POASCO. San Donato Milanese Appartamenti locali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "POASCO. San Donato Milanese. 02-873.94.135 www.domoservicelombardia.com. Appartamenti 2-3-4 locali"

Transcript

1 POASCO San Donato Milanese presso l Antica Pieve Appartamenti locali Poasco è una frazione di San Donato Milanese situata al confine con Milano, zona di via Ripamonti, all interno del Parco Agricolo Sud di Milano, conta circa abitanti. La Cooperativa Sant Ilario realizzerà in via Don Milani due palazzine di edilizia convenzionata e libera di quattro piani fuori terra, per complessivi 32 appartamenti di 2-3 e 4 locali con cantine e box, immerse nel verde privato e pubblico e circondate dal verde agricolo del Parco Sud. Gli edifici, che si integreranno con le costruzioni circostanti, saranno caratterizzati da una elevata qualità architettonica, e costruttiva determinata dai materiali di finitura, dalle scelte impiantistiche ed energetiche di alta qualità e caratteristiche antisismiche all avanguardia. edilizia convenzionata da 2.150,00 / mq. edilizia libera da 2.350,00 / mq. classe energetica A inizio lavori primavera 2013 Far casa insieme è il nostro mestiere info

2 vivere nel verde a due passi da milano IL PARCO AGRICOLO DEL SUD MILANO Il Parco Agricolo Sud Milano è un parco regionale della Lombardia che comprende un estesa area a semicerchio tra la città ed il confine sud della sua provicncia, interessando il territorio sdi sessantuno comuni. I parchi di cintura di Milano rientrano nel territorio del parco sud e ne condividono i vincoli agricoli. MILANO Noverasco Opera San Donato Milanese San Giuliano Milanese Poasco 2

3 alle porte di Milano Linee: 77 e 140 a pochi minuti dalla linea MM3 e dalla stazione ferroviaria di Rogoredo STAZIONE PORTA ROMANA Abbazia di Chiaravalle STAZIONE DI ROGOREDO Poasco STAZIONE DI SAN DONATO IL TRASPORTO PUBBLICO I SERVIZI sul TERRITORIO Linea urbana 77 Milano Corvetto MM3 Porta Romana MM3 Linea Interurbana 140 Milano Rogoredo MM3 e Stazione FF.SS. San Giuliano M.se San Donato M.se MM3 asilo nido medico di base scuola materna negozi di vicinato centro sportivo scuola primaria 3

4 Il nuovo Piano urbanistico Nuovo parco pubblico Via Don Milani Ciclovia 32 Rogoredo Chiaravalle-Mirasole abitare nel verde e nella tranquillità 4

5 Il progetto della Cooperativa Sant Ilario Alta efficienza energetica A due palazzine di edilizia convenzionata e libera di quattro piani fuori terra, una di dodici appartamenti e la seconda di venti appartamenti, di 2-3 e 4 locali con cantine e box, immerse nel verde privato e pubblico e circondate dal verde agricolo del Parco Sud. Gli edifici, che si integreranno con le costruzioni circostanti, saranno caratterizzati da una elevata qualità architettonica, e costruttiva determinata dai materiali di finitura, dalle scelte impiantistiche ed energetiche di alta qualità e caratteristiche antisismiche all avanguardia. accesso pedonale e carraio Via don Lorenzo Milani 5

6 Le Tipologie esempi di bilocali. trilocali. quadrilocali Tipo B BILOCALE con angolo cottura Mq. commerciali 61,95 Soggiorno/cottura, camera, bagno e terrazzo. Alloggio mq Terrazzo mq Cantina mq. 5,00 Tipo T TRILOCALE con angolo cottura Mq. commerciali 91,40 Soggiorno con zona cottura,2 camere, bagno e terrazzi. Alloggio mq Terrazzi mq. 15,60 Cantina mq. 5,00 Tipo Q QUADRILOCALE Mq. commerciali 134,14 Soggiorno, cucina, 3 camere, due bagni ripostiglio e terrazzi. Alloggio mq. 115,00 Terrazzi mq Cantina mq. 5,00 Planimetrie tipo che saranno precisate nel progetto ora in fase di elaborazione 6

7 Informativa Vendita diretta IVA agevolata 4% L Intervento, che verrà realizzato su area già di proprietà della Cooperativa, prevede due edifici residenziali immersi nel verde privato. La progettazione valorizza l integrazione della nuova edificazione con il contesto residenziale ed il verde esistenti. Le due palazzine, di quattro piani fuori terra, prevedono rispettivamente 12 e 20 appartamenti corredati da cantina e box. 1) ITER E TEMPI DI REALIZZAZIONE PREVENTIVATI L inizio dei lavori è previsto nella primavera 2013 La fine lavori è prevista entro giugno ) DEFINIZIONE DEI PREZZI ll prezzo medio per gli alloggi di edilizia convenzionata, al piano terra con giardino privato, al primo e secondo piano, è pari a 2.150,00 al mq. e di ,00 per i box standard di mq ll prezzo medio degli alloggi di edilizia libera, al piano terzo con possibilità di mansarda, è pari a 2.350,00 al mq. e di ,00 per i box standard di mq ) MODALITA' DI PAGAMENTO Le modalità di pagamento, stabilite dalla Cooperativa in accordo con il prenotatario, saranno definite tenendo presente le reali necessità per far fronte al pagamento dei costi preventivati e saranno dettagliate nel Piano Finanziario che verrà sottoscritto al momento della prenotazione con scelta dell alloggio effettuata sul progetto. E possibile da subito aderire all iniziativa compilando l apposita modulistica ed effettuando il versamento di un deposito cauzionale alla Cooperativa di importo differenziato rispetto alla tipologia di alloggio: B) Bilocale con ang.cottura 3.000,00 Bk) Bilocale con cucina 4.000,00 T) Trilocale con ang.cottura 5.000,00 Tk) Trilocale con cucina 6.000,00 Q) Quadrilocale 9.000,00 L adesione all iniziativa con versamento del deposito cauzionale darà diritto all attribuzione del Numero di graduatoria all aderente con priorità quindi di prenotazione e di scelta dell alloggio. Con la prenotazione il deposito cauzionale sarà considerato versamento in conto assegnazione. 4) MUTUO La Cooperativa farà richiesta di un mutuo fondiario ipotecario ad un istituto bancario convenzionato (Banca) con ConfCooperative Federabitazione, cui aderisce, che prevede condizioni agevolate. Il tasso applicato per il periodo di pre-ammortamento è definito nel contratto condizionato di mutuo alle condizioni vigenti al momento della stipula e revisionato periodicamente dalla Banca stessa. I soci si potranno avvalere di tale mutuo come finanziamento nel corso dell intervento con facoltà di tramutarlo in accollo di una quota mutuo in sede di frazionamento in lotti individuali dello stesso. Prima del frazionamento del mutuo ogni prenotatario potrà personalizzare la propria quota per durata (attualmente anni) e tipologia di tasso (fisso, variabile o misto) scegliendo tra i prodotti proposti della Banca ed i propri requisiti personali. A tal fine ogni assegnatario dovrà ottenere dalla Banca una delibera di assenso all accollo dell importo richiesto secondo le procedure della Banca stessa. Gli interessi di mutuo pagati e i costi relativamente alle pratiche possono essere detraibili in sede di dichiarazione dei redditi secondo le norme di legge vigenti. Il socio potrà anche avvalersi del mutuo di altro Istituto sostituendo quello della Banca secondo modalità che saranno in seguito specificate, ma comunque soltanto al momento del rogito. 7

