25/10/2011. Modulo 1. Concetti base delle Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione (ICT)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "25/10/2011. Modulo 1. Concetti base delle Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione (ICT)"

Transcript

1 2 Modulo 1 Concetti base delle Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione (ICT)

2 3 Informatica Il termine informatica deriva dalla contrazione delle parole INFORmazione e automatica, e fa riferimento a tutti quei contesti in cui l informazione viene: Elaborata Memorizzata Trasmessa mediante apparecchiature elettroniche in modo automatico.

3 4 Hardware e Software Hardware è il termine utilizzato per indicare un qualunque componente fisico di un computer: i circuiti elettronici, la tastiera, il lettore CD-Rom, il monitor, ecc. Software si usa per fare riferimento ai programmi che permettono all hardware di funzionare N.B.: un programma è una sequenza di istruzioni scritte in un linguaggio di programmazione

4 5 Tipi di computer 1. Supercomputer elaboratore potentissimo, costoso e di grosse dimensioni, in grado di svolgere calcoli estremamente complessi in poco tempo. 2. Mainframe elaboratore centrale molto potente e veloce in grado di gestire centinaia o migliaia di utenti collegati tramite terminali. 3. Mini computer elaboratore meno potente di un mainframe, ma utilizzabile da decine di utenti contemporaneamente attraverso terminale. 4. Workstation computer utilizzati per specifiche applicazioni (es. calcoli scientifici, progettazione grafica CAD)

5 6 Tipi di computer 5. Personal computer (PC) è un computer utilizzabile da un utente per volta, da cui il termine personal. Esiste anche in versione portatile (Laptop o Notebook). Le versioni Notebook, a causa della riduzione di dimensioni, sono caratterizzate da un costo più elevato a parità di prestazioni. 6. Tablet PC computer di dimensioni ridotte ad una tavoletta con display sensibile al tocco (touchscreen) di misura variabile da 7 a 10 circa. Le caratteristiche e le prestazioni sono paragonabili a quelle di un PC. In alcuni casi con tutte le funzionalità di un telefono cellulare.

6 7 Tipi di computer 7. Palmare, PDA, SmartPhone computer di dimensioni tali da stare nel palmo della mano. Spesso con caratteristiche e prestazioni paragonabili a quelle di un PC, anch essi dotati di schermo touchscreen. Nel caso di uno smartphone con tutte le caratteristiche proprie di un telefono cellulare. 8. Server di rete computer configurato come gestore di una rete, che determina a quali risorse possono accedere gli altri computer collegati (documenti, immagini, audio, video, programmi). 9. Network computer È un computer non dotato di memoria di massa locale, ma capace di avviarsi e caricare il Sistema Operativo dalla rete. In pratica è una nuova forma di terminale.

7 8 Utilizzatori di computer 1. Operatore è l utente che conosce uno o più programmi ed utilizza il computer solo attraverso essi. 2. Programmatore è colui che conosce almeno un linguaggio di programmazione ed è in grado di tradurre l algoritmo nelle istruzioni del linguaggio conosciuto. 3. Analista o Software Engineer si occupa di studiare una problematica e sviluppare una soluzione o procedimento risolutivo del problema (algoritmo). Di solito il lavoro dell analista passa nelle mani del programmatore per la codifica del programma (traduzione dell algoritmo in un linguaggio di programmazione). N.B.: esempi di linguaggi di programmazione sono: C/C++, Java, Pascal, Basic, Cobol, Fortran.

8 9 Esempio di Problema Sviluppare un software in grado di far calcolare e visualizzare al computer la somma tra due numeri interi. N.B.: il problema viene commissionato ad un Analista o Software Engineer.

9 Esempio di Algoritmo Descritto in linguaggio naturale Inizio Passi dell algoritmo 2. Chiedi il primo numero N1 3. Chiedi il secondo numero N2 4. Calcola la somma di N1 e N2 e poni il risultato in S 5. Visualizza S 6. Fine N.B.: l algoritmo per il calcolo della somma di 2 numeri scritto in linguaggio naturale. 10

10 Esempio di Algoritmo Descritto in modo formale 11 In pratica l algoritmo si compone di una sequenza finita di passi elementari che permettono, partendo dai dati iniziali, di calcolare i risultati finali attesi. Inizio Leggi A Leggi B S A + B Visualizza S Passi dell algoritmo Fine N.B.: l algoritmo sopra mostrato è descritto con un formalismo chiamato Diagramma a blocchi.

11 Definizione di Algoritmo e sue proprietà fondamentali 12 Si definisce algoritmo una sequenza finita e ordinata di operazioni elementari che una volta eseguite ci consentono di ottenere i risultati finali partendo dai dati iniziali. Proprietà di un algoritmo: 1. avere un numero finito di passi 2. essere fatto di passi elementari (eseguibili materialmente dall esecutore) 3. avere passi che non siano ambigui 4. arrivare a termine (produrre dei risultati)

12 13 Esempio di Programma Program Somma; Var A,B,S: integer; Begin read(a); read(b); S : = A + B; write(s); End. Istruzioni del programma In pratica un programma si compone di una sequenza finita di istruzioni scritte in un determinato linguaggio di programmazione. N.B.: il programma sopra riportato è scritto in linguaggio Pascal.

13 14 Il PC può eseguire tale programma? Program Somma; Var A,B,S: integer; Begin read(a); read(b); S : = A + B; write(s); End. Il programma scritto in un linguaggio ad alto livello, quale ad esempio il Pascal, non è direttamente eseguibile dal Computer. E necessaria una operazione di traduzione dal linguaggio ad alto livello verso il linguaggio macchina, le cui istruzioni risulteranno finalmente comprensibili al Processore del PC. L operazione di traduzione è svolta da un particolare software detto compilatore, da cui il nome dell operazione compilazione. N.B.: il programma sopra riportato è scritto in linguaggio Pascal.

14 L Hardware del PC

15 16 Componenti base del Personal Computer Il Case: è il contenitore dei componenti del PC; disposto verticalmente (tower o miditower); orizzontalmente (desktop); case tower case miditower case desktop

16 17 Componenti base di un Personal Computer Il case contine: la Scheda madre o Motherboard su di essa sono stampati i circuiti e alloggiati i seguenti componenti hardware: CPU o Processore Memoria centrale (ROM e RAM) Clock (orologio di sistema) Bus di sistema Slot per Schede di espansione Porte di connessione delle periferiche.

17 La scheda madre (Motherboard o Mainboard) 18 18

18 19 Componenti base di un Personal Computer Il case contiene anche i Dispositivi di memorizzazione di massa, tipo: disk drive hard disk lettore CD/DVD masterizzatore CD/DVD lettore di schede di memoria (SD, CF, MMC)

19 20 Memorie di massa - Dispositivi Hard disk Disk drive Lettore CD/DVD Masterizzatore CD/DVD

20 21 Hard disk Memorie di massa - Supporti Floppy Disk DVD CD 21

21 22 Componenti di un Personal Computer esterni al case Dispositivi di Input / Output (ingresso/uscita) tastiera monitor stampante scanner modem ecc.

22 23 Macchina di Von Neumann Con il termine elaboratori elettronici si designano sistemi informatici basati su un medesimo modello teorico chiamato macchina di Von Neumann, ma dotati di caratteristiche ed utilizzi molto diversi. Il modello o macchina di Von Neumann nasce nel 1945 e sulla base di esso viene realizzato il primo calcolatore digitale a programma memorizzato, l EDVAC (Electronic Discrete Variable Automatic Computer).

23 24 Macchina di Von Neumann

24 CPU (Unità centrale di elaborazione) o Processore 25 CPU: Central Processing Unit Controlla il funzionamento delle componenti hardware Esegue le istruzioni dei programmi (milioni di istruzioni al secondo) La CPU contiene: l unità di controllo (CU: Control Unit) l unità aritmetico logica (ALU: Arithmetic Logic Unit) registri bus (dati, indirizzi, controllo) memoria cache (nei moderni processori L1, L2) La velocità di elaborazione della CPU si misura in MHz (milioni di cicli al secondo) ed attualmente anche in GHz (miliardi). Produttori di CPU: Intel (Pentium, Celeron, Centrino, Dual Core); AMD (Athlon, Sempron, Phenom)

25 26 Processore Schema logico-funzionale BUS INDIRIZZI Registri Memoria Cache A.L.U. BUS DATI INTERNO BUS CONTROLLO C.U.

26 Struttura interna del Processore 27 Memoria e periferiche Processore

27 28 Elaborazione (esecuzione dei programmi) L esecuzione di una singola istruzione in codice macchina da parte della CPU avviene secondo tre passi in sequenza. fetch (lettura) legge dalla memoria la prossima istruzione da eseguire. decode (decodifica) determina il tipo di istruzione che deve essere eseguito. execute (esecuzione) richiede lo svolgimento di tutte le azioni necessarie (micro-operazioni) per l esecuzione dell istruzione. Ciascuna azione viene richiesta al componente opportuno. 28

28 29 Il Clock (orologio del sistema) Il clock scandisce il tempo secondo cui la CPU e gli altri componenti del PC devono lavorare. Quando la CPU riceve un impulso (un battito) dal clock, allora svolge una operazione, ad esempio la somma tra due numeri. Quindi la velocità del clock, cioè il numero di impulsi al secondo, regola la velocità con la quale la CPU svolge le operazioni. Se il clock è pari a 1 kilohertz, allora questo invierà 1000 impulsi al secondo alla CPU ed essa eseguirà 1000 operazioni al secondo. Clock di 1MHz = CPU eseguirà 1 milione di operazioni al secondo Clock di 1GHz = CPU eseguirà 1 miliardo di operazioni al secondo Clock di 3GHz = CPU eseguirà 3 miliardi di operazioni al secondo

29 30 Prestazioni del Processore Le prestazioni del processore dipendono da molti fattori tra cui: Set di istruzioni: le istruzioni semplici (tipo addizione) vengono eseguite in breve tempo, quelle complesse (tipo moltiplicazione) richiedono tempi di esecuzione più lunghi CISC possiedono istruzioni che vengono eseguite in molti cicli di clock RISC svolgono solo semplici istruzioni di un ciclo di clock Grado di parallelismo dell ALU: più grandi (quantità di bit) sono i numeri sui quali la ALU può operare, cioè svolgere addizioni, sottrazioni, ecc. maggiore è la capacità di elaborazione del processore. Frequenza di clock: la frequenza di clock è direttamente proporzionale al numero di istruzioni svolte nell unità di tempo e quindi alla velocità di esecuzione dei programmi (esempio un processore ad 1Ghz esegue di istruzioni al secondo). 30

30 31 Generazioni di processori Marca Modello Clock Mhz Anno Transistor Bus dati Bus indir. Mos Technology circa bit 16 bit Intel bit 20 bit Intel bit 20 bit Intel bit 24 bit Intel bit 32 bit Intel ,2 milioni 32 bit 32 bit Intel Pentium I ,1 milioni 32 bit 32 bit Intel Pentium II ,5 milioni 32 bit 36 bit Intel Pentium III ,5 milioni 32 bit 36 bit Intel Pentium IV milioni 32 bit 36 bit AMD Athlon milioni 64 bit 40 bit 31

31 32 Esempi di Processore Processore Athlon64 della AMD Processore Pentium 4 della INTEL

32 33 Esempi di Processore Processore Core 2 Duo della INTEL Processore Core i7 della INTEL

33 34 Gerarchia di memorie del PC

34 Memoria centrale - ROM 35 ROM è acronimo di Read Only Memory La memoria ROM è costituita da circuiti elettronici a semiconduttore è collegata alla CPU tramite il bus dati esterno; La ROM come dice il nome è una memoria a sola lettura; La ROM è non volatile, cioè non perde il contenuto se il PC non è alimentato dalla corrente il tempo di accesso per leggere un dato è dell ordine dei nanosecondi (miliardesimi di secondo);

35 36 Memoria centrale - ROM La funzione della ROM è quella di contenere alcuni programmi fondamentali per permettere l avvio del PC alla sua accensione, cioè quando la memoria RAM è vuota, ovvero senza Sistema Operativo; I programmi contenuti nella ROM sono: il P.O.S.T. che ha il compito di controllare e verificare la funzionalità dei componenti del PC; il B.I.O.S. che contiene i programmi più elementari per gestire l Input/Output, tra cui il programma che si occupa di caricare il S.O. dalla memoria di massa nella RAM (Bootstrap);

36 37 Memoria centrale - RAM RAM è acronimo di Random Access Memory La memoria RAM è costituita da circuiti elettronici a semiconduttore; Essa è collegata alla CPU tramite un bus dati esterno; La RAM rappresenta la memoria di lavoro, in essa sono memorizzati i programmi e i dati sui quali lavora la CPU; La RAM è volatile, cioè perde il contenuto se il PC non è alimentato dalla corrente;

37 38 Memoria centrale - RAM Il tempo di accesso alla RAM (lettura e scrittura di un dato) è dell ordine delle decine di nanosecondi; L unità elementare di memorizzazione è il BIT ma l accesso in lettura/scrittura avviene per gruppi di 8 bit (Byte) o multipli del byte;

38 39 Unità di misura della memoria BIT: unità elementare di informazione, può valere 0 o 1 BYTE: gruppo di 8 bit, esempio: La capacità di immagazzinamento della memoria si misura in numero di byte e suoi multipli tipo: 1KiloByte = 1024 Byte = circa Byte 1MegaByte = 1024 KByte = circa Byte 1GigaByte = 1024 MByte = circa Byte 1TeraByte = 1024 GByte = circa Byte Nota: Ogni carattere viene memorizzato nella memoria attraverso il suo codice ASCII ad 8 bit, e quindi occupa un BYTE.

39 40 Il codice ASCII A ciascun carattere corrisponde una seuqenza di 8 bit (1 byte), che rappresenta la sua codifica ASCII. 40

40 41 Memoria centrale RAM Indirizzo 0 1 Contenuto Esempio di memoria RAM di capacità pari ad 1 Kilobyte, cioè 1024 byte Ad ogni locazione di memoria corrisponde un byte (8 bit), quindi in base al sistema di numerazione binario, in ogni cella possiamo memorizzare valori compresi tra 0 e

41 42 Esempio di memoria RAM Lato dei contatti da inserire nello slot della scheda madre. Le memorie RAM dei moderni PC si presentano sotto forma di schedine, che vanno inserite negli appositi alloggiamenti della scheda madre. Ogni modulo (schedina) può avere una capacità variabile da 1 GByte a 8 GByte. Un modulo di memoria RAM della capacità di 4 GByte con velocità di 1333 MHz costa circa 20,00. Il prezzo varia a seconda della velocità di accesso ai dati. Maggiore è la velocità, maggiore sarà il costo.

42 43 Il Bus di sistema Il bus è un circuito di collegamento, che si occupa di: fare in modo che ciascun componente possa collegarsi a tutti gli altri per trasferire dati di controllare che due componenti non cerchino di trasferire dati contemporaneamente. È un mezzo di trasmissione condiviso, e quindi: tutti i dispositivi vedono i dati trasmessi affinché venga garantita l integrità dei dati, una sola componente per volta può trasmettere sul bus 43

43 44 Il Bus di sistema (2) È composto da più conduttori disposti in parallelo sui quali viaggiano i segnali elettrici che trasportano i dati ed è logicamente diviso in: Bus dati, trasferisce i dati tra le componenti dell elaboratore Bus indirizzi indica la sorgente o la destinazione dei dati CPU RAM Esempio di bus dati a 8 bit (8 fili) 44

44 Altre componenti hardware Le Schede di espansione consentono ai vari dispositivi di comunicare con la CPU, ad esempio: scheda video (gestisce le comunicazioni tra CPU e MONITOR) scheda audio (gestisce le comunicazioni tra CPU e ALTOPARLANTI) 45 Una scheda con 3 porte USB e 2 porte Firewire. Una scheda video con uscita VGA e uscita TV.

45 46 Porte di connessione delle periferiche Le schede di espansione o di interfaccia hanno delle porte che servono a collegare i dispositivi esterni alla CPU: Parallela (sigla LPT): collegamento stampante e scanner Seriale (sigla COM): connessione modem Porte per il collegamento di mouse e tastiera USB (Universal Serial Bus): porta veloce per la connessione dei nuovi tipi di periferiche (stampante, scanner, webcam, fotocamere e videocamere digitali) a riconoscimento automatico (plug and play). VGA: serve per collegare il Monitor Audio In/Out: per collegare altoparlanti e microfono

46 47 La memoria di massa I dispositivi appartenenti alla categoria delle memorie di massa servono per l archiviazione permanente di dati e programmi, in quanto trattengono le informazioni memorizzate anche in assenza di alimentazione. Tra i principali dispositivi abbiamo: Hard disk drive Floppy disk drive CD-ROM, CD-R, CD-RW DVD Pen Drive Schede di memoria (SD, CF, MMC, ecc.) Tape Drive (nastro magnetico)

47 48 HARD DISK Hard disk (disco fisso): Tecnologia magnetica per la registrazione dei bit (ogni bit è impostato all equivalente magnetico di 0 o 1) inserito e fissato al case del personal computer Un certo numero di dischi è impilato in un perno centrale Ogni superficie ha una serie di cerchi concentrici detti tracce Ogni traccia è divisa in aree per la memorizzazione di dati dette settori grande capacità (fino a migliaia di GB) contiene il sistema operativo e i programmi installati sul PC identificato dalla lettera C: e successive se presente più di uno o risulta suddiviso in partizioni.

48 49 HARD DISK Traccia Settore Braccio con testine Piatti Gli attuali Hard Disk hanno una velocità di rotazione dei piatti pari a 7200 giri al minuto (rpm).

49 50 FLOPPY DISK Floppy disk (dischetto flessibile): dimensione di 3.5 pollici capacità (floppy high density): 1.44 Mbyte dotato di finestrella per la protezione da cancellazioni (aperta = protetto) Il lettore di floppy (driver) è identificato con la lettera A:

50 51 CD-ROM, CD-R, CD-RW CD ROM (Compact Disk Read Only Memory): capacità di circa 650 MB (attualmente 700 MB) tecnologia ottica per la registrazione dei bit Il lettore di CD è identificato di solito con la lettera D:, ovvero la prima lettera disponibile dopo quella assegnata all hard disk CD-R (CD Recordable): CD registrabili una sola volta tramite masterizzatore CD-RW (CD ReWriteble): CD riscrivibili più volte tramite masterizzatore

51 52 DVD DVD (Digital Versatile Disk) è nato per la memorizzazione di film in digitale. Ne esistono diversi tipi: Tipo base (single layer), lato e strato singolo con capacità di 4,7 GB Lato singolo e doppio strato (dual layer) con capacità di 8,5 GB Lato doppio e doppio strato (dual layer, double side) con una capacità di 17 GB

52 53 Blu Ray Disc (BD) Nato come evoluzione del DVD allo scopo di memorizzare in digitale film in alta definizione. Grazie all utilizzo di un laser blu è possibile memorizzare su un disco delle stesse dimensioni di un DVD una quantità di dati molto maggiore. Ne esistono diversi tipi: con una capacità di 25 GByte con una capacità di 50 GByte di prossima commercializzazione.

53 54 Pen Drive E costituita da un involucro tipo penna (più corta e un po più spessa) che contiene una memoria flash realizzata con tecnologia molto simile a quella della RAM del computer, ma con la caratteristica di conservare i dati in assenza di alimentazione. E disponibile in diverse capacità: 4 GByte 8 GByte 16 GByte 32 GByte e superiore. Possiamo dire che rappresenta il futuro della memoria di massa portatile e che ha praticamente sostituito quasi totalmente i vecchi floppy disk.

54 55 Dispositivi di Input / Output input output Periferiche di input: Tastiera, Mouse, Track ball, Scanner, Touch pad Periferiche di output: Monitor, Stampante, Altoparlanti, Plotter Periferiche di input/output: Touch screen, Modem, Scheda di rete

55 56 Dispositivi di Input Si intende un dispositivo hardware in grado di acquisire dati dal mondo esterno, trasformarli in digitale ed inviarli alla CPU che provvede a conservarli nella memoria centrale RAM. Alcuni esempi di periferiche di input sono: Tastiera Mouse Track ball Scanner Touch pad

56 57 Dispositivi di Input Lo Scanner Lo Scanner è un dispositivo in grado di leggere documenti e foto e di trasformarli in un formato digitale da trattare col computer. Lo scanner opera digitalizzando il documento e trasformandolo in una griglia di pixel (1 bit nel caso di scansione B/N, 24 o più bit per scansioni a colori) e salvandolo in un formato grafico per computer. Il file immagine creato prende il nome di BITMAP. Durante l acquisizione lo scanner non distingue tra documenti testuali e fotografie, per cui nel caso di acquisizione di testi, si rende necessario l utilizzo di un software di OCR (Optical Character Recognition) al fine di trasformare l immagine acquisita in un testo a caratteri.

57 58 Dispositivi di Output Si intende un dispositivo hardware che ricevendo i dati che la CPU preleva dalla memoria centrale RAM, li trasforma da digitali in segnali analogici comprensibili dal mondo esterno. Alcuni esempi di periferiche di output sono: Stampante Monitor Altoparlanti Plotter (traccia disegni su carta usando dei pennarelli)

58 59 Dispositivi di Output Il Monitor Principali caratteristiche del Monitor dimensione: lunghezza della diagonale in pollici, es: 15, 17, 19 (1 pollice = 2,54 cm) risoluzione: n. pixel orizzontali per n. pixel verticali per i formati 4:3, risoluzioni tipiche sono (800 x 600, 1024 x 768, 1280 x 1024) per i formati 16:10, risoluzioni tipiche sono (1440 x 900, 1680 x 1050, 1920 x 1080) i pixel sono i punti dello schermo che compongono l immagine risoluzione pari a 14 x 11 pixel

59 60 Dispositivi di Output La Stampante Principali caratteristiche delle Stampanti risoluzione: si misura in punti per pollice (DPI: dot per inch), risoluzioni tipiche sono 600 dpi, 1200 dpi velocità: pagine per minuto 16 PPM, 24 PPM differenti velocità per stampa monocromatica e colore tecnologia: laser (monocromatiche e colori) per stampe di alta qualità ink-jet o getto d inchiostro (colore) ad aghi (monocromatiche, modulo continuo) 60

60 61 Prestazioni di un personal computer Tra i componenti che influenzano maggiormente le prestazioni di un PC abbiamo: 1. La Velocità del processore espressa in Mhz o GHz 2. La quantità di Memoria RAM es: 512 MB, 1 GB, 2 GB, 4 GBytes altri componenti a seconda del computer e dell utilizzo: 1. Workstation Grafica: in questo caso è fondamentale utilizzare una scheda grafica con processore e memoria video dedicata. 2. Server di rete: in questo caso è fondamentale utilizzare uno o più hard disk molto veloci (SCSI a rpm o Serial ATA), eventualmente in configurazione RAID con mirroring.

61 62 Esempio di configurazione di un Personal computer Case Miditower Scheda madre ASUS con socket per Intel Dual-core Processore Intel Dual-Core a 3.0 Ghz RAM 4 GBytes DDR2 Hard Disk 500 GB Serial ATA 7200 rpm Scheda Grafica NVIDIA GeForce MB AGP 8x Lettore interno per schede di memoria (SD, CF e altri) Monitor LCD o LED da 20 pollici risoluzione full HD Masterizzatore DVD -R -RW Dual Layer 6 porte USB Sistema operativo: Windows 7 Home Premium 64 bit

62 Il Software

63 64 Software Il software, ossia l insieme di programmi che permettono all hardware di funzionare, è suddiviso in due categorie: software di base software applicativo Per comprendere meglio il legame che esiste tra hardware, software di base e software applicativo potrà tornare utile il seguente schema: Software applicativo Software di base Hardware

64 65 Software di base Il Software di sistema o software di base istruisce il processore su come governare l hardware consente l esecuzione dei programmi applicativi permette di archiviare e gestire i file (funzioni di file system) Esempi di software di base sono: Sistema operativo Microsoft WINDOWS Sistema operativo Linux Sistema operativo Mac OS X Quasi tutti i sistemi operativi attuali sono caratterizzati da: un interfaccia grafica con l utente (GUI: Graphical User Interface) capacità multitasking (permettono di eseguire più programmi contemporaneamente).

65 66 Sistema Operativo Il Sistema Operativo svolge molti compiti tra cui: Gestione delle periferiche Gestione memoria centrale (RAM, ROM) Gestione memoria di massa (Floppy disk, Hard disk, CD- Rom, ecc.) Gestione periferiche di Input/Output Esecuzione dei programmi Esecuzione programmi di sistema Esecuzione programmi utente Interfaccia amichevole con l utente Avvio e arresto del sistema

66 67 Sistema Operativo (2) Moduli software che compongono un S.O. Il nucleo detto Kernel che si occupa di gestire i processi (programmi in esecuzione) I driver delle periferiche (cioè, i programmi che gestiscono la comunicazione tra le periferiche ed il nucleo del S.O.) Il File System che si occupa di gestire la memorizzazione dei dati nelle memorie di massa (HD, CD, DVD, ecc.) L interfaccia grafica con l utente (G.U.I.) Editor, compilatori, debugger, utilità di sistema

67 68 Software applicativo Il Software applicativo Fanno parte di questa categoria, tutti i programmi che svolgono un lavoro specifico per l utente. Categorie di programmi applicativi: elaborazione di testi (word processor) foglio elettronico (spread shet) software per gestire basi di dati strumenti di presentazione browser, per navigare in Internet client di posta elettronica programmi di getione paghe e contributi gestione magazzino, gestione stipendi videogiochi

68 69 Il Copyright Il copyright è il diritto d autore che protegge gli autori di software originali frutto dell ingegno. Possiamo catalogare il software in quattro tipologie in funzione del copyright: Software con licenza d uso a pagamento Si acquistano una o più licenze che danno diritto all installazione su altrettanti PC. Software shareware in prova gratuita per un determinato periodo di tempo, scaduto il quale, l'utente deve versare il prezzo d acquisto della licenza all'autore.

69 70 Software con licenza d uso Diritti concessi specificati nella licenza d uso: si può fare copia da usare al posto dell'originale si può usare sulle macchine per le quali è stata concessa la licenza d'uso si possono sfruttare economicamente i prodotti ottenuti col software

70 71 Software con licenza d uso (2) Cosa non si deve fare col software con licenza d'uso: Non si devono fare copie per amici o per uso personale installandolo su PC al di fuori delle macchine autorizzate all'uso. Non si possono dare a terzi file del software se non espressamente previsto dal contratto di licenza. Il codice civile e la normativa esistente in merito ai diritti d'autore regolano i rapporti fra diritti e doveri nel contratto fra le parti.

71 72 Il Copyright (2) Software freeware per il quale nulla è dovuto all'autore, ma ciò non vuol dire che il software può essere sfruttato direttamente a scopo di lucro. Software opensource per il quale si concede il libero utilizzo personale e commerciale sia del sorgente che del programma eseguibile.

72 73 La sicurezza dei dati Per garantire la sicurezza dei dati esistono diverse procedure. 1. E buona norma effettuare con cadenza periodica delle copie di sicurezza dei dati memorizzati su computer (operazione di Backup) 2. E consigliabile che ogni utente che utilizza un computer, acceda ad esso tramite il proprio Account, ovvero la coppia: Nome_utente Password che gli sono stati attribuiti. Tramite l account è possibile identificare in modo univoco l utente del PC, consentirgli l accesso riservato al computer e ai propri dati.

73 74 La sicurezza dei dati (2) 1. Un altro grosso problema, è caratterizzato dai Virus informatici e più in generale dai Malware. Malware: è un termine che deriva dalla contrazione delle parole Malicious Software. In questa categoria rientrano diversi tipi di programmi tra cui: 1. Spyware: programmi che si inseriscono nel sistema e permettono ad altri utenti di spiare i nostri dati. 2. Trojan horse: programmi che entrano nel sistema al fine di consentire ad altri utenti di accedere al nostro PC come se fossero loro gli utilizzatori (quindi allo scopo di prenderne il controllo). 3. Virus: programmi che si inseriscono nel sistema allo scopo di danneggiare i dati ed i programmi dell utente.

74 75 La sicurezza dei dati (3) 1. Virus: si tratta di un programma che si inserisce all interno del computer all insaputa dell utente, si replica con tutti i mezzi a disposizione e crea disagi (cancellazione di dati, programmi e malfunzionamenti vari) all utilizzatore. Contro tali programmi, sono stati sviluppati altri programmi, i cosiddetti Anti-virus, che intercettano ed eliminano i Virus, quando è possibile. Per i programmi Anti-virus si rende necessario un aggiornamento quasi giornaliero, dato che ogni giorno vengono sviluppate decine di nuovi virus.

75 76 La Privacy o riservatezza dei dati Il diritto alla riservatezza (privacy) è tutelato dalla legge anche per ciò che riguarda l uso dei sistemi informatici e di Internet riguardo al trattamento di dati sensibili. La memorizzazione dei dati personali nel computer e la trasmissione di questi ad altri computer non garantisce l individuo sulla riservatezza del trattamento di queste informazioni.

76 77 La Privacy o riservatezza dei dati In tal senso ha fatto strada la legge 675/96, che garantisce il diritto alla riservatezza dei dati (privacy) e impedisce che i nostri dati personali possano essere utilizzati per fini diversi da quelli da noi concessi, dandoci anche la possibilità di richiederne la cancellazione. Sempre in questa direzione è arrivato ultimamente il Decreto Legislativo 196/2003, un testo unico sull argomento che ha semplificato notevolmente la legislazione in materia.

77 Le Reti di Calcolatori e Internet

78 79 Rete di computer Due o più computer in grado di comunicare e condividere risorse Hardware e Software. Esempi: stampare un documento su una stampante remota. accedere ad un file situato su un computer remoto.

79 80 Rete di computer (2) Architetture di rete: Client / Server Peer-to-peer Nelle reti Client / Server, esiste una assegnazione rigida dei compiti ai PC, che svolgono quindi una specifica funzione. Nelle reti Peer-to-peer, non esistono vincoli riguardo alla funzione svolta da un PC, che può essere Client o Server a seconda dell utilizzo momentaneo.

80 81 Rete di computer (3) Un ruolo fondamentale per il funzionamento della rete è svolto dal protocollo di comunicazione. Il protocollo di comunicazione è l insieme delle regole che ciascun PC deve rispettare al fine di poter effettuare una comunicazione con gli altri PC della rete. In pratica, la complessità delle funzioni da svolgere per effettuare la comunicazione tra PC in rete è tale da preferire una scomposizione in sotto-problemi che conducono allo sviluppo e all utilizzo di più protocolli.

81 Classificazione delle reti 82 Una possibile classificazione delle reti viene fatta in base all estensione: Rete Locale (LAN: Local Area Network) collega computer posti a breve distanza tra loro senza attraversare suolo pubblico Rete Metropolitana (MAN: Metropolitan Area Network) collega computer posti in un area di qualche decina di chilometri, tipicamente su area cittadina o metropolitana Rete Geografica (WAN: Wide Area Network) collega computer geograficamente remoti, cioè distanti centinaia o migliaia di chilometri

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Informatica Applicata

Informatica Applicata Ing. Irina Trubitsyna Concetti Introduttivi Programma del corso Obiettivi: Il corso di illustra i principi fondamentali della programmazione con riferimento al linguaggio C. In particolare privilegia gli

Dettagli

Informatica. Scopo della lezione

Informatica. Scopo della lezione 1 Informatica per laurea diarea non informatica LEZIONE 1 - Cos è l informatica 2 Scopo della lezione Introdurre le nozioni base della materia Definire le differenze tra hardware e software Individuare

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

I componenti di un Sistema di elaborazione. CPU (central process unit)

I componenti di un Sistema di elaborazione. CPU (central process unit) I componenti di un Sistema di elaborazione. CPU (central process unit) I componenti di un Sistema di elaborazione. CPU (central process unit) La C.P.U. è il dispositivo che esegue materialmente gli ALGORITMI.

Dettagli

ECDL - Modulo 1 - Concetti base delle tecnologie ICT

ECDL - Modulo 1 - Concetti base delle tecnologie ICT ECDL - Modulo 1 - Concetti base delle tecnologie ICT Roberto Albiero 1. Concetti generali 1.1 Hardware, Software, Tecnologia dell Informazione Chi avrebbe pensato, solo quindici anni fa, alla possibilità

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Lezione 1. 1 All inizio di ogni capitolo vengono indicati gli obiettivi della lezione sotto forma di domande la cui risposta è lo scopo

Lezione 1. 1 All inizio di ogni capitolo vengono indicati gli obiettivi della lezione sotto forma di domande la cui risposta è lo scopo Lezione 1 Obiettivi della lezione: 1 Cos è un calcolatore? Cosa c è dentro un calcolatore? Come funziona un calcolatore? Quanti tipi di calcolatori esistono? Il calcolatore nella accezione più generale

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

COS'É UN COMPUTER? Struttura e Software

COS'É UN COMPUTER? Struttura e Software COS'É UN COMPUTER? Struttura e Software Un computer è un apparecchio elettronico che, strutturalmente, non ha niente di diverso da un televisore, uno stereo, un telefono cellulare o una calcolatrice, semplicemente

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

La Struttura dell'elaboratore

La Struttura dell'elaboratore La Struttura dell'elaboratore CHE COS' E' UN COMPUTER? Un computer è un apparecchio elettronico che, strutturalmente, non ha niente di diverso da un televisore, uno stereo, un telefono cellulare o una

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Glossario dei termini informatici più comuni

Glossario dei termini informatici più comuni 1 Glossario dei termini informatici più comuni @ Simbolo usato negli indirizzi di posta elettronica, si legge at o chiocciolina. Account Profilo di un utente che corrisponde ad una casella di posta e a

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Informatica. PARSeC Research Group

Informatica. PARSeC Research Group Informatica Ing. Mauro Iacono Seconda Università degli Studi di Napoli Facoltà di Studi Politici e per l Alta Formazione Europea e Mediterranea Jean Monnet PARSeC Research Group Introduzione: L informatica

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file 1 di 1 Uso del computer e gestione dei file Argomenti trattati: Sistema operativo Microsoft Windows: interfaccia grafica e suoi elementi di base Avvio e chiusura di Windows Le FINESTRE e la loro gestione:

Dettagli

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema Software 2 Insieme di istruzioni e programmi che consentono il funzionamento del computer Il software indica all hardware quali sono le operazioni da eseguire per svolgere determinati compiti Valore spesso

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro

Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro Sistemi digitali per l ufficio sempre più efficienti e facili da usare Ottenere massima efficienza ed elevata professionalità, pur mantenendo

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Fondamenti di Informatica 300 ed oltre esercizi di teoria

Fondamenti di Informatica 300 ed oltre esercizi di teoria Fondamenti di Informatica 300 ed oltre esercizi di teoria Fulvio Corno Antonio Lioy Politecnico di Torino Dip. di Automatica e Informatica v. 4.02 01/09/2009 Indice 1 Introduzione 2 1.1 Nota metodologica........................................

Dettagli

Lezione n.19 Processori RISC e CISC

Lezione n.19 Processori RISC e CISC Lezione n.19 Processori RISC e CISC 1 Processori RISC e Superscalari Motivazioni che hanno portato alla realizzazione di queste architetture Sommario: Confronto tra le architetture CISC e RISC Prestazioni

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 G. Pettarin ECDL Modulo 2: Sistema Operativo 2 Modulo 2 Il sistema operativo Windows

Dettagli

Come difendersi dai VIRUS

Come difendersi dai VIRUS Come difendersi dai VIRUS DEFINIZIONE Un virus è un programma, cioè una serie di istruzioni, scritte in un linguaggio di programmazione, in passato era di solito di basso livello*, mentre con l'avvento

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto!

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Manuale d uso Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Giacchè noi costantemente aggiorniamo e miglioriamo il Tuo e-tab, potrebbero

Dettagli

ECDL Modulo 1 Concetti base dell ITC

ECDL Modulo 1 Concetti base dell ITC ECDL Modulo 1 Concetti base dell ITC Syllabus 5.0 Roberto Albiero Modulo 1 Concetti di base dell ICT Questo modulo permetterà al discente di comprendere i concetti fondamentali delle Tecnologie dell Informazione

Dettagli

Guida all'impostazione

Guida all'impostazione Guida all'impostazione dello scanner di rete Guida introduttiva Definizione delle impostazioni dalla pagina Web Impostazione delle password Impostazioni di base per la scansione di rete Impostazioni del

Dettagli

Architettura dei Calcolatori

Architettura dei Calcolatori Architettura dei Calcolatori Sistema di memoria parte prima Ing. dell Automazione A.A. 2011/12 Gabriele Cecchetti Sistema di memoria parte prima Sommario: Banco di registri Generalità sulla memoria Tecnologie

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Appunti di Antonio Bernardo

Appunti di Antonio Bernardo Internet Appunti di Antonio Bernardo Cos è Internet Internet può essere vista come una rete logica di enorme complessità, appoggiata a strutture fisiche e collegamenti di vario tipo (fibre ottiche, cavi

Dettagli

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof.

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof. Interfacce di Comunicazione Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica I semestre 03/04 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ 2 Trasmissione

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

Setup e installazione

Setup e installazione Setup e installazione 2 Prima di muovere i primi passi con Blender e avventurarci nel vasto mondo della computer grafica, dobbiamo assicurarci di disporre di due cose: un computer e Blender. 6 Capitolo

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. IT Security. Syllabus

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. IT Security. Syllabus EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE IT Security Syllabus Scopo Questo documento presenta il syllabus di ECDL Standard IT Security. Il syllabus descrive, attraverso i risultati del processo di apprendimento,

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente www.ondacommunication.com CHIAVETTA INTERNET MT503HSA 7.2 MEGA UMTS/EDGE - HSDPA Manuale Utente Rev 1.0 33080, Roveredo in Piano (PN) Pagina 1 di 31 INDICE

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

ADS-2100e Scanner desktop ad alta velocità per l'ufficio

ADS-2100e Scanner desktop ad alta velocità per l'ufficio ADS-2100e Scanner desktop ad alta Alimentatore automatico documenti da 50 fogli Alta qualità di scansione Velocità di scansione 24 ppm automatica fronte-retro Caratteristiche: Alta qualità Lo scanner ad

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

SCEGLIERE UNO SCANNER

SCEGLIERE UNO SCANNER Tecnologie informatiche SCEGLIERE UNO SCANNER Con l utilizzo di uno scanner si può digitalizzare un documento in formato cartaceo, rendendolo così disponibile in formato elettronico. In questo approfondimento

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Controllo industriale SE-609

Controllo industriale SE-609 Controllo industriale SE-609 Controllo e visualizzazione uniti come soluzione per l automazione con comandi mediante touch Controlli industriali all avanguardia per impianti per il trattamento termico

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

Architetture CISC e RISC

Architetture CISC e RISC FONDAMENTI DI INFORMATICA Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine Architetture CISC e RISC 2000 Pier Luca Montessoro (si veda la nota di copyright alla slide n.

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Gestione Informatica dell archivio documenti. Computer software. Versione 7

Gestione Informatica dell archivio documenti. Computer software. Versione 7 Computer software Versione 7 Produttore MultiMedia it S.n.c. Distributore TeamSystem S.p.a. Caratteristiche Tecniche Linguaggio di Programmazione Sistema operativo client Sistema operativo server Occupazione

Dettagli

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Sommario Premessa Definizione di VPN Rete Privata Virtuale VPN nel progetto Sa.Sol Desk Configurazione Esempi guidati Scenari futuri Premessa Tante Associazioni

Dettagli

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Istruzioni sull aggiornamento per i modelli di navigazione: AVIC-F40BT, AVIC-F940BT, AVIC-F840BT e AVIC-F8430BT

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory FILE SYSTEM : INTERFACCIA 8.1 Interfaccia del File System Concetto di File Metodi di Accesso Struttura delle Directory Montaggio del File System Condivisione di File Protezione 8.2 Concetto di File File

Dettagli

Progettazione di sistemi Embedded

Progettazione di sistemi Embedded Progettazione di sistemi Embedded Corso introduttivo di progettazione di sistemi embedded A.S. 2013/2014 proff. Nicola Masarone e Stefano Salvatori Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di

Dettagli

TRASMISSIONE DATI SU RETE TELEFONICA. 1 Fondamenti Segnali e Trasmissione

TRASMISSIONE DATI SU RETE TELEFONICA. 1 Fondamenti Segnali e Trasmissione TRASMISSIONE DATI SU RETE TELEFONICA Fondamenti Segnali e Trasmissione Trasmissione dati su rete telefonica rete telefonica analogica ISP (Internet Service Provider) connesso alla WWW (World Wide Web)

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows Progettare network AirPort con Utility AirPort Mac OS X v10.5 + Windows 1 Indice Capitolo 1 3 Introduzione a AirPort 5 Configurare un dispositivo wireless Apple per l accesso a Internet tramite Utility

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Potenze di 10 e il SI

Potenze di 10 e il SI Le potenze di 10 e il SI - 1 Potenze di 10 e il SI Particolare importanza assumono le potenze del numero 10, poiché permettono di semplificare la scrittura di numeri grandissimi e piccolissimi. Tradurre

Dettagli

CODE-STAT 9.0 SOFTWARE PER REVISIONE DATI BROCHURE ILLUSTRATIVA

CODE-STAT 9.0 SOFTWARE PER REVISIONE DATI BROCHURE ILLUSTRATIVA CODE-STAT 9.0 SOFTWARE PER REVISIONE DATI BROCHURE ILLUSTRATIVA La più potente analisi retrospettiva dei dati relativi a un evento cardiaco. Prestazioni migliorate. Livello di assistenza più elevato. 1

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA. Manuale Utente

ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA. Manuale Utente ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA Manuale Utente 1 INDICE 1. Introduzione PC Card...3 1.1 Introduzione...3 1.2 Avvertenze e note...3 1.3 Utilizzo...4 1.4 Requisiti di sistema...4 1.5 Funzioni...4 1.6

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria Sede di Reggio Emilia

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria Sede di Reggio Emilia Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria Sede di Reggio Emilia Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Meccatronica a.a. 2008/2009 Corso di CALCOLATORI ELETTRONICI Capitolo

Dettagli