TRIBUNALE DI PALMI - RITO COLLEGIALE SEZIONE PENALE STRALCIO DEL VERBALE DI DEPOSIZIONE DI GIUSEPPINA PESCE UDIENZA 25/05/2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TRIBUNALE DI PALMI - RITO COLLEGIALE SEZIONE PENALE STRALCIO DEL VERBALE DI DEPOSIZIONE DI GIUSEPPINA PESCE UDIENZA 25/05/2012"

Transcript

1 TRIBUNALE DI PALMI - RITO COLLEGIALE SEZIONE PENALE STRALCIO DEL VERBALE DI DEPOSIZIONE DI GIUSEPPINA PESCE UDIENZA 25/05/2012 AULA BUNKER TRIBUNALE DI ROMA P.n.R.G.TRIB.819/11 R.G.N.R.4302/06 PROCEDIMENTO A CARICO DI ARMELI SIGNORINO + 62 Presidente CONCETTINA EPIFANIO P.M. ALESSANDRA CERRETI P.M. GIULIA PANTANO Pubblico Ministero Dott.ssa Cumpone P.M. CUMPONE - Buongiorno signora Pesce. IMP. PESCE - Buongiorno. P.M. CUMPONE - Allora riprendiamo esattamente da dove c eravamo lasciati, allora la famiglia Ferraro Signora per quanto le consta è una famiglia mafiosa? IMP. PESCE - Non ho capito scusi. P.M. CUMPONE - La famiglia Ferraro per quanto le risulta è una famiglia mafiosa? IMP. PESCE - Sì. P.M. CUMPONE - Mi descrive i rapporti tra la famiglia Pesce e la famiglia Ferraro vale a dire i componenti della famiglia Ferraro prendono direttive dalla famiglia Pesce? IMP. PESCE - Sì. P.M. CUMPONE - Lei come fa a dirlo questo? IMP. PESCE - E intanto perché va beh sono legati anche da un legame di parentela quindi sono... da più di un legame perché ci sono più matrimoni che sono tra la famiglia Pesce ed i coniugi Ferraro, appartenenti alla famiglia Ferraro. P.M. CUMPONE - Ma al di là del legame tra Ferraro Giuseppe e 1

2 Ferraro Angela, sua madre, quali sono gli altri componenti della famiglia Ferraro che hanno legami di parentela con la famiglia Pesce? IMP. PESCE - Mio cugino Pesce Francesco classe 79 è sposato con la figlia di una Ferraro. P.M. CUMPONE - Quale, si ricorda il nome? IMP. PESCE - La moglie? P.M. CUMPONE - Sì. IMP. PESCE - Tutino Maria Carmela, la figlia di Ferraro Mariarosa. P.M. CUMPONE - Quindi c è questo duplice, Ferraro Giuseppe tramite Ferraro Angela... SITO PALMI - Presidente? P.M. CUMPONE - Mi devo fermare Presidente? PRESIDENTE - Non ho sentito, da Palmi avete interloquito? SITO PALMI - Sì Presidente non sentiamo bene l imputata, credo per il tono della voce. PRESIDENTE - Sì allora forse dobbiamo avvicinare un poco il microfono e dobbiamo pregare la signora di parlare più forte. Sì allora qual era La domanda? P.M. CUMPONE - Quali componenti della famiglia Ferraro lei sa che sono appartenenti alla cosca mafiosa Pesce? IMP. PESCE - Intanto mio zio Ferraro Giuseppe, mio zio Ferraro Mario e diciamo che loro sono più quelli che hanno insomma più un ruolo e poi altri diciamo che sono... c è l amicizia, c è il rispetto, c è insomma la disponibilità però le persone principali della famiglia Ferraro sono loro due. 2

3 P.M. CUMPONE - E chi sarebbero questi soggetti che sono a disposizione, che sono disponibili? IMP. PESCE - Diciamo i cugini tipo Ferraro Giuseppe quello più piccolo di mio zio. P.M. CUMPONE - Figlio di? IMP. PESCE - Di Ferraro Francesco. P.M. CUMPONE - Ferraro Francesco che legame ha con le altre persone, Ferraro Mario e Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - È il fratello. P.M. CUMPONE - E Ferraro Giuseppe e Ferraro Mario? Suo zio è Ferraro Giuseppe. IMP. PESCE - Sì. P.M. CUMPONE - Con Ferraro Mario che legame di parentela hanno? IMP. PESCE - Sono zio e nipote. PRESIDENTE - Mi pare che l avesse detto già. P.M. CUMPONE - Oltre questo Ferraro Francesco quali altre persone sono a disposizione della famiglia mafiosa Pesce? PRESIDENTE- Se ce ne sono altre, quindi ci sono altre persone? IMP. PESCE - Sono questi. P.M. CUMPONE - Rapporto Ferraro Giuseppe e Ferraro Mario, chi ha maggiore potere mafioso? Se lo sa. IMP. PESCE - Diciamo che sono più o meno allo stesso livello. P.M. CUMPONE - Con quali soggetti della famiglia Pesce Ferraro Mario e Ferraro Giuseppe si relazionano, da chi prendono direttive? IMP. PESCE - Diciamo che non c è stata occasione, di quello che so io non è che c è stata un occasione dove loro 3 hanno preso direttive,in generale sono a disposizione

4 della famiglia Pesce e nel momento in cui c è qualcosa loro sono a disposizione però un occasione particolare dove so che hanno preso direttive da qualcuno non è nella mia conoscenza. P.M. CUMPONE - Okay. Senta Ferraro Giuseppe ha dei soprannomi? IMP. PESCE - Sì. P.M. CUMPONE - Qual è? IMP. PESCE - Mussuni. P.M. CUMPONE - Che significato ha questo termine? Se lo sa. IMP. PESCE - Ma forse per via del labbro, della forma delle labbra insomma. P.M. CUMPONE - Senta Ferraro Giuseppe ha mai svolto attività di lavoro, lavoro lecito? IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - Lei sa da quanto tempo è detenuto suo zio? IMP. PESCE - Un otto anni. P.M. CUMPONE - Lei è mai andata a fare colloqui carcerari con Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - Alcune volte. P.M. CUMPONE - Senta quali sono le... AVV. CARDONE - Presidente chiedo scusa, Avvocato Cardone, gentilmente non abbiamo capito le risposte precedenti della signora Pesce, non sentiamo proprio nulla, abbiamo difficoltà proprio a sentirla, grazie Presidente. PRESIDENTE - Bisogna cercare di non fare accavallare le voci nella registrazione e poi deve parlare un tantino più forte perché se no da Palmi non si sente, va bene? IMP. PESCE - Okay. PRESIDENTE - Allora la domanda era? 4

5 P.M. CUMPONE - Era se lei si fosse mai recata a fare colloqui carcerari con suo zio Ferraro Giuseppe. PRESIDENTE - Può rispondere. IMP. PESCE - Sì qualche volta sono andata. P.M. CUMPONE - Quando è andata dove era detenuto Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - Un paio di volte a Voghera e qualche volta quando veniva a Reggio per i processi. P.M. CUMPONE - Lei ha mai avuto corrispondenza epistolare con suo zio Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - Sì. P.M. CUMPONE - Ha mai ricevuto delle disposizioni da Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - Sì. P.M. CUMPONE - Può riferire al collegio che tipo di disposizioni ha ricevuto e in quale ambito lei ha operato? AVV. MONACO - Presidente da Palmi c è opposizione, ha già riferito sul dato per recupero soldi di un orologio, l ha riferito l altro giorno. PRESIDENTE - Sì, sì, allora l Avvocato Monaco è intervenuto, vi ricordo e vi invito gentilmente a presentarvi prima di interloquire, questo vale per chi è lontano ma vale anche per chi è vicino perché il tecnico non riesce a vedere le voci, cioè da dove provengono le voci. Sì la domanda in effetti è già stata fatta e ha risposto sul punto. P.M. CUMPONE - Signora oltre all episodio che lei ha riferito, ha già riferito nelle udienze precedenti, ha mai effettuato altri recuperi crediti per conto di suo 5

6 zio Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - Sì, ricordo che una volta mi fece andare da una persona per dirgli che... se poteva recuperargli i soldi che lui conosceva la persona che gli doveva dare e mi scrisse una lettera chiedendomi di recarmi in una gioielleria di Rosarno dove c era questa persona, adesso non ricordo bene il cognome, la moglie era una Pisano, insomma di dirgli se poteva impegnarsi lui a recuperare di questi soldi. P.M. CUMPONE - Quindi la persona dalla quale le era stato chiesto di andare avrebbe dovuto svolgere un ulteriore attività di mediazione? IMP. PESCE - Sì. P.M. CUMPONE - Quindi non era il soggetto debitore di questa somma di denaro? IMP. PESCE - No, no. P.M. CUMPONE - Lei sa che provenienza avesse la somma di denaro per cui suo zio le chiedeva il recupero. IMP. PESCE - No, so che lui aveva tanti soldi in giro che aveva lasciato quando era libero e quindi li doveva recuperare. P.M. CUMPONE - E al di là della somma di cui stiamo parlando, lei sa a quanto ammontava, gliel aveva riferito suo zio? IMP. PESCE - So che erano cifre molto alte tipo chi gli doveva dare euro, chi 90, chi 60. P.M. CUMPONE - E lei appunto mi ha detto che suo zio non ha mai svolto attività di lavoro, era sposato? IMP. PESCE - Conviveva. P.M. CUMPONE - La moglie lavorava? 6

7 IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - La moglie cioè la convivente lavorava? IMP. PESCE - No, no. P.M. CUMPONE - Senta e invece Marco Russo le dice qualcosa, lo conosce? IMP. PESCE - Sì, una volta mi scrisse una lettera dicendomi di ricordarmi questo nome e di dirglielo a quella persona che gli doveva recuperare i soldi che era questo Marco Russo che gli doveva dare i soldi. P.M. CUMPONE - Anche qui le chiedo sa a che titolo Marco Russo dovesse del denaro a suo zio Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - No, con precisione non me l ha mai detto. P.M. CUMPONE - Lei sa se la persona a cui lei ha fatto prima riferimento, ha detto questa persona che aveva la moglie se non sbaglio che si chiamava Pisano mi ha detto, era uno dei Pisano, abbia poi effettivamente recuperato il credito per suo zio? IMP. PESCE - Non lo sono. P.M. CUMPONE - La lettera che lei riceveva recava l indicazione del mittente? PRESIDENTE - Ma una o più lettere? P.M. CUMPONE - Ha detto che aveva corrispondenza. IMP. PESCE - Sì diciamo che mi scriveva sempre. PRESIDENTE - Le scriveva sempre, perfetto, e quindi si aveva il nome? P.M. CUMPONE - L indicazione del mittente. PRESIDENTE - Di chi mandava la lettera quindi del mittente. IMP. PESCE - Sì, se me la mandava lui? Sì, certo. PRESIDENTE - E risultava? 7

8 IMP. PESCE - Sì, sì. P.M. CUMPONE - Il contenuto diciamo delle disposizioni era esplicito, si comprendeva lei cosa dovesse fare, da chi doveva andare, quanto doveva recuperare? IMP. PESCE - No a me mi scriveva vai da..., sì, diciamo che in qualche modo sì era esplicito, sì, cioè non diceva vai che mi deve dare i soldi della droga però mi diceva vai, digli che mi deve dare questi soldi che lui sa insomma. P.M. CUMPONE - Ma quindi signora Pesce adesso lei sta parlando di droga, vorrei capire ma quindi c era un riferimento al titolo? In relazione a quale titolo Ferraro Giuseppe dovesse ricevere questi soldi. IMP. PESCE - No nella lettera no. PRESIDENTE - E Lei perché dice, lei ha detto non c era nessun riferimento esplicito alla droga però insomma si capiva che era un creditore, perché ha tirato fuori questo vocabolo, perché ha parlato di droga? IMP. PESCE - Perché questi soldi che lui aveva in giro erano di quando lui era libero che faceva il traffico della droga e doveva recuperarli. P.M. CUMPONE - E a lei questa cosa, questa circostanza chi l ha riferita? IMP. PESCE - Anche lui quando si arrabbiava e ma diceva che lui è in carcere per questo e che i soldi li doveva recuperare perché li aveva guadagnati. P.M. CUMPONE - E i soggetti da cui doveva recuperare, visto che lei dice sono io che ho ricevuto delle lettere, da 8

9 quello che le risulta erano tutti soggetti di Rosarno? IMP. PESCE - No, no, non erano di Rosarno. P.M. CUMPONE - Non erano di Rosarno. IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - E lei sa di quale provenienza fossero questi debitori? Parlo di provenienza geografica. IMP. PESCE - Di preciso no. P.M. CUMPONE - C è qualche altro componente della sua famiglia che ha ricevuto disposizioni simili a quelle di cui sta parlando oggi lei? Come quelle che ha ricevuto lei. IMP. PESCE - Sì, scriveva anche a mio marito, a mio marito, io ricordo a mio marito, a me insomma, a mio fratello no. P.M. CUMPONE - A suo fratello no. IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - Senta e suo marito... PRESIDENTE - Forse non si è sentita l ultima cosa. IMP. PESCE - A mio fratello no. P.M. CUMPONE - Erano lettere diciamo differenti quelle che riceveva lei rispetto a quelle che riceveva suo marito o era un unica lettera in cui c erano diciamo due missive? IMP. PESCE - No erano differenti. P.M. CUMPONE - Erano differenti. Lei sa se poi suo marito abbia eseguito, innanzitutto il contenuto delle lettere diciamo che pervenivano a suo marito Lei lo conosce? IMP. PESCE - No, no. P.M. CUMPONE - E allora perché prima mi ha detto anche mio marito ha effettuato il recupero? IMP. PESCE - Dopo che arrivavano le lettere che lui le 9 strappava, il mittente suo era diverso dal mio e a volte

10 anche lui stesso si lamentava e diceva mi fa arrestare, mi fa arrestare, parla chiaramente nelle lettere insomma. P.M. CUMPONE - Quindi mi faccia capire quelle che riceveva lei recavano l indicazione corretta del mittente, cioè la corrispondenza a Ferraro Giuseppe. IMP. PESCE - Sì. P.M. CUMPONE - Quelle che riceveva invece suo marito? IMP. PESCE - No, il mittente a volte era tipo diverso. P.M. CUMPONE - Era diverso. Ascolti e per quale motivo le strappava suo marito queste lettere? IMP. PESCE - Perché se veniva qualche perquisizione e trovavano quelle lettere erano compromettenti per lui. P.M. CUMPONE - Quindi lei ha mai letto il contenuto di una lettera indirizzata a suo marito? IMP. PESCE - Sì, qualche volta qualcuna l ho letta. P.M. CUMPONE - Avevano tenore differente rispetto a quelle che lei riceveva? IMP. PESCE - Sì, parlava di cifre, di soldi, di nomi precisi, di dove si doveva recare. P.M. CUMPONE - Di dove si doveva recare, di nomi precisi e di cifre. Ecco ha qualche ricordo diciamo maggiore in merito? IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - Cioè intendo dire qualche nominativo, l entità di qualche cifra, qualche luogo dove si doveva recare suo marito? IMP. PESCE - Allora le cifre erano alte però i nomi no, non 10 erano persone nelle mie conoscenze.

11 P.M. CUMPONE - E che lei sappia erano tra le conoscenze di suo marito queste persone? IMP. PESCE - Lui doveva sempre trovare qualche aggancio per arrivare a queste persone perché neanche lui le conosceva quindi c era sempre il riferimento a qualcuno che doveva farlo arrivare a questa persona. P.M. CUMPONE - Ascolti lei nel suo caso, voglio dire per quanto riguarda le disposizioni che lei stessa ha ricevuto, si è attivata, si è effettivamente attivata? IMP. PESCE - Solo in quel caso là sì, sono andata da quella persona. P.M. CUMPONE - E per quanto invece riguarda suo marito che lei sappia suo marito effettivamente si è attivato? IMP. PESCE - Sì, sì, si attivava però ricordo anche che mio zio si lamentava sempre perché diceva che non gliene sbrigava una. P.M. CUMPONE - Ascolti ma questa incombenza diciamo che ricevevate e che, da quello che ho capito, eseguivate comportava per voi un vantaggio da un punto di vista economico? IMP. PESCE - Sì, se questi soldi venivano recuperati anche noi insomma potevamo farne uso. P.M. CUMPONE - Sa se esisteva una percentuale sulla somma recuperata? IMP. PESCE - No, no. P.M. CUMPONE - Per voi intendo. IMP. PESCE - No, no, era, diciamo che era al bisogno insomma, se servivano, non c era una percentuale. P.M. CUMPONE 11 - Ascolti lasciamo stare il suo nucleo familiare

12 stretto quindi lei, suo marito e suo fratello, lei sa se altri componenti della famiglia Pesce, quindi persone di cui lei ha già parlato che ci ha detto che sono appartenenti alla cosca mafiosa abbiano ricevuto delle direttive di recupero crediti da parte di Ferraro Giuseppe? Se lo sa. IMP. PESCE - Non lo sono, una volta è capitato che mi ha dato qualche lettera sempre nella lettera mia per mio zio, per mio zio Vincenzo però non so cosa c era scritto perché le lettere erano chiuse quindi non so se parlava di questo o di altro. P.M. CUMPONE - Cioè nel senso lei come mai non ha visto il contenuto della lettera diretta... PRESIDENTE - L ha detto Pubblico Ministero perché era chiusa, era chiusa, l ha spiegato, e quindi non sa se parlava di questo o altro. P.M. CUMPONE - Senta il recupero da parte di suo marito di somme di denaro effettivamente poi vi è stato in qualche circostanza? AVV. PARISI - Presidente chiedo scusa da Palmi l Avvocato Parisi, ha già detto che lo zio si lamentava che comunque non riusciva a combinare niente suo marito. PRESIDENTE - Sì l aveva detto. ( ) P.M. CUMPONE - Signora me la spiega meglio questa frase anche se lui si lamentava, io non ho capito si lamentava perché faceva meno di quello che avrebbe potuto fare o si lamentava perché non ha mai recuperato nulla? PRESIDENTE - Ha detto prima anche se lui si lamentava perché 12

13 non gliene combinava mai una questo ha detto, parole che poi troverete trascritte insomma. P.M. CUMPONE - Senta ieri abbiamo parlato dei camion, dei venditori ambulanti, lei sa se da quell attività che ha descritto ieri, con riferimento alla posizione di suo fratello, Ferraro Giuseppe avesse una rendita e se sì con che cadenza, avesse un profitto e se sì con che cadenza? IMP. PESCE - Settimanale se non sbaglio perché praticamente dovevano passare ogni fine settimana a recuperare questi soldi. P.M. CUMPONE - In relazione a questa attività, attività di recupero è stata mai svolta, se le risulta, da suo marito Palaia Rocco? IMP. PESCE - Su Milano dice? P.M. CUMPONE - Sì. IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - Lei sa se queste rendite che lei ha detto con cadenza settimanale effettivamente venivano consegnate a Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - Sì, fino a quando mio fratello non era andato su Claudio mandava questi soldi a mio zio tramite la moglie e curava gli avvocati. P.M. CUMPONE - E senta lei questa circostanza come fa a riferirla con certezza, cioè che Claudio recuperasse effettivamente queste somme ed effettivamente le consegnasse anche indirettamente, cioè tramite la moglie, a Ferraro Giuseppe, come fa a dirlo? IMP. PESCE - Intanto perché si lamentava mio zio una volta per 13 dire che se non c era Claudio i suoi figli potevano

14 andare in mezzo ad una strada. P.M. CUMPONE - Si è lamentato con lei suo zio su questo? IMP. PESCE - No in uno dei discorsi che ho sentito insomma quando andai a trovarlo e poi anche perché insomma ho sentito anche la moglie che a volte lo diceva Claudio, deve venire Claudio, deve portare i soldi per i vestiti, dobbiamo andare a comprare le cose ai bambini, insomma così. P.M. CUMPONE - Ho capito. Quindi Claudio come soggetto che lavora per suo zio. IMP. PESCE - Sì. P.M. CUMPONE - Ci sono altri soggetti che svolgono questo stesso tipo di attività per suo zio Ferraro Giuseppe e se sì come lo sa? IMP. PESCE - Sì, sempre appreso dalla sua convivente, Yuri. P.M. CUMPONE - Sa il cognome di Yuri? IMP. PESCE - No io solo il nome conosco. P.M. CUMPONE - Lo conosce di nome o lo conosce anche visivamente, l ha mai visto Yuri? IMP. PESCE - Sì, l ho visto una o due volte. P.M. CUMPONE - Chi è Yuri? C è un rapporto di parentela con Ferraro Giuseppe? ( ) IMP. PESCE - No, parente no, è un amico e anche lui curava più insomma la famiglia di mio zio, i bambini, insomma il lato insomma familiare. P.M. CUMPONE - No me lo deve spiegare un po meglio, voglio capire, faceva il badante ai bimbi di Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - Aiutava la moglie con i bambini e in più la 14

15 accompagnava quando si doveva recare a trovarlo perché lei non guidava e quindi insomma si aveva bisogno era sempre lì. P.M. CUMPONE - Lei l ha mai visto appunto Yuri, cioè sarebbe in grado di riconoscerlo? IMP. PESCE - L ho visto due volte. P.M. CUMPONE - E dove l ha visto, in che circostanze? IMP. PESCE - Una volta a Milano quando sono andata a trovare Elvira e una volta giù, quando venne lui in Calabria e fu ospitato a casa di mio zio. P.M. CUMPONE - Ma era di Milano Yuri? IMP. PESCE - Sì. P.M. CUMPONE - A casa di suo zio dove, a Rosarno? IMP. PESCE - Sì, a casa della nonna Macrì. P.M. CUMPONE - Senta visto che lei ha detto che l ho visto in due circostanze e ha detto che sarebbe in grado di riconoscerlo mi dà una descrizione di questo Yuri? Descrizione fisica. PRESIDENTE - Ha detto che sarebbe in grado di riconoscerlo, sì? IMP. PESCE - Se lo vedo sì, probabilmente sì. Mi ricordo che era un ragazzo sui trent anni forse, io beh parlo di quando l ho visto l ultima volta. PRESIDENTE - A quando risale l ultima volta che l ha visto più o meno? IMP. PESCE - Un cinque o sei anni fa. Normale, di fisico normale, non molto alto, magro, non molto ma magro, un ragazzo normale insomma. P.M. CUMPONE - I capelli, il colore dei capelli? 15

16 IMP. PESCE - Castani. P.M. CUMPONE - Ricorda anche il colore degli occhi? IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - Senta lei sa in che rapporti fosse, se ci fossero dei rapporti tra il Claudio, che lei ha citato prima, e questo Yuri? IMP. PESCE - Insieme non li ho mai visti però si conoscevano. P.M. CUMPONE - Si conoscevano ma Yuri è inserito in quell attività dei camion di cui lei ha abbondantemente parlato ieri? IMP. PESCE - No, in quel contesto non l ho mai sentito il suo nome. P.M. CUMPONE - Lei ci ha detto durante la sua audizione che da Ferraro Giuseppe sono pervenute delle carte di credito se non sbaglio, che lei ha detto avevano il credito illimitato. Lei sa se Ferraro Giuseppe oltre ad avervele procurate di qualche carta di credito abbia mai fatto uso? IMP. PESCE - Se Ferraro Giuseppe ha usato quelle carte? P.M. CUMPONE - Sì, se lei lo sa. IMP. PESCE - Di preciso non lo so ma penso di sì, cioè non so se le avrebbe usate. P.M. CUMPONE - Quindi è una sua deduzione non è a conoscenza di questo dato. IMP. PESCE - No, se le ha usate no, non lo so. P.M. CUMPONE - Lei sa se Yuri, quella persona che lei chiama Yuri, che ha indicato col nome di Yuri abbia mai utilizzato queste carte di credito che abbiamo appreso 16 essere state clonate?

17 IMP. PESCE - Non lo sono. P.M. CUMPONE - Sa se il Claudio di cui lei ha parlato avesse mai utilizzato carte di credito? IMP. PESCE - Non lo so. PRESIDENTE - Signora un attimo solo lei ha detto che non ha mai visto Yuri e Claudio insieme però ha affermato che i due si conoscevano, diciamo su che cosa poggia questa sua affermazione? IMP. PESCE - Che quando sono andata a casa di mia zia avevo sentito anche Yuri che parlava di Claudio però non che parlava con Claudio però Claudio deve venire, queste cose qua insomma. P.M. CUMPONE - E aveva capito che tipo di rapporti fossero sottesi tra i due, cioè che tipo di rapporti ci fossero tra i due? IMP. PESCE - No, che tipo di rapporti no però prendeva come... cioè mia zia diceva a Yuri chiama Claudio, ma Claudio è venuto?, insomma queste cose qua. P.M. CUMPONE - Ma quindi anche Yuri era legato a Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - Sì. PRESIDENTE - L ha detto. P.M. CUMPONE - Senta e poi ha detto che in una circostanza ha visto Yuri in Calabria. IMP. PESCE - Sì. P.M. CUMPONE - Ha detto una volta l ho visto io quando sono andata a trovare mio zio Ferraro Giuseppe a Milano e un altra volta l ho visto in Calabria, in Calabria in 17 che contesto l ha visto, per quale motivo era venuto, chi

18 era venuto a trovare? IMP. PESCE - È avvenuto quando mio zio era fuori e niente era venuto così, prestare un paio di giorni giù. PRESIDENTE - Era fuori significa che non era in carcere. IMP. PESCE - Libero. PRESIDENTE - Ed era a Rosarno in quel periodo? IMP. PESCE - Sì, sì, era... veniva tutto il periodo delle feste, stava un paio di giorni là e poi... PRESIDENTE - A casa della nonna Marina Macrì? IMP. PESCE - Sì, sì. In quel periodo vennero questi amici suoi insomma a trovarlo e tra cui c era anche Yuri. P.M. CUMPONE - E chi erano gli altri amici che erano venuti a trovarlo? IMP. PESCE - Ci stava questo Claudio che venne con la moglie, Yuri e poi anche altre persone che venivano durante il giorno però quelle non le conosco. P.M. CUMPONE - Ma era nell ambito dello stesso contesto quando lei dice è venuto Yuri ed è venuto Claudio? IMP. PESCE - Sì, sì, vennero nello stesso periodo. PRESIDENTE - Signora però ecco la domanda è vennero insieme queste persone? IMP. PESCE - Questo non lo ricordo, ricordo che Yuri e rimase di più e che quell altra persona io l ho visto solo un giorno questo Claudio che venne con la moglie, Yuri si è fermato di più, è stato tipo una settimana mentre questo Claudio io lo vidi solo così un attimo quel giorno però ricordo che aveva cenato là, che avevano una bambina piccola e ricordo insomma il legame che mia zia 18 raccontava della moglie...

19 PRESIDENTE - Ma era nello stesso periodo in cui c era Yuri c era anche Claudio con la moglie e la bambina? IMP. PESCE - Sì, sì. P.M. CUMPONE - Volevo fare una domanda per capire meglio il contesto, lei dice non so se sono venuti insieme ma sono rimasti... lei dice...chi è rimasto soltanto un giorno? IMP. PESCE - Claudio. P.M. CUMPONE - Ma innanzitutto hanno alloggiato nello stesso posto? IMP. PESCE - No, Yuri mi sembra che dormiva proprio là, nella casa, giù nel garage, nella casa di mia nonna. P.M. CUMPONE - Ma nel famoso garage di cui ha parlato nelle udienze passate? IMP. PESCE - Sì, c era un divano diciamo, c era una zona con un caminetto ed un divano, e questo Claudio per un giorno aveva dormito nella casa di mia madre, nella casa in via Donizetti. P.M. CUMPONE - Senta vediamo se riusciamo ad avere qualche elemento in più per l identificazione di queste persone, di Yuri ci ha dato una descrizione fisica, di Claudio, lei Claudio l ha visto, no? IMP. PESCE - Ma un attimo è stato. P.M. CUMPONE - Ma sarebbe in grado di dare delle indicazioni per quanto riguarda, non lo so, la corporatura, i capelli, gli occhi, insomma sarebbe in grado di riconoscerlo se lo vedesse? IMP. PESCE - No, no, di riconoscerlo no. P.M. CUMPONE 19 - Senta vediamo se riesce a darci altri elementi

20 perché noi possiamo capire chi sono queste persone, anche il Claudio che era venuto giù in Calabria aveva la stessa provenienza geografica di Yuri? IMP. PESCE - Sì, lui sì, la moglie era straniera. P.M. CUMPONE - Appunto adesso allora vediamo chi era la moglie, a chi si sta riferendo la moglie di chi? IMP. PESCE - Di Claudio. P.M. CUMPONE - Era straniera, si ricorda qualche particolare, non lo so, il nome? IMP. PESCE - Sì mi ricordo che mia zia mi disse, quel giorno parlavamo di questa ragazza e mi diceva che e una sua amica che si chiama Camilla, Camilla, che è una bella ragazza, insomma mi raccontava delle cose sulla moglie. P.M. CUMPONE - Ma lei ha avuto modo di vederla la moglie di Claudio? IMP. PESCE - Sì mi sembra che anche lei sempre di sfuggita, così, un giorno. P.M. CUMPONE - Ricorda la nazionalità? IMP. PESCE - Se non sbaglio era rossa come mia zia. P.M. CUMPONE - Come la convivente di Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - Sì. P.M. CUMPONE - Ricorda se all epoca questa donna svolgesse attività di lavoro? IMP. PESCE - Se non sbaglio lei mi raccontava che era stata una fotomodella, che aveva fatto delle foto per dei solari, qualcosa così. P.M. CUMPONE - Senta e quando ha parlato dei figli chi è che era venuto giù con i figli? PRESIDENTE - Ha detto che era venuto Claudio con la bambina. 20

21 P.M. CUMPONE - Una bambina o un bambino signora? IMP. PESCE - No, non lo ricordo. AVV. SALDARINI - Ieri aveva detto una bambina, mi ricordo io. P.M. CUMPONE - Senta invece Yuri, se lo sa, era fidanzato, sposato? IMP. PESCE - No, no, era single. P.M. CUMPONE - Senta quindi dando una collocazione, dovendo dare una collocazione diciamo temporale quando sarebbero avvenute queste visite? Se si ricorda se era estate o se era inverno e l anno. AAV. SALDARINI - Scusi Presidente sono l Avvocato Saldarini e intervengo perché non mi pare una domanda posta nella maniera corretta perché più che di visite mi sembra che la signora Pesce fino ad oggi abbia parlato di visita. P.M. CUMPONE - Beh visite perché sto parlando di Yuri e di Claudio. PRESIDENTE - Riferite al fatto che fossero più soggetti. AVV. SALDARINI - Ma la visita è una, ecco. P.M. CUMPONE - Ci ha praticamente fatto capire che non sono avvenute nello stesso contesto. PRESIDENTE - Sì, sì, era riferito a questi diversi soggetti che andavano a trovare suo zio, sì. Allora signora se si ricorda più o meno in quale anno e se era estate, se era inverno, se riusciamo a contestualizzare meglio dal punto di vista temporale. IMP. PESCE - Era il periodo di Natale e l anno era più o meno il 2002 poteva essere. P.M. CUMPONE IMP. PESCE ,

22 P.M. CUMPONE - Senta lei quando ha parlato di Claudio ha detto che Claudio pagava gli avvocati a Ferraro Giuseppe. IMP. PESCE - Sì. AVV. SALDARINI - C è opposizione Presidente, sempre l Avvocato Saldarini per la verbalizzazione, perché io questa affermazione da parte della signora Pesce non l ho sentita, forse ero distratta. PRESIDENTE - L ha detto Avvocato, l ha detto. P.M. CUMPONE - Lei sa se Yuri pagasse gli avvocati a Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - Io qualche volta ho sentito menzionare Claudio non Yuri. P.M. CUMPONE - Lei ha capito se questa trasferta di Yuri e Claudio, che poi abbiamo collocato in tempi differenti, fosse una trasferta dovuta ad amicizia o motivi lavorativi, di interessi comuni con suo zio Ferraro Giuseppe e se sì quali? IMP. PESCE - No, non lo so. PRESIDENTE - Pubblico Ministero la domanda esattamente qual era? P.M. CUMPONE - Se conoscesse la ragione di questa trasferta praticamente di Yuri e Claudio. Senta la persona che lei ha indicato con il nome di Yuri faceva uso di sostanze stupefacenti? IMP. PESCE - Non lo so. P.M. CUMPONE - La persona che lei ha indicato con il nome di Claudio faceva uso di sostanze stupefacenti? IMP. PESCE - Non lo so. 22

23 P.M. CUMPONE - Lei sa se queste persone che abbiamo fino adesso citato avessero dei rapporti con Ferraro Mario? IMP. PESCE - No, non lo so. P.M. CUMPONE - Lei sa se queste persone avessero dei rapporti con Pesce Salvatore? IMP. PESCE - Sì, con mio padre sì. P.M. CUMPONE - Che tipo di rapporti c erano e come fa a saperlo? IMP. PESCE - Amichevoli, insomma si conoscevano, venivano lì anche in quel periodo insomma, quando venivano, alloggiavano a casa nostra, era una conoscenza per via di mio zio insomma. P.M. CUMPONE - Ma lei sa se ci fossero degli affari tra suo padre, Yuri e Claudio? IMP. PESCE - No, non lo so. P.M. CUMPONE - Senta invece i rapporti tra, se c erano, c erano rapporti tra Yuri e suo fratello? IMP. PESCE - Non è in particolare, sempre rapporti di conoscenza però che io sappia cioè niente di... P.M. CUMPONE - Cioè non sa se avessero degli affari in corso? IMP. PESCE - No, non lo sono. P.M. CUMPONE - Invece con Claudio, c erano dei rapporti tra suo fratello e Claudio? IMP. PESCE - Sì più volte lo nominava Claudio, Claudio, so che quando si recò a Milano insomma andava a trovarlo, che una volta aveva raccontato che insomma andavano a ballare insieme però tutto qua. P.M. CUMPONE - Ma senta quando lei ieri parlando di suo 23 fratello ha detto poi è andato a Milano dopo il

24 matrimonio con La Torre Ilaria stava male, poi vedeva che non c erapossibilità di inserirsi a Rosarno e se n è andato a Milano, ma all epoca suo fratello quanto rimaste a Milano, quanto tempo? Se se lo ricorda. IMP. PESCE - Di preciso no ma poco perché poi fu arrestato quindi non ricordo se un tre mesi, una cosa così. P.M. CUMPONE - E questi rapporti a cui lei ha fatto riferimento prima erano antecedenti questi rapporti tra suo fratello e Claudio rispetto a quella data in cui lui diciamo va a Milano? Per effettuare quel lavoro di cui ha parlato ieri. IMP. PESCE - Sì, sì, si conoscevano da prima, sì, sì, insomma si conoscevano da prima. P.M. CUMPONE - Ma sa se avessero diciamo degli interessi comuni per la droga? IMP. PESCE - Non lo so. P.M. CUMPONE - E sa se nel periodo milanese di suo fratello ci siano stati degli affari di droga tra i due? IMP. PESCE - No, non lo so. Pubblico Ministero Dott.ssa Cerreti P.M. CERRETI - Signora solo una domanda prima di chiudere la posizione di suo zio Ferraro Giuseppe, lei non ricordo se ieri ho avanti ieri ha citato la famiglia Mancuso definendola una famiglia mafiosa, le chiedo sa di rapporti fra suo zio Ferraro Giuseppe e i Mancuso? IMP. PESCE - Sì, sì, mio zio era... P.M. CERRETI - In particolare per l attività di traffico di sostanze stupefacenti. 24

TRIBUNALE DI PALMI - RITO COLLEGIALE SEZIONE PENALE STRALCIO DEL VERBALE DI DEPOSIZIONE DI GIUSEPPINA PESCE UDIENZA 24/05/2012

TRIBUNALE DI PALMI - RITO COLLEGIALE SEZIONE PENALE STRALCIO DEL VERBALE DI DEPOSIZIONE DI GIUSEPPINA PESCE UDIENZA 24/05/2012 TRIBUNALE DI PALMI - RITO COLLEGIALE SEZIONE PENALE STRALCIO DEL VERBALE DI DEPOSIZIONE DI GIUSEPPINA PESCE UDIENZA 24/05/2012 AULA BUNKER TRIBUNALE DI ROMA P.n.R.G.TRIB.819/11 R.G.N.R.4302/06 PROCEDIMENTO

Dettagli

www.saveriotommasi.it Silvio Berlusconi e la Mafia

www.saveriotommasi.it Silvio Berlusconi e la Mafia www.saveriotommasi.it Silvio Berlusconi e la Mafia 66 Silvio Berlusconi e la mafia LA BOMBA DI MANGANO Trascrizione della telefonata intercettata dalla Polizia, nella quale Berlusconi e Dell Utri parlano

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 12 AL NEGOZIO A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 AL NEGOZIO DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Posso aiutarla? B- Ma,

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

TESTO SCRITTO DI INGRESSO

TESTO SCRITTO DI INGRESSO TESTO SCRITTO DI INGRESSO COGNOME NOME INDIRIZZO NAZIONALITA TEL. ABITAZIONE/ CELLULARE PROFESSIONE DATA RISERVATO ALLA SCUOLA LIVELLO NOTE TOTALE DOMANDE 70 TOTALE ERRORI Test Livello B1 B2 (intermedio

Dettagli

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano:

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano: Imparare a "guardare" le immagini, andando al di là delle impressioni estetiche, consente non solo di conoscere chi eravamo, ma anche di operare riflessioni e confronti con la vita attuale. Abitua inoltre

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

Nel nome. I libri di S. Novantacento edizioni

Nel nome. I libri di S. Novantacento edizioni Nel nome del padre sono 23 gli interrogatori di massimo ciancimino, il figlio di don vito. E una valanga i pizzini che riscrivono la storia dei misteri d italia da gladio, alle stragi del 92, sino ai politici

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/6 MISSIONE IN CALABRIA 11 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 15.00. PRESIDENTE. Buongiorno. La Commissione la ringrazia. Ci scusiamo, ma come sempre siamo in

Dettagli

TRIBUNALE DI PALMI - RITO COLLEGIALE SEZIONE PENALE STRALCIO DEL VERBALE DI DEPOSIZIONE DI GIUSEPPINA PESCE UDIENZA 24/05/2012

TRIBUNALE DI PALMI - RITO COLLEGIALE SEZIONE PENALE STRALCIO DEL VERBALE DI DEPOSIZIONE DI GIUSEPPINA PESCE UDIENZA 24/05/2012 TRIBUNALE DI PALMI - RITO COLLEGIALE SEZIONE PENALE STRALCIO DEL VERBALE DI DEPOSIZIONE DI GIUSEPPINA PESCE UDIENZA 24/05/2012 AULA BUNKER TRIBUNALE DI ROMA P.n.R.G.TRIB.819/11 R.G.N.R.4302/06 PROCEDIMENTO

Dettagli

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto 330 ELENA ARMILLEI musica e si univano miracolosamente. - - caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- - occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto - informare sullo stato di tua

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de Nome: Telefono: Data: Kurs- und Zeitwunsch: 1. Ugo è a. italiano b. da Italia c. di Italia d. della Italia 3. Finiamo esercizio. a. il b. lo c. gli d. l 5. Ugo e Pia molto. a. non parlano b. non parlare

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 4 GLI UFFICI COMUNALI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa - 2011 GLI UFFICI COMUNALI DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Scusi

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20.

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20. 1/5 MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 11.20. PRESIDENTE. Buongiorno. Innanzitutto la ringraziamo e ci scusiamo del ritardo, ma stiamo finendo

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi In mare aperto: intervista a CasAcmos Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi Nel mese di aprile la Newsletter ha potuto incontrare presso Casa Acmos un gruppo di ragazzi

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci Qualcosa che va nella direzione giusta ogni tanto c è. Domenica scorsa avevamo parlato del Cavalier Tanzi e del suo presunto tesoro nascosto. GIORNALISTA Io

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE 72 Lucia non lo sa Claudia Claudia Come? Avete fatto conoscenza in ascensore? Non ti credo. Eppure devi credermi, perché è la verità. E quando? Un ora fa.

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 6 SPEDIZIONI PACCHI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 SPEDIZIONE PACCHI DIALOGO PRINCIPALE A- Ehi, ciao Marta. B- Ohh, Adriano come stai?

Dettagli

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo.

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo. ATTENTO ALLA TRUFFA! Sei appena stata in Banca a ritirare denaro o in Posta per prendere la pensione. All uscita ti si avvicinano una o più persone sconosciute che ti mostrano un tesserino e ti dicono:

Dettagli

Si ricorda cosa le hanno detto, come l ha saputo?

Si ricorda cosa le hanno detto, come l ha saputo? Intervista rilasciata su videocassetta dalla Sig.ra Miranda Cavaglion il 17 giugno 2003 presso la propria abitazione in Cascine Vica, Rivoli. Intervistatrice: Prof.ssa Marina Bellò. Addetto alla registrazione:

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Test d Italiano T-1 Italian Introductory test T-1

Test d Italiano T-1 Italian Introductory test T-1 Inserisci il tuo nome- Your Name: E-Mail: Data : Puoi dare questa pagina al tuo insegnante per la valutazione del livello raggiunto Select correct answer and give these pages to your teacher. Adesso scegli

Dettagli

Come si fa a stare bene insieme?

Come si fa a stare bene insieme? Come si fa a stare bene insieme? Stare insieme è bello. Alle volte per noi bambini è difficile. Abbiamo intrapreso questo viaggio alla scoperta di un modo migliore per vivere a scuola e non solo. Progetto

Dettagli

TEST I (Unità 1, 2 e 3)

TEST I (Unità 1, 2 e 3) TEST I (Unità 1, 2 e 3) 1) Indica la frase che non ha lo stesso significato delle altre. (1) a) Compro una macchina per l espresso, perché voglio il caffè come quello del bar. b) Compro una macchina per

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA!

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! PREPARATIVI - Preparare un grande cerchio di cartoncino marrone (la torta ) e tanti spicchi di diversi colori vivaci (le fette ), in modo che ci sia uno spicchio

Dettagli

Processo Calciopoli. Udienza del 30 giugno 2009. Deposizione del teste De Cillis Teodosio.

Processo Calciopoli. Udienza del 30 giugno 2009. Deposizione del teste De Cillis Teodosio. www.ju29ro.com Processo Calciopoli. Udienza del 30 giugno 2009. Deposizione del teste De Cillis Teodosio. Deposizione De Cillis Teodosio Manca la parte iniziale dell udienza, probabilmente quella in cui

Dettagli

VERBALE N. 94 del 22.12.2014

VERBALE N. 94 del 22.12.2014 VERBALE N. 94 del 22.12.2014 . Prego Assessore Mauro Scroccaro. Ancora grazie. Anche questo

Dettagli

Destinazione 13. Buongiorno Maria!

Destinazione 13. Buongiorno Maria! Destinazione 13 Buongiorno Maria! Mmmm... Oh Mari! Ohi! Tutto bene? Ciao Leonardo! Come va la vita? Mio piccolo amico! Mio piccolo amico? No eh? No! No, no! Giochi con i pupazzetti, sei troppo gentile

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte.

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte. FRANCESCA CORSO di Edoardo Di Lorenzo FRANCESCA CORSO FONDATRICE Ho lavorato come assistente sociale al carcere di San Vittore e ho trovato dei bambini carcerati assieme alle mamme in un regime carcerario

Dettagli

La storia di Victoria Lourdes

La storia di Victoria Lourdes Mauro Ferraro La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale Dedicato a Monica e Victoria «La vuoi sentire la storia

Dettagli

Di seguito sono riportati brani di conversazioni realmente avvenute tra operatori e clienti delle più note compagnie di telefonia mobile.

Di seguito sono riportati brani di conversazioni realmente avvenute tra operatori e clienti delle più note compagnie di telefonia mobile. Di seguito sono riportati brani di conversazioni realmente avvenute tra operatori e clienti delle più note compagnie di telefonia mobile. > > > > > > OPERATORE: Buongiorno. CLIENTE: Pe' intestamme u'telefonine,

Dettagli

PROCEDIMENTO PENALE NR. 8/08 CORTE D ASSISE E NR. 9066/2007 R.G.N.R. ELENCO DELLA DIFESA DI SOLLECITO RAFFAELE

PROCEDIMENTO PENALE NR. 8/08 CORTE D ASSISE E NR. 9066/2007 R.G.N.R. ELENCO DELLA DIFESA DI SOLLECITO RAFFAELE PROCEDIMENTO PENALE NR. 8/08 CORTE D ASSISE E NR. 9066/2007 R.G.N.R. ELENCO DELLA DIFESA DI SOLLECITO RAFFAELE TRASCRIZIONI INTERCETTAZIONI TELEF. Nr. 16 Data. 05.11.2007 Ora 18.34 Intercettazioni telefoniche

Dettagli

Traduzione di. Claudia Manzolelli

Traduzione di. Claudia Manzolelli Traduzione di Claudia Manzolelli Ai miei genitori, George e Elizabeth Introduzione...1 1. L inizio della fine...9 2. Ritorno all ovile...21 3. Il consulente geriatrico...37 4. Galapagos...43 5. La caduta...51

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA

Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA Poi venne l aurora Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Ernesto Riggi Tutti i diritti riservati A tutti i giovani coraggiosi, capaci di lottare pur di realizzare

Dettagli

Reference 1-0,73% Coverage

Reference 1-0,73% Coverage - 1 reference coded [0,73% Coverage] Reference 1-0,73% Coverage Dove ti piacerebbe andare ma anche vivere sì, sì. All interno dell Europa, sicuramente. Però mi piacerebbe vedere anche

Dettagli

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati *Dopo il primo incontro con la monaca buddista Doyu Freire, i bambini sono stati invitati a raccontare liberamente l esperienza, appena fatta,

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi In occasione del Convegno sull affido Genitori di scorta si nasce o si diventa? - Strade e percorsi

