Unione Rugby San Benedetto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Unione Rugby San Benedetto"

Transcript

1 IMOLA RUGBY MAGAZINE N 06 domenica 1 febbraio ore campi Zanelli-Tassinari AUTO SICA IMOLA RUGBY VS Unione Rugby San Benedetto DOMENICA 1 FEBBRAIO 2015 ALTRI INCONTRI IN PROGRAMMA: ORE TRIANGOLARE UNDER 14: IMOLA RUGBY VS AMATORI PARMA VS RIMINI RUGBY

2 Porte blindate allo Zanelli Tassinari Intanto si torna allo Zanelli Tassinari e questa è già una notizia. Oltre un mese di incolpevole esilio dal fortino imolese che si riscopre più elegante nell ospitare una poule promozione da serie cadetta. Staccato il biglietto per i play off, l Autosica ingrana la marcia giusta nell ostico debutto all Arcoveggio contro il quotato Rugby Bologna Mica male il face to face contro quelli che nella ricerca su con il rispetto di chi, di palla ovale, se ne intende. I play off sono iniziati con il piede giusto, il punto conquistato a Bologna è un buon risultato, obiettivo centrato al domicilio di una delle avversarie più accreditate del girone. Voglio ringraziare i giocatori che lavorano con impegno durante la settimana di allenamento, la prestazione all Arcoveggio tornerà utile nel computo complessivo di metà maggio, racconta soddisfatto tenza della Poule 2 che accede al sogno promozione dopo il duello colpo a colpo con il Fano Rugby. Missione nelle corde dell AurelienBand, un assolo per vincere il Festival, tanto nell aria è già tempo di Sanremo. Finalone dedicato al settore giovanile. Scivola l Under 14 formato trasferta contro i pari età del Reggio Emilia (29-24), doma con facilità i Dragons la capolista Under 16 (29-0). Passetto indietro per la splendida giornata Google, a fianco del nome di club, si definiscono, sobriamente, i n.1. Una sconfitta con bonus difensivo (22-16) che porta un prezioso punto nella cascina dell head coach L Hotellier. Effetto Zanelli Tassinari per snocciolare una statistica 2014/2015 che sentenzia nell analisi delle cinque uscite interne, quattro affermazioni ed una sconfitta. Ripartire dallo Zanelli Tassinari per cullare un sogno cadetto alla portata della truppa romagnola che non parte con la totalità dei favori del pronostico ma L Hotellier. Il sigillo strappato nella Dotta incarna lo spirito di un gruppo dalle indiscusse doti tecniche e dall affinato piglio interpretativo delle sfide che contano. A tal proposito, domenica 1 febbraio (ore 14.30) approda in riva al Santerno l Unione Rugby San Benedetto. La claudicante compagine marchigiana, sconfitta tra le mura amiche dal Rugby Amatori Macerata (10-22), nasce nel 2011 dalla sinergia tra Legio Picena e Rugby Club. Un bacino di utenza di oltre duecento rugbisti per la terza po- di sole e minirugby al Moletolo di Parma, quartier generale della franchigia delle Zebre, degli alfieri Under 6, 8, 10 e 12. Emozione pura l invito a Mattia Tauro, Matteo Gallo e Damiano Ceglia, atleti dell Under 16 nostrana, a prendere parte all allenamento A.S.A. (Attività di Selezione Accademia) di categoria per l Accademia Zonale F.I.R. di Prato. I sogni, a volte, si avverano basta sfregare la palla ovale. Mattia Grandi Ufficio stampa Imola Rugby

3 AutoSica Imola Rugby: Lacerenza, Ferretti, Gaiani, Romano, Tiozzo, Calderan F., Giacomoni, Serravalli, Scermino, Ugolini, Maiardi, Monduzzi, Ferrari, Sergi, Glielmi. A disp.: Pandolfi, Buscicchio, Ansaloni, Pilani, Polidori, Fabbri, Pelliconi. All.: Aurelien L Hotellier 3

4 LA RUGBYSTA PIÙ DENTRO CHE FUORI! LA SELEZIONE La comunicazione fra rugbisti è prevalentemente non verbale. Non sto dicendo che si interagisca a grugniti, ma il rugbista medio, di solito, preferisce agire piuttosto che spiegare a chicchessia cosa sta succedendo. Così le povere neo mamme di rugbisti fatti in casa si trovano normalmente sommerse da una serie di misteri che riescono a spiegarsi solo con l esperienza e a mesi di distanza. Per esempio, una sera vai al campo a recuperare il tuo bambino e lui ti viene incontro tutto entusiasta, dicendo di aver fatto allenamento di selezione, di essersi divertito un casino e di volersi fermare a fare il terzo tempo con gli altri. Ingenuamente chiedi cosa sia la selezione. Il tuo rugbista ti risponde sì, è quando si riuniscono a giocare tutte le squadre della franchigia! Al solito non trovi miglior soluzione che annuire con l aria più intelligente possibile. In realtà ne sai meno di prima. Piano piano, grazie a informazioni captate qua e là nei mesi successivi, metterai a fuoco che si tratta di allenamenti speciali ai quali partecipano i ragazzi più promettenti, allo scopo di costituire, per le categorie dalla u14 in su, squadre che mettano insieme le forze migliori della franchigia Romagna, termine che identifica la collaborazione fra tutte le società romagnole per mettere in comune risorse umane e tecniche, partecipare a tornei e campionati di livello e raggiungere anche obiettivi non alla portata dei singoli club. Con il solito ottimismo, quando arriverai a capire tutto questo penserai che il tuo rugbista sia stato convocato per errore. Per il momento, però, navighi nella nebbia più totale. L unica cosa chiara è che la selezione significa allenamenti supplementari in giro per la Romagna, e, se convocati, altre partite contro avversari più forti. E lui è entusiasta. È lo stesso bambino pigro che fino a poco tempo fa non riuscivi a schiodare dal divano? Così pare. Tu, invece, sei senz altro la stessa mamma sull orlo di una crisi di nervi, con un lavoro a tempo pieno, tre figli e una casa a cui stare dietro, e la primissima cosa che ti chiedi è: come faccio, oltre a tutto il resto, ad accompagnarlo in giro per la Romagna? La risposta che ti viene data, insieme sibillina e rassicurante, è: Non preoccuparti, ci pensa la squadra. Una delle cose di cui hai più bisogno, in quel periodo della tua vita, è qualcuno che ti dica di questo problema non preoccuparti, ci pensiamo noi e aderisci al programma con il solito misto di entusiasmo e fiducia istintiva ormai abituali in caso di rugby. Ancora una volta hai un vago dubbio di essere una madre sconsiderata, perché lo mandi a fare non hai capito bene cosa e con chi, ma il tuo bambino è contento e tu sei grata a questa entità non meglio definita, a questo ci pensiamo noi, di dargli l opportunità di partecipare alla misteriosa selezione. Ci pensiamo noi si rivela poi essere un trio di babbi che si alternano nell accompagnare i selezionati: la comune origine pugliese di Cumpá, Rosario e Salvo porta presto il tuo rugbista ad arricchire il suo lessico con una serie di vocaboli e modi di dire tipici che in breve entrano a far parte integrante anche delle conversazioni di casa tua. Selezione dopo selezione ti accorgi di un altro paio di aspetti che non avresti mai previsto: i ragazzi dimostrano una carica inesauribile, e un entusiasmo che né le ore passate in pulmino, né il fango e la pioggia extra, né la mancata 4

5 convocazione alle partite di selezione sembrano poter esaurire; nei loro occhi e nei loro sorrisi, ad ogni partenza, vedi solo l orgoglio di essere stati scelti per questo gruppo speciale e il desiderio di fare bene e divertirsi. I tre ci pensiamo noi, lungi dall avere la tipica faccia scontenta e perplessa di chi si é accollato oneri altrui, e che ti farebbe facilmente sentire in colpa, si divertono quasi quanto i ragazzi. Settimana dopo settimana cresce il tuo desiderio di essere parte integrante di questo gruppo che ti sta accogliendo con tanto calore e naturalezza. Non ti sei ancora accorta che qualcun altro, magrolino ma cattivo nonostante i dolci occhioni sgranati, seduto sul sedile di dietro accanto al fratello maggiore ogni volta che lo accompagnate al campo, sta maturando la stessa determinazione. Giulia Broggini DAMIANO CEGLIA MATTEO GALLO MATTIA TAURO I TRE RAGAZZI DELL IMOLA RUGBY CONVOCATI PER L A.S.A. (ATTIVITÀ DI SELEZIONE ACCADEMIA) L IMOLA RUGBY VI AUGURA UN GRANDISSIMO IN BOCCA AL LUPO!!! 5

6 UNDER 14 SABATO 24 GENNAIO Autentica altalena di emozioni a Reggio Emilia per gli Under14 Imola Rugby che escono sconfitti al fotofinish (29-24). Le evidenti difficoltà romagnole nei primi venti minuti di gioco lasciano spazio alla fuga dei padroni di casa (17-0) contenuta sul finale di primo tempo dalla meta di Palloni trasformata da Martinelli (17-7). In avvio di ripresa reazione da ribaltone per la squadra di Roncassaglia e Bertinazzi grazie alla doppietta di Randi ed alla singola trasformazione di Costanzi (17-19). L inferiorità numerica temporanea del Reggio Emilia non ostacola l operazione sorpasso locale (24-19) con gli imolesi che impattano con Costanzi, sfortunato nel colpire il legno nel successivo calcio di piede (24-24). Finale al cardiopalmo con l onda d urto offensiva reggiana che frutta la meta del successo ad un amen dal gong (29-24). 6

7 UNDER 16 DOMENICA 25 GENNAIO Affermazione schiacciante degli Under 16 Imola Rugby opposti, sul campo di casa, ai pari età dei Dragons Castel San Pietro (29-0). Confronto estremamente sentito per la storica rivalità tra le due formazioni amplificata a livello giovanile dall inedita sfaccettatura scolastica che accomuna atleti imolesi e castellani sui banchi di molti istituti superiori della nostra città. Il derby mette le ali ai piedi ai padroni di casa che nei primi venti minuti piazzano tre mete. Apre le danze Giorgio Minoccari che buca la difesa Dragons su passaggio di Poppa assist man anche del bis firmato Loizzo. La premiata ditta Ceglia Cornacchia completa l opera e Gallo trasforma una volta su tre (17-0). Ripresa a fotocopia. Doppia meta in avvio con il tandem Santunione - Ceglia illuminato dai colleghi Gallo e Giorgio Minoccari (29-0). Evitabili flessioni sui finali di tempo con gli ospiti giallorossi incapaci dell orgoglioso colpo della bandiera. Da segnalare il cartellino giallo comminato a Donattini per fallo ripetuto. I risultati provenienti dagli altri campi romagnoli raccontano dei successi a punteggio pieno di Cesena e Ravenna che inseguono la capolista Imola Rugby in graduatoria. Appuntamento con la palla ovale Under 16 fissato per domenica 15 febbraio in trasferta a Faenza. Mattia Grandi Ufficio stampa Imola Rugby

8 INDIETRO TUTTA Tu chiamale se vuoi buone intenzioni per il nuovo anno. Mentre il mondo intero (e noi pure) piangeva le vittime di Parigi e guardava allibito l irrompere della violenza spietata nel pieno centro di una grande città, nella più piccola città di Padova succedeva questo: un rugbista ha placcato una ragazza di 27 anni che stava per suicidarsi gettandosi sui binari. E l ha salvata. Si tratta di Rocco Salvan (il cognome la dice lunga!), poliziotto e allenatore del Petrarca Padova. Il male fa più notizia del bene; è sempre così. Le cose grandi e distruttive coprono l orizzonte più delle cose piccole e costruttive. Ma non è un problema; nel senso che, poi, nel lungo termine il piccolo gesto buono dà frutti e resta, mentre il gesto violento si disintegra e sparisce nell istante stesso in cui accade. Dal rugby ho imparato che si costruisce passo, passo. Portare avanti la palla anche solo di un palmo, va bene. E poi, il gesto davvero più costruttivo di tutti, è passare la palla indietro. Quante volte quotidianamente io commetto falli di in-avanti! Spesso, spessissimo. Anticipo i tempi, programmo tutto, mi faccio già l idea di ciò che dirà il tal collega nella tal circostanza ed escogito le contromosse. Metto le mani avanti. Pensando così di prevedere, di essere più pronta e capace. Sbagliato. Motivo per cui la mia buona intenzione per questo nuovo anno è fare meno falli di in-avanti. E me ne ha dato una sonora lezione mio figlio, in occasione della trasferta a Parma. Io e mio marito abbiamo deciso di mandarlo in pullman da solo, cioè senza di noi, che siamo rimasti a casa. Non era affatto solo, e io mi fido di Giova, Belo & Co. molto più che di me stessa. Ma che ci vuoi fare il neurone impazzito della mamma apprensiva gira, gira, gira. E così, pensavo tra me del mio bambino: «Metti che a Parma si distrae, metti che succede chissà che, ecco perde tutti gli altri e si ritrova solo lontano da casa. Bisogna che gli scriva i nostri numeri di telefono, così ce li ha in tasca in caso di bisogno e può andare da un adulto e farci chiamare». Apocalissi mentali assurde di madre. Ne parlo con mio figlio, 8 anni; eravamo in auto al ritorno da scuola. Lui mi ascolta in silenzio e poi mi guarda interdetto: «Guarda, mamma, che Giova e Belo ce li hanno i numeri di te e babbo». Allora gli dico: «Sì, ma io pensavo al caso in cui tu li perdi di vista tutti». Al che il bambino saggio di 8 anni mi guarda, di nuovo interdetto, esclama: «Impossibile!» e poi scende dall auto, sbattendo lo sportello e lasciandomi lì come un ebete. Ecco come si costruisce, facendo i passaggi all indietro. Quello a cui mio figlio si sente appoggiato è così solido, che non ha paura di andare avanti verso esperienze nuove. La compagnia coi suoi amici di gioco e con gli allenatori, costruita nei due anni trascorsi, è per lui un trampolino su cui appoggiare i piedi serenamente e con sicurezza. Avendo alle spalle questa certezza, lui va avanti tranquillo. Questo è un equilibrio stabile. Se invece uno si precipita in avanti, con supposizioni o ipotesi, crede di controllare le cose, ma in realtà si sbilancia e basta. E cade. Ciò che è forte e solido dietro di noi, ci spinge con entusiasmo avanti. Voglio forse io incrinare questo progetto interessante e bello, mettendo le mani avanti? Assolutamente no, il neurone impazzito che commette falli di apprensivi in-avanti se ne starà in panchina. Tutt al più gli concederò un giretto al terzo tempo, per farsi una risata in compagnia. 8 Annalisa Teggi Mamma under 10

9 Elogio dell accompagnatore Senza Euriloco, il solo che resistette agli inviti della maga Circe, anche Ulisse come i suoi compagni di viaggio sarebbe finito trasformato in un maiale. Se Zorro non potesse contare sul fido cavallo Tornado arriverebbe in ritardo e il governatore di Los Angeles continuerebbe a compiere malefatte. E che dire di Batman senza il maggiordomo Alfred? Perlomeno non troverebbe le chiavi della Batmobile oppure la calzamaglia. La morale è che dietro chi scende in campo c è sempre qualcuno che resta al di qua della linea bianca. Qualcuno che dopo la partita riordina divise colme di fango, che asciuga teste grondanti mentre l aria dello spogliatoio è diventata irrespirabile, che tra un tempo e l altro porta frutta secca o barrette di cioccolato per dare una carica di energia, qualcuno che va in meta quando i ragazzi si divertono, imparano e crescono bene. Certamente è sempre valida la frase pronunciata all angolo del ring da Paulie, il fratello brontolone di Adriana: «Ehi Rocky, ricordi quando ti ho detto che volevo essere te?... Ci ho ripensato!». E chi ha il coraggio di buttarsi contro un avversario che lanciato verso la meta fa la faccia cattiva e magari pesa 20 o 30 chili più di te?! Meglio rimanere fuori dal campo. Ma facciamo un doveroso elogio a chi accompagna, a chi assiste, a chi sostiene, a tutti coloro che si danno da fare perché il rugby, da apparente disordine, da quel caos che appare, si trasformi effettivamente in un ordine in divenire, in un ordine dinamico. Perché in uno sport in cui il collettivo e lo spirito di squadra prevalgono sul singolo, della squadra fanno parte tutti, tutti quelli che partecipano attivamente al divertimento dei nostri ragazzi dell Imola Rugby. Stefano Salomoni 9

10 Sei Nazioni il match degli orbi e i pronostici impietosi di Paolo Ricci Bitti 10 Riparte il Sei Nazioni, il sedicesimo da quando l Italia è stata ammessa. Il pronostico? Impietoso per gli azzurri, destinati da tutti al cucchiaio di legno. Ecco uno dei motivi. * * * * * * Anche senza un occhio, e con il corpo segnato da lunghe cicatrici ancora rosseggianti sulla pelle, loro erano tornati in campo. Due con la maglia bleu, tre con il cardo sul cuore. Primo gennaio 1920, stadio di Colombes, Parigi, il Torneo delle Cinque Nazioni si rimette in moto tra le macerie ancora da rimuovere della Prima Guerra Mondiale. Con la Francia ci sono Marcel Frédéric Lubin-Lebrére (il morto-vivente della battaglia della Somme) e Roberto Thierry, con la Scozia ecco Jenny Hume, Arthur Laing e Jock Wemyss. Una leggenda, mai confermata ma di sicuro vera, vuole che uno di loro tre venisse multato dalla federazione scozzese per non aver restituito la maglia usata nell ultima partita prima del conflitto: i quattro anni passati al fronte non vennero ritenuti un adeguata giustificazione. Non era stato facile, per i ct, assemblare quelle squadre per il primo Championship del dopoguerra. I francesi avevano perso 23 internazionali, gli scozzesi 38: così fu normale chiamare anche quei cinque orbi tra i quali faceva sensazione Lubin-Lebrére, seconda linea dello Stade Toulousain e torreggiante fante di prima classe del Secondo Reggimento. Il 22 agosto 1914 viene colpito da otto (8!) pallottole tedesche durante la battaglia della Somme: i compagni, costretti alla ritirata dalla supremazia tedesca, lo lasciano sul terreno, credendolo morto. Invece il gigante, recuperato dai barellieri nemici, è ancora vivo e viene fatto prigioniero. Si rimette talmente bene che nel campo di prigionia di Darmastad riesce a farsi arrivare una palla da rugby per fare qualche partita tra le baracche e i reticolati. Del resto anche il rugby d allora, tra fango e battaglie tra mischie assai meno mobili di adesso, finiva spesso trasformato nella metafora di una guerra di trincea in cui si lottava per conquistare con sacrificio un centimetro di terreno. Ad ogni modo il primo gennaio del 1920 Lubin-Lebrére è pronto a giocare per la Francia, a battere in quel Torneo l Irlanda e, in seguito, a vincere tre scudetti con il Tolosa. Questa storia del match degli orbi mi è tornata in mente per due motivi: il secondo è che in Italia sta giocando da questa stagione a Reggio Emilia (lo vedrete raccontato in un servizio su DMax nei prossimi giorni) Florian Cazenave, 24 anni, ex Perpignan e promessa per la nazionale con la maglia numero nove. Per un banale incidente domestico ha perso l occhio sinistro e, dopo convalescenza e allenamenti specifici per allargare il campo visivo dell occhio superstite, sperava di tornare nel Top 14. Macché, in Francia non lo fanno giocare per questioni assicurative. E allora, grazie anche all aiuto del ct Jacques Brunel, è ripartito dai dilettanti del Reggio Emilia (serie A, in realtà, lo sap-

11 piamo, serie C). Gioca con speciali occhiali messi a punto in Italia e in corso di sperimentazione. Nel 1920 i google glass non c erano, e nemmeno i problemi assicurativi: il progresso a volte fa fare passi indietro, come diceva anche Manzoni. Il primo motivo è invece la ricorrente domanda sul fatto che la nazionale azzurra perde sempre e che il rugby italiano non migliora e via lamentando. Certo, di errori di gestione il rugby italico ne ha commessi a bizzeffe, ma pur con tutta la buona volontà manca sempre, rispetto agli avversari intanto del Sei Nazioni, qualcosa che non si potrà mai avere e che ci si creda a no continuerà a pesare nel cammino della nazionale. L Equipe Mag, su storie come quella del match degli orbi, ci ha fatto un numero intero in occasione del centenario dell inizio della Grande Guerra. E qualcosa che toglie il respiro tanto è struggente. E magnifico. Il 25 aprile 1925, a Tolosa, all inaugurazione del monumento ai caduti di guerra dello Stade, davanti a migliaia di persone in silenzio, uno per uno sono stati chiamati i nomi degli 81 giocatori caduti in combattimento. E lo stesso Lubin- Lebrére ha risposto presente per 81 volte. Il sacrificio di tanti sportivi, non solo rugbysti, alcuni divenuti eroi nazionali, ha poi cementato la tradizione dell orgoglio e del valore che noi italiani stiamo faticosamente costruendo e in un ambiente che spesso non ama ricordare questi temi. La prima nazionale azzurra è scesa in campo solo nel 1929 anche se in Italia si è giocato qualche match, ufficiale o meno, dal Sì, sarebbe bello, in attesa di onorare i rugbysti italiani morti nella seconda guerra mondiale, rintracciare qualche figlio o nipote di quei pionieri rugbysti che per noi hanno lasciato la pelle sul Carso o nelle trincee gelate dell 11

12 ... DALLA PENNA DI LEO MAGNO! Mi scusi, posso farle una domanda? Mi dica dottore! Ma perché lo fate? Dico, perché fate queste cose? Perché vi fate del male senza motivo? Oh, mi scusi dottore, ma qui, beh, qui si sbaglia! Noi non ci facciamo dal male senza motivo, anzi, noi non ci facciamo proprio del male. Mi sembra che lei si sia rotto il ginocchio e il polso o sbaglio? Oh, no, non si sbaglia, mi son proprio rotto ginocchio e polso, ma il fatto è che non sto male, o meglio, ho un dolore che vorrei farmi amputare la gamba, sì. Però sto bene dentro, perché se il male viene da qualcosa che ami, allora non è del tutto male alla fine. Questo è solo male fisico, ma se proprio devo essere sincero, lo rifarei altre cento volte, perché ne è valsa la pena. Davvero. Si vive di più con una gamba rotta, dopo aver quasi volato, di quanto non abbia mai fatto certa gente in una vita. Credo che tu stia esagerando dai, è solo uno sport. Si, forse ho esagerato, ma facciamo così, vieni, vieni a giocare. Vieni a provare l emozione di starsene lì, con i tuoi compagni, con persone che forse sono quasi fratelli. Vieni a provare come si sta sotto il cielo con il sole o la pioggia. Prova ad abbracciare. A cadere. A ridere. Piangere. Prova a fare tutte queste cose, prova a non fermarti all evidenza e poi mi dirai se sto esagerando. Sai, forse mi hai convinto! il fatto è che non esiste persona che non riesca a non convincersi dopo questa descrizione, è come quando descrivi una bella ragazza, roba da far battere il cuore. Vado subito!. Ma, subito?. Subito. Così, il ragazzo rimase lì, sul lettino dell ospedale, con lo sguardo verso il soffitto. Si, magari se glielo dicevo un altra volta 12

13 I vincitori dei premi speciali consegnati dallo staff Bologna vs Imola Caschetto comunicazione: Simone Casolini Cartellone Giallo: Umberto Pelliconi 13

14 INTERVISTA FACETA Francesco Calderan 18-Sep-91 Studio scienze motorie La famiglia Apertura A 16 anni passato dal basket mi sono innamorato del rugby Frenci Io o Matti!!! Impegnato Sportiva Eeee da quando ho 18 anni!!! Calcetto a scavalcare, scartato l estremo, meta in mezzo ai pali! Caricandoli a voce, soprattutto sul placcaggio: daglielo!!! Prendere la bicicletta per il naso!!! Gioco! Panna cotta della mamma di Ansa! Mi concentro fin dal giorno prima Bere alcol Nelson Mandela Rosso Esultanza pur avendo perso con onore contro la capitolina Matti, Miki e Michael Leonardo Sarto Daniel Carter Crusaders All Blacks Tutti Azione Le cronache del ghiaccio e del fuoco All avversario! Nome e Cognome Nato il Cosa fai nella vita? La cosa a cui tieni di più è Il tuo ruolo all Imola Rugby è Quando hai cominciato a giocare e perché Qual è il tuo soprannome? Chi prepara il tuo borsone? Chi lo svuota? Chi lava scarpe etc. etc.? Sei impegnato, single o...? La tua donna ideale? Quante partite hai giocato in prima squadra? Qual è stata la tua più bella azione? Qual è il tuo modo di incitare i compagni? Qualcosa di cui ti sei pentito Qual è il momento migliore dell allenamento? Cosa adori mangiare anche se non dovresti? Cosa fai prima di una partita importante? Cosa non si deve fare prima di una partita importante? Personaggio famoso che stimi di più? Qual è il colore della vittoria? Il momento rugbistico pìù bello che hai vissuto? Il compagno di squadra a cui sei più legato è Il giocatore italiano preferito? Il giocatore straniero preferito? La squadra di club del tuo cuore? La nazionale straniera preferita? Genere musicale preferito? Genere cinematografico preferito? Ultimo libro letto? A chi non passeresti mai la palla? Mattia Calderan 6-Jun-89 Studio ingegneria ambientale Rugby Tallonatore/terza linea A 15 anni reclutato dallo zio!!! Matti Io e Frenci Single Sportiva Tante Un ciocco forte! Booohhh Infortunarmi sugli sci Quando facciamo i ciocchi Carciofi Dormo Bere alcol Kieran Read Nero All Blacks Vinto il campionato under 19 Frenci, Miky e Michael Andrea Scanavacca Richie Mccaw Crusaders All Blacks Tutta Fantasy Topolino A Michael!!! :-) 14

15 ANDATA ELENCO DEGLI INCONTRI: RITORNO 1 a GIORNATA 25 gennaio 2015 ore Unione Rugby San Benedetto Rugby Amatori Macerata Rugby Bologna 1928 Imola Rugby I Lupi di Canolo Rugby Jesi a GIORNATA 1 febbraio 2015 ore Imola Rugby Unione Rugby San Benedetto Rugby Jesi 1970 Rugby Bologna 1928 Rugby Amatori Macerata I Lupi di Canolo 3 a GIORNATA 22 febbraio 2015 ore Unione Rugby San Benedetto Rugby Jesi 1970 I Lupi di Canolo Rugby Bologna 1928 Imola Rugby Rugby Amatori Macerata 4 a GIORNATA 8 marzo 2015 ore I Lupi di Canolo Unione Rugby San Benedetto Rugby Bologna 1928 Rugby Amatori Macerata Rugby Jesi 1970 Imola Rugby 5 a GIORNATA 29 marzo 2015 ore Unione Rugby San Benedetto Rugby Bologna 1928 Rugby Amatori Macerata Rugby Jesi 1970 Imola Rugby I Lupi di Canolo n.d. 1 a GIORNATA 12 aprile 2015 ore Rugby Amatori Macerata Unione Rugby San Benedetto Imola Rugby Rugby Bologna 1928 Rugby Jesi 1970 I Lupi di Canolo 2 a GIORNATA 19 aprile 2015 ore Unione Rugby San Benedetto Imola Rugby Rugby Bologna 1928 Rugby Jesi 1970 I Lupi di Canolo Rugby Amatori Macerata 3 a GIORNATA 26 aprile 2015 ore Rugby Jesi 1970 Unione Rugby San Benedetto Rugby Bologna 1928 I Lupi di Canolo Rugby Amatori Macerata Imola Rugby 4 a GIORNATA 10 maggio 2015 ore Unione Rugby San Benedetto I Lupi di Canolo Rugby Amatori Macerata Rugby Bologna 1928 Imola Rugby Rugby Jesi a GIORNATA 17 maggio 2015 ore Rugby Bologna 1928 Unione Rugby San Benedetto Rugby Jesi 1970 Rugby Amatori Macerata I Lupi di Canolo Imola Rugby Pos Squadra PTI G. V. P. S. PF:PS 1 Rugby Amatori Macerata :10 2 Rugby Bologna :16 3 Imola Rugby :22 4 I Lupi di canolo :0 5 Rugby Jesi :0 6 Unione Rugby San Benedetto :22 15

16 PROSSIMO INCONTRO 3 a GIORNATA - IMOLA, 22 febbraio Imola Rugby - Rugby Amatori Macerata acqua, ENERGIa, ambiente. amiamo quello che FaccIaMO PERcHé SaPPIaMO quanto è IMPORTaNTE PER TE.

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Matteo Freddi L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Youcanprint Self-Publishing Titolo L arte di vincere al fantacalcio Autore Matteo Freddi Immagine di copertina a cura dell Autore ISBN 978-88-91122-07-0 Tutti

Dettagli

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n.

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n. INDICE pag. FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY PREMESSA 3 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA Under 14/12/10/ 8/ 6 TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5 TABELLA RIASSUNTIVA n. 2 6 REGOLAMENTO U14 8 REGOLAMENTO U12

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto La Milano che (non) vorrei... 13 aprile 2014 Anche per oggi suona la campanella che annuncia la fine delle lezioni! Insieme ai miei compagni di

Dettagli

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO Le capacità cognitive richieste per far fronte alle infinite modalità di risoluzione dei problemi motori e di azioni di gioco soprattutto

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 PERIODO TEMPORALE CONSIDERATO Viene considerata tutta l attività svolta dalla prima settimana di novembre 2012 (5 11 novembre 2012 ), all ultima

Dettagli

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO M A G A Z I N E PRINCIPI BASE DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO w w w. a l l f o1 o t b a l l. i t IL TUTOR MARIO BERETTA 1959 Milano, è ex calciatore e attuale allenatore professionista. Diplomato Isef e

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 Art. 1 PRINCIPI GENERALI Il football a 9 contro 9 Master (o 7 contro 7) verrà giocato secondo le regole del regolamento ufficiale NCAA per i campionati a 11 giocatori,

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)?

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Molti di voi avranno sentito parlare di gare in cui i cani concorrono in esercizi di olfatto, come la ricerca, o gare di agility e di

Dettagli

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA.

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. Avere il sospetto o essere a conoscenza che una donna che conosciamo è vittima di violenza da parte del compagno/marito/amante/fidanzato (violenza intrafamiliare)

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 PIANO DI IO CI SARÒ LIA LEVI LETTURA dai 9 anni Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE Lia Levi è oggi una delle più affermate

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

IMPARARE AD ESSER PIÙ MOTIVATO IN OGNI SITUAZIONE

IMPARARE AD ESSER PIÙ MOTIVATO IN OGNI SITUAZIONE IMPARARE AD ESSER PIÙ MOTIVATO IN OGNI SITUAZIONE di Claudio Belotti Self Help. Allenamenti mentali da leggere in 60 minuti Copyright 2012 Good Mood ISBN 978-88-6277-426-0 Introduzione... 4 COME ESSERE

Dettagli

seguente elenco, quali stranezze potrebbe avere una strega :

seguente elenco, quali stranezze potrebbe avere una strega : 1. Il titolo del racconto che leggerai è UNA STRANA STREGA, segna nel seguente elenco, quali stranezze potrebbe avere una strega : Avere il naso aquilino Si no Possedere un pentolone Si no Essere sempre

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

FULGOR ACADEMY 2014-15

FULGOR ACADEMY 2014-15 PRIMI CALCI 2009-2010 OBIETTIVI: Conoscenza del proprio corpo (giochi ed esercizi coordinativi) Rispetto delle regole e del gruppo di cui si fa parte Conoscenza del pallone Capacità di eseguire un gesto

Dettagli

Che cosa provoca una commozione cerebrale?

Che cosa provoca una commozione cerebrale? INFORMAZIONI SULLE COMMOZIONI CEREBRALI Una commozione cerebrale è un trauma cranico. Tutte le commozioni cerebrali sono serie. Le commozioni cerebrali possono verificarsi senza la perdita di conoscenza.

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Andrea Bajani Tanto si doveva

Andrea Bajani Tanto si doveva Andrea Bajani Tanto si doveva Quando muoiono, gli uccelli cadono giù. Non se ne accorge quasi nessuno, di solito, salvo il cacciatore che l ha colpito e il cane che deve dargli la caccia. Il cacciatore

Dettagli

Pensieri per un genitore che non c è

Pensieri per un genitore che non c è Campus AIPD - Formia 16-22 giugno 2013 Pensieri per un genitore che non c è In questo Campus mi sembra di essere fuori dal mondo, perché qui la normalità è avere un figlio con la sdd... sono i fratelli

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli