Anche quest anno è giunto il tempo delle festività

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Anche quest anno è giunto il tempo delle festività"

Transcript

1 a Vimodrone Periodico d informazione del Comune di Vimodrone Dicembre 2014 n. 6 anno XII Vimodrone si muove meglio Sosta, tariffe dimezzate per lavoratori e commercianti Primi 20 minuti gratuiti L Amministrazione approva le modifiche Polisportiva: Il GIUDICE Dà RAGIONE AL COMUNE Un augurio sincero per un sereno Natale ed un felice Anno Nuovo a pag. 3 cinture, sciarpe, magliette, portachiavi, dall, Amministrazione Comunale di Vimodrone portafogli, borse... e altro ancora! Via San Remigio 22 - Vimodrone - tel Natale con i tuoi valori: è un sorriso dal cielo, è la gioia nel cuore Gli auguri di Buone Feste dall Amministrazione comunale Anche quest anno è giunto il tempo delle festività natalizie, anche quest anno mi preme riconoscere che si incontrano ancora le difficoltà e gli affanni di quanti, nostri concittadini, così come negli ultimi anni di crisi economica, fanno fatica a fronteggiare problemi quotidiani quali la perdita del lavoro, la messa in cassa integrazione, la mobilità forzata. La precarietà è un elemento col quale dobbiamo confrontarci oggi con coraggio e fiducia: non dobbiamo permettere che si inserisca anche nei percorsi delle nostre vite, dei nostri affetti. Per dirla come Byrn Rogers facciamo che Il Natale è quel periodo dell anno in cui la gente scende nel rifugio della famiglia, intendendo che si riesca a mettere amore comunque, a farsi contagiare dalla gioia dei bambini, laddove ci sono, e dalla meraviglia che scaturisce attraverso lo sguardo dei loro occhi che sanno scrutare e scovare la bellezza nella quotidianità, e ancora, impariamo dall amore allo stesso tempo tenero e forte dei nonni che testimoniano l impegno e l atteggiamento costruttivo nei confronti della vita: si valorizzi comunque quel vincolo di solidarietà e solidità dei rapporti familiari duraturi e solidi. La sobrietà e le cose semplici ci aiutano a vivere meglio per noi stessi, e nella comunità nella quale operiamo restituendoci il senso della misura. Per dirla alla maniera dello scrittore Stephen Littleword il Natale è un sorriso dal cielo, è la gioia nel cuore, è scoprire che non solo a dicembre il Natale brilla nei nostri cuori. Ecco l augurio che faccio a tutti, di trasformare questa situazione di crisi in una occasione personale per riscoprire l essenza dei propri valori e delle proprie necessità vere da portare con sé per tutto l anno. Che la solidarietà familiare possa contagiare ed ispirare quella di comunità intesa come cammino comune: accompagnarsi, sostenersi a vicenda. Le istituzioni, che rappresentano i cittadini, tutti i cittadini sono a loro fianco. Hanno il compito arduo, per chi le rappresenta, di ascoltare, recepire, affiancare ma anche di guidare la crescita del senso civico e la realizzazione del bene comune, di tutti. In queste crisi bisogna evitare le contrapposizioni da tifoseria, le fratture insanabili e la ricerca di qualcuno o qualcosa con la quale prendersela: solidarietà, integrazione, collaborazione, cooperazione attenzione alle necessità e sostegno a coloro che si trovano in difficoltà sono valori irrinunciabili per una società moderna che guarda al futuro. Dal canto nostro, per quello che può competere ad un comune piccolo come Vimodrone e che è nelle sue possibilità, continueremo ad essere a fianco dei nostri concittadini. Infine vorrei ricordare tutti coloro che si ritrovano, per necessità o condizione temporanea o permanente a non essere circondati dagli affetti di qualche caro, di non chiudersi in sé stessi, di sperimentare la vicinanza dei concittadini, siano essi vicini di casa piuttosto che associazioni, che tanto si impegnano sul nostro territorio e perché no anche agli uffici pubblici: un invito al dialogo che scalda il cuore e che aiuta a sentirsi parte di una comunità viva per una cittadinanza attiva e partecipata. Auguri ancora a tutti! Il Sindaco Antonio Brescianini Prezzo Fisso a Mezzogiorno Pizza a scelta + Bibita o Birra 5,00 aperti domenica Mattina: Menù da 5 euro

2 2 Dicembre 2014 in primo piano Siamo un comune senza debiti rispettato il Patto di stabilità 2014 Sportello telematico, nuovi servizi on line per i cittadini Anagrafe, al via i nuovi servizi anche per separazione e divorzi Prenotazione carte d identità con appuntamento dedicato Il Consiglio comunale, nell ultima seduta del 27 novembre, ha approvato l assestamento di bilancio, del Questo atto formale congela, alla data, tutte le spese sia in conto capitale, che di parte corrente, al fine di garantire l equilibrio finanziario fra entrate ed uscite. L atto finale ed il relativo conteggio, sarà il bilancio consuntivo, che ogni amministrazione pubblica dovrà approvare entro aprile Mi fa piacere informare i cittadini che in questo anno, pur in presenza di un aumento di spesa di parte corrente rispetto all anno scorso del +3%, ed una diminuzione delle entrate del 5%, dovuta esclusivamente a mancati trasferimenti statali per circa il 70%, l Amministrazione ha potuto raggiungere il necessario pareggio di bilancio, utilizzando fondi resisi disponibili dall avanzo del 2013 e tenuti prudenzialmente a disposizione. Per quanto riguarda il gettito dei tributi locali dobbiamo segnalare una diminuzione dell Imu per gli immobili di tipo produttivo, dovuto alla perdurante e devastante crisi economica che colpisce il settore commerciale e produttivo. Tutto ciò premesso, la valutazione dell andamento dei conti è stata positiva e le maggiori spese sono state dovute a maggiori risorse destinate al servizio sociale, che è passato nell ultimo triennio da 2,1 milioni di euro a 2,5 milioni di euro. Per le spese in conto capitale, si sono verificati ritardi nella esecuzione delle opere a causa delle difficoltà economiche dell appaltatore delle case comunali di via Trieste, e a causa di difficoltà progettuali e di cambio di normative in corsa per quanto riguarda sia la pista ciclo pedonale di S. Giuseppe, che il completamento del nuovo municipio, comunque appaltabili all inizio del Va ricordato, tuttavia, che il comune ha destinato circa 400 mila per la manutenzione straordinaria delle scuole di via Fiume e Piave. Anche quest anno rispetteremo il Patto di Stabilità Interno e speriamo di ricevere contributi straordinari di premialità, continuando ad essere un comune virtuoso, così come nel 2012, quando ricevemmo da Roma 1,4 milioni destinati ad estinguere eventuali mutui. Li abbiamo utilizzati e quindi il nostro comune può fregiarsi (fra i pochissimi in Italia) del titolo di Comune senza debiti. In conclusione, dobbiamo, tuttavia, rilevare che ancora una volta il governo di Roma tratta i comuni allo stesso modo e taglia i trasferimenti di parte corrente in percentuale analoga a tutti. I fatti di Roma di questi giorni ed i fatti dell Expo o del Mose del recente passato, non sono serviti al Governo a distinguere fra chi amministra correttamente il denaro dei cittadini e chi invece lo usa in maniera a dir poco improvvida e quindi a premiare, una volta tanto, i meritevoli. Francesco Romano Assessore al Bilancio A partire dal mese di novembre i Servizi demografici del Comune di Vimodrone hanno avviato la fase di sperimentazione del nuovo progetto di prenotazione carte d identità, con alcuni appuntamenti dedicati il lunedì pomeriggio (nella foto il primo utente). La verifica della disponibilità e l eventuale prenotazione può essere effettuata attraverso apposito sistema on-line accessibile sul sito internet del comune di Vimodrone. Il servizio ha riscosso buon successo con un numero considerevole di prenotazioni spiegano gli operatori dei servizi demografici. Questo nuovo servizio sta riscuotendo apprezzamento soprattutto da chi, per ragioni di lavoro, ha maggiori difficoltà a recarsi in comune negli orari di apertura al pubblico, evitando così attese agli sportelli. Siamo altresì ad informare che, secondo l art. 12 della Legge n. 162/2014, a decorrere dall 11 dicembre scorso, è in vigore la possibilità per i coniugi di comparire direttamente innanzi all Ufficiale dello Stato Civile del Comune per concludere un accordo di separazione, di divorzio o di modifica delle precedenti condizioni di separazione o di divorzio. Tale modalità semplificata è a disposizione dei coniugi solo quando non vi siano figli minori o portatori di handicap grave o economicamente non autosufficienti, e a condizione che l accordo non contenga patti di trasferimento patrimoniale. Competente a ricevere l accordo è il Comune di iscrizione dell atto di matrimonio (e cioè il comune dove è stato celebrato il matrimonio), trascrizione dell atto di matrimonio celebrato con rito concordatario/religioso o celebrato all estero o residenza di uno dei coniugi. All atto della conclusione dell accordo dovrà essere corrisposto il diritto fisso pari a 16,00, con pagamento in contanti. ARCOBALENO EVENTI di Cinzia Stefanoni NOI CURIAMO TUTTE LE SFUMATURE DEL TUO EVENTO Organizzazione matrimoni, cerimonie, party, meeting aziendali e Realizzazione partecipazioni, inviti, bomboniere e IDEE REgALO per IL TUO NATALE Aperture straordinarie mese di dicembre: lun-ven dalle ore alle sab. dalle ore alle tel / Via Carrobbio, Cologno Monzese (MI)