Dettagli

Ciao a tutti! Volevo come scritto sul gruppo con questo file spiegarvi cosa è successo perché se non ho scelto la cucciola senza pedigree e controlli (e come sto per spiegare non solo) è anche grazie ai

Dettagli

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI orecchio acerbo Premio Andersen 2005 Miglior libro 6/9 anni Super Premio Andersen Libro dell Anno 2005 Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

Esercizi il condizionale

Esercizi il condizionale Esercizi il condizionale 1. Completare secondo il modello: Io andare in montagna. Andrei in montagna. 1. Io fare quattro passi. 2. Loro venire da noi. 3. Lui prendere un caffè 4. Tu dare una mano 5. Noi

Dettagli

Lasciatevi incantare

Lasciatevi incantare Lasciatevi incantare Rita Pecorari LASCIATEVI INCANTARE favole www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Rita Pecorari Tutti i diritti riservati Tanto tempo fa, io ero ancora una bambina, c era una persona

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai:

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai: Unità 6 Al Pronto Soccorso In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come funziona il Pronto Soccorso parole relative all accesso e al ricovero al Pronto Soccorso l uso degli

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Australia Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Antonino Santamaria

Dettagli

www.iluss.it - Italiano online Scheda grammaticale

www.iluss.it - Italiano online Scheda grammaticale Discorso indiretto - o n 1 Trasformare il discorso diretto in indiretto 1. "Che cosa fai?". Mi chiese che cosa. 2. "Sono venuto a saperlo per caso". Disse a saperlo per caso. 3. "Per favore, telefoni a

Dettagli

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso unità 7 - quattro chiacchiere con gli amici lezione 13: un tè in compagnia 64-66 lezione 14: al telefono 67-69 vita italiana 70 approfondimenti 71 unità 8 - una casa nuova lezione 15: cercare casa 72-74

Dettagli

UNA POLTRONA PER DUE - AGGIORNAMENTO del 18/10/2009

UNA POLTRONA PER DUE - AGGIORNAMENTO del 18/10/2009 UNA POLTRONA PER DUE - AGGIORNAMENTO del 18/10/2009 di Sabrina Giannini MILENA GABANELLI IN STUDIO Un mese e mezzo fa ci eravamo occupati della concorrenza sleale che sta mettendo in ginocchio molte imprese

Dettagli

Tutto ciò che sappiamo di noi due

Tutto ciò che sappiamo di noi due Colleen Hoover Tutto ciò che sappiamo di noi due Traduzione di Giulia De Biase Proprietà letteraria riservata Copyright 2012 by Colleen Hoover Italian language rights handled by Agenzia Letteraria Italiana,

Dettagli

- Siamo lontani - Andremo lontano. - Lontani - Nessuno ci avvicina

- Siamo lontani - Andremo lontano. - Lontani - Nessuno ci avvicina Voce fuori campo: Nell ora presente,noi siamo forse alla vigilia del giorno nel quale l Austri si butterà sulla Serbia e dall ora l Austria e la Germania gettandosi sui serbi e sui russi è l Europa in

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

TRIBUNALE DI FERRARA CORTE D'ASSISE VERBALE DI UDIENZA REDATTO IN FORMA STENOTIPICA. PAGINE VERBALE: n. 144 PROCEDIMENTO PENALE N. 03/08 R.G.

TRIBUNALE DI FERRARA CORTE D'ASSISE VERBALE DI UDIENZA REDATTO IN FORMA STENOTIPICA. PAGINE VERBALE: n. 144 PROCEDIMENTO PENALE N. 03/08 R.G. TRIBUNALE DI FERRARA CORTE D'ASSISE Dr. Enrico FISCHETTI Dr. Antonio MINERVINI Presidente Giudice a latere VERBALE DI UDIENZA REDATTO IN FORMA STENOTIPICA PAGINE VERBALE: n. 144 PROCEDIMENTO PENALE N.

Dettagli

Esercizi pronomi accoppiati

Esercizi pronomi accoppiati Esercizi pronomi accoppiati 1. Rispondete secondo il modello: È vero che regali una casa a Marina?! (il suo compleanno) Sì, gliela regalo per il suo compleanno. 1. È vero che regali un orologio a Ruggero?

Dettagli

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA DEBITI P.A. decreto del fare Di Emanuele Bellano PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA L impegno che il Ministero dell Economia in particolare sta attuando con grande determinazione

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

La storia di Quim....ovvero, per sapere qualcosa di più sulla bassa statura... Mònica Peitx Triay

La storia di Quim....ovvero, per sapere qualcosa di più sulla bassa statura... Mònica Peitx Triay La storia di Quim...ovvero, per sapere qualcosa di più sulla bassa statura... Mònica Peitx Triay Editorial Glosa, S.L. Avinguda de Francesc Cambò, 21 V Piano 08003 Barcellona Telefono: 932 684946 / 932

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

A- All inizio ho trovato delle difficoltà in banca per accedere ai crediti

A- All inizio ho trovato delle difficoltà in banca per accedere ai crediti INTERVISTA 8 I- Ha avuto qualche altra esperienza lavorativa prima di mettere in piedi questa attività A- Io ho 50 anni, ho iniziato a lavorare a 17 anni e per 10 anni ho lavorato in un impresa stradale,

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore.

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore. Vincenzo Cerami* Sono venuto a questo confronto senza preparare nulla. Sentendo gli interventi di chi mi ha preceduto sono tornato con la mente agli anni dell università. Stavo ripensando a Roma. Gli operai

Dettagli

7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia.

7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia. 7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni Giolitti. Atto di indirizzo. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia. CONSIGLIERE DE LUCIA C. - Nulla, è giunto

Dettagli

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione OLIVIERO TOSCANI SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione D. Quando si nasce e si cresce in una famiglia dove si respira fotografia, diventare fotografo è un atto dovuto o può rappresentare, in ogni

Dettagli

LANCIAMO UN DADO PER DECIDERE CHI DEVE INIZIARE IL GIOCO. PARTIRA IL NUMERO PIU ALTO

LANCIAMO UN DADO PER DECIDERE CHI DEVE INIZIARE IL GIOCO. PARTIRA IL NUMERO PIU ALTO IL GIOCO DEL CALCIO I bimbi della sezione 5 anni sono molto appassionati al gioco del calcio. Utilizzo questo interesse per costruire e proporre un gioco con i dadi che assomigli ad una partita di calcio.

Dettagli

Dai, domanda! 6. Vita romana

Dai, domanda! 6. Vita romana Italiano per Sek I e Sek II Dai, domanda! 6. Vita romana 9:46 minuti Olivia: Edward: Margherita Un vecchio proverbio dice che tutte le strade portano a Roma. E finalmente sono venuto qua, giusto in tempo

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli