TRIBUNALE DI PALMI - RITO COLLEGIALE SEZIONE PENALE STRALCIO DEL VERBALE DI DEPOSIZIONE DI GIUSEPPINA PESCE UDIENZA 25/05/2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TRIBUNALE DI PALMI - RITO COLLEGIALE SEZIONE PENALE STRALCIO DEL VERBALE DI DEPOSIZIONE DI GIUSEPPINA PESCE UDIENZA 25/05/2012"

Transcript

1 TRIBUNALE DI PALMI - RITO COLLEGIALE SEZIONE PENALE STRALCIO DEL VERBALE DI DEPOSIZIONE DI GIUSEPPINA PESCE UDIENZA 25/05/2012 AULA BUNKER TRIBUNALE DI ROMA P.n.R.G.TRIB.819/11 R.G.N.R.4302/06 PROCEDIMENTO A CARICO DI ARMELI SIGNORINO + 62 Presidente CONCETTINA EPIFANIO P.M. ALESSANDRA CERRETI P.M. GIULIA PANTANO Pubblico Ministero Dott.ssa Cumpone P.M. CUMPONE - Buongiorno signora Pesce. IMP. PESCE - Buongiorno. P.M. CUMPONE - Allora riprendiamo esattamente da dove c eravamo lasciati, allora la famiglia Ferraro Signora per quanto le consta è una famiglia mafiosa? IMP. PESCE - Non ho capito scusi. P.M. CUMPONE - La famiglia Ferraro per quanto le risulta è una famiglia mafiosa? IMP. PESCE - Sì. P.M. CUMPONE - Mi descrive i rapporti tra la famiglia Pesce e la famiglia Ferraro vale a dire i componenti della famiglia Ferraro prendono direttive dalla famiglia Pesce? IMP. PESCE - Sì. P.M. CUMPONE - Lei come fa a dirlo questo? IMP. PESCE - E intanto perché va beh sono legati anche da un legame di parentela quindi sono... da più di un legame perché ci sono più matrimoni che sono tra la famiglia Pesce ed i coniugi Ferraro, appartenenti alla famiglia Ferraro. P.M. CUMPONE - Ma al di là del legame tra Ferraro Giuseppe e 1

2 Ferraro Angela, sua madre, quali sono gli altri componenti della famiglia Ferraro che hanno legami di parentela con la famiglia Pesce? IMP. PESCE - Mio cugino Pesce Francesco classe 79 è sposato con la figlia di una Ferraro. P.M. CUMPONE - Quale, si ricorda il nome? IMP. PESCE - La moglie? P.M. CUMPONE - Sì. IMP. PESCE - Tutino Maria Carmela, la figlia di Ferraro Mariarosa. P.M. CUMPONE - Quindi c è questo duplice, Ferraro Giuseppe tramite Ferraro Angela... SITO PALMI - Presidente? P.M. CUMPONE - Mi devo fermare Presidente? PRESIDENTE - Non ho sentito, da Palmi avete interloquito? SITO PALMI - Sì Presidente non sentiamo bene l imputata, credo per il tono della voce. PRESIDENTE - Sì allora forse dobbiamo avvicinare un poco il microfono e dobbiamo pregare la signora di parlare più forte. Sì allora qual era La domanda? P.M. CUMPONE - Quali componenti della famiglia Ferraro lei sa che sono appartenenti alla cosca mafiosa Pesce? IMP. PESCE - Intanto mio zio Ferraro Giuseppe, mio zio Ferraro Mario e diciamo che loro sono più quelli che hanno insomma più un ruolo e poi altri diciamo che sono... c è l amicizia, c è il rispetto, c è insomma la disponibilità però le persone principali della famiglia Ferraro sono loro due. 2

3 P.M. CUMPONE - E chi sarebbero questi soggetti che sono a disposizione, che sono disponibili? IMP. PESCE - Diciamo i cugini tipo Ferraro Giuseppe quello più piccolo di mio zio. P.M. CUMPONE - Figlio di? IMP. PESCE - Di Ferraro Francesco. P.M. CUMPONE - Ferraro Francesco che legame ha con le altre persone, Ferraro Mario e Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - È il fratello. P.M. CUMPONE - E Ferraro Giuseppe e Ferraro Mario? Suo zio è Ferraro Giuseppe. IMP. PESCE - Sì. P.M. CUMPONE - Con Ferraro Mario che legame di parentela hanno? IMP. PESCE - Sono zio e nipote. PRESIDENTE - Mi pare che l avesse detto già. P.M. CUMPONE - Oltre questo Ferraro Francesco quali altre persone sono a disposizione della famiglia mafiosa Pesce? PRESIDENTE- Se ce ne sono altre, quindi ci sono altre persone? IMP. PESCE - Sono questi. P.M. CUMPONE - Rapporto Ferraro Giuseppe e Ferraro Mario, chi ha maggiore potere mafioso? Se lo sa. IMP. PESCE - Diciamo che sono più o meno allo stesso livello. P.M. CUMPONE - Con quali soggetti della famiglia Pesce Ferraro Mario e Ferraro Giuseppe si relazionano, da chi prendono direttive? IMP. PESCE - Diciamo che non c è stata occasione, di quello che so io non è che c è stata un occasione dove loro 3 hanno preso direttive,in generale sono a disposizione

4 della famiglia Pesce e nel momento in cui c è qualcosa loro sono a disposizione però un occasione particolare dove so che hanno preso direttive da qualcuno non è nella mia conoscenza. P.M. CUMPONE - Okay. Senta Ferraro Giuseppe ha dei soprannomi? IMP. PESCE - Sì. P.M. CUMPONE - Qual è? IMP. PESCE - Mussuni. P.M. CUMPONE - Che significato ha questo termine? Se lo sa. IMP. PESCE - Ma forse per via del labbro, della forma delle labbra insomma. P.M. CUMPONE - Senta Ferraro Giuseppe ha mai svolto attività di lavoro, lavoro lecito? IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - Lei sa da quanto tempo è detenuto suo zio? IMP. PESCE - Un otto anni. P.M. CUMPONE - Lei è mai andata a fare colloqui carcerari con Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - Alcune volte. P.M. CUMPONE - Senta quali sono le... AVV. CARDONE - Presidente chiedo scusa, Avvocato Cardone, gentilmente non abbiamo capito le risposte precedenti della signora Pesce, non sentiamo proprio nulla, abbiamo difficoltà proprio a sentirla, grazie Presidente. PRESIDENTE - Bisogna cercare di non fare accavallare le voci nella registrazione e poi deve parlare un tantino più forte perché se no da Palmi non si sente, va bene? IMP. PESCE - Okay. PRESIDENTE - Allora la domanda era? 4

5 P.M. CUMPONE - Era se lei si fosse mai recata a fare colloqui carcerari con suo zio Ferraro Giuseppe. PRESIDENTE - Può rispondere. IMP. PESCE - Sì qualche volta sono andata. P.M. CUMPONE - Quando è andata dove era detenuto Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - Un paio di volte a Voghera e qualche volta quando veniva a Reggio per i processi. P.M. CUMPONE - Lei ha mai avuto corrispondenza epistolare con suo zio Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - Sì. P.M. CUMPONE - Ha mai ricevuto delle disposizioni da Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - Sì. P.M. CUMPONE - Può riferire al collegio che tipo di disposizioni ha ricevuto e in quale ambito lei ha operato? AVV. MONACO - Presidente da Palmi c è opposizione, ha già riferito sul dato per recupero soldi di un orologio, l ha riferito l altro giorno. PRESIDENTE - Sì, sì, allora l Avvocato Monaco è intervenuto, vi ricordo e vi invito gentilmente a presentarvi prima di interloquire, questo vale per chi è lontano ma vale anche per chi è vicino perché il tecnico non riesce a vedere le voci, cioè da dove provengono le voci. Sì la domanda in effetti è già stata fatta e ha risposto sul punto. P.M. CUMPONE - Signora oltre all episodio che lei ha riferito, ha già riferito nelle udienze precedenti, ha mai effettuato altri recuperi crediti per conto di suo 5

6 zio Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - Sì, ricordo che una volta mi fece andare da una persona per dirgli che... se poteva recuperargli i soldi che lui conosceva la persona che gli doveva dare e mi scrisse una lettera chiedendomi di recarmi in una gioielleria di Rosarno dove c era questa persona, adesso non ricordo bene il cognome, la moglie era una Pisano, insomma di dirgli se poteva impegnarsi lui a recuperare di questi soldi. P.M. CUMPONE - Quindi la persona dalla quale le era stato chiesto di andare avrebbe dovuto svolgere un ulteriore attività di mediazione? IMP. PESCE - Sì. P.M. CUMPONE - Quindi non era il soggetto debitore di questa somma di denaro? IMP. PESCE - No, no. P.M. CUMPONE - Lei sa che provenienza avesse la somma di denaro per cui suo zio le chiedeva il recupero. IMP. PESCE - No, so che lui aveva tanti soldi in giro che aveva lasciato quando era libero e quindi li doveva recuperare. P.M. CUMPONE - E al di là della somma di cui stiamo parlando, lei sa a quanto ammontava, gliel aveva riferito suo zio? IMP. PESCE - So che erano cifre molto alte tipo chi gli doveva dare euro, chi 90, chi 60. P.M. CUMPONE - E lei appunto mi ha detto che suo zio non ha mai svolto attività di lavoro, era sposato? IMP. PESCE - Conviveva. P.M. CUMPONE - La moglie lavorava? 6

7 IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - La moglie cioè la convivente lavorava? IMP. PESCE - No, no. P.M. CUMPONE - Senta e invece Marco Russo le dice qualcosa, lo conosce? IMP. PESCE - Sì, una volta mi scrisse una lettera dicendomi di ricordarmi questo nome e di dirglielo a quella persona che gli doveva recuperare i soldi che era questo Marco Russo che gli doveva dare i soldi. P.M. CUMPONE - Anche qui le chiedo sa a che titolo Marco Russo dovesse del denaro a suo zio Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - No, con precisione non me l ha mai detto. P.M. CUMPONE - Lei sa se la persona a cui lei ha fatto prima riferimento, ha detto questa persona che aveva la moglie se non sbaglio che si chiamava Pisano mi ha detto, era uno dei Pisano, abbia poi effettivamente recuperato il credito per suo zio? IMP. PESCE - Non lo sono. P.M. CUMPONE - La lettera che lei riceveva recava l indicazione del mittente? PRESIDENTE - Ma una o più lettere? P.M. CUMPONE - Ha detto che aveva corrispondenza. IMP. PESCE - Sì diciamo che mi scriveva sempre. PRESIDENTE - Le scriveva sempre, perfetto, e quindi si aveva il nome? P.M. CUMPONE - L indicazione del mittente. PRESIDENTE - Di chi mandava la lettera quindi del mittente. IMP. PESCE - Sì, se me la mandava lui? Sì, certo. PRESIDENTE - E risultava? 7

8 IMP. PESCE - Sì, sì. P.M. CUMPONE - Il contenuto diciamo delle disposizioni era esplicito, si comprendeva lei cosa dovesse fare, da chi doveva andare, quanto doveva recuperare? IMP. PESCE - No a me mi scriveva vai da..., sì, diciamo che in qualche modo sì era esplicito, sì, cioè non diceva vai che mi deve dare i soldi della droga però mi diceva vai, digli che mi deve dare questi soldi che lui sa insomma. P.M. CUMPONE - Ma quindi signora Pesce adesso lei sta parlando di droga, vorrei capire ma quindi c era un riferimento al titolo? In relazione a quale titolo Ferraro Giuseppe dovesse ricevere questi soldi. IMP. PESCE - No nella lettera no. PRESIDENTE - E Lei perché dice, lei ha detto non c era nessun riferimento esplicito alla droga però insomma si capiva che era un creditore, perché ha tirato fuori questo vocabolo, perché ha parlato di droga? IMP. PESCE - Perché questi soldi che lui aveva in giro erano di quando lui era libero che faceva il traffico della droga e doveva recuperarli. P.M. CUMPONE - E a lei questa cosa, questa circostanza chi l ha riferita? IMP. PESCE - Anche lui quando si arrabbiava e ma diceva che lui è in carcere per questo e che i soldi li doveva recuperare perché li aveva guadagnati. P.M. CUMPONE - E i soggetti da cui doveva recuperare, visto che lei dice sono io che ho ricevuto delle lettere, da 8

9 quello che le risulta erano tutti soggetti di Rosarno? IMP. PESCE - No, no, non erano di Rosarno. P.M. CUMPONE - Non erano di Rosarno. IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - E lei sa di quale provenienza fossero questi debitori? Parlo di provenienza geografica. IMP. PESCE - Di preciso no. P.M. CUMPONE - C è qualche altro componente della sua famiglia che ha ricevuto disposizioni simili a quelle di cui sta parlando oggi lei? Come quelle che ha ricevuto lei. IMP. PESCE - Sì, scriveva anche a mio marito, a mio marito, io ricordo a mio marito, a me insomma, a mio fratello no. P.M. CUMPONE - A suo fratello no. IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - Senta e suo marito... PRESIDENTE - Forse non si è sentita l ultima cosa. IMP. PESCE - A mio fratello no. P.M. CUMPONE - Erano lettere diciamo differenti quelle che riceveva lei rispetto a quelle che riceveva suo marito o era un unica lettera in cui c erano diciamo due missive? IMP. PESCE - No erano differenti. P.M. CUMPONE - Erano differenti. Lei sa se poi suo marito abbia eseguito, innanzitutto il contenuto delle lettere diciamo che pervenivano a suo marito Lei lo conosce? IMP. PESCE - No, no. P.M. CUMPONE - E allora perché prima mi ha detto anche mio marito ha effettuato il recupero? IMP. PESCE - Dopo che arrivavano le lettere che lui le 9 strappava, il mittente suo era diverso dal mio e a volte

10 anche lui stesso si lamentava e diceva mi fa arrestare, mi fa arrestare, parla chiaramente nelle lettere insomma. P.M. CUMPONE - Quindi mi faccia capire quelle che riceveva lei recavano l indicazione corretta del mittente, cioè la corrispondenza a Ferraro Giuseppe. IMP. PESCE - Sì. P.M. CUMPONE - Quelle che riceveva invece suo marito? IMP. PESCE - No, il mittente a volte era tipo diverso. P.M. CUMPONE - Era diverso. Ascolti e per quale motivo le strappava suo marito queste lettere? IMP. PESCE - Perché se veniva qualche perquisizione e trovavano quelle lettere erano compromettenti per lui. P.M. CUMPONE - Quindi lei ha mai letto il contenuto di una lettera indirizzata a suo marito? IMP. PESCE - Sì, qualche volta qualcuna l ho letta. P.M. CUMPONE - Avevano tenore differente rispetto a quelle che lei riceveva? IMP. PESCE - Sì, parlava di cifre, di soldi, di nomi precisi, di dove si doveva recare. P.M. CUMPONE - Di dove si doveva recare, di nomi precisi e di cifre. Ecco ha qualche ricordo diciamo maggiore in merito? IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - Cioè intendo dire qualche nominativo, l entità di qualche cifra, qualche luogo dove si doveva recare suo marito? IMP. PESCE - Allora le cifre erano alte però i nomi no, non 10 erano persone nelle mie conoscenze.

11 P.M. CUMPONE - E che lei sappia erano tra le conoscenze di suo marito queste persone? IMP. PESCE - Lui doveva sempre trovare qualche aggancio per arrivare a queste persone perché neanche lui le conosceva quindi c era sempre il riferimento a qualcuno che doveva farlo arrivare a questa persona. P.M. CUMPONE - Ascolti lei nel suo caso, voglio dire per quanto riguarda le disposizioni che lei stessa ha ricevuto, si è attivata, si è effettivamente attivata? IMP. PESCE - Solo in quel caso là sì, sono andata da quella persona. P.M. CUMPONE - E per quanto invece riguarda suo marito che lei sappia suo marito effettivamente si è attivato? IMP. PESCE - Sì, sì, si attivava però ricordo anche che mio zio si lamentava sempre perché diceva che non gliene sbrigava una. P.M. CUMPONE - Ascolti ma questa incombenza diciamo che ricevevate e che, da quello che ho capito, eseguivate comportava per voi un vantaggio da un punto di vista economico? IMP. PESCE - Sì, se questi soldi venivano recuperati anche noi insomma potevamo farne uso. P.M. CUMPONE - Sa se esisteva una percentuale sulla somma recuperata? IMP. PESCE - No, no. P.M. CUMPONE - Per voi intendo. IMP. PESCE - No, no, era, diciamo che era al bisogno insomma, se servivano, non c era una percentuale. P.M. CUMPONE 11 - Ascolti lasciamo stare il suo nucleo familiare

12 stretto quindi lei, suo marito e suo fratello, lei sa se altri componenti della famiglia Pesce, quindi persone di cui lei ha già parlato che ci ha detto che sono appartenenti alla cosca mafiosa abbiano ricevuto delle direttive di recupero crediti da parte di Ferraro Giuseppe? Se lo sa. IMP. PESCE - Non lo sono, una volta è capitato che mi ha dato qualche lettera sempre nella lettera mia per mio zio, per mio zio Vincenzo però non so cosa c era scritto perché le lettere erano chiuse quindi non so se parlava di questo o di altro. P.M. CUMPONE - Cioè nel senso lei come mai non ha visto il contenuto della lettera diretta... PRESIDENTE - L ha detto Pubblico Ministero perché era chiusa, era chiusa, l ha spiegato, e quindi non sa se parlava di questo o altro. P.M. CUMPONE - Senta il recupero da parte di suo marito di somme di denaro effettivamente poi vi è stato in qualche circostanza? AVV. PARISI - Presidente chiedo scusa da Palmi l Avvocato Parisi, ha già detto che lo zio si lamentava che comunque non riusciva a combinare niente suo marito. PRESIDENTE - Sì l aveva detto. ( ) P.M. CUMPONE - Signora me la spiega meglio questa frase anche se lui si lamentava, io non ho capito si lamentava perché faceva meno di quello che avrebbe potuto fare o si lamentava perché non ha mai recuperato nulla? PRESIDENTE - Ha detto prima anche se lui si lamentava perché 12

13 non gliene combinava mai una questo ha detto, parole che poi troverete trascritte insomma. P.M. CUMPONE - Senta ieri abbiamo parlato dei camion, dei venditori ambulanti, lei sa se da quell attività che ha descritto ieri, con riferimento alla posizione di suo fratello, Ferraro Giuseppe avesse una rendita e se sì con che cadenza, avesse un profitto e se sì con che cadenza? IMP. PESCE - Settimanale se non sbaglio perché praticamente dovevano passare ogni fine settimana a recuperare questi soldi. P.M. CUMPONE - In relazione a questa attività, attività di recupero è stata mai svolta, se le risulta, da suo marito Palaia Rocco? IMP. PESCE - Su Milano dice? P.M. CUMPONE - Sì. IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - Lei sa se queste rendite che lei ha detto con cadenza settimanale effettivamente venivano consegnate a Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - Sì, fino a quando mio fratello non era andato su Claudio mandava questi soldi a mio zio tramite la moglie e curava gli avvocati. P.M. CUMPONE - E senta lei questa circostanza come fa a riferirla con certezza, cioè che Claudio recuperasse effettivamente queste somme ed effettivamente le consegnasse anche indirettamente, cioè tramite la moglie, a Ferraro Giuseppe, come fa a dirlo? IMP. PESCE - Intanto perché si lamentava mio zio una volta per 13 dire che se non c era Claudio i suoi figli potevano

14 andare in mezzo ad una strada. P.M. CUMPONE - Si è lamentato con lei suo zio su questo? IMP. PESCE - No in uno dei discorsi che ho sentito insomma quando andai a trovarlo e poi anche perché insomma ho sentito anche la moglie che a volte lo diceva Claudio, deve venire Claudio, deve portare i soldi per i vestiti, dobbiamo andare a comprare le cose ai bambini, insomma così. P.M. CUMPONE - Ho capito. Quindi Claudio come soggetto che lavora per suo zio. IMP. PESCE - Sì. P.M. CUMPONE - Ci sono altri soggetti che svolgono questo stesso tipo di attività per suo zio Ferraro Giuseppe e se sì come lo sa? IMP. PESCE - Sì, sempre appreso dalla sua convivente, Yuri. P.M. CUMPONE - Sa il cognome di Yuri? IMP. PESCE - No io solo il nome conosco. P.M. CUMPONE - Lo conosce di nome o lo conosce anche visivamente, l ha mai visto Yuri? IMP. PESCE - Sì, l ho visto una o due volte. P.M. CUMPONE - Chi è Yuri? C è un rapporto di parentela con Ferraro Giuseppe? ( ) IMP. PESCE - No, parente no, è un amico e anche lui curava più insomma la famiglia di mio zio, i bambini, insomma il lato insomma familiare. P.M. CUMPONE - No me lo deve spiegare un po meglio, voglio capire, faceva il badante ai bimbi di Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - Aiutava la moglie con i bambini e in più la 14

15 accompagnava quando si doveva recare a trovarlo perché lei non guidava e quindi insomma si aveva bisogno era sempre lì. P.M. CUMPONE - Lei l ha mai visto appunto Yuri, cioè sarebbe in grado di riconoscerlo? IMP. PESCE - L ho visto due volte. P.M. CUMPONE - E dove l ha visto, in che circostanze? IMP. PESCE - Una volta a Milano quando sono andata a trovare Elvira e una volta giù, quando venne lui in Calabria e fu ospitato a casa di mio zio. P.M. CUMPONE - Ma era di Milano Yuri? IMP. PESCE - Sì. P.M. CUMPONE - A casa di suo zio dove, a Rosarno? IMP. PESCE - Sì, a casa della nonna Macrì. P.M. CUMPONE - Senta visto che lei ha detto che l ho visto in due circostanze e ha detto che sarebbe in grado di riconoscerlo mi dà una descrizione di questo Yuri? Descrizione fisica. PRESIDENTE - Ha detto che sarebbe in grado di riconoscerlo, sì? IMP. PESCE - Se lo vedo sì, probabilmente sì. Mi ricordo che era un ragazzo sui trent anni forse, io beh parlo di quando l ho visto l ultima volta. PRESIDENTE - A quando risale l ultima volta che l ha visto più o meno? IMP. PESCE - Un cinque o sei anni fa. Normale, di fisico normale, non molto alto, magro, non molto ma magro, un ragazzo normale insomma. P.M. CUMPONE - I capelli, il colore dei capelli? 15

