COMUNE DI CARUGO PROGETTO AGGIORNAMENTO TECNOLOGICO E AMPLIAMENTO FUNZIONALE DEL SISTEMA INFORMATICO COMUNALE.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI CARUGO PROGETTO SICR@WEB AGGIORNAMENTO TECNOLOGICO E AMPLIAMENTO FUNZIONALE DEL SISTEMA INFORMATICO COMUNALE."

Transcript

1 COMUNE DI CARUGO PROGETTO AGGIORNAMENTO TECNOLOGICO E AMPLIAMENTO FUNZIONALE DEL SISTEMA INFORMATICO COMUNALE Pagina 1 di 63

2 Spett.le COMUNE DI CARUGO VIA CADRONA, N CARUGO - CO Alla c.a. Sig. Sindaco Marco Melli e pc Resp. Lavori Pubblici Riva Antonio Orzinuovi, 29 ottobre 2012 Ns. rif BS/AD/2010 OGGETTO: PROGETTO -- AGGIORNAMENTO TECNOLOGICO E AMPLIAMENTO FUNZIONALE DEL SISTEMA INFORMATICO COMUNALE Gentile Cliente, In riferimento alla Vostra richiesta siamo lieti di accludere alla presente la ns. proposta per la realizzazione del Progetto di aggiornamento Tecnologico e l ampliamento Funzionale del Sistema Informatico Comunale. Certi di aver fatto cosa gradita, restiamo a disposizione per informazioni e chiarimenti e cogliamo l'occasione per porgere i più distinti saluti. SAGA Alessandro Dodi Protocollo Data Revisione Autore/i Stato Approvazioni Note 26302BSAD /01/ Alessandro Dodi Approvato Le informazioni contenute in questa comunicazione sono riservate e destinate esclusivamente alla persona o ente sopraindicati. E' vietato ai soggetti diversi dai destinatari qualsiasi uso, copia, diffusione di quanto in esso contenuto ai sensi della Legge n. 196/2003. Pagina 2 di 63

3 INDICE INTRODUZIONE... 5 Presentazione del documento... 5 Riepilogo della fornitura... 6 Software Applicativo Suite 6 Servizi E-Government... 6 Servizi Tecnologici... 7 Formazione ed Avviamento... 7 LA PIATTAFORMA APPLICATIVA 8 Generalità... 8 l idea progetto Caratteristiche architetturali e tecnologiche della soluzione applicativa Java 2 Platform Enterprise Edition Hibernate Architettura multilivello di 16 Scalabilità della soluzione Alta affidabilità I plus della soluzione applicativa 18 Sintesi riepilogativa dei punti qualificanti della suite 19 Banche dati on line Progetto 22 Riepilogo delle tecnologie utilizzabili per 24 Struttura Tecnologica - Fabbisogni Tecnologici SOLUZIONI APPLICATIVE Componenti Infrastrutturali Repository Documentale Workflow management Componenti di Integrazione Firma Digitale Interoperabilità di protocollo Acquisizione ottica dei documenti Cooperazione applicativa Integrazione con piattaforme di gestione documentale SERVIZI E-GOVERNMENT Portale Informativo Comunale Pagina 3 di 63

4 Obiettivi Piattaforma tecnologica Referenze Albo Pretorio On Line Anagrafe On Line SERVIZI TECNOLOGICI Servizi tecnologici Servizi di Installazione e Configurazione Servizi di Migrazione della base dati Servizi di Mantenimento del sistema per 36 mesi Servizio di Hosting su serverfarm Gruppo Maggioli SpA del Portale dei Servizi on line FORMAZIONE ED AVVIAMENTO OFFERTA ECONOMICA E RIEPILOGO FORNITURE Riepilogo Prodotti e servizi offerti Offerta Economica Suddivisione Annuale dei Costi CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Pagina 4 di 63

5 INTRODUZIONE Presentazione del documento La proposta progettuale prevede un intervento mirato al rinnovamento tecnologico e all ampliamento funzionale del Sistema informatico Comunale che consentirà di conseguire, tra gli altri, i seguenti obiettivi: Il sistema informativo sarà basato su una gestione per processi e su un modello integrato di flussi, documenti e dati, ciò consentirà l erogazione di servizi altamente qualitàtivi sia in termini di efficienza ed efficacia dell azione amministrativa, che della riduzione dei carichi burocratici e dei tempi di attesa per il Cittadino. Il sistema informativo sarà adeguato alle linee guida relative all innovazione tecnologica delle pubbliche amministrazioni in termini di capacità di crescita dei sistemi informativi, superamento delle architetture chiuse, capacità di colloquio e scambio con sistemi informativi diversi da quelli strettamente definiti in ambito comunale, continuità operativa. Il progetto, di seguito dettagliato, grazie alle funzionalità offerte consentirà alla Vs. Spett.le Amministrazione di garantire una migliore efficienza sia dei servizi interni che di quelli rivolti ai cittadini, ai professionisti ed alle imprese. La fornitura è comprensiva di tutti i prodotti e servizi necessari per 1. Aggiornare tecnologicamente e funzionalmente, il sistema informativo. 2. Erogare servizi di E-government 3. Migrare i dati dalle procedure e dai sistemi attualmente esistenti nei nuovi 4. Formare ed affiancare il personale nella fase di avviamento, fornire assistenza in remoto ed in locale 5. Mantenere aggiornate le procedure per tutta la durata del contratto. Pagina 5 di 63

6 Riepilogo della fornitura La proposta progettuale prevede la fornitura dei seguenti prodotti e servizi: Software Applicativo Suite Licenza d uso Software Applicativo J-DEMOS comprensivo dei Moduli ANAGRAFE COMUNALE, ELETTORALE, STATISTICHE ISTAT, ALBO SCUTATORI, GESTIONE LEVA, TRASMISSIONE DATI SAIAXML, GIUDICI POPOLARI, STATO CIVILE, EXPORT AIRE PER SW MINISTERIALE, EXPORT RESIDENTI ALLA DATA DEL..., EXPORT PER GIUDICI POPOLARI, ISI ISTATEL, COLLEGAMENTO INPS COMUNI, MODULO CENSIMENTO CENSEND. Licenza d uso Software Applicativo J-SERFIN comprensivo dei Moduli FINANZIARIA-BILANCIO-IVA-CLI/FOR, GESTIONE CASSA ECONOMALE, GESTIONE MUTUI, EXPORT BILANCIO CORTE DEI CONTI, PACCHETTO COMPLETO ALLEGATI AL BILANCIO Licenza d uso Software Applicativo J-TRIB comprensivo dei Moduli GESTIONE COSAP, ICI-IMU, TARSU-TaRES Licenza d uso Software Applicativo J-IRIDE comprensivo dei Moduli PROTOCOLLO NUCLEO MINIMO, DELIBERE E DETERMINE, ALBO PRETORIO, MESSI Servizi E-Government Realizzazione PORTALE INFORMATIVO COMUNALE Attivazione Portale PUBBLICAZIONI ON LINE Operazione Trasparenza L. N 69 18/06/2009 (es. Attivazione del Portale ANAGRAFE ON LINE di Consultazione dati Anagrafe (es. https://aol.comune.biella.it/aolweb/aol/home.do) riservato a Pubbliche Amministrazioni o Privati Gestori di pubblici servizi dove tramite uno specifico accesso è possibile acquisire d'ufficio i dati anagrafici in possesso Pagina 6 di 63

7 dell Amministrazione certificante e di effettuare i controlli sulla veridicità di quanto contenuto nelle dichiarazioni sostitutive rese dai cittadini; l'accesso in consultazione dell'archivio con le foto delle C.I.E. è riservato esclusivamente ad utenti dotati di specifico "diritto" di accesso ed in particolare alle forze dell'ordine, previa registrazione, profilazione ed attribuzione di idonei codici di accesso. Servizi Tecnologici Intervento di INSTALLAZIONE, sulla piattaforma Hardware in possesso dell Ente, dell Infrastruttura Applicativa di Piano MIGRAZIONE DELLA BASE DATI come di seguito specificato. Servizi di MANUTENZIONE ed ASSISTENZA dell Infrastruttura e dei Software Applicativi per l intera durata del Contratto Servizi di HOSTING, per l intera durata del Contratto, su Server Farm Gruppo Maggioli SpA dei Portali di erogazione dei servizi di E-governemnt Formazione ed Avviamento Servizi FORMAZIONE ed ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO per un massimo di 10 Giornate. Pagina 7 di 63

8 LA PIATTAFORMA APPLICATIVA Generalità SAGA ha progettato e realizzato una nuova generazione di applicativi per la PAL, portabili e scalabili, che operano in modalita' ASP, in varie configurazioni (Intranet; Extranet; Internet; miste) in funzione delle specifiche esigenze della clientela. Gli applicativi, totalmente ripensati e realizzati per operare nel contesto di sistema informatico pubblico globale, vedranno come "attori" non soltanto gli operatori degli Enti comunali, cui compete la gestione dei servizi, ma anche nei casi possibili gli utenti dei servizi stessi, i cittadini, le imprese, gli artigiani, i professionisti ecc. e gli altri enti della PA. L'impiego di moderne tecnologie e standard aperti, già recepiti anche dalle normative di legge, (smart card, XML, Web Service, SOAP, LDAP, SMIME, ecc.) consente l'interazione sicura con gli utenti ( Cittadini ) dei servizi e l'interoperabilità tra i vari enti della PA, locali e centrali. La piattaforma applicativa è stata progettata e realizzata in modo da consentire la interoperabilità con prodotti office automation e con altri Enti / Amministrazioni implementando gli opportuni strumenti che consentono il dialogo tra le diverse Amministrazioni Locali in un ottica di interoperabilità e cooperazione applicativa. Il quadro di riferimento normativo in cui si colloca il progetto e gli standard tecnici relativi alle architetture aperte (open source), hanno consentito la realizzazione di una soluzione in grado di soddisfare al meglio le esigenze delle Pagina 8 di 63

9 Pubbliche Amministrazioni mediante l utilizzo delle più recenti e significative innovazioni tecnologiche. Nel rispetto delle regole del mercato Pubblico SAGA ha definito una soluzione progettuale in grado di raggiungere precisi obiettivi e al contempo di porre le basi per l accoglimento di future ed inevitabili richieste. Oltre a quanto già specificato è in grado di soddisfare le numerose e varie istanze proprie della PAL in relazione a richieste: di visibilità al fine di presentarsi all utenza con un unica interfaccia per la fruizione dei servizi ed utilizzo delle procedure applicative per l Automazione dei processi indicati di integrazione al fine di garantire la integrazione tra i diversi moduli applicativi oggetto della presente fornitura ed anche la predisposizione alla integrazione con altri moduli e/o prodotti non previsti nella attuale fornitura tecnologiche mediante l utilizzo di architetture informatiche open source rispettose degli indirizzi per la informatizzazione nelle Pubbliche Amministrazioni, che prevedono la salvaguardia degli investimenti sia hardware sia software effettuando scelte oculate per la individuazione di strumenti e tecnologie funzionali attenzione e rispetto degli standard relativamente agli aspetti tecnico funzionali (sicurezza, accesso, ecc.) organizzative per il rispetto ed integrazione con le esistenti strutture organizzative e infrastrutturali (contesto attuale) per il migliore utilizzo delle risorse economiche e operative. Riassumendo, gli obiettivi che consente di perseguire sono: il passare dal paradigma della funzionalità al paradigma del compito: deve essere il sistema a guidare l utente e non l utente a districarsi nei meandri del sistema il gestire livelli diversificati di accesso all informazione, l operatore deve vedere ciò che a lui serve e questo è certamente diverso da ciò che interessa all amministratore o al manager Pagina 9 di 63

10 il permettere l erogazione dei servizi sia in modalità intranet sia in modalità CLOUD SAAS ampliare le opportunità per l Ente: non solo il back office per il proprio comune ma il service per i comuni vicini. completezza della soluzione, il sistema è stato realizzato per soddisfare l intera filiera del servizio: dal cittadino, all operatore, al manager interagendo con eventuali sistemi di front office per l erogazione dei servizi previsti nel piano di e-government. La soluzione proposta accomuna tutti i moduli applicativi mediante l uso di un database relazionale capace di creare un unica base dati attraverso la quale vengono gestiti i soggetti, gli oggetti e le loro relazioni. La soluzione applicativa proposta è parte di una suite completa totalmente integrata ed assicura pertanto una totale interoperabilità tra i vari moduli che la compongono. La soluzione è inoltre aperta e predisposta alla interazione con altri applicazioni esterne, mediante scambio di flussi di dati e/o messaggi. La procedura è predisposta alla pubblicazione a mezzo Internet di diverse tipologie di informazioni, estratte dalle banche dati dell Ente, sia utilizzando il CMS (Content Management System), sia per mezzo di procedure automatiche/ semiautomatiche/ manuali. Viene gestita la pubblicazione di provvedimenti, bandi di gara ed altri documenti istituzionalmente rilevanti e di interesse per la popolazione. A tale riguardo è prevista la gestione di una bacheca elettronica nella quale potranno trovare collocazione gli atti che gli ordinamenti vigenti obbligano a rendere noti attraverso l affissione nell albo pretorio ( delibere, concorsi, concessioni edilizie ecc.) oltre ad altri atti che il Comune desidera pubblicare. I moduli delle procedure di backoffice, proposte da SAGA per la gestione degli Atti, interagiscono e cooperano in modo da consentire ed effettuare la pubblicazione di tali atti in aree specifiche del portale. Tali documenti saranno opportunamente collegati in modo da risultare disponibili agli utenti che accederanno al portale evitando l intervento manuale dell operatore. Pagina 10 di 63

11 l idea progetto è la Suite Integrata, sviluppata in tecnologia Java, nata per consentire una gestione efficiente della Pubblica Amministrazione e per soddisfare le esigenze delle Amministrazioni Locali che hanno come obiettivo l efficienza di gestione, l evoluzione dei processi, la diffusione dei nuovi servizi a cittadini e imprese, l immagine e la qualità dell istituzione pubblica. consente all Ente Pubblico di guardare al futuro con tranquillità in quanto offre tutti gli strumenti tecnologici previsti dal nuovo Codice dell Amministrazione Digitale (Posta Elettronica Certificata, Firma Digitale, Accesso alla rete e ai servizi, Carta di Identità Elettronica, Carta Nazionale dei Servizi, Pagamento Elettronico, ecc) necessari per incrementare l efficienza e l efficacia dell intero sistema pubblico, consentendo all Ente un significativo recupero di produttività. Pagina 11 di 63

12 Caratteristiche architetturali e tecnologiche della soluzione applicativa La piattaforma applicativa è di tipo evoluto, implementa il modello elaborativo three tier (http://it.wikipedia.org/wiki/architettura_three-tier), aperta e basata su interfacce evolute aderenti alle direttive del W3C (vedi Web Applications Working Group - è facilmente fruibile, gestisce la storicizzazione dei dati, effettua il controllo degli accessi con procedura di autenticazione utente. La Suite è sviluppata in linguaggio JAVA secondo l architettura Java 2 Platform Enterprise Edition (J2EE) di Sun. Ulteriore soluzione tecnologica per lo sviluppo di è Hibernate, una piattaforma middleware open source per lo sviluppo di applicazioni Java che fornisce un servizio di Object-relational mapping (ORM), ovvero che gestisce la rappresentazione e il mantenimento su un qualsiasi database relazionale un sistema di oggetti Java. Questo garantisce l astrazione del DB e di conseguenza la portabilità dell applicazione su tutti i database SQL è in grado di operare all interno di un qualsiasi Application Server J2EE il che gli permette di supportare qualsiasi piattaforma hardware e software attualmente in commercio. La scelta di SAGA prevede di norma l utilizzo dell Application Server J2EE open source Jboss Enterprise Middleware System (JEMS). I principali benefici garantiti da questa tecnologia sono: astrazione dall hardware e dal sistema operativo; completa gestione delle transazioni, autenticazione, sicurezza, bilanciamento del carico, messaggistica transazionale La soluzione è inoltre altamente scalabile, poiché permette di distribuire la logica applicativa e transazionale del sistema su più macchine, eventualmente in configurazioni cluster. E quindi possibile far crescere il sistema aggiungendo Pagina 12 di 63

13 application server o web server a seconda delle necessità. Come ogni moderna applicazione web oriented la soluzione è stata sviluppata secondo uno schema a più livelli, coerente con quanto definito dalle specifiche J2EE. principali benefici garantiti da questa tecnologia sono: l astrazione dall hardware e dal sistema operativo; la completa gestione delle transazioni, autenticazione, sicurezza, scalabilità, bilanciamento del carico, messaggistica transazionale. In particolare la portabilità, intesa lato server visto che lato client è data per scontata, di una soluzione realizzata in J2EE è garantita dal fatto che: La portabilità permette di sviluppare un applicativo in una piattaforma e poi installarlo su piattaforme diverse senza modificare il codice realizzato. La portabilità permette di modulare i costi delle licenze di base a seconda delle tipologie di installazione: container J2EE free (JBoss) o container proprietari soggetti a licenza (Oracle 9iAS/10g AS, IBM Websphere, SUN ONE e altro container con le caratteristiche di gestione e performance richieste). J2EE è inoltre un architettura altamente scalabile, grazie ad esempio agli EJB (Enterprise JavaBeans) si può distribuire la logica applicativa e transazionale del sistema su più macchine clusterizzate o meno. E quindi possibile far crescere il sistema aggiungendo application server o web server a seconda delle necessità. Inoltre è possibile partire da soluzioni basate su tecnologie a basso costo ed incrementare le prestazioni del sistema semplicemente migrando l applicazione su application server più prestanti senza modificare il codice scritto (portabilità). L approccio J2EE garantisce un elevata modularità del sistema: sia perché J2EE è per sua natura una piattaforma basata su componenti, sia perché il linguaggio base di tale piattaforma è JAVA che, come noto, è un linguaggio basato su oggetti e pattern e nasce quindi per permettere concetti quali l astrazione, la specializzazione la distribuzione dei compiti, il riuso: in una parola la modularità. Pagina 13 di 63

14 Java 2 Platform Enterprise Edition J2EE definisce uno standard architetturale per lo sviluppo di applicazioni Java con caratteristiche di tipo Enterprise. J2EE è uno strato di servizi software che si inserisce tra la macchina virtuale Java e l applicazione, secondo lo schema indicato nella sottostante figura. Schema Java L architettura J2EE permette di sviluppare applicazioni distribuite, transazionali, scalabili, portabili e sicure, basandosi su una serie si specifiche standard implementate dall Application Server che ospita l applicazione. è in grado di girare all interno di un qualsiasi Application Server J2EE il che gli permette di supportare qualsiasi piattaforma hardware e software attualmente in commercio (Websphere, BEA WebLogic, SUN One, Oracle 9iAS/AS 10g, Jboss, ecc. ) I principali benefici garantiti da questa tecnologia sono: l astrazione dall hardware e dal sistema operativo; la completa gestione delle transazioni, autenticazione, sicurezza, scalabilità, bilanciamento del carico, messaggistica transazionale. In particolare la portabilità, intesa lato server visto che lato client è data per scontata, di una soluzione realizzata in J2EE è garantita dal fatto che: J2EE definisce uno standard architetturale Pagina 14 di 63

15 i diversi application server, o container, J2EE differiscono per caratteristiche secondarie quali: sistemi di gestione, manutenzione e deploy, efficienza, sistemi operativi supportati, tecnologie di clustering, ma implementano tutti nello stesso modo le specifiche J2EE la portabilità permette di sviluppare un applicativo in una piattaforma e poi installarlo su piattaforme diverse senza modificare il codice realizzato la portabilità permette di modulare i costi delle licenze di base a seconda delle tipologie di installazione: container J2EE free (JBoss) o container proprietari soggetti a licenza (Oracle 9iAS/10g AS, IBM Websphere, SUN ONE e altro container con le caratteristiche di gestione e performance richieste) J2EE è inoltre un architettura altamente scalabile, grazie ad esempio agli EJB (Enterprise JavaBeans) si può distribuire la logica applicativa e transazionale del sistema su più macchine clusterizzate o meno. E quindi possibile far crescere il sistema aggiungendo application server o web server a seconda delle necessità. Inoltre è possibile partire da soluzioni basate su tecnologie a basso costo ed incrementare le prestazioni del sistema semplicemente migrando l applicazione su application server più prestanti senza modificare il codice scritto (portabilità). L approccio J2EE garantisce un elevata modularità del sistema: sia perché J2EE è per sua natura una piattaforma basata su componenti, sia perché il linguaggio base di tale piattaforma è JAVA che, come noto, è un linguaggio basato su oggetti e pattern e nasce quindi per permettere concetti quali l astrazione, la specializzazione la distribuzione dei compiti, il riuso: in una parola la modularità. Hibernate Hibernate è un motore di persistenza ad oggetti per Java molto potente e ad alte prestazioni. Il principale beneficio da questo strumento nei termini di architettura globale del sistema è la completa astrazione degli applicativi dal sistema di persistenza (DBMS) utilizzato. Allo stato dell arte Hibernate supporta ben 22 motori DBMS, fra cui: Oracle, DB2, Microsoft SQL Server, PostgreSQL, Sybase, SAP DB, MySQL, Informix, Ingres e Interbase. Hibernate è un prodotto open source Pagina 15 di 63

16 professionale, fulcro nella suite di prodotti JBoss Enterprise Middleware System (JEMS). Architettura multilivello di è sviluppato secondo uno schema a quattro livelli: Schema Layer fondamentali della soluzione offerta E importante sottolineare come l architettura J2EE definisca le regole e le metodologie per lo sviluppo di ognuno dei quattro livelli fondamentali guidando quindi lo sviluppatore nelle scelte, dal tipo di tecnologia da utilizzare a livello client ai metodi da sfruttare per realizzare le transazioni a livello Data. In tale architettura è ulteriormente scomposta per permettere la realizzazione e la gestione di librerie condivise dalle varie aree (quali la gestione dei pagamenti, il workflow, ). Scalabilità della soluzione L architettura del sistema consente un ampia scalabilità, a fronte di nuove esigenze o requisiti che possono naturalmente emergere nel futuro. Nel caso fosse necessario scalare l infrastruttura hardware, il sistema permette in modo semplice e flessibile di potenziare le risorse, integrando l esistente ed evitando costose sostituzioni. Il sistema prevede la possibilità di scalare le risorse hardware secondo due linee principali: Pagina 16 di 63

17 Scalabilità verticale: aggiungendo risorse di elaborazione agli apparati già esistenti (CPU aggiuntive, estensione della memoria, Spazio storage addizionale, etc..) con conseguente miglioramento delle performance e aumento della stabilità dei sistemi. Scalabilità orizzontale: aumentando il numero di elaboratori dedicati ad un servizio applicativo, in una logica di clustering e load balancing, con conseguante aumento delle performance, aumento della disponibilità e dello sfruttamento delle risorse massimizzato in funzione di logiche di bilanciamento dei carichi Alta affidabilità I requisiti di una moderna rete comunale si avvicinano sempre di più a quelli di applicazioni mission-critical. Per soddisfare le esigenze di affidabilità, prestazioni e continuità del servizio, è prevista la crescita della struttura fino ad una architettura totalmente ridondata e priva di single-point-of-failure. La ridondanza non coinvolge solo i server applicativi ma anche gli apparati di rete (firewall, load balancer). Al fine di garantire un elevata disponibilità e integrità dei dati, le basi applicative è previsto che possano essere concentrate su una Storage Area Network. (soluzioni Intermedia e fault tolerant). A beneficiare di questo elevato grado di affidabilità sono sia eventuali servizi web rivolti ai cittadini, sia i servizi applicativi interni del comune (intranet). Pagina 17 di 63

18 I plus della soluzione applicativa La suite di applicazioni di la nuova soluzione gestionale sviluppata per la PAL, riunisce in se modernità di tecnologia e di architettura e una ventennale esperienza maturata e consolidata sul campo da SAGA, con un parco clienti di oltre un migliaio di comuni dislocati su tutto il territorio nazionale. nasce in un contesto in cui l obiettivo non è più, ad esempio, semplicemente gestire il protocollo, ma l integrarsi in un complesso processo di Business Process Reengineering (BPR), in cui l erogazione della funzionalità è data per scontata mentre invece quello che si cerca di ottenere è una maggiore usabilità, la tracciabilità dell informazione, il controllo di gestione, l accentramento di funzionalità. La suite si qualifica perché oltre ad essere funzionalmente completa e tecnologicamente avanzata, possiede le seguenti principali caratteristiche: è totalmente e nativamente integrata in tutti i suoi moduli applicativi ed in particolare con il modulo di Protocollo informatico e repository documentale; integra la firma digitale nei moduli applicativi nei quali è richiesta (Protocollo Informatico; Atti Amministrativi, Determine; Delibere; ecc.); si appoggia su un motore di workflow, interamente progettato e sviluppato da SAGA e nativamente integrato nella suite ; per la gestione degli iter dei documenti, delle pratiche e dei processi; assicura la massima apertura verso l esterno, sia dal punto di vista della funzionalità, sia per quanto riguarda i dati; assicura una completa interoperabilità con i sistemi di protocollo informatico di altri Enti ed è predisposta per la cooperazione applicativa tra le Amministrazione; assicura la protezione e la sicurezza delle informazioni archiviate nelle banchedati, mediante la storicizzazione dei dati e la tenuta del diario delle operazioni effettuate sui sistemi (file di log); assicura i dovuti livelli di sicurezza mediante regole e profili per l accesso alle applicazioni ed ai dati, inoltre è provvista di sistemi e funzionalità per la Pagina 18 di 63

19 sicurezza nel controllo degli accessi mediante l utilizzo di procedure di autenticazione dell utente, la definizione e gestione dei livelli di accesso alle risorse (profili utente), meccanismi automatici di auditing per l individuazione e la segnalazione di tentativi di violazione delle protezioni. assicura una elevata usabilità dei prodotti mediante l adozione di : interfaccia GUI, funzioni di validazione dei dati, messaggistica per errori, disponibilità di help e guida in linea, di adeguata manualistica e documentazione utente, ecc.; Sintesi riepilogativa dei punti qualificanti della suite a) Indipendenza da tecnologie proprietarie L architettura della soluzione è Java 2 Platform Enterprise Edition (J2EE), il linguaggio di sviluppo è Java. Le applicazioni fornite assicurano la possibilità di esportazione dei dati e dei documenti nei formati più diffusi e aperti. Il nucleo principale della soluzione fornita Portale, Servizi di front office) può operare in contesti anche interamente open, grazie alle scelte implementative fatte, oppure in contesti misti (open + proprietari). La soluzione è portabile su diverse piattaforme configurate in funzione delle specifiche esigenze o richieste. Nella soluzione progettuale proposta è previsto l uso del DBMS PostgreSQL, che offre garanzia di efficienza, solidità e sicurezza operativa anche in presenza di basi di dati complesse e di grandi dimensioni. L offerta applicativa integra nel modulo del protocollo informatico le funzioni di interoperabilità con i sistemi di protocollo informatico degli altri enti della PA, in conformità regole tecniche del CNIPA vigenti. Si evidenzia che a tale proposito l applicazione del Protocollo Informatico è anche stata certificata dal nell ambito del progetto DOCAREA (già PANTAREI) della provincia di Bologna. La soluzione progettuale è inoltre predisposta ad interagire con i sistemi informatici degli altri enti della PA secondo le regole tecniche definite dal CNIPA in materia di SPC, ovvero utilizzando la stessa procedura già in uso per interfacciare Front office e Back office per l erogazione dei servizi on line (web services). Pagina 19 di 63

20 b) Completezza, funzionalità ed aderenza ai requisiti normativi e di qualità L offerta applicativa è funzionalmente completa e tale da garantire un efficiente ed efficace utilizzo al personale operativo dell ente. Le procedure sono totalmente aderenti ai requisiti normativi cogenti e al D Lgs 196/03 Testo Unico sulla Privacy dei dati. c) Unico database relazionale La soluzione proposta accomuna tutti i moduli applicativi mediante l uso di un database relazionale capace di creare un unica base dati attraverso la quale vengono gestiti i soggetti, gli oggetti e le loro relazioni. d) Integrazione, apertura ed interoperabilità applicativa La soluzione applicativa proposta è parte di una suite completa totalmente integrata ed assicura pertanto una totale interoperabilità tra i vari moduli che la compongono. La soluzione è inoltre aperta e predisposta all interazione con altri applicazioni esterne, mediante scambio di flussi di dati e/o messaggi e) Architettura del Workflow Management System La soluzione applicativa si basa su un potente motore di Workflow, sviluppato da SAGA, che costituisce il collante tra le applicazioni del back office e realizza l integrazione delle funzionalità offerte da ogni singolo applicativo in un ottica trasversale a tutto il sistema informativo. Il modulo permette ad ogni singola applicazione di pubblicare verso l esterno un insieme di funzionalità. Il modulo applicativo per la gestione del Workflow costituisce la piattaforma operativa per la gestione degli iter dei documenti e delle pratiche trasversale alle applicazioni. Pagina 20 di 63

21 Pagina 21 di 63

22 Banche dati on line Progetto è la soluzione che permette di organizzare sinergicamente la gestione interna dell ente (back office) con l interfaccia al cittadino (front office) per l erogazione dei servizi. Con la PA si pone all avanguardia in quanto patrimonializza gli investimenti, sviluppando l integrazione evoluta dei sistemi gestionali con i canali di erogazione servizi di qualità in particolare attraverso la pubblicazione di banche dati on line su portali web, attraverso call center telefonici, la telefonia mobile, il digitale terrestre. offre alla PA la possibilità di fornire ai propri operatori, ai cittadini ed alle imprese, servizi sempre più efficienti mediante l impiego delle nuove tecnologie informatiche. La procedura permettere la pubblicazione a mezzo internet di diverse tipologie di informazioni, estratte dalle banche dati dell Ente, sia utilizzando il CMS (Content Management System), sia per mezzo di procedure automatiche/ semiautomatiche/ manuali. Viene gestita la pubblicazione di provvedimenti, bandi di gara ed altri documenti istituzionalmente Pagina 22 di 63

23 rilevanti e di interesse per la popolazione. A tale riguardo è prevista la gestione di una bacheca elettronica nella quale potranno trovare collocazione gli atti che gli ordinamenti vigenti obbligano a rendere noti attraverso l affissione nell albo pretorio ( delibere, concorsi, concessioni edilizie ecc.) oltre ad altri atti che il Comune desidera pubblicare. I moduli delle procedure di backoffice, proposte da SAGA per la gestione degli Atti, interagiscono e cooperano in modo da consentire ed effettuare la pubblicazione di tali atti in aree specifiche del portale. Tali documenti saranno opportunamente collegati in modo da risultare disponibili agli utenti che accederanno al portale evitando l intervento manuale dell operatore. I moduli predisposti renderanno disponibili sistemi di ricerca dei documenti con diverse chiavi di ricerca (ad esempio, per categorie generali o per parola contenuta nel testo). Pagina 23 di 63

24 Riepilogo delle tecnologie utilizzabili per Area Utilizzo Prodotto Sistemi Operativi Application Server Database Server Server Linux / Windows Server 2003 Server Linux / Windows Server 2003 Data Base Base dati per le applicazioni di front-end e di back-end. Oracle 9i / 10g - MS SQL Server 2005 PostgreSQL 8.x Interazione tra applicazioni Per l interazione tra i diversi moduli del sistema Strumento di persistenza degli oggetti sul database Protocollo di comunicazione tra Client ed Application server J2EE Hibernate RMI Application Server JBoss Application Tabella tecnologie utilizzabili Per i prodotti Microsoft le versioni indicate sono da intendersi minimali Pagina 24 di 63

25 HP ProLiant ML370g5 HP LP2045W auto input Struttura Tecnologica - Fabbisogni Tecnologici Di seguito sono dettagliate le caratteristiche ed i requisiti della struttura tecnologica atta a garantire le prestazioni e le funzionalità previste dalla Soluzione Progettuale. Architettura dell infrastruttura Hardware proposta Come già specificato presentiamo di seguito l architettura della infrastruttura hardware necessaria per ospitare la Piattaforma Applicativa del nuovo Sistema Informativo del Comune di CARUGO La configurazione indicata è quella consigliata per il buon funzionamento e prevede l implementazione di N 1 server e si presenta come segue: E previsto un unico livello fisico con separazione di funzioni: Server Applicazioni e Gestione Dati (Application&Database Server). E consigliabile l adozione di un sottosistema UPS atto a garantire il funzionamento delle apparecchiature in caso di mancanza della tensione di rete. LAN Centro Sistema / DMZ UID 1 2 Application / Database server Operatori LAN Comunale Internet Infrastruttura di Networking esistente Pagina 25 di 63

26 Peculiarità della soluzione La soluzione proposta è stata sviluppata tenendo in considerazione i seguenti obiettivi: ridurre al minimo l impatto dell introduzione del nuovo ambiente sulla struttura e sulle attività esistenti all interno del Comune; aumentare l affidabilità e la disponibilità dei servizi applicativi e di rete introducendo, se necessario, opportuni meccanismi di ridondanza dei dispositivi (clustering) e strutture parzialmente fault tolerant,; innalzare il livello di sicurezza di rete provvedendo a separare rete applicativa e rete di dati, eventualmente introducendo l uso dei dispositivi di sicurezza perimetrale (firewall e IDS/IPS); facilitare il processo di integrazione tra le applicazioni; semplificare la gestione dell infrastruttura IT, razionalizzando le piattaforme operative in uso e adottando soluzione aperte ed interoperabili. Della soluzione progettuale presentata sono da rimarcare alcune caratteristiche e peculiarità: Struttura della rete e sicurezza La soluzione prevede che la rete interna (presso il Comune) sia suddivisa in due sottoreti, ma che successivamente possa essere ulteriormente suddivisa (tre sottoreti), ovvero : DMZ/Web:è destinata ad ospitare i sistemi che devono esporre servizi verso Internet (Portali, siti Web, ecc.) non oggetto dell attuale fornitura. A questa sottorete avranno accesso sia gli utenti del Comune sia gli utenti esterni (cittadini e imprese). Rete Application&DataBase: ospita il server applicativo destinato alle operazioni proprie del back-office (e in futuro le applicazioni per l erogazione sei servizi online), tutti i database necessari alle applicazioni e un servizio di directory. Questo Pagina 26 di 63

27 segmento di rete ospita anche i servizi e le apparecchiature per il backup ed network management ed è soggetto al massimo livello di protezione, essendo accessibile esclusivamente dal livello di Application, a questa sottorete accedono solo gli utenti del Comune. E previsto che le diverse sottoreti siano separate da appositi firewall che consentono di mettere in atto le politiche di sicurezza e di controllo degli accessi. Inoltre la soluzione prevede una futura evoluzione con introduzione di un sistema di Intrusion Detection System (IDS) al fine di garantire un elevato livello di protezione della rete. Specifiche dei sottosistemi Specifiche dei sottosistemi AS e DB SERVER Sottosistema Application Server (Servizi centralizzati) Funzionalità Ospita i servizi applicativi di back-office e front-office in modalità web/asp. Per la gestione dei dati si appoggia ai servizi di database disponibili sul sottosistema DD. Componenti software Application server: JBoss Servlet container: Apache Tomcat Web Server: Apache HTTP Server Piattaforma Windows Server versioni 2000, 2003, 2008 inglese Red Hat Enterprise Linux Linux Centos 5.5 Sottosistema Database Server Pagina 27 di 63

28 Funzionalità Ospita tutti i database necessari alle applicazioni. Gestisce un servizio di directory compatibile LDAPv3 per il reperimento dei servizi e per la gestione unificata degli utenti. Nella soluzione evoluta fault tolerant i servizi di LDAP e database sono implementati su un cluster hardware offrendo garanzie di affidabilità, fault-tolerance, integrità dei dati e massima disponibilità. Componenti software Database Server: SqlServer 2005, 2008 inglese Oracle DB ver. 9, 10 o successive, Postgresql ver. 8.2 Directory Server: OpenLDAP Caratteristiche Hrdware minime dell AS/DB SERVER Indichiamo le caratteristiche minime d ambiente (software di base e hardware) necessarie ad ospitare l applicazione presso il Comune di MONTANO LUCINO al fine di consentirne il corretto funzionamento in considerazione dei volumi gestiti e del numero di utenti coinvolti: CPU : processore XEON QUADCORE, > = INTEL 5620 RAM : 8 GB di RAM STORAGE AS: 2 dischi SATA minimo 72Gb da 7.2K RPM, STORAGE DB: 2 dischi SAS da minimo 72Gb da 7.2K rpm collegati ad un controller veloce e dotato di una buona cache (256MB), configurati in Raid 1+0 e un disco fuori dal Raid per i log del database. Ci rendiamo disponibili a eseguire un analisi di dettaglio della strumentazione HW e SW a supporto del CED al fine di proporre la miglior architettura possibile soprattutto in relazione alle attese del vs. consulente Informatico Ing. Vittorino Bottani. Caratteristiche minime delle PdL Pagina 28 di 63

29 Indichiamo le caratteristiche minime d Ambiente (software di base e hardware) sulle PdL necessarie ad ospitare l applicazione suite presso il Comune di MONTANO LUCINO al fine per consentire il corretto funzionamento in considerazione dei volumi gestiti e del numero di utenti coinvolti: S.O.Windows 2000/XPPro/7Pro (32bit) Java 2 Platform Standard Edition (J2SE) 5.0 Update 12 CPU : processore Pentium IV RAM : 1GB di cui almeno 512MB liberi dopo aver caricato il S/O e i servizi in uso HD : nessuna capacità minima Pagina 29 di 63

30 SOLUZIONI APPLICATIVE Di seguito vengono brevemente descritte le soluzioni applicative che fanno parte del presente progetto, ulteriore documentazione, in grado di dettagliare più approfonditamente le caratteristiche e le funzioni degli applicativi forniti sono a Vs. disposizione e fornibili su Vs. richiesta. Componenti Infrastrutturali La predisposizione della Piattaforma Tecnologica prevede che la stessa comprenda una serie di Applicativi di tipo trasversale. Questi rappresentano il substrato applicativo, costituito dai prodotti software che interagiscono con i programmi operativi delle singole aree e che di fatto realizza l integrazione dei processi gestionali ed organizzativi. L obiettivo della soluzione proposta è il conseguimento ed il potenziamento di questa categoria di applicativi che costituisce il fondamento per il soddisfacimento dell esigenza imprescindibile all interno dell orientamento strategico assunto. Gli applicativi / ambienti di tipo trasversale sono: Repository Documentale centralizzato, Workflow management documentale per l automazione di processi, Pagina 30 di 63

31 Repository Documentale La Piattaforma Applicativa è dotata di Ambiente di Repository centralizzato Documentale per gestire l azione amministrativa dal suo avvio; il documento o pratica è l oggetto centrale dell azione amministrativa e quindi grazie alla presenza del Repository viene garantita in ogni istante la possibilità di memorizzare e richiamare documenti di natura eterogenea (dati, stampe, documenti di testo, fogli di calcolo, e- mail, ecc.). L ambiente di Repository centralizzato documentale costituisce il serbatoio a cui Il modulo applicativo del per la Gestione del Workflow documentale fa riferimento per la gestione degli iter dei documenti e delle pratiche trasversale alle applicazioni. Consente il deposito la memorizzazione e l archiviazione di ogni tipo di documento in modo che gli stessi siano in ogni momento richiamabili al fine di perseguire l automazione delle fasi dei processi gestionali e l invio di comunicazioni/ messaggi al verificarsi di eventi definiti negli iter, previa programmazione degli stessi. Può essere richiamato da qualsiasi modulo applicativo predisposto all integrazione, che necessiti di un gestore di iter documentali/ pratiche Viene proposta l utilizzazione del modulo applicativo che fa parte della suite e nella quale è totalmente integrato. Dopo la fase di installazione e di Pagina 31 di 63

32 configurazione iniziale il modulo applicativo è pronto per essere utilizzato dagli altri moduli applicativi, che sono predisposti all integrazione, infatti nella soluzione proposta il modulo applicativo per la gestione dei servizi di Protocollazione e Firma Digitale ha nativamente integrato l ambiente di Repository Documentale; si veda anche l apposito paragrafo in cui sono dettagliate le caratteristiche funzionali del modulo applicativo Protocollo Informatico completo. Il sottosistema di Gestione Documentale offerto, è totalmente integrato con i sottosistemi di Workflow Management e di Protocollo Informatico, illustrati in appositi paragrafi, mette a disposizione le funzionalità tipiche della Gestione Documentale: Repository e Archiviazione ottica. Caratteristiche Tecnico funzionali del Repository Documentale L applicazione funge da contenitore dei documenti, permettendone la memorizzazione e il recupero attraverso determinati criteri; crea uno strato di astrazione sopra ai singoli documenti in modo da uniformare il più possibile le varie tipologia di documento; fornisce le funzioni di ricerca; fornisce le interfacce per l interazione. L applicazione di repository documentale prevede due strati principali: Repository fisico: il prodotto che fisicamente mantiene i documenti in un suo repository specifico. A questo livello si possono incontrare prodotti di terze parti, come Hummingbird, Filenet etc, oppure il prodotto di repository documentale di SAGA. Abstraction Layer: uno strato di astrazione rappresentato da una libreria di funzioni (API) che presenta il sottostante strato di repository in modo uniforme, indipendentemente dalla soluzione adottata come contenitore. Pagina 32 di 63

33 Sono previste le funzionalità di: Inserimento del documento; Reperimento del documento; Associazione di meta dati; Ricerca sui meta dati; Ricerca full text; Gestione delle revisioni. Dopo l inserimento iniziale dei documenti nel repository, eventuali successivi interventi di modifica sui documenti possono essere effettuati in maniera controllata tramite le operazioni di check-out e di check-in.check-out di un documento: operazione che ha lo scopo di estrarre una copia della versione più recente del documento dal repository con lo scopo di modificare il documento stesso. Nel contempo il documento viene marcato come bloccato dall utente che ha effettuato l operazione. Un documento può essere estratto in questo modo solo se non è già bloccato da un altro utente. Check-in di un documento: operazione che permette di inserire un documento nel repository allo stesso utente che lo ha estratto. Se il repository sottostante ha funzionalità di gestione delle revisioni, allora il nuovo inserimento diventerà una nuova revisione, a patto che ci siano delle differenze. Se il repository non implementa una gestione delle revisioni, verrà semplicemente Pagina 33 di 63

34 sostituita la copia vecchia con quella nuova. Una volta effettuato l inserimento, il documento viene liberato dal blocco e può quindi essere nuovamente bloccato da qualche altro utente. Pagina 34 di 63

35 Workflow management Nella complessa realtà di un Ente Pubblico si presenta la necessità di tenere traccia in modo efficiente dell enorme flusso di dati prodotti giornalmente dai vari procedimenti, con lo scopo di documentare i vari iter e di analizzare l efficienza ed il costo dell operato degli utenti. Altro punto fondamentale è dato dal fatto che nelle complesse realtà di un Ente Pubblico le attività necessarie per portare a termine un procedimento non sono quasi mai codificate in modo rigido, ma variano tra le varie realtà. Questo impone la presenza di un meccanismo che permetta di "piegare" il comportamento degli applicativi alle esigenze dell'utenza, in modo da costruire una soluzione la più possibile su misura. Una applicazione tradizionale solitamente presenta il fianco a questa problematica, che obbliga continue e ripetute modifiche alla stessa da parte del produttore per adattarla alle esigenze dei vari clienti. Questo porta nel tempo ad una struttura complessa e di difficile manutenzione, con ripercussioni sugli stessi clienti. Il sistema di gestione dei flussi di lavoro invece affronta la problematica da un punto di vista diametralmente opposto. Le applicazioni sono progettate per essere utilizzate in modo indipendente oppure per essere assemblate tra di loro tramite il meccanismo di workflow. Tale meccanismo permette di sfruttare le singole funzionalità delle applicazioni come se fossero dei mattoni, collegati tra di loro in vario modo al fine di creare il flusso di attività desiderato. Il controllo del flusso di lavoro Pagina 35 di 63

36 E' possibile limitarsi ad una banale sequenza di attività, oppure spingersi fino alla gestione di condizioni, flussi in esecuzione parallela, sotto processi per incapsulare le attività più frequenti, gestione delle scadenze a livelli di singola attività oppure di iter oppure ancora scadenze scatenate dal non essere giunti ad un certo punto dell'iter entro il tempo previsto. E' possibile gestire le scadenze in modo passivo oppure attivo. La prima modalità si limita ad avvertire della scadenza restando in attesa dell'attività utente mentre la seconda permette al sistema di intraprendere attivamente iniziative correttive. Anche la gestione degli errori (l'invio della mail è stato rifiutato!) è gestibile in modo esplicito quando necessario. Tutta questa complessità viene presentata in modo semplice ed elegante infatti quando una personalizzazione dei flussi necessita soluzioni semplici, l'interfaccia di gestione nasconde i parametri avanzati, quando invece ci si vuole spingere in profondità è possibile estendere la visione fino ai minimi dettagli. Livello di presentazione dei flussi di processo Indipendentemente dalla complessità del sistema configurato, all'utente finale tutto questo risulta trasparente in quanto lui interagisce in modo uniforme con il sistema tramite una o più interfacce contenenti le attività assegnate a lui oppure al gruppo o Pagina 36 di 63

37 ufficio al quale appartiene. Il tutto si riduce alla scelta di una attività tra quelle proposte dal sistema, ne più ne meno a quello che potrebbe accadere quando arriva una alla quale noi dobbiamo rispondere. Attività utente Il sistema permette di definire un flusso relativo ad un determinato procedimento e di avviare i procedimenti secondo tale flusso. In corso d'opera è possibile alterare il flusso di uno specifico procedimento, oppure di tutti in un'unica soluzione qualora si rivelasse necessario. Tutto questo rimane trasparente all'utente finale. Pagina 37 di 63

38 Componenti di Integrazione Firma Digitale La suite è interfacciabile verso i sistemi di Firma Digitale delle Certification Autority iscritte al CNIPA. Interoperabilità di protocollo Alle informazioni inserite in fase di protocollazione è possibile associare il documento informatico ed autenticarlo attraverso l apposizione della firma digitale sul documento stesso. Acquisizione ottica dei documenti Nella suite è previsto un modulo funzionale a cui viene demandato il compito di curare la fase di acquisizione dei documenti da scanner e della gestione degli stessi garantendo la completa integrazione. Cooperazione applicativa La suite mette a disposizione i servizi relativi alle funzioni caratteristiche del sistema (ad es: la protocollazione), attraverso l architettura dei WEB-Services, per consentire di cooperare con le altre componenti del sistema informativo dell Ente. Integrazione con piattaforme di gestione documentale La suite offre tutte le funzionalità tipiche di gestione documentale, consentendo una gestione completa del documento informatico. In particolare si evidenziano le funzionalità di Versioning dei documenti; Check-in e Check-out; Access Control List per l accesso ai documenti; Ricerche full-text sul contenuto dei documenti. Pagina 38 di 63

39 SERVIZI E-GOVERNMENT Portale Informativo Comunale Nel prendere atto dell esigenza del Comune di Carugo di rinnovare stilisticamente il portale isituzionale, si ritiene in risposta di dover fornire al Comune una soluzione di alto livello innovativo che si qualifichi per: un ottimo livello di web usability, grazie all impiego nelle attività di sviluppo di tecniche di comunicazione e di logiche di navigazione sul sito un uso essenziale del Project management nello sviluppo del progetto, che possa soprattutto far si che l attuale investimento rappresenti uno step sempre aggiornabile ed ampliabile senza compromettere quanto già realizzato In conseguenza di quanto premesso SAGA ha articolato una proposta basata su: un progetto di restyling concepito come opportunità innovativa di comunicazione internet, sia nel concept grafico rispondente ad ogni requisito normativo e funzionale, sia in quanto consente avanzate modalità di content management esse stesse basate sulle migliori tecnologie a mercato elevato livello di Project management per garantire la possibilità di o definire con assoluta accuratezza le varie fasi progettuali a partire da una corretta interpretazione delle esigenze degli utenti o controllare la realizzazione di ogni fase con proprio personale specializzato o assicurare la migliore fruizione dei servizi internet o garantire il più rispondente follow up anche formativo In relazione a quanto sopra descritto sottolineiamo che la fornitura si esaurisce nella produzione di un portale informativo con un numero di sezioni e funzioni esattamente identico all attuale e che eventuali integrazioni funzionali e sezionali saranno oggetto di opportuna preventivazione. Pagina 39 di 63

40 Obiettivi Le specifiche di progetto evidenziano quattro necessità, complementari tra loro ma distinte nell approccio: Obiettivo Informativo - Promuovere la conoscenza del Comune, dei servizi e delle attività ad esso collegate in maniera innovativa nel contesto territoriale; Obiettivo Usabilità - Attenersi alle norme sull usabilità stabilite dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri; l usabilità è quella proprietà di un sito web che lo rende facile da navigare ed usare. E uno degli strumenti fondamentali a disposizione per trattenere l audience e per consentire ai visitatori d interagire con il nostro sito. In particolare il sito dovrà attenersi alle norme tracciate da: 1. Circolare 13/3/2001 n.3/2001 della Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Funzione Pubblica: Linee guida per l organizzazione, l usabilità e l accessibilità dei siti web delle Pubbliche Amministrazioni ; 2. Linee guida per l usabilità dei siti web, documento redatto dal consorzio internazionale W3C (World Wide Web Consortium - browser-independence, multi-browser accessibility, vedi ), a cui è iscritta anche la Presidenza del Consiglio dei Ministri, e che si occupa dello sviluppo di tecnologie che garantiscono l'interoperabilità (specifiche, guidelines, software e applicazioni) per guidare il World Wide Web fino al massimo del suo potenziale. Obiettivo Accessibilità - Rendere accessibile i contenuti dei siti ad utenti disabili o con dotazioni tecnologiche ristrette. In particolare per gli standard di accessibilità si terrà conto della Legge Stanca: Legge 9 gennaio 2004, n. 4 Disposizioni per favorire l accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici, del Decreto attuativo dell 8 luglio 2005 Requisiti tecnici e i diversi livelli per l'accessibilità agli strumenti informatici (Gazzetta Ufficiale n. 183 dell 8 agosto 2005), e della Circ. 6 settembre 2001, n. AIPA/CR/32 Criteri e strumenti per migliorare l'accessibilità dei siti web e delle applicazioni informatiche a persone disabili, nonché, delle norme WAI (Web Accessibility Initiative) Pagina 40 di 63

41 Livello AA, del gruppo di lavoro del W3C (World Wide Web Consortium), che offrono non solo le regole ma, anche, l insieme di linee guida di ausilio ai progettisti per spiegare come fare per rispettare i criteri di accessibilità. Per questo motivo nella realizzazione del portale, saranno applicate tutte le necessarie soluzioni, per rispettare tali linee guida. Obiettivo Reperibilità Disponibilità di un motore di ricerca che consenta agli utenti di navigare all interno delle informazioni sul sito. Piattaforma tecnologica L oggetto della proposta progettuale per la realizzazione del sito web istituzionale del Comune consiste nella fornitura di un sistema di CMS (Content Management System) e nella prestazione dei servizi collegati all avviamento e alla messa in esercizio e manutenzione di quanto realizzato. Lo strumento che viene offerto è Joomla, un software Open Source, realizzato nel linguaggio PHP, che possiede caratteristiche di accessibilità e usabilità ai massimi livelli. JOOMLA appartiene alla categoria dei Web Content Management System Open Source, poiché gestisce esclusivamente contenuti su un server Web e non necessita di licenze commerciali. L architettura del sistema proposto prevede una netta separazione tra la produzione dei contenuti e la loro rappresentazione. Quest ultima è governata dai template grafici all interno dei quali sono cablate le regole di accessibilità. La redazione impegnata allo sviluppo del portale (con nuove pagine e/o sezioni) ed alla pubblicazione dei contenuti non ha modo di interferire nelle scelte iniziali di progetto che pertanto rimangono sotto il pieno controllo ed a norma anche in tempi successivi alla messa in produzione del portale. Si segnala inoltre che JOOMLA ed i siti motorizzati dallo strumento, sono in grado di rispondere puntualmente ai 22 requisiti previsti nella Verifica Tecnica riportati nello studio del CNIPA del 30 Dicembre 2004 a seguito della emanazione della legge 9 gennaio 2004 n. 4 "Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici", che stabilisce con decreto del Ministro per l'innovazione e le tecnologie le Pagina 41 di 63

42 linee guida recanti i requisiti tecnici e i diversi livelli per l'accessibilità. Sintesi delle caratteristiche della piattaforma tecnologica Gestione di tutti gli aspetti e funzionalità del portale tramite una semplice interfaccia grafica; Possibilità di creare più livelli di amministrazione del portale; Possibilità di assegnare a ciascuna pagina del portale i permessi di accesso (ad es. pubblica o riservata agli utenti registrati); Possibilità di consentire agli utenti di registrarsi nel portale, ovvero creazione del database di utenti registrati anche se non si desidera consentire la registrazione autonoma; Possibilità di creare le pagine in diverse modalità, e ovviamente modifica od eliminazione delle stesse in qualsiasi momento; Possibilità di creare news e di organizzarle in categorie; Specificare, per ogni contenuto che viene creato (previa visualizzazione dell anteprima e successiva pubblicazione), chi vi può accedere. Ovviamente in ogni momento è possibile sospendere la pubblicazione e poi riattivarla quando lo si desidera, nonché scegliere una data futura come data di pubblicazione e ci penserà il sistema ad attivarlo quando giunge quella data (ovviamente è anche possibile stabilire una data oltre la quale il contenuto dovrà essere disattivato); Possibilità di settare numerosi parametri che riguardano tutti i contenuti, come ad esempio visualizzazione della data di creazione, dell'autore, di pulsanti che consentono all'utente di commentare il contenuto, esprimere un voto sullo stesso, di inviarlo via , di stamparlo (viene creata sul momento un'apposita pagina per la stampa) e addirittura di scaricarlo in formato pdf (il file pdf viene creato sul momento, quindi qualsiasi modifica si apporti al contenuto, è sempre aggiornato). Inoltre tutte queste configurazioni possono essere definite globalmente per tutti i contenuti e poi variate come si desidera per ciascun specifico contenuto; Possibilità di creare autonomamente i menù di navigazione (con quanti livelli Pagina 42 di 63

43 si desideri) e configurarli come meglio si ritiene; Disponibilità di numerosi moduli aggiuntivi che consentono di implementare ulteriori funzionalità: forum, gallerie di immagini, gestione di files/documenti per il download, faq, gestione di moduli contatto avanzati, weblinks, gestione banner, gestione richieste di assistenza (trouble tickets) e molti altri ancora; Motore di ricerca interno per contenuti, articoli, notizie e collegamenti web; Notizie, prodotti o servizi pienamente modificabile e gestibili; Forum/Sondaggi/Votazioni con risultati in tempo reale. Sintesi delle caratteristiche tecniche legate ad usabilità ed accessibilità 100% XHTML/CSS compliant core Compatibilità Section 508/WAI Level 1 Uso di CSS per il layout di pagina Utilizzo del HTMLArea3 per l editor WYSIWYG Correttezza semantica del codice HTML Referenze Enti Indirizzo web Comune di Busto Arsizio (VA) Comune di Mantova (MN) Comune di Settimo Milanese (Mi) Comune di Rozzano (MI) Enti Comune di Bodio Lomnago (VA) Comune di Borgarello (PV) Comune di Barzanò (LC) Comune di Bigarello (MN) Comune di Canneto sull oglio (MN) Comune di Caponago (MB) Comune di Castello D Agogna (PV) Indirizzo web Pagina 43 di 63

44 Comune di Cologne (BS) Comune di Cavenago d Adda (LO) Comune di Ceresara (MN) Comune di Curtatone (MN) Comune di Gualtieri (RE) Comune di Guidizzolo (MN) Comune di Montanaso (LO) Comune di Montemiletto (AV) Comune di Montecorvino Rovella (SA) Comune di Pizzighettone (CR) Comune di Rodigo (MN) Comune di Roncoferraro (MN) Comune di San Gervasio Bresciano (BS) Rete Comuni Destra Secchia Pagina 44 di 63

45 Albo Pretorio On Line Il servizio prevede la pubblicazione dei documenti prescelti mediante selezione e trasferimento nell archivio di pubblicazione. La consultazione di documenti da parte dei cittadini via Internet può essere effettuata mediante accesso diretto al portale (per i comuni privi di sito proprio) oppure tramite link al portale a partire dal sito del comune (per i comuni già dotati di sito). L Albo Pretorio on line permette la pubblicazione dei documenti tenendo aggiornati gli stessi nel sito internet istituzionale dell Ente con cui si integra. Gestisce le pagine web di pubblicazione con automatismi di aggiornamento e inoltro delle informazioni. Consente l archiviazione dei documenti provenienti da altre applicazioni informatiche oppure immessi direttamente dall operatore da formato elettronico o cartaceo. Detiene al proprio interno strumenti per acquisire documenti da scanner, per apporre firme digitali in modo integrato e per convertire documenti in formato pdf/a. Pagina 45 di 63

46 Pagina 46 di 63

47 Anagrafe On Line AOL è un sistema che consente la consultazione on line delle anagrafi dei comuni. Il servizio AOL consente a enti pubblici e soggetti giuridici di effettuare visure anagrafiche. L accesso alle funzionalità avviene a seguito di autenticazione e sulla base dei diversi profili utente ai quali sono assegnati permessi o autorizzazioni. I profili utente sono gestibili in modo dinamico attraverso gli strumenti applicativi disponibili nella console di amministrazione dell applicazione. La stessa console rende inoltre, disponibili funzioni di monitoraggio (log accessi e consultazioni) dei servizi offerti. E importante precisare che sul server di consultazione non sono presenti dati anagrafici dei comuni, ma il sistema accede direttamente alle anagrafi dei comuni tramite WebServices in modalità sicura (HTTPS). Sul server AOL vengono memorizzati solo i gruppi e i relativi utenti ed i permessi ad essi associati. Esistono tre tipologie di gruppi di utenti: - Amministratore del SERVER di pubblicazione. Gli utenti appartenenti a questo gruppo hanno il permesso di creare o revocare nuovi comuni da ospitare sul server, creare il relativo gruppo e utenti di amministrazione dell ente. - Amministratore dell ente. Gli utenti appartenenti a questo gruppo hanno il permesso di creare o revocare utenti e di dare agli stessi i permessi di consultazione. - Utenti di consultazione. Gli utenti appartenenti a questo gruppo hanno il solo permesso di consultazione secondo i diritti loro assegnati dall amministratore dell ente. Occorre ricordare che l ID dell utente deve essere univoco sul server AOL. Per cui se su un server AOL sono presenti più di un comune e ogni comune concede l accesso alla propria stazione dei carabinieri occorrerà creare utenti con nomi diversi. ES. carabinieri.comune1, carabinieri.comune2, ecc. E altresì possibile concedere allo stesso utente l accesso a più di un comune. Per esempio se la stazione dei carabinieri ha competenza su più di un comune,ed entrambi i comuni sono presenti sullo stesso server AOL, gli amministratori dei due comuni possono concedere l accesso al proprio comune allo stesso utente. Questo fa sì che il Pagina 47 di 63

48 carabiniere quando è connesso possa ricercare le persone in uno o nell altro comune senza dover uscire e rientrare nell altro comune. Figura 1:AOL Autenticazione AOL tra le altre funzionalità permette di: effettuare interrogazioni sulla banca dati della popolazione del Comune secondo tre tipologie di interrogazioni: - Per Nominativo, - Strutturata, visualizzare le principali informazioni anagrafiche relative ad una persona, per il loro utilizzo, ad esempio, nella fase istruttoria di una pratica; effettuare e consultare on line visure: - Storico Indirizzi che dettaglia tutta la storia degli indirizzi di residenza dell individuo, nel Comune, dal momento della sua iscrizione all anagrafe; - Storico Migrazioni che dettaglia gli indirizzi di residenza dell individuo nel Comune dal momento dell iscrizione alla data di emigrazione in un altro comune; - Storico Indirizzi Famiglia che enumera gli indirizzi di residenza della famiglia dell individuo nel Comune dal momento dell iscrizione; - Foglio di Famiglia che comprende la composizione della famiglia anagrafica Pagina 48 di 63

49 attuale della persona, elencando tutti i componenti della famiglia e il rapporto di parentela con l intestatario della scheda di famiglia; esportare su file i risultati delle ricerche effettuate. Figura 3: AOL Ricerca per nominativo Figura 4: AOL Risultati della ricerca Pagina 49 di 63

50 Cliccando su un nominativo viene mostrata una pagina con il dettaglio della persona selezionata Figura 5: AOL Scheda Persona Per la quale oltre alle informazioni visibili il sistema rende disponibile: Cartellino Mostra il cartellino della CI (se presente) Foto Mostra la foto della CIE (se presente) Firma Mostra la firma della CIE (se presente) Storico Indirizzi Mostra i cambi di indirizzo della persona Storico Migrazioni Mostra l elenco delle emigrazioni o immigrazioni Storico Indirizzo Famiglia Mostra i cambi di indirizzo della famiglia Pagina 50 di 63

COMUNE DI CORTE DE CORTESI CON CIGNONE PROGETTO DI AGGIORNAMENTO TECNOLOGICO E AMPLIAMENTO FUNZIONALE DEL SISTEMA INFORMATICO COMUNALE

COMUNE DI CORTE DE CORTESI CON CIGNONE PROGETTO DI AGGIORNAMENTO TECNOLOGICO E AMPLIAMENTO FUNZIONALE DEL SISTEMA INFORMATICO COMUNALE COMUNE DI CORTE DE CORTESI CON CIGNONE PROGETTO DI AGGIORNAMENTO TECNOLOGICO E AMPLIAMENTO FUNZIONALE DEL SISTEMA INFORMATICO COMUNALE Spett.le COMUNE di Corte de Cortesi con Cignone ( CR ) Orzinuovi,

Dettagli

Oggetto: Offerta per Introduzione Suite Sicr@Web e l attivazione delle aree Affari Generali e Contabilità.

Oggetto: Offerta per Introduzione Suite Sicr@Web e l attivazione delle aree Affari Generali e Contabilità. Oggetto: Offerta per Introduzione Suite Sicr@Web e l attivazione delle aree Affari Generali e Contabilità. Di seguito la nostra migliore offerta economica per la fornitura del software in oggetto. Siamo

Dettagli

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009)

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) CeBAS Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) Introduzione Il progetto CEBAS: la finalità è di migliorare l efficienza operativa interna dell Ente rispondere alle aspettative

Dettagli

Applicazione: GAS - Gestione AcceSsi

Applicazione: GAS - Gestione AcceSsi Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni Gestione ICT Applicazione: GAS - Gestione AcceSsi Amministrazione: Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Responsabile dei sistemi informativi Nome

Dettagli

IN CHIAVE E-GOVERNMENT

IN CHIAVE E-GOVERNMENT UNA NUOVA SUITE IN CHIAVE E-GOVERNMENT La Pubblica Amministrazione cambia. Si fa strada concretamente l idea di uno stile di governo innovativo che, grazie alla potenzialità di interconnessione, renda

Dettagli

SPECIFICHE TECNICO-FUNZIONALI FORNITURA SOFTWARE APPLICATIVO PROTOCOLLO ATTI E RILEVAZIONE PRESENZE

SPECIFICHE TECNICO-FUNZIONALI FORNITURA SOFTWARE APPLICATIVO PROTOCOLLO ATTI E RILEVAZIONE PRESENZE SPECIFICHE TECNICO-FUNZIONALI FORNITURA SOFTWARE APPLICATIVO PROTOCOLLO ATTI E RILEVAZIONE PRESENZE 1. IL SOFTWARE APPLICATIVO PROGETTOENTE 1.1 Linee guida generali: Un software aperto che Vi accompagna

Dettagli

Allegato 2: Prospetto informativo generale

Allegato 2: Prospetto informativo generale Gara a procedura ristretta accelerata per l affidamento, mediante l utilizzo dell Accordo Quadro di cui all art. 59 del D.Lgs. n. 163/2006, di Servizi di Supporto in ambito ICT a InnovaPuglia S.p.A. Allegato

Dettagli

Il modello di gestione documentale per la CN-ER

Il modello di gestione documentale per la CN-ER Il modello di gestione documentale per la CN-ER Cos è GeDoc GeDoc è un modello concettuale per la Regione Emilia-Romagna. È stato elaborato sulla base della normativa di riferimento e nel rispetto di standard

Dettagli

Software Servizi Progetti. per la Pubblica Amministrazione e le Aziende

Software Servizi Progetti. per la Pubblica Amministrazione e le Aziende Software Servizi Progetti per la Pubblica Amministrazione e le Aziende SOLUZIONI AD ELEVATO VALORE AGGIUNTO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E LE AZIENDE Maggioli Informatica unitamente ai suoi marchi Cedaf,

Dettagli

UNA RELEASE ROBUSTA E COLLAUDATA IN CONTESTI NAZIONALI ED INTERNAZIONALI EVOLUZIONE DELLA PIATTAFORMA ASSICURATIVA ALL IN ONE

UNA RELEASE ROBUSTA E COLLAUDATA IN CONTESTI NAZIONALI ED INTERNAZIONALI EVOLUZIONE DELLA PIATTAFORMA ASSICURATIVA ALL IN ONE L offerta di Value+, in origine focalizzata sulla gestione dei Rami Vita e dei Fondi Pensione attraverso il sistema invita, diffuso in Italia e all estero, si è arricchita nel corso degli anni estendendosi

Dettagli

N.E.A.T. ( Neutral Environment Application Tools )

N.E.A.T. ( Neutral Environment Application Tools ) N.E.A.T. ( Neutral Environment Application Tools ) SCOPO : Ambiente per lo sviluppo di applicazioni WEB multimediali basate su Data Base Relazionale e strutturate secondo il modello a tre livelli: Presentazione

Dettagli

Applicazione: SIPER Servizi In linea per il PERsonale

Applicazione: SIPER Servizi In linea per il PERsonale Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni Gestione Personale Applicazione: SIPER Servizi In linea per il PERsonale Amministrazione: Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Responsabile dei

Dettagli

Titolo Perché scegliere Alfresco. Titolo1 ECM Alfresco

Titolo Perché scegliere Alfresco. Titolo1 ECM Alfresco Titolo Perché scegliere Alfresco Titolo1 ECM Alfresco 1 «1» Agenda Presentazione ECM Alfresco; Gli Strumenti di Alfresco; Le funzionalità messe a disposizione; Le caratteristiche Tecniche. 2 «2» ECM Alfresco

Dettagli

Standard Tecnologici Regione Basilicata ALLEGATO C03

Standard Tecnologici Regione Basilicata ALLEGATO C03 Standard Tecnologici Regione Basilicata ALLEGATO C03 UFFICIO S. I. R. S. Standard Tecnologici ver. 2.1 ultimo agg.: 06/06/2012 CONTROLLO DEL DOCUMENTO Data APPROVAZIONI Autore Redatto da: 27/05/2012 Dott.

Dettagli

Architettura Tecnica i. Architettura Tecnica

Architettura Tecnica i. Architettura Tecnica i Architettura Tecnica ii Copyright 2005-2011 Link.it s.r.l. iii Indice 1 Scopo del documento 1 1.1 Abbreviazioni..................................................... 1 2 Overview 1 2.1 La PdD........................................................

Dettagli

Candidato: Luca Russo Docente: Prof. Raffaele Montella. 27 Marzo 2013

Candidato: Luca Russo Docente: Prof. Raffaele Montella. 27 Marzo 2013 e di e di Candidato: Luca Russo Docente: Corso di laurea in Informatica Applicata Facoltá di Scienze e Tecnologie Programmazione su Reti 27 Marzo 2013 Traccia d esame Sviluppare multitier con disaccoppiamento

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Oggetto: Net.Service s.r.l. c.a. Massimo Castagna Via Nuovalucello 47/G 95100 Catania Tel 095 7335040 Fax 095 222875.

Oggetto: Net.Service s.r.l. c.a. Massimo Castagna Via Nuovalucello 47/G 95100 Catania Tel 095 7335040 Fax 095 222875. Spett.le Comune di Francavilla di Sicilia Alla c.a. Dott.sa Barbagallo Filippa Responsabile Area Amministrativa Sig. Campione Giuseppe Responsabile Servizi Informatici Catania 03/01/2014 Piazza Annunziata

Dettagli

Progettazione: Tecnologie e ambienti di sviluppo

Progettazione: Tecnologie e ambienti di sviluppo Contratto per l acquisizione di servizi di Assistenza specialistica per la gestione e l evoluzione del patrimonio software della Regione Basilicata. Repertorio n. 11016 del 25/09/2009 Progettazione: Tecnologie

Dettagli

- Appendice 1 al Capitolato tecnico - SCHEDA INFRASTRUTTURA E FLUSSI

- Appendice 1 al Capitolato tecnico - SCHEDA INFRASTRUTTURA E FLUSSI - Appendice 1 al Capitolato tecnico - SCHEDA INFRASTRUTTURA E FLUSSI Appendice 1 - Pagina 1 di 11 Indice SCHEDA INFRASTRUTTURA E FLUSSI... 1 1. SCOPO... 3 2. DESCRIZIONE INFRASTRUTTURA SINTEL E NECA...

Dettagli

Archiviazione Documentale

Archiviazione Documentale Archiviazione Documentale Il Progetto OPEN SOURCE tutto Italiano per la Gestione Elettronica della documentazione, firma digitale, conservazione sostitutiva, fatturazione elettronica e protocollo informatico.

Dettagli

Applicazione: OIL Online Interactive helpdesk

Applicazione: OIL Online Interactive helpdesk Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione ICT Applicazione: OIL Online Interactive helpdesk Amministrazione: Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Responsabile dei sistemi informativi

Dettagli

Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata

Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata COD. PROD. D.6.3 1 Indice Considerazioni sulla virtualizzazione... 3 Vantaggi della virtualizzazione:... 3 Piattaforma di virtualizzazione...

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE.

CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE. CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE. Articolo 1 Oggetto dell appalto 1. L appalto ha per oggetto la progettazione,

Dettagli

INFIN OLTRE LA SEMPLICE ARCHIVIAZIONE

INFIN OLTRE LA SEMPLICE ARCHIVIAZIONE OLTRE LA SEMPLICE ARCHIVIAZIONE INFIN Ricezione, Acquisizione, Protocollazione, Classificazione, Condivisione, Distribuzione e Gestione dei processi documentali. I TUOI DOCUMENTI DIVENTANO INFORMAZIONI

Dettagli

Migliorare le prestazioni delle PMI collaborando con clienti e fornitori Sviluppo di nuove abilità e strumenti ICT di supporto

Migliorare le prestazioni delle PMI collaborando con clienti e fornitori Sviluppo di nuove abilità e strumenti ICT di supporto Migliorare le prestazioni delle PMI collaborando con clienti e fornitori Sviluppo di nuove abilità e strumenti ICT di supporto Un sistema ERP di seconda generazione. Fondare la logica della supply-chain

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.8

Dettagli

Allegato 1 Specifiche tecniche ambiente CNPADC. Giugno 2013

Allegato 1 Specifiche tecniche ambiente CNPADC. Giugno 2013 Allegato 1 Specifiche tecniche ambiente CNPADC Giugno 2013 Sommario 1 PREMESSA... 3 2 COMPONENTE TECNOLOGICA DEL SERVIZIO... 3 3 COMPONENTE APPLICATIVA DEL SERVIZIO... 5 3.1 Infrastruttura tecnologica,

Dettagli

ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN

ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN PORTALE WEB NELL AMBITO DELLA MISURA 2.6. DEL POI ENERGIA FESR 2007 2013

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO PER LA GESTIONE

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

ALLEGATO TECNICO SUL MODELLO DI SICUREZZA IN INTERNET IL PRODOTTO VORTAL

ALLEGATO TECNICO SUL MODELLO DI SICUREZZA IN INTERNET IL PRODOTTO VORTAL ALLEGATO TECNICO SUL MODELLO DI SICUREZZA IN INTERNET IL PRODOTTO VORTAL 1 Introduzione Il mondo del Web ha assunto negli ultimi anni una forza dirompente su tutti i fronti della comunicazione e della

Dettagli

Sistema di protocollo informatico e gestione documentale

Sistema di protocollo informatico e gestione documentale Sistema di protocollo informatico e gestione documentale Roma, 8 aprile 2002 Roberto Bettacchi Direttore Business Unit P.A. r.bettacchi@agora.it Scenario di riferimento I DIECI OBIETTIVI DEL GOVERNO PER

Dettagli

Requisiti funzionali, non funzionali e di progetto del Sistema di gestione dei procedimenti amministrativi

Requisiti funzionali, non funzionali e di progetto del Sistema di gestione dei procedimenti amministrativi Scheda descrittiva della pratica tecnologica ed organizzativa Requisiti funzionali, non funzionali e di progetto del Sistema di gestione dei procedimenti amministrativi cedute in riuso Agenzia per l Italia

Dettagli

La piattaforma per la gestione elettronica documentale integrata

La piattaforma per la gestione elettronica documentale integrata Tutti noi prendiamo decisioni, facciamo valutazioni, pianifichiamo strategie basandoci sulle informazioni in nostro possesso. Il tempo è una risorsa preziosa, ottimizzarlo rappresenta un obiettivo prioritario.

Dettagli

Pianificazione di progetto esecutiva: tempi, fasi, risultati. Piero Luisi Project Manager del progetto e-demps - Comune di Pesaro

Pianificazione di progetto esecutiva: tempi, fasi, risultati. Piero Luisi Project Manager del progetto e-demps - Comune di Pesaro Pianificazione di progetto esecutiva: tempi, fasi, risultati Piero Luisi Project Manager del progetto e-demps - Comune di Pesaro Le macro fasi e prodotti del progetto - 1 Fase 1: Analisi e definizione

Dettagli

Navigare verso il cambiamento. La St r a d a. p i ù semplice verso il ca m b i a m e n t o

Navigare verso il cambiamento. La St r a d a. p i ù semplice verso il ca m b i a m e n t o Navigare verso il cambiamento La St r a d a p i ù semplice verso il ca m b i a m e n t o Le caratteristiche tecniche del software La Tecnologia utilizzata EASY è una applicazione Open Source basata sul

Dettagli

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Gara a procedura aperta n. 1/2007. per l appalto dei

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Gara a procedura aperta n. 1/2007. per l appalto dei Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Gara a procedura aperta n. 1/2007 per l appalto dei Servizi di rilevazione e valutazione sullo stato di attuazione della normativa vigente

Dettagli

DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI CASSA ALLEGATO N. 2 ORDINATIVI INFORMATICI

DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI CASSA ALLEGATO N. 2 ORDINATIVI INFORMATICI DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI CASSA ALLEGATO N. 2 ORDINATIVI INFORMATICI A. Modalità di erogazione del servizio 1. Oggetto Gli ordinativi informatici dovranno essere sottoscritti con Firma Digitale dai

Dettagli

GED.net Sistema applicativo per la Gestione Elettronica Documentale

GED.net Sistema applicativo per la Gestione Elettronica Documentale GED.net Sistema applicativo per la Gestione Elettronica Documentale 2 GED.net - Sistema applicativo per la Gestione Elettronica Documentale La scrivente si pregia di sottoporre alla Loro cortese attenzione

Dettagli

Stefano Bucci Technology Director Sales Consulting. Roma, 23 Maggio 2007

Stefano Bucci Technology Director Sales Consulting. Roma, 23 Maggio 2007 L Information Technology a supporto delle ALI: Come coniugare un modello di crescita sostenibile con le irrinuciabili caratteristiche di integrazione, sicurezza ed elevata disponibilità di un Centro Servizi

Dettagli

Allegato B Specifiche richieste per il Portale Web del Comune di Modugno

Allegato B Specifiche richieste per il Portale Web del Comune di Modugno Allegato B Specifiche richieste per il Portale Web del Comune di Modugno Articolo 1 - Oggetto della fornitura 1. La fornitura ha per oggetto la progettazione, realizzazione e manutenzione del sito web

Dettagli

OGGETTO DELLA FORNITURA...4

OGGETTO DELLA FORNITURA...4 Gara d appalto per la fornitura di licenze software e servizi per la realizzazione del progetto di Identity and Access Management in Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. CAPITOLATO TECNICO Indice 1 GENERALITÀ...3

Dettagli

soluzioni e servizi per fare grande una media impresa Soluzioni di Cloud Computing per imprese con i piedi per terra.

soluzioni e servizi per fare grande una media impresa Soluzioni di Cloud Computing per imprese con i piedi per terra. soluzioni e servizi per fare grande una media impresa Soluzioni di Cloud Computing per imprese con i piedi per terra. FASTCLOUD È un dato di fatto che le soluzioni IT tradizionali richiedono investimenti

Dettagli

Allegato 1 CIG 58703795FF PROCEDURA DI AFFIDAMENTO PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER SERVICE MASHUP AND DELIVERY CAPITOLATO TECNICO

Allegato 1 CIG 58703795FF PROCEDURA DI AFFIDAMENTO PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER SERVICE MASHUP AND DELIVERY CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA DI AFFIDAMENTO PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER SERVICE MASHUP AND DELIVERY CAPITOLATO TECNICO SOMMARIO 1 Oggetto della Fornitura... 3 2 Composizione della Fornitura... 3 2.1 Piattaforma

Dettagli

BANCA VIRTUALE/1 tecnologie dell informazione della comunicazione

BANCA VIRTUALE/1 tecnologie dell informazione della comunicazione BANCA VIRTUALE/1 Il termine indica un entità finanziaria che vende servizi finanziari alla clientela tramite le tecnologie dell informazione e della comunicazione, senza ricorrere al personale di filiale

Dettagli

REGIONE BASILICATA UFFICIO S. I. R. S.

REGIONE BASILICATA UFFICIO S. I. R. S. UFFICIO S. I. R. S. CAPITOLATO TECNICO Specifiche tecniche e funzionali ALLEGATO C1 Pagina i di 14 Indice 1. Scopo del Documento...3 2. Architettura infrastruttura multi-tier Regionale...4 2.1 Ambiente

Dettagli

SUITE PAGHE 2.0. Il software per compilare le tue paghe online

SUITE PAGHE 2.0. Il software per compilare le tue paghe online SUITE PAGHE 2.0 Il software per compilare le tue paghe online SUITE PAGHE 2.0 L EFFICIENZA DELLA TECNOLOGIA SI UNISCE ALLA FUNZIONALITÀ DELLA PRATICA Il software Paghe 2.0 Un servizio per la gestione del

Dettagli

SIEL - Soluzioni Integrate Enti Locali

SIEL - Soluzioni Integrate Enti Locali SIEL - Soluzioni Integrate Enti Locali Filosofia di funzionamento del sistema SIEL Il pacchetto Integrato Enti Locali, realizzato in ambiente con linguaggi di ultima generazione, consente all Ente Locale

Dettagli

Il porting da piattaforme Sun SPARC a RHEL su x86. Michelangelo Uberti Babel - Sales Engineer

Il porting da piattaforme Sun SPARC a RHEL su x86. Michelangelo Uberti Babel - Sales Engineer Il porting da piattaforme Sun SPARC a RHEL su x86 Michelangelo Uberti Babel - Sales Engineer AGENDA La nostra storia Le conseguenze dell acquisizione di Sun L opportunità offerta dai sistemi Intel x86

Dettagli

Alfresco ECM. La gestione documentale on-demand

Alfresco ECM. La gestione documentale on-demand Alfresco ECM La gestione documentale on-demand Alfresco 3.2 La gestione documentale on-demand Oltre alla possibilità di agire sull efficienza dei processi, riducendone i costi, è oggi universalmente conosciuto

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ON LINE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ON LINE COMUNE DI CASTEL MELLA Provincia di Brescia PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ON LINE (articolo 24 c. 3 bis del D.L. 90/2014, convertito

Dettagli

Il Cloud Computing nel mondo dei servizi: prospettive per Banche e PA

Il Cloud Computing nel mondo dei servizi: prospettive per Banche e PA Forum Banche e PA 2012 Roma, 23 24 Febbraio 2012 Il Cloud Computing nel mondo dei servizi: prospettive per Banche e PA Monica Pellegrino Research Analyst, ABI Lab Roma, 23 Febbraio 2012-1- Agenda L evoluzione

Dettagli

Indice. Indice... 2 1. Premessa e scopo del documento... 3 2. Ambiente operativo... 4 3. Architettura di sistema... 5

Indice. Indice... 2 1. Premessa e scopo del documento... 3 2. Ambiente operativo... 4 3. Architettura di sistema... 5 Realizzazione di un sistema informatico on-line bilingue di gestione, monitoraggio, rendicontazione e controllo del Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia - Francia Marittimo finanziato dal

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. IBM and Business

Dettagli

Framework Rich Client Application

Framework Rich Client Application Framework Rich Client Application RELATORE: Paolo Giardiello Savona, 30 settembre 2010 Agenda La Sogei Le applicazioni client Sogei Le caratteristiche Le soluzioni possibili Java Web Start Eclipse La scelta:

Dettagli

APPENDICE 5 AL CAPITOLATO TECNICO

APPENDICE 5 AL CAPITOLATO TECNICO APPENDICE 5 AL CAPITOLATO TECNICO Descrizione dei profili professionali INDICE 1 PROFILI PROFESSIONALI RICHIESTI 3 1.1 CAPO PROGETTO 3 1.2 ANALISTA FUNZIONALE 4 1.3 ANALISTA PROGRAMMATORE 5 1.4 PROGRAMMATORE

Dettagli

CIG 6223997CCB COD. ALICE G00292

CIG 6223997CCB COD. ALICE G00292 APPENDICE 2 Descrizione dei profili professionali richiesti Sommario APPENDICE 2 Descrizione dei profili professionali richiesti... 1 1. PROFILI PROFESSIONALI RICHIESTI... 2 1.1 Capo progetto... 2 1.2

Dettagli

Thea PDM. Cos è Thea PDM? Il PDM (Product Data Management)

Thea PDM. Cos è Thea PDM? Il PDM (Product Data Management) Thea PDM Il PDM (Product Data Management) Nell'industria manifatturiera il PDM è un software per la raccolta ed organizzazione dei file nelle divere fasi di ideazione, progettazione, produzione ed obsolescenza

Dettagli

REALIZZAZIONE SALA CED

REALIZZAZIONE SALA CED REALIZZAZIONE SALA CED CAPITOLATO TECNICO SOMMARIO 1 Realizzazione sala CED 2 Specifiche minime dell intervento 1. REALIZZAZIONE SALA CED L obiettivo dell appalto è realizzare una Server Farm di ultima

Dettagli

APPENDICE 4 AL CAPITOLATO TECNICO. Descrizione dei profili professionali e template del CV

APPENDICE 4 AL CAPITOLATO TECNICO. Descrizione dei profili professionali e template del CV APPENDICE 4 AL CAPITOLATO TECNICO Descrizione dei profili professionali e template del CV INDICE INTRODUZIONE... 3 1 PROFILI PROFESSIONALI RICHIESTI... 4 1.1 CAPO PROGETTO DI SISTEMI INFORMATIVI (CPI)...

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far evolvere

Dettagli

Progetto Automazione flusso documentale e dematerializzazione

Progetto Automazione flusso documentale e dematerializzazione Progetto Automazione flusso documentale e dematerializzazione Le tappe Stato dell arte Consolidamento e sviluppi a cura di: Patrizio Geri Direzione Sistemi Informativi Titolare P.O. Responsabile Automazione

Dettagli

Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows *

Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows * Guida GESTIONE SISTEMI www.novell.com Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows * Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft Windows Indice: 2..... Benvenuti

Dettagli

Portale integrato Lavoro, Formazione, Politiche sociali e Osservatorio e servizio Centri Impiego On Line

Portale integrato Lavoro, Formazione, Politiche sociali e Osservatorio e servizio Centri Impiego On Line Portale integrato Lavoro, Formazione, Politiche sociali e Osservatorio e servizio Centri Impiego On Line Dott.ssa Alessandra Bordini Provincia di Reggio Calabria Responsabile Servizio Pianificazione Progettazione

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA I SERVIZI AL CITTADINO E ALLE IMPRESE Il Comune di CALTAVUTURO attraverso il presente progetto intende attivare e rafforzare i servizi offerti al cittadino, per dare maggiore

Dettagli

A passo sicuro nel mondo IT

A passo sicuro nel mondo IT A passo sicuro nel mondo IT A passo sicuro nel mondo IT Le scelte effettuate, le esperienze acquisite e la capacità di applicarle nella realizzazione dei progetti hanno fatto sì che, nel corso degli anni,

Dettagli

Architetture dei WIS. Definizione di WIS. Benefici dei WIS. Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012

Architetture dei WIS. Definizione di WIS. Benefici dei WIS. Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012 Architetture dei WIS Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012 Definizione di WIS Un WIS può essere definito come un insieme di applicazioni in grado di reperire, cooperare e fornire informazioni utilizzando

Dettagli

SCHEDA TECNICA. Caratteristiche generali di prodotto. Denominazione S.A.T.T.- Sant Arpino Tributi e Territorio. Amministrazione Comune di Sant Arpino

SCHEDA TECNICA. Caratteristiche generali di prodotto. Denominazione S.A.T.T.- Sant Arpino Tributi e Territorio. Amministrazione Comune di Sant Arpino SCHEDA TECNICA Denominazione S.A.T.T.- Sant Arpino Tributi e Territorio Amministrazione Comune di Sant Arpino Note e considerazioni sul riuso Il Sistema proposto viene reso disponibile in open source per

Dettagli

Piano di Informatizzazione delle Procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni online

Piano di Informatizzazione delle Procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni online Allegato 1) Provincia di Como Piano di Informatizzazione delle Procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni online Approvato con la deliberazione del Presidente della Provincia

Dettagli

PROCEDURA DI GARA PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER L ORCHESTRAZIONE DI SERVIZI COMPOSITI E LA GESTIONE DOCUMENTALE

PROCEDURA DI GARA PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER L ORCHESTRAZIONE DI SERVIZI COMPOSITI E LA GESTIONE DOCUMENTALE PROCEDURA DI GARA PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER L ORCHESTRAZIONE DI SERVIZI COMPOSITI E LA GESTIONE DOCUMENTALE CAPITOLATO TECNICO DI GARA CIG 5302223CD3 SOMMARIO 1 Oggetto della Fornitura...

Dettagli

Programma Operativo di Cooperazione Transfrontaliera Italia Svizzera 2007-2013 PROGETTO STRATEGIO PTA

Programma Operativo di Cooperazione Transfrontaliera Italia Svizzera 2007-2013 PROGETTO STRATEGIO PTA Programma Operativo di Cooperazione Transfrontaliera Italia Svizzera 2007-2013 PROGETTO STRATEGIO PTA PIATTAFORMA TECNOLOGICA ALPINA: UNO STRUMENTO TRANSFRONTALIERO PER LA CONDIVISIONE DI INFRASTRUTTURE

Dettagli

Comune di Cattolica provincia di Rimini Settore 4 Direzione del Sistema Informativo Comunale

Comune di Cattolica provincia di Rimini Settore 4 Direzione del Sistema Informativo Comunale Comune di Cattolica provincia di Rimini Settore 4 Direzione del Sistema Informativo Comunale Passaggio del software applicativo Tributi dalla piattaforma client/server SICRA alla piattaforma WEB SICR@WEB.

Dettagli

Consulenza e organizzazione aziendale, consulenza e servizi nel settore ICT

Consulenza e organizzazione aziendale, consulenza e servizi nel settore ICT Consulenza e organizzazione aziendale, consulenza e servizi nel settore ICT e-mail : info.itgolasolutions@gmail.com Q Sistemi Qualità consulenza e formazione La nostra società è composta da un Team di

Dettagli

Soluzioni innovative per la semplificazione dell infrastruttura IT. Virtualizzazione con il sistema operativo IBM i, PowerVM e Power Systems

Soluzioni innovative per la semplificazione dell infrastruttura IT. Virtualizzazione con il sistema operativo IBM i, PowerVM e Power Systems Soluzioni innovative per la semplificazione dell infrastruttura IT Virtualizzazione con il sistema operativo IBM i, PowerVM e Power Systems Caratteristiche principali La flessibilità e la scalabilità della

Dettagli

Company profile 2014

Company profile 2014 Company profile 2014 Chi siamo Digimetrica è una società specializzata in: Sicurezza informatica Networking e gestione di infrastrutture informatiche Outsourcing di soluzioni internet e cloud computing

Dettagli

1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA

1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA 1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA La Regione Siciliana ha intrapreso nell'ultimo decennio un percorso di modernizzazione che ha come frontiera la creazione della Società dell Informazione, ovvero

Dettagli

Descrizione generale. Architettura del sistema

Descrizione generale. Architettura del sistema Descrizione generale Sister.Net nasce dall esigenza di avere un sistema generale di Cooperazione Applicativa tra Enti nel settore dell Informazione Geografica che consenta la realizzazione progressiva

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I INFINITY APPLICA A TION FRAMEWORK APPLICA

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I INFINITY APPLICA A TION FRAMEWORK APPLICA I N F I N I T Y Z U C C H E T T I INFINITY APPLICATION FRAMEWORK Infinity Application Framework Una nuova e diversa interpretazione delle soluzioni applicative aziendali Infinity Application Framework

Dettagli

Faber System Via Ettore Bugatti, 15-20142 - MILANO Tel. +39 02 8914031 Fax +39 02 817533 E-mail fabersystem@fabersystem.it

Faber System Via Ettore Bugatti, 15-20142 - MILANO Tel. +39 02 8914031 Fax +39 02 817533 E-mail fabersystem@fabersystem.it CONTENUTI CONTENUTI...2 1. INTESTAZIONE... 3 1.1 PRODOTTO... 3 1.2 SPECIFICHE FUNZIONALI... 3 1.3 RELEASE GESTITE... 3 1.4 MODULI... 3 1.5 INTERFACCIA CON PRODOTTI DI TERZE PARTI... 3 2. ARCHITETTURA DEL

Dettagli

Applicazione: Ente Web Sign Università di Pisa (EWS- Unipi) Sistema per la gestione dell Ordinativo Informatico

Applicazione: Ente Web Sign Università di Pisa (EWS- Unipi) Sistema per la gestione dell Ordinativo Informatico Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Amministrativo/Contabile Applicazione: Ente Web Sign Università di Pisa (EWS- Unipi) Sistema per la gestione dell Ordinativo Informatico Amministrazione:

Dettagli

L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E L OPEN SOURCE AL SERVIZIO DELLA PA INAIL CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Alessandro Simonetta Guido Borsetti

L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E L OPEN SOURCE AL SERVIZIO DELLA PA INAIL CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Alessandro Simonetta Guido Borsetti L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E L OPEN SOURCE AL SERVIZIO DELLA PA INAIL CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Alessandro Simonetta Guido Borsetti Premessa Il rapporto tra open source e innovazione è un

Dettagli

"Shared Hosting Vs Cloud" SETTEMBRE 2014. di seeweb. Quando e perchè scegliere uno Shared Hosting o un Cloud Server?

Shared Hosting Vs Cloud SETTEMBRE 2014. di seeweb. Quando e perchè scegliere uno Shared Hosting o un Cloud Server? Seeweb srl Mail: info@seeweb.com Sito: www.seeweb.com "Shared Hosting Vs Cloud" di seeweb SETTEMBRE 2014 Quando e perchè scegliere uno Shared Hosting o un Cloud Server? Seeweb SHARED HOSTING Vs CLOUD [

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Comunità Montana Terminio Cervialto Via Don Minzoni,2 83048 Montella (AV)

Comunità Montana Terminio Cervialto Via Don Minzoni,2 83048 Montella (AV) Comunità Montana Terminio Cervialto Via Don Minzoni,2 83048 Montella (AV) PRESENTAZIONE APPLICATIVI INFORMATICI (BEST PRACTICE) REALIZZATI NELL AMBITO DELL E-GOVERNMENT PER L IMPLEMENTAZIONE DELLA BACHECA

Dettagli

PloneGov.org Open source collaboration for the public sector

PloneGov.org Open source collaboration for the public sector PloneGov.org Open source collaboration for the public sector Assessora Fortunata Dini Navacchio, 04 Dicembre 2008 Quadro normativo Obiettivi strategici Conferenza di Lisbona del 2000 Il passaggio ad un

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I PAGHE PROJECT

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I PAGHE PROJECT I N F I N I T Y Z U C C H E T T I PAGHE PROJECT PAGHE PROJECT Paghe Project è la soluzione della suite HR Zucchetti per l amministrazione del personale in aziende pubbliche e private di qualsiasi settore

Dettagli

Applicazione: Piattaforma di Comunicazione Unificata

Applicazione: Piattaforma di Comunicazione Unificata Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Amministrativi/Contabile Applicazione: Piattaforma di Comunicazione Unificata Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione, Ricerca

Dettagli

La piattaforma di Protocollo Informatico a norma di legge

La piattaforma di Protocollo Informatico a norma di legge La piattaforma di Protocollo Informatico a norma di legge josh Protocol! è il rivoluzionario sistema di Protocollo Informatico scalabile ed idoneo alle esigenze di grandi e piccole amministrazioni Non

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO PER LA CONDUZIONE

Dettagli

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO Standard tecnici Gli standard tecnici di riferimento adottati sono conformi alle specifiche e alle raccomandazioni emanate dai principali

Dettagli

2G, l evoluzione della piattaforma Team nel Web 2.0 Roma, 7 dicembre 2011. Andrea Carnevali R&D Director GESINF S.r.l.

2G, l evoluzione della piattaforma Team nel Web 2.0 Roma, 7 dicembre 2011. Andrea Carnevali R&D Director GESINF S.r.l. 2G, l evoluzione della piattaforma Team nel Web 2.0 Roma, 7 dicembre 2011 Andrea Carnevali R&D Director GESINF S.r.l. Il progetto 2G è il nome della piattaforma che consentirà l evoluzione tecnologica

Dettagli

Applicazione: SAI - Sistema di Audit Interno

Applicazione: SAI - Sistema di Audit Interno Riusabilità del software Catalogo delle applicazioni: Amministrativo/Contabile Applicazione: SAI Sistema di Audit Interno Amministrazione: Agenzia delle Entrate Responsabile dei sistemi informativi Nome

Dettagli

L iniziativa Cloud DT

L iniziativa Cloud DT L iniziativa Cloud DT Francesco Castanò Dipartimento del Tesoro Ufficio per il Coordinamento Informatico Dipartimentale (UCID) Roma, Luglio 2011 Il Cloud Computing Alcune definizioni Il Cloud Computing

Dettagli

Concetti base. Impianti Informatici. Web application

Concetti base. Impianti Informatici. Web application Concetti base Web application La diffusione del World Wide Web 2 Supporto ai ricercatori Organizzazione documentazione Condivisione informazioni Scambio di informazioni di qualsiasi natura Chat Forum Intranet

Dettagli

Collaborazione tra enti eterogenei in regime di gestione sicura dei documenti La soluzione as a service su piattaforma Cloud

Collaborazione tra enti eterogenei in regime di gestione sicura dei documenti La soluzione as a service su piattaforma Cloud Business Application Outsourcing & Private Cloud Collaborazione tra enti eterogenei in regime di gestione sicura dei documenti La soluzione as a service su piattaforma Cloud 26 Settembre 2013 Agenda Wiit,

Dettagli

Quali sono le tecnologie che l ente ha a disposizione e quelle predisposte ad essere implementate in un prossimo futuro.

Quali sono le tecnologie che l ente ha a disposizione e quelle predisposte ad essere implementate in un prossimo futuro. Esercizio di GRUPPO: PROTOCOLLO INFORMATICO Mappa concettuale TECNOLOGIE DISPONIBILI Quali sono le tecnologie che l ente ha a disposizione e quelle predisposte ad essere implementate in un prossimo futuro.

Dettagli

IRTUALW. Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere PORTAL FORNITORI CLIENTI PROTOCOLLAZIONE KNOWLEDGE BASE CLASSIFICAZIONE VERSIONING

IRTUALW. Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere PORTAL FORNITORI CLIENTI PROTOCOLLAZIONE KNOWLEDGE BASE CLASSIFICAZIONE VERSIONING I N F I N I T Y Z U C C H E T T I Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere MARKETING SALES SUPPORT CMS KNOWLEDGE BASE E COMMERCE B2B E COMMERCE B2C AD HOC INFINITY ACQUISIZIONE PROTOCOLLAZIONE

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

La strategia IBM a supporto delle politiche della Pubblica Amministrazione Locale (PAL) in Italia

La strategia IBM a supporto delle politiche della Pubblica Amministrazione Locale (PAL) in Italia La strategia IBM a supporto delle politiche della Pubblica Amministrazione Locale (PAL) in Italia Il 2006 ha registrato alcuni segnali positivi di ripresa, sia dell'economia italiana che dell Information

Dettagli