Roma, 6 maggio Piani di sviluppo e programma investimenti infrastrutturali di FS

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Roma, 6 maggio 2008. Piani di sviluppo e programma investimenti infrastrutturali di FS"

Transcript

1 Roma, 6 maggio 2008 Piani di sviluppo e programma investimenti infrastrutturali di FS

2 La Legge Finanziaria La riduzione dei trasferimenti finanziari previsti nella Legge Finanziaria ha comportato: l attuazione di azioni di contrazione della spesa per contenere il budget dei Progetti avviati 2

3 La Legge Finanziaria La riduzione dei trasferimenti finanziari ha imposto di procedere classificando gli investimenti secondo priorità (richiamate nel DPEF ): RANKING CRITERI Priorità massima Manutenzione Straordinaria Sicurezza e Obblighi di legge AV/AC in corso di realizzazione (Torino-Milano-Napoli) Priorità media Tecnologie per la gestione Sviluppo Rete Convezionale Progetti già avviati Priorità minima Ulteriori Progetti di sviluppo da avviare 3

4 Il documento di programmazione: Il Contratto di Programma (sottoscritto il 31 ottobre 2007) Gestore Infrastruttura Ministero delle Infrastrutture Regolamenta i reciproci impegni per la realizzazione degli investimenti di potenziamento, sviluppo e mantenimento in efficienza dell infrastruttura ferroviaria 4

5 Il volume degli Investimenti del CdP Mld Euro Progetti ultimati Sviluppo infrastrutturale Rete Convenzionale 40 Mld Euro Sviluppo infrastrutturale Rete Alta Capacità 86 Mld Euro 189 Mld Euro C.d.P Tecnologie per la sicurezza, la circolazione e l'efficientamento 11 Mld Euro Manutenzione Straordinaria e Upgrading 20 Mld Euro Rete AV/AC TO-MI-NA 32 Mld Euro 5

6 Articolazione per Tabelle del CdP

7 Obblighi del Gestore nel CdP Attuare i piani di Attuare i piani di potenziamento e sviluppo potenziamento e sviluppo dell infrastruttura ferroviaria e dell infrastruttura ferroviaria e sviluppare sistemi di gestione sviluppare sistemi di gestione e tecnologie innovative e tecnologie innovative Adottare le misure più Adottare le misure più appropriate per conseguire la appropriate per conseguire la maggiore riduzione dei tempi maggiore riduzione dei tempi e dei costi nell esecuzione e dei costi nell esecuzione esecuzione delle attività oggetto del CdP delle attività oggetto del CdP Assicurare un flusso Assicurare un flusso continuo di dati ai Ministeri e continuo di dati ai Ministeri e al CIPE al CIPE Elaborare analisi e stime dei Elaborare analisi e stime dei costi di investimento costi di investimento Gestore Infrastruttura Agevolare il Ministero Agevolare il Ministero nell espletazione delle nell espletazione espletazione delle verifiche verifiche Comunicare tempestivamente Comunicare tempestivamente eventuali criticità eventuali criticità nell attuazione degli nell attuazione degli interventi programmati interventi programmati Elaborare il Piano di Impresa tenendo conto degli investimenti contenuti nel CdP Elaborare il Piano di Impresa tenendo conto degli investimenti contenuti nel CdP 7

8 Gli appuntamenti previsti dal CdP Anno n-esimo gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov Recepimento degli effetti della Legge Finanziaria nelle tabelle del CdP Comunicazione sugli scostamenti del valore della produzione annua, di tempi e costi dei progetti di investimento (penali) Invio elementi informativi al Min. Infrastruttura per DPEF e per legge finanziaria Relazione sullo stato di attuazione degli investimenti (anno n-1 ) Modifica delle tabelle del CdP soggetta: a verifiche delle coperture finanziarie degli investimenti in Tab.A Parere CIPE e Commissioni parlamentari competenti dic Comunicare al Ministero per appalti >25Mln : nomina commissioni di gara, incarichi di collaudo tecnico-amministrativo amministrativo, contenziosi 8

9 Indicatori di misurazione di risultato (penali) nel CdP Costi Costi a Vita Vita Intera Interae Tempi Tempi di di Ultimazione Ultimazione dei dei progetti progetti campione campione (come rappresentati nei Dossier di (come rappresentati nei Dossier di Valutazione Valutazione approvati approvati dal dal Ministero) Ministero) Produzione Produzione annua annuae Attivazioni Attivazioni in in esercizio esercizio dei dei progetti progetti campione campione (come (come pianificato pianificato a a Budget Budget di di RFI) RFI) Determinazione dello scostamento medio PENALITA PENALITA scostamento scostamento registrato registrato penale penale = = % valore valore della della produzione produzione s 10% s 10% 1% 1% 10% 10% < < s 20% s 20% 2% 2% s s > > 20% 20% 5% 5% 9

10 Aggiornamento CdP : 2011: nuovi interventi inseriti in tab. A del CdP Bolzano Trento Accessibilità a Malpensa da Sud Nodo di Novara passante ferroviario merci Focus Progettazioni Preliminari Potenziamento linea Foligno Perugia Terontola Quadruplicamento Pavia Milano (Rogoredo) Potenziamento Battipaglia Reggio Calabria: variante Ogliastro Sapri Raddoppio Cesano Bracciano Nuovo collegamento Palermo Catania 10

11 Quadruplicamento linea Tortona Voghera Cintura di Torino e connessione al collegamento Torino Lione (studi ed indagini) Completamento raddoppio Genova Ventimiglia: tratta Andora Finale Raddoppio Berceto Chiesaccia e Parma Fornovo Aggiornamento CdP : 2011: nuovi interventi inseriti in tab. A del CdP Focus Progettazioni Definitive Trieste Divaca Nuova linea AV/AC Venezia Trieste (tratta Ronchi Trieste) Quadruplicamento Fortezza Verona (prime 4 fasi prioritarie) Potenziamento tratta Bergamo Seregno) Potenziamento linea Pistoia Lucca Viareggio Pisa Quadruplicamento linea Chiasso Monza Gronde merci di Roma Centro Intermodale del Tevere Itinerario Messina Catania: completamento del raddoppio (tratta Giampilieri Fiumefreddo Quadruplicamento Salerno Battipaglia 11

12 Aggiornamento CdP : 2011: nuovi interventi inseriti in tab. A del CdP Arcisate - Stabio Nuovo collegamento transfrontaliero Raddoppio Lunghezza- Guidonia PRG e ACEI Ciampino Variante Cancello-Napoli per integrazione con linea AV/AC Nuova stazione Vesuvio est (linea a monte del Vesuvio) Battipaglia-Reggio Calabria Adeguamento infrastrutturale e tecnologico Focus Realizzazioni Adeguamento a sagoma gabarit C galleria Cattolica Nodo di Falconara Raddoppio Castelplanio-Montecarotto Raddoppio Termoli-Lesina Nodo di Bari Interramento adriatica tra Palese e S.Spirito e variante della linea a sud di Bari (fase) Velocizzazione linea Catania-Siracusa 12

13 Evoluzione del portafoglio Investimenti contrattualizzato. Costo a Vita Intera Importi in miliardi 188,47 + 0,10 188,57 Rete AV/AC: TO-MI-NA 32,00 Rete AV/AC: TO-MI-NA 32,00 Tab. A: RC/AC 39,27 + 3,45 Tab. A: RC/AC 42,73 Opere in corso (Tabella A) Rete Convenzionale Tab. B 33,69 Tab. C 37,52-1,27-1,98 Tab. B 32,42 Tab. C 35,54 Opere prioritarie da avviare (Tabella B) Altre opere da realizzare (Tabella C) Tab. D 45,99-0,10 Tab. D 45,89 Opere previste a completamento del Piano (Tabella D). Tab. E 10,63 Tab. E 10,63 Progetti ultimati (Tabella E). CdP ottobre 2007 Agg. gennaio

14 Aggiornamento CdP : 2011: il volume degli Investimenti 11 Mld Euro Progetti ultimati Sviluppo infrastrutturale Rete Convenzionale 38 Mld Euro Sviluppo infrastrutturale Rete Alta Capacità 88 Mld Euro 189 Mld Euro C.d.P Tecnologie per la sicurezza, la circolazione e l'efficientamento 11 Mld Euro Manutenzione Straordinaria e Upgrading 19 Mld Euro Rete AV/AC TO-MI-NA 32 Mld Euro 14

15 Aggiornamento CdP : 2011: gli investimenti di Tabella A Lavori in corso Manutenzione Straordinaria e Upgrading 12,7 Mld Euro Tecnologie per la sicurezza, la circolazione e l'efficientamento 9.2 Mld Euro Sviluppo infrastrutturale Rete Convenzionale 13.5 Mld Euro 75 Mld Euro Sviluppo infrastrutturale Rete Alta Capacità 7.4 Mld Euro Rete AV/AC TO-MI-NA 32 Mld Euro 15

16 I principali investimenti: : la rete Alta Velocità/Alta Capacità (AV/AC) Sviluppo infrastrutturale Rete Convenzionale 38 Mld Euro Sviluppo infrastrutturale Rete Alta Capacità 88 Mld Euro Tecnologie per la sicurezza, la circolazione e l'efficientamento 11 Mld Euro Lecce Manutenzione Straordinaria e Upgrading 19 Mld Euro Rete AV/AC TO-MI-NA 32 Mld Euro 16

17 I principali investimenti: la rete AV/AC Progetto prioritario n 6 Asse ferroviario Lione/Genova-BasleDuisburgRotterdam/Antwerp Progetto prioritario n 24 Progetto prioritario n 1 Asse ferroviario Berlino-VeronaMilano-BolognaNapoli-MessinaPalermo Asse ferroviario LioneTrieste-Divaca/KoperLjubijana-Budapest-Ucraina 17

18 I principali investimenti: : la rete AV/AC LA RETE AV/AC IN ITALIA: Nuove linee e potenziamento delle linee esistenti lungo gli assi ferroviari più congestionati : - asse Milano-Bologna-Firenze- Roma-Napoli- Palermo - asse Torino-Milano-Verona- Venezia-Trieste - asse Milano-Genova 18

19 La rete AV/AC Le principalip attivazioni all anno anno 2007 Quadruplicamento Pioltello-Treviglio Quadruplicamento Padova-Mestre Nuova linea AV/AC Torino-Novara Nodo AV/AC di Bologna: Passante in superficie (via S.Viola) Nuova linea AV/AC Roma-Napoli sino alla stazione di Gricignano Lecce Nuova linea AV/AC Napoli-Salerno 19

20 La rete AV/AC I principali investimenti al Centro/Nord In esercizio Nodo AV/AC di Bologna: Passante in superficie (via S.Viola) Il Progetto Prioritario n. 1 in Italia Nel breve termine Raddoppio Bologna-Verona Nuovo valico del Brennero e Quadruplicamento Fortezza-Verona Nuova linea AV/AC Milano-Bologna e Nodo AV/AC di Bologna Nuova linea AV/AC Bologna-Firenze e Nodo AV/AC di Firenze Nuova linea AV/AC MI-BO e nodo BO Raddoppio Bologna-Verona Adeguamento DD Roma-Firenze e Nodo AV/AC di Roma Passante sott.. e stazione AV/AC Firenze Nuova linea AV/AC BO-FI e nodo FI Nel medio/lungo termine Adeguamento DD FI-RM e nodo AV/AC di RM Nuovo valico del Brennero e quadruplicamento Fortezza-Verona Passante in sotterraneo e stazione AV/AC di Firenze 20

21 La rete AV/AC I principali investimenti al Sud In esercizio Il Progetto Prioritario n. 1 in Italia Nuova linea AV/AC Roma-Napoli sino alla stazione di Gricignano Nuova linea AV/AC Napoli-Salerno Nel breve termine Itinerario Napoli-Bari: raddoppio Bovino-Cervaro Completamento linea AV/AC Roma-Napoli e Nodo di Napoli Completamento nuova linea AV/AC Roma-Napoli Nodo AV/AC di Napoli Raddoppio tratta Catania O. Catania C.le Linea Palermo-Messina: raddoppio tratte Messina-Patti e Fiumetorto-Ogliastrillo Itinerario Napoli-Bari: raddoppio Bovino-Cervaro Quadruplicamento Salerno-Battipaglia e Potenziamento Battipaglia-Reggio Calabria Itinerario Napoli-Bari: Nel medio/lungo termine raddoppio Cancello-Benevento, Apice-Orsara e Orsara-Bovino Itinerario Napoli Bari: raddoppio CancelloBenevento, Apice-Orsara e Orsara-Bovino Quadruplicamento Salerno-Battipaglia e potenziamento Battipaglia-Reggio Calabria (variante Ogliastro-Sapri) Linea Messina-Catania: raddoppio tratta Giampilieri-Fiumefreddo Nuovo collegamento Palermo-Catania Raddoppio tratte Messina-Patti e Fiumetorto-Ogliastrillo Raddoppio tratta GiampilieriFiumefreddo Nuova linea Palermo-Catania Raddoppio tratta Catania O.-Catania C.le 21

22 La rete AV/AC I principali investimenti In esercizio Nuova linea AV/AC Torino-Novara Quadruplicamento Pioltello- Treviglio Quadruplicamento Padova-Mestre Il Progetto Prioritario n. 6 in Italia Nel breve termine Nuova linea AV/AC Novara-Milano Quadruplicamento Torino P.Susa-Stura Monaco/Berlino Lötschberg Gottardo MILANO Nuova linea AV/AC Treviglio-Brescia Potenziamento tratta Bergamo- Seregno BOLOGNA Nuova Linea AV/AC Venezia-Trieste Nuova linea AV/AC Novara-Milano e nodi di Torino e Milano Nuova linea AV/AC Treviglio-Brescia Quadruplicamento Torino Porta Susa Stura Nel medio/lungo termine Nuova linea AV/AC Brescia-Verona-Padova Cintura di Torino Potenziamento tratta Bergamo-Seregno Nuova linea AV/AC Venezia-Trieste Cintura di Torino GENOVA Nuova Linea AV/AC Brescia-Verona-Padova Nuovi collegamenti trasfontalieri verso Francia e Slovenia 22

23 La rete AV/AC I principali investimenti Potenziamento linee di accesso sud al Valico del Sempione Potenziamento linee di accesso sud al Valico del S.Gottardo Transito di Luino: adeguamento a modulo e collegamento con Malpensa Il Progetto Prioritario n. 24 in Italia Nel breve termine Transito di Luino: allungamento a modulo e collegamento con Malpensa Nodo di Novara Passante ferroviario merci Nuova linea AV/AC Terzo Valico dei Giovi Nel medio/lungo termine Nodo di Novara passante ferroviario merci Potenziamento linee di accesso sud al Valico del Sempione: raddoppio Vignale- Oleggio-Arona Potenziamento linee di accesso sud al Valico del S.Gottardo:quadruplicamento Chiasso-Monza Nuova linea AV/AC Terzo Valico dei Giovi 23

24 FOCUS sulle nuove linee AV/AC in costruzione: la linea Torino-Milano Milano-Napoli: Gli investimenti Asse Torino-Milano-Napoli Investimento per opere mln Euro Asse Torino-Milano-Napoli : (situazione a dicembre 2007) Lavori contabilizzati mln Euro (77%) Lavori in corso mln Euro (20%) Lavori da avviare mln Euro (3%) 24

25 FOCUS sulle nuove linee AV/AC in costruzione: la linea FOCUS sulle nuove linee AV/AC in costruzione: la linea Torino-Milano Milano-Napoli Napoli: Il fabbisogno finanziario IMPIEGHI Mld Importo per opere 32,0 Oneri accessori 0,2 INVESTIMENTO COMPLESSIVO 32,2 FONTI Mld Finanziamento pubblico Capitale Sociale 5,1 ContributI c/ Impianti (L. Finanziarie, accollo debito ex ISPA, fonti comunitarie, ecc..) 19,2 Debiti pregressi 3,0 TOTALE FONTI 27,3 FABBISOGNO RESIDUO 4,9 DEBITO DA ATTIVARE E inoltre necessario far ricorso ad altre due linee di finanziamento: - debito IVA (max esposizione 1,1 mld) - liquidity facility (per coprire gli squilibri di cassa - max esposizione 0,3 mld) 25

26 FOCUS sulle nuove linee AV/AC in costruzione: la linea FOCUS sulle nuove linee AV/AC in costruzione: la linea Torino-Milano Milano-Napoli Napoli: Le caratteristiche tecniche 26

27 FOCUS sulle nuove linee AV/AC in costruzione: la linea FOCUS sulle nuove linee AV/AC in costruzione: la linea Torino-Milano Milano-Napoli Napoli: Le tecnologie per il distanziamento dei treni ERTMS/ETCS Km di linea attrezzati con ERTMS al 31 marzo 2008: 302 km 27

