Biblioteca di Telepass + 2 o biennio TOMO a

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Biblioteca di Telepass + 2 o biennio TOMO a"

Transcript

1 UNITÀ C Il sistema informativo e le contabilità aziendali Biblioteca di Telepass + 2 o biennio TOMO a Sistema informativo, classificazione delle rilevazioni, scritture elementari Documento Esercizi Quesiti Vero/Falso Elementi del sistema informativo aziendale Le fasi del processo decisionale e i vantaggi del sistema informativo integrato Correlazione Q1 Indica se le seguenti affermazioni sono vere oppure false a. il controllo dell attività svolta è fonte di nuove informazioni utilizzabili per assumere decisioni V F b. un informazione è il risultato che scaturisce dell elaborazione di dati raccolti V F c. il sistema informativo aziendale ha, tra gli altri, il compito di documentare le operazioni di gestione V F d. le informazioni devono essere chiare e analitiche V F e. le procedure con cui si raccolgono e si elaborano le informazioni sono uno degli elementi del sistema informativo aziendale V F f. i flussi di informazioni prodotti dal sistema informativo sono diretti anche all esterno dell azienda V F g. i sistemi che elaborano e archiviano le informazioni utilizzando gli strumenti delle moderne tecnologie informatiche prendono il nome di sistemi informativi V F h. un sistema informativo ben organizzato deve consentire ai responsabili dei vari sottosistemi aziendali di conoscere l andamento del proprio settore di attività V F Q2 Rispondi alle seguenti domande a. Che cosa sono le informazioni? In che cosa si differenziano dai dati? b. Quali caratteristiche devono avere le informazioni per essere utili al processo decisionale? c. Quali elementi compongono il sistema informativo? E qual è il ruolo svolto da ognuno di essi? d. In che cosa si differenzia un sistema informatico da un sistema informativo integrato? Q3 Rispondi alle seguenti domande a. Che cosa sono le decisioni? b. Quali sono le fasi del processo decisionale? c. A quali fini sono destinati i flussi di informazioni prodotti dal sistema informativo? d. Quali sono i vantaggi di un sistema informativo integrato? Q4 Correla i termini posti a sinistra alle espressioni riportate a destra, indicandone il corrispondente numero nella tabella sotto riportata a. accreditare un conto b. chiudere un conto c. aprire un conto d. addebitare un conto e. tenere un conto a b c d e 1. intestare il prospetto all oggetto del conto, rilevando la variazione iniziale 2. rilevare una variazione quantitativa nella sezione Dare del conto 3. rilevare una variazione quantitativa nella sezione Avere del conto 4. registrare tutte le variazioni intervenute nella consistenza dell oggetto del conto in un certo periodo di tempo 5. determinare l eccedenza iscrivendola a pareggio nella sezione dove il totale è minore 1/11 ESERCIZI - Il sistema informativo e le contabilità aziendali F Mondadori Education

2 Analisi del conto Denaro in cassa Q5 Analizza il seguente conto Denaro in cassa Data Descrizione Dare Avere 15/02 Consistenza iniziale 750,00 15/02 Acquisto di valori bollati 400,00 15/02 Prelevamento dal c/c Monte dei Paschi di Siena 1.000,00 15/02 Pagamento della bolletta Telecom n o ,00 15/02 Riscossione della fattura n o ,00 15/02 Riscossione di un fitto semestrale da signor Ricci 4.200,00 15/02 Versamento su conto corrente Banca Popolare di Sondrio 3.500,00 E ora rispondi alle domande che seguono a. Qual è l oggetto del conto? b. Qual è e che segno ha l eccedenza del conto a fine giornata? c. Qual è invece il saldo? d. Il conto DENARO IN CASSA è un conto unilaterale o un conto bilaterale? e. Si tratta di un conto analitico o di un conto sintetico? f. Qual è la forma del conto? Individuata la forma grafica del conto e presentalo poi in una forma alternativa Compilazione di un conto con dati a scelta Nella contabilità della ditta Malinverni & Riva è aperto un conto che presenta le seguenti caratteristi- Q6 che n è intestato alla Banca X n ha una forma a sezioni accostate con esposizione del saldo n presenta un saldo iniziale di euro e, dopo alcuni movimenti, un saldo finale di euro n è un conto descrittivo Presenta il conto di cui sopra, scegliendo opportunamente i dati e immaginando le operazioni che lo hanno movimentato 2/11 ESERCIZI - Il sistema informativo e le contabilità aziendali F Mondadori Education

