Complesso industriale Redaelli a Rogoredo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Complesso industriale Redaelli a Rogoredo"

Transcript

1 45_49_CIL79_Rogoredo Griffini :53 Pagina 45 Claudio Camponogara Arte del costruire Testimonianza, attraverso le foto d epoca, di alcuni padiglioni di servizi (uffici, spogliatoi, laboratori, refettori) realizzati negli anni Venti presso un grande complesso industriale e attualmente demoliti o dismessi enrico agostino griffini Complesso industriale Redaelli a Rogoredo Refettorio operai. Particolare della terrazza d ingresso. G li edifici che illustriamo fanno parte di un complesso di opere assistenziali ed organizzative attuate dalla Società Giuseppe e F.llo Redaelli nelle proprie Ferriere. L architetto Enrico Agostino Griffini ha progettato cotesti edifici con un architettura che sanamente riflette il carattere industriale degli stabilimenti vicini: chiarezza e semplicità nell impostazione organica e volumetrica, modernità, essenzialità e schiettezza di linee, eleganza e gaiezza negli elementi decorativi, quali fontane piantagioni, sistemazioni esterne, che valgono a lenire la severità dell ambiente circostante. Così, nel 1942, la redazione della rivista Architettura presentava gli interventi di E.A. Griffini all interno del complesso industriale della Redaelli a Rogoredo. La Ferriera di Rogoredo era stata fondata nel 1886 dall imprenditore L. Riva ed in seguito era appartenuta ad A. Merati ed alla Società delle Ferriere Italiane. Intorno al 1895 viene messa all asta e la gara viene vinta dai Fratelli Redaelli di Dervio assieme a E.G. Falck. I fratelli Redaelli quindi, proprietari di una ferriera, originariamente impiantata nel lecchese, si trasferiscono a Milano Rogoredo già agli inizi del secolo alla ricerca di nuovi spazi. La Redaelli fin dal secolo scorso si occupava di lavorazione e trafilatura del ferro e dell acciaio. La scelta di stabilire l azienda a Rogoredo era dettata dalla esigenza di grandi quantità di acqua che qui poteva essere fornita da numerose rogge e canali. Inoltre un ruolo positivo veniva svolto dalla vicina linea ferroviaria che poteva consentire un facile scambio delle merci ed una agevole circolazione della forza-lavoro. La ferrovia permetteva, inoltre, un collegamento con il bacino carbonifero della Ruhr, con la zona sud della Francia e con i mercati urbani italiani e direttamente con Genova e il suo porto (negli anni 1986 e 1988 altre importanti imprese siderurgiche si stabiliranno attorno a Milano e al suo anello ferroviario). Dopo una prima fase di espansione legata alle grandi disponibilità di rottami che venivano reperiti dai lavori di sostituzione delle vecchie ferrovie (l industria si dedicava alla trasformazione del ferro già lavorato), si ebbe un momento di crisi tanto che nel 1892 si rese necessaria la chiusura degli impianti, che vennero riattivati solo nel 1895 al subentro dei nuovi proprietari, appunto Redaelli e Falck. Il sodalizio durò fino al 1905 quando si sciolse a seguito della decisione di Falck di aprire una nuova società a Sesto San Giovanni. Da quel momento l azienda restò di proprietà familiare fino al

2 45_49_CIL79_Rogoredo Griffini :53 Pagina 46 Refettorio operai rivestito in litoceramica rosso fiamma e intonaco Duralbo bianco. Refettorio impiegati. Vista dal giardino. quando divenne una holding. L azienda seguì le sorti più generali del comparto siderurgico italiano: ebbe un momento di particolare attività durante la prima guerra mondiale, a seguito della forte domanda di metalli da impiegare nella produzione di armi, cui seguì negli anni del dopoguerra la difficoltà della riconversione. Tuttavia dovette essere un problema affrontato con successo se negli anni Venti nuovi capannoni si rendono necessari in quanto sorgono i reparti per treno-lamiere e per la trafila, mentre il reparto laminazione deve essere ampliato il decennio successivo. Diviene quindi indispensabile la progettazione di nuovi edifici da adibire a servizi per il personale dei vari livelli. Nascono così l edificio del refettorio per operai e impiegati, lo spogliatoio lavatoio per gli Schema di distribuzione dell edificio del refettorio. operai del reparto Acciaierie, lo spogliatoio lavatoio per gli operai del lamianatoio, gli uffici di gestione e contabilità con il padiglione medagliere operai, il padiglione pesa e spogliatoio delle guardie. Vengono inoltre sistemati gli uffici di direzione. In ultimo viene realizzato un padiglione laboratorio sperimentale. Il primo edificio, il refettorio appunto, risale al Sorgeva in una zona della vasta area dello stabilimento appartata e sistemata a giardino. Era costituito da due corpi di fabbrica: il più alto comprendeva il refettorio per gli operai, mentre quello più basso era riservato ad impiegati ed operaie e conteneva i servizi generali. I due corpi erano separati da una terrazza coperta alla quale avevano accesso tramite grandi porte a libro che, aperte in determinate occasioni, creavano una vasta sala di circa sessanta metri di lunghezza. I fronti dell edificio erano in parte rivestiti di klinker rosso fiamma, in parte in intonaco Duralbo bianco levigato e diviso in campi da profonde scanalature. L effetto cromatico risultava decisamente ben armonizzato. Gli schemi distributivi proposti, la cura degli elementi compositivi e delle particolarità costruttive rientrano in una impostazione che concepisce la stessa progettazione in funzione del flusso produttivo: in questo caso l ottimazione delle risorse riguardava la di- Refettorio impiegati. Vista della sala d attesa. Lavatoio-spogliatoio Acciaieria. Spogliatoio operai del reparto trafila.

3 45_49_CIL79_Rogoredo Griffini :54 Pagina 47 Padiglioni di servizio. Portico d ingresso agli uffici della direzione. Padiglioni di servizio. Veduta del cortile degli uffici della direzione. stribuzione dei servizi (cibi, stoviglie ecc.) ed i percorsi riservati al personale che di questi servizi doveva fruire. Di fronte a questo tipo di esigenze, Griffini si pose anzitutto come ingegnere, cioè uomo concreto che ha oggettivamente in mano gli strumenti pratici e teorici per proporre delle soluzioni al problema. È questa d altronde una sua caratteristica costante: il cercare di dare delle risposte operative a problemi reali, a vere esigenze di persone, piuttosto che spendersi in pretestuosi dibattiti teorici. In questa scelta architettonica si ritrova la sua concezione del dinamismo che l introduzione della macchina avrebbe diffuso in tutte le sue forme della vita moderna. Tutto sarebbe cambiato: espressioni, pratiche, modalità, e ciò sarebbe stato determinato dallo slancio e dall attività febbrile nel realizzare forme corrispondenti al progresso della nostra epoca, dall auto al dirigibile, dal transatlantico all aereoplano. In seguito vengono progettati gli spogliatoi. Il primo edificio, in prossimità del capannone forni, comprendeva al piano terreno gli spogliatoi-lavatoi e gli uffici per il personale addetto alla trafilerie, al piano superiore quello al personale addetto al caricamento dei forni. Le facciate dell edificio erano interamente rivestite in mattoni di litoceramica bruno avana. Il secondo edificio, il lavatoio-spogliatoio Vergella, era invece situato in prossimità del capannone dei treni di laminazione. Esso era costituito da un solo piano ed era diviso in due sezioni riservate agli operai e ai capo reparti, con soffitto a volta rampante parabolica, così da permettere, attraverso l ampia finestratura, una conveniente illuminazione e favorire, inoltre, l espulsione del vapore acqueo dalle finestre di aerazione. I fronti erano completamente rivestiti in litoceramica rosso fiamma e le pareti delle campate, su cui si aprivano le porte d ingresso, erano costituite da diffusori Iperpan a camera d aria. Le linee semplificate, utilizzate da Griffini, tanto negli interni quanto negli esterni, imperniati sulla ripetizione di maglie a moduli rettangolari, ben si adeguano alla funzionalità operativa degli edifici. Pianta del lavatoio-spogliatoio Vergella. Lavatoio-spogliatoio Acciaieria. Veduta dall ingresso. Laboratorio-spogliatoio Vergella. Veduta del fronte dal viale interno. 47

4 45_49_CIL79_Rogoredo Griffini :54 Pagina 48 Padiglione uffici e medagliera operai. Veduta d insieme. Nella pagina a fianco: padiglione uffici. Sala degli sportelli. Laboratorio sperimentale. Veduta dell atrio d ingresso. Laboratorio sperimentale. Veduta dell ingresso. Padiglione uffici. Veduta dalla strada interna.

5 45_49_CIL79_Rogoredo Griffini :54 Pagina 49 Il padiglione nuova gestione della contabilità comprendeva una struttura lineare alla quale era accostato un arco di cerchio: la prima era adibita ad ufficio gestione, l altro ospitava uffici per il personale (paga, assistenza, ecc.). Questa forma planimetrica un po particolare era stata pensata per rispondere a due diverse esigenze: la costruzione doveva svilupparsi in un area limitata da edifici esistenti ed essere accessibile al personale dall esterno. Le facciate erano, nella parte lineare, in litoceramica grigio perla, in quella curva nello stesso materiale color rosso fiamma. L altra struttura ad andamento curvilineo era il laboratorio sperimentale. Si trattava di un edificio a pianta semicircolare sviluppato su due piani. Al piano terreno si trovava la sezione delle prove fisiche, che aveva al centro una grande sala per gli apparecchi di prova contornata dai vari laboratori dove si predisponevano i provini da sperimentare. Il piano superiore presentava una struttura analoga e la grande sala era destinata alle prove chimiche. Anche qui i fronti sono tutti in klinker rosso fiammato. I davanzali sono in marmo botticino. All interno predominavano pareti in vetrocemento a tutta altezza. Alla fine degli anni Ottanta la fabbrica è stata completamente dismessa e gli edifici in gran parte demoliti, tranne il laboratorio sperimentale attualmente sede di una società informatica. L attività dell architetto Griffini non si limitò soltanto alla progettazione e creazione di spazi legati alla vita produttiva dell azienda, ma si rivolse anche alla realizzazione di case per operai, agli spazi destinati alla ricreazione (Cral) ed infine alla colonia marina per i figli dei dipendenti a Cesenatico. Nota biografica Enrico Agostino Griffini nasce a Venezia il 19 agosto del Si laurea in Ingegneria Industriale presso il Politecnico di Milano nel 1910 e nel 1926 ottiene la laurea in Architettura. Appena laureato partecipa nel 1912 al concorso Gariboldi per una stazione di metropolitana e l anno successivo ai concorsi per l Orfanotrofio di Bergamo e per il Policlinico di Parma. Affianca da subito all attività professionale l attività didattica: nel 1914 viene assunto come assistente al corso di costruzioni di macchine al Politecnico di Milano e dal 1916, con l interruzione della guerra fino al 1933, è assistente alla cattedra di Disegno d Ornato; dal 1939 al 1949 tiene il corso di Architettura pratica, infine dal 1949 al 1952 è professore ordinario di Architettura tecnica alla Facoltà di Ingegneria di Pisa. Nell attività progettuale di Griffini si riflettono le tendenze architettoniche degli anni Venti e Trenta. Infatti ad opere di spiccata impronta Liberty (la palazzina Malteca del 1925), si affiancano opere in cui domina il linguaggio Novecento, come il quartiere alla Fontana (1928) realizzato in collaborazione con Manfredi, per approdare ad opere che segnano la definitiva transizione al razionalismo come la casa Operaia al Bissoncello (1929/30). Nel 1928 aderisce al Miar e il suo deciso orientamento verso il movimento razionalista si manifesta attraverso la partecipazione a mostre, conferenze e articoli. Conquistato dall idea di approfondire i problemi della casa in tutti i suoi aspetti, non tralascia occasione per affrontarne lo studio, viaggiando all estero, visitando le più significative realizzazioni di quartieri popolari, raffrontando indagini e ricerche. Nel 1931 infine esce il manuale La costruzione razionale della casa con cui in Italia vengono presentati i temi della casa collettiva a partire dalla impostazione di A. Klein. A ulteriore testimonianza dell interesse per il tema della casa razionale realizza con Bottoni alla V Triennale del 1933 il progetto di Elementi di case popolari ; l edificio condensava al suo interno varie parti di case popolari secondo diverse soluzioni di alloggi tipo. Nella prima metà degli anni Trenta partecipa, spesso in collaborazione, a numerosi concorsi di urbanistica: piano regolatore di Genova Centro (1932), di Verona (1932), di Gallarate (1933) e di Aprilia (1935), Nel 1939 in collaborazione con Magistretti, Muzio e Portaluppi vince il concorso per la sistemazione della Piazza del Duomo a Milano. Altre opere significative sono: il Padiglione Granelli al Policlinico di Milano, la casa nei Giardini Annunciata, la villa dell avvocato P. a San Colombasno al Lambro, e i padiglioni per opere assistenziali per la Soc. Redaelli a Rogoredo. 49

PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO PIANO DELLE REGOLE

PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO PIANO DELLE REGOLE Maggio 2011 Settore Urbanistica Servizio Governo del territorio PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO PIANO DELLE REGOLE ALLEGATO C Elenco dei beni di interesse artistico e storico Sindaco Giorgio Oldrini Assessore

Dettagli

I NUOVI PROGETTI DEL XXI sec.

I NUOVI PROGETTI DEL XXI sec. MARTA MATTIOLO CHIARA ROTA MARIA CRIPPA -PROGETTO 21- I NUOVI PROGETTI DEL XXI sec. Negli ultimi anni numerosi sono stati gli interventi architettonici all' interno della città di Lecco. Alcuni di questi

Dettagli

26 - scuola in via Anagni 46

26 - scuola in via Anagni 46 26 - scuola in via Anagni 46 MATRICOLA EDIFICIO.. MUNICIPIO II ARCHIVIO CONSERVATORIA POS. 1030 CATASTO foglio part. TIPO DI SCUOLA scuola Media DENOMINAZIONE ATTUALE G. Toniolo DENOMINAZIONE ORIGINALE.

Dettagli

Milano. Casa dello Studente Leonardo da Vinci Residenza G. Galilei

Milano. Casa dello Studente Leonardo da Vinci Residenza G. Galilei CAMPUS BOVISA 1 2 Casa dello Studente eonardo da Vinci Residenza G. Galilei 7 3 4 5 6 7 8 9 Residenza Archimede Residenza Dateo Residenza C.F. Gauss Residenza O. Khayyam Campus Certosa Residenza Martinitt

Dettagli

Milano. Casa dello Studente Leonardo da Vinci Residenza G. Galilei

Milano. Casa dello Studente Leonardo da Vinci Residenza G. Galilei CAMPUS BOVISA 1 2 Casa dello Studente eonardo da Vinci Residenza G. Galilei 7 3 4 5 6 7 8 Residenza Newton Residenza Dateo Residenza C.F. Gauss Residenza Monneret Campus Certosa Residenza Martinitt 3 ferrovia

Dettagli

ORA 2010 IL MANUFATTO RISULTA ABBATTUTO AD ECCEZIONE DELLA PALAZZINA DEGLI UFFICI

ORA 2010 IL MANUFATTO RISULTA ABBATTUTO AD ECCEZIONE DELLA PALAZZINA DEGLI UFFICI 1 1.1 Comune di Cismon, Cismon. Fabbrica ex Lancia. (ora in parte adibita a fungaia) ORA 2010 IL MANUFATTO RISULTA ABBATTUTO AD ECCEZIONE DELLA PALAZZINA DEGLI UFFICI LUOGO. Cismon, OGGETTO. Fabbrica ex

Dettagli

UNITÀ ABITATIVA SITA IN Roma, Via Monti Parioli n.62, scala A, piano terra, int. 2

UNITÀ ABITATIVA SITA IN Roma, Via Monti Parioli n.62, scala A, piano terra, int. 2 UNITÀ ABITATIVA SITA IN Roma, Via Monti Parioli n.62, scala A, piano terra, int. 2 E POSTO AUTO SCOPERTO SITO IN Roma, Via Monti Parioli n.62, scala A, piano terra, int.1 2. DESCRIZIONE E IDENTIFICAZIONE

Dettagli

Comune di Orbetello- Storia ed evoluzione degli insediamenti importanti per la valenza storica e per l identità territoriale

Comune di Orbetello- Storia ed evoluzione degli insediamenti importanti per la valenza storica e per l identità territoriale Comune di Orbetello- Storia ed evoluzione degli insediamenti importanti per la valenza storica e per l identità territoriale Scheda N : 140 Oggetto: SIPE NOBEL modificata in seguito alle osservazioni Vincoli

Dettagli

PROGETTAZIONE INTEGRATA ARCHITETTO ANDREA FERRARO

PROGETTAZIONE INTEGRATA ARCHITETTO ANDREA FERRARO PROGETTAZIONE INTEGRATA ARCHITETTO ANDREA FERRARO Via F. Baldinucci n. 3-20158 Milano - Italia Tel. (+39).02.56.81.43.93 r.a. - Fax (+39) 02.56.94.110 e-mail: architetto@andreaferraro.it www.architettoferraro.com

Dettagli

VILLINO SIMON VIOLET INTERVENTO DI FRAZIONAMENTO E VENDITA DESCRIZIONE

VILLINO SIMON VIOLET INTERVENTO DI FRAZIONAMENTO E VENDITA DESCRIZIONE VILLINO SIMON VIOLET INTERVENTO DI FRAZIONAMENTO E VENDITA DESCRIZIONE L immobile è ubicato nella primissima periferia cittadina in un contesto di alta qualità, con abitazioni circostanti prevalentemente

Dettagli

9 - scuola in via Monte Zebio 33-35

9 - scuola in via Monte Zebio 33-35 9 - scuola in via Monte Zebio 33-35 MATRICOLA EDIFICIO.. MUNICIPIO XVII ARCHIVIO CONSERVATORIA posizione 486 CATASTO foglio. part.. TIPO DI SCUOLA materna, elementare DENOMINAZIONE Ermenegildo Pistelli

Dettagli

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA Il Piano Attuativo in progetto concerne gli immobili situati in Tavernerio Via Giovanni XXIII contraddistinti al Catasto Terreni Foglio 9 dai mapp. n. 668 (parte), 1329, 1327,

Dettagli

1934: Amerigo Belloni: La nuova sede del liceo ginnasio Giuseppe Parini da Milano - Rivista mensile del Comune, febbraio 1934, pagg.

1934: Amerigo Belloni: La nuova sede del liceo ginnasio Giuseppe Parini da Milano - Rivista mensile del Comune, febbraio 1934, pagg. http://emeroteca.braidense.it/ 1934: Amerigo Belloni: La nuova sede del liceo ginnasio Giuseppe Parini da Milano - Rivista mensile del Comune, febbraio 1934, pagg. 63-66 Elaborazione digitale e trascrizione

Dettagli

UBICAZIONE Il Comune di Legnano

UBICAZIONE Il Comune di Legnano Ex Fonderia LEGNANO UBICAZIONE Il Comune di Legnano Il Comune di Legnano ha 60.000 abitanti ed è situato a circa 20 km a nord ovest di Milano. L area della Ex Fonderia, inserita in un contesto prettamente

Dettagli

UNITÀ ABITATIVA SITA IN Roma, Via Monti Parioli n.62, scala B, piano terra, int.1

UNITÀ ABITATIVA SITA IN Roma, Via Monti Parioli n.62, scala B, piano terra, int.1 UNITÀ ABITATIVA SITA IN Roma, Via Monti Parioli n.62, scala B, piano terra, int.1 E BOX AUTO SITO IN Roma, Via Monti Parioli n.62, scala B, piano terra, n.2 2. DESCRIZIONE E IDENTIFICAZIONE DELLE UNITÀ

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Facoltà di Economia e Commercio progetto di ristrutturazione dell edificio ex I. R. VE.

Facoltà di Economia e Commercio progetto di ristrutturazione dell edificio ex I. R. VE. Facoltà di Economia e Commercio progetto di ristrutturazione dell edificio ex I. R. VE. LA STORIA DELL EDIFICIO GENERALE La nuova sede dell Ospizio di Carità (Regio Istituto di Riposo per la Vecchiaia),

Dettagli

OSTIA ANTICA DAL CASTRUM ALLA CITTA IMPERIALE. Un viaggio nel tempo tra Storia e curiosità.

OSTIA ANTICA DAL CASTRUM ALLA CITTA IMPERIALE. Un viaggio nel tempo tra Storia e curiosità. OSTIA ANTICA DAL CASTRUM ALLA CITTA IMPERIALE Un viaggio nel tempo tra Storia e curiosità. Prof.sse Cinque Caterina, Martani Rita, Rossi Francesca V., Sabatini Francesca, Tarsi Stefania Ficana e il re

Dettagli

FERRARI IMPIANTI MODENA

FERRARI IMPIANTI MODENA FERRARI IMIANTI MODENA FERRARI IMIANTI MODENA L utilizzo del laminato di zinco-titanio è una delle nuove tendenze in architettura che sta conoscendo uno sviluppo decisamente interessante. In particolar

Dettagli

Università di Camerino Esame di Stato di Abilitazione ad Esercizio della Professione di Architetto Sessione Giugno 2009 (Laurea Specialistica 4/s)

Università di Camerino Esame di Stato di Abilitazione ad Esercizio della Professione di Architetto Sessione Giugno 2009 (Laurea Specialistica 4/s) Università di Camerino Esame di Stato di Abilitazione ad Esercizio della Professione di Architetto Sessione Giugno 2009 (Laurea Specialistica 4/s) Tema N.1 Il candidato imposti il progetto di un complesso

Dettagli

Cap. 2. L ex- deposito ATAC e il quartiere Della Vittoria. 1. Le prime linee tranviarie elettrificate a Roma e l espansione urbana

Cap. 2. L ex- deposito ATAC e il quartiere Della Vittoria. 1. Le prime linee tranviarie elettrificate a Roma e l espansione urbana Cap. 2. L ex- deposito ATAC e il quartiere Della Vittoria 1. Le prime linee tranviarie elettrificate a Roma e l espansione urbana Fig. 1 Foto aerea del 1924 Il deposito ha avuto un ruolo importante nelle

Dettagli

NAVETTE E ALTA VELOCITÀ PER FRANCOFORTE

NAVETTE E ALTA VELOCITÀ PER FRANCOFORTE AEROPORTI & FRANCOFORTE NAVETTE E ALTA VELOCITÀ PER FRANCOFORTE Con la recente inaugurazione del nuovo terminal 2 il maggiore scalo tedesco guarda al futuro del trasporto aereo, affidandosi a un complesso

Dettagli

Programma D'Area - L.R. 19 agosto 1996 N 30 Piano di Recupero di Iniziativa Pubblica del Complesso dell'arcispedale Sant'Anna

Programma D'Area - L.R. 19 agosto 1996 N 30 Piano di Recupero di Iniziativa Pubblica del Complesso dell'arcispedale Sant'Anna 1949 Planimetria generale dell Arcispedale S. Anna Padiglione della divisione oculistica Adriana Ascoli (1948-1949) Tra il 1948 e il 1949 fu costruito il padiglione della divisione oculistica. Progettato

Dettagli

05 Pasqualetti progetto 28-01-2004 14:26 Pagina 1

05 Pasqualetti progetto 28-01-2004 14:26 Pagina 1 05 Pasqualetti progetto 28-01-2004 14:26 Pagina 1 05 Pasqualetti progetto 28-01-2004 14:26 Pagina 46 1 05 Pasqualetti progetto 28-01-2004 14:26 Pagina 47 IL PROGETTO DI RECUPERO Roberto Pasqualetti Il

Dettagli

5. Fuori dall isolamento: la ferrovia in Valtellina

5. Fuori dall isolamento: la ferrovia in Valtellina 5. Fuori dall isolamento: la ferrovia in Valtellina Saveria Masa La strada ferrata in Valtellina (foto: M. Brigatti) Il 15 giugno 1885 venne inaugurata la prima linea ferroviaria valtellinese, la Colico-Sondrio.

Dettagli

Il Molino Stucky a Venezia - ora Hilton Molino Stucky Venice

Il Molino Stucky a Venezia - ora Hilton Molino Stucky Venice Il Molino Stucky a Venezia - ora Hilton Molino Stucky Venice Il Molino Stucky a Venezia è uno di quei siti di archeologia industriale in Italia nel quale l efficienza si è sposata con la volontà di erigere

Dettagli

Nuovo Municipio di Camparada (Mi)

Nuovo Municipio di Camparada (Mi) Progetti Roberto Gamba La Brianza, da Monza, si prolunga verso le Prealpi del Comasco e del Lecchese. Il suo nome pare derivi dalle parole celtiche brig e anth, monte e passaggio. Oggi la regione è ricca

Dettagli

U N I V E R S I T A' D E G L I S T U D I D I F I R E N Z E. AREA SERVIZI TECNICI SICUREZA E PATRIMONIO Ufficio Patrimonio Immobiliare

U N I V E R S I T A' D E G L I S T U D I D I F I R E N Z E. AREA SERVIZI TECNICI SICUREZA E PATRIMONIO Ufficio Patrimonio Immobiliare U N I V E R S I T A' D E G L I S T U D I D I F I R E N Z E AREA SERVIZI TECNICI SICUREZA E PATRIMONIO Alloggio di civile abitazione ubicato in Firenze Via dei Serragli n. 76. (N.C.E.U. Foglio di mappa

Dettagli

[ANALISI : NARKONFIM - QUARTIERE. MATTEOTTI RESIDENZA IVRY-SUR-SEINE ] [Analisi critica delle 3 opere con relativi schemi distributivi]

[ANALISI : NARKONFIM - QUARTIERE. MATTEOTTI RESIDENZA IVRY-SUR-SEINE ] [Analisi critica delle 3 opere con relativi schemi distributivi] Politecnico di Torino Interfacoltà di Architettura Prof : C. Olmo M. Robiglio Nicastro G. 185277 Atelier - Composizione e Storia dell Architettura II anno A.A 2012-2013 [ANALISI : NARKONFIM - QUARTIERE

Dettagli

Progetti. monestiroli architetti associati Due nuove piazze e tre edifici a Pioltello, Milano. Igor Maglica

Progetti. monestiroli architetti associati Due nuove piazze e tre edifici a Pioltello, Milano. Igor Maglica Progetti Igor Maglica monestiroli architetti associati Due nuove piazze e tre edifici a Pioltello, Milano Dettaglio dell atrio centrale dell edificio della nuova stazione ferroviaria. fotografie Marco

Dettagli

4.5 MOTEL AGIP, VICENZA, 1968-1970 anno di progettazione 1968. anno di realizzazione 1969-1970. tipo edificio multipiano

4.5 MOTEL AGIP, VICENZA, 1968-1970 anno di progettazione 1968. anno di realizzazione 1969-1970. tipo edificio multipiano 4.5 MOTEL AGIP, VICENZA, 1968-1970 anno di progettazione 1968 anno di realizzazione 1969-1970 tipo edificio multipiano caratteristiche tecniche Struttura portante in cemento armato con solette in latero-cemento.

Dettagli

Piazzetta Cardo Nord Est. mag. 14

Piazzetta Cardo Nord Est. mag. 14 Piazzetta Cardo Nord Est mag. 14 Il Sito Espositivo 935.595 mq di area totale 147 Paesi Partecipanti AREE TEMATICHE PARTECIPANTI UFFICIALI AREE DI SERVIZIO PARTECIPANTI NON UFFICIALI AREE EVENTI CLUSTER

Dettagli

PETRARCA 20 LA MAGIA DI IERI INCONTRA LA TECNOLOGIA DI OGGI

PETRARCA 20 LA MAGIA DI IERI INCONTRA LA TECNOLOGIA DI OGGI P REATR R PET C AA2 R 0 CA 20 P PETRARCA 20 LA MAGIA DI IERI INCONTRA LA TECNOLOGIA DI OGGI IL PROGETTO Petrarca 20 nasce da un armoniosa unione tra classicità e design. Inizialmente opificio con abitazione

Dettagli

Nuovo ampliamento per l Ospedale di Venezia

Nuovo ampliamento per l Ospedale di Venezia Progetti Roberto Gamba Il progetto di un nuovo ospedale per Venezia fu ideato nel 1964 da Le Corbusier; non fu realizzato, ma è rimasto a testimoniare la possibilità di incidere con la nuova architettura

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

MASSALOMBAR SSALOMBARDARAV RDARAVENNA

MASSALOMBAR SSALOMBARDARAV RDARAVENNA MASSALOMBAR SSALOMBARDARAV RDARAVENNA UN ECCELLENTEOPPORTUNITÀDIRIQUALIFIC ECCELLENTEOPPORTUNITÀDIRIQUALIFICAZIONEIMMOBIL PPORTUNITÀDI RIQUALIFICAZIONEIMMOBILIAREUN ECCE ALIFICAZIONEIMMOBILIARE L EX ZUCCHERIFICIO

Dettagli

Andare a scuola. Daniela Giordano Corso di Laurea in Scienze della formazione primaria Facoltà di Scienze della Formazione

Andare a scuola. Daniela Giordano Corso di Laurea in Scienze della formazione primaria Facoltà di Scienze della Formazione Andare a scuola Daniela Giordano Corso di Laurea in Scienze della formazione primaria Facoltà di Scienze della Formazione Gabriele De Micheli Corso di Laurea Magistrale in Progettazione architettonica

Dettagli

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Oggetto: PIANO ATTUATIVO DI RISTRUTTURAZIONE URBANISTICA E RICONVERSIONE FUNZIONALE DI EDIFICIO ARTIGIANALE DISMESSO A RESIDENZIALE; SUBORDINATO ALLA REALIZZAZIONE E CESSIONE DEL PARCHEGGIO PREVISTO NELLA

Dettagli

La dimensione. di Valentina Valente

La dimensione. di Valentina Valente 10 Aa Inverno 2012 La dimensione sostenibile dell edificio, tra uffici e spazi pubblici di Valentina Valente Massima funzionalità ed equilibrio tra natura ed edificato: ecco i principi che hanno guidato

Dettagli

consolidata e di completamento con destinazione residenziale (art. 23 N. T. A. di P. R. G.);

consolidata e di completamento con destinazione residenziale (art. 23 N. T. A. di P. R. G.); RELAZIONE TECNICA Il Piano di Recupero interessa un ambito che comprende l edificio ad uso residenziale di Via Catania n. 126 (foglio 25, mappali 112 e 198) di proprietà ALER, noto come casa di plastica

Dettagli

La richiesta della Società della Canottieri

La richiesta della Società della Canottieri Progetti Igor Maglica Veduta del modello (foto Stefano Topuntoli). La richiesta della Società della Canottieri Mincio di Mantova di poter frequentare le strutture sportive esistenti in condizioni di maggiore

Dettagli

VIA CAVOUR N.7/A - 10012 BOLLENGO (TO) Tel. +39 0125-57123 Fax +39 0125-577061 Mail INFO@GUERRASRL.INFO SOA N 1978/35/00 CAT OG1 - Classe II

VIA CAVOUR N.7/A - 10012 BOLLENGO (TO) Tel. +39 0125-57123 Fax +39 0125-577061 Mail INFO@GUERRASRL.INFO SOA N 1978/35/00 CAT OG1 - Classe II VIA CAVOUR N.7/A - 10012 BOLLENGO (TO) Tel. +39 0125-57123 Fax +39 0125-577061 Mail INFO@GUERRASRL.INFO SOA N 1978/35/00 CAT OG1 - Classe II GUERRA srl: La Storia L Impresa Edile nasce nel 1964 a Bollengo,

Dettagli

DESCRIZIONE DEL SITO TIPO D INTERVENTO

DESCRIZIONE DEL SITO TIPO D INTERVENTO DESCRIZIONE DEL SITO TIPO D INTERVENTO Il complesso immobiliare, oggetto di richiesta di variante, è ubicato in Comune di CAVOUR, Via Gioberti - Piazza San Martino n 2, ed è costituito da un area si sui

Dettagli

Roma - Viale Angelico, 84c - scala A - piano primo - int. 1

Roma - Viale Angelico, 84c - scala A - piano primo - int. 1 Roma - Viale Angelico, 84c - scala A - piano primo - int. 1 2. DESCRIZIONE E IDENTIFICAZIONE DELL UNITÀ IMMOBILIARE 2.1 Caratteristiche estrinseche dell edificio in cui è ubicata l unità immobiliare L

Dettagli

Raffinato approdo. interior

Raffinato approdo. interior interior Raffinato approdo Premiato come il faro più bello del mondo, Capo Spartivento è stato decorato da Mario Dal Molin con una tavolozza di arredi e di soluzioni orientata al tema del viaggio. Il risultato

Dettagli

Proposta intitolazione parco interno residenze Parco Vittoria, Portello. Milano / 12 dicembre 2014

Proposta intitolazione parco interno residenze Parco Vittoria, Portello. Milano / 12 dicembre 2014 Proposta intitolazione parco interno residenze Parco Vittoria, Portello Milano / 12 dicembre 2014 INDICE 3 / TRE 4 / QUATTRO 6 / SEI 9 / NOVE 10 / DIECI 12 / DODICI 13 / TREDICI 14 / QUATTORDICI Storia

Dettagli

g.w. reinberg, edifici residenziali a salisburgo e vienna, austria

g.w. reinberg, edifici residenziali a salisburgo e vienna, austria g.w. reinberg, edifici residenziali a salisburgo e vienna, austria Possiamo considerare l architetto austriaco un pioniere dell architettura solare, avendo egli svolto da oltre venti anni attività di ricerca

Dettagli

PROGETTO SAPERE. tel. +39 055 582401. fax www.and-architettura.it. info@and-architettura.it. www.progettosapere.it info@progettosapere.

PROGETTO SAPERE. tel. +39 055 582401. fax www.and-architettura.it. info@and-architettura.it. www.progettosapere.it info@progettosapere. AND Rivista di di architettura, architetture, città città e architetti e architetti PROGETTO SAPERE SAPERE Via degli Artisti, 18R via 50132 degli Firenze Artisti, -18R Italia 50132 T. +39 Firenze 055 582401

Dettagli

2 Variante Piano Particolareggiato, insediamenti artigianali con annessi usi residenziali. Comparto Amandoli (Rio Salso) NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

2 Variante Piano Particolareggiato, insediamenti artigianali con annessi usi residenziali. Comparto Amandoli (Rio Salso) NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE ELABORATO N. 14 2 Variante Piano Particolareggiato, insediamenti artigianali con annessi usi residenziali. Comparto Amandoli (Rio Salso) NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Art. 1 - NORME GENERALI Le presenti

Dettagli

Comune di Arzignano (VI) PROGETTO DEFINITIVO

Comune di Arzignano (VI) PROGETTO DEFINITIVO Comune di Arzignano (VI) PIANO LOTTIZZAZIONE "VIA POZZETTI" (C2-8029) PROGETTO DEFINITIVO ALLEGATO Norme di attuazione N. B Commessa D13LG022 Codice Elaborato D13LG022-CAR-00B-R0 SCALA: File Z:\ANNO-2013\D13LG022\PROGETTO\DISEGNI\D13LG022-CAR-000-R1.DWG

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO FACOLTA' DI ARCHITETTURA Corso di Laurea in Architettura Tesi meritevoli di pubblicazione

POLITECNICO DI TORINO FACOLTA' DI ARCHITETTURA Corso di Laurea in Architettura Tesi meritevoli di pubblicazione POLITECNICO DI TORINO FACOLTA' DI ARCHITETTURA Corso di Laurea in Architettura Tesi meritevoli di pubblicazione Camillo Riccio Architetto di Monica Montesi, Relatore: Micaela Viglino Correlatore: Elena

Dettagli

INES LOBO LISBON, PORTOGALLO

INES LOBO LISBON, PORTOGALLO arcvision Prize Women and Architecture 2014 La Vincitrice INES LOBO LISBON, PORTOGALLO Ines Lobo, laureata all Università Tecnica di Lisbona (FAULT,1989), è la vincitrice della seconda edizione dell arcvision

Dettagli

14 scuola in largo Victor Hugo Girolami

14 scuola in largo Victor Hugo Girolami 14 MATRICOLA EDIFICIO: 2913 MUNICIPIO: XVI ARCHIVIO CONSERVATORIA: Pos. 2020 CATASTO: foglio 466 part. 411 TIPO DI SCUOLA: Materna e Elementare statale / Materna comunale DENOMINAZIONE ATTUALE : Victor

Dettagli

Centro culturale a Villanueva de la Cañada, Madrid

Centro culturale a Villanueva de la Cañada, Madrid Progetti Carmen Murua Schizzo di studio. Nella pagina a fianco: particolare del fronte d ingresso (ovest). Il piccolo paese di Villanueva de la Cañada si trova nei dintorni di Madrid, inserito nel paesaggio

Dettagli

RELAZIONE TECNICA GENERALITA

RELAZIONE TECNICA GENERALITA RELAZIONE TECNICA GENERALITA L'Amministrazione del Comune di Gonnoscodina ha conferito all Ing. Elio Musa l'incarico della progettazione, direzione lavori, contabilità, per i lavori riguardanti MANUTENZIONE

Dettagli

Il Salone delle Fontane rappresenta una delle sedi congressuali più suggestive e prestigiose di Roma, dal fascino indiscutibile e unico.

Il Salone delle Fontane rappresenta una delle sedi congressuali più suggestive e prestigiose di Roma, dal fascino indiscutibile e unico. CARTE 2015 LOCATION Il Salone delle Fontane rappresenta una delle sedi congressuali più suggestive e prestigiose di Roma, dal fascino indiscutibile e unico. Opera dell architetto Gaetano Minnucci, il Salone

Dettagli

MARC. Domino web agency Torino

MARC. Domino web agency Torino 182 MARC Domino web agency Torino INTERVENTO ristutturazione edilizia DESTINAZIONE direzionale AMBITO privato assonometria della hall A FRONTE area relax al piano interrato Una nota agenzia web trasferisce

Dettagli

ROMA Piazza della Croce Rossa, 3

ROMA Piazza della Croce Rossa, 3 ROMA Piazza della Croce Rossa, 3 OVERVIEW ROMA Piazza della Croce Rossa, 3 CENNI STORICI L edificio riveste un importanza notevole non solo perché si tratta di uno dei più noti villini del tipo umbertino

Dettagli

Principi per la conservazione ed il restauro del patrimonio costruito Carta di Cracovia 2000

Principi per la conservazione ed il restauro del patrimonio costruito Carta di Cracovia 2000 Principi per la conservazione ed il restauro del patrimonio costruito Carta di Cracovia 2000 Ringraziando le persone e le istituzioni che, durante tre anni, hanno partecipato alla preparazione della Conferenza

Dettagli

24 - scuola in via Anagni 26

24 - scuola in via Anagni 26 24 - scuola in via Anagni 26 MATRICOLA EDIFICIO.. MUNICIPIO II ARCHIVIO CONSERVATORIA POS. 2763 CATASTO foglio part. TIPO DI SCUOLA Asilo nido DENOMINAZIONE ATTUALE Anagni DENOMINAZIONE ORIGINALE. Anagni

Dettagli

RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE AI SENSI DELLA LEGGE 12 LUGLIO 2011 N. 106 ART. 5 COMMA 9 PER LA RIQUALIFICAZIONE DI EDIFICI NON RESIDENZIALI DISMESSI SITI IN ROVIGO VIA PORTA A MARE N. 10 PROPRIETÀ:

Dettagli

Le scale di accesso alle zone soppalcate sono tutte in metallo a giorno, gli infissi esterni ed interni sono in legno e, nella generalità, originari.

Le scale di accesso alle zone soppalcate sono tutte in metallo a giorno, gli infissi esterni ed interni sono in legno e, nella generalità, originari. UNITÀ IMMOBILIARE: Sita in Roma via Giacomo Venezian, 22, piano primo interno 1 con asservito posto auto via Gaetano Sacchi,19 - DESTINAZIONE D USO: abitazione Prezzo Appartamento più Garage: 870.000 Euro

Dettagli

Il cimitero di Voghera Antonio Monestiroli, Tommaso M onestiroli

Il cimitero di Voghera Antonio Monestiroli, Tommaso M onestiroli Il cimitero di Voghera Antonio Monestiroli, Tommaso M onestiroli I progetti che oggi vi illustrerò (il V ampliamento del cimitero di Voghera e il concorso per l ampliamento del cimitero sull isola di San

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE NAPOLI II SEM 2012

MERCATO IMMOBILIARE NAPOLI II SEM 2012 MERCATO IMMOBILIARE NAPOLI II SEM 2012 Nel 2012 le quotazioni delle abitazioni a Napoli hanno segnato una diminuzione del 12,7%. 2007 2008 2009 2010 2011 2012-1,6% -6,8% -6,1% -3,0% -5,5% -12,7% I valori

Dettagli

POLITECNICO DI MILANO ESAME DI STATO ABILITAZIONE PROFESSIONE DI ARCHITETTO SECONDA SESSIONE 2014 SEZIONE A LAUREA SPECIALISTICA E LAUREA MAGISTRALE

POLITECNICO DI MILANO ESAME DI STATO ABILITAZIONE PROFESSIONE DI ARCHITETTO SECONDA SESSIONE 2014 SEZIONE A LAUREA SPECIALISTICA E LAUREA MAGISTRALE POLITECNICO DI MILANO ESAME DI STATO ABILITAZIONE PROFESSIONE DI ARCHITETTO SECONDA SESSIONE 2014 SEZIONE A LAUREA SPECIALISTICA E LAUREA MAGISTRALE SETTORE A ARCHITETTURA PROVA PRATICA E PRIMA PROVA SCRITTA

Dettagli

L ANTICO MONASTERO SANTA CHIARA

L ANTICO MONASTERO SANTA CHIARA Beni culturali SCHEDA DI DOCUMENTAZIONE N 13 L ANTICO MONASTERO SANTA CHIARA Posizione Si trova in contrada Omerelli, all estremità nord del centro storico di San Marino. Epoca Risale ai secoli XVI e XVII.

Dettagli

Casa unifamiliare a Morcote, Svizzera A. Paolella, WWF Ricerche e Progetti

Casa unifamiliare a Morcote, Svizzera A. Paolella, WWF Ricerche e Progetti Casa unifamiliare a Morcote, Svizzera A. Paolella, WWF Ricerche e Progetti Il laterizio costituisce il principale materiale da costruzione della casa. La scelta di adottare elementi naturali e sostenibili

Dettagli

FORMALE ESSENZIALITÀ RISTRUTTURAZIONE

FORMALE ESSENZIALITÀ RISTRUTTURAZIONE Cord. S. Lucia ok imp._3 sed. A Casa 11/06/10 11:23 Pagina 2 RISTRUTTURAZIONE PH. GIANNI CANALI (CALEIDOSTUDIO) IN PRIMIS... SINTONIA CON IL COMMITTENTE. QUESTA LA STRATEGIA VINCENTE CHE CONSENTE DI DARE

Dettagli

La fabbrica tessile Cotonificio di Rovereto (ex Pirelli) a Rovereto sede del Centro Tecnofin Servizi (BIC) di Rovereto

La fabbrica tessile Cotonificio di Rovereto (ex Pirelli) a Rovereto sede del Centro Tecnofin Servizi (BIC) di Rovereto La fabbrica tessile Cotonificio di Rovereto (ex Pirelli) a Rovereto sede del Centro Tecnofin Servizi (BIC) di Rovereto A- Indirizzo del sito: Via Fortunato Zeni n 8, I- 38068 ROVERETO (Trento) B- Contatti

Dettagli

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL PIANO ALLEGATO D

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL PIANO ALLEGATO D Ai sensi art. 65 L.R. 1/2005 s.m.i. Corte Malgiacca COMUNE DI CAPANNORI Provincia di Lucca FRAZIONE DI GRAGNANO LOC. DETTA CORTE MALGIACCA NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL PIANO ALLEGATO D INTERVENTO DI

Dettagli

LE NUOVA EDILIZIA SCOLASTICA NEL COMUNE DI CALCINAIA

LE NUOVA EDILIZIA SCOLASTICA NEL COMUNE DI CALCINAIA LE NUOVA EDILIZIA SCOLASTICA NEL COMUNE DI CALCINAIA VERSO IL GRANDE OBIETTIVO Conferenza stampa 11 Maggio 2013 1 UN PO DI STORIA 2 1980 Abitanti nel Comune di Calcinaia 7000 abitanti 1990 2000 2012 +42%

Dettagli

MICHELE PERLINI. la villa DEL FUTURO. 74 ristrutturare

MICHELE PERLINI. la villa DEL FUTURO. 74 ristrutturare MICHELE PERLINI la villa DEL FUTURO Indipendente, economica, a basso impatto ambientale. Ecco la casa progettata dall`architetto e designer Veronese Michele Perlini 74 ristrutturare ristrutturare 75 76

Dettagli

PROGETTO DI RISTRUTTURAZIONE. Istituto Figlie di S. Anna Provincia Eritrea

PROGETTO DI RISTRUTTURAZIONE. Istituto Figlie di S. Anna Provincia Eritrea Casa Rosa Gattorno - Asmara Comunità d accoglienza di bambine e fanciulle orfane PROGETTO DI RISTRUTTURAZIONE proposto da Istituto Figlie di S. Anna Provincia Eritrea Dicembre 2012 Introduzione Casa Rosa

Dettagli

2. VINCOLI L area oggetto di intervento è sottoposta ai seguenti vincoli:

2. VINCOLI L area oggetto di intervento è sottoposta ai seguenti vincoli: 1. PREMESSA Il presente progetto preliminare prevede la risoluzione sia delle problematiche evidenziate a seguito del verbale di sopralluogo effettuato dalla ASL 10 Firenze - Commissione di vigilanza sulle

Dettagli

2- scuola in via dei Marsi 58

2- scuola in via dei Marsi 58 2- scuola in via dei Marsi 58 MATRICOLA EDIFICIO 3332, 3333 MUNICIPIO III ARCHIVIO CONSERVATORIA posizione 1105-1433 CATASTO foglio 615 part. 87, 101 TIPO DI SCUOLA Scuola dell infanzia DENOMINAZIONE ATTUALE

Dettagli

Prova Pratico/Grafica (6 + 2 ore)

Prova Pratico/Grafica (6 + 2 ore) Università di Camerino Esame di Stato di Abilitazione ad Esercizio della Professione di Architetto Sessione Novembre 2009 Laurea Specialistica Prova Pratico/Grafica (6 + 2 ore) Tema N.1. Complesso residenziale

Dettagli

RELAZIONE TECNICA E DESCRITTIVA RICHIESTA PERMESSO DI COSTRUIRE

RELAZIONE TECNICA E DESCRITTIVA RICHIESTA PERMESSO DI COSTRUIRE RELAZIONE TECNICA E DESCRITTIVA RICHIESTA PERMESSO DI COSTRUIRE Committente: AUTOSTORE S.R.L. Via Fonderia n. 47/A Treviso Compilatore: Ing. Bonaldo Simone Via Riva IV Novembre n. 38 Cittadella (PD) Data

Dettagli

- 1 - Con il patrocinio di. Direzione e Redazione

- 1 - Con il patrocinio di. Direzione e Redazione L Ospedale Maggiore, oggi Università Statale di Milano Monumentale complesso ospedaliero chiamato popolarmente dai milanesi Ca Granda, fondato nel 1456 da Francesco Sforza, duca di Milano e dalla moglie

Dettagli

RELAZIONE TECNICA PRESENTAZIONE DELLA SOCIETÀ E DEL LOTTO DI PROGETTO MOTIVAZIONE DELL INTERVENTO. Oggetto:

RELAZIONE TECNICA PRESENTAZIONE DELLA SOCIETÀ E DEL LOTTO DI PROGETTO MOTIVAZIONE DELL INTERVENTO. Oggetto: Comune di Cividate al Piano Provincia di Bergamo RELAZIONE TECNICA Oggetto: Ampliamento attività industriale Via Cortenuova, Cividate al Piano (BG) Richiesta permesso di costruire mediante il procedimento

Dettagli

Spazio espositivo a rotazione n.1 Cardo Nord Ovest. ago. 14

Spazio espositivo a rotazione n.1 Cardo Nord Ovest. ago. 14 Spazio espositivo a rotazione n.1 Cardo Nord Ovest ago. 14 Il Sito Espositivo 935.595 mq di area totale 147 Paesi Partecipanti AREE TEMATICHE PARTECIPANTI UFFICIALI AREE DI SERVIZIO PARTECIPANTI NON UFFICIALI

Dettagli

ALLA SCOPERTA DELLA COMPANY TOWN DI DALMINE

ALLA SCOPERTA DELLA COMPANY TOWN DI DALMINE ALLA SCOPERTA DELLA COMPANY TOWN DI DALMINE Proposta di itinerario della 4^ A TURISTICO dell ISIS Einaudi di Dalmine A.S. 2011-2012 Da quando i fratelli Mannesmann nel 1908 decisero di insediare la loro

Dettagli

Le residenze di Borgo San Marco

Le residenze di Borgo San Marco Le residenze di Borgo San Marco Le residenze di Borgo San Marco saranno 12 ville realizzate in una parte della tenuta conosciuta come San Marco. L intervento di recupero verrà realizzato nella parte sud

Dettagli

Il Razionalismo a Lecco

Il Razionalismo a Lecco Il azionalismo a ecco Il razionalismo italiano è quella corrente architettonica che si è sviluppata in Italia negli anni venti e anni trenta del XX secolo in collegamento con il Movimento Moderno internazionale,

Dettagli

Casa Latscha nel Taunus, Germania

Casa Latscha nel Taunus, Germania Progetti Veronica Dal Buono Anche per l architetto contemporaneo è essenziale il confronto con la complessità dell abitare: l architettura di qualsiasi tipo, come insegna Heidegger, comincia infatti dall

Dettagli

10 - scuola in via Pietro Antonio Micheli 21, 29

10 - scuola in via Pietro Antonio Micheli 21, 29 10 - scuola in via Pietro Antonio Micheli 21, 29 MATRICOLA EDIFICIO 3040, 3041 MUNICIPIO II ARCHIVIO CONSERVATORIA posizione 1451 CATASTO foglio 546 part. 37 TIPO DI SCUOLA liceo ginnasio DENOMINAZIONE

Dettagli

Ristrutturazione di un edificio in via Zenale, Milano

Ristrutturazione di un edificio in via Zenale, Milano Progetti Roberto Gamba filippo taidelli Ristrutturazione di un edificio in via Zenale, Milano Sezione schematica dell intervento. Nella pagina a fianco: la facciata su strada, affiancata al volume sul

Dettagli

2 EDIFICIO in VALPERGA

2 EDIFICIO in VALPERGA 2 EDIFICIO in VALPERGA Per ulteriori approfondimenti e programmazione sopralluoghi (Tel. 011.861.2447-2494-2402-2620) UBICAZIONE Il complesso immobiliare dista 50 km da Torino ed è ubicato nel comparto

Dettagli

Ampliamento del centro sportivo Lakua a Vitoria, Spagna

Ampliamento del centro sportivo Lakua a Vitoria, Spagna Progetti Carmen Murua Planimetria. Nella pagina a fianco: veduta della facciata principale. I Paesi Baschi, una delle regioni del nord della Spagna, costituiscono un territorio di grande bellezza naturale,

Dettagli

ARGOMENTI. Trasformare le aree industriali. La Fabbrica del Vapore a Milano Marco Spada

ARGOMENTI. Trasformare le aree industriali. La Fabbrica del Vapore a Milano Marco Spada A CURA DI DOMIZIA MANDOLESI 110 Trasformare le aree industriali. La Fabbrica del Vapore a Milano Marco Spada Lo stato degli edifici prima dell intervento di recupero La città che si espande, in contrapposizione

Dettagli

Appartamenti in rue Kafka, Parigi

Appartamenti in rue Kafka, Parigi Progetti Elisabetta Pieri olivier brenac & xavier gonzalez Appartamenti in rue Kafka, Parigi cio secondo due diverse direttrici: ai primi tre livelli, i volumi si distendono in orizzontale a definire un

Dettagli

PARTI COMUNI INTERNO UNITA IMMOBILIARE

PARTI COMUNI INTERNO UNITA IMMOBILIARE PARTI COMUNI INGRESSO VIA DONATELLO CORTE INTERNA INGRESSO /SCALA CONDOMINIALE SCALA CONDOMINIALE INTERNO UNITA IMMOBILIARE FOTO 1 -CORRIDOIO-INGRESSO FOTO 2 CUCINA FOTO 3 -BAGNO 1 FOTO 4 CAMERA 1 FOTO

Dettagli

Lo stato attuale dei luoghi è illustrato nelle tavole dedicate e nella documentazione fotografica.

Lo stato attuale dei luoghi è illustrato nelle tavole dedicate e nella documentazione fotografica. RELAZIONE TECNICA Nel corso dei diversi sopralluoghi tecnici effettuati si sono riscontrate innumerevoli problematiche legate allo stato di conservazione degli edifici nel loro complesso e in particolar

Dettagli

Il Piano urbanistico esecutivo

Il Piano urbanistico esecutivo Venezia, 10-20 novembre 2004 Catalogo della Mostra Comune di Firenze Il Piano urbanistico esecutivo Le scelte effettuate all interno del Piano urbanistico esecutivo (Pue), si focalizzano intorno alla rivitalizzazione

Dettagli

Disposizioni tecniche sulla installazione di camini, canne fumarie, comignoli e sistemi di evacuazione fumi e vapori

Disposizioni tecniche sulla installazione di camini, canne fumarie, comignoli e sistemi di evacuazione fumi e vapori Disposizioni tecniche sulla installazione di camini, canne fumarie, comignoli e sistemi di evacuazione fumi e vapori Definizioni: Ai fini delle presenti disposizioni tecniche ed in conformità a quanto

Dettagli

Recupero della zona stazione a Calenzano, Firenze

Recupero della zona stazione a Calenzano, Firenze Progetti Alberto Ferraresi Nell editoriale Dal monumento continuo alla città dell utopia del numero monografico di Costruire in Laterizio dedicato a Natalini Architetti, nell anno 2004,Maria Cristina Donati

Dettagli

Guardaroba E previsto uno spazio nell atrio del Museo, accanto all ingresso (attualmente utilizzato per biglietteria e bookshop), di mq. 14,40.

Guardaroba E previsto uno spazio nell atrio del Museo, accanto all ingresso (attualmente utilizzato per biglietteria e bookshop), di mq. 14,40. Provincia: racusa Lotto: SR 1 Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Viale Teocrito 66. racusa Tel. 0931 464022 Relazione Biglietteria. Il locale biglietteria è in atto costituito da un ambiente indipendente,

Dettagli

WPMILANO I CANTIERI NELLA MILANO IN DIVENIRE. Via Civitavecchia Visita: venerdì 15 aprile (ore 13-14:30) a g. m a

WPMILANO I CANTIERI NELLA MILANO IN DIVENIRE. Via Civitavecchia Visita: venerdì 15 aprile (ore 13-14:30) a g. m a WPMILANO I CANTIERI NELLA MILANO IN DIVENIRE Via Civitavecchia Visita: venerdì 15 aprile (ore 13-14:30) A cura di: Lorenzo Gaetani Rocco Latrecchiana Saranno presenti: Progettisti arch. Lorenzo Consalez

Dettagli

Repertorio dei beni storico ambientali 1

Repertorio dei beni storico ambientali 1 Repertorio dei beni storico ambientali 1 Indice Casate... 3 Oberga... 4 Pagliarolo... 5 Fontanelle... 6 Travaglino... 7 Oratorio di San Rocco... 8 Calvignano... 9 Castello... 10 Valle Cevino... 11 Repertorio

Dettagli