazione presunto (Mod. D) L'avanzo di amministrazione presunto risulta assegnato ai vari aggregati di spesa e progetti come riportato appunto nel modello D. Si fa presente che, come previsto dall'art. 3 del Regolamento di Contabilità (D.I. 44/2001), detti stanziamenti possono essere impegnati solamente dopo la realizzazione dell'effettiva disponibilità finanziaria e nei limiti dell'avanzo effettivamente realizzato. Nell aggregato Z accantoniamo per il momento le somme non ancora oggetto di programmazione che saranno prelevate qualora saranno effettuate ulteriori programmazioni di spesa. Si applica quanto previsto dalla Nota Ministeriale 9537 del di inserire nell aggregato Z - disponibilità da programmare - i residui attivi di competenza del M.IUR degli anni precedenti. pari ad ,67. Si deciderà unitamente al Collegio dei Revisori e in base alla comunicazione del Miur prot del 28 Gennaio 2015 se mantenerli a Bilancio o procedere alla radiazione. Vengono inoltre accantonate nell AGGR. Z le somme provenienti da antiche fondazioni ( 2.108,95), poiché il loro valore complessivo è insufficiente per un investimento minimo che produca interessi attivi da destinare a borse di studio o alle finalità degli statuti delle fondazioni. L Importo totale dell Aggregato Z alla predisposizione del Programma Annuale 2015 è di ,96. Le somme accantonate sono: Avanzo vincolato da esercizi precedenti ,62 Di cui residui attivi non ancora riscossi di provenienza Ministeriale ,67 Somma Residua da Fondazioni Antiche 2.108,95 Progetto Life-RINASCE anno ,00 Avanzo non vincolato da esercizi precedenti ,34 Da Accertamenti 2015 Vincolati: Contributo Consorzio di Bonifica dell Emilia Centrale: Progetto Monitoraggio Acque Irrigue Anno ,00 Anno , ,00 8

13 PRELEVAMENTO AVANZO DI AMMINISTRAZIONE AL MOD. D - VINCOLATO NON VINCOLATO A ,00 A ,00 A ,00 A ,00 A ,00 P ,00 P ,33 0 P ,63 0 P , ,00 P ,03 0 P ,00 P P P ,00 0 P ,00 0 P ,45 750,00 P ,65 0 P ,07 0 P ,00 P ,00 P , ,00 G , ,00 0 Tot , ,00 AGGR. Z , ,34 totale ,37 DESCRIZIONE DI ATTIVITA E PROGETTI Si procede quindi all esame delle Attività e dei Progetti previsti nel Programma Annuale 2015 mettendo in evidenza le fonti di finanziamento e le previsioni di spesa seppur in fase previsionale e pertanto oggetto di possibili variazioni in corso d opera. Le voci sono espresse analiticamente nelle schede illustrative dei Mod. B. Con le risorse messe a Bilancio la scuola intende garantire, la qualità del servizio scolastico, perseguire le linee programmatiche e gli itinerari didattici - culturali così come proposti dal Piano dell Offerta Formativa che è parte integrante del programma medesimo. Contemporaneamente si propone l obiettivo di favorire le iniziative di un offerta formativa altamente qualificata e rispondente agli specifici e diversificati bisogni della nostra utenza in modo da realizzare più alti livelli di cultura e formazione. 9

14 A01 Funzionamento amministrativo generale aggr./voce attività importo 01/01 Avanzo di amministrazione non vincolato ,00 02/01 Finanziamento Stato Dotazione ordinaria ,14 totale ,14 Tipologia descrizione importo 02 beni di consumo ,52 03 prestazione di servizi da terzi ,00 04 Altre spese 4.142,62 totale ,14 Nel funzionamento amministrativo generale sono comprese le spese per acquisti di materiale di cancelleria, materiale igienico sanitario, assicurazioni, abbonamenti e riviste per l ufficio di segreteria, spese postali, licenze d uso di software, contratti assistenza fotocopiatori ecc. Spese per l adesione alle Reti: AISA BIOTECH e Fattorie Didattiche A02 Funzionamento didattico generale aggr./voce Attività importo 01/01 avanzo amministrazione non vincolato ,00 05/01 Contributi da privati (fam. NON vincolati) ,00 Totale ,00 02 beni di consumo ,00 03 prestazioni di servizi da terzi ,13 04 altre spese 2.000,00 06 Beni d investimento ,87 08 rimborsi vari 5.500,00 Totale ,00 Nel funzionamento didattico generale sono comprese spese per manutenzione delle attrezzature dei laboratori, acquisto di materiale per laboratori, abbonamenti e libri ad uso didattico, gasolio, collaudo annuale, manutenzioni per il pullman d istituto utilizzato per le visite guidate ecc. A03 DI PERSONALE aggr./voce Attività importo 01/01 Avanzo di amministrazione non vincolato 1.300,00 02/01/02 Finanziamento dello Stato per Compenso ai Revisori 2.172,00 Totale 3.472,00 10

