Professionalità, consapevolezza e accoglienza: fattori strategici per lo sviluppo del turismo nel Lazio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Professionalità, consapevolezza e accoglienza: fattori strategici per lo sviluppo del turismo nel Lazio"

Transcript

1 Professionalità, consapevolezza e accoglienza: fattori strategici per lo sviluppo del turismo nel Lazio Realizzato dall EURES Ricerche Economiche e Sociali in collaborazione con ATLAZIO Agenzia Regionale per la promozione turistica di Roma e del Lazio SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI Roma, 29 gennaio 2010 Per maggiori informazioni contattare l Ufficio Stampa dell EURES Fax

2 L analisi di scenario I turisti nel Lazio: nel 2009 segnali di ripresa - Nel corso del 2009 riprendono a crescere i flussi turistici, dopo un anno di flessione legata alla negativa congiuntura economica internazionale. Nel secondo semestre 2009 nella provincia di Roma (che raccoglie circa il 90% dei flussi turistici regionali) si rileva infatti una crescita del 2,5% degli arrivi turistici che segue la forte flessione del primo semestre (-5,2%; fonte EBTL); tale ripresa ha consentito di chiudere il 2009 con una flessione più contenuta degli arrivi (-1,2%) e delle presenze (-1,8%). Estendendo l osservazione all intera regione, le stime realizzate dall Eures, indicano un calo degli arrivi e delle presenze pari rispettivamente dell 1,1% e dell 1,4% (-3% e -3,4% nel 2008). Nelle altre province si rileva per il 2008 (ultimo anno per il quale sono disponibili i dati; fonte APT) una flessione a Frosinone (-1,6% gli arrivi e -5,9% le presenze), a Viterbo (-1% e - 10,9%) e a Rieti (-7,3% e -18,8%), mentre risulta in forte crescita Latina (+6,4% e +4,1%). Il Lazio tra le grandi regioni turistiche europee - Il Lazio, con 13,2 milioni di arrivi e 34,4 milioni di presenze (dati Ebtl 2008), si colloca al terzo posto dopo la regione di Parigi (Ile de France), con 32,5 milioni e 67,5 milioni (fonte Eurostat) e di Londra (14,8 milioni e 48,8 milioni) evidenziando una elevata competitività nel panorama delle principali regioni metropolitane europee. Decisamente più contenuti sono, infatti, i flussi turistici a Madrid (9,7 milioni gli arrivi e 18,9 milioni le presenze), Berlino (7,9 e 17,8 milioni), Vienna (4,6 e 10,2 milioni) e Atene (3,4 e 7,3 milioni). Il Lazio registra inoltre una crescita molto superiore a quella media dell UE 15, conquistando crescenti quote di mercato; tra il 1997 e il 2007 il Lazio presenta, infatti, un incremento del 37,7% per gli arrivi e del 52,4% per le presenze, a fronte di variazioni pari a +36,6% e a +27,1% nell area UE 15. È utile inoltre considerare che l offerta turistica del Lazio si inserisce in un contesto nazionale di maggiore competitività, caratterizzato dalla presenza di numerosi poli turistici di rilevanza internazionale (quali Venezia, Firenze, ecc.); la quota del mercato turistico nazionale raccolta dal Lazio (11,3% degli arrivi totali) si attesta quindi su valori molto inferiori a quelli dei suoi principali competitors europei, quali, appunto, Parigi (26,1%), Atene (22,1%), Londra (17,4%) e Vienna (15,3%), risultando superiore soltanto a Madrid (9,7%) e Berlino (6%). Al Lazio il primato in Italia per internazionalizzazione - Il Lazio presenta il primato nazionale per indice di internazionalizzazione turistica, con una incidenza delle presenze straniere su quelle complessive pari al 66,2% (43,4% in Italia; anno 2007 fonte Istat). Al secondo posto si colloca il Veneto (58,7%), che tuttavia rappresenta la prima regione in termini di presenze turistiche, sia totali (61,5 milioni), sia straniere (36,1 milioni), cui seguono il Trentino Alto Adige (53,6%), la Lombardia (51,6%) e la Toscana (47,9%). Inoltre è interessante rilevare come negli ultimi 5 anni il peso della componente straniera sia fortemente aumentato nel Lazio (+10 punti, dal 56,2% al 66,2%) a fronte di una crescita più contenuta a livello nazionale (+2,9 punti), evidenziando la capacità del sistema turistico regionale di intercettare la crescita della domanda estera. La centralità del turismo nell economia regionale - Nel Lazio il turismo, con quasi 10 mila imprese (tra esercizi ricettivi, agenzie di viaggio e tour operator) e 160 mila addetti (secondo le stime più alte), pari al 10% del totale industria e servizi (8,8% in Italia) rappresenta, dopo il commercio, uno dei principali comparti occupazionali della regione. In termini di imprenditorialità il settore risulta molto dinamico registrando nell ultimo quinquennio ( ) un aumento del 69,9% delle strutture ricettive. Anche sul fronte dell offerta il sistema turistico regionale presenta una importante dinamica di crescita, con un aumento nell ultimo quinquennio del 16,1% dei posti letto nelle strutture ricettive (+24,3% nelle strutture complementari e +10,1% in quelle alberghiere), accompagnato da un significativo incremento delle agenzie di viaggio e tour operator (+33,4%). La centralità della risorsa turistica per l economia regionale trova infine conferma nella crescita dei consumi dei turisti stranieri (+16,6% tra il 2005 e il 2008), che hanno raggiunto nell ultimo anno un valore complessivo pari a 5,3 miliardi di euro, contribuendo positivamente alla crescita della domanda finale interna. 2

3 L indagine campionaria Indagine realizzata dall Eures Ricerche Economiche e Sociali di Roma, su committenza di ATLazio, attraverso la somministrazione telefonica di 403 questionari ad un campione casuale di imprese turistiche del Lazio, stratificato per provincia in cui opera l impresa e per tipologia di struttura turistica; periodo di rilevazione 15 dicembre gennaio 2010; errore campionario del 4,8% ad un livello di fiducia pari al 95%. Il turismo risorsa principale dell economia e dei territori del Lazio L importanza strategica del turismo per lo sviluppo regionale è diffusamente avvertita dal campione, che nel 31,5% dei casi lo considera quale principale risorsa del territorio e nel 58,6% una risorsa comunque importante (solo il 5,5% non gli riconosce tale valore). La maggioranza del campione (53,1%) afferma inoltre che i benefici del turismo ricadono trasversalmente su tutto il territorio (imprese, cittadini, Istituzioni), mentre una quota più contenuta ne attribuisce i benefici al solo sistema delle imprese turistico-ricettive (36%) e commerciali e di servizi (23,8%); inferiori le citazioni relative alle Istituzioni (5,5% per il Comune, 2,2% per la Provincia, 2% per Stato Italiano e 1,7% per la Regione) i cui investimenti producono, evidentemente, benefici di sistema non sempre adeguatamente percepiti dagli operatori del settore. Coerentemente, secondo l 84,1% degli intervistati nessun soggetto subisce effetti negativi dalla forte presenza turistica, anche se una quota non trascurabile del campione (il 10,9%) ritiene che siano soprattutto i cittadini residenti a subirne gli effetti negativi (un valore che sale al 13,8% a Roma). Promozione, marketing e qualità dell offerta i fattori strategici per il successo del settore Secondo il campione intervistato, il successo dell economia turistica regionale dipende in primo luogo dagli investimenti in promozione e marketing (25,3%) e dalla qualità delle strutture e dei servizi offerti (24,6%), capaci di condizionare l andamento della domanda più delle stesse dinamiche internazionali (15,9%), della capacità di accoglienza del turista-cliente (15,9%) e dell immagine degli Stati e dei territori ospitanti (14,6%). La centralità degli investimenti in promozione e marketing è avvertita principalmente dalle imprese di Frosinone (con il 38,7% delle citazioni) e Rieti (30,8%), ricevendo un numero inferiore di citazioni a Latina (26,8%), Viterbo (25%) e Roma (22,8%) dove è invece la qualità delle strutture e dei servizi offerti a risultare prioritaria (con il 24,4% delle citazioni a Roma e il 33,3% a Viterbo). Anche per gli esercizi alberghieri la qualità di strutture e servizi è considerata un fattore determinante nel 30,7% dei casi (a fronte del 18,5% tra le strutture complementari e del 25,7% tra gli altri servizi ), mentre gli esercizi complementari, che si caratterizzano per la capacità di accoglienza e ospitalità, evidenziano l importanza di tale fattore nel 22,9% dei casi (contro il 9,5% tra le strutture alberghiere e il 13,8% tra le altre imprese). Le imprese si promuovono: alte professionalità e competenze per rispondere alla domanda turistica - La maggioranza delle strutture turistiche promuove a pieni voti le competenze professionali di cui dispone, evidenziando una generale consapevolezza della propria capacità di affrontare il mercato, pur in presenza di non marginali aree di criticità: se la quasi totalità degli alberghi a 4-5 stelle (92,9%) vanta un livello di competenze elevato, tale quota scende al 51,3% tra gli alberghi a 2-3 stelle e al 47,2% tra le strutture complementari. Generalmente soddisfatti delle proprie competenze professionali anche i tour operator (73,1%) e gli altri servizi turistici (70,6%), mentre nei tourist office e nelle pro loco è più alta la domanda di integrazione delle competenze disponibili (giudicate elevate nel 37,1% dei casi e sufficienti nel 56,1%). A livello territoriale, la quota delle aziende che afferma di disporre di un livello di professionalità elevato sale al 65,4% tra quelle di Roma, seguite da quelle di Latina (53,3%), Frosinone (40,9%), Rieti (39,7%) e Viterbo (32,7%), evidenziando uno stretto rapporto tra competenze aziendali e vocazione turistica dei territori. 3

4 Tra le alte competenze citate, le imprese turistiche del Lazio rivendicano in primo luogo la conoscenza del territorio e delle risorse locali (definita elevata dal 73,7%); seguono le competenze relazionali (elevate per il 59,3%) e le capacità tecnico-operative (55,6%); maggioritaria anche la quota delle aziende in possesso di elevate competenze linguistiche (52,6%), informatiche (51,4%) e commerciali (50,6%). Il 52,4% del campione ritiene inoltre che lo standard qualitativo dei prodotti e dei servizi offerti dalle imprese turistiche del Lazio risulti in linea con la media italiana; tuttavia quanti percepiscono un offerta qualitativamente inferiore (22,8%), prevalgono su quelli di opinione contraria (16,6%). Turismo e formazione: un binomio diffuso e positivo tra le imprese del Lazio - Oltre la metà delle imprese turistiche intervistate (50,1%) afferma di aver partecipato negli ultimi tre anni a uno o più corsi di formazione (29,5% abitualmente e 20,6% eccezionalmente). Proiettando il dato sull intero universo delle imprese turistiche del Lazio l adesione alla formazione avrebbe coinvolto oltre 5 mila imprese turistiche negli ultimi tre anni. La più alta adesione alla formazione si rileva tra gli alberghi a 4-5 stelle (76,3%); seguiti da quelli a 2-3 stelle (66,7%), dai tour operator (64,1%) e dagli agriturismi (47,6%), uniche strutture complementari a presentare un ricorso elevato alla formazione, che coinvolge infatti soltanto parzialmente gli affitta camere (19,2%), i B&B (23,1%), i campeggi/villaggi turistici (24,1%) e le case per ferie (33,3%). Gli intervistati esprimono inoltre una generale soddisfazione per le attività formative seguite, ritenute valide in termini di ritorno per l azienda nella quasi totalità dei casi (93,1%). Oltre 1 intervistato su 2 (51,9%) dichiara inoltre di aver letto abitualmente nell ultimo anno riviste e informazioni di settore; il 42,2% si è confrontato abitualmente con esperti/consulenti di settore e il 34% ha letto più di un libro sulla propria professione. Non marginale anche la partecipazione ricorrente a dibattiti, incontri e seminari (27,5%) e a forum/dibattiti on line (17,6%). Fare sistema per continuare a crescere - Il 43,4% degli intervistati ritiene che per migliorare l economia turistica regionale occorra sostenere la collaborazione e le sinergie tra imprese e territori; il 23,1% punterebbe sui territori non ancora valorizzati e il 13,6% sui comuni con maggiori potenzialità e a più alta vocazione turistica. Soltanto il 10,4% scommetterebbe sul recupero dei territori che hanno perso attrattività. Sono le imprese della provincia di Viterbo ad auspicare un sostegno maggiore ai territori non ancora sufficientemente valorizzati (41,7% delle citazioni), seguite dalle imprese della provincia di Rieti (38,5%) e Frosinone (25,8%), con scarti significativi su Latina (17,9%) e Roma (19,7%). In quest ultima la proposta di sostenere i territori a più alta vocazione riceve il maggior gradimento (18,9% delle citazioni, che sale al 26,4% nel solo comune di Roma). L indicazione prevalentemente emersa risulta coerente con una percezione diffusa tra le imprese della scarsa capacità dell economia turistica regionale di fare sistema (49,6% delle citazioni). Il turismo del Lazio è sul web - Quasi 9 imprese turistiche del Lazio su 10 possiedono un sito web (87,6%), circa il 70% utilizza siti web istituzionali (68,2%) o privati nazionali (68,5%) dedicati all incontro tra domanda e offerta turistica e oltre la metà (56,3%) è presente anche su motori di ricerca internazionali. È la quasi totalità delle strutture alberghiere a disporre di un sito web aziendale (94,9%) e a utilizzare motori di ricerca nazionali (86,9%) e internazionali (90,5%). Consolidati anche tra le strutture complementari il ricorso al sito web aziendale (87,9%) e la presenza sui siti web istituzionali o privati nazionali (69,4%), mentre scende la reperibilità nei siti internazionali (43,3%). Costitutivi dell offerta turistica anche i servizi di prenotazione on line, utilizzati dalla quasi totalità degli alberghi (95,6%) e dal 79,6% delle strutture complementari, che raccolgono una quota sempre più significativa della clientela (30,6%, che sale al 49,6% tra gli alberghi, attestandosi al 26,7% tra le strutture complementari). 4

5 L impegno delle imprese per la qualità e la tutela del turista - Oltre i due terzi delle imprese intervistate (il 75,7%) si dichiara molto o abbastanza d accordo ad istituire un garante o difensore civico del turista e l 81,9% a realizzare una carta etica di accoglienza del turista; consensi ancora maggiori raccoglie la proposta dell assegnazione di un marchio regionale di qualità alle imprese meritevoli, con la quale concordano (molto o abbastanza) circa 9 intervistati su 10 (l 86,6%). Le indicazioni degli intervistati confermano dunque come gli interventi regionali (che prevedono sia la realizzazione della carta etica, sia l assegnazione del marchio regionale di qualità alle imprese meritevoli) si concentrino su ambiti ritenuti importanti e necessari dalle stesse imprese turistiche e, allo stesso tempo, evidenziano come la tutela del sistema comporti anche la tutela dei singoli operatori. Sono soprattutto le strutture complementari a condividere la proposta di istituire un difensore civico del turista (79,6% delle adesioni), fortemente apprezzata anche dai responsabili delle strutture alberghiere (77,3%); analogamente sono le strutture complementari a raccogliere con maggiore entusiasmo la proposta di assegnare un marchio regionale di qualità alle imprese meritevoli (87,9%, a fronte dell 84,7% tra le strutture alberghiere), evidenziando come sia sempre più difficile per le imprese meritevoli riuscire ad emergere in un mercato polverizzato come quello turistico, senza il riconoscimento e il supporto di misure e strumenti adeguati. I cittadini laziali? Accoglienti e disponibili. Ma non tutti rispettano i turisti Il giudizio dei turisti sui cittadini laziali (riportato dai responsabili delle imprese del settore) delinea una realtà caratterizzata da un elevato livello di accoglienza e ospitalità: l 83,1% delle imprese intervistate dichiara infatti che i turisti hanno giudicato i cittadini laziali accoglienti/disponibili, a fronte del 9,4% che li definisce distaccati/indifferenti e l 1,5% infastiditi/ostili. Non mancano tuttavia nel vissuto del turista esperienze o episodi negativi, riportati dal 43,4% delle imprese intervistate e riferibili principalmente ai disservizi dei trasporti pubblici (49,1% delle indicazioni), ai comportamenti scorretti degli esercizi commerciali (27,4%), ricettivi (14,3%), dei cittadini residenti e dei taxi (8% in entrambi i casi); non marginali anche i disservizi nei luoghi di interesse turistico (17,1%), o le carenze degli uffici turistici (15,4%). Sono gli operatori romani a riferire più frequentemente comportamenti legati ad un approccio scorretto verso i turisti, si tratta di episodi negativi, spesso portati alla luce e stigmatizzati anche dai mass media, quali i comportamenti scorretti da parte degli esercizi commerciali (il 33% delle imprese turistiche della Capitale segnala tali episodi tra quelli riportati dalla propria clientela, rispetto al 21% degli altri comuni); consistenti anche le denunce di furti o borseggi (16% rispetto al 2,5%) e i comportamenti scorretti da parte dei servizi di taxi, quali l abusivismo e le tariffe maggiorate (11,7%, rispetto al 3,7% negli altri comuni). Più frequenti, al di fuori del territorio romano, risultano gli episodi relativi ad una scarsa organizzazione turistica e ad una offerta qualitativamente inferiore quali i disservizi nei luoghi di interesse turistico (19,8% delle indicazioni rispetto all 11,7% della Capitale). 5

superiore verso gli esercizi complementari, le cui quote di mercato risultano comunque largamente inferiori a quelle degli alberghi, che raccolgono

superiore verso gli esercizi complementari, le cui quote di mercato risultano comunque largamente inferiori a quelle degli alberghi, che raccolgono 13. Turismo Il turismo nel comune di Roma si conferma uno dei principali assi di sviluppo del territorio, costituendo, all interno del sistema economico e sociale, un elemento centrale di crescita, che

Dettagli

ENTE BILATERALE TURISMO Della Regione Lazio OSSERVATORIO DEL MERCATO DEL LAVORO NEL SETTORE TURISTICO

ENTE BILATERALE TURISMO Della Regione Lazio OSSERVATORIO DEL MERCATO DEL LAVORO NEL SETTORE TURISTICO ENTE BILATERALE TURISMO Della Regione Lazio OSSERVATORIO DEL MERCATO DEL LAVORO NEL SETTORE TURISTICO 1 Rapporto 2007 sulla occupazione nelle imprese ricettive, di viaggi e di ristorazione della Provincia

Dettagli

L attività congressuale del 2010

L attività congressuale del 2010 1 L attività congressuale del 2010 Per la città e la provincia di Firenze il turismo congressuale rappresenta uno dei segmenti di maggiore interesse, sia per la spesa media del turista congressuale che

Dettagli

Direzione del Rapporto: Fabio Piacenti. Gruppo di ricerca:

Direzione del Rapporto: Fabio Piacenti. Gruppo di ricerca: Direzione del Rapporto: Fabio Piacenti Gruppo di ricerca: Daniela De Francesco Valentina Piacentini Luca Rondini Matteo Valido Viviana Vassura Chiara Vultaggio 2 Indice Introduzione Pag. 4 Sezione I Analisi

Dettagli

CREDITO E SVILUPPO delle PMI nel Lazio: opportunità, vincoli e proposte per il sistema regionale

CREDITO E SVILUPPO delle PMI nel Lazio: opportunità, vincoli e proposte per il sistema regionale CREDITO E SVILUPPO delle PMI nel Lazio: opportunità, vincoli e proposte per il sistema regionale Realizzato dall EURES Ricerche Economiche e Sociali in collaborazione con il Consiglio Regionale dell Economia

Dettagli

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio C E N S I S Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio III Quadrimestre 2008 Monitor Lazio è promosso dall Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

L INTERAZIONE MEDICO-INFERMIERE NELLE STRUTTURE SANITARIE. Esperienza e vissuto dei medici italiani. Sintesi dei principali risultati

L INTERAZIONE MEDICO-INFERMIERE NELLE STRUTTURE SANITARIE. Esperienza e vissuto dei medici italiani. Sintesi dei principali risultati L INTERAZIONE MEDICO-INFERMIERE NELLE STRUTTURE SANITARIE Esperienza e vissuto dei medici italiani Sintesi dei principali risultati Ottobre 2014 Eures Ricerche Economiche e Sociali IPASVI METODOLOGIA Indagine

Dettagli

Il turismo e l immagine della Brianza

Il turismo e l immagine della Brianza Il turismo e l immagine della Brianza Sistema delle imprese, flussi turistici e percezione del territorio A cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza Luglio 2011 I numeri del

Dettagli

Percorsi e storie d impresa a Roma

Percorsi e storie d impresa a Roma Percorsi e storie d impresa a Roma Esperienze, valutazioni e prospettive degli imprenditori stranieri Sintesi dei principali risultati Indagine realizzata attraverso la somministrazione telefonica o diretta

Dettagli

1 Rapporto dell Osservatorio Nazionale sul Turismo

1 Rapporto dell Osservatorio Nazionale sul Turismo 1 Rapporto dell Osservatorio Nazionale sul Turismo a cura di Flavia Maria Coccia Direzione Operativa Isnart Unioncamere Roma, 14 luglio 2011 www.isnart.it 1 L occupazione delle camere nelle imprese ricettive

Dettagli

Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010

Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010 Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010 L Osservatorio TCI sul Turismo Scolastico Perché? L idea di costituire un Osservatorio sul Turismo

Dettagli

La valenza strategica del turismo. Economia, immagine e promozione della regione Lazio

La valenza strategica del turismo. Economia, immagine e promozione della regione Lazio La valenza strategica del turismo Economia, immagine e promozione della regione Lazio Giugno 2009 Direzione del Rapporto Fabio Piacenti Coordinamento Viviana Vassura Hanno collaborato Daniela De Francesco

Dettagli

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N N O 2 0 0 8 R A P P O R TO A N N U A L E 2 0 0 8 1. L andamento del mercato

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Osservatorio turistico della regione Sardegna LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Ottobre 2012 A cura di La performance di vendita delle imprese del ricettivo Periodo di riferimento:

Dettagli

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI Giuseppe Ricciuti. Roma, 10 giugno 2010 Lo Scenario: La recente crisi economico finanziaria che ha colpito l Italia, ha prodotto

Dettagli

R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 0

R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 0 A N A L I S I D E L L A D O M A N D A T U R I S T I C A N E G L I E S E R C I Z I A L B E R G H I E R I D I R O M A E P R O V I N C I A A N N O 2 0 1 0 R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 0 1. L andamento

Dettagli

VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1

VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1 VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1 Secondo i dati forniti dall Eurostat, il valore della produzione dell industria agricola nell Unione Europea a 27 Stati Membri nel 2008 ammontava a circa 377 miliardi

Dettagli

su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Fare banca per bene.

su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Fare banca per bene. EDIZIONE osservatorio UBI Banca su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Gennaio 2012 con il contributo scientifico di Fare banca

Dettagli

MONITORAGGIO DEI FLUSSI TURISTICI IN PROVINCIA DI LUCCA

MONITORAGGIO DEI FLUSSI TURISTICI IN PROVINCIA DI LUCCA MONITORAGGIO DEI FLUSSI TURISTICI IN PROVINCIA DI LUCCA Stagione estiva 2003 settembre 2003 Previsioni ottobre-novembre 2003 MONITORAGGIO PROVINCIALE SULL'ANDAMENTO DEI FLUSSI TURISTICI NELLA STAGIONE

Dettagli

Congressi: il punto di vista dalle associazioni MEETINGCONSULTANTS

Congressi: il punto di vista dalle associazioni MEETINGCONSULTANTS Congressi: il punto di vista dalle associazioni Le associazioni protagoniste della meeting industry All interno della meeting industry internazionale le associazioni suscitano grande interesse in quanto

Dettagli

SCHEDE MERCATO BRASILE

SCHEDE MERCATO BRASILE SCHEDE MERCATO BRASILE Dicembre 2011 in collaborazione con Sommario Quadro d insieme... 1 Il mercato turistico brasiliano... 3 Conclusioni... 11 Nota metodologica... 12 Quadro d insieme Caratteristiche

Dettagli

Executive Summary Rapporto 2011/2012

Executive Summary Rapporto 2011/2012 Executive Summary Rapporto 2011/2012 In collaborazione con Anticipazione dei risultati Dati macro Il settore del Management Consulting rappresenta un mercato molto frammentato, dove sono presenti circa

Dettagli

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N N O 2 0 0 9 R A P P O R TO A N N U A L E 2 0 0 9 1. L andamento del mercato

Dettagli

L IMPATTO ECONOMICO POTENZIALE DI MATERA 2019. Direttore Generale SRM Massimo Deandreis

L IMPATTO ECONOMICO POTENZIALE DI MATERA 2019. Direttore Generale SRM Massimo Deandreis L IMPATTO ECONOMICO POTENZIALE DI MATERA 2019 Direttore Generale SRM Massimo Deandreis MATERA 2019: POSSIBILI RICADUTE SULL ECONOMIA LOCALE 30 Giugno 2015 Agenda La struttura e le dinamiche dell economia

Dettagli

ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA

ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA 1. L andamento generale negli alberghi della Provincia di Roma 2. L'andamento

Dettagli

ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA

ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA 1. L andamento generale negli alberghi della Provincia di Roma 2. L'andamento

Dettagli

Attrattività, performance e potenzialità della Sicilia turistica

Attrattività, performance e potenzialità della Sicilia turistica Attrattività, performance e potenzialità della Sicilia turistica Ricerca di marketing sull attrattività turistica della Sicilia Presentazione dei risultati della ricerca Palermo, 11 luglio 2014 Obiettivi

Dettagli

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010 AICEB (Associazione Italiana Centri Benessere) IL MERCATO DEL BENESSERE: IMPRESE E SERVIZI OFFERTI* Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione Rimini Wellness, 14 Maggio

Dettagli

ROMA, IL TURISMO E LA RIVOLUZIONE DIGITALE

ROMA, IL TURISMO E LA RIVOLUZIONE DIGITALE ROMA, IL TURISMO E LA RIVOLUZIONE DIGITALE sintesi per la stampa 30 ottobre 2013 La rivoluzione digitale cambia completamente il modello di business dell industria dell ospitalità. In pochi anni, grazie

Dettagli

Executive summary. Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia. Febbraio 2013

Executive summary. Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia. Febbraio 2013 Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive summary Febbraio 2013 1 Finalità dell Osservatorio 3 Contenuto e metodologia dell indagine 3 Composizione del campione

Dettagli

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE OSSERVATORIO NAZIONALE IMMIGRATI E CASA 9 RAPPORTO LUGLIO 2012 VIA LORENZO MAGALOTTI, 15 00197 ROMA TEL. 06/8558802 FAX 06/84241536 E' in corso

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Comunicato stampa RISULTATI DEL 1 SEMESTRE DEL GRUPPO CARIPARMA FRIULADRIA Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Utile Netto

Dettagli

I I passeggeri Low Cost dell Aeroporto Internazionale di Pisa A cura di

I I passeggeri Low Cost dell Aeroporto Internazionale di Pisa A cura di I I passeggeri Low Cost dell Aeroporto Internazionale di Pisa A cura di Alessandro Tortelli Direttore Scientifico Centro Studi Turistici di Firenze Via Piemonte 7 50145 Firenze Tel 055 3438733-055 3438726

Dettagli

La qualità dell offerta turistica di Roma: comportamenti ed esperienza di viaggio dei turisti stranieri

La qualità dell offerta turistica di Roma: comportamenti ed esperienza di viaggio dei turisti stranieri La qualità dell offerta turistica di Roma: comportamenti ed esperienza di viaggio dei turisti stranieri Comunicato Stampa/Sintesi (1) I turisti stranieri, ricchezza della Capitale: 5,4 miliardi la spesa

Dettagli

Progetto di mappatura della Filiera Tessile Pratese

Progetto di mappatura della Filiera Tessile Pratese in collaborazione con: Progetto di mappatura della Filiera Tessile Pratese Indagine sulla tessitura conto terzi RICERCA SULLA FILIERA TESSILE DEL DISTRETTO PRATESE Indagine sulle aziende di tessitura conto

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Ottobre 2011 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro

Dettagli

7.2 Indagine di Customer Satisfaction

7.2 Indagine di Customer Satisfaction 7.2 Indagine di Customer Satisfaction Il campione L indagine è stata condotta su un campione a più stadi di 795 clienti TIEMME SpA (errore di campionamento +/ 2%) rappresentativo della popolazione obiettivo,

Dettagli

A N A L I S I D E L L A D O M A N D A T U R I S T I C A N E G L I E S E R C I Z I A L B E R G H I E R I D I R O M A E P R O V I N C I A

A N A L I S I D E L L A D O M A N D A T U R I S T I C A N E G L I E S E R C I Z I A L B E R G H I E R I D I R O M A E P R O V I N C I A A N A L I S I D E L L A D O M A N D A T U R I S T I C A N E G L I E S E R C I Z I A L B E R G H I E R I D I R O M A E P R O V I N C I A Ma g g i o 2 0 0 3 di G i u s e p p e A i e l l o 1. L andamento

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA ANALISI DEI COMPORTAMENTI DELLA DOMANDA TURISTICA NAZIONALE E INTERNAZIONALE

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA ANALISI DEI COMPORTAMENTI DELLA DOMANDA TURISTICA NAZIONALE E INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA ANALISI DEI COMPORTAMENTI DELLA DOMANDA TURISTICA NAZIONALE E INTERNAZIONALE Le vacanze dei liguri 2008 - Abstract Aprile 2009 A cura di Sommario Premessa... 3 Le vacanze

Dettagli

I flussi turistici a Milano e Provincia Prime evidenze anno 2009. Provincia di Milano Osservatorio Turismo 1

I flussi turistici a Milano e Provincia Prime evidenze anno 2009. Provincia di Milano Osservatorio Turismo 1 I flussi turistici a Milano e Provincia Prime evidenze anno 2009 Provincia di Milano Osservatorio Turismo 1 Arrivi e presenze a Milano e Provincia I dati dell Osservatorio della Provincia di Milano, che

Dettagli

LA MONTAGNA COME LUOGO DELL ACCESSIBILITA PER PERSONE CON DIVERSE ABILITA

LA MONTAGNA COME LUOGO DELL ACCESSIBILITA PER PERSONE CON DIVERSE ABILITA LA MONTAGNA COME LUOGO DELL ACCESSIBILITA PER PERSONE CON DIVERSE ABILITA L ACCADEMIA DELLA MONTAGNA, CON IL COMITATO MONDIALI DELLA VALLE DI FIEMME E L APT LOCALE, PROMUOVE IL PROGETTO PILOTA FIEMME ACCESSIBILE

Dettagli

Piano Territoriale Provinciale di Catania (ex art.12 L.R.9/86) RELAZIONE GENERALE DELLO SCHEMA DI MASSINA.

Piano Territoriale Provinciale di Catania (ex art.12 L.R.9/86) RELAZIONE GENERALE DELLO SCHEMA DI MASSINA. 4.1.7. L ATTIVITÀ TURISTICA. Secondo le stime del World Travel and Tourism Council, l industria dei viaggi e del turismo diventerà, a breve termine, la prima industria mondiale sia in termini di fatturato

Dettagli

7.2 Indagine di Customer Satisfaction

7.2 Indagine di Customer Satisfaction 7.2 Indagine di Customer Satisfaction Il campione L indagine è stata condotta su un campione a più stadi di 373 clienti di Tiemme Spa sede operativa di Piombino (errore di campionamento +/- 2%) rappresentativo

Dettagli

L'immagine del Sud Italia nel mondo: i risultati di una indagine demoscopica del Dipartimento per le Politiche di Sviluppo presso gli operatori

L'immagine del Sud Italia nel mondo: i risultati di una indagine demoscopica del Dipartimento per le Politiche di Sviluppo presso gli operatori 1 L INDAGINE Nel giugno 2003, il Servizio per le politiche dei Fondi strutturali comunitari del Dipartimento per le politiche di sviluppo del Ministero dell Economia e delle Finanze ha affidato, a seguito

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2011. 17 luglio 2012. INCIDENZA DI POVERTÀ RELATIVA PER RIPARTIZIONE GEOGRAFICA. Anni 2008-2011, valori percentuali

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2011. 17 luglio 2012. INCIDENZA DI POVERTÀ RELATIVA PER RIPARTIZIONE GEOGRAFICA. Anni 2008-2011, valori percentuali 17 luglio 2012 Anno 2011 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2011, l 11,1% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 8.173 mila persone) e il 5,2% lo è in termini assoluti (3.415 mila).

Dettagli

CAPITOLO 3 CARATTERISTICHE, DIMENSIONI E TENDENZE DEL MERCATO TURISTICO ROMANO

CAPITOLO 3 CARATTERISTICHE, DIMENSIONI E TENDENZE DEL MERCATO TURISTICO ROMANO CAPITOLO 3 CARATTERISTICHE, DIMENSIONI E TENDENZE DEL MERCATO TURISTICO ROMANO 145 Rapporto 2004/2005 sull economia romana 3.1 Dimensioni e struttura dell offerta turistica La crescente e generalizzata

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI OSSERVATORIO MPMI REGIONI LE MICRO, PICCOLE

Dettagli

OSSERVATORIO PERMANENTE

OSSERVATORIO PERMANENTE DIPARTIMENTO DI SCIENZE STATISTICHE PAOLO FORTUNATI UNIVERSITÀ DI BOLOGNA ALMA MATER STUDIORUM OSSERVATORIO PERMANENTE SUL TRASPORTO CAMIONISTICO IN INTERPORTO BOLOGNA INDAGINE CONGIUNTURALE - I SEMESTRE

Dettagli

Agenzie tradizionali e web: tutti i numeri della promocommercializzazione

Agenzie tradizionali e web: tutti i numeri della promocommercializzazione 1 di 5 20/02/2013 22.11 prima pagina chi siamo Agenzie tradizionali e web: tutti i numeri della promocommercializzazione All interno di un quadro economico caratterizzato da una forte pressione e competitività

Dettagli

IL TURISMO IN PROVINCIA DI COMO NEL PERIODO MAGGIO OTTOBRE 2015. GLI EFFETTI DI EXPO MILANO 2015

IL TURISMO IN PROVINCIA DI COMO NEL PERIODO MAGGIO OTTOBRE 2015. GLI EFFETTI DI EXPO MILANO 2015 IL TURISMO IN PROVINCIA DI COMO NEL PERIODO MAGGIO OTTOBRE 2015. GLI EFFETTI DI EXPO MILANO 2015 Elaborazione su dati provvisori forniti dal Settore Turismo della Provincia di Como A cura di Massimo Gaverini

Dettagli

DOSSIER CONFTURISMO IL GAP COMPETITIVO DEGLI ALBERGHI ITALIANI

DOSSIER CONFTURISMO IL GAP COMPETITIVO DEGLI ALBERGHI ITALIANI DOSSIER CONFTURISMO IL GAP COMPETITIVO DEGLI ALBERGHI ITALIANI Luglio 2008 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: Confturismo Versione: 1.0 Quadro dell opera: Luglio 2008

Dettagli

I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA

I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA Contributo di Laura Chies Esperta dell Agenzia e Dises - Università di Trieste e di Chiara Donati e Ilaria Silvestri Servizio statistica e affari

Dettagli

Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana. Progetto Check Markets. in collaborazione con il Centro Studi Turistici.

Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana. Progetto Check Markets. in collaborazione con il Centro Studi Turistici. Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana Alberto Peruzzini Progetto Check Markets in collaborazione con il Centro Studi Turistici Dirigente Servizio Turismo Toscana Promozione Firenze, 20 giugno

Dettagli

Università di Bologna Rimini Campus Branch. Osservatorio Congressuale della Provincia di Rimini

Università di Bologna Rimini Campus Branch. Osservatorio Congressuale della Provincia di Rimini Università di Bologna Rimini Campus Branch Osservatorio Congressuale della Provincia di Rimini Il sistema congressuale riminese nel 2011 Ricerca promossa e finanziata da: 1. L attività congressuale nell

Dettagli

Gli investimenti diretti esteri in entrata e in uscita

Gli investimenti diretti esteri in entrata e in uscita Gli investimenti diretti esteri in entrata e in uscita A cura del Centro Studi Confindustria Toscana Qualche dato generale Gli investimenti diretti dall estero in Italia Secondo i dati dell Ufficio Italiano

Dettagli

6 IL RUOLO DEL FINANZIAMENTO PUBBLICO

6 IL RUOLO DEL FINANZIAMENTO PUBBLICO 6 IL RUOLO DEL FINANZIAMENTO PUBBLICO Nel comprendere le strategie formative adottate dalle grandi imprese assume una particolare rilevanza esaminare come si distribuiscano le spese complessivamente sostenute

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 Sono 383.883 le imprese nate nel 2012 (il valore più basso degli ultimi otto anni e 7.427 in meno rispetto al 2011), a fronte delle quali 364.972 - mille ogni

Dettagli

CHARM IN ITALY OSSERVATORIO

CHARM IN ITALY OSSERVATORIO CHARM IN ITALY OSSERVATORIO Gli umori degli operatori intervistati sull andamento delle strutture ricettive e del mercato di riferimento Il 2013, tra stabilità e ripresa Il 2013 è un anno di relativa stabilità

Dettagli

Milano, 18 gennaio 2011 COMUNICATO STAMPA. ANDAMENTO TURISTICO AUTUNNO 2010 e PREVISIONI PER L INVERNO

Milano, 18 gennaio 2011 COMUNICATO STAMPA. ANDAMENTO TURISTICO AUTUNNO 2010 e PREVISIONI PER L INVERNO Milano, 18 gennaio 2011 COMUNICATO STAMPA ANDAMENTO TURISTICO AUTUNNO 2010 e PREVISIONI PER L INVERNO Bilancio positivo per le strutture ricettive lombarde nell ultimo trimestre 2010 Il 2010 si chiude

Dettagli

IL CONSUNTIVO DEL TURISMO NELLA

IL CONSUNTIVO DEL TURISMO NELLA REGIONE BASILICATA UNIONCAMERE BASILICATA - CENTRO STUDI - OSSERVATORIO ECONOMICO REGIONALE IL CONSUNTIVO DEL TURISMO NELLA STAGIONE ESTIVA 2006 IN BASILICATA OTTOBRE 2006 UNA STAGIONE ESTIVA ALL INSEGNA

Dettagli

Principali risultati e criticità nella raccolta dei dati

Principali risultati e criticità nella raccolta dei dati Euro P.A. Turismo cercasi dati L ANNUARIO del TURISMO e della CULTURA 2009 Principali risultati e criticità nella raccolta dei dati Fabrizio Lucci, Centro Studi Rimini, 2 aprile 2009 INDICE DELL ANNUARIO

Dettagli

L INDAGINE TECNOBORSA 2011: LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE NELLE SEI GRANDI CITTA INTERMEDIAZIONE E VALUTAZIONE

L INDAGINE TECNOBORSA 2011: LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE NELLE SEI GRANDI CITTA INTERMEDIAZIONE E VALUTAZIONE L INDAGINE TECNOBORSA 2011: LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE NELLE SEI GRANDI CITTA INTERMEDIAZIONE E VALUTAZIONE a cura di Alice Ciani Centro Studi sull Economia Immobiliare di Tecnoborsa

Dettagli

Turismo Veneto: il lago di Garda. Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012

Turismo Veneto: il lago di Garda. Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012 Turismo Veneto: il lago di Garda Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012 Il turismo in Italia Il turismo in Italia rappresenta il 9,5% del PIL, oltre 130 miliardi di

Dettagli

Quale futuro per le agenzie di viaggio. Valentina Della Corte Università Federico II di Napoli

Quale futuro per le agenzie di viaggio. Valentina Della Corte Università Federico II di Napoli Quale futuro per le agenzie di viaggio Valentina Della Corte Università Federico II di Napoli Fonti d informazione - cliente Le piattaforme online sono le principali fonti d informazione per i viaggi.

Dettagli

Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011

Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011 Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011 Obiettivi L Indagine sull attività delle Agenzie Immobiliari realizzata nel 2010 ha come obiettivo principale la verifica

Dettagli

4 Osservatorio congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa nel Comune di Venezia (Centro Storico e Terraferma)

4 Osservatorio congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa nel Comune di Venezia (Centro Storico e Terraferma) 4 Osservatorio congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa nel Comune di Venezia (Centro Storico e Terraferma) ANDAMENTI 1 SEMESTRE 2009 PREVISIONI 1I SEMESTRE 2009 COMUNICATO STAMPA L Osservatorio

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Filiale di Campobasso, Banca d Italia Campobasso, 18 giugno 2015 L economia italiana La prolungata flessione del PIL si è attenuata Andamento

Dettagli

Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI

Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI Perché un Osservatorio sul turismo scolastico? L Osservatorio Touring sul turismo scolastico

Dettagli

La domanda tiene, ma la crisi emerge

La domanda tiene, ma la crisi emerge La domanda tiene, ma la crisi emerge Sintesi del II Rapporto sulla Competitività e attrattività del sistema turistico Gardesano Roberta Apa Luciano Pilotti, Alessandra Tedeschi-Toschi Università di Milano

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO OSSERVATORIO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO Nota congiunturale sull area delle Orobie Consuntiva stagione invernale 2007-2008 Redatta in Aprile 2008 Caratteristiche e metodologia di indagine L Osservatorio

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 3 bollettino mensile Marzo 2011 Aprile 2011 A cura di Storia

Dettagli

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO OTTOBRE 2010 a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi e dell Ufficio Lavori all Estero e Relazioni Internazionali

Dettagli

L innovazione e l internazionalizzazione del turismo in Puglia nel 2013

L innovazione e l internazionalizzazione del turismo in Puglia nel 2013 L innovazione e l internazionalizzazione del turismo in Puglia nel 2013 Misurare in tempo reale la competitività della destinazione Puglia e monitorare le variazioni quali/quantitative dei flussi turistici

Dettagli

Settore cultura, turismo, moda, eccellenze

Settore cultura, turismo, moda, eccellenze Settore cultura, turismo, moda, eccellenze Flussi Turistici di Milano e Provincia 2013 in attesa di validazione da parte di ISTAT, i dati sono da ritenersi provvisori e soggetti a modifica Indice 1. Capacità

Dettagli

1. Gli italiani in vacanza nel 2012

1. Gli italiani in vacanza nel 2012 1. Gli italiani in vacanza nel 2012 Nel 2012 nonostante l imperversare della crisi economica il 62,8% della popolazione ha trascorso almeno un periodo di vacanza, pari a 31,7 milioni di italiani. Un dato

Dettagli

Il turismo sportivo nello sviluppo del marketing territoriale

Il turismo sportivo nello sviluppo del marketing territoriale Il turismo sportivo nello sviluppo del marketing territoriale Caorle, 25 maggio 2013 Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati Srl Il mestiere di promuovere i territori (città, province,

Dettagli

INDAGINE SUI FABBISOGNI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE DEL COMPARTO TURISTICO DELL'AREA VASTA TOSCANA NORD (PISA, LUCCA, MASSA-CARRARA)

INDAGINE SUI FABBISOGNI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE DEL COMPARTO TURISTICO DELL'AREA VASTA TOSCANA NORD (PISA, LUCCA, MASSA-CARRARA) INDAGINE SUI FABBISOGNI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE DEL COMPARTO TURISTICO DELL'AREA VASTA TOSCANA NORD 1 Realizzata da CESCOT Toscana Nord in collaborazione con la Confesercenti d'area Vasta Toscana Nord,

Dettagli

Il peso del turismo nell economia Toscana

Il peso del turismo nell economia Toscana Turismo & Toscana Il turismo in Toscana: un modello export led alla prova della crisi Enrico Conti Firenze, 13 giugno 2014 Il peso del turismo nell economia Toscana Nel 2013 oltre 43 milioni di presenze

Dettagli

L estate 2010 (luglio settembre) rilancia le presenze turistiche

L estate 2010 (luglio settembre) rilancia le presenze turistiche Milano, 12 ottobre 2010 COMUNICATO STAMPA ANDAMENTO TURISTICO ESTATE 2010 E PREVISIONI PER L AUTUNNO L estate 2010 (luglio settembre) rilancia le presenze turistiche Nel trimestre estivo il 63,6% delle

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Gennaio 2014 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine

Dettagli

Atlante di Roma e del Lazio Settori e Territori nel confronto europeo. Rainbow MagicLand, 15 marzo 2011

Atlante di Roma e del Lazio Settori e Territori nel confronto europeo. Rainbow MagicLand, 15 marzo 2011 Atlante di Roma e del Lazio Settori e Territori nel confronto europeo Rainbow MagicLand, 15 marzo 2011 PRESENTAZIONE L Atlante di Roma e del Lazio si sviluppa in continuità con il percorso di ricerca

Dettagli

La Stampa in Italia (2010 2012)

La Stampa in Italia (2010 2012) (2010 2012) Roma 5 giugno 2013 La crisi dell editoria quotidiana e periodica: la negativa congiuntura economica, l evoluzione tecnologica e i fattori di criticità strutturali L editoria quotidiana e periodica

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA

LA POVERTÀ IN ITALIA 15 luglio 2011 Anno 2010 LA POVERTÀ IN ITALIA La povertà risulta sostanzialmente stabile rispetto al 2009: l 11,0% delle famiglie è relativamente povero e il 4,6% lo è in termini assoluti. La soglia di

Dettagli

OSSERVATORIO PERMANENTE

OSSERVATORIO PERMANENTE DIPARTIMENTO DI SCIENZE STATISTICHE PAOLO FORTUNATI UNIVERSITÀ DI BOLOGNA ALMA MATER STUDIORUM OSSERVATORIO PERMANENTE SUL TRASPORTO CAMIONISTICO IL TRASPORTO CAMIONISTICO DI MERCI IN INTERPORTO BOLOGNA

Dettagli

Nel 2010 si è assistito ad una decisa ripresa dei flussi turistici (arrivi +6,7%)

Nel 2010 si è assistito ad una decisa ripresa dei flussi turistici (arrivi +6,7%) Il monitoraggio dei dati per la formulazione dell offerta turistica regionale a cura dell Osservatorio turistico Dipartimento regionale turismo, sport e spettacolo 1. Lo scenario e le macrodinamiche Nel

Dettagli

Osservatorio FeNEAL-UIL / CRESME. Occupazione e sicurezza sul cantiere nelle aree metropolitane

Osservatorio FeNEAL-UIL / CRESME. Occupazione e sicurezza sul cantiere nelle aree metropolitane feneal - uil Osservatorio FeNEAL-UIL / CRESME Occupazione e sicurezza sul cantiere nelle aree metropolitane ANTEPRIMA Roma 11 Marzo 2008 Il boom del settore edile (12 aree metropolitane) e l effetto emersione

Dettagli

Calano le imprese italiane, aumentano le straniere. Sentono meno la crisi e creano 85 miliardi di di valore aggiunto

Calano le imprese italiane, aumentano le straniere. Sentono meno la crisi e creano 85 miliardi di di valore aggiunto Calano le imprese italiane, aumentano le straniere. Sentono meno la crisi e creano 85 miliardi di di valore aggiunto Imprese straniere in aumento. Su 6.061.960 imprese operanti in Italia nel 2013, 497.080

Dettagli

Capitolo 18. Turismo

Capitolo 18. Turismo Capitolo 18 Turismo 18. Turismo Il sistema delle statistiche ufficiali sul turismo si avvale di diverse fonti informative, la maggior parte delle quali rappresentate da rilevazioni ed elaborazioni Istat.

Dettagli

Le politiche regionali per la disciplina e lo sviluppo dell agriturismo in Toscana

Le politiche regionali per la disciplina e lo sviluppo dell agriturismo in Toscana Consiglio Regionale della Toscana Valutazione delle politiche regionali Progetto di ricerca n. 2 Aprile 2008 a cura del Settore Analisi della Normazione. Biblioteca del Consiglio regionale Le politiche

Dettagli

Parchi di divertimento Indagine sull andamento della stagione 2013

Parchi di divertimento Indagine sull andamento della stagione 2013 Parchi di divertimento Indagine sull andamento della stagione 2013 1 La stagione 2013 Al termine della stagione 2013 l indagine analizza l andamento del settore dei parchi di divertimento italiani intendendosi

Dettagli

DIRETTORE. ALLEGATO A Organigramma delle strutture organizzative. Segreteria operativa del Direttore

DIRETTORE. ALLEGATO A Organigramma delle strutture organizzative. Segreteria operativa del Direttore ALLEGATO A Organigramma delle strutture organizzative DIRETTORE Segreteria operativa del Direttore Uffici Territorali del Turismo: 1 - UTP di Roma 2 - UTP di Frosinone 3 - UTP di Latina 4 - UTP di Rieti

Dettagli

Giubileo 2015. Le attese delle imprese del terziario di Roma Capitale Rapporto di ricerca

Giubileo 2015. Le attese delle imprese del terziario di Roma Capitale Rapporto di ricerca Giubileo 2015. Le attese delle imprese del terziario di Roma Capitale Rapporto di ricerca Roma, 17 aprile 2015 (2015-112aw R01) roma, 17 aprile 2015 2 agenda presentazione del lavoro effetti del giubileo

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Osservatorio turistico della provincia di Pavia INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Settembre 2009 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: CCIAA

Dettagli

Osservatorio Turistico di Destinazione (NECSTOUR) 2011 2012 Provincia di Livorno Il mercato turistico in provincia di Livorno Anno 2011 maggio 2012

Osservatorio Turistico di Destinazione (NECSTOUR) 2011 2012 Provincia di Livorno Il mercato turistico in provincia di Livorno Anno 2011 maggio 2012 PROVINCIA DI LIVORNO Osservatorio Turistico di Destinazione (NECSTOUR) 2011 2012 Provincia di Livorno Il mercato turistico in provincia di Livorno Anno 2011 maggio 2012 1 1. Sintesi dei risultati Il mercato

Dettagli

IL TURISMO IN CIFRE negli esercizi alberghieri di Roma e Provincia Gennaio 2009 Ge nnai o 2009

IL TURISMO IN CIFRE negli esercizi alberghieri di Roma e Provincia Gennaio 2009 Ge nnai o 2009 Ge nnai o 2009 1. L andamento generale negli alberghi della Provincia di Roma L anno 2009 inizia con il segno negativo della domanda turistica rispetto all inizio dell anno precedente. Gli arrivi complessivi

Dettagli

Indagine sul comparto del trasporto merci e della logistica nell Area Milanese 2006

Indagine sul comparto del trasporto merci e della logistica nell Area Milanese 2006 Studi e Analisi presenta elaborazioni e indagini prodotte dal Centro Studi nei suoi ambiti d interesse Indagine sul comparto del trasporto merci e della logistica nell Area Milanese 2006 a cura di Maria

Dettagli

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL ARTIGIANATO E LA PICCOLA IMPRESA IN LIGURIA L Osservatorio Congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa in Liguria

Dettagli

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI RISULTATI GENERALI Nel secondo trimestre del 2003 è continuato il trend negativo per domanda e occupazione. Il fatturato è rimasto sui livelli precedentemente raggiunti.

Dettagli

Valorizzazione dei beni ambientali e del patrimonio culturale: turismo e sviluppo. Il patrimonio naturale e culturale come vantaggio competitivo

Valorizzazione dei beni ambientali e del patrimonio culturale: turismo e sviluppo. Il patrimonio naturale e culturale come vantaggio competitivo Valorizzazione dei beni ambientali e del patrimonio culturale: turismo e sviluppo Il patrimonio naturale e culturale come vantaggio competitivo Raffaello Cervigni - Oriana Cuccu Simona De Luca Benedetta

Dettagli