16 IMP. PESCE - Castani. P.M. CUMPONE - Ricorda anche il colore degli occhi? IMP. PESCE - No. P.M. CUMPONE - Senta lei sa in che rapporti fosse, se ci fossero dei rapporti tra il Claudio, che lei ha citato prima, e questo Yuri? IMP. PESCE - Insieme non li ho mai visti però si conoscevano. P.M. CUMPONE - Si conoscevano ma Yuri è inserito in quell attività dei camion di cui lei ha abbondantemente parlato ieri? IMP. PESCE - No, in quel contesto non l ho mai sentito il suo nome. P.M. CUMPONE - Lei ci ha detto durante la sua audizione che da Ferraro Giuseppe sono pervenute delle carte di credito se non sbaglio, che lei ha detto avevano il credito illimitato. Lei sa se Ferraro Giuseppe oltre ad avervele procurate di qualche carta di credito abbia mai fatto uso? IMP. PESCE - Se Ferraro Giuseppe ha usato quelle carte? P.M. CUMPONE - Sì, se lei lo sa. IMP. PESCE - Di preciso non lo so ma penso di sì, cioè non so se le avrebbe usate. P.M. CUMPONE - Quindi è una sua deduzione non è a conoscenza di questo dato. IMP. PESCE - No, se le ha usate no, non lo so. P.M. CUMPONE - Lei sa se Yuri, quella persona che lei chiama Yuri, che ha indicato col nome di Yuri abbia mai utilizzato queste carte di credito che abbiamo appreso 16 essere state clonate?

17 IMP. PESCE - Non lo sono. P.M. CUMPONE - Sa se il Claudio di cui lei ha parlato avesse mai utilizzato carte di credito? IMP. PESCE - Non lo so. PRESIDENTE - Signora un attimo solo lei ha detto che non ha mai visto Yuri e Claudio insieme però ha affermato che i due si conoscevano, diciamo su che cosa poggia questa sua affermazione? IMP. PESCE - Che quando sono andata a casa di mia zia avevo sentito anche Yuri che parlava di Claudio però non che parlava con Claudio però Claudio deve venire, queste cose qua insomma. P.M. CUMPONE - E aveva capito che tipo di rapporti fossero sottesi tra i due, cioè che tipo di rapporti ci fossero tra i due? IMP. PESCE - No, che tipo di rapporti no però prendeva come... cioè mia zia diceva a Yuri chiama Claudio, ma Claudio è venuto?, insomma queste cose qua. P.M. CUMPONE - Ma quindi anche Yuri era legato a Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - Sì. PRESIDENTE - L ha detto. P.M. CUMPONE - Senta e poi ha detto che in una circostanza ha visto Yuri in Calabria. IMP. PESCE - Sì. P.M. CUMPONE - Ha detto una volta l ho visto io quando sono andata a trovare mio zio Ferraro Giuseppe a Milano e un altra volta l ho visto in Calabria, in Calabria in 17 che contesto l ha visto, per quale motivo era venuto, chi

18 era venuto a trovare? IMP. PESCE - È avvenuto quando mio zio era fuori e niente era venuto così, prestare un paio di giorni giù. PRESIDENTE - Era fuori significa che non era in carcere. IMP. PESCE - Libero. PRESIDENTE - Ed era a Rosarno in quel periodo? IMP. PESCE - Sì, sì, era... veniva tutto il periodo delle feste, stava un paio di giorni là e poi... PRESIDENTE - A casa della nonna Marina Macrì? IMP. PESCE - Sì, sì. In quel periodo vennero questi amici suoi insomma a trovarlo e tra cui c era anche Yuri. P.M. CUMPONE - E chi erano gli altri amici che erano venuti a trovarlo? IMP. PESCE - Ci stava questo Claudio che venne con la moglie, Yuri e poi anche altre persone che venivano durante il giorno però quelle non le conosco. P.M. CUMPONE - Ma era nell ambito dello stesso contesto quando lei dice è venuto Yuri ed è venuto Claudio? IMP. PESCE - Sì, sì, vennero nello stesso periodo. PRESIDENTE - Signora però ecco la domanda è vennero insieme queste persone? IMP. PESCE - Questo non lo ricordo, ricordo che Yuri e rimase di più e che quell altra persona io l ho visto solo un giorno questo Claudio che venne con la moglie, Yuri si è fermato di più, è stato tipo una settimana mentre questo Claudio io lo vidi solo così un attimo quel giorno però ricordo che aveva cenato là, che avevano una bambina piccola e ricordo insomma il legame che mia zia 18 raccontava della moglie...

19 PRESIDENTE - Ma era nello stesso periodo in cui c era Yuri c era anche Claudio con la moglie e la bambina? IMP. PESCE - Sì, sì. P.M. CUMPONE - Volevo fare una domanda per capire meglio il contesto, lei dice non so se sono venuti insieme ma sono rimasti... lei dice...chi è rimasto soltanto un giorno? IMP. PESCE - Claudio. P.M. CUMPONE - Ma innanzitutto hanno alloggiato nello stesso posto? IMP. PESCE - No, Yuri mi sembra che dormiva proprio là, nella casa, giù nel garage, nella casa di mia nonna. P.M. CUMPONE - Ma nel famoso garage di cui ha parlato nelle udienze passate? IMP. PESCE - Sì, c era un divano diciamo, c era una zona con un caminetto ed un divano, e questo Claudio per un giorno aveva dormito nella casa di mia madre, nella casa in via Donizetti. P.M. CUMPONE - Senta vediamo se riusciamo ad avere qualche elemento in più per l identificazione di queste persone, di Yuri ci ha dato una descrizione fisica, di Claudio, lei Claudio l ha visto, no? IMP. PESCE - Ma un attimo è stato. P.M. CUMPONE - Ma sarebbe in grado di dare delle indicazioni per quanto riguarda, non lo so, la corporatura, i capelli, gli occhi, insomma sarebbe in grado di riconoscerlo se lo vedesse? IMP. PESCE - No, no, di riconoscerlo no. P.M. CUMPONE 19 - Senta vediamo se riesce a darci altri elementi

20 perché noi possiamo capire chi sono queste persone, anche il Claudio che era venuto giù in Calabria aveva la stessa provenienza geografica di Yuri? IMP. PESCE - Sì, lui sì, la moglie era straniera. P.M. CUMPONE - Appunto adesso allora vediamo chi era la moglie, a chi si sta riferendo la moglie di chi? IMP. PESCE - Di Claudio. P.M. CUMPONE - Era straniera, si ricorda qualche particolare, non lo so, il nome? IMP. PESCE - Sì mi ricordo che mia zia mi disse, quel giorno parlavamo di questa ragazza e mi diceva che e una sua amica che si chiama Camilla, Camilla, che è una bella ragazza, insomma mi raccontava delle cose sulla moglie. P.M. CUMPONE - Ma lei ha avuto modo di vederla la moglie di Claudio? IMP. PESCE - Sì mi sembra che anche lei sempre di sfuggita, così, un giorno. P.M. CUMPONE - Ricorda la nazionalità? IMP. PESCE - Se non sbaglio era rossa come mia zia. P.M. CUMPONE - Come la convivente di Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - Sì. P.M. CUMPONE - Ricorda se all epoca questa donna svolgesse attività di lavoro? IMP. PESCE - Se non sbaglio lei mi raccontava che era stata una fotomodella, che aveva fatto delle foto per dei solari, qualcosa così. P.M. CUMPONE - Senta e quando ha parlato dei figli chi è che era venuto giù con i figli? PRESIDENTE - Ha detto che era venuto Claudio con la bambina. 20

21 P.M. CUMPONE - Una bambina o un bambino signora? IMP. PESCE - No, non lo ricordo. AVV. SALDARINI - Ieri aveva detto una bambina, mi ricordo io. P.M. CUMPONE - Senta invece Yuri, se lo sa, era fidanzato, sposato? IMP. PESCE - No, no, era single. P.M. CUMPONE - Senta quindi dando una collocazione, dovendo dare una collocazione diciamo temporale quando sarebbero avvenute queste visite? Se si ricorda se era estate o se era inverno e l anno. AAV. SALDARINI - Scusi Presidente sono l Avvocato Saldarini e intervengo perché non mi pare una domanda posta nella maniera corretta perché più che di visite mi sembra che la signora Pesce fino ad oggi abbia parlato di visita. P.M. CUMPONE - Beh visite perché sto parlando di Yuri e di Claudio. PRESIDENTE - Riferite al fatto che fossero più soggetti. AVV. SALDARINI - Ma la visita è una, ecco. P.M. CUMPONE - Ci ha praticamente fatto capire che non sono avvenute nello stesso contesto. PRESIDENTE - Sì, sì, era riferito a questi diversi soggetti che andavano a trovare suo zio, sì. Allora signora se si ricorda più o meno in quale anno e se era estate, se era inverno, se riusciamo a contestualizzare meglio dal punto di vista temporale. IMP. PESCE - Era il periodo di Natale e l anno era più o meno il 2002 poteva essere. P.M. CUMPONE IMP. PESCE ,

22 P.M. CUMPONE - Senta lei quando ha parlato di Claudio ha detto che Claudio pagava gli avvocati a Ferraro Giuseppe. IMP. PESCE - Sì. AVV. SALDARINI - C è opposizione Presidente, sempre l Avvocato Saldarini per la verbalizzazione, perché io questa affermazione da parte della signora Pesce non l ho sentita, forse ero distratta. PRESIDENTE - L ha detto Avvocato, l ha detto. P.M. CUMPONE - Lei sa se Yuri pagasse gli avvocati a Ferraro Giuseppe? IMP. PESCE - Io qualche volta ho sentito menzionare Claudio non Yuri. P.M. CUMPONE - Lei ha capito se questa trasferta di Yuri e Claudio, che poi abbiamo collocato in tempi differenti, fosse una trasferta dovuta ad amicizia o motivi lavorativi, di interessi comuni con suo zio Ferraro Giuseppe e se sì quali? IMP. PESCE - No, non lo so. PRESIDENTE - Pubblico Ministero la domanda esattamente qual era? P.M. CUMPONE - Se conoscesse la ragione di questa trasferta praticamente di Yuri e Claudio. Senta la persona che lei ha indicato con il nome di Yuri faceva uso di sostanze stupefacenti? IMP. PESCE - Non lo so. P.M. CUMPONE - La persona che lei ha indicato con il nome di Claudio faceva uso di sostanze stupefacenti? IMP. PESCE - Non lo so. 22

23 P.M. CUMPONE - Lei sa se queste persone che abbiamo fino adesso citato avessero dei rapporti con Ferraro Mario? IMP. PESCE - No, non lo so. P.M. CUMPONE - Lei sa se queste persone avessero dei rapporti con Pesce Salvatore? IMP. PESCE - Sì, con mio padre sì. P.M. CUMPONE - Che tipo di rapporti c erano e come fa a saperlo? IMP. PESCE - Amichevoli, insomma si conoscevano, venivano lì anche in quel periodo insomma, quando venivano, alloggiavano a casa nostra, era una conoscenza per via di mio zio insomma. P.M. CUMPONE - Ma lei sa se ci fossero degli affari tra suo padre, Yuri e Claudio? IMP. PESCE - No, non lo so. P.M. CUMPONE - Senta invece i rapporti tra, se c erano, c erano rapporti tra Yuri e suo fratello? IMP. PESCE - Non è in particolare, sempre rapporti di conoscenza però che io sappia cioè niente di... P.M. CUMPONE - Cioè non sa se avessero degli affari in corso? IMP. PESCE - No, non lo sono. P.M. CUMPONE - Invece con Claudio, c erano dei rapporti tra suo fratello e Claudio? IMP. PESCE - Sì più volte lo nominava Claudio, Claudio, so che quando si recò a Milano insomma andava a trovarlo, che una volta aveva raccontato che insomma andavano a ballare insieme però tutto qua. P.M. CUMPONE - Ma senta quando lei ieri parlando di suo 23 fratello ha detto poi è andato a Milano dopo il

24 matrimonio con La Torre Ilaria stava male, poi vedeva che non c erapossibilità di inserirsi a Rosarno e se n è andato a Milano, ma all epoca suo fratello quanto rimaste a Milano, quanto tempo? Se se lo ricorda. IMP. PESCE - Di preciso no ma poco perché poi fu arrestato quindi non ricordo se un tre mesi, una cosa così. P.M. CUMPONE - E questi rapporti a cui lei ha fatto riferimento prima erano antecedenti questi rapporti tra suo fratello e Claudio rispetto a quella data in cui lui diciamo va a Milano? Per effettuare quel lavoro di cui ha parlato ieri. IMP. PESCE - Sì, sì, si conoscevano da prima, sì, sì, insomma si conoscevano da prima. P.M. CUMPONE - Ma sa se avessero diciamo degli interessi comuni per la droga? IMP. PESCE - Non lo so. P.M. CUMPONE - E sa se nel periodo milanese di suo fratello ci siano stati degli affari di droga tra i due? IMP. PESCE - No, non lo so. Pubblico Ministero Dott.ssa Cerreti P.M. CERRETI - Signora solo una domanda prima di chiudere la posizione di suo zio Ferraro Giuseppe, lei non ricordo se ieri ho avanti ieri ha citato la famiglia Mancuso definendola una famiglia mafiosa, le chiedo sa di rapporti fra suo zio Ferraro Giuseppe e i Mancuso? IMP. PESCE - Sì, sì, mio zio era... P.M. CERRETI - In particolare per l attività di traffico di sostanze stupefacenti. 24

TRIBUNALE DI PALMI - RITO COLLEGIALE SEZIONE PENALE STRALCIO DEL VERBALE DI DEPOSIZIONE DI GIUSEPPINA PESCE UDIENZA 24/05/2012

TRIBUNALE DI PALMI - RITO COLLEGIALE SEZIONE PENALE STRALCIO DEL VERBALE DI DEPOSIZIONE DI GIUSEPPINA PESCE UDIENZA 24/05/2012 TRIBUNALE DI PALMI - RITO COLLEGIALE SEZIONE PENALE STRALCIO DEL VERBALE DI DEPOSIZIONE DI GIUSEPPINA PESCE UDIENZA 24/05/2012 AULA BUNKER TRIBUNALE DI ROMA P.n.R.G.TRIB.819/11 R.G.N.R.4302/06 PROCEDIMENTO

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso unità 7 - quattro chiacchiere con gli amici lezione 13: un tè in compagnia 64-66 lezione 14: al telefono 67-69 vita italiana 70 approfondimenti 71 unità 8 - una casa nuova lezione 15: cercare casa 72-74

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront La famiglia La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. b. a. c. d. f. e. Nonni a scuola dai nipoti oggi lezione di Internet Nove scuole, 900 anziani, 900 ragazzi Obiettivo: creare

Dettagli

Per ricordare meglio le parole nuove, scrivile e contemporaneamente leggile ad alta voce.

Per ricordare meglio le parole nuove, scrivile e contemporaneamente leggile ad alta voce. Consiglio Per ricordare meglio le parole nuove, scrivile e contemporaneamente leggile ad alta voce. La mia famiglia Federico ci presenta la sua famiglia. Guarda il disegno e completa con i nomi della famiglia.

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore

tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore 2013 ad est dell equatore vico orto, 2 80040 pollena trocchia (na) www.adestdellequatore.com info@adestdellequatore.com [uno] Milano. Un ufficio

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 12 AL NEGOZIO A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 AL NEGOZIO DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Posso aiutarla? B- Ma,

Dettagli

AVV.SSA E. VELLETRI: Però lei il 05 novembre a pagina 8 ci dice che alle otto e mezza-nove lei è andato via da Avetrana, quindi o si è recato al

AVV.SSA E. VELLETRI: Però lei il 05 novembre a pagina 8 ci dice che alle otto e mezza-nove lei è andato via da Avetrana, quindi o si è recato al AVV.SSA E. VELLETRI: Però lei il 05 novembre a pagina 8 ci dice che alle otto e mezza-nove lei è andato via da Avetrana, quindi o si è recato al consorzio ci stava dicendo oppure stava andando via dal

Dettagli

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE 72 Lucia non lo sa Claudia Claudia Come? Avete fatto conoscenza in ascensore? Non ti credo. Eppure devi credermi, perché è la verità. E quando? Un ora fa.

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 Oggetto: Quarto Punto all OdG: Modifica Elenco Annuale LL.PP. Anno 2013 e Piano Triennale OO.PP. 2013-2015. PRESIDENTE: Quarto Punto all OdG: Modifica

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

A- All inizio ho trovato delle difficoltà in banca per accedere ai crediti

A- All inizio ho trovato delle difficoltà in banca per accedere ai crediti INTERVISTA 8 I- Ha avuto qualche altra esperienza lavorativa prima di mettere in piedi questa attività A- Io ho 50 anni, ho iniziato a lavorare a 17 anni e per 10 anni ho lavorato in un impresa stradale,

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Raffaella una cassiera

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20.

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20. 1/5 MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 11.20. PRESIDENTE. Buongiorno. Innanzitutto la ringraziamo e ci scusiamo del ritardo, ma stiamo finendo

Dettagli

Il regalo di Teresa. storia vera raccolta da Silvia Congiu

Il regalo di Teresa. storia vera raccolta da Silvia Congiu Il regalo di Teresa storia vera raccolta da Silvia Congiu Avevo preparato con cura quel pacco: delle scarpe per mio marito Angel, degli abitini per Carolina e Najeli, le mie bambine di 13 e 11 anni, t-shirt

Dettagli

Questionario COMPASS*

Questionario COMPASS* Questionario COMPS* Istruzioni Il presente questionario viene utilizzato per addestrarsi a discriminare fra le varie modalità di reazione a situazioni sociali specifiche in casa e fuori. Consta di 30 casi

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

TRIBUNALE DI FERRARA CORTE D'ASSISE VERBALE DI UDIENZA REDATTO IN FORMA STENOTIPICA. PAGINE VERBALE: n. 144 PROCEDIMENTO PENALE N. 03/08 R.G.

TRIBUNALE DI FERRARA CORTE D'ASSISE VERBALE DI UDIENZA REDATTO IN FORMA STENOTIPICA. PAGINE VERBALE: n. 144 PROCEDIMENTO PENALE N. 03/08 R.G. TRIBUNALE DI FERRARA CORTE D'ASSISE Dr. Enrico FISCHETTI Dr. Antonio MINERVINI Presidente Giudice a latere VERBALE DI UDIENZA REDATTO IN FORMA STENOTIPICA PAGINE VERBALE: n. 144 PROCEDIMENTO PENALE N.

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano GABRIELLA tanti master,

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Australia Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Antonino Santamaria

Dettagli

Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA

Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA Poi venne l aurora Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Ernesto Riggi Tutti i diritti riservati A tutti i giovani coraggiosi, capaci di lottare pur di realizzare

Dettagli

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!!

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! Test your Italian This is the entrance test. Please copy and paste it in a mail and send it to info@scuola-toscana.com Thank you! BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! TEST DI INGRESSO Data di inizio del corso...

Dettagli

Test d Italiano T-1 Italian Introductory test T-1

Test d Italiano T-1 Italian Introductory test T-1 Inserisci il tuo nome- Your Name: E-Mail: Data : Puoi dare questa pagina al tuo insegnante per la valutazione del livello raggiunto Select correct answer and give these pages to your teacher. Adesso scegli

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de Nome: Telefono: Data: Kurs- und Zeitwunsch: 1. Ugo è a. italiano b. da Italia c. di Italia d. della Italia 3. Finiamo esercizio. a. il b. lo c. gli d. l 5. Ugo e Pia molto. a. non parlano b. non parlare

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO

MILENA GABANELLI IN STUDIO COME VA A FINIRE? Contanti saluti al nero aggiornamento del 15/4/2012 Di Stefania Rimini MILENA GABANELLI IN STUDIO Il 15 aprile scorso abbiamo proposto di ridurre drasticamente l uso del contante. Perché

Dettagli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Allegato 1 PUNTO N. 6 all'o.d.g.: Progetto di Riqualificazione urbana Lidi di Comacchio in sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Scacchi Prestito obbligazionario "Comune di Comacchio

Dettagli

COMUNE DI ALBANELLA (Provincia di Salerno)

COMUNE DI ALBANELLA (Provincia di Salerno) COMUNE DI ALBANELLA (Provincia di Salerno) COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 78 Del 02-08-2013 Oggetto: Festeggiamenti 100 anni Sig.ra De Rosa Antonia L'anno duemilatredici il giorno due

Dettagli

Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo:

Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo: Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo: ACCESSO AI CODICI MATEMATICI NELLA SCUOLA DELL INFANZIA ATTRAVERSO UNA DIDATTICA INCLUSIVA CENTRATA SUCAMPI DI ESPERIENZA E GIOCO. Anno accademico

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte.

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte. FRANCESCA CORSO di Edoardo Di Lorenzo FRANCESCA CORSO FONDATRICE Ho lavorato come assistente sociale al carcere di San Vittore e ho trovato dei bambini carcerati assieme alle mamme in un regime carcerario

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 4 GLI UFFICI COMUNALI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa - 2011 GLI UFFICI COMUNALI DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Scusi

Dettagli

TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE VIII PENALE DOTT.SSA BALZAROTTI MARIA LUISA VERBALE DI UDIENZA REDATTO IN FORMA STENOTIPICA

TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE VIII PENALE DOTT.SSA BALZAROTTI MARIA LUISA VERBALE DI UDIENZA REDATTO IN FORMA STENOTIPICA TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE VIII PENALE DOTT.SSA BALZAROTTI MARIA LUISA DOTT.SSA GRECO VINCENZINA DOTT.SSA SPERETTA MARIALILLIA Presidente Giudice a latere Giudice a latere VERBALE DI UDIENZA

Dettagli

FAMIGLIA E SOGGETTI SOCIALI

FAMIGLIA E SOGGETTI SOCIALI MOD. ISTAT/IMF-10/B1.03 SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Provincia INDAGINE STATISTICA MULTISCOPO SULLE FAMIGLIE FAMIGLIA E SOGGETTI SOCIALI 1 2... Comune... Sezione di Censimento...

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

La storia di Victoria Lourdes

La storia di Victoria Lourdes Mauro Ferraro La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale Dedicato a Monica e Victoria «La vuoi sentire la storia

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana

PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana Testi delle prove di ascolto delle prove Ascoltare dei livelli A1, A2, B1. Ascoltare A1 Prima parte M: Signora

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Di seguito sono riportati brani di conversazioni realmente avvenute tra operatori e clienti delle più note compagnie di telefonia mobile.

Di seguito sono riportati brani di conversazioni realmente avvenute tra operatori e clienti delle più note compagnie di telefonia mobile. Di seguito sono riportati brani di conversazioni realmente avvenute tra operatori e clienti delle più note compagnie di telefonia mobile. > > > > > > OPERATORE: Buongiorno. CLIENTE: Pe' intestamme u'telefonine,

Dettagli

PAZIENTE: Le ho mai parlato della mania delle foto? CLINICO: No. PAZIENTE: Adesso era un periodo che non ci pensavo più, ma ho passato dei mesi con

PAZIENTE: Le ho mai parlato della mania delle foto? CLINICO: No. PAZIENTE: Adesso era un periodo che non ci pensavo più, ma ho passato dei mesi con PAZIENTE: Le ho mai parlato della mania delle foto? CLINICO: No. PAZIENTE: Adesso era un periodo che non ci pensavo più, ma ho passato dei mesi con questa mania di fare sempre fotografie ai bambini: e

Dettagli

NONA LEZIONE L AUTOSTOP

NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE 96 L autostop Scendi pure tu dalla macchina? Devo spingere anch io? Sì, se vuoi. Ma scusa, quanto è distante il distributore di benzina? Non lo so qualche chilometro.

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

HO PERSO IL COSO PER LAVARE I DENTI

HO PERSO IL COSO PER LAVARE I DENTI HO PERSO IL COSO PER LAVARE I DENTI Elisa Riedo conversa con Maria, 8 febbraio 2007. Il nome della paziente e ogni altro dato che possa permetterne l identificazione è stato alterato per rispettarne la

Dettagli

Perché non ho provato

Perché non ho provato Elena Colella Perché non ho provato Sin dai primi giorni, l arrivo di Esther mise sottosopra l intero quartiere. Esther, 30 anni circa. Jeans aderenti e stivali neri in pelle. Maglie scure aderenti. Carnagione

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

INTRODUZIONE. La ragazza

INTRODUZIONE. La ragazza 5 INTRODUZIONE La ragazza Il braccio era vicino al telefono. Forse la ragazza aveva cercato di chiamare qualcuno, ma poi non aveva avuto il tempo di farlo. I lunghi capelli neri scendevano sul viso e coprivano

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012. 11:00π.μ. 14:15π.μ.

ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012. 11:00π.μ. 14:15π.μ. Μάθημα: ΙΣΑΛΙΚΑ ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012 Ημεπομηνία και ώπα εξέτασηρ : Δεςτέπα, 21 Μαϊος 2012 11:00π.μ. 14:15π.μ. ΣΟ

Dettagli

MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010

MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010 MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010 Il cantoniere di Cisterna, Roberto Massocco, ci ha portato un bel bidone

Dettagli

Parlare in famiglia. Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO

Parlare in famiglia. Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO Parlare in famiglia Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO Perché è importante? IMPORTANZA DEL DIALOGO IN FAMIGLIA stili educativi: autoritario, democratico,

Dettagli

A CASA DI FATIMA. Fatima ha invitato Sara a fare i compiti a casa sua. Ciao Sara, come va? So che sei in classe con mia figlia. Ciao Fatima, sono qua

A CASA DI FATIMA. Fatima ha invitato Sara a fare i compiti a casa sua. Ciao Sara, come va? So che sei in classe con mia figlia. Ciao Fatima, sono qua A CASA DI FATIMA Fatima ha invitato Sara a fare i compiti a casa sua Ciao Fatima, sono qua Ciao Sara, come va? So che sei in classe con mia figlia Sì, è appena arrivata, ma già siamo amiche Entra Sara,

Dettagli

pomeriggio sms voglia cellulare giro acqua suoi foto a. dalla mattina alla sera. b. un caldo terribile. c. entrando in acqua.

pomeriggio sms voglia cellulare giro acqua suoi foto a. dalla mattina alla sera. b. un caldo terribile. c. entrando in acqua. sanze che trovi u Paese che vai, Q1. Completa le frasi con le parole della lista. pomeriggio sms voglia cellulare giro acqua suoi foto a. Mentre Manuele e Carlo sono seduti su una panchina, suona il di

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT N E W S O U T H W A L E S HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION 1998 ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT 2 ITEM 1 PAOLO PAOLO Ieri ho avuto una bella sorpresa; ho ricevuto una lettera da Paolo.

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

LUCA CHIANCA Perché non avete accettato il finanziamento pubblico?

LUCA CHIANCA Perché non avete accettato il finanziamento pubblico? Perché non avete accettato il finanziamento pubblico? Si è deciso di completamente essere liberi innanzitutto nei confronti di qualsiasi partito politico. E anche di non avere l atteggiamento classico

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

Lasciatevi incantare

Lasciatevi incantare Lasciatevi incantare Rita Pecorari LASCIATEVI INCANTARE favole www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Rita Pecorari Tutti i diritti riservati Tanto tempo fa, io ero ancora una bambina, c era una persona

Dettagli

PALSO ESAMI DI LINGUA ITALIANA LIVELLO A2 MAGGIO 2006. Certificazione riconosciuta dall ICC ISTRUZIONI. Nome:... Cognome:...

PALSO ESAMI DI LINGUA ITALIANA LIVELLO A2 MAGGIO 2006. Certificazione riconosciuta dall ICC ISTRUZIONI. Nome:... Cognome:... Nome:... Cognome:... ESAMI DI LINGUA ITALIANA PALSO LIVELLO A2 Certificazione riconosciuta dall ICC ISTRUZIONI MAGGIO 2006 Scrivi il tuo nome e cognome (in questa pagina, in alto). Non aprire questo fascicolo

Dettagli

john boyne il bambino con il pigiama a righe

john boyne il bambino con il pigiama a righe john boyne il bambino con il pigiama a righe 3 Proprietà letteraria riservata 2006 by John Boyne 2007 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07962-4 Titolo originale dell opera: The Boy in the Striped

Dettagli

7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia.

7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia. 7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni Giolitti. Atto di indirizzo. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia. CONSIGLIERE DE LUCIA C. - Nulla, è giunto

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

VERBALE N. 94 del 22.12.2014

VERBALE N. 94 del 22.12.2014 VERBALE N. 94 del 22.12.2014 . Prego Assessore Mauro Scroccaro. Ancora grazie. Anche questo

Dettagli

Lezione 11. Coordinatrice didattica: Paola Baccin. Collaborazione: Sandra Gazzoni

Lezione 11. Coordinatrice didattica: Paola Baccin. Collaborazione: Sandra Gazzoni Lezione 11 Coordinatrice didattica: Paola Baccin Collaborazione: Sandra Gazzoni ALCUNI VERBI ALL INDICATIVO PRESENTE: RIPASSO Il contrario di accendere (la luce, una candela, il computer, la televisione)

Dettagli

A scagliarsi contro la mediazione civile obbligatoria sono stati soprattutto gli avvocati.

A scagliarsi contro la mediazione civile obbligatoria sono stati soprattutto gli avvocati. MEDIAZIONE decreto del fare di Claudia Di Pasquale DA CHE TEMPO CHE FA DEL 29/09/2013 ENRICO LETTA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO Tra le cose che abbiamo fatto in questi cinque mesi c è stata una riforma della

Dettagli

UNA SERA, AGNESE SENTÌ UN CARRO FERMARSI DAVANTI ALLA PORTA. ERA LA MATTINA SEGUENTE CAPITÒ LÌ RENZO E SI TROVÒ DAVANTI LUCIA, CHE LO

UNA SERA, AGNESE SENTÌ UN CARRO FERMARSI DAVANTI ALLA PORTA. ERA LA MATTINA SEGUENTE CAPITÒ LÌ RENZO E SI TROVÒ DAVANTI LUCIA, CHE LO CAPITOLO XXXVIII UNA SERA, AGNESE SENTÌ UN CARRO FERMARSI DAVANTI ALLA PORTA. ERA LUCIA CON LA VEDOVA. LA MATTINA SEGUENTE CAPITÒ LÌ RENZO E SI TROVÒ DAVANTI LUCIA, CHE LO SALUTÒ SENZA SCOMPORSI, MA IL

Dettagli

Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry

Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry I NONNI Obiettivo: riconoscere il sentimento che ci lega ai nonni. Attività: ascolto e comprensione di racconti, conversazioni guidate. Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry Quando Roberto

Dettagli

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data...

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data... UNITÀ Vocabolario Scelte corrette.../0 Data... Completa il dialogo con le parole: dimmi, ci vediamo, ciao, pronto, ti ringrazio..., Pronto parlo con casa Marini? Sì Marco, sono Andrea che cosa vuoi?...,

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

LIBRI USATI Di Giuliano Marrucci

LIBRI USATI Di Giuliano Marrucci LIBRI USATI Di Giuliano Marrucci MILENA GABANELLI IN STUDIO La buona notizia di oggi è sulla scuola. Gli studenti che quest'anno sono entrati in classe sono 7milioni e 806 mila. La scuola è obbligatoria

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI TARANTO Ia SEZIONE ASSISE VERBALE DI UDIENZA REDATTO IN FORMA STENOTIPICA. PAGINE VERBALE: n. 78

TRIBUNALE ORDINARIO DI TARANTO Ia SEZIONE ASSISE VERBALE DI UDIENZA REDATTO IN FORMA STENOTIPICA. PAGINE VERBALE: n. 78 TRIBUNALE ORDINARIO DI TARANTO Ia SEZIONE ASSISE DOTT.SSA C. TRUNFIO DOTT.SSA F. MISSERINI Presidente Giudice a latere VERBALE DI UDIENZA REDATTO IN FORMA STENOTIPICA PAGINE VERBALE: n. 78 PROCEDIMENTO

Dettagli

TEST I (Unità 1, 2 e 3)

TEST I (Unità 1, 2 e 3) TEST I (Unità 1, 2 e 3) 1) Indica la frase che non ha lo stesso significato delle altre. (1) a) Compro una macchina per l espresso, perché voglio il caffè come quello del bar. b) Compro una macchina per

Dettagli

Trovare il lavorochepiace

Trovare il lavorochepiace Trovare il lavorochepiace Perché a molti sembra così difficile? Perché solo pochi ci riescono? Quali sono i pezzi che perdiamo per strada, gli elementi mancanti che ci impediscono di trovare il lavorochepiace?

Dettagli

Corso d italiano L2 a cura di Paola Sguazza

Corso d italiano L2 a cura di Paola Sguazza Corso d italiano L2 a cura di Paola Sguazza elementare 1 Presentarsi Ciao! Mi chiamo John e sono senegalese. Il mio Paese è il Senegal. Il Senegal è uno Stato dell Africa. Ho 17 anni e vivo in Italia,

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Avevamo tutti un contratto a tempo indeterminato, eravamo in regola. Io lavoravo con l azienda madre ma l operaio che ha subito l infortunio lavorava

Avevamo tutti un contratto a tempo indeterminato, eravamo in regola. Io lavoravo con l azienda madre ma l operaio che ha subito l infortunio lavorava Il lavoro offeso Avevamo tutti un contratto a tempo indeterminato, eravamo in regola. Io lavoravo con l azienda madre ma l operaio che ha subito l infortunio lavorava in subappalto. Noi ditta madre cercavamo

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE

Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE Saluti alle autorità Presidente dott. Silvagni Segretario di stato alla cultura Segretario

Dettagli

Sponsorizzazione. Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline se ritieni utile queste informazioni senza modificarlo.

Sponsorizzazione. Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline se ritieni utile queste informazioni senza modificarlo. Sponsorizzazione Magica www.sponsorizzazionemagica.com Bonus Speciale Obiezioni: Come Gestire FACILMENTE le obiezioni dei Tuoi Contatti Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline

Dettagli

L arte del caffè. un caffè con gli amici per rilassarci e passare il tempo a chiacchierare e con il rituale del caffè il tempo (dilatarsi)

L arte del caffè. un caffè con gli amici per rilassarci e passare il tempo a chiacchierare e con il rituale del caffè il tempo (dilatarsi) Test di controllo (Unità 6-10) Hai fatto progressi? Controlla. Ogni esercizio ripete uno o più argomenti grammaticali, se raggiungi più della metà del totale: BRAVO! In caso contrario ripeti l'argomento

Dettagli

1. Usa le parole per creare i superlativi relativi. Attenzione alle concordanze. Es.: Gatti/animali/agile/terra.

1. Usa le parole per creare i superlativi relativi. Attenzione alle concordanze. Es.: Gatti/animali/agile/terra. 1. Usa le parole per creare i superlativi relativi. Attenzione alle concordanze. Es.: Gatti/animali/agile/terra. I gatti sono gli animali più agili della terra. 1. Gianni/bambino/bravo/classe 2. Barbara/ragazza/

Dettagli

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO 6. ABITO A 7. QUESTA E LA MIA FAMIGLIA: 1 8. A CASA

Dettagli

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi In occasione del Convegno sull affido Genitori di scorta si nasce o si diventa? - Strade e percorsi

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Adrano, Fabio Mancuso. Bilancio comunale falso e Ferrante

Adrano, Fabio Mancuso. Bilancio comunale falso e Ferrante Adrano, Fabio Mancuso. Bilancio comunale falso e Ferrante di Alice Vaccaro - 25, giu, 2015 http://www.siciliajournal.it/adrano-fabio-mancuso-bilancio-comunale-falso-e-ferrante/ 1 / 6 ADRANO Ex sindaco

Dettagli