15 01/11 Contributi per spese di personale 280,00 04 Altre spese 3.192,00 Totale 3.472,00 In questa aggregazione prevediamo le spese per i Compensi ai Revisori dei Conti e i relativi rimborsi spese. Ulteriori eventuali compensi accessori al personale dipendente non liquidati tramite Cedolino Unico per i quali apporteremo le opportune variazioni. A 4 D INVESTIMENTO aggr./voce Attività importo 01/01 Avanzo di amministrazione non vincolato ,00 Totale ,00 06 beni d investimento ,00 Totale ,00 In questo aggregato sosterremo le spese per materiali, impianti, attrezzature, arredi e accessori per aule e uffici di particolare valore e soggetti ad inventario. A 5 MANUTENZIONE EDIFICI aggr./voce Attività importo 01/01 Avanzo di amministrazione non vincolato ,00 Totale ,00 03 Prestazioni di servizi da terzi manutenzioni ,00 Totale ,00 Utilizzeremo questo aggregato per sostenere le spese di manutenzione dell Istituto Scolastico che necessita di numerosi interventi di ripristino e messa in sicurezza dei locali sia adibiti ad aule, che a corridoi, bagni, laboratori e comunque in generale a tutti gli spazi scolastici.. Si assegnano per il momento risorse della scuola in assenza di assegnazione di fondi da parte dell Ente Proprietario (Provincia), ma che provvederemo ad integrare con opportune variazioni di bilancio non appena saranno comunicati. PROGETTI La realizzazione dei progetti, previsti nel Piano dell Offerta Formativa (n. 16) è conseguente, per buona parte, a quanto già svolto negli scorsi anni anche se l attività è effettuata in classi diverse riprendendo dall inizio il progetto stesso. Questa dinamica permette di utilizzare le attrezzature e i materiali già acquistati. In questo anno finanziario la progettazione è stata presentata dai docenti puntualmente, in modo preciso e articolato per tutte le discipline. Si è provveduto a raggruppare per area alcuni progetti in quanto i loro obiettivi interagiscono negli aspetti didattici. 11

16 Le spese, presentate nei vari progetti, trovano completa copertura finanziaria e comunque si procederà a confluire le risorse in quei progetti che coinvolgono più classi. Eventuali ulteriori fondi che si rendessero necessari nel corso dell anno si provvederà a distribuirli, secondo i criteri sopra descritti, con le opportune variazioni. P 1 AREA AMBIENTALE E CHIMICO-BIOLOGICA ZOOTECNIA E COLTIVAZIONI aggr./voce Descrizione Importo 01/01 Avanzo di amministrazione non vincolato 800,00 05/04 Atri Contributi Vincolati da privati 2.000,00 Totale 2.800,00 Tipologia Descrizione Importo 01/10 Altre Spese di Personale 1.500,00 02/03 beni di consumo 500,00 03/02 Prestazioni Professionali Specialistiche 800,00 Totale 2.800,00 In quest area tematica sono stati raggruppati i sottoelencati Progetti. Alcuni di questi sono senza oneri a carico del Bilancio e prevedono la sola remunerazione degli insegnanti col Fondo d Istituto. Biodiversità delle Specie Agrarie La Birra a Scuola Ingegneria Naturalistica Agricoltura Conservativa Il Catasto Valutatori Bovine da Latte Il Progetto La Birra a scuola è svolto in collaborazione con un esperto esterno col quale si stipula un contratto di collaborazione d opera. Il Progetto Agricoltura Conservativa è svolto in collaborazione con la Ditta Nutri di Mantova con la quale si stipula una convenzione che prevede l erogazione all Istituto di un Contributo di 2.000,00 a sostegno del Progetto stesso. P 2 ALTERNANZA SCUOLA - LAVORO aggr./voce Descrizione Importo 01/02 Avanzo di amministrazione vincolato ,33 totale ,33 Tipologia Descrizione Importo 01/10 Spese di Personale 7.530,33 03/05 Formazione e Aggiornamento 3.016,00 totale ,33 12

