SCHEMA DI CONVENZIONE per la gestione del servizio di cassa della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Ragusa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SCHEMA DI CONVENZIONE per la gestione del servizio di cassa della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Ragusa"

Transcript

1 1 SCHEMA DI CONVENZIONE per la gestione del servizio di cassa della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Ragusa TRA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI RAGUSA, con sede in RAGUSA, PIAZZA LIBERTA, C.F. n (di seguito denominata Camera) rappresentata dal Dott., nato il a nella sua qualità di E (denominazione dell Istituto di credito) C. F. n. con sede in Via, di seguito denominato Istituto cassiere, rappresentato dal Dr., nato a il nella sua qualità di. si conviene e si stipula quanto segue: Art. 1 - AFFIDAMENTO E OGGETTO DEL SERVIZIO Con la presente convenzione la Camera affida il proprio servizio di cassa all Istituto cassiere. Il predetto servizio ha per oggetto la riscossione delle entrate ed il pagamento delle spese facenti capo alla Camera e dalla stessa ordinate in conformità con la presente convenzione e con l osservanza delle norme di legge ed in particolare del Regolamento concernente la disciplina della gestione patrimoniale e finanziaria delle Camere di commercio di cui al D.P.R. 254/ nonché la custodia e l amministrazione dei titoli e valori di cui al successivo art. 9. A tale scopo all inizio del servizio la Camera metterà a disposizione dell istituto cassiere la giacenza liquida proveniente dalla precedente gestione. La gestione finanziaria della Camera ha inizio il 1 gennaio e termina il 31 dicembre di ciascun anno. La Camera affida con la presente convenzione, altresì, l apertura e la gestione di un conto corrente bancario denominato Fondo Quiescenza e intestato alla CCIAA di Ragusa.

2 2 All atto della sua apertura, il su citato conto corrente sarà dotato della somma già esistente nella precedente gestione di cassa e verrà alimentato mensilmente dalle trattenute di quiescenza operate sulle retribuzioni dei dipendenti e dai contributi di quiescenza a carico della Camera. Periodicamente la giacenza del conto viene investita in titoli di Stato. Gli interessi che matureranno saranno introitati, mediante reversali, sullo stesso conto corrente bancario Fondo Quiescenza. Fanno parte, inoltre, del servizio il deposito e la custodia dei titoli pubblici di proprietà della Camera e vincolati al Fondo Quiescenza ; l istituto cassiere provvederà, di concerto con la Camera e dietro emissione di reversali di incasso, a riscuotere le cedole in scadenza, nonché a provvedere, secondo le istruzioni della Camera alla vendita dei titoli alla loro scadenza e all acquisto di titoli pubblici, mediante emissione di mandati e reversali. Le modalità operative di gestione del conto, simile al servizio principale, saranno nel dettaglio concordate tra la Camera e l Istituto cassiere al momento dell avvio del servizio. Art. 2 - DURATA DEL SERVIZIO La durata del servizio è stabilita in tre anni, a decorrere dalla data di sottoscrizione del contratto. La Camera si riserva la facoltà di rinnovare per una sola volta e per un periodo non superiore a due anni, alle medesime condizioni di cui alla presente convenzione, l affidamento del servizio, qualora la normativa in materia al tempo vigente lo consenta, dandone comunicazione scritta all Istituto cassiere mediante lettera raccomandata A.R. entro tre mesi dalla scadenza. Alla cessazione delle sue funzioni l Istituto cassiere, oltre al versamento del saldo di ogni suo debito ed alla regolare consegna al subentrante di tutti i valori in suo possesso in dipendenza della gestione affidata, dovrà effettuare la consegna di carte, registri, stampati e di quant altro abbia riferimento alla gestione del servizio. La Camera sarà obbligata a rimborsare ogni esposizione debitoria derivante da eventuali anticipazioni concesse dall Istituto cassiere a qualsiasi titolo. L Istituto cassiere sarà impegnato affinché il passaggio del servizio al subentrante avvenga nella massima efficienza, senza pregiudizio all attività di pagamento e di incasso, obbligandosi, se necessario, a continuare la temporanea gestione del servizio fino al concreto avvenuto passaggio delle funzioni. Art. 3 - SEDE DI SVOLGIMENTO Il servizio sarà svolto dall Istituto cassiere nella seguente sede: Via, Ragusa, (come indicata in sede di gara), nei giorni lavorativi e negli orari in cui gli sportelli dell Istituto medesimo sono aperti al pubblico. Art. 4 - RISCOSSIONI Le entrate sono riscosse dall Istituto cassiere mediante reversali di incasso emesse dalla Camera su modelli numerati progressivamente, firmati dal Segretario Generale e dal Dirigente dell Area economico-finanziaria o dai rispettivi delegati e/o sostituti. Le reversali contengono le seguenti indicazioni: a. Nome e cognome o ragione sociale del debitore b. Codice fiscale del debitore c. Causale d. Importo in cifre e lettere e. Data di emissione

3 3 L Istituto cassiere è tenuto all'incasso delle somme che i terzi intendono versare, a qualsiasi titolo e causa, a favore della Camera contro il rilascio di apposita ricevuta/quietanza liberatoria. Tali incassi saranno segnalati alla Camera, alla quale sarà richiesta l emissione delle relative reversali; tali reversali dovranno essere emesse tempestivamente e comunque entro 30 giorni dalla comunicazione stessa. L Istituto cassiere documenta l'incasso delle somme riscosse sul conto di cassa della Camera apponendo sulle relative reversali il timbro "riscosso", la data di esecuzione e la propria firma. Su richiesta della Camera l Istituto cassiere fornisce, entro il terzo giorno successivo lavorativo, gli estremi di qualsiasi reversale eseguita. Il prelevamento dai conti correnti postali intestati alla Camera è disposto dalla Camera stessa mediante preventiva emissione di reversale intestata a sé medesima. L accredito al conto delle relative somme sarà effettuato nello stesso giorno in cui l Istituto cassiere avrà la disponibilità della somma prelevata dal c/c postale. Per tutte le riscossioni, l Istituto cassiere applica la seguente valuta, risultante dall esito della procedura di gara : L Istituto cassiere non e tenuto ad accettare versamenti di terzi a favore della Camera a mezzo di assegni di conto corrente bancario e postale. Sono invece accettati assegni circolari intestati alla Camera. Le reversali rimaste inestinte alla fine dell esercizio sono restituite alla Camera per l annullamento. Art. 5 - PAGAMENTI I pagamenti sono effettuati dall Istituto cassiere mediante mandati di pagamento emessi dalla Camera su modelli numerati progressivamente, firmati dal Segretario Generale e dal Dirigente dell Area economico-finanziaria o rispettivi delegati e/o sostituti. I mandati di pagamento contengono le seguenti indicazioni: a) Nome e cognome o ragione sociale del creditore b) Codice fiscale del creditore c) Causale d) Importo in cifre e lettere e) Modalità di estinzione del titolo f) Data di emissione g) Eventuale data di scadenza. L Istituto cassiere, su conforme richiesta della Camera, effettua i pagamenti derivanti da obblighi tributari, da somme iscritte a ruolo e da delegazioni di pagamento, anche in assenza della preventiva emissione del relativo mandato di pagamento, che è comunque emesso entro i quindici giorni successivi dalla comunicazione dell operazione. I mandati sono ammessi al pagamento entro due giorni lavorativi successivi alla consegna all Istituto cassiere. L Istituto cassiere sarà, comunque, tenuto ad eseguire con precedenza assoluta i pagamenti dichiarati urgenti dalla Camera e quelli relativi a debiti per la cui inadempienza siano dovuti interessi di mora nonché, nei termini, quelli per i quali la Camera avrà indicato sul mandato la scadenza. Per tutti i pagamenti l Istituto cassiere applica la seguente valuta risultante dall esito della procedura di gara:. L Istituto cassiere non deve dar corso al pagamento di mandati che risultino irregolari, ovvero privi di uno qualsiasi degli elementi sopra elencati, non sottoscritti dalle persone a ciò tenute, o che presentino abrasioni o cancellature nell indicazione della somma o del nome del creditore o

4 4 discordanze tra la somma scritta in lettere e quella scritta in cifre. E ammessa la convalida delle correzioni con timbro e firma delle stesse persone che hanno firmato il titolo. L Istituto cassiere è esonerato da qualsiasi responsabilità per ritardo o danno conseguenti a difetto di individuazione od ubicazione del creditore, qualora ciò sia dipeso da errore o incompletezza dei dati evidenziati dalla Camera sul mandato. A comprova dei pagamenti effettuati l Istituto cassiere raccoglie sul mandato o vi allega la quietanza del creditore ovvero provvede ad annotare gli estremi delle operazioni effettuate, apponendo il timbro pagato, la data e la propria firma. In alternativa ed ai medesimi effetti, l Istituto cassiere provvede ad annotare gli estremi del pagamento effettuato con documentazione informatica, da consegnare alla Camera con cadenza mensile. Su richiesta della Camera, l Istituto cassiere, fornisce, entro il terzo giorno successivo lavorativo, gli estremi di qualsiasi pagamento eseguito. Per i mandati di pagamento estinti a mezzo assegno circolare o assegno postale vidimato, la Camera è liberata dall obbligazione nel momento dell addebito dell importo sul conto corrente bancario o postale. La dichiarazione di accreditamento o di commutazione, che sostituisce la quietanza del creditore, risulta nel mandato di pagamento da annotazione recante gli estremi relativi all operazione e la sottoscrizione dell Istituto cassiere. I mandati di pagamento, ai sensi del comma 5 dell art. 16 del D.P.R. 254/2005, sono estinti, conformemente ad espressa annotazione sui titoli, mediante: accreditamento in conto corrente bancario; accreditamento in conto corrente postale a favore del creditore, nonché mediante vaglia postale, la cui ricevuta di versamento, rilasciata dall ufficio postale, deve essere allegata al titolo; commutazione in vaglia cambiario o in assegno circolare, non trasferibile all ordine del creditore da spedire a cura dell istituto cassiere; assegno bancario a copertura garantita con firma di traenza. In tali ipotesi le spese sono poste esclusivamente a carico del beneficiario. Le commissioni a carico del beneficiario sono applicate dall Istituto cassiere nella misura e secondo le modalità risultanti dall esito della procedura di gara, come di seguito riportate: Nessun addebito di commissione deve, comunque, applicarsi alle operazioni concernenti: retribuzioni, indennità e compensi a favore dei dipendenti; indennità, rimborsi e compensi ai componenti gli organi e le commissioni camerali; Il pagamento di diversi mandati (se assoggettabili a commissione) nei confronti dello stesso beneficiario da eseguirsi nella stessa giornata dovrà essere effettuato con l addebito di un unica commissione. La Camera si impegna a non presentare all Istituto cassiere mandati oltre la data di chiusura della contabilità prevista dall Istituto medesimo. I mandati non estinti alla data del 31 dicembre saranno restituiti alla Camera per l annullamento. I pagamenti sono eseguiti fino alla concorrenza della disponibilità di cassa e della eventuale anticipazione accordata dall Istituto cassiere.

5 5 Art. 6 - ANTICIPAZIONE DI CASSA I pagamenti sono effettuati dall Istituto cassiere nei limiti dell effettiva giacenza di cassa della Camera. Nel caso di mancata disponibilità di fondi su conto corrente della Camera, su richiesta della stessa, corredata della deliberazione dell organo competente, l Istituto cassiere si impegna ad accordare un anticipazione di cassa. Gli interessi a carico della Camera sono calcolati sulle somme effettivamente utilizzate sull ammontare dell anticipazione accordata ai sensi del precedente comma e decorrono dalla data di effettivo utilizzo. Nel caso in cui il rapporto di cui alla presente convenzione venga a cessare per trasferimento ad altro soggetto cassiere del servizio di cassa, ovvero per qualsiasi altro motivo, l Istituto cassiere verrà rimborsato di ogni suo credito. Art. 7 - FIRME AUTORIZZATE La Camera provvede a trasmettere preventivamente all Istituto cassiere le firme autografe con le generalità e la qualifica delle persone autorizzate a firmare le reversali di incasso ed i mandati di pagamento nonché, tempestivamente, le eventuali variazioni che potranno in seguito intervenire; l Istituto cassiere resterà impegnato dal giorno lavorativo successivo a quello di ricezione delle comunicazioni stesse. Nel caso in cui i titoli di incasso e di spesa siano firmati dai delegati o dai sostituti, si intende automaticamente che l intervento dei medesimi è dovuto ad assenza o impedimento dei titolari. Art. 8 - TRASMISSIONE DI ATTI E DOCUMENTI L Istituto cassiere ha l obbligo di tenere aggiornati e custodire, anche mediante sistemi informatici: il giornale di cassa riportante le registrazioni giornaliere delle operazioni di riscossione e di pagamento; le reversali di incasso ed i mandati di pagamento che, una volta estinti, dovranno essere restituiti alla Camera, come di seguito precisato; lo stato delle riscossioni e dei pagamenti, al fine di poter accertare in ogni momento la situazione di cassa; eventuali altri documenti previsti dalla legge. I mandati di pagamento e le reversali di incasso sono consegnati dalla Camera all Istituto cassiere accompagnati da distinta, in doppio esemplare, uno dei quali viene restituito alla Camera firmato per ricevuta. Tali distinte sono numerate progressivamente e contengono, oltre all importo dei titoli di incasso e di pagamento trasmessi, l importo complessivo dei titoli medesimi presentati dall inizio dell esercizio. L Istituto cassiere deve trasmettere alla Camera, entro e non oltre giorno quindici del mese successivo, le reversali di incasso e i mandati di pagamento totalmente estinti nel mese precedente, regolarmente documentati, con le prescritte quietanze, muniti di timbro comprovante la data dell estinzione. I suddetti titoli di pagamento e di incasso sono accompagnati da una distinta in due copie regolarmente timbrate e firmate dall Istituto cassiere; la seconda copia sarà restituita dalla Camera

6 6 per ricevuta, con riserva di verificare entro i trenta giorni successivi la completezza e la regolarità dei citati titoli. Per documentate e specifiche esigenze la Camera può concordare, per alcune tipologie di titoli di incasso e di pagamento, la trasmissione ad avvenuta estinzione - con periodicità diverse. I mandati collettivi e quelli relativi a pagamenti da eseguirsi fuori piazza sono restituiti, con le modalità predette, alla Camera dopo la loro totale estinzione e quando saranno corredati delle relative quietanze. L Istituto cassiere deve trasmettere alla Camera entro e non oltre giorno quindici di ciascun mese o, se festivo, entro il giorno lavorativo successivo, il rendiconto delle operazioni di cassa compiute nel mese precedente. Almeno trimestralmente l Istituto cassiere invia l estratto del conto corrente, corredato del tabulato riportante analiticamente i dati identificativi di tutte le operazioni di pagamento effettuate nel periodo considerato, nonchè il foglio dell estratto conto regolato per capitale e interessi. La Camera e tenuta a verificare gli estratti conto trasmessi, segnalando, per iscritto tempestivamente e, comunque, non oltre venti giorni dalla data di ricevimento degli stessi, le eventuali opposizioni. Decorso tale termine i documenti in questione si considerano approvati. Alla fine di ciascun trimestre l Istituto cassiere fornisce i dati relativi ai flussi trimestrali di cassa così come stabilito dalla Legge , n. 468 e successive disposizioni modificative, integrative ed attuative. Art. 9 - CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE TITOLI E VALORI L Istituto cassiere assume in custodia ed amministrazione i titoli ed i valori di proprietà della Camera, che vengono immessi in deposito amministrato. L Istituto cassiere custodisce altresì i titoli ed i valori depositati da terzi per cauzione a favore della Camera, con l obbligo di non procedere alla restituzione dei titoli stessi senza regolare autorizzazione della Camera, comunicata per iscritto e sottoscritta dai soggetti autorizzati a firmare i titoli di spesa e di riscossione. I suddetti servizi sono svolti a titolo gratuito. Art VERIFICHE La Camera ha diritto di procedere a verifiche di cassa e dei valori dati in carico, ogni qualvolta lo ritenga necessario ed opportuno. L Istituto cassiere deve esibire, ad ogni richiesta, i registri, i bollettari e tutte le carte contabili relative alla gestione, anche in formato meccanografico o elettronico. Il Collegio dei Revisori dei Conti della Camera ha accesso ai documenti relativi alla gestione del servizio di cassa. Di conseguenza, previa comunicazione da parte della Camera dei nominativi dei suddetti revisori, questi ultimi possono effettuare sopralluoghi presso gli uffici ove si svolge il servizio di cassa. Art TASSI CREDITORI E DEBITORI Sulle giacenze di cassa della Camera, comprensivo della giacenza nel conto Fondo Quiescenza, è applicato il tasso di interesse risultante dall esito della procedura di gara e determinato come segue:. La liquidazione ha luogo con cadenza trimestrale. Sulle anticipazioni di cassa è applicato il tasso di interesse risultante dall esito della procedura di gara e determinato come segue:.

7 7 La liquidazione ha luogo con cadenza trimestrale. Art CONTO GIUDIZIALE Ai sensi dell art. 37 comma 1 del D.P.R. 254/2005 entro il termine di due mesi dalla chiusura dell esercizio l Istituto cassiere si impegna a trasmettere alla Camera il conto annuale di gestione secondo le modalità riportate nell allegato E del D.P.R. 254/2005. Art SERVIZIO DI HOME BANKING L Istituto cassiere attiverà senza alcun onere a carico della Camera - il servizio di home banking con funzioni informative per l accesso diretto in tempo reale agli archivi del conto corrente e per svolgere funzioni telematiche di versamento (ad es. Modello F24) entro il termine di giorni, come risulta dall esito della procedura di gara. Art RITIRO VALORI E DOCUMENTAZIONE CONTABILE Sarà cura e responsabilità dell Istituto cassiere ritirare o consegnare tramite proprio personale e senza alcun onere a carico della Camera la documentazione contabile, i valori e la documentazione connessa con l espletamento del servizio di cassa presso la sede camerale ubicata in Ragusa Piazza Libertà. Il servizio di ritiro viene effettuato dall Istituto cassiere a semplice richiesta della Camera, richiesta da inoltrare ordinariamente un giorno prima e per un numero non superiore a tre ritiri settimanali di valori o di documenti. L Istituto cassiere provvede altresì all accreditamento giornaliero dei predetti valori sul conto corrente camerale alle condizioni (valuta, tasso, ecc ) contenute nell offerta. Art MANDATI E REVERSALI TELEMATICI In alternativa alla procedura basata su titoli di incasso e di pagamento cartacei, la Camera potrà effettuare la trasmissione telematica dei titoli medesimi con modalità informatiche riconosciute dagli Istituti di credito. L Istituto cassiere è tenuto ad attivare detto servizio entro dalla formale richiesta della Camera, come risulta dall esito della procedura di gara. La trasmissione in sicurezza delle informazioni firmate digitalmente sarà assicurata dalla Posta elettronica certificata che garantisce la conservazione e la consultazione delle ricevute. Art CONDIZIONI PER IL SERVIZIO DI CASSA Il servizio di cassa è svolto a titolo gratuito e, per quanto riguarda la gestione, con le modalità precisate nell offerta in sede di gara e riportate nella presente convenzione. Come ulteriore condizione nell esecuzione del servizio, la Camera riconosce all Istituto cassiere il recupero delle spese vive dovute per norme di legge quali spese per marche, bolli e simili. Quando dovute, la Camera procede al rimborso trimestrale, su presentazione di distinta dettagliata, delle suddette spese sostenute ed anticipate dall Istituto cassiere per l espletamento del servizio. Per quanto non espressamente previsto e disciplinato con la presente convenzione l Istituto cassiere si impegna ad applicare alla Camera le condizioni più favorevoli applicate alla migliore clientela. Art MODIFICHE DELLE PRESTAZIONI Nel corso di tutto il periodo contrattuale, di comune accordo tra le parti mediante scambio di lettere e previa accettazione espressa, potranno essere apportate alle modalità di espletamento del servizio

8 8 tutte le modifiche ritenute necessarie per accorgimenti e soluzioni pratiche intese a conseguire la migliore qualità dei servizi offerti. Inoltre, ai sensi delle disposizioni in vigore, le parti, ciascuno per quanto di rispettiva competenza, convengono che adegueranno il servizio alle normative del sistema denominato Siope, la cui applicazione per le Camere di Commercio è prevista a decorrere dal 1 gennaio Resta inteso che tale adeguamento non avrà alcun costo per la Camera. Art GARANZIA A FAVORE DELLA CAMERA Durante l esecuzione del servizio l Istituto cassiere è direttamente responsabile di ogni danno che possa derivare alla Camera dall espletamento del servizio. L Istituto cassiere sarà responsabile, ai sensi di legge, delle somme e dei valori al medesimo affidati, rispondendone anche in caso di frode e di altre sottrazioni delittuose e deve conservarli nella loro integrità, stato e specie, mantenendo anche distinti e nella identica forma in cui furono eseguiti, i depositi di terzi che non siano stati consegnati in contanti. Per l adempimento degli obblighi derivanti dalla presente convenzione e di tutti gli obblighi di legge inerenti la gestione del servizio di cassa, nonché per gli eventuali danni causati alla Camera o a terzi, l Istituto cassiere risponde con le proprie attività ed il proprio patrimonio. Art DIVIETO DI SUBAPPALTO E DI CESSIONE DEL CONTRATTO Considerata la particolare natura del servizio non è consentito il ricorso al subappalto; l Istituto cassiere è tenuto, pertanto, ad eseguire in proprio tutte le prestazioni comprese nella presente convenzione. E altresì vietata la cessione del contratto. Art INADEMPIENZE CONTRATTUALI PENALITA La Camera, a tutela della qualità del servizio e della sua conformità alle norme di legge e e alla presente convenzione, si riserva la facoltà di applicare sanzioni pecuniarie in ogni caso di accertata violazione. La penalità è applicata dopo formale contestazione ed esame delle eventuali controdeduzioni dell Istituto cassiere, le quali dovranno pervenire entro cinque giorni lavorativi dalla data di contestazione. Il mancato, insufficiente o errato svolgimento delle attività previste, nonché il ritardo nell espletamento delle stesse laddove è previsto un termine di adempimento, comporta l applicazione di una penalità commisurata alla gravità dell inadempienza accertata e, comunque, per ogni singola inadempienza, non inferiore a. 250,00 e non superiore a.5.000,00. Resta fermo per l Istituto cassiere l obbligo di ripristino delle condizioni previste entro i tempi stabiliti dalla Camera. Art RISOLUZIONE DEL CONTRATTO Il contratto sarà risolto, ai sensi dell art del C.C., con provvedimento motivato e previa comunicazione del procedimento stesso, nei seguenti casi: a. per gravi inadempienza, frode o altro, tali da giustificare l immediata risoluzione del contratto; b. per motivate esigenze di pubblico interesse specificate nel provvedimento di risoluzione; c. in caso di cessazione di attività, di concordato preventivo, di fallimento o di atti di sequestro o di pignoramento a carico dell Istituto cassiere.

9 9 La Camera si riserva, inoltre, la facoltà di risolvere il contratto, previa regolare diffida ad adempiere, nelle seguenti fattispecie: a. interruzione non giustificata del servizio; b. mancata apertura entro la data di inizio del servizio di una sede (una filiale, una agenzia, ovvero uno sportello con operatore/i) ubicata nel Comune di Ragusa o mancata presenza nel corso dell appalto; c. subappalto, anche parziale, del servizio; d. cessione del contratto; e. revoche di provvedimenti di autorizzazioni che incidano sull attività inerente la presente convenzione; f. ulteriori inadempienze dell Istituto cassiere dopo l applicazione di tre penalità per la medesima infrazione nel corso di un esercizio finanziario. Al verificarsi delle sopra elencate ipotesi, la risoluzione avviene di diritto quando la Camera stabilisca di avvalersi della clausola risolutiva e di tale volontà dia comunicazione all Istituto cassiere il quale è tenuto al completo risarcimento di tutti i danni, diretti ed indiretti, che la Camera dovrà sopportare. Art RISERVATEZZA L Istituto cassiere è impegnato formalmente a dare istruzioni al proprio personale affinché tutti i dati e le informazioni patrimoniali, statistiche, anagrafiche e/o di qualunque altro genere di cui viene a conoscenza in conseguenza dei servizi resi, vengano considerati riservati e come tali trattati, pur assicurando nel contempo la trasparenza delle attività svolte. Art REGISTRAZIONE DELLA CONVENZIONE Le spese di stipulazione della presente convenzione ed ogni altra conseguente sono a carico dell Istituto cassiere. Art RINVIO, FORO COMPETENTE Per quanto non espressamente previsto nella presente convenzione si fa rinvio al Codice Civile, alle leggi ed ai regolamenti che disciplinano la materia. La definizione delle controversie che dovessero insorgere in relazione alla presente convenzione, comprese quelle relative alla sua validità, interpretazione, esecuzione, inadempimento e risoluzione sono di competenza del Foro di Ragusa. Ragusa, lì... per la Camera.. per l Istituto cassiere

10 10..

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE STATALI TRA

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE STATALI TRA ALLEGATO 1 SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE STATALI TRA. (denominazione scuola), con sede in.., Via.. n.., C.F. n. più avanti denominata semplicemente

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA E DI CASSA DEL COMITATO NAZIONALE ITALIANO PERMANENTE PER IL MICROCREDITO TRA

SCHEMA DI CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA E DI CASSA DEL COMITATO NAZIONALE ITALIANO PERMANENTE PER IL MICROCREDITO TRA SCHEMA DI CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA E DI CASSA DEL COMITATO NAZIONALE ITALIANO PERMANENTE PER IL MICROCREDITO TRA Il Comitato Nazionale Italiano Permanente per il Microcredito

Dettagli

Convenzione/Capitolato per il Servizio di Cassa del GAL Ternano

Convenzione/Capitolato per il Servizio di Cassa del GAL Ternano Convenzione/Capitolato per il Servizio di Cassa del GAL Ternano Il GAL Ternano in esecuzione della deliberazione adottata dal Consiglio di Amministrazione n. 12/2014 all ordine del giorno in data 29/01/2014

Dettagli

Comune di Stigliano (Prov. Matera)

Comune di Stigliano (Prov. Matera) Comune di Stigliano (Prov. Matera) REPUBBLICA ITALIANA BOLL O SCHEMA DI C O N V E N Z I O N E per il conferimento in appalto del servizio di tesoreria L anno duemila... (...), il giorno... (...) del mese

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Collecchio Provincia di Parma Atto Pubblico Amministrativo

REPUBBLICA ITALIANA Collecchio Provincia di Parma Atto Pubblico Amministrativo REPUBBLICA ITALIANA Collecchio Provincia di Parma Atto Pubblico Amministrativo CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DELL AZIENDA CONSORTILE Pedemontana Sociale L anno duemila.

Dettagli

AMT AMT AMT AMT AMT AMT FACSIMILE FACSIMILE

AMT AMT AMT AMT AMT AMT FACSIMILE FACSIMILE 1 CONVENZIONE PER IL DISIMPEGNO DEL SERVIZIO DI CASSA A) Servizio di cassa per il triennio 2011, 2012, 2013. ART. 1 L A.M.T. affida il proprio servizio di cassa, all istituto di credito....operante su

Dettagli

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA Tra l AUTORITA GARANTE PER L INFANZIA E L ADOLOSCENZA C.F. 11784021005 con sede in Roma Via di Villa Ruffo, 6 che per brevità sarà in seguito chiamata

Dettagli

ASP Lazzarelli San Severino Marche

ASP Lazzarelli San Severino Marche CAPITOLATO SPECIALE APPALTO SERVIZIO TESORERIA ASP LAZZARELLI PERIODO 2015/2019 1. OGGETTO DELLA CONVENZIONE...2 2. ESERCIZIO FINANZIARIO...2 3. GRATUITÀ DEL SERVIZIO...2 4. INDICAZIONE DEI REGISTRI CHE

Dettagli

L Istituto di Credito con sede in Via iscritto al Registro delle Imprese

L Istituto di Credito con sede in Via iscritto al Registro delle Imprese ALLEGATO 1 CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA tra L Associazione Pistoia Futura Laboratorio per la Programmazione Strategica della Provincia di Pistoia, con sede in Pistoia Piazza San

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI TRA

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI TRA SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI TRA L ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (in seguito chiamata Ente ) con sede in Palazzo Corsini - Via della

Dettagli

SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO QUINQUENNALE

SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO QUINQUENNALE COMUNE DI CASANDRINO ROVINCIA DI NAPOLI SETTORE PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA E SVILUPPO ECONOMICO SERVIZIO RISORSE FINANZIARIE BILANCIO TRIBUTI E CONTROLLO DI GESTIONE SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO QUINQUENNALE

Dettagli

Il Direttore Emilio Grassi

Il Direttore Emilio Grassi Determinazione n 05/2016 AGENZIA per il TRASPORTO PUBBLICO LOCALE del Bacino di Bergamo Via Sora 4, 24121 Bergamo CF e PIVA 04083130163 PEC: agenziatplbergamo@pec.it Tel. 035/387706 Il Direttore Emilio

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI ISERNIA CIG 337116013D CPV 66600000-6

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI ISERNIA CIG 337116013D CPV 66600000-6 SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI ISERNIA CIG 337116013D CPV 66600000-6 TRA La Camera di Commercio di Isernia, con sede in Isernia, C.so Risorgimento,

Dettagli

SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DEL CONSORZIO DI BONIFICA EST TICINO VILLORESI PER IL TRIENNIO 2012-2014 (CIG: 179591973C) Schema di Convenzione

SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DEL CONSORZIO DI BONIFICA EST TICINO VILLORESI PER IL TRIENNIO 2012-2014 (CIG: 179591973C) Schema di Convenzione SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DEL CONSORZIO DI BONIFICA EST TICINO VILLORESI PER IL TRIENNIO 2012-2014 (CIG: 179591973C) Schema di Convenzione L anno.. il giorno. del mese di. in Milano nella sede del

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELL AZIENDA SPECIALE REGIONALE MOLISE ACQUE. TRA

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELL AZIENDA SPECIALE REGIONALE MOLISE ACQUE. TRA SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELL AZIENDA SPECIALE REGIONALE MOLISE ACQUE. TRA AZIENDA SPECIALE REGIONALE MOLISE ACQUE (di seguito denominata "Azienda") con sede in Campobasso,

Dettagli

secondo quanto definito nel presente schema di convenzione e di seguito indicato col termine di Cassiere.

secondo quanto definito nel presente schema di convenzione e di seguito indicato col termine di Cassiere. Schema di convenzione per il servizio di cassa tra a Consorzio di difesa delle terre golenali del Comune di Brescello con sede legale c/o Comune di Brescello, Piazza Matteotti, 12-42041 Brescello (RE)

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DEL SEGRETARIATO GENERALE DELLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DEL SEGRETARIATO GENERALE DELLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DEL SEGRETARIATO GENERALE DELLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA Tra il Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica rappresentata dal

Dettagli

Il giorno del mese di dell anno 2011 TRA

Il giorno del mese di dell anno 2011 TRA CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA DELLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI GROSSETO PER IL QUADRIENNIO 2012-2015 Il giorno del mese di dell anno 2011 TRA La Camera

Dettagli

Art. 4 Gratuità del servizio Il servizio è affidato all Istituto cassiere senza alcun onere per l Agenzia.

Art. 4 Gratuità del servizio Il servizio è affidato all Istituto cassiere senza alcun onere per l Agenzia. Procedura concorrenziale, ai sensi dell art. 30 comma 3 del D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163, per l affidamento in concessione del servizio di cassa dell Agenzia per la Coesione Territoriale per un triennio

Dettagli

CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CASSA E DEPOSITO PER LA CASSA CONGUAGLIO PER IL SETTORE ELETTRICO - CCSE - tra

CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CASSA E DEPOSITO PER LA CASSA CONGUAGLIO PER IL SETTORE ELETTRICO - CCSE - tra CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CASSA E DEPOSITO PER LA CASSA CONGUAGLIO PER IL SETTORE ELETTRICO - CCSE - tra La CASSA CONGUAGLIO PER IL SETTORE ELETTRICO (di seguito CCSE), con sede in Roma, alla Via

Dettagli

(AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA)

(AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA) SCHEMA CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DELL AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA CASA DI RIPOSO REGINA MARGHERITA DI BARLETTA TRA l ASP Casa di Riposo Regina Margherita,

Dettagli

Consorzio di Bonifica del Nord Sardegna

Consorzio di Bonifica del Nord Sardegna C A P I T O L A T O S P E C I A L E P E R L A F F I D A M E N T O D E L S E R V I Z I O D I T E S O R E R I A CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA ART.1 DISCIPLINA Il Servizio

Dettagli

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI L ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (in seguito chiamata Ente ) con sede in Palazzo Corsini - Via della Lungara, 10-00165

Dettagli

A5 Schema di Convenzione CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA/TESORERIA DELL ATER DELLA PROVINCIA DI FROSINONE TRA

A5 Schema di Convenzione CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA/TESORERIA DELL ATER DELLA PROVINCIA DI FROSINONE TRA A5 Schema di Convenzione CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA/TESORERIA DELL ATER DELLA PROVINCIA DI FROSINONE TRA L A.T.E.R. della provincia di Frosinone (in seguito chiamata Ente ) con via

Dettagli

CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CASSA DELLA CASSA CONGUAGLIO PER IL SETTORE ELETTRICO - CCSE - tra

CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CASSA DELLA CASSA CONGUAGLIO PER IL SETTORE ELETTRICO - CCSE - tra CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CASSA DELLA CASSA CONGUAGLIO PER IL SETTORE ELETTRICO - CCSE - tra La CASSA CONGUAGLIO PER IL SETTORE ELETTRICO (di seguito CCSE o Ente), con sede in Roma, in Via Cesare

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO Anno Giacenze 2012 10.491.016,95 2011 20.050.240,29 2010 15.306.896,49

CAMERA DI COMMERCIO Anno Giacenze 2012 10.491.016,95 2011 20.050.240,29 2010 15.306.896,49 CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA DELLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI GENOVA E DELLE AZIENDE SPECIALI INHOUSE, GENOVA QUALITA E WTC GENOA.

Dettagli

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLA CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI LIVORNO.

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLA CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI LIVORNO. CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLA CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI LIVORNO. * * * * * L'anno 2007, il giorno del mese di, tra La Camera di Commercio Industria,

Dettagli

CONSORZIO DI BONIFICA DELL ORISTANESE. Con sede in Oristano (OR) C.F 9002260092 *****

CONSORZIO DI BONIFICA DELL ORISTANESE. Con sede in Oristano (OR) C.F 9002260092 ***** CONSORZIO DI BONIFICA DELL ORISTANESE Con sede in Oristano (OR) C.F 9002260092 ***** Capitolato Speciale Per l affidamento del Servizio di Tesoreria e Cassa CIG: 0226589B25 Art. 1 Il Servizio di Tesoreria

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE TRA

SCHEMA DI CONVENZIONE TRA ALLEGATO C SCHEMA DI CONVENZIONE TRA L Automobile Club di Piacenza (in seguito anche Ente ) rappresentato da..nato a.il, nella sua qualità di La.( in seguito denominata Banca ) rappresentata da..nato a

Dettagli

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI TERNI ********** CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA ********** REPUBBLICA ITALIANA

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI TERNI ********** CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA ********** REPUBBLICA ITALIANA ALLEGATO ALLA DEL. DI CC N. 200 DEL 13.07.2005 AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI TERNI ********** CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA ********** REPUBBLICA ITALIANA L anno duemila il giorno.

Dettagli

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA. L'anno, addì del mese di con la presente scrittura privata, TRA

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA. L'anno, addì del mese di con la presente scrittura privata, TRA CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA L'anno, addì del mese di con la presente scrittura privata, TRA Casa Livorno e Provincia S. p. A. Partita Iva 01461610493 rappresentata da nata a il (C.F.

Dettagli

2. Il conto di risparmio cooperativo è nominativo ed intestato al Socio che ne ha richiesto l apertura.

2. Il conto di risparmio cooperativo è nominativo ed intestato al Socio che ne ha richiesto l apertura. Articolo1 (Istituzione del servizio) 1. In esecuzione dell articolo 4, comma 5, punto e) e dell articolo 34 dello Statuto Sociale della Cooperativa Edificatrice Ferruccio Degradi S.c.r.l. viene istituito

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI TREVISO * * * CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CASSA

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI TREVISO * * * CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CASSA AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI TREVISO * * * CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CASSA Con la presente CONVENZIONE posta in essere tra l Azienda Territoriale per l Edilizia

Dettagli

Consiglio Regionale della Campania

Consiglio Regionale della Campania Consiglio Regionale della Campania C.F. e P.I. 80051460634 Sede Legale: Via G. Porzio, Centro Direzionale di Napoli, Isola F13-80143 Napoli Sede Amministrativa: Via G. Porzio, Centro Direzionale di Napoli,

Dettagli

SOCIALE EUROPEO PREMESSO

SOCIALE EUROPEO PREMESSO REPUBBLICA ITALIANA CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DI SERVIZI DI CASSA RELATIVI AL FONDO DI ROTAZIONE PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE E L ACCESSO AL FONDO SOCIALE EUROPEO L anno 2009, il giorno del mese

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELL AGENZIA PER LA RAPPRESENTANZA NEGOZIALE DELLA REGIONE SICILIANA (A.Ra.N.

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELL AGENZIA PER LA RAPPRESENTANZA NEGOZIALE DELLA REGIONE SICILIANA (A.Ra.N. SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELL AGENZIA PER LA RAPPRESENTANZA NEGOZIALE DELLA REGIONE SICILIANA (A.Ra.N. SICILIA) L anno, il giorno.. del mese di., in Palermo, nella sede

Dettagli

ART. 1 - Affidamento del servizio

ART. 1 - Affidamento del servizio ART. 1 - Affidamento del servizio Il servizio tesoreria e di cassa del Comune è affidato in gestione per la durata di anni cinque a far tempo dal 1 gennaio 2016. ART. 2 - Oggetto della Convenzione Il servizio

Dettagli

MODELLO A5 SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELL AZIENDA SPECIALE FARMACIE COMUNALI DI MASSAROSA TRA

MODELLO A5 SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELL AZIENDA SPECIALE FARMACIE COMUNALI DI MASSAROSA TRA MODELLO A5 SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELL AZIENDA SPECIALE FARMACIE COMUNALI DI MASSAROSA TRA l'azienda Speciale Farmacie Comunali di Massarosa (in seguito chiamata

Dettagli

Ufficio Centrale Orientamento Formazione Professionale Lavoratori. relativo alla gara con procedura aperta per l affidamento del servizio di

Ufficio Centrale Orientamento Formazione Professionale Lavoratori. relativo alla gara con procedura aperta per l affidamento del servizio di MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE Ufficio Centrale Orientamento Formazione Professionale Lavoratori CAPITOLATO D ONERI relativo alla gara con procedura aperta per l affidamento del servizio

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB ASCOLI PICENO. Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria. Gestione dei Pagamenti e degli Incassi

AUTOMOBILE CLUB ASCOLI PICENO. Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria. Gestione dei Pagamenti e degli Incassi AUTOMOBILE CLUB ASCOLI PICENO Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria Gestione dei Pagamenti e degli Incassi 1. OBIETTIVO... 4 2. REFERENTI DELLA PROCEDURA... 4 3. AMBITO DI APPLICAZIONE... 4 4.

Dettagli

CONSORZIO DI BONIFICA DELL ORISTANESE

CONSORZIO DI BONIFICA DELL ORISTANESE CONSORZIO DI BONIFICA DELL ORISTANESE Con sede in Oristano (OR) C.F 9002260092 ***** Capitolato Speciale Per l affidamento del Servizio di Tesoreria e Cassa CIG 6395917DAA Art. 1 Servizio di tesoreria

Dettagli

COMUNE DI SAN ROMANO IN GARFAGNANA (Provincia di Lucca)

COMUNE DI SAN ROMANO IN GARFAGNANA (Provincia di Lucca) COMUNE DI SAN ROMANO IN GARFAGNANA (Provincia di Lucca) SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA Approvata con deliberazione del consiglio comunale n.. del.. Art. 1 Affidamento del

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO PER IL TRIENNIO 2014-2016 TRA

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO PER IL TRIENNIO 2014-2016 TRA SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO PER IL TRIENNIO 2014-2016 TRA la Cassa Nazionale del Notariato, Associazione di diritto privato, in prosieguo

Dettagli

COMUNE DI MONTEBUONO Provincia di Rieti REPUBBLICA ITALIANA

COMUNE DI MONTEBUONO Provincia di Rieti REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI MONTEBUONO Provincia di Rieti REPUBBLICA ITALIANA CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA E PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CONNESSI PER IL PERIODO 11/06/2012/11/06/2017. L anno 2012,

Dettagli

REGOLAMENTO PER I PRESTITI SOCIALI

REGOLAMENTO PER I PRESTITI SOCIALI COOPERATIVA EDIFICATRICE LAVORATORI TONOLLI SOCIETA' COOPERATIVA Sede in Via G. Rotondi, 41/A - 20037 PADERNO DUGNANO (MI) Cod. Fisc. 83002100150 - Partita IVA 00985970961 Lega 1104 REA 877488 Reg. Impr.

Dettagli

CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 01.01.2012 31.12.2016 TRA

CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 01.01.2012 31.12.2016 TRA SCHEMA CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 01.01.2012 31.12.2016 TRA Il Comune di Longone al Segrino, con sede in Via Diaz n.27, in seguito denominato Ente rappresentato da... nella

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELLA FARMACAP TRIENNIO 2015-2017. Art.1 - SCOPO, MATERIA, LIMITI DELLA CONVENZIONE

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELLA FARMACAP TRIENNIO 2015-2017. Art.1 - SCOPO, MATERIA, LIMITI DELLA CONVENZIONE Allegato 1 SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELLA FARMACAP TRIENNIO 2015-2017 Art.1 - SCOPO, MATERIA, LIMITI DELLA CONVENZIONE Premesso che con delibera del Commissario Straordinario,

Dettagli

Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria. Gestione dei Pagamenti e degli Incassi

Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria. Gestione dei Pagamenti e degli Incassi Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria Gestione dei Pagamenti e degli Incassi 1. OBIETTIVO Il presente documento descrive le attività amministrativo-contabili inerenti la gestione dei pagamenti

Dettagli

COMUNE DI PONTOGLIO. Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI PONTOGLIO. Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI PONTOGLIO Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Indice Art. 1 Servizio di Economato Art. 2 Economo Comunale Art. 3 Funzioni del Servizio di Economato Art. 4 Indennità

Dettagli

I.Ri.Fo.R. - ONLUS. Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1

I.Ri.Fo.R. - ONLUS. Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1 I.Ri.Fo.R. - ONLUS Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1 CAPO I - BILANCIO DI PREVISIONE Articolo 1 - Principi generali 1. La gestione finanziaria della struttura nazionale e delle strutture

Dettagli

COMUNE DI CANNARA Provincia di Perugia

COMUNE DI CANNARA Provincia di Perugia COMUNE DI CANNARA Provincia di Perugia SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL COMUNE DI CANNARA PERIODO 01.01.2011-31.12.2015 Art.1 - Affidamento del servizio Il servizio tesoreria

Dettagli

SERVIZIO DI CASSA PER L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA - CODICE C.I.G.: 143017059D CAPITOLATO - PARTE TECNICA

SERVIZIO DI CASSA PER L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA - CODICE C.I.G.: 143017059D CAPITOLATO - PARTE TECNICA SERVIZIO DI CASSA PER L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA - CODICE C.I.G.: 143017059D CAPITOLATO - PARTE TECNICA CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA... CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

$8725,7$ 32578$/(',75,(67(

$8725,7$ 32578$/(',75,(67( $8725,7$ 32578$/(',75,(67( 6&+(0$',&219(1=,21(3(5/ $)),'$0(172'(/6(59,=,2',&$66$ CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO l Autorità Portuale di Trieste, (in seguito denominata anche per brevità A.P.T.), rappresentata.nella

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA. COMUNE DI SANT ANGELO A SCALA PROVINCIA DI AVELLINO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA. ART. 1 Il servizio di tesoreria del comune è affidato mediante procedura aperta,

Dettagli

LETTERA D INCARICO D AGENZIA. in persona del suo legale rappresentante pro-tempore con sede in. (di seguito denominata PREPONENTE) o

LETTERA D INCARICO D AGENZIA. in persona del suo legale rappresentante pro-tempore con sede in. (di seguito denominata PREPONENTE) o LETTERA D INCARICO D AGENZIA Tra le seguenti parti: in persona del suo legale rappresentante pro-tempore con sede in (di seguito denominata PREPONENTE) o E P.IVA: (di seguito denominato AGENTE) l agente

Dettagli

CONSORZIO DI BONIFICA VENETO ORIENTALE

CONSORZIO DI BONIFICA VENETO ORIENTALE CONSORZIO DI BONIFICA VENETO ORIENTALE Portogruaro - San Donà di Piave CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA E DI INCASSO DELLA CONTRIBUENZA CONSORZIALE PARTE 1^ : SERVIZIO DI

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - ASTI Allegato 2) alla Deliberazione del Consiglio Camerale n. 10 del 27.10.

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - ASTI Allegato 2) alla Deliberazione del Consiglio Camerale n. 10 del 27.10. CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - ASTI Allegato 2) alla Deliberazione del Consiglio Camerale n. 10 del 27.10.2011 REGOLAMENTO GENERALE SUL REGISTRO DEI PROTESTI PREMESSA Art. 1

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE SPESE ECONOMALI, DI PRONTA CASSA E DELL UTILIZZO DELLE CARTE DI CREDITO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE SPESE ECONOMALI, DI PRONTA CASSA E DELL UTILIZZO DELLE CARTE DI CREDITO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE SPESE ECONOMALI, DI PRONTA CASSA E DELL UTILIZZO DELLE CARTE DI CREDITO Indice TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art.1 Ambito di applicazione Art. 2 Definizioni TITOLO

Dettagli

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato CONTRATTO FRA IL COMUNE DI GENOVA E... PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO A FAVORE DI MINORI E NUCLEI DI NAZIONALITÀ STRANIERA SEGUITI DALL UFFICIO CITTADINI SENZA TERRITORIO PERIODO...

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTITO SOCIALE della Cooperativa Solidarietà Soc. Coop. di Volontariato Sociale a r.l..

CONTRATTO DI PRESTITO SOCIALE della Cooperativa Solidarietà Soc. Coop. di Volontariato Sociale a r.l.. COPIA PER IL RICHIEDENTE CONTRATTO DI PRESTITO SOCIALE della Cooperativa Solidarietà Soc. Coop. di Volontariato Sociale a r.l.. Il sottoscritto.............., codice fiscale., nato a......, il / /, domiciliato

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DEL SERVIZIO DI RICARICA CONTO FAMIGLIA PER LA MENSA SCOLASTICA

CAPITOLATO SPECIALE DEL SERVIZIO DI RICARICA CONTO FAMIGLIA PER LA MENSA SCOLASTICA Provincia di Torino SETTORE POLITICHE EDUCATIVE E SOCIALI UFFICIO ISTRUZIONE CAPITOLATO SPECIALE DEL SERVIZIO DI RICARICA CONTO FAMIGLIA PER LA MENSA SCOLASTICA PERIODO SETTEMBRE 2015 GIUGNO 2020 1 INDICE

Dettagli

Regione. Nome e Cognome (di seguito. Denominato soggetto autorizzato ) codice fiscale. Nato/a il. Residente in (comune,provincia,indirizzo)

Regione. Nome e Cognome (di seguito. Denominato soggetto autorizzato ) codice fiscale. Nato/a il. Residente in (comune,provincia,indirizzo) CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE DELLE TASSE AUTOMOBILISTICHE DA PARTE DEI SOGGETTI AUTORIZZATI AI SENSI DELLA LEGGE N.264/1991 PER CONTO DELLA Spett.le Regione Nome e Cognome

Dettagli

Contratto tipo di Agenzia

Contratto tipo di Agenzia Contratto tipo di Agenzia LETTERA D INCARICO D AGENZIA 1 In relazione alle intese intercorse, vi confermiamo, con la presente, l incarico di promuovere stabilmente, per nostro conto, la vendita dei prodotti

Dettagli

Comune di Falerone PROVINCIA DI FERMO

Comune di Falerone PROVINCIA DI FERMO Comune di Falerone PROVINCIA DI FERMO SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA (2014 2018) COMUNE DI FALERONE...1 PROVINCIA DI FERMO...1 ART. 1 AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO...3 ART.

Dettagli

Consorzio di Bonifica del Nord Sardegna

Consorzio di Bonifica del Nord Sardegna B A N D O D I G A R A PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA CIG 4597641D5D 1) ENTE: CONSORZIO DI BONIFICA DEL NORD SARDEGNA Via Vittorio Veneto 16-07014 OZIERI tel. 079 787706 - fax 079 786689 e-mail:

Dettagli

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE ARTICOLO 1 AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO, SEDE Il Comune di Marina di Gioiosa Jonica affida il proprio servizio di Tesoreria, nonché l esecuzione

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA

CAPITOLATO D ONERI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA CAPITOLATO D ONERI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA Art. 1 Elementi di valutazione delle offerte 1. Il Servizio di Tesoreria del Comune di Sumirago può essere assunto da Istituti di credito di

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE (APPROVATO DALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DEL 17.10.1997)

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE (APPROVATO DALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DEL 17.10.1997) REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE (APPROVATO DALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DEL 17.10.1997) REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE Art.1 Art.2 Art.3 Oggetto Il presente regolamento

Dettagli

Capitolato di gara per l assegnazione del servizio di tesoreria e cassa

Capitolato di gara per l assegnazione del servizio di tesoreria e cassa Capitolato di gara per l assegnazione del servizio di tesoreria e cassa Articolo 1 Oggetto del servizio Il presente capitolato di gara ha per oggetto l assegnazione del servizio di tesoreria e cassa per

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL FONDO ECONOMALE DELLA SCUOLA NORMALE SUPERIORE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL FONDO ECONOMALE DELLA SCUOLA NORMALE SUPERIORE Art.1 Oggetto REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL FONDO ECONOMALE DELLA SCUOLA NORMALE SUPERIORE (emanato con Decreto del Direttore n. 237 del 05.06.2014, pubblicato in pari data all Albo Ufficiale on-line

Dettagli

PROVINCIA di MANTOVA DISCIPLINARE D INCARICO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA per.. in esecuzione della Determinazione n. PREMESSO che:

PROVINCIA di MANTOVA DISCIPLINARE D INCARICO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA per.. in esecuzione della Determinazione n. PREMESSO che: PROVINCIA di MANTOVA DISCIPLINARE D INCARICO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA per.. in esecuzione della Determinazione n PREMESSO che: vista la Delibera di Giunta Provinciale n. 198 del 04/12/2008 recante: Modifiche

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER I SERVIZI INERENTI AL TRATTAMENTO DELLA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI LIVORNO

CAPITOLATO D APPALTO PER I SERVIZI INERENTI AL TRATTAMENTO DELLA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI LIVORNO CAPITOLATO D APPALTO PER I SERVIZI INERENTI AL TRATTAMENTO DELLA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI LIVORNO Durata : Dal 1 MAGGIO 2012 AL 30 APRILE 2015 PRESCRIZIONI SPECIFICHE E TECNICHE ART. 1 - OGGETTO L

Dettagli

ALLEGATO 1 SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA

ALLEGATO 1 SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA ALLEGATO 1 SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA TRA L Accademia di Belle Arti (di seguito denominato Istituto ) con sede in Palermo via Papireto, 20 C.F. n 80028180828 rappresentato

Dettagli

CONVENZIONE. premesso che

CONVENZIONE. premesso che Schema di convenzione- tipo per contratti di finanziamento CONVENZIONE L Università degli Studi di Roma La Sapienza (codice fiscale 80209930587) di seguito Amministrazione, nella persona di., nato il...

Dettagli

Nome e Cognome Indirizzo Telefono E-mail Qualifica

Nome e Cognome Indirizzo Telefono E-mail Qualifica FOGLIO INFORMATIVO DEPOSITI A RISPARMIO LIBERI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Cassano delle Murge e Tolve S.C. Via Bitetto n. 2, - 70020 Cassano delle Murge (Ba) Tel. 0803467511

Dettagli

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI 1 CONTRATTO PER APPALTO DEI SERVIZI DI PULIZIA TRA Il Condominio

Dettagli

4. PROCEDURA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE: Procedura aperta, da aggiudicarsi utilizzando il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa.

4. PROCEDURA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE: Procedura aperta, da aggiudicarsi utilizzando il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa. BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA SOTTO SOGLIA PER L AFFIDAMENTO A TITOLO GRATUITO DELLA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL CONSORZIO INTERUNIVERSITARIO ALMALAUREA PERIODO 01.01.2014-31.12.2017

Dettagli

DEPOSITI A RISPARMIO PER CONSUMATORI

DEPOSITI A RISPARMIO PER CONSUMATORI FOGLIO INFORMATIVO relativo al DEPOSITI A RISPARMIO PER CONSUMATORI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DEL CENTROVENETO Credito Cooperativo S.C. - Longare Via Ponte di Costozza, 12 36023 Longare (VI) Tel.:

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE Articolo 1 - Oggetto 1.1. Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti dai soci in conformità all'articolo 7 dello statuto sociale. 1.2. Tale

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

2) Categoria di servizio 6 alleg. II A - decreto legislativo 12.4.2006, n. 163; 3) Luogo di esecuzione: Roccaspinalveti

2) Categoria di servizio 6 alleg. II A - decreto legislativo 12.4.2006, n. 163; 3) Luogo di esecuzione: Roccaspinalveti COMUNE DI ROCCASPINALVETI (CHIETI) PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL COMUNE DI ROCCASPINALVETI-PERIODO 01/01/2012-31/12/2016 IN ESECUZIONE DELLA DETERMINAZIONE A CONTRATTARE

Dettagli

Consorzio Granterre Società Cooperativa Agricola Via Polonia 30/33 41100 Modena TEL. 059-31.21.62 FAX 059-45.04.41

Consorzio Granterre Società Cooperativa Agricola Via Polonia 30/33 41100 Modena TEL. 059-31.21.62 FAX 059-45.04.41 REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE Consorzio Granterre Società Cooperativa Agricola Via Polonia 30/33 41100 Modena TEL. 059-31.21.62 FAX 059-45.04.41 www.granterre.it Art. 1 Il presente Regolamento

Dettagli

Foglio informativo relativo al contratto di deposito a risparmio

Foglio informativo relativo al contratto di deposito a risparmio Foglio informativo relativo al contratto di deposito a risparmio Pagina 1 di 7 Foglio informativo relativo al contratto di deposito a risparmio Informazioni sulla banca Banca di Credito Cooperativo di

Dettagli

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n.

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n. C O N V E N Z I O N E PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA NON SANITARIA AGLI OSPITI DELLA STRUTTURA RESIDENZIALE A BASSA INTENSITA ASSISTENZIALE PER PAZIENTI PSICHIATRICI DEL 2 DISTRETTO DELLA

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI CALTANISSETTA

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI CALTANISSETTA SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI CALTANISSETTA L anno, il giorno di. del mese di.. in Caltanissetta, TRA La Camera di Commercio, Industria, Artigianato

Dettagli

b) comunica i seguenti dati necessari per l operatività del conto:

b) comunica i seguenti dati necessari per l operatività del conto: Spett.le BANCA D ITALIA Filiale di Oggetto: Contratto di deposito titoli in custodia ed amministrazione delle quote di partecipazione al capitale della Banca d Italia Lettera-contratto. Il/La (di seguito

Dettagli

CAPITOLATO D'ONERI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DELL'ENTE CONSORZIO BIBLIOTECARIO NORD OVEST

CAPITOLATO D'ONERI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DELL'ENTE CONSORZIO BIBLIOTECARIO NORD OVEST CAPITOLATO D'ONERI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DELL'ENTE CONSORZIO BIBLIOTECARIO NORD OVEST Art. 1 Ufficio del Tesoriere Il servizio disciplinato dal presente capitolato verrà espletato

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA TRA

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA TRA SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA TRA L Ente Autonomo Regionale Teatro Massimo Vincenzo Bellini (in seguito denominato Ente), con sede in Catania - Via Perrotta 12,

Dettagli

Assicurato/Beneficiario: il soggetto cui l Impresa deve corrispondere l indennizzo in caso di sinistro.

Assicurato/Beneficiario: il soggetto cui l Impresa deve corrispondere l indennizzo in caso di sinistro. Condizioni di Assicurazione della Polizza per l Assicurazione sul Credito a garanzia delle perdite patrimoniali derivanti dalla Contraente in caso di perdita dell impiego del mutuatario relativa a prestiti

Dettagli

CONVENZIONE. per la disciplina delle operazioni di delegazione di pagamento di cui al D.P.R. 180/1950 Il giorno del mese di dell anno 2015 in Firenze

CONVENZIONE. per la disciplina delle operazioni di delegazione di pagamento di cui al D.P.R. 180/1950 Il giorno del mese di dell anno 2015 in Firenze CONVENZIONE per la disciplina delle operazioni di delegazione di pagamento di cui al D.P.R. 180/1950 Il giorno del mese di dell anno 2015 in Firenze TRA - L Azienda Regionale per il Diritto allo Studio

Dettagli

ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO. relativo alla

ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO. relativo alla ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO relativo alla Procedura selettiva n. 238/2014 ai sensi dell art. 125 comma 11 del D.Lgs. n.163/2006 per l affidamento del servizio di consulenza ed assistenza di carattere

Dettagli

L anno nel mese di il giorno.in Milano Via Vivaio, 1 TRA

L anno nel mese di il giorno.in Milano Via Vivaio, 1 TRA SCHEMA DI CONVENZIONE TIPO PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI AI DIPENDENTI DELLA CITTA' METROPOLITANA DI MILANO CON ESTINZIONE MEDIANTE L ISTITUTO DELLA DELEGAZIONE DI PAGAMENTO L anno nel mese di il giorno.in

Dettagli

Art. 1 Oggetto e affidamento del servizio di tesoreria

Art. 1 Oggetto e affidamento del servizio di tesoreria Allegato B REGOLAMENTO SERVIZIO TESORERIA Art. 1 Oggetto e affidamento del servizio di tesoreria 1. Il servizio di tesoreria consiste nel complesso delle operazioni riflettenti la gestione finanziaria

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE regolamento prestito 25-09-2007 10:11 Pagina 1 REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE Art.1- Definizione dei prestiti sociali 1. I depositi in denaro effettuati esclusivamente da soci persone

Dettagli

http://www.studiodicarlo.org

http://www.studiodicarlo.org Contratto di affiliazione commerciale Tra le Parti: A s.p.a. , con sede in (provincia di ) in via al civico numero (), capitale sociale deliberato euro (/00),

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO 1. Oggetto del servizio 2. Gestione del servizio

CAPITOLATO TECNICO 1. Oggetto del servizio 2. Gestione del servizio CAPITOLATO TECNICO 1. Oggetto del servizio 1. Il presente Capitolato ha per oggetto l affidamento del servizio di prelievo, trasporto, messa in sicurezza, demolizione e radiazione dal Pubblico Registro

Dettagli

GAL APPENNINO BOLOGNESE CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DEL GAL APPENNINO BOLOGNESE SOC. CONS. A R. L.

GAL APPENNINO BOLOGNESE CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DEL GAL APPENNINO BOLOGNESE SOC. CONS. A R. L. GAL APPENNINO BOLOGNESE CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DEL GAL APPENNINO BOLOGNESE SOC. CONS. A R. L. CIG XF516AF859 Con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge

Dettagli

Disposizioni sull espletamento dei servizi finanziari postali. TITOLO I Disposizioni Generali. Art. 1 (Definizioni)

Disposizioni sull espletamento dei servizi finanziari postali. TITOLO I Disposizioni Generali. Art. 1 (Definizioni) Testo Decreto Delegato Disposizioni sull espletamento dei servizi finanziari postali TITOLO I Disposizioni Generali Art. 1 (Definizioni) 1. Ai fini del presente decreto delegato si intendono per: a) Assegno

Dettagli

COMUNE DI SAN VITTORE OLONA

COMUNE DI SAN VITTORE OLONA (Provincia di Milano) COMUNE DI SAN VITTORE OLONA Affidamento del servizio dal 01.07.2016 al 31.12.2020 CAPITOLATO D ONERI SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCERTAMENTO E RISCOSSIONE, ANCHE COATTIVA

Dettagli