Edizione Questura di Trento ARMI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Edizione 2008. Questura di Trento ARMI"

Transcript

1 CARTA CARTA CARTA CARTA dei dei dei dei Servizi Servizi Servizi Servizi Edizione Questura di Trento ARMI

2 INDICE Informazioni generali pag.5 Nulla Osta acquisto armi pag. 7 Denuncia di possesso e detenzione arma pag. 11 Licenza collezione armi comuni da sparo pag. 15 Licenza collezione armi antiche o rare pag. 17 Licenza porto fucile uso caccia pag. 19 Licena porto fucile uso tiro a volo pag. 22 Licenza porto d arma per difesa personale pag. 24 Trasporto armi : informazioni generali pag. 28 Avviso di trasporto armi pag. 30 Licenza di trasporto armi sportive pag. 31 Carta Verde - Nulla osta al trasporto.. pag. 32 Carta Europea d arma da fuoco pag. 33 Licenza di esportazione temporanea extracomunitaria di armi comuni da sparo pag. 35 Licenza di importazione definitiva pag. 37 Accordo preventivo Importazione definitiva... pag. 40 Rinvenimento armi pag

3 La Polizia in rete Dopo aver consultato questo opuscolo, se avessi bisogno di Questura di Trento La Questura al servizio dei cittadini ulteriori spiegazioni o chiarimenti relativi ai nostri servizi, se avessi delle curiosità o anche delle critiche, non esitare a scrivere alla nostra saremo lieti di ricevere tue notizie. Tutte le informazioni contenute nel presente opuscolo possono essere consultate nel sito Internet della Polizia di Stato accessibile dall indirizzo: Redatto dalla Segreteria del Questore di Trento con la collaborazione dell Ufficio competente Carta dei Servizi ARMI Segreteria

4 Dove siamo INFORMAZIONI E NUMERI UTILI Questura di Trento VIALE VERONA TRENTO tel fax UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO tel.: fax: Come raggiungerci Lunedì-Venerdì dalle alle Giovedì dalle alle Prendendo l Autostrada A22 uscita Trento Centro, seguire le indicazioni per Verona/ Trento sud immettendosi sulla tangenziale, uscire seguendo le indicazioni Ospedale e poi Questura. UFFICIO ARMI tel /825 fax: Con l autobus gli uffici sono raggiungibili prendendo le linee 8 o 3, per chi viene da nord scendere alla fermata prima di quella del Big Center, per chi viene da sud scendere alla fermata successiva a quella del Big Center. 4 45

5 STATI ADERENTI ALL UNIONE EUROPEA ARMI Informazioni Generali Stati Austria Stati Italia Irlanda L UFFICIO ARMI PRESSO URP È APERTO DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ DALLE ORE ALLE ORE ED IL GIOVEDÌ DALLE ALLE Lettonia Belgio Lituania Bulgaria Lussemburgo Cipro Malta Paesi Bassi Danimarca Polonia Portogallo Le competenze relative al rilascio delle varie licenze di polizia in materia di armi e di esplosivi, per la Provincia Autonoma di Trento, sono tutte di competenza del Questore (v. art. 20 Statuto Speciale per il Trentino A.A. D.P.R. 31 agosto 1972 nr. 670). L Ufficio Armi è competente per il rinnovo ed il rilascio delle licenze e nulla osta che trovi elencate nella tabella che segue: Nulla Osta all acquisto di armi (art. 35, III Co. T.U.L.P.S.) Estonia Finlandia Francia Regno Unito Repubblica Ceca Romania Slovacchia Slovenia Spagna Svezia Denuncia di possesso e detenzione di un arma (art. 38 T.U.L.P.S.) Licenza di collezione di armi comuni da sparo (art. 10 Legge n. 110/75) Licenza di collezione di armi antiche, artistiche o rare (art. 31 del T.U.L.P.S.) Licenza di porto di fucile per uso caccia (art. 42 T.U.L.P.S.) Licenza di porto di fucile per tiro a volo (Legge 323/69) Germania Ungheria Licenza di porto d arma per difesa personale (art. 42 T.U.L.P.S) Avviso di Trasporto (art. 34 del T.U.L.P.S.) 44 5

6 Licenza di trasporto di armi sportive (art. 3 legge n 85/86) Carta Verde vidimata dal Questore (art. 76 R.D. n 635/40) Carta Europea d arma da fuoco (art. 2 D.L. 527 del 30 dicembre 92) Licenza di esportazione temporanea extracomunitaria di armi da sparo comuni (art. 31 T.U.L.P.S. art. 16 legge n 110/75) Licenza di importazione definitiva degli accertamenti del caso. Se le armi non sono oggetto di ricerca potranno essere restituite a colui che le ha ritrovate, se in possesso dei già citati titoli di acquisto, dopo un anno dalla pubblicazione all albo comunale qualora trascorso tale tempo nessuno ne ha rivendicato la proprietà. Colui che ritrova le armi potrebbe anche non essere interessato alla detenzione delle stesse, in tale caso le armi saranno lasciate presso l Ufficio dove sono state segnalate e depositate, che avvierà la procedura per la loro distruzione presso la competente Direzione Artiglieria. RICORDA: Accordo preventivo Rinvenimento armi Per richiedere il rilascio o il rinnovo delle licenze in materia di armi dovrai rivolgerti: SE SEI RESIDENTE NEL COMUNE DI TRENTO direttamente presso l Ufficio U.R.P. della Questura dal lunedì al venerdì dalle alle ore 8.30 alle ore e giovedì dalle ore alle ore SE SEI RESIDENTIE A RIVA DEL GARDA E ROVERETO presso i Commissariati di Polizia di Riva del Garda e di Rovereto. SE SEI RESIDENTIE NEGLI ALTRI COMUNI DELLA PROVINCIA alla stazione dei Carabinieri del luogo ove risiedi; PUOI REPERIRE LA MODULISTICA OLTRE CHE PRESSO GLI UFFICI SOPRA ELEN- CATI ANCHE SUL SITO DELLA QUESTURA DI TRENTO 6 43

7 RINVENIMENTO ARMI - Ho trovato un arma, ci sono degli obblighi a cui devo attenermi? Il privato che rinviene, a seguito di lavori di restauro o ristrutturazione in immobile di proprietà, o comunque nella propria pertinenza privata, armi e/o munizioni deve darne immediata notizia all Ufficio locale di P.S. o in mancanza al più vicino Comando dei C.C. (Rif. Circ. Ministeriale nr. 559/C.12224/10100(2) del ). Ai sensi dell art. 20 della Legge 110/75, sarà cura dell Ufficio che ritira le armi, effettuare gli accertamenti sulle stesse, verificando che non siano compendio di furto, smarrimento o ricercate e che siano complete dei segni identificativi: marca, calibro e matricola, quando quest ultima è prevista (es. armi successive al 1890 classificate armi antiche o anteriore al 1920). La verifica sulle armi serve per accertare se queste erano già appartenute e denunciate da parente, avo o da altro soggetto già proprietario dell immobile. Qualora da detti accertamenti nulla emerga, al privato cittadino è data facoltà di detenere le armi rinvenute richiedendo il Nulla Osta. Una volta ottenuto il Nulla Osta l interessato tornerà in possesso delle armi ed avrà l obbligo di farne la denuncia di detenzione ai sensi dell art.38 del T.U.L.P.S. Se il cittadino è già titolare di porto d armi (difesa personale / fucile uso caccia/ fucile uso sportivo) in corso di validità, non dovrà richiedere il Nulla Osta per l acquisizione delle armi che, tuttavia dovranno ugualmente essere controllate dagli organi competenti; anche il cittadino autorizzato al porto delle armi è soggetto all onere di redigere, o eventualmente aggiornare, la denuncia di detenzione già summenzionata. Il soggetto titolare di licenza di collezione armi antiche artistiche e rare che ritrova delle armi rientranti in tale categoria, ha l onere di richiedere l aggiornamento di tale licenza presso l Autorità di P.S. Nel caso in cui le armi vengano rinvenute in un luogo pubblico montagna, boschi, prati, strada, ecc.) si dovrà interessare immediatamente l autorità di pubblica sicurezza in materia di armi 42 Nulla Osta all acquisto di Armi (art. 35, III co. T.U.L.P.S.) Se intendi acquistare un arma e non sei titolare di licenze di porto d armi in corso di validità o licenza di collezione di armi antiche (porto d arma per difesa, porto d arma per uso caccia, porto d arma per il tiro a volo, porto d arma per Guardia Giurata, licenza di collezione di armi antiche, artistiche o rare solo per le armi attinenti alla licenza) devi richiedere il NULLA OSTA ALL ACQUISTO DI ARMI che autorizza l'acquisto, e il successivo trasporto dal luogo di acquisto al luogo di detenzione, dove successivamente dovrà essere redatta la denuncia di detenzione armi (vedi capitoli successivi). Nell istanza rivolta all autorità è necessario indicare che tipo di arma si intende acquistare, l eventuale quantitativo di munizioni, ed il motivo per il quale si intende possedere l arma. Una volta ottenuta la licenza, si potrà procedere all acquisto entro i 30 giorni successivi al rilascio nell ambito della provincia di residenza; se l acquisto deve essere effettuato in una provincia diversa, è necessario far vidimare il nulla osta dalla locale Questura. La modulistica potrai richiederla presso l URP della Questura o scaricarla dal sito. All istanza dovrai allegare: certificato medico rilasciato dal medico provinciale o dall ufficiale sanitario (A.S.L.) di residenza oppure dagli uffici medico legali o dalle strutture sanitarie militari e della Polizia di Stato come previsto dall'art. 35, comma 5 del R. Decreto del 18 giugno 1931 n. 773 ; se si acquistano armi bianche o da sparo senza il relativo munizionamento è sufficiente il certificato del proprio medico curante che attesta che non si è affetti da malattie mentali oppure da vizi che ne diminuiscono, anche, temporaneamente, la capacità di intendere e di volere; fotocopia del "Foglio di Congedo" per chi ha svolto servizio militare oppure il maneggio delle armi rilasciato dal Tiro a 7

8 Segno Nazionale (solo per armi da sparo con munizionamento); due marche da bollo da 14,62 una da applicare all istanza ed una da allegare, RICORDA Nell istanza dovrai indicare il tipo di armi che intendi acquistare e le motivazioni. - Ho fatto il servizio militare come obiettore di coscienza posso acquistare e detenere armi? A decorrere dal 6 settembre 2007, è in vigore la legge 2 agosto 2007, n. 130, che ha apportato sostanziali modifiche alla normativa in materia ed, in particolare, all art. 15, comma 6, della legge n. 230/98. Da tale data, gli obiettori di coscienza ammessi a prestare il servizio civile, oltre a poter detenere ed usare le armi di limitata capacità offensiva, potranno anche richiedere all Ufficio Nazionale per il servizio civile, la revoca del loro status. Il provvedimento di revoca dello status di obiettore consentirà loro di ottenere tutte le licenze in materia di armi ed esplosivi che oggi gli erano precluse. - Ci sono armi acquistabili senza licenza? SI, le uniche vere armi che è oggi possibile acquistare previa la sola esibizione di un documento d identità dal quale si evinca la maggiore età dell acquirente, sono come previsto dal D.M. 9 agosto 2001, n. 362, le repliche di armi antiche ad avancarica monocolpo e le armi ad aria o gas compresso di potenza inferiore ai 7,5 joule. Altre tipologie di prodotti, che vengono spesso pubblicizzate come armi di libera vendita o non sono armi, come ad esempio gli strumenti da segnalazione acustica (meglio noti come pistole scacciacani), oppure non rientrano tra le armi di libera vendita (come le bombolette spray antiaggressione o gli storditori elettrici). Con esse si può sparare in qualsiasi luogo non aperto al pubblico e in poligoni pubblici e privati. È vietato ovviamente cacciare con esse. 8 L Accordo Preventivo viene rilasciato entro 90 giorni dalla data di presentazione dell istanza e ha una durata limitata al singolo viaggio RICORDA: devi fornire i dati utili all identificazione dell acquirente, del cedente e delle armi oggetto di trasferimento. - Vorrei vendere un fucile da tiro al piattello ad un amico che risiede in un paese dell'unione Europea, qual é la procedura corretta per il trasferimento? Il trasferimento di armi comuni da fuoco verso altro Stato membro è regolato dalla normativa di cui al D.lgs. n. 527/92 che ha recepito la Direttiva 911/477/CEE. In pratica il cittadino comunitario deve richiedere l'accordo Preventivo all'autorità nazionale dello Stato membro nel quale verrà importata l arma, qualora le normative di quello Stato prevedono l importazione, rilasceranno l accordo preventivo che verrà presentato alla Questura, Commissariato o Stazione Carabinieri competente territorialmente, per ottenere infine l'autorizzazione,su apposito modello europeo, al trasferimento di armi da fuoco definitivo. Il cittadino italiano dopo aver trasferito definitivamente l arma, ne darà immediata comunicazione all'autorità di P.S. territorialmente competente (vedi denuncia di detenzione). Documenti da allegare all istanza: Istanza in carta libera in cui si devono indicare le modalità del trasferimento; copia dell'accordo Preventivo rilasciato ai sensi dell'art.11 comma 2 della Direttiva CEE n.477/1991, n.1 marca da bollo da.14,62 da applicare sulla licenza. 41

9 ACCORDO PREVENTIVO IMPORTAZIONE DEFINITIVA DI ARMI COMUNI DA SPARO ACQUISTATE IN PAESI COMUNITARI - Vorrei acquistare un arma in Spagna come devo fare? L acquisto determina l importazione definitiva dell arma, quindi, se intendi importare definitivamente un arma proveniente da un Paese comunitario nel territorio della Provincia di Trento, per prima cosa dovrai accertarti che il modello dell arma da importare rientri nel Catalogo nazionale delle armi, successivamente devi munirti di apposita licenza denominata ACCORDO PREVENTIVO. La modulistica puoi reperirla: direttamente presso l Ufficio U.R.P. della Questura, o presso i Commissariati di Riva del Garda o di Rovereto, o presso tutte le stazioni dei Carabinieri; sul sito della Questura di Trento All istanza dovrai allegare: attestazione, sotto forma di autocertificazione, dell'indirizzo della fabbrica, deposito o abitazione da cui le armi provengono e dei dati dell'eventuale rappresentante doganale o spedizioniere. se sprovvisto di porto d arma, a completamento della domanda, il certificato di idoneità psico-fisica rilasciato dalla A.S.L. di residenza oppure dagli uffici medico legali o dalle strutture sanitarie militari e della Polizia di Stato; se sprovvisto di porto d armi, a completamento della domanda, fotocopia del "Foglio di Congedo" per chi ha svolto servizio militare oppure il maneggio delle armi rilasciato dal Tiro a Segno Nazionale; Ricorda: portare con se un arma finta può costituire elemento di reato, quando, soprattutto, non sia possibile percepire immediatamente, da parte di terzi, che trattasi di un arma finta. - Per acquistare una spada, ho bisogno di un autorizzazione? SI, una spada (se affilata o appuntita) è un arma propria da punta e taglio. Come tale può essere acquistata con un porto d armi o con il nulla osta all acquisto rilasciato dal Questore. Ne è obbligatoria la denuncia di detenzione ai sensi dell art. 38 del T.U.L.P.S. I predetti titoli di acquisto abilitano al trasporto dal luogo di acquisto al luogo di detenzione. Resta fermo che, se la sciabola è priva della punta e del taglio, essa è un mero simulacro, e come tale, non rientra tra le armi proprie. - Posso cedere l arma ad un mio amico? SI, ma puoi cedere armi solo a persona munita di nulla osta all'acquisto o di porto d'armi. Entrambi dovete farne immediata denuncia all ufficio locale di Pubblica sicurezza o, se questo manchi, al Comando dei Carabinieri. La cessione temporanea, il prestito, si chiama comodato: è utilizzabile solo per le armi sportive o da caccia. Per evitare responsabilità in caso di controlli da parte dell Autorità di Pubblica Sicurezza, è opportuno che il contratto di comodato risulti da una scrittura privata. Chi prende in comodato l arma deve fare denuncia di detenzione ai sensi dell art. 38 del T.U.L.P.S. - Vorrei acquistare uno spray al peperoncino antiaggressione. E u- na cosa di libero acquisto o bisogna avere una qualche autorizzazione? I prodotti irritanti a base vegetale (Oleorisin Capsicum e Pepe nero) sono stati generalmente classificati dal Ministero, previo parere conforme reso dalla Commissione Consultiva Centrale per il controllo delle armi, quali armi proprie. 40 9

10 Non essendo compresi fra le armi di cui può essere consentito il porto (alla stregua di pugnali, sfollagente, noccoliere, ecc ), ne è, pertanto, vietata l introduzione sul territorio dello Stato ed il porto, tuttavia l interpretazione di alcune norme ammette la detenzione domestica. Attualmente solo due prodotti (una penna ed un portachiavi), in ragione della modesta quantità di prodotto irritante erogato, sono stati riconosciuti come non idonei ad arrecare offesa alla persona e, quindi, ammessi al libero commercio. - Vorrei acquistare un apparecchio portatile ad emissione di onde elettriche, quello che qualcuno chiama storditore. E consentito portare questo strumento per la difesa personale? Comprando lo storditore all estero è possibile importarlo nel nostro paese? Gli strumenti in questione sono armi comuni. La qualificazione giuridica di arma comune. Ai sensi della vigente normativa non è consentito il porto, ed è vietata l importazione,(r.d. 6 maggio 1940 n. 635). Per l acquisto si deve essere in possesso di porto d armi o di nulla osta del Questore ed è consentita la mera detenzione nel luogo di privata dimora, previa denuncia di detenzione. - Vorrei acquistare spade decorative e affilate sia in Italia che all estero. Posso farlo? CERTO! Sempre che tu abbia l apposita licenza. Le spade sono armi proprie da punta e taglio che il titolare di una licenza di polizia in materia di armi può, senza problemi, acquistare in Italia. Per quanto riguarda, però l importazione, l art. 49 del Reg. del T.U.L.P.S. vieta l introduzione sul territorio di armi per le quali non è consentito il porto (e le spade ricadono tra queste). Tale divieto, tuttavia, può essere superato per comprovate ragioni di studio con apposita licenza di importazione rilasciata dal Questore. L UFFICIO ARMI, PRESSO URP APERTO DAL LUNEDÌ AL VENERDI DALLE ORE 8,30 ALLE ORE 12,30 E GIOVEDÌ DALLE ALLE Ho ereditato un arma, cosa devo fare? Qualora tu intenda conservare le armi ereditate devi munirti, se non sei già in possesso di regolare licenza di porto d armi, del Nulla Osta all acquisto (ex art. 35 T.U.L.P.S.) rilasciato dalla Questura. E considerata valido motivo la richiesta del Nulla Osta per l acquisto di un arma in successione a titolo ereditario. In attesa del rilascio del Nulla Osta l arma potrà essere custodita presso i competenti Uffici della Questura, dei Commissariati o dei Carabinieri. Il Nulla Osta viene rilasciato entro 90 giorni dalla ricezione dell istanza ed ha validità di 30 giorni

11 marca, modello, calibro, matricola, anno di fabbricazione, ecc.; dichiarazione da quale ingresso di frontiera italiana entrerà l arma, ed eventuale spedizioniere; se sprovvisto di porto d arma, a completamento della domanda, il certificato di idoneità psico-fisica rilasciato dalla A.S.L. di residenza oppure dagli uffici medico legali o dalle strutture sanitarie militari e della Polizia di Stato; se sprovvisto di porto d armi, a completamento della domanda, fotocopia del "Foglio di Congedo" per chi ha svolto servizio militare oppure il maneggio delle armi rilasciato dal Tiro a Segno Nazionale; due marche da bollo da 14,62 una da applicare all istanza e una da allegare; RICORDA: L arma, una volta entrata, dovrà essere portata presso il Banco Nazionale di Prova di Gardone Valtrompia (BS) per imprimere la punzonatura di riconoscimento (se sprovvista) e il numero di catalogo nazionale delle armi che fa riferimento al prototipo iscritto; se l arma non risulta presente al catalogo nazionale delle armi l interessato dovrà richiedere la catalogazione direttamente presso il Ministero dell Interno. - Vorrei acquistare delle armi su un sito internet, sia in Italia che all estero. posso farlo? DIPENDE, poiché, per legge, è fatto divieto alle persone residenti nello Stato Italiano di acquistare le armi per corrispondenza, a meno che tu non sia autorizzato ad esercitare attività industriali o commerciali in materia di armi, ovvero abbia ottenuto il nulla osta dal Prefetto/ Questore della provincia in cui risiedi (art. 17 legge n. 110/75). Inoltre è vietato importare armi per le quali l Italia ne ha vietato il porto. DENUNCIA DI POSSESSO E DETENZIONE DI UN ARMA (ART. 38 T.U.L.P.S.) Chiunque acquisti e/o detenga un'arma o munizioni anche se già titolare di licenza di porto d arma, deve presentare DENUNCIA DI DETENZIONE DI UN ARMA. Se detieni l arma nel comune di Trento, la denuncia va presentata direttamente presso l Ufficio U.R.P. della Questura dal lunedì al venerdì dalle alle ore 8.30 alle ore e giovedì dalle ore alle ore 18.00; Se detieni l arma nel comune di Rovereto o Riva del Garda devi presentare denuncia presso il locale Commissariato di P.S., mentre per i rimanenti comuni della provincia dovrai recarti ai rispettivi Comandi Stazione Carabinieri competenti per territorio. La denunzia deve essere compilata in duplice copia in carta semplice oppure sull'apposito modulo che puoi trovare: direttamente presso l Ufficio U.R.P. della Questura, o presso i Commissariati di Riva del Garda o di Rovereto, o presso tutte le stazioni dei Carabinieri; sul sito della Questura di Trento RICORDA : sei obbligato a presentare denuncia di acquisto alla detenzione di arma (nel minor tempo possibile) anche nel caso tu sia titolare di licenze di collezione di armi comuni da sparo e di armi antiche, artistiche o rare. anche le munizioni vanno denunciate

12 la denuncia di un arma (acquistata, ceduta o trasferita - anche nello stesso comune) deve indicare tutte le armi di cui si è in possesso ed il luogo ove si trovano, anche se sono state già precedentemente denunciate (art. 58 u.c. del R.D. del 6 maggio 1940 nr. 635). - Quante armi la legge mi consente di detenere? Il quantitativo massimo di armi detenibile in virtù di denuncia presentata ai sensi dell'art. 38 del R.D n. 773 è: 3 armi comuni da sparo (art. 10 c. 6 legge 18 aprile 1975 n. 110); 6 armi sportive corte e/o lunghe (art. 10 c. 6 legge 18 aprile 1975 n. 110); 8 armi antiche, artistiche, rare (art. 7 c. 1 D.M. 14 aprile 1982); armi da caccia in numero illimitato (art. 37 c. 2 legge 11 gennaio 1992 n. 157); armi bianche illimitato; Superato tale limite sei obbligato a richiedere la licenza di collezione. Ovviamente tutte le armi possedute vanno comunque denunciate ai sensi dell'art. 38 T.U.L.P.S. e art. 58 del R.D. 6 maggio 1940 n Per quanto riguarda invece il limite di munizioni che possono essere detenute previsto dall articolo 97 del R.D. 6 maggio 1940 n. 635 sono: cartucce da fucile da caccia caricate a polvere; 5 Kg. netti di esplosivi di I^ categoria, od artifici non superiori a 25 Kg. di peso lordo (escluso l imballaggio) 200 cartucce (complessive per tutte le armi) cariche per pistola o rivoltella; numero illimitato di bossoli, inneschi e micce di sicurezza Inoltre, l articolo 26 della legge 18 aprile 1975 n. 110 sancisce che è esente dall obbligo della denuncia chi detiene cartucce a pallini per fucile da caccia in quantità non eccedente n.1000 cartucce. 12 LICENZA DI IMPORTAZIONE DEFINITIVA. - Vorrei importare un arma nel territorio nazionale, ma solo temporaneamente, cosa devo fare? Se sei cittadino dell Unione Europea, dovrai munirti della Carta Europea d arma da fuoco rilasciata dalle Autorità del tuo Paese. Se sei cittadino extracomunitario dovrai richiedere la LICENZA DI IMPORTAZIONE TEMPORANEA che autorizza l ingresso nel territorio nazionale italiano e successiva esportazione, all autorità consolare italiana nel tuo paese. Le armi che si possono importare temporaneamente in Italia sono: per caccia: massimo due armi e nr. 200 munizioni. per sport: massimo tre armi e nr munizioni. - Devo andare negli Stati Uniti e vorrei acquistare un arma da importare in Italia, come posso fare? Se intendi importare definitivamente un arma proveniente da un Paese extracomunitario nel territorio della Provincia di Trento, per prima cosa dovrai accertarti che l arma da importare risulti iscritta nel Catalogo Nazionale delle armi comuni da sparo. In caso positivo dovrai richiedere un apposita licenza denominata LICENZA DI IM- PORTAZIONE DEFINITIVA DI ARMI. Le informazioni e la modulistica puoi reperirle: direttamente presso l Ufficio U.R.P. della Questura, o presso i Commissariati di Riva del Garda o di Rovereto, o presso tutte le stazioni dei Carabinieri; sul sito della Questura di Trento All istanza devi allegare: Indicazione del tipo di arma/i che intendi importare specificando 37

13 RICORDA: La licenza di esportazione temporanea di armi comuni da sparo, può essere rilasciata sia per fini sportivi che per fini venatori e consente il trasferimento temporaneo di un massimo di tre armi in paesi Extracomunitari ed un numero massimo di munizioni che varia dalle 200 per l uso di caccia alle 1000 per l uso sportivo. - Vorrei ricaricare delle munizioni, ci sono dei limiti o posso incorrere in sanzioni? L attività di ricarica di munizioni ad opera di privati pur non essendo espressamente disciplinata, non incontra specifici divieti normativi. Essa pertanto non appare illecita, purché sia espletata alle condizioni di legge, con particolare riguardo all art. 97 del regolamento del T.U.L.P.S. (quantità detenibile di munizioni cariche). - Ho rinvenuto armi e/o munizioni, per detenerle, cosa devo fare? In primo luogo devi avvisare l autorità locale di Pubblica Sicurezza (Polizia/Carabinieri) la quale provvederà al ritiro temporaneo e alla successiva custodia, del materiale rinvenuto. In caso le abbia rinvenute in un luogo di tua proprietà puoi richiedere il Nulla Osta alla detenzione che, ti verrà rilasciato dopo i dovuti accertamenti tecnici da parte delle autorità che hanno la custodia degli oggetti. In caso invece in cui il rinvenimento delle armi sia stato in un luogo pubblico (montagna, boschi ecc.) dovrai informare immediatamente l autorità di Pubblica Sicurezza (Polizia,Carabinieri) più vicina e, nel caso che nessuno ne reclami la proprietà, trascorso un anno dalla pubblicazione all albo comunale, chi le ha ritrovate ne divienta proprietario Detengo delle armi, a quali obblighi sono soggetto? Le armi possono essere possedute e denunziate anche in più luoghi diversi dalla residenza (abitazione, ufficio, negozio, seconda casa). ricorda che devi presentare denuncia di detenzione a tutte le autorità ove detieni le armi (indicando le armi che detieni anche in altri comuni) e il luogo in cui si trovano deve dare sufficienti garanzie di adeguata custodia, cioè: non deve esserci la possibilità, neppure astratta, che queste possano essere sottratte agevolmente e/o che nessuno ne possa fare uso. devono essere prese le necessarie garanzie anti-intruisione, fermi restando gli obblighi derivanti dalla denuncia di detenzione, tanto da prevenire eventuali furti. 13

14 In ogni caso per valutare l adeguatezza della custodia si deve tener conto del numero delle armi detenute e della loro tipologia. - Che differenza c'è tra detenzione, porto e trasporto di armi? La detenzione consiste in una relazione di fatto tra il soggetto e l'arma, in modo che si verifichi la disponibilità dell'arma, indipendentemente da un collegamento materiale e spaziale tra la persona e l'arma posseduta. Perché sussista detenzione, non occorre che un soggetto abbia sempre presso di sé l'arma, ma è sufficiente che la custodisca o la possegga in un luogo dal quale possa liberamente prelevarla e disporne. Per detenere legittimamente armi comuni da sparo non occorre alcuna preventiva autorizzazione dell'autorità di P.S, ma occorre l'immediata denuncia alla Questura e/o Commissariati di Polizia o in assenza presso il Comando stazione Carabinieri del luogo di della detenzione. La denuncia viene annotata in un registro; di tale annotazione ti viene dato atto sulla copia che ti viene restituita. La distinzione tra i concetti di porto e trasporto di un'arma è basata sulla possibilità o meno di utilizzazione immediata della stessa. Ricorre il trasporto unicamente quando l'arma è trasferita da un luogo ad un altro, come un oggetto inerte non suscettibile di uso immediato. Il concetto di portare un'arma equivale in sostanza a quello di poter avere l arma e usarla nell immediatezza, sia che l arma sia addosso alla persona sia nell immediata vicinanza ad esempio si può avere il porto di un'arma (tenuta, nel cruscotto dell'auto, nella moto, in borsetta, negli zaini, nei marsupi, ecc.) se questo rende possibile l'uso immediato. L UFFICIO ARMI, PRESSO URP APERTO DAL LUNEDÌ AL VENERDI DALLE ORE 8,30 ALLE ORE 12,30 E GIOVEDÌ DALLE ALLE LICENZA DI ESPORTAZIONE TEMPORANEA EXTRACOMUNITARIA DI ARMI COMUNI DA SPARO (ART.31 TULPS ART.16 LEGGE N 110/75) - Sono titolare di porto di fucile uso caccia. Per poter esercitare attività venatoria negli Stati Uniti cosa devo fare? Il titolare della licenza di porto di fucile per uso caccia che intende effettuare l attività venatoria in un paese non appartenente all Unione Europea può richiedere, alla Questura, l esportazione temporanea. Per motivi sportivi può essere richiesta anche da chi è possessore di porto d arma per il tiro a volo. La modulistica puoi reperirla: direttamente presso l Ufficio U.R.P. della Questura, o presso i Commissariati di Riva del Garda o di Rovereto, o presso tutte le stazioni dei Carabinieri; sul sito della Questura di Trento All istanza devi allegare: fotocopia del porto di armi o del titolo che autorizza al trasporto delle armi; fotocopia della denuncia detenzione armi relativa alle armi da e- sportare; due marche da bollo da 14,62 una da applicare all istanza e una da allegare; La validità della licenza è di un massimo giorni 90 dalla data di rilascio e viene rilasciata entro i 90 giorni dalla data di presentazione dell istanza

15 La Carta viene rilasciata entro 90 giorni dalla data di presentazione dell istanza. Ha validità massima di 5 anni e, comunque, è vincolata alla scadenza della licenza di porto di fucile. - Sono titolare di porto di pistola per difesa personale. Vorrei sapere se con la Carta Europea d Arma da Fuoco posso utilizzare il porto di pistola per difesa anche negli altri Paese comunitari. NO. La Carta Europea d arma da fuoco è oggi rilasciata, in tutti gli Stati membri, al solo scopo di consentire il trasporto delle armi necessarie per le attività sportive o venatorie. Essendo il porto d arma per difesa personale una concessione dell autorità italiana non viene riconosciuta dalle altre autorità straniere, tuttavia, gli stati membri possono concedere ai cittadini comunitari che lo richiedano titoli abilitativi al porto d armi per difesa personale. N.B. L esportazione temporanea nei paesi della CEE consente di e- sportare al massimo tre armi (inserite nell elenco della carta europea) e mille cartucce (art. 6 del D.M 30 ottobre 1996 n.635). L UFFICIO ARMI, PRESSO URP APERTO DAL LUNEDÌ AL VENERDI DALLE ORE 8,30 ALLE ORE 12,30 E GIOVEDÌ DALLE ALLE LICENZA DI COLLEZIONE DI ARMI COMUNI DA SPARO (ART.10 LEGGE N.110/75) - In quali casi devo richiedere la licenza di collezione di armi comuni? Dovrai richiedere la licenza di collezione di armi comuni da sparo se detieni: più di 3 armi comuni da sparo, più di 6 armi sportive corte e lunghe La modulistica puoi reperirla: direttamente presso l Ufficio U.R.P. della Questura, o presso i Commissariati di Riva del Garda o di Rovereto, o presso tutte le stazioni dei Carabinieri; sul sito della Questura di Trento All istanza va allegata la seguente documentazione: l elenco delle armi che si intendono inserire nella collezione; fotocopia della denuncia armi; planimetria dei locali dove saranno detenute le armi con l indicazione delle misure di sicurezza esistenti.; due marche da bollo da 14,62 una da applicare all istanza e una da allegare; - Ho la licenza per collezionare armi, quali sono gli obblighi a cui devo sottostare? Una volta ottenuta la licenza devi ricordarti che: In collezione si può tenere un solo esemplare per ogni modello di arma; 34 15

LA LEGGE E LE ARMI. Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata.

LA LEGGE E LE ARMI. Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata. Marte ZANETTE T.S.N. LECCE LA LEGGE E LE ARMI Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata. Le leggi vigenti - Nozione di arma La legge penale stabilisce che per armi si intendono: quelle da sparo e tutte

Dettagli

Legge 7.3.1986, n. 65 Legge quadro sull ordinamento della Polizia Municipale. Art. 1 Servizio di Polizia Municipale

Legge 7.3.1986, n. 65 Legge quadro sull ordinamento della Polizia Municipale. Art. 1 Servizio di Polizia Municipale Legge 7.3.1986, n. 65 Legge quadro sull ordinamento della Polizia Municipale Art. 1 Servizio di Polizia Municipale 1. I comuni svolgono le funzioni di polizia locale. A tal fine, può essere appositamente

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA procede alla raccolta di domande al fine di effettuare selezioni per eventuali assunzioni con contratto subordinato, a tempo determinato, relativamente al Festival Areniano

Dettagli

ECC-Net: Travel App2.0

ECC-Net: Travel App2.0 ECC-Net: Travel App2.0 In occasione del 10 anniversario dell ECC- Net, la rete dei centri europei per i consumatori lancia la nuova versione dell ECC- Net Travel App. Quando utilizzare questa applicazione?

Dettagli

Campo di Tiro Le Macchie Regolamento

Campo di Tiro Le Macchie Regolamento Campo di Tiro Le Macchie Regolamento Allo scopo di garantire al Tiro sportivo con armi da fuoco un crescente sviluppo anche all interno del Nostro poligono e che i sacrifici di chi si è prodigato perché

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione 1)- PER UN VEICOLO ESPORTATO ALL'ESTERO E SUCCESSIVAMENTE REISCRITTO IN ITALIA DALLO STESSO INTESTATARIO QUALE IPT PAGA?: A - L'IPT si paga in misura proporzionale B - Non si paga IPT C - L'IPT si paga

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

BUONI-ACQUISTO STUPEFACENTI

BUONI-ACQUISTO STUPEFACENTI GUIDA PRATICA PER IL FARMACISTA BUONI-ACQUISTO STUPEFACENTI La vendita o cessione, a qualsiasi titolo, anche gratuito, delle sostanze e dei medicinali compresi nelle tabelle I e II, sezioni A, B e C, è

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni DOMANDA DI CARTA DELL AZIENDA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di DATI DELL AZIENDA Denominazione

Dettagli

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda!

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda! Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA Informati, ti riguarda! 3 La SEPA (Single Euro Payments Area, l Area unica dei pagamenti in euro) include 33 Paesi: 18 Paesi della

Dettagli

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 0047 Versione 002 2014) Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA'

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

FISCALI. con il cd. decreto «salva Italia» (D.L. 6

FISCALI. con il cd. decreto «salva Italia» (D.L. 6 Guida ai NOVITÀ CIRCOLAZIONE del CONTANTE: LIMITAZIONI NAZIONALI e COMUNITARIE Analisi della circolazione del contante alla luce degli interventi chiarificatori offerti dal Mef, dall Agenzia delle Entrate,

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI MODELLO N. 15 (PARL. EUR.) Verbale delle operazioni dell ufficio elettorale di sezione per l elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all Italia ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO SPETTANTI

Dettagli

Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio.

Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio. Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio. 1. I passaporti diplomatici e di servizio, di cui all'articolo

Dettagli

Immatricolazione dei veicoli provenienti dall estero

Immatricolazione dei veicoli provenienti dall estero Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento Per I Trasporti Terrestri E Per I Sistemi Informativi E Statistici Ufficio di Coordinamento per la Lombardia Circolare interna n. 1 Milano 18/04/2004

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI rev.0 -data:pagina 1 di 10 TTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: 01 COM 1- Esercizio di vicinato: (Sup di vendita fino a 250 mq.) apertura, trasferimento di sede, ampliamento della superficie, subentro, cessazione,

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI Gli Stati firmatari della presente Convenzione, Profondamente convinti che l'interesse del minore sia

Dettagli

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO GINNASIO STATALE "M. T. CICERONE" RMPC29000G Via Fontana Vecchia, 2 00044 FRASCATI tel. 06.9416530 fax 06.9417120 Cod.

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI SCUOLA SECONDARIA STATALE DI PRIMO GRADO IGNAZIO VIAN Via Stampini 25-10148 TORINO - Tel 011/2266565 Fax 011/2261406 Succursale: via Destefanis 20 10148 TORINO Tel/Fax 011-2260982 E-mail: TOMM073006@istruzione.it

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

Repertorio n. CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DI AREA P.E.E.P. GIA CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) L anno duemila il giorno

Dettagli

Le procure provenienti dall estero

Le procure provenienti dall estero Le procure provenienti dall estero A cura dell Avv. Emanuella Prascina Riferimenti: - Art. 106 n. 4 L. Not.: Nell'archivio notarile distrettuale sono depositati e conservati: 4. gli originali e le copie

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

Legge 20-11-1982, n. 890 Notificazioni di atti a mezzo posta e di comunicazioni a mezzo posta connesse con la notificazione di atti giudiziari.

Legge 20-11-1982, n. 890 Notificazioni di atti a mezzo posta e di comunicazioni a mezzo posta connesse con la notificazione di atti giudiziari. Legge 20-11-1982, n. 890 Notificazioni di atti a mezzo posta e di comunicazioni a mezzo posta connesse con la notificazione di atti giudiziari. Preambolo La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica

Dettagli

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e:

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e: Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BERTINORO OGGETTO: Richiesta licenza di spettacolo o trattenimento pubblici di cui all art. 68/ 69 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, a carattere

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI.

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI. REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI. Foglio notizie: APPROVATO con deliberazione di Consiglio Comunale n. 23 del 05.05.2009 MODIFICATO PUBBLICATO All Albo Pretorio per 15 giorni: - all adozione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014 INFORMAZIONI SU CREDIVENETO Denominazione e forma giuridica CREDITO COOPERATIVO INTERPROVINCIALE VENETO Società Cooperativa Società Cooperativa per Azioni a Resp. Limitata Sede Legale e amministrativa:

Dettagli

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione Scheda 2.4 Imprese di, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione SOGGETTI RICHIEDENTI/AMBITO DI APPLICAZIONE La presente scheda riguarda unicamente soggetti ricadenti nella qualifica

Dettagli

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti.

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti. INDICE Informazioni per i cittadini - 3 Campagna di controllo degli impianti termici - 3 Responsabile dell impianto termico - 4 La manutenzione degli impianti: frequenze temporali delle operazioni - 4

Dettagli

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI.

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. BancoPosta www.bancoposta.it numero gratuito: 800 00 33 22 COME CAMBIANO INCASSI E PAGAMENTI CON LA SEPA PER I TITOLARI DI CONTI CORRENTI BANCOPOSTA DEDICATI

Dettagli

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma)

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Il valore imponibile a fronte di bollette doganali è oggetto di numerose liti fiscali a causa della poca chiarezza

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

Al Responsabile del S.U.A.P.

Al Responsabile del S.U.A.P. Marca da bollo Da inviare al Comune competente mediante lettera A/R Al Responsabile del S.U.A.P. Comune di Penna Sant Andrea (TE) M0297/83-AB OGGETTO: Domanda di rilascio nuova autorizzazione di tipo A

Dettagli

Regolamento per il registro delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T.)

Regolamento per il registro delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T.) Regolamento per il registro delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T.) Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 29 del 09.06.2014 I 20099 Sesto San Giovanni (MI), Piazza della Resistenza,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

Edoardo Mori - Proposta per una nuova legge sulle armi (È del 1998 - Deve essere aggiornata) Presentazione

Edoardo Mori - Proposta per una nuova legge sulle armi (È del 1998 - Deve essere aggiornata) Presentazione Edoardo Mori - Proposta per una nuova legge sulle armi (È del 1998 - Deve essere aggiornata) Presentazione Nel 1975 veniva emanata la legge 18 aprile 1975 nr. 110 che modernizzava la normativa concernente

Dettagli

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 COMUNE DI VIGONZA UNITA OPERATIVA TRIBUTI GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 Il decreto legge 21 maggio 2013 n 54 ha sospeso il versamento dell'acconto IMU per alcuni

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità COMMISSIONE AMMINISTRATIVA PER LA SICUREZZA SOCIALE DEI LAVORATORI MIGRANTI E 104 CH (1) CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA Malattia maternità

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DECRETO-LEGGE 20 giugno 2012, n. 79 Misure urgenti per garantire la sicurezza dei cittadini, per assicurare la funzionalita' del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e di altre strutture dell'amministrazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE = = = = = = REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE Adottato con deliberazioni consiliari n. 56 dell 08.11.95 e n. 6 del 24.01.96 INDICE Art. 1 Oggetto e finalità

Dettagli

ESERCIZIO DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI COSE ANTICHE/USATE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ'

ESERCIZIO DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI COSE ANTICHE/USATE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ' Mod. SCIA adeguato alla L.122/2010 ESERCIZIO DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI COSE ANTICHE/USATE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ' AL COMUNE DI Ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 19 commi

Dettagli

Capitolo Terzo I provvedimenti di Polizia

Capitolo Terzo I provvedimenti di Polizia Capitolo Terzo I provvedimenti di Polizia Sommario: 1. Premessa. - 2. Gli ordini e le ordinanze. - 3. Le autorizzazioni. - 4. Segue: Competenza al rilascio delle autorizzazioni. - 5. Segue: La disciplina

Dettagli

DECRETO 26 ottobre 2011

DECRETO 26 ottobre 2011 DECRETO 26 ottobre 2011 Modalita' di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA, dei soggetti esercitanti l'attivita' di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Premessa L accesso agli atti ed ai documenti amministrativi, introdotto nel nostro ordinamento dalla Legge 7 agosto 1990, n. 241, costituisce

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Allegato alla Deliberazione n. 1576 del 19/11/2012 REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Art. 1 OGGETTO E DESTINATARI Il presente regolamento

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56 Cosa devo fare per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro se assumo il primo dipendente/collaboratore? Come datore di lavoro devo: 1. valutare i rischi a cui andrà incontro questa persona compiendo il

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI 00187 Roma Via di San Basilio, 72 Tel. +39 06.42.00.84 Fax +39 06.42.00.84.44/5 www.cnpi.it cnpi@cnpi.it C.F. 80191430588 Ai Signori Presidenti Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

www.sanzioniamministrative.it

www.sanzioniamministrative.it SanzioniAmministrative. it Normativa Legge 15 dicembre 1990, n. 386 "Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari" (Come Aggiornata dal Decreto Legislativo 30 dicembre 1999, n. 507) Art. 1. Emissione

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate dalla legge 3 maggio 1985, n. 204, in attuazione degli

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO COMUNE DI SOCCHIEVE Prov. Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO Approvato con deliberazione Del C.C. n 29 del 24/8/2007 REGOLAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM 07.08.2013. Siena, 10 maggio 2013

LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM 07.08.2013. Siena, 10 maggio 2013 Ministero dell Interno Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile Comando Provinciale Vigili del fuoco SIENA "Noctu et Die Vigilantes" LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM

Dettagli

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGOLAMENTO PER L AUTORIZZAZIONE E LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI ESTERNI OCCASIONALi, NON COMPRESI NEI COMPITI E DOVERI D UFFICIO, CONFERITI AL

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.)

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Familiari per i quali può essere richiesto il ricongiungimento: 1. Coniuge non

Dettagli

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provìncia de Aristanis Ufficio Tecnico S e r v i z i o l l. p p. - U r b a n i s t i c a - P a t r i m o n i o REGOLAMENTO PER LA VENDITA DA PARTE

Dettagli

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni.

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Il DIRETTORE DELL AGENZIA DEL DEMANIO Vista la legge 7 agosto 1990, n.

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI CITTÀ DI BARLETTA COMANDO POLIZIA MUNICIPALE SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI Descrizione : L apertura e il trasferimento di sede degli esercizi di somministrazione

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Avvertenze: il testo vigente qui pubblicato è stato redatto dal Settore Legislativo dell'a.g.c. 01 della Giunta Regionale al solo fine di facilitare la lettura delle disposizioni della legge, integrata

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE Approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 13 maggio 2013 - Delibera n. 35 INDICE: Articolo

Dettagli

Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Condono Edilizio ROMA CAPITALE

Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Condono Edilizio ROMA CAPITALE ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici Ufficio Condono Edilizio Ufficio Diritto di Accesso Agli Atti Mod. 10/E (10.06.2013 )

Dettagli

REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI

REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI COMUNE DI TREMEZZINA REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI Approvato con deliberazione del Commissario prefettizio assunta con i poteri di Consiglio n. 19 del 02/04/2014

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n. Spazio riservato al Servizio Urbanistica AGIBILITA' n del L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.160 ) l sottoscritt...

Dettagli

Bonifici provenienti dall estero. Il servizio consente di incassare i propri crediti attraverso bonifici provenienti da banca estere.

Bonifici provenienti dall estero. Il servizio consente di incassare i propri crediti attraverso bonifici provenienti da banca estere. 18/05/2009 FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Bonifici provenienti dall

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

C:\DOCUME~1\ascanim\IMPOST~1\Temp\Domino Web Access\34\schema SCIA pe.doc Pagina 1 di 34

C:\DOCUME~1\ascanim\IMPOST~1\Temp\Domino Web Access\34\schema SCIA pe.doc Pagina 1 di 34 TIMBRO PROTOCOLLO MODULO DI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE (SUBINGRESSO NUOVA APERTURA (di cui art. 4 comma 5^ L.R. 14/2003) - CESSAZIONE VARIAZIONI

Dettagli

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine)

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) La figura giuridica del Direttore dei Lavori compare per la prima volta nel R.D. del 25.05.1895 riguardante il Regolamento

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SUBINGRESSO NELL ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI VENDITA SU AREE PUBBLICHE SIA DI TIPO A (su posteggi dati in concessione per dieci anni) SIA DI TIPO B (su qualsiasi area purché

Dettagli