Una Europa senz anima

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Una Europa senz anima"

Transcript

1 1861 AUTORIZZAZIONE TRIBUNALE DI VIGEVANO N 5 DEL mobili Arte e Stile di COTTA -TERZOLO & C. ALTA MODA PER L''ARREDAMENTO Via Matteotti 6 Tel LOMELLO Da 262 mesi é la tua voce Il giornale per tutta la famiglia Arte e Stile LOMELLO GENNAIO N. 1 - MENSILE INDIPENDENTE D INFORMAZIONE E OPINIONE 23 ANNO Sono sufficientemente scandalizzato dal fatto che recentemente la Commissione Europea ha promosso un diario, per tutti i Paesi membri della UE, nel quale sono elencate tutte le Festività più singolari, relative alle religioni minoritarie, ma, guarda caso, non vengono citate le festività ufficiali della cristianità europea. Confermo che questa notizia mi ha profondamente indignato, ed ha fortemente urtato la mia sensibilità che deriva dalla mia appartenenza alla comunità cristiana. Il cristianesimo è assolutamente maggioritario nella Comunità Europea, e purtroppo in quanto a questo la UE non mi rappresenta affatto. Dubito infatti che una simile dimenticanza sia semplicemente ascrivibile ad un refuso perché lʼerrore sarebbe talmente tanto madornale, da licenziare chi ha redatto il diario. Vedo che questo serio problema sfortunatamente rimane del tutto indifferente ai molti, ma per fortuna alcuni la pensano come me. In questi giorni infatti il Ministro degli Esteri Frattini, ha opportunamente elevato a Bruxelles una formale e vibrata protesta che mi auguro venga attentamente considerata e accolta, ovviamente dopo le vacanze quando i lavori del Parlamento europeo potranno riprendere. Non capisco tra lʼaltro perché, stando così le cose, nel periodo natalizio (e anche a Pasqua) le attività della UE siano sospese per ferie. La chiusura del parlamento europeo non sarà stata calendarizzata per caso, nè per un improbabile inventario e nemmeno per lavori di manutenzione! La constatazione purtroppo amara è che ho forti dubbi che allo stato attuale la Comunità Europea non sia altro che una congregazione di stampo prettamente economica, costituita da banchieri e società dʼaffari, da tecnocrati del sistema regolatorio-amministrativo, ma sicuramente la UE Una Europa senz anima Emilio Bombardieri non ha né una anima né un principio fondatore. Parole grosse? Conclusioni dettate dalla delusione di alcuni comportamenti? Non credo, perché è chiaro che la Comunità Europea non è né un soggetto politico, né un organismo eletto con il consenso dei popoli, capace di esprimere posizioni unitarie. Del resto la Comunità non è nata o per lo meno non è stata ratificata da nessun referendum costitutivo da parte del popolo sovrano. Ma ancor di più la Comunità Europea non è neppure un soggetto culturale che possa rappresentare la società civile, perché non mi risulta che faccia nulla per valorizzare o difendere la sua identità e la storia dellʼeuropa, anzi sembra che abbia addirittura timore di affermarla, quasi Pericolo amianto! avesse paura delle ombre, asettica e indifferente qualʼè. Tutto questo si traduce nel fatto che è del tutto mancante una Carta Costituzionale dove siano riassunte le generalità storiche, né la UE ha una sua strategia internazionale che levi la voce quando serve. Vengono perpetrate ignobili stragi e massacri di Cristiani in Nigeria e nelle Filippine? Silenzio assordante. Vengono bruciate le chiese in Pakistan e in Iraq? Cose trascurabili. La Ue interviene soltanto se cʼè notizia di una donna condannata a morte in Iran, oppure se cʼè sospetto che i Paesi membri respingano gli immigrati irregolari (senza per altro torcer loro un dito!). Allora sì che gli apparati e i rappresentanti diplomatici della UE battono gran cassa e orchestrano campagne a non finire sia presso i Governi che sui mass media. Eʼ inutile negarlo, purtroppo così è, e questa è la cruda deludente realtà. Il Cristianesimo è stato il fondamento dello sviluppo della storia dellʼeuropa, ha impregnato di principi ispiratori il pensiero filosofico, lʼarte, la musica, la politica. Eʼ sufficiente visitare una qualsiasi città europea, entrare in un museo, accostarsi ad un monumento (chiesa, cattedrale, castello o palazzo) leggere un qualsiasi pezzo di storia. Le stesse Chiese nelle loro differenze, occidentali, ortodosse e orientali, hanno contributo alla formazione, alla educazione, allo sviluppo sociale e civile dei popoli, accompagnando il cammino che i popoli dellʼeuropa hanno percorso nel corso dei secoli. Del resto il cristianesimo è la religione più diffusa nel mondo, con oltre due miliardi di fedeli. Non voglio con questa affermazione asserire che ogni cosa è stata positiva, esente da colpe, o tutto è stato immune da errori o da critiche. Voglio solo ribadire che il cristianesimo è stato (ed è) lʼanima (continua a pagina 3) Il ritorno di Donato a pagina 10 Demartini si candida a pagina 8 ELETTRODOMESTICI-LISTE NOZZE

2 2 GENNAIO 2011

3 GENNAIO Mede: ancora una crepa per la maggioranza Silva Calvi vota contro il bilancio Il Tam Tam non deve disturbare il manovratore? Ieri Pierluigi Gazzaniga, oggi un altro componente la maggioranza, Silva Calvi, ha votato contro il bilancio motivando la posizione assunta con un dettagliato elenco di appunti nei confronti della giunta. Ancora una crepa per una maggioranza in sofferenza che tuttavia si crede intoccabile. In altra parte del giornale, lʼattuale portavoce del PDL medese, Antonio Vailati, ha dichiarato: Sono alquanto sorpreso per la linea assunta dal Tam Tam in questi ultimi tempi nei nostri riguardi per cui lʼufficialità della lista la forniremo ad altri organi di stampa se si continuerà con questa posizione di polemica precostituita. Dunque lʼamministrazione ha i suoi problemi e il Tam Tam non dovrebbe evidenziarli? Dovʼera il signor Vailati quando la sezione medese del PDL non funzionava ed i problemi amministrativi non venivano discussi nella sede appropriata? Oggi il PDL a Mede, rispetto al passato, è ben poca cosa, tanto è vero che non riesce nemmeno ad esprimere un suo candidato alla carica di sindaco. Vogliamo far finta di niente o dire chiaramente che questa seconda legislatura non merita la sufficienza? E Il Tam Tam dovrebbe cambiare linea per non disturbare i manovratori? Vailati, invece di polemizzare dovrebbe analizzare i fatti e si accorgerà che quanto andiamo a scrivere non è fantapolitica ma realtà! Basta andare fra la gente. Comunque è strana la vita politico-amministrativa e spiego perchè. Quando ho creduto nel 2001 e 2006 nella coalizione del centro-destra in funzione di un centro-sinistra che giudicavo ormai privo di stimoli per la lunga permanenza al potere, ho appoggiato Guardamagna senza se e senza ma, anche criticando ed entrando in polemica con lʼallora sindaco Donato il quale, ha risposto anche con toni non certamente soft ma sempre sul terreno dellʼetica e dellʼonestà intellettuale, senza ripararsi fra le materne mura di un consiglio comunale, ma usando le pagine del Tam Tam, mai negate a nessun politico. Allora andava bene, il Tam Tam era un buon giornale (basta leggere le varie esternazioni di sindaco e assessori). Oggi che mi permetto di evidenziare le disfunzioni di una amministrazione in evidente sofferenza, allora il Tam Tam è diventato un giornalaccio di parte, non degno di essere letto, anzi da boicottare! Vedi caro Antonio, Il problema è uno solo: il Tam Tam non è a vostra immagine e somiglianza nè a quella di altri, nel bene e nel male si assume le proprie responsabilità; porta avanti le proposte in cui crede e una cosa è certa: non ci vendiamo al miglior offerente e lo abbiamo dimostrato in più occasioni e tentare di farci passare per quello che non siano non solo è ridicolo ma è segno di profondo disagio. Mauro Ottonelli EUROPA SENZʼANIMA (segue dalla prima pagina) dellʼeuropa., le radici del nostro Paese. A fronte di tutto ciò si deve registrare da parte della UE un comportamento appiattito sul negazionismo (vedi pubblicazione del diario senza festività cristiane: Natale, Epifania, Pasqua, non esistono). Non ho timore di affermare che la UE oggi è un sistema completamente smemorato, tendenzialmente asettico e politicamente amorfo, un apparato di regole, di dazi, di finanziamenti e soprattutto di scambi monetari. Ecco, forse di unico e comune cʼè solo la moneta, e quindi forse è meglio ritornare al più calzante concetto di un Consorzio Economico, che una volta rispondeva esattamente alla definizione di Comunità Economica Europea. No, questa Europa non mi affatto va bene, e forse è il caso di rivederla, se si vuole farla camminare, ma soprattutto se la UE vuole rappresentare non qualcosa, ma qualcuno. Per qualcuno intendo i popoli che la compongono, che non sono solo un fattore economico-monetario. AGENZIA SERVIZIO TECNICO AUTORIZZATO RIPARAZIONE SCARPE PELLETTERIA E ARTICOLI DA VIAGGIO La garanzia del lavoro artigianale MEDE - Vicolo Demartini 8 (piazzale delle scuole) cell MANUTENZIONE E CONDUZIONE IMPIANTI RISCALDAMENTO ASSISTENZA TECNICA CALDAIE-BRUCIATORI-CONDIZIONATORI Consulenza tecnica - Preventivi gratuiti DR CALOR s.r.l. MEDE (PV) Via E. Fermi, 6 Tel Fax MEDITERRANEO CASE di arch.v. Parea,C.so Italia 74, Mede,Tel , Vende direttamente in ViaMattei, appartamenti indipendenti a partire da Euro e ville a schiera a partire da Euro Ogni appartamento e villa in progetto ha: sala, cucina, 2 o 3 camere, 2 bagni, finiture di pregio, giardino e cortile propri, box per 2 o 3 auto, porticato, balconi,. Possibilità di mansarda e variazioni ai progetti. Vendesi in Mede Villa centralissima, anni ʻ60, buono stato, 2 piani di 150 mq. lʼuno circa, sedime 600 mq. circa, Prezzo contenuto. Vendesi a Mede aree fabbricabili urbanizzate di qualunque misura in via San Bernardino e via Peceto. Prezzo contenuto. Affittasi in Mede grande appartamento centrale al piano rialzato, così composto: ingresso, salone, cucina e tinello, 3 camere da letto, doppi servizi, box auto, seminterrato per deposito e lavanderia, balcone, giardino, finiture di pregio. Prezzo contenuto. Affittasi in Mede appartamento centrale al piano 1 con ingresso, 3 locali grandi, bagno, box auto, locali di deposito e lavanderia, giardinetto, finiture di pregio. Prezzo contenuto Affittasi in Mede immobile centrale ad uso ufficio o negozio, al piano rialzato di pochi gradini dalla strada, composto da 2 locali dʼ ingresso o per sala dʼattesa, salone, 4 locali grandi, doppi servizi, box e cortile per parcheggio auto, locali per archivio e deposito, finiture di pregio. Prezzo contenuto Affittasi in Mede ufficio o negozio con ingresso grande, 3 locali, bagno, box auto, locali di deposito e archivio, finiture di pregio. Prezzo contenuto. Per informazioni rivolgersi ad arch. Vittorio Parea. C.so Italia 74 o Via Grossi 2 - Tel

4 4 GENNAIO 2011 L angolo della vita cristiana Si educa oggi in famiglia? Don Mauro Bertoglio Cari amici vorrei mostrarvi come la famiglia abbia in se stessa e per se stessa la capacità, la forza di educare la persona. E quando dico "famiglia" intendo parlare della famiglia che, pure in mezzo a tutte le difficoltà quotidiane di ogni genere, vive la sua vita normale di ogni giorno. Dobbiamo però avere unʼidea chiara di che cosa significa "educare la persona": chiarezza che oggi non possiamo dare per scontata. Educare la persona Vi è mai capitato di incontrare una persona che vi chiedeva la strada per arrivare in una città? È una grande metafora dellʼatto educativo. Come tutti sappiamo, lʼeducazione ha come destinatario la persona arrivata da poco in questo mondo. Essa vi arriva con una grande domanda dentro al cuore: quale via devo prendere per raggiungere la felicità? Fermiamoci un momento a riflettere su questa grande domanda. Ho parlato di "felicità". Non prendete questa parola nel significato banale che ha ormai nel nostro linguaggio quotidiano. Ciascuno di noi desidera la felicità nel senso di una vita vera, di una vita buona. Non una vita qualsiasi e a qualunque costo. Ci sono dei momenti in cui noi percepiamo, sperimentiamo che cosa sia una vita vera. O negativamente, perché viviamo tali situazioni che diciamo: "ma che vita è questa? Ma questa non è vita!". O positivamente, perché viviamo esperienze tali che diciamo: "ma se la vita fosse sempre così!". Una delle immagini più frequenti usate per descrivere la vita umana è quella della navigazione: la vita è come una traversata nel mare, verso il porto della felicità. È necessario sapere come muoversi, e conoscere le regole della navigazione. Fuori dellʼimmagine: la persona neo-arrivata ha bisogno di essere orientata nellʼesercizio della sua libertà; ha bisogno di sapere ciò che è bene e ciò che è male. Lʼeducazione della persona consiste nellʼindicare ad essa la via che la può condurre ad una vita vera, ad una buona vita. In una parola: alla felicità. Fino ad ora vi ho descritto il fatto educativo come un fatto universalmente umano. È anche un fatto cristiano? Lʼeducazione cristiana consiste nellʼindicare la via della fede come unica via che conduce alla vita vera, alla felicità. La fede diventa, mediante lʼeducazione cristiana, il nostro modo di pensare: il criterio delle nostre valutazioni; la regola ultima delle nostre scelte. In una parola: diventa la nostra forma di vita. Attraverso lʼeducazione cristiana noi impariamo a pensare come Cristo: ad avere il pensiero di Cristo; ad esercitare la nostra libertà come Cristo: ad amare come Cristo. E così giungere alla felicità. "Sapendo queste cose, sarete beati se le Dal 1955 serietà, discrezione e professionalità CENTRO ONORANZE FUNEBRI GUALA S.N.C. FABBRICA COFANI Offriamo servizi ad un alto livello qualitativo con prezzi bassi a prova di concorrenza cremazioni, fiori, marmi e ricordini immediati disponibili ovunque 24 ore su 24 allo: MEDE - Viale Martiri della Libertà 55 metterete in pratica" [Gv 13,17], ha detto Gesù dopo aver lavato i piedi ai suoi discepoli. La persona appena arrivata nel mondo chiede questo alla Chiesa, di essere educata nella fede. Chiede cioè alla Chiesa di indicarle la via della felicità e della realizzazione piena. Una delle espressioni fondamentali della cura educativa della Chiesa è la famiglia. Famiglia ed educazione Da quanto ho detto finora deriva una conseguenza molto importante: educare è molto di più che istruire; è profondamente diverso che istruire. Fermiamoci un momento a riflettere su questo punto. Lʼistruzione consiste nella trasmissione di un sapere o teorico o pratico. Posso insegnare la matematica, e trasmetto un sapere teorico. Posso insegnare come si fa lʼidraulico, e trasmetto un sapere pratico. Lʼeducazione è di più di questo. Lʼistruzione trasmette verità che non hanno rilevanza sulla vita, sul suo senso; lʼeducazione trasmette una proposta di vita ritenuta lʼunica degna di essere realizzata, se si vuole giungere alla felicità. Dunque, teniamo ben ferma questa affermazione: educare è diverso da, è ben più che istruire. Da questa diversità deriva una conseguenza assai importante: chi educa deve vivere con chi è educato. Non è possibile Una delle espressioni fondamentali della cura educativa della Chiesa è la famiglia nessuna educazione senza una qualche comunione di vita. Questo non è vero per lʼistruttore. Al limite, posso imparare le istruzioni anche da un libro. Perché questa esigenza? Chi educa fa una proposta di vita perché ritiene che essa sia vera e buona: sia via verso la felicità. Chi educa non è indifferente a che chi è educato accolga o rifiuti quella proposta: non guarda con occhi indifferenti al destino della persona che sta educando. Desidera che la sua proposta sia convincente. Ma nello stesso tempo si rivolge ad una persona libera. Questa deve far propria liberamente la proposta di vita fattale dallʼeducatore, così come la può liberamente rifiutare. Che lʼeducatore possa dire: "questa è la proposta di vita che ti faccio, e ti assicuro che io la vivo ed i conti alla fine tornano". Ora, come si fa a far apparire "che i conti tornano"? vivendo con la persona cui si fa la proposta. E siamo finalmente arrivati in famiglia. La narrazione della vicenda educativa appena abbozzata si realizza in grado eminente nella comunità famigliare. Ogni genitore è sommamente appassionato al bene del figlio. Non è indifferente al suo destino, a che viva una vita buona o una cattiva vita. Vuole la sua felicità. È questa la base fondamentale di ogni rapporto educativo. E questa base è naturalmente assai solida nel rapporto genitore-figlio. Nessun genitore darebbe al figlio che glielo chiede un bicchiere di acqua, se dubitasse che fosse avvelenata. È una proposta di vita, quella che fa il genitore, della cui verità e bontà è certo. Una certezza che gli viene dalla sua esperienza. Ed è a questo punto che si vede la potenza straordinaria che la famiglia ha di educare. Nessuna comunità di vita è più intima, è più prolungata nel tempo, è più continua nella quotidianità, della vita comune familiare. In un certo senso, allʼinterno di una normale vita famigliare i genitori educano quasi senza accorgersene. Ma da quanto detto finora risultano evidenti anche le insidie che possono indebolire la forza educativa della famiglia. Devo almeno enunciarle, così che siate vigilanti nei loro confronti. La prima e la più grave di tutte è la mancanza nei genitori di una proposta educativa precisa, seria, unitaria e continua. Questa mancanza può essere il risultato di una profonda incertezza interiore presente nei genitori; oppure, e sarebbe il peggio, il risultato di un vero e proprio relativismo educativo. La mancanza di una proposta genera degli schiavi, non delle persone libere. La seconda è la mancanza di una vera e propria vita comune familiare. La vita in comune non è abitare semplicemente sotto lo stesso tetto. È dialogo; è condivisione. La terza è la mancanza della testimonianza. Come ho già scritto, in fondo lʼatto educativo è una testimonianza di vita. "La mia vita dice che ciò che ti propongo è vero", dice lʼeducatore. Quando lʼeducatore non può dire questo, lʼatto educativo rischia altamente lʼinefficacia. Ritroviamo la forza e la passione per educare nelle nostre famiglie, attraverso il dialogo la condivisone e lʼessere presenti nella vita dei figli!

5 GENNAIO Liberi di devastare E in atto una internazionale del teppismo, gruppo organizzati che amano la violenza Mauro Depaoli Rispetto ai sessantottini non hanno nemmeno lo stile; solo arroganza meleducazione e delirio di onnipotenza Liberi di devastare e distruggere! A Roma, nel giorno del rinnovo della fiducia al governo, hanno provocato 20 milioni di euro di danni, pestato 50 poliziotti e dopo 48 ore tutti a casa ed impuniti, tranne uno solo agli arresti domiciliari! Una vergogna! E' davvero in atto una "internazionale del teppismo", gruppi organizzati che amano la violenza e sono attirati dagli scontri. Dal 2001 in poi li si è visti in tutta Europa ed in tutto il mondo laddove esisteva anche la remota possibilità di uno scontro. La povertà e la crisi occupazionale? Sono assolutamente un alibi. Questa gente non avrebbe alcun motivo di manifestare: la maggior parte di loro hanno il sederino al caldo, la pancia piena ed indossano jeans e scarpe griffate. I miei nonni, che lavoravano 14 ore al giorno in campagna per un salario che faceva ridere e avrebbero avuto tutto il diritto di sentirsi arrabbiati per la loro condizione di vita, alla fine di ogni giornata tuttavia insegnavano ai propri figli a pregare e a rendere grazie a Dio per quel poco che avevano e che spesso condividevano anche con chi era meno fortunato di loro. Alcuni fanno un paragone tra la situazione attuale e quella del Parallelo a mio avviso assolutamente azzardato ed inappropriato, in quanto se alla fine degli anni Sessanta anche i movimenti extraparlamentari di matrice più radicale, di sinistra e di destra, avevano attuato una strategia tale per cui tramite le stragi si voleva mettere in ginocchio lo Stato quale istituzione, oggi quello che alcune frange di teppisti, a volte nelle piazze e a volte negli stadi di calcio, vogliono, è solo mostrare la loro spavalderia. La loro non è una manifestazione di un certo disagio sociale o un disegno politico, quanto piuttosto una prova di forza, il farsi trascinare dal fascino della violenza e dalla sfida all'ordine costituito rappresentato dalla Polizia e dalle forze dell'ordine. Ciò che emerge è lo sconsolato quadro di una società italiana dove il 10% non si perde una puntata del Grande Fratello, il 42% diserta le urne delusi da una classe politica che non riesce a fornire risposte coerenti e alcuni figli di papà si atteggiano a novelli rivoluzionari senza però avere le basi e gli attributi per poter sostenere il proprio copione. Rispetto ai sessantottini non hanno nemmeno lo stile, solo arroganza, maleducazione e delirio di onnipotenza. Cose dell altro mondo IL TROGLODITA Non era mai successo ma l altra sera, spinto anche dall amico troglo Jusus Malvestus, sono andato a sentire, nel nostro accampamento, il Consiglio della Tavola, l equivalente per voi contemporanei del vostro Consiglio comunale. Si discuteva di un bilancio troglo, dove le nostre monete che chiamiamo aes rude sono contate nell entrata in cava forziere ed in uscita della stessa: lo squilibrio ci dice se c è un guadagno o una perdita, spesso c è anche una parità. Una noia tremenda, come penso succeda a voi contemporanei che andate ad assistere alle sedute del Consiglio comunale! Quello che mi ha stupito è l aver visto come una troglo della Tavola, certa Silvias Pelatus, ha argomentato il suo voto contrario ad un bilancio che la vedeva, solo mesi prima, nella compagine di governo della Tavola. La Pelatus, nota polemista e di agguerrita dialettica, ha lamentato che nel bilancio non vi fossero certe sue istanze che per la verità in quattro anni di suo governo, non solo non ha saputo fare, ma nemmeno ha cercato di realizzare. Ora al termine della vita della Tavola, che verrà rinnovata tra qualche mese, si sente la paladina di istanze troglodite che mai si era preoccupata di rendere possibile. Marcitus Oftaltius altro troglo che assisteva alla seduta mi ha detto che la Pelatus agiva in preda ad un forte rancore e livore verso i suoi ex compagni di maggioranza, rei di averla scovata mentre contrattava il suo voto con la opposizione. La cosa non avrebbe rilevanza se anche tra voi contemporanei non si stia verificando più o meno la stessa cosa, con il mercanteggiamento di onorevoli che vanno e vengono da un partito all altro: vado via, ma forse no, anzi ritorno. L unica differenza è che a Roma non si baratta la compravendita per pochi e insignificanti aes rude, ma sicuramente per cospicui soldini, anzi soldoni. Passano i secoli, ma lo schifo è sempre quello! Rattrista vedere come certe persone della Tavola, come certi vostri onorevoli di Montecitorio, non tengano in nessun conto la volontà di chi li ha eletti, pensando al solo interesse personale, che guarda caso mai coincide con l interesse del popolo troglodita, scusate, del popolo italiano. No, così non può continuare. I Pelatus come anche i Bocchino, devono sparire. Per favore datemi la clava! No, la notizia non ci piace: cose dell altro mondo. VENDESI IN MEDE Via Togliatti Appartamento termoautonomo 4 vani + servizi-box per due auto telefonare: (ore pasti) oppure: RICERCA PERSONALE SPECIALIZZATO La nostra società esegue prodotti di maglieria e sartoria di alto livello, pertanto seleziona soggetti che abbiano caratteristiche personali eccellenti. SARTA MOLTO ESPERTA E QUALITATIVA Mary Shortʼs Tricot srl 0384/

6 6 GENNAIO 2011 Lomello Sport obbiettivo salvezza Mercoledì 8 dicembre scorso si è tenuto, presso la chiesa-oratorio S. Rocco di Lomello, l'incontro/convegno dal titolo "Sport obbiettivo salvezza" organizzato dall'associazione ANSPI Sport Lomello e dalla società ACD Lomello con il patrocinio del Comune di Lomello, con l intento di proporre lo sport come mezzo educativo e formativo rivolto ai ragazzi, giovani e adulti. L evento ha visto la partecipazione di relatori autorevoli ed esperti in materia: il prof. Gabriele Sonzogni presidente dell Azione Cattolica della Diocesi di Vigevano, Don Alberto Fassoli assistente generale dell Azione Cattolica, Don Gianmario Lanfranchini consigliere nazionale ANSPI, Mario Mussini prof. di educazione fisica ed ex giocatore professionista di basket. L iniziativa ha avuto un buon riscontro di pubblico con la presenza di numerosi rappresentanti delle varie associazioni sportive presenti sul territorio, di genitori e di atleti e ragazzi. La serata, come già detto, ha spiegato come lo sport possa essere un ottimo mezzo proteso all educazione delle persone, soprattutto di fronte ai vari stereotipi negativi che la nostra società spesso ci propone in merito alle attività sportive professionistiche. Ci riferiamo all esasperazione del concetto del campione, della grande squadra, dei guadagni facili, che possono solo generare nelle menti dei nostri giovani false aspettative creando velleità ed obiettivi quasi sempre irraggiungibili, lontani dalla nostra realtà, e di quella dei nostri ragazzi. Gli oratori, con parole e aneddoti diversi, hanno espresso concetti che pensiamo possano essere sintetizzati in questo modo: lo sport può essere considerato una buona palestra di vita prestandosi facilmente a paragoni con le difficoltà che ogni giorno ci vengono poste innanzi. Inoltre è un buon mezzo per poter trasmettere ai giovani valori come la perseveranza, l'impegno, l'accoglienza, il rispetto e l'aiuto reciproco per avere domani persone che sappiano affrontare le difficoltà della vita. Senza poi dimenticare l'aspetto ludico e salutare dell'attività fisica fornendo un'alternativa sana agli "svaghi" che oggigiorno i giovani hanno a disposizione. L'associazione ANSPI Sport Lomello, che lavora in sinergia con il centro nazionale, ormai da anni, ha come prerogativa questo modo di pensare cercando di metterlo in pratica nel miglior modo possibile, forti anche del continuo aumento di iscritti, che ne sposano le finalità. I volontari di ANSPI Sport Lomello che incondizionatamente e con perseveranza animano l'opera iniziata anni fa da persone che credevano negli ideali descritti ringraziano la popolazione per la partecipazione e per il sostegno fin qui ricevuto. La foto: da destra a sinistra: prof. G. Sonzogni, Don A. Fassoli, G. Piovera, Don G. Lanfranchini, M. Mussini. Borsa di studio Alla presenza della Dirigente Scolastica dott.ssa Giovanna Vitale, dei ragazzi della Scuola Media accompagnati dai loro insegnanti e dalla rappresentanza della Amministrazione Comunale composta dal Sindaco Giorgio Guradamagna, dallʼassessore alla Istruzione Guido Bertassi e dal vicesindaco Stefano Leva, si è svolta martedì 30 novembre la consegna della borsa di studio Comune di Mede assegnata a Lorenzo Bellotti, che ha frequentato la terza media nello scorso anno scolastico ed ora frequenta la prima classe del Liceo Scientifico Leon Battista Alberti di Valenza. TENDAGGI-RILOGHE POSA IN OPERA MATERASSI RIVESTIMENTI SALOTTI ARREDAMENTI GIOCATTOLI TENDE DA SOLE VIA MAZZINI, 5 MEDE - TEL LAMPUGNANI ELETTRAUTO di Lampugnani Luca & C. s.a.s. VIA CIMITERO 3 SARTIRANA LOMELLINA (PV) Tel. 0384/ VASTO ASSORTIMENTO BICICLETTE UOMO - DONNA - BAMBINO NOVITA' GIUBBOTTI OMOLOGATI AD ALTA VISIBILITA' VESTITI ED ACCESSORI PER CICLISTI AUGURA BUONE FESTE PIEVE DEL CAIRO - Via Roma 70/bis Tel NUOVA LINEA VISO PURA LIFE PER PELLI IMPURE GRASSE E ACNEICHE Prodotti di mantenimento e trattamenti specifici con azione purificante, antinfiammatoria, astringente, in grado di diminuire notevolmente la formazione di punti neri, brufoli ed ipersecrezione sebacea, rendendo la pelle meno lucida, impura ed in equilibrio.

7 GENNAIO L antenata del freezer Nei giorni nostri, per noi avere ghiaccio per refrigerare una bevanda o poter utilizzare il freddo per conservare un alimento, non è un problema. Apriamo lo sportello del frigorifero e possiamo gustarci un gelato o estrarre la busta dei surgelati o cubetti di ghiaccio con cui raffreddare un bicchiere d'acqua nelle calde giornate estive. Oggi la surgelazione industriale è uno dei più sicuri metodi di conservazione degli alimenti. Ma prima dell'invenzione di frigoriferi, congelatori e surgelatori, come si faceva? Fin da epoche molto antiche l'uomo ha scoperto le potenzialità di conservazione e refrigerazione del ghiaccio. In inverno, con la neve e il freddo non era certo un problema, ma la difficoltà era riuscire a conservarla nelle stagioni calde, quando la temperatura la fa sciogliere. Osservando la natura, l'uomo capì ben presto che vi erano delle situazioni nelle quali si poteva riuscire a conservare il ghiaccio più a lungo: nelle buche del terreno, nei canaloni in ombra la neve si scioglie infatti più lentamente. Cominciò dunque a sfruttare cavità naturali o a costruire strutture sotterranee, chiamate ghiacciaie. Le ghiacciaie sorsero e proliferarono in tutti i paesi. Il metodo per costruirle variava a seconda dei luoghi di edificazione: in pianura erano di preferenza costruite in mattoni a una o più camere, in montagna erano costruite in blocchi di pietra naturale, o erano ricavate da avvallamenti e caverne. Cʼerano anche le ghiacciaie a uso singolo delle famiglie nobili, la cui costruzione era localizzata nel giardino e contornata da piantumazioni di pregiate specie arboree; avevano ingressi di particolare pregio architettonico. Anche se sul finire del 1800 furono inventate le prime macchine per la produzione del ghiaccio artificiale, le ghiacciaie furono in grado di sostenerne la concorrenza fino a metà del secolo scorso. Poi, piano piano, anche per motivi di ordine pratico e igienico il ghiaccio naturale fu messo fuori mercato da quello artificiale prodotto in blocchi a forma di parallelepipedo del peso di 25 o 50 kg. Così, le ghiacciaie furono accantonate, demolite o lasciate nel completo abbandono. Tutto ciò è terminato non più di sessantʼanni fa, ma sembrano passati secoli da allora tanto il mondo delle ghiacciaie è lontano dallʼattuale mondo supertecnologico. Anche nella nostra Lomellina sorgevano diverse ghiacciaie, tutte in laterizio e struttura a cuneo. Erano, normalmente, posizionate a nord e circondate da alberi che le ombreggiavano in foto di Mario Trivi estate. Affinché fossero isolate, erano costruite con doppia muratura con la volta in mattoni pieni, arieggiate per mezzo di un'alta torretta per impedire il formarsi di umidità che poteva sciogliere il ghiaccio. Sul fondo era scavato un pozzo, provvisto di grata, destinato a raccogliere lʼacqua che si creava a causa del parziale scioglimento del ghiaccio. Vi si accedeva passando da un corto corridoio con chiusura doppia o addirittura tripla. Erano anche munite di una finestra con grata per impedire lʼingresso agli animali. La parte visibile era solo lʼemersione di una costruzione circolare molto profonda nel terreno. Veniva riempita per oltre un metro e mezzo di ghiaccio e la parte superiore veniva coperta con la paglia di riso che è un ottimo isolante, utile per mantenere bassa la temperatura nelle stagioni calde. Le ghiacciaie sorgevano in quasi tutte le cascine agricole che ai tempi erano molto abitate e costituivano delle vere e proprie comunità autosufficienti dal punto di vista alimentare. Oltre allʼallevamento degli animali da cortile, spesso, cʼera il forno per il pane e in alcune si producevano anche formaggi. Da qui la necessità di conservare i prodotti per tutto lʼanno e le ghiacciaie servivano allo scopo. Erano utilizzate da diverse famiglie che ne condividevano porzioni per conservare le loro scorte. Il ghiaccio che riempiva la struttura era preparato con competenza e molta cura dai contadini a inizio inverno e lʼacqua utilizzata era quella pulita dei fontanili a quei tempi non inquinata da Giampiero Ceriana pesticidi e diserbanti vari, convogliata in appositi bacini. Il ghiaccio ricavato in pieno inverno veniva caricato sui carri e portato alla ghiacciaia dove veniva stipato in modo da occupare ogni spazio. Nelle fessure tra un blocco e lʼaltro veniva introdotta dellʼacqua che ghiacciando formava un unico e più resistente blocco che successivamente sarebbe stato rotto a pezzi per prendere la porzione necessaria. Nelle case delle singole famiglie la porzione di ghiaccio veniva conservata avvolta in sacchi di iuta in piccole ghiacciaie di legno e ricoperta di lolla di riso. Proprio vicino a Mede e precisamente a Villa Biscossi abbiamo la fortuna di poter ammirare una di queste ghiacciaie ancora in buono stato di conservazione. Eʼ un esempio di architettura funzionale nata dallʼingegno dellʼuomo e rimane tangibile testimonianza di quando il freddo naturale era un elemento essenziale per la conservazione degli alimenti. A sottolineare lʼimportanza di salvaguardarne la durata nel tempo è stata dichiarata edificio tutelato dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici. Un anno d oro Molteplici situazioni, in questi ultimi anni, hanno danneggiato le Associazioni Sportive Dilettantistiche: la crisi economica, il calo demografico, lʼaumento impressionante dei costi e la insufficienza dei contributi economici finalizzati al sostegno delle attività. La combinazione di questi fatti ha posto forti riserve per la loro sopravvivenza in futuro. Inoltre, la carenza di risorse economiche ha altresì reso molti Comuni poco sensibili al sostegno delle attività in Lomellina. Ciononostante il Judo Amisaniano Ugo Fantelli, grazie allʼ impegno volontario ma qualificato di Tecnici, Dirigenti e genitori, ha garantito ai propri iscritti nellʼanno in corso un buon livello di formazione conseguendo, altresì, ottimi risultati tecnici e sportivi. Ed è con orgoglio che forniamo un elenco dei risultati più prestigiosi: il conseguimento della cintura nera degli atleti Mattia Prati, Simone Finotello, Mniamke Jonas, Diego Ballarin, il conseguimento del 5 dan del M Pierluigi Rolè, il conseguimento del 3 dan dellʼallenatore Nino Mazzù; la partecipazione dei nostri atleti alle finali dei Campionati Italiani Cadetti e Esordienti, lʼoro di Greta Barisio nel Gran Prix, la conquista del titolo di campioni regionali per Gaia Massino, Riccardo Guala, Samuele Bramani e Miriana Prati, i tre argenti consecutivi di Alessandro Romagnoli nel finale di stagione; non ultimo lʼorganizzazione di due eventi di grande richiamo ed elevato valore tecnico: i Giochi Studenteschi, gara ormai classica degli ultimi anni, e del Trofeo a Squadre Memorial G. Marsiglio aggiudicato alla formazione casalinga con il supporto dei Campioni Olimpici di Egitto e Tunisia. Successo meritato per i corsi di Geromotricità promossi dal Comune di Mede, che sono stati ampliati mediante lʼaggiunta di un corso anche al mattino, lʼattività propedeutica scolastica, lʼattività motoria con il CPS, la ginnastica educativa, oltre alle attività ormai storiche, ovvero il judo (per tutte le età!), LʼAikido e la Difesa Personale con Il M Massimo Aviotti, Responsabile dellʼattività nazionale del settore. Un grazie allʼamministrazione Comunale di Mede per il prezioso sostegno alle attività sportive. nella foto Finotello e Mazzù di MICHELA BELLUZZO ONORANZE FUNEBRI GARANTIAMO PERSONALMENTE UNA PRESENZA CONTINUA ED UN SERVIZIO ACCURATO DISPONIBILE 24 ORE SU 24 SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE TEL SEDE - VIA GRANDI, 11 - MEDE Per te le proposte taglio più seducenti per te le nuove tendenze modacapelli per te gli effetti colore più brillanti in esclusiva nel nostro salone GIADA GUERRINI MEDE- Via Carducci, 26 Tel

8 8 GENNAIO 2011 Le due domande Giambattista Leva Novità in libreria in collaborazione con PIANETA EDICOLA di Alessandra Rangon C.so V. Veneto, 52 - Mede Tel Che cosʼè che più può rendere soddisfatto un uomo della sua vita mentre la sta vivendo?. Sono certo che ciò che sto facendo sia indirizzato in tal senso?. Penso che ognuno, lasciati i vestiti con gli affanni quotidiani accanto al letto, in qualche modo e qualche volta non possa evitare di farsi queste due domande. Qui le risposte sono duplici. Per un credente: Ciò che mi richiede di fare il mio Dio e Ora esaminerò quanto ho fatto nella giornata e lo paragonerò a quanto richiestomi. Per un agnostico (trascuro lʼateo di cui non mi convincono le motivazioni della sua credenza): La felicità! e Non so bene che cosa sia: forse lʼassenza di ogni affanno, forse la soddisfazione per ogni cosa fatta, o altro, certo non so neanche oggi se sono sulla strada giusta. Certo che i giornali ci indicano qual è la felicità di uno Stato: il valore del suo Prodotto Interno Lordo: beato lui, ma non pare che il nostro PIL personale abbia lo stesso effetto. Lui, lo Stato, sta là a misurarlo con i suoi simili per decidere se è felice, noi invece stiamo qui ancora a cercare qualcosa che risponda a quelle due domande. Forse lʼamore, potrebbe fare qualcosa? Si potrebbe provare. Janusz L. Wisniewski La tenerezza al tempo dell orrore Frank Schatzing Limit Lorenzo Demartini aspirante sindaco di Mede Ufficializzata la candidatura del centro destra Al momento di andare in stampa giunge la notizia ufficiale della candidatura di Lorenzo Demartini per le prossime elezioni amminitrative di primavera. Pertanto, ad oggi, sono quattro le liste che aspirano a sedersi sulla poltrona del primo cittadino a Mede. Ferrari Simone Annibale, lista civica di destra; Maurizio Donato, centro sinistra; Claudio Daglio, lista civica; Lorenzo Demartini, centro destra. Potrebbe, non cʼè nessuna conferma ma solo voci, esserci una quinta lista guidata da Bruno Tosello, attuale capo dei vigili urbani di Mede. Gli elettori avranno di che sbizzarirsi. Dunque Demartini ha sciolto la riserva ed è in corsa per la carica di sindaco. Oggi Demartini è presidente di Lombardia Informatica e nel suo curriculum figurano cariche di consigliere comunale a Mede, assessore alla cultura alla Provincia di Pavia e consigliere regionale. Sembra che abbia accettato lʼincarico dopo aver ottenuto garanzia di avere carta bianca nella scelta dei nomi per la composizione della lista. Dellʼattuale maggioranza i candidati più probabili a entrare nella nuova formazione sarebbero il sindaco uscente Giorgio Guardamagna, lʼattuale assessore alla cultura Guido Bertassi e Patrizia Cerri. Praticamente Mede sta entrando in campagna elettorale con un numero di liste mai viste in città. Segnale di disagio? Saranno comunque gli elettori a decidere. Lorenzo Demartini daria CENTRO ESTETICO PROFUMERIA SOLARIUM MEDE-Via Mazzini 36 Tel di Ballarin Claudio & Pîerangela snc Via Velezzo, 4 - SEMIANA - Tel Lavorazione marmi, graniti e pietre - Lavorati ed arredamenti in marmo per la casa - arte funeraria - architettura sacra - marmi per pavimenti, piani cucina ed arredobagno - vendita caminetti con rivestimenti su misura PROFESSIONALITA E QUALITA per ridefinire il tuo profilo PROMOZIONE VISO GENNAIO - FEBBRAIO 4 trattamenti anti-age con radio frequenza Uno in omaggio con acido jaluronico

9 GENNAIO AVVISO AGLI UTENTI I TITOLARI DEL CENTRO ONORANZE FUNEBRI GUALA s.n.c. Alcune persone screditerebbero il nostro operato facendo pubblicità negativa alla nostra azienda, gonfiando inverosimilmente i prezzi dei nostri funerali. Tali voci sono solo cattive e false dicerie Sono in corso indagini volte ad individuare i responsabili di siffatte diffamazioni Vi invitiamo quindi a recarvi presso i nostri uffici per preventivi gratuiti, per ogni tipo di informazione sui reali costi di un funerale e sui pagamenti rateali personalizzati che concediamo; presso di noi verificherete di persona che un cofano di ottima qualità, in legno massello, garantito e idoneo a trasporto e a tumulazione in tomba, colombaio e cappella costa: 1.300,00. CENTRO ONORANZE FUNEBRI GUALA S.N.C. FABBRICA COFANI INFORMANO Credere alle false chiacchiere e maldicenze può costarvi caro. Il momento luttuoso giunge improvviso e inflessibile ed il nostro compito è sempre stato, è e sarà quello di aiutare, consigliare e seguire chi ne è colpito. Da decenni cerchiamo con le famiglie le soluzioni più adatte alle esigenze e possibilità individuali, aiutiamo le famiglie meno abbienti e garantiamo a tutti un alto standard qualitativo dei servizi. Gli ultimi scandali nel settore delle Onoranze Funebri (non ultimo Milano) ci portano ad informare che le persone estranee o improvvisate che consigliano l impresa amica, non lo farebbero solo per bonarietà, ma per loro esclusivi interessi economici (percepiscono compensi per ogni funerale). E giusto sapere che tali soldi, se irregolarmente percepiti da questi individui, non li paga l impresa di pompe funebri, ma vengono da questa addebitati sul costo del funerale (quindi a carico della famiglia). Diffidate quindi da chi Vi consiglia l impresa amica di pompe funebri. Fatevi fare i preventivi. Una scelta affrettata o pilotata potrebbe danneggiarvi. Ricordiamo infine che dal lontano 1955, per due generazioni, con onestà, esperienza, professionalità e qualità, ci siamo sempre contraddistinti in ogni servizio funebre e la soddisfazione dei nostri clienti ce lo ha sempre confermato. Mede Viale Martiri della Libertà VENDITE IMMOBILIARI - PERIZIE E STIME SU FABBRICATI E TERRENI AFFITTANZA - PRATICHE MUTUO CONSULENZE E AMMINISTRAZIONI PATTI CHIARI CON SERIETA, FIDUCIA E PROFESSIONALITA I nostri annunci sono anche su MEDE -Villa d epoca indipendente in zona centrale con sedime esclusivo e doppia autorimessa. Sviluppata su 3 livelli fuori terra ed uno semi-interrato. Parzialmente ammobiliata. Libera e subito abitabile. Prezzo ,00 trattabili MEDE- Cascinale indipendente composto da: cucina/sogg., bagno, 3 camere da letto, orto, giardino, 2 autorimesse e ampio sedime. Prezzo ,00 Trattabili MEDE- VERO AFFARE- Appartamento termoautonomo, al piano primo, completamente ristrutturato a nuovo. Composto da: ingresso, cuoci vivande, sala da pranzo con balcone,camera matrimoniale, camera doppia e bagno con vasca idro-massaggio. Rustico nel cortile,. Prezzo uro ,00 Trattabili MEDE- Appartamento al 2 piano con buone rifiniture, zona centrale, soggiorno, cucina, camera matrimoniale, camera singola, bagno e balcone. Climatizzato e riscaldamento autonomo. No spese condominio. Prezzo Euro ,00 trattabili. MEDE-in zona centrale, villetta composta da ampia autorimessa, locale caldaia e ripostiglio al P.T., ingresso, soggiorno, cucina, camera matrimoniale, camera doppia, bagno e balcone al P.1. Sedime di proprietà.prezzo uro ,00 MEDE: VENDESI TERRENO EDI- FICABILE di oltre Mq in zona semicentrale. Posizione ottima. Frazionabile in lotti. Molto interessante Prezzo e trattative in agenzia.. MEDE - Appartamento in via Invernizzi in fase di ristrutturazione con possibilità di personalizzarne gli interni e le finiture. Prezzi e capitolati in Agenzia. MEDE - Villetta ristrutturata recentemente sviluppata su due piani. Seminterrato: cantina, locale caldaia e ripostiglio. Piano rialzato: ingresso, soggiorno, sala da pranzo,cucina, camera e porticato. Corpo secondario sviluppato su due piani: cucina, soggiorno, bagno, camera e balcone. Autorimessa in sedime esclusivo, ampio giardino. MEDE-Villetta indipendente sviluppata su due livelli composta da: locale pluriuso, cantina, locale caldaia e autorimessa al piano terra, corridoio, soggiorno, cucina, camera matrimoniale al piano primo. Prezzo uro ,00 Trattabili Trattative in agenzia. MEDE - GOIDO Immobile da ristrutturare, indipendente, 5 vani utili + servizi, cortile esclusivo, orti e rustici trasformabili in autorimesse. Prezzo interessante. Euro ,00 trattabili MEDE- appartamento con ottime caratteristiche e rifiniture. Zona semicentrale composto da: ingresso, soggiorno, cucina, camera matrimoniale, camera singola, bagno e balconi. Doppia autorimessa, sistema d allarme. Nuova caldaia e nuovo impianto elettrico. Pavimenti e serramenti recenti. Prezzo ,00 tratt. MEDE - Vendesi appartamento al 3 piano in complesso condominiale, con autorimessa e cantina. MOLTO INTERESSANTE Prezzo Euro ,00 trattabili MEDE- Villa indipendente su 2 piani e suddivisa in 2 appartamenti completamente indipendenti entrambi composti da: soggiorno, cucina, bagno, camera matrimoniale e camera singola con balconi e ampio terrazzo al P. 1. Sedime di proprietà esclusiva ideale per due nuclei familiari. Prezzo uro ,00 trattabili MEDE - Villetta indipendente da ristrutturare, in zona periferica composta da: soggiorno, cucina, corridoio, camera matrimoniale, camera singola e bagno. Ampio piano cantinato. Accessori, cortile ed orto. Autorimessa in cortile. Prezzo uro ,00 Trattabili MEDE- Appartamenti in zona centrale, termoautonomi e ristrutturati a nuovo con relative autorimesse. Di varie metrature, ottime caratteristiche e rifiniture. Terrazzi e balconi. Prezzi e trattative in Agenzia a partire da uro ,00 MEDE - Abitazione di corte indipendente su tre livelli. Piano terra: ingresso, autorimessa. Piano 1 : soggiorno, cucina, balcone con tenda. Piano 2 : camera singola, bagno, camera matrimoniale, ripostiglio e balconi con tenda. Buone rifiniture, climatizzato. Prezzo Euro ,00 trattabili. MEDE - Villa di ampie dimensioni, suddivisa in 2 appartamenti Termoautonomi cantina ed ampia autorimessa - sedime a giardino e cortile. Libera - Prezzo uro ,00 Trattabili. MEDE - Appartamento al secondo piano, in zona centrale, composto da: cucina, ampio soggiorno, camera matrimoniale, camera da letto, bagno. Balcone e Terrazzo. Dotato di autorimessa e cantina. Prezzo ,00 trattabili MEDE Vende o affitta fabbricato ad uso laboratorio orafo, immediatamente utilizzabile ed adeguato alle normative vigenti, ampie dimensioni in zona semicentrale. Prezzo e trattative riservate in Agenzia. MEDE Fabbricato indipendente su 2 livelli. P.P. : appartamento composto da: ingresso/soggiorno, cucina, tre camere, bagno. Ampio terrazzo. P.T. : taverna, lavanderia e ampia autorimessa. ottime rifiniture, climatizzato. Sedimi cortilizi fronte e retro. Prezzo ,00 trattabili MEDE- Fabricato Indipendente in zona centrale, sviluppato su due livelli. al P.T.: cantina, centrale termica e laboratorio,al P.P. appartamento composto da: soggiorno, cucina, ripostiglio, due camere singole, bagno camera matrimoniale e balcone.autorimessa e ampio sedime di proprietà. Tratt. in Agenzia

10 10 GENNAIO 2011 Il ritorno di Maurizio Donato Due motivi per candidarmi Si dice che lei fosse più deciso a continuare l impegno politico come consigliere provinciale, e non avesse più molta voglia di fare il sindaco. È vero? E in questo caso, cosa l ha convinta a cambiare idea? Due motivi. Prima di tutto, tante persone che mi hanno sollecitato a rimettermi in pista, e poi il declino morale a cui ho assistito in questi 10 anni di amministrazione del centrodestra. Pur partecipando ai consigli comunali, ma meno attivamente di prima, ho potuto osservare la città quasi dall esterno, soprattutto nella mia attività di operatore economico, e ho constatato che la situazione non è delle migliori, anzi è peggiorata, e non poco. Abbiamo perso o rischiato di perdere i servizi principali: l agenzia delle entrate, l Inps, l ufficio di collocamento, i servizi sanitari. L ospedale da anni è in una situazione di abbandono, con primari vacanti, e per le vaccinazioni bisogna andare a Mortara o a Garlasco. La casa di riposo è in un momento difficile, e ha bisogno di amministratori, non di una guida tecnica. La crisi economica che investe Mede oggi, è il risultato di una mancanza di fiducia nel futuro, che impedisce di andare avanti. Nel 2001 è stato chiuso il distretto orafo, che tra l altro ha sempre avuto una valenza sovra-comunale, ma non è venuto avanti nient altro per il commercio e l artigianato. Eppure Mede ha avuto un grosso finanziamento per i distretti diffusi del commercio... Sì, ma qui c è bisogno di sostanza, non di estetica. Il centro storico dovrebbe essere il cuore pulsante della città, invece è attraversato da un degrado che deve far riflettere. L espansione urbanistica si è decentrata, spostandosi verso l esterno, e i medesi non abitano più nel centro, che è invece occupato dagli extracomunitari. La questione sicurezza, tanto sbandierata, necessita una posizione ferma riguardo ai flussi migratori, che comportano dei problemi ancora non risolti. La situazione non è migliorata. In sostanza, mi candido come sindaco per dare un messaggio di fiducia. Mede ce la può fare, ma nella misura in cui verrà amministrata con la collaborazione di tutti i cittadini. Quello che è mancato, in questi anni, è il coinvolgimento delle varie categorie, del cittadino che deve essere messo al centro, e non marginalizzato. Quale futuro c è per i giovani, se sono costretti a trasferirsi per trovare un lavoro? Facciamo tornare Mede punto di riferimento per il territorio, ma prima di tutto per sé stessa. L esperienza di operatore economico mi ha insegnato che è proprio nei momenti di crisi che si può trovare una soluzione. La crisi è una faccia della medaglia: ma dietro si nascondono le opportunità. Se ne può uscire, insomma, ma non con gli slogan. Il tempo di pronunciarli, e sono già passati. Alcuni problemi, e le soluzioni possibili. Riqualificare il centro storico, ad esempio. È una cosa che si può fare se il Comune dà ai proprietari delle case degli incentivi fiscali, dei segnali d incoraggiamento. In questo modo il centro storico tornerà ad essere davvero al centro della città. L assessorato comunale al turismo di Mede è perfettamente inutile se non ci sono strutture ricettive con posti letto, che possano permettere ai turisti di fermarsi sul territorio per qualche giorno. Si è costruito molto, ma poi non è arrivato nessuno, e si è creato un usato, che è il centro storico. Quali grosse imprese sono rimaste, a Mede? Il Comune, l ospedale, la casa di riposo, e una sola azienda privata. Il primo a credere negli investimenti pubblici, dev essere proprio il Comune. Forse sarebbe stato meglio fare qualche festa in meno, e prestare più attenzione allo sviluppo economico della città, partendo dai settori trainanti. Parliamo del teatro Besostri. Io sono tra quelli che lo ritenevano non indispensabile, ma riconosco che è una struttura ottima, e con programmi di alta qualità. Ora si tratta solo di allargare la partecipazione a qualche privato, e ridurre il coinvolgimento economico del Comune. Ciò che viene più spesso rinfacciato al Pd, a livello nazionale, è di chiudersi nell anti-berlusconismo, senza saper proporre un alternativa, e di non essere capace di unire le varie forze politiche della sinistra. Che ne pensa? Sono d accordo: che Berlusconi non abbia lavorato bene, è sotto gli occhi di tutti. Bene, allora come se ne esce? Occorre meno litigiosità interna: agli italiani non gliene può fregare di meno che Veltroni non vada d accordo con Bersani, e via dicendo. Le proposte alternative ci sono, ma purtroppo si dà troppo risalto al contrasto, allo scontro interno, ed è questo che la gente avverte. Cosa caratterizzerà la sua lista? Sarà aperta anche ai moderati delusi dal centrodestra. Sono un militante del Pd, non lo nascondo. Ma voglio amministrare la città, non il partito. Sicuramente farà parte della lista chi ha partecipato alle primarie, a partire dal giovane Roberto Fiocco, che politicamente è uno sconosciuto. Conto molto su di lui, perché ha dalla sua parte la freschezza delle idee, anche se non l esperienza. Che possibilità ci sono di una convergenza con la lista civica di Claudio Daglio? Avete mai pensato di lavorare insieme? Siamo arrivati alle primarie del Pd solo dopo aver contattato Daglio per cercare un intesa, una collaborazione. Ma ci è stato risposto picche. Di cosa ha più bisogno Mede? Rilanciare l economia e il lavoro, per non perdere tutto ciò che abbiamo acquisito in 50 anni. In questo senso cosa può fare un sindaco per avere la meglio su istituzioni superiori, che magari hanno già deciso tutto? Quando le ferrovie volevano chiudere la stazione, ci siamo battuti. Non è il servizio che vorremmo, ma c è. Volevano chiudere anche gli uffici finanziari, ma siamo stati a Roma con i cittadini, e abbiamo fatto sì che non fossero soppressi, ma solo parzialmente ridotti. Pure l ospedale ha rischiato la chiusura, e anche in questo caso abbiamo fatto una battaglia, ma non da soli, coinvolgendo anche l opposizione: cosa che, tra l altro, l amministrazione di adesso non ha mai fatto. Insomma, magari ci sono cose che non potrai cambiare: ma almeno provaci. Per questo dico che ci vuole un po più di fiducia, anche per offrire qualcosa ai giovani. Altrimenti Mede diventerà un città-dormitorio. Facciamo in modo, insomma, che l equilibrato sviluppo della città passi dalla salvaguardia del territorio. Servizio di Davide Zardo MACELLERIA LUNATI Pieve del Cairo Via Roma 78- tel Ritorna a gennaio LA BORSA DELLA SPESA 1 Kg. macinata per ragù 1 Kg. di bollito con osso 1 Kg. polpa magra o muscolo 1 Kg. braciole o costina di suino 1 pollo o 1 gallina TUTTO A SOLI 29,80 euro BORSA SPESA EXTRA tutti i prodotti sopra elencati più 1Kg. di fettine il tutto a soli 39,80 euro Abbiamo anche la carne di cavallo e la polpa di asino Consegna a domicilio gratuita in tutti i paesi limitrofi

