Il Report sui risultati del Questionario di indagine sulla percezione degli abitanti di Scansano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Report sui risultati del Questionario di indagine sulla percezione degli abitanti di Scansano"

Transcript

1

2 Il Report sui risultati del Questionario di indagine sulla percezione degli abitanti di Scansano Il presente questionario costituisce una prima fase di ascolto delle opinioni e delle percezioni degli abitanti (residenti e non) sul proprio ambiente di vita, studio, lavoro o vacanza. Il modo di vivere gli spazi, vedere e percepire i luoghi da parte di chi li frequenta contribuirà a definire, insieme alle informazioni derivanti dagli studi settoriali, il quadro conoscitivo del piano dal quale partire per progettare in modo condiviso lo sviluppo urbanistico comunale. Inoltre i risultati saranno utilizzati per definire gli obiettivi di sostenibilità della Valutazione ambientale strategica del Piano Operativo. Le domande sono state organizzate secondo una metodologia SWOT usata nella pianificazione strategica per valutare i punti di forza (Strengths), debolezza (Weaknesses), le opportunità (Opportunities) e le minacce (Threats) di un progetto o di un contesto. Oltre a costituire una griglia di facile comunicazione e confronto, la matrice mette in luce anche quali siano considerate le forze interne ed esterne al territorio da mettere in campo per la realizzazione del progetto. 1."SWOT en" di Xhienne - Creative Commons 2007 L ultima domanda (Secondo te quali sono gli interventi più importanti che dovrebbero essere fatti nel quartiere/frazione dove abiti (indica il nome)?) è invece stata volta a rilevare gli interventi ritenuti più rilevanti nel territorio più specifico di residenza. 2

3 I questionari sono stati compilati da novembre a dicembre 2014 in forma anonima allo scopo di garantire la massima libertà di espressione. La loro diffusione è avvenuta attraverso la distribuzione nei luoghi di riferimento locali (soprattutto biblioteca e comune) oltre ad essere disponibile sul sito del Comune. Hanno risposto 83 cittadini che costituiscono un buon campione visto il numero di abitanti del Comune (4530 nel 2013). 1. Secondo te quali sono i punti di forza del territorio di Scansano? Le risorse ambientali di ottima qualità, la ricchezza del patrimonio naturale, paesaggistico e storico culturale locale sono senz altro i principali punti di forza riconosciuti nel territorio di Scansano dai suoi abitanti. La qualità dell abitare, con la dotazione di servizi, degli spazi pubblici e dell edificato contribuiscono solo in minima parte alla definizione degli elementi patrimoniali identificati. 1.Qualità dello spazio pubblico 4 2. Qualità degli edifici nei nuclei storici 5 3. Qualità degli edifici rurali 4 4. Presenza dei servizi alla persona 4 5. Qualità della vita in generale Qualità dell'aria e delle acque Presenza di aree collinari o di pianure incontaminate Presenza di un patrimonio storico, paesaggistico e naturale di grande valore Presenza di importanti estensioni di aree boschive Produzione di energia da fonti rinnovabili: sole, vento etc Presenza di zone residenziali non congestionate dal traffico Altro 5 Altro Collocazione geografica ottimale, tra mare e monti, Ambiente agricoltura fiumi, pulizia fiumi 3

4 1.PUNTI DI FORZA Produzione di energia da fon\ rinnovabili 3% Presenza di zone Qualità dello spazio pubblico 2% residenziali non conges\onate dal traffico 6% Altro 2% Qualità degli edifici nei nuclei storici 3% Qualità degli edifici rurali 2% Presenza dei servizi alla persona 2% Presenza di importan\ estensioni di aree bosch 10% Qualità della vita in generale 11% Presenza di un patrimonio storico, paesaggis\co e naturale di grande valore 19% Qualità dell'aria e delle acque 21% Presenza di aree collinari o di pianure incontaminate 19% 4

5 2.Secondo te quali sono i punti di debolezza del territorio di Scansano? La difficoltà di trovare occasioni di lavoro nel territorio costituisce la principale debolezza percepita dagli abitanti, con la conseguente necessità di avere una rete della mobilità più efficiente. L idea di essere in un luogo depresso economicamente e isolato fisicamente è aggravata dalla scarsa qualità percepita dei luoghi di ritrovo e della mancanza dei servizi alla persona. Una debolezza specifica riguarda la mancanza di una rete ciclopedonale, sia per gli abitanti che per i turisti. 1. Mancanza di residenze adatte alla domanda 7 2. Scarsa presenza di occasioni di lavoro nelle vicinanze Degrado dello spazio pubblico Mancanza dei servizi alla persona Scarsa presenza di aree destinate a verde pubblico 8 6. Scarsa qualità dei luoghi di ritrovo Erosione delle colline e in generale dissesto idrogeologico 8 9. Collegamenti stradali inadeguati Traffico e mancanza parcheggi Scarsa rete viabilità ciclopedonale Altro (specificare) 10 Altro Nessun progetto per viabilità turistica/ambientale, brutto impatto ingresso al paese con viabilità nel centro, scarsità di sentieri praticabili, scarsità trasporti pubblici, Terziario poco presente: mancanza di occupazione, mancanza parcheggi, incuria delle strade e segnaletica inadeguata/scarsa, case popolari, Inadeguata area per i mercati 5

6 2. PUNTI DI DEBOLEZZA Altro (specificare) 4% Mancanza di residenze adade alla domanda 3% Scarsa rete viabilità ciclopedonale 8% Traffico e mancanza parcheggi 12% Scarsa presenza di occasioni di lavoro nelle vicinanze 25% Collegamen\ stradali inadegua\ 9% Degrado dello spazio pubblico 5% Erosione delle colline e in generale dissesto idrogeologico 4% Scarsa qualità dei luoghi di ritrovo 17% Mancanza dei servizi alla persona 9% Scarsa presenza di aree des\nate a verde pubblico 4% 6

7 3. Secondo te quali sono le principali opportunità e occasioni da cogliere per il futuro del territorio di Scansano? Le opportunità del territorio sono individuate in una serie di settori diversificati, sui quali prevalgono il turismo e l agricoltura. Tale dato, letto insieme alla tutela e valorizzazione delle risorse naturali e storico patrimoniali locali, indicano una linea sviluppo di tali settori, insieme a quello artigianale, fortemente basati e integrati con la valorizzazione dei caratteri locali. 1. Sviluppo dell'agricoltura Sviluppo del turismo Sviluppo dell'edilizia Sviluppo di attività artigianali Tutela e valorizzazione dei beni culturali Tutela e valorizzazione del patrimonio ambientale, la biodiversità e il paesaggio Sviluppo della produzione di energia rinnovabili Tutela delle aree rurali e sostegno al presidio umano delle aree ad elevata 15 naturalità 9. Altro (specificare) Altro Sviluppo fonti rinnovabili di piccola entità per operatori rurali e artigianali 7

8 3. OPPORTUNITA' Sviluppo della produzione di energia rinnovabili 7% Tutela delle aree rurali e sostegno al presidio umano delle aree ad elevata naturalità 6% Sviluppo dell'agricoltura 20% Tutela e valorizzazione del patrimonio ambientale, la biodiversità e il paesaggio 14% Tutela e valorizzazione dei beni culturali 8% Sviluppo del turismo 27% Sviluppo di aevità ar\gianali 13% Sviluppo dell'edilizia 5% 8

9 4. Secondo te quali sono gli ostacoli, le principali minacce per il futuro del territorio di Scansano? La principale minaccia percepita riguarda l abbandono del territorio, sia nelle aree rurali che negli insediamenti accentrati. La scarsa salvaguardia e valorizzazione delle risorse locali, e la conseguente adozione di modelli di turismo e di pratiche agricole inadeguati sono individuati come gravi rischi per il futuro del territorio. Inoltre è percepita una mancanza di intraprendenza e motivazione sia negli abitanti stessi che nella politica locale. 1. Abbandono degli insediamenti storici Abbandono delle aree rurali Incremento del turismo poco sostenibile Scarsa conoscenza e controllo delle risorse presenti sul territorio Diffusione di discariche abusive 3 6. Eccessivi prelievi dai pozzi non autorizzati 1 7. Rete fognaria mancante Diffusione di modelli agricoli inadeguati Distruzione del paesaggio rurale Altro (specificare) 10 Altro scelte sbagliate sulle pale eoliche, inaccessibilità per caccia e allevamenti, evitiamo nuovi impianti fotovoltaici a terra, magari utilizziamo i tetti esistenti, mancanza di strutture per vivere (piscine, sentieri, punti di ritrovo coperti per l'inverno), Fatalismo e mancanza di iniziativa dello 'scansanese medio', Rassegnazione e fatalismo e mancanza di iniziativa degli scansanesi :'Tanto Scansano sta morendo', Poca predisposizione al turismo, troppi stranieri, abbandono del territorio tutto, abbandono dei Comuni dalla politica, amministrazione e politica non adeguati. 9

10 4.MINACCE Altro 5% Diffusione di modelli agricoli inadegua\ 7% Distruzione del paesaggio rurale 9% Abbandono degli insediamen\ storici 21% Rete fognaria mancante 5% Diffusione di discariche abusive 2% Scarsa conoscenza e controllo delle risorse presen\ sul territorio 20% Incremento del turismo poco sostenibile 8% Abbandono delle aree rurali 23% 10

11 5. Secondo te quali sono gli interventi più importanti che dovrebbero essere fatti nel quartiere/frazione dove abiti (indica il nome)? Le numerose segnalazioni locali riguardano per la maggior parte interventi di lavori pubblici, riferiti soprattutto alla manutenzione ordinaria e straordinaria della viabilità, degli spazi pubblici e del territorio in generale. La maggiore dotazione di servizi specifici e la costituzione di luoghi di ritrovo è una esigenza che emerge in modo diffuso sul territorio. In generale: Trasporti, manutenzione strade valorizzare la viabilità Tutte le frazioni Sostenere le iniziative dei giovani per far si che il paese continui a vivere con i propri abitanti e con quelli che vengono da fuori, in modo che il paese continui a vivere con i propri abitanti e con quelli che vengono da fuori.[ ] Migliorare la manutenzione degli spazi verdi Migliorare collegamenti TIEMME tra Scansano e Grosseto: soprattutto un rientro da Grosseto serale Tutelare sempre l'agricoltura e ripulire i fiumi in modo che non succeda più il 2012, il 2014 ecc. Prendere spunto dalle amministrazioni che hanno investito per il futuro incoraggiando i giovani alla collaborazione collettiva in ogni sua forma Scansano: messa in sicurezza e ristrutturazione edifici storici, divieto di transito alle automobili fare variante adeguata e togliere il traffico dal centro del paese e divieto alle auto nel centro storico Scansano, centro storico, via Castagnoli: ultimazione lavori di rifacimento stradale, manutenzione/sistemazione del Bosco del Santini Centro storico Scansano: avere una Pro Loco adeguata alle necessità in termini di qualità e risorse; riqualificazione edilizia Spazi e luoghi adatti a mamme con bambino, una piscina, scuola nuova, parcheggi zona coop, posti di lavoro Scansano Paese: mancanza di parcheggi Scansano, via Marconi: mettere dossi artificiali per moderare la velocità Scansano: via cerdi- più zone adibite al gioco dei bambini con adeguati intrattenimenti e giochi nuovi. La strada via Marconi 71 non è illuminata e nel quartiere non ci sono i bidoni della spazzatura Parcheggio per residenti libero in via Marconi Scansano: parcheggi, parchi per bambini, area per cani, piscina. Polveraia: dotare la frazione di area polivalente e dotata di attrezzature per attività ricreative di bambini e abitanti Polveraia: depuratore, parco giochi per bimbi Parcheggi e pulizia degli spazi pubblici Pomonte: allacciamento luci pubbliche Il ponte sulla strada tra Pomonte e Montemerano è una vergogna non fornire alternative adeguate come la mancanza di segnaletica. Questo disinteresse ha effetti sui cittadini che pagano i servizi e sul turismo che è al momento il principale sostentamento. Pomonte: loc. Gretacci Collegamenti di linee bus più frequenti Pomonte: manutenzione ord. E straord. Edificio ex asilo e scuola. Pulizia e manutenzione delle aree verdi compresi gli alberi pericolanti Pulizia delle aree verdi all'interno del Paese stesso e sistemazione alberi pericolanti Pomonte: area dedicata ai bambini e ai ragazzi 11

12 Pomonte: intervento sui fiumi e sulle strade Pomonte: incrementare i servizi alla persona Pomonte: incrementare il turismo, tutela e val. siti archeologici, dei prodotti tipici e non, adeguamento linee telematiche Murci: completamento strada al Mortelleto, incentivi ad eventuali attività economiche sistemare o meglio ancora aggiustare la pavimentazione della piazza una volta per tutte Murci: apertura e manutenione di sentieri già esistenti. Tenere le fonti pulite, pulire il vecchio cimitero in quanto memoria storica Montorgiali: Monitoraggio del territorio, potenziamento viabilità turistica, creazione Parco delle Trasubbie Strada di Madrechiesa: dissuasori per velocità, manutenzione strade vicinali e della 'Zona Trasubbie' vivo vicino al paese: ristrutturare scuola per punto di incontro e far diventare Parco le Cascine fino alla fonte Fosso dei Molini: Maggiore manutenzione strade Zona Muccheria: Passeggiata dal Piazzale della Botte alla rotonda della cava. Opportunità lavorativa, case per chi non ce l,ha e non dare a chi non ha bisogno. Favorire i locali. Pulizia Fiumi Montemerano Baccinello: Rimuovere il degrado dovuto all'eccessiva presenza di manufatti precari posti all'interno del centro abitato Non ci sono interventi importanti che dovrebbero essere fatti nella zona 'Gaggioli' Terranera: strada, scivoli fossette 12

13 6. La visione di insieme Dalla lettura dei questionari è possibile ricomporre una visione futura del territorio che gli attori hanno delineato, in modo più o meno diretto, a partire dalle potenzialità che il contesto esprime. Anche se da diversi punti di vista, il territorio è visto come particolarmente ricco di valori e risorse territoriali, legate soprattutto alla bellezza della natura dei luoghi. La qualità della vita è considerata buona, nonostante emergano alcune difficoltà legate soprattutto alla mobilità e alla fruizione dei luoghi. Gli elementi di degrado evidenziati sono quelli ritenuti minacciosi per la conservazione di tali valori, innanzitutto l abbandono delle aree rurali e degli insediamenti storici, l inquinamento ambientale e la diffusione di un modello di turismo parassitario. Emerge un atteggiamento generalmente preoccupato verso il futuro soprattutto per le difficoltà economiche che non facilitano le attività presenti e possono mettere in crisi il presidio del territorio. Il settore di forza per lo sviluppo futuro del territorio è individuato nell agricoltura legata alla valorizzazione dei prodotti locali e nel turismo per il quale si auspica un azione di innovazione profonda sia nelle strutture che nell organizzazione dell offerta. 13

Comune di Tortona Settore Territorio e Ambiente

Comune di Tortona Settore Territorio e Ambiente Sistema Ambiente - Indagine conoscitiva Il questionario inerente al quarto forum sul sistema infrastrutturale produttivo è organizzato in dodici domande, di cui n. 7 a risposta singola e n. 5 a risposta

Dettagli

progetto scandellara interventi di trasformazione urbana in San Vitale

progetto scandellara interventi di trasformazione urbana in San Vitale progetto scandellara interventi di trasformazione urbana in San Vitale fe r ma t a S. R it a via ma ssaren ti Nella zona intorno a via Scandellara (tra via del Terrapieno, la ferrovia Sfm Veneta e la

Dettagli

QUADRO DI SINTESI POTENZIALITA E CRITICITA

QUADRO DI SINTESI POTENZIALITA E CRITICITA QUADRO DI SINTESI POTENZIALITA E CRITICITA CONTRATTO DI PAESAGGIO FINALIZZATO ALLA DEFINIZIONE DI UNA STRATEGIA DI SVILUPPO TERRITORIALE E DI RIQUALIFICAZIONE PAESAGGISTICA DEI TERRITORI MONTANI DI COMUNANZA

Dettagli

Corso di Fondamenti di Urbanistica a.a. 2013/14. Prof. Giuseppe De Luca. Analisi S.W.O.T

Corso di Fondamenti di Urbanistica a.a. 2013/14. Prof. Giuseppe De Luca. Analisi S.W.O.T UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE Facoltà di Architettura CdL in Scienze dell Architettura Corso di Fondamenti di Urbanistica a.a. 2013/14 Prof. Giuseppe De Luca Analisi S.W.O.T L'analisi SWOT L'analisi

Dettagli

Gruppo di lavoro territorio. I questionari conoscitivi

Gruppo di lavoro territorio. I questionari conoscitivi Gruppo di lavoro territorio I questionari conoscitivi Aprile 2010 Presentazione Questionario sul "Puc Partecipato" a cura di Alessia Fracchia e Valentina Rivera In previsione della redazione del nuovo

Dettagli

C o m u n e d i C o s t a d e N o b i l i P r o v i n c i a d i P a v i a P I A N O D I G O V E R N O D E L T E R R I T O R I O

C o m u n e d i C o s t a d e N o b i l i P r o v i n c i a d i P a v i a P I A N O D I G O V E R N O D E L T E R R I T O R I O C o m u n e d i C o s t a d e N o b i l i P r o v i n c i a d i P a v i a P I A N O D I G O V E R N O D E L T E R R I T O R I O Q U E S T I O N A R I O C O N O S C I T I V O P A R T E C I P A Z I O N E

Dettagli

PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI

PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI LETTERA AI CITTADINI Cari concittadini, il presente lavoro è redatto per approfondire la conoscenza degli interventi previsti

Dettagli

MESSINA 2020- VERSO IL PIANO STRATEGICO

MESSINA 2020- VERSO IL PIANO STRATEGICO MESSINA 2020- VERSO IL PIANO STRATEGICO COMMISSIONE 3 : SERVIZI PER LO SVILUPPO LOCALE DEI TERRITORI Sintesi risultati incontro del 9 Febbraio 2009 ASSISTENZA TECNICA A CURA DI: RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO

Dettagli

Contenimento del Consumo di Suolo: la tutela del suolo agricolo, risorsa non rinnovabile

Contenimento del Consumo di Suolo: la tutela del suolo agricolo, risorsa non rinnovabile Dipartimento Paesaggio, pianificazione territoriale e protezione civile Contenimento del Consumo di Suolo: la tutela del suolo agricolo, risorsa non rinnovabile Gianpietro Bara Presidente FODAF Lombardia

Dettagli

Valsat Sintesi non tecnica

Valsat Sintesi non tecnica Valsat Sintesi non tecnica Pagina 1 di 7 SOMMARIO 1 INTRODUZIONE... 3 2 CONTENUTI ED OGGETTO... 3 3 VERIFICA DI COERENZA... 4 4 ANALISI AMBIENTALI... 5 5 CONCLUSIONI... 7 Pagina 2 di 7 1 INTRODUZIONE La

Dettagli

Sviluppo sostenibile, tutela della biodiversità e dell ambiente, qualità della vita

Sviluppo sostenibile, tutela della biodiversità e dell ambiente, qualità della vita Sviluppo sostenibile, tutela della biodiversità e dell ambiente, qualità della vita Azioni di valorizzazione turistica e culturale e strategie di tutela ambientale e paesaggistica lungo il fiume Ticino

Dettagli

Allegato 12. Sistema di Monitoraggio Ambientale

Allegato 12. Sistema di Monitoraggio Ambientale Integrazione PAC e VAS Punta Olmi Allegato 12 Sistema di Monitoraggio Ambientale Arch. G. Giovarruscio Ing. Maddalena Mestroni Dott. Paolo Parmegiani Dott. Geol. Gianpiero Pinzani Dott. Arch. Gianluca

Dettagli

Valorizzazione-conservazione di Lucardo e del suo territorio 1. Valorizzazione di Poggio Pagano: Parco urbano archeologico L'idea del parco, promossa dall associazione Italia Nostra, è stata da tempo discussa

Dettagli

GLI SCENARI. 3. L analisi SWOT

GLI SCENARI. 3. L analisi SWOT 3. L analisi SWOT L analisi SWOT è un analisi di supporto alle scelte che risponde ad un esigenza di razionalizzazione dei processi decisionali. E una tecnica sviluppata da più di 50 anni come supporto

Dettagli

1 Il processo partecipativo per le decisioni operative

1 Il processo partecipativo per le decisioni operative 1 Il processo partecipativo per le decisioni operative Per individuare la vision e la strategia del PAES è stato realizzato un percorso di progettazione partecipata avvenuto principalmente attraverso la

Dettagli

Contenimento del Consumo di Suolo: la tutela del suolo agricolo, risorsa non rinnovabile

Contenimento del Consumo di Suolo: la tutela del suolo agricolo, risorsa non rinnovabile Dipartimento Paesaggio, pianificazione territoriale e protezione civile Contenimento del Consumo di Suolo: la tutela del suolo agricolo, risorsa non rinnovabile Gianpietro Bara Presidente FODAF Lombardia

Dettagli

Comune di Arluno. 21 Progetti

Comune di Arluno. 21 Progetti Comune di Arluno 21 Progetti Scheda di progetto 1/21 Tecnico settori urbanistica ed ecologia Piano regolatore generale con supervisione del PTCP e della VAS Tempi del progetto L intera comunità Il nuovo

Dettagli

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Programma Elettorale Elezioni Amministrative 25 Maggio 2014 1 Presentazione La lista civica OBIETTIVO COMUNE nasce dalla volontà di una numerosa squadra

Dettagli

VERBALE SINTETICO DEL I INCONTRO GRUPPO TEMATICO Acqua

VERBALE SINTETICO DEL I INCONTRO GRUPPO TEMATICO Acqua PROVINCIA DI PRATO Ufficio Agenda 21 Via Giovanni Pisano, 12-59100 Prato Tel.: 0574 534260 Fax: 0574 534329 E-mail: agenda21@provincia.prato.it Web: http:\\www.provincia.prato.it PTC 2008 Variante di adeguamento

Dettagli

Comune di CASTAGNETO PO (Prov. TORINO)

Comune di CASTAGNETO PO (Prov. TORINO) ELEZIONE DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE (Art. 71, comma 2, D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267) (Comuni sino a 15.000 abitanti) Comune di CASTAGNETO PO (Prov. TORINO) Votazioni del giorno 25/05/2014 P

Dettagli

Montecassiano Bene Comune

Montecassiano Bene Comune Montecassiano Bene Comune Programma per l amministrazione comunale 2014-2019 non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini; abbiamo solo bisogno di più gente onesta (b.c.)

Dettagli

Presentazione Programma Amministrativo. Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010

Presentazione Programma Amministrativo. Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010 Presentazione Programma Amministrativo Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010 FILOSOFIA E PRINCIPI ISPIRATORI DELLA LISTA N.1 INSIEME PER DIANO - al servizio della

Dettagli

AGENDA 21 Locale SAN FILIPPO DEL MELA

AGENDA 21 Locale SAN FILIPPO DEL MELA AGENDA 21 Locale SAN FILIPPO DEL MELA Area tematica: AMBIENTE URBANO Indice documento 1 Area tematica ambiente urbano: individuazione delle sessioni di lavoro 3 Richiesta prime indagine a campione sul

Dettagli

La mappa delle esigenze del territorio

La mappa delle esigenze del territorio La mappa delle esigenze del territorio Settembre - Ottobre 2014 Luoghi di aggregazione Valorizzando strutture già esistenti, serve la creazione di nuovi luoghi di socializzazione e integrazione, per favorire

Dettagli

Agenda 21 Scuola A cura di Daniela Cancelli L.E.A. Laboratorio di Educazione Ambientale Isola del Liri - 13 Maggio 2008

Agenda 21 Scuola A cura di Daniela Cancelli L.E.A. Laboratorio di Educazione Ambientale Isola del Liri - 13 Maggio 2008 Agenda 21 Scuola Un percorso didattico su Agenda 21 e idee per la progettazione partecipata A cura di Daniela Cancelli L.E.A. Laboratorio di Educazione Ambientale Isola del Liri - 13 Maggio 2008 Agenda

Dettagli

gruppo argo PROGETTISTI: architettura urbanistica design studio architetti associati marco colla Gabriele ferrari Roberto pellino Gian luca perinotto

gruppo argo PROGETTISTI: architettura urbanistica design studio architetti associati marco colla Gabriele ferrari Roberto pellino Gian luca perinotto PROGETTISTI: gruppo argo architettura urbanistica design studio architetti associati marco colla Gabriele ferrari Roberto pellino Gian luca perinotto Vicolo cilea 11 27029 vigevano pv tel - fax 0381 903221

Dettagli

Primo Incontro di ascolto in Zona 2

Primo Incontro di ascolto in Zona 2 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Primo Incontro di ascolto in Zona 2 Cascina Cattabrega,via Trasimeno 49 20 luglio 2015 All incontro hanno preso parte 36 persone. I partecipanti sono stati 25

Dettagli

Primo Incontro di ascolto in Zona 7

Primo Incontro di ascolto in Zona 7 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Primo Incontro di ascolto in Zona 7 Circolo Arci Olmi 23 luglio 2015 All incontro hanno preso parte 28 persone, di cui 19 uomini e 9 donne. Di questi, 7 persone

Dettagli

Nella Mia Città si Respira!

Nella Mia Città si Respira! Nella Mia Città si Respira! Un Programma Scolastico per le Scuole Medie Superiori della Provincia di Torino Unità didattica 11 La Pianificazione della Mobilità in città: misure di sostegno alla mobilità

Dettagli

QUESTIONARIO. Turismo individuale Turismo di gruppo Turismo delle famiglie Turismo giovanile Turismo senior/terza età Turismo sociale

QUESTIONARIO. Turismo individuale Turismo di gruppo Turismo delle famiglie Turismo giovanile Turismo senior/terza età Turismo sociale QUESTIONARIO Allo scopo di fotografare la Destinazione Turistica di Fiesole ed elaborare una analisi Swot che consenta di focalizzare i punti di forza, di debolezza, le opportunità e le minacce Le chiediamo

Dettagli

I risultati dell indagine statistica

I risultati dell indagine statistica Riqualificazione del turismo sostenibile nel Delta del Po Ariano nel Polesine, 25 ottobre 2007 Percezioni, conoscenze e comportamenti per un turismo sostenibile nel Parco. I risultati dell indagine statistica

Dettagli

FACILITATORI: Chiara Pignaris, Damiano Partescano, Francesco Acciai, Elisa Bertagnini

FACILITATORI: Chiara Pignaris, Damiano Partescano, Francesco Acciai, Elisa Bertagnini INCONTRO WORLD CAFÈ - REPORT Gorarella e Barbanella Martedì 30 Giugno ore 18:00-20:00 presso l ex sala circoscrizionale di Barbanella, via Gozzi 22 Grosseto PARTECIPANTI: 36 cittadini di diversa età e

Dettagli

9 Destinare le aree inedificate alla creazione di interventi che promuovano l identità e l aggregazione del quartiere.

9 Destinare le aree inedificate alla creazione di interventi che promuovano l identità e l aggregazione del quartiere. SNTESI QUARTIERI CHIAVRIS, PADERNO, MOLIN NUOVO, ANCONA AVVERTENZE GENERALI Si precisa che i report degli incontri della fase di ascolto sono stati elaborati sulla base delle annotazioni che l Ufficio

Dettagli

ALLEGATO B. Sistema di indici e di indicatori per valutare la qualità degli spazi verdi urbani

ALLEGATO B. Sistema di indici e di indicatori per valutare la qualità degli spazi verdi urbani ALLEGATO B Sistema di indici e di indicatori per valutare la qualità degli spazi verdi urbani Questa parte è dedicata alla presentazione della fase analitica e valutativa della qualità degli spazi verdi

Dettagli

COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO. ai sensi della LR 12/05 e s.m. e i.

COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO. ai sensi della LR 12/05 e s.m. e i. COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO ai sensi della LR 12/05 e s.m. e i. VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA Allegato 1 Stima degli effetti ambientali attesi

Dettagli

Gruppo di Lavoro. Le scelte urbanistiche TERZO INCONTRO. Sala Polifunzionale della Biblioteca del Comune di Nembro, 20-02-2008 SCHEDE PROGETTO

Gruppo di Lavoro. Le scelte urbanistiche TERZO INCONTRO. Sala Polifunzionale della Biblioteca del Comune di Nembro, 20-02-2008 SCHEDE PROGETTO Introduzione Gruppo di Lavoro Le scelte urbanistiche TERZO INCONTRO Sala Polifunzionale della Biblioteca del Comune di Nembro, 20-02-2008 SCHEDE PROGETTO Il terzo incontro, a cui erano presenti 12 partecipanti,

Dettagli

Indici e parametri urbanistici

Indici e parametri urbanistici Collegamento con ciclopedonali esistenti Ambito 14.000 mq Collegamento con via Pertini e la rotonda Indici e parametri urbanistici sup. territoriale 14.158 mq sup. fondiaria totale 6240 mq sup. fondiaria

Dettagli

Tipo EA1a Strada rurale di pianura

Tipo EA1a Strada rurale di pianura Schede dei tipi di percorso Percorso EA1a Foglio 1 di 10 DEFINIZIONE DEL TIPO DESCRIZIONE SINTETICA Ambito: Sistema funzionale: Extraurbano Sistema insediativo diffuso Percorso su Strada rurale di pianura

Dettagli

COMUNE DI SOLOFRA. Piano Urbanistico Comunale L.R. 16/2004

COMUNE DI SOLOFRA. Piano Urbanistico Comunale L.R. 16/2004 CONSULTAZIONI PER LA DEFINIZIONE CONDIVISA DEGLI OBIETTIVI E DELLE SCELTE STRATEGICHE DELLA PIANIFICAZIONE ( Legge 241/90, art. 5 L.R.16/04 e Regolamento di attuazione per il governo del territorio della

Dettagli

Franciacorta sostenibile/2 IL MONITORAGGIO NEL PERCORSO DELLA VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA DEL PGT

Franciacorta sostenibile/2 IL MONITORAGGIO NEL PERCORSO DELLA VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA DEL PGT Franciacorta sostenibile/2 Un progetto condiviso di monitoraggio IL MONITORAGGIO NEL PERCORSO DELLA VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA DEL PGT Iseo, venerdì 12 dicembre 2008 Maurizio Tira, ordinario di

Dettagli

Agenda 21 Locale Casamarciano Sostenibile

Agenda 21 Locale Casamarciano Sostenibile . Comune di Casamarciano Regione Campania Agenda 21 Locale Casamarciano Sostenibile Questionario conoscitivo ed analisi percettiva della qualità dell ambiente e della situazione socio-economica nel Comune

Dettagli

Programma di riqualificazione degli immobili agricoli (P.R.I.A.) non utilizzati o sotto utilizzati

Programma di riqualificazione degli immobili agricoli (P.R.I.A.) non utilizzati o sotto utilizzati Programma di riqualificazione degli immobili agricoli (P.R.I.A.) non utilizzati o sotto utilizzati Stato degli atti dopo il Febbraio 2010: Sono state presentate 90 proposte. L estensione complessiva delle

Dettagli

Città di Sesto San Giovanni

Città di Sesto San Giovanni Il forum dei ragazzi INDICAZIONI PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DI SESTO SAN GIOVANNI L assemblea del Forum dei Ragazzi, dopo aver ricevuto dall Amministrazione Comunale l incarico di elaborare indicazioni

Dettagli

Studio sul settore del commercio in sede fissa

Studio sul settore del commercio in sede fissa COMUNE DI MASSA (Provincia di Massa Carrara) Studio sul settore del commercio in sede fissa Valutazioni finalizzate alla predisposizione delle norme di pianificazione commerciale da inserire nel Regolamento

Dettagli

Progetto Cascine Conoscenza e consistenza del patrimonio rurale storico piemontese

Progetto Cascine Conoscenza e consistenza del patrimonio rurale storico piemontese Assessorato Urbanistica Pianificazione Territoriale e dell area metropolitana, Edilizia Residenziale Progetto Cascine Conoscenza e consistenza del patrimonio rurale storico piemontese Progetto Cascine

Dettagli

Comune di Rivanazzano Terme 1. PREMESSA... 2 2. NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE: COMPARAZIONE... 2

Comune di Rivanazzano Terme 1. PREMESSA... 2 2. NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE: COMPARAZIONE... 2 Comune di Rivanazzano Terme SOMMARIO 1. PREMESSA... 2 2. NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE: COMPARAZIONE... 2 DdP - Norme Tecniche di Attuazione: comparazione fra il testo adottato e quello definitivo conseguente

Dettagli

Scheda 5 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO ED EROSIONE URBANA. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 5 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO ED EROSIONE URBANA. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 5 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO TERRITORIO ED EROSIONE URBANA GREEN JOBS Formazione e Orientamento NUMERI UTILI Oggi più della metà della popolazione vive in città; un secolo

Dettagli

Evoluzione Energetica. La selezione naturale del risparmio energetico

Evoluzione Energetica. La selezione naturale del risparmio energetico Evoluzione Energetica La selezione naturale del risparmio energetico PER VIVERE A UN LIVELLO SUPERIORE ESPERTI DI DENTRO E DI FUORI Dalla E alla A: con Energetica Consulting il passaggio alle classi superiori

Dettagli

Modulo. Valutazione e fattibilità dei piani e dei progetti

Modulo. Valutazione e fattibilità dei piani e dei progetti Valutazione Ambientale e Fattibilità dei Piani e dei Progetti (CdL VALGESTA) Modulo Valutazione e fattibilità dei piani e dei progetti SIMULAZIONE Indirizzi per la redazione degli elaborati La valutazione

Dettagli

Scheda Sistema Territoriale

Scheda Sistema Territoriale VERONA E LE VALLI PREALPINE Scheda Sistema Territoriale Dati identificativi del Sistema Territoriale Nome: Verona e le valli prealpine Stato: Italia Centro urbano di riferimento: Verona Regione: Veneto

Dettagli

MACCHINE MOVIMENTO TERRA, DA CANTIERE E PER L EDILIZIA

MACCHINE MOVIMENTO TERRA, DA CANTIERE E PER L EDILIZIA PUNTI DI FORZA Le Persone Filiera della distribuzione. Organizzazione della fi liera della distribuzione, assistenza tecnica, noleggio e servizi, fondata sulla formazione, qualifi cazione e certifi cazione

Dettagli

9 ambito progettuale stazione ferroviaria

9 ambito progettuale stazione ferroviaria 9 ambito progettuale stazione ferroviaria Project manager: gruppo dirigenti: master plan e progettazione urbanistica: progettazione urbana: progettazione opere pubbliche: Lavorare in team si lavora in

Dettagli

COMUNITA MONTANA ALTA VALMARECCHIA Novafeltria (RN) SERVIZIO ASSOCIATO DI POLIZIA MUNICIPALE

COMUNITA MONTANA ALTA VALMARECCHIA Novafeltria (RN) SERVIZIO ASSOCIATO DI POLIZIA MUNICIPALE COMUNITA MONTANA ALTA VALMARECCHIA Novafeltria (RN) SERVIZIO ASSOCIATO DI POLIZIA MUNICIPALE Comune di Novafeltria Comune di Talamello Comune di Maiolo QUESTIONARIO SULLA PERCEZIONE DI SICUREZZA a cura

Dettagli

Rapporto Finale Schede questionario per il Documento di Orientamento Strategico

Rapporto Finale Schede questionario per il Documento di Orientamento Strategico CITTÀ DI TORRE DEL GRECO (Provincia di Napoli) 4 a area - AMBIENTE TERRITORIO E INFRASTRUTTURE UFFICIO TEAM PROGETTO DIRIGENTE DEL SETTORE Ing. Giovanni Salerno Documento elaborato da: Arch. Michele Sannino

Dettagli

PEP (PIANO ENERGETICO

PEP (PIANO ENERGETICO ENERGIE RINNOVABILI E RISPARMIO ENERGETICO PER LE PP.AA. PIANIFICAZIONI ENERGETICHE LOCALI ED OPPORTUNITA PER L ENTE PUBBLICO E LA COMUNITA PEN (PIANO ENERGETICO NAZIONALE) PER (PIANO ENERGETICO REGIONALE)

Dettagli

Bianca Francesca Berardi Classe 1^ Liceo Esposizione di Geostoria a.s. 2012-2013 AL CENTRO DEL MEDITERRANEO

Bianca Francesca Berardi Classe 1^ Liceo Esposizione di Geostoria a.s. 2012-2013 AL CENTRO DEL MEDITERRANEO Bianca Francesca Berardi Classe 1^ Liceo Esposizione di Geostoria a.s. 2012-2013 AL CENTRO DEL MEDITERRANEO LA POSIZIONE E IL MARE La POSIZIONE al centro del Mediterraneo e la forma peninsulare rendono

Dettagli

Manutenzione del territorio e prevenzione dei rischi

Manutenzione del territorio e prevenzione dei rischi Manutenzione del territorio e prevenzione dei rischi Mauro Agnoletti Dipartimento di Economia, Ingegneria, Scienze e Tecnologie Agrarie e Forestali Università degli Studi di Firenze La ricerche sulle dinamiche

Dettagli

Un nuovo modello di sviluppo LA CENTRALITA DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA CASTAGNETO CARDUCCI

Un nuovo modello di sviluppo LA CENTRALITA DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA CASTAGNETO CARDUCCI Un nuovo modello di sviluppo LA CENTRALITA DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA CASTAGNETO CARDUCCI AGRICOLTURA COMMERCIO TURISMO ARTIGIANATO In questi anni l Amministrazione Comunale ha portato avanti l azione

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto di. Zona 2. Tra le esigenze raccolte relativamente alla Zona nella sua totalità si

Sintesi degli incontri di ascolto di. Zona 2. Tra le esigenze raccolte relativamente alla Zona nella sua totalità si Sintesi degli incontri di ascolto di Zona 2 Tra le esigenze raccolte relativamente alla Zona nella sua totalità si segnala la richiesta di: Recuperare edifici ed aree di proprietà comunale in stato di

Dettagli

LUNGO I BORDI RIQUALIFICAZIONE DEL PAESAGGIO AGRARIO DI MARGINE

LUNGO I BORDI RIQUALIFICAZIONE DEL PAESAGGIO AGRARIO DI MARGINE LUNGO I BORDI RIQUALIFICAZIONE DEL PAESAGGIO AGRARIO DI MARGINE Progetto co-finanziato dalla Regione Emilia-Romagna ex art. 49 L.R. 20/2000 Responsabile del procedimento: ing. Maria Sergio Progettisti

Dettagli

STRUTTURA ORGANIZZATIVA DEL COMUNE DI CIVITAVECCHIA ARCHITETTURA DELLA MACROSTRUTTURA. Sindaco e Giunta Comunale

STRUTTURA ORGANIZZATIVA DEL COMUNE DI CIVITAVECCHIA ARCHITETTURA DELLA MACROSTRUTTURA. Sindaco e Giunta Comunale STRUTTURA ORGANIZZATIVA DEL COMUNE DI CIVITAVECCHIA ARCHITETTURA DELLA MACROSTRUTTURA Staff del Sindaco Sindaco e Giunta Comunale Polizia Locale Segreteria Generale OIV Gabinetto del Sindaco Servizi Finanziari

Dettagli

I NUOVI PROGETTI DEL XXI sec.

I NUOVI PROGETTI DEL XXI sec. MARTA MATTIOLO CHIARA ROTA MARIA CRIPPA -PROGETTO 21- I NUOVI PROGETTI DEL XXI sec. Negli ultimi anni numerosi sono stati gli interventi architettonici all' interno della città di Lecco. Alcuni di questi

Dettagli

COMUNE DI CACCAMO. Provincia di Palermo. Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2008 2010. Elenco delle opere programmate per priorità di settore

COMUNE DI CACCAMO. Provincia di Palermo. Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2008 2010. Elenco delle opere programmate per priorità di settore COMUNE DI CACCAMO Provincia di Palermo Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2008 2010 Elenco delle opere programmate per priorità di settore Lista in ordine di settore Settore Agricoltura: Viabilità rurale

Dettagli

Consultazione online FASE 3 - PSR FEASR 2014-20 Osservazioni GAL della Pianura veneta

Consultazione online FASE 3 - PSR FEASR 2014-20 Osservazioni GAL della Pianura veneta Consultazione online FASE 3 - PSR FEASR 2014-20 Osservazioni GAL della Pianura veneta Misura 4. Investimenti in immobilizzazioni materiali (art. 17) Sottomisura 4.4 Sostegno per investimenti non produttivi

Dettagli

Programma Amministrativo Alla gente di Ranica chiederemo sempre di partecipare e di esprimere le opinioni e le proposte di ciascuno sui vari problemi: sarà per noi il punto di partenza per risolverli.

Dettagli

/////////// remarket - Progetto per il riuso temporaneo del mercato coperto di Terni

/////////// remarket - Progetto per il riuso temporaneo del mercato coperto di Terni /////////// remarket - Progetto per il riuso temporaneo del mercato coperto di Terni situazione attuale abbandono, incuria, degrado stallo dovuto alla querelle giudiziaria tra amministrazione e nuova proprieta

Dettagli

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI LECCE

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI LECCE CONSULTAZIONE PUBBLICA Pianificazione Urbanistica Partecipata La Città non è fatta di soli edifici e piazze, ma è fatta di memoria, di segni, di linguaggi, di desideri, che sono a loro volta l espressione

Dettagli

Comune di Cenate Sotto PGT Piano dei servizi 6 settembre 2012

Comune di Cenate Sotto PGT Piano dei servizi 6 settembre 2012 INDICE 1. Elementi costitutivi del... 2 2. Zona S1: aree per l'istruzione pubblica... 2 3. Zona S2: aree per servizi pubblici... 2 4. Zona S3: aree per attrezzature religiose... 2 5. Zona S4: aree pubbliche

Dettagli

Complesso Residenziale Alberghiero a Montalcino (SI)

Complesso Residenziale Alberghiero a Montalcino (SI) Complesso Residenziale Alberghiero a Montalcino (SI) Il lotto e situato a Torrenieri, una frazione del comune di Montalcino (Si). I terreni risultano all interno delle zone definite d.o.c. per la produzione

Dettagli

Cosa faremo. Programma legislatura 2010-2015 TURISMO

Cosa faremo. Programma legislatura 2010-2015 TURISMO Cosa faremo Programma legislatura 2010-2015 TURISMO INFRASTRUTTURE Utilizzo e valorizzazione delle infrastrutture già in opera, studio di fattibilità per adeguamento e abbattimento delle barriere architettoniche

Dettagli

35 CATANIA CITTA METROPOLITANA

35 CATANIA CITTA METROPOLITANA PIT N TITOLO DEL PIT PROVINCIA 35 CATANIA CITTA METROPOLITANA CT IDEA FORZA Caratteristiche Obiettivi Poiché le innovazioni (nel vivere e nell agire) avvengono in conseguenza di azioni che si svolgono

Dettagli

Allegato 4 Tabella di raccordo tra dimensioni del BES, funzioni e obiettivi della provincia

Allegato 4 Tabella di raccordo tra dimensioni del BES, funzioni e obiettivi della provincia Allegato 4 Tabella di raccordo tra dimensioni del BES, funzioni e obiettivi della provincia Dimensione/dominio Funzioni Piano strategico Tema Descrizione Standard materiali di vita (reddito,consumi,ricchezz

Dettagli

Masterplan ZIPA VERDE

Masterplan ZIPA VERDE Masterplan ZIPA VERDE il piano idea e il prg Ambito di nuova urbanizzazione TT1.9 SUL 143.000 mq Destinazioni d uso: industrie e artigianato di produzione (compatibili con l eco-distretto), complessi terziari,

Dettagli

Le azioni di efficienza energetica degli edifici nel PAES Piano di Azione per l Energia Sostenibile

Le azioni di efficienza energetica degli edifici nel PAES Piano di Azione per l Energia Sostenibile Le azioni di efficienza energetica degli edifici nel PAES Piano di Azione per l Energia Sostenibile 21 Ottobre 2015 Efficienza energetica degli edifici: il valore della casa, il valore dell ambiente con

Dettagli

PIANO DEL GOVERNO DEL TERRITORIO DI MONZA

PIANO DEL GOVERNO DEL TERRITORIO DI MONZA Territorio Monza è il capoluogo della neo provincia di Monza e Brianza ed ha una popolazione residente al 2004 di 122.263 abitanti (120.104 ab. al censimento 2001). Il territorio comunale è di Kmq 32,9

Dettagli

Ambito AC 7 1. CARATTERI FISICI E CONDIZIONI AMBIENTALI

Ambito AC 7 1. CARATTERI FISICI E CONDIZIONI AMBIENTALI Ambito AC 7 1. CARATTERI FISICI E CONDIZIONI AMBIENTALI Localizzazione: l ambito urbano è collocato intorno all asse della via Emilia nella porzione est rispetto al centro città. In particolare esso è

Dettagli

6 - Interventi e indicatori di risposta

6 - Interventi e indicatori di risposta 6 - Interventi e indicatori di risposta 6.1 Gli adempimenti previsti dalla legislazione Tra le azioni attuate dal Comune di Padova in risposta a precise disposizioni di legge in materia di inquinamento

Dettagli

Partecipazione. Pianificazione. Responsabilità

Partecipazione. Pianificazione. Responsabilità Programma Elezioni Comunali Rimini 2011 Partecipazione Non ci sono politici di mestiere, i cittadini partecipano al governo della città Pianificazione Si condivide un progetto complessivo, si attua per

Dettagli

OGGETTO: Trasmissione osservazioni al Piano di Governo del Territorio del Comune di Mesero ai sensi dell art. 14, comma 3 del d.lgs. 152/2006.

OGGETTO: Trasmissione osservazioni al Piano di Governo del Territorio del Comune di Mesero ai sensi dell art. 14, comma 3 del d.lgs. 152/2006. Direzione e Uffici Alla cortese attenzione di Dott.ssa ELISA BIANCHI Ufficio Tecnico Comune di Mesero Via San Bernardo 41 20010 MESERO (MI) PEC: comune.mesero@pec.regione.lombardia.it OGGETTO: Trasmissione

Dettagli

Strategia Clima Energia-Alto Adige-2050

Strategia Clima Energia-Alto Adige-2050 Ressort Raumordnung, Umwelt und Energie Dipartimento Urbanistica, Ambiente ed Energia Strategia Clima Energia-Alto Adige-2050 una prospettiva per lo Sviluppo sostenibile Flavio V. Ruffini Terza Conferenza

Dettagli

Analisi dell Opinione Pubblica NOTA INFORMATIVA AI SENSI DELL ART. 2 DELLADELIBERA N. 153/02/CSP DELL AUTORITA PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

Analisi dell Opinione Pubblica NOTA INFORMATIVA AI SENSI DELL ART. 2 DELLADELIBERA N. 153/02/CSP DELL AUTORITA PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI DIPARTIMENTO Analisi dell Opinione Pubblica NOTA INFORMATIVA AI SENSI DELL ART. 2 DELLADELIBERA N. 153/02/CSP DELL AUTORITA PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI Soggetto realizzatore: SWG Srl-Trieste Committente

Dettagli

Elenco per priorità generale

Elenco per priorità generale Comune di Isola Delle Femmine Elenco per priorità generale Triennio di riferimento 2009-2011 Reti distribuzione energia elettrica e gas Interventi volti all'autoproduzione energetica per i seguenti edifici

Dettagli

Secondo incontro di ascolto in Zona 7 Centro anziani Il Giardino, via S. Stratico 7 11 Settembre 2015

Secondo incontro di ascolto in Zona 7 Centro anziani Il Giardino, via S. Stratico 7 11 Settembre 2015 Secondo incontro di ascolto in Zona 7 Centro anziani Il Giardino, via S. Stratico 7 11 Settembre 2015 All incontro hanno preso parte circa 10 persone. Si è trattato di alcuni liberi cittadini e di persone

Dettagli

DOCUMENTO A SUPPORTO DEL PIANO DI RISANAMENTO DELLA QUALITA DELL ARIA

DOCUMENTO A SUPPORTO DEL PIANO DI RISANAMENTO DELLA QUALITA DELL ARIA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l Ambiente dell Emilia-Romagna Via Po, n. 5 40139 - BOLOGNA tel 051/6223811 - fax 051/543255 P.IVA e C.F. 04290860370 Sezione Provinciale di Forlì-Cesena C.P. 345

Dettagli

COMUNE DI NIBIONNO. VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA Sistema di monitoraggio. Provincia di Lecco PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO

COMUNE DI NIBIONNO. VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA Sistema di monitoraggio. Provincia di Lecco PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO COMUNE DI NIBION PIA DI GOVER DEL TERRITORIO Legge Regionale 11 marzo 2005, n 12 Elaborati riportanti in rosso le integrazioni e le modifiche apportate a seguito delle proposte di controdeduzione VALUTAZIONE

Dettagli

Progettiamo insieme S. Eusebio, Mermi, Montesignano

Progettiamo insieme S. Eusebio, Mermi, Montesignano Progettiamo insieme S. Eusebio, Mermi, Montesignano Intreccio tra il Forum di Agenda 21 locale ed un esperienza sul territorio genovese Contesto geografico e socio-economico della IV Circoscrizione Valbisagno

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici IV Incontro di ascolto in Zona 1 CAM Falcone e Borsellino - corso Garibaldi, 27 24 settembre 2015

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici IV Incontro di ascolto in Zona 1 CAM Falcone e Borsellino - corso Garibaldi, 27 24 settembre 2015 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici IV Incontro di ascolto in Zona 1 CAM Falcone e Borsellino - corso Garibaldi, 27 24 settembre 2015 All incontro hanno preso parte 34 persone, di cui 19 donne e

Dettagli

AMBIENTE TERRITORIO PAESAGGIO

AMBIENTE TERRITORIO PAESAGGIO AMBIENTE TERRITORIO PAESAGGIO Soluzioni per la tutela, la gestione e la valorizzazione del patrimonio naturale Pianificazione sostenibile significa individuare soluzioni per la gestione e la tutela delle

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

Orientamenti per il POR del Veneto,

Orientamenti per il POR del Veneto, Orientamenti per il POR del Veneto, parte FESR 2014 2020 Venezia, 23 settembre 2013 Assessorato al Bilancio e agli Enti Locali Segreteria Generale della Programmazione Direzione Programmazione Orientamenti

Dettagli

Allegato n. 2 QUESTIONARIO CONOSCITIVO SUL PATRIMONIO VERDE COMUNALE O PROVINCIALE ESEMPIO

Allegato n. 2 QUESTIONARIO CONOSCITIVO SUL PATRIMONIO VERDE COMUNALE O PROVINCIALE ESEMPIO Allegato n. 2 QUESTIONARIO CONOSCITIVO SUL PATRIMONIO VERDE COMUNALE O PROVINCIALE ESEMPIO Si prega di compilare il seguente questionario, costituente parte integrante dell iter per l attribuzione del

Dettagli

Cambiamenti climatici nelle Alpi Criticità emergenti ed ipotesi di intervento

Cambiamenti climatici nelle Alpi Criticità emergenti ed ipotesi di intervento Cambiamenti climatici nelle Alpi Criticità emergenti ed ipotesi di intervento Andreas Riedl, CIPRA Alto Adige cc.alps: cambiamenti climatici nelle Alpi L idea Gli obiettivi Le attività Un patto per il

Dettagli

Un esperienza di pianificazione strategica condivisa: della Media e Bassa Valle del Tordino

Un esperienza di pianificazione strategica condivisa: della Media e Bassa Valle del Tordino Un esperienza di pianificazione strategica condivisa: il Piano d Area d C O N T E S T O T E R R I T O R I A L E Metropolizzazione, Metropolizzazione, associazioni di Comuni e pianificazione provinciale

Dettagli

PIANO di GOVERNO del TERRITORIO

PIANO di GOVERNO del TERRITORIO Comune di Albairate Comune di Albairate via C. Battisti 2-20080 Albairate (MI) Ufficio Tecnico: tel. 02/94.981.326 fax 02/94.981.324 e-mail: sportello.utc@comune.albairate.mi.it PIANO di GOVERNO del TERRITORIO

Dettagli

Progettiamo e costruiamo per farvi vivere ed abitare...

Progettiamo e costruiamo per farvi vivere ed abitare... ILLAZZANO Una filosofia costruttiva che guarda al futuro Cos è liberi nel verde Progettiamo e costruiamo per farvi vivere ed abitare... È una filosofia d avanguardia, per un abitazione che guarda al futuro

Dettagli

P.TA A MARE VIA DI VIACCIA

P.TA A MARE VIA DI VIACCIA COMUNE DI PISA Ufficio Speciale del Piano REGOLAMENTO URBANISTICO SCHEDA-NORMA PER LE AREE DI TRASFORMAZIONE SOGGETTE A PIANO ATTUATIVO scheda n.23.1 P.TA A MARE VIA DI VIACCIA D.M.1444/68: ZONA OMOGENEA

Dettagli

Progetto BES delle Province (PSU-00003) maggio 2013, abstract. Diffusione dell innovazione tecnologica. Combattere la delocalizzazione del lavoro

Progetto BES delle Province (PSU-00003) maggio 2013, abstract. Diffusione dell innovazione tecnologica. Combattere la delocalizzazione del lavoro Standard materiali di vita/ Benessere economico Salute/ Salute attivita' in collaborazione con i Comuni nel settore economico, produttivo, commerciale e turistico Servizi sanitari, di igiene e profilassi

Dettagli

CITTA DI PIAZZOLA SUL BRENTA

CITTA DI PIAZZOLA SUL BRENTA CITTA DI PIAZZOLA SUL BRENTA INVESTIMENTI SULLE OPERE PUBBLICHE I contenuti qui esposti sono stati presentati alla cittadinanza nelle serate: Tremignon 9 DICEMBRE 2014 Presina 10 DICEMBRE 2014 Vaccarino

Dettagli

REGIONE LAZIO Assessorato Ambiente e Cooperazione tra i Popoli PROGETTI INTEGRATI TERRITORIALI DELLE AREE PROTETTE

REGIONE LAZIO Assessorato Ambiente e Cooperazione tra i Popoli PROGETTI INTEGRATI TERRITORIALI DELLE AREE PROTETTE REGIONE LAZIO Assessorato Ambiente e Cooperazione tra i Popoli PROGETTI INTEGRATI TERRITORIALI DELLE AREE PROTETTE Agenzia Regionale Parchi Fabio Brini PIT aree protette Condizioni e opportunità per la

Dettagli

Città di Grosseto Il Comune che vogliamo. 2011-2016 - Programma di governo

Città di Grosseto Il Comune che vogliamo. 2011-2016 - Programma di governo 2011-2016 - Programma di governo GROSSETO OGGI La città ha superato gli 80 mila abitanti e la popolazione cresce velocemente. Si diffondono caratteri metropolitani e con essi gli elementi problematici

Dettagli