17 L Alternanza Scuola/Lavoro 2014/2015 si occupa di formazione e di sviluppo delle competenze nell area tecnica e professionale. Sono stati finanziati i Progetti presentati dalle seguenti Classi: 3^ B 3^ C e 4^ M. Si prevedono spese per Tutors, esperti esterni che cureranno la formazione sulla Sicurezza e per i docenti che hanno curato la Progettazione. Saranno retribuiti su questo Progetto inoltre i docenti referenti per gli stages estivi che saranno finanziati dalla Provincia. P3 ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE IeFP - aggr./voce Descrizione importo 01/02 avanzo di amministrazione vincolato ,63 totale ,63 01/10 Spese di Personale ,63 02/03 Beni di Consumo Materiali e accessori 2.500,00 03/02 Prestazioni Professionali specialistiche 6.100,00 03/05 Formazione e Aggiornamento 1.000,00 totale ,63 IeFP 2014/ consiste in una progettazione di varie attività rivolte al corso Professionale per contrastare la dispersione scolastica. Il finanziamento confluito nell avanzo di amm.ne è erogato dall Ufficio Scolastico Regionale per l Emilia Romagna. P 4 VISITE DIDATTICHE E VIAGGI D ISTRUZIONE aggr./voce Descrizione importo 01/01 Avanzo di amministrazione non vincolato 4.000,00 01/02 Avanzo di amministrazione vincolato (genitori) ,24 05/02 Famiglie Vincolati (Visite e Viaggi d Istruzione) ,00 05/03 Altri non vincolati da Privati (Gruppo Argenta) 1.500,00 totale ,24 01/10 Spese per Rimborsi al personale 2.500,00 03/13 Acquisto servizi da terzi spese per visite e viaggi ,24 d istruzione totale ,24 E previsto, di norma, che in tutte le classi dell istituto si propongano viaggi o visite d istruzione. E stato presentato entro il mese di Dicembre il Piano dei Viaggi d Istruzione che si svolgeranno a partire dal mese di Febbraio e fino ai primi di Maggio. E stata espletata la gara per la scelta dell Agenzia che organizzerà i Viaggi d istruzione in Italia e all Estero. Eventuali costi per l Istituto potrebbero essere rappresentati da contributi erogati a favore di studenti con difficoltà economiche che ne facessero richiesta e per i quali si è messa a disposizione la somma da avanzo non vincolato di 2.500,00 più 1.500,00 da contributo del Gruppo Argenta gestore dei distributori automatici. Le entrate previste da avanzo di amm.ne sono quote già versate in acconto dalle famiglie nel

18 P 5 PREVENZIONE DEL DISAGIO E PROMOZIONE DEL BENESSERE aggr./voce Descrizione importo 01/02 Avanzo di amministrazione vincolato 9.074,03 02/01 Finanz. Dallo Stato Dotazione Ordinaria 5.000,00 totale ,03 01/10 Spese di Personale ,03 02/03 Beni di Consumo 1.000,00 03/02 Prestazioni Specialistiche 2.000,00 totale ,03 Le risorse da avanzo vincolato provengono dal P5/2014 (Progetto Antidispersione 5.621,44) presentato in rete con l Istituto Gobetti di Scandiano e dal P2/2014 (Progetto Tutors ,59). Fanno parte di quest area i seguenti Progetti: FREE STUDENT BOX PROGETTO ANTIDISPERSIONE PROGETTO CONTRO IL BULLISMO (Finanziato dall UPI che pagherà direttamente gli esperti di Pro.di.gio) SOSTEGNO AI RAGAZZI DIVERSAMENTE ABILI Si tratta di progetti di Promozione del benessere. Free Student Box è un attività di sostegno connesse al disagio giovanile e rivolte a studenti, genitori e docenti. I costi previsti sono riferiti ad interventi di esperti esterni ed eventuali rimborsi spese per l attività svolta presso il nostro Istituto da personale psicologo. Il progetto è finanziato con fondi specifici e vincolati. Il Progetto Antidispersione prevede due diversi tipi di interventi: Uno sportello psicologico a disposizione dei ragazzi Corsi di Recupero a sostegno dello svantaggio scolastico Al Sostegno dei Ragazzi diversamente Abili si destinano complessivamente 8.452,59, sia per l acquisto di materiale e sussidi specifici, sia per poter affiancare loro dei tutors scelti tra ragazzi coetanei che instaurando una relazione amicale li possano affiancare e supportare nelle attività scolastiche e in particolare nelle ore pomeridiane per le attività di studio a casa. Il Progetto Tutors non viene più finanziato dalla Provincia di Reggio Emilia come negli anni scorsi, ma considerata la valenza sociale dello stesso si è deciso di continuare a sostenerlo con fondi della scuola. 14

19 P 6 AREA SCIENTIFICA - INFORMATICA E PROMOZIONE DELLE ECCELLENZE aggr./voce Descrizione importo 01/01 avanzo di amministrazione non vincolato 9.000,00 05/01 Contributi Famiglie non vincolati 3.500,00 05/03 Altri Contributi da Privati non vincolati 4.000,00 totale ,00 01/10 Spese di Personale 8.000,00 03/03 Spese per trasferte in Italia 3.000,00 04/02 Adesione a reti di scuole 1.500,00 04/03 Borse di Studio agli studenti 4.000,00 totale ,00 1) Progetto Scienze in Gioco organizzato in rete con gli Istituti Superiori della città che prevede: - Giochi della Chimica - Olimpiadi della Matematica - Olimpiadi delle Scienze Naturali - Olimpiadi della Fisica - Olimpiadi d Informatica Per questo Progetto l Istituto verserà la somma di 1.500,00 al Liceo Aldo Moro di Reggio Emilia il quale provvederà al pagamento dei docenti che prepareranno i ragazzi alla partecipazione alle gare. Parteciperanno soprattutto gli alunni che hanno conseguito i migliori risultati nelle discipline matematiche, fisiche, chimiche e di scienze naturali delle classi del triennio. Altre spese saranno sostenute per l iscrizione alle gare e per le spese di viaggio e trasferta. 2) Progetto AUTOCAD 2D Base Spese per lezioni di potenziamento tenute dal Prof. Francesco Scarpino. Max 20 ore 3) Progetto CAD 2d Spese per lezioni di potenziamento tenute dal Prof. Enzo Barone. Max 20 ore 4) Collaborazione con l Area Informatica Prof. Battini Spese per 300 ore di collaborazione annuale con l area tecnica di informatica. 5) Borse di Studio agli studenti meritevoli Si destinano 4.000,00 dei Contributi erogati dal Forno Betty e dal Gruppo Argenta a favore di Borse di studio da erogare agli studenti più meritevoli. 15

20 P 7 POTENZIAMENTO DIDATTICO MULTIDISCIPLINARE aggr./voce Descrizione importo 02/01 Finanziamento dallo Stato dotaz. ordinaria ,00 05/01 Contributi Famiglie non vincolati 1.000,00 totale ,00 01/10 personale ,00 totale ,00 CERTIFICAZIONE PET (Preliminary English Test) L attività di potenziamento linguistico offre agli studenti l opportunità di migliorare le capacità espressive e ricettive e aumentare la motivazione all apprendimento, acquisendo nel contempo una certificazione. La scuola si fa carico delle spese per la retribuzione del personale insegnante che prepara gli studenti all esame per la certificazione, mentre i ragazzi sosterranno le spese d iscrizione. I contributi versati dai ragazzi saranno accertati con variazione di bilancio secondo gli effettivi studenti interessati all acquisizione della certificazione. POTENZIAMENTO DISCIPLINE oggetto dell esame di Maturità. Si assegnano inoltre risorse per consentire il pagamento degli insegnanti che effettueranno lezioni di potenziamento agli studenti, particolarmente rivolte alle materie oggetto delle prove scritte dell esame di STATO. P 8 RINNOVAMENTO TECNOLOGICO DIDATTICO - AMMINISTRATIVO aggr./voce Descrizione importo 05/02 Famiglie non vincolati da contributo volontario ,00 totale ,00 02/03 Materiali e Accessori ,00 06/03 Beni d investimento Impianti attrezzature Hardware ,00 totale ,00 Si prevede di finanziare con questo progetto le spese per il rinnovo delle strumentazioni dei laboratori di chimica fisica, l installazione della stazione meteorologica, la sistemazione del prefabbricato dell Azienda Agraria. P 9 FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO aggr./voce Descrizione importo 01/02 avanzo di amministrazione vincolato 8.020,00 totale 8.020,00 16

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 2.572,26 02 Vincolato 2.572,26 01 Funzionamento amministrativo e didattico - Dematerializzazione

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale EMILIA ROMAGNA ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE J.

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale EMILIA ROMAGNA ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE J. A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. ENTRATE Voce Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019 02 Finanziamenti dello Stato 23.946,66 01 Dotazione ordinaria 23.946,66 04 Finanziamenti

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. CADUTI DI NASSIRIYA

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. CADUTI DI NASSIRIYA A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 15.000,00 01 Non vincolato 11.602,54 02 Vincolato 3.397,46 02 Finanziamenti dello Stato 1.500,00

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE E SUI RISULTATI CONSEGUITI IN RIFERIMENTO AGLI OBIETTIVI PROGRAMMATI. Esercizio Finanziario 2010

RELAZIONE ILLUSTRATIVA SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE E SUI RISULTATI CONSEGUITI IN RIFERIMENTO AGLI OBIETTIVI PROGRAMMATI. Esercizio Finanziario 2010 Liceo Tecnico Chimica Industriale Meccanica Elettrotecnica e Automazione Elettronica e Telecomunicazioni Istituto Tecnico Industriale Statale Alessandro Volta Via Assisana, 40/E - loc. Piscille - 06087

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 31.551,42 01 Non vincolato 30.426,92 02 Vincolato 1.124,50 02 Finanziamenti dello Stato 52.872,58

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Indice (cliccabile) Premessa Terziarizzazione Regole per la definizione degli organici di ciascun profilo o DSGA o Assistenti Tecnici

Dettagli

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6 54 Distretto Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AD INDIRIZZO MUSICALE De Amicis Baccelli di Sarno (Sa) Sede Legale: Corso G. Amendola, 82 - C.M.: SAIC8BB008 - C.F.:94065840657 E mail:saic8bb008@istruzione.it

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA per il 2011/2012

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA per il 2011/2012 Di cosa si tratta Si tratta della possibilità che ha il personale della scuola di poter partecipare alla "mobilità annuale", e cioè di poter prestare servizio, per un anno, in una scuola diversa da quella

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Ten. R. RIGHETTI 85025 M E L F I (Potenza) Via Galileo Galilei, 11 C.M.: PZIS007006 C.F.: 85000490764. Verbale n.

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Ten. R. RIGHETTI 85025 M E L F I (Potenza) Via Galileo Galilei, 11 C.M.: PZIS007006 C.F.: 85000490764. Verbale n. ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Ten. R. RIGHETTI 85025 M E L F I (Potenza) Via Galileo Galilei, 11 C.M.: PZIS007006 C.F.: 85000490764 Tel. 0972/24479-24480 Fax 0972/24424 e-mail:pzis007006@istruzione.it

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SM43U

STUDIO DI SETTORE SM43U ALLEGATO 3 NOTA TECNICA E METODOLOGICA STUDIO DI SETTORE SM43U NOTA TECNICA E METODOLOGICA CRITERI PER LA COSTRUZIONE DELLO STUDIO DI SETTORE Di seguito vengono esposti i criteri seguiti per la costruzione

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale PUGLIA ISTITUTO COMPRENSIVO RESTA - DE DONATO GIANNINI

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale PUGLIA ISTITUTO COMPRENSIVO RESTA - DE DONATO GIANNINI A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 17.715,12 01 Non vincolato 17.162,78 01 Ecc da FF non vincolati 2.697,58 02 CC famm alunni

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO ISCRIZIONE

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO ISCRIZIONE Gentili genitori entro il 28 febbraio dovete provvedere alla iscrizione dei Vostri figli alla classe successiva. Al momento della iscrizione le famiglie sono chiamate a versare alcune tasse ministeriali

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze VISTO il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, recante approvazione del testo

Dettagli

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico istituto tecnico SETTORE TECNOLOGICO chimica e materiali elettronica e telecomunicazioni informatica meccanica e meccatronica

Dettagli

DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO

DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO Art. 1 Disposizioni generali 1.1. Per gli anni scolastici 1997-98, 1998-99 e 1999-2000, nell'autorizzazione al funzionamento

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

MODULISTICA PER L ESECUZIONE DI PROGETTI. inseriti nel PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA TITOLO

MODULISTICA PER L ESECUZIONE DI PROGETTI. inseriti nel PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA TITOLO Liceo Ginnasio D. A. Azuni Via Rolando, 4 - Sassari Tel 079 235265 Fax 079 2012672 Mail: lcazuni@tin.it Web: http://www.liceoazuni.it MODULISTICA PER L ESECUZIONE DI PROGETTI inseriti nel PIANO DELL OFFERTA

Dettagli

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Che cos è il Bisogno Educativo Speciale? Il Bisogno Educativo Speciale rappresenta

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

CONVENZIONE. Tra. Istituto Comprensivo 22 Alberto Mario

CONVENZIONE. Tra. Istituto Comprensivo 22 Alberto Mario ISTITUTO COMPRENSIVO 22 ALBERTO MARIO Piazza Sant Eframo Vecchio, 130-80137 NAPOLITel. 0817519375FAX: 0817512716 C.M. NAIC8BT00NCodice fiscale 80022520631 e-mail: naic8bt00n@istruzione.it naic8bt00n@pec.istruzione.it

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale EMILIA ROMAGNA LICEO SCIENTIFICO LICEO LEONARDO DA VINCI

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale EMILIA ROMAGNA LICEO SCIENTIFICO LICEO LEONARDO DA VINCI A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE Aggr. Voce Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019 01 Avanzo di amministrazione presunto 50.837,82 02 Vincolato 50.837,82 02 Finanziamenti

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

40133 BOLOGNA (BO) VIA DE CAROLIS 23 C.F. 91153320378 C.M. BOIC808009. ENTRATE Importi. Voce Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017

40133 BOLOGNA (BO) VIA DE CAROLIS 23 C.F. 91153320378 C.M. BOIC808009. ENTRATE Importi. Voce Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. ENTRATE Voce Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 01 Avanzo di amministrazione presunto 15.217,90 02 Vincolato 15.217,90 02 Finanziamenti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA Attesto che il Senato della Repubblica, l 8 luglio 2015, ha approvato, con modificazioni, il seguente disegno di legge, già approvato dalla Camera dei deputati in un testo risultante

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO

Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO FABRIANO 06 MAGGIO 2014 1 Fig 1 Intervento di semina su sodo con

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO Report Progetto ERGO VALUTO SUM PON Valutazione e miglioramento (Codice 1-3-FSE-2009-3) Anno Scolastico 2012-2013 Relatore

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Scheda di lettura del contratto annuale integrativo del 15 luglio 2010. Di cosa si tratta Si tratta della possibilità

Dettagli

NOTIFICA ATTIVITA' CON METODO BIOLOGICO ( * )

NOTIFICA ATTIVITA' CON METODO BIOLOGICO ( * ) REGIONE: Ministero per le Politiche Agricole e Forestali ( MiPAF) A cura dell'ufficio ricevente Prot. del NOTIFICA ATTIVITA' CON METODO BIOLOGICO ( * ) INFORMAZIONI RELATIVE ALLA POSIZIONE NEL SISTEMA

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche Giovanili e la Partecipazione Studentesca LORO SEDI

e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche Giovanili e la Partecipazione Studentesca LORO SEDI Prot. Nr 11636 Vicenza, 25 settembre 2013 Cat.E8 Ai Sigg. Dirigenti Scolastici degli Istituti Superiori di II grado Statali e Paritari della Provincia di Vicenza e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE: LEGGE 12 MARZO 1968, n. 442 (GU n. 103 del 22/04/1968) ISTITUZIONE DI UNA UNIVERSITÀ STATALE IN CALABRIA. (PUBBLICATA NELLA GAZZETTA UFFICIALE N.103 DEL 22 APRILE 1968) URN: urn:nir:stato:legge:1968-03-12;442

Dettagli

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it Indirizzi di studio 1. Meccanica, Meccatronica ed Energia 2. Elettronica ed Elettrotecnica 3. Informatica e Telecomunicazioni

Dettagli

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara PROMECO Progettazione e intervento per la prevenzione Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara Aprile 2006 Premessa Punti di forza, obiettivi raggiunti Elementi su cui

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TM43U ATTIVITÀ 52.46.4 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO

STUDIO DI SETTORE TM43U ATTIVITÀ 52.46.4 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO STUDIO DI SETTORE TM43U ATTIVITÀ 52.46.4 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO Ottobre 2006 PREMESSA L evoluzione dello Studio di Settore SM43U

Dettagli

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 1. Quale è l indirizzo web per la presentazione della domanda di accreditamento? L indirizzo della

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 DATA DI PUBBLICAZIONE DELL ESTRATTO DEL BANDO SULLA GURI: DATA DI SCADENZA

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente Articolo 1 (Principi generali) 1. Ogni persona ha diritto all apprendimento permanente. 2. Per apprendimento permanente si

Dettagli

Tabella di sintesi elaborata dagli uffici senza alcun valore normativo. COOPERATIVE SOCIALI iscritte alla sezione A dell Albo.

Tabella di sintesi elaborata dagli uffici senza alcun valore normativo. COOPERATIVE SOCIALI iscritte alla sezione A dell Albo. CAPO II INVESTIMENTI Acquisto, costruzione, ristrutturazione, ammodernamento ed ampliamento di immobili aziendali Art. 9 comma 1 200.000,00) 200.000,00) Fino al 50% 200.000,00) se LEASING: fino al 40%

Dettagli

IL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE CONTABILE DEGLI ENTI TERRITORIALI EX D.LGS. 118/2011. Elementi innovativi e principali impatti

IL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE CONTABILE DEGLI ENTI TERRITORIALI EX D.LGS. 118/2011. Elementi innovativi e principali impatti IL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE CONTABILE DEGLI ENTI TERRITORIALI EX D.LGS. 118/2011 Elementi innovativi e principali impatti Agenda 1. Il modello contabile previsto dal D.lgs 118/2011 Contesto normativo

Dettagli

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t LEGGE REGIONALE 20 MAGGIO 2014, N. 26 Disposizioni per favorire l accesso dei giovani all agricoltura e contrastare l abbandono e il consumo dei suoli agricoli 2 LEGGE REGIONALE Disposizioni per favorire

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF www.progettoverde.info - pv@ progettover de.i nfo 1 COS E IL PROGETTO INTEGRATO DI FILIERA (PIF) Il progetto integrato

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Comprensivo Statale C. Carminati Via Dante, 4-2115 Lonate Pozzolo (Va) AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI COMMISSIONE

Dettagli

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 -

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 Milano ospiterà l Esposizione Universale dal tema Nutrire il Pianeta, Energia per

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

delle qualifiche professionali in favore dei soggetti provenienti da fuori Regione Piemonte che se

delle qualifiche professionali in favore dei soggetti provenienti da fuori Regione Piemonte che se FAQ REQUISITI PER IL COMMERCIO D: La pratica svolta per 2 anni negli ultimi 5, in qualità di coadiuvante in un attività di commercio al dettaglio di alimentari, può essere riconosciuta valida, ai fini

Dettagli

Il bilancio delle scuole, questo sconosciuto

Il bilancio delle scuole, questo sconosciuto PROGRAMMA EDUCATION FGA WORKING PAPER N. 21 (2/2010) Il bilancio delle scuole, questo sconosciuto Susanna Granello Direttore della rivista «Esperienze amministrative» 1 Fondazione Giovanni Agnelli, 2010

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO v. Marconi, 62 15058 VIGUZZOLO (AL) Tel. 0131/898035 Fax 0131/899322 Voip 0131974289 Mobile 3454738373 E_mail: info@comprensivoviguzzolo.it

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PREMESSA L integrazione è un processo di conoscenza di sé e dell altro, di collaborazione all interno della classe finalizzato a creare le migliori condizioni

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP SCUOLA PRIMARIA PARITARIA SCUOLA PRIMARIA PARITARIA via Camillo de Lellis, 4 35128 Padova tel. 049/8021667 fax 049/850617 e-mail: primaria@donboscopadova.it website: www.donboscopadova.it GRUPPO DI LAVORO

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

Attività e tempi Individuazione dei parametri di accesso SI Pubblicazione bando Acquisizione /verifica /accettazione domande

Attività e tempi Individuazione dei parametri di accesso SI Pubblicazione bando Acquisizione /verifica /accettazione domande NARDÒ SOCIALE Nel 2012 si sono dettate le linee guida per l attivazione della social card da attuarsi nel 2013 con lo scopo di andare incontro alle famiglie meno abbienti fornendo generi di prima necessità

Dettagli