SiBA - SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO COMITATO TECNICO SCIENTIFICO Pag. 1 di 16 VERBALE N 5 SEDUTA DEL 20 LUGLIO 2005

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SiBA - SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO COMITATO TECNICO SCIENTIFICO Pag. 1 di 16 VERBALE N 5 SEDUTA DEL 20 LUGLIO 2005"

Transcript

1 SiBA - SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO COMITATO TECNICO SCIENTIFICO Pag. 1 di 16 In videoconferenza - a Varese presso la Sala Consiglio in Via Ravasi 2, a Como presso la sala Operatori SIC in Via Valleggio 11 - si è riunito alle ore del 20 luglio 2005 il Comitato Tecnico Scientifico del Sistema Bibliotecario di Ateneo. Presiede il Coordinatore Prof. Alberto Sdralevich Svolge funzione di Segretario verbalizzante la Dott.ssa Anna Rita Grilli Sono Presenti (P), Assenti (A), Giustificati (G): Prof. Alberto Sdralevich (P) Prof. Antonietta Mira (G) Prof. Giorgio Binelli (P) Prof. Carlo Dell Orbo (G), Prof. Giovanni Palmisano (P) Prof. Sergio Lazzarini (P) Sig. Massimiliano Fuscà (G) Dott. Gianfranco Campiglio (G) Dott. Alessandra Bezzi (P) Dott. Anna Rita Grilli (G) Partecipa alla riunione il Prof. Marco Cosentino in sostituzione del Prof. Dell Orbo. ORDINE DEL GIORNO 1. Comunicazioni 2. Regolamento SiBA: modifica a seguito della revisione dell'art. 57 dello Statuto relativa al Funzionamento dei Centri di Servizi 3. Provvedimenti per il personale 4. Verifica delle previsioni di spesa Deliberazioni in merito al 10% del finanziamento non ancora distribuito alle biblioteche 6. Risorse elettroniche - banche dati e riviste on line 7. Autorizzazioni alla spesa e variazioni di bilancio 8. Varie ed eventuali 1. Comunicazioni 1.1 E stato pubblicato sulla GUCE e sulla GURI il bando di gara per l appalto dei periodici. I termini previsti per la presentazione delle offerte da parte delle ditte partecipanti scade il prossimo 19 settembre. Salvo imprevisti si dovrebbe poter provvedere al rinnovo degli abbonamenti per il 2006 nel prossimo mese di ottobre. 1.2 Con Decreto Rettorale n dell si è provveduto alla nomina della Dott.ssa Alessandra Bezzi quale Direttore del SiBA a decorrere dal 1 giugno 2005 sino al termine dell a.a. 2007/ Lo scorso 15 giugno, con l organizzazione del SiBA ed in collaborazione con il CILEA, si è tenuta a Varese una giornata di formazione dedicata ai temi dell Open Access. Il corso è stato tenuto dalla Dott.ssa Susanna Mornati che ha illustrato gli scenari dell Open Access con un introduzione alle

2 SiBA - SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO COMITATO TECNICO SCIENTIFICO Pag. 2 di 16 tematiche della comunicazione scientifica, alle politiche di promozione e gestione di iniziative Open Access (policies, copyright, advocacy), presentato strumenti quali l architettura OAI ed il protocollo di interoperabilità e software per Open Archives ed Electronic Publishing. Alla giornata hanno partecipato, insieme allo staff del Siba, alcuni docenti e ricercatori dell Ateneo e, per il CTS SiBA, i Proff. Binelli, Palmisano e Sdralevich. All interno dell Open Access gli Istitutional Repository sono collezioni digitali che raccolgono e conservano la produzione intellettuale di un istituzione o di un insieme di istituzioni. Contribuiscono a catalizzare la riforma del sistema di comunicazione scientifica espandendo l accesso alla ricerca, restituendone il controllo agli autori e garantendo maggiore rilevanza alle istituzioni e alle biblioteche che li supportano. Servono potenzialmente da indicatori tangibili della qualità di un istituzione, dimostrandone la rilevanza scientifica, sociale ed economica delle attività di ricerca, costituituendone un estensione logica della core mission di un ateneo e un canale privilegiato per aumentarne la visibilità, lo status e il valore pubblico. Le riviste ad accesso aperto sono pubblicazioni che non richiedono alcun pagamento al lettore per il full-text ed impiegano modelli economici alternativi alla sottoscrizione, dal modello author-pays alle sponsorizzazioni, al volontariato, ai finanziamenti di istituzioni e associazioni. L Insubria, a seguito della stipula di apposita convenzione con l Associazione Teriologica Italiana, attraverso propri ricercatori partecipa al progetto per la pubblicazione, secondo il modello Open Access della rivista Hystrix, in corso di realizzazione con il supporto tecnico di CILEA attraverso il progetto AEPIC. L Ateneo ha sottoscritto le dichiarazioni di Messina e Berlino per il supporto al movimento dell Open Access. Il Senato nella seduta del 12 luglio dello scorso anno ha inoltre approvato la proposta di avvalersi di queste tecnologie per la realizzazione di un institutional repository da dedicarsi alla conservazione e diffusione delle tesi di dottorato. 1.4 Gli scorsi 21 e 24 giugno, nell ambito del progetto di formazione all utenza portato avanti dal SiBA si sono tenuti, presso la Biblioteca di Scienze di Como, con ottimi risultati, due edizioni di un corso specialistico dedicato alla banca dati d interesse per l ambito chimico Bellstein Cross Fire e GMelin. Il corso è stato tenuto dal Prof. Penoni con il supporto del personale della Biblioteca, Sig. Francis Crowther e Dott.ssa Giovanna Colombo. 1.5 Lo scorso 22 giugno, nell ambito del progetto di formazione all utenza portato avanti dal SiBA, all interno del corso di introduzione alla prova finale delle lauree specialistiche della Facoltà di Economia (2 crediti formativi) sono state tenute, 4 ore di lezione relative all utilizzo delle banche dati d Ateneo da parte del Dott. Segato responsabile della Biblioteca di Economia. 1.6 Il Consiglio di Amministrazione nella seduta dello scorso 16 giugno ha approvato la Convenzione fra l Ateneo ed il CILEA per l anno La Convenzione era stata approvata per le voci di pertinenza del SiBA (servizi di automazione biblioteche e CDL) nella riunione del CTS dello scorso 13 aprile. A seguito della stipula di convenzione fra l Università degli Studi dell'insubria, ad opera del Centro SiBA, e l Ospedale di Circolo di Varese nella convenzione CILEA-INSUBRIA e nell allegato tecnico Voce E.3 dovranno essere indicati separatamente i costi stimati per i contratti stipulati dall Università degli Studi dell'insubria da quelli stimati per i contratti stipulati per conto dell Ospedale di Circolo di Varese. La fatturazione di tali costi sarà imputata al SiBA secondo le modalità previste dalla convenzione (50%, 40% e 10% a consuntivo) ma dovranno essere emesse fatture separate per i costi università e i costi ospedale. La somma di 8.038,00 (voce a credito Recupero 2004 ) andrà scorporata dalle somma dovuta dal Centro SiBA per l anno 2005.

3 SiBA - SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO COMITATO TECNICO SCIENTIFICO Pag. 3 di Lo scorso 18 luglio, come concordato con gli uffici competenti, sono iniziate le attività di trasloco della Biblioteca di Economia presso la nuova sede di Via Monte Generoso. La biblioteca resterà chiusa al pubblico sino al 22 luglio, mentre il piano di trasferimento concordato in maggio con l ufficio tecnico prevedeva di poter riprendere l erogazione dei servizi a partire dal 25 luglio prossimo. Non sono ad oggi noti i tempi entro cui verranno iniziati ed ultimati i lavori di asfaltatura delle aree calpestabili esterne all edificio, non sono ancora stati ultimati tutti gli interventi relativi alla messa in sicurezza dell edificio e non è quindi al momento possibile, in attesa di una comunicazione degli uffici competenti riguardo alla piena accessibilità dell edificio, confermare la data di riapertura al pubblico della Biblioteca. Il 19 luglio, durante le operazioni di trasloco, sono state nuovamente riscontrate infiltrazioni di acqua provenienti dal soffitto nella sala di lettura, già segnalate all ufficio tecnico lo scorso 18 aprile. Si è richiesto un intervento per la risoluzione del problema. Dal 25 al 27 luglio sono previste le attività di trasloco dei server SiBA, che comportano l interruzione del servizio di consultazione delle banche dati su CD-ROM su server Tatoo e l accesso alle aree comuni di lavoro per lo staff del SiBA. Dal 28 di luglio, salvo imprevisti, i servizi dovrebbero essere nuovamente disponibili all utenza. 1.8 Trasloco della Biblioteca di Giurisprudenza presso la nuova sede di Via Oriani. Sono in fase di ultimazione le procedure per l aggiudicazione dell appalto degli arredi di Facoltà e Biblioteca. Non si hanno al momento aggiornamenti rispetto all ultimazione degli interventi edilizi e di impiantistica rispetto alla nuova sede che dovrebbero essere ultimati entro la fine dell anno. Si è ancora in attesa di un riscontro alle segnalazioni e richieste di aggiornamento del progetto trasmesse all Ufficio tecnico nello scorso mese di maggio. Nella seduta del Consiglio di Amministrazione del 21 luglio prossimo verrà portata in approvazione l assegnazione degli spazi per la Facoltà di Giurisprudenza negli edifici di via Oriani, via Cavallotti, via Garibaldi in Como. Alla Biblioteca, come previsto nel progetto, sono assegnati il piano interrato, il piano terra ed un ufficio al primo piano. Nella sede di Via Cavallotti verrà realizzata la Biblioteca del Dipartimento di Diritto romano che non afferisce al SiBA. Il Coordinatore ricorda, in coerenza con quanto discusso nella riunione del Comitato dello scorso 10 marzo, che il SiBA assicura la propria disponibilità a fornire, se richiesta, consulenza in merito alla realizzazione e all organizzazione della Biblioteca di Dipartimento. Esprime anche la convinzione che la costituzione di biblioteche al di fuori del Sistema Bibliotecario di Ateneo, soprattutto se di dimensioni ragguardevoli, porterà nei prossimi anni a situazioni di inefficienza, e a difficoltà non sostenibili. Ritiene che di questo problema il SiBA non possa non farsi carico, e che sia opportuno che il SiBA elabori e sottoponga all Amministrazione proposte dirette ad assicurare un livello minimo di coordinamento dei criteri e delle procedure. 1.9 La Giunta esecutiva del Comitato Utenti servizio CDL (CILEA Digital Library) si è riunita gli scorsi 8 giugno e 14 luglio per definire modalità di lavoro e procedere all esame delle attività in corso e la programmazione per il Lo scorso 29 giugno si è tenuto un incontro fra rappresentanti dei consorzi Ciber, Cilea e Cipe per la trattativa per il rinnovo del contratto interconsortile Kluwer in scadenza alla fine di quest anno cui ha partecipato il Coordinatore in rappresentanza del Gruppo di Lavoro della Commissione Biblioteche in seno alla CRUI per l individuazione di un modello organizzativo per la gestione della trattativa Il Coordinatore informa brevemente i presenti riguardo allo stato dell arte della negoziazione fra Crui e SIAE per la stipula di convenzione per il riconoscimento del diritto d autore relativo alla riproduzione di materiale posseduto dalle Biblioteche delle Università.

4 SiBA - SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO COMITATO TECNICO SCIENTIFICO Pag. 4 di Il Direttore, informa che a seguito del sondaggio effettuato fra le biblioteche aderenti al progetto Nilde sull eventuale disponibilità a contribuire con un canone annuo alla copertura delle spese di servizio, hanno risposto 333 biblioteche sulle 475 aderenti e di queste 245 si sono dette disponibili al pagamento di un canone annuo di circa 200 per l utilizzo del servizio. Il Direttore ricorda che il sondaggio era stato esaminato nella riunione del Comitato dello scorso 31 maggio e che, in considerazione del vantaggio derivante all utenza dall utilizzo di questo strumento, era stato ritenuto all unanimità che la proposta di un canone annuo di servizio fosse condivisibile e sostenibile dalle strutture. Sulla base dei risultati del sondaggio inizierà il percorso di formale di trasformazione di Nilde in servizio. Viene ipotizzato l apertura del servizio a pagamento a partire dal mese di ottobre Il costo di abbonamento, pari a 200 euro + IVA, coprirà i rimanenti mesi del 2005 e tutto il Il costo di abbonamento sarà di euro IVA, per ogni biblioteca che abbia un account (cioè, username/password) su Nilde e che abbia richiesto nei 12 mesi precedenti un numero di articoli superiore a 25. Sono allo studio gli aspetti giuridici inerenti a Nilde: gli aspetti che riguardano il copyright, la privacy, la fruizione del servizio ai sensi della direttiva sui servizi della società dell'informazione verranno integrati nel sito web di Nilde, che verrà quindi aggiornato nei prossimi mesi In considerazione dell imminente trasloco della Facoltà di Economia nella nuova sede e del reclutamento a breve di due nuove unità presso il SiBA, il 7 luglio scorso è stata inoltrata al Rettore una richiesta relativa alla necessità di spazi adeguati per gli uffici centrali del SIBA, segnalando l individuazione di alcuni locali che si renderebbero disponibili al terzo piano, edificio B, di via Ravasi, come possibile destinazione. Si è in attesa di un riscontro in merito. Gli spazi attualmente occupati dagli uffici centrali del SiBA sarebbero infatti insufficienti ad accogliere adeguatamente due nuove unità in organico, il materiale d archivio e lo svolgimento di differenti attività di servizio Il Dipartimento di Biologia Strutturale e Funzionale con comunicazione del 12 luglio scorso ha inviato nota di debito per le spese telefoniche per l anno 2003 e 2004 relative alle utenze della Biblioteca di Medicina e di Scienze Varese (Allegato n. 1). A seguito dell istituzione di nuovi dipartimenti presso la sede di Via Dunant il DBSF ha richiesto che a partire dall anno corrente le spese telefoniche delle strutture operanti presso tale sede vengano suddivise in singole note debito per le strutture DBSF, DBSM, DASS, Facoltà di Scienze e Biblioteca di Medicina e di Scienze Varese anziché, come sino ad ora avvenuto, vengano addebitate con unica nota al DBSF. Le spese relative alla Biblioteca di Medicina e di Scienze Varese verranno ripartite sui fondi di Medicina e di Scienze Varese Sono in via di ultimazione i lavori di sistemazione degli spazi della Facoltà di Scienze in Via Valleggio e si prevede entro un anno il loro completamento. Una volta ultimati questi interventi, gli spazi originariamente destinati alla Biblioteca per la sala 3 e in cui è stato ricavato un laboratorio informatico, secondo quanto a suo tempo deliberato da Facoltà di Scienze e SiBA ritornerà alla Biblioteca permettendo così il recupero delle dimensioni originarie e l ampliamento dello spazio destinato ad utenti e collezioni In data 21 giugno 2005 il Centro Internazionale di Ricerca per le Storie Locali e le Diversità Culturali dell Università ha destinato al SiBA (Allegato n. 2), per la sottoscrizione del canone annuale della risorsa elettronica Annee Philologique, banca dati bibliografica che cura lo spoglio annuale di 1500 riviste e 500 miscellanee e atti di congresso in ambito umanistico/letterario/linguistico, la somma di 600.

5 SiBA - SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO COMITATO TECNICO SCIENTIFICO Pag. 5 di In data 19 luglio scorso, attraverso CDL CILEA, è stato attivato l accesso alle riviste elettroniche dell editore Brill (103 titoli) quale estensione del pacchetto Kluwer Il 13 giugno scorso, il Direttore insieme al personale della Biblioteca di Medicina e di Scienze Varese, ha effettuato un sopralluogo allo scopo di ridefinire l organizzazione generale dei locali per arrivare ad una razionalizzazione nell utilizzo degli spazi esistenti sia per quanto riguarda la collocazione di materiale monografico e periodico che degli spazi destinati al pubblico ed ai servizi tecnici in maniera da contenere il più possibile i disagi derivanti dall esiguità dei locali disponibili. La soluzione individuata per la collocazione degli scaffali precedentemente utilizzati dalla Biblioteca di Economia e la riorganizzazione di quelli esistenti nelle varie sale e magazzini ha permesso di avere complessivamente disponibili in Biblioteca in aggiunta agli attuali 764,39 ml ulteriori 95,04 ml pari a circa volumi. Considerando quindi che, nonostante nell ambito disciplinare di riferimento la rilevanza e diffusione d uso delle risorse elettroniche possano far prevedere un parziale rallentamento nello sviluppo delle collezioni cartacee, si stima nell ordine dei 35 metri lineari l incremento annuo del patrimonio (questa stima non tiene conto di eventuali acquisizioni di rilevante entità), l ampliamento delle scaffalature e la loro disposizione permetteranno di far fronte per circa due anni e mezzo all ordinario sviluppo delle collezioni. Tale soluzione permette inoltre il mantenimento di 6 posti di consultazione rapida nella sala monografie. E stata inoltre individuata una possibile soluzione per la riorganizzazione dello spazio per il personale in previsione della presa di servizio di una nuova unità di personale destinata al servizio al pubblico (in particolare per il servizio di ILL/DD) e della diversa distribuzione di alcune attività funzionali fra il personale attualmente in servizio. Previa verifica con l Ufficio Prevenzione dell Ateneo, la soluzione individuata prevede la dislocazione presso l ufficio di Battagin, Maffioli e Pelucchi dove vengono svolte attività di back-office (acquisizioni beni e servizi, catalogazione, etc.) mentre al Bancone presteranno servizio, insieme al personale di cooperativa, Cermesoni e la nuova unità che si occupano del servizio di prestito interbibliotecario e document delivery. A cura del personale informatico del SiBA verrà effettuata una verifica generale per un organizzazione più ergonomica delle attrezzature informatiche. Si rende inoltre necessaria l acquisizione di una nuova postazione informatica. Il Comitato prende atto della proposta ed auspica che possa essere realizzata. 2. Regolamento SiBA: modifica a seguito della revisione dell'art. 57 dello Statuto relativa al Funzionamento dei Centri di Servizi 2.1 In data 23 giugno 2005 è entrato in vigore lo Statuto di Ateneo, con le modifiche deliberate dal Senato Accademico, approvate dal MIUR e pubblicate sulla GURI n. 131 dell Nello Statuto al Titolo IV Centri di servizi e di ricerca, all art. 57 CENTRI DI SERVIZI FUNZIONAMENTO è stata aggiunta la dicitura.e del personale tecnico amministrativo in servizio presso i centri, diventando L organizzazione e il funzionamento dei Centri di servizi sono disciplinati da appositi Regolamenti deliberati dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione. I Regolamenti definiscono le competenze e la composizione degli organi, nel rispetto della distinzione tra compiti di indirizzo e di gestione, assicurando la rappresentanza delle aree disciplinari e del personale tecnico-amministrativo in servizio presso i Centri, o delle strutture interessate negli organi di indirizzo. Il Coordinatore ricorda ai presenti che, a norma dell Art. 59 dello Statuto, è necessario, allo scopo di armonizzare il Regolamento del SiBA alle modifiche apportate allo Statuto, provvedere alla revisione dell Art. 9. Comitato Tecnico Scientifico: composizione e funzionamento.

6 SiBA - SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO COMITATO TECNICO SCIENTIFICO Pag. 6 di 16 Il Coordinatore ricorda inoltre che a norma dell art. 7 del Regolamento SiBA gli organi del Centro SIBA sono il Direttore e il Comitato Tecnico Scientifico. Il Comitato dopo ampio ed articolato dibattito approva all unanimità l inserimento di un rappresentante del personale tecnico-amministrativo in servizio presso il SIBA all interno del Comitato Tecnico Scientifico. Tale rappresentante dovrà essere eletto fra il personale tecnico amministrativo in servizio presso il SiBA dal personale stesso. Il Comitato Tecnico Scientifico, nominato con decreto rettorale, ha durata triennale ed è costituito da: a) un Delegato del Rettore che lo presiede con funzioni di Coordinatore b) i Presidenti del Consigli Scientifici delle Biblioteche c) il Direttore del SiBA d) il Vicedirettore del SiBA e) il Direttore del SIC o persona da questi designata f) uno studente, designato dai rappresentanti degli studenti nei Consigli Scientifici delle Biblioteche g) un rappresentante del personale tecnico amministrativo in servizio presso il SiBA eletto fra il personale in servizio presso il SiBA. Per l elezione si provvederà alla costituzione di una commissione elettorale unica e all istituzione di due seggi presso le sedi di Como e di Varese. Il Comitato dà mandato al Coordinatore ed al Direttore di predisporre una bozza delle modifiche da apportare al Regolamento secondo le linee indicate, da esaminare nella prossima riunione. 3. Provvedimenti per il personale 3.1 Il Consiglio di Amministrazione nella seduta dello scorso 16 giugno ha approvato la richiesta di autorizzazione ad effettuare un cambio d'area per 1 posto posizione D/1 area tecnica, tecnicoscientifica ed elaborazione dati in favore dell'area biblioteche da destinarsi alla posizione attualmente vacante in organico di Responsabile della Biblioteca di Medicina e di Scienze Varese. 3.2 A far data dal prossimo 25 luglio sarà esecutivo il trasferimento ad altra amministrazione pubblica della Sig.ra Concetta Tripodo. Per la copertura della posizione C/1 area biblioteche che si renderà vacante presso la Biblioteca di Economia si potrà attingere alla graduatoria del concorso espletato nel novembre 2002 che è valida sino al 6 dicembre Facendo seguito a quanto deliberato dal CTS nella seduta del 31 maggio scorso, è stato pubblicato l avviso di selezione per l individuazione di: - Un collaboratore, per un contratto di importo pari a ,00 lordi,che dovrà svolgere, presso la Biblioteca di Medicina e di Scienze di Varese, attività di supporto al personale della Biblioteca al fine di garantire il regolare svolgimento dei servizi di consultazione del materiale in essa conservato; del servizio di document delivery (reperimento di articoli non posseduti dalla biblioteca), del servizio di informazione bibliografica, nonché per la gestione del servizio di accesso ed utilizzo delle risorse elettroniche, la gestione dei nominativi e degli indirizzi IP del personale ospedaliero abilitato, nonché il trattamento dei dati personali per le esigenze di servizio. - Un collaboratore, per un contratto di importo pari a ,00 lordi, che dovrà svolgere, presso il Centro SiBA a Varese, attività di supporto al personale in rapporto alla gestione sia sotto il profilo biblioteconomico che amministrativo contabile dei contratti annuali e pluriennali stipulati per l accesso alle risorse elettroniche e le attività connesse, incluse a solo titolo esemplificativo e

7 SiBA - SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO COMITATO TECNICO SCIENTIFICO Pag. 7 di 16 non esaustivo, le procedure di valutazione, selezione ed acquisizione delle risorse, le procedure relative all abilitazione dell utenza presso gli editori, la rendicontazione periodica dei singoli contratti, la verifica delle forniture e servizi, le statistiche d utilizzo, ecc. Entro i termini sono pervenute 43 domande per la posizione presso la Biblioteca di Medicina e di Scienze di Varese e 38 domande per la posizione presso il SiBA. La Commissione giudicatrice riunitasi nei giorni 11, 12 e 15 luglio u.s. ha proceduto all esame comparativo dei curricula presentati, mirante ad accertare il possesso dei requisiti previsti, integrato da un colloquio teso ad accertare l attitudine dei candidati alle mansioni richieste e ha individuato: - nella persona della Dott.ssa Angela SMIRAGLIA il candidato idoneo a ricoprire la posizione per 1 posto di collaboratore per attività di supporto al personale della Biblioteca di Medicina e di Scienze - nella persona della Dott.ssa Monica SANDRINI il candidato idoneo a ricoprire la posizione per 1 posto di collaboratore per attività di supporto al personale del centro SiBA Il Comitato, presa visione dei verbali (Allegato n. 3, 4, 5) della Commissione, delibera unanime di conferire l incarico di collaborazione coordinata e continuativa presso la Biblioteca di Medicina e di Scienze alla dott. ssa Angela SMIRAGLIA e di conferire l incarico di collaborazione coordinata e continuativa presso il SiBA alla dott.ssa Monica SANDRINI. Le collaborazioni avranno inizio a partire dal mese di settembre. 3.4 Lo scorso 6 luglio la Dott.ssa Letizia Pelucchi ha partecipato, a Milano presso l Istituto Mario Negri, al Corso teorico-dimostrativo sulla patologia nella letteratura biomedica e uso della Cochrane Library organizzato dal Centro Cochrane Italiano. 3.5 Lo scorso 30 giugno, la Dott.ssa Daniela Maffioli ha partecipato, a Parma presso il Centro Cinema del Comune di Parma, al Seminario sul Diritto d autore nelle biblioteche e mediateche pubbliche. 3.6 La Dott.ssa Paola Sidoli, responsabile della Biblioteca di Scienze Como, ha presentato al Direttore Amministrativo richiesta di trasformazione del rapporto d'impiego da tempo parziale 77,77 % (28 ore) a tempo parziale 83,33 % (30 ore) a far data dal 1 settembre prossimo. 3.7 L attività istituzionale svolta dal Sistema Bibliotecario di Ateneo per fornire servizi all utenza presenta una significativa componente amministrativo-contabile connaturata alle procedure di acquisizione e gestione patrimoniale di beni e servizi. La complessità e diversificazione delle attività connesse all erogazione dei servizi rendono necessaria la definizione di una cornice organizzativa chiara che possa garantire una efficiente ed efficace gestione del servizio commisurato alle risorse umane disponibili in rapporto alle norme e regolamenti vigenti.

8 SiBA - SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO COMITATO TECNICO SCIENTIFICO Pag. 8 di 16 Nel mese di giugno si è provveduto alla periodica revisione delle procedure amministrativocontabili del Sistema Bibliotecario di Ateneo e all aggiornamento di un vademecum per tutto lo staff per l adempimento delle attività di acquisizione beni e servizi e relativa gestione patrimoniale. 3.8 Il 23 giugno scorso si è tenuta una riunione del gruppo di lavoro ALEPH interateneo Bicocca Insubria, e ne verrà tenuta un altra il prossimo 21 luglio a Varese dedicate alla pianificazione delle attività inerenti il progetto ACNP e l attivazione del modulo ILL. 3.9 Il 13 giugno scorso il Direttore ha esaminato con lo staff della Biblioteca di Medicina e di Scienze Varese lo stato di alcuni progetti e riesaminato l assetto organizzativo sia alla luce della disponibilità, orientativamente da settembre, di una nuova unità destinata al servizio di ILL/DD ed assistenza utenti nell ambito dell attività derivante dalla convenzione con l Ospedale di Circolo che di alcune criticità evidenziate nell andamento dei servizi. Sono state quindi ridefinite in parte le attività funzionali affidate al personale della Biblioteca. L'attività all'interno della biblioteca di Medicina e di Scienze Varese è organizzata, a partire dal 2003, per attività funzionale anziché per settore disciplinare ed ogni persona è responsabile dell'attività individuata sia per quanto riguarda Medicina che Scienze. Le attività riguardanti la partecipazione a gruppi di lavoro, la promozione di servizi, la raccolta di dati statistici ed i rapporti con il SiBA spettano a ciascuno secondo le funzioni di cui ognuno è responsabile. Attività ed orari straordinari dovranno essere concordati con la Direzione del SiBA. Per quanto riguarda le attività svolte in biblioteca: Battagin Cermesoni Maffioli Pelucchi recupero del pregresso materiale monografico e periodico, gestione amministrativa e biblioteconomica delle donazioni, supporto straordinario DD/ILL sino all arrivo della nuova unità in organico DD/ILL, referente SBBL per il servizio, coordinamento personale aggiuntivo, referente servizi al pubblico, organizzazione formazione utenti, servizi tecnici di supporto inclusa la gestione amministrativa dei beni e servizi correlati gestione amministrativa e biblioteconomica del materiale monografico corrente, delle banche dati su CD-ROM e DVD d interesse locale, attività di contatto con il CS Scienze Varese gestione amministrativa e biblioteconomica del materiale periodico cartaceo ed on line, attività di rilegatura, reference specialistico utenza accademica ed ospedaliera e referente SBBL per le risorse elettroniche correlate, attività di contatto con il CS Medicina Pelucchi e Maffioli hanno in carico la gestione della piccola cassa (50,00 ) rispettivamente per Medicina e Scienze Varese. Essendo al momento vacante la posizione di responsabile della Biblioteca di Medicina e di Scienze Varese la responsabilità del patrimonio e degli atti amministrativi inerenti l acquisizione di beni e servizi (buoni di carico, fatture, etc.) è direttamente del Direttore del SiBA. Per quanto riguarda le attività d interesse del Sistema Bibliotecario nel suo complesso ed in particolare i gruppi di lavoro: - Battagin è coordinatore del gruppo per la catalogazione, membro del gruppo di lavoro Bicocca-Insubria per Aleph, membro dei gruppi di lavoro ITALE per ACNP e risorse elettroniche. - Cermesoni è coordinatore del gruppo per la formazione, membro dei gruppo di lavoro ILL/DD e servizi per utenti disabili.

9 SiBA - SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO COMITATO TECNICO SCIENTIFICO Pag. 9 di 16 - Maffioli è membro dei gruppi di lavoro Web e Sistema informativo - Pelucchi è coordinatore del gruppo per la documentazione cartacea e membro del gruppo di lavoro Bicocca-Insubria per Aleph. Il Direttore, allo scopo di razionalizzare le attività collegate all acquisizione e gestione di beni e servizi di interesse comune della Biblioteca di Medicina e di Scienze Varese, propone ai rappresentanti dei Consigli Scientifici di Medicina e di Scienze Varese di valutare con i rispettivi Consigli e congiuntamente l opportunità di istituire un fondo comune per le spese di funzionamento ed acquisizione attrezzature ed arredi in maniera da non dover provvedere come, attualmente avviene, ad una duplice gestione amministrativo contabile e tecnica per necessità riferite ad identica struttura. I rappresentanti dei Consigli Scientifici di Medicina e di Scienze Varese, valutando positivamente la proposta, ritengono opportuno portarla all attenzione dei rispettivi Consigli Scientifici. 4. Verifica delle previsioni di spesa Viene presentata ai membri del Comitato la tabella con la previsione di spesa per il 2005 del SiBA e delle biblioteche (Allegato n. 6) predisposta lo scorso gennaio ed aggiornata al 15 luglio 2005 con l indicazione di quanto già impegnato dalle strutture a questa data. Sono state distinte in due colonne, nel foglio 1 (Dettaglio) le previsioni di spesa formulate ad inizio anno e quelle, aggiornate a luglio, allineate alla capacità di spesa dichiarata dalle Biblioteche, con l'indicazione di quanto già impegnato dalle strutture a questa data. Dall esame della tabella risulta come le Biblioteche di Economia, Medicina, Scienze di Varese, Scienze di Como abbiano formulato previsioni di spesa tali da superare sia l esiguo avanzo 2004 che la quota di dotazione assegnata in gennaio e la quota ripartita in febbraio per nuove iniziative didattiche (Scienze Como, Scienze Varese, Giurisprudenza), mentre la Biblioteca di Giurisprudenza ha ancora margine d azione determinato dalla necessità di contenere l acquisto di materiale bibliografico sino al trasferimento in spazi adeguati nella sede di Via Oriani. Tale margine potrebbe dover essere accantonato per la copertura dei costi di trasloco alla nuova sede. Nelle previsioni di spesa sono inclusi gli importi stimati per la sottoscrizione di nuovi contratti per risorse elettroniche per cui è stato espresso interesse dalle Biblioteche. Le previsioni di spesa formulate dal SiBA per gli impegni comuni sono in sostanziale pareggio rispetto alla dotazione disponibile. Il Coordinatore, sulla base dell esame del differenziato fabbisogno presentato dalle Biblioteche ed in particolare sulle necessità determinate dalla presenza di nuovi settori disciplinari, propone che venga esaminata per il prossimo anno la possibilità di ampliare la quota da destinarsi a questo scopo. 5. Deliberazioni in merito al 10% del finanziamento non ancora distribuito alle biblioteche 5.1 Il Coordinatore sottolinea come l assegnazione di fondi integrativi (pratica che a suo avviso ha dato risultati ottimi, consentendo di accrescere la flessibilità del bilancio delle biblioteche e di far fronte a bisogni non previsti inizialmente) non possa (del resto secondo la prassi seguita negli scorsi anni) essere direttamente commensurata agli scostamenti delle previsioni di spesa rispetto a quelle iniziali; si correrebbe altrimenti il rischio di ridurre l attenzione delle biblioteche rispetto al vincolo di bilancio. Propone inoltre di valutare l opportunità per il prossimo anno di modificare la quota di riserva passando dal 10% ad un 5% di quota di riserva da assegnarsi secondo gli attuali criteri e di destinare il restante 5% a seconda quota di ripartizione della dotazione alle biblioteche rispetto a quella iniziale di gennaio. In questo modo si ridurrebbe l incertezza delle biblioteche circa le loro

10 SiBA - SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO COMITATO TECNICO SCIENTIFICO Pag. 10 di 16 disponibilità, conservando tuttavia un margine di flessibilità; il ritardo nella distribuzione consentirebbe di far fronte a impegni non prevedibili a livello del sistema bibliotecario. Viste queste considerazioni e quelle di cui al punto precedente; tenuto conto delle previsioni di spesa delle singole biblioteche e del SiBA; il Coordinatore propone e il Comitato delibera all unanimità di destinare all acquisizione dei Backfile Nature quale iniziativa di interesse comune, attribuendoli al SiBA e di provvedere alla distribuzione di (parte della riserva del 10% accantonata a gennaio), così ripartiti: a Medicina a Scienze Varese a Economia a Scienze Como Non si ritiene di integrare l assegnazione alla Biblioteca di Giurisprudenza, considerato l avanzo dovuto alle difficoltà logistiche e organizzative che ne hanno quest anno ridotto la capacità di spesa. Il Comitato prenda atto della prevedibile crescita del fabbisogno, una volta avvenuto il trasferimento nella nuova sede di via Oriani. 6. Risorse elettroniche - banche dati e riviste on line 6.1 Il 30 giugno scorso è scaduto il contratto annuale per l'accesso alla banca dati d'interesse per la Biblioteca di Scienze Como Cross Fire + Gmelin disponibile attraverso CILEA all'interno della Convenzione CILEA-Insubria Il preventivo formulato dal CILEA (Allegato n. 7) per il rinnovo per il periodo ha un importo di: Cross Fire + Abstract 4.040,00 + IVA 20% GMelin 1.348,00 + IVA 20% Per un importo complessivo di 5.388,00 + IVA 20% L'importo graverà sulla dotazione di Scienze Como che ha già confermato il proprio interesse al rinnovo del contratto. Il Comitato approva all'unanimità. 6.2 Nature Il CILEA, nell ambito del contratto consortile per le pubblicazioni dell editore Nature Publishing Group in data 15 luglio scorso ha inviato preventivo (Allegato n. 8) per il servizio Nature Weekly Archives, e due nuove riviste Nature Physics - Nature Chemical Biology per cui hanno espresso interesse Scienze Como e Scienze Varese. Il costo del servizio di accesso ai backfile della pubblicazione Nature Weekly sia che (UNA TANTUM da corrispondere in occasione della sottoscrizione del servizio) è: - Archives Nature Weekly (UNA TANTUM) 8.500,00 (+ IVA 20 %) - Archives Nature Weekly (UNA TANTUM: questo prezzo è valido se non si sottoscrivono gli archivi ) ,00 (+ IVA 20 %) - Archives Nature Weekly (UNA TANTUM: questo prezzo è valido se si sottoscrivono gli archivi )

11 SiBA - SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO COMITATO TECNICO SCIENTIFICO Pag. 11 di ,00 (+ IVA 20 %) Per gli anni successivi (a partire dal secondo, nel nostro caso 1 febbraio gennaio 2007 vista la scadenza del contratto consortile in essere) verrà richiesto un pagamento annuale delle seguenti quote di mantenimento (a seconda del prodotto sottoscritto): Archives Nature Weekly quota di mantenimento 330,00 (+ IVA 20 %) Archives Nature Weekly quota di mantenimento 970,00 (+ IVA 20 %) Queste quote sono valide per il secondo anno, e potrebbero subire variazioni negli anni successivi a seconda degli andamenti dei prezzi di listino. Il costo del servizio Nature Chemical Biology per il periodo 1 settembre gennaio 2006 è di 1.100,00 (+ IVA 20 %). Questo prezzo, che prevede uno sconto PRE-PUB del 20 % in aggiunta allo sconto consortile, è valido solo se la sottoscrizione dell ordine avviene il 25 luglio Il costo del servizio Nature Physics per il periodo 1 ottobre gennaio 2006 è di 880,00 (+ IVA 20 %). Il prodotto sarà pubblicato dall inizio di ottobre; questo prezzo, con sconto PRE-PUB del 20 % in aggiunta allo sconto consortile, è valido solo se la sottoscrizione dell ordine avviene entro la fine di ottobre Il Comitato all unanimità approva la sottoscrizione del servizio: - Archives Nature Weekly ,00 (+ IVA 20 %) Il costo per l acquisizione UNA TANTUM, nell ambito della convenzione CILEA, dell archivio per un importo di IVA inclusa graverà su fondi SIBA a questo scopo destinati dalla ripartizione del fondo di riserva del 10%. Il Comitato all unanimità non ha ritenuto d interesse la sottoscrizione dei servizi Nature Chemical Biology, Nature Physics e Archives Nature Weekly Su richiesta del Consiglio Scientifico di Scienze Varese l 11 maggio scorso è stato attivato un trial per la banca dati fotografica Alinari ed è stato acquisito un preventivo (Allegato n. 9) per la sottoscrizione dell abbonamento al servizio fornitore unico ed esclusivo della risorsa. La risorsa potrebbe risultare di particolare interesse a supporto della didattica e della ricerca per il settori disciplinari relativi all area delle scienze della comunicazione e per il corso di laurea in beni culturali, rispettivamente afferenti alle Facoltà di Scienze di Varese e Como. Nella riunione dello scorso 31 maggio il Comitato aveva ritenuto opportuno attendere il termine del periodo di trial, previsto per il 3 luglio prossimo, per analizzarne i risultati prima di procedere ad una deliberazione in merito. L'offerta prevede l'accesso per due anni alla banca dati per IP, per un numero illimitato di utenti contemporanei, con possibilita' di stampare o scaricare liberamente le immagini a bassa risoluzione e crediti per la stampa download delle immagini ad una più alta risoluzione 480x480 organizzati in 20 pacchetti con accesso tramite login e password. L accesso al servizio è consentito anche da remoto. Il costo complessivo per il contratto a validità biennale è di IVA 20 %. E possibile consultare e visualizzare fotografie, ricercabili attraverso un albero gerarchico di 61 classi iconografiche con oltre parole chiave, redatto in collaborazione con le Università degli Studi di Firenze e Venezia.

12 SiBA - SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO COMITATO TECNICO SCIENTIFICO Pag. 12 di 16 Le immagini provengono sia dall Archivio Alinari e dal Museo di Storia della Fotografia Fratelli Alinari (ricchi di oltre immagini) sia dai principali Archivi e Corpus Fotografici dei Musei e delle Università di tutto il mondo, nonché da importanti Archivi depositari di aspetti diversi della storia e della cultura internazionale: dalla Biblioteca Apostolica Vaticana, all Archivio americano Corbis. Le fotografie riguardano l intero scibile umano, particolarmente incentrate sui settori dell Arte, Architettura e Design, Letteratura, Storia, Costume e Società, Scienza e Medicina, Astronomia, Botanica e Agricoltura, Cinema e Spettacolo. - discipline umanistico-artistiche immagini - discipline storico-economico-sociali immagini - discipline scientifiche immagini Le immagini, corredate di didascalie e riferimenti spazio-temporali e parole chiave per ricerche interdisciplinari, possono essere stampate e scaricate per inserimento nelle ricerche, nelle dispense e per usi puramente didattici. I contenuti possono essere ricercati in base alle conoscenze dell utente - sia attraverso i Thesauri iconografici e geografici, sia attraverso ricerche libere, per liste o ricerche analitiche, dove cioè si fa distinzione fra il soggetto reale fotografato e il soggetto raffigurato nell opera d arte. Scienze Varese ritiene di particolare interesse per la componente di Scienze della Comunicazione l acquisizione di questa risorsa mentre Scienze Como per la componente di Scienze dei beni e delle attività culturali non lo ha ritenuto d interesse. Il Comitato approva all unanimità la sottoscrizione del contratto di durata biennale per l accesso alla banca dati Alinari il cui costo, IVA 20% graverà sulla dotazione di Scienze Varese. 6.4 Il CILEA in collaborazione con DEA Librerie Internazionali ha inviato una proposta di sottoscrizione consortile relativa all accesso alla banca dati WWS Worldwide Standard Service Plus curata e pubblicata da IHS ( (Allegato n. 10). La banca dati è basata su un indice cumulativo articolato denominato World Standards Index Plus. World Standards Index Plus consiste in un repertorio di spogli di standards (oltre ) pubblicati da 700 enti normatori di tutto il mondo a cui è possibile collegare il full-text delle raccolte di interesse. Tra questi vi sono enti normatori internazionali quali ISO (International standardization Organization) e IEC (International Electrotechnical Commission), ICAO (International Civil Aviation Organization), IMO (International Maritime Organization) e ITU (International Telecommunications Union). Altri enti, pur non presentandosi come internazionali, curano standards adottati a livello mondiale come ASME (American Society of Mechanical Engineers), SAE (Society for Automotive Engineers), ASTM (American Society for testing and materials). Sono, infine da ricordare gli standards curati da entità plurinazionali quali quelli emessi dalle comissioni afferenti alla Unione Europea e quelli curati da enti normalizzatori nazionali quali le UNI per l Italia il BS per la il Regno Unito e il DIN per la Germania. I records descrittivi delle norme indicizzate contengono i seguenti campi tutti ricercabili: il numero del documento, le parole del titolo e, se presente, dell abstract, i descrittori del thesaurus IHS, il nome o l acronimo dell ente curatore della norma, la data di pubblicazione, l area geografica di appartenenza dell ente. Il record contiene, inoltre, l indicazione della tipologia esatta del documento, il numero delle pagine e può essere esportato o stampato. Infine, se lo standard selezionato fa parte di una raccolta per la quale è stato acceso l abbonamento al full text, dalla scheda descrittiva si passa al file di immagine contenente il documento completo che è possibile sfogliare e stampare. La banca dati è aggiornata nella versione INTERNET (disponibile dal 1luglio 2005 nell ambito del progetto consortile CILEA) quotidianamente.

13 SiBA - SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO COMITATO TECNICO SCIENTIFICO Pag. 13 di 16 Il CILEA richiede in questa fase una segnalazione d interesse alla proposta per la formulazione di un offerta. Il Comitato all unanimità non ha ritenuto d interesse la proposta. 6.5 Il Cilea ha trasmesso una proposta per la stipula di un contratto consortile per l accesso alle pubblicazioni della World Bank (Allegato n. 11) di interesse per l ambito economico ed economico giuridico. I pacchetti offerti sono: WDI Online World Developer Indicators GDF Online Global Development Finance E-Library World Bank e-library Il periodo di sottoscrizione è annuale con validità dal 1 gennaio al 31 dicembre. In caso di acquisto in forma consortile è possibile ottenere uno sconto sui prezzi di listino del 10% per tutti i sottoscrittori. E possibile richiedere un periodo di trial del prodotto per il periodo settembre-ottobre Nella riunione del CTS SiBA del 28 aprile 2004 la risorsa non era stata al momento ritenuta d interesse da Economia ma in considerazione dell evolversi delle attività di ricerca il Consiglio Scientifico di Economia ha espresso interesse all attivazione del trial per poter effettuare una nuova valutazione della risorsa. Il Comitato all unanimità da mandato al Direttore per la richiesta di attivazione del trial attraverso il CILEA. 6.6 In previsione del rinnovo per il periodo 1 settembre agosto 2006 del contratto consortile, di durata annuale, stipulato con il Consorzio Mathscinet, di interesse della Biblioteca di Scienze Como, in data 14 luglio scorso è pervenuta richiesta di conferma (Allegato n. 12) alla partecipazione al Consorzio su cui Scienze Como ha espresso parere favorevole. Si ricorda che la vigente normativa prevede che i servizi prestati tramite mezzi elettronici - come nel caso della base dati MathSciNet siano soggetti al pagamento dell IVA (20%). Il Comitato all unanimità conferma la partecipazione al Consorzio Mathscinet. sottoscrizione della risorsa graveranno sulla dotazione di Scienze Como. I costi di 6.7 Il CINECA ha inviato una proposta relativa al servizio IONIO Servizio Informativo per la Ricerca, contenente informazioni sul territorio italiano provenienti da varie fonti (ISTAT, Banca d'italia, Ufficio Italiano Cambi, Borsa). Attraverso IONIO vengono forniti strumenti per l'analisi dei dati e la navigazione guidata nelle banche dati disponibili. Il Sistema e' nato come strumento didattico e di ricerca, per cui viene data rilevanza anche alla documentazione fornita sui dati. Viene attualmente utilizzato da molti atenei italiani ed e' raggiungibile anche attraverso i loro portali di ateneo. Il sito e' raggiungibile all'indirizzo: e dalla home page del loro centro di calcolo E possibile trovare on-line i contenuti del Servizio ed utilizzare un codice di accesso dimostrativo per vedere i servizi disponibili.

14 SiBA - SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO COMITATO TECNICO SCIENTIFICO Pag. 14 di 16 Per le Universita' Consorziate col CINECA, fra cui l Insubria l'abbonamento e' gratuito. Il Comitato, valutata la proposta ed in considerazione dell interesse multidisciplinare che riveste e della sua gratuità, delibera all unanimità l attivazione del servizio. 7. Autorizzazioni alla spesa e variazioni di bilancio 7.1 Il Direttore illustra brevemente le variazioni di bilancio (Allegato n. 13) e ne chiede la ratifica. Il Comitato approva unanime. 8. Varie ed eventuali 8.1 In data 12 luglio il Centro Internazionale di Ricerca per le Storie Locali e le Diversità Culturali dell Università ha trasmesso al SiBA una comunicazione inoltratagli dal Rettore da parte del Centro Internazionale di Studi Roma Imago Urbis (Allegato n. 14) in cui si segnala la pubblicazione multimediale Enciclopedia Roma Imago Urbis (XV film monografici e XV volumi). Il Centro Roma Imago Urbis propone l acquisizione dell opera alle università ad un prezzo che lascia alle università stabilire (prezzo di listino 1.390,00) nell auspicio di contribuire a far meglio conoscere il patrimonio culturale italiano. Il Centro richiede una valutazione in merito alla proposta. Il Direttore sottopone all attenzione dei membri del Comitato la proposta. Il Comitato ritiene opportuno acquisire maggiori elementi in merito alla risorsa e dà mandato al Prof. Lazzarini di effettuare una valutazione in merito. 8.2 E pervenuta al SiBA da parte dell ufficio legale che rappresenta gli eredi del Prof. Carotenuto con il mandato di trattare la vendita della biblioteca del professore, situata in Roma una segnalazione in merito (Allegato n. 15). La Biblioteca è costituita da testi schedati a mezzo cartaceo o informatico, oltre una variegata serie di enciclopedie, i volumi delle quali non rientrano nel gruppo dei sopraccitati Tali volumi ineriscono alle principali branche del sapere tra le quali spiccano, oltre a psicologia e a psicoanalisi in tutte le loro molteplici sfaccettature, discipline quali Letteratura, Filosofia, Arte, Cinema, Religione, Storia, Sociologia, Mitologia, Antropologia, Scienza, Sessuologia. Numerosi sono anche i testi di saggistica varia, che includono sia trattati classici che opere contemporanee e a carattere divulgativo. Da segnalarsi, inoltre, la presenza di importanti riviste psicoanalitiche, degne di nota, riviste prestigiose, molte delle quali il professore Carotenuto ha raccolto e custodiva sin dal primo numero. La raccolta dovrebbe complessivamente ammontare a circa volumi. Il Direttore sottopone all attenzione dei membri del Comitato la proposta. Il Comitato ritiene opportuno acquisire maggiori elementi in merito e di esaminare la proposta nelle prossime riunioni. 8.3 Il Consiglio Scientifico di Scienze della Biblioteca di Medicina e di Scienze Varese, nella seduta dello scorso 5 luglio, ha proposto, in considerazione del previsto aumento dell utilizzo del supporto multimediale, sia dal punto di vista didattico che della ricerca per il settore di Scienze della Comunicazione, che il CTS SiBA esamini l opportunità di aderire all AVI Associazione Videoteche Mediateche Italiane.

15 SiBA - SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO COMITATO TECNICO SCIENTIFICO Pag. 15 di 16 Il Direttore ricordando che nella riunione dello scorso 13 aprile erano state brevemente illustrate le caratteristiche dell AVI (Allegato n. 16), sottolinea che si tratta di un associazione culturale senza scopo di lucro, costituitasi nel 2002 e di cui fanno parte diverse biblioteche di ente locale che si occupa delle problematiche inerenti la gestione di questa particolare tipologia di biblioteche. In particolare l AVI ha stipulato un protocollo d'intesa con la SIAE per la regolamentazione del servizio di consultazione e prestito di materiale audiovisivo e il "non semplice" riconoscimento di un servizio pubblico che non fosse il classico videonoleggio commerciale. A norma dell Art. 2 dell Atto costitutivo L'Associazione persegue le seguenti finalità di natura scientifica e culturale: a) promuovere l'organizzazione e lo sviluppo in Italia delle videoteche e mediateche, nonché di un servizio che tenga in considerazione le esigenze dell'utenza; b) svolgere il ruolo di rappresentanza, in ogni ambito culturale, scientifico, tecnico, giuridico e legislativo, per tutto ciò che concernere l'organizzazione dei servizi e della documentazione delle videoteche e mediateche; c) fornire ai propri associati supporti scientifici e tecnici per l'aggiornamento professionale; d) contribuire in ogni sede agli orientamenti ed alle scelte di politica delle videoteche e mediateche; e) promuovere il rispetto dei principi deontologici nella gestione delle videoteche e mediateche; Per il raggiungimento delle finalità sopra indicate l'associazione ricerca e promuove confronti e collegamenti con le forze sociali, culturali, politiche, sindacali, economiche, imprenditoriali, nonché dell'istruzione e della ricerca e coopera con altre associazioni europee e con organismi comunitari e internazionali. A norma dell Art.5 dell Atto costitutivo Sono associati dell'associazione, oltre ai partecipanti all'atto costitutivo, tutti coloro, persone giuridiche, associazioni, enti o videoteche, mediateche e archivi audiovisivi a loro appartenenti, che ne condividono in modo espresso gli scopi e presentano richiesta scritta. E' espressamente escluso ogni limite sia temporale che operativo al rapporto associativo medesimo ed ai diritti che ne derivano. La domanda di adesione comporta di per sé, l'accettazione dello Statuto e l'impegno di uniformarsi ad esso. Spetta al Consiglio Direttivo deliberare sulle domande di ammissione. In caso di mancato diniego del Consiglio Direttivo entro 60 (sessanta) giorni dalla domanda di adesione a socio, quest'ultima si intende accettata. Gli associati vengono ammessi a far parte dell'associazione senza limiti di tempo. Tutti gli associati sono obbligati al versamento della quota associativa annuale. Gli associati cessano di appartenere all'associazione, oltre che per scioglimento, per recesso o esclusione. Il recesso dell'associato può avvenire in ogni momento, ma produce effetto con lo scadere dell'anno in corso. E' possibile associarsi all'avi e quindi usufruire dell'accordo stipulato con SIAE inviando richiesta di iscrizione alla sede legale/amministrativa dell'associazione. La quota di iscrizione annua è attualmente fissata in 100. Il Comitato, approva unanime l associazione all AVI dando mandato al Direttore di provvedere ai passi necessari al suo perfezionamento.

16 SiBA - SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO COMITATO TECNICO SCIENTIFICO Pag. 16 di 16 La prossima riunione del CTS viene fissata per mercoledì 28 settembre alle ore in videoconferenza. Alle ore non essendovi altro da discutere, il Coordinatore ringrazia i presenti e dichiara chiusa la seduta. IL COORDINATORE (prof. Alberto Sdralevich) IL DIRETTORE (dott.ssa Alessandra Bezzi)

Presiede il Coordinatore Svolge funzione di Segretario verbalizzante il Dott. Gabriele Panella

Presiede il Coordinatore Svolge funzione di Segretario verbalizzante il Dott. Gabriele Panella In videoconferenza - a Varese presso la sala riunioni corpo rotondo in Via Ravasi 2, a Como presso la sala riunioni del Prorettorato al V piano di Via Valleggio 11 - si è riunito alle ore 15.00 del 9 ottobre

Dettagli

REGOLAMENTO DI BIBLIOTECA

REGOLAMENTO DI BIBLIOTECA REGOLAMENTO DI BIBLIOTECA Emanato con D.R. n. 437 del 07/11/2012. Art.1 (La Biblioteca) 1. La Biblioteca è un sistema coordinato di Servizi, istituzionalmente preposto a garantire supporto alla ricerca,

Dettagli

Presiede il Coordinatore Prof. Alberto Sdralevich Svolge funzione di Segretario verbalizzante il Dott. Gabriele Panella

Presiede il Coordinatore Prof. Alberto Sdralevich Svolge funzione di Segretario verbalizzante il Dott. Gabriele Panella SiBA - SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO COMITATO TECNICO SCIENTIFICO VERBALE N 1 SEDUTA DEL 16 GENNAIO 2002 Negli uffici della Biblioteca Biomedica in Via Dunant 3 a Varese si è riunito alle ore 15.00 il

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE CONVENZIONE PER L ISTITUZIONE DEL CENTRO INTERUNIVERSITARIO DI RICERCA SUL TURISMO (CIRT) L anno 201X il giorno 15 del mese di dicembre tra: L'Università degli Studi di Firenze, con sede a Firenze, Piazza

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara

Università degli Studi di Ferrara Università degli Studi di Ferrara Regolamento per il conferimento di Borse e Premi di studio nel campo della formazione con esclusione dei progetti comunitari o di internazionalizzazione Senato Accademico

Dettagli

6. SUPPORTI INFORMATIVI

6. SUPPORTI INFORMATIVI SiBA - SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO Il Sistema Bibliotecario di Ateneo coordina l acquisizione e la gestione del patrimonio bibliografico e documentale necessario al supporto di tutte le attività di

Dettagli

Titolo I Disposizioni generali Articolo 1 (Ambito di applicazione)

Titolo I Disposizioni generali Articolo 1 (Ambito di applicazione) REGOLAMENTO INTERNO IN MATERIA DI CORSI DI FORMAZIONE FINALIZZATA E PERMANENTE, DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI DI PRIMO E SECONDO LIVELLO E DEI MASTER DI ALTO APPRENDISTATO (emanato con decreto rettorale

Dettagli

REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT

REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT INDICE Titolo I - Premessa... 2 Art. 1 Finalità... 2 Art. 2 Ambito di applicazione... 2 Art. 3 Definizioni... 2 Titolo II Organi del dipartimento e

Dettagli

STATUTO del Consorzio Interuniversitario per l Università Telematica della Sardegna

STATUTO del Consorzio Interuniversitario per l Università Telematica della Sardegna Università degli Studi di Cagliari Università degli Studi di Sassari STATUTO del Consorzio Interuniversitario per l Università Telematica della Sardegna ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE OGGETTO SEDE 1. Il Consorzio

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI DOTTORATO IN SCIENZE GIURIDICHE ED ECONOMICHE. Art. 1. (Ambito di applicazione)

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI DOTTORATO IN SCIENZE GIURIDICHE ED ECONOMICHE. Art. 1. (Ambito di applicazione) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI DOTTORATO IN SCIENZE GIURIDICHE ED ECONOMICHE Art. 1 (Ambito di applicazione) Il presente Regolamento disciplina le finalità, l organizzazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE, L AGGIORNAMENTO ED I CREDITI FORMATIVI DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE, L AGGIORNAMENTO ED I CREDITI FORMATIVI DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE, L AGGIORNAMENTO ED I CREDITI FORMATIVI DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO Premessa L Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia considera la formazione e l aggiornamento

Dettagli

Regolamento della Biblioteca di Filosofia

Regolamento della Biblioteca di Filosofia Regolamento della Biblioteca di Filosofia (Proposta approvata dal Consiglio di Dipartimento nella seduta del 28 marzo 2000) La Biblioteca di Filosofia dell'università degli Studi di Milano, sita in Via

Dettagli

SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO

SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO Premessa Il Sistema Bibliosan promosso dal Ministero della Salute si avvale della rete delle biblioteche degli Enti di ricerca biomedici italiani. A Bibliosan

Dettagli

STATUTO APPROVATO 30.04.2014 ASSOCIAZIONE UNITI PER CRESCERE ONLUS ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE. ART.1 (Denominazione, sede, comunicazione)

STATUTO APPROVATO 30.04.2014 ASSOCIAZIONE UNITI PER CRESCERE ONLUS ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE. ART.1 (Denominazione, sede, comunicazione) STATUTO APPROVATO 30.04.2014 ASSOCIAZIONE UNITI PER CRESCERE ONLUS ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE ART.1 (Denominazione, sede, comunicazione) E costituita, nel rispetto del Codice Civile e della normativa

Dettagli

REGOLAMENTO BIBL. STORIA DELLA MUSICA

REGOLAMENTO BIBL. STORIA DELLA MUSICA REGOLAMENTO BIBL. STORIA DELLA MUSICA ART. 1 PRINCIPI GENERALI La Biblioteca di Storia della Musica del Dipartimento di Studi Greco-Latini, Italiani, Scenico-Musicali è una struttura di supporto alla didattica

Dettagli

Consorzio S.I.R. Umbria (L.r. 31 luglio 1998, n.27)

Consorzio S.I.R. Umbria (L.r. 31 luglio 1998, n.27) CONVENZIONE TRA LA REGIONE DELL UMBRIA, LE AMMINISTRAZIONI PROVINCIALI DI PERUGIA E TERNI, I COMUNI DELL UMBRIA LE COMUNITÀ MONTANE DELL UMBRIA PREMESSO CHE: - La legge regionale 31 luglio 1998, n. 27

Dettagli

Statuto di World Vision Italia Onlus (4 marzo 2008 e successive modifiche)

Statuto di World Vision Italia Onlus (4 marzo 2008 e successive modifiche) Statuto di World Vision Italia Onlus (4 marzo 2008 e successive modifiche) 1. Denominazione 1.1 L associazione è denominata: World Vision Italia ONLUS 1.2 Il nome e il logo di World Vision Italia ONLUS

Dettagli

Art. 1 Denominazione e sede E costituita a Milano, in Via Ezio Biondi1, cap.20154, l Associazione denominata Milano Loves You.

Art. 1 Denominazione e sede E costituita a Milano, in Via Ezio Biondi1, cap.20154, l Associazione denominata Milano Loves You. STATUTO DELL ASSOCIAZIONE MILANO LOVES YOU Art. 1 Denominazione e sede E costituita a Milano, in Via Ezio Biondi1, cap.20154, l Associazione denominata Milano Loves You. Art. 2 Scopo L Associazione non

Dettagli

Università di Pisa DOTTORATO IN LETTERATURE STRANIERE MODERNE (INGLESE, FRANCESE, SPAGNOLO, TEDESCO) REGOLAMENTO

Università di Pisa DOTTORATO IN LETTERATURE STRANIERE MODERNE (INGLESE, FRANCESE, SPAGNOLO, TEDESCO) REGOLAMENTO Università di Pisa DOTTORATO IN LETTERATURE STRANIERE MODERNE (INGLESE, FRANCESE, SPAGNOLO, TEDESCO) REGOLAMENTO Art. 1 Istituzione del Corso di Dottorato di Ricerca Il corso di Dottorato di Ricerca in

Dettagli

Come già comunicato, lʹassemblea straordinaria del CUIA ha approvato il nuovo Statuto del Consorzio cui è

Come già comunicato, lʹassemblea straordinaria del CUIA ha approvato il nuovo Statuto del Consorzio cui è Febbraio 2009 C o n s o r z i o I n t e r u n i v e r s i t a r i o I t a l i a n o p e r l A r g e n t i n a CUIA N EWS Come già comunicato, lʹassemblea straordinaria del CUIA ha approvato il nuovo Statuto

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MAD EVENTI. ARTICOLO 1 - E costituita l associazione di promozione sociale di

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MAD EVENTI. ARTICOLO 1 - E costituita l associazione di promozione sociale di STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MAD EVENTI ARTICOLO 1 - E costituita l associazione di promozione sociale di tipo culturale denominata MAD EVENTI con sede in Lucca, frazione Monte San Quirico, Via

Dettagli

Procedure per l'acquisizione di personale, il conferimento di incarichi e gli appalti

Procedure per l'acquisizione di personale, il conferimento di incarichi e gli appalti In base all'art. 18 della Legge n. 133 /2008, le società a partecipazione pubblica totale o di controllo sono tenute all'adozione, con propri provvedimenti, di criteri e modalità per il reclutamento del

Dettagli

Federazione Sindacale Italiana Osteopati

Federazione Sindacale Italiana Osteopati Fe.S.I.Os. FEDERAZIONE SINDACALE ITALIANA OSTEOPATI Associazione no profit STATUTO ART.1- DENOMINAZIONE È costituita una Associazione denominata Federazione Sindacale - con la sigla Fe.S.I.Os.. Essa è

Dettagli

Senato Accademico del 30 novembre 2011 ALLEGATO al punto XII EVENTUALI 1. Scuole Dottorali venete - Regolamenti

Senato Accademico del 30 novembre 2011 ALLEGATO al punto XII EVENTUALI 1. Scuole Dottorali venete - Regolamenti Senato Accademico del 30 novembre 2011 ALLEGATO al punto XII EVENTUALI 1. Scuole Dottorali venete - Regolamenti REGOLAMENTO Scuola Superiore di Economia e Management Scuola di dottorato di ricerca interateneo

Dettagli

STATUTO CON SEDE IN VENEZIA. Carattere, scopo, sede e mezzi della Deputazione. Art. 2. La Deputazione ha personalità giuridica e sede in Venezia.

STATUTO CON SEDE IN VENEZIA. Carattere, scopo, sede e mezzi della Deputazione. Art. 2. La Deputazione ha personalità giuridica e sede in Venezia. STATUTO DELLA DEPUTAZIONE DI STORIA PATRIA PER LE VENEZIE CON SEDE IN VENEZIA Carattere, scopo, sede e mezzi della Deputazione Art. 1. La Deputazione di storia patria per le Venezie è un associazione che

Dettagli

POLITECNICO DI MILANO

POLITECNICO DI MILANO Rep. n. 2235 Prot. n. 25405 Data 05 agosto 2013 Titolo I Classe 3 UOR AG POLITECNICO DI MILANO IL RETTORE VISTA la Legge 09.05.1989, n. 168 Istituzione del Ministero dell'università e della ricerca scientifica

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI ROMA TRE CENTRO DI STUDI ITALO-FRANCESI

UNIVERSITA DEGLI STUDI ROMA TRE CENTRO DI STUDI ITALO-FRANCESI UNIVERSITA DEGLI STUDI ROMA TRE CENTRO DI STUDI ITALO-FRANCESI REGOLAMENTO Art. 1 - Istituzione del Centro Il presente Regolamento concerne le attribuzioni, la gestione e il funzionamento del Centro di

Dettagli

REGOLAMENTO BIBLIOTECA AZIENDALE Deliberazione n. 268 del 05.05.2011

REGOLAMENTO BIBLIOTECA AZIENDALE Deliberazione n. 268 del 05.05.2011 REGOLAMENTO BIBLIOTECA AZIENDALE Deliberazione n. 268 del 05.05.2011 Articolo 1 Carattere e finalità La Biblioteca si propone prioritariamente di fornire strumenti utili alla ricerca, all aggiornamento

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001 REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001 PRESENTAZIONE TITOLO PRIMO: Finalità del servizio TITOLO SECONDO: Direzione, personale e

Dettagli

Istituto Galileo. CRFF (Centro di Ricerca e Formazione Frosinone) STATUTO

Istituto Galileo. CRFF (Centro di Ricerca e Formazione Frosinone) STATUTO Istituto Galileo CRFF (Centro di Ricerca e Formazione Frosinone) STATUTO Approvato con delibera del Consiglio Comunale di Frosinone n. 6 del 2.3.2011 Art. 1 Costituzione e sede. Il Comune di Frosinone

Dettagli

MODIFICA AL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO AI SENSI DELL ART. 24 DELLA LEGGE 240/2010

MODIFICA AL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO AI SENSI DELL ART. 24 DELLA LEGGE 240/2010 MODIFICA AL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO AI SENSI DELL ART. 24 DELLA LEGGE 240/2010 Emanato con D.R. n. 12097 del 5.6.2012 Pubblicato all Albo Ufficiale dell Ateneo

Dettagli

FormaFarma. Associazione culturale senza scopo di lucro S T A T U T O

FormaFarma. Associazione culturale senza scopo di lucro S T A T U T O FormaFarma Associazione culturale senza scopo di lucro Art 1 Denominazione e sede S T A T U T O È costituita l Associazione culturale sotto la denominazione: FormaFarma - Associazione culturale senza scopo

Dettagli

Atto costitutivo dell associazione - organizzazione di volontariato. Il giorno, alle ore, nel Comune di

Atto costitutivo dell associazione - organizzazione di volontariato. Il giorno, alle ore, nel Comune di Atto costitutivo dell associazione - organizzazione di volontariato Il giorno, alle ore, nel Comune di Via n. con la presente scrittura privata si sono riuniti i sig.ri (1): per costituire l organizzazione

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO E STATUTO

ATTO COSTITUTIVO E STATUTO ATTO COSTITUTIVO E STATUTO Oggi i sottoscritti : Xy nato a.residente in..c.f.. convengono e stipulano il seguente atto: 1) E costituita con sede a un Associazione tra i Gruppi di Acquisto Solidale (da

Dettagli

1 Bando per la concessione di contributi per l avvio e lo sviluppo di collaborazioni internazionali dell Ateneo anno 2014

1 Bando per la concessione di contributi per l avvio e lo sviluppo di collaborazioni internazionali dell Ateneo anno 2014 AREA RICERCA E SVILUPPO U.O.A. COOPERAZIONE INTERNAZIONALE PER LA FORMAZIONE E LA RICERCA BANDO INTEGRATO CON LE MODIFICHE DI CUI AL DECRETO RETTORALE N. 4163 DEL 25.11.2014 Vedi art. 2 - Modalità di presentazione

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO PER IL RECLUTAMENTO DI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO DI ATENEO PER IL RECLUTAMENTO DI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO DI ATENEO PER IL RECLUTAMENTO DI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento disciplina il reclutamento di personale addetto allo svolgimento di attività

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO E CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DEL MUSEO INTERNAZIONALE DELLE CERAMICHE IN FAENZA

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO E CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DEL MUSEO INTERNAZIONALE DELLE CERAMICHE IN FAENZA - Fondazione Allegato a) alla decisione n. 23/PR del 8.03.2006 REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO E CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DEL MUSEO INTERNAZIONALE DELLE CERAMICHE IN FAENZA Art. 1 - Istituzione

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DI RICERCATORI CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 14 DELLA LEGGE 230/05

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DI RICERCATORI CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 14 DELLA LEGGE 230/05 Emanato con D.R. n. 301 del 16/4/2009, modificato con D.R. 57 del 3/02/2010 REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DI RICERCATORI CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 14 DELLA LEGGE 230/05

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE STATUTO DELL ASSOCIAZIONE Art. 1 Denominazione Sede - Durata E costituita l Associazione di volontariato denominata Unione Samaritana ONLUS, con sede in Milano piazza Ospedale Maggiore 3, presso l Azienda

Dettagli

STATUTO DELLA FONDAZIONE

STATUTO DELLA FONDAZIONE STATUTO DELLA FONDAZIONE Art. 1 Scopi Tra i costituiti, che si sono proposti di dare un impulso vivo e concreto allo sviluppo dell Europa e dell unità politica europea, attraverso progetti di studio, di

Dettagli

Regolamento per la Valorizzazione dell attività scientifica ed il Trasferimento dei risultati

Regolamento per la Valorizzazione dell attività scientifica ed il Trasferimento dei risultati Regolamento per la Valorizzazione dell attività scientifica ed il Trasferimento dei risultati Premessa L Ateneo svolge attività di diffusione e promozione della ricerca scientifica sostenendo la partecipazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE DI POSTI DI PROFESSORE STRAORDINARIO A TEMPO DETERMINATO AI SENSI DELL ART. 1, COMMA 12, DELLA LEGGE 4 NOVEMBRE 2005, N.

REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE DI POSTI DI PROFESSORE STRAORDINARIO A TEMPO DETERMINATO AI SENSI DELL ART. 1, COMMA 12, DELLA LEGGE 4 NOVEMBRE 2005, N. Senato Accademico 28 aprile 2016 Consiglio di Amministrazione 28 aprile 2016 Decreto Rettorale 759-2016 del 6 maggio 2016 Pubblicazione all Albo di Ateneo n. 128 del 9 maggio 2016 - Prot. 40568 Ufficio

Dettagli

Estratto dal verbale della riunione congiunta del Comitato Scientifico e del Consiglio di Gestione del CISA del 26 giugno 2007

Estratto dal verbale della riunione congiunta del Comitato Scientifico e del Consiglio di Gestione del CISA del 26 giugno 2007 Estratto dal verbale della riunione congiunta del Comitato Scientifico e del Consiglio di Gestione del CISA del 26 giugno 2007 Il giorno 26 giugno 2007, alle ore 11, si è tenuta a Roma, presso la Presidenza

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO PER LA DISCIPLINA DELLE INIZIATIVE E DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

REGOLAMENTO DI ATENEO PER LA DISCIPLINA DELLE INIZIATIVE E DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE REGOLAMENTO DI ATENEO PER LA DISCIPLINA DELLE INIZIATIVE E DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE NELL AMBITO DI PROGRAMMI E PROGETTI FINALIZZATI ART.1 AMBITO DI APPLICAZIONE Il presente Regolamento definisce e disciplina

Dettagli

SISTEMA BIBLIOTECARIO DEL POLITECNICO DI TORINO

SISTEMA BIBLIOTECARIO DEL POLITECNICO DI TORINO SISTEMA BIBLIOTECARIO DEL POLITECNICO DI TORINO Regolamento approvato dal Senato Accademico del 20.04.2011 Art. 1 Finalità e missione Emanato con DR 126 del 21.04.2011 In vigore dal 21.04.2011 Il Sistema

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE Stazione Ornitologica Calabrese StOrCal

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE Stazione Ornitologica Calabrese StOrCal STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE Stazione Ornitologica Calabrese StOrCal Art. 1 Denominazione e sede DISPOSIZIONI GENERALI 1. E costituita l associazione culturale denominata Stazione Ornitologica Calabrese

Dettagli

Regolamento per il fondo di Ateneo per la ricerca scientifica

Regolamento per il fondo di Ateneo per la ricerca scientifica Regolamento per il fondo di Ateneo per la ricerca scientifica La gestione del fondo di Ateneo per la ricerca scientifica dei ricercatori e docenti strutturati si articola in quattro parti: la prima riguarda

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE SCUOLE (Strutture di raccordo ex art. 2, comma 2, lett. c) della Legge n. 240/2010)

REGOLAMENTO DELLE SCUOLE (Strutture di raccordo ex art. 2, comma 2, lett. c) della Legge n. 240/2010) REGOLAMENTO DELLE SCUOLE (Strutture di raccordo ex art. 2, comma 2, lett. c) della Legge n. 240/2010) emanato con D.R. n. 192 del 27 febbraio 2014 INDICE Art. 1 Istituzione 2 Pag. Art. 2 Attribuzioni 2

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE AMICI DEI MUSEI D ATENEO

STATUTO ASSOCIAZIONE AMICI DEI MUSEI D ATENEO STATUTO ASSOCIAZIONE AMICI DEI MUSEI D ATENEO TITOLO I Denominazione - durata - sede - scopi ART 1. Per iniziativa dello Sma (Sistema Museale d'ateneo) e del Museo di Palazzo Poggi, è costituita l Associazione

Dettagli

TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 (Ambito di applicazione) ALLEGATI: Allegato 1 Proposta di progetto

TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 (Ambito di applicazione) ALLEGATI: Allegato 1 Proposta di progetto REGOLAMENTO INTERNO IN MATERIA DI CORSI FORMAZIONE FINALIZZATA E PERMANENTE, DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI DI PRIMO E SECONDO LIVELLO E DEI MASTER DI ALTO APPRENDISTATO (emanato con decreto rettorale

Dettagli

REGOLAMENTO del CENTRO UNIVERSITARIO di MEDIAZIONE. Articolo 1 Costituzione del Centro

REGOLAMENTO del CENTRO UNIVERSITARIO di MEDIAZIONE. Articolo 1 Costituzione del Centro UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI Centro Universitario di Mediazione n. 209 registro Ministero della Giustizia REGOLAMENTO del CENTRO UNIVERSITARIO di MEDIAZIONE Articolo 1 Costituzione del Centro Il presente

Dettagli

Art.1 - Denominazione e sede. Il Comune di Arezzo e l Associazione denominata Centro di studi sul

Art.1 - Denominazione e sede. Il Comune di Arezzo e l Associazione denominata Centro di studi sul STATUTO DELLA FONDAZIONE ARETINA DI STUDI SUL CLASSICISMO Art.1 - Denominazione e sede Il Comune di Arezzo e l Associazione denominata Centro di studi sul classicismo costituiscono la Fondazione Aretina

Dettagli

Parte Straordinaria Allegato e

Parte Straordinaria Allegato e Parte Straordinaria Allegato e STATUTO "IFOM Fondazione Istituto Firc di Oncologia Molecolare" in breve "IFOM" Art. 1 COSTITUZIONE Su iniziativa della "Fondazione Italiana per la Ricerca sul Cancro", che

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI MASTER UNIVERSITARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI MASTER UNIVERSITARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI MASTER UNIVERSITARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE Emanato con decreto rettorale n. 9 del 12 novembre 2013 N.B. - Sostituisce

Dettagli

SEZIONE III - Corsi di Aggiornamento, Perfezionamento e di Formazione professionale. SEZIONE I Disposizioni generali. Art.

SEZIONE III - Corsi di Aggiornamento, Perfezionamento e di Formazione professionale. SEZIONE I Disposizioni generali. Art. Regolamento per l istituzione e la gestione dei Master universitari di I e di II livello, dei Corsi di aggiornamento, perfezionamento e di formazione professionale SEZIONE I- Disposizioni generali SEZIONE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Decreto Rettorale n.3998 del 31 luglio 2014 Oggetto: Attivazione del Sistema Museale di Ateneo (SMA) quale Centro di servizi di interesse per l Ateneo, emanazione del Regolamento

Dettagli

Art. 4 - DIRITTI E DOVERI DEGLI ADERENTI

Art. 4 - DIRITTI E DOVERI DEGLI ADERENTI Art. 1 - COSTITUZIONE 1.1 E costituita l associazione Immagine Pensiero il Prato di Assio che in seguito sarà denominata l associazione. L associazione adotta come riferimento la legge quadro del volontariato

Dettagli

2. Le procedure di reclutamento, di cui al presente articolo, dovranno garantire oltre all adeguata pubblicità della selezione, l imparzialità nello

2. Le procedure di reclutamento, di cui al presente articolo, dovranno garantire oltre all adeguata pubblicità della selezione, l imparzialità nello REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE DI PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO A TEMPO DETERMINATO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ CONNESSE A PROGRAMMI DI RICERCA E PER L ATTIVAZIONE DI INFRASTRUTTURE TECNICHE COMPLESSE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI (emanato con Decreto Rettorale N. 645 del 12/03/2003) ART. 1 - Ambito di applicazione... 2 ART. 2 - Titoli per l accesso...

Dettagli

\ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 REGOLAMENTO MASTER

\ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 REGOLAMENTO MASTER \ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 Art.1 Master universitari REGOLAMENTO MASTER 1. In attuazione dell articolo 1,

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Linee guida per il Comitato Tecnico Operativo 1

Linee guida per il Comitato Tecnico Operativo 1 Linee guida per il Comitato Tecnico Operativo 1 Introduzione Questo documento intende costituire una guida per i membri del Comitato Tecnico Operativo (CTO) del CIBER nello svolgimento delle loro attività.

Dettagli

Biblioteca della Facoltà di Medicina e Psicologia Ernesto Valentini. Regolamento dei servizi

Biblioteca della Facoltà di Medicina e Psicologia Ernesto Valentini. Regolamento dei servizi Biblioteca della Facoltà di Medicina e Psicologia Ernesto Valentini Art. 1. PRINCIPI GENERALI Regolamento dei servizi In conformità alle indicazioni contenute nel Regolamento Quadro dei Servizi di Biblioteca

Dettagli

REGOLAMENTO ASSOCIAZIONI STUDENTESCHE (APPROVATO DAL CDA IN DATA 28/06/2005)

REGOLAMENTO ASSOCIAZIONI STUDENTESCHE (APPROVATO DAL CDA IN DATA 28/06/2005) REGOLAMENTO ASSOCIAZIONI STUDENTESCHE (APPROVATO DAL CDA IN DATA 28/06/2005) ART 1 - Istituzione dell Albo delle Associazioni Studentesche 1. Il Presente Regolamento disciplina le modalità di iscrizione

Dettagli

STATUTO TIPO ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO. Art. 1 (Costituzione)

STATUTO TIPO ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO. Art. 1 (Costituzione) Il presente schema di Statuto viene proposto, a mero titolo indicativo, non potendo, né volendo, limitare la libertà delle Organizzazioni di darsi autonomamente le norme disciplinanti il proprio ordinamento.

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DENOMINATA ASSOCIAZIONE NAZIONALE TERZA ETÀ ATTIVA PER LA SOLIDARIETÀ SONDRIO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DENOMINATA ASSOCIAZIONE NAZIONALE TERZA ETÀ ATTIVA PER LA SOLIDARIETÀ SONDRIO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DENOMINATA ASSOCIAZIONE NAZIONALE TERZA ETÀ ATTIVA PER LA SOLIDARIETÀ SONDRIO Approvato dall Assemblea il 10 marzo 2011 Art. 1 Costituzione 1. È costituita l associazione di volontariato

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CENTRO INTERDIPARTIMENTALE DI DIDATTICA INNOVATIVA E DI SIMULAZIONE IN MEDICINA E PROFESSIONI SANITARIE SIMNOVA

REGOLAMENTO DEL CENTRO INTERDIPARTIMENTALE DI DIDATTICA INNOVATIVA E DI SIMULAZIONE IN MEDICINA E PROFESSIONI SANITARIE SIMNOVA DIVISIONE PRODOTTI SETTORE ALTA FORMAZIONE Via Duomo, 6 13100 Vercelli VC Tel. 0161 261 528/9- Fax 0161 210 289 progetti.didattica@uniupo.it REGOLAMENTO DEL CENTRO INTERDIPARTIMENTALE DI DIDATTICA INNOVATIVA

Dettagli

STATUTO. Centro Studi Comunicazione Istituzionale e Innovazione Tecnologica

STATUTO. Centro Studi Comunicazione Istituzionale e Innovazione Tecnologica STATUTO Centro Studi Comunicazione Istituzionale e Innovazione Tecnologica ARTICOLO 1 Costituzione E costituita l Associazione denominata Centro Studi Comunicazione Istituzionale e Innovazione Tecnologica

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE ITALIANA PAZIENTI ANTICOAGULATI A.I.P.A. ****** Art.1 Ragione Sociale e Sede Premesso che è costituita in Parma, con sede in

STATUTO ASSOCIAZIONE ITALIANA PAZIENTI ANTICOAGULATI A.I.P.A. ****** Art.1 Ragione Sociale e Sede Premesso che è costituita in Parma, con sede in STATUTO ASSOCIAZIONE ITALIANA PAZIENTI ANTICOAGULATI A.I.P.A. ****** Art.1 Ragione Sociale e Sede Premesso che è costituita in Parma, con sede in Parma Via Gramsci,14 presso il Centro per le Malattie dell

Dettagli

REGOLAMENTO ATTUATIVO EX ART.5 DEL REGOLAMENTO GENERALE DELLE SCUOLE DOTTORALI E DEI CORSI DI DOTTORATO

REGOLAMENTO ATTUATIVO EX ART.5 DEL REGOLAMENTO GENERALE DELLE SCUOLE DOTTORALI E DEI CORSI DI DOTTORATO REGOLAMENTO ATTUATIVO EX ART.5 DEL REGOLAMENTO GENERALE DELLE SCUOLE DOTTORALI E DEI CORSI DI DOTTORATO ART. 1 Istituzione e disciplina della Scuola dottorale in Scienze Umane e dei Corsi di dottorato

Dettagli

Decreto 130/2013 Prot. 2587 pos. III/8.1 del 19/09/2013. BANDO UNICO PER AFFIDAMENTO INCARICHI DI INSEGNAMENTO sede di Firenze e Empoli

Decreto 130/2013 Prot. 2587 pos. III/8.1 del 19/09/2013. BANDO UNICO PER AFFIDAMENTO INCARICHI DI INSEGNAMENTO sede di Firenze e Empoli Decreto 130/2013 Prot. 2587 pos. III/8.1 del 19/09/2013 BANDO UNICO PER AFFIDAMENTO INCARICHI DI INSEGNAMENTO sede di Firenze e Empoli n. 3 anno accademico 2013-2014 IL DIRETTORE VISTA la legge 30 dicembre

Dettagli

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE MEDICI IN AFRICA - ONLUS

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE MEDICI IN AFRICA - ONLUS STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE MEDICI IN AFRICA - ONLUS Art. 1 (Costituzione) 1. E costituita l Associazione denominata MEDICI IN AFRICA, organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS). L Associazione

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE. Titolo I. Costituzione e scopi. E' costituita, con sede in Vignola, Via Papa Giovanni Paolo II, l Associazione

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE. Titolo I. Costituzione e scopi. E' costituita, con sede in Vignola, Via Papa Giovanni Paolo II, l Associazione STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE Titolo I Costituzione e scopi Art. 1 E' costituita, con sede in Vignola, Via Papa Giovanni Paolo II, l Associazione culturale denominata. Art. 2 L'Associazione, senza

Dettagli

STATUTO CENTRO INTERDIPARTIMENTALE CENTRO STUDI E RICERCHE DONNE E DIFFERENZE DI GENERE

STATUTO CENTRO INTERDIPARTIMENTALE CENTRO STUDI E RICERCHE DONNE E DIFFERENZE DI GENERE STATUTO CENTRO INTERDIPARTIMENTALE CENTRO STUDI E RICERCHE DONNE E DIFFERENZE DI GENERE Art. 1 (Natura) Il centro interdipartimentale di ricerca Centro di studio e ricerca sulle donne e le differenze di

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE POST LAUREAM ART. 1 OGGETTO ART. 2 DEFINIZIONI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE POST LAUREAM ART. 1 OGGETTO ART. 2 DEFINIZIONI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE POST LAUREAM ART. 1 OGGETTO Il presente Regolamento determina le modalità d istituzione ed organizzazione dei Master Universitari

Dettagli

Master Diritto e Ingegneria delle Imprese Aereo Spaziali D.I.A.S. Master Universitario di primo livello

Master Diritto e Ingegneria delle Imprese Aereo Spaziali D.I.A.S. Master Universitario di primo livello Università degli Studi di Roma "La Sapienza" Facoltà di Economia Sede di Latina Master Diritto e Ingegneria delle Imprese Aereo Spaziali D.I.A.S. Master Universitario di primo livello REGOLAMENTO Anno

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE CULTURALE ITALIANI IN GIRO

STATUTO ASSOCIAZIONE CULTURALE ITALIANI IN GIRO STATUTO ASSOCIAZIONE CULTURALE ITALIANI IN GIRO DENOMINAZIONE - SEDE Articolo 1 A norma dell'art. 36 e seguenti del codice Civile, è costituita un'associazione Culturale denominata " ITALIANI IN GIRO ".

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE PRAUGRANDE

STATUTO ASSOCIAZIONE PRAUGRANDE Indice generale Art.1 Costituzione e sede...1 Art.2 Durata dell Organizzazione...1 Art.3 Carattere dell Organizzazione...1 Art.4 Scopi dell Organizzazione...1 Art.5 Requisiti dei soci...2 Art.6 Ammissione

Dettagli

BANDO UNICO PER AFFIDAMENTO INCARICHI DI ATTIVITA DIDATTICA INTEGRATIVA sede di Firenze Bando N.7 anno accademico 2013-2014 IL DIRETTORE

BANDO UNICO PER AFFIDAMENTO INCARICHI DI ATTIVITA DIDATTICA INTEGRATIVA sede di Firenze Bando N.7 anno accademico 2013-2014 IL DIRETTORE BANDO UNICO PER AFFIDAMENTO INCARICHI DI ATTIVITA DIDATTICA INTEGRATIVA sede di Firenze Bando N.7 anno accademico 2013-2014 IL DIRETTORE Decreto N. 26/2014 dell 11/02/2013 Prot. n.504 pos. III/8. VISTA

Dettagli

STATUTO DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA ITALIAN UNIVERSITY LINE

STATUTO DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA ITALIAN UNIVERSITY LINE STATUTO DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA ITALIAN UNIVERSITY LINE 1 ITALIAN UNIVERSITY LINE...1 CAPO I...3 Disposizioni generali...3 Art. 1 - Istituzione...3 Art. 2 - Natura giuridica e fonti normative...3 Art.

Dettagli

Comitato Unito - America Latina e Caraibi già Uni-Cuba

Comitato Unito - America Latina e Caraibi già Uni-Cuba Comitato Unito - America Latina e Caraibi già Uni-Cuba dell Università degli Studi di Torino STATUTO ARTICOLO 1 - COSTITUZIONE E DENOMINAZIONE È costituito il Comitato Unito - America Latina e Caraibi

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DELTA CHIAMA DELTA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DELTA CHIAMA DELTA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DELTA CHIAMA DELTA ASSOCIAZIONE DELTA CHIAMA DELTA STATUTO Art. 1 Origine e sede Su iniziativa del Parco Regionale del Delta del Po Emilia Romagna, con la collaborazione della

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1

REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1 REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1 Art. 1. FINALITA Presso la Facoltà di Giurisprudenza dell Università di Trieste è istituito il Master Universitario

Dettagli

ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE «CENTRO ANTIMOBBING RODOLFO DEGOLI» STATUTO DELL ASSOCIAZIONE

ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE «CENTRO ANTIMOBBING RODOLFO DEGOLI» STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE «CENTRO ANTIMOBBING RODOLFO DEGOLI» STATUTO DELL ASSOCIAZIONE Art. 1 Denominazione, sede, durata E costituita, ai sensi degli artt. 36 e seguenti del codice civile, l

Dettagli

Servizio Politiche attive per il Lavoro Servizio Formazione professionale. Titolo. Parti. Tra

Servizio Politiche attive per il Lavoro Servizio Formazione professionale. Titolo. Parti. Tra Servizio Politiche attive per il Lavoro Servizio Formazione professionale Protocollo Titolo CONVENZIONE QUADRO PER L INSERIMENTO LAVORATIVO NELLE COOPERATIVE SOCIALI DEI LAVORATORI DISABILI CON GRAVI DIFFICOLTA

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL Art.1 Ambito di applicazione 1.Il presente regolamento, emanato

Dettagli

SCHEDA DI PRESENTAZIONE / REGOLAMENTO DIDATTICO

SCHEDA DI PRESENTAZIONE / REGOLAMENTO DIDATTICO SCHEDA DI PRESENTAZIONE / REGOLAMENTO DIDATTICO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SOCIO-SANITARIE Art. 1 FINALITA - Presso l'ateneo

Dettagli

STATUTO. SOCIETÀ ITALIANA di TEORIA CRITICA. ARTICOLO 1: Denominazione e Sede

STATUTO. SOCIETÀ ITALIANA di TEORIA CRITICA. ARTICOLO 1: Denominazione e Sede STATUTO SOCIETÀ ITALIANA di TEORIA CRITICA ARTICOLO 1: Denominazione e Sede E' costituita l Associazione culturale denominata "Società Italiana di Teoria critica". L Associazione ha sede in Roma, alla

Dettagli

Statuto dell Associazione Culturale Senza Scopo di Lucro cinaforum

Statuto dell Associazione Culturale Senza Scopo di Lucro cinaforum Statuto dell Associazione Culturale Senza Scopo di Lucro cinaforum Denominazione Oggetto Sede Art. 1 1. E costituita, ai sensi dell art. 36 c.c., l Associazione culturale denominata Cinaforum. La denominazione

Dettagli

Regolamento per il reclutamento di ricercatori universitari a contratto a tempo determinato. Art.1 Ambito di applicazione

Regolamento per il reclutamento di ricercatori universitari a contratto a tempo determinato. Art.1 Ambito di applicazione Regolamento per il reclutamento di ricercatori universitari a contratto a tempo determinato Art.1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento disciplina il reclutamento di personale addetto allo svolgimento

Dettagli

Accordo di Rete delle scuole del. XII Municipio di R O M A

Accordo di Rete delle scuole del. XII Municipio di R O M A Rette IIntterscollasttiica dell XIIII Muniiciipiio dii ROMA Accordo di Rete delle scuole del XII Municipio di R O M A Testo approvato dall Assemblea dei Dirigenti nella seduta del 28 Settembre 2010 Accordo

Dettagli

UNIVERSITÀ degli STUDI di BRESCIA

UNIVERSITÀ degli STUDI di BRESCIA REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DEI MASTER UNIVERSITARI, DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE approvato dal Senato Accademico nella seduta del 10.05.2013 n. 300/5609

Dettagli

Docenze a contratto iter procedurale

Docenze a contratto iter procedurale Docenze a contratto iter procedurale Il Consiglio di Dipartimento annualmente esamina l offerta didattica per l A.A. successivo a quello in corso e accerta preventivamente il completo utilizzo dell impegno

Dettagli

IL RETTORE. Visto il Decreto Ministeriale 30 aprile 1999, con cui è stato emanato il Regolamento in materia di dottorato di ricerca;

IL RETTORE. Visto il Decreto Ministeriale 30 aprile 1999, con cui è stato emanato il Regolamento in materia di dottorato di ricerca; Decreto Rettorale n. 72 IL RETTORE Visto lo Statuto di autonomia della Luiss Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli, emanato con Decreto Rettorale del 2 febbraio 2004 e pubblicato

Dettagli

Associazione. Amici dell Archivio Fotografico Lucchese STATUTO. Amici dell. Archivio Fotografico Lucchese

Associazione. Amici dell Archivio Fotografico Lucchese STATUTO. Amici dell. Archivio Fotografico Lucchese Associazione Amici dell Archivio Fotografico Lucchese STATUTO Amici dell Archivio Fotografico Lucchese 4 Maggio 2010 STATUTO Associazione Amici dell Archivio Fotografico Lucchese Art. 1 E costituita in

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Parthenope

Università degli Studi di Napoli Parthenope Pos. AG IL RETTORE Decreto n. 425 VISTO VISTO il DM 270/04 ed in particolare l art.3 comma 9 che recita Restano ferme le disposizioni di cui all'articolo 6 della legge 19 novembre 1990, n. 341, in materia

Dettagli

STATUTO DELLA. "Associazione MODA E MODI. per una cultura della moda e per una moda di cultura" --==oo0oo==-- TITOLO I. Art. 1. Denominazione e sede

STATUTO DELLA. Associazione MODA E MODI. per una cultura della moda e per una moda di cultura --==oo0oo==-- TITOLO I. Art. 1. Denominazione e sede Allegato "A" al n. STATUTO DELLA "Associazione MODA E MODI per una cultura della moda e per una moda di cultura" o più brevemente: "Associazione MODA E MODI" --==oo0oo==-- TITOLO I Art. 1 Denominazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI DI FORMAZIONE FINALIZZATA E DEI SERVIZI DIDATTICI INTEGRATIVI EX ART. 35 STATUTO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI DI FORMAZIONE FINALIZZATA E DEI SERVIZI DIDATTICI INTEGRATIVI EX ART. 35 STATUTO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI DI FORMAZIONE FINALIZZATA E DEI SERVIZI DIDATTICI INTEGRATIVI EX ART. 35 STATUTO Emanato con D.R. n. 11632 del 05/12/2005 e successive modificazioni ed integrazioni

Dettagli

bando per progetti di riordino e valorizzazione di archivi

bando per progetti di riordino e valorizzazione di archivi bando per progetti di riordino e valorizzazione di archivi riguardanti la storia della comunità, dell economia e delle istituzioni trentine budget complessivo 150.000 euro termine per la presentazione

Dettagli