3 Dicembre in primo piano Polisportiva: il Tar conferma la correttezza degli atti approvati dall Amministrazione Il Comune: Abbiamo operato al fine di perseguire la legalità e la tutela di un bene pubblico In merito alla questione della Polisportiva Vimodronese, tema dibattuto a più riprese in paese e anche in consiglio comunale spiega il sindaco Antonio Brescianini - una vicenda che mi ha personalmente coinvolto, anche emotivamente, a causa delle decisioni che l Amministrazione è stata costretta ad adottare in riferimento ad una realtà storica dell associazionismo locale, ho voluto porre all attenzione del consiglio stesso la comunicazione relativa al pronunciamento del Giudice amministrativo (avvenuto in data 21 novembre scorso ndr), relativamente al ricorso promosso dalla Asd Polisportiva avverso alla decisione dell Amministrazione Comunale di far cessare, anticipatamente, l affidamento della gestione del Centro Sportivo Comunale di via Pio La Torre alla società stessa. L Amministrazione comunale è giunta a questa decisione con ponderazione, dopo aver chiesto più volte alla Polisportiva di eliminare le anomalie e le gravi violazioni riscontrate nella gestione. Di fronte alla noncuranza da parte della Polisportiva delle richieste del Comune e al perpetuarsi delle gravi e continue violazioni alla concessione, l Amministrazione, l anno scorso, ha deciso di salvaguardare l interesse pubblico, riprendendo il possesso del centro sportivo. Su questo tema è stata sostenuta, da parte di alcuni continua il sindaco - una campagna strumentale e diffamatoria nei confronti dell Amministrazione Comunale. L Ente, avendo come obiettivo la garanzia del bene pubblico, ha operato al fine di garantire la continuità dell attività sportiva e ha atteso con fiducia la sentenza del giudice. A questo punto, ritengo sia doveroso sottolineare alcuni passaggi della sentenza, in virtù di quanto dibattuto pubblicamente: a più riprese, siamo stati accusati di avere agito in maniera illegittima; di contro il giudice ha sentenziato come il provvedimento abbia piena legittimità in quanto è basato su plurime violazioni del contratto di concessione (divieto di sub concessione totale o parziale, di comodato o di cessione a terzi a qualsiasi titolo anche gratuito; divieto di cessione della concessione; l obbligo, infranto a più riprese, di utilizzare la denomina- zione Impianto Sportivo Pio La Torre ; la violazione dell art.22 della concessione, per la mancata e/o parziale produzione della relazione economico-finanziaria annuale e del bilancio a consuntivo della gestione dell impianto sportivo). Per quanto riguarda le modalità d affitto degli impianti e degli spazi, il giudice ha rilevato una sostanziale abdicazione da parte del concessionario Polisportiva (ma anche del sub concessionario SDM) ai propri compiti di gestione dell impianto e di conduzione dei rapporti con l utenza, con manifesta violazione della convenzione. Il giudice ha sentenziato con chiarezza estrema che il diritto di sfruttare economicamente l impianto è stato esercitato in difformità delle prescrizioni della concessione, essendo state applicate tariffe diverse rispetto a quelle comunicate e con modalità non contemplate. Tale aspetto, accertato dall attività ispettiva del Corpo di Polizia Locale, iniziativa a suo tempo definita vessatoria e autoritaria, è riconducibile al prudente e normale modo di operare a garanzia della legalità e del controllo del territorio. Il giudice ha sentenziato altresì che è valida causa di decadenza la mancata produzione delle informazioni riguardanti i servizi forniti, l assegnazione e l utilizzo degli spazi da parte delle società con la rendicontazione delle presenze suddivise, oltre a una relazione economico finanziaria comprensiva dei costi e dei ricavi della gestione. Tale documentazione, evidentemente strumentale alla verifica dei flussi di cassa generati dalla gestione del centro sportivo (e, quindi, della sostenibilità dei vincoli sociali imposti alla gestione), per quanto espressamente sollecitata, non è stata recapitata all amministrazione. Infine, in merito alla contestata escussione della fidejussione, il Giudice ha sentenziato che l escussione costituisce pieno esercizio della clausola di garanzia della concessione e, sottolinea ulteriormente, come neppure le modalità di esercizio appaiono per qualsivoglia motivo abusive o tali da potersene inferire un uso emulativo. In definitiva ha concluso il Sindaco - la sentenza pronunciata dal Tar ha confermato quanto dichiarato dall Amministrazione circa la correttezza degli atti amministrativi approvati. Obiettivo principale è sempre stato la tutela del bene pubblico, il perseguimento della legalità e la promozione della pratica sportiva. Principi a cui questa amministrazione ha voluto attenersi, anche a fronte delle fortissime pressioni ricevute. Centro sportivo Pio La Torre: le prospettive future Qualità e polivalenza In attesa dell esito legale, l Amministrazione ha avviato in estate una procedura pubblica per individuare un operatore incaricato delle attività strumentali del centro di via Pio La Torre. La gara è stata aggiudicata all Asd Enjoy Sport per una durata di 8 mesi. Una soluzione ponte imposta dalla vicenda giudiziaria, che lascia la titolarità di gestione in capo all Ufficio Sport dell ente, mentre Enjoy avrà il compito di garantire l apertura e la chiusura del centro, di curare le manutenzioni ordinarie, le pulizie e tutto quanto necessario alla pratica sportiva. La società, già presente da alcuni anni presso il centro sportivo-natatorio comunale di Cernusco, è riconosciuta per la qualità dell offerta sportiva e porterà un prezioso know how. Ogni realtà sportiva vimodronese e non, privati compresi, continuerà ad avere la possibilità di utilizzare il centro con le tariffe agevolate individuate dal consiglio comunale, rivolgendosi all ufficio sport. Parallelamente, l Amministrazione ha mosso passi anche sul fronte strutturale del centro, partecipando a un bando regionale per finanziarne la ristrutturazione; l ottenimento di risorse esterne andrebbe a supportare gli interventi già programmati, finanziati ed, in parte, iniziati dal Comune. Acquisita la sentenza, si apre ora un percorso valutativo finalizzato a costruire il futuro del centro, ragionando sull aspetto gestionale nel medio-lungo periodo, ma calibrando anche un ripensamento funzionale delle aree (si pensi al ripristino della pavimentazione in linoleum del pallone, rimossa dal gestore precedente) con l obiettivo di permettere alle nostre associazioni che praticano sport indoor, anche non calcistici, di usare finalmente tale spazio. L obiettivo politico è quindi quello di chiudere questa parentesi negativa e restituire ai vimodronesi, quanto prima, un centro pubblico in piena efficienza. M e r c e r i a & i n t i M o D o n n a La tua merceria Filati in lana e cotone Capi lavorati a mano per tutte le età Corsi di maglieria e uncinetto Ogni cinque lezioni (da 50 minuti) una in omaggio Strada Padana Superiore, Vimodrone - tel