3 Quesiti a risposta multipla Q7 Indica quali tra le seguenti affermazioni sono vere 1. Il sistema informativo deve essere in grado di a. reperire ed elaborare i dati in funzione dei diversi utilizzi possibili b. trasmettere le informazioni ai vari utenti c. produrre il rendiconto dell attività svolta d. fornire informazioni chiare e tempestive, anche se incomplete 2. Il sistema informativo integrato a. consente di ridurre i tempi di elaborazione dei dati b. comporta un aumento del numero dei dipendenti c. produce informazioni destinate solo ai soggetti interni all azienda d. permette di effettuare simulazioni a scopo decisionale 3. I documenti originari a. sono la base della gestione b. sono la base della rilevazione c. sono emessi soltanto all interno dell azienda d. a seconda dei casi, sono documenti di prova o documenti di autorizzazione 4. La contabilità generale a. fa parte della contabilità aziendale b. ha come obiettivo la determinazione del risultato di esercizio e del collegato patrimonio di funzionamento c. include le contabilità elementari d. si avvale anche di rilevazioni statistiche 5. Secondo l oggetto le scritture si classificano in a. scritture contabili e scritture extracontabili b. scritture cronologiche e scritture sistematiche c. scritture elementari e scritture complesse d. scritture obbligatorie e scritture facoltative 6. Il conto a. accoglie sempre sia quantità fisiche sia quantità monetarie b. è intestato a un determinato oggetto c. ha funzionamento bilaterale d. contiene solo la data e i valori delle operazioni relativi all oggetto cui è intestato 7. Se un azienda occupa del personale dipendente deve obbligatoriamente tenere a. il libro giornale e il libro paga b. il libro delle retribuzioni, il libro matricola e il libro degli infortuni c. i libri prescritti dal Codice Civile e il libro delle retribuzioni d. il libro delle retribuzioni e il libro degl infortuni 3/11 ESERCIZI - Il sistema informativo e le contabilità aziendali F Mondadori Education

4 Registrazioni sul libro cassa Registrazioni sul libro cassa Registrazioni su una scheda di c/c bancario Q8 Registra sul libro cassa della ditta Francesco Molteni di Torino le seguenti operazioni del 29 maggio, tenendo conto di un fondo iniziale di cassa di euro n anticipati euro 75 a un dipendente quale fondo spese per una trasferta da effettuare in giornata n riscossa la fattura n o 218, dell importo di euro 695, emessa sulla ditta Ezio Ronchi n acquistati valori bollati per euro 35 n richiesto alla banca un assegno circolare di euro 800 versandone l importo in contanti n inviato l assegno circolare di cui sopra alla ditta Carlo Barzé a saldo della sua fattura n o 148, dell importo di euro 803,50 n ricevuto un assegno bancario di euro tratto sulla Banca Sella, inviato dalla ditta Aldo Romanoni a saldo della fattura n o 217 di euro 2.985,40 n riscossa una tratta di euro a firma della Saima S.r.l., scaduta il giorno precedente n presentata da un dipendente, al quale era stato corrisposto un anticipo di euro 180, una nota spese dell importo complessivo di euro 154: il dipendente restituisce la somma residua Q9 Presenta il libro cassa della ditta Michele Terruzzi di Ravenna con la registrazione delle seguenti operazioni del mese di marzo dell anno n 01/01 fondo iniziale di cassa euro /01 riscossa la fattura n o 328 sulla ditta Alberto Giannelli, dell importo di euro /01 pagata la bolletta del telefono relativa al 2 o bimestre, che ammonta a euro /01 pagata la fattura n o 412 emessa dalla ditta Bertani per euro 527,30, ottenendo un ribasso di euro 2,30 03/01 riscosso dalla ditta Tornari l importo di euro in conto 04/01 versamento di euro sul conto corrente presso l UniCredit Banca 07/01 ricevuto dalla ditta Fratelli Corti un acconto di euro /01 pagato all agenzia della RAS un premio di assicurazione incendi di euro 297,50 09/01 prelevamento di euro 900 dal conto corrente presso l UniCredit Banca 10/01 pagata alla ditta Frattini una cambiale scaduta di euro /01 pagata la nota n o 92 dello spedizioniere Aloisi, dell importo di euro /01 riscossa la fattura n o 232 sulla S.r.l. EL.COM., dell importo di euro 1.972,50, ricevendo un assegno bancario di euro /01 richiesto all UniCredit Banca un assegno circolare di euro con addebito in conto corrente 17/01 inviato l assegno circolare di cui sopra alla ditta Claudio Tenca a saldo della sua fattura n o 78 dell importo di euro 1.502,40 17/01 riscosso un effetto di euro 950 sulla ditta Mantovani 19/01 ricevuto l assegno bancario n o... sul Sanpaolo Banco di Napoli, dell importo di euro 2.480, inviatoci dalla ditta Gandolfi a saldo della nostra fattura n o 357 di euro 2.484,10 20/01 versamento di euro sul conto corrente presso l UniCredit Banca 22/01 riscossi euro a saldo della nostra fattura n o 5 sulla ditta Accornero 23/01 pagato il fitto trimestrale degli uffici, che ammonta a euro /01 ricevuti euro dalla ditta Giorgetti in conto 26/01 pagata la fattura n o 27, emessa dalla ditta Rossetti per l importo di euro 450, relativa alla riparazione di un automezzo 28/01 versati euro 700 in conto al fornitore Zavoli 29/01 riscossi euro 865 a saldo della nostra fattura n o 3 sulla ditta Boni 29/01 prelevamento di euro dal conto corrente presso l UniCredit Banca 30/01 pagati salari e stipendi per euro /01 estinto un pagherò di euro emesso a favore della ditta A. Mazzocchi Q10 Il conto corrente che la ditta Achilli intrattiene con la Banca di Roma presentava all 1/1/n un saldo attivo di euro Nella prima settimana dell anno, poi, la ditta Achilli n ha eseguito un versamento di contanti per euro e di assegni per euro n ha rilasciato un assegno di c/c di euro alla ditta Russo n ha ricevuto un bonifico di euro ordinato dal cliente Magni n ha prelevato per esigenze di cassa euro n ha ricevuto comunicazione dell addebito in conto di una ricevuta bancaria di euro Compila in forma scalare la scheda del conto BANCA DI ROMA C/C, determinandone il saldo dopo ogni operazione 4/11 ESERCIZI - Il sistema informativo e le contabilità aziendali F Mondadori Education

5 Registrazioni su una scheda di c/c bancario Registrazioni sul giornale di magazzino e sulle schede di magazzino Scheda del partitario fornitori Scheda del partitario fornitori Q11 Presenta la scheda del conto corrente che la ditta Bensi & Rivolta intrattiene con la Banca Popolare di Milano, registrandovi le seguenti operazioni relative alla prima decade del mese di giugno (il saldo del conto al 1 o giugno ammontava a euro a credito del correntista) 02/06 versamento di contanti per euro e di assegni bancari per euro /06 emesso l assegno bancario n o 716 di euro 930 a favore della ditta Passerini 03/06 richiesto un assegno circolare di euro 800 a favore della ditta Bonelli 04/06 richiesti 2 libretti di assegni bancari contro addebito dell importo di euro 2,50 04/06 la banca comunica l avvenuto incasso di una ricevuta bancaria di euro 1.850: spese d incasso addebitate euro 4,50 05/06 effettuato tramite banca il pagamento di una rata di mutuo dell importo di euro /06 la banca restituisce protestato un effetto di euro 450, precedentemente accreditato salvo buon fine : spese addebitate euro 26 06/06 pagata a mezzo banca una bolletta ENEL di euro 386,50: commissioni addebitate euro 1,80 06/06 emesso l assegno n o 717 di euro per ottenere disponibilità di cassa 07/06 versamento di un assegno bancario di euro 925 ricevuto da un cliente 08/06 la banca comunica l avvenuto pagamento di un effetto di euro 800, presso di essa domiciliato, e addebita spese per euro 2,50 Q12 Al 30 settembre... il magazzino prodotti della ditta Carlo Venini & Francesco Bruga di Avellino era costituito da n o prodotti BA e da n o prodotti BX. Successivamente, nella prima decade del mese di ottobre, si sono verificati i seguenti movimenti 02/10 vendita di n o 520 prodotti BA alla ditta Storm 02/10 acquisto di n o 900 prodotti BA e di n o prodotti BX dalla ditta Albonico 03/10 vendita di n o 640 prodotti BA e di n o prodotti BX alla ditta Trevisan 03/10 acquisto di n o prodotti BX dalla ditta Caronti 04/10 vendita di n o 600 prodotti BA e di n o 560 prodotti BX alla ditta Marra 05/10 acquisto di n o prodotti BA e di n o prodotti BX dalla ditta Todero 05/10 vendita di n o prodotti BA alla ditta Sacchi 05/10 vendita di n o 890 prodotti BX alla ditta Girola 08/10 acquisto di n o prodotti BA e di n o prodotti BX dalla ditta Gerna 08/10 vendita di n o prodotti BA alla ditta Sacchi 09/10 vendita di n o 760 prodotti BA e di n o prodotti BX alla ditta Storm 09/10 acquisto di n o prodotti BA e di n o prodotti BX dalla ditta Frasca 09/10 vendita di n o 800 prodotti BA e di n o prodotti BX alla ditta Tonelli Presenta il giornale di magazzino nonché le schede di magazzino (a sole quantità fisiche) relative al prodotto BA e al prodotto BX Q13 Presenta la scheda di partitario intestata al fornitore Mario Santoro di Savona con la registrazione delle seguenti operazioni (applicando ove occorra l Iva ad aliquota ordinaria) 01/01 nostro residuo debito verso la ditta Santoro euro /01 nostra rimessa in conto alla ditta Santoro a mezzo dell assegno circolare n o... emesso dalla Banca di Roma di euro /01 fattura n o 35 della ditta Santoro, di euro þ Iva; regolamento con tratta a fine marzo 31/01 nostra accettazione di una tratta spiccata da Santoro a saldo della sua fattura n o 35 05/02 ricevuta la nota di accredito n o 41 della ditta Santoro, relativa a merce da noi restituita: l importo dell accredito è di euro 150 þ Iva 18/02 ricevuta la fattura n o 77 della ditta Santoro di euro þ Iva 26/02 nostra cessione di effetti alla ditta Santoro per euro /03 rilasciato l assegno n o... della Banca di Roma a saldo del nostro debito verso la ditta Santoro Q14 Presenta la scheda a sezioni accostate con esposizione del saldo, intestata al fornitore Aldo Bini, tenendo presente quanto segue 01/01 nostro residuo debito di euro /01 rilasciato un assegno bancario di euro in conto 12/01 ricevuta la fattura n o 25 emessa dalla ditta Bini per l importo di euro þ Iva ordinaria, relativa a un acquisto di merci 15/01 ricevuta una nota di variazione di euro 240 (Iva compresa) per merci rese alla ditta Bini 20/01 ordinato bonifico bancario alla ditta Bini a saldo nostro residuo debito da conto vecchio 30/01 girato alla ditta Bini un assegno bancario di euro 1.800, rilasciatoci da un cliente 5/11 ESERCIZI - Il sistema informativo e le contabilità aziendali F Mondadori Education

6 Scheda del partitario clienti Scheda del partitario clienti Q15 Presenta la scheda di partitario intestata al cliente Carlo Alberto Tremarin di Sondrio, con la registrazione delle seguenti operazioni, tenendo conto dell Iva ad aliquota ordinaria 01/01 saldo iniziale a debito del cliente Tremarin euro (nostre fatture n o ) 08/01 Tremarin invia in conto un assegno bancario della Banca Regionale Europea di euro /01 nostra fattura n o 29 di euro þ Iva sulla ditta Tremarin 25/01 nostra nota di accredito n o 30 a favore della ditta Tremarin per merce parzialmente difettosa: l importo accreditato è di euro 150 þ Iva 10/02 Tremarin invia un assegno circolare della Banca di Roma a saldo delle fatture n o dell esercizio precedente 18/02 nostra fattura n o 83 di euro þ Iva sulla ditta Tremarin 23/02 rimessa di Tremarin in conto mediante un bonifico bancario di euro /03 nostra fattura n o 104 di euro 750 þ Iva sulla ditta Tremarin 10/03 spiccata tratta su Tremarin per euro 400 con scadenza a fine maggio 20/03 il cliente Tremarin restituisce merci per euro 150: per tale importo viene emessa la nota di variazione Iva n o /03 addebitati a Tremarin interessi per euro 35 28/03 Tremarin rilascia un pagherò di euro con scadenza a fine maggio Q16 Rileva sulla scheda del partitario clienti intestata alla ditta Tommaso Castellani di Voghera le operazioni sotto elencate 01/01 saldo iniziale a debito del cliente, relativo alla fattura n o 554, euro /01 si emette la fattura n o 4 esponendo merci per euro 920, sconto 5% þ 5%, spese a forfait per euro 50 e l Iva ad aliquota ordinaria 10/01 si riceve un assegno bancario a saldo della fattura n o 4 01/02 si riceve comunicazione dell incasso della ricevuta bancaria emessa a saldo della nostra fattura n o /02 si emette la fattura n o 120 esponendo merci per l importo di euro 1.280, imballaggi a perdere per euro 20, trasporto non documentato per euro 30, spese anticipate in nome e per conto del cliente euro 120 e l Iva ad aliquota ordinaria 01/03 si riceve comunicazione dell incasso della ricevuta bancaria emessa a saldo della nostra fattura n o /03 si emette la fattura n o 230 esponendo merci per euro soggette a Iva ad aliquota 10% e merci per euro 800 soggette a Iva ad aliquota ordinaria; spese di trasporto addebitate a forfait per euro 50 02/04 si riceve comunicazione dell incasso della ricevuta bancaria emessa a saldo della nostra fattura n o /04 si emette la fattura n o 312 per euro þ Iva 10% 18/04 si emette nota di variazione relativa alla fattura n o 312 per euro 50 þ Iva 30/04 si riceve un A/B sulla Banca di Roma emesso dal cliente a saldo del nostro residuo credito 6/11 ESERCIZI - Il sistema informativo e le contabilità aziendali F Mondadori Education

7 Dalle operazioni ai documenti e alle relative scritture elementari Q17 Relativamente ai fatti di seguito riportati, indica i documenti originari emessi e le rilevazioni elementari cui danno luogo Fatti di gestione Documenti originari Rilevazioni elementari Ricevute merci da un fornitore che ha emesso fattura immediata Emesso un assegno bancario a saldo della fattura del fornitore di cui sopra Consegnate merci a un cliente emettendo il relativo documento di trasporto Emessa la fattura differita relativa alla spedizione di cui al punto precedente Ricevute merci in restituzione dal cliente di cui sopra ed emessa la relativa nota di accredito con variazione Iva Ricevuta fattura del trasportatore Bertani, che viene pagata in contanti Spiccata tratta su un cliente a saldo di un nostro credito; la tratta viene inviata in banca per lo sconto Ricevuta la lettera di accredito inviata dalla banca relativamente allo sconto della cambiale di cui sopra 7/11 ESERCIZI - Il sistema informativo e le contabilità aziendali F Mondadori Education

8 Quesiti Vero/Falso Q18 Indica se le seguenti affermazioni sono vere oppure false a. la reversale è un documento mediante il quale si autorizza il cassiere a eseguire un pagamento V F b. a volte, il saldo finale di cassa non coincide con il totale della distinta di cassa V F c. il totale delle uscite annotate sul Libro cassa deve essere uguale al totale dei mandati emessi V F d. il pagamento di una fattura ENEL effettuato emettendo un assegno bancario provoca un uscita di cassa V F e. le schede di magazzino sono scritture cronologiche V F f. le fatture ricevute sono i documenti originari in base ai quali si effettuano le registrazioni sulle schede del partitario fornitori V F g. quando si restituiscono merci a un fornitore si emette una nota di accredito e la si invia allo stesso V F h. il pagamento di una fattura di acquisto si registra in Dare della scheda intestata al fornitore V F i. il libro matricola documenta le retribuzioni liquidate ai dipendenti V F l. il libro paga fornisce gli elementi necessari alla successiva registrazione in Prima nota della liquidazione delle retribuzioni spettanti ai dipendenti V F m. i prelevamenti effettuati in contanti sono rilevati in Avere della scheda di banca e in Dare del Libro cassa V F n. la riconciliazione è l operazione con cui si raccordano il saldo dell estratto conto bancario e il saldo della scheda di banca V F o. la contabilità clienti si basa su rilevazioni effettuate sul registro Iva delle fatture emesse, sul partitario clienti, sul registro delle cambiali attive e sullo scadenzario V F 8/11 ESERCIZI - Il sistema informativo e le contabilità aziendali F Mondadori Education

9 UNITÀ C Il sistema informativo e le contabilità aziendali Operazioni Iva e obblighi connessi Quesiti a risposta multipla Q19 Indica con una crocetta quali delle seguenti affermazioni sono vere 1. Il momento impositivo di una cessione di merci è rappresentato a. dalla stipulazione del contratto b. dalla consegna o dalla spedizione c. dall emissione della fattura differita d. dalla riscossione del prezzo 2. I commercianti al minuto a. non sono mai tenuti all emissione della fattura b. emettono fattura solo per le cessioni di importo superiore a un certo ammontare c. emettono fattura solo su richiesta del cliente e non oltre il momento di effettuazione dell operazione d. possono emettere fattura su richiesta del cliente anche dopo 15 giorni dall effettuazione dell operazione 3. La fattura differita a. deve essere emessa entro 30 giorni dalla data del documento di trasporto (Ddt) b. deve essere emessa entro il giorno 15 del mese successivo a quello della consegna o della spedizione delle merci per le quali sia stato emesso il Ddt c. deve essere emessa entro la fine del mese successivo a quello della consegna o della spedizione della merce d. può essere riepilogativa delle cessioni effettuate a uno stesso cliente nel corso di un mese 4. La fattura immediata a. deve accompagnare la merce durante il trasporto b. deve essere emessa entro 24 ore dalla consegna o dalla spedizione della merce c. deve essere emessa entro il giorno 15 del mese successivo a quello della consegna o spedizione della merce d. deve essere emessa entro le ore 24 del giorno di consegna o di spedizione della merce 9/11 ESERCIZI - Il sistema informativo e le contabilità aziendali F Mondadori Education

10 Fattura immediata: sconti, imballaggi, spese a forfait, interessi Fattura differita con sconti, spese accessorie e interessi Q20 Il 10 gennaio la Casamarket S.r.l. di Genova, grossista di articoli casalinghi, ha emesso la fattura immediata n o 32, nei confronti della Inoxa Domus di Sara Negri & C. S.n.c. di La Spezia per le seguenti merci, tutte assoggettate a Iva ordinaria n n o 50 padelle antiaderenti ILLA con manico estraibile, diametro cm 28, a euro 6 ciascuna n n o 10 pentole a pressione Aeternum da litri 7 al prezzo di euro 29 ciascuna n n o 4 batterie da cucina da 7 pezzi in acciaio porcellanato al prezzo di euro 44 per batteria n n o 5 batterie da cucina da 20 pezzi serie T in acciaio inox, al prezzo di euro 150 per batteria Condizioni di vendita n sconto del 5% su tutti gli articoli di cui sopra; ulteriore sconto del 2% sul prezzo di listino delle batterie da 20 pezzi n imballaggio fatturato al costo n consegna franco magazzino venditore n regolamento 1 / 2 per contanti il giorno della spedizione e 1 / 2 a 90 giorni data fattura mediante rilascio di un assegno bancario maggiorato degli interessi al 5% La merce è stata consegnata in data 12 gennaio al corriere Freccia della Liguria di Genova. Presenta a. la fattura immediata, nella quale figurano l addebito di imballaggi per euro 18 e di spese di carico a forfait per euro 24, nonché gli interessi per la dilazione di pagamento accordata b. l assegno bancario emesso a saldo dalla ditta compratrice Q21 In data 18 ottobre il grossista di giocattoli Mario Calligaris S.p.A. di Varese ha venduto al dettagliante Peter Pan S.r.l. di Como, con consegna franco magazzino venditore entro fine mese, i seguenti articoli soggetti a Iva in base all aliquota ordinaria n 50 castelli Playmobil al prezzo di euro 44 l uno, sconto incondizionato 10% n 80 confezioni di Meccano al prezzo di euro 25 l una, sconto incondizionato 5% regolamento a 2 mesi data fattura con interessi al tasso del 5%; imballo fatturato al costo. Il 29 ottobre la Mario Calligaris S.p.A. ha emesso il documento di trasporto n o 2347 e il 30 ottobre ha consegnato la merce al vettore La Varesina S.r.l. di Varese per l inoltro ai magazzini del compratore, anticipando in nome e per conto di questi euro 30 (Iva compresa) per spese di trasporto. Il 15 novembre la Mario Calligaris S.p.A. ha poi emesso regolare fattura addebitando al compratore, oltre alle spese di trasporto, il costo degli imballaggi per euro 7,50 e gli interessi per la dilazione di pagamento. Il 15 gennaio dell anno successivo, data di scadenza della fattura, il compratore ha ottenuto un ulteriore dilazione di pagamento fino al 31/3, rilasciando un assegno bancario per gli interessi al tasso del 6%. A fine marzo la Peter Pan S.r.l. non ha eseguito il pagamento, che è stato invece effettuato, dopo ripetuti solleciti, soltanto il successivo 15/5. Presenta a. la fattura rilasciata dal vettore b. la fattura emessa dal venditore in data 15/11 c. la nota di addebito per gli interessi relativi al periodo 15/1-31/3 d. il calcolo della somma riscossa dal venditore il 15/5, sapendo che per il periodo successivo alla scadenza della dilazione sono stati conteggiati gli interessi al tasso del 6% 10/11 ESERCIZI - Il sistema informativo e le contabilità aziendali F Mondadori Education

11 Quesiti a risposta multipla Q22 Indica con una crocetta le risposte corrette 1. La base imponibile Iva a. è l intero importo della fattura b. è l importo sul quale si calcola l imposta c. comprende le spese e gli oneri documentati d. comprende le prestazioni accessorie fornite dal venditore 2. Quando la fattura comprende beni soggetti ad aliquote diverse, gli addebiti per prestazioni accessorie fornite dal venditore (ad esempio, il trasporto con mezzi propri) a. non sono soggetti a Iva b. sono soggetti a Iva in base all aliquota più elevata c. sono ripartiti proporzionalmente ai valori delle merci d. sono assoggettati a Iva in base all aliquota normale 3. Gli sconti incondizionati a. sono contrattualmente previsti b. dipendono dalla modalità con cui sarà eseguito il pagamento c. vanno portati in deduzione dall imponibile d. saranno detratti al momento del pagamento della fattura 4. Le spese documentate sostenute dal venditore in nome e per conto del compratore a. sono assoggettate a Iva con la stessa aliquota che colpisce i beni ceduti b. concorrono a formare l importo complesssivo della fattura c. concorrono a formare l imponibile Iva d. sono soggette a una propria aliquota Iva 5. I resi da clienti e gli abbuoni concessi dopo l emissione di una fattura a. comportano sempre la rettifica dell Iva b. possono non comportare la regolarizzazione dell Iva c. sono comprovati da una nota di accredito d. sono comprovati da una nota di addebito 6. Se il compratore di una merce paga una parte del prezzo prima della consegna, il venditore a. deve emettere fattura immediata per l anticipo ricevuto b. deve fatturare l anticipo entro la fine del mese c. deve scindere l importo ricevuto determinando l imponibile e l Iva d. deve fatturare l anticipo al momento dell emissione della fattura a saldo 11/11 ESERCIZI - Il sistema informativo e le contabilità aziendali F Mondadori Education

Il sistema informativo aziendale

Il sistema informativo aziendale Albez edutainment production Il sistema informativo aziendale III classe ITC 1 Alla fine di questo modulo sarai in grado di: conoscere funzioni, obiettivi e struttura del sistema informativo aziendale;

Dettagli

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC Le vendite e il loro regolamento Classe III ITC La vendita di merci La vendita di beni e servizi rappresenta un operazione di disinvestimento, per mezzo della quale l impresa recupera i mezzi finanziari

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI e SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 24 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 3) Rettifiche

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE Le rettifiche su acquisti (vendite) determinano componenti positivi (negativi) di reddito corrispondenti ad una riduzione dei costi di acquisto (ricavi di vendita) rilevati

Dettagli

Regolamento delle fatture di acquisto. Esempio 1 pagamento con denaro contante:

Regolamento delle fatture di acquisto. Esempio 1 pagamento con denaro contante: Regolamento delle fatture di acquisto. Quando paghiamo una fattura di acquisto il nostro patrimonio netto non subisce variazione dal punto di vista quantitativo, ma solo qualitativo. Se paghiamo in contante

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

Operazioni varie di gestione aziendale

Operazioni varie di gestione aziendale Operazioni varie di gestione aziendale di Teresa Tardia Esercitazione di economia aziendale per la classe terza ITC Nel mese di febbraio la ditta GiLuVi, azienda commerciale, ha compiuto le seguenti: 01-feb

Dettagli

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE Nome e cognome.. Classe Data I beni strumentali Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE di Marcella Givone 1. Costituzione di azienda con apporto di beni strumentali, sia in natura disgiunti

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio LE SCRITTURE DI RETTIFICA: Attraverso le scritture di rettifica si rinviano al futuro esercizio componenti positivi e negativi di reddito che si sono manifestati nell esercizio, e quindi sono stati in

Dettagli

GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE

GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE Tutto quello che c è da sapere per comprendere meglio l estratto di conto corrente. In collaborazione con la Banca MPS e le Associazioni dei Consumatori: Acu Adiconsum

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME ABSTRACT ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME Con l inizio del periodo d imposta pare opportuno soffermarsi sulla disciplina degli elenchi INTRASTAT, esaminando le novità in arrivo e ripercorrendo

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto Svolgimento della prova di verifica n. 17 Classe 4 a IGEA, Mercurio, Brocca, Programmatori, Liceo economico, IPSC Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione. Celestina Rovetto Obiettivi della

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Il rendiconto della gestione condominiale - Art. 1130, comma 2, c.c.

Il rendiconto della gestione condominiale - Art. 1130, comma 2, c.c. Casa e condominio Il rendiconto della gestione condominiale - Art. 1130, comma 2, c.c. uso bollo FORMULA SUPERCONDOMINIO... RENDICONTO GESTIONE ESERCIZIO DAL... AL... * * * Situazione spese sostenute -

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRÆCIA DI CATANZARO LE NOTE DI VARIAZIONE AI FINI IVA

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRÆCIA DI CATANZARO LE NOTE DI VARIAZIONE AI FINI IVA UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRÆCIA DI CATANZARO LE NOTE DI VARIAZIONE AI FINI IVA 1 NOTE DI VARIAZIONE IVA (art. 26 del DPR n. 633/1972) Obbligatorie Facoltative Si tratta delle variazioni in aumento

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni contabili

La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni contabili S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE La centrale rischi interbancaria e le centrali rischi private: istruzioni per l uso La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE API (FORMAO JSON) PER IMPOR DAI IN CONABILIA' FACILE ONLINE Lo Staff della Geritec SRL mette a disposizione delle API per lo scambio DAI tra applicativi di terze parti e Contabilità facile online (di seguito

Dettagli

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Istituto Nazionale Previdenza Sociale Aggiornato al 05 novembre 2012 LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Registrazione committente Il committente si registra presso l

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

Pacchetto verticale vitivinicolo

Pacchetto verticale vitivinicolo Pacchetto verticale vitivinicolo Descrizione della soluzione Pag. 1 La Cooperativa Seled ha realizzato una completa copertura delle procedure informatiche per Cooperative Vitivinicole in ambiente Windows,

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

Domanda di concessione dell assegno integrativo

Domanda di concessione dell assegno integrativo mod. Ass. integrativo COD. SR91 Domanda di concessione dell assegno integrativo (Art. 9, comma 5, della legge n. 223/1991) La presente domanda deve essere presentata per la concessione dell assegno integrativo.

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

Gamma EVOLUTION. L Evoluzione del Software per la Gestione Aziendale

Gamma EVOLUTION. L Evoluzione del Software per la Gestione Aziendale Gamma EVOLUTION L Evoluzione del Software per la Gestione Aziendale Gamma Evolution Caratteristiche Tecniche Linguaggio di programmazione: ACUCOBOLGT Case di sviluppo: TOTEM Sistema operativo: WINDOWS,

Dettagli

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... Come accade per tutte quelle aziende che servono in ogni momento

Dettagli

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Il presente modulo, sottoscritto e corredato della documentazione necessaria, può essere: consegnato in un qualunque Ufficio Postale

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

La documentazione contabile delle operazioni di import/export. Le registrazioni contabili delle operazioni di import/export

La documentazione contabile delle operazioni di import/export. Le registrazioni contabili delle operazioni di import/export La documentazione contabile delle operazioni di import/export Importazioni - Esportazioni Le registrazioni contabili delle operazioni di import/export Importazioni GRUPPO DI LAVORO OPERAZIONI DOGANALI

Dettagli

SWIM. SKF World-class Invoice Matching. fatture e documenti di consegna. Rev 04

SWIM. SKF World-class Invoice Matching. fatture e documenti di consegna. Rev 04 SWIM SKF World-class Invoice Matching Specifiche SKF per fatture e documenti di consegna Rev 04 Indice 1 Scopo...3 2 Introduzione...3 3 Dati contenuti in fattura...3 4 Dati obbligatori richiesti in una

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma)

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Il valore imponibile a fronte di bollette doganali è oggetto di numerose liti fiscali a causa della poca chiarezza

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

Capitolo 7 Le scritture di assestamento

Capitolo 7 Le scritture di assestamento Edizioni Simone - vol. 39 Compendio di economia aziendale Capitolo 7 Le scritture di assestamento Sommario 1. Il completamento. - 2. Le scritture di assestamento dei valori di conto secondo il principio

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia

5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia Normativa sulla Trasparenza Bancaria Foglio informativo sulle operazioni e servizi offerti alla clientela 5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Valconca

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA

CERTIFICAZIONE UNICA S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO CERTIFICAZIONE UNICA VITTORIA LETIZIA LEONE 06 Febbraio 2015 - ODCEC Milano S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Esempio 1 La Società Pollicino

Dettagli

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il Credito ai consumatori in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il credito ai consumatori dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012)

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) Condividere la conoscenza è un modo per raggiungere l immortalità (Tensin

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE

LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE Pag. 1 di 20 LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE Funzione Responsabile Supporto Tecnico Descrizione delle revisioni 0: Prima emissione FI 00 SU 0002 0 1: Revisione Generale IN 01 SU 0002 1 2:

Dettagli

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura adottate dall'associazione olandese Grossisti di Prodotti di Floricoltura ( Vereniging van Groothandelaren in Bloemkwekerijproducten

Dettagli

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A.

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Gestione Contabile : Piano dei conti : Suddivisione a 2 o 3 livelli del piano dei conti Definizione della coordinata CEE a livello di piano dei conti

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura.

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura. Dicembre 200 Conto 3. Guida pratica alla Fattura. La guida pratica alla lettura della fattura contiene informazioni utili sulle principali voci presenti sul conto telefonico. Gentile Cliente, nel ringraziarla

Dettagli

Come leggere la bolletta dell acqua

Come leggere la bolletta dell acqua LE GUIDE DI IREN ACQUA GAS Come leggere la bolletta dell acqua Guida alla bolletta dell acqua a contatore per uso domestico LE GUIDE DI IREN ACQUA GAS La tariffa dell acqua per uso domestico Da quando

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Split payment: come regolarizzare le fatture irregolari della Dott.ssa Cristina Seregni

Split payment: come regolarizzare le fatture irregolari della Dott.ssa Cristina Seregni Studio Associato Servizi Professionali Integrati Member Crowe Horwath International Split payment: come regolarizzare le fatture irregolari della Dott.ssa Cristina Seregni Abstract Le fatture emesse mediante

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

QUANTO PUÒ COSTARE IL FIDO. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto

QUANTO PUÒ COSTARE IL FIDO. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Barlassina Società Cooperativa Via C. Colombo, 1/3 20825 BARLASSINA (MB) Tel.: 036257711 - Fax: 0362564276 Email: info@bccbarlassina.it - Sito internet:

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO L articolo 35, comma 5, D.L. n. 223/2006 ha aggiunto il seguente comma all articolo 17, D.P.R. n. 633/72: Le disposizioni di cui al comma precedente si applicano anche alle

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Lezione 8. Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale

Lezione 8. Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale Lezione 8 Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale L AZIENDA SVOLGE UN PROCESSO DI TRASFORMAZIONE RISORSE PROCESSO DI PRODOTTI E SERVIZI TRASFORMAZIONE Valore di mercato delle risorse impiegate

Dettagli

y e Lo scambio sul posto cos è, come funziona e come viene calcolato. ire co www.vic-energy.com

y e Lo scambio sul posto cos è, come funziona e come viene calcolato. ire co www.vic-energy.com y e Lo scambio sul posto Guida per capire ire co cos è, come funziona e come viene calcolato. 1 Lo scambio sul posto fotovoltaico. Per capire cosa è e come funziona, lo scambio sul posto è necessario capire

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Guida pratica agli adempimenti

Guida pratica agli adempimenti Guida pratica agli adempimenti amministrativi delle aziende Rag. Tatiana Augelli INDICE - Iva e liquidazioni Le aliquote IVA; la detraibilità; le modalità di liquidazione ed i termini; - Termini di registrazione

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI 1. Aspetti fiscali generali Gli enti di tipo associativo, di cui fanno parte anche le associazioni sportive dilettantistiche, sono assoggettate

Dettagli

- quotazioni (corso tel quel e corso) - tasso effettivo di rendimento semplice

- quotazioni (corso tel quel e corso) - tasso effettivo di rendimento semplice UNIVERSITÁ degli STUDI di FOGGIA FACOLTÁ di ECONOMIA Elementi di Calcolo commerciale trattati in seno al corso di Economia aziendale tenuto dal prof. M. Milone nell a.a. 2011-12 Indice: A) Calcolo mercantile

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO

SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO Allegato n. 2 alla delibera n. 11 del 12.12.05 SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO..., con sede in.., Codice

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi

Dettagli

HELP 03 RIMBORSI SPESE

HELP 03 RIMBORSI SPESE a cura di Flavio Chistè RIMBORSI SPESE RIMBORSI SPESE Nella gestione ordinaria degli enti non commerciali accade spesso che vengano erogate delle somme ai collaboratori, ai professionisti e ai dipendenti

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013 UNA SOLUZIONE INNOVATIVA Businesspass è la soluzione Cloud Computing, usufruibile anche tramite Tablet, ipad, iphone o Smartphone, per gestire l intero processo amministrativo e gestionale dello Studio,

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti

l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti 1 2008 l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti 1 2008 l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco

Dettagli

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO Articolo 17- ter Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO 1. Premessa L art. 1, comma 629 della legge 23 dicembre 2014,

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

INDICE PARTE PRIMA IL SERVIZIO DI TESORERIA DELLO STATO TITOLO I ORDINAMENTO E FUNZIONI

INDICE PARTE PRIMA IL SERVIZIO DI TESORERIA DELLO STATO TITOLO I ORDINAMENTO E FUNZIONI INDICE Glossario PARTE PRIMA IL SERVIZIO DI TESORERIA DELLO STATO TITOLO I ORDINAMENTO E FUNZIONI Art. 1 - Articolazione del servizio di tesoreria dello Stato 16 Art. 2 - Vigilanza sul servizio di tesoreria

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli