EDUCAZIONE STRADALE IL TRIANGOLO DELLA SICUREZZA GUIDA CONSAPEVOLE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "EDUCAZIONE STRADALE IL TRIANGOLO DELLA SICUREZZA GUIDA CONSAPEVOLE"

Transcript

1 EDUCAZIONE STRADALE IL TRIANGOLO DELLA SICUREZZA GUIDA CONSAPEVOLE GUIDA SICURA GUIDA ECOLOGICA PER LE CLASSI MEDIE SUPERIORI 3^ 4^ E 5^ CON 2 e 4 RUOTE OBIETTIVI Il progetto ha l obiettivo di valorizzare e diffondere il messaggio dell importanza della Sicurezza Stradale, soprattutto verso il pubblico giovanile, statisticamente più esposto ai rischi d incidentalità stradale, all interno del triangolo della sicurezza intervenendo in tre macro aree: - guida consapevole (tutte le 3^ classi superiori) teoria - guida sicura (tutte le 4^ classi superiori) teoria - guida ecologica (tutte le 4^ classi superiori) teoria - guida (tutte le 5^ classi superiori) pratica SETTORI D INTERVENTO 3^ ANNO (teoria) GUIDA CONSAPEVOLE (l approccio positivo verso la moto e l auto) Psicologia del traffico (analisi e trattamento del comportamento alla guida) - la psicologia del traffico: comprensione del comportamento nella circolazione stradale ergonomia e interazione uomo-macchina - analisi del comportamento di guida tecniche di osservazione del comportamento di guida - ergonomia e sistemi di assistenza alla guida la psicologia applicata all ergonomia dei sistemi di assistenza alla guida comprensione del sistema uomo-macchina - misure di prevenzione lo stato d animo affaticamento sostanze che producono effetti sull umore e sul comportamento: sostanze alcoliche sostanze stupefacenti - i farmaci nella circolazione stradale

2 4^ ANNO (teoria) GUIDA SICURA MOTO Nella parte teorica sono fornite le nozioni principali di Guida Sicura, suggerimenti e consigli al fine di correggere quelle abitudini sconvenienti e pericolose. Psicologico: - Il vissuto del movimento: risvolti psicologici (come si percepisce il movimento) - guardare gli altri - prevalenza visiva: la tendenza a guardare - i sincronismi. Tecnico: - l importanza dei dispositivi di Sicurezza attiva e passiva delle moto - l importanza della corretta manutenzione - la corretta posizione di guida - il concetto di velocità e gli spazi di frenata - il coefficiente d aderenza pneumatico/manto stradale - il trasferimento di carico - la percorrenza di una curva - le valutazioni psico-fisiche del guidatore. GUIDA SICURA AUTO - posizione corretta di guida: posizione dei piedi, delle mani sul volante e della schiena, regolazione del sedile, posizione corretta del poggiatesta, uso delle cinture - rapporto tra velocità, aderenza, spazi di frenata: spazio percorso in un secondo a diverse velocità, principali fattori che influenzano il coefficiente d aderenza tra pneumatico e asfalto, l ottimizzazione della velocità - trasferimenti di carico e l instabilità: il sottosterzo (cos è, com evitarlo, come correggerlo) il sovrasterzo (cos è, com evitarlo, come correggerlo) - la percorrenza di una curva: come si affronta (uso corretto del freno, dello sterzo, dell'acceleratore), differenza di: - traiettoria normale e raccordata, scelta del punto di corda, punto di corda anticipato, conseguenze e correzione, le traiettorie delle macchine da corsa - dispositivi di sicurezza attiva e passiva: ABS, airbag, interruttore inerziale.

3 GUIDA ECOLOGICA - l impatto della guida sull ambiente - la tecnica di guida sicura e a basso impatto ambientale: l innesto delle marce l accelerazione l uso del cambio la guida regolare - confort di guida - minor usura del veicolo - consolidamento del valore relativo della Sicurezza Stradale - le regole auree 5^ ANNO (pratica) GUIDA CONSAPEVOLE Alla guida della vettura, appositamente dotata di sistemi elettronici di rilevamento, il tester prova e verifica la complessità della guida in situazioni critiche eseguendo una serie di giri/percorso: - TEST DELL OSTACOLO Il Tester deve reagire a degli eventi ed ostacoli che non si aspetta - TEST DEL TUNNEL Il Tester deve reagire alla percezione visiva periferica - TEST STIMA DELLA VELOCITA Il Tester deve stimare la velocità istantanea - TEST MEMORIZZAZIONE ED ELABORAZIONE INFORMAZIONI VISIVE Il Tester deve ricordare ed elaborare segnali numerici sul percorso GUIDA SICURA MOTO Gli esercizi si svolgono con moto su un percorso asfaltato dove sono simulate artificialmente situazioni di scarsa aderenza e squilibrio. - maneggevolezza del mezzo - addestramento all equilibrio - frenata e relativi spazi con buona e scarsa aderenza - frenata d emergenza con evitamento d ostacolo - osservazione d errori casuali ed interdipendenti. L'uso dello skid ci permette di simulare la sbandata (sia di sottosterzo che sovrasterzo) senza che l'allievo cada rovinosamente.

4 GUIDA SICURA AUTO Il modulo sviluppa l attenzione e l orientamento agli altri nella guida, le capacità decisionali, la gestione del rischio, l utilizzo e l organizzazione delle proprie risorse. L obiettivo è di sviluppare la preparazione degli allievi per meglio affrontare le emergenze, training in situazioni limite, aumentare le conoscenze specifiche nella guida d autovetture in situazioni di scarsa aderenza. Il fine è di ridurre il numero d incidenti stradali ed i conseguenti costi sociali per la collettività nonché i costi d esercizio per le aziende. In piazzali opportunamente preparati gli Allievi hanno la possibilità di sperimentare, in assoluta sicurezza, le diverse situazioni ed imparare il modo corretto di affrontarle entrando in contatto ed in rapporto con la velocità. - posizione di guida - la frenata con e senza ABS - evitamento d ostacolo - la frenata in curva - sottosterzo e sovrasterzo - le traiettorie - giri percorso opportunamente preparato GUIDA ECOLOGICA La parte pratica consente di evidenziare la differenza fra la guida normalmente adottata dagli studenti (previa registrazione dei dati attraverso un computer installato a bordo) e l eco-guida. Il modulo è essenzialmente focalizzato su serie di giri, nell'ambito dei quali sono previste prove in percorsi appositamente attrezzati. Sul percorso attrezzato gli Allievi hanno la possibilità di sperimentare, in assoluta sicurezza, le diverse situazioni di guida, imparando il modo corretto di affrontarle entrando in contatto ed in rapporto con la riduzione dei consumi. - giri standard in percorso misto con acquisizione dati - analisi dei dati acquisiti - giri Green - seconda analisi dati Analisi dati prima e dopo valutando il risparmio ottenuto. CONTENUTI DEL PROGETTO Il concetto ispiratore è alla base di tutte le attività integrate che compongono il Progetto ed in particolare delle esercitazioni di guida in cui si valorizzano gli aspetti di tecnica, risparmio, salvaguardia della propria incolumità, precisione e sensibilità di guida, accompagnando gli allievi dalla 3^ classe superiore alla 5^.

5 Tutte le prove d abilità dinamiche e virtuali sono improntate a tecniche di controllo della vettura in linea con i concetti di Guida Sicura, simulando situazioni stradali reali di guida positiva (quindi sicura nell abituale uso stradale del veicolo) e negativa (condizioni limite dovute a fondo stradale o errore del guidatore o alterazione psico-fisica). SCHEDA TECNICA Destinatari Sede teoria 3^ e 4^classi Sede pratica 5^ classi Modulo orario Giorno / settimana Allievi Studenti di 3/4/5^ d Istituti Superiori Sede Scuola percorsi opportunamente preparati nr. 4 ore/classe (classi 3^ e 4^) teoria Nr. 8 ore/classe (classi 5^) pratica Tutta la settimana la classe. o gruppi di classi Personale coinvolto 3^ e 4^ classi 1 formatore 5^ classi 3 formatori 1 Responsabile tecnico 1 Addetto alla Sicurezza 1 Analizzatore dati Mezzi Lingua Materiale fornito 2 auto + 3 moto italiano manuale e assistenza formativa a distanza

CORSI DI GUIDA SICURA

CORSI DI GUIDA SICURA Presenta CORSI DI GUIDA SICURA INTRODUZIONE Gli istruttori della Scuola Guida Sicura Pintarally & Go Free Vi faranno provare un emozionante Corso di Guida Sicura con l ausilio di alcune vetture attrezzate

Dettagli

PROGRAMMA CORSI DI GUIDA SICURA AZIENDE

PROGRAMMA CORSI DI GUIDA SICURA AZIENDE PROGRAMMA CORSI DI GUIDA SICURA AZIENDE PROGRAMMA DEL CORSO Il Corso ha la durata di un giorno e può essere svolto su Circuiti o Mini Impianti. Gli allevi,dopo essere stati accolti dal nostro staff,tornano

Dettagli

Videocorso Guida Sicura

Videocorso Guida Sicura GUIDA SICURA Le tecniche di guida per limitare i rischi di chi lavora al volante Slide n. 1 Indice del corso La sicurezza comincia da noi Il guidatore Il veicolo Tecniche di guida Come si affronta una

Dettagli

Programma. GuidarePilotare si riserva di apportare modifiche al programma senza preavviso, garantendo parità di contenuto formativo.

Programma. GuidarePilotare si riserva di apportare modifiche al programma senza preavviso, garantendo parità di contenuto formativo. Guida Sicura Base Moto e MaxiScooter. La guida della moto non è così intuitiva come sembra: inoltre abbiamo a che fare con sole due ruote, problemi di equilibrio che si manifestano soprattutto da fermo

Dettagli

STERZATA SENZA SPOSTAMENTO MANI MANI IN POSIZIONE BASE. POSIZIONE SUL SEDILE: TROPPO LONTANA (prospetto) POSIZIONE DI GUIDA: LONTANA (pianta)

STERZATA SENZA SPOSTAMENTO MANI MANI IN POSIZIONE BASE. POSIZIONE SUL SEDILE: TROPPO LONTANA (prospetto) POSIZIONE DI GUIDA: LONTANA (pianta) MANI IN POSIZIONE BASE Posizione base, fondamentale per guidare con qualità e sicurezza: mani sul volante come sul quadrante di un orologio, per indicare le ore 9:15, con i pollici bene ancorati alle razze.

Dettagli

Verifica finale corso di Guida sicura

Verifica finale corso di Guida sicura Verifica finale corso di Guida sicura NOTA BENE: le soluzioni si trovano in fondo al documento 1. Quali sono gli scopi di una buona posizione di guida? (barrare tutte le risposte corrette) A) evitare che

Dettagli

Scheda di presentazione progetto del Piano Operativo Giovani (POG)

Scheda di presentazione progetto del Piano Operativo Giovani (POG) Mod. A2 PGZ Scheda di presentazione progetto del Piano Operativo Giovani (POG) 1. Codice Progetto CEM_10_ 2015 2. Titolo del progetto Guida Sicura 3. Riferimenti del compilatore Nome Roberta Cognome Gottardi

Dettagli

Guida Sicura Bosch. TEC Driving System. TEC Driving System. La miglior garanzia di sicurezza siete voi

Guida Sicura Bosch. TEC Driving System. TEC Driving System. La miglior garanzia di sicurezza siete voi TEC Driving System Guida Sicura Bosch La miglior garanzia di sicurezza siete voi 1 TEC Driving System è la Scuola di Formazione del Gruppo Bosch in Italia nata per rispondere alle esigenze di formazione

Dettagli

IL PROGRAMMA FORMATIVO NEOPATENTATI

IL PROGRAMMA FORMATIVO NEOPATENTATI IL PROGRAMMA FORMATIVO NEOPATENTATI 2 INTRODUZIONE... 3 STRUTTURA SINTETICA DEL PERCORSO... 6 DIVULGAZIONE DELL INIZIATIVA ED ISCRIZIONE... 8 IL PERCORSO TEORICO... 9 IL SIMULATORE DI GUIDA... 12 GLI ESERCIZI

Dettagli

GRUPPO CMB. Formazione sulla sicurezza stradale

GRUPPO CMB. Formazione sulla sicurezza stradale GRUPPO CMB Formazione sulla sicurezza stradale Gli incidenti stradali in Italia sono una delle principali causa di morte per i lavoratori, in un contesto in cui la strada rappresenta il luogo di lavoro

Dettagli

Progetto Guida Sicura per Neopatentati

Progetto Guida Sicura per Neopatentati Giovani e sicurezza stradale. Lo scenario. Oggi il tema della sicurezza stradale sta a cuore a tutti, sappiamo benissimo quali sono le tragiche cifre degli incidenti stradali che regolarmente vengono diffuse

Dettagli

SA.MO (Sanità Moderna) Centro di Formazione Professionale Emergency Safe driving

SA.MO (Sanità Moderna) Centro di Formazione Professionale Emergency Safe driving SA.MO (Sanità Moderna) Emergency Safe driving Corsi di Guida Sicura in Emergenza per conducenti di AMBULANZE PRESENTAZIONE progetto e finalità SAMO Emergency Safe Driving (Guida Sicura in Emergenza) è

Dettagli

IL PROGRAMMA FORMATIVO NEOPATENTATI

IL PROGRAMMA FORMATIVO NEOPATENTATI IL PROGRAMMA FORMATIVO NEOPATENTATI 2 INTRODUZIONE...3 STRUTTURA SINTETICA DEL PERCORSO...6 DIVULGAZIONE DELL INIZIATIVA ED ISCRIZIONE...7 IL PERCORSO TEORICO...8 IL SIMULATORE DI GUIDA...10 GLI ESERCIZI

Dettagli

Formazione Obbligatoria SICUREZZA: LA GUIDA SICURA COME EFFICACE STRUMENTO PER LA RIDUZIONE DEI RISCHI

Formazione Obbligatoria SICUREZZA: LA GUIDA SICURA COME EFFICACE STRUMENTO PER LA RIDUZIONE DEI RISCHI Formazione Obbligatoria SICUREZZA: LA GUIDA SICURA COME EFFICACE STRUMENTO PER LA RIDUZIONE DEI RISCHI PERCHÈ UN CORSO GUIDA SICURA BENEFICI E VALORE AGGIUNTO OBBLIGO SICUREZZA & RESPONSABILITÀ SOCIALE

Dettagli

In collaborazione con:

In collaborazione con: In collaborazione con: CHI SIAMO HRX è specializzata nella promozione sportiva ed organizzazione di eventi legati al mondo dello sport automotoristico a livello nazionale ed internazionale. La professionalità

Dettagli

Ultimo Aggiornamento Anpas Toscana: Novembre 2010 Ultimo Aggiornamento Pubblica Assistenza Siena: Febbraio 2011 Pubblica Assistenza di Siena

Ultimo Aggiornamento Anpas Toscana: Novembre 2010 Ultimo Aggiornamento Pubblica Assistenza Siena: Febbraio 2011 Pubblica Assistenza di Siena Ultimo Aggiornamento Anpas Toscana: Novembre 2010 Ultimo Aggiornamento Pubblica Assistenza Siena: Febbraio 2011 Pubblica Assistenza di Siena Protocollo Formativo Autisti Volontari Siena 14/11 15/12/2012

Dettagli

Programmi e Preventivo.

Programmi e Preventivo. Profilo GuidarePilotare S.r.l. Fondata nel 1982 da Siegfried Stohr, pilota di F1 e psicologo. 1 struttura didattica nel settore della Guida Sicura e Sportiva in Italia dal 1982. Oltre 150.000 clienti assistiti

Dettagli

GO! CORSO DI GUIDA AVANZATA 2 GIORNI

GO! CORSO DI GUIDA AVANZATA 2 GIORNI GO! CORSO DI GUIDA AVANZATA 2 GIORNI IL CORSO DI GUIDA AVANZATA Il programma 1 GIORNO 2 GIORNO Dalle ore 9.30 Arrivo ospiti in Autodromo Accredito partecipanti ore 09.00 Teoria Guida Avanzata ore 10.00

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA IN MATERIA DI FORMAZIONE AVANZATA DEI CONDUCENTI TRA IL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

PROTOCOLLO D'INTESA IN MATERIA DI FORMAZIONE AVANZATA DEI CONDUCENTI TRA IL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI PROTOCOLLO D'INTESA IN MATERIA DI FORMAZIONE AVANZATA DEI CONDUCENTI TRA IL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI E PREMESSO 1. che l'art. 1, comma 1, del Codice della Strada prevede che "la sicurezza

Dettagli

SCIENZE MOTORIE. Competenze disciplinari Competenze di base Abilità/Capacità Contenuti Tempi

SCIENZE MOTORIE. Competenze disciplinari Competenze di base Abilità/Capacità Contenuti Tempi Primo Anno SCIENZE MOTORIE a) Rielaborazione degli schemi motori propri di varie discipline a carattere sportivo e/o espressivo; b) Sviluppo della consapevolezza di sé; c) Sviluppo delle capacità coordinative

Dettagli

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE - LINEE GENERALI Al termine del percorso liceale lo studente deve aver acquisito la consapevolezza della propria corporeità intesa come conoscenza, padronanza e rispetto del

Dettagli

La Sicurezza nell Autotrasporto Le responsabilità, le cause ed i possibili rimedi

La Sicurezza nell Autotrasporto Le responsabilità, le cause ed i possibili rimedi TITOLO La Sicurezza nell Autotrasporto Le responsabilità, le cause ed i possibili rimedi Bologna, 12 giugno 2009 Paolo Moggi LA SICUREZZA NEL TRASPORTO MIGLIORAMENTO CONTINUO SVILUPPO SISTEMA QUALITA CERTIFICAZIONE

Dettagli

Attività di recupero che si intendono attivare per colmare le lacune emerse dalle prove d ingresso:

Attività di recupero che si intendono attivare per colmare le lacune emerse dalle prove d ingresso: LIVELLI DI PARTENZA Strumenti utilizzati per rilevarli: Colloqui individuali e di gruppo sul curricolo formativo generale e specifico disciplinare e pregresso. Discussione di gruppo. Livelli di partenza

Dettagli

SPERIMENTAZIONE (TESTING) LA SPERIMENTAZIONE INDOOR (1)

SPERIMENTAZIONE (TESTING) LA SPERIMENTAZIONE INDOOR (1) SPERIMENTAZIONE (TESTING) Intro Laboratorio Carsim 1 LA SPERIMENTAZIONE INDOOR (1) Banchi e sale prova il 4 poster rig per la dinamica verticale ripetibilità ok (cond. ambientali poco rilevanti) condizioni

Dettagli

Premessa. Di seguito le nostre principali aree aree di intervento

Premessa. Di seguito le nostre principali aree aree di intervento Premessa Ad Meliora è anche Sicurezza. Ci rivolgiamo principalmente ad aziende operanti nel settore del terziario erogando: corsi di adempimento normativo: in funzione della tipologia di azienda e dei

Dettagli

Centro di Guida Sicura 2015

Centro di Guida Sicura 2015 FRANCIACORTA INTERNATIONAL CIRCUIT Centro di Guida Sicura 2015 Il Franciacorta International Circuit Daniel Bonara, è nato nel 2005, situato nella meravigliosa cornice della Franciacorta, oggi si colloca

Dettagli

Associazione non-profit. con il Patrocinio di: presenta

Associazione non-profit. con il Patrocinio di: presenta Associazione non-profit con il Patrocinio di: presenta progetto di avvicinamento alla mobilità eco-sostenibile, alla sicurezza stradale e alla guida sicura di biciclette per gli alunni della Scuola Secondaria

Dettagli

GO! CORSO DI GUIDA SICURA ½ GIORNATA - POMERIGGIO

GO! CORSO DI GUIDA SICURA ½ GIORNATA - POMERIGGIO GO! CORSO DI GUIDA SICURA ½ GIORNATA - POMERIGGIO IL CORSO DI GUIDA SICURA - POMERIGGIO Il programma ore 13.30 ore 13.45 ore 14.15 ore 15.00 ore 18.00 ore 18.15 Arrivo ospiti in Autodromo accredito partecipanti

Dettagli

CORPO MOVIMENTO SPORT CLASSE PRIMA ANNO SCOLASTICO 2013/2014

CORPO MOVIMENTO SPORT CLASSE PRIMA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 ICTORRIMPIETRA CORPO MOVIMENTO SPORT CLASSE PRIMA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 A. IL CORPO E LE FUNZIONI SENSO-PERCETTIVE L alunno/a acquisisce consapevolezza di sé attraverso l ascolto e l osservazione del

Dettagli

CORSI/EVENTI INCENTIVE

CORSI/EVENTI INCENTIVE I corsi di guida aziendali sono realizzati allo scopo di conferire un maggior controllo dell autovettura in casi di pericolo. L obiettivo è migliorare la qualità di guida ed il controllo della vettura,

Dettagli

Dinamica del veicolo in moto aberrante

Dinamica del veicolo in moto aberrante II WORKSHOP Tecniche ed analisi scientifica per la ricostruzione dei sinistri stradali Dinamica del veicolo in moto aberrante Francesco Timpone Salone dei Quadri - Sessa Aurunca (CE) 05 dicembre 2013 Definizioni

Dettagli

PROGETTO di EDUCAZIONE ALLA CONVIVENZA CIVILE

PROGETTO di EDUCAZIONE ALLA CONVIVENZA CIVILE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO E. FIERAMOSCA DI ROCCA D EVANDRO CE A.S 2009/2010 PROGETTO di EDUCAZIONE ALLA CONVIVENZA CIVILE PREMESSA L innovazione prevista dalle Indicazioni Nazionali rispetto alla

Dettagli

Percorsi per vivere. Moduli formativi per le scuole superiori. Provincia di Treviso TREVISORISORSE. Assesorato alle Politiche Sociali

Percorsi per vivere. Moduli formativi per le scuole superiori. Provincia di Treviso TREVISORISORSE. Assesorato alle Politiche Sociali Assesorato alle Politiche Sociali Assesorato alla Formazione Professionale Percorsi per vivere Moduli formativi per le scuole superiori TREVISORISORSE Formalavoravive Settore Servizi alle Persone www.trevisolavora.org

Dettagli

Istituto Comprensivo Gandhi a.s. 2014/2015. Curricolo di Educazione Fisica: Scuola Primaria

Istituto Comprensivo Gandhi a.s. 2014/2015. Curricolo di Educazione Fisica: Scuola Primaria Curricolo di Educazione fisica Istituto Comprensivo Gandhi Prato Istituto Comprensivo Gandhi a.s. 2014/2015 Curricolo di Educazione Fisica: Scuola Primaria TRAGUARDI DI COMPETENZA : COMPETENZA CHIAVE:

Dettagli

Strumenti avanzati per lo studio della sicurezza stradale

Strumenti avanzati per lo studio della sicurezza stradale Strumenti avanzati per lo studio della sicurezza stradale Francesco Frendo, Riccardo Bartolozzi, Francesco Bucchi Dipartimento di ingegneria Meccanica, Nucleare e della Produzione (DIMNP) - Università

Dettagli

ANIA CAMPUS TOUR ICARO

ANIA CAMPUS TOUR ICARO ANIA CAMPUS TOUR ICARO 2009 ANIA CAMPUS al TOUR ICARO 2009 In occasione del Tour Icaro 2009, la Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale, Federazione Motociclistica Italiana (FMI) e Scuola Motociclistica

Dettagli

CORSO DI GUIDA SICURA EVOLUTA. presso CENTRO INTERNAZIONALE GUIDA SICURA. Varano de Melegari: 12/12/2007

CORSO DI GUIDA SICURA EVOLUTA. presso CENTRO INTERNAZIONALE GUIDA SICURA. Varano de Melegari: 12/12/2007 Varano de Melegari: 12/12/2007 CORSO DI GUIDA SICURA EVOLUTA 1 presso CENTRO INTERNAZIONALE GUIDA SICURA Documento elaborato da: Gordon de Adamich - Dorado C.I.G.S. S.p.A. Tutte le informazioni, le procedure,

Dettagli

Sensori del numero di giri delle ruote ATE

Sensori del numero di giri delle ruote ATE Sensori del numero di giri delle ruote ATE Perché scegliere i sensori del numero di giri delle ruote ATE? Per soddisfare la sempre crescente esigenza di comfort e di sicurezza: oggi l ABS è standard su

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI EDUCAZIONE FISICA COMPETENZE CHIAVE

CURRICOLO VERTICALE DI EDUCAZIONE FISICA COMPETENZE CHIAVE CURRICOLO VERTICALE DI EDUCAZIONE FISICA COMPETENZE CHIAVE Competenze sociali e civiche: riconosce la propria identità nel contesto culturale di riferimento. Assimila il senso e la necessità del rispetto

Dettagli

SOLO I CARRELLI TOYOTA CON SAS SANNO COME

SOLO I CARRELLI TOYOTA CON SAS SANNO COME SOLO I CARRELLI TOYOTA CON SAS SANNO COME www.toyota-forklifts.it ABBATTERE I COSTI I carrelli elevatori Toyota equipaggiati con il sistema SAS utilizzano una tecnologia intelligente per ridurre sia i

Dettagli

OBIETTIVI DEFINIRE :

OBIETTIVI DEFINIRE : TRASPORTO SANITARIO OBIETTIVI DEFINIRE : il Trasporto Sanitario Semplice; nozioni giuridiche relative al Trasporto Sanitario Semplice; nozioni utili ad instaurare una corretta relazione con tutti gli interlocutori.

Dettagli

Berna, 13 dicembre 2007

Berna, 13 dicembre 2007 Dipartimento federale dell'ambiente dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni DATEC Ufficio federale delle strade USTRA Berna, 13 dicembre 2007 Istruzioni concernenti la formazione pratica di base

Dettagli

Città di Tortona Provincia di Alessandria

Città di Tortona Provincia di Alessandria Città di Tortona Provincia di Alessandria Settore Polizia Municipale Educazione stradale Introduzione L Educazione stradale o l educazione al rischio stradale ed alla mobilità sostenibile è disposta dall

Dettagli

Assessorato Politiche Giovanili. CORSO DI GUIDA SICURA 2010 Relazione conclusiva

Assessorato Politiche Giovanili. CORSO DI GUIDA SICURA 2010 Relazione conclusiva Assessorato Politiche Giovanili CORSO DI GUIDA SICURA 2010 Relazione conclusiva IL PROGETTO NON GUIDARE COME LUI Corsi di guida sicura DESTINATARI 25 giovani (patentati) residenti a Sesto di età compresa

Dettagli

SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche

SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA ROMAGNA Azienda Unità Sanitaria Locale di Bologna Dipartimento di Sanità Pubblica SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche Giorgio Ghedini Medico

Dettagli

SICUREZZA E TECNOLOGIE NEI VEICOLI MODERNI. LUISS 22 novembre 2010

SICUREZZA E TECNOLOGIE NEI VEICOLI MODERNI. LUISS 22 novembre 2010 SICUREZZA E TECNOLOGIE NEI VEICOLI MODERNI LUISS 22 novembre 2010 L auto negli ultimi 100 anni ha fatto passi da gigante La sicurezza attiva Per sicurezza attiva si intende l insieme di tutti gli apparati

Dettagli

Analisi e Ricostruzione di Incidenti Stradali

Analisi e Ricostruzione di Incidenti Stradali CIRSS Centro Interdipartimentale di Ricerche sulla Sicurezza Stradale Università di Pavia Analisi e Ricostruzione di Incidenti Stradali Ing. Sillo Mattia Incidente Stradale Raccolta delle Informazioni

Dettagli

Dinamica Longitudinale Es1

Dinamica Longitudinale Es1 Accelerazione senza TC Dinamica Longitudinale Es1 Condizioni iniziali: Velocità iniziale=0km/h Condizioni di prova: Full throttle (in 0.1s), no brake, no steer Prove1: Accelerazione (0-50km/h, 0-100km/h,

Dettagli

Dopo l'evento Corso di Guida Sicura In corso

Dopo l'evento Corso di Guida Sicura In corso Seconda edizione della campagna di sensibilizzazione e prevenzione in tema di sicurezza stradale nei confronti dei lavoratori e della popolazione nel territorio della provincia di Rimini L iniziativa,

Dettagli

CORSO PER LA CONDUZIONE IN SICUREZZA DEL CARRELLO ELEVATORE (D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81)

CORSO PER LA CONDUZIONE IN SICUREZZA DEL CARRELLO ELEVATORE (D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81) PROGRAMMA DEL CORSO CORSO PER LA CONDUZIONE IN SICUREZZA DEL CARRELLO ELEVATORE (D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81) Durata del corso 12 ore Introduzione al corso Presentazione del corso Presentazione docenti

Dettagli

SPUNTI DI RIFLESSIONE per TECNICI DI CALCIO

SPUNTI DI RIFLESSIONE per TECNICI DI CALCIO SPUNTI DI RIFLESSIONE per TECNICI DI CALCIO Casalmaiocco, 04 MARZO 2013 Marco prof. Manzotti E-mail: m.manzotti@alice.it IL GIOCO DEL CALCIO SPORT DI SQUADRA SPORT DI CONFRONTO SPORT CON ATTREZZO SPORT

Dettagli

CENTRO DI GUIDA SICURA

CENTRO DI GUIDA SICURA CENTRO DI GUIDA SICURA. Il Centro Guida Sicura dell Autodromo di Franciacorta, realizzato in sinergia con ACI Guida Sicura e accreditato presso la Regione Lombardia, è composto da cinque aree di lavoro

Dettagli

Controllo del Differenziale e Dinamica del Veicolo

Controllo del Differenziale e Dinamica del Veicolo e Dinamica del Veicolo Funzione del differenziale 1) Svincolare cinematicamente tra loro gli alberi condotti ) Ripartire convenientemente la coppia motrice Differenziale autobloccante meccanico Tipi di

Dettagli

Educazione stradale e benessere: potenziare la corretta percezione del rischio e forme di mobilità sostenibile

Educazione stradale e benessere: potenziare la corretta percezione del rischio e forme di mobilità sostenibile Unità di Ricerca in Psicologia del Traffico www.unicatt.it/psicotraffico Educazione stradale e benessere: potenziare la corretta percezione del rischio e forme di mobilità sostenibile.firenze 7 febbraio

Dettagli

La cultura della sicurezza nell industria di processo

La cultura della sicurezza nell industria di processo La cultura della sicurezza Corsi avanzati Human Factor Root Cause Analysis Progetto Human Factor per l industria l di La valorizzazione della risorse umane come strumento di miglioramento delle prestazioni

Dettagli

A TUTTI GLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BRESCIA

A TUTTI GLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BRESCIA A TUTTI GLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BRESCIA L Università degli Studi di Brescia, in collaborazione con l Autodromo di Franciacorta, propone ai suoi studenti la partecipazione a prezzo agevolato

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE PROGRAMMA DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE 1 BIENNIO OBIETTIVI DELLA DISCIPLINA Acquisire la consapevolezza della propria corporeità, intesa come conoscenza, padronanza,

Dettagli

OBIETTIVI DESTINATARI DEL CORSO

OBIETTIVI DESTINATARI DEL CORSO PROPOSTA PER PERCORSO FORMATIVO: Corso di formazione per operatori e preposti addetti alle pianificazione, controllo e apposizione della segnaletica stradale destinata alle attività lavorative che si svolgano

Dettagli

MS Nuova frontiera della sicurezza attiva e passiva

MS Nuova frontiera della sicurezza attiva e passiva MS Nuova frontiera della sicurezza attiva e passiva Arpionismo meccanico di blocco positivo per carichi sospesi modello MS by Siguren, con funzioni di controllo e messa in sicurezza della movimentazione

Dettagli

Siegfried Stohr Christian Sbocchi. della GUIDA SICURA

Siegfried Stohr Christian Sbocchi. della GUIDA SICURA Siegfried Stohr Christian Sbocchi della GUIDA SICURA Informazione ai lavoratori per la sicurezza nella guida dei veicoli aziendali ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e del Nuovo Codice della Strada della GUIDA

Dettagli

D.Lgs. 81/08: DEFINIZIONI (art. 2)

D.Lgs. 81/08: DEFINIZIONI (art. 2) SiRVeSS Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole Informazione e formazione in ambito scolastico CORSO DI FORMAZIONE PER 8.1a DIRIGENTI SCOLASTICI E PER DIRETTORI DEI SERVIZI GENERALI

Dettagli

EFFETTO GIROSCOPICO DELLA MOTOCICLETTA

EFFETTO GIROSCOPICO DELLA MOTOCICLETTA EFFETTO GIROSCOPICO DELLA MOTOCICLETTA Agenda Direttiva 6/2006 Effetto giroscopico La Matrice Scheda di guida Contributi Video dalla Spagna DIRETTIVA 2006/126/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

Dettagli

Il progetto elaborato dall ISTITUTO PERTINI DI AFRAGOLA

Il progetto elaborato dall ISTITUTO PERTINI DI AFRAGOLA SCHEDA INFORMATIVA Il progetto elaborato dall ISTITUTO PERTINI DI AFRAGOLA Per l iniziativa ministeriale nazionale PON C3 LE(G)ALI AL SUD. UN PROGETTO PER LA LEGALITA IN OGNI SCUOLA moduli didattici: Ambientiamoci

Dettagli

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO Anno Scolastico 2013/2014. Mercato del Lavoro : Aspetti Contrattuali, Contributivi e Fiscali.

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO Anno Scolastico 2013/2014. Mercato del Lavoro : Aspetti Contrattuali, Contributivi e Fiscali. ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO Anno Scolastico 2013/2014 Mercato del Lavoro : Aspetti Contrattuali, Contributivi e Fiscali Classe 5^ E / TO3 Il Progetto Alternanza Scuola-Lavoro costituisce un attività di interazione

Dettagli

Spett.le Azienda, Corsi di Guida Sicura Corsi di guida Sportiva Corsi di guida su Ghiaccio Incentive Aziendali Team Building

Spett.le Azienda, Corsi di Guida Sicura Corsi di guida Sportiva Corsi di guida su Ghiaccio Incentive Aziendali Team Building Spett.le Azienda, nel seguito troverete una beve presentazione dei nostri servizi riservati al mondo corporate Offriamo: Corsi di Guida Sicura Corsi di guida Sportiva Corsi di guida su Ghiaccio Incentive

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - AUTORIPARATORE AUTO E

Dettagli

Scuola Media Statale Anno Scolastico 2004-2005 Terza Circoscrizione

Scuola Media Statale Anno Scolastico 2004-2005 Terza Circoscrizione Scuola Media Statale Anno Scolastico 2004-2005 Terza Circoscrizione Premessa Le indicazioni nazionali italiane, a cui la scuola sammarinese (a norma della legge 1 agosto 1963 n. 32) deve attenersi per

Dettagli

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE ISTITUTO COMPRENSIVO RIVA 1 Piano di Studio di Istituto SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE PREMESSA Partendo dalle indicazioni delle Linee Guida per i Piani di Studio Provinciali del Primo ciclo di Istruzione,

Dettagli

LA PROMOZIONE DELLA SICUREZZA NELLA SCUOLA. Alessandro PALESE Direzione Sanità Regione Piemonte

LA PROMOZIONE DELLA SICUREZZA NELLA SCUOLA. Alessandro PALESE Direzione Sanità Regione Piemonte LA PROMOZIONE DELLA SICUREZZA NELLA SCUOLA Alessandro PALESE Direzione Sanità Regione Piemonte Il Decreto legislativo 81/2008 Il TU sulla sicurezza prevede l inserimento in ogni attività scolastica di

Dettagli

Procedure di lavoro in ambienti confinati Livello specialistico

Procedure di lavoro in ambienti confinati Livello specialistico Procedure di lavoro in ambienti confinati Livello specialistico La formazione riferita a questo modulo formativo intende far acquisire le nozioni relative alla normativa e ai processi operativi che governano

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2012-2013 EDUCAZIONE FISICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze

PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2012-2013 EDUCAZIONE FISICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2012-2013 EDUCAZIONE FISICA L educazione fisica promuove la conoscenza di sé e delle proprie potenzialità in relazione con l ambiente, gli altri e gli

Dettagli

Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano

Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano Corso di Laurea in Scienze Motorie e dello Sport La formazione e lo sviluppo delle capacità e delle abilità motorie Prof. Maurizio Mondoni LE CAPACITA MOTORIE

Dettagli

IL SERVIZIO STRABUS EFFICIENTAMENTO DELLE DOTAZIONI INFRASTRUTTURALI URBANE E DEI SISTEMI DI TRASPORTO PUBBLICO

IL SERVIZIO STRABUS EFFICIENTAMENTO DELLE DOTAZIONI INFRASTRUTTURALI URBANE E DEI SISTEMI DI TRASPORTO PUBBLICO IL SERVIZIO STRABUS EFFICIENTAMENTO DELLE DOTAZIONI INFRASTRUTTURALI URBANE E DEI SISTEMI DI TRASPORTO PUBBLICO STRABUS Aspetti generali (1) Il servizio STRABUS permette di analizzare e valutare lo stato

Dettagli

Quando la formazione continua entra in azienda

Quando la formazione continua entra in azienda Maggio 2013, anno VII N. 5 Quando la formazione continua entra in azienda Spunti e riflessioni per un apprendimento efficace di Sabrina Sicari 1 Quando in azienda si avverte la necessità di realizzare

Dettagli

PERCORSI FORMATIVI PROVVISORI UTILIZZABILI AI SENSI E PER GLI EFFETTI DEL COMMA 6, ART. 4 DELLA L.R. 28/2006

PERCORSI FORMATIVI PROVVISORI UTILIZZABILI AI SENSI E PER GLI EFFETTI DEL COMMA 6, ART. 4 DELLA L.R. 28/2006 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT APPRENDISTATO L.R. 28/2006 PERCORSI FORMATIVI PROVVISORI UTILIZZABILI AI SENSI E PER GLI EFFETTI DEL COMMA 6, ART. 4 DELLA L.R. 28/2006

Dettagli

RIFLESSOMETRO. Reale Sicurezza Attiva su Strada e al Lavoro

RIFLESSOMETRO. Reale Sicurezza Attiva su Strada e al Lavoro RIFLESSOMETRO Reale Sicurezza Attiva su Strada e al Lavoro Applicazione disponibile per tutti i cellulari e tablet con sistema operativo ios e Android Sistema brevettato e protetto da copyright Per informazioni

Dettagli

Piano Giovani di Zona di Baselga di Piné Bedollo Civezzano Fornace piano operativo giovani anno 2012 Sommario

Piano Giovani di Zona di Baselga di Piné Bedollo Civezzano Fornace piano operativo giovani anno 2012 Sommario Piano Giovani di Zona di Baselga di Piné Bedollo Civezzano Fornace piano operativo giovani anno 2012 Sommario CORSO DI GUIDA SICURA AUTO E MOTO (BBCF_4_2012)... 1 29-10-2012 SCHEDA di presentazione progetti

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE Educazione Fisica

PIANO DI LAVORO ANNUALE Educazione Fisica Istituto di Istruzione Superiore telefono: 0257500115 ITALO CALVINO fax: 0257500163 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI e-mail: info@istitutocalvino.gov.it Codice Fiscale: 97270410158 internet: www.istitutocalvino.gov.it

Dettagli

SCHEDA PROGETTAZIONE UDA

SCHEDA PROGETTAZIONE UDA SCHEDA PROGETTAZIONE UDA UNITA DI APPRENDIMENTO Denominazione Descrizione sintetica del progetto Prodotti Competenze mirate Comuni/cittadinanza professionali BISOGNI, BENI, CONSUMI DEGLI ADOLESCENTI Il

Dettagli

PROFILI PROFESSIONALI BIENNIO COMUNE

PROFILI PROFESSIONALI BIENNIO COMUNE PROFILI PROFESSIONALI ITAS Tecnico per le Attività Sociali Durata degli studi: 5 anni. Titolo di studio rilasciato: Diploma di Maturità Tecnica per Attività Sociali Indirizzo: a) Dirigenti di Comunità

Dettagli

I COMPORTAMENTI PREVENTIVI GENERALI PER LA SICUREZZA SULLA STRADA. Franco Taggi

I COMPORTAMENTI PREVENTIVI GENERALI PER LA SICUREZZA SULLA STRADA. Franco Taggi I COMPORTAMENTI PREVENTIVI GENERALI PER LA SICUREZZA SULLA STRADA Franco Taggi NORME DI COMPORTAMENTO GENERALE SULLA STRADA - I Tenete sempre in ordine il vostro mezzo (pneumatici, freni, luci, ecc.) Adeguate

Dettagli

Allegato II. La durata ed i contenuti della formazione sono da considerarsi minimi. 3. Soggetti formatori e sistema di accreditamento

Allegato II. La durata ed i contenuti della formazione sono da considerarsi minimi. 3. Soggetti formatori e sistema di accreditamento Allegato II Schema di corsi di formazione per preposti e lavoratori, addetti alle attività di pianificazione, controllo e apposizione della segnaletica stradale destinata alle attività lavorative che si

Dettagli

tecnica sottosistemi E S Pe pneumatici: TECNOLOGIE IN RICERCA DI PERFEZIONE 1 AUTO TECNICA 12/07

tecnica sottosistemi E S Pe pneumatici: TECNOLOGIE IN RICERCA DI PERFEZIONE 1 AUTO TECNICA 12/07 tecnica sottosistemi E S Pe P pneumatici: TECNOLOGIE IN RICERCA DI PERFEZIONE 1 AUTO TECNICA 12/07 Con l avanzata dei sistemi elettronici e la continua evoluzione dei pneumatici invernali, è necessario

Dettagli

il Patentino per il ciclomotore

il Patentino per il ciclomotore Marco Ferrari il Patentino per il ciclomotore Manuale di preparazione per il conseguimento del certificato di idoneità alla guida Disposizioni e novità introdotte dai Decreti 1 e 23 marzo 2011 del Ministero

Dettagli

Diametro esterno Il diametro di un pneumatico gonfio misurato al punto più esterno del battistrada.

Diametro esterno Il diametro di un pneumatico gonfio misurato al punto più esterno del battistrada. APPROFONDIMENTI A proposito di pneumatici (Fonte www.pirelli.it) A PROPOSITO DI PNEUMATICI Più di 100 anni di esperienza e tecnologia hanno reso Pirelli in grado di combinare nei suoi prodotti il massimo

Dettagli

Visione Artificiale nell Automotive

Visione Artificiale nell Automotive Visione Artificiale nell Automotive Una presenza diffusa Introduzione Nell ultimo decennio, la necessità di controlli automatici sempre più accurati ha portato ad un intensa integrazione dell industria

Dettagli

SICUREZZA NELLA GUIDA INVERNALE

SICUREZZA NELLA GUIDA INVERNALE SICUREZZA NELLA GUIDA INVERNALE PNEUMATICI, CATENE, GUIDA INVERNALE. REGOLE FONDAMENTALI Prima di iniziare a vedere le diverse tipologie di pneumatico ed accennare a qualche basilare nozione di guida su

Dettagli

New Kyron, il SUV più spazioso della categoria

New Kyron, il SUV più spazioso della categoria Potenza e stile New Kyron, il SUV più spazioso della categoria L'AMPIO SPAZIO A DISPOSIZIONE PERMETTE DI VIAGGIARE COMODAMENTE E DI TRASPORTARE AL TEMPO STESSO TUTTO CIO CHE OCCORRE PER IL LAVORO, LO SPORT

Dettagli

IL CORPO E IL MOVIMENTO. INDICATORI OBIETTIVI di APPRENDIMENTO STANDARD PER LA VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DELL ALUNNO

IL CORPO E IL MOVIMENTO. INDICATORI OBIETTIVI di APPRENDIMENTO STANDARD PER LA VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DELL ALUNNO SCUOLA DELL INFANZIA IL CORPO E IL MOVIMENTO POTENZIARE LE ATTIVITÀ MOTORIE ALLE ATTIVITÀ DI GIOCO MOTORIO/ SPORTIVO DENOMINARE E INDIVIDUARE LE PARTI DEL CORPO CONTROLLANDOLE GLOBALMENTE. DISCRIMINARE

Dettagli

XXV EDIZIONE DEL MASTER IN SELEZIONE, GESTIONE E SVILUPPO DEL PERSONALE

XXV EDIZIONE DEL MASTER IN SELEZIONE, GESTIONE E SVILUPPO DEL PERSONALE XXV EDIZIONE DEL MASTER IN SELEZIONE, GESTIONE E SVILUPPO DEL PERSONALE RISERVATO AI LAUREATI IN PSICOLOGIA e IN ALTRE DISCIPLINE Edizione 2012/2013 Argomenti trattati nella Prima area: selezione e valutazione

Dettagli

LOCATION il complesso si sviluppa su un area totale di 74.000 m 2, di cui 23.000 m 2 coperti, con 2.000 m 2 di galleria storica (una delle più

LOCATION il complesso si sviluppa su un area totale di 74.000 m 2, di cui 23.000 m 2 coperti, con 2.000 m 2 di galleria storica (una delle più CHI SIAMO Happy Racer Driving School: l esperienza di un gruppo che ha vinto e gareggiato in tutto il mondo al servizio di tutti gli appassionati e neopatenti per apprendere sia la sicurezza della guida

Dettagli

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO CONNESSA ALLE ATTIVITA DI SOSTEGNO

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO CONNESSA ALLE ATTIVITA DI SOSTEGNO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO CONNESSA ALLE ATTIVITA DI SOSTEGNO PREMESSA Con il presente progetto il nostro istituto vuole offrire agli allievi certificati L.104 del 1992 (sia per gli alunni che intraprendono

Dettagli

Consigli di Andrea de Adamich

Consigli di Andrea de Adamich Consigli di Andrea de Adamich {slide=posizione DELLE MANI SUL VOLANTE} Se si guarda al volante come al quadrante di un orologio, la posizione base, cioè quella in rettilineo a vettura dritta, è quella

Dettagli

Per loro l aria. quattroruote MENO BAR, SFORZO MAGGIORE LAB 1. Resistenza al rotolamento. Pressione di gonfiaggio (bar) 8 4,3 PNEUMATICI E PRESSIONE

Per loro l aria. quattroruote MENO BAR, SFORZO MAGGIORE LAB 1. Resistenza al rotolamento. Pressione di gonfiaggio (bar) 8 4,3 PNEUMATICI E PRESSIONE quattroruote PNEUMATICI E PRESSIONE LAB 1 Per loro l aria 15 14 Resistenza al rotolamento 13 12 11 10 MENO BAR, SFORZO MAGGIORE Questo diagramma mostra l andamento della resistenza al rotolamento di un

Dettagli

STUDIO DEL COMPORTAMENTO DINAMICO SU STRADA DELLA VETTURA ASTURA

STUDIO DEL COMPORTAMENTO DINAMICO SU STRADA DELLA VETTURA ASTURA ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA MECCANICA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELLE COSTRUZIONI MECCANICHE, NUCLERI, AERONAUTICHE E DI METALLURGIA

Dettagli

Edizione 1 2011/2012

Edizione 1 2011/2012 Edizione 1 2011/2012 Toccafondi Multimedia INDICE: 1 - Introduzione al simulatore...pag. 3 2 - Inizia la guida...pag. 5 3 - Scenari e veicoli...pag. 6 4 - Lezioni di guida...pag. 7 5 - Guida pratica...pag.

Dettagli

E-bike la bicicletta elettrica. Un nuovo modo di pedalare

E-bike la bicicletta elettrica. Un nuovo modo di pedalare E-bike la bicicletta elettrica Un nuovo modo di pedalare 1 Indice Introduzione pag. 3 Tecnica e dotazione pag. 4 Norme di circolazione stradale pag. 7 La e-bike più adatta ad ogni esigenza pag. 7 Prima

Dettagli

PERCORSO DI CONVIVENZA CIVILE

PERCORSO DI CONVIVENZA CIVILE PERCORSO DI CONVIVENZA CIVILE INSEGNANTI DI RIFERIMENTO: Sandra Serafini e Monia Cavallini PREMESSA Questo progetto coinvolge tutti i bambini della nostra scuola con una serie di proposte che promuovono

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA SALUTE A SCUOLA

EDUCAZIONE ALLA SALUTE A SCUOLA U.O. IGIENE E SANITÁ PUBBLICA ASP- Potenza EDUCAZIONE ALLA SALUTE A SCUOLA Percorsi per guadagnare salute 2015-2016 1 PREMESSA Il concetto della salute è un concetto che necessita di molteplici azioni

Dettagli

PROMUOVERE E DIFFONDERE LA CULTURA DELLA SICUREZZA NELLA SCUOLA - LA VALUTAZIONE -

PROMUOVERE E DIFFONDERE LA CULTURA DELLA SICUREZZA NELLA SCUOLA - LA VALUTAZIONE - PROMUOVERE E DIFFONDERE LA CULTURA DELLA SICUREZZA NELLA SCUOLA - LA VALUTAZIONE - A cura di Maria Grazia Accorsi 1 La fase di valutazione è strettamente collegata - alla definizione dei risultati di apprendimento

Dettagli