Capitolo Dodicesimo Le altre imposte indirette

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Capitolo Dodicesimo Le altre imposte indirette"

Transcript

1 Capitolo Dodicesimo Le altre imposte indirette Sommario: 1. L imposta di registro Le imposte ipotecaria e catastale L imposta sulle assicurazioni L imposta sulle successioni e donazioni L imposta di bollo Le tasse sulle concessioni governative. 1. L imposta di registro A) Presupposto L imposta di registro disciplinata dal D.P.R , n. 131, colpisce gli atti scritti di qualsiasi natura (negoziale, amministrativa, giudiziaria), produttivi di effetti giuridici, nonché alcuni atti stipulati verbalmente che vanno sottoposti a registrazione nei casi e con criteri determinati dalla legge. La Direzione provinciale dell Agenzia delle entrate provvede alla registrazione degli atti ed alla riscossione dell imposta dovuta. L imposta di registro è un imposta reale indiretta sugli affari. Essa colpisce con aliquote, in prevalenza proporzionali, la capacità contributiva che si manifesta negli atti di scambio della ricchezza, nonché in altri atti giuridici di vario genere. La registrazione può essere: a) a termine fisso se è stabilito un termine dalla formazione dell atto entro cui si è obbligati a chiedere la registrazione. Tale termine è di 20 giorni per gli atti formati in Italia, di 60 giorni per gli atti formati all estero e di 30 giorni per gli atti soggetti a registrazione telematica (atti relativi a diritti sugli immobili o autenticati da pubblici ufficiali) nonché per i contratti di locazione e affitto di beni immobili. Per gli atti degli organi giurisdizionali il termine è di 5 giorni da quello della pubblicazione o emanazione; b) in caso d uso se l atto deve essere registrato quando viene depositato, per essere poi acquisito presso le cancellerie giudiziarie o presso le pubbliche amministrazioni; c) volontaria. Gli atti per i quali non si è obbligati alla registrazione, possono essere ugualmente registrati dal soggetto che pagherà l imposta in misura fissa.

2 146 Capitolo Dodicesimo La registrazione degli atti relativi a diritti sugli immobili, alla trascrizione, all iscrizione e all annotazione nei registri immobiliari, nonché alla voltura catastale, sono effettuate attraverso l utilizzo di procedure telematiche. Le richieste di registrazione, le note di trascrizione e d iscrizione nonché le domande di annotazione e di voltura catastale vanno presentate sul modello unico informatico approvato con il D.M da trasmettere telematicamente assieme a tutta la documentazione necessaria. B) Soggetti passivi Soggetti passivi dell imposta sono coloro che pongono in essere o che si avvantaggiano dell atto soggetto a registrazione. Costoro, peraltro, sono i veri e propri debitori d imposta, ma altri soggetti possono avere una serie di obblighi sia per la richiesta della registrazione sia per il pagamento dell imposta, come responsabili solidali con l obbligato principale. Occorre dunque distinguere i soggetti obbligati a chiedere la registrazione ed i soggetti tenuti al pagamento del tributo. Obbligati a chiedere la registrazione sono: a) il pubblico ufficiale per gli atti da essi redatti, ricevuti o autenticati (notaio, segretario comunale etc.); b) le parti per gli atti compiuti senza tale assistenza; c) i cancellieri e i segretari per le sentenze e gli atti giurisdizionali; d) gli impiegati dell amministrazione finanziaria e gli appartenenti al corpo della Guardia di finanza per gli atti da registrarsi d ufficio; e) i loro rappresentanti o responsabili per le operazioni di società o enti esteri; f) gli agenti immobiliari per le scritture private non autenticate di natura negoziale stipulate in seguito alla loro attività; g) gli intermediari abilitati, se le parti decidono di conferire al professionista l incarico di procedere alla registrazione telematica degli atti concernenti il trasferimento di quote di S.r.l. Tenuti al pagamento del tributo sono: a) le parti solidalmente e chi si serve dell atto per richiedere un provvedimento all autorità giudiziaria; b) solidalmente con le parti, ma relativamente al pagamento dell imposta principale (cioè quella dovuta al momento della registrazione), i pubblici ufficiali che hanno redatto l atto ed i soggetti nel cui interesse fu richiesta la registrazione; c) chi ha richiesto la registrazione per gli atti registrati in caso di uso, o volontariamente; d) l altra parte contraente nei contratti in cui è parte lo Stato; e) l ente espropriante o acquirente negli atti di espropriazione o di trasferimento coattivo (che non sia lo Stato); f) gli agenti immobiliari, solidalmente con le parti, per le scritture private non autenticate di natura negoziale stipulate in seguito alla loro attività.

3 Le altre imposte indirette 147 C) Atti a titolo oneroso e gratuito e disposizioni relative a beni soggetti ad aliquote diverse Ai sensi dell art. 25 del T.U. registro, se un atto contiene sia disposizioni a titolo oneroso che disposizioni a titolo gratuito, esso è soggetto ad imposta di registro per la parte a titolo oneroso mentre la parte a titolo gratuito sconterà eventualmente la sola imposta sulle donazioni. Qualora nell atto sia inserita una disposizione onerosa di beni o diritti per i quali sono previste aliquote diverse, si applica l aliquota più elevata, a meno che non sia stabilito un corrispettivo distinto per ogni singolo bene o diritto (art. 23, co. 1, D.P.R. 131/86). D) Base imponibile La base imponibile è il corrispettivo dichiarato nell atto ovvero il valore venale dei beni o dei diritti che costituiscono l oggetto dell atto registrato. Come è costituita la base imponibile? La base imponibile varia a seconda della tipologia di atto: per i contratti onerosi traslativi o costitutivi di diritti reali, dal valore del bene o del diritto alla data dell atto; per le permute, dal valore del bene che dà luogo all applicazione della maggiore imposta; per gli atti che comportano l assunzione di un obbligazione di fare in corrispettivo della cessione di un bene, dal valore del bene ceduto; per gli atti che comportino l assunzione di un obbligazione nuova o che estingue una precedente, dall ammontare dell obbligazione assunta o estinta; per gli atti costitutivi di garanzie, dalla somma garantita; per le cessioni di contratto, dall ammontare delle prestazioni da eseguire e del corrispettivo di cessione; per i contratti relativi sia ad operazioni soggette sia ad operazioni non soggette all IVA, dal valore delle cessioni e delle prestazioni non soggette a tale imposta; per tutti gli altri contratti, dall ammontare dei corrispettivi pattuiti per l intera durata del contratto. Per calcolare il valore venale dei beni e dei diritti, sono fissati i criteri di determinazione. Innanzitutto si assume come valore venale quello dichiarato dalle parti; in mancanza o se superiore, il valore venale sarà dato dai corrispettivi pattuiti. Nel caso in cui non si potesse far ricorso a nessuno di questi due criteri di valutazione, sarà l ufficio a determinarlo ai sensi dell art. 53. Per quanto concerne gli immobili e le aziende, l Agenzia delle entrate qualora ritenga che il valore dei beni o diritti sia superiore a quello dichiarato provvede alla rettifica nonché alla liquidazione della maggior imposta con gli interessi e le sanzioni mediante notificazione di avviso entro due anni dal pagamento dell imposta principale.

4 148 Capitolo Dodicesimo L Ufficio non procede alla rettifica se nell atto è stato dichiarato un valore degli immobili inferiore a determinati importi calcolati con sistemi automatici (non meno di 75 volte il reddito dominicale del terreno; non meno di 100 volte il reddito del fabbricato urbano). Tali moltiplicatori negli anni sono stati oggetto di numerose rivalutazioni. E) Misura dell imposta La legge prevede due tipi d imposta di registro: un imposta proporzionale che varia a seconda della natura dell atto; un imposta fissa attualmente stabilita nella misura di 200 euro. La tariffa allegata al D.P.R. 131/86 contiene l elencazione degli atti assoggettati a tassa fissa e di quelli assoggettati ad aliquota proporzionale. Sia l imposta fissa sia quella proporzionale, variano secondo la natura e il contenuto degli atti cui si riferiscono. F) Il pagamento del tributo L imposta, se non è dovuta in misura fissa, viene liquidata mediante applicazione delle aliquote alla base imponibile. Il pagamento deve essere contemporaneo alla registrazione: se manca, la presentazione dell atto e la denuncia del contratto verbale si intenderanno omesse e per il contribuente inadempiente scattano le sanzioni relative. Oltre all imposta principale, riscossa all atto della registrazione vi sono altri tipi di imposta: l imposta suppletiva, richiesta successivamente alla registrazione, quando l Ufficio incorre in errore od omissione sul calcolo dell imposta dovuta; l imposta complementare, da applicarsi successivamente alla registrazione, perché mancavano gli elementi utili a determinare l effettivo importo del tributo, o perché la liquidazione era sospesa per disposizione di legge. G) L utilizzazione delle procedure telematiche per gli adempimenti in materia di registrazione Le procedure relative alla registrazione degli atti relativi a diritti sugli immobili, alla trascrizione, all iscrizione e all annotazione nei registri immobiliari, nonché alla voltura catastale, sono effettuate attraverso l utilizzo di procedure telematiche (art. 3bis al D.Lgs. 463/97) attraverso l utilizzo del modello unico informatico.

5 2. Le imposte ipotecaria e catastale Le altre imposte indirette 149 Le imposte ipotecaria e catastale sono collegate allo svolgimento delle formalità relative all attuazione della pubblicità immobiliare e all esecuzione delle volture catastali. L imposta ipotecaria è collegata allo svolgimento delle formalità che garantiscono la pubblicità immobiliare: oggetto del tributo sono le formalità di trascrizione, iscrizione, rinnovazione, cancellazione e annotazione di ipoteche da eseguirsi presso i pubblici registri immobiliari. Per le trascrizioni, la base imponibile è commisurata a quella determinata ai fini dell imposta di registro o dell imposta sulle successioni e donazioni. Per quanto concerne le iscrizioni e rinnovazioni, l imposta proporzionale viene commisurata all ammontare del credito garantito, comprensivo di interessi ed accessori. L imposta può essere, secondo gli atti, proporzionale o fissa. La misura fissa è di 200 euro mentre quella proporzionale varia dallo 0,50% al 2%. I soggetti passivi sono coloro che richiedono le formalità oggetto dell imposta nonché i pubblici ufficiali che hanno ricevuto o autenticato l atto soggetto a trascrizione. Sono anche obbligati solidalmente i debitori contro i quali è stata iscritta o rinnovata l ipoteca nel caso di iscrizione e di rinnovazioni. L imposta catastale colpisce l esecuzione delle volture catastali e quindi il suo presupposto è il trasferimento dei beni iscritti nel catasto. L imposta catastale è commisurata al valore dei beni immobili rustici ed urbani accertato agli effetti delle imposte di registro o di quelle sui trasferimenti a titolo gratuito. L aliquota è attualmente del 10 per mille da applicarsi sul valore degli immobili o dei diritti reali immobiliari. Per alcuni atti l imposta è invece determinata nella misura fissa di 200 euro. La riscossione è curata attualmente dalle Direzioni provinciali dell Agenzia delle entrate. Per l accertamento e la liquidazione delle imposte ipotecaria e catastale, si applicano le disposizioni in materia di imposta di registro. Si ricorda, inoltre, che è previsto un meccanismo di autoliquidazione per le imposte ipotecaria e catastale e per l imposta di bollo nelle ipotesi di successioni apertesi dopo la data del 29 marzo 1997 che comportino il trasferimento di immobili o di diritti reali sugli stessi. Da ultimo, con l introduzione del modello unico informatico, attraverso il quale vanno presentate le richieste di registrazione, le note di trascrizione e

6 150 Capitolo Dodicesimo di iscrizione nonché le domande di annotazione e voltura catastale, è prevista l autoliquidazione per poter espletare telematicamente le suddette formalità. 3. L imposta sulle assicurazioni Oggetto dell imposta sulle assicurazioni sono (L. 1216/61): le assicurazioni riguardanti beni immobili o mobili; le assicurazioni riguardanti veicoli, navi od aeromobili immatricolati o registrati in Italia; le assicurazioni aventi durata inferiore o pari a 4 mesi e relative a rischi inerenti ad un viaggio o ad una vacanza; le assicurazioni riguardanti le merci trasportate da o verso l Italia; le assicurazioni contro i danni; le assicurazioni sulla vita. Il presupposto d imposta è da ricercare nel pagamento del premio e colpisce l ammontare annuo dei premi corrisposti all assicuratore. Le aliquote d imposta variano secondo il ramo o specie di assicurazione e sono stabilite dalle tariffe allegate alla L. 1216/ L imposta sulle successioni e donazioni A) Evoluzione dell imposizione La normativa relativa all imposta sulle successioni e sulle donazioni è stata raccolta nel testo unico approvato con D.Lgs , n Il tributo colpisce, secondo quanto enuncia l art. 1 del D.Lgs. 346/90, i trasferimenti di beni e diritti per successione a causa di morte ed i trasferimenti a titolo gratuito di beni e diritti inter vivos. Il testo unico in parola è stato più volte modificato. In particolare, con l emanazione della L. 342/2000 era stata abolita la quota d imposta commisurata al valore globale dell asse ereditario, era stata fissata una franchigia di esenzione pari a 350 milioni di lire (in riferimento alle singole quote ereditarie e innalzabile a 1 miliardo in talune circostanze) ed erano state stabilite aliquote molto più basse che in passato, non più a carattere progressivo. Tuttavia la riforma operata dalla L. 342/2000 fu ritenuta insufficiente: di conseguenza si era giunti, con gli artt della L. 383/2001, alla soppressione delle due imposte a far data dal 25 ottobre Il D.L , n. 262 ha poi ripristinato l imposta in commento a decorrere dal 28 novembre 2006 come disciplinata dal D.Lgs. 346/90.

7 Le altre imposte indirette 151 B) Oggetto, territorialità e presupposto dell imposta L imposta sulle successioni e donazioni, secondo quanto disposto dall art. 1 del D.Lgs. 346/90, si applica: ai trasferimenti di beni o di diritti per successione mortis causa; ai trasferimenti di beni e diritti operati per donazione o altra liberalità tra vivi; alla costituzione di vincoli di destinazione; ai casi di donazione presunta relativi ai beni immobili e partecipazioni societarie posti in essere tra coniugi o parenti in linea retta; ai casi di apertura della successione per dichiarazione di morte presunta; ai casi di immissione nel possesso temporaneo dei beni dell assente. Sono espressamente escluse dall imposta talune erogazioni liberali e alcuni trasferimenti (a favore dello Stato, enti pubblici etc.). Quanto alla territorialità dell imposta, a norma dell art. 2 del D.Lgs. 346/90 l imposta è dovuta in relazione a tutti i beni e diritti trasferiti, anche se si trovavano fuori dal territorio dello Stato. Se il defunto o il donante risiedeva all estero al momento dell apertura della successione o della donazione, l imposta è dovuta limitatamente ai beni e diritti esistenti in Italia. Il presupposto dell imposta è diverso a seconda del tipo di atto. Per le successioni è costituito dall apertura della successione, mentre nelle donazioni è individuabile nell atto sottoscritto. Qual è il presupposto dell imposta nell imposta sulle successioni e donazioni? Per quanto concerne il presupposto del tributo occorre esaminare separatamente ogni singola ipotesi di applicazione dell imposta stessa: per le successioni, la norma tributaria collega il sorgere dell obbligazione tributaria alla semplice apertura della successione, prescindendo dall accettazione dell eredità da parte dell erede; per le donazioni, il presupposto è dato dalla stipula dell atto. per la dichiarazione di assenza, il presupposto consiste nell immissione nel possesso temporaneo; per la morte presunta, il presupposto è costituito dall immissione nel possesso dei beni o, in mancanza, dall eseguibilità della sentenza di morte presunta. C) I soggetti passivi Sono soggetti passivi: gli eredi (o meglio i chiamati all eredità) ed i legatari (limitatamente ai beni loro legati) per le successioni; i donatari per le donazioni; i beneficiari per le altre liberalità tra vivi; gli immessi nel possesso temporaneo dei beni dell assente; coloro che succedono per effetto della dichiarazione di morte presunta.

8 152 Capitolo Dodicesimo D) Base imponibile e aliquote per le successioni La base imponibile su cui calcolare l imposta sulle successioni è costituita dal valore delle quote ereditarie e dei legati. Questo valore è costituito dalla differenza tra il valore dei beni e dei diritti ricevuti da ognuno e la quota di passività e altri oneri che gravano sullo stesso soggetto. Il valore delle quote ereditaria e dei legati su cui calcolare l imposta è ridotto di una franchigia di: di euro per il coniuge e i parenti in linea retta; euro per i fratelli e le sorelle; euro per i beneficiari che siano portatori di grave handicap, indipendentemente dal grado di parentela. Per calcolare la franchigia occorre aggiungere alla quota ereditaria o al legato le donazioni eventualmente ricevute. Le aliquote variano dal 4% all 8%. E) Base imponibile e aliquote per le donazioni e altri atti di liberalità La base imponibile per l imposta sulle donazioni è data dal valore globale dei beni o diritto oggetto della donazione al netto degli oneri che gravavano sul donatario. Per l imposta sulle donazioni sono previste le medesime franchigie stabilite per l imposta sulle successioni a favore del coniuge e dei parenti in linea retta ( di euro), dei fratelli e delle sorelle ( euro) e dei portatori di handicap ( euro). Identiche sono anche le aliquote, che variano dal 4% all 8%. F) Altre imposte dovute sulle successioni e sulle donazioni Oltre alle imposte sulle succesioni e sulle donazioni gli immobili e i terreni oggetto di trasferimento a tale titolo scontano le imposte ipotecaria e catastale. L imposta di registro non è dovuta. Altre imposte dovute sulle successioni e sulle donazioni Natura del bene Imposta ipotecaria Imposta catastale Immobili 2% 1% Prima casa Terreni 2% 1%

9 Le altre imposte indirette 153 G) La dichiarazione di successione, la liquidazione e il pagamento dell imposta Entro 12 mesi dell apertura della successione occorre presentare alla competente Direzione provinciale dell Agenzia delle entrate la dichiarazione di successione. Sono obbligati alla presentazione i chiamati all eredità, i legatari o i loro rappresentanti; gli immessi nel possesso temporaneo dei beni dell assente; gli amministratori e i curatori dell eredità giacente; gli esecutori testamentari. L obbligo di presentazione grava solidalmente su tutti i citati soggetti: tuttavia, è sufficiente che la presentazione della dichiarazione avvenga da parte di uno di essi per sollevare dall obbligo anche gli altri. La dichiarazione non va presentata se l eredità è devoluta al coniuge o ai parenti in linea retta e l attivo ereditario non supera euro e non comprende beni immobili o diritti reali immobiliari. L imposta è applicata e liquidata dalla Direzione provinciale dell Agenzia delle entrate in base alle dichiarazioni di successione e alle eventuali dichiarazioni integrative o modificative. 5. L imposta di bollo L imposta di bollo (D.P.R , n. 642), ha natura giuridica mista, in quanto a volte si configura come un imposta sui trasferimenti per atti tra vivi, a volte assume la fisionomia di una tassa, cioè di un corrispettivo pagato per i servizi resi dallo Stato. Si applica su tutti gli atti civili e commerciali, giudiziali e stragiudiziali, sugli scritti, sugli avvisi, sui manifesti, sui disegni e sui registri indicati nella tariffa allegata al D.P.R. 642/72. Gli atti, i documenti ed i registri soggetti all imposta sono raggruppati in tre categorie: atti soggetti fin dall origine all imposta, che sono tassativamente previsti nella prima parte della tariffa. Questi atti sono suddivisi nelle tre classi degli atti civili, atti amministrativi ed atti giurisdizionali; atti soggetti solo in caso d uso, indicati nella seconda parte della tariffa (i conti dei curatori, le cambiali estere etc.); atti esenti in modo assoluto, previsti nell allegato B del decreto istitutivo dell imposta (atti legislativi dello Stato, delle Regioni, delle Provincie, dei Comuni, le petizioni agli organi legislativi, gli atti ed i documenti elettorali ed altri ancora).

10 154 Capitolo Dodicesimo La legge non identifica per ciascun atto il soggetto passivo ma prevede che l obbligo del pagamento del tributo incida solidalmente a carico di chi partecipa o ha interesse all atto o ne fa uso. Sono obbligati in solido per il pagamento dell imposta e delle eventuali sanzioni amministrative: per gli atti soggetti a bollo sin dall origine, tutti coloro che sono parte o che hanno sottoscritto, ricevuto o accettano l atto; per gli atti soggetti a bollo solo in caso d uso, tutti coloro che ne fanno uso. L imposta di bollo quasi sempre prescinde dal valore dell atto che colpisce. Essa può essere: proporzionale, se è commisurata al valore dell atto (esempio: la cambiale); fissa, se colpisce in misura unica tutti gli atti di una determinata specie, indipendentemente dal loro valore. L imposta fissa di bollo, in qualsiasi modo dovuta (compresa quella da corrispondere sui contratti relativi a operazioni e a servizi bancari e finanziari e per i contratti di credito al consumo) è di 16 euro. Sul libro giornale e il libro degli inventari, tenuti da soggetti diversi da quelli che assolvono in modo forfettario la tassa di concssione governativa, l imposta di bollo è dovuta nella misura di 32 euro. Sugli atti relativi a diritti sugli immobili, sottoposti a registrazione con procedure telematiche, l imposta di bollo è dovuta nella misura fissa di 230 euro. Per atti relativi a diritti sugli immobili sottoposti a registrazione con procedure telematiche l imposta è dovuta in misura forfettaria. Gli estratti di conto corrente bancario sono soggetti ad un imposta fissa pari a: 34,20 euro se il cliente è persona fisica, con una esenzione qualora il valore medio di giacenza annuo non sia superiore a euro 5.000; 100 euro se il cliente è soggetto diverso da persona fisica. Per gli atti e i provvedimenti dei processi civili, amministrativi e tributari è dovuto, in luogo dell imposta di bollo, un contributo unificato il cui importo varia in funzione del valore e del tipo di processo. Il bollo è pagabile: in modo virtuale, attraverso il versamento all Ufficio dell Agenzia delle entrate o ad altri uffici autorizzati o mediante versamento in conto corrente postale;

11 Le altre imposte indirette 155 mediante pagamento ad intermediario convenzionato con l Agenzia delle entrate. Questi rilascerà, con modalità telematiche, un contrassegno sostitutivo delle marche da bollo. Per ciò che riguarda le infrazioni in materia di bollo si è solito distinguere tra: violazioni relative al monopolio di produzione e vendita dei valori e all applicazione di bolli. Tali violazioni sono penalmente rilevanti, costituendo dei delitti puniti dal codice penale. Va da sé che le modifiche normative che dal 1 gennaio 2007 non consentono l utilizzo di carta filigranata e valori bollati, rendono di fatto non più realizzabile il reato di contraffazione, falsificazione e alterazione di valori bollati; violazioni delle norme in materia di consumo e uso di valori bollati o pagamento dell imposta in modo virtuale; inosservanze di norme formali. 6. Le tasse sulle concessioni governative Le tasse sulle concessioni governative colpiscono determinati atti amministrativi (concessioni, autorizzazioni, istanze, permessi) che consentono agli interessati l esercizio di diritti e facoltà. La loro attuale struttura è disciplinata dal D.P.R. 641/72. Tali tasse hanno origine antica e garantiscono all erario di incassare in tempi rapidi piccole somme. Trovano il loro presupposto in diversi provvedimenti amministrativi. Abbiamo, perciò: a) tasse di rilascio dovute al momento dell emanazione dell atto; b) tasse di rinnovo dovute per la rinnovazione dell atto stesso; c) tasse annuali dovute per atti amministrativi idonei a produrre effetti per un periodo superiore all anno; d) tasse di visto o vidimazione dovute per l espletamento delle suddette formalità. L ammontare di questa tassa è stabilito in genere in una misura fissa per ciascuna specie di atto o provvedimento. La riscossione di questi tributi può essere effettuata: in modo ordinario (con versamento su conto corrente postale); mediante pagamento ad intermediario convenzionato con l Agenzia delle entrate; negli altri modi stabiliti dalla legge.

12 156 Capitolo Dodicesimo Glossario Contributo unificato: contributo dovuto per ogni grado dei giudizi civili, amministrativi e tributari in luogo dell imposta di bollo. Esso deve essere versato dalla parte che per prima si costituisce in giudizio, che deposita il ricorso introduttivo, ovvero che, nei processi esecutivi di espropriazione forzata, fa istanza per l assegnazione o la vendita dei beni pignorati. Imposta catastale: imposta dovuta per l esecuzione delle volture catastali: si applica nella misura del 10 sul valore dei beni immobili, rustici e urbani, accertato agli effetti delle imposte di registro o nella misura fissa di 200 euro. Imposta di bollo: imposta indiretta cartolare che si applica su atti (contenenti istanze, convenzioni, contratti etc.), documenti e registri indicati nella tariffa allegata al decreto istitutivo del tributo. Non tutti gli atti sono soggetti al pagamento dell ( ): sono infatti previsti casi di esenzione totale (es. atti legislativi dello Stato, delle Province e dei Comuni) e casi di atti che scontano il tributo solo in caso d uso (es. conti dei curatori, cambiali estere). A differenza dell imposta di registro che colpisce la potenzialità giuridica dell atto, l imposta di ( ) colpisce la forma scritta del negozio, astraendo dal suo contenuto. Imposta di registro: imposta che colpisce gli atti posti in essere dai contribuenti in quanto produttivi di effetti giuridici. Sono soggetti a tassazione: gli atti scritti di qualsiasi natura (negoziale, amministrativa, giudiziaria); determinati contratti verbali; alcune operazioni societarie; atti formati all estero. La registrazione può essere: a termine fisso, se è stabilito un termine dalla formazione dell atto entro cui si è obbligati a chiedere la registrazione; in caso d uso, se l atto deve essere registrato quando viene depositato; volontaria, per gli atti per i quali non si è obbligati alla registrazione. L imposta di registro in alcuni casi viene applicata in misura proporzionale al valore dell atto registrato, mentre in alri casi si applica in misura fissa. La base imponibile è il corrispettivo dichiarato nell atto ovvero il corrispettivo pattuito tra le parti. Imposta ipotecaria: imposta che si applica in occasione del compimento delle formalità di trascrizione, iscrizione, rinnovazione, cancellazione e annotazione eseguite nei pubblici registri immobiliari. Soggetti passivi dell imposta ipotecaria sono, oltre ai pubblici ufficiali che hanno ricevuto o autenticato l atto soggetto a trascrizione, anche coloro che richiedono le formalità suddette. Registrazione telematica: registrazione degli atti relativi a diritti sugli immobili, alla trascrizione, all iscrizione e all annotazione nei registri immobiliari, nonché alla voltura catastale, effettuata attraverso l utilizzo di procedure telematiche. Le richieste di registrazione, le note di trascrizione e d iscrizione nonché le domande di annotazione e di voltura catastale vanno presentate sul modello unico informatico, da trasmettere telematicamente assieme a tutta la documentazione necessaria. Il termine della ( ) è fissato in 30 giorni dalla data dell atto per gli atti formati sia in Italia sia all estero. Voltura catastale: trascrizione sui registri catastali delle notizie relative al trasferimento di un diritto reale su un bene immobile da un soggetto all altro. Viene effettuata su richiesta di parte: in tal modo viene annotato il nome del nuovo titolare del diritto accanto al bene registrato nel catasto.

LE IMPOSTE INDIRETTE: IMPOSTA DI REGISTRO (artt.1 e 2 D.P.R. 131/86)

LE IMPOSTE INDIRETTE: IMPOSTA DI REGISTRO (artt.1 e 2 D.P.R. 131/86) PLANNING E CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA LE IMPOSTE INDIRETTE: IMPOSTA DI REGISTRO (artt.1 e 2 D.P.R. 131/86) 1 L imposta di registro appartiene alla famiglia delle imposte indirette. DEFINIZIONE: le

Dettagli

Capitolo III IMPOSTE IPOTECARIA E CATASTALE

Capitolo III IMPOSTE IPOTECARIA E CATASTALE 1. IMPOSTA IPOTECARIA IMPOSTE IPOTECARIA E CATASTALE Vi sono soggette le formalità di trascrizione, iscrizione, rinnovazione ed annotazione eseguite nei pubblici registri immobiliari. Per quanto riguarda

Dettagli

Università La Sapienza di Roma

Università La Sapienza di Roma Università La Sapienza di Roma Imposta di Registro Diritto Tributario Prof.ssa Rossella Miceli A cura di: Avv. Marco Rippa Imposta di registro I PARTE 1 Inquadramento normativo II PARTE 2 Soggetti passivi

Dettagli

PROBLEMATICHE NELLA SUCCESSIONE A CAUSA DI MORTE PROFILI FISCALI

PROBLEMATICHE NELLA SUCCESSIONE A CAUSA DI MORTE PROFILI FISCALI PROBLEMATICHE NELLA SUCCESSIONE A CAUSA DI MORTE PROFILI FISCALI Imposta sulle successioni (imposte ipo- catastali, bollo, tassa ipotecaria) AdempimenE connessi all imposta sui reddie delle persone fisiche

Dettagli

Diritto tributario, fisco e leggi finanziarie

Diritto tributario, fisco e leggi finanziarie Diritto tributario fisco e leggi finanziarie Decreto legislativo 31 ottobre 1990 n. 347 Approvazione del testo unico delle disposizioni concernenti le imposte ipotecaria e catastale. (in Gazz. Uff. 27

Dettagli

FISCO E CASA: SUCCESSIONI E DONAZIONI

FISCO E CASA: SUCCESSIONI E DONAZIONI FISCO E CASA: SUCCESSIONI E DONAZIONI Gli aggiornamenti più recenti dichiarazione di successione imposte ipotecaria e catastale aggiornamento gennaio 2015 ALIQUOTE FRANCHIGIA MODELLO 4 PRIMA CASA IMPOSTA

Dettagli

STUDIO DUCOLI DOTTORI COMMERCIALISTI REVISORI CONTABILI INDICE

STUDIO DUCOLI DOTTORI COMMERCIALISTI REVISORI CONTABILI INDICE Circolare n.9 del 5 Dicembre 2006 Tassazione dei trasferimenti per successione e donazione Novità del DL 3.10.2006 n. 262 convertito nella L. 24.11.2006 n. 286 INDICE 1 Nuova tassazione delle successioni

Dettagli

2. IL PASSAGGIO DEI BENI PER SUCCESSIONE (EREDITA')

2. IL PASSAGGIO DEI BENI PER SUCCESSIONE (EREDITA') Pagina 1 di 5 2. IL PASSAGGIO DEI BENI PER SUCCESSIONE (EREDITA') Dal punto di vista giuridico, la successione e' l evento attraverso il quale uno o piu' soggetti (successori) subentrano in tutti i rapporti

Dettagli

PRESUPPOSTO IMPOSITIVO DELL IMPOSTA DI REGISTRO E DELLE ALTRE IMPOSTE INDIRETTE

PRESUPPOSTO IMPOSITIVO DELL IMPOSTA DI REGISTRO E DELLE ALTRE IMPOSTE INDIRETTE 1 PRESUPPOSTO IMPOSITIVO DELL IMPOSTA DI REGISTRO E DELLE ALTRE IMPOSTE INDIRETTE DPR 131/86 1 Prassi C.M. 11.7.91 n. 37; Circ. Agenzia delle Entrate 22.1.2008 n. 3 Giurisprudenza Cass. 5.2.90 n. 1963

Dettagli

Circolare n. 21. del 2 luglio 2013. Imposta di bollo - Aumento degli importi INDICE

Circolare n. 21. del 2 luglio 2013. Imposta di bollo - Aumento degli importi INDICE Circolare n. 21 del 2 luglio 2013 Imposta di bollo - Aumento degli importi fissi INDICE 1 Premessa...2 2 Decorrenza degli aumenti...2 3 Ammontare dei nuovi importi...2 4 Ambito di applicazione dei nuovi

Dettagli

Dichiarazione di successione: quando, chi e quanto La legge per tutti.it

Dichiarazione di successione: quando, chi e quanto La legge per tutti.it Dichiarazione di successione: quando, chi e quanto La legge per tutti.it Enrico Braiato Successioni: non è bello trovarsi, all alba di un dolore, ad affrontare anche i problemi burocratici; eppure la dichiarazione

Dettagli

notaio Marina Pesarin

notaio Marina Pesarin 29/11/2013 notaio Marina Pesarin Il nuovo regime della fiscalità immobiliare, in vigore dal 1 gennaio 2014, in relazione all'imposta di registro, ipotecaria e catastale Il termine fiscalità immobiliare

Dettagli

INFORMATIVA N. 23/2013. Novità concernenti le imposte d atto applicabili agli atti immobiliari dall 1.1.2014

INFORMATIVA N. 23/2013. Novità concernenti le imposte d atto applicabili agli atti immobiliari dall 1.1.2014 STUDIO RENZO GORINI DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE LEGALE COMO 5.11.2013 22100 COMO - VIA ROVELLI, 40 TEL. 031.27.20.13 www.studiogorini.it FAX 031.27.33.84 E-mail: segreteria@studiogorini.it INFORMATIVA

Dettagli

8. Successioni e donazioni SUCCESSIONI Chi deve pagarla e quanto si paga ATTENZIONE

8. Successioni e donazioni SUCCESSIONI Chi deve pagarla e quanto si paga ATTENZIONE 8. Successioni e donazioni Con la legge n. 286 del 2006 (di conversione del decreto legge n. 262 del 2006) e la legge n. 296 del 2006 (Finanziaria 2007), è stata reintrodotta nel nostro sistema l'imposta

Dettagli

Legge 347/1990 IMPOSTA IPOTECARIA E CATASTALE. Ipotecaria si paga se c è trascrizione o annotazione nei RR II

Legge 347/1990 IMPOSTA IPOTECARIA E CATASTALE. Ipotecaria si paga se c è trascrizione o annotazione nei RR II IMPOSTA IPOTECARIA E CATASTALE Legge 347/1990 Ipotecaria si paga se c è trascrizione o annotazione nei RR II (ma fissa se non c è trasferimento, o iva, prima casa..) Catastale -> se c è voltura Es Servitù

Dettagli

L IMPOSTA DI BOLLO DPR 26 OTTOBRE 1972 N. 642 MODALITA PRATICHE DI APPLICAZIONE

L IMPOSTA DI BOLLO DPR 26 OTTOBRE 1972 N. 642 MODALITA PRATICHE DI APPLICAZIONE L IMPOSTA DI BOLLO DPR 26 OTTOBRE 1972 N. 642 MODALITA PRATICHE DI APPLICAZIONE Dal 26 giugno 2013 è entrata in vigore la modifica relativa all importo dell'imposta di bollo che passa da 14,62 a 16,00

Dettagli

va presentata entro 12 mesi dalla data di apertura della successione

va presentata entro 12 mesi dalla data di apertura della successione va presentata entro 12 mesi dalla data di apertura della successione Indicare l Ufficio Territoriale della Direzione Provinciale nella cui circoscrizione era l ultima residenza del defunto. In caso di

Dettagli

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 Sommario 1. Inquadramento normativo generale 2. Trasferimenti di fabbricati 3. terreni edificabili 4. terreni agricoli 5. Successioni

Dettagli

Regime fiscale delle successioni, donazioni e altri atti a titolo gratuito

Regime fiscale delle successioni, donazioni e altri atti a titolo gratuito LES ADVISORS A CONSULENTI LEGALI ECONOMICI SCIENTIFICI Regime fiscale delle successioni, donazioni e altri atti a titolo gratuito Ing. Giovanni R. C. Bottiglieri Outlines alcune domande. Introduzione cosa

Dettagli

SUCCESSIONI E DONAZIONI

SUCCESSIONI E DONAZIONI SUCCESONI E DONAZIONI Introduzione Il Collegato alla Manovra Finanziaria 2000, ha introdotto importanti novità per quello che riguarda la riforma dell'imposta di successione e di donazione. Le nuove norme

Dettagli

Aspetti fiscali del trust

Aspetti fiscali del trust Aspetti fiscali del trust CONCETTO GENERALE L ART. 1 CO. 74 DELLA L. N. 296/2006 HA INSERITO IL TRUST TRA GLI ENTI COMMERCIALI E NON COMMERCIALI NELL AMBITO DEI SOGGETTI CHE SCONTANO L IRES DI CUI ALL

Dettagli

FISCALITÀ DEL TRUST. Torino, 07.12.2012 Gruppo di lavoro Trust Dott. Massimo BOIDI Dott. Alessandro TERZUOLO

FISCALITÀ DEL TRUST. Torino, 07.12.2012 Gruppo di lavoro Trust Dott. Massimo BOIDI Dott. Alessandro TERZUOLO FISCALITÀ DEL TRUST Torino, 07.12.2012 Gruppo di lavoro Trust Dott. Massimo BOIDI Dott. Alessandro TERZUOLO FISCALITÀ DIRETTA DEL TRUST Dott. Massimo BOIDI ASPETTI GENERALI La Finanziaria 2007 ha riconosciuto

Dettagli

CIRCOLARE N. 91/E. OGGETTO: Soppressione dell imposta sulle successioni e donazioni. Primi chiarimenti. INDICE

CIRCOLARE N. 91/E. OGGETTO: Soppressione dell imposta sulle successioni e donazioni. Primi chiarimenti. INDICE CIRCOLARE N. 91/E Roma, 18 ottobre 2001 OGGETTO: Soppressione dell imposta sulle successioni e donazioni. Primi chiarimenti. INDICE 1 ASPETTI GENERALI DELLA NUOVA NORMATIVA...2 2 TRASFERIMENTI A TITOLO

Dettagli

gli immessi nel possesso dei beni, in caso di assenza del defunto o di dichiarazione di morte presunta

gli immessi nel possesso dei beni, in caso di assenza del defunto o di dichiarazione di morte presunta Scheda informativa Tratto dal sito dell'agenzia delle Entrate Sono obbligati a presentare la dichiarazione di successione: i chiamati all'eredità (per legge o per testamento, anche se non hanno ancora

Dettagli

FINANZIARIA 2007 DECRETO COLLEGATO legge 286/06

FINANZIARIA 2007 DECRETO COLLEGATO legge 286/06 FINANZIARIA 2007 DECRETO COLLEGATO legge 286/06 NORMATIVA DL 03/10/2006 n 262 convertito in Legge n.286 del 24/11/2006 (G.U. n.277 del 28/11/2006) In vigore dal 29/11/2006 PRASSI AGENZIA DELLE DOGANE nota

Dettagli

TABELLA ALIQUOTE IN VIGORE... 8 TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE... 9

TABELLA ALIQUOTE IN VIGORE... 8 TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE... 9 MAGGIO 2007 RTRABACE IMPOSTA SULLE SUCCESSIONI E DONAZIONI EVOLUZIONE - TABELLE - TERMINI EVOLUZIONE NORMATIVA... 1 TABELLA ALIQUOTE (A)... 3 TABELLA ALIQUOTE (B)... 5 TABELLA ALIQUOTE (C)... 7 TABELLA

Dettagli

NOTAIO Piazza Dante 10 48026 Russi (RA) Tel. 0544 583751 Fax 0544 586931 Mail:fpula@notariato.it - www.notaiopula.it

NOTAIO Piazza Dante 10 48026 Russi (RA) Tel. 0544 583751 Fax 0544 586931 Mail:fpula@notariato.it - www.notaiopula.it NOTAIO Piazza Dante 10 48026 Russi (RA) Tel. 0544 583751 Fax 0544 586931 Mail:fpula@notariato.it - www.notaiopula.it PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIU FREQUENTI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI

Dettagli

COMUNE DI TURATE (Provincia di Como) Indirizzo: Via V. Emanuele, 2-22078 Turate e-mail : tributi@comune.turate.co.it http://www.comune.turate.co.

COMUNE DI TURATE (Provincia di Como) Indirizzo: Via V. Emanuele, 2-22078 Turate e-mail : tributi@comune.turate.co.it http://www.comune.turate.co. COMUNE DI TURATE (Provincia di Como) Indirizzo: Via V. Emanuele, 2-22078 Turate e-mail : tributi@comune.turate.co.it http://www.comune.turate.co.it INFORMATIVA ICI ANNO 2011 Nell intento di facilitare

Dettagli

L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA

L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA AGENZIA IMMOBILIARE LUNIGIANA 2000 Via Apua 24-26, AULLA (MS) Tel 0187.421400 Fax 0187.424684 Cell 335.5383266 335.1321250 E-mail: lunigiana2000@lunigiana.it Web: www.lunigiana2000.it www.lunigiana2000.com

Dettagli

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIÙ FREQUENTI ATTI IMMOBILIARI

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIÙ FREQUENTI ATTI IMMOBILIARI PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIÙ FREQUENTI ATTI IMMOBILIARI A) VENDITE DI FABBRICATI DA PRIVATI: 1) Prima casa e/o relative pertinenze - vendita da privato - Imposta di registro:

Dettagli

TRASFERIMENTI A TITOLO ONEROSO DI IMMOBILI. Imposte dal 1 gennaio 2014

TRASFERIMENTI A TITOLO ONEROSO DI IMMOBILI. Imposte dal 1 gennaio 2014 TRASFERIMENTI A TITOLO ONEROSO DI IMMOBILI dal 1 gennaio 2014 1. NORME 1.1. DECRETO LEGISLATIVO 14 marzo 2011, n. 23 Disposizioni in materia di federalismo Fiscale Municipale. (GU n.67 del 23-3-2011 )

Dettagli

Legge 21 novembre 2000, n. 342. Misure in materia fiscale

Legge 21 novembre 2000, n. 342. Misure in materia fiscale Legge 21 novembre 2000, n. 342 Misure in materia fiscale Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 276 del 25 novembre 2000 - Supplemento Ordinario Capo I DISPOSIZIONI IN MATERIA DI IMPOSTE SUI REDDITI Art.

Dettagli

SALERNO, 14 GENNAIO 2014 CONSIGLIO NOTARILE DI SALERNO

SALERNO, 14 GENNAIO 2014 CONSIGLIO NOTARILE DI SALERNO SALERNO, 14 GENNAIO 2014 CONSIGLIO NOTARILE DI SALERNO INCONTRO DI STUDIO "TASSAZIONE DELLE CONVENZIONI CON PIU' OGGETTI/SOGGETTI E DI UN ATTO CONTENENTE PIU' CONVENZIONI" A CURA DI LUCA RESTAINO Ai fini

Dettagli

Giovanni Panzera Notaio in Bologna. TARIFFA NOTARILE aggiornata al 1 gennaio 2014

Giovanni Panzera Notaio in Bologna. TARIFFA NOTARILE aggiornata al 1 gennaio 2014 Giovanni Panzera Notaio in Bologna Via Garibaldi, 7-40124 Bologna ufficio atti tel 051-6447682 fax 051-581284 e-mail gpanzera@notariato.it cassa cambiali tel 051-580719 fax 051-581284 e-mail panzeraprotesti@email.it

Dettagli

2. SOPPRESSIONE DELL OBBLIGO

2. SOPPRESSIONE DELL OBBLIGO Cattedra di diritto commerciale Prof. Gian Domenico Mosco MATERIALI Circolare Agenzia delle Entrate 22 ottobre 2001, n.92 E - Soppressione e semplificazione di adempimenti a carico del contribuente. (Estratto)

Dettagli

Nuova automazione dei servizi di pubblicità immobiliare degli Uffici provinciali dell Agenzia del territorio e approvazione dei nuovi modelli di nota.

Nuova automazione dei servizi di pubblicità immobiliare degli Uffici provinciali dell Agenzia del territorio e approvazione dei nuovi modelli di nota. Decreto interdirigenziale 14 giugno 2007 Nuova automazione dei servizi di pubblicità immobiliare degli Uffici provinciali dell Agenzia del territorio e approvazione dei nuovi modelli di nota. IL DIRETTORE

Dettagli

Semplificazione fiscale La nuova disciplina dei rimborsi tributari

Semplificazione fiscale La nuova disciplina dei rimborsi tributari Semplificazione fiscale La nuova disciplina dei rimborsi tributari Artt. 13, 14 e 15, d.lgs. 21 novembre 2014, n. 175 Semplificazione fiscale e dichiarazione dei redditi precompilata di Leda Rita Corrado

Dettagli

Decreto legislativo sulla disciplina Tributaria degli enti non commerciali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS) DLGS 460/97

Decreto legislativo sulla disciplina Tributaria degli enti non commerciali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS) DLGS 460/97 Decreto legislativo sulla disciplina Tributaria degli enti non commerciali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS) DLGS 460/97 Agevolazioni ai fini delle imposte sui redditi ARTICOLO

Dettagli

Direzione Regionale della Toscana

Direzione Regionale della Toscana Direzione Regionale della Toscana LA DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE Modalità di compilazione e presentazione GENNAIO 2008 CHI DEVE PRESENTARLA La dichiarazione di successione deve essere presentata; dai

Dettagli

RISOLUZIONE N. 194/E

RISOLUZIONE N. 194/E RISOLUZIONE N. 194/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 16 maggio 2008 OGGETTO: imposta di bollo Art. 1, comma 1-bis, della tariffa allegata al DPR 26 ottobre 1972, n. 642. Allegati agli

Dettagli

RISOLUZIONE N. 25/E. Con istanza di interpello, concernente la corretta tassazione di rinunzia al diritto di usufrutto è stato esposto il seguente

RISOLUZIONE N. 25/E. Con istanza di interpello, concernente la corretta tassazione di rinunzia al diritto di usufrutto è stato esposto il seguente RISOLUZIONE N. 25/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 16 febbraio 2007 OGGETTO: Istanza di Interpello. Atto di rinunzia abdicativa. art. 13 della legge n. 383 del 2001 come modificato dall

Dettagli

CIRCOLARE n. 8 del 24 marzo 2014 LE NOVITA DELL IMPOSIZIONE INDIRETTA SUI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI

CIRCOLARE n. 8 del 24 marzo 2014 LE NOVITA DELL IMPOSIZIONE INDIRETTA SUI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI \ CIRCOLARE n. 8 del 24 marzo LE NOVITA DELL IMPOZIONE INDIRETTA SUI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI INDICE 1. PREMESSA 2. LE IMPOSTE INDIRETTE APPLICABILI 1 GENNAIO 3. L AGEVOLAZIONE PRIMA CASA 3.1 Trasferimento

Dettagli

Il Ministro dell economia e delle finanze

Il Ministro dell economia e delle finanze Il Ministro dell economia e delle finanze Visto il decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 642, e successive modificazioni ed integrazioni recante la disciplina dell imposta di bollo;

Dettagli

STUDIO LEGALE TRIBUTARIO LEO

STUDIO LEGALE TRIBUTARIO LEO STUDIO LEGALE TRIBUTARIO LEO P.zza L. Ariosto, n. 30-73100 LECCE Tel./fax: 0832 455433 www.studiotributarioleo.it e-mail: info@studiotributarioleo.it LA NUOVA IMPOSTA SULLE SUCCESSIONI E DONAZIONI La Finanziaria

Dettagli

Libro giornale NO NO SI artt. 2215, 2216, 2217 c.c. Libro degli inventari NO NO SI artt. 2215, 2216, 2217 c.c.

Libro giornale NO NO SI artt. 2215, 2216, 2217 c.c. Libro degli inventari NO NO SI artt. 2215, 2216, 2217 c.c. LA SEMPLIFICAZIONE PER SCRITTURE CONTABILI E REGISTRI FISCALI La legge sul rilancio dell economia, entrata in vigore il 25 ottobre scorso, ha soppresso o semplificato alcuni adempimenti considerati onerosi

Dettagli

Successioni: come cambiano aliquote e franchigia

Successioni: come cambiano aliquote e franchigia Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 284 14.10.2014 ccessioni: come cambiano aliquote e franchigia Con la Legge di Stabilità 2015 aumenterà l aliquota e diminuirà la franchigia Categoria:

Dettagli

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIÙ FREQUENTI ATTI IMMOBILIARI

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIÙ FREQUENTI ATTI IMMOBILIARI Aggiornato al 29 dicembre 2013 Dott. Gaetano Petrelli N O T A I O Corso Cobianchi, 62 - Verbania (VB) Tel. 0323/516881 - Fax 0323/581832 E-mail: gpetrelli@notariato.it Sito internet: http://www.gaetanopetrelli.it

Dettagli

Imposta di bollo su titoli di credito rilasciati senza la clausola di non trasferibilità

Imposta di bollo su titoli di credito rilasciati senza la clausola di non trasferibilità IMPOSIZIONE INDIRETTA CIRCOLARE N. 18 DEL 18 MARZO 2008 Imposta di bollo su titoli di credito rilasciati senza la clausola di non PROVVEDIMENTI COMMENTATI Decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231 (art.

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE CESSIONI A TITOLO GRATUITO AL COMUNE, DI AREE ED OPERE DI URBANIZZAZIONE

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE CESSIONI A TITOLO GRATUITO AL COMUNE, DI AREE ED OPERE DI URBANIZZAZIONE Città di Castel San Giovanni Provincia di Piacenza Settore IV: Sviluppo Urbano IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE CESSIONI A TITOLO GRATUITO AL COMUNE, DI AREE ED OPERE DI URBANIZZAZIONE Disposizione tecnico-organizzativa

Dettagli

Agenzia delle Entrate Circolare 22 gennaio 2008 n. 3/E Successioni, donazioni e atti a titolo gratuito

Agenzia delle Entrate Circolare 22 gennaio 2008 n. 3/E Successioni, donazioni e atti a titolo gratuito Agenzia delle Entrate Circolare 22 gennaio 2008 n. 3/E Successioni, donazioni e atti a titolo gratuito 1 - Quadro normativo Il nuovo regime fiscale delle successioni, donazioni e altri atti a titolo gratuito

Dettagli

Profili fiscali della polizza vita come strumento di protezione del patrimonio e di pianificazione successoria

Profili fiscali della polizza vita come strumento di protezione del patrimonio e di pianificazione successoria S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Tutela del patrimonio: disamina dei diversi strumenti a disposizione e criteri di scelta Profili fiscali della polizza vita come strumento di protezione del

Dettagli

CIRCOLARE N. 19/E. OGGETTO: Aumento dell aliquota dell imposta sostitutiva sui finanziamenti di cui al decreto legge 12 luglio 2004, n. 168.

CIRCOLARE N. 19/E. OGGETTO: Aumento dell aliquota dell imposta sostitutiva sui finanziamenti di cui al decreto legge 12 luglio 2004, n. 168. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso CIRCOLARE N. 19/E Roma, 09 maggio 2005 OGGETTO: Aumento dell aliquota dell imposta sostitutiva sui finanziamenti di cui al decreto legge 12 luglio 2004, n. 168.

Dettagli

Le modalità di attuazione della nuova disciplina saranno stabilite da un apposito decreto del Ministero dell Economia e delle Finanze.

Le modalità di attuazione della nuova disciplina saranno stabilite da un apposito decreto del Ministero dell Economia e delle Finanze. Circolare n. 35 del 4 dicembre 2014 L. 30.10.2014 n. 161 (legge europea 2013- bis) - Principali novità INDICE 1 Premessa 2 2 Tassazione dei soggetti non residenti - Estensione delle disposizioni previste

Dettagli

ART. 1 ART. 2 ART. 3

ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 1 1. È approvata la dell'imposta di bollo, di cui al decreto del Presidente Repubblica 26 ottobre 1972, n. 642, e successive modificazioni, allegata al presente decreto. Essa sostituisce quella vigente

Dettagli

Regione Campania DISCIPLINA E REGIME TRIBUTARIO

Regione Campania DISCIPLINA E REGIME TRIBUTARIO Regione Campania COMMISSIONE D ESAME PER L ACCESSO ALL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO EX ART. 5 LEGGE 264/91 ANNO 2002 DISCIPLINA E REGIME TRIBUTARIO E01 Che cosa s intende

Dettagli

DLgs. 21.11.2014 n. 175 di semplificazioni fiscali - Novità in materia di altre imposte indirette

DLgs. 21.11.2014 n. 175 di semplificazioni fiscali - Novità in materia di altre imposte indirette DLgs. 21.11.2014 n. 175 di semplificazioni fiscali - Novità in materia di altre imposte indirette INDICE 1 Premessa 2 Novità in materia di dichiarazione di successione 2.1 Esonero dalla presentazione della

Dettagli

www.gaglione.it La compravendita di beni immobili in Italia

www.gaglione.it La compravendita di beni immobili in Italia La compravendita di beni immobili in Italia Scheda A Normativa di diritto civile 1. La vendita 2. La vendita immobiliare 3. La forma del contratto 4. La conclusione del contratto 5. Il preliminare di vendita

Dettagli

Introduzione. Trascrizioni Annotazioni Comunicazioni Varie Scioglimento Riserve

Introduzione. Trascrizioni Annotazioni Comunicazioni Varie Scioglimento Riserve Introduzione Le istanze connesse ai titoli di proprietà industriale, denominate anche seguiti brevettuali, vengono depositate successivamente alla domanda originaria. Sono necessarie in caso di trasferimenti

Dettagli

AIRENTI & BARABINO WWW.AIRENTIEBARABINO.COM. Immobili in Italia e all estero: aspetti tributari internazionali e monitoraggio (Quadro RW)

AIRENTI & BARABINO WWW.AIRENTIEBARABINO.COM. Immobili in Italia e all estero: aspetti tributari internazionali e monitoraggio (Quadro RW) AIRENTI & BARABINO WWW.AIRENTIEBARABINO.COM Immobili in Italia e all estero: aspetti tributari internazionali e monitoraggio (Quadro RW) Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Ivrea-Pinerolo-

Dettagli

1. PREMESSA... 2 2. SOGGETTI OBBLIGATI ALLA PRESENTAZIONE DELLA DICHIARAZIONE TERMINI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE... 2 3. L ATTIVO EREDITARIO...

1. PREMESSA... 2 2. SOGGETTI OBBLIGATI ALLA PRESENTAZIONE DELLA DICHIARAZIONE TERMINI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE... 2 3. L ATTIVO EREDITARIO... INDICE 1. PREMESSA... 2 2. SOGGETTI OBBLIGATI ALLA PRESENTAZIONE DELLA DICHIARAZIONE TERMINI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE... 2 3. L ATTIVO EREDITARIO... 4 4. BENI NON COMPRESI NELL ATTIVO EREDITARIO...

Dettagli

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014 RISOLUZIONE N. 20/E Direzione Centrale Normativa Roma, 14 febbraio 2014 OGGETTO: Tassazione applicabile agli atti di risoluzione per mutuo consenso di un precedente atto di donazione articolo 28 del DPR

Dettagli

4XDOqORVWUXPHQWRGLLGHQWLILFD]LRQHGHLFRQWULEXHQWLQHLUDSSRUWLFRQLOILVFR"

4XDOqORVWUXPHQWRGLLGHQWLILFD]LRQHGHLFRQWULEXHQWLQHLUDSSRUWLFRQLOILVFR (±,/5(*,0(75,%87$5,2 4XDOqORVWUXPHQWRGLLGHQWLILFD]LRQHGHLFRQWULEXHQWLQHLUDSSRUWLFRQLOILVFR" a) il codice fiscale b) il certificato di nascita c) la partita I.V.A.,OSHULRGRG LPSRVWDSUHVRLQHVDPHDLILQL,53()q

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

PERCORSO FORMATIVO L AMMINISTRATORE IMMOBILIARE: professionista domani CONDOMINIO E FISCO Parte seconda

PERCORSO FORMATIVO L AMMINISTRATORE IMMOBILIARE: professionista domani CONDOMINIO E FISCO Parte seconda PERCORSO FORMATIVO L AMMINISTRATORE IMMOBILIARE: professionista domani CONDOMINIO E FISCO Parte seconda IMPOSTE TASSE CONTRIBUTI - IMPOSTA prelievo coattivo di ricchezza senza specifica prestazione di

Dettagli

Impianti FV oltre i 3 kw accatastabili, presentata interrogazione alla Camera

Impianti FV oltre i 3 kw accatastabili, presentata interrogazione alla Camera casaeclima.com http://www.casaeclima.com/ar_17457_rinnovabili-fotovoltaico-fotovoltaico-agenzia-delle-entrate-rendite-catastali-impianti-fvoltre-i-3-kw-accatastabili-presentata-interrogazione-alla-camera.html

Dettagli

Regolamento per il condono dei Tributi Locali

Regolamento per il condono dei Tributi Locali Regolamento per il condono dei Tributi Locali TARSU ICI TOSAP ( Approvato con delibera consiliare n. 57 del 21/11/2003) Sezione TARSU Articolo 1 Ambito di applicazione ed esclusioni Il presente regolamento,

Dettagli

ALLEGATO. Indicazione degli atti soggetti ad imposta

ALLEGATO. Indicazione degli atti soggetti ad imposta ALLEGATO TARIFFA (PARTE I) Articolo della tariffa Indicazione degli atti soggetti ad imposta 1. 1. Atti rogati, ricevuti o autenticati da notai o da altri pubblici ufficiali e certificati, estratti di

Dettagli

Successioni e donazioni

Successioni e donazioni Successioni e donazioni Evoluzione normativa dal 1991 alla finanziaria 2007 L imposizione fiscale su successioni e donazioni ha sinora subìto numerose variazioni. Analizziamo brevemente le modifiche avvenute

Dettagli

COMUNE DI LAURIA (PZ)

COMUNE DI LAURIA (PZ) COMUNE DI LAURIA (PZ) Guida ICI per il contribuente CHI DEVE PAGARE L ICI Ai sensi del D.lgs n.504/92, devono pagare l ICI i proprietari (o titolari di altro diritto come, usufrutto, uso o abitazione,

Dettagli

PARTE PRIMA IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO

PARTE PRIMA IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO XI PREFAZIONE di Domenico de Stefano... IX PARTE PRIMA IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO CAPITOLO I IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO: DISCIPLINA E PRINCIPI Norme... 3 Esercizio di imprese... 3 1. Cessioni di beni...

Dettagli

Art. 28. (Artt. 35, comma 1, 36 e 37 D.P.R. n. 637/1972 Art. 4, comma 4, legge n. 880/1986) Dichiarazione della successione 1. La dichiarazione della

Art. 28. (Artt. 35, comma 1, 36 e 37 D.P.R. n. 637/1972 Art. 4, comma 4, legge n. 880/1986) Dichiarazione della successione 1. La dichiarazione della Art. 28. (Artt. 35, comma 1, 36 e 37 D.P.R. n. 637/1972 Art. 4, comma 4, legge n. 880/1986) Dichiarazione della successione 1. La dichiarazione della successione deve essere presentata all'ufficio del

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Roma, 19 giugno 2006

CIRCOLARE N. 22/E. Roma, 19 giugno 2006 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 giugno 2006 Oggetto: Fondi comuni di investimento immobiliare. Modificazioni al regime tributario dei partecipanti. Articolo 1, comma

Dettagli

Successione di GARIBALDI GIUSEPPE deceduto il 09/09/2010

Successione di GARIBALDI GIUSEPPE deceduto il 09/09/2010 RIEPILOGO DELL'ASSE EREDITARIO GLOBALE B1 Immobili e diritti reali immobiliari, Euro 541.829,79 + C Donazioni e liberalità, Euro 0,00 + Presunzione art. 9 T.U., Euro 0,00 + IMPOSTA DI SUCCESSIONE Imposta

Dettagli

DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI

DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI lì, 20 dicembre 2014 Articolo 1 - Dichiarazione dei redditi precompilata Dal 2015, entro il 15 aprile di ciascun anno, l Agenzia delle Entrate renderà disponibile telematicamente

Dettagli

Finanziaria 2006 (l. 23 dicembre 2005, n. 266) (commi 495-498) Plusvalenze sugli immobili e cessioni a titolo oneroso di immobili e terreni

Finanziaria 2006 (l. 23 dicembre 2005, n. 266) (commi 495-498) Plusvalenze sugli immobili e cessioni a titolo oneroso di immobili e terreni Finanziaria 2006 (l. 23 dicembre 2005, n. 266) (commi 495-498) Plusvalenze sugli immobili e cessioni a titolo oneroso di immobili e terreni In un contesto normativo volto al raggiungimento di una maggiore

Dettagli

COMUNE DI MELAZZO PROVINCIA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

COMUNE DI MELAZZO PROVINCIA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA COMUNE DI MELAZZO PROVINCIA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 09 del 01 Ottobre 2012 ARTICOLO N. 1 OGGETTO

Dettagli

OGGETTO: Successioni, donazioni, atti a titolo gratuito e costituzione di vincoli di destinazione

OGGETTO: Successioni, donazioni, atti a titolo gratuito e costituzione di vincoli di destinazione CIRCOLARE N. 3/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 22 gennaio 2008 OGGETTO: Successioni, donazioni, atti a titolo gratuito e costituzione di vincoli di destinazione 2 INDICE 1 QUADRO NORMATIVO

Dettagli

F 23 F 24 ELIDE Imposta di registro prima registrazione - Imposta di registro per contratti di

F 23 F 24 ELIDE Imposta di registro prima registrazione - Imposta di registro per contratti di Dal 1 Gennaio 2015 il modello "F24 Elide" sostituirà definitivamente il più noto Modello F23, oggi utilizzato per il pagamento dell imposta di registro, dei tributi speciali, dell imposta di bollo e delle

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI ICI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI ICI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI ICI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 2 del 02/03/2009 Art. 1 Oggetto del regolamento 1) Il presente regolamento adottato

Dettagli

DONAZIONE, SUCCESSIONE E CESSIONE D AZIENDA DONAZIONE, SUCCESSIONE E CESSIONE DI PARTECIPAZIONE SOCIETARIA PATTI DI FAMIGLIA TABELLE PRATICHE

DONAZIONE, SUCCESSIONE E CESSIONE D AZIENDA DONAZIONE, SUCCESSIONE E CESSIONE DI PARTECIPAZIONE SOCIETARIA PATTI DI FAMIGLIA TABELLE PRATICHE DONAZIONE, SUCCESSIONE E CESSIONE D AZIENDA DONAZIONE, SUCCESSIONE E CESSIONE DI PARTECIPAZIONE SOCIETARIA PATTI DI FAMIGLIA TABELLE PRATICHE Imposte indirette Imposte dirette Imposte ipotecaria e catastale

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA DI REGISTRO, IPOTECARIA E CATASTALE

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA DI REGISTRO, IPOTECARIA E CATASTALE WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA DI REGISTRO, IPOTECARIA E CATASTALE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO L IMPOSTA DI REGISTRO... 3 L IMPOSTA IPOTECARIA... 3 L IMPOSTA CATASTALE...

Dettagli

VALUTAZIONE AUTOMATICA DEI FABBRICATI AI FINI INVIM: DIFFERENZE NELLA CONSISTENZA DELLE UNITA IMMOBILIARI ALLA DATA DELL ATTO RISPETTO AL 31 DICEMBRE

VALUTAZIONE AUTOMATICA DEI FABBRICATI AI FINI INVIM: DIFFERENZE NELLA CONSISTENZA DELLE UNITA IMMOBILIARI ALLA DATA DELL ATTO RISPETTO AL 31 DICEMBRE VALUTAZIONE AUTOMATICA DEI FABBRICATI AI FINI INVIM: DIFFERENZE NELLA CONSISTENZA DELLE UNITA IMMOBILIARI ALLA DATA DELL ATTO RISPETTO AL 31 DICEMBRE 1992 Si chiede di conoscere quali siano le conseguenze

Dettagli

RISOLUZIONE N. 76/E. OGGETTO: Consulenza giuridica - Deducibilità dell imposta di bollo nel regime del risparmio gestito

RISOLUZIONE N. 76/E. OGGETTO: Consulenza giuridica - Deducibilità dell imposta di bollo nel regime del risparmio gestito RISOLUZIONE N. 76/E Direzione Centrale Normativa Roma, 6 novembre 2013 OGGETTO: Consulenza giuridica - Deducibilità dell imposta di bollo nel regime del risparmio gestito Con la richiesta di consulenza

Dettagli

IL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE

IL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE IL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE 1. Introduzione Il contratto di leasing costituisce un negozio a titolo oneroso concluso con la presenza di tre soggetti ognuno con un diverso interesse economico, ossia

Dettagli

L ICI. Sono quindi tenuti al pagamento dell imposta, i contribuenti che possiedono:

L ICI. Sono quindi tenuti al pagamento dell imposta, i contribuenti che possiedono: L ICI 1. Cos è L'ICI è l'imposta comunale sugli immobili. Ogni singolo comune delibera un aliquota, di norma compresa tra il 4 ed il 7 per mille, da applicare al valore catastale di fabbricati, aree fabbricabili

Dettagli

La disciplina legale e fiscale delle Successioni

La disciplina legale e fiscale delle Successioni Seminario Geo Network Formazione La disciplina legale e fiscale delle Successioni Venerdì 26 Ottobre 2007 dalle 15.00 alle ore 18.00 Pad. 33 Sala Allemanda Bologna Fiera Oggetto: Quesiti e risposte fornite

Dettagli

RISOLUZIONE N. 68/E. Con l interpello in esame, concernente l interpretazione dell articolo 32 del DPR n. 601 del 1973, è stato esposto il seguente:

RISOLUZIONE N. 68/E. Con l interpello in esame, concernente l interpretazione dell articolo 32 del DPR n. 601 del 1973, è stato esposto il seguente: RISOLUZIONE N. 68/E Roma, 3 luglio 2014 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Istanza di Interpello - Cessioni a titolo gratuito al Comune, di aree ed opere di urbanizzazione Applicabilità dell articolo

Dettagli

L ANNO SCORSO LE IMPOSTE PATRIMONIALI CI SONO COSTATE 41,5 MILIARDI DI EURO

L ANNO SCORSO LE IMPOSTE PATRIMONIALI CI SONO COSTATE 41,5 MILIARDI DI EURO L ANNO SCORSO LE IMPOSTE PATRIMONIALI CI SONO COSTATE 41,5 MILIARDI DI EURO Bortolussi: Con l introduzione della Tasi, nel 2014 ritorneremo a pagare quanto versato nel 2012: attorno ai 44 miliardi ====================================================

Dettagli

Successioni, donazioni, atti a titolo gratuito e costituzione di vincoli di destinazione

Successioni, donazioni, atti a titolo gratuito e costituzione di vincoli di destinazione Italia Successioni, donazioni, atti a titolo gratuito e costituzione di vincoli di destinazione Agenzia delle Entrate, Direzione Centrale Normativa e Contenzioso, Circolare del 22/01/2008, n. 3/E Oggetto:

Dettagli

Registri delle Imprese della LIGURIA

Registri delle Imprese della LIGURIA Registri delle Imprese della LIGURIA ISTRUZIONI per l iscrizione nel Registro delle Imprese degli atti di: trasferimento di partecipazioni di S.R.L. recesso di socio di S.R.L. trasferimento sede sociale

Dettagli

Contratti di agenzia e procacciamento d affari: imposta di bollo e registro - redazione in forma di corrispondenza

Contratti di agenzia e procacciamento d affari: imposta di bollo e registro - redazione in forma di corrispondenza APPROFONDIMENTO Contratti di agenzia e procacciamento d affari: imposta di bollo e registro - redazione in forma di corrispondenza Copyright 1997-2001 Acerbi & Associati 1 Nella pratica aziendale si pone

Dettagli

Plusvalenze immobiliari tassazione sostitutiva al 20 percento - COMPRAVENDITE - Studio Immobiliare Ba

Plusvalenze immobiliari tassazione sostitutiva al 20 percento - COMPRAVENDITE - Studio Immobiliare Ba Plusvalenze immobiliari tassazione sostitutiva al 20 percento - COMPRAVENDITE - Studio Immobiliare Ba Elevata al 20 percento la tassazione sostitutiva sulle plusvalenze immobiliari per i contratti stipulati

Dettagli

SOMMARIO PARTE I IL RECUPERO DEI CREDITI IN AMBITO NAZIONALE

SOMMARIO PARTE I IL RECUPERO DEI CREDITI IN AMBITO NAZIONALE SOMMARIO Prefazione pag. 1 PARTE I IL RECUPERO DEI CREDITI IN AMBITO NAZIONALE CAPITOLO PRIMO FASE STRAGIUDIZIALE pag. 5 1. Aspetti preliminari pag. 7 F.1 Lettera di richiesta di certificato di residenza

Dettagli

Abolizione della tassa sui contratti di borsa

Abolizione della tassa sui contratti di borsa IMPOSIZIONE INDIRETTA CIRCOLARE N. 1 DEL 16 GENNAIO 2008 Abolizione della tassa sui contratti di borsa PROVVEDIMENTI COMMENTATI Decreto-legge 31 dicembre 2007, n. 248 (art. 37) Circolare 28 dicembre 2007,

Dettagli

Risoluzione n.125/e. Con l interpello specificato in oggetto, concernente l interpretazione del D.P.R. n. 131 del 1986, è stato esposto il seguente

Risoluzione n.125/e. Con l interpello specificato in oggetto, concernente l interpretazione del D.P.R. n. 131 del 1986, è stato esposto il seguente Risoluzione n.125/e Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 03 aprile 2008 OGGETTO: Istanza di interpello - riacquisto di prima casa a titolo gratuito Decadenza dai benefici di cui alla nota II-bis

Dettagli

Capitolo 4. L imposta di bollo. 1. Natura del tributo. 2. Oggetto del tributo

Capitolo 4. L imposta di bollo. 1. Natura del tributo. 2. Oggetto del tributo Edizioni Simone - Vol. 14 Diritto tributario Capitolo 4 L imposta di bollo Sommario 1. Natura del tributo. - 2. Oggetto del tributo. - 3. I soggetti passivi. - 4. Imponibile e misura dell imposta. 5. Il

Dettagli

Comune di. Ala dei Sardi. Prov. Olbia tempio. Regolamento per la disciplina dell imposta comunale propria

Comune di. Ala dei Sardi. Prov. Olbia tempio. Regolamento per la disciplina dell imposta comunale propria Comune di Ala dei Sardi Prov. Olbia tempio Regolamento per la disciplina dell imposta comunale propria Art.1 : Oggetto 1. Il presente Regolamento, adottato nell'ambito della potestà prevista dagli articoli

Dettagli

NOVITA FISCALI 2014 TASSAZIONE DEL SUBENTRO NEL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE

NOVITA FISCALI 2014 TASSAZIONE DEL SUBENTRO NEL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE NOVITA FISCALI 2014 TASSAZIONE DEL SUBENTRO NEL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE NOVITÀ IN MATERIA DI FISCALITÀ DEI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI Verona, 13 maggio 2014 Rosaria de Michele Responsabile Tributario

Dettagli

CIRCOLARE A) IVA E IMPOSTE INDIRETTE SULLA LOCAZIONE

CIRCOLARE A) IVA E IMPOSTE INDIRETTE SULLA LOCAZIONE CIRCOLARE Padova, 1^ ottobre 2007 SPETT.LI CLIENTI LORO SEDI Oggetto: Locazione di immobili e altre problematiche fiscali. Con la presente Vi informiamo che è stata pubblicata la Legge 448/2006, che ha

Dettagli

Commissione Protocolli. Regola n. 21 Modifiche di società di persone e patti sociali

Commissione Protocolli. Regola n. 21 Modifiche di società di persone e patti sociali Commissione Protocolli Regola n. 21 Modifiche di società di persone e patti sociali Il notaio chiamato a stipulare un atto modificativo di società di persone è tenuto ad integrare, con la modifica approvata,

Dettagli