4 4 Dicembre 2014 sicurezza Una città per tutti, le istituzioni sono vicine ai bisogni della gente Con l opuscolo Sicuri insieme, una campagna di prevenzione a favore degli anziani Numeri telefonici delle forze dell ordine, consigli su come evitare truffe e raggiri, in casa o durante i prelievi bancomat, il ritiro della pensione: queste le informazioni raccolte nell opuscolo Sicuri insieme campagna di prevenzione a favore degli anziani. Una pubblicazione voluta dal Comando di Polizia Locale del Comune di Vimodrone, progetto cofinanziato da Regione Lombardia. La brochure verrà distribuita in 3 mila copie e contiene consigli e pratiche utili per la popolazione anziana. A partire da questa settimana spiega il comandante della Polizia Locale di Vimodrone, Gianni Pagliarini le brochure (scaricabile anche dal sito web dell ente) verranno distribuite gratuitamente presso alcuni punti come il Centro anziani Cascina Tre Fontanili, la sede dell Università delle tre età, il Municipio, la biblioteca e i medici di base. Il progetto di prevenzione è già stato presentato in quattro diversi incontri, lo scopo è quello di dare consigli utili alla cittadinanza e nel contempo rafforzare il legame con le forze dell ordine. Particolare attenzione viene data dall opuscolo ai tentativi di truffa porta- a-porta, dove dei malintenzionati si fingono agenti (tal volta anche in divisa) o dipendenti di società di pubblica utilità per introdursi in casa di anziani o per farsi dare somme in contanti. In questo caso il consiglio è sempre uno: nel dubbio non aprire, ma verificare chiamando la sede della Polizia Locale. Nella pubblicazione sono riportati una serie di suggerimenti che sono il frutto dell esperienza maturata dalle forze dell ordine spiega il sindaco Antonio Brescianini nonché il sunto di una serie di domande che i cittadini pongono spesso quando chiamano la Polizia Locale o i Carabinieri. L obiettivo di questo progetto è promuovere una maggiore sicurezza sul territorio nell accezione di una ordinata e civile convivenza. Il ruolo importante dei vigili di quartiere Sono veri e propri sportelli mobili a disposizione sul territorio Il Vigile di Quartiere è una delle specializzazioni più complesse e delicate del variegato mondo della Sicurezza Pubblica: in questa figura vengono sintetizzati quasi tutti gli aspetti e l esperienza della Polizia Locale. Le doti più importanti, per chi svolge questa mansione, sono la capacità di comunicazione, un altissima capacita psicologica, una notevole esperienza sul territorio e conoscenza tecnico giuridica. I Vigili di Quartiere sono dei veri e propri sportelli mobili sul territorio comunale, capaci di informare il cittadino su tutte le problematiche riguardanti le regole del vivere comune. La loro efficacia è strettamente legata alla capacità di reazione degli organi territoriali del comune di appartenenza. In apparenza facile, ma, a causa delle dinamiche burocratiche particolarmente complesse delle leggi italiane, non sempre raggiunge livelli di efficienza adeguati. Il Comune di Vimodrone è uno dei pochi comuni lombardi ad avere un servizio di vigilanza appiedato costante e diffuso: ben 5 vigili controllano quotidianamente, per 12 ore, le 5 zone nelle quali è diviso il paese con particolare attenzione al centro storico che risulta essere la zona più popolata e trafficata. Gli interventi effettuati quotidianamente sono di ogni ordine e tipo: dalla segnalazione di anomalie sul territorio, al soccorso per malore; dalla sorveglianza dei parchi, al controllo delle soste e della viabilità; dal fornire informazioni, all ascolto degli abitanti; dalla vigilanza delle stazioni della metropolitana, alla tutela dei cittadini; dalla verifica dei cantieri, alle azioni di polizia di sicurezza. La relazione con il cittadino è intensa e continua, protesa a creare un rapporto di fiducia e collaborazione. Il legame con gli abitanti di Vimodrone, costruito sulla reciproca fiducia, riguarda ogni aspetto della quotidianità ed è appunto questa interazione la base di un sistema di controllo capillare su tutto il territorio. Infatti, è il Vigile di Quartiere il collegamento con le associazioni di volontariato che agiscono sul territorio: Nonni Vigili, Guardie Ecologiche, Ambulanze e Protezione Civile. Proprio la vicinanza con le cittadine e i cittadini vimodronesi, ci vede coinvolti in un impegno sempre maggiore, anche se consapevoli che la figura del Vigile di Quartiere, coerentemente con il ruolo dell agente della Polizia Locale deve essere sia repressivo che preventivo. Psicologo in Farmacia Da oggi in questa farmacia sarà presente uno psicologo che, un giorno a settimana, offrirà gratuitamente un servizio di ascolto psicologico, sostegno ed orientamento. Gli incontri, massimo due, sono gratuiti per la persona che accede al servizio ed avranno una durata di 40 minuti ca. L accesso avverrà su prenotazione, effettuabile direttamente in farmacia. Per maggiori informazioni, chiedi ai farmacisti. Il servizio è regolamentato dal Codice Deontologico degli Psicologi e quanto riferito durante i colloqui è coperto da segreto professionale. Farmacia De Carlo Via IV Novembre 32 Vimodrone Tel Studio Psy Via Palmanova 213/a Milano Tel

5 Dicembre 2014 Piano della sosta, obiettivo raggiunto Meno traffico, incidenti e sanzioni Tariffe dimezzate per commercianti e lavoratori, la sosta fino a 20 minuti è gratuita mobilità 5 Era fin dall origine l obiettivo che l Amministrazione comunale voleva raggiungere, restituire Vimodrone ai propri cittadini, una città più vivibile, con meno auto e smog, e decisamente più sicura, con meno incidenti e sanzioni. Dai primi report elaborati dal Comando di Polizia Locale sull andamento del Piano della sosta, in vigore in forma sperimentale dallo scorso 1 ottobre, dati certi non confutabili, è emerso ad esempio che il numero degli incidenti nelle vie del centro paese è sensibilmente diminuito, così come il numero di verbali per infrazioni al codice della strada, fenomeno riconducibile alla maggiore offerta di posti auto e all istituzione di area a sosta temporanea. L avvio del progetto di sosta a pagamento ha, di fatto, incrementato l effetto positivo sulla viabilità interna generato dalla realizzazione delle due tangenzialine esterne (viale Martesana e Mirazzano-Vimodrone che hanno dirottato all esterno il traffico di attraversamento), da un lato disincentivando la sosta dei non residenti e quindi l arrivo di auto dall esterno, dall altro implementando l offerta di parcheggi e una maggiore rotazione degli stessi che ha comportato un minor traffico per le vie del paese. Attraverso il Piano della sosta, la sistemazione con nuovo arredo urbano di spazi oggi liberi dalle auto e con la realizzazione di un progetto di piste ciclopedonali spiega l assessore Aurora Impiombato Andreani (nella foto) abbiamo il sogno di dare un volto diverso a questa città. Come ho sempre detto, il fine di questo intervento è liberare Vimodrone dalla morsa delle auto, privilegiare una mobilità dolce, valorizzare aree oggi destinate solo a parcheggio, rendere sicuro l attraversamento pedonale. Dai primi dati sull andamento del Piano, posso dire con qualche punta d orgoglio che siamo a metà dell opera. Molti degli obiettivi sono stati raggiunti, altri, essendo questo progetto di fatto costantemente sperimentale, sono stati oggetto di analisi e valutazioni che ci hanno portato a modificare il piano tariffario, introducendo nuove agevolazioni e un taglio netto del 50% agli abbonamenti per titolari di imprese e lavoratori impiegati nell area blu e per i pendolari residenti a Vimodrone che hanno un abbonamento Atm. Anche accompagnare i propri figli o nipoti a scuola sarà più facile, con l introduzione di un nuovo tagliando bianco gratuito, per la sosta di mezz ora, relativamente per i plessi di via Matteotti e Dante. Non siamo alla fine di un percorso continua in quanto intendo il Piano della sosta come un progetto dinamico, versatile, che può essere adeguato a seconda del modificarsi delle esigenze e delle condizioni contingenti. Il Piano è da considerarsi come uno degli strumenti necessari per la riqualificazione del nostro territorio, per un miglior modo di vivere il paese e per una condizione più sostenibile sul piano ambientale. Le novità al Piano tariffario conclude l assessore Impiombato approvate dalla giunta lo scorso 4 dicembre (in dettaglio nella tabella a fianco) sono il risultato di un confronto con tutti gli attori sociali coinvolti, sindacati, commercianti, cittadini, comitati ecc Ognuno di questi soggetti ha portato idee nuove, proposte, critiche, ognuno ha contribuito alle migliorie introdotte. Fonti normative e applicazione: perché la creazione dell area blu e la differenziazione delle tariffe Qualche breve risposta alle domande dei cittadini sul Piano Il Piano della sosta è un progetto che ha acceso un ampio dibattito a Vimodrone. Cittadini, forze politiche, comitati, rappresentanti delle attività economiche, lavoratori, tutti hanno dovuto affrontare le novità introdotte. Il nostro comune, in quest area dell hinterland milanese, era sostanzialmente l unico ente che non aveva ancora istituito aree di sosta subordinate al pagamento di una tariffa. La novità ha generato discussione, polemiche, confronti pubblici, articoli sulla stampa locale, dibattiti sui blog o social network. L Amministrazione comunale, in questi anni, ha sempre garantito massima trasparenza e comunicazione rispetto agli atti preposti. Ma, nello specifico, tra le diverse anime della discussione, emergono spesso domande o affermazioni sul perché di questa scelta o sulle possibili modalità di applicazione del progetto. Di seguito, sono riportate, in sintesi, alcune risposte alle domande spontanee che giungono dai cittadini. La questione normativa: quali sono le fonti dell ordinamento e come si applica un progetto di sosta a pagamento. Si fa riferimento al Decreto Legislativo 30 aprile 1992, n Nuovo codice della strada - art. 7, in particolare i punti 8 e 11: Qualora il comune assuma l esercizio diretto del parcheggio con custodia o lo dia in concessione, su parte della stessa area o su altra parte nelle immediate vicinanze, deve riservare una adeguata area destinata a parcheggio rispettivamente senza custodia o senza dispositivi di controllo di durata della sosta Nell ambito delle zone di cui ai commi 8 e 9 i comuni hanno facoltà di riservare, con ordinanza del sindaco, superfici o spazi di sosta per veicoli privati dei soli residenti nella zona, a titolo gratuito od oneroso. In sintesi, alle Amministrazioni comunali è data facoltà di elaborare un progetto di gestione della sosta a pagamento, modulando una proposta che contenga la definizione dell area soggetta alla regolamentazione, le condizioni economiche della stessa, un area di compensazione esterna con sosta libera e, nel solo ambito delle zone regolamentate (area blu), stabilire per i residenti sosta a titolo gratuito o oneroso (tagliando-abbonamento). Il Piano della sosta discerne dal Piano urbano del traffico del Il Piano particolareggiato della sosta nelle zone centrali, approvato dal Consiglio comunale nel 2006 prevedeva queste prescrizioni: l istituzione di una zona tariffata molto più ampia, contraddistinta in zona blu nel centro e zona azzurra più defilata; tariffa oraria Blu ed Azzurra 0,75 euro/ora; abbonamento Azzurra euro/settimana o 30 euro/mese; abbonamento addetti Azzurra 5,00 euro/settimana o 15,00 euro/ mese; abbonamento residenti comparti interni a zona azzurra gratuito (validità annuale). Si prevedeva l esclusione della possibilità di applicare tariffe agevolate e/o abbonamenti (compreso contrassegni residenti/commercianti/ lavoratori ecc ) nei parcheggi della metropolitana e nelle vie limitrofe del centro. Il dettaglio delle prescrizioni previste nel 2006 è differente da quello attualmente in vigore. Il progetto avviato nel 2014 tiene conto delle modifiche urbanistiche e alla viabilità intercorse in questi anni e, soprattutto, del mutato contesto economico e sociale. Il Piano della sosta ha previsto un investimento di circa 150 mila euro. Il Piano di ammortamento previsto stabilisce in 36 mesi il pareggio tra entrate e uscite.

6 6 Dicembre 2014 ambiente Feste sostenibili se differenziamo bene L assessore Broi: Una piccola lista di indicazioni utili, a partire da un menù tipico del pranzo di Natale Riciclando in modo eccellente una confezione di panettone, una di torrone, una di pandoro, due giornali e due riviste, due scatole di pasta, due sacchetti e la scatola di un giocattolo risparmieremmo al macero 120 mila tonnellate di carta. Durante le festività natalizie si assiste ad un elevata produzione di spazzatura inutilizzata e che invece potrebbe essere fonte di riciclo e nuovo guadagno. Panettone, torrone, pandoro, pasta, giornali, riviste, sacchetti, regali: secondo il Consorzio nazionale per il recupero e il riciclo degli imballaggi a base cellulosica, la lista delle confezioni che potrebbero essere differenziate correttamente dal resto dei rifiuti è molto lunga. Questo consentirebbe il risparmio di circa tonnellate di carta e cartone che potrebbero riempire una discarica di medie dimensioni, se non riciclate. Non basta però differenziare carta e cartone; serve farlo correttamente attraverso una raccolta di qualità e un riciclo d eccellenza. Da uno studio spiega l assessore all ambiente Ivana Broi - infatti, emerge che 1 italiano su 2 getta ancora nella differenziata gli scontrini, mentre il 27% degli intervistati sbaglia a fare la differenziata perché inserisce anche la carta sporca di cibo, i giornali ancora avvolti nella plastica e i fazzoletti di carta. Per raggiungere l eccellenza nella differenziata natalizia una piccola lista di indicazioni utili,a partire da un menù tipico del pranzo di Natale o del cenone di Capodanno: a partire dall antipasto, infatti, è necessario prestare attenzione agli imballaggi dei salumi e dei formaggi scelti. Se la confezione è cartacea e sporca di olio o cibo, va gettata nell indifferenziata a meno che la confezione sia formata da parti separabili carta/ plastica e allora i materiali possono essere riposti separatamente nella raccolta differenziata. Se nel menù dei primi piatti c è la classica lasagna al forno, bisogna ricordarsi che la carta da forno va nell indifferenziata. Lo stesso vale per tutti i tovaglioli usati a tavola e in generale qualsiasi tipologia di carta o di cartone che contenga residui di cibo o che sia sporca. Se poi il cotechino o lo zampone non possono mancare sulla tavola, bisogna separare la confezione di cartone dall involucro in plastica che li contiene, con la stessa accortezza con cui occorre separare la confezione di cartone dalla plastica che avvolge pandoro e panettone. E, infine, occhio agli scontrini, che non de- vono andare nel raccoglitore della carta, ma nell indifferenziata, essendo carta chimica. Differenziare in modo eccellente non è semplice dice ancora il vice sindaco - basta però seguire questi piccoli accorgimenti. Inoltre una buona raccolta di carta e cartone fa bene anche all aria, Accese le luminarie natalizie Grazie al contributo di molti commercianti Resteranno accese fino al 6 gennaio le luminarie di Natale installate per molte vie del centro paese. Un iniziativa voluta dall Amministrazione comunale, la quale, non agendo direttamente, si è rivolta a soggetti esterni per la ricerca di uno sponsor a seguito di pubblicazione di un avviso pubblico. Al protocollo dell ente è pervenuta una sola proposta, formulata dal Confcommercio Milano-Lodi-Monza e Brianza. Voglio ringraziare i commercianti - dice l assessore Ivana Broi - che, nonostante le difficoltà del momento, hanno risposto positivamente alle nostre richieste per accendere il Natale a Vimodrone. Di seguito gli esercenti che hanno contribuito alle Luminarie Via San Remigio: Gioielleria Crescimbeni Hobby zoo Ferramenta Negrini Lullaby Pasticceria 3 M Pizza Doc Tappezziere Paiola Moda amica abbigliamento Studio Imm. Ulisse Calzature Tom & Jack Imm. Tecno Vimo Drogheria Fortunato Moda in abbigliamento Studio Dott. Colombo Banca Pop. Lodi Bar Jardin. Via Sant Anna: Macelleria Brambilla Fashin mode abb. Latteria Brega Abb. Camilla mode Antica Pizza Colombo Mobili Profumeria Rosa Cipria Panificio Tappezzeria Nicolato. Via Cesare Battisti: Beauty Island Onoranze funebri Acconciature help Uff. Serena Lombardia Autoscuola Visconti Drogheria La Bottega. Via 4 novembre: Ottica Gironi Merceria Notaio Lombardo Gianna Biancheria Farmacia De Carlo Circolo Matteotti Bar Christian Yo yougurteria. Via dei Mille: Oreficeria Savio Calzature Bertini Uff. Papetti Cafe Real Tintoria Tipografia. Via XI Febbraio: Ag. Viaggi del Capricorno Bar Luna Fiorista Max Maison El Tabache Sai assicurazioni Andena pesca e sport Fiorista Villa Parrucchiera noir - Agenzia Imm. Casa. Via Diaz: Panificio pugliese Bar Cubas. Via Gramsci: Oreficeria Ronchi Panificio Tucano Bar Milo Cartoleria Autofficina Rurale. Via Giovanni XXIII: Tintoria Gio Parrucchiere cinese. Via Crocefisso: Nuovo Bar di Rosanna Fontana. Viale Martesana: tutti i negozi. perché fare bene la raccolta è come fermare il traffico per una settimana all anno. Per finire con atto nobile, garantendo il futuro di un bambino, non sprecate una risorsa preziosa come gli abiti usati tenendoli inutilizzati nell armadio. Donateli a Humana, attraverso i contenitori gialli che trovate a Vimodrone, garantirete cibo e nutrimento ai bambini molto più sfortunati. Tutti gesti che non ci costano nulla conclude l assessore Broi - ma ci regalano un pianeta più sano e più bello. I miei più sinceri auguri di Buone Feste a tutti. Prendimi in canile: dammi una famiglia per sempre Campagna dell Ufficio animali Il messaggio rivolto a tutti è quello di regalare una casa a uno dei tanti cani ospitati presso i canili. La scelta di accogliere un cane nella propria famiglia deve essere condivisa da tutti e sempre ben ponderata. L esperienza di condividere la propria vita con un cane è certo unica, ma occorre valutare attentamente l impegno e la responsabilità che questo implica. Avere a disposizione un ampio giardino, per esempio, non significa che il nostro cane non avrà bisogno di altro. Un cane ha bisogno di socializzare, di essere portato a passeggio, di interagire con i suoi simili, di stare con la sua famiglia Diversamente, esprimerà il suo disagio cercando di attirare l attenzione o trovando della alternative alla noia. Spesso ci si lamenta infatti che il cane abbaia o scava in giardino, piuttosto che disfa il sofà... Siamo noi a dover comprendere invece che la mancanza è nostra, che il cane non è un soprammobile inanimato, che ha bisogno di cure e attenzioni. La nostra mancanza potrebbe anche ricadere sulla collettività, perché non esistono cani cattivi o problematici ma, semmai, una mala-gestione del nostro rapporto con loro. Se siete soprattutto convinti che un cane sia per sempre, allora pensate ai tanti animali che in canile aspettano una famiglia. Il cane non è un pacco-regalo natalizio ma il Natale può essere certo un ottima occasione per cambiare la vita di un animale bisognoso. Onoranze Vestizioni Cremazioni Trasporti ovunque Addobbi e composizioni Via G. Leopardi 20/d Varesina sofam Tel Diurno - notturno - festivo Funebri Disbrigo pratiche Servizi completi Arte cimiteriale Preventivi gratuiti Vimodrone (fronte istituto redaelli)

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010.

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. Introduzione E appena passato il tempo delle feste. Tradizionale è lo scambio di regali Quale il regalo

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

IL CENTRO PARLA CON NOI

IL CENTRO PARLA CON NOI Pesaro, in via Diaz n. 10 Tel 0721 639014 1522 parlaconnoi@provincia.ps.it CARTA DEI SERVIZI del Centro Antiviolenza provinciale Parla Con Noi La Carta è lo strumento che permette ai cittadini il controllo

Dettagli

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Intervento di Franco Gervasoni, direttore SUPSI SALUTO - Consigliere di Stato, Manuele Bertoli - Capodicastero Educazione, culto e partecipazioni comunali del Municipio

Dettagli

GRUPPO GENOVA LEVANTE. Progetto Educativo del Gruppo (approvato dalla Comunità Capi il 23 aprile 2013)

GRUPPO GENOVA LEVANTE. Progetto Educativo del Gruppo (approvato dalla Comunità Capi il 23 aprile 2013) GRUPPO GENOVA LEVANTE Progetto Educativo del Gruppo (approvato dalla Comunità Capi il 23 aprile 2013) Art. 22 Statuto Agesci Progetto educativo del Gruppo Il Progetto educativo del Gruppo, ispirandosi

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

Elena Mignani Casa di Riposo S. Giuseppe -Casnigo

Elena Mignani Casa di Riposo S. Giuseppe -Casnigo Dal progetto educativo alla creazione di reti relazionali Elena Mignani Casa di Riposo S. Giuseppe -Casnigo La forza autentica della scoperta e dell incontro con l altro può essere solamente la fede in

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

FONDAZIONE DI COMUNITÀ VICENTINA PER LA QUALITÀ DI VITA ONLUS. con sede in Montecchio Precalcino - via Europa Unita, 2 Codice Fiscale N.

FONDAZIONE DI COMUNITÀ VICENTINA PER LA QUALITÀ DI VITA ONLUS. con sede in Montecchio Precalcino - via Europa Unita, 2 Codice Fiscale N. FONDAZIONE DI COMUNITÀ VICENTINA PER LA QUALITÀ DI VITA ONLUS con sede in Montecchio Precalcino - via Europa Unita, 2 Codice Fiscale N. 00946860244 RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SUL BILANCIO

Dettagli

scuola dell infanzia di Vado

scuola dell infanzia di Vado ISTITUTO COMPRENSIVO DI VADO-MONZUNO (BO) scuola dell infanzia di Vado PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI IRC sezione (5 anni) anno scolastico 2014/2015 ins: Formicola Luigi UNITA DIDATTICA 1 Alla scoperta del

Dettagli

CITTADINANZA E COSTITUZIONE. Premessa

CITTADINANZA E COSTITUZIONE. Premessa CITTADINANZA E COSTITUZIONE Premessa L insegnamento di Cittadinanza e Costituzione, introdotto dalla Legge 30-10-2008, n. 169, mette a fuoco il fondamentale rapporto che lega la scuola alla Costituzione,

Dettagli

Asilo nido Centro ricreativo Centro educativo. Progetto Educativo Asilo Piccoli Passi

Asilo nido Centro ricreativo Centro educativo. Progetto Educativo Asilo Piccoli Passi Progetto Educativo Asilo Piccoli Passi Asilo Asilo nido nido Centro Centro ricreativo ricreativo Centro Centro educativo educativo Indroduzione Il desiderio di aprire l Asilo Nido nasce da un istintivo

Dettagli

L HOUSING SOCIALE A MILANO E REALTA VIA AL BANDO PER 124 ABITAZIONI CENNI DI CAMBIAMENTO SULLA CITTA

L HOUSING SOCIALE A MILANO E REALTA VIA AL BANDO PER 124 ABITAZIONI CENNI DI CAMBIAMENTO SULLA CITTA COMUNICATO STAMPA L HOUSING SOCIALE A MILANO E REALTA VIA AL BANDO PER 124 ABITAZIONI CENNI DI CAMBIAMENTO SULLA CITTA Per la prima volta a Milano un bando per assegnare la abitazioni a canone calmierato.

Dettagli

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa Cari Oratori, ci stiamo avvicinando alla settimana diocesana degli Oratori, un momento forte che ci permette di concentrare l attenzione sulle nostre realtà educative.

Dettagli

bilancio sociale 2008-2012

bilancio sociale 2008-2012 ASSOCIAZIONEERCOLEPREMOLI bilancio sociale 2008-2012 dati raccolti al 4 novembre 2012 ercole premoli e l associazione Nata alla fine degli anni 90, l Associazione porta il nome di un volontario impegnato

Dettagli

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola.

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola. Passo dopo Passo Insieme supporta la motivazione scolastica dei preadolescenti, promuovendo percorsi che mettano al centro le risorse personali dei ragazzi e offrendo progetti di formazione e sensibilizzazione

Dettagli

Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network

Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network Elaborazione di un esperienza pastorale utilizzando come mezzo di comunicazione un Social Network. I punti di partenza sono: Proposta

Dettagli

cfr. Resilienza Il Pozzo dei Desideri scritto da Gabriella Ferraro Bologna, edito dalla biblioteca di VIVARIUM

cfr. Resilienza Il Pozzo dei Desideri scritto da Gabriella Ferraro Bologna, edito dalla biblioteca di VIVARIUM Associazione FA.T.A. Onlus FA.T.A. FAmiglie Temporanea Accoglienza (www.fataonlus.org) ospita e sostiene bambini e adolescenti che il Tribunale dei Minori allontana dalla famiglia per disagio. L Associazione

Dettagli

servizio civile volontario

servizio civile volontario c r i s t i n a Mi chiamo Cristina e ho svolto servizio presso una cooperativa SERVIZIO CIVILE NAZIONALE che ha sede a Ivrea, che mi ha selezionato per un progetto di supporto educativo ai minori per evitare

Dettagli

www.servizisocialionline.it SEZIONE ARTICOLI Assistenza Domiciliare Minori: una buona prassi innovativa in provincia di Brescia di Silvia Clementi

www.servizisocialionline.it SEZIONE ARTICOLI Assistenza Domiciliare Minori: una buona prassi innovativa in provincia di Brescia di Silvia Clementi www.servizisocialionline.it SEZIONE ARTICOLI Assistenza Domiciliare Minori: una buona prassi innovativa in provincia di Brescia di Silvia Clementi Si affronta qui un tema delicato per gli operatori che

Dettagli

PROGETTO di ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO POMERIDIANO Fuori Classe

PROGETTO di ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO POMERIDIANO Fuori Classe Allegato DGC 110/2015 PROGETTO di ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO POMERIDIANO Fuori Classe Premessa Negli ultimi anni si sta registrando una presenza di alunni che manifestano, all ingresso della scuola primaria

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini PROGETTO DI PLESSO SCUOLA PRIMARIA PIERANTONIO a. s. 2014/2015 PREMESSA La scuola rappresenta lo spazio

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012 / 2013 Scuola Comunale dell infanzia Pollicinia Via Roma Potenza Tel. 0971 / 273041 DOVE SIAMO CHI SIAMO Potenza, capoluogo di regione, è la città della

Dettagli

EDUCARE ALLA SESSUALITA E ALL AFFETTIVITA

EDUCARE ALLA SESSUALITA E ALL AFFETTIVITA EDUCARE ALLA SESSUALITA E ALL AFFETTIVITA Accompagnare i nostri figli nel cammino dell amore di Rosangela Carù QUALE EDUCAZIONE IN FAMIGLIA? Adolescenti Genitori- Educatori Educazione 1. CHI E L ADOLESCENTE?

Dettagli

l ABBRACCIO Onlus Cooperativa Sociale a.r.l.

l ABBRACCIO Onlus Cooperativa Sociale a.r.l. MICRONIDO l ABBRACCIO VIA SAN CARLO 11 CASCINA POGLIANASCA ARLUNO (MILANO) CARTA DEI SERVIZI 2013/14 La Carta dei Servizi è un documento che evidenzia in tutta trasparenza le modalità di erogazione del

Dettagli

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO Struttura in 3 sezioni: 1. Il Cuore dell oratorio Le idee sintetiche che definiscono in termini essenziali e vitali

Dettagli

Attività dell Urban Center

Attività dell Urban Center Attività dell Urban Center Report dell incontro con i rappresentanti di associazioni e cooperative 14 giugno 2012 www.rosignanofacentro.it info@rosignanofacentro.it Percorso di partecipazione promosso

Dettagli

delle persone si riferiva alle persone Down chiamandole mongoloidi e l idea più diffusa era quella di persone ritardate mentalmente che sarebbero

delle persone si riferiva alle persone Down chiamandole mongoloidi e l idea più diffusa era quella di persone ritardate mentalmente che sarebbero DIVENTARE GRANDI: LA CONQUISTA DELL AUTONOMIA Anna Contardi annacontardi@aipd.it Associazione Italiana Persone Down Viale delle Milizie 106-00192- Roma - Italy In Italia 1 bambino ogni 1200 nasce con la

Dettagli

PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA

PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA sez. B FARFALLE Anno scolastico 2012-2013 Insegnante: Bordignon Claudia PERCORSO DIDATTICO (ATTIVITÀ) per bambini di 3,4 e 5 anni PREMESSA La scuola dell infanzia rivolge

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI FESTE E RICORRENZE Le feste rappresentano esperienze belle e suggestive da vivere e ricordare per

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi

UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi Edizioni Disegni: Maria Elisa Cavandoli Copertina: Fabiano Fedi contributi alla seconda edizione: Fabrizio Carletti I edizione: 1998 ed. Creativ,

Dettagli

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi Introduzione Tina e Toni è un programma di prevenzione globale destinato alle strutture che accolgono bambini dai 4 ai 6 anni, come le scuole dell infanzia, le strutture d accoglienza e i centri che organizzano

Dettagli

Donna Ì : un milione di no

Donna Ì : un milione di no Ì : un milione di no IL NOSTRO TEAM Siamo un trio ma siamo anche una coppia di fidanzati, due fratelli, due amici che da qualche anno convive e condivide esperienze di vita ma anche interessi sociali e

Dettagli

Introduzione. Gentile lettore,

Introduzione. Gentile lettore, Le 5 regole del credito 1 Introduzione Gentile lettore, nel ringraziarti per aver deciso di consultare questo e-book vorrei regalarti alcune indicazioni sullo scopo e sulle modalità di lettura di questo

Dettagli

Scuola dell Infanzia Maria Consolatrice di Verghera. Scuola dell Infanzia di Verghera: un anno da festeggiare insieme!

Scuola dell Infanzia Maria Consolatrice di Verghera. Scuola dell Infanzia di Verghera: un anno da festeggiare insieme! Giugno 2015 Scuola dell Infanzia Maria Consolatrice di Verghera DIVERSITÀ E AMICIZIA Scuola dell Infanzia di Verghera: un anno da festeggiare insieme! Diversità e amicizia: questi i due temi della festa

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI LENO SCUOLE DELL INFANZIA DI LENO, CASTELLETTO E PORZANO PROGETTO

ISTITUTO COMPRENSIVO DI LENO SCUOLE DELL INFANZIA DI LENO, CASTELLETTO E PORZANO PROGETTO ISTITUTO COMPRENSIVO DI LENO SCUOLE DELL INFANZIA DI LENO, CASTELLETTO E PORZANO PROGETTO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 RAGIONI DELLA SCELTA L acqua è un elemento fondamentale per la nostra vita. E importante

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014 Insegnante: BARINDELLI PAOLA PREMESSA: L insegnamento della Religione Cattolica nella scuola dell Infanzia

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

laboratori ANNO SCOLASTICO 2010/2011

laboratori ANNO SCOLASTICO 2010/2011 laboratori ANNO SCOLASTICO 2010/2011 L'ORTO DELLE ARTI Via Paolo Rembrandt, 49 20147 Milano Tel. 02 4043450 Cell. 347 4817456 enzoguardala@tiscali.it A CACCIA DI STORIE Scuola dell infanzia - Sviluppare

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Istituto Comprensivo A.Moro Via Olimpiadi,1 Dalmine Tel. 035 56.15.26 dirigente@icmorodalmine.it segreteria@icmorodalmine.it

Istituto Comprensivo A.Moro Via Olimpiadi,1 Dalmine Tel. 035 56.15.26 dirigente@icmorodalmine.it segreteria@icmorodalmine.it 12 Istituto Comprensivo A.Moro 1 Istituto Comprensivo A.Moro Via Olimpiadi,1 Dalmine Tel. 035 56.15.26 dirigente@icmorodalmine.it segreteria@icmorodalmine.it GIANNA BERETTA MOLLA - Via N. Sauro, 1 - Sabbio

Dettagli

ASILI NIDO QUELLO CHE IL COMUNE NON DICE CONFERENZA STAMPA FP CGIL ROMA E LAZIO

ASILI NIDO QUELLO CHE IL COMUNE NON DICE CONFERENZA STAMPA FP CGIL ROMA E LAZIO ASILI NIDO QUELLO CHE IL COMUNE NON DICE CONFERENZA STAMPA FP CGIL ROMA E LAZIO 31 agosto 2010 Investire sui servizi all infanzia non è questione che riguarda le politiche familiari, e neppure èsolo questione

Dettagli

La Gazzetta di Emmaus

La Gazzetta di Emmaus E D I T O R E E M M A U S S P A A N N O 2 N U M E R O 1 1 Buone Feste da S O M M A R I O In Prima 1 Luci in sala 2 Eventi 3 Lavelli 4 Tre mesi fa è stata ripresa l attività laboratoriale del giornalino

Dettagli

La Cavour di domani. Le Vostre idee per migliorare il nostro paese. rivolto ai genitori dei bambini da 0 a 6 anni

La Cavour di domani. Le Vostre idee per migliorare il nostro paese. rivolto ai genitori dei bambini da 0 a 6 anni La Cavour di domani Le Vostre idee per migliorare il nostro paese QUESTIONARIO Ai genitori dei bambini da 0 a 6 anni rivolto ai genitori dei bambini da 0 a 6 anni Carissimi genitori, chiedo pochi minuti

Dettagli

e ilgioco com inciò..

e ilgioco com inciò.. e ilgioco com inciò.. PROGETTO EDUCATIVO 1.1 PRESENTAZIONE GENERALE Il progetto CRD si rivolge a bambini/e e ragazzi/e della scuola primaria e secondaria di primo grado del paese con attività diurne presso

Dettagli

Comune di Quattro Castella

Comune di Quattro Castella Comune di Quattro Castella Quattro Castella batte la crisi Il Comune di Quattro Castella intende reagire con forza alla situazione di grave difficoltà in cui si trovano oggi le famiglie le imprese. E nostra

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ALTINO

SCUOLA PRIMARIA ALTINO SCUOLA PRIMARIA ALTINO PROGETTO CONTINUITA : MANGIA SANO E VAI LONTANO Incontro con i bambini di 5 anni delle scuole dell infanzia di Altino Durante gli incontri di continuità con la Scuola dell Infanzia

Dettagli

Ti racconto attraverso i colori

Ti racconto attraverso i colori Ti racconto attraverso i colori Report del viaggio a Valcea Ocnele Mari Copacelu INVERNO 2013 "Reale beatitudine Libero vuol dire vivere desiderando casa protetta Libertà è tenere persone accanto libere

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRATELLI CASETTI CREVOLADOSSOLA (VB) WWW.iccasetti.gov.it PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE - competenze sociali

Dettagli

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità:

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità: Tutti i gruppi delle parrocchie di S.Agnese e S.Andrea sono invitati a confrontarsi sulla seguente bozza di progetto educativo e a dare il proprio contributo nel corso dell incontro di venerdì 28 marzo

Dettagli

VADEMECUM 2012-2013. Pagina 1 di 19

VADEMECUM 2012-2013. Pagina 1 di 19 VADEMECUM 2012-2013 Pagina 1 di 19 Da compilare e inviare alla Federazione BDS (Annuali) Iscrizione federazione BDS nuovo / rinnovo ( validità anno solare); Modulo adesione Donacibo (Convenzione) Modulo

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Scuola dell Infanzia Madre Mazzarello. Scuola dell Infanzia Anno formativo 2013-2014

Scuola dell Infanzia Madre Mazzarello. Scuola dell Infanzia Anno formativo 2013-2014 Scuola dell Infanzia Anno formativo 2013-2014 Scuola dell Infanzia Paritaria Madre Mazzarello La mia giornata scolastica La nostra giornata scolastica è Suddivisa nei seguenti momenti: - accoglienza, gioco

Dettagli

Progetto educativo. Anno Scolastico

Progetto educativo. Anno Scolastico Scuola dell'infanzia Comunale Anna Jucker Villanuova S/Clisi Progetto educativo Anno Scolastico 2015/2016 Introduzione Per ogni genitore la nascita del proprio figlio è gioia, speranza per il futuro perchè

Dettagli

Essere fratelli di. Supporto psicologico ai fratelli di persone con gravi disabilità EDIZIONE 2012

Essere fratelli di. Supporto psicologico ai fratelli di persone con gravi disabilità EDIZIONE 2012 Essere fratelli di Supporto psicologico ai fratelli di persone con gravi disabilità EDIZIONE 2012 Contesto di riferimento e obiettivi generali La famiglia è senza dubbio il luogo più importante per la

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MARIA AUSILIATRICE

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MARIA AUSILIATRICE 1 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MARIA AUSILIATRICE VIA DON BOSCO,57-57124 - LIVORNO TEL.0586444269 Email fmacolline@gmail.com 2 L anno scolastico 2014/2015 prevede un percorso formativo che vuole aiutare

Dettagli

COS E IL MICRONIDO PICCOLI PASSI E COSA OFFRE

COS E IL MICRONIDO PICCOLI PASSI E COSA OFFRE 1 COS E IL MICRONIDO PICCOLI PASSI E COSA OFFRE La Scuola dell Infanzia Silvio Moretti offre il servizio di Micro-nido ai bambini residenti e non, in età compresa dai 18 ai 36 mesi. Il nido nasce per far

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Un incontro dai toni piuttosto accesi è quello che si è svolto presso la sala consiliare del comune di Santa Croce. Da una parte genitori

Dettagli

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori La Scuola Primaria PAOLO NEGLIA di Vanzago, nell ambito delle manifestazioni organizzate per la Festa di fine anno scolastico, ha promosso la seguente iniziativa frutto della collaborazione fra Volontari

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

Chi siamo. L organizzazione

Chi siamo. L organizzazione Chi siamo Il Forum Giovani di Marigliano nasce con lo scopo di raccogliere idee, sogni e domande dei giovani cittadini. È uno strumento di partecipazione attiva per incidere sul territorio, fornendo occasioni

Dettagli

Linee Guida. La concretezza dell oggetto di lavoro

Linee Guida. La concretezza dell oggetto di lavoro Linee Guida A partire dalle esperienze sviluppate dai singoli partner in relazione al coinvolgimento attivo dei giovani all interno delle specifiche realtà locali, il team di lavoro ha elaborato le seguenti

Dettagli

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona 3 È possibile ricreare dei rapporti intergenerazionali reali attraverso attività in cui bambini e anziani, in uno stesso spazio, imparino gli uni dagli altri in uno scambio di esperienze. Un incontro di

Dettagli

Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso.

Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso. Anna Contardi Ass.Italiana Persone Down www.aipd.it Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso. Esperienze di educazione sessuale per adolescenti con disabilità intellettiva Premessa Esisteun diritto alla

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

Progetto Manufacto Piacenza, maggio 2015

Progetto Manufacto Piacenza, maggio 2015 Progetto Manufacto Piacenza, maggio 2015 INDICE CHI SIAMO E COSA FACCIAMO 3 CONTESTO E SITUAZIONE PROBLEMATICA 5 IL NOSTRO PROGETTO 5 2 CHI SIAMO E COSA FACCIAMO Siamo una rete di organizzazioni per l

Dettagli

E pace in terra. raccolta di poesie di alcuni alunni delle classi 3A 3B 3E 2A. della Scuola Media C.Aschieri di S.Pietro in Cariano 13.12.

E pace in terra. raccolta di poesie di alcuni alunni delle classi 3A 3B 3E 2A. della Scuola Media C.Aschieri di S.Pietro in Cariano 13.12. E pace in terra raccolta di poesie di alcuni alunni delle classi 3A 3B 3E 2A della Scuola Media C.Aschieri di S.Pietro in Cariano 13.12.2007 INTRODUZIONE Il lavoro è stato svolto all interno di tre classi

Dettagli

PROGETTO GIOVANI CITTA. Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile SCHEDA DI DETTAGLIO DEL

PROGETTO GIOVANI CITTA. Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile SCHEDA DI DETTAGLIO DEL PROGETTO GIOVANI CITTA Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile REALIZZAZIONE DELL AZIONE 2 Promuovere stili di vita sani e modelli positivi di comportamento. Educare alla legalità.

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015

ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 INDICE Il Piano dell Offerta Formativa 1 Presentazione del Asilo Nido Navaroli 1-2 La nostra idea di bambino 3 Partecipazione

Dettagli

L ESERCITO DEI BISCOTTI

L ESERCITO DEI BISCOTTI L ESERCITO DEI BISCOTTI Siamo gli alunni del Convitto Nazionale Paolo Diacono, un Istituzione Educativa dello Stato, presente a Cividale del Friuli dal 1876. L offerta formativa del Convitto comprende:

Dettagli

CITTA-DIAMOCI. Descrizione progetti 1. La Casa dell accoglienza per senza dimora Archè a Merano

CITTA-DIAMOCI. Descrizione progetti 1. La Casa dell accoglienza per senza dimora Archè a Merano CITTA-DIAMOCI La Caritas di Bolzano-Bressanone offre ai giovani interessati al Servizio Civile Nazionale tre posti all interno di strutture che lavorano con persone senza dimora. Descrizione progetti 1.

Dettagli

FABIO VERLATO COMUNE DI PADOVA PADOVA MEETEEN- GRANDI SI DIVENTA PREMESSA

FABIO VERLATO COMUNE DI PADOVA PADOVA MEETEEN- GRANDI SI DIVENTA PREMESSA FABIO VERLATO COMUNE DI PADOVA PADOVA MEETEEN- GRANDI SI DIVENTA PREMESSA La partecipazione ad attività extrascolastiche strutturate (organizzazioni sportive, culturali, politiche, di volontariato, giovanili),

Dettagli

Centro di attività extrascolastiche e giovanili per ragazzi fino ai 14 anni

Centro di attività extrascolastiche e giovanili per ragazzi fino ai 14 anni Bellinzona, 24 marzo 2014 PROGETTO 1 Centro di attività extrascolastiche e giovanili per ragazzi fino ai 14 anni Associazione genitori Scuole Sud Piazza Indipendenza 1, cp 1012, 6501 Bellinzona www.lamurata.ch

Dettagli

Papà Missione Possibile

Papà Missione Possibile Papà Missione Possibile Emiliano De Santis PAPÀ MISSIONE POSSIBILE www.booksprintedizioni.it Copyright 2015 Emiliano De Santis Tutti i diritti riservati Non insegnate ai bambini la vostra morale è così

Dettagli

PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE

PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE SOGGETTI PROPONENTI IL PROGETTO 1) Denominazione Cooperativa Servizi & Formazione Indirizzo Viale

Dettagli

QUESTIONARIO DI PERCEZIONE DEL SERVIZIO SCOLASTICO

QUESTIONARIO DI PERCEZIONE DEL SERVIZIO SCOLASTICO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 24124 Bergamo C.F. 95118530161 Tel 035243373 Fax: 035270323 e-mail: segreteria@darosciate.it

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGETTO ACCOGLIENZA SCUOLA DELL INFANZIA DIREZIONE DIDATTICA DI CASTEL MAGGIORE PROGETTO ACCOGLIENZA SCUOLA DELL INFANZIA PREMESSA Nelle Indicazioni Nazionali per i Piani di Studio Personalizzati delle Attività Educative nella Scuola dell Infanzia

Dettagli

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone.

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone. La nuova adozione a distanza della Scuola Secondaria di Primo Grado di Merone. Riflessione sull Associazione S.O.S. INDIA CHIAMA L' India è un' enorme nazione, suddivisa in tante regioni (circa 22) ed

Dettagli

FORUM P.A. 23/5/2007 INTERVENTO DELL ASSESSORE CARMELO ALBERTO D ADDESE

FORUM P.A. 23/5/2007 INTERVENTO DELL ASSESSORE CARMELO ALBERTO D ADDESE Assessorato Lavori Pubblici e Infrastrutture - Trasporto e Mobilità - Patrimonio - Sport e Benessere - Personale - Polizia Municipale - Onoranze Funebri FORUM P.A. 23/5/2007 INTERVENTO DELL ASSESSORE CARMELO

Dettagli

Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni

Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni La nostra aspettativa è creare le condizioni di una autonomia del nostro territorio riguardante il ciclo dei rifiuti, attraverso una azienda di chiaro

Dettagli

COMUNE DI CORI REGOLAMENTO CELEBRAZIONE MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI CORI REGOLAMENTO CELEBRAZIONE MATRIMONI CIVILI COMUNE DI CORI REGOLAMENTO CELEBRAZIONE MATRIMONI CIVILI Delibera Consiliare n. 15 del 15/03/2011 Pubblicata dal 12/4/2011 al 26/4/2011 1 Art. 1 Oggetto e finalità del regolamento 1. Il presente regolamento

Dettagli

Scuola Comunale dell Infanzia A. SAFFI Via dei Sardi 35 Telefono 06 4463225 Fax 06 49385378

Scuola Comunale dell Infanzia A. SAFFI Via dei Sardi 35 Telefono 06 4463225 Fax 06 49385378 IL PROGETTO EDUCATIVO DEL MUNICIPIO Ogni anno il Collegio dei docenti della scuola dell infanzia comunale elabora il progetto educativo che definisce gli obiettivi, i contenuti e i metodi dell attività

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

CARTA del VOLONTARIO ASSOCIAZIONE PORTA APERTA

CARTA del VOLONTARIO ASSOCIAZIONE PORTA APERTA CARTA del VOLONTARIO Le poche note che caratterizzano la Carta del volontario vogliono essere solamente un aiuto a vivere serenamente e con responsabilità il servizio che ognuno di noi liberamente sceglie

Dettagli

Comunità della Paganella

Comunità della Paganella COMUNITÀ della PAGANELLA PROGETTO Sportello Donna Comunità della Paganella Gennaio 2013 PREMESSE Nel 2011 la Comunità della Paganella ha elaborato il progetto intitolato La conoscenza delle donne, nell

Dettagli

Dalla rete tante idee per costruire a Natale

Dalla rete tante idee per costruire a Natale Dalla rete tante idee per costruire a Natale Il Natale è un momento speciale per i bambini e per gli adulti, educare al senso di appartenenza alla propria comunità, con le proprie scelte di fede e di valori,

Dettagli

La voce dei donatori

La voce dei donatori La voce dei donatori Uno studio sul grado di soddisfazione e di efficienza percepita dai Donatori nei confronti dell organizzazione e delle attività dell Avis Comunale RE www.avis.re.it Gli obiettivi della

Dettagli

1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO

1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO 1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO L ASSOCIAZIONE L Associazione ONLUS La Luna Banco di Solidarietà di Busto Arsizio, è stata costituita da 8 soci fondatori all inizio dell anno

Dettagli

ISTITUTO MAGISTRALE T.GULLI

ISTITUTO MAGISTRALE T.GULLI PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE IT051PO003FSE ISTITUTO MAGISTRALE T.GULLI Anno scolastico 2012/2013 Pon Imprenditore DONNA Codice Progetto- C5 120h di Tirocinio e stage Simulazione aziendale, alternanza

Dettagli

INTRODUZIONE. Perché abbiamo stilato questo Codice?

INTRODUZIONE. Perché abbiamo stilato questo Codice? INTRODUZIONE Perché abbiamo stilato questo Codice? Con questo insieme di regole la società GSD MontecatiniMurialdo vuole avvicinarsi ai propri giovani calciatori, cercando di insegnare loro le fondamentali

Dettagli

Il Vostro Sindaco Bruno Piva

Il Vostro Sindaco Bruno Piva Cari cittadini, Il Natale è ormai vicino e in questa occasione, di riflessione e di nuovo inizio, è con gioia che rivolgo a tutti i più sinceri auguri di buone festività. Il momento è sicuramente difficile

Dettagli