Spostare la sede legale ed espandere le proprie attività in Cina

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Spostare la sede legale ed espandere le proprie attività in Cina"

Transcript

1 Numero 125 giugno 2012 Da Dezan Shira & Associates Spostare la sede legale ed espandere le proprie attività in Cina IN QUESTO NUMERO: Dislocare entro o tra distretti fiscali Chiudere la società esistente e ricominciare da zero Espansione: Filiali e conversione di uffici di rappresentanza in società a totale partecipazione straniera U.S. Tour June Usate il vostro smartphone per leggere questo codice QR e accedere a Disponibile in diverse lingue

2 Benvenuti a questo numero di Asia Briefing! Nonostante i concetti di dislocazione (spostamento della sede giuridica) ed espansione siano piuttosto semplici, i processi legali sottostanti queste operazioni possono risultare a volte molto complessi. In questo numero di China Briefing discuteremo le forme in cui questi processi possono svolgersi attraverso tre articoli: Foreign Direct Investment Advice from Corporate Establishment, Tax, Accounting & Payroll Throughout Asia Dislocare entro o tra distretti fiscali...3 Chiudere la società esistente e ricominciare da zero...5 Espansione: Filiali e conversione di uffici di rappresentanza in società a totale partecipazione straniera...9 Forniremo, in questo numero, una serie di diagrammi per facilitare la comprensione del processo, come ad esempio: Costituire una società a totale partecipazione straniera...5 Chiudere un ufficio di rappresentanza...10 Ci auguriamo che questo numero possa aiutarvi a fare un po di luce sulle opportunità di dislocazione ed espansione della vostra società! Cordiali saluti, Alberto Vettoretti, Managing Partner, Dezan Shira & Associates, Editore Asia Briefing ASIA BRIEFING INDIA BRIEFING VIETNAM BRIEFING MONGOLIA BRIEFING MONGOLIA BRIEFING Usate il vostro smartphone per leggere il codice QR e scaricare le applicazioni mobile di Asia Briefing. Tutto il materiale e i contenuti sono protetti da 2012 Asia Briefing Ltd. Nessuna riproduzione, copia o traduzione di materiale è permessa senza il consenso dell'editore. The China Practice: Beijing Tianjin Dalian Qingdao Shanghai Suzhou Hangzhou Ningbo Guangzhou Zhongshan Shenzhen Hong Kong The India Practice: Delhi Mumbai The Vietnam Practice: Hanoi HCMC The Singapore Practice: Twenty years of excellence Opportunity to meet Dezan Shira & Associates Regional Director, Mr. Richard Cant, on his upcoming U.S. Tour. Mr. Cant s areas of expertise include corporate accounting, taxation, business establishment, due diligence and M&A in emerging Asia. U.S. Tour June June Chicago, Illinois June Pittsburgh & Philadelphia, Pennsylvania June Greenville, South Carolina June New York City Please contact Ms. Jessica Tou, U.S. Branch Manager, to schedule meetings La copertina artistica di questo mese porta il titolo di Simcity No.0,2009 (olio su tela, 92x122cm), dell artista di Hong Kong Sim Chan. Galleria espositiva: FQ Projects, No.76, Lane 927 Middle Huaihai Road, Shanghai, China. Aperta dal mercoledì alla domenica, dalle 11 alle Tel , sito internet:

3 Dislocare entro o tra distretti fiscali [ A cura del Tax Team dell ufficio di Shanghai, Dezan Shira & Associates ] Gli investitori stranieri p o s s o n o d e c i d e r e d i dislocare le proprie società in Cina per una serie di ragioni, ad esempio il cambiamento del modello di business precedente, l esplorazione di nuovi mercati, il convergere di diversi investimenti, l abbattimento dei costi operativi, oppure per uscire da aree che stanno rinnovando la propria struttura economica e non portano più sostanziali vantaggi all investitore. Molti businessmen stranieri costituiscono le società in Cina frettolosamente, scegliendo la sede legale in modo superficiale o persino sbagliato, e a volte con in mente già futuri piani di dislocazione in un altro distretto o in un altra città. A tal proposito consigliamo sempre la massima prudenza e accortezza poichè, quando possibile, è sempre meglio evitare lo spostamento della sede legale per questioni di tempo e di denaro. Quegli investitori stranieri, che invece stanno valutando la dislocazione per buoni motivi, devono essere consapevoli sin dall inizio che questo processo sarà molto più impegnativo di quanto immaginino. Dislocare all interno di un distretto con lo stesso regime fiscale è cosa semplice, tuttavia gli spostamenti tra diversi distretti fiscali (coordinando operazioni tra uffici governativi di diverse aree) sono di gran lunga più complicati, e richiedono diversi mesi per essere completati. Le difficoltà nel dislocare sono in gran parte collegate a tre aspetti essenziali. In primo luogo, l imposizione fiscale in Cina è molto decentralizzata e le imposte sono gestite direttamente dagli uffici tributari locali. Questi uffici non comunicano minimamente tra loro e si possono persino considerare in competizione: nessun ufficiale tributario, infatti, vuole perdere le entrate fiscali della vostra società lasciandovi trasferire facilmente in un altra circoscrizione. La seconda difficoltà insita nella dislocazione è che gli uffici tributari hanno molto più Oltre ad un preciso percorso da seguire ed alla necessità di minimizzare costi e potenziali problemi amministrativi col personale, lo spostamento tra distretti amministrativi implica l avere un idea precisa degli aspetti chiave della chiusura e della riapertura societaria... potere di quanto ci si possa aspettare. Dislocare in qualsiasi luogo al di fuori del vostro attuale distretto comporta la cancellazione della posizione dai registri fiscali: in pratica, ottenere il permesso di congedarsi da qualcuno che vorrebbe tenervi lì. Potete anche star certi che la revisione precedente la dislocazione consisterà in un dettagliato scrutinio della vostra conformità fiscale. Non avete pagato l imposta di bollo in quella piccola operazione risalente a dieci anni fa? Se non lo avete fatto, potreste avere brutte sorprese perchè l audit finale obbligatorio andrà sicuramente a spulciare tra la contabilità e fra tutte le voci di bilancio! Per tale motivo, la chiusura di una posizione fiscale può diventare un processo molto lungo. Ciò è particolarmente vero per quelle imprese straniere che godono ancora di privilegi fiscali, quali i due anni di esenzione e tre anni di riduzione del 50% delle imposte sul reddito societario in base alla vecchia normativa. Le imprese che beneficiano di queste riduzioni fiscali e che operano da meno di 10 anni, inoltre, sono tecnicamente obbligate a versare il totale delle imposte esentate o ridotte qualora decidessero di lasciare il distretto fiscale di competenza. L ultimo aspetto che rende la dislocazione in Cina piuttosto complicata è invece quello relativo all iter burocratico per lo spostamento. L investitore straniero che si trasferisce in un nuovo distretto fiscale, infatti, deve gestire attivamente gli uffici di entrambe le circoscrizioni, che ovviamente non sono coordinati fra loro. China Briefing 3

4 Dislocare entro o tra distretti fiscali Oltre alla cancellazione dei registri fiscali, il processo di trasferimento implica essenzialmente ripercorrere dall inizio tutte le fasi per la costituzione di una società a totale partecipazione straniera (WFOE). Oltre ad un preciso percorso da seguire, la necessità di minimizzare costi e potenziali passività previdenziali durante il processo di dislocazione, così come l interruzione delle operazioni (ad esempio la possibilità di emettere fatture), si traducono nella sincronizzazione degli aspetti chiave di chiusura e riapertura, inclusi la cancellazione/riemissione della licenza commerciale e la chiusura/apertura della posizione fiscale. Nel secondo articolo di questo numero, discuteremo la modalità di cambiamento di indirizzo all interno di un distretto e il trasferimento a un nuovo distretto fiscale. Analizzeremo, inoltre, l opzione 4 China Briefing standard per la dislocazione: chiusura della società esistente e costituzione di una società completamente nuova, ovvero ricominciare da zero. Questa opzione puo essere interessante per quelle società che desiderino espandere il proprio ambito di attività e/o che non temano un periodo in cui non possono emettere fatture, ma comporta anche degli svantaggi, ad esempio i costi per la locazione degli uffici, per la riassunzione del personale e per la gestione contemporanea di due sistemi contabili. Per quegli investitori che sono interessati ad espandere la propria attività, l apertura di una filiale nell area di destinazione puo essere una possibilità attraente Spostamento entro lo stesso distretto fiscale Dislocare entro lo stesso distretto fiscale risulta abbastanza semplice e fattibile in una settimana circa, ammesso che non vi siano problemi con l ufficio tributario in caso, ad esempio, di svolgimento delle attività in un luogo diverso dalla sede legale della società. Quando una società viene chiusa, l ufficio tributario ispeziona la sede della società. Quindi, il primo passo nel processo di dislocazione è verificare l indirizzo della sede legale della società. A molti investitori stranieri è erroneamente consigliato, come scorciatoia, avere una sede legale e una sede operativa, ad esempio la prima in periferia e la seconda in centro. Questo non è consentito dalla legge ed è un aspetto di cui molte società non si rendono conto e a cui dovrebbero rimediare prima di intraprendere altre azioni volte alla chiusura della società. Poiché si fa riferimento alla sede legale in ogni singola fase del processo di incorporazione di una società, ci vorranno almeno due o tre mesi per cambiarla in tutti documenti in possesso delle autorità, se tale cambiamento è necessario. Trasferimento verso un nuovo distretto fiscale Nessun funzionario fiscale vuole perdere le entrate dalla vostra società lasciandovi trasferire in un altro distretto, pertanto ci si aspetterà una certa resistenza nel processo di chiusura di una posizione fiscale. Tale resistenza si farà sentire durante la verifica fiscale, ovvero quando sarà esaminato ogni singolo aspetto di conformità fiscale della società. Oltre al ripianamento di qualsiasi privilegio fiscale goduto ( tax holidays), l investitore straniero deve aspettarsi una qualche imposta d uscita, come per esempio una contestazione su una tassa di bollo o l IRPEF per dipendenti espatriati non pagate (eventualità molto comuni che si riscontrano durante le revisioni fiscali). Il processo di trasferimento a una nuova città o una nuova provincia è simile a quello tra distretti fiscali, ma la resistenza dell ufficio tributario è generalmente di gran lunga maggiore, con la regola generale che più in là ci si sposta più è difficile il processo. Trasferire la vostra società in un nuovo distretto fiscale comporta il coordinamento tra uffici governativi in due circoscrizioni. Il primo passo è ottenere l autorizzazione dal MOFCOM locale di destinazione (che si consulterà con il MOFCOM locale della vostra circoscrizione attuale). Si passerà poi all AIC di entrambe le circoscrizioni (che si interpelleranno reciprocamente), Le filiali sono più semplici da gestire, ma sono limitate in molti aspetti, come l impossibilità di espandersi oltre l ambito di attività (oggetto sociale) della società madre. Discuteremo l apertura di filiali e un altra possibilità di espansione più comune, ovvero la conversione di un ufficio di rappresentanza (RO) in una società a totale partecipazione straniera (WFOE) nel terzo articolo di questo numero. A seguito della nuova normativa per i RO del 2010 che ha reso questi ultimi poco convenientied economici, in molti hanno deciso di cancellare il RO e di registrare una nuova WFOE. Hanno contribuito a questo numero anche Cory Lam, Victor Zheng, Dan Shu and Samantha L. Jones. Cambiare indirizzo all interno dello stesso distretto fiscale (come in tutte le altre situazioni qui descritte) potrebbe anche comportare difficoltà a livello previdenziale, in termini di trasferimento dei contratti di lavoro e della gestione dei dipendenti che non desiderano continuare a lavorare per la società in un luogo diverso. (Per ulteriori informazioni si veda l apposito paragrafo Gestire il personale nella transizione) ed in seguito agli uffici governativi per la cancellazione e la nuova registrazione della posizione fiscale. Minimizzare i costi (evitare ad esempio affitti doppi) durante il trasferimento in un nuovo distretto significa sincronizzare gli aspetti chiave dei processi di chiusura e di riapertura, inclusi la cancellazione e la riemissione della licenza commerciale e la chiusura e riapertura della posizione fiscale.

5 Chiudere la società esistente e ricominciare da zero [A cura del Tax Team dell ufficio di Shanghai, Dezan Shira & Associates ] Per evitare i ritardi connessi al trasferimento di una società in un nuovo distretto fiscale (la verifica di liquidazione fiscale può durare da sei mesi fino a diversi anni!), l opzione è la chiusura dellawfoe esistente e la riaperturain una nuova sede. Fase 1: Richiesta della licenza commerciale 1-2 mesi Questa opzione presenta i seguenti vantaggi: 1. Può essere attuata anche quando l autorizzazione al trasferimento verso un nuovo distretto è negata, e 2. Permette significativi cambiamenti nella società, inclusa l espansione del precedente ambito di attività o la variazione del capitale registrato. Costituzione di una WFOE Registrazione del nome della società Certificato di autorizzazione Al fine di evitare ogni possibile scarto temporale, in questo processo, si costituisce di norma la nuova WFOE prima di chiudere quella esistente Licenza commerciale La WFOE ufficialmente costituita Fase 2: Registrazione presso gli uffici governativi e apertura dei conti bancari 2-3 mesi Registrazione del codice d impresa Rilascio del timbro della società Registrazione presso il SAFE Registrazione ai fini fiscali Apertura dei conti bancari per valuta locale e per valuta estera Conferimento del capitale Aggiornamento della licenza commerciale (Attestante il conferimento del capitale registrato) Registrazione presso l ufficio di statistica Registrazione ai fini finanziari Costituzione completata Tempo totale: 3-4 mesi China Briefing 5

6 Chiudere la società esistente e ricominciare da zero Chiudere la società esistente e ricominciare da zero permette la continuità delle operazioni aziendali e facilita il trasferimento del nome della società in termini di tempo, che altrimenti non potrebbe essere usato per almeno sei mesi. Tuttavia,l investitore che sta considerando questa strada dovrebbe tenere a mente i relativi svantaggi: La necessità di disporre di un capitale maggiore da investire È richiesto un capitale maggiore rispetto al trasferimento tra distretti fiscali a causa degli obblighi di registrazione di capitale nel periodo in cui si sovrappongono le attività delle due società e a causa di altri costi (come ad esempio gli affitti degli uffici). Il trasferimento delle immobilizzazioni può portare ad imposte addizionali Il trasferimento delle immobilizzazioni deve avvenire al valore contabile o ad un valore maggiore e ciò può comportare l applicazione di imposte addizionali. La necessità di un nome temporaneo per la società La società deve operare sotto un nuovo nome per un certo periodo. Dopo la chiusura della precedente società, il suo nome può essere registrato nuovamente dopo sei mesi. Costituzione di una nuova WFOE La costituzione di una società a totale partecipazione straniera (WFOE) prevede l acquisizione di una licenza commerciale, la registrazione presso tutti gli uffici governativi e l apertura dei conti bancari. La costituzione di una WFOE richiede generalmente da tre a sei mesi in base alla completezza e all accuratezza dei moduli di richiesta, e anche alla tempestività con cui si è in grado di rispondere alle richieste di informazioni aggiuntive. Il processo di costituzione può presentare delle differenze minori rispetto al tipo di società a totale partecipazione straniera che si sta costituendo. Ad esempio, per una WFOE manifatturiera è richiesta una relazione d impatto ambientale, mentre le società commerciali dovranno sottoporsi alla registrazione per l ispezione doganale e delle merci. Vi sono differenze anche per i requisiti del capitale minimo ai fini fiscali: WFOE per servizi > RMB, società commerciali a partecipazione straniera (FICE) > RMB (tuttavia si consiglia sempre la verifica con gli uffici di approvazione locali sul capitale minimo da versare). Infine, il tempo di preparazione per una WFOE manifatturiera e per una FICE generalmente si allunga da uno a tre mesi rispetto ad una WFOE per servizi. Uno dei punti chiave da tenere in considerazione, quando si costituisce una nuova WFOE, è il contratto di locazione. Ad esempio, un indirizzo può essere registrato soltanto per una società alla volta ed è possibile che l indirizzo per la nuova società sia già stato registrato da un altra società, sia straniera che locale. Lo stato di registrazione di un indirizzo, in molti casi, può essere controllato presso l AIC, ma nell eventualità che ciò non sia possibile, nel contratto di locazione deve essere dichiarato che la caparra sarà restituita interamente all investitore qualora l indirizzo non sia disponibile. Liquidazione dell esistente WFOE Il processo di chiusura di una WFOE, ovvero scioglimento e liquidazione, può richiedere diverso tempo ed essere meno prevedibile dell allestimento di una nuova società. La completa liquidazione di una WFOE richiede normalmente una media di mesi. Una buona preparazione e coordinazione, e la stretta cooperazione con le autorità coinvolte (in particolare le autorità fiscali), sono fondamentali. Il diritto societario e la normativa di riferimento per le WFOE ( WFOE Implementing Rules) forniscono ampie disposizioni sullo scioglimento e sulla liquidazione delle stesse. Questi processi possono variare leggermente, nella pratica, in base all area geografica. A Pechino, per esempio, è necessario recarsi sia presso gli uffici tributari locali per l imposta sulle persone fisiche o l addizionale a supporto del sistema scolastico, sia presso gli uffici tributari nazionali per IVA e imposta sul reddito societario. L investitore straniero deve porre particolare attenzione agli oneri fiscali durante la liquidazione, come descritto dettagliatamente di seguito. Il processo di liquidazione prevede tre fasi: 1. Domanda di richiesta per la cessazione dell attività 2. Espletamento delle obbligazioni di liquidazione liquidazione del consiglio di amministrazione registrazione e verifica dei crediti distribuzione e vendita delle immobilizzazioni relazione di revisione sulla liquidazione relazione sulla liquidazione 3. Cancellazione delle licenze presso tutte le relative autorità 1. Domanda di richiesta per la cessazione dell attività Per iniziare il processo di liquidazione, la WFOE deve richiedere l autorizzazione di cessazione dell attività all autorità di approvazione originale (di norma il ministero del commercio). Al momento del rilascio dell autorizzazione, inizia il processo di liquidazione. (Per i settori o gli investimenti con restrizioni che richiedano autorizzazioni da altri uffici, le richieste devono essere inoltrate anche a questi). 2. Espletamento delle obbligazioni di liquidazione Il consiglio di amministrazione dovrà nominare un comitato di liquidazione (con il compito di gestire il processo stesso entro 15 giorni dalla data di autorizzazione alla cessazione, e presentare la lista dei membri del comitato all autorità competente). 6 China Briefing

7 Chiudere la società esistente e ricominciare da zero Il diritto societario dispone che il comitato per la liquidazione di una società a responsabilità limitata sia composto dai suoi azionisti, mentre per una società a responsabilità limitata da azioni deve essere composto dagli amministratori o dai soggetti indicati dall assemblea generale degli azionisti. È disposto nelle WFOE Implementing Rules che il comitato per la liquidazione includa il rappresentante legale, i rappresentanti dei creditori e i rappresentanti delle relative autorità competenti, così come dai revisori contabili autorizzati e dai legali. Il comitato per la liquidazione, in pratica, può includere chiunque sia stato indicato dagli azionisti. Entro 10 giorni dalla sua formazione, il comitato per la liquidazione deve inviare una comunicazione scritta relativa alla liquidazione a tutti i creditori conosciuti perché dichiarino i propri crediti. Il comitato, inoltre, deve annunciare, entro 60 giorni dalla sua costituzione, la liquidazione della società sia su un quotidiano nazionale sia su un appropriato quotidiano provinciale o municipale a beneficio dei creditori non conosciuti. Il comitato dovrà esercitare le seguenti funzioni e i seguenti poteri durante la liquidazione: Liquidare i beni della società, preparare lo stato patrimoniale e la lista dei beni e predisporre un piano di liquidazione Comunicare ai creditori della società la liquidazione tramite avviso o annuncio pubblico Completare ogni attività in essere della società Presentare la stima alla valutazione dei beni e il metodo di calcolo Versare tutte le imposte non pagate e saldare tutti i debiti Regolare tutti i debiti e i crediti della società Vendere i beni rimanenti dopo il saldo di tutti i debiti della società Rappresentare la società in ogni processo civile Presentare la relazione sulla liquidazione al consiglio di amministrazione e alle autorità per l approvazione I creditori conosciuti devono registrare presso il comitato di liquidazione le loro richieste entro 30 giorni dal ricevimento del relativo avviso di liquidazione. Tutti gli altri creditori devono registrare presso il comitato di liquidazione le loro richieste entro 45 giorni dall annuncio pubblico di liquidazione. Il comitato deve riesaminare tutti i crediti registrati e determinarne la validità, deve inoltre comunicare per iscritto ai richiedenti la propria decisione rispetto alle loro richieste. Dopo aver verificato e valutato le proprietà della società, redatto lo stato patrimoniale e la lista delle proprietà, deve preparare un piano per la liquidazione e presentarlo all assemblea degli azionisti per l approvazione. Il comitato, con questa approvazione, può cominciare a liquidare i beni residui o a procedere con la vendita degli stessi nel seguente ordine: Spese per la liquidazione; Salari o pagamento degli oneri previdenziali dei dipendenti in sospeso; Debiti d imposta sospesi; e Ogni altro debito sospeso della società Dopo aver saldato i suddetti debiti, il comitato deve distribuire ogni bene residuo agli azionisti della società in base alle loro quote. Ciò che rimane può essere convertito in qualsiasi altra valuta estera attraverso una specifica banca di cambio, e può essere liberamente rimesso o trasportato all estero. Deve essere coinvolto uno studio contabile locale per condurre il controllo della liquidazione e preparare la relazione di verifica della stessa. Anche la verifica di regolarità fiscale deve essere eseguita dall autorità tributaria competente. Questa procedura richiede parecchio tempo, di norma tra i 6 e i 12 mesi. La verifica di regolarità fiscale e la cancellazione della posizione costituiscono il maggior ostacolo durante il processo di liquidazione. L ufficio tributario, dopo che tutte le procedure di liquidazione sono state completate e le imposte versate, procederà alla cancellazione della posizione fiscale della società. Come in un normale audit di verifica, i revisori per la liquidazione si concentreranno sui seguenti aspetti: Il conto economico e le transazioni della società negli ultimi tre anni prima della data della dichiarazione di liquidazione. La completezza e la veridicità delle informazioni sui beni, inclusi: correttezza nei calcoli dei crediti autorizzazione della cancellazione dei crediti inesigibili completezza dei resoconti bancari reale proprietà dei beni materiali della società corretta approvazione delle autorità su ripianamento/perdita dei beni immobili e corretta registrazione e distribuzione degli altri beni Le passività della società, inclusi: calcolo corretto dei salari dovuti ai dipendenti corretto versamento delle imposte corretto ripianamento delle altre passività La relazione di verifica sulla liquidazione è emessa da uno studio certificato contabile e deve essere presentata all assemblea degli azionisti della società per l approvazione. U n a r e l a z i o n e d i liquidazione generalmente include informazioni sui beni e sulle passività della società e la descrizione del modo in cui tali beni sono stati liquidati Il comitato per la liquidazione, con l approvazione, deve presentare all autorità che hanno emesso le autorizzazioni in origine (di norma il ministero del commercio) una relazione di liquidazione con la prova di cancellazione presso il SAFE e l autorità doganale. 3. Cancellazione delle licenze presso tutte le relative autorità A questo punto, la società straniera può procedere alla cancellazion presso tutti gli altri uffici, inclusi: L Ufficio per l Amministrazione dell industria e del commercio (AIC); L Ufficio per l Amministrazione della qualità e del controllo tecnico Alcune società appartenenti a settori particolari devono far cancellare anche le autorizzazioni speciali in loro possesso. China Briefing 7

8 Chiudere la società esistente e ricominciare da zero Oneri fiscali durante il processo di liquidazione Le società a partecipazione straniera in Cina, in fase di liquidazione, devono far fronte sia agli oneri fiscali in sospeso sia ai nuovi oneri fiscali derivanti dalla liquidazione. Qualsiasi imposta non pagata in precedenza deve essere saldata durante la liquidazione. In questa sede, l investitore straniero deve aspettarsi una qualche imposta d uscita ( exit tax) applicabile, ad esempio, sotto forma di una tassa di bollo non pagata o dell IRPEF non pagata per dipendenti espatriati.queste sono eventualità molto comuni che si riscontrano durante le revisioni fiscali in fase di chiusura societaria. Alcune imprese straniere, inoltre, godono ancora di privilegi fiscali, quali due anni di esenzione e tre anni di riduzione del 50% delle imposte sul reddito societario in base alla vecchia normativa. Tali privilegi si applicano soltanto, di norma, a quelle società che svolgono l attività per almeno 10 anni. Le imprese che godono di queste riduzioni fiscali e tuttavia svolgono l attività per meno di 10 anni sono tecnicamente obbligate a versare il totale delle imposte esentate o ridotte. Durante il processo di liquidazione, la vendita di beni e il licenziamento di dipendenti, per citare alcuni esempi, genereranoo con ogni probabilità nuovi oneri fiscali. Poiché la cessione di beni durante la liquidazione ha come fine la distribuzione degli utili, l onere d imposta andrà considerato in modo diverso. Parte di tali oneri saranno considerati come spese di liquidazione e andranno versati preferibilmente prima delle altre spese. Calcolo degli oneri fiscali Imposta sul reddito societario Il periodo di liquidazione deve essere considerato come un periodo fiscale separato per il calcolo dell imposta sul reddito societario. Le relative formule sono le seguenti: Profitti/perdite durante la liquidazione = (profitti/perdite da vendita rimanenze) + (profitti/perdite da vendita non di rimanenze) + (profitti/perdite da vendita beni) Net Assets/Retained Assets = (Profitti/perdite da liquidazione) - (salari/contributi obbligatori di previdenza sospesi) - (spese per liquidazione) - imposte dovute - altri oneri - perdite sui crediti inesigibili + ricavi da recupero crediti Ricavi da liquidazione = Attività nette/residui attivi conservati - perdite accumulate - valore attività nette su base imponibile +(-) altre rettifiche d imposta Iva sulle importazioni e dazi doganali La dogana stabilisce il monitoraggio di vari prodotti importati per un periodo di diversi anni. Durante il periodo di monitoraggio, il valore dei beni va ammortizzato al valore effettivo se l autorità doganale ne autorizza la vendita, il trasferimento o l utilizzo ad altri fini.in questa situazione si applicano sia l Iva all importazione sia i dazi doganali. La relativa formula è la seguente: Prezzo dopo imposte = prezzo CIF x [1- numero mesi usati/(anni di utilizzo x 12) Inoltre, se la società a partecipazione straniera desidera trasferire i beni originariamente importati in regime di esenzione Iva, la dogana calcolerà l imposta sulla base dell anno di ammortamento. Imposte sul fatturato Le imposte sul fatturato, previste nei trasferimenti di beni durante la liquidazione, saranno in genere l IVA, la Business Tax e l imposta sulla rivalutazione dei terreni. Imposte sul patrimonio Queste imposte possono includere l imposta sui beni immobili e l imposta sui veicoli e imbarcazioni. Durante la fase di liquidazione, prima di trasferire detti veicoli, le società a partecipazione straniera dovranno affrontare anche queste imposte. 8 China Briefing

9 Espansione: filiali e conversione di uffici di rappresentanza in società a totale partecipazione straniera [ A cura del Tax Team dell ufficio di Shanghai, Dezan Shira & Associates ] Gli investitori stranieri già presenti attraverso una società a totale partecipazione straniera (WFOE), che stiano progettando di stabilire una presenza in un altra città, sia per espansione o dislocazione, potrebbero voler considerare la costituzione di una filiale. Una filiale è essenzialmente l ufficio di una WFOE situato in luoghi diversi dalla sede principale della società madre. Le filiali sono più semplici da registrare e gestire, ma sono limitate in molti aspetti, come l impossibilità di espandere l ambito di attività della WFOE oltre a quello specificato sulla licenza. Molte società a utilizzano le filiali per espandere la loro presenza in termini geografici. Ad esempio, i principali negozi di vendita al dettaglio in Cina sono generalmente filiali di una società commerciale a partecipazione straniera (FICE). Inoltre, possono essere interessanti quando la società ha bisogno di assumere personale locale nella città di destinazione, e quindi presentare dichiarazioni IRPEF e pagamenti previdenziali direttamente nel luogo di residenza dei dipendenti. L apertura di una filiale può quindi essere un alternativa pratica ed economica alla dislocazione di una WFOE. Le filiali hanno delle limitazioni, ma la loro facilità di registrazione e gestione le rende tuttavia un alternativa interessante per stabilire la propria presenza in un altra località Di seguito, andremo a discutere le limitazioni delle filiali e il processo di registrazione. Inoltre, menzioneremo un altra possibilità di espansione delle proprie attività, ovvero la conversione di un ufficio di rappresentanza (RO) in una società a totale partecipazione straniera (WFOE). I RO rappresentano per l investitore straniero un modo di testare il mercato cinese, in gran parte perché sono facili e veloci da costitutire e non richiedono un capitale registrato. Tuttavia, i RO hanno anche dei lati negativi, quali ad esempio un ambito di attività limitato, l impossibilità di emettere fatture e una limitata capacità di assumere personale:i dipendenti locali, infatti, possono essere assunti soltanto attraverso apposite agenzie governative (ad esempio il FESCO) e non possono superare le quattro unità di personale straniero per ufficio. Le regolamentazioni del 2010 (2010 RO Regulations), inoltre, Caratteristiche delle filiali hanno inasprito la tassazione in capo ai RO, rendendoli di fatto poco convenienti nel caso di un espansione dell attività in termini numerici e funzionali.. Molti investitori, per questa ragione, stanno valutando l ipotesi di conversione dei propri RO in WFOE. Le filiali Il processo di costituzione di una filiale è essenzialmente simile a quello di registrazione di una WFOE. Costituire una filiale non necessita di autorizzazione dal ministero del commercio: piuttosto, questa può essere registrata direttamente presso l Administration of Industry and Commerce (AIC). Una filiale non deve necessariamente aprire un conto bancario (può utilizzare quello della società madre) e, mentre una nuova filiale deve essere registrata presso l ufficio imposte locale, soltanto quelle filiali che vogliano emettere fatture (cioè le filiali operative) devono dichiarare su base mensile i propri redditi imponibili. Questo rende minima la manutenzione delle filiali non operative. Soltanto le filiali operative, inoltre, devono mantenere la loro propria contabilità e sottoporsi alla revisione annuale locale. Ambito di attività limitato L ambito di attività deve rientrare in quello della società madre Importazione ed esportazione negate: la società madre deve assumersene l incarico Non costituiscono entità giuridica Non costituiscono entità giuridica e la responsabilità ricade sulla società madre. Semplice costituzione Non è richiesta l autorizzazione dal ministero del commercio, piuttosto, possono essere registrate direttamente presso l Administration of Industry and Commerce (AIC). Non è richiesto capitale registrato. Non è necessaria l apertura di un conto bancario (può essere utilizzato quello della società madre). Facile gestione Devono essere registrate presso l ufficio imposte locale, ma soltanto le filiali che vogliono emettere fatture (filiali operative) devono dichiarare su base mensile i propri redditi imponibili, come da loro fatture emesse localmente. Soltanto le filiali operative, inoltre, devono mantenere la loro propria contabilità e sottoporsi alla revisione annuale locale.

10 Espansione: filiali e conversione di uffici di rappresentanza in società a totale partecipazione straniera Il processo di costtituzione di una filiale richiede da due a tre mesi come minimo. Per la filiale non è richiesto un capitale registrato, è piuttosto utilizzato quello della società madre a supporto. Quando si costituisce una filiale, quindi, è importante considerare se il capitale registrato e il CashFlow della WFOE siano sufficienti a supportare tale filiale. Per aumentare il capitale registrato è richiesta l autorizzazione del ministero del commercio e quindi il rinnovo della licenza commerciale della WFOE, il che significa ritornare agli stessi uffici governativi utilizzati per la costituzione della WFOE stessa. Soltanto questo processo necessita di due o tre mesi, allungando quindi in modo significativo il tempo richiesto per costituire e far funzionare una filiale. Conversione di un RO in una WFOE La regolamentazione sui RO del 2010 ha aumentato il margine di profitto presunto dal 10% al 15% e ha ribadito che ad un ufficio di rappresentanza è proibito svolgere attività a scopo di lucro. Un RO può intraprendere soltanto le seguenti attività: Analisi di mercato, esposizione di prodotti o servizi e attività promozionali collegate ai prodotti o ai servizi della propria sede centrale Attività di coordinamento per vendita di prodotti, fornitura di servizi, approvvigionamenti locali o investimenti locali per conto della sede centrale Nonostante queste disposizioni non siano state implementate ed applicate nel modo in cui molti si aspettavano hanno comunque spronato molti investitori stranieri a convertire i loro RO in WFOE. In realtà, il concetto di conversione di un RO in una WFOE di per sé non esiste, ma prevede invece due procedure separate che possono essere eseguite in qualsiasi ordine. Cancellare un RO e costituire una nuova WFOE sono due steps separati che possono essere eseguiti in qualsiasi ordine di preferenza (tuttavia, bisogna usare qualche accortezza se entrambe le strutture hanno lo stesso indirizzo legale). Poiché un RO non ha personalità giuridica, il termine cancellazione è utilizzato al posto di liquidazione, nonostante sia per molti aspetti una liquidazione. Cancellare un ufficio di rappresentanza La cancellazione di un RO può durare da sei mesi a più di due anni, a seconda del periodo di tempo richiesto per la cancellazione all ufficio imposte. La nuova WFOE può essere costituita durante il processo di cancellazione del RO La cancellazione di un RO inizia all ufficio imposte (revisione e saldo) e continua presso le altre autorità competenti, che possono variare su base geografica. Nonostante le fasi di cancellazione di un RO siano poche, la difficoltà di cancellare una posizione fiscale non deve essere sottovalutata. I RO che non abbiano adempiuto a tutti precedenti obblighi fiscali avranno delle particolari difficoltà a questo proposito. Il processo di costituzione di una WFOE è esposto a pag. 5 e descritto a pag. 6. Fase 1: Cancellazione presso l ufficio imposte Revisione contabile Saldo degli oneri fiscali Cancellazione della posizione fiscale Fase 2: Cancellazione presso le altre autorità * Cancellazione presso: State Administration Foreign Exchange (SAFE) L autorità doganale L amministrazione dell industria e del commercio (AIC); L ufficio qualità e supervisione tecnica L ufficio nazionale di statistica Chiusura dei conti bancari Ufficio di rappresentanza cancellato Tempo totale: Da sei mesi a più di due anni 10 China Briefing * Variabile su base geografica

11 Espansione: filiali e conversione di uffici di rappresentanza in società a totale partecipazione straniera Come gestire il personale durante una fase di transizione? Potrebbe essere molto difficile gestire le questioni legate al personale durante una fase di transizione, sia questa una dislocazione verso un nuovo distretto fiscale o verso una nuova città, oppure la conversione di un ufficio di rappresentanza in una società a totale partecipazione estera per servizi. Il livello di difficoltà è naturalmente maggiore in base al numero degli impiegati da trasferire. Mentre un RO o una WFOE per servizi avranno probabilmente meno dipendenti, una WFOE manifatturiera ne avrà molti di più. Per chiudere una società o un entità giuridica è necessario presentare una data di scadenza fiscale entro la quale essa non deve più avere dipendenti a libro paga. Dovranno essere intraprese azioni specifiche per gestire sia i dipendenti che continueranno ad essere impiegati sia quelli che non lo saranno. Da tenere a mente che per legge, per non incorrere in sanzioni, i dipendenti devono essere avvisati della transizione con almeno un mese di anticipo I dipendenti hanno diritto di scegliere se rimanere impiegati o meno nella nuova entità, in caso di dislocazione verso un nuovo distretto fiscale o verso una nuova città, oppure nel caso della conversione di un RO in una WFOE per. Dipendenti in non continuità di impiego Dipendenti in continuità di impiego La situazione migliore è quella in cui i dipendenti che non lavoreranno più per la società dopo la transizione (inclusi quelli che non desiderano cambiare luogo di lavoro) si dimettano. Per i dipendenti che non si dimettono, né il diritto contrattuale né il diritto del lavoro e le relative modalità di applicazione contengono disposizioni specifiche sulla dislocazione del personale. In base al diritto del lavoro, datore di lavoro e dipendente possono terminare un contratto di impiego qualora, attraverso una consultazione, raggiungano un accordo sulla questione. Il contratto può essere terminato anche quando una condizione oggettiva sottostante la conclusione dello stesso subisca un cambiamento significativo, ad esempio quando il contratto non può più essere eseguito, e se dopo la consultazione tra le parti non viene raggiunto un accordo sulla modifica dei suoi contenuti. In entrambe queste circostanze, il datore di lavoro deve risarcire il dipendente in base al numero degli anni in cui questi è stato impiegato (un mese di salario per ogni anno completo di lavoro). La società deve gestire, per i dipendenti in continuità d impiego da spostare, il trasferimento nella nuova città della registrazione ai fini della previdenza sociale (incluso il fondo per l abitazione). Oltre al nuovo contratto di lavoro, i dipendenti che lavoreranno per la nuova entità dopo la transizione dovranno firmare un contratto per il trasferimento con la nuova società. Tuttavia la società, per essere parte di questo contratto, deve avere prima ottenuto la licenza commerciale. Poiché coordinare la tempistica dell emissione della nuova licenza commerciale e della chiusura della posizione fiscale della precedente entità è particolarmente difficile, per evitare che un dipendente venga impiegato illegalmente da una delle due, è possibile incaricare un agenzia di risorse umane o di servizi professionali che assuma temporaneamente i dipendenti per conto della società durante la transizione. Alla costituzione della nuova società, l agenzia può trasferire questi dipendenti alla nuova entità, evitando le potenziali responsabilità legali connesse a tempistiche non corrette. China Briefing 11

12 Quando si ha bisogno di entrambi nel proprio business. Consulenza sugli investimenti in Cina Registrazione societaria, due diligence, consulenza legale, pianificazione fiscale, contabilità, gestione libri paga, revisione contabile e compliance aziendale Beijing: Dalian: Qingdao: Tianjin: Shanghai: Hangzhou: Ningbo: Suzhou: Guangzhou: Zhongshan: Shenzhen: Hong Kong: Scannerizzate questo QR code con il vostro smartphone per visitare Dezan Shira & Associates China India Vietnam Singapore 12 China Briefing Vent anni di Eccellenza

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

ALLAN LAPORTE Staff - Tax Compliance. certified public accountants tax & financial advisors. allan.laporte @funaro.com. www.funaro.

ALLAN LAPORTE Staff - Tax Compliance. certified public accountants tax & financial advisors. allan.laporte @funaro.com. www.funaro. certified public accountants tax & financial advisors www.funaro.com certified public accountants tax & financial advisors CHI SIAMO Funaro & Co. è uno studio di Certified Public Accountants e Dottori

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE

FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE TUVIA IN CINA Il Gruppo TUVIA è presente in Cina dal 2008 con uffici diretti a Shanghai, Pechino e Hong Kong. PECHINO Oltre alle filiali,

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

I CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE POSTE DI BILANCIO: una breve disamina sul fair value

I CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE POSTE DI BILANCIO: una breve disamina sul fair value I CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE POSTE DI BILANCIO: una breve disamina sul fair value A cura Alessio D'Oca Premessa Nell ambito dei principi che orientano la valutazione del bilancio delle società uno dei

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE Le rettifiche su acquisti (vendite) determinano componenti positivi (negativi) di reddito corrispondenti ad una riduzione dei costi di acquisto (ricavi di vendita) rilevati

Dettagli

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE LINEE GUIDA PER UNA EFFICACE PRESENTAZIONE DI UN BUSINESS PLAN INTRODUZIONE ALLA GUIDA Questa breve guida vuole indicare in maniera chiara ed efficiente gli elementi salienti

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI UNIVERSITA ROMA TRE FACOLTA DI ECONOMIA PROF. UGO MARINELLI Anno accademico 007-08 1 COMPRENSIONE DELL IMPRESA

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Il sistema informativo aziendale

Il sistema informativo aziendale Albez edutainment production Il sistema informativo aziendale III classe ITC 1 Alla fine di questo modulo sarai in grado di: conoscere funzioni, obiettivi e struttura del sistema informativo aziendale;

Dettagli

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione Luca Bilancini (Commercialista, Pubblicista, coordinatore scientifico MAP) OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione 1 OIC 23 - Principali novità Non ci sono più i paragrafi relativi alle commesse in valuta

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

Termini e condizioni generali di acquisto

Termini e condizioni generali di acquisto TERMINI E CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CONDIZIONI DEL CONTRATTO L ordine di acquisto o il contratto, insieme con questi Termini e Condizioni Generali ( TCG ) e gli eventuali documenti allegati e

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

di seguito verrà utilizzato il termine ENTE per Certification International UK (Ltd) e SEDE LOCALE per Divulgazione e Accreditamento DeA S.r.l.

di seguito verrà utilizzato il termine ENTE per Certification International UK (Ltd) e SEDE LOCALE per Divulgazione e Accreditamento DeA S.r.l. Certification International (UK) Limited [CI UK] è un Organismo di Certificazione accreditato UKAS che fornisce i propri servizi di certificazione attraverso una rete di uffici di rappresentanza in tutto

Dettagli

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 Sommario 1. Inquadramento normativo generale 2. Trasferimenti di fabbricati 3. terreni edificabili 4. terreni agricoli 5. Successioni

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

Lavori in corso su ordinazione

Lavori in corso su ordinazione OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Lavori in corso su ordinazione Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE Le immobilizzazioni immateriali sono caratterizzate dalla mancanza di tangibilità

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI

LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI Articolo 1 Son fissati, conformemente alle disposizioni del secondo alinea dell art. 45 della Costituzione, gli obiettivi fondamentali dell azione delo Stato, per i prossimi

Dettagli

genzia ntrate RICHIESTA DI REGISTRAZIONE E ADEMPIMENTI SUCCESSIVI Contratti di locazione e affitto di immobili

genzia ntrate RICHIESTA DI REGISTRAZIONE E ADEMPIMENTI SUCCESSIVI Contratti di locazione e affitto di immobili genzia ntrate MOD. RLI RICHIESTA DI REGISTRAZIONE E ADEMPIMENTI SUCCESVI Contratti di locazione e affitto di immobili (art. 11 del D.P.R. 26 aprile 1986 n.131) Informativa sul trattamento dei dati personali

Dettagli

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 documento redatto sulla base del questionario CIO Candidature Acceptance Procedure Games of the XXXI Olympiad 2016 PREMESSA ESTRATTO

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI La Repubblica Italiana ed il Regno dell Arabia Saudita desiderando intensificare

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Una posta di bilancio che necessita particolare

Una posta di bilancio che necessita particolare Costi di ricerca e sviluppo: aspetti contabili e fiscali I principi contabili possono aiutare a interpretare correttamente le scarne istruzioni del legislatore in tema di deducibilità dei costi sostenuti

Dettagli

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA Prospetto di cui all'art. 8, comma 1,D.L. 66/2014 (enti in contabilità finanziaria) Bilancio di Previsione 2015 E I Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa 0 0 E II Tributi 0

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. *** Nota informativa per i potenziali aderenti

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

SWIM. SKF World-class Invoice Matching. fatture e documenti di consegna. Rev 04

SWIM. SKF World-class Invoice Matching. fatture e documenti di consegna. Rev 04 SWIM SKF World-class Invoice Matching Specifiche SKF per fatture e documenti di consegna Rev 04 Indice 1 Scopo...3 2 Introduzione...3 3 Dati contenuti in fattura...3 4 Dati obbligatori richiesti in una

Dettagli

Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI

Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI Introduzione L imposta sul reddito delle persone fisiche Residenza Fiscale Aliquote 2004 L imposta sul reddito delle persone giuridiche (corporate tax) Aliquote 2004

Dettagli

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 1 CONDIZIONI GENERALI DI NOLEGGIO Termini e Condizioni di Prenotazione I servizi di noleggio di veicoli Europcar in Italia sono erogati da Europcar

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO Informazioni Societarie Fondazione Prada Largo Isarco 2 20139 Milano, Italia P.IVA e codice fiscale 08963760965 telefono +39.02.56662611 fax +39.02.56662601 email: amministrazione@fondazioneprada.org TERMINI

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE LA COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI

Dettagli

L analisi economico finanziaria dei progetti

L analisi economico finanziaria dei progetti PROVINCIA di FROSINONE CIOCIARIA SVILUPPO S.c.p.a. LABORATORI PER LO SVILUPPO LOCALE L analisi economico finanziaria dei progetti Azione n. 2 Progetti per lo sviluppo locale LA FINANZA DI PROGETTO Frosinone,

Dettagli

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti:

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: Benvenuto su RLI WEB L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: richieste di registrazione dei contratti di locazione di beni immobili e affitto fondi rustici;

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

Fattura elettronica: esenzioni

Fattura elettronica: esenzioni Fattura elettronica: esenzioni Con l entrata in vigore del sistema della fatturazione elettronica, istituita dall articolo 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e regolamentata dal

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME ABSTRACT ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME Con l inizio del periodo d imposta pare opportuno soffermarsi sulla disciplina degli elenchi INTRASTAT, esaminando le novità in arrivo e ripercorrendo

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Associazione dei contabilicontroller diplomati federali 6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35 L originale Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Piano dei conti svizzero

Dettagli

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca è una novità di quest anno. Osserviamola più da vicino e scopriamo in cosa consiste. Partiamo dal principio Le regole generali E per

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI Il Governo della Repubblica Italiana ed il Governo del Regno del Marocco (qui

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 ROMA SOLIDALE ONLUS Codice fiscale 08060901009 Partita iva 09559981007 BORGO PIO 10-00193 ROMA RM Numero R.E.A. 1176430 Fondo di dotazione Euro 350.000 Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C.

Dettagli

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Introduzione Le Societá tra Professionisti, introdotte dalla legge 183/2010, sono una delle novitá

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI e SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 24 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 3) Rettifiche

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 17 giugno 2014 Modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici ed alla loro riproduzione su diversi tipi di supporto -

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE)

Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE) Regolamento (CEE) n. 2137/85 del Consiglio del 25 luglio 1985 Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE) EPC Med - GEIE Via P.pe di Villafranca 91, 90141 Palermo tel: +39(0)91.6251684

Dettagli