OPEN SOURCE. Le prospettive nel contesto Europeo e Italiano. Parte II

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "OPEN SOURCE. Le prospettive nel contesto Europeo e Italiano. Parte II"

Transcript

1 OPEN SOURCE Le prospettive nel contesto Europeo e Italiano Parte II di Marco Pancotti In collaborazione con Destinazione >>...

2 Tavola dei contenuti 1. Open Source e software proprietario il contesto competitivo Le dimensioni di analisi Impiego dell Open Source in ambito pubblico Impiego in ambito privato Il contesto applicativo Sistemi operativi Ambito desktop...10 Ambito server Office Database Web Prospettive per un investore Glossario Indice delle figure Figura 1 Utilizzo di software libero nella PA Europea... 4 Figura 2 Utilizzo dei software Open Source su PC e server... 5 Figura 3 Sistemi operativi nelle imprese... 6 Figura 4 Previsioni di utilizzo di software Open Source... 7 Figura 5 Previsione di utilizzo di OS nel privato negli USA... 9 Figura 6 Hardware sostituito da Linux Pagina 2 di 22

3 1. Open Source e software proprietario il contesto competitivo Nella prima parte del dossier dedicato all open source abbiamo discusso alcuni dei principali elementi che caratterizzano questo fenomeno. Innanzi tutto abbiamo identificato l Open Source come uno dei possibili elementi di discontinuità che caratterizzeranno questo decennio nell ambito dell ICT. Non si vede infatti, almeno per ora, nessun altra innovazione, oltre al mobile computing, che possa caratterizzare questo periodo così come gli anni 90 sono stati caratterizzati da Internet e gli anni 80 dai PC. Abbiamo visto come l Open Source abbia dei fondamenti economici molto chiari e razionali. Il fatto che il software sia messo a disposizione di tutti in maniera gratuita non toglie alcuno spazio a chi correda il software stesso di servizi, di formazione e di altro valore aggiunto originale, riuscendo così a costruire, sul software Open Source, un modello di business solido e redditizio. In questa seconda parte cercheremo di ragionare sul contesto competitivo che caratterizza questo momento nel tentativo di delineare le caratteristiche principali di quanto sta succedendo e di prevederne l esito più probabile. 2. Le dimensioni di analisi Per provare ad analizzare il fenomeno di mercato dell Open Source è bene definire le dimensioni secondo le quali si vuole procedere nel valutare fatti e cifre. La prima dimensione che proponiamo è quella dell ambito di impiego del software Open Source, se non altro in termini di impresa privata in contrapposizione con il mondo pubblico. La seconda dimensione di analisi è quella del contesto applicativo, in quanto l offerta Open Source ha, al momento, appeal, utilizzo e prospettive molto diverse in funzione del tipo di applicazione che si analizza. Non potendo esaminare tutti i possibili contesti Pagina 3 di 22

4 applicativi ne abbiamo scelti tre, di primaria importanza, che sono l Office, il Database ed il Web. 3. Impiego dell Open Source in ambito pubblico Sull impiego dell Open Source in ambito pubblico abbiamo a disposizione dati recenti, frutto di una ricerca condotta dall Università di Maastricht che è, al momento, il più articolato studio condotto sull uso del software libero nella pubblica amministrazione europea. Sono stati intervistati più di 4000 enti pubblici di 13 stati europei ottenendo quasi 1000 risposte valide. Da questa ricerca emerge un quadro articolato da cui abbiamo estratto pochi, ma rappresentativi, dati. Il primo dato è che nel 49% delle organizzazioni pubbliche Europee vi è un uso consapevole di software libero, ed in un altro 20% il software libero è utilizzato ma la direzione dell ente non è consapevole del fatto che si tratti di software Open Source. Figura 1 Utilizzo di software libero nella PA Europea 20,6 49,4 Utenti cosapevoli Utenti non consapevoli Non utenti 29,9 Fonte: Ricerca Open Source Università di Maastricht Aprile 2005 Pagina 4 di 22

5 Questa distinzione tra utenza consapevole ed inconsapevole può sembrare strana, ma è la conseguenza del fatto che certi applicativi sono così diffusi dall essere considerati come commodity di cui si è a malapena a conoscenza. Ad esempio, una organizzazione che ha il proprio sito web sotto Apache potrebbe non sapere che si tratta di un prodotto Open, così come potrebbe ignorare il fatto che la propria posta elettronica è smistata da prodotti come Sendmail o Postfix. Questo quadro sembra estremamente positivo, ma la realtà è meno rosea, ed emerge appena si approfondisce il concetto di utilizzo e si discrimina tra uso completo (o quasi completo) ed uso parziale. In questo caso si torna a percentuali più modeste. I Desktop sono completamente, o quasi completamente, vestiti di software libero solo nel 1,6% dei casi, mentre contengono parzialmente software libero nel 16,3% dei casi. Figura 2 Utilizzo dei software Open Source su PC e server Uso del software libero Su PC Percentuale (quasi) completamente 1,6% parzialmente 16,3% Sui server (quasi) completamente 3,8% parzialmente 40,3% Sperimentazione in corso 20,3% Fonte: Ricerca Open Source Università di Maastricht Aprile 2005 Lievemente più incoraggiante appare la situazione se si guarda ai server, dove quasi il 4% sono completamente sotto sistemi operativi Open mentre il 40% contengono almeno in parte software libero. Nel complesso quindi la presenza di software Open Source appare essere presente attorno al 20% dell installato. Il restante 80% contiene esclusivamente software proprietario. Indagando poi su quale è la tecnologia di base dei propri sistemi informativi in termini di sistemi operativi il quadro è ancora più conforme alle attese. Pagina 5 di 22

6 La grande maggioranza si appoggia a Windows 2000 e Windows XP, spesso contemporaneamente presenti, seguiti dall ormai vetusto Windows NT. Linux appare distaccato, con un 20% delle organizzazioni che lo considera come essenziale per i propri sistemi informativi ed il restante 80% che lo considera marginale o non utilizzato per nulla. Figura 3 Sistemi operativi nelle imprese Fonte: Ricerca Open Source Università di Maastricht Aprile 2005 Pagina 6 di 22

7 Il quadro diventa più incoraggiante se si guarda alle prospettive. Figura 4 Previsioni di utilizzo di software Open Source Tipo di utilizzo di software libero nell organizzazione E opportuno estendere l utilizzazione di Open Source nell organizzazione? Uso consapevole Uso inconsapevole Non uso Media Si 70% 30% 38% 51% No 11% 32% 28% 21% Non so 19% 38% 34% 28% Totale 100% 100% 100% 100% Fonte: Ricerca Open Source Università di Maastricht Aprile 2005 Dal prospetto sopra esposto si può notare come il 70% delle organizzazioni pubbliche che stanno utilizzando consapevolmente software libero intenda incrementarne l uso, ed un 30% di chi lo usa inconsapevolmente intende andare avanti su questa strada. Chi al momento non lo usa ne ha comunque sentito parlare, tanto che, nel 38% dei casi, pensa di provarlo. Complessivamente, quindi, da questi brevi cenni si possono trarre delle interessanti conclusioni: a) il software libero è entrato nelle maggioranza delle pubbliche amministrazioni, ma ancora in modo marginale, specie nei desktop b) l infrastruttura informativa delle organizzazioni pubbliche è ancora fermamente appoggiata su software proprietario, sia di tipo Windows, sia di tipo UNIX, anche se un 20% dei server contiene almeno qualche applicazione Open c) la presenza del software libero è destinata ad aumentare in quanto chi già lo usa vuole usarne di più, e chi non lo usa lo vuole provare. Diversi episodi, alcuni dei quali verranno citati in seguito, dimostrano come alcune pubbliche amministrazioni si stiano muovendo in modo deciso nella direzione della Pagina 7 di 22

8 migrazione verso il software libero, attratte non solo dai possibili risparmi sulle licenze, ma anche dal diverso tipo di relazione che si viene ad instaurare col fornitore e dalla sicurezza intrinsecamente propria di un prodotto di cui sono disponibili tutti i dettagli tecnici. La Pubblica Amministrazione sarà quindi un arena importante e, probabilmente, anticiperà il privato nell adozione di alcune delle pietre fondamentali che costituiscono l architettura del software libero. 4. Impiego in ambito privato I risultati di un'indagine Forrester su più di 500 aziende private USA 1 mostrano come la domanda di Open Source stia emergendo in modo prepotente. Dai dati rilevati, circa il 14% delle aziende americane utilizza Linux in applicativi reali (cosiddetti in produzione ). La penetrazione principale è nelle aziende di servizi con il 22%, seguite dalle aziende high-tech con il 19% e dalle aziende di produzione con il 14%. Alla domanda sulle prospettive di utilizzo di Linux, infatti, più del 70% delle aziende ha dichiarato di volerne incrementare l uso, mentre solo il 20% ha dichiarato di non volerne fare maggior utilizzo. 1 Pubblicata nel mese di Aprile Pagina 8 di 22

9 Figura 5 Previsione di utilizzo di OS nel privato negli USA Pianificate un incremento dell'utilizzo di Linux nei prossimi due anni? 6,00% 2,00% 20,00% Si No, l'utilizzo rimarrà uguale No, l'utilizzo diminuirà Non sappiamo 72,00% Fonte: Forrester Research Aprile 2005 Per quanto riguarda l utilizzo reale, un sorprendente 53% degli intervistati ha dichiarato di utilizzare Linux per applicazioni mission-critical. Più della metà delle aziende intervistate stanno costruendo nuove applicazioni utilizzando Linux, il 44% sta utilizzando Linux per portare vecchie applicazioni su nuovo hardware mentre il 33% utilizzano applicazioni che hanno specificatamente bisogno di Linux. In Italia il quadro è decisamente diverso. Una indagine MATE 2 ha identificato nell 8% la percentuale di aziende private medio-grandi che stanno utilizzando Linux per applicazioni mission-critical. Naturalmente da questo calcolo sono state escluse le applicazioni di web server e di mail server, in quanto anche nel nostro paese gli share di Apache e degli MTA liberi sono così elevati dal dare l illusione di un adozione di software libero più importante di quanto in realtà sia. Il ritardo rispetto al contesto americano è normale e non stupisce nessuno. Ciò che è importante osservare, comunque, è che le diffidenze che erano molto comuni all inizio del 2 Ricerca eseguita nel 2003, con revisione nel 2004, su un campione di circa 150 utenti. Pagina 9 di 22

10 decennio stanno lentamente scemando. L azienda privata Italiana, almeno nelle sue frange più attente alla tecnologia, è ormai matura a sperimentare un modello di produzione che le vede prive della tradizionale controparte (il fornitore ) e quindi maggiormente responsabilizzata nella scelta e nella gestione del progetto. L azienda è consapevole che la partita non si gioca sul piano del costo, in quanto sa da tempo che il costo della licenza è solo una minima parte degli investimenti necessari per un serio progetto software. Cioè che l attrae, come è emerso dalle interviste, è la possibilità di adattamento e di integrazione che il software libero, nato e cresciuto in un contesto multipiattaforma e cooperativo, porta nel proprio DNA. 5. Il contesto applicativo Nell analizzare il contesto applicativo abbiamo preso tre delle principali arene che vedono oggi la competizione tra l approccio proprietario e quello libero Sistemi operativi Il primo teatro di scontro è quello dei sistemi operativi. Si tratta senza alcun dubbio del più importante, dove l esito dello scontro sarà determinante per gli equilibri che si verranno a determinare nell offerta software alla fine del decennio. Il teatro dei sistemi operativi, a dire il vero, dovrebbe essere analizzato da tre punti di vista. Il primo è quello del desktop, cioè dei sistemi operativi destinati al supporto dei personal computer, il secondo è quello dei server, cioè dei sistemi utilizzati nelle aziende per le applicazioni condivise e per i sistemi gestionali, ed il terzo è quello per i palmtop, cioè per i dispositivi palmari e per i cosiddetti smartphone. Vediamo quindi i dati ed il tipo di competizione in atto nei primi due dei suddetti segmenti Ambito desktop Il mercato dei desktop è quello più consolidato, e vale, a livello mondiale, circa 200 milioni di pezzi venduti all anno con una crescita che, da più un decennio, ha tassi di incremento superiori al 10% (il 14% nel 2004). Ognuno di questi pezzi è, normalmente Pagina 10 di 22

11 venduto già dotato di un sistema operativo che, al momento, è quasi sempre Windows XP nelle versioni Home o Professional. Linux sta insidiando questo mercato, in quanto, ormai da tempo, vengono prodotte e vendute delle collezioni di programmi (chiamate distribuzioni ) appositamente pensate per un utente abituato a lavorare con Windows. Queste distribuzioni non si limitano a fornire il software di base, quello strettamente necessario per il funzionamento del PC, ma hanno a corredo migliaia di programmi, da word processor a programmi di grafica, fino a quelli destinati a rendere facile la gestione del PC anche da parte di utenti non tecnici. Alcune di queste distribuzioni si pongono ormai, dal punto di vista commerciale, in aperta competizione a Windows per desktop. Negli USA, ad esempio, in occasione del Natale 2004, la catena Wal-Mart ha proposto un PC con video a cristalli liquidi a 498$, che era dotato della distribuzione Linspire, una di quelle specificatamente rivolte all utente finale da desktop. In pratica il valore attribuibile alla dotazione di software ottenuta tramite una di queste distribuzioni, il cui costo varia dai 50 ai 100 $, è equivalente, in termini di prodotti commerciali, ad alcune decine di migliaia di dollari di acquisto. Se invece si dovesse calcolare il valore del tempo uomo che è stato necessario, in più di quindici anni di lavoro, per produrre tutti i componenti inseriti in una siffatta distribuzione si può parlare di una cifra oscillante tra i due ed i quattro miliardi di dollari. Nessuno al mondo rischierebbe una cifra così alta per poi ritrovarsi a competere con un monopolista insediato da vent anni e dotato di una liquidità sostanzialmente illimitata. Solo il modello di business dell Open Source ha permesso la nascita di un fenomeno come questo. Chi prepara la distribuzione, infatti, nulla deve pagare per i componenti che inserisce nei suoi CD. Il suo lavoro consiste nel selezionare un sottoinsieme dei componenti disponibili (normalmente dai agli programmi per distribuzione), verificare che non vi siano conflitti tra loro, predisporre un programma che renda facile l installazione degli stessi su un qualsiasi PC e, infine, predisporre una serie di strumenti utili per la configurazione e l aggiornamento dei programmi senza che siano necessarie conoscenze tecniche. Alcune distribuzioni sono così smaccatamente a caccia di utenti Windows dall aver simulato ed imitato i menu, i nomi delle cartelle e gli strumenti di amministrazione tipici di Windows XP, al fine di far sentire a suo agio un utente che sia appena migrato a Linux dopo anni di Windows. Al momento, comunque, si stima che non più del 3% dei desktop siano dotati di Linux, il che è comunque una quota rispettabile, essendo sostanzialmente equivalente a quella Pagina 11 di 22

12 detenuta dalla Apple che è una veterana del mercato e che, tra l altro, per ritrovare competitività e clientela, alcuni anni fa ha messo al cuore del proprio sistema un sistema operativo di derivazione Unix (Mac Os X) su cui è possibile far girare un gran numero di programmi scritti per Linux. Le previsioni di IDC sono che questa quota di mercato raddoppi e raggiunga il 7% nel A parere di chi scrive questa stima è forse un po troppo prudente, in quanto molti elementi convergono a favore dell adozione di piattaforme Linux nell ambito dei desktop. A fianco di un offerta sempre più concentrata sull obiettivo della conquista del desktop, abbiamo, infatti, una domanda che, nell ambito della pubblica amministrazione, ha un attenzione alla riduzione dei costi ed al controllo del rapporto con i fornitori che è ancora più attento in aree ad alto potenziale come la Cina, il Brasile e in generale i paesi emergenti ad alta densità di popolazione. Un adozione massiccia del software libero in questi paesi, peraltro già avviata, potrebbe portare Linux a sfondare molto rapidamente il tetto del 10% di share, con in prospettiva un 25% per la fine del decennio. Per capire l impatto economico basti pensare che questo segmento di mercato, ipotizzando un prezzo medio di licenza di 50 Euro a desktop, ha una potenzialità teorica, per un distributore Linux, di 10 Miliardi di Euro all anno. Uno share del 25% darebbe ai creatori delle principali distribuzioni, che oggi, arrivano, nel loro complesso, ad un fatturato derivante dalla vendita delle licenze non superiore ai 250 milioni di euro, la possibilità di decuplicare il volume d affari, generando poi un equivalente crescita nell ambito dei servizi. Ambito server Il mercato dei server è numericamente più piccolo, ed è normalmente misurato in valori monetari piuttosto che in unità vendute, in quanto un grande server può costare anche venti o trenta volte di più di un server di piccole dimensioni. Nel 2004, sempre secondo IDC, il mercato dei server è stato pari a circa 49 miliardi di dollari, con una crescita del 6% in valore e del 19,3% in unità. La quota accreditata ai server Linux è stata, nel 2004, pari al 9% ma con un impressionante crescita del 35% (29,1% in unità) rispetto all anno precedente. Di questo passo, se non sorgeranno imprevedibili battute d arresto, è facile prevedere una quota del 30% entro quattro anni ed il sorpasso per la fine del decennio. La battaglia in questo segmento è ancora più importante se si tiene conto del trascinamento di credibilità che si avrebbe nell ambito del desktop nel momento in cui il software libero dovesse diventare il più diffuso nell ambito dei server. Pagina 12 di 22

13 I fattori che contribuiscono a rendere cruenta la lotta per il dominio del segmento dei server sono, tra gli altri, il fatto che: Nell ambito dei server vi sono in gioco fatturati hardware significativi di aziende come HP, Sun e IBM che sono costrette ad elaborare una strategia nei confronti dell Open Source per evitare di rimanere spiazzate in termini competitivi. I fatturati in termini di licenze e, soprattutto, di servizi per le società che gravitano nell ambito dell offerta di software libero sono, potenzialmente, molto superiori a quelli ottenibili, almeno nel breve periodo, in ambito desktop. Per la Microsoft è vitale non perdere posizioni in ambito server sia per non rinunciare a importanti revenues, sia, soprattutto, per non perdere la posizione dominante e rischiare un effetto domino su tutta la propria offerta aziendale. E importante comprendere il fatto che i primi ad entrare in difficoltà nell ambito del server sono aziende come Sun e Ibm che hanno un offerta, rispettivamente basata su Solaris e su AIX, che è oggi attaccata frontalmente dall offerta Linux. La reazione di Sun è stata quella di rendere Open Source una versione di Solaris, denominata OpenSolaris, e di accompagnare questa mossa con un intenso sforzo di marketing teso a rendere disponibili al più presto, su piattaforma OpenSolaris, un pacchetto di 1000 e più applicazioni realizzate da società di software di tutto il mondo. Il tentativo di Sun è quello di tamponare il rischio di emorragia di server Solaris garantendo al mercato la disponibilità di un sistema diverso da Linux ma compatibile con l offerta applicativa generata per Linux, che sia adeguatamente vestito di strumenti destinati all uso in ambito aziendale mission-critical e nel cui sviluppo sia possibile coinvolgere la comunità Open. IBM ha invece preso una posizione più estrema, rinunciando a proporre proprie alternative ed abbracciando Linux sulla propria offerta parallela a quella AS/400 la quale, invece, rimane caposaldo dell offerta proprietaria che, per svariati motivi tecnici e di mercato, non dovrebbe essere scossa più di tamto dall avanzare di Linux. Queste considerazioni sono supportate da uno studio di Forrester Research che, nell ambito dell offerta Open Source su un campione di aziende americane, ha riscontrato che Linux non è una minaccia solo per la combinazione Windows/Intel, ma anche, se non soprattutto, per le offerte Unix-like tradizionalmente offerte dai grandi player di mercato. Pagina 13 di 22

14 Figura 6 Hardware sostituito da Linux Che hardware e sistema operativo rimpiazzate con Linux? Wintel Sun e Solaris IBM e AIX HP e HP-UX IBM mainframe Altro 0 2,5 5 7, , , , ,5 Fonte: Forrester Research Come si può vedere dal grafico soprastante, alla domanda relativa a quale tipo di sistema è stato rimpiazzato da un sistema Linux solo il 25% dei rispondenti ha risposto Wintel, mentre più del 20% dei rispondenti ha sostituito un sistema Sun/Solaris e poco meno del 15% sistemi IBM/AIX e HP/UX. Questi dati sono ulteriormente sorretti da un analisi attenta di quanto dichiarato da IDC circa i tassi di crescita dei principali player nell ambito mini, che dice: in un contesto di crescita del 6,2% in valore e del 19,3% in unità (pari a 6,3 milioni di sistemi venduti nell anno), solo il segmento di offerta più economico (mini dal valore unitario inferiore ai $) cresce, mentre gli altri segmenti decrescono sia in valore che in unità. E evidente che, al momento, Linux trova il proprio humus prevalentemente nella fascia bassa di mercato, proprio quella che traina la crescita di tutto il settore. Circa il 25% dei piccoli server venduti monta processori a 64 bit, dove Linux, dal kernel 2.6 in poi, si esprime al meglio delle sue possibilità e si è dimostrato un alternativa eccellente, soprattutto in ambito multiprocessore, nei confronti dei suoi competitor. La crescita dei sistemi Unix è stata, in valore, di solo il 2,7%, inferiore quindi alla crescita media del settore mini. Unix è quindi in declino, in termini di share. Pagina 14 di 22

15 La crescita dei sistemi Windows è stata, in termini di unità, del 17,9%. Windows detiene attualmente il 32% del mercato, più di tre volte lo share di Linux, ma Linux cresce due volte più velocemente, il che permetterà l aggancio molto presto, a meno di cambiamenti nel trend Office L evoluzione dell offerta applicativa destinata al supporto dell attività impiegatizia ordinaria, è stata, nel tempo, abbastanza singolare. Fino alla fine degli anni 80 la presenza della Microsoft in questo ambito era marginale. Il foglio elettronico per eccellenza era Lotus 1-2-3, il word processor era WordStar ed il database era DBIII. Tra loro non comunicavano quasi per nulla, non erano dotati di interfaccia grafica e non erano neanche molto intuitivi. Eppure già avevano messo a soqquadro il tradizionale modo di lavorare, facendo sparire calcolatrici e macchine da scrivere e permettendo elaborazioni di budget e simulazioni prima impensabili. Con l avvento della prima suite Office della Microsoft, che all inizio non era molto coordinata, iniziò un cammino verso una uniformità del software destinato all impiego d ufficio che ebbe la sua svolta nel 95, con l uscita di Windows 95. Questa release, infatti, rappresentò un significativo passo avanti rispetto a Windows 3.1 e facilitò la diffusione a macchia d olio di Excel, di Word, di Powerpoint e, infine, di Access. Per tutti gli altri applicativi iniziò un declino sempre più rapido, fino alla quasi totale sparizione dal mercato. La diffusione degli applicativi Microsoft assunse alla fine degli anni 90 un carattere di monopolio, fino al punto di diventare estensione di linguaggio. Oggi, infatti, in molti uffici si parla di file Excel e non più di foglio di calcolo, oppure di file Word come sinonimo di testo in formato elettronico. E evidente come la sinergia tra Windows e Office sia fortissima in ambito Desktop. Di conseguenza nessun sistema operativo si è mai potuto affermare senza la presenza di una buona suite Office. Significativo, al riguardo, è quanto è successo ai sistemi Apple. I MacIntosh, negli anni 90, ebbero un iniziale supporto da parte di Microsoft, che rese disponibile Excel e Word su Mac Os in versione grafica ancora prima di poterlo fare per Windows 95. In seguito i rapporti tra le due aziende deteriorarono, e le versioni di Office disponibili per MacIntosh furono sempre peggiori, decretando la progressiva sparizione dei MacIntosh dalle scrivanie aziendali tradizionali. Ultimamente, anche in virtù di una partecipazione della Microsoft in Apple, il sistema Mac Os X è tornato ad essere dotato di una suite office allineata e assolutamente compatibile con quella Windows, garantendo agli utenti di questo sistema la possibilità di interscambio di documenti con l esterno Pagina 15 di 22

16 senza timori di handicap. Come conseguenza la Apple ha recuperato alcuni punti di share nell ambito aziendale, tornando a fornire sistemi anche al di fuori delle tradizionali nicchie del trattamento delle immagini e dei suoni. La mancata disponibilità di una buona suite Office è stato l handicap di Linux fino ad un paio di anni fa. La Microsoft, infatti, non si è mai neanche sognata di rendere disponibile una versione di Office per Linux, sia pure a pagamento (con questo eleggendo Linux a peggior nemico, ruolo evidentemente non intravisto nella Apple). Su iniziativa della Sun, alcuni anni fa, è stato recuperato un vecchio prodotto di Office ormai in disuso, dal nome StarOffice. Il suo codice sorgente è stato reso aperto e disponibile alla comunità, con l intenzione di creare un alternativa credibile ad Office di Microsoft in grado di funzionare indifferentemente su Windows, su Mac Os X come su Linux. Il risultato è stato raggiunto e da circa un paio di anni è disponibile una eccellente suite, dal nome OpenOffice, totalmente gratuita e scaricabile da Internet in centinaia di lingue. La Sun ne commercializza una versione più vestita e supportata dal nome StarOffice ad un prezzo molto basso (circa dieci volte inferiore a quello Microsoft), dimostrando la possibilità di fare business anche all interno di un modello open source. Al progetto hanno partecipato, gratuitamente, più di 5000 persone, oltre al nucleo di professionisti messo a disposizione dalla Sun per il coordinamento ed il test del software. La prossima uscita della release 2.0 (prevista prima dell autunno 2005) colmerà anche il residuo gap esistente con Office nell ambito del trattamento dei dati (Access, per intendersi) e consoliderà OpenOffice come il peggior incubo per la Microsoft. OpenOffice usa un formato dati standard (dalla release 2.0 in poi conforme a quello indicato dall organizzazione internazionale OASIS) che non è compatibile, in natura, con quello utilizzato da Word, ma in Sun hanno curato in modo particolare la problematica della compatibilità con Office, per cui è possibile, con OpenOffice, leggere un documento Word o produrre un documento che può essere letto da Word senza alcuna difficoltà. OpenOffice costituisce una specie di Stalingrado nella lotta tra Microsoft e l OpenSource. Se la Microsoft arginerà l aggressione di OpenOffice riuscendo a relegarla a soluzione minore il desktop rimarrà Windows ancora a lungo, altrimenti ogni scenario diventa possibile, compresa la ripresa di quote da parte di Apple come conseguenza indotta dello sfondamento dell accoppiata Linux/OpenOffice sul fronte del Desktop. Non vi sono significativi motivi tecnici per preferire Office ad OpenOffice, e viceversa. Per un uso normale, proprio del 99% degli utenti, la ricchezza funzionale di ambedue le applicazioni è solamente scalfita. L unica motivazione che può far rimanere legati alla Pagina 16 di 22

17 proposta Microsoft è il timore di allontanarsi da uno standard consolidato. La compatibilità in lettura e scrittura garantita da OpenOffice potrebbe però essere sufficiente a far superare ogni residua perplessità e dare il via ad un fenomeno di adozione di massa della soluzione Open Source da parte delle grandi organizzazioni. Per di più l adozione di OpenOffice non costringe alla contemporanea adozione di Linux, in quanto la versione per Windows non solo è disponibile, ma è così facile da installare e così simile ad Office da essere di rapidissimo apprendimento. Al riguardo è significativa l esperienza della regione Extramadura, in Spagna, che ha portato alla migrazione verso OpenOffice di posti lavoro. Altrettanto stanno facendo in Francia i ministeri della Difesa, dell Agricoltura, degli Interni, le gendarmerie e le dogane, per un totale stimato di circa postazioni OpenOffice. Il comune di Monaco, nella sua migrazione a Linux, ha portato circa postazioni da Office a OpenOffice. In Italia la Sun ha concordato con la Pubblica Amministrazione l installazione di decine di migliaia di licenze StarOffice nelle scuole, per facilitare l alfabetizzazione informatica nelle scuole primarie. Se a questo si aggiunge ciò che si sta sperimentando negli uffici delle grandi banche e assicurazioni di tutto il mondo, dove OpenOffice si sta diffondendo a velocità crescente, possiamo dire che questo specifico contesto applicativo vedrà presto una presenza di una soluzione Open Source in quantità equivalente se non superiore alla presenza di software proprietario, ponendo fine ad un anomalia monopolistica durata più di dieci anni Database Sul fronte del database possiamo distinguere due tipi di mercato. Il mercato di fascia alta, dominato da Oracle, che ha come unico competitor Sybase e, in minor misura Informix, ed il mercato di fascia bassa, dominato da Microsoft SQL Server con una parziale e residuale presenza di Informix e, in piccola parte, dalle stesse Sybase ed Oracle. L Open Source si è presentato sul mercato della gestione dati da tanti anni, con due soluzioni. Una, denominata PostgreSql, è frutto dell evoluzione del progetto Ingres che era nato nell ambito dell Università di Berkley negli anni 70. Ingres diventò poi un prodotto commerciale ma sulla base di quanto era disponibile, e sotto licenza aperta, il lavoro fu ripreso nel 1986 con il nome Postgres che, in seguito all integrazione degli standard SQL92, diventò infine PostgreSQL. La seconda soluzione si chiama MySQL, ed è frutto del lavoro iniziato nel 1979 da Michael Widenius per conto di un cliente. Nel 1995, sull onda della crescita di Internet, MySQL fu Pagina 17 di 22

18 reso disponibile sotto licenza libera e diventò rapidamente la prima scelta per applicazioni Web, grazie alle sue caratteristiche di facilità d uso, di robustezza e di velocità. Attualmente si stima che, nel mondo, vi siano circa cinque milioni di applicazioni utilizzanti MySQL e poco meno di un milione utilizzanti PostgreSQL. SI tratta quindi di un successo straordinario, che ha permesso agli autori di MySQL di fondare un azienda esclusivamente dedicata al supporto del proprio prodotto che conta centinaia di collaboratori. Nel frattempo altre aziende hanno deciso di cedere i sorgenti dei loro prodotti alla comunità per garantirne la sopravvivenza. Si tratta della SAP, che ha ceduto il glorioso Adabas, e della Computer Associates, attuale proprietaria di Ingres. Adabas si chiama ora MaxDB ed il suo sviluppo è gestito dalla stessa MySQL, mentre Ingres è rimasto in casa Computer Associates. In apparenza, quindi, l offerta Open Source, per caratteristiche tecniche, fama e diffusione, sembrerebbe in grado di mettere a rischio i due leader di mercato, Oracle in fascia alta e SQL Server in fascia bassa. Di fatto, però, i database vivono in un ecosistema fatto di migliaia di applicazioni che usano uno specifico database e stabiliscono con esso una sorta di simbiosi. Il contesto applicativo mission critical legato ad applicazioni gestionali, di analisi dati, di analisi finanziaria, ecc. sono tutti legati o ad Oracle o a SQL Server e solo recentemente, e prevalentemente a favore di MySQL, si nota qualche apertura. Le aziende sono quindi di fatto costrette, per le proprie applicazioni mission critical, ad usare database proprietari. Una volta acquistati ed utilizzati per un applicazione, le aziende tendono a far diventare il database scelto uno standard aziendale, in modo di sfruttare al massimo le competenze acquisite. Le prospettive per i database Open Source sono quindi, a parere di chi scrive, ancora relegate al supporto di applicazioni marginali, specie se web-based, per le quali il database ha un ruolo di commodity. Le cose potranno cambiare solo nel medio periodo come conseguenza di una sempre più vasta adozione di database open source per applicazioni gestionali importanti, fenomeno di cui però, al momento, non si vedono troppi esempi Web Nell ambito delle applicazioni per il Web l offerta Open Source è già da tempo dominante. Più del 60% dei web server nel mondo sono Apache (come già mostrato nella precedente Pagina 18 di 22

19 puntata di questo dossier). La diffusione di soluzioni open source nell ambito della gestione della posta elettronica non è ancora equivalente a quella dei web server, ma non ne è troppo lontana. Gli applicativi gestionali per il web (portali aziendali, siti di ecommerce, ecc.) sono scritti in prevalenza utilizzando soluzioni basate su software Open Source. Tipico è l accoppiamento del web server Apache con il database MySQL ed il linguaggio di programmazione PHP. Le applicazioni di fascia alta sono spesso basate su application server in architettura J2EE (Java per soluzioni di classe Enterprise) e fanno uso di strumenti liberamente disponibili come JBoss, Tomcat, JSP e la ricca produzione di software che sta sotto il cappello Apache/Jakarta. L unico reale competitor all Open Source è, manco a dirlo, la Microsoft, che con la sua piattaforma.net ha proposto un ambiente di sviluppo di elevata qualità, flessibile e gratuito (se si usano strumenti di sviluppo free come Web Matrix). La piattaforma.net è spesso la prima scelta anche da parte di programmatori che, in altri ambito, non utilizzano prodotti Microsoft, perché dotata di una serie di qualità che la rendono particolarmente adatta per applicazioni di taglio medio. Unico importante difetto è che.net opera solo sotto Windows, a meno che non si vogliano usare dei prodotti Open Source come Mono che promettono di rendere eseguibile sotto Linux applicativi.net scritti per Windows. Anche in termini di applicativi finiti vi è una notevole diffusione di soluzioni Open Source. Si pensi, ad esempio, ai sistemi di Content Management necessari per fare portali aziendali per cui è possibile scegliere tra prodotti PHP (Typo4), Python (Zope ed il suo derivato Plone), Java (OpenCMS e InfoGlue) e Perl (Interchange), tutti appoggiati a database open e disponibili sia per Windows, sia per Linux. Il Web e l Open Source vanno a braccetto da sempre, e solo l alta qualità dell offerta Microsoft impedisce al software libero di avere il sostanziale monopolio di questo contesto. 6. Prospettive per un investore A questo punto, un investitore che si chiede se sia il caso o meno di investire su società operanti nel mondo Open Source potrebbe rimanere perplesso. In effetti il quadro è fatto Pagina 19 di 22

20 di luci (grandi prospettive di crescita) e di ombre (posizione attuale debole e competitors molto forti e molto liquidi). La nostra opinione è che l investimento in un contesto Open Source può rilevarsi un buon affare, come lo è stato per gli investitori di Red Hat, di JBoss, di MySQL, di Zope e di tante altre aziende che hanno scelto questo modello di business. L importante è che l investitore comprenda a pieno le differenze tra questo modello di business e quelli tradizionali, che l azienda sappia dedicarsi al servizio con la stessa passione e determinazione con cui si dedica alla produzione dell applicativo, che la tecnologia proposta sia significativamente innovativa e che il contesto umano in cui l azienda è calata sia di elevatissima qualità. In presenza di queste condizioni le soddisfazioni derivanti da un investimento nell Open Source possono essere equivalenti se non superiori a quelle derivanti da un investimento in un business protetto da brevetti e copyright. Pagina 20 di 22

Corso di PHP. Prerequisiti. 1 - Introduzione

Corso di PHP. Prerequisiti. 1 - Introduzione Corso di PHP 1 - Introduzione 1 Prerequisiti Conoscenza HTML Principi di programmazione web Saper progettare un algoritmo Saper usare un sistema operativo Conoscere il concetto di espressione 2 1 Introduzione

Dettagli

Il Comune di Modena e l'open Source Mo.Ma 2013

Il Comune di Modena e l'open Source Mo.Ma 2013 Il Comune di Modena e l'open Source Il Comune di Modena e l'open Source A partire dalla seconda metà degli anni '90, inizia l'utilizzo di tecnologie open source: Rete civica, e-mail 1997 nasce la Intranet

Dettagli

Software libero per le PP.AA. utopia o opportunità?

Software libero per le PP.AA. utopia o opportunità? Software libero per le PP.AA. utopia o opportunità? DIEE Università di Cagliari michele@diee.unica.it Autore Presentazione prodotta con OpenOffice 2.1 La situazione del software Il comparto del software

Dettagli

Il mercato italiano Open Source: domanda e offerta 1

Il mercato italiano Open Source: domanda e offerta 1 Il mercato italiano Open Source: domanda e offerta 1 Oltre il 12% delle aziende italiane usa soluzioni Open Source.(Istat 2007). Sarebbero molte di più se ci fosse una sufficiente diffusione della conoscenza

Dettagli

Internet: Software Open Source e Sistemi operativi. conoscerlo al meglio per usarlo meglio. 2011 Gabriele Riva - Arci Barzanò

Internet: Software Open Source e Sistemi operativi. conoscerlo al meglio per usarlo meglio. 2011 Gabriele Riva - Arci Barzanò Internet: conoscerlo al meglio per usarlo meglio Software Open Source e Sistemi operativi Indice Cos'è un Software Open Source Perchè utilizzare Software Open Source Sistemi operativi Licenze software

Dettagli

Software. Definizione, tipologie, progettazione

Software. Definizione, tipologie, progettazione Software Definizione, tipologie, progettazione Definizione di software Dopo l hardware analizziamo l altra componente fondamentale di un sistema di elaborazione. La macchina come insieme di componenti

Dettagli

Parte V. Sistemi Operativi & Reti. Sistemi Operativi. Sistemi Operativi

Parte V. Sistemi Operativi & Reti. Sistemi Operativi. Sistemi Operativi Parte V & Reti Sistema operativo: insieme di programmi che gestiscono l hardware Hardware: CPU Memoria RAM Memoria di massa (Hard Disk) Dispositivi di I/O Il sistema operativo rende disponibile anche il

Dettagli

Corso di PHP. Prerequisiti. 1 - Introduzione

Corso di PHP. Prerequisiti. 1 - Introduzione Corso di PHP 1 - Introduzione 1 Prerequisiti Conoscenza HTML Principi di programmazione web Saper progettare un algoritmo Saper usare un sistema operativo Compilazione, link, esecuzione di programmi Conoscere

Dettagli

OPEN SOURCE. Concetti chiave e implicazioni per le scelte aziendali (fornitori e utenti)

OPEN SOURCE. Concetti chiave e implicazioni per le scelte aziendali (fornitori e utenti) OPEN SOURCE Concetti chiave e implicazioni per le scelte aziendali (fornitori e utenti) OBIETTIVI Cosa sono i sw open source? Cosa li distingue dai sofware non open? Quali implicazioni per: I professionisti

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Vitaminic: : Il software libero e la new economy. Vittorio Bertola VP, Technology

Vitaminic: : Il software libero e la new economy. Vittorio Bertola VP, Technology Vitaminic: : Il software libero e la new economy Vittorio Bertola VP, Technology Pluto Meeting Terni, 9 Dicembre 2001 La prima domanda Perché una presentazione in Powerpoint su Windows 98 e con un template

Dettagli

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI PREMESSA L importanza crescente delle caratteristiche locali nello spiegare l andamento industriale ed economico del Paese

Dettagli

Classificazione del software

Classificazione del software Classificazione del software Classificazione dei software Sulla base del loro utilizzo, i programmi si distinguono in: SOFTWARE Sistema operativo Software applicativo Sistema operativo: una definizione

Dettagli

Trento 11 Aprile 2005

Trento 11 Aprile 2005 Trento 11 Aprile 2005 L'offerta di servizi professionali per ambienti Open Source Alessandro Frison A.D. Mayking Spa frison@mayking.com Presentazione società Mayking Spa è una società che implementa soluzioni

Dettagli

Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014

Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014 2014 Cloud Computing 2014: mercato, adozione, scenario competitivo Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014 INDICE INDICE DELLE FIGURE 2 INDICE DELLE TABELLE

Dettagli

Trieste: efficienza digitale. buongiorno - pozdravljeni

Trieste: efficienza digitale. buongiorno - pozdravljeni Trieste: efficienza digitale buongiorno - pozdravljeni Spesso mi sono trovato nella situazione di dover ottimizare le risorse informatiche a disposizione, sia nell'ambito profit che non profit, per migliorare

Dettagli

Autore prof. Antonio Artiaco. prima dispensa

Autore prof. Antonio Artiaco. prima dispensa 1 Autore prof. Corso di formazione prima dispensa Comitato Tecnico Scientifico: Gruppo Operativo di Progetto CerticAcademy Learning Center, patrocinato dall assessorato al lavoro e alla formazione professionale

Dettagli

Corso di Web Programming

Corso di Web Programming Corso di Web Programming 1. Introduzione a Internet e al WWW Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it Corso di Laurea in Informatica

Dettagli

Linux?!? A cura di: Carmine Stolfi Roberto Lacava

Linux?!? A cura di: Carmine Stolfi Roberto Lacava Linux?!? A cura di: Carmine Stolfi Roberto Lacava Panoramica su Linux Cosè Linux Perchè Linux è libero Cosè Linux? Linux è un Sistema Operativo Agisce da interfaccia tra l' uomo e la macchina fornendo

Dettagli

SCENARI DEL TURISMO. 11-12 2015 www.mastermeeting.it

SCENARI DEL TURISMO. 11-12 2015 www.mastermeeting.it Smartphone e Tablet hanno registrato tassi di crescita in termini di acquisti turistici pari rispettivamente al 70% e al 20%. Credit: Sony Xperia Cresce il turismo in Italia, giunto ormai nel 2015 a un

Dettagli

Sistemi Operativi di Rete. Sistemi Operativi di rete. Sistemi Operativi di rete

Sistemi Operativi di Rete. Sistemi Operativi di rete. Sistemi Operativi di rete Sistemi Operativi di Rete Estensione dei Sistemi Operativi standard con servizi per la gestione di risorse in rete locale Risorse gestite: uno o più server di rete più stampanti di rete una o più reti

Dettagli

Calcolo numerico e programmazione. Sistemi operativi

Calcolo numerico e programmazione. Sistemi operativi Calcolo numerico e programmazione Sistemi operativi Tullio Facchinetti 25 maggio 2012 13:47 http://robot.unipv.it/toolleeo Sistemi operativi insieme di programmi che rendono

Dettagli

Il vero cloud computing italiano

Il vero cloud computing italiano Il vero cloud computing italiano Elatos srl ha sponsorizzato la ricerca e l edizione del libro edito da Franco Angeli sul cloud computing in italia (Esperienze di successo in italia: aspettative, problemi,

Dettagli

Architetture Informatiche. Dal Mainframe al Personal Computer

Architetture Informatiche. Dal Mainframe al Personal Computer Architetture Informatiche Dal Mainframe al Personal Computer Architetture Le architetture informatiche definiscono le modalità secondo le quali sono collegati tra di loro i diversi sistemi ( livello fisico

Dettagli

MCA nasce per ottimizzare i tempi ed aumentare la produttività.

MCA nasce per ottimizzare i tempi ed aumentare la produttività. MCA, ossia Multimedia Collaboration APP, è la soluzione di web collaboration contributiva e interattiva realizzata da HRC per apportare nuove funzionalità nella gestione di meeting e per poter condividere

Dettagli

Gassino t.se, 16 dicembre 2014

Gassino t.se, 16 dicembre 2014 2014_12_mozione_open_sourceopensource - pagina 1 di 6 Gassino t.se, 16 dicembre 2014 Oggetto: Mozione Open Source a: Sindaco della Città di Gassino Torinese Sig. Paolo Cugini Assessore di competenza Il

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Lezione 6 a.a. 2010/2011 Francesco Fontanella La Complessità del Hardware Il modello di Von Neumann è uno schema di principio. Attualmente in commercio esistono: diversi

Dettagli

Allegato 2: Prospetto informativo generale

Allegato 2: Prospetto informativo generale Gara a procedura ristretta accelerata per l affidamento, mediante l utilizzo dell Accordo Quadro di cui all art. 59 del D.Lgs. n. 163/2006, di Servizi di Supporto in ambito ICT a InnovaPuglia S.p.A. Allegato

Dettagli

Corso di Sistemi di elaborazione delle informazioni

Corso di Sistemi di elaborazione delle informazioni Corso di Sistemi di elaborazione delle informazioni Biacco Sabrina ENTERPRISE RESOURCE PLANNING Gli ERP sono delle soluzioni applicative in grado di coordinare l'insieme delle attività aziendali automatizzando

Dettagli

Architetture Informatiche. Dal Mainframe al Personal Computer

Architetture Informatiche. Dal Mainframe al Personal Computer Architetture Informatiche Dal Mainframe al Personal Computer Architetture Le architetture informatiche definiscono le modalità secondo le quali sono collegati tra di loro i diversi sistemi ( livello fisico

Dettagli

La problematica della migrazione. Enrico Gulfi Servizio Organizzazione e Informatica Città di Lugano

La problematica della migrazione. Enrico Gulfi Servizio Organizzazione e Informatica Città di Lugano La problematica della migrazione Enrico Gulfi Servizio Organizzazione e Informatica Trattande Informatica presso l amministrazione cittadina La problematica della migrazione Perché ci interessiamo all

Dettagli

CRM: fidelizzazione e gratificazione per i vostri clienti

CRM: fidelizzazione e gratificazione per i vostri clienti CRM: fidelizzazione e gratificazione per i vostri clienti I. Il CRM Il Customer Relationship Management (CRM) punta a costruire, estendere ed approfondire le relazioni esistenti tra un'azienda ed i suoi

Dettagli

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Esperti nella gestione dei sistemi informativi e tecnologie informatiche Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Docente: Email: Sito: Eduard Roccatello eduard@roccatello.it http://www.roccatello.it/teaching/gsi/

Dettagli

uadro Business Intelligence Professional Gestione Aziendale Fa quadrato attorno alla tua azienda

uadro Business Intelligence Professional Gestione Aziendale Fa quadrato attorno alla tua azienda Fa quadrato attorno alla tua azienda Professional Perché scegliere Cosa permette di fare la businessintelligence: Conoscere meglio i dati aziendali, Individuare velocemente inefficienze o punti di massima

Dettagli

Software di sistema e software applicativo. I programmi che fanno funzionare il computer e quelli che gli permettono di svolgere attività specifiche

Software di sistema e software applicativo. I programmi che fanno funzionare il computer e quelli che gli permettono di svolgere attività specifiche Software di sistema e software applicativo I programmi che fanno funzionare il computer e quelli che gli permettono di svolgere attività specifiche Software soft ware soffice componente è la parte logica

Dettagli

Corso di Sistemi Operativi DEE - Politecnico di Bari. Windows vs LINUX. G. Piscitelli - M. Ruta. 1 di 20 Windows vs LINUX

Corso di Sistemi Operativi DEE - Politecnico di Bari. Windows vs LINUX. G. Piscitelli - M. Ruta. 1 di 20 Windows vs LINUX Windows vs LINUX 1 di 20 Windows vs LINUX In che termini ha senso un confronto? Un O.S. è condizionato dall architettura su cui gira Un O.S. è condizionato dalle applicazioni Difficile effettuare un rapporto

Dettagli

Introduzione alla famiglia di soluzioni Windows Small Business Server

Introduzione alla famiglia di soluzioni Windows Small Business Server Introduzione alla famiglia di soluzioni Windows Small Business Server La nuova generazione di soluzioni per le piccole imprese Vantaggi per le piccole imprese Progettato per le piccole imprese e commercializzato

Dettagli

Sistemi Operativi. Modulo 2. C. Marrocco. Università degli Studi di Cassino

Sistemi Operativi. Modulo 2. C. Marrocco. Università degli Studi di Cassino Sistemi Operativi Modulo 2 Schema di un Sistema di Calcolo Programmi Dati di Input Calcolatore Dati di output Modello di von Neumann Bus di sistema CPU Memoria Centrale Memoria di Massa Interfaccia Periferica

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica Modulo T2 1 Sistema software 1 Prerequisiti Utilizzo elementare di un computer Significato elementare di programma e dati Sistema operativo 2 1 Introduzione In questa Unità studiamo

Dettagli

.EVERYWHERE LOGIN. entra nel futuro. partnership signed

.EVERYWHERE LOGIN. entra nel futuro. partnership signed .EVERYWHERE LOGIN entra nel futuro. partnership signed Sinergia per l innovazione. Studio Ferroli e Acknow Per essere competitivi e vincenti in un mercato sempre più dinamico e globalizzato, che richiede

Dettagli

Corso: Informatica+ Andrea Cremonini. Lezione del 09/02/2015

Corso: Informatica+ Andrea Cremonini. Lezione del 09/02/2015 Corso: Informatica+ Andrea Cremonini Lezione del 09/02/2015 1 Office Automation 1/2 Con la definizione di Office Automation ci riferiamo a computer e software usati per creare digitalmente, raccogliere,

Dettagli

Applicazioni mobile Perchè investire e quali tecnologie usare

Applicazioni mobile Perchè investire e quali tecnologie usare GIANLUCA VAGLIO Applicazioni mobile Perchè investire e quali tecnologie usare 2010 Gianluca Vaglio www.gianlucavaglio.net Avvertenze legali AVVERTENZE LEGALI Copyright 2010 Gianluca Vaglio. La presente

Dettagli

Archiviazione Documentale

Archiviazione Documentale Archiviazione Documentale Il Progetto OPEN SOURCE tutto Italiano per la Gestione Elettronica della documentazione, firma digitale, conservazione sostitutiva, fatturazione elettronica e protocollo informatico.

Dettagli

Software libero & Community Ing. Andrea Scrimieri

Software libero & Community Ing. Andrea Scrimieri & Community Ing. Andrea Scrimieri andrea.scrimieri@linux.it Origini del software libero 1984......ma prima un passo indietro... "Penso che nel mondo ci sia mercato forse per 4 o 5 computer" "Il microchip:

Dettagli

catalogo corsi di formazione 2015/2016

catalogo corsi di formazione 2015/2016 L offerta formativa inserita in questo catalogo è stata suddivisa in quattro sezioni tematiche che raggruppano i corsi di formazione sulla base degli argomenti trattati. Organizzazione, progettazione e

Dettagli

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing PartnerWorld IBM Global Financing Straordinarie possibilità di crescita con IBM Global Financing Servizi finanziari per i Business Partner IBM ibm.com/partnerworld Accesso diretto a un avanzato servizio

Dettagli

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management EDILIZIA di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management DEFINIZIONE DEL SETTORE Nel settore edilizio possono essere individuati 2 micro-settori: edilizia residenziale in conto proprio:

Dettagli

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Innovare e competere con le ICT: casi

Dettagli

Azienda GESTIONE PRESENZE E ASSENZE

Azienda GESTIONE PRESENZE E ASSENZE Azienda GESTIONE PRESENZE E ASSENZE GESTIONE PRESENZE E ASSENZE Per gestire le presenze e assenze del personale secondo criteri di efficienza operativa, occorre una soluzione adattabile alle singole esigenze,

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE

MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUALE DI INSTALLAZIONE Pagina 1 Indice SPECIFICHE TECNICHE...3 TIPOLOGIE DI INSTALLAZIONE...4 INSTALLAZIONE MONO UTENZA (INSTALLAZIONE SEMPLICE)...5 INSTALLAZIONE DI RETE...17 Installazione lato SERVER...17

Dettagli

Installare un nuovo programma

Installare un nuovo programma Installare un nuovo programma ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale Diapositiva Introduzione Installare un nuovo programma sul computer installazione Quando acquistiamo

Dettagli

CONTENT MANAGMENT SYSTEMS

CONTENT MANAGMENT SYSTEMS CONTENT MANAGMENT SYSTEMS ESTRATTO DA: Ileana D'Incecco, Progettare la comunicazione web per organizzazioni non-profit con strumenti open source: ideazione e realizzazione del sito web della Casa delle

Dettagli

LE PORTE DELL ACCESSO. iniziativa realizzata nell ambito delle attività di promozione del CSV Napoli

LE PORTE DELL ACCESSO. iniziativa realizzata nell ambito delle attività di promozione del CSV Napoli LE PORTE DELL ACCESSO iniziativa realizzata nell ambito delle attività di promozione del CSV Napoli Le porte dell accesso incontri seminariali per costruire strumenti di inclusione informatica e di contrasto

Dettagli

Modulo Gestione Interventi Tecnici. Il prezioso assistente che mancava alla tua impresa. www.sit-web.it

Modulo Gestione Interventi Tecnici. Il prezioso assistente che mancava alla tua impresa. www.sit-web.it Modulo Gestione Interventi Tecnici Il prezioso assistente che mancava alla tua impresa via Supporta i seguenti browser: Internet Explorer 6 e seguenti Opera 8 e seguenti Mozilla Firefox 0.8x Mozilla Firefox

Dettagli

Come Funziona. Virtualizzare con VMware

Come Funziona. Virtualizzare con VMware Virtualize IT Il Server? Virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente

Dettagli

LibrERP in sintesi. www.didotech.com. Completa

LibrERP in sintesi. www.didotech.com. Completa LibrERP in sintesi LibrERP è una suite completa di applicazioni aziendali dedicate alla gestione delle vendite, dei clienti, dei progetti, del magazzino, della produzione, della contabilità e delle risorse

Dettagli

Soluzioni innovative per la semplificazione dell infrastruttura IT. Virtualizzazione con il sistema operativo IBM i, PowerVM e Power Systems

Soluzioni innovative per la semplificazione dell infrastruttura IT. Virtualizzazione con il sistema operativo IBM i, PowerVM e Power Systems Soluzioni innovative per la semplificazione dell infrastruttura IT Virtualizzazione con il sistema operativo IBM i, PowerVM e Power Systems Caratteristiche principali La flessibilità e la scalabilità della

Dettagli

SimplERP in sintesi. Open Source SimplERP è un progetto Open Source. Il software è pubblicato sotto licenza AGPL ed AGPL + Uso Privato.

SimplERP in sintesi. Open Source SimplERP è un progetto Open Source. Il software è pubblicato sotto licenza AGPL ed AGPL + Uso Privato. SimplERP in sintesi SimplERP è una suite completa di applicazioni aziendali dedicate alla gestione delle vendite, dei clienti, dei progetti, del magazzino, della produzione, della contabilità e delle risorse

Dettagli

MY FIRST SAN IT CONSOLIDATION

MY FIRST SAN IT CONSOLIDATION MY FIRST SAN IT CONSOLIDATION IT Consolidation L approccio HP alla IT Consolidation 2 Cosa si intende per IT Consolidation Con IT Consolidation ci riferiamo alla razionalizzazione delle risorse IT per

Dettagli

Altre due categorie non rientrano né nel software di sistema, né in quello applicativo pur contenendo elementi tipici di entrambi sono:

Altre due categorie non rientrano né nel software di sistema, né in quello applicativo pur contenendo elementi tipici di entrambi sono: 3. Il Software TIPI DI SOFTWARE La macchina come insieme di componenti hardware di per sé non è in grado di funzionare. Sono necessari dei programmi progettati dall uomo che indicano la sequenza di istruzioni

Dettagli

CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT

CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT CHI SIAMO Tustena CRM Suite è prodotto da Digita S.r.l., un azienda che può vantare un esperienza decennale nello sviluppo di soluzioni web-based orientate alla comunicazione

Dettagli

WEB TECHNOLOGY. Il web connette. LE persone. E-book n 2 - Copyright Reserved

WEB TECHNOLOGY. Il web connette. LE persone. E-book n 2 - Copyright Reserved WEB TECHNOLOGY Il web connette LE persone Indice «Il Web non si limita a collegare macchine, ma connette delle persone» Il Www, Client e Web Server pagina 3-4 - 5 CMS e template pagina 6-7-8 Tim Berners-Lee

Dettagli

Tecnologie e sistemi per la business integration. www.xdatanet.com

Tecnologie e sistemi per la business integration. www.xdatanet.com Tecnologie e sistemi per la business integration www.xdatanet.com X DataNet, X costruttori DataNet, costruttori di softwaredi software Costruiamo Costruiamo soluzioni tecnologiche soluzioni tecnologiche

Dettagli

Concetti di marketing turistico

Concetti di marketing turistico Concetti di marketing turistico Introduzione Un impresa, per individuare la linea d azione che ha la maggior probabilità di portare al successo il proprio prodotto, cerca di anticipare i bisogni dei consumatori,

Dettagli

Il Citizen Relationship Management ai primi passi in Italia Un confronto pubblico-privato

Il Citizen Relationship Management ai primi passi in Italia Un confronto pubblico-privato Il Citizen Relationship Management ai primi passi in Italia Un confronto pubblico-privato A cura di Thomas Schael e Gloria Sciarra (irso e Butera e Partners) Il Citizen Relationship Management (CRM) in

Dettagli

I WEB SERVICES LA SITUAZIONE DELL OFFERTA ITALIANA

I WEB SERVICES LA SITUAZIONE DELL OFFERTA ITALIANA I WEB SERVICES LA SITUAZIONE DELL OFFERTA ITALIANA Di Valeria Tonella In collaborazione con Indice dei contenuti Premessa...3 1. Il concetto di Web Service...4 2. La situazione internazionale...6 3. I

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

L utilizzo dell E-commerce in Europa e i ritardi dell Italia

L utilizzo dell E-commerce in Europa e i ritardi dell Italia L utilizzo dell E-commerce in Europa e i ritardi dell Introduzione p. 2 Obiettivo e variabili utilizzate p. 3 La classifica p. 4 Analisi dei dati e considerazioni p. 6 Metodologia p. 14 1 L utilizzo dell

Dettagli

Sme.UP Web Application

Sme.UP Web Application Sme.UP Web Application Web Application Web.UP Una interfaccia web per i vostri dati gestionali Il modulo applicativo Web.UP fornisce al progettista di siti Internet una serie di potenti strumenti per l'integrazione

Dettagli

GESTIONE PRESENZE E ASSENZE G S O

GESTIONE PRESENZE E ASSENZE G S O Azienda GESTIONE G S O PRESENZE S E ASSENZE SS GESTIONE PRESENZE E ASSENZE Per gestire le presenze e assenze del personale secondo criteri di efficienza operativa, occorre una soluzione adattabile alle

Dettagli

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO Intervento Roberto Albonetti direttore Attività Produttive Regione Lombardia Il mondo delle imprese ha subito negli ultimi anni un accelerazione impressionante:

Dettagli

Manuale d uso Manutenzione impianti termici Ver. 1.0.6 [05/01/2015]

Manuale d uso Manutenzione impianti termici Ver. 1.0.6 [05/01/2015] Manuale d uso Manutenzione impianti termici Ver. 1.0.6 [05/01/2015] Realizzato e distribuito da LeggeraSoft Sommario Panoramica... 2 Menù principale... 2 Link Licenza... 3 Link Dati del tecnico... 3 Link

Dettagli

La scelta della strategia di marketing

La scelta della strategia di marketing LA SCELTA DELLA STRATEGIA DI L obiettivo che l impresa deve perseguire in questa fase è quello di individuare la strategia di marketing che sia in grado di offrire all impresa il mezzo per realizzare i

Dettagli

Kirey Re.Search 2.0. Piattaforma di ricerca Open Source

Kirey Re.Search 2.0. Piattaforma di ricerca Open Source Kirey Re.Search 2.0 Piattaforma di ricerca Open Source Le esigenze Quando si parla di motori di ricerca si tende a pensare istintivamente solo a quelli utilizzati per effettuare ricerche in Internet, come

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente.

Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente. Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente. esperienza + innovazione affidabilità Da IBM, una soluzione completamente nuova: ACG Vision4,

Dettagli

1. Arduino va di moda.

1. Arduino va di moda. 1. Arduino va di moda. Arduino è una piattaforma hardware open source programmabile, interamente realizzata in Italia, che permette la prototipazione rapida e l'apprendimento veloce dei principi fondamentali

Dettagli

Utilizzo di FileMaker Pro con Microsoft Office

Utilizzo di FileMaker Pro con Microsoft Office Guida Pratica Utilizzo di FileMaker Pro con Microsoft Office Integrare FileMaker Pro con Office pagina 1 Sommario Introduzione... 3 Prima di iniziare... 4 Condivisione di dati tra FileMaker Pro e Microsoft

Dettagli

Una suite di applicazioni â œ office â scaricabile gratuitamente da Internet

Una suite di applicazioni â œ office â scaricabile gratuitamente da Internet Licenze costose addio, arriva OpenOffice.org Una suite di applicazioni â œ office â scaricabile gratuitamente da Internet La diffusione dei computer negli studi professionali ha portato ad un innarrestabile

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I INFINITY APPLICA A TION FRAMEWORK APPLICA

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I INFINITY APPLICA A TION FRAMEWORK APPLICA I N F I N I T Y Z U C C H E T T I INFINITY APPLICATION FRAMEWORK Infinity Application Framework Una nuova e diversa interpretazione delle soluzioni applicative aziendali Infinity Application Framework

Dettagli

Migrazione delle soluzioni SAP. a Linux? I tre passaggi per una strategia di successo. Indice dei contenuti

Migrazione delle soluzioni SAP. a Linux? I tre passaggi per una strategia di successo. Indice dei contenuti Migrazione delle soluzioni SAP a Linux? I tre passaggi per una strategia di successo Indice dei contenuti 1. Comprendere a fondo le opzioni Linux a disposizione.................... 2 2. Creare un business

Dettagli

Indice. Indice... 2 1. Premessa e scopo del documento... 3 2. Ambiente operativo... 4 3. Architettura di sistema... 5

Indice. Indice... 2 1. Premessa e scopo del documento... 3 2. Ambiente operativo... 4 3. Architettura di sistema... 5 Realizzazione di un sistema informatico on-line bilingue di gestione, monitoraggio, rendicontazione e controllo del Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia - Francia Marittimo finanziato dal

Dettagli

Il ROI del consolidamento dei Server

Il ROI del consolidamento dei Server Il ROI del consolidamento dei Server Sul lungo periodo, un attività di consolidamento dei server è in grado di far scendere i costi IT in modo significativo. Con meno server, le aziende saranno in grado

Dettagli

SCP: SCHEDULER LAYER. a cura di. Alberto Boccato

SCP: SCHEDULER LAYER. a cura di. Alberto Boccato SCP: SCHEDULER LAYER a cura di Alberto Boccato PREMESSA: Negli ultimi tre anni la nostra scuola ha portato avanti un progetto al quale ho partecipato chiamato SCP (Scuola di Calcolo Parallelo). Di fatto

Dettagli

L o. Giulio Concas. Romolo Camplani Nicola Serra. Evento del TOSSAD Project. http://www.tossad.org. http://agile.diee.unica.it.

L o. Giulio Concas. Romolo Camplani Nicola Serra. Evento del TOSSAD Project. http://www.tossad.org. http://agile.diee.unica.it. FLOSS Opportunità per PPAA e PMI L o Evento del TOSSAD Project http://www.tossad.org Romolo Camplani Nicola Serra http://agile.diee.unica.it 1 Cosa è il FLOSS (o F/OSS) Free/Libre Open Source Software

Dettagli

Guida all'uso di StarOffice 5.2

Guida all'uso di StarOffice 5.2 Eraldo Bonavitacola Guida all'uso di StarOffice 5.2 Introduzione Dicembre 2001 Copyright 2001 Eraldo Bonavitacola-CODINF CODINF COordinamento Docenti INFormati(ci) Introduzione Pag. 1 INTRODUZIONE COS'È

Dettagli

Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2010 COMUNICARE DOMANI

Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2010 COMUNICARE DOMANI Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2010 COMUNICARE DOMANI Milano, 30 Giugno 2010 Scaricato da www.largoconsumo.info Il mercato della comunicazione mondiale Le previsioni per

Dettagli

Versione 2014. Installazione GSL. Copyright 2014 All Rights Reserved

Versione 2014. Installazione GSL. Copyright 2014 All Rights Reserved Versione 2014 Installazione GSL Copyright 2014 All Rights Reserved Indice Indice... 2 Installazione del programma... 3 Licenza d'uso del software... 3 Requisiti minimi postazione lavoro... 3 Requisiti

Dettagli

applicazioni aziendali più eseguire e controllare fondamentali per il business grazie a sofisticate funzioni di auto-gestione

applicazioni aziendali più eseguire e controllare fondamentali per il business grazie a sofisticate funzioni di auto-gestione Semplicità e flessibilità con il primo server con tecnologia IBM i5 520 Le piccole e medie imprese desiderano concentrarsi sul proprio business e non sull infrastruttura IT. IBM _` i5 520 offre non solo

Dettagli

Una introduzione all'utilizzo di OpenOffice.org. a cura di Piergiovanna Grossi Davide Sabbadin - Flavio Agnoletto

Una introduzione all'utilizzo di OpenOffice.org. a cura di Piergiovanna Grossi Davide Sabbadin - Flavio Agnoletto Una introduzione all'utilizzo di OpenOffice.org a cura di Piergiovanna Grossi Davide Sabbadin - Flavio Agnoletto associazione di promozione sociale Faber libertatis In questa lezione: introduzione storica,

Dettagli

IRTUALW. Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere PORTAL FORNITORI CLIENTI PROTOCOLLAZIONE KNOWLEDGE BASE CLASSIFICAZIONE VERSIONING

IRTUALW. Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere PORTAL FORNITORI CLIENTI PROTOCOLLAZIONE KNOWLEDGE BASE CLASSIFICAZIONE VERSIONING I N F I N I T Y Z U C C H E T T I Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere MARKETING SALES SUPPORT CMS KNOWLEDGE BASE E COMMERCE B2B E COMMERCE B2C AD HOC INFINITY ACQUISIZIONE PROTOCOLLAZIONE

Dettagli

Come fare a leggere questi dati generati da un programma windows?

Come fare a leggere questi dati generati da un programma windows? Come fare a leggere questi dati generati da un programma windows? A questo punto siamo in possesso di tutti gli elementi per sfruttare appieno le potenzialità di Linux: sappiamo destreggiarci (mai abbastanza)

Dettagli

A ZIENDE O RGANIZZAZIONI S TUDI P ROFESSIONALI. Lo strumento. di Business Intelligence alla portata di tutti

A ZIENDE O RGANIZZAZIONI S TUDI P ROFESSIONALI. Lo strumento. di Business Intelligence alla portata di tutti A ZIENDE O RGANIZZAZIONI S TUDI P ROFESSIONALI Lo strumento di Business Intelligence alla portata di tutti Descrizione Generale Trasforma i tuoi dati in una fonte di successo!!! INFOBUSINESS si propone

Dettagli

Missione e Company Profile

Missione e Company Profile Missione e Company Profile Aritech Consulting è una Agenzia di Rappresentanza che si propone come Internet Company pura, attiva nella fornitura di servizi e soluzioni ad alto valore aggiunto nella rete

Dettagli

Le idee per il tuo futuro: un business possibile!

Le idee per il tuo futuro: un business possibile! Le idee per il tuo futuro: un business possibile! Antonio Usai ausai@uniss.it Marketing strategico e sviluppo nuovi prodotti Dipartimenti di scienze economiche e aziendali Università degli Studi di Sassari

Dettagli

Problemi Organizzativi e di Project Management

Problemi Organizzativi e di Project Management Open Source: La Migrazione Andrea Sommaruga: Come migrare (10:45-11:15) Problemi Organizzativi e di Project Management Vincoli Sistemistici Necessità di interventi formativi Programmi e formati di conversione

Dettagli

map Master Accounting Platform map map map Versioni del software MAP ERP ONE

map Master Accounting Platform map map map Versioni del software MAP ERP ONE PIATTAFORMA GESTIONALE Master Accounting Platform La piattaforma MAP è composta da software gestionali di ultima generazione, che combinano la logica, le funzionalità e le caratteristiche di un sistema

Dettagli

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese pugliesi: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese pugliesi: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese pugliesi: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Presentati oggi i risultati dello studio di UniCredit, dedicato

Dettagli

"L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia"

L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia "L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia" Sintesi per la stampa Ricerca promossa da Microsoft e Confcommercio realizzata da NetConsulting Roma, 18 Marzo 2003 Aziende

Dettagli