28 FOCUS sulle nuove linee AV/AC in costruzione: la linea FOCUS sulle nuove linee AV/AC in costruzione: la linea Torino-Milano Milano-Napoli Napoli: Avanzamento dei lavori al 31/12/07 Tratta AV/AC Novara -Milano Nuova stazione di Rho Tratta AV/AC Milano-Bologna Viadotto Modena Tratta AV/AC Torino-Novara Viadotto Dora 39 km di linea 2 km di gallerie 6 km di viadotti 76 % avanzamento lavori 2009 attivazione 86 km di linea 3 km di gallerie 15 km di viadotti 100 % avanzamento lavori 2006 attivazione Tratta AV/AC Bologna-Firenze Galleria Vaglia 78 km di linea 72 km di gallerie 1 km di viadotti 88 % avanzamento lavori 2009 attivazione 182 km di linea 4 km di gallerie 32 km di viadotti Lecce 89 % avanzamento lavori 2008 attivazione Tratta AV/AC Roma-Napoli Interconnessione di Cassino 205 km di linea 37 km di gallerie 38 km di viadotti 100 % avanzamento lavori 1 Lotto 2005 attivazione 1 Lotto 81 % avanzamento lavori 2 Lotto 2009 attivazione 2 Lotto 28

29 FOCUS sulle nuove linee AV/AC in costruzione: la linea FOCUS sulle nuove linee AV/AC in costruzione: la linea Torino-Milano Milano-Napoli Napoli: Previsione di attivazione dicembre 2009 In esercizio da febbraio 2006 dicembre 2009 giugno 2010 scavalchi giu 2014 Passante sott.. e stazione dicembre 2008 In eserc. dic 2007 Pass.superficie dic 2011 Passante sott.. e stazione set 2008 bin.pari colleg.. Tiburtina giu 2009 bin.dispari colleg. Tiburt. Lecce in esercizio da dicembre 2005 dicembre 2009 completamento Obiettivo 1 Obiettivo 2 29

30 I Principali investimenti: : la rete Convenzionale Sviluppo infrastrutturale Rete Convenzionale 38 Mld Euro Sviluppo infrastrutturale Rete Alta Capacità 88 Mld Euro Tecnologie per la sicurezza, la circolazione e l'efficientamento 11 Mld Euro Manutenzione Straordinaria e Upgrading 19 Mld Euro Rete AV/AC TO-MI-NA 32 Mld Euro 30

31 La rete Convenzionale Le principalip attivazioni nell anno 2007 MILANO-LECCO LECCO Raddoppio Carnate-Cernusco Cernusco BOLOGNA-VERONA Raddoppio Crevalcore-S.Felice sul Panaro Nodo di BOLOGNA PRG e ACS di Lavino Nodo di ROMA Raddoppio Prenestina-Lunghezza e Nuove fermate linea FR2 ROMA FORMIA BAB Roma Casilina-Campoleone Campoleone e ACEI Pomezia PESCARA BARI Raddoppio Apricena-S.Severo BARI TARANTO Raddoppio Palagiano-Massafra -Bellavista (senza variante -Palagianello) RETE SARDA Raddoppio Decimomannu-S.Gavino (escluse le stazioni) Nodo di NAPOLI SCC tratta Napoli-Salerno Itenerari merci Potenziamento infrastrutturale Gioia Tauro-Taranto Taranto Nodo di REGGIO CALABRIA Elettrificazione e tecnologie sulla linea raddoppiata Reggio C.- Mellito P.S. 31

32 La rete Convenzionale Le principalip attivazioni previste nell arco di Piano ^ semestre 2008 Nodo di MILANO Passante di Milano tratta P.Vittoria-Rogoredo ADRIATICA Adeguamento a sagoma gabarit C galleria Castellano Nodo di NAPOLI Costruzione IDP Nodo di ROMA Dispositivi di attestamento a Lunghezza PALERMO-MESSINA MESSINA Raddoppio Villafranca-Rometta BARI-TARANTO Variante di Palagianello LAMEZIA-CATANZARO Variante di tracciato Catanzaro Lido-Settingiano Nodo di PALERMO ACEI e BAB tratta Palermo-Fiumetorto 32

33 La rete Convenzionale Le principalip attivazioni previste nell arco di Piano MILANO-LECCO LECCO Raddoppio Olgiate-Airuno TORINO-MODANE Gabarit B plus della linea Nodo di MILANO PRG di Milano Rogoredo MILANO 2^ semestre 2008 BOLOGNA-VERONA Raddoppio S.Felice-Poggio Rusco e Poggio Rusco-Nogara LIVORNO-PISA 1^ macrofase dell ACC e PRG Pisa C.le RETE SARDA Completamento raddoppio Decimomannu-S.Gavino PALERMO-AGRIGENTO AGRIGENTO Velocizzazione linea (ulteriore fase) Nodo di ROMA PRG Tiburtina (fase) Nodo di NAPOLI Innesto nel passsante Villa Literno-Gianturco della linea di Cancello Nodo di BARI Collegamento diretto merci nord- sud Bari S.Andrea Bari Parco Nord Nodo di MESSINA Realizzazione metroferrovia 33

34 La rete Convenzionale Le principalip attivazioni previste nell arco di Piano Nodo di MILANO Realizzazione fermata Rho-Fiera Milano Anno 2009 Nodo di MILANO Collegamento Milano C.le-Malpensa Linea Milano-Mortara Mortara: : raddoppio Milano S.Cristoforo- Albairate/Vermezzo LIVORNO-PISA Completamento PRG e ACC di Pisa Nodo di VENEZIA PRG e ACC di Venezia Mestre PALERMO-MESSINA MESSINA Raddoppio Pace del Mella-Rometta BARI-TARANTO Collegamento nord-sud Cagioni-Bellavista 34

35 La rete Convenzionale Le principalip attivazioni previste nell arco di Piano Linea Pontremolese Raddoppio Solignano-Osteriazza Nodo di TORINO Nuovo Fabbricato Viaggiatori Di Torino Porta Susa GENOVA VENTIMIGLIA Raddoppio S.Lorenzo-Andora Nodo di MILANO Collegamento indipendente linea Bergamo-Treviglio con quadruplic. Milano-Treviglio MILANO-Bologna Scalo di Marzaglia (1^ fase) ORTE-FALCONARA Raddoppio Campello-Spoleto Raddoppio Fabriano-PM 228 Anno

36 I Principali investimenti: : le tecnologie Sviluppo infrastrutturale Rete Convenzionale 38 Mld Euro Sviluppo infrastrutturale Rete Alta Capacità 88 Mld Euro Tecnologie per la sicurezza, la circolazione e l'efficientamento 11 Mld Euro Manutenzione Straordinaria e Upgrading 19 Mld Euro Rete AV/AC TO-MI-NA 32 Mld Euro SCC 5.85 mld SCMT 1.95 mld ssc GSM-R Altre tecnologie 0.25 mld 0.95 mld 2.00 mld 36

Nuova Organizzazione Territoriale Focus Direzione Investimenti

Nuova Organizzazione Territoriale Focus Direzione Investimenti Roma 21 luglio 2009 Nuova Organizzazione Territoriale Focus Direzione Investimenti Incontro con OOSS Nazionali Novità introdotte Accorpamento nella Direzione di tutti i progetti di investimento di tipo

Dettagli

Evoluzione del sistema ferroviario. Marsiglia, 29 marzo 2005

Evoluzione del sistema ferroviario. Marsiglia, 29 marzo 2005 Evoluzione del sistema ferroviario Marsiglia, 29 marzo 2005 Progetti Prioritari della rete TEN e corridoi Paneuropei interessanti l Italia Tratti italiani del Progetto Prioritario 6 (TEN) e del Corridoio

Dettagli

Legnano, 5 maggio 2009. FIERA - MALPENSA: Andata / Ritorno

Legnano, 5 maggio 2009. FIERA - MALPENSA: Andata / Ritorno Legnano, 5 maggio 2009 FIERA - MALPENSA: Andata / Ritorno 1 Progetti Prioritari rete TEN e corridoi paneuropei 2 Progetto Prioritario 6 (TEN.T) e del Corridoio Paneuropeo V Connessione con il sistema dei

Dettagli

PIANO PER IL SUD Suddivisione regionale degli investimenti

PIANO PER IL SUD Suddivisione regionale degli investimenti PIANO PER IL SUD Suddivisione regionale degli investimenti PIANO PER IL SUD la linea AV/AC Investimenti Regione Campania Potenziamento itinerario Napoli-Bari: tratta Apice-Orsara 4 3 Potenziamento itinerario

Dettagli

Linea di accesso sud alla galleria di base del Brennero I progetti di potenziamento RFI per lo sviluppo del traffico merci

Linea di accesso sud alla galleria di base del Brennero I progetti di potenziamento RFI per lo sviluppo del traffico merci Linea di accesso sud alla galleria di base del Brennero I progetti di potenziamento RFI per lo sviluppo del traffico merci Marzo 2015 Il contesto europeo: i Core Corridors che interessano l Italia Corridoio

Dettagli

Le priorità ferroviarie: tempi e risultati attesi. Maggio 2013

Le priorità ferroviarie: tempi e risultati attesi. Maggio 2013 Le priorità ferroviarie: tempi e risultati attesi Maggio 2013 RFI: l infrastruttura ferroviaria nazionale una grande risorsa Rete RFI : 16.741 km Doppio binario: 7.537 km Binario unico: 9.205 km Linee

Dettagli

Ferrovie italiane: più sicurezza sulla rete, meno tratte inutili ad alta velocità

Ferrovie italiane: più sicurezza sulla rete, meno tratte inutili ad alta velocità Ferrovie italiane: più sicurezza sulla rete, meno tratte inutili ad alta velocità Per il governo Berlusconi solo grandi opere e tagli alle risorse per la rete esistente Se si cancella il Ponte sullo Stretto,

Dettagli

L OFFERTA NEL LAZIO LO SCENARIO EVOLUTIVO. Roma li, 2 ottobre 2014

L OFFERTA NEL LAZIO LO SCENARIO EVOLUTIVO. Roma li, 2 ottobre 2014 L OFFERTA NEL LAZIO LO SCENARIO EVOLUTIVO Roma li, 2 ottobre 2014 L affluenza sui treni MONTEROTONDO LADISPOLI COLLEFERRO CAMPOLEONE APRILIA Un network stazioni ad elevata qualità: progetto 500 stazioni

Dettagli

Progetto tratta AV Treviglio-Brescia e nodo di Brescia

Progetto tratta AV Treviglio-Brescia e nodo di Brescia Progetto tratta AV Treviglio-Brescia e nodo di Brescia Michele Mario Elia - Amministratore Delegato di RFI Brescia, 23 aprile 2014 Tratta AV/AC Treviglio-Brescia: Inquadramento dell opera Core Network

Dettagli

PIANO DI AZIONE COESIONE PRINCIPALI INTERVENTI FERROVIARI

PIANO DI AZIONE COESIONE PRINCIPALI INTERVENTI FERROVIARI Allegato 2 PIANO DI AZIONE COESIONE PRINCIPALI INTERVENTI FERROVIARI 1 Quadro complessivo e piano finanziario La strategia di sviluppo della dotazione infrastrutturale ferroviaria delle Regioni Meridionali

Dettagli

AUDIZIONE SENATO VIII a COMMISSIONE PERMANENTE LAVORI PUBBLICI, COMUNICAZIONI

AUDIZIONE SENATO VIII a COMMISSIONE PERMANENTE LAVORI PUBBLICI, COMUNICAZIONI AUDIZIONE SENATO VIII a COMMISSIONE PERMANENTE LAVORI PUBBLICI, COMUNICAZIONI Contratto di Programma 2012-2016 - Parte Investimenti Roma, 04 febbraio 2015 Agenda Lo scenario di riferimento Le linee strategiche

Dettagli

Figura 1 - Schema della rete ferroviaria italiana principale

Figura 1 - Schema della rete ferroviaria italiana principale Allegato A Figura 1 - Schema della rete ferroviaria italiana principale Figura 2 - Schema del programma delle linee AV/AC in Italia da CICCONI I., Un tunnel senza fine, BZ, 31.5.2007 Figura 3 - I corridoi

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Asse ferroviario sull'itinerario del corridoio 5 Lione-Kiev (Torino-Trieste) Nodo AV Verona SCHEDA N.

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Asse ferroviario sull'itinerario del corridoio 5 Lione-Kiev (Torino-Trieste) Nodo AV Verona SCHEDA N. CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Asse ferroviario sull'itinerario del corridoio 5 Lione-Kiev (Torino-Trieste) Nodo AV Verona SCHEDA N. 8 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: F81H91000000018

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA

CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA Asse ferroviario Ventimiglia-Genova-Novara-Milano (Sempione) Ventimiglia-Genova Tratta Andora - Finale Ligure SCHEDA N. 38 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA:

Dettagli

AMBITI del 1 RAGGRUPPAMENTO dell'all. 1 DM 226/2011

AMBITI del 1 RAGGRUPPAMENTO dell'all. 1 DM 226/2011 Tabella riportante per ciascun ambito le date aggiornate per l intervento sostitutivo della Regione di cui all'articolo 3 del, in caso di mancato avvio della gara da parte dei Comuni, in seguito a DL n.69/2013

Dettagli

I principali aeroporti nazionali ed il collegamento alla rete ferroviaria. Febbraio 2015

I principali aeroporti nazionali ed il collegamento alla rete ferroviaria. Febbraio 2015 I principali aeroporti nazionali ed il collegamento alla rete ferroviaria Febbraio 2015 Traffico passeggeri dei principali Aeroporti nazionali - 2014 Aeroporto Nazionali Internazionali di cui C. Europea

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA

CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA Asse ferroviario Ventimiglia-Genova-Novara-Milano (Sempione) "Terzo valico dei Giovi" linea AV/AC Milano-Genova SCHEDA N. 39 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA:

Dettagli

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 dicembre 2015, n. 210, recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative.

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 dicembre 2015, n. 210, recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative. Pubblicata nella G.U del 26 febbraio la proroga per le gare gas LEGGE 25 febbraio 2016, n. 21. Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 dicembre 2015, n. 210, recante proroga di termini

Dettagli

Corridoio Scandinavia - Mediterraneo Itinerario AV/AC Napoli Bari

Corridoio Scandinavia - Mediterraneo Itinerario AV/AC Napoli Bari Corridoio Scandinavia - Mediterraneo Itinerario AV/AC Napoli Bari Legge 11 novembre 2014, n. 164, di conversione del Decreto Legge n.133/2014 «Sblocca Italia» Grottaminarda, 15 dicembre 2014 1 Il Gruppo

Dettagli

723 IC ROMA TERMINI 7:39 PALERMO C.LE 19:00 treno Classifica Partenza ora Arrivo ora 727 IC ROMA TERMINI 11:39 SIRACUSA 22:30 785 ICN MILANO CENTRALE

723 IC ROMA TERMINI 7:39 PALERMO C.LE 19:00 treno Classifica Partenza ora Arrivo ora 727 IC ROMA TERMINI 11:39 SIRACUSA 22:30 785 ICN MILANO CENTRALE Allegato 3 LISTA TRENI Lista completa e dettagliata dei treni su cui si applicano le agevolazioni tariffarie (aggiornabile al cambio orario giugno 2013 e dicembre 2013). Treno Classifica Partenza ora Arrivo

Dettagli

Ingresso urbano dell interconnessione di Brescia Ovest

Ingresso urbano dell interconnessione di Brescia Ovest Infrastrutture ferroviarie strategiche definite dalla Legge Obiettivo n. 443/01 Tratta AV/AC Milano-Verona Lotto funzionale Treviglio Brescia Ingresso urbano dell interconnessione di Brescia Ovest Ottobre

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SCHEMA DI DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA RECANTE L INDIVIDUAZIONE DEGLI AEROPORTI DI INTERESSE NAZIONALE AI SENSI DELL ARTICOLO 698 DEL CODICE DELLA NAVIGAZIONE. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Dettagli

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE CONFINDUSTRIA CONFINDUSTRIA MILANO DI TORINO GENOVA MONZA E BRIANZA CORRIDOIO RENO-ALPI

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE CONFINDUSTRIA CONFINDUSTRIA MILANO DI TORINO GENOVA MONZA E BRIANZA CORRIDOIO RENO-ALPI ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE CONFINDUSTRIA CONFINDUSTRIA MILANO DI TORINO GENOVA MONZA E BRIANZA CORRIDOIO RENO-ALPI Gennaio 2016 1. Inquadramento territoriale e programmatico Il Corridoio Reno-Alpi

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Accessibilità ferroviaria Malpensa Opere connesse all'expo: tratta Rho-Gallarate e Raccordo Y per la connessione diretta tra Rho-Fiera/Expo e Malpensa SCHEDA N. 13 LOCALIZZAZIONE

Dettagli

Relazioni e opportunità comuni fra Milano e il Canton Ticino

Relazioni e opportunità comuni fra Milano e il Canton Ticino Relazioni e opportunità comuni fra Milano e il Canton Ticino Direttore Settore Attuazione Mobilità Trasporti Ambiente Corridoi Europei in Italia (Reti TEN) Milano: una posizione strategica rispetto alle

Dettagli

SCHEDA N. 121 CUP: SOGGETTO TITOLARE: TIPOLOGIA OPERA: ULTIMAZIONE LAVORI LOCALIZZAZIONE J11H03000100008. RFI Spa.

SCHEDA N. 121 CUP: SOGGETTO TITOLARE: TIPOLOGIA OPERA: ULTIMAZIONE LAVORI LOCALIZZAZIONE J11H03000100008. RFI Spa. SISTEMI URBANI Sistema integrato di trasporto del nodo di Catania Nodo di Catania - Interramento stazione centrale e raddoppio bivio Zurria- Catania Acquicella SCHEDA N. 121 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA

Dettagli

SCHEDA N. 4 CUP: SOGGETTO TITOLARE: TIPOLOGIA OPERA: ULTIMAZIONE LAVORI LOCALIZZAZIONE J94F04000020001. RFI Spa. Rete ferroviaria

SCHEDA N. 4 CUP: SOGGETTO TITOLARE: TIPOLOGIA OPERA: ULTIMAZIONE LAVORI LOCALIZZAZIONE J94F04000020001. RFI Spa. Rete ferroviaria SISTEMA VALICHI Asse ferroviario Monaco - Verona: valico del Brennero e Fortezza - Verona Asse ferroviario Fortezza - Verona Quadruplicamento Fortezza-Verona - Lotti 1, 2 SCHEDA N. 4 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O C U R R I C U L U M V I T A E D I P I E R L U I G I N A P O L I

F O R M A T O E U R O P E O C U R R I C U L U M V I T A E D I P I E R L U I G I N A P O L I F O R M A T O E U R O P E O C U R R I C U L U M V I T A E D I P I E R L U I G I N A P O L I INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Email PIERLUIGI NAPOLI Via Mario Rapisardi, 48 00137 Roma 3479367838

Dettagli

L IMPEGNO DI RFI IN LIGURIA

L IMPEGNO DI RFI IN LIGURIA L IMPEGNO DI RFI IN LIGURIA Imperia-Porto Maurizio, 21 luglio 2008 Il territorio della Liguria è interessato da un intenso programma di potenziamento infrastrutturale e tecnologico. Rete Ferroviaria Italiana

Dettagli

EXPO 2015 Infrastrutture e sistema della mobilità per l Expo l. MOBILITY CONFERENCE Milano, 10 febbraio 2009

EXPO 2015 Infrastrutture e sistema della mobilità per l Expo l. MOBILITY CONFERENCE Milano, 10 febbraio 2009 EXPO 2015 Infrastrutture e sistema della mobilità per l Expo l 2015 MOBILITY CONFERENCE Milano, 10 febbraio 2009 LE OPERE ESSENZIALI (FONDI STATALI EXPO) PRIVATI PREVISTI COMUNI PROVINCIA REGIONE INTERVENTI

Dettagli

Elenco treni ammessi alla conciliazione per viaggi effettuati dal 12 dic 2010 all'11 giu 2011

Elenco treni ammessi alla conciliazione per viaggi effettuati dal 12 dic 2010 all'11 giu 2011 EC 12 MILANO CENTRALE 7.10 CHIASSO 7.49 EC 13 CHIASSO 10.11 MILANO CENTRALE 10.50 EC 14 MILANO CENTRALE 9.10 CHIASSO 9.49 EC 15 CHIASSO 12.11 MILANO CENTRALE 12.50 EC 16 MILANO CENTRALE 11.10 CHIASSO 11.49

Dettagli

UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA CORRIDOIO 6 GENOVA-ROTTERDAM

UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA CORRIDOIO 6 GENOVA-ROTTERDAM ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA CORRIDOIO 6 GENOVA-ROTTERDAM Dicembre 2012 1. Inquadramento territoriale e programmatico Il Corridoio n. 6 della rete europea TEN-T riguarda

Dettagli

TERZO VALICO DEI GIOVI LINEA AV/AC MILANO GENOVA

TERZO VALICO DEI GIOVI LINEA AV/AC MILANO GENOVA TERZO VALICO DEI GIOVI LINEA AV/AC MILANO GENOVA OBIETTIVO DELL INTERVENTO Il progetto n. 24 della rete europea TEN T riguarda il potenziamento dell asse ferroviario Lione/Genova Basilea Duisburg Rotterdam/Anversa

Dettagli

La linea Firenze-Empoli-Pisa

La linea Firenze-Empoli-Pisa La linea Firenze-Empoli-Pisa La variante Signa-Montelupo La variante Signa-Montelupo La realizzazione della variante Signa-Montelupo sulla linea Firenze-Empoli-Pisa consentirà il potenziamento del servizio

Dettagli

ESITO DELLA SEDUTA DEL CIPE DEL 29 MARZO 2006

ESITO DELLA SEDUTA DEL CIPE DEL 29 MARZO 2006 ESITO DELLA SEDUTA DEL CIPE DEL 29 MARZO 2006 PROGRAMMA GRANDI OPERE A INTERVENTI CON ASSEGNAZIONE DI RISORSE 1 MO.S.E. assegnazione della terza tranche di finanziamento di 380 Meuro 2 Assegnazione del

Dettagli

Velocità Napoli - Roma. Dario Gentile

Velocità Napoli - Roma. Dario Gentile Indagine sugli effetti della linea Alta Velocità Napoli - Roma 1 Dario Gentile Introduzione Analisi dei flussi di traffico passeggeri in auto e treno sulla relazione Napoli - Roma Risultati dell indagine

Dettagli

GRANDI HUB AEROPORTUALI -ALLACCIAMENTI FERROVIARI E STRADALI

GRANDI HUB AEROPORTUALI -ALLACCIAMENTI FERROVIARI E STRADALI GRANDI HUB AEROPORTUALI -ALLACCIAMENTI FERROVIARI E STRADALI Hub aeroportuale sistema Veneto - Collegamenti ferroviari con aeroporti veneti (Venezia e Verona) Collegamento ferroviario con l'aeroporto Marco

Dettagli

Potenziamento del Nodo di Genova e Terzo Valico dei Giovi

Potenziamento del Nodo di Genova e Terzo Valico dei Giovi Potenziamento del Nodo di Genova e Terzo Valico dei Giovi Inquadramento di rete Investimenti Terzo Valico dei Giovi Potenziamento Nodo di Genova Marsiglia Ventimiglia Collegamento del sistema portuale

Dettagli

Frecce ed EuroCity per Expo Milano 2015

Frecce ed EuroCity per Expo Milano 2015 Frecce ed EuroCity per Expo Milano 2015 Rho Fiera Expo Milano 2015 - ingresso Ovest Le Frecce a Rho Fiera: il modo più veloce per raggiungere Expo 2015 e Fiera Milano Sito EXPO 2015 Fiera Milano Stazione

Dettagli

POLITICHE SULLA RETE DISTRIBUTIVA E DI ASSISTENZA. Roma, ottobre 2008

POLITICHE SULLA RETE DISTRIBUTIVA E DI ASSISTENZA. Roma, ottobre 2008 POLITICHE SULLA RETE DISTRIBUTIVA E DI ASSISTENZA Roma, ottobre 2008 La rete distributiva diretta SPECIALIZZAZIONE NEI GRANDI IMPIANTI Le biglietterie XXL XL L specializzano la propria attività esclusivamente

Dettagli

Frecce ed EuroCity per Expo Milano 2015

Frecce ed EuroCity per Expo Milano 2015 Frecce ed EuroCity per Expo Milano 2015 Rho Fiera Expo Milano 2015 - ingresso Ovest Le Frecce a Rho Fiera: il modo più veloce per raggiungere Expo 2015 e Fiera Milano Sito EXPO 2015 Fiera Milano Stazione

Dettagli

L'impegno del Gruppo Ferrovie dello Stato in Campania 1^ PRINCIPALI PROGETTI DI INVESTIMENTO DA PARTE DI RETE FERROVIARIA ITALIANA IN CAMPANIA

L'impegno del Gruppo Ferrovie dello Stato in Campania 1^ PRINCIPALI PROGETTI DI INVESTIMENTO DA PARTE DI RETE FERROVIARIA ITALIANA IN CAMPANIA L'impegno del Gruppo Ferrovie dello Stato in Campania 1^ PRINCIPALI PROGETTI DI INVESTIMENTO DA PARTE DI RETE FERROVIARIA ITALIANA IN CAMPANIA PAG. 2 2^ PRINCIPALI PROGETTI DI INVESTIMENTO DA PARTE DI

Dettagli

6 mesi dall'entrata in vigore del presente regolamento

6 mesi dall'entrata in vigore del presente regolamento Allegato 1 Data limite entro cui la Provincia, in assenza del Comune capoluogo di provincia, convoca i Comuni dell ambito per la scelta della stazione appaltante e da cui decorre il tempo per un eventuale

Dettagli

FOCUS PIEMONTE OPERE IN CORSO PASSANTE DI TORINO

FOCUS PIEMONTE OPERE IN CORSO PASSANTE DI TORINO FOCUS PIEMONTE OPERE IN CORSO PASSANTE DI TORINO Quadruplicamento Torino Porta Susa Torino Stura E in fase di realizzazione, fra Torino Porta Susa e Torino Stura, il quadruplicamento, prevalentemente in

Dettagli

Le infrastrutture ferroviarie del Nord Est

Le infrastrutture ferroviarie del Nord Est Le infrastrutture ferroviarie del Nord Est Grazie agli interventi di potenziamento infrastrutturale e di ammodernamento tecnologico delle linee ferroviarie del Nord Est portati a termine negli ultimi anni

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Asse ferroviario sull'itinerario del corridoio 5 Lione-Kiev (Torino-Trieste) AV/AC Verona-Padova SCHEDA N.

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Asse ferroviario sull'itinerario del corridoio 5 Lione-Kiev (Torino-Trieste) AV/AC Verona-Padova SCHEDA N. CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Asse ferroviario sull'itinerario del corridoio 5 Lione-Kiev (Torino-Trieste) AV/AC Verona-Padova SCHEDA N. 7 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: F81H91000000018

Dettagli

ALTA VELOCITA / ALTA CAPACITA

ALTA VELOCITA / ALTA CAPACITA ALTA VELOCITA / ALTA CAPACITA Ponte strallato sul Po (tratta AV/AC Milano-Bologna) PRESENTAZIONE 29.11.2010 RETE ALTA VELOCITA / ALTA CAPACITA Con treno ad Alta Velocità si intende un convoglio per il

Dettagli

Schema di D.M. n.132

Schema di D.M. n.132 Documentazione per l esame di Atti del Governo Contratto di programma 2012-2016 Parte investimenti tra Rete Ferroviaria Italiana S.p.a e il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti Schema di D.M.

Dettagli

FNM: COSA SUCCEDE. GIOVEDI 28 maggio ORE 21 SALA CONFERENZE BIBLIOTECA CIVICA

FNM: COSA SUCCEDE. GIOVEDI 28 maggio ORE 21 SALA CONFERENZE BIBLIOTECA CIVICA Il Circolo Pd di Castellanza organizza una ASSEMBLEA PUBBLICA SU FNM: COSA SUCCEDE GIOVEDI 28 maggio ORE 21 SALA CONFERENZE BIBLIOTECA CIVICA Aprile 2001 Atto integrativo all'accordo di programma Giugno

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Accessibilità ferroviaria Malpensa Opere connesse all'expo: tratta Rho-Gallarate e Raccordo Y per la connessione diretta tra Rho-Fiera/Expo e Malpensa SCHEDA N. 13 LOCALIZZAZIONE

Dettagli

Logistica e governo del territorio La strategia di FS Carlo De Vito

Logistica e governo del territorio La strategia di FS Carlo De Vito Milano, 8 febbraio 2010 Logistica e governo del territorio La strategia di FS Carlo De Vito Il sistema delle merci nel 1980 CERTOSA GRECO MILANO CENTRALE AREA MILANESE: Gli scali merci erano localizzati

Dettagli

TRENITALIA. TRENO CAT PROVENIENZA Ora Part. DESTINAZIONE ora arr. PROVVEDIMENTI 32 EC MILANO CENTRALE 08:25 DOMODOSSOLA 09:43 CONFERMATO

TRENITALIA. TRENO CAT PROVENIENZA Ora Part. DESTINAZIONE ora arr. PROVVEDIMENTI 32 EC MILANO CENTRALE 08:25 DOMODOSSOLA 09:43 CONFERMATO Sciopero gruppo FS personale tutto delle OO.SS: - CAT Esecutivo Nazionale GRUPPO FS (escluso personale Divisione Cargo di Trenitalia) dalle ore 21.00 del 12 luglio alle ore 21.00 del 13 luglio 2014 - CUB

Dettagli

Interventi completati nel biennio 2004/2005. Voghera Vicenza Milano S. Rocco Foligno Firenze Osmannoro Foggia Lecce Palermo

Interventi completati nel biennio 2004/2005. Voghera Vicenza Milano S. Rocco Foligno Firenze Osmannoro Foggia Lecce Palermo INVESTIMENTI Interventi completati nel biennio 2004/2005 Voghera Vicenza Milano S. Rocco Foligno Firenze Osmannoro Foggia Lecce Palermo Interventi in corso nei seguenti siti Torino Orbassano Genova Brignole

Dettagli

I Trasporti multi-modali, ostacoli e opportunità

I Trasporti multi-modali, ostacoli e opportunità Intermodal Connections in the Adriatic Ionian Macro Region I Trasporti multi-modali, ostacoli e opportunità Roberto Laghezza Direttore Direttrice Adriatica Ancona, 02 Luglio 2015 La Rete TEN-T che attraversa

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Accessibilità ferroviaria Malpensa Raddoppio linea ferroviaria Milano-Mortara: tratta Cascina Bruciata-Parona Lomellina

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Accessibilità ferroviaria Malpensa Raddoppio linea ferroviaria Milano-Mortara: tratta Cascina Bruciata-Parona Lomellina CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Accessibilità ferroviaria Malpensa Raddoppio linea ferroviaria Milano-Mortara: tratta Cascina Bruciata-Parona Lomellina SCHEDA N. 11 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO

Dettagli

Foglio1. Totale Alberghiere 384570 Agrigento

Foglio1. Totale Alberghiere 384570 Agrigento Totale Alberghiere 384570 Agrigento Totale Complementari 51828 Agrigento/Caltanissetta Totale Alberghiere 286547 Agrigento/Caltanissetta/Enna Totale Complementari 13157 Totale Alberghiere 339585 Alessandria

Dettagli

Frecciarossa e Frecciabianca da/per TO - VC - NO

Frecciarossa e Frecciabianca da/per TO - VC - NO Frecciarossa e Frecciabianca da/per TO - VC - NO FRECCIA FB FB FB FR * FB FR FR* FB FB FR* FB FR FB FR FR FB FR FR FB FR FR* Numero Treno 9707 9709 35713 35563/ 35565 35717 35567 35623 9723 35727 35569/

Dettagli

II JORNADA EUROPEA SOBRE ALTA VELOCIDAD Y TERRITORIO

II JORNADA EUROPEA SOBRE ALTA VELOCIDAD Y TERRITORIO II JORNADA EUROPEA SOBRE ALTA VELOCIDAD Y TERRITORIO ACTIVIDADES EN TORNO A LAS ESTACIONES DE ALTA VELOCIDAD FERROVIARIA GAS architettura giuseppe chiodin andrea aiazza architetti associati Via Saluzzo

Dettagli

I CORSI DI LAUREA Tecnico di Radiologia medica per Immagini e Radioterapia

I CORSI DI LAUREA Tecnico di Radiologia medica per Immagini e Radioterapia Conferenza Permanente delle Classi di Laurea delle Professioni Sanitarie Meeting di Primavera I CORSI DI LAUREA Tecnico di Radiologia medica per Immagini e Radioterapia Alghero Aprile Obiettivi Indagine

Dettagli

Rete Ferroviaria Italiana Gianpiero Strisciuglio, Direttore Commerciale ed Esercizio Rete

Rete Ferroviaria Italiana Gianpiero Strisciuglio, Direttore Commerciale ed Esercizio Rete Rete Ferroviaria Italiana Gianpiero Strisciuglio, Direttore Commerciale ed Esercizio Rete 1 Overview Brescia e l Europa: i corridoi della Rete TEN-T Nodo di Brescia: infrastruttura e servizi Il Piano TPL

Dettagli

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo del Trasporto Ferroviario e dell Alta Velocità in Italia Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo della mobilità in treno: i grandi corridoi europei La rete TEN (Trans European Network) gioca un ruolo

Dettagli

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA ACCESSIBILITA A MALPENSA

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA ACCESSIBILITA A MALPENSA ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA ACCESSIBILITA A MALPENSA Dicembre 2011 1. Inquadramento territoriale e programmatico L aeroporto di Malpensa è localizzato in una delle aree

Dettagli

alta velocità per il Ticino?

alta velocità per il Ticino? AlpTransit 2019: un futuro ad alta velocità per il Ticino? 24 marzo 2011 SUPSI, Lugano-Trevano Alptransit e le infrastrutture italiane del Nordovest: stato di avanzamento, problemi e prospettive Vittorio

Dettagli

Filosofia Etnologia I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) CLASSE DELLE LAUREE L-5 - FILOSOFIA

Filosofia Etnologia I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) CLASSE DELLE LAUREE L-5 - FILOSOFIA Filosofia Etnologia I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) PER SINGOLI INDIRIZZI O CURRICULA CONSULTARE L INDIRIZZO INTERNET DELLE SINGOLE UNIVERSITA CLASSE DELLE LAUREE L-5 - FILOSOFIA Università

Dettagli

Indice dei prezzi delle case in affitto

Indice dei prezzi delle case in affitto Indice delle case in affitto Primo trimestre 2016 Sinossi Tornano a salire i prezzi medi delle locazioni in Italia dopo i mesi invernali, con un incremento dell 1,2% che fissa il valore medio al metro

Dettagli

4. GLI ITINERARI ALTERNATIVI

4. GLI ITINERARI ALTERNATIVI 4. GLI ITINERARI ALTERNATIVI 4.1 EVOLUZIONE DEI PROGRAMMI 4.1.1 Generalità Le grandi opere di potenziamento infrastrutturale in corso di realizzazione, fra le quali fondamentali i quadruplicamenti AC delle

Dettagli

CASE DI LUSSO AL TOP A FIRENZE E GENOVA

CASE DI LUSSO AL TOP A FIRENZE E GENOVA CASE DI LUSSO AL TOP A FIRENZE E GENOVA Degli oltre 74.400 immobili di lusso presenti in Italia che garantiscono alle casse dei Comuni poco più di 91 milioni di euro all anno di Imu, Firenze e Genova sono

Dettagli

La classifica finale. classifica finale ecosistema Urbano XXi edizione

La classifica finale. classifica finale ecosistema Urbano XXi edizione La classifica finale classifica finale ecosistema Urbano XXi edizione 1 Verbania 85,61% 36 Aosta 54,42% 71 Grosseto 45,88% 2 Belluno 74,49% 37 Bergamo 54,07% 72 Prato 45,51% 3 Bolzano 70,65% 38 Modena

Dettagli

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria.

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria. Risorse Umane ed Organizzazione Relazioni Industriali Alle Segreterie Nazionali delle OO.SS. SLC-CGIL SLP-CISL UIL-POST FAILP-CISAL CONFSAL. COM.NI UGL-COM.NI Roma, 2 dicembre 2009 OGGETTO: Verbale di

Dettagli

A.I.S.Re Associazione Italiana di Scienze Regionali XXXII Conferenza scientifica annuale

A.I.S.Re Associazione Italiana di Scienze Regionali XXXII Conferenza scientifica annuale A.I.S.Re Associazione Italiana di Scienze Regionali XXXII Conferenza scientifica annuale Il Trasporto Intermodale Merci, la Logistica e l Economia Regionale Università di Roma Tor Vergata Prof. Rocco Giordano

Dettagli

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA. CORRIDOIO Reno-Alpi. (ex Corridoio 6 Genova-Rotterdam )

ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA. CORRIDOIO Reno-Alpi. (ex Corridoio 6 Genova-Rotterdam ) ASSOLOMBARDA UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO CONFINDUSTRIA GENOVA CORRIDOIO Reno-Alpi (ex Corridoio 6 Genova-Rotterdam ) Dicembre 2014 1. Inquadramento territoriale e programmatico Il Corridoio Reno-Alpi

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture

Ministero delle Infrastrutture PRIORITÀ INFRASTRUTTURALI NELLE REGIONI REGIONE LIGURIA SISTEMI STRADALI E AUTOSTRADALI Tunnel sottomarino/sotterraneo Genova Nel sistema della grande viabilità urbana di Genova si inserisce il progetto

Dettagli

«Tra centro e periferia: il ruolo dell'università per la rinascita delle aree interne e la coesione sociale» Gianmaria Palmieri

«Tra centro e periferia: il ruolo dell'università per la rinascita delle aree interne e la coesione sociale» Gianmaria Palmieri «Tra centro e periferia: il ruolo dell'università per la rinascita delle aree interne e la coesione sociale» Gianmaria Palmieri Aree interne del Paese Assegnazione FFO Università Aree interne Ateneo 2015

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture

Ministero delle Infrastrutture PRIORITÀ INFRASTRUTTURALI NELLE REGIONI REGIONE CAMPANIA SISTEMA AUTOSTRADALE A3 Salerno-Reggio Calabria dal km 44+100 al km 47+800 Lavori per l ammodernamento e l adeguamento alle norme del CNR/80 tipo

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA IL MINISTERO DELLA SALUTE E FERROVIE DELLO STATO S.p.A.

PROTOCOLLO D INTESA TRA IL MINISTERO DELLA SALUTE E FERROVIE DELLO STATO S.p.A. PROTOCOLLO D INTESA TRA IL MINISTERO DELLA SALUTE E FERROVIE DELLO STATO S.p.A. che interviene anche in nome e per conto delle società Rete Ferroviaria Italiana SpA, Grandi Stazioni SpA e Centostazioni

Dettagli

Piano d Impresa 2014-2017

Piano d Impresa 2014-2017 Piano d Impresa 2014-2017 (Incontro con le OO.SS. Nazionali del 15 aprile 2014) Strettamente riservata Uso interno al Gruppo FS Lo scenario di riferimento del nuovo Piano 2014-2017 2 Scenario di riferimento

Dettagli

LINEA FERROVIARIA ALTA VELOCITA

LINEA FERROVIARIA ALTA VELOCITA LINEA FERROVIARIA ALTA VELOCITA BRESCIA - VERONA Conferenza Stampa Sabato 3 Ottobre 2015 Il parere del Comune di Brescia Rigorosa analisi trasportistica del progetto Parere approvato dal Consiglio comunale

Dettagli

Il ruolo del nuovo Corridoio multimodale Italia-Svizzera nel ridisegno dei trasporti e della logistica del Nord Italia

Il ruolo del nuovo Corridoio multimodale Italia-Svizzera nel ridisegno dei trasporti e della logistica del Nord Italia Il ruolo del nuovo Corridoio multimodale Italia-Svizzera nel ridisegno dei trasporti e della logistica del Nord Italia Oliviero Baccelli Direttore Università Bocconi 03 Dicembre 2015 Obiettivi, contesto

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA

CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA Asse ferroviario Salerno - Reggio Calabria - Palermo - Catania Prolungamento della AV/AC a sud Linea AV-AC Palermo-Catania-Messina SCHEDA N. 212 LOCALIZZAZIONE

Dettagli

AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco

AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco http://www.agimeg.it/?p=2768 AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco Giochi 2012, Milano la provincia dove si è giocato di più. In sole 4 province finisce il 25% delle giocate Sul podio anche

Dettagli

I COSTI PER L ALTA VELOCITÀ IN ITALIA SONO MEDIAMENTE IL 500% PIÙ ELEVATI DI QUELLI FRANCESI, SPAGNOLI E GIAPPONESI

I COSTI PER L ALTA VELOCITÀ IN ITALIA SONO MEDIAMENTE IL 500% PIÙ ELEVATI DI QUELLI FRANCESI, SPAGNOLI E GIAPPONESI I COSTI PER L ALTA VELOCITÀ IN ITALIA SONO MEDIAMENTE IL 500% PIÙ ELEVATI DI QUELLI FRANCESI, SPAGNOLI E GIAPPONESI Il costo delle infrastrutture per i treni veloci in Italia rispetto alle analoghe infrastrutture

Dettagli

5:49 ES 9707. 5:50 ES 9607 giornalmente 5:54 R 2003 5:54 R 2003 6:00 6:06 R 2003 6:06 R 2003 6:10 ES 9709 6:10 ES 9709

5:49 ES 9707. 5:50 ES 9607 giornalmente 5:54 R 2003 5:54 R 2003 6:00 6:06 R 2003 6:06 R 2003 6:10 ES 9709 6:10 ES 9709 4:54 R 2001 4:54 R 2001 5:06 R 2001 5:06 R 2001 5:40 ES 9707 5:40 ES 9707 5:49 ES 9707 4:00 5:04 - Chivasso 5:18 - Santhia 5:35 - Vercelli 5:47 - Novara 6:03 - Magenta 6:16 - Rho 6:28 - Milano Centrale

Dettagli

Il nodo di bologna come esempio di integrazione nell ambito del sistema ferroviario

Il nodo di bologna come esempio di integrazione nell ambito del sistema ferroviario 1 La riqualificazione delle grandi infrastrutture Il nodo di bologna come esempio di integrazione nell ambito del sistema ferroviario ing. Vincenzo Conforti 1 Scelte economiche e tecniche nel Nodo di Bologna

Dettagli

Istituzione dei codici tributo per la riscossione, con modello F 23 delle somme spettanti agli accertatori dei reati finanziari.

Istituzione dei codici tributo per la riscossione, con modello F 23 delle somme spettanti agli accertatori dei reati finanziari. Direzione Centrale Accertamento RISOLUZIONE N. 64/E Roma, 18 maggio 2005 Oggetto: Istituzione dei codici tributo per la riscossione, con modello F 23 delle somme spettanti agli accertatori dei reati finanziari.

Dettagli

La città e gli studenti

La città e gli studenti La città e gli studenti S E S S I O N E T E M A T I C A 4 CO- C H A I R S P R O F. M I C H E L E B U G L I E S I R E T T O R E U N I V E R S I T À C À F O S C A R I, V E N E Z I A M A R Z I A F O R O N

Dettagli

Tavola 1 - Prezzi al consumo relativi alla benzina verde con servizio alla pompa. Firenze, Grosseto, Pisa, Pistoia. Da Agosto 2008 ad Aprile 2012

Tavola 1 - Prezzi al consumo relativi alla benzina verde con servizio alla pompa. Firenze, Grosseto, Pisa, Pistoia. Da Agosto 2008 ad Aprile 2012 Tavola 1 - Prezzi al consumo relativi alla benzina verde con servizio alla pompa. Firenze, Grosseto, Pisa, Pistoia. Benzina verde con servizio alla pompa Ago-08 Set-08 Ott-08 Nov-08 Dic-08 Firenze 1,465

Dettagli

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

Analisi del sistema ferroviario italiano: reti, servizi e investimenti

Analisi del sistema ferroviario italiano: reti, servizi e investimenti Analisi del sistema ferroviario italiano: reti, servizi e investimenti Dario Gentile Gennaio 2009 1. Il ruolo del sistema ferroviario nella mobilità generale dei passeggeri e delle merci La logica dell

Dettagli

Numero eventi di malattia per classe di durata dell'evento in giorni e settore - Anni 2012 e 2013

Numero eventi di malattia per classe di durata dell'evento in giorni e settore - Anni 2012 e 2013 Numero certificati di malattia per settore - Anni 2012 e 2013 2012 2013 Var. % 2012/2013 Settore privato 11.738.081 11.869.521 +1,1 Settore pubblico 5.476.865 5.983.404 +9,2 Totale 17.214.946 17.807.925

Dettagli

Informatica I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) CLASSE DELLE LAUREE L-31 - SCIENZE E TECNOLOGIE INFORMATICHE

Informatica I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) CLASSE DELLE LAUREE L-31 - SCIENZE E TECNOLOGIE INFORMATICHE Informatica I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) PER SINGOLI INDIRIZZI O CURRICULA CONSULTARE L INDIRIZZO INTERNET DELLE SINGOLE UNIVERSITA CLASSE DELLE LAUREE L-31 - SCIENZE E TECNOLOGIE INFORMATICHE

Dettagli

Ingegneria edile I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) CLASSE DELLE LAUREE L-23 - SCIENZE E TECNICHE DELL EDILIZIA

Ingegneria edile I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) CLASSE DELLE LAUREE L-23 - SCIENZE E TECNICHE DELL EDILIZIA Ingegneria edile I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) PER SINGOLI INDIRIZZI O CURRICULA CONSULTARE L INDIRIZZO INTERNET DELLE SINGOLE UNIVERSITA CLASSE DELLE LAUREE L-23 - SCIENZE E TECNICHE

Dettagli

TRENITALIA. TRENO CAT PROVENIENZA Ora Part. DESTINAZIONE ora arr. PROVVEDIMENTI DETTAGLIO PROVVEDIMENTO

TRENITALIA. TRENO CAT PROVENIENZA Ora Part. DESTINAZIONE ora arr. PROVVEDIMENTI DETTAGLIO PROVVEDIMENTO PROTESTE SINDACALI PROCLAMATE IN ADESIONE ALLO SCIOPERO GENERALE: FILT - FIT - UILT Segreterie Regionali Emilia Romagna - RFI S.p.A., Trenitalia S.p.A. personale tutto dalle ore 09:01 alle ore 13:00 del

Dettagli

Railway Engineering. Intervista ing. Mauro Moretti

Railway Engineering. Intervista ing. Mauro Moretti Railway Engineering Intervista ing. Mauro Moretti In questi giorni si è completato l asse Torino-Milano-Roma-Napoli, con la messa in servizio commerciale del tratto Bologna-Firenze: facciamo il punto sull

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ITALIA POPOLAZIONE Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 11 A. Le idee importanti l L Italia è uno Stato con 20 regioni e 103 province l In Italia ci sono molte città. Le

Dettagli

costo quota iscrizione: 100 EURO costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale)

costo quota iscrizione: 100 EURO costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale) ABRUZZO Chieti - Pescara http://www.unich.it/unichieti/appmanager/unich/didattica?_nfpb=true&_pagelabel=ssis_didatticafirstpage_v2 costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale)

Dettagli

CAPITAL COMMUNICATION SRL. UFFICIO DI VIAREGGIO - Via Don Tazzoli, 1-55049 Tel. 0584 564791 info@capitalcommunication.it www.capitalcommunication.

CAPITAL COMMUNICATION SRL. UFFICIO DI VIAREGGIO - Via Don Tazzoli, 1-55049 Tel. 0584 564791 info@capitalcommunication.it www.capitalcommunication. CAPITAL COMMUNICATION SRL UFFICIO DI VIAREGGIO - Via Don Tazzoli, 1-55049 Tel. 0584 564791 info@capitalcommunication.it www.capitalcommunication.it OUTDOOR - AFFISSIONI 6x3 PIEMONTE TORINO VERCELLI ASTI

Dettagli

L Scc della Rete Sarda

L Scc della Rete Sarda L Scc della Rete Sarda L Scc della Rete Sarda IL SISTEMA DI COMANDO E CONTROLLO La sigla Scc, Sistema di Comando e Controllo, indica il più avanzato sistema di gestione integrata della circolazione in

Dettagli

MONITOR SUD. Aggiornamento dati Al 30 Giugno 2015

MONITOR SUD. Aggiornamento dati Al 30 Giugno 2015 MONITOR SUD Aggiornamento dati Al 30 Giugno 2015 1 Monitor Sud Italia Dati aggiornati al 30 Giugno 2015 (estratti il 24.07.15) 2 Prima di effettuare un analisi per ogni regione, è opportuno fornire un

Dettagli

Matematica Fisica I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) CLASSE DELLE LAUREE L-35 - SCIENZE MATEMATICHE

Matematica Fisica I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) CLASSE DELLE LAUREE L-35 - SCIENZE MATEMATICHE Matematica Fisica I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) PER SINGOLI INDIRIZZI O CURRICULA CONSULTARE L INDIRIZZO INTERNET DELLE SINGOLE UNIVERSITA CLASSE DELLE LAUREE L-35 - SCIENZE MATEMATICHE

Dettagli

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese 17 giugno 2013 Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese I dati desk sul credito alle imprese Dall avvento della crisi (dal 2008 in poi) l andamento dei prestiti alle imprese italiane

Dettagli