8 detrazione del 50% del costo del box Possibilità di mutuo dell 80% Fino a 30 anni Finiture interne personalizzate 5) FINANZIAMENTI AGEVOLATI La Cooperativa informerà i prenotatari durante l iter di realizzazione dell intervento di eventuali finanziamenti agevolati statali o della Regione Lombardia relativi ad eventuali bandi di Buono Casa a fondo perso o contributi in conto interessi sul mutuo. 6) I.V.A. E ALTRE IMPOSTE L assegnazione è soggetta ad IVA e le aliquote attualmente vigenti sono: 4 % per appartamento e box se il prenotatario è, o sarà al momento del rogito, in possesso dei requisiti Prima Casa. 10 % negli altri casi e per eventuali altri box oltre il primo. Affinché la Cooperativa sia abilitata ad applicare l aliquota agevolata 4% per l appartamento ed il box il prenotatario deve sottoscrivere una specifica dichiarazione. La quota mutuo verrà fatturata alla stipula del rogito notarile di assegnazione definitiva. A carico dell eventuale secondo box che non venisse dichiarato di pertinenza dell appartamento la legislazione vigente prevede una ulteriore imposta ipocatastale pari al 4% del valore da pagarsi direttamente al notaio in sede di stipula dell atto di rogito. 7) DETRAZIONE IRPEF DEL COSTO DI COSTRUZIONE DI BOX PERTINENZIALI La Legge 449/97 (che norma le agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie) consente il recupero dall IRPEF di una quota del costo dei box pertinenziali. La detrazione, che viene effettuata in dichiarazione dei redditi in n.10 rate annuali (5 rate annuali per le persone con età superiore a 75 anni), è pari al 50% (sino al 30/06/2013 per effetto del Decreto Sviluppo del 15/6/2012. Dopo tale data, salvo modifiche, tornerà ad essere del 36%) delle spese di realizzazione (costi di costruzione, progettazione ecc.) così come risultanti da apposita Attestazione che sarà rilasciata dalla Cooperativa e purché i pagamenti vengano effettuati mediante apposito bonifico bancario. Il prenotatario che intendesse usufruire di tale detrazione si potrà avvalere della consulenza di Domoservice Lombardia S.r.l. che fornirà la documentazione adeguata e le istruzioni al costo di euro 100,00+IVA. 8) SERVIZIO DI PERSONALIZZAZIONE DEGLI ALLOGGI - SCELTA DELLE FINITURE I soci prenotatari, in tre fasi distinte, riguardanti: a] opere edili b] impianti c] opere di finitura procederanno alla personalizzazione del proprio alloggio come segue: Fase a] verranno fornite ai soci prenotatari, da parte della Cooperativa tramite la Direzione Lavori (D.L.), specifiche planimetrie esecutive per la definizione ed il posizionamento dei tavolati divisori, posizione e tipologia porte (es. porte a scomparsa) ecc. I soci prenotatari provvederanno a riconsegnarle firmate, rispettando le tempistiche che verranno comunicate, alla Cooperativa tramite la D.L. che le trasmetterà all impresa di costruzioni. Le planimetrie dovranno contenere tutte le indicazioni delle eventuali modifiche richieste. L impresa con la D.L. provvederà a verificare la fattibilità tecnica e normativa delle modifiche richieste e, in caso di non idoneità, il prenotatario sarà contattato dalla D.L. per la verifica di eventuali soluzioni alternative. Fase b] Si procederà come per la fase a] sulla base di specifiche planimetrie esecutive che riporteranno gli schemi degli impianti e la posizione dei punti elettrici e dei sanitari. Fase c] Per la scelta dei materiali di finitura l impresa inviterà i soci prenotatari negli spazi espositivi allestiti in cantiere o direttamente presso i propri fornitori delle diverse tipolgie di materiali (rivestimenti - pavimenti - sanitari - rubinetterie - porte interne ecc.) organizzando un calendario di appuntamenti. 8

9 Polizza assicurativa postuma decennale Gli appuntamenti potranno essere fissati anche direttamente dai singoli fornitori che verranno indicati ai soci dall impresa. I soci prenotatatari potranno così visionare i campionari ed i cataloghi dei diversi materiali e fare le proprie scelte. Le personalizzazioni, con scelte da effettuarsi all'interno del "capitolato" e con la possibilità a n c h e di scelte in variante con costi aggiuntivi, riguardano pertanto: a] opere murarie (spostamento tavolati, inserimento telai per porte a scomparsa, muretti, ribassamenti ecc.) b] verifica posizioni termosifoni con verifica del termotecnico b] verifica posizioni punti elettrici ed eventuali punti aggiuntivi b] verifica posizioni punti allaccio sanitari, lavatrice, lavello cucina, lavastioviglie ed eventuale richiesta di punti aggiuntivi c] tipologia delle porte interne c] tipologia sanitari e rubinetterie c] pavimenti, rivestimenti, zoccolini e parquet camere c] tipologia frutti elettrici c] predisposizioni ed impianti di condizionamento e antifurto c] impianti di irrigazione giardini privati, opere da giardiniere e fioriere. Sono ammesse varianti condominiali se richieste da un congruo numero di prenotatari, comunque non inferiori al 50% della superficie commmerciale degli alloggi, che potrebbero iguardare, a titolo esemplificativo: installazione serramenti particolari, sistemi antintrusione abbellimento ingressi, aree verdi, fioriere, ecc. attrezzature degli spazi, locali e corridoi comuni modifiche degli impianti elettrici delle parti comuni, compresi gli interrati (punti luce, prese, rete wi-fi, antenna tv, ecc.). I relativi costi saranno definiti dalla D.L. con l Impresa di costruzioni e le modalità di pagamento in apposite riunioni dei soci prenotatari indette dalla Cooperativa. 9) POLIZZA DI ASSICURAZIONE DECENNALE POSTUMA Si tratta di una polizza rilasciata da primaria compagnia assicurativa Assicurazione decennale postuma indennitaria, danni diretti all opera ai sensi art C. C., a copertura, a partire dalcollaudo finale favorevole delle unità abitative, dei danni alle opere realizzate inclusi i danni diretti e indiretti conseguenti a difetti di posa e/o fornitura dei materiali impermeabilizzanti, compresi i danni a terzi cui sia tenuto ai sensi dell art del codice civile, derivanti da rovina totale o parziale oppure da gravi difetti costruttivi delle opere, per vizio del suolo o per difetto della costruzione, e comunque manifestatasi successivamente alla stipula del contratto definitivo di compravendita e di assegnazione, predisposta in base all art. 4 del D.L. n. 122 del 20/06/ ) NOTE FINALI L'aderente ha facoltà di rinunciare la presente adesione. La comunicazione di rinuncia, da effettuarsi mediante raccomandata A/R, o raccomandata a mano controfirmata per ricevuta, dovrà anche contenere una dichiarazione di rinuncia a qualsivoglia pretesa nei confronti della Cooperativa, in particolare all inserimento in specifica graduatoria di assegnazione, ed alla richiesta di diventare socio presentata al momento dell adesione. La Cooperativa provvederà alla restituzione del deposito cauzionale versato, senza riconoscimento di interessi e al netto di una quota di rimborso spese di gestione pari a 200,00. 9

10 Descrizione Tecnica delle opere Struttura antisismica La zona oggetto dell intervento si trova in una zona a bassissima sismicità, nell ordinanza OPCM 3274 del 20/3/2003 è classificata in zona 4, ossia non sismica. Le norme tecniche delle costruzioni consentono, in tali zone, di adottare la metodologia di calcolo che si applica alle strutture non soggette ad azione sismica ma, di fatto, saranno adottati tutti quei particolari costruttivi e di dimensionamento che ne garantiscono comunque la resistenza in caso di sisma di bassa intensità (rif. Norme tecniche pe le costruzioni NTC D.M. 14/1/2008 ed Euro Codici Uni En ) in particolare: Realizzazione di giunti di dilatazione e movimento sotto l effetto del sisma, tra gli edifici fuori terra; Rispetto delle dimensioni minime degli elementi strutturali (setti, pilastri e solai) e dei quantitativi di armatura come da NTC 2008; Utilizzo di calcestruzzo e acciaio per barre di armatura, conforme alle prescrizioni delle NTC 2008; Solai a piastra in getto pieno di calcestruzzo ad armatura bidirezionale. Il tutto per garantire alla struttura la necessaria capacità di deformazione sotto gli effetti del sisma, senza accusare danni irreparabili alla struttura. Intonaci Tutte le pareti esterne degli edifici, dove previsto dal progetto, saranno finite con intonaco al civile applicato sul cappotto di isolamento termico. Le pareti interne ed i soffitti di tutti i locali degli alloggi e dei vani scala saranno rivestiti con intonaco finitura a gesso o tipo pronto o con intonaci a base di calce idraulica naturale. Anche nelle cucine e bagni, al di sopra dei rivestimenti, le pareti ed i soffitti saranno finiti con intonaco al civile fine. Pavimentazioni e rivestimenti La pavimentazione di tutto il piano interrato, compresi cantine e box sarà realizzata in getto di cls di spessore adeguato. La finitura superiore del cls sarà effettuata con spolvero di quarzo miscelato con cemento e lisciatura con mezzo meccanico. Le rampe di accesso ai boxes dovranno essere realizzate con superficie lavorata a spina di pesce. Tutti i locali tecnologici quali locali macchine ascensori, contatori elettrici, depositi immondizia, ecc. saranno pavimentati con piastrelle antigelive così come eventuali porticati, atri, passaggi aperti. Balconi, terrazzi e locali comuni saranno pavimentati con piastrelle monocottura antigeliva in tinta e tipologia a discrezione della D.L. Le pavimentazioni degli alloggi sono previste come segue: Soggiorno, camere, ingresso e disimpegni avranno pavimentazione in piastrelle monocottura di prima scelta da cm. 30 x 30. Cucina e bagni saranno pavimentati con piastrelle monocottura di prima scelta da cm. 20 X 20. Tutte le pareti attrezzate delle cucine dovranno essere rivestite con piastrelle monocottura di prima scelta fino ad un altezza pari a 1,80 m. Negli angoli cottura invece dovrà essere realizzato un risvolto con piastrelle monocottura di prima scelta con una profondità di 60 cm., le pareti dei bagni dovranno essere rivestite con piastrelle monocottura di prima scelta fino ad un altezza di 2,00 m. Le camere da letto potranno avere in alternativa pavimento in legno di essenze del tipo prefinito o lamato e verniciato, spessore e dimensioni a scelta della D.L. (listelli 6x30cm, spessore 1cm). Tutti i locali degli alloggi, ad esclusione dei bagni e delle pareti della cucina rivestite con piastrelle, saranno corredati sul perimetro da zoccolini in legno. Le soglie ed i davanzali sia interni che esterni degli alloggi e vani comuni saranno in pietra naturale o con materiale con prestazioni similari di spessori adeguati. I pavimenti degli atri e dei pianerottoli e le pedate delle scale, saranno rivestiti in pietra naturale di spessore cm.3, per gli zoccolini e le alzate delle scale lo spessore sarà di cm.2. Potranno essere scelti dalla D.L. materiali alternativi con prestazioni similari e spessori adeguati.. 10

11 Descrizione Tecnica delle opere Tinteggiature parti comuni Per la facciata è prevista rifinitura con intonaco colorato. Le rampe di scala e dei pianerottoli ed i soffitti degli atri d ingresso saranno tinteggiati con idropittura lavabile. Prescrizioni acustiche - Isolamento acustico delle facciate L indice medio di isolamento acustico standardizzato di facciata, dovrà rispettare quello stabilito dalle norme di legge. Isolamento acustico ai rumori di calpestio L indice medio del livello di rumore di calpestio di solai dovrà rispettare i minimi di legge.. Serramenti esterni I serramenti esterni saranno in legno o alluminio con tapparella oscurante in PVC. In fase di progettazione si studieranno anche altre soluzioni di oscuramento. Rendimento energetico e impianti Risparmio energetico ed uso di risorse rinnovabili L obiettivo dell edificio sarà quello di raggiungere un livello di rendimento energetico nelle costruzioni, nel rispetto della normativa vigente in materia a livello regionale, portando l edificio al livello di classe A Impianto idrico sanitario Tutti gli impianti idrici delle singole unità immobiliari saranno intercettabili a mezzo di rubinetto d arresto posto in luogo facilmente accessibile e saranno formati da tubazioni per la distribuzione di acqua calda agli apparecchi utilizzatori, degli attacchi carico e scarico per la lavastoviglie e lavabiancheria. Si dovranno prevedere colonne di ventilazione secondaria per i WC. Dotazione di apparecchi sanitari e rubinetterie dei singoli alloggi: bagno padronale: lavabo, bidet, tazza WC, vasca dimensioni 170 x 70 o similari (completi di tutti gli accessori) o, in alternativa, piatto doccia secondo le indicazioni della D.L. bagno di servizio (solo per i quadrilocali e oltre): lavabo, bidet, tazza WC, piatto doccia in 70/80 x 70/80 a scelta dalla D.L.(ad esclusione del box doccia e saliscendi); cucina attacco per lavello (questo escluso), presa per lavastoviglie. L attacco per lavatrice potrà essere installato nel bagno padronale oppure nel bagno di servizio a scelta del Socio. Contabilizzazione individuale e riduzione del consumo di acqua potabile Il progetto studierà gli eventuali accorgimenti mirati alla riduzione del consumo d'acqua migliorando la qualità del servizio agli utenti secondo le disposizioni regionali e comunali Impianto di riscaldamento Sarà conforme alla normativa regionale vigente. L impianto di riscaldamento centralizzato prevede un unica centrale termica per la produzione dell acqua calda da riscaldamento, e per gli usi igienico sanitari, fatto salvo lo studio di sistemi tecnologici migliorativi. Ogni singolo alloggio sarà dotato di contatore di calore volumetrico per il riscaldamento e di misuratore elettronico compatto per la ripartizione dell energia termica dell acqua calda sanitaria completo di display per la visualizzazione del consumo di acqua, di energia, della temperatura dell acqua, delle ore di funzionamento, ecc. E inoltre prevista l installazione di sistemi di regolazione locali (valvole termostatiche, termostati collegati a sistemi locali o centrali di attuazione, ecc.) che, agendo sui singoli elementi di diffusione del calore (calorifero in alluminio), garantiscano il mantenimento della temperatura dei singoli ambienti riscaldati o nelle singole zone aventi caratteristiche di uso e di esposizione uniformi. In alternativa potrà essere decisa, per richiesta della maggioranza dei soci o come scelta obbligata al fine del raggiungimento della qualità energetica, l installazione di impianto di riscaldamento a pannelli a pavimento. Gli eventuali costi aggiuntivi saranno ripartititi fra i soci. 11

12 Descrizione Tecnica delle opere Impianto elettrico - citofonico - telefonico - antenna TV satellitare Tali impianti dovranno essere conformi alle vigenti norme. La rete di distribuzione sarà: a vista, in tubazione rigida isolante e canalina metallica con coperchio, al piano interrato; incassata, in tubazione flessibile isolante, ai piani fuori terra; forniture monofase 220 V - 3 kw - per le singole unità immobiliari (abitazioni e relative cantine). impianti box autoalimentati da contatore comune, quindi non colletao con i singoli alloggi I contatori saranno posti al piano interrato nei vani chiusi sottoscala, previo accordo con l'ente erogatore. Le linee elettriche montanti di ogni unità abitativa, faranno capo ad un quadretto di distribuzione tipo da incasso a doppio isolamento con portello. Il centralino di distribuzione, per ogni alloggio, conterrà; n 1 Interruttore differenziale puro generale di manovra; n 1 Interruttore magnetotermico 10 A a protezione dei circuiti luce ed aspiratore bagno - conduttori sezione 2,5mm; n 1 Interruttore magnetotermico 16 A a protezione dei circuiti prese - conduttori sezione 4 mmq; n 1 Interruttore magnetotermico 16 A a protezione dei circuiti prese cucina - conduttori sezione 4 mmq; n 1 Trasformatore di sicurezza per impianto campanello, suoneria bagni e cronotermostato - conduttori sezione 1,5 mmq. n 1 Protezione contro le sovratensioni (SPD) per tolleranza rischio 1 In ogni singola abitazione, cantina e box saranno installati ESTERNO n 1 Pulsante con targa porta nome (tipo da incasso) INGRESSO/SOGGIORNO n 1 Centralino di distribuzione n 1 Cassetta doppia arrivo impianto telefonico n 1 Suoneria di segnalazione pulsante esterno n 1 Ronzatore di segnalazione pulsante tirante dei bagni n 2 Punto luce invertito da 2 punti n 6 Presa 10/16A + T n 1 Presa TV/Satellitare n 1 Presa Telefono n 1 Cronotermostato n 1 Citofono n 1 Dispositivo illuminazione di sicurezza ANGOLO COTTURA n 1 Punto luce interrotto n 2 Presa 10/16A + T con interuttore di protezione per forno e lavastoviglie n 1 Presa 10/16A + T ad altezza m 2,40 per alimentazione cappa n 1 Presa 10/16A + T CUCINA n 1 Punto luce interrotto n 2 Presa 10/16A + T con interuttore di protezione per forno e lavastoviglie n 1 Presa 10/16A + T ad altezza m 2,40 per alimentazione cappa n 2 Presa 10/16A + T n 1 Presa TV/sat n 1 Presa telefono 12

13 Descrizione Tecnica delle opere DISIMPEGNO ZONA NOTTE n 1 Punto luce invertito da due punti n 4 Presa 10/16A + T CAMERA MATRIMONIALE n 1 Punto luce invertito da tre punti n 3 Presa 10/16A + T n 2 Presa 10/16A + T insieme al comando punto luce comodini n 1 Presa telefono n 1 Presa Tv/sat ALTRE CAMERE DA LETTO n 1 Punto luce interrotto n 4 Presa 10/16A + T n 1 Presa TV/sat n 1 Presa Telefono BAGNI n 1 Punto luce interrotto n 1 Presa 10/16A + T n 1 Punto luce interrotto per specchio del lavabo n 1 Pulsante tirante per vasca / doccia (ove pevista) n 1 Presa 10/16+T con interruttore per lavatrice (in un bagno a scelta) RIPOSTIGLIO n 1 Punto luce interrotto n 1 Presa 10/16a + T PER OGNI BALCONE n 1 Punto luce interrotto comprensivo di semplice corpo illuminante a scelta D.L. n 1 Presa stagna10/16a + T N.B. Le dotazioni dell impianto elettrico dell alloggio sopra elencate, rispettano i requisiti minimi previsti nell Allegato A, livello 1, della Norma CEI 64-8V.3. In tal senso l impianto sarà dichiarato a regola d arte. CANTINE n 1 Punto luce interrotto per ogni locale BOX n 1 Presa 10/16A + T Punti luce temporizzati per Illuminazione del corridoio comune completi di plafoniera in numero adeguato n 1 Punto luce interrotto completo di plafoniera a bassa tensione Prese da 10/16A + T saranno posizionate nal corsello comune dei box Note Finali La presente Descrizione Tecnica potrà prevedere in alternativa diversi tipi e qualità di materiali e/o lavorazioni, diverse qualità di manufatti, diversi sistemi di impianti etc. e sarà facoltà del Progettista e della D.L., a suo insindacabile giudizio, decidere i tipi, le qualità, le lavorazioni ed i sistemi di impianto che riterrà più adatti in fase di programmazine e realizzazione. 13

14 Come aderire al Programma di Edilizia Residenziale in Poasco Poasco Per aderire al Programma di Edilizia Residenziale in occorre concordare un incontro presso gli uffici di Domoservice Lombardia Srl a Milano in via Francesco Arese,10 (di fronte al Credito Artigiano) - in prossimità della MM3 fermata Zara - ove ha sede sociale la Cooperativa tel Nell incontro i nostri collaboratori e consulenti forniranno tutte le informazioni dettagliate e complete relative al programma edilizio, anche in merito ai finanziamenti di mutuo, quindi, se si decide di aderire si dovrà: A) Compilare la scheda Adesione al Programma di Edilizia Residenziale in Poasco indicando le proprie preferenze: la tipologia di alloggio la palazzina: 1 o 2 Convenzionata o Libera Convenzionata piani terra con giardino privato, primo o secondo Libera al piano terzo con possibilità di manasarda collegata B) Effettuare il versamento del deposito cauzionale dell importo corrispondente alla tipologia di alloggio che si intende prenotare e precisament:e dei seguenti importi: B) Bilocale con ang.cottura 3.000,00 Bk) Bilocale con cucina 4.000,00 T) Trilocale con ang.cottura 5.000,00 Tk) Trilocale con cucina 6.000,00 Q) Quadrilocale 9.000,00 C) L adesione all iniziativa con versamento del deposito cauzionale darà diritto all attribuzione del Numero di graduatoria all aderente con priorità quindi di prenotazione e di scelta dell alloggio. Con la prenotazione il deposito cauzionale sarà considerato versamento in conto assegnazione 14

15 Dati necessari per aderire al Programma di Edilizia Residenziale in Poasco Sig. / Sig.ra Via CAP Comune Tel.Ab. Tel.Uff. Cell. Per poter procedere alla progettazione edilizia corrispondente alle richieste dei soci, si chiede di indicare le preferenze di tipologia di alloggio e di piano: - [ B ] 2 locali (mq ) soggiorno con angolo cottura, camera, bagno [ Bk ] 2 locali (mq ) soggiorno, cucina, camera, bagno [ T ] 3 locali (mq ) soggiorno con angolo cottura, 2 camere, bagno [ Tk ] 3 locali (mq ) soggiorno, cucina, 2 camere, bagno [ Q ] 4 locali (mq ) soggiorno, cucina, 3 camere, 2 bagni [ ] Altra tipologia mq.[.. ] - [ ] Edilizia Convenzionata piano: [terreno] con giardino privato [ 1 ] [ 2 ] [ ] Edilizia Libera piano [ 3 ] con possibilità di mansarda I dati da me forniti potranno essere utilizzati dalla Società Domoservice Lombardia o dalle Cooperative aderenti per gli scopi sociali, per iniziative promozionali che mi potranno essere sottoposte, per indagini di mercato, per finalita' statistiche. In qualsiasi momento potro' modificare o cancellare i miei dati, o semplicemente oppormi al loro utilizzo scrivendo a Società Domoservice Lombardia Via Arese, Milano. Alla luce dell'informativa da me visionata esprimo al consenso del trattamento dei dati di cui sopra, in conformita' alla legge n. 675 / 96 15

16 Costituita nel 1990, la Cooperativa Edilizia Sant Ilario è divenuta una realtà imprenditoriale e sociale. Nei 22 anni di attività ha avuto iscritti a libro soci circa 650 persone e attualmente i soci sono circa 100. Ha alle sue spalle una storia tipicamente lombarda, nella capacità di rispondere a bisogni sociali con un attività economica. Attiva in Lombardia ha concentrato principalmente la sua attività nelle provincie di Milano e di Varese promuovendo iniziative in edilizia residenziale, principalmente di tipo convenzionato ed anche di edilizia libera, imponendo da subito i suoi obiettivi: agire nell interesse dei propri Soci offrendo un prodotto di alta qualità ad un prezzo competitivo e conveniente con particolare attenzione ai costi energetici e a quelli di gestione condominiale. Esperienze importanti, intuizione e caparbia volontà, hanno permesso di accumulare competenze e capacità riuscendo a conferire credibilità e prestigio alla Cooperativa sia verso i propri soci che verso il sistema bancario e le pubbliche amministrazioni. E iscritta alla Camera di Commercio di Milano, iscritta all albo Nazionale delle Cooperative, associata a Conf Cooperative Federabitazione Nazionale e della Provincia di Milano, partecipa alle attività del mondo della cooperazione per lo sviluppo ed il costante aggiornamento della propria attività Per lo svolgimento della propria attività, la Cooperativa si avvale di Domoservice Lombardia società dotata di personale qualificato per la gestione tecnica, economica, finanziaria, contabile e per l assistenza dei soci. 20 interventi realizzati per un totale di 466 alloggi, 5 negozi e un parcheggio di box MARNATE (VA) via Italia, alloggi e 3 negozi Edilizia convenzionata 1994/1997 BUSTO ARSIZIO (VA) via Q.Sella 28 alloggi Edilizia Convenzionata 1995/1997 CISLAGO (VA) via S.Giuseppe, villette a schiera Edilizia Convenzionata 1997/1999 MARNATE (VA) via Brescia, villette a schiera Edilizia Convenzionata 1997/1999 CANTELLO (VA) via Mazzini, 29 7 alloggi Edilizia Libera 1997/1999 LONATE POZZOLO (VA) via M. Romero, 6 15 alloggi Edilizia Convenzionata 1998/2000 CANEGRATE (MI) via Terni, alloggi Edilizia Libera 1999/2001 APRICA (SO) via Clef, 6/B 14 alloggi Edilizia Libera 2002/2004 DRESANO (MI) via Brunelleschi, 2 29 alloggi Edilizia Convenzionata 2002/2004 LONATE CEPPINO (VA) via Caravaggio, 4 12 alloggi Edilizia Libera 2002/2004 BUSTO ARSIZIO (VA) via Locatelli, 9 5 villette a schiera Edilizia Libera 2002/2004 CARONNO PERTUSELLA (VA) via Cabella, alloggi - 6 villette a schiera Edilizia Convenzionata 2003/2005 CAVARIA CON PREMEZZO (VA) via Giuliani, alloggi/ 4 villette/ 2 negozi Edilizia Libera 2004/2006 CORTENO GOLGI (BS) via Baradello, 23/25 34 alloggi Edilizia Libera 2005/2007 PIOLTELLO (MI) via Trattati di Roma, 7 40 alloggi Edilizia Convenzionata 2005/2007 ARONA (NO) via Petrarca, 7/9 12 alloggi Edilizia Convenzionata 2006/2008 MILANO Rogoredo Montecity via del Futurismo, alloggi Edilizia Convenzionata 2006/2008 MILANO Rogoredo Montecity via Taliedo 4/6 31 alloggi Edilizia Libera 2006/2008 MILANO via Trani-Mecenate 96 box (124 posti auto) Convenzionati 2008/2009 MILANO via Adamello 6/8 87 alloggi Edilizia Convenzionata e libera 2009/ interventi in corso di realizzazione per 102 alloggi Storia della Cooperativa Edilizia Sant Ilario oltre vent anni di attività CESANO BOSCONE (MI) via Pasubio via Degli Ippocastani (MI) lotto B 11 alloggi di Edilizia Convenzionata 11 alloggi di Edilizia Libera lavori iniziati ad aprile 2011 fine lavori prevista: luglio 2013 CESANO BOSCONE(MI) via Pasubio via Degli Ippocastani (MI) lotto C 11 alloggi di Edilizia Convenzionata 11 alloggi di Edilizia Libera lavori iniziati a dicembre 2011 fine lavori prevista: febbraio 2014 PIOLTELLO (MI) Loc.Limito via De Andrè 58 alloggi Edilizia Convenzionata lavori iniziati a maggio 2012 fine lavori prevista: maggio 2014 Altre iniziative delle Cooperative promosse da Domoservice in programmazione MARNATE Nizzolina (VA) via Morelli 11 alloggi Edilizia Convenzionata lavori iniziati a giugno 2012 fine lavori prevista primavera 2014 MILANO (zona Ripamonti Vigentino) via Broni 51 alloggi Edilizia Convenzionata Inizio lavori previsto inverno fine lavori prevista inverno SAN DONATO M.SE Località Poasco (MI) via Don Milani 30 alloggi Edilizia Convenzionata Inizio lavori previsto primavera 2013 fine lavori prevista primavera 2015 MILANO (zona Parco delle Cave - Quinto Romano) via Scanini 20 alloggi Edilizia Convenzionata e Libera Inizio lavori previsto primavera 2013 fine lavori prevista primavera 2015 BOLLATE Loc.Cascina del Sole (MI) via Monte Cengio 35 alloggi Edilizia Convenzionata e libera Inizio lavori previsto: estate 2013 fine lavori prevista estate 2015 MILANO (zona Lambrate) via Dei Canzi / via San Faustino / via Crespi 60 alloggi Edilizia Convenzionata e libera Inizio lavori previsto estate 2013 fine lavori prevista estate 2015 MILANO (zona Bovisasca) via Litta Modignani 40 alloggi Edilizia Convenzionata e Libera Inizio lavori previsto estate 2013 fine lavori prevista estate 2015 GIUSSANO (MI) via della Tecnica 15 alloggi Edilizia Convenzionata Inizio lavori previsto estate 2013 fine lavori prevista estate 2015 MILANO Expo 2015 (Località Cascina Merlata) via Gallarate 45 alloggi Edilizia Convenzionata Inizio lavori previsto entro il 2013 fine lavori prevista entro il 2015 MILANO (zona Affori) via Cialdini-Pozzuoli 40 alloggi Edilizia Convenzionata e Libera Inizio lavori previsto inizio 2014 fine lavori prevista inizio 2016 al servizio delle cooperative, al tuo servizio 16