11 GENNAIO Roberta Gemelli Quella breve illusione Dalla Francia al Brasile Eppure la giornata era cominciata nel migliore dei modi; la sera precedente la lettura di un buon libro ad accompagnare l arrivo di un sonno pesante e ristoratore, il suono della sveglia tranquillo e poco stressante, una promettente giornata di sole anche se fredda, la prospettiva di tornare in ufficio dopo alcuni giorni di festa, una giornata di calma fatta apposta per sbrigare tutti i lavori lasciati in sospeso. Ahimè!...Breve illusione!!!!! Se il percorso sino al casello sembrava non tradire le prospettive, è bastato entrare in autostrada per trovare un altro mondo, o meglio, il solito mondo. Qualcuno dovrebbe spiegare l uso degli abbaglianti a quel gentile signore con automobile scura rigorosamente di grossa cilindrata che ha tanta fretta da superare abbondantemente i 150 km orari. Se poi le corsie sono tre, è plausibile che quella di destra possa essere percorsa anche ad una velocità un po meno sostenuta, visto che questa mattina ci siamo svegliati tutti presto proprio per l occasione. Camicia bianca, cravatta, auricolare.fuori meno 6 ma lui ha caldo, ha fretta, sta gridando contro non so chi e deve passare perché deve lavorare e produrre io invece vado a fare un pic nic, direzione tangenziale. Altri chilometri, altra fauna Lei con una mano sta reggendo il telefonino, con l altra sta sfumando il rimmel, con i gomiti ( o forse le ginocchia) guida e ride..rigorosamente in corsia centrale con un camionista dalla nazionalità indefinibile e dall aria un po inquietante che le sta a circa 30 centimetri puntando gli abbaglianti per passare. Non le importa nulla, continua a ridere ed azzarda anche una perfetta riga di kajal sulle palpebre quando si rallenta un po per un breve tratto. Ci stiamo avvicinando alla barriera, fortunatamente, la radio continua a gracchiare in sottofondo ma lo spettacolo continua. Mi imbatto nell ordine in: -almeno tre uomini sciagurati che tagliano di netto dalla terza alla corsia d emergenza incuranti di tutto il resto per deliziare i passanti con le loro esigenze fisiologiche a sportello aperto..( sara il freddo e verranno da molto lontano?!?!?) -un enigmista frustrato che probabilmente si è impantanato da ieri sera sull ultimo Bartezzaghi e non si rassegna -quello che vuole arrivare in ufficio e commentare per primo le ultime sulla squadra del cuore e tiene la gazzetta aperta sul volante mentre è in coda, ma, prudentemente, in corsia di destra. La speranza di una giornata diversa dalle altre è gia svanita, lo spirito del Natale non ha nemmeno migliorato il ghigno della signora del casello che mi ribalta le monete di resto con aria poco benevola e nemmeno mi guarda, eppure le avevo sorriso Ce la possiamo fare, è stato gia abbastanza faticoso ma ho raggiunto il calore rassicurante della mia sedia, del mio pc, della mia scrivania. Almeno il collega che arriva mi sorride, se non altro per spirito di condivisione lui, vero eroe, lotta ogni giorno in tangenziale,.. io, in confronto, mi sento una dilettante. Una sfida a cui si sta preparando Luca Sabiu, marito della medese Monica Casone. Sfidare lʼoceano in solitaria a bordo di una barca lunga solo sei metri e mezzo. Un percorso di oltre 4 mila miglia con partenza da La Cherente-Maritime, in Francia, per raggiungere Salvator de Bahia in Brasile. Una gara alla quale partecipano solo gli ottanta migliori skipper del mondo. Unʼimpresa per veri appassionati. Affrontare questa prova - spiega Luca Sabiu - è una prova di coraggio, ma soprattutto una sfida con le forze della natura e i propri limiti. Per vincere ci si deve concentrare sullʼobiettivo perchè è con la forza di volontà che si vincono le sfide Anche lʼallenamento è molto duro paragonabile a quello militare; per portare a termine il viaggio occorrono circa venti giorni ed il fisico deve essere in perfette condizioni. Si dorme soltanto venti minuti ogni ora perchè lasciare lʼimbarcazione senza timoniere, in balia del vento e delle onde, è impensabile. La mia fortuna più grande - prosegue Luca Sabiu - è quella di avere mia moglie Monica sempre pronta a spronarmi; insieme ai miei due figli forma il mio motore. Se si riesce a portare la barca al traguardo è comunque una bella e soddisfacente vittoria. IMMOBILIARE LE CASE C.so Cavour MEDE - Tel. e fax : 0384/ MEDE - Corso Cavour, appartamenti di varie metrature in corso di costruzione. Indipendenti, finiture di pregio Prezzi a partire da: Euro ,00 LOMELLO: centralissima ed ottima proprietà completamente indipendente costituita da grande cucina-pranzo - salone con camino - studio - 3 camere - 2 bagni - grande lavanderia - box - cantina e accessori. Libera! Trattative in agenzia VALLE LOM - ville singole monopiano a due o tre camere da letto in corso di costruzione. Finiture personalizzabili. Vasta scelta di materiali. Capitolati in agenzia Prezzi a partire da ,00 MEDE- V.le I Maggio - abitazione indipendente di circa Mq. 100, parzialmente da ristrutturare con terreno esclusivo recintato e doppio box. Libera al rogito ,00 trattabili MEDE - Largo Generale Magnani villette a schiera in corso di costruzione in nuova lottizzazione. Ogni villetta é composta da cucina, soggiorno, 2 bagni, 3 camere, porticato e grande terrazzo. Giardino privato.box. Capitolati ottimi. Prezzi a partire da ,00 euro. MEDE-Via Mattei - appartamenti indipendenti in piccola palazzina di nuova costruzione con annesso box e posto auto. Alloggi al P.T. con giardino esclusivo. Alloggi al piano 2 con terrazzi coperti, pannelli solari ed isolamenti di ultima generazione. FRASCAROLO - in nuovo quartiere residenziale si prenotano ville singole a due e/o tre camere da letto con ottime finiture, vasta scelta di materiali, caldaie a condensazione, pannelli solari, isolamenti di ultima generazione. Progetti in corso. PREZZI A PARTIRE DA ,00 LOMELLO-Ottima villa indipendente in perfette condizioni, cucina - grande salone - 2 camere - bagno - doppio box -porticato - lavanderia cantina, Libera 4 lati con grande giardino ,00 trattabili MEDE- V.le Unione Sovietica, quartiere residenziale " Le Querce " ultime 2 ville a schiera in corso di costruzione. Cucina salone - 3 camere da letto - 2 bagni - grande box - lavanderia - porticato e grande terrazzo. TORRE BERETTI- splendida villa indip. composta da: cucina,salone, 3 camere,bagno, grande cantina,lavanderia e box. Ampio terreno proprietà. Euro ,00 molte altre proposte in agenzia e sul sito Compra vendita-perizie-stime gratuite-pratiche di mutuo e consulenza tecnica dal compromesso al rogito

12 12 GENNAIO 2011 Ferrera: tra il 1910 e il 1918 Piccole e grandi vicende raccontate da Umberto De Agostino La saga di Ferrera, che meritoriamente Umberto De Agostino ha iniziato a raccontare alcuni anni fa, continua con questo libro che tratta le piccole e grandi vicende che si susseguono nel nostro paese tra il 1910 e il Piccole e grandi vicende perché dalle pagine emerge, in modo esemplare, come le tensioni, i contrasti e le aspirazioni che tengono banco nel microcosmo lomellino sʼinquadrino in quelle che, con conseguenze assai più gravi e tragiche, scuotono lʼitalia e lʼintera Europa nel corso di quegli anni. Ancora una volta emerge la sostanziale sintonia tra la grande Storia, quella nazionale e internazionale, e la piccola storia di una comunità locale e delle persone che ci vivono riproponendo così un irrisolto problema a livello storiografico: quello di capire se sia stata la prima a determinare le aspirazioni, i sentimenti e gli atti concreti degli individui oppure se sia stato il simultaneo e corale sentire degli uomini e delle donne di un determinato momento a decidere i mutamenti di fondo della società. Domande impegnative cui non è possibile dare risposte certe e definitive, ma che tuttavia il libro inevitabilmente pone ai lettori. Dagli archivi e dai giornali che De Agostino ha diligentemente esaminato, emergono alcuni tratti che caratterizzano quegli anni. Innanzitutto, cʼè lʼepocale e rivoluzionario sconvolgimento della secolare supremazia politica e amministrativa da sempre in mano ai proprietari e, in misura ancora più ampia, ai fittabili delle grandi tenute agricole, con il contestuale passaggio del potere nelle mani delle masse contadine, ormai profondamente politicizzate e sindacalizzate. Le centinaia di braccianti, che vivono in condizioni di acuta povertà pur in attesa di una rivoluzione promessa loro dai venerati apostoli del socialismo, compresero di avere in mano due formidabili armi che il progresso civile e democratico aveva dato loro: il voto e lo sciopero. Infatti, il suffragio universale, seppur limitato ai soli uomini, consentì di togliere il potere dalle mani di chi, in virtù dei beni posseduti, da sempre lo aveva esercitato e di passarlo ai rappresentanti delle masse contadine e delle minuscole attività artigianali e commerciali; un passaggio difficile e impegnativo, cui gli stessi dichiarano pubblicamente di sentirsi impreparati. Da qui gli inevitabili errori, le immotivate corse in avanti, le impuntature ideologiche inutilmente conflittuali che determinarono spesso il fallimento di tentativi generosi di migliorare le condizioni di vita delle classi più povere. Con lʼaffermarsi del socialismo, si assiste anche a Ferrera al sorgere di un deleterio aspetto che sembra rappresentare una sorta di perenne maledizione che affligge le forze progressiste dʼitalia: la spinta alla differenziazione e alla divisione con lʼinevitabile corollario di espulsioni e di scissioni. Anche nel nostro paese emergono tensioni tra riformisti e massimalisti che ostacoleranno una coerente e chiara azione amministrativa, spesso bloccata da polemiche e inutili impuntature come il tentativo di togliere i crocefissi posti in capo al letto dellʼ ospedalino creato dal medico. Lʼaltra straordinaria conquista in mano ai lavoratori consiste nellʼarma dello sciopero: uno sciopero, quello agricolo, che assume necessariamente toni di particolare tensione e spesso di violenza. Diceva Guareschi, in uno dei suoi indimenticabili libri, che è molto più facile fare uno sciopero nelle fabbriche cittadine perché basta spegnere le macchine e riaccenderle una volta finita la protesta, ma in campagna la cosa è assai diversa perché i raccolti marciscono nei campi e le mucche muoiono nelle stalle. Per questo gli scioperi da noi, negli anni di cui stiamo parlando, sono spesso caratterizzati da scontri violenti che, in alcuni casi, sono diventati quadri incancellabili di unʼepopea che per decenni ha scaldato i cuori dei nostri contadini. Giustamente De Agostino ricorda lo sciopero del 1912 con le donne di Ferrera sdraiate per terra per impedire che i crumiri andassero a lavorare nei campi, con le cariche dei carabinieri, gli arresti e i processi che diventano tribune oratorie per i difensori socialisti. Chi vuole avere unʼidea di quei momenti può vedere le splendide immagini di Novecento di Bertolucci. Ma un altro aspetto emerge in tutta evidenza dalle pagine del libro di De Agostino ed è la rinnovata presenza del mondo cattolico nellʼambito della vita civile di Ferrera. La realtà ecclesiastica, nei decenni di fine Ottocento, era stata progressivamente emarginata da parte dellʼamministrazione comunale ispirata da un liberalismo fortemente anticlericale. Lʼautorità della Chiesa, però, risulta profondamente indebolita dal nuovo credo propugnato dai conferenzieri socialisti altrettanto anticlericali che, in misura sempre più ampia, va a influenzare le masse contadine legate da sempre al messaggio evangelico e ai riti della tradizione cattolica. È quindi questa la realtà doppiamente difficile in cui si trova a operare il nuovo parroco, don Antonio Cuzzoni, una straordinaria figura di prete che andrebbe riscoperta e il cui ricordo è rimasto a lungo tra la gente del nostro paese. Don Cuzzoni, ricorrendo anche al personale patrimonio familiare, nel giro di pochi anni intervenne provvedendo allʼampliamento del coro, alla costruzione della nuova canonica, alla realizzazione dellʼoratorio femminile, oltre a numerose altre opere di abbellimento interne alla chiesa. Ma la sua azione non si fermò a questa pur importante parte: egli favorì il sorgere delle strutture legate allʼazione cattolica e allʼassociazionismo confessionale. In particolare, costituì unʼassociazione comunemente definita Figlie di Maria che, oltre a chiare finalità devozionali, aveva scopi di mutuo soccorso tra le associate, diretto contraltare della Società operaia ormai saldamente nelle mani dei socialisti. Don Cuzzoni, nel ricordo di chi lo conobbe, oltre alle doti proprie di un uomo di fede, fu un combattente energico in difesa della porzione di Chiesa a lui assegnata. Giustamente De Agostino ricorda una memorabile processione del Corpus Domini preceduta da assai poche velate minacce da parte dei più accessi avversari e ugualmente svolta con la sola presenza di poche donne che portavano, in qualche modo, il pesante baldacchino. Lʼenergia del prevosto Cuzzoni non si fermò nemmeno davanti alla stessa autorità ecclesiastica, con cui si scontrò in nome dei diritti della propria parrocchia e che gli costò un intervento disciplinare da parte del Vaticano. Ma il libro che vi accingete a leggere contiene molto altro di quegli anni, pieni di sogni e di speranze che, di lì a poco, lo scoppio della Grande Guerra avrebbe definitivamente sepolto. Lʼaugurio che ci facciamo, e che soprattutto facciamo a De Agostino, è di continuare a conoscere la storia del nostro paese, la nostra storia. Infatti, ci aspettano anni particolarmente intensi e carichi di tensioni: il biennio rosso e la nascita dei Fasci di combattimento vedranno la Lomellina, quindi anche Ferrera, al centro di un processo che condizionerà la vita politica e sociale italiana per oltre un ventennio. Saranno anni di straordinaria tensione e di passione politica che vedranno, ancora una volta, contrapposte le forze organizzate del proletariato, che la vittoriosa rivoluzione bolscevica aveva ulteriormente convinto dellʼinevitabile e ormai prossimo crollo delle strutture democratiche e borghesi, e i vari movimenti che, saldandosi con gli interessi degli agrari, determineranno il formarsi delle squadre dʼazione votate al santo manganello. Giuseppe Zucca Centro Estetico BONINI ELEONORA saldi - saldi - saldi SCONTI dal 30% al 50% saldi - saldi - saldi Il tuo viso più splendente per San Valentino MEDE - C.so Vittorio Veneto,26 Tel Corso Italia, 49 - MEDE - tel

13 GENNAIO Una collega un amica un ricordo La morte della maestra Angela Maggi Marchese non ci ha colti di sorpresa, tutti noi abbiamo seguito con apprensione il tempo della dura malattia e poi della lunga agonia segnata da tanta sofferenza, anche dei su oi familiari. La Chiesa parrocchiale di Mede, gremita giovedì 9 dicembre, in occasione delle esequie, di fedeli, ma soprattutto di insegnanti, ex alunni, genitori, amici, ha testimoniato la stima e la gratitudine. Insegnante colta ed esigente. I bravi insegnanti sono esigenti perché sanno che solo esigendo, gli alunni danno, ma non dissociò mai lʼesigenza dallʼumanità e dalla comprensione della situazione di quel bambino, da una raffinata competenza didattica. La maestra Angela è stata un punto cardinale della scuola medese. Non possiamo dimenticare lʼhumor con cui smorzava ciò che in quel momento creava tensione. E tutto con signorilità anche nella battuta vivace. Tratti distintivi di una personalità dolce, rassicurante e determinata. Il suo eloquio pacato e appropriato, dal vocabolario sempre preciso e ricco, la sua disponibile cordialità, costituivano il veicolo per cogliere lo stile di unʼeleganza anche interiore. Poneva cura in tutto quello che faceva, sia che scegliesse un testo o un esercizio per i suoi alunni, acquistasse un capo di abbigliamento o scrivesse un verbale. Di questa testimonianza gli uomini e le donne di scuola devono essere orgogliose e grati, insieme con tutti i cittadini che ne hanno goduto e ne godranno i frutti. Grazie cara Maestra Angela. Siamo certi che nel mistero di Dio niente del tuo impegno e della tua sofferenza sarà sprecato, anzi è parte del nostro più vero e più prezioso patrimonio, così come ci ha indicato il parroco don Mauro, commentando la parabola delle vergini sagge, che non hanno sprecato il loro olio. Maria Grazia Demartini Al marito dott. Pier Roberto e la figlia dott.ssa Alessandra, lʼaffetto e il cordoglio della redazione di Tam Tam Mini Biblioteca a Breme Grazie alla donazione di alcune centinaia di libri da parte del Rotary Club Cairoli, lʼ Amministrazione Comunale in collaborazione con la dott.sa Emilia Mangiarotti e alcuni volontari, hanno catalogato i libri che verranno messi a disposizione. LʼAmministrazione Comunale con questa iniziativa intende colmare una lacuna che durava da circa trentʼanni; previo lʼ interesse da parte dei Bremesi, questo primo lotto di libri potrà essere integrato con donazioni di altre raccolte da privati che hanno offerto la loro disponibilità. Il sindaco Franco Berzero, confida che questa minibiblioteca possa trovare interesse, al fine di dare oltre ad una valenza conoscitiva e culturale, anche un momento di discussione e aggregazione. Giorni di apertura : martedì e sabato dalle 11,00 alle 12,00 ( info int. 1) Mensile indipendente d informazione e opinione autorizzazione Tribunale di Vigevano n. 5 del 20/09/1988 CALZATURE-PELLETTERIA-VALIGERIA-ABBIGLIAMENTO SPORTIVO-CASUALS E da oggi, due prestigiose marche, a portata di...piede SALDI ALL INSEGNA DEL RISPARMIO SALDI DA NON PERDERE PIEVE DEL CAIRO (PV)- Tel. 0384/ REDAVALLE (PV) - Via Emilia 61 - Tel. 0385/ Edito da: EdiLom s.a.s. Edizioni Editoriali Lomelline di Ottonelli Mauro & C. Via Cesare Arrigo 25- Mede Telefono: cell Direttore responsabile: Mauro Ottonelli Segretaria di redazione: Olimpia Roncaroli - Informatizzazione : Alberto Michelini Recapito e trasporto Angelo Bellone Pierangelo Boccalari Fotografi Alex Morandi - Leonetto Strambi - Gigi Strocco Hanno collaborato a questo numero: Angelo Bendotti-Giuliano Bertaia Don Mauro Bertoglio Emilio Bombardieri Giampiero Ceriana Don Francesco Cervio Mario Cigallino- Luigi Delbò - Mauro Depaoli Peppino Fizzotti-Roberta Gemelli Gian B. Leva - Cesare Panza Mara Perego- Ernesto Pollini Donatella Prina - Silvia Rabossi Simone Restelli - Flavio Romano Rodrigue Serafini-Paolo Soldati Sarah Vecchio - M.Chiara Villa Davide Zardo LA COLLABORAZIONE Eʼ A TITOLO GRATUITO Responsabili diffusione: Franco Valisi - Anna Maria Gatti Stampa : Edizioni Tipografia Commerciale s.r.l. - C.so Roma, Cilavegna - Indirizzo tiratura GENNAIO 2011: 9958 Periodico associato allʼuspi

14 14 GENNAIO 2011 Esattamente un minuto dopo la fine dei festeggiamenti di capodanno si inizia a pensare come potrebbero essere i prossimi 365 giorni e quello che si vorrebbe dallʼanno nuovo. Sono i sogni ad occhi aperti che ognuno di noi fa e che devono però fare i conti con la realtà più o meno dura, Ora, se restiamo nel campo dei sognisogni ci si può sbizzarrire allʼinfinito, ma se si va nel campo dei sogni potenzialmente realizzabili allora ci vuole uno sforzo maggiore per rimanere coi piedi per terra. A livello generale un sogno che ritengo, possa accomunare tutti gli italiani è riferibile ad una classe politica vicina alle esigenze del popolo, consapevole delle sue esigenze e non come lʼ attuale oramai impegnatissima a demolire gli avversari sul piano personale più che ad attuare una politica corretta. Impegnata più a sbraitare che a costruire; non si è nemmeno accorta che sullʼacqua non è passato il cadavere del nemico ma è passata la onorabilità delʼitalia tutta dando al mondo lʼimmagine di persone incollate alle cariche quando dovrebbero pudi- Il mondo dei sogni camente mollarle per molto meno. Lʼesagerato desiderio di demolire una persona sola ha sortito lʼ effetto di demolire molto di più. Altro sogno può essere quello di una giustizia più veloce ed equa, imparziale e decisa mentre la nostra, oltre a rincorrere verità di alcuni decenni fa, deve ancora dimostrare che non ci furono trattative con la delinquenza quando le difficoltà a dimostrarlo lascia obbiettivamente molti dubbi. Certamente si sogna di poter avere speranze di futuro per gli studenti e si sogna che questi non vadano alle manifestazioni con i caschi in testa. Si sogna pure che chiunque distrugga beni pubblici o privati paghi di tasca propria e non trovi tutta la comprensione che hanno coloro che devono decidere in tal senso. Il sogno del lavoro per tutti è un grande sogno perché offre la possibilità di sviluppare tante idee personali legati alla propria vita ed al proprio benessere senza, tuttavia, Giuliano Bertaia che prevarichi quello di altri: si intende lavoro vero e regolare. A tal proposito chissà quando si realizzerà un sistema fiscale equo e non oppressivo che stimoli più evasori a pagare le tasse. La speranza del benessere non può esulare dal discorso sanità che non deve diventare oggetto di bilanci continui ma trasparente sistema di soldi spesi bene: altrimenti non si cura più nessuno. Grandissimo sogno di un ambiente più vivibile dove tutti abbiano la consapevolezza del proprio ruolo senza subire, nel bene e nel male, solo le decisioni altrui. Un mondo beninteso dove si comprenda, finalmente, che non si può continuare a gettare rifiuti in strada dicendo che è solo colpa di altri. Finalmente potremmo vedere un poʼ meno traffico ma con mezzi pubblici efficienti se nel sogno si pensasse a qualcosa di diverso che non a costruire continuamente autostrade. Sognando in grande si può pensare ad unʼitalia più unita, che sia effettivamente Italia con i dovuti equilibri delle diverse entità ma che non sia continuamente demolita da astruse teorie che, nei fatti, non possono avere un senso compiuto. Si può continuare allʼinfinito a briglia sciolta tanto i sogni albergano solo nelle nostre teste. Se però qualcuno lo proiettiamo nel nostro piccolo mondo medese e lomellino si vede come i sogni eventualmente esauditi potrebbero migliorare la vita di tutti i giorni. Per esempio si potrebbe avere un calo dei numerosi furti perché qualche colpevole finirebbe nelle patrie galere con la giusta pena detentiva ed il territorio diventerebbe più vivibile. La circolazione locale migliorerebbe con strade più ampie, con i giusti investimenti non con una ennesima autostrada lomellina che di fatto favorisce molto i numerosi centri commerciali. Ciò genererebbe qualche opportunità lavorativa diversa favorendo possibilità nuove gestibili logicamente e con una mentalità di sviluppo e non di speculazione: il rispetto del territorio potrebbe diventare una forma innovativa di collaborazione fra diversi interessi. Anche il sogno di una realtà sociale diversa tendente ad un giusto equilibrio tra Italiani e stranieri senza aver timore ad essere tacciati di razzismo solo perché si parla dellʼargomento. Altro sogno più o meno locale è che le pubbliche amministrazioni possano continuare ad erogare servizi con un occhio attento alle vere priorità tralasciando i sogni di gloria non necessari. Sistemare la aree verdi, le costruzioni decadenti e spazio allʼimmaginazione. Buon 2011 a tutti. Sannazzaro dé Burgondi Via Vittorio Veneto 27/29 Tel. 0382/ Chiuso il mercoledì Riaperta nuova sala fumatori e nuova sala per riunioni - compleanni - coscritti Gradita la prenotazione

15 GENNAIO MEDE - Corso Italia, 5 - Tel Alessio Modonesi Marco Minchiotti MEDE: Zona Centro.In piccola Palazzina ottimo appartamento ristrutturato composto da: ingresso su sala, cucina abitabile, 2 camere da letto con parquet, bagno, box auto e cantina.risc. Aut.Climatizzata. Zero spese condominiali ,00 tratt MEDE Appartamento in zona centrale sito al piano secondo composto da : ingresso, sala, cucina, due camere da letto, bagno, ripostiglio, box auto e cantina ,00 tratt. MEDE- Villa indipendente di ampia metratura disposta su 2 livelli composta da: ingresso, salone doppio, cucina, 2 camere da letto, bagno, box e locali accessori oltre a giardino privato ,00 tratt. MEDE- In zona residenziale in piccola palazzina splendido appartamento completamente ristrutturato a nuovo sito al piano primo composto da: ingresso, sala, cucina, 2 camere, bagno, balconi oltre a box auto doppio. Risc. aut. Climatizzato.Zero spese condominiali. DA VEDERE!!! ,00 tratt. MEDE-Villa indipendente composta da: ingresso, sala, cucina, 2 camere e bagno al piano rialzato; locali di sgombero al piano seminterrato. Box auto e ampio giardino ,00 tratt. MEDE: Appartamento indipendente di recente edificazione composto da: ingresso, sala con cucina open space, 2 camere da letto, bagno, box auto e ampio terrazzo ,00 tratt. MEDE- Villa a schiera con giardino privato composta da: ingresso, sala, cucina abitabile, 2 camere e bagno al piano rialzato. Box auto e locali di sgombero al piano seminterrato ,00 tratt. FRASCAROLO villetta di corte composta da : box auto taverna e locali di sgombero al piano terra; sala, cucina e tinello, due camere da letto e bagno al piano primo ,00 FRASCAROLO -Residence I GI- RASOLI. Complesso di ville a schiera di ampia metratura con box auto e giardino privato. Dotate di tutti i confort e con un ottimo capitolato! Pronta consegna! ,00 PIEVE DEL CAIRO- Appartamento indipendente composto da : ingresso,sala, cucina e tinello, due camere da letto e bagno al piano terreno. box auto nella corte ,00 to e cantina ,00 tratt. TORRE BERETTI-Splendida villa a schiera di recente edificazione con: ingresso, sala con camino, cucina abitabile, 4 camere da letto, doppi servizi, box auto e giardinetto privato. Finiture di pregio!!! ,00 tratt. MEDE Splendido appartamento al piano terreno con giardino privato composto da : salone, cucina abitabile, due camere, doppi servizi e box auto ,00 tratt. MEDE: Casa indipendente con giardino composta da 2 unità abitative rispettivamente con: sala, cucina, 2 camere, bagno e box auto. Possibilità di vendita frazionata ,00 tratt. MEDE In zona semi-centrale casa indipendente completamente ristrutturata con: ingresso su sala, cucina, 2 camere da letto, ripostiglio e bagno oltre a cortiletto privato. AFFARE!!! ,00 tratt. Torre Beretti: Ottima casa indipendente composta da: ingresso su sala con camino cucina abitabile, bagno e lavanderia al pt; due camere matrimoniali e ampio bagno al p1. Box auto nel cortile privato. DA VEDERE!!!! ,00 MEDE Appartamento indipendente di ampia metratura sito al piano terreno con cortile di proprietà. Climatizzato.No spese condominiali ,00 tratt. MEDE: In zona residenziale stupenda villa bifamigliare di ampia metratura con finiture di pregio dotata di tutti i confort con giardino privato e box auto doppio. Informazioni presso i nostri uffici MEDE-Appartamento sito al secondo piano con: ingresso, sala, cucina, 2 camere, bagno, box au- Vuoi vendere o affittare il TUO immobile? Cerchi la TUA casa in affitto o in acquisto? Rivolgiti alla TUA Agenzia: DOMINA INTERMEDIAZIONI LA TUA BANCA NON TI ACCONTENTA? Oggi con PUNTO CAPITAL il nuovo Servizio finanziario puoi cambiar vita usufruendo di 20 istituti bancari di prim ordine NOI insieme a voi troveremo la soluzione più idonea alle vostre esigenze e possibilità Il miglior partner della famiglia IL RESPONSABILE DEL CREDITO GROUP MANAGER - TEL TI PROPONE: MUTUO ACQUISTO CASA possibilità di acquisto per qualsiasi esigenza: nuovo, usato e ristrutturazione. Gli importi sono finanziabili al 100% dellʼintera opertazione MUTUO DI SOSTITUZIONE-SURROGHE possibilità di sostituire il mutuo in essere con un nuovo prodotto più indicato al mercato dei tassi attuali. Senza pagare alcuna spesa aggiuntiva (notaio) MUTUO DI LIQUIDITAʼ possibilità di ottenere subito un importo pari allʼ80% del valore della casa di proprietà senza giustificarne lʼutilizzo. Esempio: acquisto licenze, attività, acquisto macchinari, ecc. ecc. PRESTITI PERSONALI E CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO possibilità di ottenere fino a Euro ,00 per una durata massima di 120 mesi PROMOZIONE PER TUTTI I CLIENTI CHE DESIDERANO ACQUISTARE LA LORO PRIMA CASA E ANCORA POSSIBILE EROGARE IL 100% DELL INTERO IMPORTO DEL FINANZIAMENTO UTILIZZANDO SIA I TASSI FISSI CHE IL TASSO VARIABILE CON UN TETTO MASSIMO DEL 5,50% COMBATTI LA CRISI: MUTUO DI CONSOLIDAMENTO + LIQUIDITA Ipotizzando un mutuo venticinquennale per acquisto casa di euro , finanziamento di euro , finanziamento di euro 8.000,00 = TOTALE EURO ,00 RATA MENSILE 1.180,00 EURO. Lo stesso mutuo per il medesimo importo erogato dainostri Istituti di Credito corrisponde per una rata mensile di : 595,00 EURO - TASSO FISSO MUTUO LEGGERO EURO ,00 RATA 387,00 tasso fisso EURO ,00 RATA 500,00 tasso fisso EURO ,00 RATA 580,00 tasso fisso EURO ,00 RATA 775,00 tasso fisso messaggio pubblicitario con finalità promozionali - U.I.C. n A32552

16 16 GENNAIO Pagina a cura di Cesare Panza Rinnovato il consiglio di circolo Rinnovato il consiglio di circolo che sovrintende alla gestione delle scuole primarie e statali dellʼinfanzia che compongono la direzione didattica di Mede. In tutto sette istituzioni scolastiche (quattro scuole primarie, tre scuole dellʼinfanzia) distribuite su quattro comuni (Mede, Frascarolo, Pieve del Cairo e Sartirana) e che accolgono 780 alunni. Presidente dellʼorganismo è stato nominato lʼing. Luca Chinaglia, di Mede. Ad affiancarlo come vicepresidente è stato designato un genitore di Frascarolo: Mattew Drago. Il compito di segretaria del consiglio e della giunta esecutiva sarà svolto da Rachele Pierri, direttrice dei servizi generali amministrativi dellʼistituzione scolastica medese. Completano la giunta esecutiva, di cui è presidente di diritto la dirigente scolastica Maria Grazia Demartini, per i genitori: Maria Rita Pais di Pieve del Cairo e Antonio Rossanigo di Mede; per i docenti: Augusta Ferraris di Mede; per il personale non docente: Roberta Chiara di Mede. Questi, invece, gli altri componenti risultati eletti nel consiglio di circolo. Genitori: Monica Martinoli e Roberta Marmo di Sartirana, Maurizio Zanada e Luigino Braga di Mede. I docenti eletti: Paola Camussoni (scuola primaria di Sartirana), Gianna Arpiani (scuola primaria di Mede), Giovanna Pregnolato (scuola primaria di Mede), Maria Rosaria Carlino (scuola primaria di Mede, Pinuccia Viceconte (scuola dellʼinfanzia di Pieve del Cairo9, Vilma Pinzi (scuola primaria di Mede), Augusta Angeleri (scuole primarie di Mede e di Pieve del Cairo). Il consiglio rimarrà in carica per un triennio. Stanziati euro di contributi Contributi per un ammontare complessivo di euro sono stati decisi dalla giunta comunale di Mede lo scorso mese di dicembre Questi, in dettaglio, i singoli stanziamenti: euro alla direzione didattica a sostegno di un progetto di educazione motoria nella scuola primaria Suor Maria Diletta Manera ; 500 euro alla Direzione didattica a sostegno di un progetto di educazione motoria nella scuola statale dell infanzia Giuseppe Soldati ; euro alla parrocchia Santi Marziano e Martino in segno di riconoscenza per la disponibilità dimostrata con la celebrazione di specifiche funzioni religiose in occasione di manifestazioni, ricorrenze e solennità; 500 euro a sostegno delle attività dell ospedale di Matany (Uganda); euro al Gruppo Alpini Gen. Franco Magnani per le iniziative svolte in campo culturale, sociale, sportivo e ricreativo; 400 euro all Associazione Mede da vivere e 200 euro al Gruppo Alpini di Mede per la collaborazione offerta nella rassegna natalizia di domenica 19 dicembre; 200 euro alla Sezione provinciale Alpini di Pavia per contribuire al progetto di dotarsi di una sede euro al Tennis club Mede Il parco per l attività sportiva svolta dall associazione. Notizie in breve Rinnovando una tradizione plurisecolare molto sentita nel mondo agricolo della Lomellina meridionale, lunedì 17 gennaio verrà ricordata a Mede la figura di S. Antonio Abate, protettore degli animali domestici e da allevamento. Coltivatori diretti, agricoltori e allevatori si daranno appuntamento alla messa che verrà celebrata dal parroco di Mede don Mauro Bertoglio alle 11 nella chiesa parrocchiale di San Marziano. Terminata la funzione religiosa, via ai festeggiamenti nei ristoranti della zona. La figura di S. Antonio Abate sarà ricordata anche a cura del gruppo Terza Età in un incontro in programma alle 15 a Cà Nosa, in via Manzoni. Sarà visitabile fino a lunedì 17 gennaio il superpresepe con oltre 300 personaggi allestito a Mede in via Silvio Pellico 70 da Giovanni Bordone. Info: Sono una trentina gli anziani di Mede che hanno aderito allʼedizione 2011 del soggiorno climatico marino organizzato dallʼamministrazione comunale. Accantonata la meta italiana (Finale Ligure) dellʼiniziativa per mancanza di adesioni, sarà Sharm el Sheik, in Egitto, ad accogliere i pensionati medesi a far data da lunedì 31 gennaio. Martedì 15 febbraio sarà a Mede don Sandro Lagomarsini per presentare il suo libro Ultimo banco, edito dalla Libreria Editrice Fiorentina (la stessa casa editrice di don Milani) con lʼintroduzione di Mario Lodi. Lʼincontro voluto dalla sezione lomellina ddellʼ AIMC (Associazione Italiana Maestri Cattolici) e dal Circolo didattico di Mede si terrà nel salone delle conferenze del centro pastorale di via Dante, alle Antica Falegnameria Artigiana di Prete Claudio & C. s.n.c. INFISSI DI QUALITA STUDIO DI PROGETTAZIONE Produciamo serramenti Porte interne - Scale Arredamenti su misura e zanzariere Preventivi e sopralluoghi gratuiti Pagamenti personalizzati-condizioni particolari alle imprese MEDE Viale Unione Sovietica, 85 Tel Fax

17 Lomello nella storia una presentazione di successo Pubblico attento e numeroso ma senza il sindaco e l assessore alla cultura GENNAIO Quale sfondo migliore dellʼantica chiesa di San Rocco, per parlare di Lomello, dei suoi monumenti e dei suoi personaggi? Unʼintuizione felice, grazie anche (nonostante tutto) alla disponibilità dellʼamministrazione comunale, che ha permesso a Gian Franco Magenta, nel pomeriggio di domenica 12 dicembre, di presentare la quinta ristampa del suo libro, Lomello nella storia, nellʼex oratorio cinquecentesco, ristrutturato alcuni anni fa. Una cornice quanto mai adatta, tra marmi, stucchi e affreschi, ad ospitare racconti dʼaltri tempi, tra sacro e profano: dalla testimonianza di Paolo Diacono (che conferma Lomello come luogo delle nozze tra la regina dei Longobardi, Teodolinda, e il duca di Torino, Agilulfo) al castello dei conti Palatini, passato ai Crivelli sotto Francesco Sforza, e per tutto il mese di maggio del 1859 quartier generale delle truppe austriache guidate dal generale Giulay; dalla biografia di Angelo Corini, fondatore del Gerontocomio lomellino, di don Innocente Cei e madre Caterina Magenta, al quaderno di una bambina di 9 anni che nel 1929 scrisse una serie di riflessioni su 52 soldati di Lomello uccisi nel primo conflitto mondiale. Quasi unʼora di racconti dalla viva voce dellʼautore, che nonostante la grande emozione ha saputo tener viva lʼattenzione degli ascoltatori, tra cui anche alcuni giovanissimi studenti in prima fila. Sono abituato a parlare in pubblico spiega Gian Franco Magenta ma quel pomeriggio, tra quelle antiche mura, mi sentivo strano, come circondato da qualcosa di indefinibile. Un fantasma? Un angelo? O forse semplicemente la presenza della Storia, che nei monumenti di Lomello si può letteralmente toccare con mano. Fatto sta che proprio lʼemozione ha permesso a Gian Franco Magenta di farsi tuttʼuno con gli ascoltatori, e di coinvolgerli maggiormente nellʼascolto, spiegando fatti e avvenimenti con termini comprensibili per tutti, e rispondendo volentieri alle numerose domande degli spettatori. Una capacità tuttʼaltro che diffusa, quella di trasmettere le proprie conoscenze agli altri senza farle cadere dallʼalto. Forse proprio per questo lʼattenzione del pubblico era totale, nella sala affollata e immersa nel silenzio: un silenzio antico, carico di storia. La nuova edizione di Lomello nella storia è in tiratura limitata (500 copie) e si può trovare in edicola e in libreria. Introvabile invece, nel pomeriggio di domenica, lʼassessore comunale alla cultura Massimo Granata, a differenza del collega di giunta Bruno Cerri (servizi sociali) e degli omologhi di Mede e Breme, Guido Bertassi e Carlo Bocca Spagnolo, che si sono complimentati personalmente con lʼautore. Assente pure il sindaco di Lomello, Giuseppe Piovera: Che, forse per giustificarsi spiega Tina, moglie di Gian Franco Magenta - si è affrettato a ripetere più volte che una presentazione così importante andrebbe fatta di sera, per avere più spettatori. Eppure la chiesa di San Rocco era piena: e il pubblico attento e soddisfatto, al termine dellʼincontro, si è messo pazientemente in fila per salutare lʼautore e chiedergli una dedica autografa sul frontespizio del volume. Insomma, cosa pretendere di più? Nulla, in fondo, se si pensa alla storia dellʼoratorio di San Rocco, molto caro agli abitanti di Lomello, che lʼavevano fatto costruire a proprie spese, senza aiuto da parte dei potenti. Un episodio emblematico, in grado di dare un significato tutto particolare allʼassenza di due rappresentanti delle istituzioni che, più di altri, avrebbero dovuto partecipare alla presentazione del libro. Davide Zardo Addio Aldo campione col broncio Quando Aldo Albrisio tirò la punizione, al limite dellʼarea, davanti alla barriera nero-azzurra, la palla fece una diabolica parabola ed andò ad insaccarsi nella rete, sotto lo sguardo sgomento del portiere della Mezzanese. Il portiere cominciò a pensare che a Lomello il diavolo non avesse solo costruito una Chiesa in una notte: questo succedeva cinquanta anni fa. Il nostro Aldo, prima di giocare nel Lomello, aveva già avuto notevoli esperienze nel calcio. Già allʼinizio degli anni ʼ50 si affacciò su questo mondo in una partitella di allenamento sul campo del Pavia. Lo osservava Alfredo Foni, già campione del mondo, che allenò il Pavia, lʼinter e la Nazionale. Quando Foni vide giocare il nostro, disse Quel magro lì lo voglio in squadra, parole che avrebbero esaltato ogni Dott. Monica Capisani Psicologa - Psicoterapeuta n O3/8053 Ordine della Lombardia riceve su appuntamento in Via Incisa 1 SANNAZZARO Tel giovane. Ma Aldo era un puledro indomabile e quando Foni cominciò a strapazzarlo, pretendendo allenamenti ma soprattutto disciplina, lʼaldo lo mandò senza tanti giri di parole a quel paese. Lì troncò una probabile carriera da professionista. Nel nostro ricordo di quei tempi, lui assomigliava a Schiaffino nellʼaspetto e nel gioco. Di Schiaffino aveva lʼaspetto: magro, sempre serio e con una specie di perenne broncio sul viso; non cʼè foto da calciatore che lo ritragga con un sorriso. Nel gioco aveva la genialità del campione sudamericano: lui era capace con semplici finte, magari senza palla al piede, di Torre Beretti e Castellaro srl disorientare gli avversari, di farli letteralmente sedere sul terreno. Sapeva in ogni momento dove erano i suoi giocatori e gli avversari, calibrava i lanci, faceva il gioco e disfaceva quello degli avversari, con dei trucchi quasi da illusionista. Siamo certi, e lʼidea non è solo nostra, che sia stato il miglior giocatore che abbia calcato i campi della nostra zona fino ai giorni attuali. Ma ad Aldo succedeva una strana cosa: quando entrava nel gioco o aveva la palla al piede si trasformava nel carattere. Diventava incline alla polemica ed assumeva quellʼaspetto imbronciato e serio che notiamo nelle sue foto. Per lui nessuna partita era un Bertelegni Dott.ssa Laura Omeopatia - Fitoterapia Dermocosmesi Autoanalisi Veterinaria per piccoli e grandi animali Da noi troverete sempre offerte su tanti prodotti per la vostra estetica! Auguriamo un felice2011 TORRE BERETTI - Via Frascarolo, 4 - Tel gioco e capitava che, se si misurava con dei ragazzi per una partitella scacciapensieri, aveva sempre qualcosa da contestare, da farne lamentele. Ma bastava che la partita finisse ed Aldo si trasformava; ci siamo sempre domandati che razza di allergìa Aldo avesse per il pallone. Nella vita quotidiana, fuori dal campo di calcio, era una persona espansiva che ti abbracciava, che ti faceva festa, che sempre dava generosità. Sarà difficile non averlo più tra di noi. Ma ci allevia il dolore immaginare che, lassù, ci stia osservando in divisa da calciatore, con un sorriso. c.c.

18 18 DICEMBRE 2010 Castelli in Lomellina dall alto in senso orario: castello di Cozzo, castello di Frascarolo, castello di Scaldasole, castello di Sartirana

19 GENNAIO Il nuovo portavoce del PDL medese, Antonio Vailati, mi conferma che il candidato dello schieramento PDL-Lega sarà Lorenzo Demartini attorniato dallʼattuale sindaco Giorgio Guardamagna, Patrizia Cerri e con tantissimi nomi nuovi, pronti ad un impegno fattivo per la propria città. Lo stesso Vailati, non usa mezzi termini nel dichiararmi: Sono alquanto sorpreso per la linea assunta dal Tam Tam in questi ultimi tempi nei nostri riguardi per cui lʼufficialità della lista la forniremo ad altri organi di stampa se si continuerà con questa posizione di polemica precostituita Riporto un ultima notizia di segno negativo riguardo allʼanno ormai alle spalle. Durante le feste di Natale e Capodanno sono finiti nella spazzatura generi alimentari pari a un miliardo e trecento milioni di euro; una piccola, ma non troppo, finanziaria. Questa notizia è riportata dalle associazioni di categoria specializzata in questi dati. Certo cʼè da preoccuparsi e non poco se si scopre che le stesse persone protestano sulle pubbliche piazze e fanno danni ad alri per pochi euro in più. I nostri stili di vita sono da rivedere e riportarli ad una più sobria condotta. Non fare il passo più lungo della gamba come ci insegnavano i nostri vecchi. I primi auguri di questʼanno 2011 vanno doverosamente ad una persona speciale che da ben trentasei anni opera nella nostra comunità medese con umiltà e tanta operosità. Il 1 gennaio ha compiuto i suoi primi novantʼanni e li porta con piglio giovanile e con il sorriso sulle labbra, infondendo coraggio e fiducia a chi lo incontra. Ora è ospite alla Casa di Riposo ma è attivo più che mai. Per chi ancora non lʼavesse capoito si tratta di Don Andrea Mittino a cui rivolgiamo un calorosa plauso con lʼaugurio di un operoso e duraturo servizio. Proprio in concomitanza con il messaggio di Sua Santità Benedetto XVI per la giornata della Pace, giunta alla 44a edizione, arrivava la notizia di una nuova strage ad Alessandria dʼegitto di cristiani riuniti in preghiera. Non ci sono ragioni plausibili per giustificare simili tragedie e questo vale per i mandanti e gli esecutori, salvo riscontrare un odio spinto allʼinverosimile contro una religione rimasta da sola come estremuo baluardo a difessa di certi valori che sono necessari per una convivenza civile ed un vero progresso per tutta lʼumanità. Sono ancora troppi i silenzi dei vari organismi internazionali che si trincerano dietro a ricatti di tipo commerciale, senza tenere in debito conto lʼaltissimo prezzo di vite umane. Con una copertura vergognosa di una certa stampa e di intellettuali radical-chic, il pluriomicida e terrorista Cesare Battisti non verrà estradato in Italia; questa è la volontà espressa dallʼormai ex presidente brasiliano Lula, dove Battisti si trova in carcere, almeno sino a febbraio. Ora la palla è passata al nuovo presidente Dilma Rousseff la quale, vorrei sbagliare, ma confermerà la linea del suo predecessore. Purtroppo devo rimarcare che i vari governi di centro sinistra e di centro destra hanno perlomeno sonnecchiato privilegiando i rapporti militari e commerciali. Alle vittime degli anni di piombo non mi resta Di tutto un po a cura di Angelo Bendotti che esternare vergogna e impotenza. Tutte le forze politiche presenti in Parlamento hanno apprezzato il discorso di fine anno del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano imperniato soprattutto sulle riforme e le politiche giovanili, senza le quali non cʼè democrazia e il futuro si presenterebbe alquanto incerto. Se tutti sono dʼaccordo, perchè non si procede alacremente su questa linea, isolando coloro che mirano a distruggere e non a costruire? Salvo qualche imprevisto dellʼultima ora quando leggerete queste note la RSA di Mede avrà un nuovo presidente nella persona di Stefano Leva, attualmente vice sindaco dellʼamministrazione guidata da Giorgio Guardamagna. Coltivatore diretto nativo di Mede il nuovo responsabile della Casa di Riposo e della Scuola Materna ha maturato una ventennale esperienza amministrativa. Con questa nomina tutto dovrebbe rientrare nella normalità dopo due commissari straordinari, con la speranza che a trarne giovamento siano i diretti interessati ossia gli ospiti di piazza Marconi. Al nuovo eletto un sincero augurio di operare per dare alla RSA medese quella continuità nella qualità che negli anni ha maturato la struttura medese. Un caro ricordo lo dedico a Enzo Bearzot, recentemente scomparso in una clinica milanese. Lʼemozione sportiva che ci ha procurato nel lontano 1982, quando lʼitalia calcistica si laureò campione del mondo, sotto la sua guida, è ancora ben viva nella nostra mente. Un uomo schivo che disdegnava di apparire nelle varie trasmissioni, per lo più sguaiate, e questo suo modo di essere lo ha penalizzato. In tutti però rimane lʼimmagine di una persona tutta di un pezzo: figura in via di estinzione. Poco più che ventenne il figlio del senatur Umberto Bossi, eletto consigliere regionale ha da poco assunto importanti incarichi, alla faccia dellʼesperienza e della capacità non ancora maturate. Come il digestivo Falqui: Basta la parola...!!! Per lʼennesima volta ritorno a sollecitare le autorità Provinciali circa lʼallargamento della sede stradale Mede-Lomello. Oltre che ai giochi di corrente e ai posti di potere si pensi alla sicurezza degli utenti, compito primario per corretti amministratori. Sponsor Miss Italia 1 FRANCHISING Vi aspetta con abbigliamento TEENAGER-UOMO-DONNA E ACCESSORI a Mede - Piazza della Repubblica 29 - Tel SALDI CON SCONTI DAL 20% AL 30% Da non perdere! Vieni a trovarci! F. l l i S E C R I di SECRI Geom. Giuseppe & C.- MEDE Strada Vecchia Caccialupa, 16 - Tel O MEDE Via Mattei Nuova costruzione di appartamenti in villa. Bilocali e trilocali con giardini privati

20 20 GENNAIO 2011 La televisione che vorrei Mario Cigallino Come ben noto, si è da poco concluso il passaggio dei canali televisivi dalla tecnologia analogica a quella digitale. Questo ha causato per tutti, chi più chi meno, parecchi disagi e costi aggiuntivi: costi per l'acquisto del decoder e per eventuali modifiche delle antenne. Chi invece aveva un apparecchio televisivo vecchio, è stato "indotto" ad acquistarne uno nuovo con decoder incorporato. Per gli anziani, un po' in difficoltà con le nuove tecnologie, è stato necessario chiamare un tecnico specializzato, per gli altri la scocciatura maggiore è stata quella di effettuare alcune sintonizzazioni dei canali. A tutt'oggi, nella nostra provincia ci sono ancora parecchi problemi, con canali che non si vedono o si vedono a macchia di leopardo sul territorio. Io posso ritenermi fortunato, poichè a pian terreno ricevo RAI 3 Piemonte e al 1 piano RAI 3 Lombardia! Sembra che all'origine dei problemi ci sia un orientamento non corretto dei ripetitori del Monte Penice. Quel che è certo è che, trattandosi di un passaggio imposto ai cittadini dallo Stato (a cui è stato imposto dall'unione Europea) avremmo apprezzato un' intervento pubblico per renderlo più agevole e meno costoso. Ok, basta lamentele. Veniamo agli aspetti positivi, che indubbiamente esistono. Prima di tutto la miglior qualità delle immagini, che mi è parsa fin dall'inizio piuttosto evidente, anche utilizzando lo stesso televisore. Poi ovviamente c'è l'accresciuto numero di canali che è possibile seguire: ora l'offerta televisiva è diventata davvero smisurata. Ci sono tutti i canali già visibili in precedenza, ma ci sono anche canali assolutamente nuovi; proprio da alcuni di questi, come RAI 5, RAI MOVIE, IRIS è possibile ri- cavare programmi interessanti, come films e documentari. L'offerta di films in particolare è decisamente aumentata, questa è una bella notizia per quelli che, come me, pensano che un buon film è un bel modo per concludere la giornata. Rimangono delle riserve sull'uso delle frequenze televisive: a giudicare i tanti canali ancora inattivi, ma già contrassegnati dai marchi RAI e MEDIASET, si direbbe che queste dispongono di gran parte delle frequenze, lasciando agli altri solo le briciole. Mi auguro che tra tutti questi canali si riesca a trovare da qualche parte un'informazione equilibrata e seria. Quello dell'obiettività dell'informazione è un problema col quale dobbiamo confrontarci in questi anni. I telegiornali delle varie reti televisive si assomigliano parecchio, forse troppo, tranne qualche eccezione. I servizi dedicati ai vari partiti politici sono spesso squilibrati in termini di tempo, un paio di giornaliste Ristorante si sono di recente licenziate perchè ritenevano la linea politica del direttore di rete "di parte". Ci sono poi programmi politici che hanno un orientamento ben preciso, e lasciano poco spazio al contraddittorio; del resto, gli scontri tra i protagonisti sono diventati sempre più cruenti. Mi piacerebbe che la politica non cercasse di condizionare i media: avere un'informazione libera è proprio una delle caratteristiche di un Paese Democratico. E' già stato deciso un nuovo ritocco del prezzo del canone RAI, mi chiedo se l'azienda merita questi soldi e come li spenderà. Secondo me dovrebbe farsi un esame di coscienza e cercare di migliorare la qualità dei suoi programmi. Certo, chi vuole accedere a una TV ancora migliore può rivolgersi ai canali a pagamento, abbonandosi a SKY o a MEDIASET PREMIUM. Questo comporta costi aggiuntivi, ma è l'ideale per chi è amante di un genere in particolare (films, in- trattenimento o sport). Concludo spiegando come potrebbe essere la TV dei miei sogni. Vorrei un'informazione più essenziale, che si limiti a raccontare in modo obiettivo i fatti senza tanti commenti e tante parole superflue. Vorrei che i più importanti avvenimenti sportivi (coppe europee e mondiali di calcio, tornei del grande slam di tennis, CdM di sci, olimpiadi, finali di basket, pallavolo, nuoto e altri sport minori) fossero accessibili a tutti, mentre in realtà si trovano solo sui canali a pagamento. Questi ultimi li riserverei solo ai "patiti" dei vari sport. Vorrei rivedere non solo i soliti films degli ultimi decenni ma anche certi capolavori del passato che le reti televisive sembrano aver dimenticato. Vorrei bandire dalla TV certi personaggi che fanno della maleducazione e delle parolacce i loro vessilli. Vorrei eliminare certe trasmissioni che trovo diseducative, inutili, di cattivo gusto. Ma è solo un sogno... Giovedi serata a tema su prenotazione Cucina creativa nel rispetto delle tradizioni Venerdi serata del pesce Menu personalizzati cerimonie - banchetti - meeting vi aspettiamo per le vostre ricorrenze importanti locale intimo dove i nostri clienti possono godere della migliore ospitalità Torre Beretti - Via Roma, 24 - Tel cell foto di Leonetto Strambi

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Edificio Ai sensi dell art. 3 del ordinanza sul Registro federale degli edifici e delle abitazioni, l edificio è definito come segue: per

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI

5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI 5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI In questo capitolo, dopo aver definito il concetto di «coefficienti correttivi», verranno esaminati nel dettaglio i coefficienti di riduzione previsti dalla Circolare del Ministero

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO ISTAT/PDC/NRE

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi:

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: Sono certo che Carlo è in ufficio perché mi ha appena telefonato. So che Maria ha superato brillantemente l esame. L ho appena incontrata nel

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E past PRESENT A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E Anni di esperienza e di tradizione nel settore dell edilizia, sono le nostre più care prerogative per offrire sempre il meglio

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto La Milano che (non) vorrei... 13 aprile 2014 Anche per oggi suona la campanella che annuncia la fine delle lezioni! Insieme ai miei compagni di

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Sempre collegato al tuo comfort con evohome

Sempre collegato al tuo comfort con evohome Sempre collegato al tuo comfort con evohome Pag 2 Comfort e controllo Comfort più controllo: proprio quello che puoi aspettarti da evohome Pag. 3 evohome Il sistema intelligente per il riscaldamento a

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Sono nati per l autoconsumo,

Sono nati per l autoconsumo, Il prodotto bio è fai da te Consumatori Li considerano troppo cari e con una tracciabilità inadeguata. Eppure gli shopper apprezzano sempre di più le referenze biologiche. Così decidono di coltivarle in

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO CEMENTO E SOLO CEMENTO Il futuro di Salò non può essere ancora di mattoni, di seconde case, di case vuote e di case invendute. La volumetria approvata (oltre 250 appartamenti) corrisponde a circa il 10%

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli