COMPENSO PER COPIA PRIVATA (nuova disciplina introdotta dagli artt. 9, 23, 31, 39 e 41 del d. lgs. n. 68/2003)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMPENSO PER COPIA PRIVATA (nuova disciplina introdotta dagli artt. 9, 23, 31, 39 e 41 del d. lgs. n. 68/2003)"

Transcript

1 SOCIETA ITALIANA AUTORI ED EDITORI - S.I.A.E. COMPENSO PER COPIA PRIVATA (nuova disciplina introdotta dagli artt. 9, 23, 31, 39 e 41 del d. lgs. n. 68/2003) CRITERI APPLICATIVI E MODALITÀ OPERATIVE PER IL CALCOLO E LA CORRESPONSIONE DEL COMPENSO (definiti fra la SIAE e le associazioni di categoria ANDEC, ANIE e ASMI) NOVEMBRE 2003

2 1. SUPPORTI DI REGISTRAZIONE 1.1. Il compenso per copia privata si applica a tutti i supporti di registrazione, analogici e digitali, dedicati (audio e video) e non dedicati comunque idonei alla registrazione di fonogrammi e videogrammi Il compenso è costituito da un importo per supporto variabile in funzione della sua categoria e capacità. Esso va calcolato sulla capacità effettiva di registrazione - espressa in ore (o frazioni di ora) o in mega-gigabyte - così come indicata sulla confezione del supporto. Per i supporti digitali idonei alla registrazione video si ha riguardo alla capacità di registrazione in minuti primi in qualità DVD, pari a 120 minuti primi per 4,7 GB, purché chiaramente indicata sulla confezione I compensi unitari per i supporti più diffusi sono indicati nel tracciato di rendicontazione dei supporti (v. punto 5. che segue). Gli arrotondamenti, alla seconda cifra dopo la virgola, sono stati effettuati al centesimo superiore, se la terza cifra decimale era uguale o superiore a 5, al centesimo inferiore, se la terza cifra decimale era inferiore a 5. 1

3 2. APPARECCHI DI REGISTRAZIONE 2.1. Il compenso per copia privata si applica a tutti gli apparecchi di registrazione, analogici e digitali, dedicati (audio, video e audio/video) ovvero non dedicati (masterizzatori CD e DVD per personal computer) comunque idonei alla fissazione di fonogrammi e videogrammi su supporti di qualsiasi natura Il compenso per copia privata sugli apparecchi di registrazione è pari al 3% del prezzo di listino ai rivenditori degli apparecchi stessi risultante dalla fattura di vendita, al netto dei soli sconti evidenziati nella fattura stessa Per gli apparecchi di registrazione che costituiscono una componente interna di apparecchi complessi aventi molteplici funzioni (apparecchi polifunzionali o combinati), per i quali non esiste di norma un prezzo di listino riferibile al solo apparecchio di registrazione, trovano applicazione criteri induttivi per la determinazione di detto prezzo, criteri basati sul prezzo medio di un apparecchio di registrazione autonomo avente caratteristiche equivalenti, così come previsto dalla legge Sulla base dei criteri di cui al punto 2.3 che precede, sono state definite le seguenti categorie di apparecchi polifunzionali con una componente interna di registrazione, tenendo conto del fatto che le funzioni di lettura e scrittura svolte da detta componente di registrazione sono considerate come un unica funzione: a) Apparecchi dedicati - Apparecchi polifunzionali audio con 2 funzioni (compresa quella di registrazione). Il prezzo della componente di registrazione sulla base del quale è calcolato il compenso è pari al 50% del prezzo dell intero apparecchio. Esempio: apparecchio radiofonico con registratore di audiocassette. - Apparecchi polifunzionali audio con più di 2 funzioni (compresa quella di registrazione). Il prezzo della componente di registrazione sulla base del quale è calcolato il compenso è pari al 20% del prezzo dell intero apparecchio. Esempio: impianto Hi-Fi con amplificatore, sintonizzatore, lettore di CD, registratore di audiocassette. - Apparecchi polifunzionali video con 2 funzioni. Il prezzo della componente di registrazione sulla base del quale è calcolato il compenso è pari al 30% del prezzo dell intero apparecchio. Esempio: apparecchio TV con videoregistratore VCR incorporato. - Apparecchi polifunzionali video con più di 2 funzioni. Il prezzo della componente di registrazione sulla base del quale è calcolato il compenso è pari al 20% del prezzo dell intero apparecchio. Esempio: apparecchio TV con lettore DVD e videoregistratore VCR incorporati. b) Apparecchi non dedicati Masterizzatori installati in personal computer (desktop o laptop). Qualora il prezzo del masterizzatore non sia altrimenti ricavabile, il compenso unitario, determinato con criteri sussidiari, è pari a 1,20 per i masterizzatori CD e a 4,20 per i masterizzatori DVD. 2

4 3. SOGGETTI TENUTI ALLA CORRESPONSIONE DEL COMPENSO 3.1. Il compenso per copia privata è dovuto da chi fabbrica o importa nel territorio dello Stato, per fini commerciali, gli apparecchi di registrazione e i supporti vergini Per fabbricante obbligato alla corresponsione del compenso, si intende l impresa che, in territorio italiano, produce gli apparecchi di registrazione e i supporti vergini assoggettati al compenso, anche se detti apparecchi e supporti sono commercializzati con marchi di terzi Qualora il fabbricante e il terzo committente proprietario del marchio convengano, nei termini di cui all art c.c. (Accollo), che il terzo committente proprietario del marchio assuma l obbligo del fabbricante di corrispondere il compenso, la SIAE ha facoltà di aderire alla convenzione. L adesione della SIAE, esclusivamente in forma scritta, rende irrevocabile a suo favore la pattuizione fra fabbricante e terzo committente, e non comporta comunque la liberazione del fabbricante, che rimane responsabile in solido con il terzo committente per la corresponsione del compenso. In tali casi: - il fabbricante ha comunque l obbligo di allegare alle dichiarazioni di vendita trimestrali da presentare alla SIAE i rendiconti dei supporti vergini prodotti per conto di detti terzi committenti; - i rendiconti dovranno contenere l indicazione della denominazione dei committenti e delle quantità loro fornite nei periodi di conto trimestrali cui le dichiarazioni si riferiscono; - i terzi committenti hanno comunque l obbligo di indicare i supporti vergini in questione nelle dichiarazioni di vendita trimestrali da presentare alla SIAE Per importatore obbligato alla corresponsione del compenso, si intende l impresa o il soggetto anche occasionalmente destinatari, in territorio italiano, di apparecchi di registrazione e di supporti vergini assoggettati al compenso, quale che sia il paese di provenienza (paesi terzi o paesi dell Unione Europea) degli apparecchi e dei supporti stessi Nel caso in cui il fabbricante e l importatore non corrispondano il compenso dovuto, è prevista dalla legge, per il pagamento del compenso, una responsabilità solidale del distributore degli apparecchi di registrazione e dei supporti vergini Il distributore ha pertanto l onere di verificare che i fabbricanti e gli importatori presso cui si approvvigiona, direttamente o indirettamente, abbiano corrisposto il compenso sugli apparecchi di registrazione e i supporti vergini forniti (la verifica può essere fatta sulla fattura di acquisto, sulla quale l importo del compenso per copia privata dovrebbe essere esposto separatamente dall importo relativo alla merce, con causale compenso per copia privata ex art. 71-septies l.d.a. ) Per distributore si intende qualsiasi impresa commerciale, sia all ingrosso che al dettaglio, che, a qualsiasi titolo distribuisce in territorio italiano, anche occasionalmente, apparecchi di registrazione e supporti vergini assoggettati al compenso. 3

5 4. FATTISPECIE PARTICOLARI 4.1. APPARECCHI DI REGISTRAZIONE E SUPPORTI VERGINI SPEDITI VERSO ALTRI PAESI DELL UNIONE EUROPEA O ESPORTATI VERSO PAESI TERZI Sono assoggettati al compenso per copia privata solamente gli apparecchi di registrazione e i supporti vergini fabbricati e importati in territorio italiano, ed ivi ceduti. La Città del Vaticano, dove, per quanto concerne la materia del diritto di autore, si osserva la legislazione dello Stato italiano, è equiparata al territorio italiano Non sono invece assoggettati gli apparecchi di registrazione e i supporti vergini spediti verso altri paesi dell Unione Europea o esportati verso paesi terzi (ivi inclusa la Repubblica di San Marino). Tali supporti e apparecchi saranno eventualmente assoggettati al compenso per copia privata nel paese di destinazione sulla base della legislazione ivi vigente APPARECCHI DI REGISTRAZIONE E SUPPORTI VERGINI PROFESSIONALI Caratteristiche tecniche e prezzo di vendita fanno sì che gli apparecchi di registrazione e i supporti vergini in questione non siano nella pratica utilizzati per la riproduzione per uso personale di fonogrammi e videogrammi Rientrano nella categoria tutti gli apparecchi di registrazione e i supporti vergini, audio e video, analogici e digitali, oggettivamente professionali, che sono cioè prodotti e commercializzati per uso professionale. A titolo esemplificativo, sono considerati supporti e apparecchi per uso professionale i supporti a nastro (DAT e cartucce), le videocamere professionali e i duplicatori/masterizzatori industriali Gli apparecchi e i supporti professionali non sono assoggettati al compenso SUPPORTI VERGINI DI FATTO INIDONEI ALLA COPIA PRIVATA Le caratteristiche tecniche (limitata capacità e qualità della registrazione) fanno sì che gli apparecchi di registrazione e i supporti vergini in questione siano di fatto inidonei alla riproduzione per uso personale di fonogrammi e videogrammi Rientrano nella categoria tutti i supporti vergini di registrazione audio e video, analogici e digitali dei tipi: floppy-disc per computer, microcassette audio destinate alle segreterie telefoniche ed ai dittafoni, memorie digitali non dedicate con capacità inferiore a 32 megabyte Gli apparecchi e i supporti in questione non sono assoggettati al compenso VIDEOCAMERE AMATORIALI E CASSETTE PER VIDEOCAMERE AMATORIALI Rientrano nella categoria le videocamere amatoriali e le cassette per videocamere amatoriali di qualsiasi tipo e formato. 4

6 In attesa di verificare le modalità di utilizzazione degli apparecchi di registrazione e dei supporti vergini in questione ai fini della riproduzione di fonogrammi a commento sonoro delle immagini, detti apparecchi e supporti sono temporaneamente non assoggettati al compenso MEMORIE DIGITALI NON DEDICATE Rientrano nella categoria le memorie digitali non dedicate di qualsiasi tipo e formato con capacità di almeno 32 megabyte diverse da quelle dedicate disciplinate alla lettera d) dell art. 39 del d. lgs. n. 68/2003 (le memorie digitali non dedicate con capacità inferiore a 32 megabyte rientrano invece fra i supporti di fatto inidonei alla copia privata - v. punto 4.3. che precede) In attesa di chiarire i dubbi interpretativi posti in materia dall art. 39, le memorie digitali non dedicate con capacità di almeno 32 megabyte sono temporaneamente non assoggettate al compenso APPARECCHI DI REGISTRAZIONE NON DEDICATI Rientrano nella categoria i masterizzatori CD e DVD per computer La quantità di masterizzatori CD e DVD per computer destinati ad utilizzazioni diverse dalla realizzazione di copie di fonogrammi e videogrammi è forfetariamente determinata nella misura del 50% del totale dei masterizzatori CD e DVD per computer venduti in ciascun trimestre solare in territorio italiano Conseguentemente, per ciascuna fattura relativa a masterizzatori o a computer contenenti masterizzatori il compenso per copia privata sarà calcolato solamente sul 50% dei masterizzatori CD e DVD cui la fattura stessa si riferisce SUPPORTI VERGINI COSTITUENTI PRODOTTO SEMILAVORATO ACQUISTATI DA IMPRESE DI DUPLICAZIONE Si tratta di supporti audio e video, analogici e digitali, dedicati e non dedicati, per uso non professionale acquistati da imprese di duplicazione e da queste ultime utilizzati esclusivamente per la realizzazione di supporti con contenuto preregistrato Rientrano nella categoria i supporti delle famiglie MC, VHS, CD, DVD e le memorie statiche acquistati da imprese di duplicazione ed utilizzati per la realizzazione di supporti preregistrati (fonogrammi, videogrammi, programmi per elaboratore, etc.) I supporti in questione sono di fatto un semilavorato, destinato ad una ulteriore fase di lavorazione da parte del duplicatore, e non sono assoggettati al compenso a condizione che: - il duplicatore sia iscritto nel registro delle imprese tenuto presso le Camere di commercio e ne fornisca documentazione alla SIAE; - il duplicatore sia titolare di partita IVA e fornisca alla SIAE il certificato di attribuzione relativo dal quale risulti anche il codice attività; - il duplicatore abbia stipulato con la SIAE un contratto per la fabbricazione di supporti 5

7 preregistrati; - il duplicatore sia certificato dalla SIAE (certificazione annuale) come soggetto abilitato alla acquisizione di supporti non assoggettati al compenso per copia privata ; - nell ordine di acquisto dei supporti inviato al fornitore, il duplicatore dichiari espressamente al fornitore stesso (che dovrà conservare la dichiarazione nei propri archivi per un periodo di almeno cinque anni unitamente alla copia della fattura di vendita) che i supporti oggetto dell ordine saranno destinati esclusivamente all attività di duplicazione e che non saranno ceduti se non come supporti preregistrati; - il fornitore apponga, sulla fattura relativa ai supporti in questione, la seguente dicitura supporti non assoggettati al compenso per copia privata ex art. 71-septies l.d.a Il contratto fra la SIAE e il duplicatore prevede, fra l altro, che il duplicatore: - si impegni ad utilizzare i supporti esclusivamente per la realizzazione di supporti preregistrati, per conto proprio o per conto di terzi, restando esclusa qualsiasi altra destinazione con particolare riguardo alla rivendita di supporti vergini; - adotti un codice di condotta interno volto a prevenire comportamenti illeciti, da parte dei propri dipendenti e collaboratori, e di terzi che hanno accesso ai propri uffici, magazzini e stabilimenti di produzione, in ordine all utilizzazione dei supporti vergini (riproduzione di fonogrammi e videogrammi per uso personale, cessione di supporti vergini a soggetti diversi da quelli espressamente non assoggettati, etc.); - fornisca alla SIAE rapporti trimestrali in formato elettronico (su tracciato fornito dalla stessa SIAE) dai quali risulti, per il trimestre solare cui il rapporto si riferisce, la quantità di supporti vergini acquistati, la quantità di supporti preregistrati prodotti da supporti vergini (con l indicazione dell eventuale cliente, nel caso di duplicazione per conto terzi), e la quantità degli eventuali scarti di lavorazione esclusivamente per i supporti per i quali è in grado di documentare lo smaltimento come rifiuti speciali; - consenta alla SIAE di effettuare controlli sull attività di duplicazione, anche mediante accesso ai laboratori, magazzini, uffici ed alle scritture contabili; - si impegni a corrispondere alla SIAE il compenso per copia privata sui supporti per i quali, a seguito dei controlli della SIAE, non sia in grado di dimostrare l effettivo uso per l attività di duplicazione, ovvero lo smaltimento come rifiuti speciali L uso improprio dei supporti vergini da parte del duplicatore o dei suoi dipendenti, ovvero la loro cessione a qualsiasi titolo a terzi al di fuori delle ipotesi espressamente previste, può comportare la sospensione o la risoluzione del contratto. 6

8 5. CASI IN CUI E POSSIBILE CHIEDERE IL RIMBORSO DEL COMPENSO PER COPIA PRIVATA GIA CORRISPOSTO DA FABBRICANTI O IMPORTATORI SUI SUPPORTI VERGINI 5.1. SUPPORTI VERGINI SPEDITI VERSO ALTRI PAESI DELL UNIONE EUROPEA O ESPORTATI VERSO PAESI TERZI Per i supporti vergini spediti verso altri paesi dell Unione Europea o esportati verso paesi terzi, l esportatore, se soggetto diverso dal fabbricante o dall importatore tenuto alla corresponsione del compenso, ha facoltà di chiedere alla SIAE il rimborso del compenso per copia privata corrisposto dal fabbricante o dall importatore, a condizione che il compenso del quale è richiesto il rimborso sia riferibile a supporti vergini: - acquistati dal richiedente successivamente alla data di entrata in vigore del d. lgs. 68/2003 (29 aprile 2003); - per i quali il fabbricante o l importatore abbiano effettivamente corrisposto il compenso per copia privata nella misura e con le modalità previste dal detto d. lgs. 68/ La facoltà di chiedere il rimborso è esercitabile entro e non oltre il termine perentorio del 90 giorno dalla fine del trimestre solare in cui è stata emessa la fattura di vendita all estero dei supporti. La richiesta di rimborso, da redigere su modello predisposto dalla SIAE, dovrà pertanto pervenire alla stessa SIAE (Direzione Generale - Ufficio Copia Privata) entro tale termine. In caso di inoltro della richiesta a mezzo posta, da effettuarsi con lettera raccomandata, farà fede il timbro postale Successivamente, entro e non oltre il termine perentorio del 180 giorno dalla fine del trimestre solare in cui è stata emessa la fattura di vendita all estero, il richiedente il rimborso dovrà far pervenire alla SIAE (in caso di inoltro della richiesta a mezzo posta, da effettuarsi con lettera raccomandata, farà fede il timbro postale): - la fattura di acquisto, quietanzata con timbro e firma del fornitore, dalla quali risultino quantità, tipo e marchio/i dei supporti acquistati, nonché l ammontare del corrispondente compenso per copia privata ; - fattura di vendita all estero e, ove necessario, documento di trasporto, comprovanti l effettiva uscita dei supporti vergini dal territorio italiano, nonché il paese di destinazione degli stessi Il rimborso è subordinato all esito positivo della verifica della sussistenza dei requisiti soggettivi del richiedente e dei presupposti oggettivi della richiesta (ivi inclusa l effettiva corresponsione del compenso da parte dei fabbricanti/importatori presso cui il richiedente si è rifornito) Non si darà luogo a rimborso nei casi in cui l importo del compenso per copia privata esposto in fattura sia inferiore a 50 euro SUPPORTI VERGINI CEDUTI A IMPRESE DI DUPLICAZIONE Nel caso in cui il fornitore del duplicatore certificato dalla SIAE sia soggetto diverso dal fabbricante e/o dall importatore, e, conseguentemente il compenso per copia privata sia stato già corrisposto, il fornitore stesso ha facoltà di: - non addebitare al duplicatore il compenso per copia privata ; 7

9 - chiedere direttamente alla SIAE il rimborso del compenso, già corrisposto dal fabbricante e/o importatore presso cui si è approvvigionato, sui supporti vergini forniti al duplicatore La facoltà di chiedere il rimborso è esercitabile entro e non oltre il termine perentorio del 90 giorno dalla fine del trimestre solare in cui è stata emessa la fattura di vendita al duplicatore. La richiesta di rimborso, da redigere su modello predisposto dalla SIAE, dovrà pertanto pervenire alla stessa SIAE (Direzione Generale - Ufficio Copia Privata) entro tale termine. In caso di inoltro della richiesta a mezzo posta, da effettuarsi con lettera raccomandata, farà fede il timbro postale. Nella richiesta di rimborso dovrà essere indicato il nome o la ragione sociale del fabbricante e/o importatore presso il quale il fornitore del duplicatore si è approvvigionato nonché il nome o la ragione sociale del duplicatore rifornito Successivamente, entro e non oltre il termine perentorio del 180 giorno dalla fine del trimestre solare in cui è stata emessa la fattura di vendita al duplicatore, il richiedente il rimborso dovrà far pervenire alla SIAE (in caso di inoltro della richiesta a mezzo posta, da effettuarsi con lettera raccomandata, farà fede il timbro postale): - la fattura di acquisto, quietanzata con timbro e firma del fornitore, dalla quali risultino quantità, tipo e marchio/i dei supporti acquistati, nonché l ammontare del corrispondente compenso per copia privata ; - fattura di vendita al duplicatore e, ove necessario, documento di trasporto Il rimborso è subordinato all esito positivo della verifica della la sussistenza dei requisiti soggettivi del richiedente il rimborso e dei presupposti oggettivi della richiesta (ivi inclusa l effettiva corresponsione del compenso da parte dei fabbricanti/importatori presso cui il richiedente si è rifornito) Non si darà luogo a rimborso nei casi in cui l importo del compenso per copia privata esposto in fattura sia inferiore a 50 euro SUPPORTI VERGINI ACQUISTATI DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PER L ARCHIVIAZIONE DI DATI, DOCUMENTI DIGITALI O REGISTRAZIONI PROPRI Rientrano nella categoria tutti i supporti vergini audio e video, analogici e digitali, dedicati e non dedicati, prodotti e commercializzati per uso non professionale, acquistati dalla pubblica amministrazione e da quest ultima destinati all archiviazione, funzionale alla propria attività, di dati, documenti digitali, o registrazioni Per i supporti vergini in questione la pubblica amministrazione acquirente ha facoltà di chiedere alla SIAE il rimborso del compenso per copia privata corrisposto dal fabbricante o dall importatore, alle condizioni che seguono: a) che la pubblica amministrazione acquirente: - sia una amministrazione dello Stato, ivi compresi le scuole di ogni ordine e grado e le istituzioni educative, le aziende e le amministrazioni dello Stato ad ordinamento autonomo, le Regioni, le Province, i Comuni, le Comunità montane, le istituzioni universitarie, gli Istituti autonomi case popolari, le Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura, gli enti pubblici nazionali, regionali e locali, le amministrazioni, aziende ed enti del Servizio sanitario nazionale; - utilizzi i supporti vergini esclusivamente per l archiviazione, funzionale alla propria attività, di dati, documenti digitali, o registrazioni; b) che il compenso del quale è chiesto il rimborso sia riferibile a supporti vergini: - acquistati dalla stessa pubblica amministrazione successivamente alla data di entrata in 8

10 vigore del d. lgs. 68/2003 (29 aprile 2003); - per i quali il fabbricante o l importatore abbiano effettivamente corrisposto il compenso per copia privata nella misura e con le modalità previste da detto d. lgs. 68/ E in ogni caso opportuno (anche se al momento non costituisce condizione essenziale ai fini del rimborso) che l amministrazione acquirente, anche al fine di esonero dalla responsabilità, adotti tempestivamente un apposito codice di condotta interno volto a prevenire comportamenti illeciti da parte dei propri dipendenti in ordine all utilizzazione dei supporti vergini (riproduzione di fonogrammi e videogrammi per uso personale, cessione di supporti vergini, etc.) Se la pubblica amministrazione acquirente è una scuola, un istituzione educativa o un istituzione universitaria, è altresì opportuno, agli stessi fini, che essa informi adeguatamente i propri docenti e studenti, nonché il proprio personale non docente, anche mediante affissione di avvertenze nei locali in cui sono installati gli apparecchi di riproduzione, sulla vigente disciplina in materia di riproduzione di fonogrammi e videogrammi e sulle conseguenze di eventuali comportamenti illeciti La facoltà di chiedere il rimborso è esercitabile entro e non oltre il termine perentorio del 90 giorno dalla fine del trimestre solare in cui è stata emessa la fattura di acquisto dei supporti. La richiesta di rimborso, da redigere su modello predisposto dalla SIAE, dovrà pertanto pervenire alla stessa SIAE (Direzione Generale - Ufficio Copia Privata) entro tale termine. In caso di inoltro della richiesta a mezzo posta, da effettuarsi con lettera raccomandata, farà fede il timbro postale Successivamente, entro e non oltre il termine perentorio del 360 giorno dalla fine del trimestre solare in cui è stata emessa la fattura di acquisto, la pubblica amministrazione richiedente il rimborso dovrà far pervenire alla SIAE (in caso di inoltro della richiesta a mezzo posta, da effettuarsi con lettera raccomandata, farà fede il timbro postale) detta fattura di acquisto, quietanzata con timbro e firma del fornitore, dalla quali risultino quantità, tipo e marchio/i dei supporti acquistati, nonché l ammontare del corrispondente compenso per copia privata Il rimborso è subordinato all esito positivo della verifica dell effettiva corresponsione del compenso da parte dei fabbricanti/importatori presso cui la pubblica amministrazione richiedente si è rifornita Non si darà luogo a rimborso nei casi in cui l importo del compenso per copia privata esposto in fattura sia inferiore a 50 euro SUPPORTI VERGINI ACQUISTATI DA IMPRESE PER L ARCHIVIAZIONE DI DATI, DOCUMENTI DIGITALI O REGISTRAZIONI PROPRI Rientrano nella categoria tutti i supporti vergini audio e video, analogici e digitali, dedicati e non dedicati, prodotti e commercializzati per uso non professionale, acquistati da imprese e da queste ultime destinati all archiviazione, funzionale alla propria attività imprenditoriale, di dati, documenti digitali, o registrazioni Per i supporti vergini in questione l impresa acquirente ha facoltà di richiedere alla SIAE il rimborso del compenso per copia privata corrisposto dal fabbricante o dall importatore alle condizioni che seguono: a) che l impresa acquirente: 9

11 - utilizzi i supporti vergini esclusivamente all archiviazione, funzionale alla propria attività imprenditoriale, di dati, documenti digitali, o registrazioni; - abbia preventivamente adottato un codice di condotta interno volto espressamente a prevenire comportamenti illeciti, da parte dei propri dipendenti e collaboratori, e di terzi che hanno accesso ai propri uffici, magazzini e stabilimenti di produzione, in ordine all utilizzazione dei supporti vergini (riproduzione di fonogrammi e videogrammi per uso personale, cessione di supporti vergini, etc.); - abbia introdotto al proprio interno procedure di controllo finalizzate alla prevenzione e repressione di comportamenti difformi dalle prescrizioni del codice di condotta; - si impegni a consentire alla SIAE l esercizio dell attività di controllo sulla corretta utilizzazione, per fini diversi dalla copia privata, dei supporti vergini per i quali richiede il rimborso del compenso per copia privata ; - sia iscritta nel registro delle imprese tenuto presso le Camere di commercio; - sia titolare di partita IVA; b) che il compenso del quale è chiesto il rimborso sia riferibile a supporti vergini: - acquistati dal richiedente successivamente alla data di entrata in vigore del d. lgs. 68/2003 (29 aprile 2003); - per i quali il fabbricante o l importatore abbiano effettivamente corrisposto il compenso per copia privata nella misura e con le modalità previste dal detto d. lgs. 68/ La facoltà di chiedere il rimborso è esercitabile entro e non oltre il termine perentorio del 90 giorno dalla fine del trimestre solare in cui è stata emessa la fattura di acquisto dei supporti. La richiesta di rimborso, da redigere su modello predisposto dalla SIAE, dovrà pertanto pervenire alla stessa SIAE (Direzione Generale - Ufficio Copia Privata) entro tale termine. In caso di inoltro della richiesta a mezzo posta, da effettuarsi con lettera raccomandata, farà fede il timbro postale Successivamente, entro e non oltre il termine perentorio del 180 giorno dalla fine del trimestre solare in cui è stata emessa la fattura di acquisto, l impresa richiedente il rimborso dovrà far pervenire alla SIAE (in caso di inoltro della richiesta a mezzo posta, da effettuarsi con lettera raccomandata, farà fede il timbro postale) detta fattura di acquisto, quietanzata con timbro e firma del fornitore, dalla quali risultino quantità, tipo e marchio/i dei supporti acquistati, nonché l ammontare del corrispondente compenso per copia privata Il rimborso è subordinato all esito positivo della verifica della la sussistenza dei requisiti soggettivi del richiedente e dei presupposti oggettivi della richiesta (ivi inclusa l effettiva corresponsione del compenso da parte dei fabbricanti/importatori presso cui il richiedente si è rifornito) Non si darà luogo a rimborso nei casi in cui l importo del compenso per copia privata esposto in fattura sia inferiore a 50 euro. 10

12 6. DICHIARAZIONE TRIMESTRALE DELLE VENDITE E CORRESPONSIONE DEL COMPENSO 6.1. Il compenso, dovuto al momento della fabbricazione o della immissione nel territorio dello Stato degli apparecchi di registrazione e dei supporti vergini, è corrisposto dal fabbricante o dall importatore alla SIAE a seguito della cessione dei supporti e degli apparecchi stessi A tal fine, fabbricanti e importatori sono tenuti a presentare alla SIAE un rendiconto trimestrale dal quale risultino per ciascun tipo di apparecchio di registrazione e di supporto vergine, le unità cedute ed il compenso per copia privata dovuto. Il rendiconto deve essere effettuato su tracciato fornito dalla SIAE (allegati A e B), e vi devono essere indicati, a fini di controllo, anche i supporti vergini costituenti prodotto semilavorato acquistati da imprese di duplicazione (v. punto 4.7. che precede) Il termine ultimo per la presentazione dei rendiconti è: - 15 giugno per gli apparecchi di registrazione e i supporti vergini ceduti nel corso del primo trimestre solare (gennaio-marzo) di ciascun anno; - 15 settembre per gli apparecchi di registrazione e i supporti vergini ceduti nel corso del secondo trimestre solare (aprile-giugno) di ciascun anno; - 15 dicembre per gli apparecchi di registrazione e i supporti vergini ceduti nel corso del terzo trimestre solare (luglio-settembre) di ciascun anno; - 15 marzo dell anno successivo per gli apparecchi di registrazione e i supporti vergini ceduti nel corso del quarto trimestre solare (ottobre-dicembre) di ciascun anno In deroga ai termini di rendicontazione di cui al punto 6.3. che precede, i fabbricanti e gli importatori hanno facoltà di presentare i rendiconti relativi agli apparecchi di registrazione ed ai supporti vergini ceduti nel periodo 29 aprile - 30 giugno 2003 entro e non oltre il 15 dicembre Contestualmente alla presentazione del rendiconto, i fabbricanti e gli importatori corrisponderanno alla SIAE il compenso dovuto per il trimestre cui il rendiconto stesso si riferisce, a mezzo accredito con valuta prefissata sul conto corrente bancario sotto indicato, con la causale Compensi per copia privata - 1 (ovvero 2, 3, 4 ) trimestre, anno.. A seguito di disposizioni impartite dall ABI con circolare SP/2797, è indispensabile, per avere la garanzia del buon fine dell operazione e per evitare di incorrere in commissioni aggiuntive, la corretta indicazione, nella disposizione di bonifico, delle coordinate bancarie del conto corrente, così come di seguito esposte INTESTATARIO CONTO: S.I.A.E. CIN (1 carattere alfabetico): G CODICE ABI (5 caratteri numerici): CODICE CAB (5 caratteri numerici): NUMERO CONTO: (12 caratteri) (senza spazi, punti, barre etc) BANCA: MONTE DEI PASCHI DI SIENA Agenzia N. 15 Via della Musica, Roma 6.6. In caso di ritardata corresponsione del compenso, è dovuto un interesse di mora la cui misura è determinata ai sensi del d. lgs. n. 231/

FPM Federazione contro la Pirateria Musicale

FPM Federazione contro la Pirateria Musicale FPM Federazione contro la Pirateria Musicale Cosa dice la legge? La Legge sul Diritto d Autore 633/41, aggiornata dalla Legge 248/00, prevede dure sanzioni penali per coloro che violano le disposizioni

Dettagli

tra in persona del legale rappresentante... con sede legale in... Via/Piazza d ora in avanti denominata Impresa

tra in persona del legale rappresentante... con sede legale in... Via/Piazza d ora in avanti denominata Impresa PROTOCOLLO APPLICATIVO PER LE IMPRESE DISTRIBUTRICI DI SUPPORTI VERGINI (CD-R E DVD- R) NON ISCRITTE NEL REPERTORIO DEL MINISTERO DELLA SALUTE COME FABBRICANTI DI DISPOSITIVI MEDICI N. tra S.I.A.E. - Società

Dettagli

Aspetti fiscali del commercio elettronico o e-commerce

Aspetti fiscali del commercio elettronico o e-commerce Aspetti fiscali del commercio elettronico o e-commerce 2014-01-02 19:54:35 Il presente lavoro è tratto dalle guide: Imprese ed e-commerce. Marketing, aspetti legali e fiscali. e Il commercio elettronico

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DELL'ARCHIVIO FOTOGRAFICO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DELL'ARCHIVIO FOTOGRAFICO PROT. N. XVIII/4E/2 dal Vaticano, 20 ottobre 2007 (citare il numero nella risposta) 00120 CITTA DEL VATICANO Tel. 06/4465610 4467601 fax 4467625 E-mail pcomm.arch@arcsacra.va www.vatican.va/roman_curia

Dettagli

CICLO ATTIVO DELL AGENZIA DELLE DOGANE

CICLO ATTIVO DELL AGENZIA DELLE DOGANE CICLO ATTIVO DELL AGENZIA DELLE DOGANE ROMA, DICEMBRE 2001 1 Definizione del ciclo attivo Per ciclo attivo si intende la rilevazione e la registrazione a fini civilistici e fiscali delle entrate dell Agenzia,

Dettagli

Circolare n. 4/2013 del 16 luglio 2013. L entrata della Croazia nell Unione Europea e la prova delle cessioni intracomunitarie

Circolare n. 4/2013 del 16 luglio 2013. L entrata della Croazia nell Unione Europea e la prova delle cessioni intracomunitarie Circolare n. 4/2013 del 16 luglio 2013 L entrata della Croazia nell Unione Europea e la prova delle cessioni intracomunitarie Con la presente circolare informativa si intende trattare l ingresso della

Dettagli

NOVITA IVA ARGOMENTI. M.O.S.S. Dichiarazioni d intento Estensione Reverse Charge Split Payment. Mevio Martelli

NOVITA IVA ARGOMENTI. M.O.S.S. Dichiarazioni d intento Estensione Reverse Charge Split Payment. Mevio Martelli NOVITA IVA Mevio Martelli ARGOMENTI M.O.S.S. Dichiarazioni d intento Estensione Reverse Charge Split Payment 1 M.O.S.S. M.O.S.S. (MINI ONE STOP SHOP) Regolamento 967/2012 Regolamento 815/2012 Provvedimento

Dettagli

Circolare N.148 del 03 Ottobre 2013

Circolare N.148 del 03 Ottobre 2013 Circolare N.148 del 03 Ottobre 2013 La fattura elettronica e le operazioni con la PA: L obbligo parte dal 06.06.2014 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che il MEF ha recentemente definito

Dettagli

Circolare 6. del 12 febbraio 2015. Nuovo regime IVA di split payment Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE

Circolare 6. del 12 febbraio 2015. Nuovo regime IVA di split payment Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE Circolare 6 del 12 febbraio 2015 Nuovo regime IVA di split payment Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Ambito oggettivo... 2 2.1 Esclusione per le operazioni soggette al reverse

Dettagli

g.y Jltn o VISTA la relazione istruttoria predisposta dall'ufficio legislativo, qui richiamata

g.y Jltn o VISTA la relazione istruttoria predisposta dall'ufficio legislativo, qui richiamata .. g.y Jltn o?'t i!b e, ak; C(ptat1ak VISTO il decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368, recante "Istituzione del Ministero per i beni e le attività culturali, a norma dell'articolo Il della legge 15

Dettagli

Progetto E-Inclusion. Integrazione scolastica attraverso l uso delle tecnologie. Disciplinare di rendicontazione

Progetto E-Inclusion. Integrazione scolastica attraverso l uso delle tecnologie. Disciplinare di rendicontazione Progetto E-Inclusion Integrazione scolastica attraverso l uso delle tecnologie Disciplinare di rendicontazione (Premessa) A seguito della pubblicazione dell Avviso per la presentazione di progetti e modalità

Dettagli

DOTTORI COMMERCIALISTI - REVISORI CONTABILI

DOTTORI COMMERCIALISTI - REVISORI CONTABILI DOTTORI COMMERCIALISTI - REVISORI CONTABILI Dott. M A U R O R O V I D A 16128 GENOVA - Via Corsica 2/18 Dott. F R A N C E S C A R A P E T T I Telef.: +39 010 876.641 Fax: +39 010 874.399 Dott. L U C A

Dettagli

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Regime Beni Usati Il D.L. 41/1995, conv. in L. 85/1995 prevede un particolare regime (cd. Regime del margine) per la cessione di beni mobili usati e di oggetti

Dettagli

Burani & Lancellotti COMMERCIALISTI ASSOCIATI Modena

Burani & Lancellotti COMMERCIALISTI ASSOCIATI Modena Spett.li Clienti Loro Sedi, lì 19 Marzo 2015 OGGETTO: nuovo regime IVA split payment nei confronti della Pubblica Amministrazione La L. 23.12.2014 n. 190 (legge di stabilità 2015) ha previsto un nuovo

Dettagli

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 4.90 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ Regime Beni Usati Il D.L. 41/1995, conv. in L. 85/1995 prevede un particolare regime (cd. Regime del margine) per la cessione di beni mobili usati e di oggetti

Dettagli

Comune di San Giorgio delle Pertiche (Provincia di Padova)

Comune di San Giorgio delle Pertiche (Provincia di Padova) Comune di San Giorgio delle Pertiche (Provincia di Padova) AREA AFFARI GENERALI Ufficio Segreteria Via Canonica, 4 TEL. 049-9374720 Cod.fiscale 00682290283 FAX 049-9374712 Centralino 049-9374711 35010

Dettagli

OGGETTO: Bando di gara - cottimo fiduciario per l Acquisizione di offerte, per la fornitura tende filtranti per aule e laboratori della scuola

OGGETTO: Bando di gara - cottimo fiduciario per l Acquisizione di offerte, per la fornitura tende filtranti per aule e laboratori della scuola OGGETTO: Bando di gara - cottimo fiduciario per l Acquisizione di offerte, per la fornitura tende filtranti per aule e laboratori della scuola Numero di Gara CIG Z1814B62AA In esecuzione del Decreto Prot

Dettagli

COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA ; Scadenza 28.02.2014 Verifica, predisposizione e invio telematico.

COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA ; Scadenza 28.02.2014 Verifica, predisposizione e invio telematico. INFORMATIVA N. 3 / 2014 Ai gentili Clienti dello Studio COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA ; Scadenza 28.02.2014 Verifica, predisposizione e invio telematico. DICHIARAZIONE ANNUALE IVA ; Verifica e predisposizione

Dettagli

COMUNE DI AVELLINO. Bando per gli aiuti alle imprese commerciali, artigiane e di servizi

COMUNE DI AVELLINO. Bando per gli aiuti alle imprese commerciali, artigiane e di servizi COMUNE DI AVELLINO Bando per gli aiuti alle imprese commerciali, artigiane e di servizi DOMANDA DI EROGAZIONE A TITOLO DI ANTICIPO O RELATIVA AL I SAL RISERVATO AL COMUNE DI AVELLINO: DATA SPEDIZIONE (presentazione

Dettagli

ISTRUZIONI PER L ADESIONE ALLA CONVENZIONE FEDERFARMA - SCF 2014

ISTRUZIONI PER L ADESIONE ALLA CONVENZIONE FEDERFARMA - SCF 2014 ISTRUZIONI PER L ADESIONE ALLA CONVENZIONE FEDERFARMA - SCF 2014 Federfarma e SCF hanno stipulato una Convenzione che disciplina le modalità di ottenimento della Licenza per la diffusione di musica registrata

Dettagli

Codice meccanografico: RMIC8GZ00L Codice Fiscale 97712990585 CORSI DI LINGUA INGLESE DI PREPARAZIONE AGLI ESAMI DEL TRINITY COLLEGE LONDON

Codice meccanografico: RMIC8GZ00L Codice Fiscale 97712990585 CORSI DI LINGUA INGLESE DI PREPARAZIONE AGLI ESAMI DEL TRINITY COLLEGE LONDON MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ENEA Viale Danimarca, 163 00040 Pomezia (RM) Tel. e Fax 06/9158804 e-mail: RMIC8GZ00L@istruzione.it RMIC8GZ00L@pec.istruzione.it

Dettagli

AVVISO D ASTA N... DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL ASTA DELL UNITÀ IMMOBILIARE A DESTINAZIONE NON RESIDENZIALE DI PROPRIETÀ DELL INPDAP

AVVISO D ASTA N... DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL ASTA DELL UNITÀ IMMOBILIARE A DESTINAZIONE NON RESIDENZIALE DI PROPRIETÀ DELL INPDAP AVVISO D ASTA N... Allegato 1 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL ASTA DELL UNITÀ IMMOBILIARE A DESTINAZIONE NON RESIDENZIALE DI PROPRIETÀ DELL INPDAP Il/la sottoscritto/a Cognome Nome Comune di nascita Provincia

Dettagli

Quale documentazione attesta la vendita on line

Quale documentazione attesta la vendita on line Conferenza organizzata dall Associazione ICT Dott.Com Quale documentazione attesta la vendita on line Direzione Regionale del Piemonte a cura di Sandra Migliaccio Ufficio Fiscalità Generale 1 22 novembre

Dettagli

1) Scheda Anagrafica/Dichiarazione Lavoro Autonomo -Residenti

1) Scheda Anagrafica/Dichiarazione Lavoro Autonomo -Residenti 1 1) Scheda Anagrafica/Dichiarazione Lavoro Autonomo -Residenti DICHIARAZIONE DATI ANAGRAFICI E FISCALI All Azienda. Io sottoscritto/a (cognome) (nome) al fine di una eventuale stipulazione con codesta

Dettagli

BANDO VOUCHER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI CATANZARO

BANDO VOUCHER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI CATANZARO BANDO VOUCHER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI CATANZARO 1. FINALITA La Camera di Commercio di Catanzaro - per il tramite della sua Azienda Speciale

Dettagli

RISOLUZIONE N. 140/E. Oggetto: Istanza di interpello X Articolo 74, decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633.

RISOLUZIONE N. 140/E. Oggetto: Istanza di interpello X Articolo 74, decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633. RISOLUZIONE N. 140/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 26 novembre 2004 Oggetto: Istanza di interpello X Articolo 74, decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633. Con

Dettagli

I SOGGETTI OBBLIGATI. 1. I soggetti obbligati alla presentazione del modello Contributo SCM anno 2015

I SOGGETTI OBBLIGATI. 1. I soggetti obbligati alla presentazione del modello Contributo SCM anno 2015 Allegato B alla delibera n. 87/15/CONS ISTRUZIONI PER IL VERSAMENTO DEL CONTRIBUTO DOVUTO ALL AUTORITÀ PER L ANNO 2015 DAI SOGGETTI CHE OPERANO NEL SETTORE DELLE COMUNICAZIONI ELETTRONICHE E DEI SERVIZI

Dettagli

6.10 Compensazione import/export

6.10 Compensazione import/export 6.10 Compensazione import/export Da inviare a: CONAI Consorzio Nazionale Imballaggi Via posta (raccomandata A.R.): Via P. Litta 5, 20122 Milano Via fax: 02.54122656 / 02.54122680 On line: https://dichiarazioni.conai.org

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO COMPRENSIVO DI SUSEGANA 31058 SUSEGANA - Via Carpeni, 7 - Tel. 0438/73256 Fax 0438/ 435393 - C.F.: 91026780261 email: tvic85200c@istruzione.it PEC: tvic85200c@pec.istruzione.it Sito: HTTP://www.icsusegana.it

Dettagli

Università Politecnica delle Marche

Università Politecnica delle Marche Pagina 1 di 5 Allegato B al disciplinare di gara REPERTORIO N. CONTRATTO D'APPALTO PER IL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA MEDIANTE BUONI PASTO. L'anno..., il giorno... del mese di... Con la presente scrittura

Dettagli

Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011

Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011 Vicenza, Gennaio 2012 Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011 Gentile cliente, al fine di adempiere agli obblighi previsti dalle scadenze fiscali

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DEL PRIMO SITO INTERNET

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DEL PRIMO SITO INTERNET PAG. 1 1 trimestre 2012 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DEL PRIMO SITO INTERNET Il presente bando è adottato con determinazione del Segretario Generale n. 355 del

Dettagli

AVVISO PER L ASSEGNAZIONE, PER L ANNO 2010, DEI DIRITTI CIP 6 DI CUI AL DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DEL 27 NOVEMBRE 2009

AVVISO PER L ASSEGNAZIONE, PER L ANNO 2010, DEI DIRITTI CIP 6 DI CUI AL DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DEL 27 NOVEMBRE 2009 AVVISO PER L ASSEGNAZIONE, PER L ANNO 2010, DEI DIRITTI CIP 6 DI CUI AL DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DEL 27 NOVEMBRE 2009 Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. (di seguito: GSE)

Dettagli

NAZIONALE Data pubblicazione: 20-11-2013 Data scadenza: 31-12-2013

NAZIONALE Data pubblicazione: 20-11-2013 Data scadenza: 31-12-2013 PAG. 1 Contributi a favore delle associazioni di volontariato ed onlus per l'acquisto di ambulanze, beni strumentali e beni da donare a strutture sanitarie pubbliche NAZIONALE Data pubblicazione: 20-11-2013

Dettagli

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER INVESTIMENTI RELATIVI ALLA REALIZZAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA ANNO 2011. Art. 1 - Oggetto e finalità

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER INVESTIMENTI RELATIVI ALLA REALIZZAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA ANNO 2011. Art. 1 - Oggetto e finalità BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER INVESTIMENTI RELATIVI ALLA REALIZZAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA ANNO 2011 Art. 1 - Oggetto e finalità La Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

Prima Iscrizione Reiscrizione Passaggio da sez. B a sez. A

Prima Iscrizione Reiscrizione Passaggio da sez. B a sez. A INFORMAZIONI UTILI PER L ISCRIZIONE ALL ALBO Prima Iscrizione - Reiscrizione Passaggio da sezione B a sezione A- Integrazione settore/i Laurea Specialistica - Trasferimento Orario dell ufficio Cassa per

Dettagli

ARSEL LIGURIA Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro

ARSEL LIGURIA Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro ARSEL LIGURIA Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro via San Vincenzo n. 4-16121 Genova - tel. 010 24911 telefax 010 2491246 MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LA FORNITURA DI BUONI SPESA

Dettagli

CONVENZIONE. Premesso che

CONVENZIONE. Premesso che CONVENZIONE Il Comune di Contrada, con sede in Contrada (AV), Via Luigi Bruno n. 79, codice fiscale 80001930645, di seguito indicato come Comune, legalmente rappresentato dal Dott. Antonio Iannaccone,

Dettagli

Dal sito dell Univideo: http://www.univideo.org/cms/attach/editor/quadro_normativo_copi a_privata_per_sito.doc

Dal sito dell Univideo: http://www.univideo.org/cms/attach/editor/quadro_normativo_copi a_privata_per_sito.doc Dal sito dell Univideo: http://www.univideo.org/cms/attach/editor/quadro_normativo_copi a_privata_per_sito.doc LA RATIO DELLA DISCIPLINA LEGISLATIVA SULLA COPIA PRIVATA La copia privata consiste nella

Dettagli

La fattura elettronica e le operazioni con la PA: l obbligo parte dal 06.06.2014

La fattura elettronica e le operazioni con la PA: l obbligo parte dal 06.06.2014 Ai gentili clienti Loro sedi La fattura elettronica e le operazioni con la PA: l obbligo parte dal 06.06.2014 Premessa Per effetto delle disposizioni contenute nell articolo 1 ai commi 209-214 della legge

Dettagli

dichiara di possedere i requisiti di cui all articolo 5 dello Statuto e di appartenere alla seguente categoria e relativa componente:

dichiara di possedere i requisiti di cui all articolo 5 dello Statuto e di appartenere alla seguente categoria e relativa componente: Domanda di adesione Da inviare a: CdA CONAI Consorzio Nazionale Imballaggi Via posta (raccomandata A.R.): Via P. Litta 5, 20122 Milano Via fax: 02.59904315 1 1.1 Ragione Sociale 1.2 Via/Piazza PEC 1.3

Dettagli

Regolamento di attribuzione del codice ISBN e di erogazione dei servizi dell Agenzia ISBN

Regolamento di attribuzione del codice ISBN e di erogazione dei servizi dell Agenzia ISBN Regolamento di attribuzione del codice ISBN e di erogazione dei servizi dell Agenzia ISBN L attribuzione del prefisso ISBN e i servizi dell Agenzia ISBN sono erogati alle condizioni di cui al presente

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI BANDO PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI PER MISSIONI ARCHEOLOGICHE, ANTROPOLOGICHE, ETNOLOGICHE ITALIANE ALL ESTERO - ANNO 2015 - Articolo

Dettagli

Adempimenti Fiscali e Normativi 2015

Adempimenti Fiscali e Normativi 2015 Adempimenti Fiscali e Normativi 2015 Il Decreto Legislativo n 175 del 21 Novembre 2014, detto anche Decreto Semplificazioni, pubblicato in Gazzetta Ufficiale e in vigore dal 13 Dicembre 2014, prevede una

Dettagli

COMUNE DI AVELLINO. Bando per gli aiuti alle imprese commerciali, artigiane e di servizi DOMANDA DI EROGAZIONE A TITOLO II SAL O DI SALDO

COMUNE DI AVELLINO. Bando per gli aiuti alle imprese commerciali, artigiane e di servizi DOMANDA DI EROGAZIONE A TITOLO II SAL O DI SALDO COMUNE DI AVELLINO Bando per gli aiuti alle imprese commerciali, artigiane e di servizi RISERVATO AL COMUNE DI AVELLINO: DOMANDA DI EROGAZIONE A TITOLO II SAL O DI SALDO Spett.le Soggetto Gestore Via.n...

Dettagli

DOMANDA DI EROGAZIONE A TITOLO DI ANTICIPO O I SAL

DOMANDA DI EROGAZIONE A TITOLO DI ANTICIPO O I SAL DOMANDA DI EROGAZIONE A TITOLO DI ANTICIPO O I SAL PI VALLE DELL IRNO BANDO ATTUATIVO DELLA SCHEDA PROGETTO P002 Nuovo regime d agevolazione a favore delle PMI SPAZIO RISERVATO AL GESTORE CONCESSIONARIO

Dettagli

Comitato Ecolabel Ecoaudit Sezione Ecolabel Italia PROCEDURE OPERATIVE PER L ASSEGNAZIONE E LA GESTIONE DEL MARCHIO ECOLABEL. Revisione 1.

Comitato Ecolabel Ecoaudit Sezione Ecolabel Italia PROCEDURE OPERATIVE PER L ASSEGNAZIONE E LA GESTIONE DEL MARCHIO ECOLABEL. Revisione 1. Comitato Ecolabel Ecoaudit Sezione Ecolabel Italia PROCEDURE OPERATIVE PER L ASSEGNAZIONE E LA GESTIONE DEL MARCHIO ECOLABEL Revisione 1. PROCEDURE ecolabel rev1 Premesso che : regolamento CE n. 1980/2000

Dettagli

CITTÀ DI VITTORIA Provincia di Ragusa Direzione Tributi Economato Servizi Fiscali Tel 0932/514500 fax 0932/867513 tributivittoria@pec.

CITTÀ DI VITTORIA Provincia di Ragusa Direzione Tributi Economato Servizi Fiscali Tel 0932/514500 fax 0932/867513 tributivittoria@pec. Spettabile POSTE ITALIANE S.P.A. GIPA Area Territoriale SUD2 Via Alcide De Gasperi 103 Palermo 90146 Alla c.a. dr Roberto Feroci CITTÀ DI VITTORIA Provincia di Ragusa Direzione Tributi Economato Servizi

Dettagli

LINEE GUIDA ICBI 2012

LINEE GUIDA ICBI 2012 Allegato al Regolamento per la costituzione ed il funzionamento dell Ufficio operativo della Convenzione di Comuni Iniziativa Carburanti a Basso Impatto REQUISITI E MODALITA OPERATIVE PER L EROGAZIONE

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente E.P.A.P. Ente di Previdenza ed Assistenza Pluricategoriale Via Vicenza, 7-00185 Roma Tel: 06 69.64.51 - Fax: 06 69.64.555 E-mail: info@epap.it - Sito web: www.epap.it Codice fiscale: 97149120582 Regolamento

Dettagli

PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO

PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO Premessa 1) Istanza di certificazione del credito 2) Avvio della procedura di certificazione 3) Certificazione del credito 4)

Dettagli

Fiscalità 2015: Lo sportello Unico per i servizi telematici (Moss) Dr Alberto Perani Milano, 24 febbraio 2015 In collaborazione con

Fiscalità 2015: Lo sportello Unico per i servizi telematici (Moss) Dr Alberto Perani Milano, 24 febbraio 2015 In collaborazione con Fiscalità 2015: Lo sportello Unico per i servizi telematici (Moss) Dr Alberto Perani Milano, 24 febbraio 2015 In collaborazione con In collaborazione con Lo sportello Unico per i servizi telematici (Moss)

Dettagli

Prot. 5669/B15 Viareggio, 20/12/2013

Prot. 5669/B15 Viareggio, 20/12/2013 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "MARCO POLO - VIANI" SCUOLA INFANZIA, PRIMARIA E MEDIA Via Pistoia 68-55049 - Viareggio (LU) Tel.0584/51302 Fax 0584/53865 e-mail luic819009@istruzione.it C.F. 91022950462

Dettagli

VISTO l avviso di trattativa privata pubblicato sulla G.U.R.I. n del -,

VISTO l avviso di trattativa privata pubblicato sulla G.U.R.I. n del -, Potenza, Prot. n / 71AL Denominazione e Indirizzo completo del concorrente raccomandata A/R n. Oggetto: TRATTATIVA PRIVATA PER LA VENDITA DEL COMPLESSO IMMOBILIARE EX CENTRO ORTOFRUTTICOLO CO.META DI BERNALDA,

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO PER LE POLITICHE DELLA FAMIGLIA Avviso di finanziamento relativo all anno 2011 per progetti a valere sull articolo 9 della legge 8 marzo 2000 n. 53, così

Dettagli

OGGETTO: incarico di consulenza, assistenza tecnica informatica e manutenzione hardware/software CIG Z5A1248ED0

OGGETTO: incarico di consulenza, assistenza tecnica informatica e manutenzione hardware/software CIG Z5A1248ED0 Cod. Fiscale 92045820013 via Ciriè 54 10071 BORGARO (TO) Tel. 011 4702428/011 4703011 Fax 011 4510084 e-mail toic89100p@istruzione.it sito web: http://www.icborgaro.it Marchio SAPERI certificato n. 14

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2010: NUOVI CHIARIMENTI DALL AGENZIA DELLE ENTRATE PARTE SECONDA

ELENCHI INTRASTAT 2010: NUOVI CHIARIMENTI DALL AGENZIA DELLE ENTRATE PARTE SECONDA Circolare N. 51 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 2 luglio 2010 ELENCHI INTRASTAT 2010: NUOVI CHIARIMENTI DALL AGENZIA DELLE ENTRATE PARTE SECONDA Con Circolare n. 36/E/2010, l Agenzia delle Entrate

Dettagli

1. Soggetti destinatari:

1. Soggetti destinatari: La presente iniziativa consiste nella concessione di rimborso a titolo di sconto di una quota parte sulla spesa complessiva sostenuta dai destinatari per l acquisto dei prodotti in promozione 1. Soggetti

Dettagli

FATTURAZIONE DELLE OPERAZIONI ATTIVE

FATTURAZIONE DELLE OPERAZIONI ATTIVE Ravenna, 3 Gennaio 2013 Circolare n. 1/13 OGGETTO: NOVITA IVA DAL 1 GENNAIO 2013 Nella Gazzetta Ufficiale n. 302 del 29/12/2012 è stata pubblicata la Finanziaria 2013 (Legge n. 228 del 24/12/2012), c.d.

Dettagli

ISTITUTO LODO ARBITRALE GIUSTIZIA CIVILE A.D.R. & WORLD PROFESSIONAL LANGUAGES FORMAZIONE-INTERPRETARIATO-TRADUZIONI

ISTITUTO LODO ARBITRALE GIUSTIZIA CIVILE A.D.R. & WORLD PROFESSIONAL LANGUAGES FORMAZIONE-INTERPRETARIATO-TRADUZIONI ISTITUTO LODO ARBITRALE GIUSTIZIA CIVILE A.D.R. & WORLD PROFESSIONAL LANGUAGES FORMAZIONE-INTERPRETARIATO-TRADUZIONI CONVENZIONE PER CORSI IN LINGUA INGLESE MODALITÀ E-LEARNING SINCRONA, ASINCRONA E LEZIONI

Dettagli

FONDAZIONE ENASARCO. I Roma: Procedura ristretta per l affidamento del servizio di. sollevamento acque reflue, acque nere e pozzi artesiani installati

FONDAZIONE ENASARCO. I Roma: Procedura ristretta per l affidamento del servizio di. sollevamento acque reflue, acque nere e pozzi artesiani installati FONDAZIONE ENASARCO I Roma: Procedura ristretta per l affidamento del servizio di manutenzione e controllo degli impianti autoclave, pompe di sollevamento acque reflue, acque nere e pozzi artesiani installati

Dettagli

Condizioni di assicurazione

Condizioni di assicurazione Mod. 5251 RCA - Ed. 08/14 Autovetture Condizioni di assicurazione 1 di 96 2 di 96 1.1 DECORRENZA DELLA GARANZIA E PAGAMENTO DEL PREMIO L assicurazione ha effetto dal giorno e dall ora indicati in polizza

Dettagli

RIGO E37-1 SOSTITUZIONE FRIGORIFERI E CONGELATORI CON APPARECCHI CLASSE A+

RIGO E37-1 SOSTITUZIONE FRIGORIFERI E CONGELATORI CON APPARECCHI CLASSE A+ RIGO E37-1 SOSTITUZIONE FRIGORIFERI E CONGELATORI CON APPARECCHI CLASSE A+ L art 1, comma 353, Legge n. 296/2006 ha introdotto una nuova detrazione dall Irpef per la sostituzione di frigoriferi, congelatori

Dettagli

PROVINCIA DI COMO. Settore Bilancio e Personale Via Borgovico 148 22100 COMO

PROVINCIA DI COMO. Settore Bilancio e Personale Via Borgovico 148 22100 COMO PROVINCIA DI COMO Settore Bilancio e Personale Via Borgovico 148 22100 COMO AVVISO PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI OPERATORI FINANZIARI (BANCHE O INTERMEDIARI FINANZIARI) FINALIZZATO A FAVORIRE AI CREDITORI

Dettagli

DECRETO DEL DIRETTORE

DECRETO DEL DIRETTORE DECRETO DEL DIRETTORE N. 211 DEL 24.09.2015 OGGETTO: Approvazione della Convenzione per l affidamento del servizio di informazione, raccolta dati, compilazione e calcolo dell indicatore parificato universitario

Dettagli

ASSOCIAZIONI E SOCIETA SPORTIVE DILETTANTISTICHE. Principali disposizioni fiscali e tributarie

ASSOCIAZIONI E SOCIETA SPORTIVE DILETTANTISTICHE. Principali disposizioni fiscali e tributarie ASSOCIAZIONI E SOCIETA SPORTIVE DILETTANTISTICHE Principali disposizioni fiscali e tributarie OBBLIGHI FISCALI L Associazione è soggetta a specifiche norme fiscali, anche se svolge soltanto l attività

Dettagli

CONDIZIONI PER LA FRUIZIONE DELLA FUNZIONALITA DI INVIO ELETTRONICO DELLA FATTURA

CONDIZIONI PER LA FRUIZIONE DELLA FUNZIONALITA DI INVIO ELETTRONICO DELLA FATTURA CONDIZIONI PER LA FRUIZIONE DELLA FUNZIONALITA DI INVIO ELETTRONICO DELLA FATTURA PREMESSO CHE: 1. Nell ambito della propria attività di impresa, SKY Italia S.r.l. e la sua controllata Telecare S.r.l.

Dettagli

Direzione Formazione Professionale Lavoro

Direzione Formazione Professionale Lavoro Direzione Formazione Professionale Lavoro Provincia di Novara DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO PER LA GESTIONE ED IL CONTROLLO AMMINISTRATIVO INERENTE IL BANDO PROVINCIALE RELATIVO ALLA FORMAZIONE DEI LAVORATORI

Dettagli

Circolare N. 145 del 5 Novembre 2014

Circolare N. 145 del 5 Novembre 2014 Circolare N. 145 del 5 Novembre 2014 Le modalità di liquidazione dei crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con Decreto 24.09.2014,

Dettagli

L ECO CONTRIBUTO RAEE

L ECO CONTRIBUTO RAEE Circolare N. 86 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 7 dicembre 2007 L ECO CONTRIBUTO RAEE Come previsto dal D.Lgs 151/2005, in capo ai produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche sono

Dettagli

http://www.studiodicarlo.org

http://www.studiodicarlo.org Contratto di affiliazione commerciale Tra le Parti: A s.p.a. , con sede in (provincia di ) in via al civico numero (), capitale sociale deliberato euro (/00),

Dettagli

Articolo 1 Finalità generali

Articolo 1 Finalità generali Allegato A Deliberazione della G.R. n. 104/2014 Avviso pubblico per la realizzazione di Progetti finalizzati al sostegno alle famiglie per la frequenza delle scuole dell'infanzia paritarie, private e degli

Dettagli

CIRCOLARE N. 52/E. Roma,30 luglio 2008

CIRCOLARE N. 52/E. Roma,30 luglio 2008 CIRCOLARE N. 52/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma,30 luglio 2008 Oggetto: Adempimenti necessari per l immatricolazione di veicoli di provenienza comunitaria articolo 1, comma 9, del decreto

Dettagli

Comitato Agevolazioni istituito presso la SIMEST DM 23 settembre 2011 e successive modifiche e integrazioni DM 21 dicembre 2012, artt.

Comitato Agevolazioni istituito presso la SIMEST DM 23 settembre 2011 e successive modifiche e integrazioni DM 21 dicembre 2012, artt. Comitato Agevolazioni istituito presso la SIMEST DM 23 settembre 2011 e successive modifiche e integrazioni DM 21 dicembre 2012, artt. 12 e 13 CIRCOLARE n. 7/2013 approvata con delibera del 2 dicembre

Dettagli

REVERSE CHARGE PER CELLULARI E MICROPROCESSORI: NUOVI CHIARIMENTI

REVERSE CHARGE PER CELLULARI E MICROPROCESSORI: NUOVI CHIARIMENTI Circolare N. 27 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 8 aprile 2011 REVERSE CHARGE PER CELLULARI E MICROPROCESSORI: NUOVI CHIARIMENTI Dallo scorso 1 aprile vige l obbligo di applicazione del reverse

Dettagli

ALLEGATO 1 DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA

ALLEGATO 1 DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA ALLEGATO 1 DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA Articolo 1 OGGETTO DEL SERVIZIO L appalto ha per oggetto l affidamento del Servizio di Tesoreria. Il Servizio

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI SACCHE PER RACCOLTA SANGUE DA CORDONE

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI SACCHE PER RACCOLTA SANGUE DA CORDONE REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI SACCHE PER RACCOLTA SANGUE DA CORDONE OMBELICALE E SACCHE PER CONGELAMENTO E STOCCAGGIO DI CELLULE STAMINALI PERIFERICHE * * * * * * PROCEDURA

Dettagli

STATO CODICE ISO N.RO CARATTERE DEL CODICE IVA. Bulgaria BG 9 ovvero 10

STATO CODICE ISO N.RO CARATTERE DEL CODICE IVA. Bulgaria BG 9 ovvero 10 N. 2 del 2007 NOVITA IN MATERIA DI ELENCHI INTRASTAT ADESIONE ALL UNIONE EUROPEA DI DUE NUOVI STATI A decorrere dal 1 gennaio 2007, sono entrati a far parte dell Unione Europea due nuovi Stati: la Bulgaria

Dettagli

RICHIESTA DI CONTRIBUTO. Compilare obbligatoriamente tutti i campi relativi alla domanda di contributo ed ai relativi modelli allegati

RICHIESTA DI CONTRIBUTO. Compilare obbligatoriamente tutti i campi relativi alla domanda di contributo ed ai relativi modelli allegati Linee guida per la compilazione della domanda di contributo e relativi allegati, ai sensi dell articolo 96 della legge 21 novembre 2000, n. 342 e del decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Le presenti condizioni generali di vendita si applicano ai contratti conclusi tra SOLON S.p.A. (di seguito SOLON ), persona giuridica che agisce nell esercizio della propria

Dettagli

NEWSLETTER N. 6/2013 DEL 7 OTTOBRE 2013

NEWSLETTER N. 6/2013 DEL 7 OTTOBRE 2013 NEWSLETTER N. 6/2013 DEL 7 OTTOBRE 2013 IN QUESTA NEWSLETTER: Contributo ai Comuni per il minor gettito IMU Certificazione patto di stabilità: il test firma digitale sospensione dell IMU: il decreto sospensione

Dettagli

Servizio di gestione dominio e posta elettronica certificata PEC

Servizio di gestione dominio e posta elettronica certificata PEC Servizio di gestione dominio e posta elettronica certificata PEC Costo del servizio di registrazione/mantenimento dominio e 1 casella di posta elettronica certificata 69,00 /anno Condizioni Tutti i costi

Dettagli

Procedura per attribuzione di incarichi di lavoro autonomo

Procedura per attribuzione di incarichi di lavoro autonomo Procedura per attribuzione di incarichi di lavoro autonomo Soggetti destinatari Il conferimento dell'incarico di prestazioni di lavoro autonomo di natura occasionale o coordinata e continuativa, ferma

Dettagli

Allegato 1 OFFERTE SEGRETE

Allegato 1 OFFERTE SEGRETE Allegato 1 OFFERTE SEGRETE 1) DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL ASTA La Domanda di Partecipazione tramite Offerta Segreta all Asta dovrà essere redatta su carta semplice e conformemente al seguente schema:

Dettagli

Proposta di Cessione del Contratto Mobile

Proposta di Cessione del Contratto Mobile di nascita / / Documento d Identità di rilascio / / Numero Naz. Forma Giuridica Luogo e del Titolare della carta Località Luogo e del Sottoscrittore del modulo/debitore Il Cedente ORIGINALE PER WIND di

Dettagli

ASSET CAMERA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEI FORNITORI. Art. 1 ISTITUZIONE E FINALITÀ DELL ELENCO

ASSET CAMERA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEI FORNITORI. Art. 1 ISTITUZIONE E FINALITÀ DELL ELENCO ASSET CAMERA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEI FORNITORI Art. 1 ISTITUZIONE E FINALITÀ DELL ELENCO Ai sensi dell art. 125 comma 12 del D. Lgs. n. 163 del 2006 e s.m.i., avente ad oggetto il Codice

Dettagli

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città Prot. n. Cagliari, Spett. le Via Cap - Città OGGETTO: Procedura di affidamento diretto del servizio in economia inerente all imputazione sul SIL Sardegna dei dati relativi allo stato di attuazione degli

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Decreto Direttoriale 11.03.2014 Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 29 luglio

Dettagli

GENNAIO INFORMATIVA N. 329 29 DICEMBRE 2014

GENNAIO INFORMATIVA N. 329 29 DICEMBRE 2014 INFORMAT N. 329 29 DICEMBRE 2014 Si riportano di seguito le principali scadenze del PRIMO TRIMESTRE 2015. A seguito dell entrata in vigore delle semplificazioni contenute nel D.Lgs. n. 175/2014 alcuni

Dettagli

CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI N. 20 BORSE DI STUDIO

CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI N. 20 BORSE DI STUDIO Sede legale: C.so Italia, 55 - Sede amministrativa: via Morelli, 39 34170 GORIZIA Tel/fax 0481/536272 www.consunigo.it info@consunigo.it CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI N. 20 BORSE DI STUDIO 1. Oggetto

Dettagli

I PRINCIPALI ADEMPIMENTI DEI CIRCOLI CULTURALI E RICREATIVI, DEI GRUPPI FOLKLORISTICI E DEI GRUPPI RIEVOCATIVI STORICI.

I PRINCIPALI ADEMPIMENTI DEI CIRCOLI CULTURALI E RICREATIVI, DEI GRUPPI FOLKLORISTICI E DEI GRUPPI RIEVOCATIVI STORICI. I PRINCIPALI ADEMPIMENTI DEI CIRCOLI CULTURALI E RICREATIVI, DEI GRUPPI FOLKLORISTICI E DEI GRUPPI RIEVOCATIVI STORICI. Franca Della Pietra Dottore Commercialista - Revisore legale dei conti - Trento Via

Dettagli

COMUNE DI CANTAGALLO Provincia di Prato REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO D IDONEITA DELL ALLOGGIO

COMUNE DI CANTAGALLO Provincia di Prato REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO D IDONEITA DELL ALLOGGIO REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO D IDONEITA DELL ALLOGGIO INDICE Articolo 1 Ambito d applicazione Articolo 2 Soggetto avente titolo alla presentazione della richiesta Articolo 3 - Presentazione

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma SOMMARIO VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE AGGIORNAMENTO...2 AVVERTENZE...2 PARCELLAZIONE DI STUDIO...2 ADEGUAMENTO ARCHIVI (00015z)...2 Riferimenti normativi...3 FatturaPA versione 1.1...3 Split Payment...3

Dettagli

Utilizzo del credito infrannuale

Utilizzo del credito infrannuale Rimborsi Utilizzo del credito infrannuale di Ciro D Ardìa L adempimento Oggetto Presentazione del modello per la richiesta di rimborso/compensazione del credito IVA infrannuale. Soggetti interessati Contribuenti

Dettagli

Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento

Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ RELATIVE AI SERVIZI TERRITORIALI ED ALLE POLITICHE SOCIO-SANITARIE A FAVORE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IMMIGRATA. ANNO 2007 Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento

Dettagli

Proposta di Cessione del Contratto Mobile

Proposta di Cessione del Contratto Mobile di nascita / / Documento d Identità di rilascio / / Numero Naz. Luogo e del Titolare della carta Località Luogo e del Sottoscrittore del modulo/debitore Il Cedente, ai sensi e per gli effetti degli artt.

Dettagli

www.food-mood.it TORINO INCONTRA 17/18 FEBBRAIO 2016 Iscrizione Pitch

www.food-mood.it TORINO INCONTRA 17/18 FEBBRAIO 2016 Iscrizione Pitch Iscrizione Pitch Denominazione Impresa/Ente...... Indirizzo Sede Legale... Città... Provincia... Nazione.... C.F....... Partita Iva........... E-mail. Tel.... Fax.... Sito web..... Referente Tecnico...

Dettagli

DOMANDA DI AGEVOLAZIONE SUL FINANZIAMENTO DELLA PARTECIPAZIONE IN IMPRESE ALL ESTERO AI SENSI DELL ART. 2, COMMA 7, DELLA LEGGE 19/91 (*)

DOMANDA DI AGEVOLAZIONE SUL FINANZIAMENTO DELLA PARTECIPAZIONE IN IMPRESE ALL ESTERO AI SENSI DELL ART. 2, COMMA 7, DELLA LEGGE 19/91 (*) Riferimento SIMEST.. (a cura del destinatario) SIMEST SPA DIPARTIMENTO AGEVOLAZIONI CORSO VITTORIO EMANUELE II, N.323 00186 R O M A DOMANDA DI AGEVOLAZIONE SUL FINANZIAMENTO DELLA PARTECIPAZIONE IN IMPRESE

Dettagli

5. PROCEDURE. PEC innovazione-ricerca@cert.regione.piemonte.it

5. PROCEDURE. PEC innovazione-ricerca@cert.regione.piemonte.it 5. PROCEDURE Le gestione del bando, che comprende le attività di ricezione e istruttoria delle domande, concessione e revoca delle agevolazioni, controllo degli interventi realizzati, è affidata alla Direzione

Dettagli