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico ALLEGATO A ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico A) SOPRALLUOGHI, VISITE TECNICHE, VERIFICHE DI IMPIANTI A.1) Sopralluogo ed esame

Dettagli

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 L'edificio oggetto dell'intervento, si trova a Bolzano in via Dalmazia ai numeri 60, 60A e 62 E' stato costruito nei primi anni '50

Dettagli

dai vita alla tua casa

dai vita alla tua casa dai vita alla tua casa SEMPLICE MENTE ENERGIA bioedilizia Una STRUTTURA INNOVATIVA PARETE MEGA PLUS N 10 01 struttura in legno 60/60 mm - 60/40 mm 02 tubazione impianto elettrico ø 21 mm 03 struttura portante

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI INQUILINI (Art. 10 del contratto di locazione) Articolo 1

REGOLAMENTO PER GLI INQUILINI (Art. 10 del contratto di locazione) Articolo 1 REGOLAMENTO PER GLI INQUILINI (Art. 10 del contratto di locazione) Articolo 1 Gli inquilini sono tenuti oltre che all osservanza delle disposizioni contenute nel contratto di locazione anche a quelle del

Dettagli

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Saint-Gobain, attraverso i suoi marchi, sviluppa e produce nuove generazioni di materiali con un approccio moderno e completo al mercato delle costruzioni:

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997)

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) Progetto per la realizzazione di: Edificio residenziale Località: Ancona Indirizzo: via Menicucci, 3 Il tecnico competente Ancona, 20/09/2011

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

IL MINISTRO DELL INTERNO

IL MINISTRO DELL INTERNO D.M. 16 maggio 1987, n. 246 (G.U. n. 148 del 27 giugno 1987) NORME DI SICUREZZA ANTINCENDI PER GLI EDIFICI DI CIVILE ABITAZIONE IL MINISTRO DELL INTERNO Vista la legge 27 dicembre 1941, n. 1570: Vista

Dettagli

Il personale dello studio tecnico Pegaso Le ricorda che è a Sua completa disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento.

Il personale dello studio tecnico Pegaso Le ricorda che è a Sua completa disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento. Lo studio tecnico Pegaso, certo di offrire un utile servizio e nella convinzione che la chiarezza e la consapevolezza siano elementi dovuti nei confronti di chi decide di investire il proprio denaro e

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE Facoltà di Architettura Corso di Fisica Tecnica Ambientale Prof. F. Sciurpi - Prof. S. Secchi A.A. A 2011-20122012 IMPIANTI ELETTRICI CIVILI Per. Ind. Luca Baglioni Dott.

Dettagli

AGGIORNAMENTO DELLE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL S.U.A.

AGGIORNAMENTO DELLE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL S.U.A. AGGIORNAMENTO DELLE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL S.U.A. NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE P.R.G. VIGENTE In base alla tavola di Zonizzazione del P.R.G. vigente l area oggetto dell intervento è normata come

Dettagli

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA Comune della Spezia MARIO NIRO 5S a.s. 2013/2014 RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA RELATIVA AL PROGETTO DI ABITAZIONE UNIFAMILIARE DA EDIFICARE PRESSO IL COMUNE DELLA SPEZIA, VIA MONTALBANO CT FOGLIO 60, MAPPALE

Dettagli

5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI

5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI 5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI In questo capitolo, dopo aver definito il concetto di «coefficienti correttivi», verranno esaminati nel dettaglio i coefficienti di riduzione previsti dalla Circolare del Ministero

Dettagli

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con Il Ministro dell Economia e delle Finanze di concerto con Il Ministro dello Sviluppo Economico Visto l articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, recante legge finanziaria per il 2007 (di seguito:

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI)

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) Domande frequenti inerenti la Relazione Energetico - Ambientale e la conformità delle pratiche edilizie alla normativa di settore. Aggiornamento al

Dettagli

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA SETTORE TECNICO UFFICIO PROGETTAZIONE INTERVENTI E.R.S. E M.O. LAVORI DI MANUTENZIONE ORDINARIA EDILE ELENCO PREZZI UNITARI RESP. UFFICIO

Dettagli

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI l agenzia inf orma aggiornamento ottobre 2013 RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI INDICE INTRODUZIONE... 2 1. LA DETRAZIONE IRPEF PER LE SPESE DI RISTRUTTURAZIONE... 4 Chi può fruire della

Dettagli

Nuova Norma CEI 64-8 7 a Edizione 2012 Impianti elettrici utilizzatori in BT

Nuova Norma CEI 64-8 7 a Edizione 2012 Impianti elettrici utilizzatori in BT Nuova Norma CEI 64-8 7 a Edizione 2012 Impianti elettrici utilizzatori in BT 1 Nuova Norma CEI 64-8 - 7 a Edizione 2012 La nuova edizione (settima) della norma CEI 64-8 contiene piccoli aggiustamenti ed

Dettagli

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano Comune di MILANO Provincia di MILANO Regione LOMBARDIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO Gli aggiornamenti più recenti proroga detrazione del 65% estensione dell agevolazione ad altri interventi aumento della ritenuta d acconto sui bonifici

Dettagli

Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480

Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480 Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480 Ministero dei lavori pubblici Direzione generale edilizia statale e sovvenzionata div. XVI-bis: Norme per i collaudi dei fabbricati costruiti da cooperative edilizie fruenti

Dettagli

Costruzioni in legno: nuove prospettive

Costruzioni in legno: nuove prospettive Costruzioni in legno: nuove prospettive STRUZION Il legno come materiale da costruzione: origini e declino Il legno, grazie alla sua diffusione e alle sue proprietà, ha rappresentato per millenni il materiale

Dettagli

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA ai sensi degli articoli 41 e 42 L.R. 11.03.2005 n.12 e successive modifiche ed integrazioni

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

VUOI VENIRE AL MARE DA NOI?

VUOI VENIRE AL MARE DA NOI? VUOI VENIRE AL MARE DA NOI? copia omaggio www.vacanzemizar.it 2 PRENOTA OGGI STESSO LE TUE MERAVIGLIOSE VACANZE A VALVERDE! IL REGNO DEL BUON PESCE ALLA SCOPERTA DELLA QUALITA 4 MIZAR VACANZE TI OFFRE

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI Gli aggiornamenti più recenti proroga della maggiore detrazione Irpef per le spese di ristrutturazione agevolazione per l acquisto di mobili ed elettrodomestici

Dettagli

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI Gli aggiornamenti più recenti proroga della maggiore detrazione Irpef per le spese di ristrutturazione agevolazione per l acquisto di mobili ed elettrodomestici

Dettagli

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI Gli aggiornamenti più recenti proroga della maggiore detrazione Irpef per le spese di ristrutturazione agevolazione per l acquisto di mobili ed elettrodomestici

Dettagli

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO ISTAT/PDC/NRE

Dettagli

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI l agenzia inf orma aggiornamento gennaio 2014 RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI INDICE INTRODUZIONE... 2 1. LA DETRAZIONE IRPEF PER LE SPESE DI RISTRUTTURAZIONE... 4 Chi può fruire della

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

AREA Pianificazione e Progettazione RELAZIONE

AREA Pianificazione e Progettazione RELAZIONE PROVINCIA DI FIRENZE AREA Pianificazione e Progettazione RELAZIONE Variante normativa al Regolamento Urbanistico vigente di adeguamento al "regolamento di attuazione dell'articolo 144 della L.R. n. 1/2005

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro)

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO Comune di TROPEA Interventi manutentivi alla rete idrica comunale per fronteggiare l emergenza idrica sul territorio di Tropea Completamento,

Dettagli

Relazione tecnica. Interferenze

Relazione tecnica. Interferenze Relazione tecnica L autorimessa interrata di Via Camillo Corsanego, viene realizzata nel V Municipio ai sensi della Legge 122/89 art.9 comma 4 (Legge Tognoli). Il dimensionamento dell intervento è stato

Dettagli

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione 2.2. Il modello di denuncia e la documentazione Per tutte le opere e gli interventi sottoposti a denuncia e sull intero territorio regionale, la denuncia è redatta ai sensi dell art. 93 del D.P.R. 380/2001

Dettagli

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 Nuovo Piano Casa Regione Lazio Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 AMBITO DI APPLICAZIONE (Art. 2) La Legge si applica agli edifici: Legittimamente realizzati

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Schede rilievo SCHEDA RILIEVO BARRIERE ARCHITETTONICHE SPAZI - strade Vinci Toiano CENTRO ABITATO Sant

Dettagli

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Guida alla detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Aggiornata al 20 dicembre 2013 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO.... pag. 3 2. EDIFICI INTERESSATI.....

Dettagli

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE LIMITED WARRANTY EDILIZIA VERTICALE Wolly 2 La centrale che per la sua versatilità di installazione ha rivoluzionato il concetto di aspirapolvere centralizzato, consentendo la sua installazione anche nei

Dettagli

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile MATERIALI A BASE DI CALCE NATURALE PER IL RESTAURO E IL RISANAMENTO scheda tecnica per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO PRODOTTO PER

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA

VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA VIA URBANA UNA NUOVA STORIA ABITATIVA LA MODERNA VIA URBANA RICALCA IL PERCORSO DI UN ANTICA STRADA ROMANA (IL VICUS PATRICIUS), SEDE DI RESIDENZE PATRIZIE DI EPOCA REPUBBLICANA E IMPERIALE, A CUI SI ALTERNAVANO

Dettagli

passione coinvolgente

passione coinvolgente passione coinvolgente Arte ed eleganza impreziosiscono gli interni di una villa appena ristrutturata. L arredo moderno incontra la creatività di artisti internazionali. progettazione d interni far arreda

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso QUANDO ISOLARE DALL INTERNO L isolamento dall interno delle pareti perimetrali e dei soffitti rappresenta, in alcuni contesti edilizi e soprattutto nel caso di ristrutturazioni, l unica soluzione perseguibile

Dettagli

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti gli utilizzi tecnici dell acqua in un edificio ACQUA FREDDA SANITARIA

Dettagli

Indice. Parte Prima. Premessa... pag. 2. Contenuti e limiti previsti dal Piano Casa 2 3. Parte Seconda. A) Definizioni. pag. 9

Indice. Parte Prima. Premessa... pag. 2. Contenuti e limiti previsti dal Piano Casa 2 3. Parte Seconda. A) Definizioni. pag. 9 Indice Parte Prima Premessa... pag. 2 Contenuti e limiti previsti dal Piano Casa 2 3 Parte Seconda A) Definizioni. pag. 9 B) Disposizioni riguardanti aspetti generali. 10 C) Disposizioni in materia di

Dettagli

Il miglior investimento che tu possa fare. Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente

Il miglior investimento che tu possa fare. Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente Il miglior investimento che tu possa fare Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente Il miglior investimento che tu possa fare Se progettate di rinnovare o costruire un nuovo bagno, una cucina o un

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Edificio Ai sensi dell art. 3 del ordinanza sul Registro federale degli edifici e delle abitazioni, l edificio è definito come segue: per

Dettagli

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico La riparazione dell asfalto ha fatto strada. Sistemi MAPEI per la realizzazione di pavime I pannelli radianti sono

Dettagli

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA Studio Tecnico Geometri SAPINO Giuseppe e PEDERZANI Fabio Via Pollano, 26 12033 MORETTA (CN) - tel. 0172.94169 fax 172.917563 mail: gsapino@geosaped.com fpederzani@geosaped.com P.E.C.: giuseppe.sapino@geopec.it

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w www.metra.it SISTEMI PER BALCONI. THEATRON METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA sono stati

Dettagli

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n. Spazio riservato al Servizio Urbanistica AGIBILITA' n del L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.160 ) l sottoscritt...

Dettagli

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp. CATTANEO & Co. - BG SC_I 01/2005 S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.it Realizzare un connubio perfetto fra

Dettagli

Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (articolo 21, comma 4, d.lgs. n.

Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (articolo 21, comma 4, d.lgs. n. PROTOCOLLO Responsabile del procedimento 14,62 Al Ministero per i beni e le attività culturali Soprintendenza..... Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni

Dettagli

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13 Facility management Energy services Engineering General Contracting COMPANY PROFILE Settembre 13 20834 Nova Milanese (MB) 1. Storia e mission FSI Servizi Integrati è una società di servizi giovane, di

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T 02F051 571T 560T 561T 566T 565T 531T 580T Caratteristiche principali: Comando funzionamento manuale/automatico esterno Microinterruttore

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi www.metrawindows.it THEATRON Linea GLASS Sistemi per Balconi METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati

Dettagli

THERMATILE & BREVETTATO. Sistema riscaldante brevettato per pavimenti e rivestimenti

THERMATILE & BREVETTATO. Sistema riscaldante brevettato per pavimenti e rivestimenti THERMATILE & BREVETTATO Sistema riscaldante brevettato per pavimenti e rivestimenti 1 Che cos è? Thermatile è l innovativo sistema brevettato di riscaldamento radiante in fibra di carbonio, di soli 4 millimetri

Dettagli

L impianto elettrico nel residenziale

L impianto elettrico nel residenziale Guida tecnica L impianto elettrico nel residenziale Come realizzare impianti conformi alla CEI 64-8 Testo aggiornato alla 7 a edizione Guida tecnica L impianto elettrico nel residenziale Come realizzare

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili Sistema Multistrato per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili LISTINO 05/2012 INDICE Pag. Tubo Multistrato in Rotolo (PEX/AL/PEX) 4065 04 Tubo Multistrato in Barre (PEX/AL/PEX)

Dettagli

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE PROF.. GIIANCARLO ROSSII PARTE SECONDA 1 INTRODUZIONE TIPOLOGIE

Dettagli

La norma UNI-CIG 7129/08

La norma UNI-CIG 7129/08 1 2 3 Ossido carbonio 4 Normale Ordinamento Codice civile Codice Penale Leggi speciali Legge 1083/71 D.P.R. 412/93 -> D.Lgs. 192/05 DM 37/08 5 Premessa: L incontro ha lo scopo di illustrare le principali

Dettagli

ANALISI DELLE NOVITÀ IN EDILIZIA INTRODOTTE DAL DECRETO DEL FARE

ANALISI DELLE NOVITÀ IN EDILIZIA INTRODOTTE DAL DECRETO DEL FARE ANALISI DELLE NOVITÀ IN EDILIZIA INTRODOTTE DAL DECRETO DEL FARE Il decreto legge 69/2013 ha introdotto significativi cambiamenti nel settore dell edilizia: nel presente dossier analizziamo le più importanti

Dettagli

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale dell edificio. Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale e parapetti Legenda

Dettagli

LEADER EUROPEO. Blocchi e Solai in Legno Cemento. Struttura antisismica testata e collaudata

LEADER EUROPEO. Blocchi e Solai in Legno Cemento. Struttura antisismica testata e collaudata LEADER EUROPEO Blocchi e Solai in Legno Cemento Struttura antisismica testata e collaudata Come da Linee Guida del Ministero LLPP Luglio 2011 TERREMOTO IN EMILIA 2012 Asilo a Ganaceto (MO) Intervento a

Dettagli

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati DECORAZIONE 03 Posare la carta da parati 1 Scegliere la carta da parati Oltre ai criteri estetici, una carta da parati può essere scelta in funzione del luogo e dello stato dei muri. TIPO DI VANO CARTA

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via S. Andrea, 8 32100 Belluno Tel. 0437 516927 Fax 0437 516923 e-mail: serv.spisal.bl@ulss.belluno.it Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via Borgo

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE Piazza Mazzini, 46 16038 SANTA MARGHERITA LIGURE (GE) REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SULLE COPERTURE DELLA SCUOLA PRIMARIA A.R. SCARSELLA, DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA

Dettagli

EDIL-SERV via Ciantro Marrocco n 13; C.A.P.: 93100 Caltanissetta; Fax: 36.338.8233126; Cell. 338.8233126 388.1832953 Web:

EDIL-SERV via Ciantro Marrocco n 13; C.A.P.: 93100 Caltanissetta; Fax: 36.338.8233126; Cell. 338.8233126 388.1832953 Web: Via C. Marrocco, 13 93100 Caltanissetta (CL) Tel.: 338.8233126 388.1832953 Fax: 36.338.8233126 E-mail:edil-serv@alice.it Web: www.webalice.it/edil-serv Alla cortese attenzione del Titolare di codesta Spett.le

Dettagli

Errata Corrige. Variante. &(, 2WW Guida per la definizione della documentazione di progetto degli impianti elettrici.

Errata Corrige. Variante. &(, 2WW Guida per la definizione della documentazione di progetto degli impianti elettrici. 1250(&(, &(, 2WW Guida per la definizione della documentazione di progetto degli impianti elettrici. &(, Legge 46/ 90 - Guida per la compilazione della dichiarazione di conformità e relativi allegati &(,9

Dettagli

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85)

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) timbro protocollo AL RESPONSABILE Area delle Politiche Infrastrutturali e del Territorio DEL COMUNE DI SPADAFORA (ME) OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) OGGETTO: Comunicazione opere interne ai sensi dell

Dettagli

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio ALLEGATO E (Allegato I, comma 15) RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

Il centralino contemporaneo Da ABB consigli e soluzioni per trasformare la regola dell arte in un opera d arte.

Il centralino contemporaneo Da ABB consigli e soluzioni per trasformare la regola dell arte in un opera d arte. Il centralino contemporaneo Da ABB consigli e soluzioni per trasformare la regola dell arte in un opera d arte. Il montante L autostrada che porta al centralino Il montante È la conduttura che collega

Dettagli

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO L innovativo sistema per la ristrutturazione delle pareti dall interno LEADER MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO Costi energetici elevati e livello di comfort basso: un problema in crescita La maggior

Dettagli

DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO

DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO DIREZIONE URBANISTICA SERVIZIO Edilizia Privata, DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO Deliberazione Consiglio Comunale n. 13/2014 SCHEDA INFORMATIVA Aprile 2014 In data 25 marzo

Dettagli

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci 8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE Prof. Pier Luigi Carci Introduzione Introduzione Le opere di urbanizzazione costituiscono tutte le strutture e i servizi necessari per rendere un nuovo insediamento adatto

Dettagli

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione).

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione). DECRETO MINISTERIALE 2 aprile 1968, n. 1444 (pubblicato nella g. u. 16 aprile 1968, n. 97). Limiti inderogabili di densità edilizia, di altezza, di distanza fra i fabbricati e rapporti massimi tra spazi

Dettagli